Il giornalino ritorna con un volto tutto nuovo!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il giornalino ritorna con un volto tutto nuovo!"

Transcript

1 ANNO II - N^1 Galilei Times LICEO SCIENTIFICO, CLASSICO E LINGUISTICO GALILEO GALILEI - LEGNANO Innamòrati, innamòrati di un libro, di una poesia, di un'opera d'arte. Fai esplodere la passione dentro di te e lascia che ti divori. Abbandonati al flusso delle parole, abbandonati alla bellezza vera. Permetti all'arte di scoccare una freccia nel tuo cuore e sappila accogliere. Prepara il tuo animo sin da giovane alle gioie della vita, non vivere un'esistenza spenta e grigia. Immergiti nel colore, apprezza il tuo mondo senza essere mai sazio. Cogli la grazia che ti sta attorno e donala a chi non la riesce a vedere. Respira a pieni polmoni l'eleganza e la raffinatezza delle cose semplici. Ascolta la sinfonia dei tuoi pensieri nella purezza del silenzio. Conosci te stesso e trova l'armonia. Buon anno scolastico a tutti! RUBRICA ARTE E SPETTACOLO Incontro riguardante Gianfranco Ferrè tenutosi a scuola: impressioni Pagina 7 Ilaria Fenaroli Il giornalino ritorna con un volto tutto nuovo! Il Galilei Times è tornato! Come l anno scorso vi riproponiamo il giornalino del Liceo. La redazione è cambiata: qualcuno è rimasto, qualcuno è dovuto andare via, qualcuno di nuovo si è aggiunto! Ma lo spirito è rimasto lo stesso: creare uno strumento con cui condividere idee, scambiare opinioni e informare, un simbolo che faccia sentire uniti tutti i 1300 ragazzi del Galilei! Se l idea vi piace, se siete interessati a scrivere articoli o in qualche modo collaborare non esitate a chiedere! La nostra ASSEMBLEE 2012 Doppio articolo sul tema delle assemblee per l elezione dei rappresentanti di istituto! Pagine 2 e 3 VACANZA-STUDIO IN AUSTRALIA Un esperienza fatta da alcuni nostri compagni questa estate in Australia! Pagine 5 e 6 RUBRICHE SU SPORT E LIBRI Date un occhiata ai Libri che i professori non vi faranno mai leggere e alle ultime notizie di sport! Pagine 10 e 11

2 Assemblee 2012: Pochi ma buoni! VITA GALILEI! È giunto il mese di ottobre e con esso anche quel periodo dell anno per molti tanto atteso, per altri forse meno, quel momento che, in ogni caso, riaccende gli animi di noi liceali ancora attaccati all adorato torpore estivo: è il momento delle assemblee di istituto, di quelle per la propaganda delle liste dei candidati. Da noi è un momento dell anno molto sentito, scoppia una gran voglia di fare e di mettersi in gioco per il luogo dove bene o male siamo chiamati a stare gran parte del nostro tempo. Differenze rispetto agli altri anni si sono sicuramente viste nonostante l aspetto di ripetitività delle assemblee. Anzitutto la durata è stata ridimensionata, invece della classica tre giorni con orario 9-13, si è optato per la divisione delle assemblee in due giorni non consecutivi, giovedì 11 e sabato 13 ottobre con votazioni mercoledì 17 ottobre. Altra differenza consiste nel numero delle liste presentate come mostra il grafico a lato. Sono due anni che si presentavano sette liste di candidati alla rappresentanza di istituto, quest anno il numero è drasticamente sceso a tre assieme anche, ovviamente, al numero di candidati, diminuito ad 8 (su un totale di 1300 studenti non credo sia un numero esageratamente alto). Le analisi derivanti sono molteplici, dal mio punto di vista è un risultato negativo. Sicuramente il livello si è alzato, tutte e tre le liste presentate avevano candidati in gamba e con proposte ragionevoli, e non si sono viste le cosiddette liste fuffa composte da gente spesso più occupata a scaldare le (peraltro scomode) sedie dell auditorium o a rollare qualche sigaretta in più che ad intervenire Questo è un punto a favore, ma ci si chiede il perché di un calo di più del 50% nel giro di un anno e senza preavviso. È vero, i tempi di presentazione delle liste alla commissione elettorale erano stretti, magari qualcuno si è svegliato all ultimo senza concludere niente ma credo che la vera spiegazione sia, probabilmente, la mancanza di interesse di chi aveva quest anno l età per candidarsi, con tutta la discutibilità che queste parole hanno per il sottoscritto. Bisogna dire però che, normalmente, le liste nascono da studenti appartenenti ad una certa fascia d età, e tralasciando quelli frequentanti l ultimo anno (rientrano nella fascia di cui sopra ma non considerabili perché condizionati dalla presenza dell esame di stato), di liste composte da una maggioranza di studenti del terzo e quarto anno questa volta ce ne era solo una. È una semplice analisi senza nessun intento di polemica e basata su due anni a questa parte, ma credo che sia una dato su cui riflettere. Venendo ai dibattiti veri e propri. Le discussioni quest anno sono tornate prevalentemente sui punti proposti dalle varie liste. A vista del sottoscritto il dibattito ha avuto, come sempre, i suoi alti e bassi, anche se generalmente si è affievolito. A determinare questo effetto è stata sicuramente la mancanza di punti contrastanti: molto spesso le proposte erano simili e quando le soluzioni esposte nei punti diventavano strane o difficilmente realizzabili si è verificato un accanimento, accompagnato da un pubblico (perché di pubblico si parlava) talvolta sgarbato, contro i candidati che ha rigirato il punto di discussione sempre sugli stessi temi. C è chi pensa, d altronde, che alla fine anche le liste con punti improbabili abbiano in un certo senso la loro utilità E anche vero che i punti proposti, in questi anni, hanno sempre teso a diventare i più realizzabili e meno azzardati possibili ma, dal mio punto di vista, è anche giusto puntare, su certi temi, un po più in alto di mete facilmente realizzabili. Sono il primo Risultati delle votazioni: LISTA 1 --> 489 Voti Edoardo Bollati (216) Fiammetta Giola (210) Lista II --> 456 Umberto Taormina (305) Niccolò Perron (179) a sostenere la necessità di insistere sull importanza che siano fatte migliorie edilizie e di manutenzione. Si deve dire che, però, certe proposte non sono più pensabili e bisognerebbe aspettarsi anche certe reazioni. Proporre di far pagare la carta sulla quale sto scrivendo ha certamente un aspetto di utilità, ma è una proposta che va contro lo spirito stesso di uno strumento che deve essere il più facilmente accessibile a tutti. Sembrerebbe un bilancio disastroso ma in realtà qualcosa di buono si è visto. Si sono viste tante persone impegnate nel sostenere i candidati, tanta collaborazione e voglia di fare come testimoniato anche dai tanti collaboratori (27 su 3 liste), un senso di unità di fondo anche nei momenti con più tensione, gente attenta e con voglia di intervenire anche tra i primini che normalmente non hanno le idee molto chiare. Devo dire, per concludere che, nonostante tutte le analisi che si possano fare e sulle quali riflettere, alla fine il bello delle assemblee, utili o meno che siano, è il vedere mobilitarsi tanti studenti (per qualsivoglia causa, certo) che contribuiscono a migliorare il nostro Liceo. Speriamo che questa voglia non venga mai meno. Giovanni Negri (Il grafico si trova nella pagina successiva)

3 Primini Times! STATISTICHE VITA GALILEI! Le assemblee d istituto: i candidati, le liste, le proposte, le discussioni e, a volte, i litigi. Tutti conoscono, e alcuni aspettano con ansia, quei due/ tre giorni di inizio ottobre. Certo, per chi frequenta questo liceo da anni non c è nulla di nuovo da dire, ma come hanno vissuto i più piccoli, i cosiddetti primini, la loro prima assemblea d istituto? Abbiamo chiesto i pareri a sei ragazzi, due per ogni indirizzo. -Questa è la vostra prima assemblea, come vi siete trovati? Bene, è stato davvero bello, c era tantissima gente, tutti che avevano qualcosa da dire dice Francesca. E stato davvero divertente! I ragazzi più grandi ci hanno trattato benissimo e le risposte alle nostre domande sono state gentilissime continua Daniele -Vi ha colpito qualcosa in particolare, una proposta, oppure un intervento di qualche lista? Si, mi ha colpito il fatto che le classi prime non possano fare i tornei, non capisco perché! Io mi divertirei a fare i tornei risponde Daniele. A me, sinceramente, è piaciuta la proposta del paninaro dice sorridendo Laura. -Vi va di dirmi cosa vi ha impressionato di più di ciò che avete visto? Mi ha piacevolmente sorpreso il fatto che qui chiunque può dire ciò che pensa (alle medie non avevamo tutta questa libertà) e che tanti ragazzi si trovino tutti insieme a parlare e a confrontarsi, senza dare peso all età dice Lorenzo. -Quindi il rapporto con i più grandi è buono? Sì, non ce lo aspettavamo, ma sono tutti gentili con noi: ci aiutano e alla gita di accoglienza hanno anche portato da mangiare! Sono stati carinissimi dicono Laura e Francesca. Possiamo quindi concludere che le assemblee sono state davvero importanti per i ragazzi. Hanno capito che il liceo è molto diverso dalle medie, sia come ambiente che in fatto di diritti (e doveri) di noi studenti. Ci sono tante cose nuove da imparare e tante cose da scoprire e, sicuramente, l assemblea è un buon modo per cominciare. Concludo facendo un grande in bocca al lupo tanto ai ragazzi di prima per il loro anno scolastico quanto ai nuovi rappresentanti d istituto. Buone prossime assemblee a tutti. Mariarita Colicchio

4 E il weekend come lo passiamo? Con il sole nel cuore! L esperienza di una classe in un weekend con i ragazzi disabili dell ente il sole nel cuore. La nostra scuola, come altre nel nostro territorio, dà a noi ragazzi la possibilità di affacciarci al mondo del sociale. Tra le varie proposte, i ragazzi di 3I, all inizio dell anno, hanno avuto la possibilità di passare un week-end, il primo week-end scolastico, diverso, come definito da loro stessi; infatti, a tutta la classe è stato proposto il progetto, in associazione con la protezione civile, e l ente il sole nel cuore. Bianca e Giada, hanno risposto a qualche domanda riguardo la loro esperienza: Intervistatrice: Ciao Ragazze! Allora, riguardo la vostra esperienza, chi l ha proposta? Giada: L ha proposta, in consiglio di classe, la professoressa Lampugnani, ed era una proposta rivolta a tutta la classe, anche se alcuni non hanno partecipato.. I: In che senso non hanno partecipato? B: Beh, era nel weekend, magari avevano altro da fare, o altri impegni. I: E voi cosa avete pensato della proposta? B: L abbiamo accettata. Da una parte perché era una possibilità di andare in gita, dall altra era un esperienza decisamente nuova. I: Gita? B: Si; in sostanza dormivamo tutti nelle tende della protezione civile, in questa specie di stadio; proprio come un campeggio, con i ragazzi dell ente il sole nel cuore e altre figure come militari, o infermieri.. I: E in sostanza, il weekend, com era strutturato? Quali erano le attività proposte? G: Il weekend era basato sullo stare con loro, poi abbiamo anche partecipato ad attività come la simulazione, proposta dai vigili del fuoco, in una stanza con del fumo, e come spegnere un incendio. B: Si, erano principalmente attività per loro, a cui noi abbiamo assistito, li abbiamo aiutati. I: Sapreste dirmi un aspetto positivo ed uno negativo di quest esperienza? G: L aspetto positivo è che molte persone non erano mai state a contatto diretto con i disabili, insomma, sono sempre visti come diversi e il diverso spesso spaventa. B: Non c erano grandi aspetti negativi, se non forse un po troppa retorica : abbiamo assistito a tantissimi discorsi; ma della convivenza in sé non c erano aspetti negativi. I: La rifareste come esperienze e la consigliereste ad altri? G: Io, personalmente la consiglierei.. B: Si, anche perché loro davvero sanno vivere bene ogni situazione. Erano VITA GALILEI! spontanei, gentili, ci facevano un sacco di complimenti! G: Erano più naturali di noi, nonostante anche per loro fosse un esperienza nuova! E stato bello vedere come si sentivano bene nell aiutare loro noi. Ad esempio, alcuni di noi non erano mai stati in campeggio, e loro, erano felicissimi di aiutarci a montare le tende. B: Poi, secondo me, è un esperienza che davvero ti cambia: sembrano frasi fatte, ma esci da lì e guardi il mondo da un altra prospettiva, impari a godere delle cose. I: E con i ragazzi disabili si sono creati dei rapporti? Siete ancora in contatto? G: Io per adesso no, ma se capitasse l occasione andrei volentieri. B: Io sì: infatti loro giocano a basket, e avendoci giocato anche io, mi hanno chiesto di andare da loro ad allenarli, quindi ci sono andata qualche volta. I: Ultima domanda, poi vi lascio andare: come descrivereste quest esperienza in una sola parola, o in una frase? B: Nuova, empatica, positiva. G: diversa! In conclusione, è giusto sottolineare come, proprio attraverso la scuola siano possibili tali attività. Pochi hanno un occasione simile: confrontarsi con una realtà diversa per aiutare e trovarsi invece ad essere aiutati e cambiati in prima persona. Santoro Francesca EVENTI DA NON PERDERE L ARTIGIANO IN FIERA (Rho Fiera, 1-9 dicembre) PRIMA AL TEATRO ALLA SCALA (Milano, 7 dicembre) Artigiano in fiera è un evento unico al mondo: momento di incontro per conoscere e abbracciare le tradizioni e le culture del lavoro di oltre cento Paesi, in un atmosfera di festa e condivisione. Con Lohengrin di Wagner, opera che inaugura il Cartellone , si aprono ufficialmente le vendite della nuova Stagione al Teatro alla Scala. IL GRANDE RITORNO DI PABLO PICASSO A MILANO (Milano, 20 settembre - 6 gennaio)

5 Allarghiamo gli orizzonti! ES PE R IE N Quest'estate alcuni ragazzi della nostra scuola hanno scelto di buttarsi in un'avventura che si è rivelata positiva, ricca di esperienze e molto utile a livello di formazione personale: tre settimane in Australia. Intervistando Giandomenico, ho raccolto diverse informazioni sulle modalità del viaggio, informazioni tecniche sul soggiorno ma soprattutto ho potuto vedere i sorrisi di chi guarda a un'esperienza passata con entusiasmo e piacere. ZE! I:Come è stata organizzata l'esperienza? G: Le nostre famiglie australiane sono venute a prenderci a Melbourne anche se alloggiavamo a circa un ora di distanza dalla città. Le prime due settimane siamo andati a scuola con i ragazzi australiani mentre la terza settimana abbiamo fatto interessanti visite nei dintorni. Durante il pomeriggio e la sera partecivamo ad alcune attività che ci proponeva la famiglia, per esempio io sono andato a sentire ragazzi australiani suonare o giocare a basket. Anche la scuola promuoveva delle attività per noi stranieri infatti abbiamo fatto diverse gite con l'istituto, per esempio abbiamo visitato l'acquario di Melbourne, il suo mercato gigantesco e abbiamo anche fatto surf! I: Come sono stati i rapporti con i ragazzi australiani? Avete avuto difficoltà nell'integrarvi nelle classi? G:I professori praticamente non sapevano della nostra esistenza in quanto stranieri che seguivano le lezioni per poco tempo. I ragazzi che abbiamo conosciuto erano gli amici dei nostri " fratelli" australiani e anche se all'inizio eravamo un po' impacciati e in imbarazzo per non ricordarci il nome di tutte le persone che ci venivano presentate, in pochi giorni siamo riusciti a sentirci a nostro agio. Maschi e femmine frequentavamo scuole diverse ma alcune gite le abbiamo fatte insieme e questo è stato positivo per conoscere ancora più persone. I: Cosa facevate in classe durante l'orario scolastico? G: Dipende dal singolo professore. La maggior parte non ci coinvolgeva molto nell'attività ma preferiva seguire gli studenti del posto, altri insegnati però ci seguivano affidandoci esercizi da svolgere esattamente come agli altri studenti. I: A livello di relazioni interpersonali, che cosa ricorderai con più piacere? G:Mi ha colpito molto il loro modo di vivere con tranquillità contrapposto alla nostra ansia di inseguire sempre una scadenza. La tranquillità che si respirava sia in casa sia a scuola è uno dei ricordi più belli che ho portato a casa. I: Cosa avete fatto durante la terza settimana dedicata alle escursioni? G: L'ultima settimana eravamo solo noi come gruppo di italiani. Abbiamo trascorso quattro giorni nel deserto australiano al centro del continente e poi quattro giorni a Sidney per visitare la città. I:A livello culturale, cosa ti ha colpito? G: L'Australia è priva di identità culturale perchè tende soprattutto a imitare le culture europee, quindi non posso dire di essermi particolarmente entusiasmato per qualcosa. Un tratto caratteristico è la cultura aborigena che però è limitata ormai e usata solo come attrattiva turistica. I: Rifaresti l'esperienza? Se sì, con quali cambiamenti? G: La rifarei sicuro ma trascorrendo qualche settimana in più in famiglia perchè è l'esperienza che in assoluto mi ha aiutato di piu nell'apprendimento della lingua e già in due settimane mi sono accorto di essere tornato a casa con una marcia in più rispetto a prima. Fiammetta Giola

6 Gianfranco Ferrè, Ulisse nella moda! Ore 21, Auditorium, venerdì 12 ottobre. Moltissimi sono venuti alla conferenza presentata dall'associazione ''Liceali sempre''. In collaborazione con la fondazione Gianfranco Ferrè, nata nel 2008 per volere di Alberto e Charlie Ferrè, si vuole ricordare il grande lavoro dello stilista legnanese scomparso il 17 giugno A parlare è Rita Airaghi, direttrice della fondazione, che racconta attraverso immagini riprese dalle collezioni passate, la storia di un ex-studente della nostra scuola diventato un protagonista dell'alta moda. GIANFRANCO FERRE Fotografia del grande stilista RUBRICA ARTE E SPETTACOLO! Campagna pubblicitaria dell estate 2010 ''A never ending story''. Così lo stesso Ferrè definiva il suo lavoro. Il viaggio era il motivo principale di ispirazione per lo stilista, che da elementi di altre culture, alcune delle quali con cui non era realmente entrato in contatto se non grazie alla fantasia, cominciava il suo processo di creazione, rielaborazione, trasposizione della conoscenza nel proprio lavoro. Nelle collezioni di Ferrè si possono ritrovare immagini provenienti da diverse parti del mondo: partendo dall'india, approdando in Cina, Giappone, Hawaii, Sud America, Africa e Amazzonia. I colori di questi paesi, le forme, la natura e le tradizioni vengono riassunti negli abiti da lui disegnati: dal giallo indiano, al dragone cinese; dalle lanterne del Giappone agli animali africani. Antiche tecniche come decorazioni sulla pelle all'henné della tradizione indiana vengono riprodotte con materiali moderni su tessuto; la corteccia degli alberi delle foreste tropicali viene realizzata con particolari lavorazioni della seta. del 2000 in cui spiega che il cumulo di esperienze serve per andare avanti e continuare ad inventare, un bagaglio culturale a cui attingere è fondamentale. Lo stilista se ne serviva per esprimere se stesso attraverso i suoi capi, rileggendo le esperienze facendole proprie. Prendendo ad esempio un grande maestro di stile si può reinterpretare l'importanza del sapere come fonte continua e inesauribile di ispirazione. Sara Cusaro Sempre alla ricerca di nuove ispirazioni, come Ulisse, spinto dalla sete di conoscenza, in un continuo viaggio spesso frutto dell'immaginazione, per poter trasportare la tradizione rielaborandola. La conoscenza, il bagaglio culturale sono la base della creatività; partendo da ciò che conosceva Gianfranco Ferrè progettava le sue creazioni. ''La storia è formazione,[ ] confronto con esperienze già compiute da cui partire per nuove imprese creative'' Queste sono parole dello stilista riprese da un'intervista SIETE CURIOSI DI SAPERE QUALCOSA DI PIU SUL CONTROLLO MENTALE, SUL LAVAGGIO DEL CERVELLO!? SCOPRITELO NEL PROSSIMO ARTICOLO!

7 Manipolazione Mentale! Benessere, ricchezza, comodità, istruzione: la nostra sembra davvero una società priva di difetti e in grado di poterci offrire tutto quello che vogliamo. Non ci sono carenze, la nostra vita è perfettamente parallela alle nostre necessità, tutto quello che ci circonda sembra sorriderci e auspicare un futuro raggiante e felice. Ogni giorno entriamo in contatto con la realtà che ci circonda attraverso la percezione dei cinque sensi: segnali di tutti i tipi vengono elaborati dal cervello fino ad essere interpretati in una certa maniera, creando conseguenze di diverso tipo. Luci, suoni, colori, immagini, odori sono in grado di cambiare il nostro modo di pensare, riplasmarlo e creare nuovi stati d animo e nuove sensazioni. La realtà che ci circonda è in grado di influenzarci in svariati modi, ma ciò che influenza maggiormente la popolazione in una società come la nostra sono sicuramente i mezzi di comunicazione e le persone. Quando però l influenza è eccessiva e si viene a creare uno stato di subordinazione tra la massa e coloro che esercitano influenza nasce un fenomeno spesso non citato o sminuito chiamato Manipolazione Mentale, ossia il distruggere la vera coscienza di una persona (o delle masse), per rimodellarle secondo i bisogni della società, creando opinioni e atteggiamenti definibili standard e normali. I mezzi di comunicazione offrono alla popolazione la possibilità di rimanere informati e ben collegati al resto del mondo, offrendo servizi di ogni tipo: dal telegiornale alle pubblicità, da un annuncio a un brano musicale; ma si sa che le informazioni che ci vengono trasmesse spesso non sono del tutto pulite e oggettive, la maggior parte di esse vengono rielaborate in modo tale da creare un certo stato d animo alla persona che ne usufruisce. Ma da chi vengono rielaborate queste informazioni? I mass media sono frutto di un progetto creato da coloro che gestiscono l informazione mondiale, l élite insomma, per raggiungere maggior audience possibile attraverso film, televisioni, videogiochi, trasmissioni, libri, riviste, giornali ecc.. Tra i primi inventori di questo nuovo modo di influenzare la massa agli eventi troviamo nomi come Edward Bernays che lavorò egregiamente sull alterazione del subconscio umano o Carl Jung che invece lavorò con il concetto di inconscio collettivo. Se state pensando che ogni programma che vedete in televisione, ogni spot che sentite o ogni pubblicità che vedete siano una sequenza di immagini o suoni casuali vi state proprio sbagliando: a lavorare dietro ai mezzi di comunicazione infatti vi stanno studiosi di psicologia, comunicazione e sociologi che ogni giorno creano sempre nuovi modi per aumentare il marketing. Industrie di ogni tipo, dalle tessili alle alimentari, privati e altre persone influenti sfruttano la manipolazione mentale per accrescere il consumismo, la disinformazione, la desensibilizzazione e la mediocrità. La manipolazione mentale può essere sottoposta in diversi modi, i principali sono tramite: la distrazione, l impotenza, la pubblicità e i messaggi subliminali. La distrazione viene attuata distraendo le masse dai problemi principali, attraverso ripetitività o attraverso distrazioni di tipo erotico-violento, (un esempio potrebbero essere i vari reality o programmi mediocri). L impotenza invece si basa sul proiettare nelle menti delle masse immagini di tipo violento, come assassinii, atti di razzismo o di povertà e frustrazione come tasse, tariffe e bolli,senza che ciò abbia una soluzione reale e quindi inducendo a soccombere davanti a una società infossata. La pubblicità è forse uno dei modi migliori che esista per manipolare le menti di una persona, la pubblicità è dappertutto, e in essa vi sono immagini che imprimono stati d animo d ogni tipo: desiderio, rabbia, frustrazione, gelosia, invidia. Le pubblicità cercano di mostrare il lato migliore della vita attraverso un prodotto, decantato assieme a messaggi di benessere. Per ultimo vi sono i messaggi subliminali, ma con messaggi subliminali non intendo di certo i famosi 666 della Disney o il volto satanico di una donna in Bianca e Bernie, ormai conosciuti da chiunque. I messaggi subliminali sono forse il modo più pericoloso per manipolare perché agiscono sul subconscio. Essi non agiscono, come molti pensano, solamente attraverso alla vista ma bensì anche attraverso all olfatto e soprattutto attraverso l udito tramite frequenze che non siamo in grado di captare direttamente ma che influenzano il nostro comportamento, i nostri gusti e la nostra razionalità. Concludendo il lungo processo della manipolazione mentale ha distrutto la diversità delle persone inducendo la massa a non ragionare attraverso la propria testa ma attraverso la convenzione: ha creato atteggiamenti di odio, di violenza, di superficialità, ha creato luoghi comuni e stupidità. Un elementare rimedio per non farci condurre tutti all ammasso? Più libri, più discussioni tra di noi e accendere il meno possibile l elettrodomestico infernale (tv). Eliana Muccignato VOLETE OCCUPARE QUALCHE SPAZIO NEL GALILEI TIMES CON INIZIATIVE, VOSTRE PROPOSTE O ATTIVITA? VI PIACEREBBE VEDERE SPONSORIZZATA LA VOSTRA PASSIONE!? SCRIVETECI! WORLD!

8 Calcio e denaro... un mix fatale! MAI DIRE SPORT! Il calcio molti lo definiscono il gioco più bello al mondo, altri non potrebbero vivere senza e altri ancora odiano questo sport ritenendo impossibile il fatto che delle persone vengano pagate milioni di euro per prendere a calci un pallone quando nel mondo c è gente che muore di fame tutti i giorni già, milioni di euro il gioco del calcio dovrebbe essere esclusivamente a scopo ludico e questo è dimostrato in particolare dai bambini di tutto il mondo che giocano a calcio, ovunque, basta che ci sia un pallone che rotoli e due lattine a fungere da pali: dalle vie di Rio de Janeiro a quelle di Napoli, dai luoghi freddi della Russia ai quartieri più poveri di Buenos Aires questo è il vero calcio: una passione che, una volta entrata nel tuo corpo, non ne uscirà mai più! E allora perché rovinare tutto questo mischiando il mondo del calcio con quello dei soldi e creando così un mix fatale per la nostra società? A questo dilemma non si può rispondere, ma soprattutto non vi si può porre rimedio poiché da oltre un secolo il calcio si è trasformato da gioco a lavoro e i calciatori guadagnano cifre esorbitanti per fare una cosa che la maggior parte di noi farebbe gratis, per puro divertimento! Ultimamente, poi, la situazione sembra essere diventata ancora più grave poiché quello che prima era un gioco e che poi è diventato un lavoro, ora (con l inizio del terzo millennio) si è trasformato in una sorta di gara tra magnati russi, emiri e sceicchi per dimostrare di essere uno più ricco dell altro. Prendiamo come primo esempio l emiro del Qatar Nasser Ghanim Al-Khelaïfi; egli possiede il Paris Saint-Germain (squadra di calcio professionistico inscritta al campionato francese Ligue 1 ndr), il 40% di Al Jazeera (noto telegiornale asiatico), il 60% di Qatar Foundation, sponsor ufficiale della squadra FC Barcellona, il 20% della squadra inglese Manchester City e ultimamente si parla anche di un possibile acquisto del 40% della squadra italiana AC Milan...ma la cosa imbarazzante è che il suo patrimonio è stato calcolato ed è pari al doppio del debito pubblico italiano! Ma torniamo al discorso degli stipendi stratosferici dei calciatori; ad oggi il più pagato è Samuel Eto o ( NETTI l anno) seguito a ruota da Cristiano Ronaldo ( ), Zlatan Ibrahimovic ( ), Wayne Rooney ( ) e Lionel Messi ( ) cifre stratosferiche che noi poveri umani facciamo quasi fatica ad immaginare; in Italia (per non parlare della Grecia e della Spagna) un operaio guadagna, se va bene, 1000 al mese faticando tutto il giorno e arrivando alla sera distrutto; Samuel Eto o, invece, gioca (esatto, gioca, perché ricordo che il calcio è un gioco!) una partita a settimana e guadagna al mese! È su questo che bisogna riflettere E siccome ai calciatori non bastano i loro stipendi, devono anche truccare le partite per poter vincere altri soldi, infangando così uno sport di interesse nazionale. Quest estate infatti, come nel 2006, è scoppiata la truffa del Calcioscommesse e si è scoperto che alcuni giocatori, Masiello (ex giocatore del Bari ndr) per primo, facevano apposta a giocare male per far perdere la propria squadra contro la quale avevano scommesso soldi in precedenza. Questa e tutti gli altri fattori elencati in precedenza sono la prova definitiva che il calcio, uno degli sport più belli al mondo, si sta disintegrando dall interno e primo o poi cadrà su se stesso seguito, come tutte le storie, dalla parola FINE Simone Gorlero

9 Quale miglior libro per iniziare se non uno che parla proprio dell inizio, di quel nuovo traguardo che è l adolescenza? Questo libro è consigliato soprattutto a quelli del primo anno, poiché i protagonisti hanno pressappoco la loro età, ma anche per i più grandi potrebbe essere una bellissima lettura basata su avventura, amicizia ( Stammi vicino è il titolo tradotto) per tornare un po indietro con la mente e ricordare o pensare. Stand By Me è un racconto di Stephen King (originariamente intitolato The Body, inserito nella raccolta Stagioni Diverse ) del La storia è quella di quattro amici tredicenni che, durante quella che potrebbe essere l ultima estate passata insieme (dato che poi uno andrà al college e via dicendo), vanno alla ricerca del corpo di un loro amico che si è perso nei boschi (è il 1947, c erano ancora boschi abbastanza grandi da perdercisi dentro). Così, scappando dal mondo protettivo degli adulti, si mettono in marcia affrontando grandi e piccole difficoltà che, a poco a poco, faranno perdere loro l ingenuità dei bambini per il coraggio dei giovani. Quando si troveranno davanti al cadavere del loro amico Ray dovranno prendere una decisione che cambierà per sempre le loro vite (Se proprio non potete vedere un libro neanche da lontano sappiate che da questo è stato tratto un film veramente corrispondente alla trama originale che merita assolutamente di essere visto.) I migliori libri che i vostri prof non vi faranno mai leggere! La scuola sembra fa!a per insegnare i lib", non la le!ura. Ecco perché gli #udenti o$ano leg%re: chi si a&assionerebbe agli aulici e vetu#i ma!oni con cui i professo" )erano $ co#ruire la no#ra cultura? Il parapen$o senza fili sembra più a!raente Ma ecco la cura! Con questa rub"ca vi in$"zzeremo verso le le!ure più piacevoli (ed al tempo #esso %niali) che conosciamo, al contra"o dei prof. En"co Gussoni RUBRICA LIBRI! Ecco una cosa che in classe succede veramente di rado: stravolgere il punto di vista. Guida galattica per autostoppisti è il capitolo iniziale di quella che è probabilmente la migliore trilogia fantascientifica in cinque libri di tutti i tempi. Scritto dall autore umoristico inglese Douglas Adams nel 1979, vi insegnerà a guardare alla natura umana, alla nostra mentalità ed al nostro modo di fare terrestre in modo completamente nuovo attraverso una narrazione che vi farà spi ehm che farà sussultare la vostra uretra ad ogni pagina. Se il male di vivere o lo studio della personalità di Pirandello hanno affossato la vostra relazione con la carta stampata, ecco un libro che vi tirerà su e v insegnerà che vale la pena vivere o che non si è mai soli, anche quando si è l ultimo umano rimasto nell universo (sensazione che potrebbe non essere del tutto sconosciuta a molti di noi). Sicuramente questa storia fantastica spazzerà via dalla vostra testa molti stereotipi e preconcetti ( i topi sono così stupidi come ci fanno credere? chi ha creato il mondo? ). A lasciarvi spiazzati sarà anche la mirabolante inventiva dell autore che usa mille espedienti e costruzioni geniali per far apparire normale la cosa più improbabile ed assurda (non vi dico di più per non spoilerarvi proprio tutto). Insomma, vi renderete conto che, per essere la terza razza più intelligente del globo, ne abbiamo ancora di strada da fare! (Se, come sopra, siete allergici alla combinazione inchiostrocellulosa sappiate che l omonimo film non segue esattamente la trama del libro prendendo spunto anche dagli altri capitoli della trilogia in cinque libri).

10 Il tempo passa, ma la musica resta? In occasione degli EMA una riflessione sul nuovo panorama musicale. Qualche giorno fa ci sono stati gli EMA 2012, in diretta da Francoforte, e immagino che molti di noi li abbiano visti, e molti, mi auguro, come me, si sono chiesti dove siano finiti i protagonisti di storici di questa competizione. Personalmente ho visto solo Taylor Swift, Justin Bieber e i One direction, senza personaggi del calibro di Rihanna, Katy Perry o tanti altri, presenti sul panorama musicale da molto tempo! Cos è successo? Innanzi tutto, tanto di cappello alla Swift che ha vinto ben tre premi (Best Female, Best live, Best look), così come l idolo delle folle Justin Bieber (Best male, Best world stage, Best pop). Non critichiamo loro, sono nuovi, freschi, e non c è che dire, piacciono. Piacciono a parecchia gente, e anche coloro a cui non piacciono proprio, una loro canzone, in un modo o nell altro, riescono a canticchiarla. Sono belli, talentuosi e giovani, nulla da dire. Ma ci mancano i Big, dove sono finiti? Se ripensiamo a due, tre o quatto anni fa, artisti del calibro di Beyoncé, Rihianna, Katy Perry, non potevano mancare. La gente accendeva la tv, pop corn alla mano, e tutti intrepidi ad attendere la performance live di Beyoncé, con i suoi scatenati balletti (single ladies è rimasto nella storia), Katy Perry e i suoi occhioni pieni di gioia al momento del premio, tutti ricordiamo la grinta di Rihianna. E Lady Gaga? Perché la regina indiscussa dello stile più bizzarro che esista non è presente nella lista dei vincitori? Per lei neanche un premio. Facendo un piccolo salto indietro, davvero di poco, arriviamo agli EMA del Si tengono a Berlino e vediamo, fin da subito la travolgente Katy Perry in veste di presentatrice, destreggiarsi abile tra tutti gli ospiti. Indelebili le performance rosse fuoco di Beyoncé, e la presenza di Eminem, così come la premiazione della Gaga in quanto Best new act o la sexy e divertente partecipazione della regina del burlesque Dita Von Teese con la Perry-presentatrice. Solo tre anni fa, fra i nomi dei vincitori c erano icone mondiali, miti intoccabili della musica come Eminem, quasi emblema del rap bianco; come li U2, protagonisti da più di trent anni del panorama musicale in tutto il mondo; c erano anche i Green Day, eletti Best Rock proprio in quel l anno dopo quasi un decennio di grandi successi. E strano notare come, ogni generazione si porti dietro nuovi miti, quasi lasciando i precedenti nel dimenticatoio. Tutto ciò lascia pensare a quanto il tempo scorra, e la musica non sia altro che un commercio spietato che anno dopo anno crea e distrugge nuovi idoli per la massa; massa, spesso, inclemente e modaiola, presa dall idolo del momento che lascia andare, senza troppi problemi, quello di un attimo prima. Esempio di tale mercificazione non sono forse le star intoccabili candidate ma non elette degli EMA? Artisti come i Jonas Brothers: dove sono? Le mode cambiano, e la musica resta? Forse. Mi piace pensare che, ognuno, in realtà abbia un idolo permanente, di cui conosce ogni canzone, e che né il tempo né un nuovo gruppo/ teenager ultra talentuoso, possa rimuovere. Francesca Santoro EMA 2012 : I VINCITORI

11 La redazione si presenta! Nome: Fiammetta Cognome: Giola Età / Classe: 17 / IV D Giornalista Nome: Giandomenico Cognome: Tripodi Età / Classe: 16 / IV A Grafico Nome: Ilaria Cognome: Fenaroli Età / Classe: 17 / II B clas. (vecchio ordinamento) Correttore di Bozze e Giornalista Nome: Giovanni Cognome: Negri Età / Classe: 16 / III A clas. (nuovo ordinamento) Giornalista Nome: Mariarita Cognome: Colicchio Età / Classe: 15 / II A clas. (nuovo ordinamento) Giornalista Nome: Francesca Cognome: Santoro Età / Classe: 18 / V G Giornalista Nome: Simone Cognome: Gorlero Età / Classe: 16 / III I Cronista sportivo Nome: Sara Cognome: Cusaro Età / Classe: 17 / IV I Curatrice Rubrica Arte e Spettacolo Nome: Enrico Cognome: Gussoni Età / Classe: 18 / V A Curatore Rubrica i Migliori Libri Nome: Eliana Cognome: Muccignato Età / Classe: 16 / III F Giornalista

12 L angolo della Poesia! E crescendo impari che la felicità non e quella delle grandi cose. Non e quella che si insegue a vent anni, quando come gladiatori si combatte il mondo per uscirne vittoriosi la felicità non e quella che affannosamente si insegue credendo che l amore sia tutto o niente,... non e quella delle emozioni forti che fanno il botto e che esplodono fuori con tuoni spettacolari La felicità non e quella di grattacieli da scalare, di sfide da vincere mettendosi continuamente alla prova. Crescendo impari che la felicità e fatta di cose piccole ma preziose e impari che il profumo del caffè al mattino e un piccolo rituale di felicità, che bastano le note di una canzone, le sensazioni di un libro dai colori che scaldano il cuore, che bastano gli aromi di una cucina, la poesia dei pittori della felicità, che basta il muso del tuo gatto o del tuo cane per sentire una felicità lieve. E impari che la felicità e fatta di emozioni in punta di piedi, di piccole esplosioni che in sordina allargano il cuore, che le stelle ti possono commuovere e il sole far brillare gli occhi, e impari che un campo di girasoli sa illuminarti il volto, che il profumo della primavera ti sveglia dall inverno, e che sederti a leggere all ombra di un albero rilassa e libera i pensieri. una foto per annullare il tempo e le distanze ed essere con chi ami. E impari che sentire una voce al telefono, ricevere un messaggio inaspettato, sono piccoli attimi felici. E impari ad avere, nel cassetto e nel cuore, sogni piccoli ma preziosi. E impari che tenere in braccio un bimbo e una deliziosa felicità. E impari che i regali più grandi sono quelli che parlano delle persone che ami E impari che c e felicità anche in quella urgenza di scrivere su un foglio i tuoi pensieri, che c e qualcosa di amaramente felice anche nella malinconia. (Anonimo) Ilaria Fenaroli 1. Copertina 2. Assemblee 2012: Pochi ma buoni! 3. Primini Time 4. E il weekend come lo passiamo? Con il sole nel cuore! 5. Allarghiamo gli orizzonti! 6. Gianfranco Ferrè, Ulisse nella moda 7. Manipolazione Mentale! 8. Calcio e denaro... Un mix fatale! 9. I migliori libri che i vostri prof non vi faranno mai leggere! 10. Il tempo passa, ma la musica resta? 11. La redazione si presenta! 12. L angolo della Poesia! E impari che l amore e fatto di sensazioni delicate, di piccole scintille allo stomaco, di presenze vicine anche se lontane, e impari che il tempo si dilata e che quei 5 minuti sono preziosi e lunghi più di tante ore, e impari che basta chiudere gli occhi, accendere i sensi, sfornellare in cucina, leggere una poesia, scrivere su un libro o guardare Vi piace questa nuova veste grafica!? Vi piace il Galilei Times?! A noi piace, crediamo in questo progetto e ci piacerebbe che anche qualcuno di voi venisse ad aiutarci! SALUTI Un saluto va in particolare alla nostra ex-rappresentate di istituto, Marzia Giuditta Anelli, che negli scorsi anni insieme a Manuela Gatti, aveva preso a cuore il progetto del Galilei Times, come giornalino che unisse più di 1300 studenti! RINGRAZIAMENTI Un ringraziamento speciale va alla Vicepreside Ornella Ferrario che ci permette e ci sprona ogni anno a continuare questo progetto. Un grazie anche al nostro Fausto e a Luca che ci aiutano, volentieri a stamparlo. GALILEI TIMES ANNO II NUMERO 1 La nostra

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

- 1 reference coded [1,60% Coverage]

<Documents\bo_min_13_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [1,60% Coverage] - 1 reference coded [1,60% Coverage] Reference 1-1,60% Coverage Certamente. Che musica ascolti? eh, io, ascolto più musica di qualche anno fa, sul rock anni 70, o sono

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Vuoi andartene presto? No, voglio avere il tempo di innamorarmi di tutto... E piango perché tutto è così bello e così breve.

Vuoi andartene presto? No, voglio avere il tempo di innamorarmi di tutto... E piango perché tutto è così bello e così breve. Il contrario della solitudine «Vivrò per l amore, il resto dovrà cavarsela da solo» furono le parole di Marina il giorno della sua laurea, l ultima volta in cui la vedemmo. Il contrario della solitudine

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI WWW.FISIOPROGRAM-INTENSIVE.COM Come accendere e coltivare la tua passione per la Fisioterapia: Nell articolo precedente FISIOTERAPISTI MOTIVATI

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Newsletter Ufficio Programmi Internazionali

Newsletter Ufficio Programmi Internazionali Newsletter Ufficio Programmi Internazionali Università degli Studi di Bergamo 01/06/2015 Bimestrale, Numero 4 Prepararsi alla partenza. Pronti? Via!!! Aspettative vs realtà Ogni partenza porta con sé,

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Discussione e confronti

Discussione e confronti farescuola Elena Troglia Discussione e confronti I bambini imparano proponendo problemi, discutendone, cercando soluzioni argomentative. La discussione diviene un importante strumento didattico: i ragazzi

Dettagli

Concorso educativo per la Scuola Primaria

Concorso educativo per la Scuola Primaria Concorso educativo per la Scuola Primaria anno scolastico 2015-2016 GUIDA E MATERIALI DI LAVORO PER L INSEGNANTE Progetto didattico e testi: Maria Corno Progetto grafico e realizzazione editoriale: Noesis

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

Seminario Non luoghi qualsiasi La funzione sociale ed educativa degli Spazi per bambini e adulti Bergamo 21 novembre 2006

Seminario Non luoghi qualsiasi La funzione sociale ed educativa degli Spazi per bambini e adulti Bergamo 21 novembre 2006 Seminario Non luoghi qualsiasi La funzione sociale ed educativa degli Spazi per bambini e adulti Bergamo 21 novembre 2006 PAROLE E IMMAGINI PER RACCONTARE GLI SPAZI PER BAMBINI E ADULTI. Gruppo di coordinamento

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Mi presento Mi chiamo Lisa Cappellazzo, ho 35 anni e son un insegnante

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Come ti immagini gi insegnanti?

Come ti immagini gi insegnanti? a Come ti immagini gi insegnanti? Quello dell insegnante è un ruolo complesso, in cui entrano in gioco diverse caratteristiche della persona che lo esercita e della posizione che l insegnante occupa nella

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Lottare si ma sapendo come.

Lottare si ma sapendo come. Lottare si ma sapendo come. Vorrei che prima di commentare leggeste tutta la nota, perché arrivando a metà nota si può tranquillamente dire i cambiamenti ci sono le persone stanno cambiano e svegliandosi

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Vedi all interno (gli articoli sono in ordine alfabetico)

Vedi all interno (gli articoli sono in ordine alfabetico) Vedi all interno (gli articoli sono in ordine alfabetico) 1 Prossimamente nella scuola Jacopo Zannoni, (per precisione il 22 dicembre), ci sarà la festa di Natale. Il prof. Campanini ha già organizzato

Dettagli

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Iscritto per: Scuola Secondaria Primo Grado Motto di iscrizione: Raccontami e dimenticherò-mostrami

Dettagli

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA BASKET: UNA SCUOLA DI VITA Un incontro speciale con il mondo della pallacanestro Lunedì 7 aprile 2014, le classi terze hanno incontrato il giocatore Jacopo Balanzoni della squadra della pallacanestro Cimberio

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

Gianni e Antonio. Una terra da abitare

Gianni e Antonio. Una terra da abitare Gianni e Antonio Una terra da abitare 2003 Queste foto non hanno nulla di originale. Sono la memoria quotidiana di un viaggiatore qualsiasi, che si è trovato, per un tempo né breve né lungo, a essere,

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSE QUARTA B G.Galilei VINCI INSEGNANTI: Melani Cinzia, Parri Donatella, Voli Monica, Anno Scolastico 2011-2012 COMPETENZE INTERESSATE: Raccogliere, organizzare

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

I.C. PE6 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO B. CROCE PRESENTA

I.C. PE6 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO B. CROCE PRESENTA I.C. PE6 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO B. CROCE PRESENTA SCUOLE IN TOUR CON POVIA A PESCARA Sabato 8 febbraio abbiamo ospitato a scuola il cantante Povia. In questi giorni è in Tour per le scuole della

Dettagli

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR.

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco. (Confucio) Numero 3 SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Nell ultima seduta del Consiglio sono state graditissime ospiti

Dettagli

sa donare ciò che ha ricevuto e il suo talento non diviene proprietà, ma regalo per gli altri.

sa donare ciò che ha ricevuto e il suo talento non diviene proprietà, ma regalo per gli altri. Presentazione Questa estate ci siamo regalati un corso di Esercizi spirituali al Mericianum di Desenzano tenuti dall Autore che ha l età di uno dei nostri figli. Ora ci arriva un suo libro. È un libro

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

Come hai iniziato la tua carriera? Ci riassumi in due parole per quei pochi che non ti conoscono?

Come hai iniziato la tua carriera? Ci riassumi in due parole per quei pochi che non ti conoscono? io sono l alternativa non alternativa L'Aura Abela è l'artista forse più conosciuta presente nel nuovo cd di Enrico Ruggeri dal titolo "Le canzoni ai testimoni" uscito il 24 gennaio. L'Aura è colei che

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Ad Armando Sanna Cover Mapei

Ad Armando Sanna Cover Mapei Introduzione: Ci sentiamo verso le 22 non so bene come iniziare, in fondo è un ragazzo. Un ragazzo dal viso pulito. - Pronto ciao sono Armando- - Ciao mi chiamo Gilberto, lo sai che domenica, mentre trionfavi,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto Indice Cominciamo 7 La curiosità di Alice 9 Un po di imbarazzo 25 Innamorarsi 43 Fare l amore 55 Concepimento 71 Gravidanza 83 La nascita 95 Il nostro corpo: le donne 111 Il nostro corpo: gli uomini 127

Dettagli

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO.

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO. SEMPLICEMENTE INSIEME per condividere esperienze, notizie, gioie, conquiste, vittorie, delusioni, difficoltà, sofferenze come in famiglia, senza giudizi, rispettando l opinione di ciascuno, certi che ognuno

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità Il percorso in quinta elementare La proposta di lavoro è finalizzata a sostenere gli alunni nella fase di passaggio alla scuola media. È necessario infatti un azione orientativa che aiuti gli alunni a

Dettagli

Questo giornale è scritto in linguaggio facile da leggere. A modo mio. Le notizie più importanti di gennaio 2015 Una notizia importante

Questo giornale è scritto in linguaggio facile da leggere. A modo mio. Le notizie più importanti di gennaio 2015 Una notizia importante Questo giornale è scritto in linguaggio facile da leggere A modo mio Le notizie più importanti di gennaio 2015 Una notizia importante Il nuovo presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella è il

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding)

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) 2010 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text [Ring, ring] SIGNORA ROSSI: Pronto casa Rossi. CARLO: Buonasera signora

Dettagli

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2 Scuola media di Giornico L affettività e la sessualità, tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio Progetto sostenuto dal GLES 2 Dai sensi all azione Sensi Sensazioni Emozioni Sentimenti

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati *Dopo il primo incontro con la monaca buddista Doyu Freire, i bambini sono stati invitati a raccontare liberamente l esperienza, appena fatta,

Dettagli

Diario di ventun giorni

Diario di ventun giorni Diario di ventun giorni Tutti i giorni Al mattino appena ti svegli: Ringrazia per essere vivo/a e per la nuova giornata positiva che stai per vivere. Immagina la giornata e i vari impegni. Alzati e, mentre

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU'

Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU' Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU' 4 Agosto 2008, 08:24 Giuseppe Tornatore, dopo vent anni torna a Cefalù come un semplice ospite a passare una serata con amici, una sera d estate. Una serata

Dettagli

I 5 SENSI DELLE STAGIONI

I 5 SENSI DELLE STAGIONI PROGETTO DIDATTICO SCUOLA DELL INFANZIA E. RAVASCO Via Lodi, 220 Genova I 5 SENSI DELLE STAGIONI VIAGGIO ATTRAVERSO LE STAGIONI: VISTE, SENTITE, ODORATE, TOCCATE, GUSTATE Il progetto si pone come obiettivo

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Alice in viaggio nel magico mondo del volontariato. Classe 3 E Scuola Secondaria di Primo Grado G. Galilei Casalecchio di Reno (BO)

Alice in viaggio nel magico mondo del volontariato. Classe 3 E Scuola Secondaria di Primo Grado G. Galilei Casalecchio di Reno (BO) Alice in viaggio nel magico mondo del volontariato Classe 3 E Scuola Secondaria di Primo Grado G. Galilei Casalecchio di Reno (BO) Il paese delle meraviglie 26 febbraio 2015 OFFICINE MINGANTI 1 fiera interattiva

Dettagli

Tutti i giorni con me, i miei consigli e le mie ricette

Tutti i giorni con me, i miei consigli e le mie ricette Tutti i giorni con me, i miei consigli e le mie ricette Introduzione... 7 Ti lascio una ricetta... 9 Ottobre... 13 Novembre... 51 Dicembre... 89 Gennaio...127 Febbraio...167 Marzo... 203 Aprile... 241

Dettagli

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo INTERVISTA 9 I- Prima di svolgere questa attività, svolgeva un altro lavoro B- Io ho sempre lavorato in proprio, finito il liceo ho deciso di non andare all università, prima ho avuto un giornale di annunci

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA L obbiettivo di questo laboratorio è quello di rielaborare ed interpretare un antica fiaba usando i significati profondi

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Il mio Portfolio per. l apprendimento. dello spagnolo. Biografia linguistica Passaporto linguistico Dossier. 2005, Paravia Bruno Mondadori Editori

Il mio Portfolio per. l apprendimento. dello spagnolo. Biografia linguistica Passaporto linguistico Dossier. 2005, Paravia Bruno Mondadori Editori S C U O L A S E C O N D A R I A D I P R I M O G R A D O Il mio Portfolio per l apprendimento dello spagnolo Biografia linguistica Passaporto linguistico Dossier 2005, Paravia Bruno Mondadori Editori Che

Dettagli

NOTIZIE DALL INTERNO

NOTIZIE DALL INTERNO Istituto Comprensivo Cantù2 Scuola Primaria di Fecchio Anno 7. Numero 3 Giugno 2012 SCUOLA IN...FORMA Pag. 2 NOTIZIE DALL INTERNO (CURIOSANDO NELLA SCUOLA) A CURA DI ALICE, TABATA, MATTEO CAMESASCA (QUINTA)

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Scoprendo il mito musicale. Una ricerca sull impatto della musica negli spazi pubblici.

Scoprendo il mito musicale. Una ricerca sull impatto della musica negli spazi pubblici. Scoprendo il mito musicale. Una ricerca sull impatto della musica negli spazi pubblici... Come il design interno è parte dell esperienza in un negozio, la musica è diventata un importante strumento competitivo

Dettagli

Lucio Battisti - E penso a te

Lucio Battisti - E penso a te Lucio Battisti - E penso a te Contenuti: lessico, tempo presente indicativo. Livello QCER: A2/ B1 (consolidamento presente indicativo) Tempo: 1h, 10' Sicuramente il periodo degli anni Settanta è per l'italia

Dettagli

Racconti visioni e libri per rospi da baciare

Racconti visioni e libri per rospi da baciare febbraio 2008 Cari bambini e ragazzi che verrete al festival chiamato AIUTO, STO CAMBIANDO! Racconti visioni e libri per rospi da baciare a Cagliari dall 8 all 11 ottobre 2009 NOTA: questa la lettera originale,

Dettagli