NOTA ESPLICATIVA E PROCEDURE ATTUATIVE PER I CANDIDATI ALLA CARICA DI SEGRETARIO NAZIONALE:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NOTA ESPLICATIVA E PROCEDURE ATTUATIVE PER I CANDIDATI ALLA CARICA DI SEGRETARIO NAZIONALE:"

Transcript

1 Delibera n.9 La Commissione nazionale per il Congresso, al fine di garantire ai candidati alle elezioni congressuali una comunicazione su basi paritarie, adotta il Regolamento per l accesso ai dati contenuti nell Anagrafe degli iscritti e nell Albo degli elettori redatto dalla Commissione nazionale di Garanzia in attuazione dell art. 13 comma 5 e art. 14 del Regolamento medesimo. 1. Le richieste, motivate, di consultazione e utilizzazione degli albi e delle banche dati debbano essere presentate alla Commissione congressuale territorialmente competente e debbono avere risposta entro il termine massimo di 24 ore. Avverso eventuale rifiuto può essere presentato ricorso alla corrispondente Commissione di Garanzia che decide entro le successive 24 ore in via definitiva. 2. La consultazione e l utilizzazione deve avvenire presso la sede ove gli albi e le anche dati sono depositati. Gli indirizzi delle sedi e delle strutture del PD sono liberamente utilizzabili. 3. I segretari e/o coordinatori dei circoli e delle Unioni provinciali e regionali utilizzano i dati degli albi e delle banche dati della relativa struttura territoriale per il lavoro corrente di partito, la partecipazione democratica a manifestazioni ed eventi e per altre finalità nell interesse del Partito Democratico. 4. I membri della commissione nazionale per il Congresso, i candidati alla carica di Segretario nazionale possono consultare e utilizzare, anche attraverso un loro delegato, i dati degli albi e delle banche dati presso l ufficio servizi informativi, via Sant Andrea delle Fratte 16 - Roma. Qualora tale ufficio provveda a spedizioni, deve indicare il nome del candidato committente. 5. I membri delle commissioni regionali per il Congresso, I candidati all elezione di Segretario regionale possono consultare e utilizzare, anche attraverso un loro delegato, i dati degli albi e delle banche dati relativi alla regione in cui sono candidati, presso la sede ove essi sono depositati. 6. I membri delle commissioni provinciali per il Congresso, i candidati all elezione di Segretario provinciale possono consultare e utilizzare, anche attraverso un loro delegato, i dati degli albi e delle banche dati relativi alla provincia in cui sono candidati, presso la sede ove essi sono depositati. 7. I membri delle commissioni regionali e nazionali per il Congresso, i candidati alle Assemblee regionali o all Assemblea nazionale possono consultare i dati degli albi e delle banche relativi alla regione in cui sono candidati, presso la sede ove essi sono depositati. 8. Ciascun iscritto o elettore può richiedere all ufficio adesioni territorialmente competente informazioni riguardanti la propria posizione, e, nel caso, comunicare le variazioni che riguardano i propri dati. Per ogni altro tipo di consultazione, l iscritto o elettore deve inoltrare motivata richiesta alla Commissione congressuale competente per territorio, la quale decide nel rispetto delle norme sulla privacy. Avverso l eventuale rifiuto, l iscritto o l elettore può inoltrare ricorso alla corrispondente Commissione (o Collegio) di garanzia che decide in via definitiva entro una settimana.

2 9. I dati devono essere trattati nel rispetto delle normative vigenti a tutela della riservatezza dei dati personali. Ogni infrazione a tale regola è soggetta a ricorso da presentare alla competente Commissione (o collegio) di garanzia. Qualora l infrazione risulti dolosa e tale da recare grave danno all immagine del partito, l organismo che ne sia responsabile è soggetto a commissariamento. 10. Ai fini della raccolta dei dati personali di iscritti ed elettori viene affissa nei locali nei quali si raccolgono le adesioni una nota informativa, ai sensi dell art. 13 D.L.196/2003.

3 NOTA ESPLICATIVA E PROCEDURE ATTUATIVE PER I CANDIDATI ALLA CARICA DI SEGRETARIO NAZIONALE: Si definiscono sensibili tutte le basi dati anagrafiche che riferiscano l'appartenenza o l'adesione a vario titolo al Partito Democratico, che quindi evidenziano l'opinione politica degli interessati, e in particolare: Anagrafe iscritti Albo Elettori Titolare del trattamento è il solo Partito Democratico, nella figura del suo legale rappresentante. Il Titolare delega l'operatività sui dati alla Commissione che si avvale del nascente Ufficio specifico (progetto allegato). Il Titolare nomina Responsabile Interno al trattamento il responsabile dell'ufficio suddetto. Il Responsabile Interno a sua volta nominerà entro il 1 novembre p.v. secondo quanto definito dal Dlg 196/2003: Coordinatori Regionali e Provinciali: Responsabili Esterni al Trattamento che a loro volta dovranno nominare: Operatori Regionali/Provinciali/Seggi: Incaricati al Trattamento A tutela del trattamento di questi dati, secondo quanto definito dal Dlg 196/2003, si specifica quanto segue: i dati oggetto di trattamento sono solo quelli per cui gli interessati abbiano rilasciato esplicita autorizzazione al Partito Democratico, contenuti nel database centralizzato e gestiti attraverso un Sistema Informativo accessibile solo con chiave crittografata agli utenti incaricati secondo una profilazione sulla base delle competenze e della territorialità per trattamento dei dati si intende: 1. consultazione: la semplice presa visione dei dati relativi alle liberatorie rilasciate dagli interessati 2. utilizzo: l'invio di comunicazioni a mezzo da parte del solo Titolare/Responsabile Esterno per nome e per conto dei richiedenti le modalità, le finalità e l'oggetto delle comunicazioni deve essere valutato dal Titolare in quanto unico responsabile del trattamento non è possibile in alcun modo produrre copie dell'originale ad uso di soggetti diversi dal Titolare A garanzia della parità di accesso ai dati e a semplificazione delle procedure di richiesta e autorizzazione da e per i Candidati alla carica di Segretario Nazionale e loro Liste, l'ufficio rilascerà ai soli Comitati Nazionali apposito accesso al Sistema Informativo per le Primarie e relativa documentazione tecnica entro il 01 novembre p.v., fino a quella data le richieste potranno essere formulate come descritto in delibera, e per i Candidati Nazionali a: indicando: Tipo Dati: Iscritti, Elettori, Iscritti+Elettori Territorio: Nazionale, Regione, Provincia, Comune Oggetto e corpo della comunicazione - Eventuali Allegati Allegato 1

4 Ufficio Tecnico Organizzativo per la raccolta, elaborazione e il trattamento dati - Primarie PD 2013 Si occupa di coordinare tutte le attività volte alla corretta raccolta, elaborazione e trattamento dei dati utili all'organizzazione e allo svolgimento della Convenzione Nazionale del Partito Democratico, secondo quanto definito nel Regolamento Nazionale e successive delibere della Commissione Nazionale. Per dati si intendono: - liste di appoggio ai candidati nazionali - seggi - componenti seggi - eventi, iniziative - uffici (opzionale) - risultati ufficiosi per comunicazione veloce (granularità seggio) - registrati online Albo - registrati offline Albo - iscritti online - iscritti offline Per elaborazione dei dati s'intende: - integrazione con l'anagrafe iscritti integrazione con l'albo Elettori IBC - integrazione con la geopolitica tradizionale e specifica - produzione di Report qualitativi e quantitativi per il monitoraggio e l'analisi - predisposizione alla pubblicazione delle informazioni anche in forma cartografica e attraverso la geo localizzazione dei punti Per trattamento dei dati si intende: - raccolta registrazioni albo online - interrogazioni mirate del database - export dei dati non sensibili su file.csv - integrazione con gateway mail - spedizione - integrazione con gateway sms - spedizione - output per mailing cartacei - produzione di registri Strumenti operativi e attività correlate Lo strumento di raccolta dati è il Sistema Informativo Territoriale per le Primarie, sperimentato nel 2009 e utilizzato nel 2012, integrato in quest'occasione al sistema di gestione dell'anagrafe degli iscritti Circoli in Rete e modificato secondo il nuovo Regolamento, per facilitare quanto più possibile l'operatività degli utenti e garantire completezza e integrità delle informazioni. Il SIT Primarie è corredato da uno strato di API per l'esposizione al pubblico dei Risultati ufficiosi. Per utenti del Sistema si intendono: - Operatori/Responsabili Commissione Nazionale - Operatori/Responsabili Commissioni Regionali - Operatori/Responsabili Commissioni Provinciali

5 - Presidenti Seggio (solo Risultati ufficiosi) - Rappresentanti Nazionali Candidati Ciascun utente avrà diritti di lettura, scrittura e trattamento dei dati in relazione alle responsabilità e mansioni attribuite dal Regolamento e successive Deliberazioni e secondo quanto concordato con la Commissione Nazionale. L'Ufficio si occuperà inoltre delle seguenti attività correlate: - test funzionali - rilascio dei sistemi agli utenti - formazione e supporto agli utenti - obblighi relativi al "Codice in materia di trattamento dei dati personali" (Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 ) - sviluppo applicazione per la Registrazione online - sviluppo sistemi di supporto alle Primarie per gli iscritti al PD nel mondo A supporto delle attività precedentemente descritte l'ufficio si avvarrà di strumenti di comunicazione multimediale quali: Forum, VideoConference, Meeting online... Ruoli e Funzioni Il Responsabile dell'ufficio: - raccoglie elabora e documenta le specifiche funzionali dei sistemi, coordina i fornitori con cui definisce le migliori soluzioni tecnologiche per il raggiungimento degli obiettivi nel rispetto dei vincoli di budget e tempo - definisce le attività in collaborazione con il Coordinatore dell'area Organizzazione del Partito a cui fornisce, in particolare, strumenti di monitoraggio e controllo sull'operato degli utenti del Sistema. - collabora con il Responsabile della Comunicazione per la definizione delle modalità e tempi di pubblicazione delle informazioni da veicolare verso l'esterno - risponde e riporta direttamente alla Commissione Nazionale per il Congresso L'Amministratore di Sistema: Ha la responsabilità dello sviluppo, implementazione e gestione dell'infrastruttura Cloud e dell'insieme dei sistemi software di Circoli in Rete e del SIT Primarie. Collabora con gli altri fornitori per garantire l'interoperabilità fra i vari applicativi, servizi e basi dati. Garantisce il corretto monitoraggio degli stessi e degli SLA precedentemente definiti. Riporta direttamente al Responsabile. Coordinatore del Gruppo di Progetto: Coordina il gruppo operativo di progetto, definendone le attività e gli obiettivi e verificandone i risultati. Gestisce il Forum di supporto per i referenti territoriali. Riporta direttamente al Responsabile. Gruppo di Progetto E' composto da risorse interne alla direzione nazionale del PD. Svolgono tutte le attività operative indicate dal Coordinatore in ambito di:

6 Test funzionali lato utente nazionale Raccolta dati Trattamento dati a fini di comunicazione Reportistica Rilascio log-in sistema Formazione e supporto utenti Identificazione e Risoluzione bugs Coordinatore del Gruppo Tester sul Territorio Definisce la metodologia e gli strumenti per l'espletamento dei test funzionali e per la raccolta dei feedback da parte del gruppo di tester sul Territorio. Definisce il calendario dei test in collaborazione con l'amministratore di Sistema e con lui si coordina per le attività di risoluzione dei problemi. Gestisce il Forum di supporto ai Tester sul territorio. Riporta direttamente al Responsabile. Gruppo di Tester sul Territorio E' composto da un minimo di 10 risorse operative rappresentative delle diverse tipologie di utenti territoriali. Hanno il compito di svolgere i test funzionali secondo le indicazioni del Coordinatore. Organigramma Vanina Rapetti - Responsabile Giuseppe Giannella - Amministratore di Sistema Valerio Russo - Coordinatore Gruppo Tester Territorio Fabio Fazzi - Coordinatore Gruppo di Progetto Antonella Carpentieri - Gruppo di Progetto Giovanna Deledda - Gruppo di Progetto Francesco Bujaroni - Gruppo di Progetto Gea Domanico - Gruppo di Progetto, Segreteria

7 Calendario di massima delle attività (solo nazionale):

di Basilicata 1. (CONVOCAZIONE DEL PROCEDIMENTO ELETTORALE) 2. (ELETTORATO ATTIVO E PASSIVO)

di Basilicata 1. (CONVOCAZIONE DEL PROCEDIMENTO ELETTORALE) 2. (ELETTORATO ATTIVO E PASSIVO) REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DEL SEGRETARIO E DELL ASSEMBLEA DELL UNIONE PROVINCIALE DI POTENZA E DI MATERA, DEI SEGRETARI E DEI COMITATI DIRETTIVI DI CIRCOLO 1 La Direzione Regionale del Partito Democratico

Dettagli

REGOLAMENTO PER I CONGRESSI DI CIRCOLO, PER L ELEZIONE DELLE ASSEMBLEE E DEI SEGRETARI PROVINCIALI, DEL SEGRETARIO E DELL ASSEMBLEA NAZIONALE

REGOLAMENTO PER I CONGRESSI DI CIRCOLO, PER L ELEZIONE DELLE ASSEMBLEE E DEI SEGRETARI PROVINCIALI, DEL SEGRETARIO E DELL ASSEMBLEA NAZIONALE REGOLAMENTO PER I CONGRESSI DI CIRCOLO, PER L ELEZIONE DELLE ASSEMBLEE E DEI SEGRETARI PROVINCIALI, DEL SEGRETARIO E DELL ASSEMBLEA NAZIONALE (Approvato dalla Direzione del 7 Ottobre 2013) PREMESSA Il

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA LISTA DEI CANDIDATI ALL ASSEMBLEA REGIONALE DEL LAZIO

PRESENTAZIONE DELLA LISTA DEI CANDIDATI ALL ASSEMBLEA REGIONALE DEL LAZIO Modulo presentazione lista candidati Assemblea Regionale Provincia.. Collegio.. PRESENTAZIONE DELLA LISTA DEI CANDIDATI ALL ASSEMBLEA REGIONALE DEL LAZIO I sottoscritti cittadini, iscritti al Partito Democratico,

Dettagli

Regolamento tecnico interno

Regolamento tecnico interno Regolamento tecnico interno CAPO I Strumenti informatici e ambito legale Articolo 1. (Strumenti) 1. Ai sensi dell articolo 2, comma 5 e dell articolo 6, comma 1, l associazione si dota di una piattaforma

Dettagli

la Direzione Regionale del PD Puglia riunita a Bari il 4 OTTOBRE 2013, ai sensi dell articolo 4,5,7,8 dello Statuto regionale, approva il seguente

la Direzione Regionale del PD Puglia riunita a Bari il 4 OTTOBRE 2013, ai sensi dell articolo 4,5,7,8 dello Statuto regionale, approva il seguente Visti: l articolo 15 dello Statuto nazionale del Partito Democratico; l articolo 4, 5, 7, 8 dello Statuto regionale del PD Puglia; il regolamento Elettorale dei circoli, delle Unioni cittadine e provinciali.

Dettagli

Regolamento per l elezione di Segretari e Assemblee delle Unioni provinciali/territoriali, dei Segretari e dei Direttivi dei Circoli

Regolamento per l elezione di Segretari e Assemblee delle Unioni provinciali/territoriali, dei Segretari e dei Direttivi dei Circoli Visti: l articolo 15 dello Statuto nazionale del Partito Democratico; gli articoli 4, 5, 6, 7 dello Statuto regionale del PD dell Umbria; l articolo 12 del Regolamento per l elezione del Segretario e dell

Dettagli

Congresso - Il Regolamento per la partecipazione al voto degli italiani all estero

Congresso - Il Regolamento per la partecipazione al voto degli italiani all estero Congresso - Il Regolamento per la partecipazione al voto degli italiani all estero Delibera n. La Commissione nazionale, riunita il giorno 08 ottobre 2013, - visto l art.10 dello Statuto nazionale; - in

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE DEL PARTITO DEMOCRATICO A ROMA

REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE DEL PARTITO DEMOCRATICO A ROMA REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE DEL PARTITO DEMOCRATICO A ROMA Il presente regolamento disciplina le modalità di costituzione del Partito Democratico nelle realtà territoriali della città di Roma. Si prevedono

Dettagli

Banca del Tempo di Isola Vicentina

Banca del Tempo di Isola Vicentina Banca del Tempo di Isola Vicentina Regolamento della BDT di Isola Vicentina Vers. 2.0 del 13 Agosto 2014 Pag. 1 Sommario BDT... Error! Bookmark not defined. di Isola Vicentina... 1 REGOLAMENTO INTERNO...

Dettagli

RICHIESTA DI ISCRIZIONE ALBO DELLE ASSOCIAZIONI DEL COMUNE DI ARESE

RICHIESTA DI ISCRIZIONE ALBO DELLE ASSOCIAZIONI DEL COMUNE DI ARESE RICHIESTA DI ISCRIZIONE ALBO DELLE ASSOCIAZIONI DEL COMUNE DI ARESE (compilare tutto in stampatello) DENOMINAZIONE ASSOCIAZIONE: SETTORE DI INTERVENTO: CODICE FISCALE o PARTITA IVA: SEDE LEGALE: via città

Dettagli

Partito Democratico del Trentino REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE E PER IL FUNZIONAMENTO DEI CIRCOLI TERRITORIALI

Partito Democratico del Trentino REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE E PER IL FUNZIONAMENTO DEI CIRCOLI TERRITORIALI Partito Democratico del Trentino REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE E PER IL FUNZIONAMENTO DEI CIRCOLI TERRITORIALI Approvato dall Assemblea provinciale il 13 giugno 2011 1 REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE E PER

Dettagli

Premessa. Articolo 1 - Impegni dell Amministrazione Comunale

Premessa. Articolo 1 - Impegni dell Amministrazione Comunale Premessa L Amministrazione Comunale di Mariglianella, riconosciuta l importanza: - del coinvolgimento dei giovani, quale presenza attiva e propositiva, nell ambito delle iniziative di carattere sociale

Dettagli

STATUTO DI ASSOCIAZIONE RICONOSCIUTA

STATUTO DI ASSOCIAZIONE RICONOSCIUTA STATUTO DI ASSOCIAZIONE RICONOSCIUTA TITOLO I DEFINIZIONE FINALITÀ - LINEE ATTUATIVE ART. 1 - DENOMINAZIONE Con il presente atto risulta costituita l Associazione culturale "LiNOx", 1. denominata per esteso

Dettagli

BDE (Banca Dati Elettorale)

BDE (Banca Dati Elettorale) BDE (Banca Dati Elettorale) Luigi Benedetti Responsabile Servizio Studi, Ricerche e Documentazione dell Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna Gianfranco Piperata, Chiara Di Paolo Servizio

Dettagli

Regolamento del Forum Comunale Giovani

Regolamento del Forum Comunale Giovani COMUNE DI CASTELVENERE Provincia di Benevento ------ Regolamento del Forum Comunale Giovani 1 INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9 - Art. 10 - Art. 11 -

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE PRIMARIE PER LA SCELTA DEL CANDIDATO DEL CENTROSINISTRA ALLA CARICA DI PRESIDENTE DELLA REGIONE CALABRIA

REGOLAMENTO PER LE PRIMARIE PER LA SCELTA DEL CANDIDATO DEL CENTROSINISTRA ALLA CARICA DI PRESIDENTE DELLA REGIONE CALABRIA REGOLAMENTO PER LE PRIMARIE PER LA SCELTA DEL CANDIDATO DEL CENTROSINISTRA ALLA CARICA DI PRESIDENTE DELLA REGIONE CALABRIA PREMESSA Le primarie per la scelta del candidato presidente della coalizione

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Ordine degli Ingegneri della Provincia di Trento Comitato Nazionale Ingegneria dell'informazione Commissione Ingegneria dell'informazione ing. Andrea Gelpi Agenda PEC che cosa è e come funziona PEC fornita

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TEMPIO PAUSANIA REGOLAMENTO INTERNO DEL COA DI TEMPIO PAUSANIA PREAMBOLO

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TEMPIO PAUSANIA REGOLAMENTO INTERNO DEL COA DI TEMPIO PAUSANIA PREAMBOLO CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TEMPIO PAUSANIA REGOLAMENTO INTERNO DEL COA DI TEMPIO PAUSANIA PREAMBOLO Il presente Regolamento disciplina l attività del Consiglio dell Ordine Forense di Tempio

Dettagli

Progetto di Regolamento del Circolo PD di Bruxelles

Progetto di Regolamento del Circolo PD di Bruxelles Progetto di Regolamento del Circolo PD di Bruxelles Approvato dall Assemblea del Circolo PD di Bruxelles il XXX PREAMBOLO Il presente Regolamento (in prosieguo: "Regolamento PD Bruxelles") ha per scopo

Dettagli

Capo I - L'iscrizione al Partito Democratico Città di Roma.

Capo I - L'iscrizione al Partito Democratico Città di Roma. Delibera del Commissario della Federazione sul tesseramento, sull'organizzazione dei Circoli, delle Sezioni del Lavoro e delle Sezioni Tematiche per il 2015. In virtù del pronunciamento della Commissione

Dettagli

ENTE COMUNE DI BENTIVOGLIO PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014

ENTE COMUNE DI BENTIVOGLIO PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014 N ORDINARIO SCADENZA: 30/06/04 0/00 Denominazione: Adempiere allo svolgimento della tornata elettorale. Elezioni Comunali, Provinciali ed Europee. Programmazione e sviluppo delle risorse- Servizi demografici-

Dettagli

Art. 3 Presentazione candidature a Segretario provinciale e relative tesi congressuali

Art. 3 Presentazione candidature a Segretario provinciale e relative tesi congressuali Il presente regolamento si applica a tutte le fasi precongressuali e congressuale del 23 gennaio 2016 ed è stato approvato dal Parlamentino dei Territori in data 29 ottobre 2015 Art. 1 Assemblee La procedura

Dettagli

SISTEMA BIBLIOTECARIO DEL POLITECNICO DI TORINO

SISTEMA BIBLIOTECARIO DEL POLITECNICO DI TORINO SISTEMA BIBLIOTECARIO DEL POLITECNICO DI TORINO Regolamento approvato dal Senato Accademico del 20.04.2011 Art. 1 Finalità e missione Emanato con DR 126 del 21.04.2011 In vigore dal 21.04.2011 Il Sistema

Dettagli

REGOLAMENTO AMMINISTRATIVO Associazione di Promozione Sociale:.

REGOLAMENTO AMMINISTRATIVO Associazione di Promozione Sociale:. REGOLAMENTO AMMINISTRATIVO Associazione di Promozione Sociale:. Al fine di chiarire l applicazione amministrativa dello Statuto vigente ed in ossequio allo stesso ed alle norme vigenti, nella seduta del

Dettagli

Associazione Italiana Medici per l Ambiente (AIMPA) ISDE Italia REGOLAMENTO INTERNO Approvato (Campobasso, 4/06/2011)

Associazione Italiana Medici per l Ambiente (AIMPA) ISDE Italia REGOLAMENTO INTERNO Approvato (Campobasso, 4/06/2011) Associazione Italiana Medici per l Ambiente (AIMPA) ISDE Italia REGOLAMENTO INTERNO Approvato (Campobasso, 4/06/2011) SEZIONI PROVINCIALI e SUBPROVINCIALI Aspetti costitutivi, funzioni e responsabilità

Dettagli

Parte I. Votazione delle delibere dell Assemblea Paritetica (Art. 15 dello Statuto)

Parte I. Votazione delle delibere dell Assemblea Paritetica (Art. 15 dello Statuto) REGOLAMENTO ELETTORALE PER LE VOTAZIONI DELLE DELIBERE DELL ASSEMBLEA PARITETICA, PER LE ELEZIONI, LA NOMINA E LA REVOCA DEI COMPONENTI L ASSEMBLEA DEI DELEGATI, IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ED IL COLLEGIO

Dettagli

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI Gli articoli riportati, qualora manchi una diversa precisazione, si riferiscono al Testo unico delle leggi regionali sulla composizione ed elezione degli organi delle

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016 COMUNE DI COLLAZZONE Provincia di Perugia PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016 Adottato con deliberazione di Giunta Comunale n.. del. Premessa: Il presente programma triennale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO COMUNE DI P E N N A B I L L I Provincia di Rimini (RN) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 37 in data

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL FORUM DEI GIOVANI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL FORUM DEI GIOVANI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL FORUM DEI GIOVANI INDICE ART. 1 Forum dei Giovani Finalità pag. 3 ART. 2 Principi programmatici pag. 3 ART. 3 Compiti del Forum pag. 3 ART. 4 Pareri pag. 4 ART. 5 Soci

Dettagli

1.1. Orientare l istituzione attraverso lo sviluppo di una mission, una vision e dei valori

1.1. Orientare l istituzione attraverso lo sviluppo di una mission, una vision e dei valori 1.1. Orientare l istituzione attraverso lo sviluppo di una mission, una vision e dei valori La Mission e la Vision dell Istituto sono state definite chiaramente all interno dello staff di presidenza, condivise

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON LINE COMUNE DI CARPEGNA Provincia di Pesaro e Urbino REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con deliberazione di C.C. n. 30 del 26/09/2012 INDICE Art. 1 Oggetto del Regolamento Art.

Dettagli

Programma triennale per la Trasparenza e l integrità 2012-2014

Programma triennale per la Trasparenza e l integrità 2012-2014 Programma triennale per la Trasparenza e l integrità 2012-2014 Programma triennale per la trasparenza e l'integrità 2012-2014 Sommario: INTRODUZIONE...,...3 ACCESSIBILITÀ' DELLE INFORMAZIONI...,...4 PIANO

Dettagli

COMUNE DI MONTECORVINO PUGLIANO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL FORUM DEI GIOVANI

COMUNE DI MONTECORVINO PUGLIANO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL FORUM DEI GIOVANI - COMUNE DI MONTECORVINO PUGLIANO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL FORUM DEI GIOVANI 1 INDICE ART. 1 Forum dei Giovani Finalità pag. 4 ART. 2 Principi programmatici pag. 4 ART. 3

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE DEI DELEGATI DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO IN SENO ALL'ASSEMBLEA

REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE DEI DELEGATI DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO IN SENO ALL'ASSEMBLEA Pagina 1 di 6 Allegato A al Regolamento Associazione CSV Basilicata REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE DEI DELEGATI DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO IN SENO ALL'ASSEMBLEA Art. 1 Campo di applicazione del Regolamento

Dettagli

STATUTO DEL FORUM DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI COMUNALE DI SANTA MARIA A VICO

STATUTO DEL FORUM DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI COMUNALE DI SANTA MARIA A VICO STATUTO DEL FORUM DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI COMUNALE DI SANTA MARIA A VICO Art. 1 Istituzione ed impegni dell Amministrazione Comunale Il Consiglio Comunale di Santa Maria a Vico, riconosciuta

Dettagli

Invio telematico delle istanze all Albo nazionale gestori ambientali

Invio telematico delle istanze all Albo nazionale gestori ambientali Invio telematico delle istanze all Albo nazionale gestori ambientali AgestTelematico COS'E' UNA PROCEDURA TELEMATICA L'Albo Nazionale Gestori Ambientali ha messo a disposizione delle imprese un sistema

Dettagli

MOBILITÀ 2009/10. POLIS - Istanze On-Line. Presentazione domande via web per la scuola Primaria

MOBILITÀ 2009/10. POLIS - Istanze On-Line. Presentazione domande via web per la scuola Primaria MOBILITÀ 2009/10 POLIS - Istanze On-Line 1 Presentazione domande via web per la scuola Primaria COSA SONO LE ISTANZE ONLINE Il progetto POLIS (Presentazione On Line delle Istanze, www.pubblica.istruzione.it/istanzeonline/index.shtml)

Dettagli

COMUNE DI LEVERANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO FORUM DEI GIOVANI. Art. 1 Istituzione

COMUNE DI LEVERANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO FORUM DEI GIOVANI. Art. 1 Istituzione COMUNE DI LEVERANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO FORUM DEI GIOVANI Art. 1 Istituzione Il Forum giovanile, previsto dall art. 15 bis dello Statuto comunale, è strumento di autorappresentanza e di partecipazione

Dettagli

STATUTO DEL GRUPPO AZIENDALE AGENTI DELLA COMPAGNIA ITALIANA DI ASSICURAZIONI

STATUTO DEL GRUPPO AZIENDALE AGENTI DELLA COMPAGNIA ITALIANA DI ASSICURAZIONI TITOLO I STATUTO DEL GRUPPO AZIENDALE AGENTI DELLA COMPAGNIA ITALIANA DI ASSICURAZIONI COSTITUZIONE - SEDE - DURATA - SCOPI Articolo 1- Costituzione, Sede e Durata E costituito il Gruppo Aziendale Agenti

Dettagli

COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE)

COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE) COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE) Comune di Vigonovo Sistemi Informativi Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni

Dettagli

Comune di San Giuliano Milanese

Comune di San Giuliano Milanese Comune di San Giuliano Milanese REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO (Art. 8 c.2 della Legge n 150/00) Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale

Dettagli

CONSULTA DELLA CULTURA

CONSULTA DELLA CULTURA T/360/U14 STATUTO DELLA CONSULTA DELLA CULTURA DEL COMUNE DI GRANAROLO DELL EMILIA ************** Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 35 del 14 giugno 2000. Approvato dal Comitato Regionale

Dettagli

La dematerializzazione dei processi per la semplificazione amministrativa e l Albo Pretorio on-line. L esperienza della Provincia di Modena

La dematerializzazione dei processi per la semplificazione amministrativa e l Albo Pretorio on-line. L esperienza della Provincia di Modena La dematerializzazione dei processi per la semplificazione amministrativa e l Albo Pretorio on-line L esperienza della Provincia di Modena Il Nuovo Codice dell amministrazione digitale traccia il quadro

Dettagli

Regolamento nazionale ANPI (in attuazione dell art. 5 comma 2 lettera f dello Statuto associativo)

Regolamento nazionale ANPI (in attuazione dell art. 5 comma 2 lettera f dello Statuto associativo) Regolamento nazionale ANPI (in attuazione dell art. 5 comma 2 lettera f dello Statuto associativo) Art. 1 L iscrizione 1. Tutti possono chiedere l iscrizione all ANPI, alle condizioni previste dallo Statuto

Dettagli

Processo AMMINISTRATIVO Telematico (P.A.T.) Avv. Andrea Pontecorvo

Processo AMMINISTRATIVO Telematico (P.A.T.) Avv. Andrea Pontecorvo Processo AMMINISTRATIVO Telematico (P.A.T.) Avv. Andrea Pontecorvo Trieste, addì 6 novembre 2015... Non si conosce, perché non ancora ancora pubblicate, il contenuto delle regole tecniche e delle specifiche

Dettagli

Articolo 2 Lo scopo dell ARI Associazione Restauratori d Italia, è quanto previsto e definito all art.3 dello Statuto

Articolo 2 Lo scopo dell ARI Associazione Restauratori d Italia, è quanto previsto e definito all art.3 dello Statuto REGOLAMENTO DELL A.R.I. ASSOCIAZIONE RESTAURATORI D ITALIA Approvato dall assemblea straordinaria dei soci il 16-02-2015. Articolo 1 Il presente Regolamento Interno, redatto dal Consiglio Direttivo ai

Dettagli

OGGETTO: nuovo programma di gestione omologazione dei percorsi gare in montagna.

OGGETTO: nuovo programma di gestione omologazione dei percorsi gare in montagna. Roma, 2 agosto 2013 Prot. n 9175 LV/ms p.c. Ai Tecnici Omologatori Nazionali di percorsi corsa in montagna Ai Fiduciari Regionali GGG Ai Presidenti dei Comitati Regionali Al Segretario Generale Paolo Bellino

Dettagli

Servizio di scrutinio elettronico

Servizio di scrutinio elettronico Servizio di scrutinio elettronico Descrizione del servizio: Election è un servizio di scrutinio elettronico che GQS ha predisposto nell ambito dell organizzazione dell assemblea dei Soci per l elezione

Dettagli

COMUNE DI MONTAZZOLI Provincia di Chieti REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

COMUNE DI MONTAZZOLI Provincia di Chieti REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI COMUNE DI MONTAZZOLI Provincia di Chieti REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n 17 del 30 marzo 2007 NORME

Dettagli

SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO SEGRETERIA GENERALE ED ARCHIVIO

SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO SEGRETERIA GENERALE ED ARCHIVIO SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO SEGRETERIA GENERALE ED ARCHIVIO 1) PROCEDIMENTO: Accesso agli atti amministrativi (determine, liquidazioni, delibere di Giunta e Consiglio Comunale) da parte dei cittadini

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DELLE ASSEMBLEE E DEI COORDINATORI MUNICIPALI. Parte I

REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DELLE ASSEMBLEE E DEI COORDINATORI MUNICIPALI. Parte I 1 REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DEL SEGRETARIO E ASSEMBLEA DELLA FEDERAZIONE, E DEI SEGRETARI E DEI COMITATI DIRETTIVI DEI CIRCOLI DELLA CITTA DI ROMA E DELLE ASSEMBLEE E DEI COORDINATORI MUNICIPALI Parte

Dettagli

NetSpring si pone all'interno di questo contesto con la propria missione, elemento di qualificazione nella sua ricerca di progresso tecnologico.

NetSpring si pone all'interno di questo contesto con la propria missione, elemento di qualificazione nella sua ricerca di progresso tecnologico. Piano di Organizzazione Aziendale (POA) NetSpring srl. Titolo I Mission Istituzionale La mission aziendale che NetSpring si propone di perseguire consiste nel gestire in modo unitario e coordinato l innovazione

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI GIOVANI PARTE PRIMA - FUNZIONAMENTO - Articolo 1 Finalità

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI GIOVANI PARTE PRIMA - FUNZIONAMENTO - Articolo 1 Finalità REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI GIOVANI PARTE PRIMA - FUNZIONAMENTO - Articolo 1 Finalità 1) Il Consiglio comunale dei Giovani di San Polo dei Cavalieri è un organo democratico di rappresentanza

Dettagli

Programma Operativo Nazionale 2007 2013 COMPETENZE PER LO SVILUPPO - FSE Annualità 2013

Programma Operativo Nazionale 2007 2013 COMPETENZE PER LO SVILUPPO - FSE Annualità 2013 AUTONOMIA N. 127 ISTITUTO COMPRENSIVO J. SANNAZARO VIA F. CAVALLOTTI, 15 TEL. 0828/793037 - FAX 0828/793256 84020 OLIVETO CITRA (SA) CF. 82005110653 C.M. SAIC81300D E-MAIL: saic81300d@istruzione.it sito

Dettagli

Il software per il fund raising delle organizzazioni NON PROFIT

Il software per il fund raising delle organizzazioni NON PROFIT Il software per il fund raising delle organizzazioni NON PROFIT Cosa è: NP@Help nasce dall esperienza di AeB Solutions che mette a disposizione di associazioni e organizzazioni senza scopo di lucro uno

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB UDINE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2012-2014

AUTOMOBILE CLUB UDINE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2012-2014 AUTOMOBILE CLUB UDINE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2012-2014 Gennaio 2012 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA, LA LEGALITA E L INTEGRITA DELL AUTOMOBILE CLUB DI UDINE CONSIDERAZIONI

Dettagli

Regolamento Generale per la Certificazione volontaria delle competenze degli Ingegneri Cert-Ing

Regolamento Generale per la Certificazione volontaria delle competenze degli Ingegneri Cert-Ing Regolamento Generale per la Certificazione volontaria delle competenze degli Ingegneri Cert-Ing 1 Premessa Nel processo di armonizzazione dell Ingegneria Europea, il Consiglio Nazionale degli Ingegneri,

Dettagli

Delibera 2013/0000318 del 20/12/2013 (Allegato) Pagina 1 di 6

Delibera 2013/0000318 del 20/12/2013 (Allegato) Pagina 1 di 6 Delibera 2013/0000318 del 20/12/2013 (Allegato) Pagina 1 di 6 REGOLAMENTO IN MATERIA DI CONFERIMENTO DI INCARICHI LIBERO PROFESSIONALI, DI COLLABORAZIONE, OCCASIONALI E 15 septies D.Lgs. 502/1992 PRESSO

Dettagli

Portale ScuolaMia. Guida all utilizzo del Portale. Il Portale ScuolaMia Guida all utilizzo del Portale Progetto Servizi Scuola-Famiglia via web

Portale ScuolaMia. Guida all utilizzo del Portale. Il Portale ScuolaMia Guida all utilizzo del Portale Progetto Servizi Scuola-Famiglia via web Portale ScuolaMia Guida all utilizzo del Portale Il Portale ScuolaMia Guida all utilizzo del Portale Progetto Servizi Scuola-Famiglia via web VERSIONE 1.0 DEL 17 FEBBRAIO 2010 INDICE IL PORTALE SCUOLAMIA...

Dettagli

Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c. 3bis

Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c. 3bis Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c. 3bis Indice 1-Glossario...1 2-Finalità...2 3-Licenza d'uso...2 4-Adozione prodotti e servizi...2 5-Situazione attuale...4 6-Fasi di attuazione...4

Dettagli

n. 30 / luglio 2011 Banca Dati Elettorale Confronto tra elezioni

n. 30 / luglio 2011 Banca Dati Elettorale Confronto tra elezioni n. 30 / luglio 2011 Banca Dati Elettorale Confronto tra elezioni 1 INDICE 1 INDICE...1 2 PREMESSA: LA BDE E LE SUE NOVITA...3 3 I SISTEMI WEB GIS...5 4 ARCHITETTURA DEL SISTEMA...6 5 PAGINA DI ACCCESSO

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

Il servizio PUSH IDO della Provincia di Roma

Il servizio PUSH IDO della Provincia di Roma Il servizio PUSH IDO della Provincia di Roma Ossia: come ricevere le offerte di lavoro dei Centri per l Impiego, comodamente nella propria email Cos è PUSH IDO? E un servizio attraverso il quale ogni cittadino

Dettagli

Java e solidarietà: il progetto Jug4Tenda

Java e solidarietà: il progetto Jug4Tenda Java e solidarietà: il progetto Jug4Tenda www.jugancona.it Jug Marche Relatore: Andrea Del Bene Java e solidarietà: il progetto Jug4Tenda Agenda Storia del progetto Architettura Processo di sviluppo Riferimenti

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e il merito

Programma triennale per la trasparenza e il merito Programma triennale per la trasparenza e il merito Proposto al Consiglio d Istituto e adottato con delibera 57 del 27 08 2012. Indice Indice... 1 Finalità del programma... 2 Categorie di dati da pubblicare...

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA

REGOLAMENTO GENERALE PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA CERSA S.r.l. a socio unico Organismo di Certificazione Via G. De Castillia, 10 20124 Milano tel. 02.86.57.30 02.86.57.37 fax 02.72.09.63.80 SCHEMA PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE REGOLAMENTO GENERALE

Dettagli

COMUNE DI NERVIANO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER LE CONSULTE

COMUNE DI NERVIANO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER LE CONSULTE COMUNE DI NERVIANO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER LE CONSULTE (STATUTO art. 51: Il consiglio comunale può avvalersi di consulte di settore su tematiche specifiche: giovani, cultura,solidarietà

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012-2013-2014

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012-2013-2014 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012-2013-2014 1 PREMESSA Con la redazione del presente Programma Triennale per la trasparenza e l integrità, di seguito denominato Programma,

Dettagli

COMITATO REGIONALE VENETO

COMITATO REGIONALE VENETO Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE VENETO VIA DELLA PILA 1 30175 MARGHERA (VE) CENTRALINO: 041 25.24.111 FAX: 041 25.24.120 041 25.24.140 Indirizzo Internet:

Dettagli

Regolamento del Comitato per le Pari Opportunità dell Ordine degli Avvocati di Chieti

Regolamento del Comitato per le Pari Opportunità dell Ordine degli Avvocati di Chieti Regolamento del Comitato per le Pari Opportunità dell Ordine degli Avvocati di Chieti Articolo 1 Costituzione E costituito, presso il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Chieti, ai sensi dell art.

Dettagli

Prot. 5807/C41 Pozzuoli 26/11/2011

Prot. 5807/C41 Pozzuoli 26/11/2011 Istituto Statale di Istruzione Superiore Guido Tassinari Via Fasano, 13-80078 Pozzuoli (Napoli) Tel. 081 5265754 / Fax 081 5266762 - Cod.Mecc. NAIS09100C E-mail: nais09100@pec.istruzione.it Web: www.itispozzuoli.it

Dettagli

CNHINDUSTRIALNDUSTRIAL

CNHINDUSTRIALNDUSTRIAL ACCORDO DI REGOLAMENTAZIONE AZIONE PER LA ELEZIONE RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA ( RLS ) DI FCA E CNHI CNHINDUSTRIALNDUSTRIAL Le elezioni si terranno in tutti i siti di FCA e CNHI a partire

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL INFORMAZIONE ATTRAVERSO IL SITO ISTITUZIONALE, L ALBO PRETORIO INFORMATICO ED IL NOTIZIARIO COMUNALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL INFORMAZIONE ATTRAVERSO IL SITO ISTITUZIONALE, L ALBO PRETORIO INFORMATICO ED IL NOTIZIARIO COMUNALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL INFORMAZIONE ATTRAVERSO IL SITO ISTITUZIONALE, L ALBO PRETORIO INFORMATICO ED IL NOTIZIARIO COMUNALE Approvato con DCC n. 54 del 22.12.2010 Modificato con DCC n. 30 del

Dettagli

ATTIVITA DI VIGILANZA E CONTROLLO CONTABILE NELLE SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO

ATTIVITA DI VIGILANZA E CONTROLLO CONTABILE NELLE SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO ATTIVITA DI VIGILANZA E CONTROLLO CONTABILE NELLE SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Premessa Le società di Mutuo Soccorso, se pur assimilate agli enti di tipo associativo, hanno una propria legge di riferimento

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PREMIO GIORNALISTICO ANGELO MARIA PALMIERI PRIMA EDIZIONE 2012

BANDO DI CONCORSO PREMIO GIORNALISTICO ANGELO MARIA PALMIERI PRIMA EDIZIONE 2012 BANDO DI CONCORSO PREMIO GIORNALISTICO ANGELO MARIA PALMIERI PRIMA EDIZIONE 2012 Il Premio L 8 gennaio 2011, è scomparso a soli 30 anni Angelo Maria Palmieri, collaboratore FIABA e giornalista unanimamente

Dettagli

Divisione Education Technology. keep the knowledge flowing. Zainetto. verde. Education Provider

Divisione Education Technology. keep the knowledge flowing. Zainetto. verde. Education Provider eep the nowledge owing keep the knowledge flowing Divisione Education Technology Zainetto SOFTWARE PER LA SCUOLA: Portale KK 2.0 - scuole Il Portale KK 2.0 nasce dall esperienza decennale di Know K. nei

Dettagli

PROGETTO E-COMMERCE CHIAVI IN MANO

PROGETTO E-COMMERCE CHIAVI IN MANO PROGETTO E-COMMERCE CHIAVI IN MANO La Camera di Commercio di Novara, in collaborazione con il suo Comitato per la promozione dell imprenditoria femminile, ha avviato il PROGETTO E-COMMERCE CHIAVI IN MANO.

Dettagli

ISDE Italia REGOLAMENTO INTERNO SEZIONI PROVINCIALI, POLICOMUNALI E COMUNALI Aspetti costitutivi e responsabilità

ISDE Italia REGOLAMENTO INTERNO SEZIONI PROVINCIALI, POLICOMUNALI E COMUNALI Aspetti costitutivi e responsabilità ISDE Italia REGOLAMENTO INTERNO SEZIONI PROVINCIALI, POLICOMUNALI E COMUNALI Aspetti costitutivi e responsabilità Art. 1. La Giunta Esecutiva dell Associazione Italiana Medici per l Ambiente (AIMPA), Associazione

Dettagli

Modulo per richiesta di associazione all Osservatorio Nazionale per l Informatica Forense

Modulo per richiesta di associazione all Osservatorio Nazionale per l Informatica Forense Pag. 1 di 9 Modulo per richiesta di associazione all Osservatorio Nazionale per l Informatica Forense Da compilare e inviare in forma elettronica all indirizzo info@onif.it. In caso di accettazione verrete

Dettagli

ART. 1 FINALITA ED OGGETTO

ART. 1 FINALITA ED OGGETTO ART. 1 FINALITA ED OGGETTO 1. Il Comune di Occhiobello in attuazione dei principi fissati nell art. 2 del proprio statuto, riconosce il valore e la funzione delle associazioni rispondenti ai requisiti

Dettagli

CALENDARIO ELETTORALE

CALENDARIO ELETTORALE ELEZIONI DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA E DEL CONSIGLIO REGIONALE di domenica 31 maggio 2015 CALENDARIO ELETTORALE Questa pubblicazione contiene il calendario delle operazioni relative all elezione del Presidente

Dettagli

ALLEGATO A. atto del 31/01/2013 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE AVISCO, audiovisivo scolastico

ALLEGATO A. atto del 31/01/2013 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE AVISCO, audiovisivo scolastico ALLEGATO A. atto del 31/01/2013 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE AVISCO, audiovisivo scolastico TITOLO I. DISPOSIZIONI GENERALI ARTICOLO 1. Costituzione È costituita l Associazione denominata AVISCO, audiovisivo

Dettagli

Il PC in Studio. dott. Andrea Mazzini

Il PC in Studio. dott. Andrea Mazzini Il PC in Studio dott. Andrea Mazzini Tecnologie informatiche: gli obiettivi Processazione / standardizzazione / velocizzazione dei processi e delle attività Gestione sistemica ed ordinata di pratiche e

Dettagli

(Approvato con deliberazione C.P. n. 39 del 2002)

(Approvato con deliberazione C.P. n. 39 del 2002) R E G O L A M E N T O P E R I L F U N Z I O N A M E N T O D E L L A L B O A U T O T R A S P O R T A T O R I D I C O S E P E R C O N T O T E R Z I D E L L A P R O V I N C I A D I F R O S I N O N E (Approvato

Dettagli

Unità di Supporto alla Ricerca CARTA DEI SERVIZI. CARTA DEI SERVIZI ottobre 2011 Pagina 1

Unità di Supporto alla Ricerca CARTA DEI SERVIZI. CARTA DEI SERVIZI ottobre 2011 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI ottobre 2011 Pagina 1 Presentazione della carta L Unità lavora ad un percorso di miglioramento della sua organizzazione interna e del suo modo di rapportarsi con gli

Dettagli

CamMiNo Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e i Minorenni STATUTO TITOLO I (FINALITA')

CamMiNo Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e i Minorenni STATUTO TITOLO I (FINALITA') CamMiNo Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e i Minorenni STATUTO TITOLO I (FINALITA') Art. 1 Art. 1 Denominazione e finalità dell'associazione CamMiNo Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e

Dettagli

Albo Pretorio on line

Albo Pretorio on line Pag.: 1 di 10 Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO DELLA BASILICATA Rionero in Vulture (PZ) Albo Pretorio on line Regolamento per la disciplina dell'albo

Dettagli

REGOLAMENTO ASSOCIAZIONE SERVIZI PER IL VOLONTARIATO MODENA approvato dall assemblea del 6 marzo 2014. Art. 1. Criteri di ammissione

REGOLAMENTO ASSOCIAZIONE SERVIZI PER IL VOLONTARIATO MODENA approvato dall assemblea del 6 marzo 2014. Art. 1. Criteri di ammissione REGOLAMENTO ASSOCIAZIONE SERVIZI PER IL VOLONTARIATO MODENA approvato dall assemblea del 6 marzo 2014 Art. 1. Criteri di ammissione 1. L Associazione Servizi Per il volontariato di Modena (ASVM) è aperta

Dettagli

ELEZIONI REGIONALI 2015: LEGGE ELETTORALE, CAMPAGNA ELETTORALE E PAR CONDICIO

ELEZIONI REGIONALI 2015: LEGGE ELETTORALE, CAMPAGNA ELETTORALE E PAR CONDICIO ELEZIONI REGIONALI 2015: LEGGE ELETTORALE, CAMPAGNA ELETTORALE E PAR CONDICIO La par condicio e le altre norme sulla campagna elettorale 13 aprile 2015 2 INDICE Le spese elettorali dei candidati 3 La par

Dettagli

COMITATO PER LE PARI OPPORTUNITA DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TORRE ANNUNZIATA REGOLAMENTO

COMITATO PER LE PARI OPPORTUNITA DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TORRE ANNUNZIATA REGOLAMENTO COMITATO PER LE PARI OPPORTUNITA DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TORRE ANNUNZIATA REGOLAMENTO 1. COSTITUZIONE. In applicazione della normativa nazionale ed europea al fine di: - promuovere le politiche di

Dettagli

Attila getting leadership

Attila getting leadership Attila Il gestionale operativo disegnato per le piccole e medie imprese - Vilcor Multimedia srl, tutti i diritti riservati Introduzione Attila è una piattaforma gestionale che integra strumenti di marketing

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Scientifico Linguistico Statale Paolo Giovio - Como

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Scientifico Linguistico Statale Paolo Giovio - Como Prot. n. 5585/C16 Anno scolastico 2015-2016 Como, li 26.09.2015 Comunicazione n. 39 Alle Studentesse, agli Studenti e alle loro Famiglie Ai Docenti Ai Docenti collaboratori del dirigente scolastico Al

Dettagli

CARTA D'INTESA versione finale 13 luglio 2009 aggiornamento su status di osservatore 18 gennaio 2010

CARTA D'INTESA versione finale 13 luglio 2009 aggiornamento su status di osservatore 18 gennaio 2010 CARTA D'INTESA versione finale 13 luglio 2009 aggiornamento su status di osservatore 18 gennaio 2010 Premessa Social Watch è una rete internazionale di organizzazioni della società civile con membri in

Dettagli

ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI

ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI Regolamento delle Strutture di base Approvato dal Consiglio nazionale del 4-5 luglio 2008 (modificato dal Consiglio nazionale del 19-20 giugno 2009) Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE R.S.U./R.L.S. Gruppo A2A

REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE R.S.U./R.L.S. Gruppo A2A REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE R.S.U./R.L.S. Gruppo A2A Premessa Il presente regolamento è riferito alle elezioni RSU/RLS del Gruppo A2A (perimetro ex-aem) sulla base delle previsioni dell accordo sottoscritto

Dettagli