Introduzione. Sistemi intelligenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Introduzione. Sistemi intelligenti"

Transcript

1 Sistemi Introduzione Sistemi Intelligenti I sistemi Dardo per il controllo centralizzato dell illuminazione d emergenza prevedono una centralina che verifica gli apparecchi collegati tramite una linea polarizzata, permettendo di individuare in modo semplice ed immediato le anomalie ed i guasti. Gli apparecchi sono dotati di un apposito circuito che dialoga con la centralina e che consente di effettuare periodicamente test automatici di funzionamento segnalando eventuali anomalie, oppure di stampare un rapporto scritto sull esito delle verifiche. Per avere la certezza che un impianto rispetti tutti i requisiti tecnici e normativi, e che soprattutto mantenga nel tempo tutte le caratteristiche di sicurezza e di prestazioni, è necessario stabilire i criteri delle verifiche periodiche. I Sistemi Dardo sono ideali anche per rispettare quanto richiesto dalle norme EN ed UNI CEI Sistemi di illuminazione di sicurezza, che ha stabilito una serie di procedure da seguire per mantenere in efficienza l impianto di illuminazione di sicurezza; la norma prescrive che le verifiche di routine, i risultati dei test, i difetti ed eventuali altre alterazioni dell impianto, oltre ad ogni intervento di manutenzione, siano annotate su di un registro per i controlli periodici (Log Book). La stampa degli esiti dei test (quando disponibile) corredata di giorno e ora, può quindi essere allegata al registro dei controlli periodici, a disposizione per le eventuali ispezioni. Oltre alla EN ci sono altre norme e decreti legislativi che obbligano i responsabili della gestione di molti ambienti a tenere una documentazione completa ed aggiornata, un registro delle verifiche periodiche in pratica, in cui sia possibile controllare l effettiva manutenzione dell impianto di sicurezza. I Sistemi Dardo sono nati proprio per rispondere in modo completo e prestazionale alle esigenze più importanti connesse alla progettazione, alla gestione e al controllo degli impianti per illuminazione d emergenza. Service Pack L illuminazione di emergenza è fondamentale per mantenere un adeguato livello di sicurezza negli ambienti frequentati dal pubblico. È essenziale che la luce d emergenza sia conforme a quanto richiesto dalle norme e dai decreti legislativi che trattano in modo specifico la sicurezza. Il livello di sicurezza può essere notevolmente aumentato se, oltre all impianto di emergenza, ci si assicura del suo funzionamento e dello stato di efficienza complessivo, dotandolo, ad esempio, di un sistema che lo controlli in modo automatico. Il contratto di assistenza e manutenzione Service Pack permette di usufruire di un anno di garanzia aggiuntivo e di visite programmate, per poter verificare periodicamente che il vostro sistema sia sempre efficiente e garantire luce in caso di blackout. Il Service Pack è un servizio dedicato ai sistemi ed è disponibile in due versioni: bbservice Pack per centraline Dardo2 e Dardo Plus (codice OVA50209) bbservice Pack per sistemi centralizzati con Soccorritori e/o Sistema (codice OVA50208). Il Service Pack è abbinato ad una singola centralina o soccorritore e dà diritto ai seguenti servizi aggiuntivi: bbmessa in funzione della centralina o del soccorritore e del sistema ad esso legato; bbestensione della garanzia di 1 anno; bbdue visite di controllo della centralina o del soccorritore da programmare entro l anno successivo alla messa in funzione. 104

2 Sistemi Dardo Plus e dardo2 Dardo plus è il sistema per la diagnosi ed il controllo centralizzato d impianti costituiti da apparecchi per illuminazione e segnalazione di sicurezza autoalimentati o da apparecchi per illuminazione e segnalazione di sicurezza alimentati da Soccorritori Powersin. Funzionamento Dardo Plus esegue automaticamente test periodici, funzionali o di autonomia, sugli apparecchi autonomi della serie Dardo o alimentati da soccorritore, con segnalazione immediata di eventuali anomalie direttamente sul display; gli stessi test possono essere richiamati anche manualmente dai comandi della tastiera, semplici ed intuitivi. Vantaggi Dardo Plus è ideale anche per impianti di piccola estensione, favorendo la tempestiva risoluzione dei problemi e il mantenimento in piena efficienza dell impianto di sicurezza. opzioni Collegando il Modulo Dardo Plus Printer, una stampante opzionale inserita in un quadro, è possibile avere un documento stampato con il rapporto sullo stato dell impianto. Supervisione Dardo Plus può essere collegato direttamente ad un PC per la supervisione di più impianti, anche distanti tra loro, tramite il software Dardo Pc Lite o Dardo Pc Map. Dardo2 E un sistema intelligente per il controllo centralizzato di lampade d emergenza autonome Dardo, che permette di eseguire automaticamente test periodici per la verifica dell impianto. Funzionamento Una centralina di controllo, la Dardo Box2, verifica gli apparecchi tramite test funzionali e di autonomia periodici ed automatici, stampando gli esiti su di una stampante incorporata. Vantaggi Il sistema riduce drasticamente il tempo richiesto per i controlli da parte del personale responsabile della manutenzione, consentendo di intervenire tempestivamente in caso di guasto, e quindi mantenere l impianto in linea con le norme di sicurezza. Supervisione Collegando un PC è possibile la supervisione e la gestione a distanza dell impianto di emergenza, utilizzando i software dedicati Dardo Pc Lite e Dardo Pc Map. Il sistema si può integrare facilmente con altri apparati di supervisione (controllo di allarmi, ecc.) Schema di principio sistema Dardo 105

3 Sistemi Introduzione Sistema Acl Apparato per la divisione e la protezione selettiva delle linee di distribuzione energia per impianti d illuminazione di emergenza alimentati da soccorritori Powersin e Mastersin. Funzionamento L riceve la linea permanente in uscita dal soccorritore e la divide in due rami indipendenti con protezione selettiva per un carico massimo di 3,4 A su ogni linea, proteggendo il soccorritore da eventuali sovraccarichi o cortocircuiti presenti sull impianto a valle dell apparato. Vantaggi In caso di cortocircuito è garantito il sezionamento automatico per ogni linea, sia nel caso in cui il carico è alimentato dalla linea permanente direttamente da rete, sia in condizioni di emergenza con alimentazione da soccorritore. Nel caso in cui si verifichi una condizione di sovraccarico pericolosa per il funzionamento del soccorritore con conseguente interruzione dell erogazione di corrente, la linea responsabile dell anomalia viene aperta, evitando così al soccorritore di erogare in condizioni irregolari o addirittura di autoproteggersi spegnendosi. Espandibilitá Nei casi in cui sia necessario suddividere l uscita del soccorritore in più di due linee, è possibile collegare più in parallelo. Utilizzando in abbinamento all i moduli MCL (Modulo Controllo Linea) e MCP (Modulo Controllo Punto luce), è possibile effettuare la lettura della presenza rete di zona e l intervento automatico in emergenza, su ciascuna delle 2 linee, in modo indipendente, oppure l accensione/ spegnimento del singolo punto luce. Linea permanente Powersin L1 max 3,4 A L2 max 3,4 A Apparecchio Permanente Apparecchio Permanente Uscite Permanenti con protezione selettiva Apparecchio Permanente Apparecchio Permanente Powersin 106

4 Sistemi Interfaccia per la supervisione locale o remota di impianti per illuminazione di emergenza gestiti da sistemi di controllo con Dardo Plus, Dardo2, Powersin,. Funzionamento Collegato ai sistemi di supervisone per l illuminazione di emergenza si possono gestire da un unico punto test e verifiche, con possibilità di visualizzare lo stato dell impianto sia attraverso i software Dardo PC Lite e Dardo PC MAP sia attraverso un intuitiva interfaccia WEB Internet. Vantaggi Unico modulo per la gestione centralizzata locale o remota. Convertitore RS232/485 e /Ethernet integrato bbmessaggi di allerta tramite o SMS (con modem GSM). Connessioni per la supervisione bblocale su linea RS232 bbremota via LAN Ethernet bbtramite Modem Analogico bbtramite Modem GSM. (1) da 1 a 100 unità da 1 a 32 unità di controllo RS232 (1) da 1 a 100 unità da 1 a 32 unità di controllo (1) Una stampante per quattro centraline Dardo Plus. 107

5 Sistemi Introduzione DLM Interfaccia per il controllo e l integrazione con sistema L di impianti per illuminazione di emergenza gestiti da sistemi di controllo con Dardo Plus, Dardo2, Powersin,. Funzionamento Collegato ai sistemi di controllo per l illuminazione di emergenza, permette l integrazione diretta con le reti L di supervisione. Vantaggi Integrazione diretta dell illuminazione di emergenza con le reti L Possibilità di monitorare i sistemi di illuminazione di emergenza tramite software Schneider VISTA Le informazioni vengono convertite direttamente e rese disponibili sull'interfaccia di gestione centralizzata dell'edificio (Es. messaggi di allerta manutenzione) Connessioni Collegamento ai sistemi di controllo tramite linee seriali RS232 e. 108

6 Software di supervisione "Dardo pc lite Server e dardo pc map Server : software di gestione di una o più centraline dardo plus oppure dardo 2 tramite pc. Dardo PC LITE e Dardo PC MAP sono programmi per la supervisione dei sistemi realizzati con centraline Dardo Plus e Dardo 2 che garantiscono un concreto aiuto all utente nell'organizzazione delle manutenzioni e nella verifica degli impianti per illuminazione di sicurezza attraverso un personal computer. I programmi possono controllare fino ad un massimo di 32 centraline Dardo (64 con ripetitore), di qualsiasi tipo e comunicano con le centraline Dardo dell impianto tramite una linea dedicata. Dardo PC Lite Server Dardo PC Map Server Dardo PC LITE Server Funzionamento Dardo PC LITEpermette la supervisione dei sistemi OVA realizzati con centraline Dardo Plus e Dardo 2, assistendo l utente nell'organizzazione delle manutenzioni. La gestione da posizione remota permette sia di realizzare test di verifica sia di visualizzare in modo estremamente preciso lo stato dell impianto, consentendo di effettuare interventi mirati, con l esatta identificazione della lampada interessata e del tipo di guasto intervenuto. Vantaggi Nella realizzazione di impianti particolarmente complessi, Dardo PC LITE risulta la soluzione migliore per la diagnosi e la pianificazione degli interventi di manutenzione. Connessioni Dardo PC LITE consente sia la supervisione di impianti collegati localmente sia di sistemi realizzati nell ambito di una connessione ethernet. Dardo PC MAP Server Funzionamento Dardo PC MAP permette la supervisione dei sistemi OVA realizzati con centraline Dardo Plus o Dardo2, assistendo l utente nell'organizzazione delle manutenzioni. Con questo software l utente può inserire le planimetrie dell impianto in formato BMP, JPG o GIF su cui posizionare in modo preciso gli apparecchi di emergenza, in caso di guasto di uno o più apparecchi il programma evidenzierà sulla pianta le lampade in anomalia. Vantaggi L impiego del programma Dardo PC MAP è particolarmente conveniente per la diagnosi di impianti molto estesi, fornendo la localizzazione esatta degli apparecchi guasti e il tipo di problema riscontrato. Connessioni Dardo PC MAP consente sia la supervisione di impianti collegati localmente sia di sistemi realizzati nell ambito di una connessione ethernet. 109

7 Sistemi Guida alla scelta Gamma Dardo Plus Dardo2 Caratteristiche tecniche Controllo apparecchi autonomi b b Controllo apparecchi centralizzati b Controllo del carico in corrente Max corrente controllata 3,4 A (consigliata 3,2) Funzione SE - SA 2 linee di uscita b 1 linea di uscita b Stampante incorporata b Dimensioni (mm) A C A: 159 b: 90 c: 73 d: 45 B A: 240 b: 340 c: 150 Pagina

8 Apparato Controllo Linea Modulo MCL Modulo MCP (Dardo Connection Module) DLM (Dardo L Module) Modulo MCL Modulo Modulo MCP Modulo DCL b b b b bbb(mcl) b b A C A C B D A: 468 B b: 128 c: 116 d: 437 E: 97 F: 116 A: 159 b: 90 c: 73 d: 45 A: 72 b: 80,8 c: 65,8 A C B A: 235 b: 40 c:

9 Sistemi Dardo Plus Sistema per il controllo centralizzato di apparecchi per l illuminazione di emergenza Dimensioni Dardo Plus Printer. Caratteristiche tecniche bbalimentazione 230 V - 50H z bbbatteria interna ricaricabile 6 V 0,8 Ah Ni-Cd bbtempo di ricarica 24 ore bbassorbimento 2 VA bblinee di uscita 1 bbmax numero apparecchi collegabili: 100 bbmax distanza tra lampade dardo e Dardo Plus 600 m cavo 2 x 2,5 mm 400 m con cavo 2 x 1,5 mm m con cavo 2 x 1 mm 2 bbmax estensione cumulativa della linea di controllo dardo lampade: 1000 m bbpeso 0,735 kg. Caratteristiche della linea di supervisione bbmax estensione delle linee di interconnessione stampante e supervisione: 1200 m con cavo AWG24 (1) 1-3 coppie schermato; schermo a massa in un solo punto della tratta bbcollegamento modem con cavo fornito bbcollegamento PC LITE (opzionale): 1200 m con AWG24 (1) 2 coppie schermato; schermo a massa in un solo punto della tratta; (max 32 Centraline). (1) Cavo schermato, twistato con 1,2 o 3 coppie e sezione 0,51 mm 2 con filo rigido oppure 0,16 mm 2 con filo flessibile. Accessori Descrizione Interfaccia per la supervisione locale o remota di impianti per illuminazione di emergenza gestiti da sistemi di controllo con Dardo Plus, Dardo2, Powersin, DLM Interfaccia per il controllo e l integrazione con sistema L di impianti per illuminazione di emergenza gestiti da sistemi di controllo con Dardo Plus, Dardo2, Powersin, Modulo Dardo Plus Printer (opzionale) Fotocircuito Master Eye Composizione Sistema dardo plus Il Modulo Dardo Plus Printer è un componente opzionale che prevede una stampante, inserita in un quadro, predisposta specificamente per essere collegata alle centraline Dardo Plus. Collegando il Modulo Dardo Plus Printer è possibile avere un documento stampato con il rapporto sullo stato dell impianto, oltre a tutti gli eventi significativi gestiti dal sistema. Nel caso di apparecchi d illuminazione guasti viene fornita, in tempo reale ed in modo univoco, l indicazione numerica di quelli in anomalia. Il Modulo Dardo Plus Printer può essere utilizzato come unica stampante per un massimo di 4 centraline Dardo Plus interconnesse tra loro. Il Modulo Dardo Plus Printer è predisposto per l installazione a parete, utilizzando i fori e le asole presenti sul fondo del contenitore. Il fotocircuito Master Eye riconosce con assoluta precisione in quale apparecchio si sia verificato il guasto. è sufficiente equipaggiare le prafoniere (standard) con il fotocircuito Master Eye, collegato con una semplice linea bifilare alla centralina. L identificazione delle lampade viene stabilita dall utente impostando da 01 a 00 i due commutatori decimali presenti sul fotocircuito. Ogni apparecchio è identificato dalla centralina attraverso il codice impostato nel fotocircuito. Modello Codice Centralina Dardo Plus OVA34109 Centralina Dardo Plus Hospital OVA34150 Modulo Dardo Plus Printer OVA52204 OVA52215 DLM OVA52214 Dardo PC LITE Server OVA52003 Dardo PC MAP Server OVA52403 Master Eye OVA52914 Con apparecchi alimentati da soccorritore Powersin / Mastersin Duo OVA17011 MCL OVA17010 MCP OVA

10 /BATT. DARDO PLUS PRINTER Print Feed Display per la visualizzazione immediata di anomalie e guasti. Morsettiera per ingressi e segnalazioni remote. Architettura del sistema Il Sistema Il Dardo Plus è un sistema automatico che permette di controllare tre tipi di apparecchi: bbautoalimentati con batteria interna (lampade della serie Dardo o N.Everlux Dardo) bbalimentati da soccorritore (lampade della serie MCS o rese tali con modulo Master Eye) bbalimentati da soccorritore e controllati da MCL o MCP. Apparecchi Dardo In questi apparecchi viene utilizzato un circuito d interfaccia che dialoga con la centralina e che consente all utente di assegnare un numero ad ogni singola lampada. Questo numero identifica in modo univoco l apparecchio e sarà riportato nei messaggi di guasto generati dalla centralina Dardo Plus in caso di anomalie. L assegnazione del numero può essere impostato su qualsiasi valore compreso tra 01 e 00 (dove 00 rappresenta il n 100), perchè 100 è il numero massimo di lampade che la centralina è in grado di controllare. Anche i kit di emergenza per lampade fluorescenti (normalmente conosciuti col nome commerciale di Everlux) hanno una versione Dardo compatibile col sistema Dardo Plus. Centralina Dardo Plus La centralina Dardo Plus esegue i controlli per mezzo di: bbtest manuali immediati richiamabili da tastiera. bbtest automatici programmati secondo calendari impostati dall utente. Nel caso di anomalie o guasti la centralina Dardo Plus genera un rapporto scritto sul display con indicazione del numero d identificazione dell apparecchio e del tipo di guasto riscontrato. Nel collegamento con le lampade è importante mantenere uniformi le tipologie di controllo. Ad una centralina Dardo Plus possono essere collegati solo apparecchi dello stesso tipo: o apparecchi autoalimentati o apparecchi alimentati da Soccorritori. Oltre alla centralina standard è previsto il modello Dardo Plus Hospital che permette di gestire tutti gli apparecchi Dardo con 2 h o 3 h di autonomia adatte per l utilizzo in ambienti ospedalieri. Opzioni Collegando il Modulo Dardo Plus Printer, una stampante opzionale inserita in un quadro, è possibile avere un documento stampato con il rapporto sullo stato dell impianto. è inoltre possibile monitorare l intero impianto e gestire le principali funzioni da posizione remota, tramite PC e software dedicato Dardo PC LITE o PC MAP fornibili a richiesta. Morsettiera per interconnessione e supervisione. Collegamento con apparecchi autoalimentati Uscita 230 V da Powersin MCL Dispositivo per la divisione delle linee RS232 Max 15 m Powersin Apparecchi MCS alimentati da Powersin Collegamento con apparecchi alimentati da soccorritore Powersin Dardo Plus Modulo Printer (opzionale) 113

11 Print Feed Sistemi Dardo Plus Sistema per il controllo centralizzato di apparecchi per l illuminazione di emergenza Interconnessione e supervisione Per sistemi di dimensioni più importanti è possibile collegare tra loro fino a un massimo di quattro Dardo Plus, che funzionano in modo praticamente indipendente, salvo per il fatto che condividono l'uso di una sola stampante (Modulo Dardo Plus Printer), con notevole risparmio. In questo caso le lampade controllate possono raggiungere il numero di 400. L interconnessione tra le centraline viene effettuata tramite linea seriale e cavo schermato - twistato - 1 coppia, tipo AWG24. Dardo Plus può essere collegato direttamente ad un PC per la supervisione di più impianti, anche distanti tra loro, tramite, software di tipo grafico ed interattivo; il collegamento tra Dardo Plus e PC avviene tramite bus seriale, e attraverso i software Dardo PC LITE o Dardo PC MAP sono gestibili fino a 32 centraline per impianto. Le informazioni riportate sul PC in modo grafico (con sinottici o mappe) riguardano: lo stato dell impianto, la configurazione delle lampade, lo stato della comunicazione, lo stato di funzionamento e di autonomia di ciascuna lampada. Interconnessione di 4 centraline Dardo Plus L interconnessione si effettua con linea. /BATT. DARDO PLUS PRINTER Supervisione con linea Il PC e le Centraline sono posizionate in locali diversi dello stesso edificio. 114

12 Gestione remota Supervisione da unica postazione, con PC e software dedicato, d impianti anche geograficamente distanti tramite rete Ethernet. Oltre alla gestione locale, Dardo Plus può essere facilmente interfacciato, utilizzando specifici supporti di connessione, ad una rete Ethernet in modo da gestire e controllare agevolmente l impianto. In questo esempio viene rappresentata la possibilità di gestire da un unica postazione PC alcuni impianti anche distanti. Oltre a visualizzare le eventuali anomalie, il software permette di eseguire da posizione remota tutti i comandi e le funzioni normalmente attuabili direttamente sulle centraline. 115

13 Sistemi Dardo2 Sistema per il controllo centralizzato di apparecchi per l illuminazione di emergenza autonomi Caratteristiche tecniche bbsistema di controllo centralizzato per apparecchi di illuminazione di emergenza autonomi con autonomia di 1h o di 3h. bbalimentazione 230 V 50 Hz bbassorbimento 15 VA bbclasse d'isolamento I bbgrado di protezione IP40 bbbatterie interne 12 V 3 Ah Pb bbautonomia Max 10 h bblinee di collegamento con lampade Dardo: 2 bbnumero max di lampade Dardo per linea 96 bbnumero max di zone per linea 96 bbdistanza max tra Dardo Box2 e lampade Dardo 400 m per linea con cavo 2 x 1,5 mm m per linea con cavo 2 x 2,5 mm 2 bbmax estensione linee lampade Dardo m. Accessori Descrizione Interfaccia per la supervisione locale o remota di impianti per illuminazione di emergenza gestiti da sistemi di controllo con Dardo Plus, Dardo2, Powersin, DLM Interfaccia per il controllo e l integrazione con sistema L di impianti per illuminazione di emergenza gestiti da sistemi di controllo con Dardo Plus, Dardo2, Powersin, Dardo box2 C/Printer (in contenitore a parete e/o quadro). Dardo box2 (in contenitore a parete e/o quadro). Centralina Dardo Box2 (senza Printer) La centralina Dardo Box2 senza Printer ha un funzionamento analogo a quella dotata di stampante, e deve essere utilizzata in interconnessione con una centralina con printer quando nell impianto sono previsti più di 192 apparecchi. Pannello di controllo con sinottico e tastiera. Composizione Sistema Dardo2 Modello Dardo Box2 Dardo Box2 c/printer Dardo PC Lite Dardo PC Map DLM Codice OVA34077 OVA34078 OVA52003 OVA52403 OVA52215 OVA

14 Architettura del sistema Il sistema di controllo per l Illuminazione di Emergenza Dardo2 è in grado di eseguire test periodici, sia funzionali sia di autonomia e di rilasciare, tramite la stampante incorporata, rapporti scritti sullo stato dell impianto con indicazione numerica delle lampade guaste o fuori autonomia. Gli esiti si possono visualizzare anche su personal computer con i Software Dardo Pc Lite e Dardo Pc Map. La Centralina Dardo2 è in grado di controllare solo apparecchi Dardo con autonomia di 1h o 3 h. Apparecchi Dardo In questi apparecchi viene utilizzato un circuito d interfaccia che dialoga con la centralina e che consente all utente di assegnare un numero ad ogni singola lampada. Questo numero identifica in modo univoco l apparecchio e sarà riportato nei messaggi di guasto generati e stampati dalla centralina Dardo Box2 in caso di anomalie. L assegnazione del numero può essere impostata su qualsiasi valore compreso tra 01 e 96, perché 96 è il numero massimo di lampade che la centralina è in grado di controllare su ognuna delle due linee di controllo disponibili. Anche i kit di emergenza per lampade fluorescenti (normalmente conosciuti col nome commerciale di Everlux) hanno una versione Dardo compatibile col sistema Dardo2. Centralina Dardo Box2 è la centralina che controlla il funzionamento d'insieme, gestisce gli eventi temporizzati, interroga le lampade, memorizza i dati e fa funzionare la stampante. Dalla Dardo Box2 hanno origine due linee che consentono il dialogo con le lampade, è possibile collegare un massimo di 96 lampade per linea, per un totale di 192 apparecchi controllabili. La centralina esegue automaticamente il test funzionale e di autonomia di ciascuna lampada, fornendo direttamente i risultati dei test tramite una stampante già incorporata nella centralina stessa.tramite il pannello di segnalazione e comandi, posto sul frontale della centralina, si possono richiedere test funzionali o di autonomia immediati per le lampade di ciascuna linea, con stampa locale dei risultati e visualizzazione tramite LED dello stato di buon funzionamento o di guasto delle linee. La stampante fornisce oltre all identificazione delle singole lampade guaste, anche la data e l'ora di ogni evento significativo. Opzioni Oltre alla centralina già dotata di stampante è disponibile la Dardo box2 senza printer, utilizzabile quando più centraline devono essere interconnesse tra loro. è Inoltre possibile monitorare l intero impianto e gestire le principali funzioni da posizione remota, tramite PC e software dedicato Dardo pc lite o Pc Map fornibili a richiesta. Collegamento con apparecchi Dardo. 117

15 Sistemi Dardo2 Sistema per il controllo centralizzato di apparecchi per l illuminazione di emergenza autonomi Interconnessione e supervisione Per sistemi di dimensioni più importanti e possibile collegare tra loro fino a un massimo di quattro Dardo Box2 (una con printer e tre senza printer), che funzionano in modo praticamente indipendente, salvo per il fatto che condividono l'uso di una sola stampante, con notevole risparmio. In questo caso le lampade controllate possono raggiungere il numero di 768. L interconnessione tra le centraline viene effettuata tramite linea bifilare. Dardo2 può essere collegato direttamente, o via modem, ad un PC per la supervisione di più impianti, anche geograficamente distanti tra loro, tramite, software di tipo grafico ed interattivo; il collegamento tra Dardobox2 e PC avviene tramite bus seriale, e attraverso i software Dardo Pc Lite o Dardo Pc Map sono gestibili fino a 32 Centraline per impianto. Le informazioni riportate sul PC in modo grafico (con sinottici o mappe) riguardano: lo stato dell impianto, la configurazione delle lampade, lo stato della comunicazione, lo stato di funzionamento e di autonomia di ciascuna lampada. Interconnessione di centraline Dardo Box2 Supervisione con linea Il PC e le Centraline sono posizionate in locali diversi dello stesso edificio. 118

16 Supervisione dei Sistemi Dardo Esempio di controllo integrato e supervisione con unico PC dei sistemi formati da centraline Dardo Plus e Dardo2. 119

17 Sistemi Apparato Controllo Linea Apparato per la divisione e la protezione selettiva delle linee di distribuzione energia per impianti di illuminazione di emergenza alimentati da soccorritori Powersin Caratteristiche tecniche bbalimentazione: 230 V 50 Hz bbbatteria interna ricaricabile: 6 V 1500 mah bbassorbimento:15 VA bbclasse di isolamento: I bbn Uscite disponibili: 2 bbstep di selezione corrente: 1,6 A; 2,5 A; 3,4 A (corrente consigliata: 1,5 A; 2,3 A; 3,2 A) Caratteristiche delle linee di interconnessione bbcollegamento con Powersin: 1200 m con cavo AWG24 Sinottico con stato dell'impianto e del soccorritore. Vista inferiore. Vista superiore. Sui lati superiore ed inferiore dell apparato sono previste le morsettiere per i collegamenti di potenza, delle segnalazioni, della supervisione e i dispositivi per le impostazioni di controllo e supervisione. N. B.: supporti registrabili per l'installazione a quadro elettrico non inclusi. Accessori Modulo MCL Modulo MCP Descrizione Il modulo MCL(Modulo Controllo Linea) è un dispositivo che riceve in ingresso la linea permanente proveniente dall apparato e, in caso di avaria locale (ad esempio mancanza rete al quadro di zona), permette l alimentazione in emergenza della linea collegata a valle del dispositivo; la max. corrente controllata è di 3,4 A sinusoidale. MCL, ad esempio, rileva la presenza di rete e lo stato di accensione (-OFF) su una linea di illuminazione ordinaria accendendo le lampade in modo permanente; mentre in caso di guasto coordina l intervento e la commutazione dell alimentazione sulla linea di soccorso alimentando gli apparecchi in emergenza. Inoltre, in presenza di un comando test funzionale o del comando da interruttore, il modulo esegue l accensione di tutti i punti luce collegati alla linea di uscita. Il dispositivo MCL abbinato alla centralina Dardo Plus esegue la diagnosi della linea, segnalandone lo stato ed eventuali anomalie in locale, direttamente sul pannello frontale attraverso un LED multicolore. É anche possibile visualizzare le stesse segnalazioni sulla centralina Dardo Plus e, nel caso in cui siano utilizzati i software Dardo PC Lite o Dardo PC Map per la supervisione, anche su di un PC. Il modulo MCP (Modulo Controllo Punto Luce) è un dispositivo che riceve in ingresso la linea permanente proveniente dall apparato e, in caso di avaria locale (ad esempio mancanza rete al quadro di zona), permette l accensione in emergenza del punto luce collegato a valle del dispositivo; la max. corrente controllata è di 0,4 A sinusoidale. MCP rileva, ad esempio, la presenza di rete e lo stato di accensione (-OFF) su un punto luce di illuminazione ordinaria accendendo la lampada in modo permanente; mentre in caso di guasto commuta l alimentazione sulla linea di soccorso alimentando l apparecchio in emergenza. Inoltre, in presenza di un comando test funzionale o del comando da interruttore, il modulo esegue l accensione del punto luce collegato alla linea di uscita. Il dispositivo MCP abbinato alla centralina Dardo Plus esegue la diagnosi del punto luce, segnalandone lo stato ed eventuali anomalie in locale, attraverso un LED multicolore. É anche possibile visualizzare le stesse segnalazioni sulla centralina Dardo Plus e, nel caso in cui siano utilizzati i software Dardo PC Lite o Dardo PC Map per la supervisione, anche su di un PC. Composizione Sistema Modello MCL MCP Codice OVA17011 OVA17010 OVA

18 Funzionamento Sistema Acl Generalità L unità denominata (Apparato Controllo Linee) è un dispositivo per la divisione, il controllo e la protezione selettiva delle linee di distribuzione energia per impianti d illuminazione di emergenza alimentati da soccorritori Schneider Electric. L riceve la linea permanente in uscita dal soccorritore e la divide in due rami indipendenti con protezione selettiva, proteggendo il soccorritore da eventuali sovraccarichi o cortocircuiti presenti sull impianto a valle dell apparato. La massima corrente controllata è di 3,4A. Protezioni In caso di cortocircuito è garantito il sezionamento automatico per ogni linea, sia nel caso in cui il carico è alimentato dalla linea permanente direttamente da rete, sia in condizioni di emergenza con alimentazione da soccorritore. Nel caso in cui si verifichi una condizione di sovraccarico pericolosa per il funzionamento del soccorritore con conseguente interruzione dell erogazione di corrente, la linea responsabile dell anomalia viene aperta, evitando così al soccorritore di erogare in condizioni irregolari o addirittura di autoproteggersi spegnendosi. Segnalazioni prevede una serie di segnalazioni luminose direttamente sul sinottico frontale, inerenti lo stato del soccorritore e dell impianto collegato alle due linee di uscita; le segnalazioni possono essere anche acustiche. è anche possibile remotizzare tutte le segnalazioni realizzate in locale, attraverso l utilizzo di un PC su cui sono installati i software Dardo PC Lite o Dardo PC Map, oppure delle morsettiere, presenti sull apparato stesso, tramite cui si rendono disponibili comandi open collector. Espandibilità Nei casi in cui sia necessario suddividere l uscita del soccorritore in più di due linee, è possibile collegare più in parallelo. Utilizzando in abbinamento all i moduli MCL (Modulo Controllo Linea) e MCP (Modulo Controllo Punto luce), è possibile effettuare la lettura della presenza rete di zona e l intervento automatico in emergenza, su ciascuna delle 2 linee, in modo indipendente, oppure l accensione/ spegnimento del singolo punto luce. Collegamento Linea permanente Powersin L1 max 3,4 A L2 max 3,4 A Apparecchio Permanente Apparecchio Permanente Uscite Permanenti con protezione selettiva Apparecchio Permanente Apparecchio Permanente Powersin Schemi puramente indicativi Reattore Tubi fluorescenti lineari tabella di dimensionamento Numero di lampade per linea Tubi fluorescenti compatti Numero di lampade per linea 3,2 A 2,3 A 1,5 A MCL MCP 3,2 A 2,3 A 1,5 A MCL MCP Elettronico 18 W W cosj 0,95 36 W W W W W N.B.: La tabella è puramente indicativa ed è stata costruita facendo riferimento ai dati forniti dai costruttori di Ballast più diffusi. I calcoli sono stati fatti supponendo che le batterie operino nelle condizioni di uso definite dal costruttore. 121

19 /BATT. DARDO PLUS PRINTER Print Feed /BATT. DARDO PLUS PRINTER Print Feed Sistemi Apparato Controllo Linea Apparato per la divisione e la protezione selettiva delle linee di distribuzione energia per impianti di illuminazione di emergenza alimentati da soccorritori Powersin Linea permanente Powersin Collegamento con MCL RS232 L1 max 3,4 A Max 15 m L2 max 3,4 A MCL1 Linea Dardo di controllo MCL 2 MCL Presenza rete -OFF 230 V Accensione MCL lampade Presenza rete Apparecchio Permanente VA Apparecchio Permanente max 3,4 A Solo Emergenza VA max 3,4 A Permanente/Non Permanente Apparecchio Permanente Apparecchio Permanente Powersin Dardo Plus Modulo Printer (opzionale) Collegamento con MCP LAN Ethernet Line permanente Powersin L1 max 3,4 VA L2 max 3,4 VA Illuminazione ordinaria -OFF 230 V MCL MCL Dardo PC-LITE Dardo PC MAP Stampante Supervisione con software opzionale Max 15 m RS232 RS232 Max 15 m Linea controllo Dardo 01 Presenza rete MCP -OFF 230 V Presenza rete 02 Illuminazione ordinaria/emergenza Dardo Plus MCP -OFF 230 V Presenza rete 03 Illuminazione ordinaria/emergenza Powersin Modulo Printer (opzionale) Schemi puramente indicativi 122

20 Sistemi (Dardo Connection Module) Interfacce di supervisione Interfaccia per la supervisione locale o remota di impianti per illuminazione di emergenza gestiti da sistemi di controllo =SE= (Dardo Plus, Dardo2, Powersin, ). Caratteristiche Tecniche bbalimentazione 24 Vdc ±10% ma bbcollegamento diretto al PC tramite cavo crossing (non compreso) bbconnessione RS232 (RJ45) bbconnessione (morsettiera 5 poli) bbbatteria interna al Litio per memorizzazione data e ora bbconvertitore RS232/485 e /Ethernet integrato. Accessori Alimentatore Modem GSM (Zelio SR2 Mod 02) Descrizione Permette di alimentare a 24 V in corrente continua l apparato Interfaccia modem - GSM appositamente studiato per la connessione con i sistemi di supervisione Schneider-Electric Funzionamento Collegato ai sistemi di gestione e controllo per l illuminazione di emergenza si possono gestire da un unico punto test e verifiche, con possibilità di visualizzare lo stato dell impianto sia attraverso i software Dardo PC Lite e Dardo PC MAP sia attraverso un intuitiva interfaccia WEB Internet. Collegamento Il collegamento ai componenti dei sistemi di gestione e controllo si effettua tramite linea seriale e RS232, mentre per la supervisione si possono utilizzare la linea RS232 per controllo locale e/o la rete Ethernet in remoto. Configurazione e Supervisione Un può controllare fino a 32 apparati: Dardo Plus, Dardo2 e sulla linea e Powersin sulla linea RS232. La supervisione può essere Locale o remota. Per la supervisione Locale si utilizza la linea RS232, collegando un PC ed utilizzando i software Dardo PC Lite o Dardo PC MAP. La presa per la RS232 può essere utilizzata o per il collegamento al Powersin o per la supervisione locale La supervisione remota si effettua con i software Dardo PC Lite o Dardo PC MAP o con un semplice WEB Browser, grazie alla funzione WEB server integrata nell interfaccia. La connessione remota si può effettuare tramite: bblan Ethernet bbmodem Analogico bbmodem GSM WEB Server L interfaccia Web permette ai sistemi Schneider Electric di essere configurati e monitorati da posizione remota, con accesso da qualsiasi PC con connessione Internet. La funzione WEB Server è utilizzabile con i più comuni browser di internet, non servono software specifici e permette: bbinvio di comandi agli apparecchi collegati e configurati bbcontrollo dello stato degli apparecchi e delle lampade bbmessaggi di allerta tramite o SMS (con modem GSM) bbfino a 4 indirizzi e 10 numeri telefonici bbregistrazione degli eventi degli apparecchi configurati quando il non è in comunicazione con altri controlli esterni (PC Modem) bb2 livelli di accesso per la configurazione di sicurezza: livello amministratore e livello utilizzatore 123

Impianti d illuminazione di sicurezza. Diagnosi centralizzata Supervisione e telegestione su reti LAN, Internet, LON, GSM

Impianti d illuminazione di sicurezza. Diagnosi centralizzata Supervisione e telegestione su reti LAN, Internet, LON, GSM Impianti d illuminazione di sicurezza Diagnosi centralizzata Supervisione e telegestione su reti LAN, Internet, LON, GSM Diagnosi centralizzata Un sistema di Illuminazione di Emergenza controllato e verificato

Dettagli

Impianti d illuminazione di sicurezza. Diagnosi centralizzata Supervisione e telegestione su reti LAN, Internet, LON, GSM

Impianti d illuminazione di sicurezza. Diagnosi centralizzata Supervisione e telegestione su reti LAN, Internet, LON, GSM Impianti d illuminazione di sicurezza Diagnosi centralizzata Supervisione e telegestione su reti LAN, Internet, LON, GSM Diagnosi centralizzata Un sistema di Illuminazione di Sicurezza verificato e manutenzionato

Dettagli

Accessori LINEA 1 REST MODE REST MODE..220V MAINS BATTERIE CARICHE REST MODE FULL CHARGE TEST TEST TEST TEST FUNZIONALE AZZER. OCCUPATO TEST IMMINENT

Accessori LINEA 1 REST MODE REST MODE..220V MAINS BATTERIE CARICHE REST MODE FULL CHARGE TEST TEST TEST TEST FUNZIONALE AZZER. OCCUPATO TEST IMMINENT DARDO2 Sistema per il controllo centralizzato di apparecchi per l illuminazione di emergenza autonomi Caratteristiche Sistema di controllo centralizzato per apparecchi di illuminazione di emergenza autonomi

Dettagli

Sistema DaisaTest. Funzioni del Sistema DaisaTest. Sistema di controllo per impianti di illuminazione di emergenza

Sistema DaisaTest. Funzioni del Sistema DaisaTest. Sistema di controllo per impianti di illuminazione di emergenza Sistema di controllo per impianti di illuminazione di emergenza Sistema DaisaTest Funzioni del Sistema DaisaTest Il Sistema DaisaTest è un tipo di impianto di Illuminazione di Emergenza in grado di monitorare

Dettagli

Energia e Luce di emergenza

Energia e Luce di emergenza Energia e Luce di emergenza Apparecchi e sistemi per l illuminazione d emergenza e la segnalazione di sicurezza Catalogo 2014 Energia e Luce di Emergenza Sommario generale Soluzioni per l illuminazione

Dettagli

Impianti di rilevazione incendio indirizzati ad anello (loop)

Impianti di rilevazione incendio indirizzati ad anello (loop) Impianti di rilevazione incendio indirizzati ad anello (loop) In questi impianti la linea bifilare che parte dalla centrale di controllo non termina con la resistenza di fine linea, ma si richiude sulla

Dettagli

Energia e Luce di emergenza

Energia e Luce di emergenza TM Energia e Luce di emergenza Apparecchi e sistemi per l illuminazione d emergenza e la segnalazione di sicurezza Catalogo 2015 Energia e Luce di Emergenza Sommario generale Soluzioni per l illuminazione

Dettagli

Specifica Tecnica. Ezylog. Sistema di Monitoraggio. Impianto Fotovoltaico

Specifica Tecnica. Ezylog. Sistema di Monitoraggio. Impianto Fotovoltaico SOLUZIONI PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI Specifica Tecnica Ezylog Sistema di Monitoraggio Impianto Fotovoltaico Pag. 1 /12 1.1. PRESCRIZIONI GENERALI 1. SCOPO La presente specifica ha lo scopo di definire i

Dettagli

TELEFLUX 2000 PLUS SISTEMA DI SUPERVISIONE CONTROLLO ED AQUISIZIONE DATI PER LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE

TELEFLUX 2000 PLUS SISTEMA DI SUPERVISIONE CONTROLLO ED AQUISIZIONE DATI PER LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE TELEFLUX 2000 PLUS SISTEMA DI SUPERVISIONE CONTROLLO ED AQUISIZIONE DATI PER LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE CS072-ST-01 0 09/01/2006 Implementazione CODICE REV. DATA MODIFICA VERIFICATO RT APPROVATO AMM Pagina

Dettagli

INVERTER AD ONDA SINUSOIDALE PURA. SISTEMA DI ACCUMULO ENERGIA CON QUADRO INTERFACCIA E GESTIONE.

INVERTER AD ONDA SINUSOIDALE PURA. SISTEMA DI ACCUMULO ENERGIA CON QUADRO INTERFACCIA E GESTIONE. INVERTER AD ONDA SINUSOIDALE PURA. SISTEMA DI ACCUMULO ENERGIA CON QUADRO INTERFACCIA E GESTIONE. Inverter DC-AC ad onda sinusoidale pura Da una sorgente in tensione continua (batteria) 12Vdc, 24Vdc o

Dettagli

230Vac - 50Hz 10 W IP 20. Guida DIN 12 moduli

230Vac - 50Hz 10 W IP 20. Guida DIN 12 moduli DESCRIZIONE DI CAPIOLAO Centrale di Supervisione MINI PLUS per impianti di illuminazione di sicurezza, munita di microprocessore in grado di eseguire automaticamente controlli centralizzati periodici per

Dettagli

Guida alla Supervisione

Guida alla Supervisione Guida alla Supervisione n. 12 maggio 12 e alla Telegestione Sistemi centralizzati di illuminazione di emergenza 1 La sicurezza è un bene prezioso! Negli impianti di Illuminazione e Segnalazione di emergenza

Dettagli

SISTEMA ANTINTRUSIONE 1067

SISTEMA ANTINTRUSIONE 1067 SISTEMA ANTINTRUSIONE 1067 Centrali Il nuovo sistema antintrusione è idoneo per ogni tipo di applicazione ed è destinato in particolare ad impianti di medie dimensioni: il suo campo di applicazione spazia

Dettagli

TOUCH SEMPLICE AFFIDABILE COMPLETO

TOUCH SEMPLICE AFFIDABILE COMPLETO TOUCH SEMPLICE AFFIDABILE COMPLETO CHECK LIST Risoluzione 0.1 C - Accuratezza 0.1 C (*) Display 7 Touch screen Registrazione continua delle temperature Illuminazione a LED Porta USB - SD - SIM con accesso

Dettagli

INNOVAZIONE FIOCCHETTI NUOVA GAMMA DI FRIGORIFERI FIOCCHETTI

INNOVAZIONE FIOCCHETTI NUOVA GAMMA DI FRIGORIFERI FIOCCHETTI INNOVAZIONE FIOCCHETTI NUOVA GAMMA DI FRIGORIFERI FIOCCHETTI Le ultime novità dell elettronica entrano nel campo del freddo medicale per garantire massime prestazioni e sicurezza ai vostri prodotti. TOUCH

Dettagli

QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO (ACP) Serie GBW

QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO (ACP) Serie GBW QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO () Generalità Quadro di comando e controllo manuale/automatico () fornito a bordo macchina, integrato e connesso al gruppo elettrogeno. Il quadro utilizza un compatto

Dettagli

Energia e Luce di emergenza

Energia e Luce di emergenza Energia e Luce di emergenza Apparecchi e sistemi per l illuminazione d emergenza e la segnalazione di sicurezza Catalogo 2012 Energia e Luce di Emergenza 4 Energia e Luce di Emergenza Sommario generale

Dettagli

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici SPECIFICHE TECNICHE MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici RSPV05I1 rev.01 0909 (Descrizione) Il sistema di telegestione telecontrollo

Dettagli

OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV

OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV SPECIFICHE TECNICHE OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV RSST04I00 rev. 0 0113 SPECIFICA SIGLA TIPO DI PRODOTTO A DIM/F TELEGESTIONE QUADRI DI CAMPO

Dettagli

COMBI Lift Systems. Sistema di gestione delle chiamate di emergenza per ascensori. VANTAGGI Vivavoce cabina. Vivavoce integrato.

COMBI Lift Systems. Sistema di gestione delle chiamate di emergenza per ascensori. VANTAGGI Vivavoce cabina. Vivavoce integrato. COMMUNICATION Vega Communication è la divisione specializzata di Vega che sviluppa accessori per ascensori dedicati alle comunicazioni di sicurezza con l esterno. Soluzioni evolute che fanno sistema operando

Dettagli

Agente di rete NetMan 101/102 Plus SENSORI AMBIENTALI. Caratteristiche. Software e Accessori

Agente di rete NetMan 101/102 Plus SENSORI AMBIENTALI. Caratteristiche. Software e Accessori Agente di rete NetMan 101/102 Plus L agente di rete NetMan plus consente la gestione dell UPS collegato direttamente su LAN 10/100 Mb utilizzando i principali protocolli di comunicazione di rete (TCP/IP,

Dettagli

SISTEMA DI ALLARME. Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0

SISTEMA DI ALLARME. Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0 SISTEMA DI ALLARME Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0 i s o p l u s IPS-DIGITAL-CU IPS-DIGITAL-NiCr IPS-DIGITAL-Software IPS-DIGITAL-Mobil IPS-DIGITAL isoplus Support

Dettagli

MY HOME CONTROLLO LE NOVITÀ. F444 Modem Router ADSL per guida DIN

MY HOME CONTROLLO LE NOVITÀ. F444 Modem Router ADSL per guida DIN MY HOME CONTROLLO LE NOVITÀ F444 Modem Router ADSL per guida DIN MHSERVER2 WEB Server 2 fili di controllo e supervisione audio/video e di sistemi SCS MY HOME MH300 Modem Router ADSL WiFi 298 MY HOME INDICE

Dettagli

SISTEMA DI SICUREZZA SU BUS RS485

SISTEMA DI SICUREZZA SU BUS RS485 10 SISTEMA DI SICUREZZA SU BUS RS485 Per lo sviluppo del sistema sono state utilizzate le più moderne tecnologie sia in termini di componenti elettronici che di protocolli di comunicazione al fine di garantire

Dettagli

Multicom 301/302. Agente di rete NetMan 101/102 Plus. Convertitore di protocollo. Duplicatore di seriale Multicom 351/352.

Multicom 301/302. Agente di rete NetMan 101/102 Plus. Convertitore di protocollo. Duplicatore di seriale Multicom 351/352. Agente di rete NetMan 101/102 Plus L agente di rete NetMan plus consente la gestione dell UPS collegato direttamente su LAN 10/100 Mb utilizzando i principali protocolli di comunicazione di rete (TCP/IP,

Dettagli

013600 Sistema di supervisione WINMAG

013600 Sistema di supervisione WINMAG 013600 Sistema di supervisione WINMAG L importanza della visualizzazione Nei più moderni impianti di supervisione la parola d ordine è visualizzare con precisione e nel minor tempo possibile gli eveni

Dettagli

Catalogo dispositivi per Telecontrollo della serie SRCS Teleletture della serie STxx

Catalogo dispositivi per Telecontrollo della serie SRCS Teleletture della serie STxx Catalogo dispositivi per Telecontrollo della serie SRCS Teleletture della serie STxx Indice Dispositivi di telecontrollo SRCS 2.0 - telecontrollo per centraline «Controlli serie 500».. pag. 3 SRCS-EMU-2T

Dettagli

SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST

SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST La regolazione è il cuore efficiente del sistema NEST di riscaldamento e di raffrescamento degli ambienti. Il sistema permette in primo luogo di tenere sotto controllo continuamente

Dettagli

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione base. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione base. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche CAPITOLATO Sistema di automazione domestica Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione base Pagina 1 di 11 25/09/06 Introduzione Divisione My Home Da alcuni anni si sta assistendo ad una radicale trasformazione

Dettagli

ESTRATTO NORMA UNI CEI 11222

ESTRATTO NORMA UNI CEI 11222 ESTRATTO NORMA UNI CEI 11222 Art. 4 VERIFICHE PERIODICHE 4.1 Generalità Per l esecuzione delle verifiche periodiche deve essere resa disponibile la documentazione tecnica relativa all impianto, compresa

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

UPS MONOFASE DOPPIA CONVERSIONE RACK 19 Rev. 7 SR 5kVA 10kVA

UPS MONOFASE DOPPIA CONVERSIONE RACK 19 Rev. 7 SR 5kVA 10kVA il carico viene trasferito automaticamente, senza soluzione di continuità, sulla rete di soccorso. Quando vengono ripristinate le normali condizioni di funzionamento, il carico è ritrasferito automaticamente

Dettagli

2CSC441001B0902. Apparecchi di comando System pro M compact. Moduli GSM ATT

2CSC441001B0902. Apparecchi di comando System pro M compact. Moduli GSM ATT 2CSC441001B0902 Apparecchi di comando System pro M compact Moduli ATT Per comandare le utenze elettriche con il telefono cellulare I vantaggi La gestione delle apparecchiature elettriche da remoto è un

Dettagli

MT2 e MT3: Schede e sistemi di controllo motori passo passo

MT2 e MT3: Schede e sistemi di controllo motori passo passo IPSES S.r.l. Scientific Electronics MT2 e MT3: Schede e sistemi di controllo motori passo passo La gamma più completa per il controllo intelligente dei motori passo passo I nostri sistemi sono la soluzione

Dettagli

Catalogo dispositivi per Telecontrollo della serie SRCS Teleletture della serie STxx

Catalogo dispositivi per Telecontrollo della serie SRCS Teleletture della serie STxx Catalogo dispositivi per Telecontrollo della serie SRCS Teleletture della serie STxx Catalogo dispositivi di telecontrollo e telelettura Rev. 4.0 Pag. 1/16 SITEC Srl Elettronica Industriale Via A. Tomba,15-36078

Dettagli

Centralina di regolazione multifunzione espandibile con telegestione, con ingresso 4-20mA - MASTER. Dimensioni (mm)

Centralina di regolazione multifunzione espandibile con telegestione, con ingresso 4-20mA - MASTER. Dimensioni (mm) EV87 EV87 Centralina di regolazione multifunzione espandibile con telegestione, con ingresso 4-20mA - MASTER Il regolatore climatico è adatto alla termoregolazione climatica con gestione a distanza di

Dettagli

Catalogo dispositivi per Telecontrollo della serie SRCS Teleletture della serie STxx

Catalogo dispositivi per Telecontrollo della serie SRCS Teleletture della serie STxx Catalogo dispositivi per Telecontrollo della serie SRCS Teleletture della serie STxx Catalogo dispositivi di telecontrollo e telelettura Rev. 3.2 Pag. 1/17 Indice Dispositivi di telecontrollo SRCS 2.0

Dettagli

EXIWAY POWER Manuale integrativo di installazione ed uso del soccorritore Exiway Power per applicazione in impianti di illuminazione d emergenza

EXIWAY POWER Manuale integrativo di installazione ed uso del soccorritore Exiway Power per applicazione in impianti di illuminazione d emergenza Manuale integrativo di installazione ed uso del soccorritore Exiway Power per applicazione in impianti di illuminazione d emergenza ^ Indice 1 Introduzione 3 2 Installazione 3 2.1 Schema a blocchi... 3

Dettagli

Serie Smart App Professional Rackmount

Serie Smart App Professional Rackmount PR2UD0012EU-01 Protezione Estesa per Applicazioni Mission - Critical La serie di UPS Professional RackMount fornisce un avanzato livello di protezione a supporto di dispositivi di telecomunicazione, VOIP,

Dettagli

Dimensioni (mm) Programmazione settimanale con 6 orari di ON e OFF per ogni giorno. Regolazione temperatura dell acqua: 0 100 C

Dimensioni (mm) Programmazione settimanale con 6 orari di ON e OFF per ogni giorno. Regolazione temperatura dell acqua: 0 100 C Centralina di regolazione per la gestione locale e a distanza di impianti termici e tecnologici complessi - MASTER Il regolatore è utilizzato negli impianti particolarmente complessi dove, per risolvere

Dettagli

rdsat remote diagnostic system www.rdsat.it

rdsat remote diagnostic system www.rdsat.it remote diagnostic system chi siamo rdsat è un progetto nato dalla convergenza di due aziende che hanno unito le proprie specifiche competenze per dar vita ad un servizio unico e personalizzabile sulle

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ASG - ALARM SYSTEM GATES -

RELAZIONE TECNICA ASG - ALARM SYSTEM GATES - ASG - ALARM SYSTEM GATES - RELAZIONE TECNICA 1 SCOPO Il presente progetto tecnico è stato redatto dalla SGM SISTEMI INTEGRATI per illustrare i requisiti tecnici fondamentali ed architetturali della soluzione

Dettagli

SISTEMA DI MONITORAGGIO E TELECONTROLLO DA CENTRO REMOTO E/O LOCALE, PER LAMPIONE A LED INTELLIGENTE

SISTEMA DI MONITORAGGIO E TELECONTROLLO DA CENTRO REMOTO E/O LOCALE, PER LAMPIONE A LED INTELLIGENTE SISTEMA DI MONITORAGGIO E TELECONTROLLO DA CENTRO REMOTO E/O LOCALE, PER LAMPIONE A LED INTELLIGENTE - itrpled - INDICE 1. GENERALITA 2. DESCRIZIONE DEL SISTEMA 3. CARATTERISTICHE DEL SISTEMA 4. VANTAGGI

Dettagli

Grado di protezione IP 65 Classe di protezione Condizioni ambientali Da - 25 C a + 55 C

Grado di protezione IP 65 Classe di protezione Condizioni ambientali Da - 25 C a + 55 C 52 / Guida Pratica Prodotti e Servizi Accessori per inverter / I nostri accessori completano tutti gli impianti FV, semplificano l installazione e provvedono alla necessaria sicurezza del sistema Fronius

Dettagli

Gruppi Statici di Continuità DSP, FLESSIBILITÀ E POTENZA

Gruppi Statici di Continuità DSP, FLESSIBILITÀ E POTENZA Gruppi Statici di Continuità DSP, FLESSIBILITÀ E POTENZA Minipower UPX. Dedicati ad utenze professionali I gruppi di continuità a doppia conversione della serie Minipower UPX sono apparecchi professionali

Dettagli

ACP. Centrali antincendio analogiche indirizzabili SICUREZZA ANTINCENDIO

ACP. Centrali antincendio analogiche indirizzabili SICUREZZA ANTINCENDIO ACP Centrali antincendio analogiche indirizzabili SICUREZZA ANTINCENDIO Centrali antincendio analogiche indirizzabili Semplicità e versatilità sono le parole chiave del nuovo sistema analogico indirizzato

Dettagli

UNICA CENTRALE ANTIFURTO A COLLEGAMENTO RADIO E CABLATO CON MONITORE TOUCH SCREEN

UNICA CENTRALE ANTIFURTO A COLLEGAMENTO RADIO E CABLATO CON MONITORE TOUCH SCREEN Data 01/gen/15 SISTEMA ANTIFURTO CON CENTRALE MISTA RADIO FILO BIDIREZIONALE Codice Descrizione Materiale occorrente Q.T. Totale UNICA CENTRALE ANTIFURTO A COLLEGAMENTO RADIO E CABLATO CON MONITORE TOUCH

Dettagli

Parallelamente, il REWIND può essere utilizzato per comunicare con il software di supervisione SICES SUPERVISOR

Parallelamente, il REWIND può essere utilizzato per comunicare con il software di supervisione SICES SUPERVISOR REWIND: Dispositivo elettronico che, sfruttando la tecnologia GSM/GPRS e abbinato ad gruppo elettrogeno, una torre faro, cisterna/serbatoio, ecc..., consente l invio automatico di pacchetti di dati al

Dettagli

INTERFACCE SNMP E SOFTWARE PER UPS MONOFASE

INTERFACCE SNMP E SOFTWARE PER UPS MONOFASE INTERFACCE SNMP E SOFTWARE NetAgent (connessione tramite rete LAN RJ45) NetAgent è un interfaccia SNMP (Simple Network Management Protocol) che permette il collegamento e la configurazione dell UPS in

Dettagli

UPS per una protezione assoluta

UPS per una protezione assoluta UPS per una protezione assoluta XANTO S Serie COMPUTER UPS SYSTEMS P e r f e z i o n e t e d e s c a XANTO S Serie TECNOLOGIA La protezione definitiva per server Windows NT, Unix e Novell. La serie XANTO

Dettagli

TERMINALE DI RILEVAZIONE PRESENZE E CONTROLLO ACCESSI MOD. KP-02

TERMINALE DI RILEVAZIONE PRESENZE E CONTROLLO ACCESSI MOD. KP-02 1 TERMINALE DI RILEVAZIONE PRESENZE E CONTROLLO ACCESSI MOD. KP-02 Il Terminale KP-02 é stato sviluppato per consentire le modalità operative di Rilevazione Presenze e Controllo Accessi. Viene costruito

Dettagli

ANTINTRUSIONE VIA FILO

ANTINTRUSIONE VIA FILO ANTINTRUSIONE VIA FILO Sistemi e componenti alleati della sicurezza L antrintrusione filare Urmet offre una gamma di sistemi ad alte performance, con soluzioni studiate per diverse tipologie di utenza:

Dettagli

DATA LINK CONVERTER RS 232 / RS 485

DATA LINK CONVERTER RS 232 / RS 485 Via M.E. Lepido, 182-40132 BOLOGNA - Casella postale 4052 BorgoPanigale Tel.: 051 404140 - Fax: 051 402040 - WEB: www.ducat ien ergia.com DATA LINK CONVERTER RS 232 / RS 485 MANUALE UTENTE Indice 1. INTRODUZIONE...

Dettagli

SELETEC Sistema di telecontrollo su rete GSM

SELETEC Sistema di telecontrollo su rete GSM Sistema di telecontrollo su rete GSM SELECON Server & Client La tua centrale di controllo wwwseletecmodcom Presentazione SELECON rev00 SELECON SOMMARIO: Server Client Server & Client INTRO - Rappresentazione

Dettagli

SISTEMA DI MONITORAGGIO E GESTIONE ASCENSORI E SCALE MOBILI KONE E-Link

SISTEMA DI MONITORAGGIO E GESTIONE ASCENSORI E SCALE MOBILI KONE E-Link SISTEMA DI MONITORAGGIO E GESTIONE ASCENSORI E SCALE MOBILI E-Link Panoramica completa e immediata E-Link consente di monitorare il gruppo di ascensori e scale mobili presenti in uno o più edifici da un

Dettagli

Excellum2. La facilità del controllo della luce

Excellum2. La facilità del controllo della luce Excellum2 La facilità del controllo della luce Excellum2: La facilità del controllo della luce Il sistema di controllo della luce Excellum2 consente di ottenere prestazioni ottimali dalla propria installazione

Dettagli

SERIE 90 EIB. Apparecchi per la domotica

SERIE 90 EIB. Apparecchi per la domotica Apparecchi per la domotica 179 IL SISTEMA BUS KNX/ E LA SUA ARCHITETTURA I sistemi BUS costituiscono una moderna tecnologia per la realizzazione degli impianti negli edifici residenziali, in quelli dedicati

Dettagli

Integrated Comfort SyStemS

Integrated Comfort SyStemS Integrated Comfort Systems Device innovativo OTOUCH è un sistema di controllo e supervisione innovativo che Eurapo ha sviluppato per gestire il comfort residenziale. L elevata tecnologia è stata abbinata

Dettagli

AREA LAVORI PUBBLICI Servizio Edilizia Pubblica 22/12/2014 COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Articolo INDICAZIONE DEI LAVORI E DELLE PROVVISTE PREZZO

AREA LAVORI PUBBLICI Servizio Edilizia Pubblica 22/12/2014 COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Articolo INDICAZIONE DEI LAVORI E DELLE PROVVISTE PREZZO Q.01.01.01 Edile Impianti 1 a lotto assistenza impianti Totale 1 457,00 457,00 Q.02.010.05 CANALE PLASTICO 2 b oltre 500 fino a 1500 mm.q Calate all'interno dei mobili 6*5+3+3+3+3+15 57,00 Calate pannelli

Dettagli

PERCHE SCEGLIERE QUESTO PRODOTTO

PERCHE SCEGLIERE QUESTO PRODOTTO PERCHE SCEGLIERE QUESTO PRODOTTO CENTRALE ANTINCENDIO CONVENZIONALE CRS8 Pannello sinottico La centrale antincendio mod. CRS8, controllata a microprocessore, è stata progettata per alimentare e gestire

Dettagli

Sistema d allarme senza fili. Guida SOMFY

Sistema d allarme senza fili. Guida SOMFY Sistema d allarme senza fili Guida SOMFY Il sistema d allarme senza fili Somfy vi garantisce la massima tranquillità La motorizzazione e l automazione delle aperture (tapparelle, porta del garage...) partecipano

Dettagli

TP8-88. Sistema Bus ad architettura espandibile da 8 a 88 zone. Tele-programmabile e tele-gestibile.

TP8-88. Sistema Bus ad architettura espandibile da 8 a 88 zone. Tele-programmabile e tele-gestibile. Sistema Bus ad architettura espandibile da 8 a 88 zone. Tele-programmabile e tele-gestibile. Ingressi CONVENTIONAL* ZONE BUS SENSOR BUS CPU 8 No ESP 4IN 4 8 STD 8 No 4 8 ALM8 4 PLUS Configurazione di sistema

Dettagli

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione lusso. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione lusso. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche CAPITOLATO Sistema di automazione domestica Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione lusso Pagina 1 di 17 25/09/06 Introduzione Divisione My Home Da alcuni anni si sta assistendo ad una radicale trasformazione

Dettagli

Manuale Utente Leonardo Inverter 1500. Western Co. Leonardo Inverter

Manuale Utente Leonardo Inverter 1500. Western Co. Leonardo Inverter Western Co. Leonardo Inverter 1 Leonardo Inverter 1500 Inverter ad onda sinusoidale pura Potenza continua 1500W Potenza di picco 2250W per 10sec. Tensione di Output: 230V 50Hz Distorsione Armonica

Dettagli

Gruppi Statici di Continuità DSP, FLESSIBILITÀ E POTENZA

Gruppi Statici di Continuità DSP, FLESSIBILITÀ E POTENZA Gruppi Statici di Continuità DSP, FLESSIBILITÀ E POTENZA Minipower UPX. Dedicati ad utenze professionali I gruppi di continuità a doppia conversione della serie Minipower UPX sono apparecchi professionali

Dettagli

G l o b a l C o n n e c t i o n S i s t e m a d i t e l e c o n t r o l l o G S M / G P R S

G l o b a l C o n n e c t i o n S i s t e m a d i t e l e c o n t r o l l o G S M / G P R S G l o b a l C o n n e c t i o n S i s t e m a d i t e l e c o n t r o l l o G S M / G P R S Generalità dinanet-global_connection è un apparato elettronico per il controllo e la sicurezza sia domestica

Dettagli

Shineforce. La tecnologia che semplifica la vita DOMOTICA

Shineforce. La tecnologia che semplifica la vita DOMOTICA DOMOTICA La tecnologia che semplifica la vita Shineforce Centrodomotica Srl SEDE CENTRALE Via Cellina, 1 33080 Porcia (PN) - Italy Tel. e Fax +39 0434.593090 info@centrodomotica.it www.centrodomotica.it

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SISTEMA SOLAR DEFENDER

RELAZIONE TECNICA SISTEMA SOLAR DEFENDER RELAZIONE TECNICA SISTEMA SOLAR DEFENDER ARGOMENTO: La presente relazione tecnica ha come scopo la descrizione dettagliata del sistema Solar Defender di MARSS, relativamente alla protezione di un impianto

Dettagli

Una delle più importanti referenze di cui DEF può fregiarsi è il museo del Louvre a Parigi - 2 -

Una delle più importanti referenze di cui DEF può fregiarsi è il museo del Louvre a Parigi - 2 - Una delle più importanti referenze di cui DEF può fregiarsi è il museo del Louvre a Parigi - - Caro Cliente, Siamo presenti da più di 55 anni nel settore dei sistemi di sicurezza ed in special modo nella

Dettagli

domotica semplice intuitiva affidabile www.athomeitalia.it

domotica semplice intuitiva affidabile www.athomeitalia.it domotica semplice intuitiva affidabile La domotica rappresenta la soluzione alle crescenti esigenze di sicurezza, benessere, comfort e risparmio energetico nelle nostre case. Un attenta progettazione domotica

Dettagli

3554-3555 PROVA BATTERIE

3554-3555 PROVA BATTERIE 3554-3555 PROVA BATTERIE 3555 3554 Prova le batterie anche senza scollegarle dal circuito di mantenimento = RISPARMIO di tempo e costo!! Resistenza interna Capacità di scarica L efficienza di molti dispositivi

Dettagli

FACILE IL SISTEMA DI SICUREZZA COSTRUITO SU MISURA PER TE

FACILE IL SISTEMA DI SICUREZZA COSTRUITO SU MISURA PER TE FACILE IL SISTEMA DI SICUREZZA COSTRUITO SU MISURA PER TE Nasce FACILE, il nuovo sistema di sicurezza e automazione, completamente gestibile da qualunque smart phone, tablet o pc CON FACILE É PIÚ FACILE

Dettagli

7 Centrali 1 Concetto

7 Centrali 1 Concetto La risposta efficace ed efficiente alle più avanzate richieste del mercato Omologazione EN 50131 grado 3 Finalmente un vero sistema polivalente Reale interazione tra diversi sistemi Furto filare Furto

Dettagli

linea telefonica Rete WAN - LAN linea seriale RS 485 INTEGRAZIONE DI SISTEMI II ^IMQ 32+2 Ingressi base Armadio a muro

linea telefonica Rete WAN - LAN linea seriale RS 485 INTEGRAZIONE DI SISTEMI II ^IMQ 32+2 Ingressi base Armadio a muro SIRIUS linea telefonica Prodotti certificati IMQ 2 e 3 livello II^ I certificazioni ferroviarie EN 54121-4-5 EN 50081-2 Protocollo ABI/CEI 79/5, 79/6 2 livello di protezione (CRIPTO) CLIENT MDM01 MDM02

Dettagli

DESCRIZIONE PRODOTTI 0502 PRODOTTI DINAMIC

DESCRIZIONE PRODOTTI 0502 PRODOTTI DINAMIC DESCRIZIONE PRODOTTI 0502 Codice Prodotto Proprietà PRODOTTI DINAMIC DN000 dinanet BASE dinanet BASE - Porta di comunicazione e programmazione RS232 - Memoria dati tamponata 512 Kb - Memoria dati permanente

Dettagli

OPZIONE HARDWARE + SOFTWARE DI TELECOMUNICAZIONE BIDIREZIONALE FRA CNC E TELEFONI GSM BASATA SU MESSAGGI SMS

OPZIONE HARDWARE + SOFTWARE DI TELECOMUNICAZIONE BIDIREZIONALE FRA CNC E TELEFONI GSM BASATA SU MESSAGGI SMS SelCONTROL-2 OPZIONE HARDWARE + SOFTWARE DI TELECOMUNICAZIONE BIDIREZIONALE FRA CNC E TELEFONI GSM BASATA SU MESSAGGI SMS Il SelCONTROL è la risposta a quegli utilizzatori, stampisti in particolare, che

Dettagli

Progetto Laguna C 3 di Venezia Specifiche

Progetto Laguna C 3 di Venezia Specifiche FPquadro srl CLIENTE: CI.NA.IN Pagina 1 Progetto Laguna C 3 di Venezia Specifiche FPquadro srl CLIENTE: CI.NA.IN Pagina 2 Sommario' 1.! Premessa... 3! 1.1 Capacità operative SC110 V2... 3! 1.1.1 Modalità

Dettagli

CE1_AD/P2 DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE. Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione

CE1_AD/P2 DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE. Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE CE1_AD/P2 Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione Versione 01.10/12 CE1_AD/P2: dispositivo elettronico programmabile

Dettagli

2359 Mediegruppen 10/13_IT. Monitoraggio digitale per sistemi di tubazioni preisolate

2359 Mediegruppen 10/13_IT. Monitoraggio digitale per sistemi di tubazioni preisolate 2359 Mediegruppen 10/13_IT Monitoraggio digitale per sistemi di tubazioni preisolate 2359 Detect brochure IT.indd 3 22/10/13 12.02 - monitoraggio e soluzioni intelligenti Monitoraggio centralizzato di

Dettagli

Collegabile: Visualizzazione: Disponibile con: GPRS

Collegabile: Visualizzazione: Disponibile con: GPRS Solar-Log 200, così piccolo e così efficiente 6 GPRS L utilizzo del Solar-Log 200 è garantito da un PC con un comune browser Web. Non è necessaria l installazione di software. In qualsiasi momento è possibile

Dettagli

Descrizione del Sistema TLOG-Commander per la gestione della protezione catodica.

Descrizione del Sistema TLOG-Commander per la gestione della protezione catodica. Descrizione del Sistema TLOG-Commander per la gestione della protezione catodica. Il sistema proposto è composto da un Centro operativo di raccolta dati dotato del software Commander e dai logger TLOG

Dettagli

EV-COM SISTEMA DI ALLERTAMENTO EVACUAZIONE CENTRALIZZATO

EV-COM SISTEMA DI ALLERTAMENTO EVACUAZIONE CENTRALIZZATO E INNOVATIOON CASE INNNOVVATION CASE Quando un idea creativa genera progresso, allora si parla di innovazione. Se l innovazione si traduce in un agire concreto capace di portare risultati, allora siamo

Dettagli

Gruppo di continuità UPS. Kin Star 850 MANUALE D USO

Gruppo di continuità UPS. Kin Star 850 MANUALE D USO Gruppo di continuità UPS Kin Star 850 MANUALE D USO 2 SOMMARIO 1. NOTE SULLA SICUREZZA... 4 Smaltimento del prodotto e del suo imballo... 4 2. CARATTERISTICHE PRINCIPALI... 5 2.1 Funzionamento automatico...

Dettagli

Building Automation. Inquinamento e risparmio energetico

Building Automation. Inquinamento e risparmio energetico Building Automation Il concetto edificio intelligente o meglio conosciuto come Building Automation, identifica quelle costruzioni progettate e costruite in modo da consentire la gestione integrata e computerizzata

Dettagli

Un tecnico in locale macchina. SEMPRE

Un tecnico in locale macchina. SEMPRE Un tecnico in locale macchina. SEMPRE INTERNET & WELIFT WEB SERVER Desktop, Notebook, Tablet, Smartphone dotati Browser Web compatibile MONITORAGGIO DA REMOTO Accesso stato impianto H24 Esecuzione di telecomandi

Dettagli

ABB i-bus EIB / KNX KIT INTERFACCIAMENTO DOMUSLINK EIB/KNX ED 029 4

ABB i-bus EIB / KNX KIT INTERFACCIAMENTO DOMUSLINK EIB/KNX ED 029 4 ABB i-bus EIB / KNX KIT INTERFACCIAMENTO DOMUSLINK EIB/KNX ED 029 4 Sistemi di installazione intelligente INDICE 1 GENERALE... 4 2 CARATTERISTICHE TECNICHE... 5 2.1 DATI TECNICI... 5 3 MESSA IN SERVIZIO...

Dettagli

Integrated Comfort SyStemS

Integrated Comfort SyStemS Integrated Comfort Systems Per garantire standard elevati di comfort climatico non basta progettare e realizzare un sistema di condizionamento costituito da componenti selezionati e affidabili, è anche

Dettagli

IN CASA O LONTANI DA CASA, NON FA NESSUNA DIFFERENZA

IN CASA O LONTANI DA CASA, NON FA NESSUNA DIFFERENZA IN CASA O LONTANI DA CASA, NON FA NESSUNA DIFFERENZA Oggi un sistema domotico non si può limitare alle mura domestiche. La casa deve poter essere controllata in qualunque momento, anche quando si è lontani:

Dettagli

Caratteristiche tecniche unità di gestione stazioni di sollevamento.

Caratteristiche tecniche unità di gestione stazioni di sollevamento. Caratteristiche tecniche unità di gestione stazioni di sollevamento. Caratteristiche generali: L apparato dovrà essere un unità elettronica specificatamente sviluppata per applicazioni di drenaggio ed

Dettagli

www.wireless-led.com Wireless LED Control for Indoor & Outdoor Lighting

www.wireless-led.com Wireless LED Control for Indoor & Outdoor Lighting www.wireless-led.com Wireless LED Control for Indoor & Outdoor Lighting Indoor Smart Building INDOOR LIGHTING Gli edifici del futuro saranno in grado di acquisire dai propri sistemi informazioni utili

Dettagli

LYNX-eye Manuale d uso

LYNX-eye Manuale d uso 1 LINX eye ver. 10.2 Manuale d uso Indice: 1 Come funziona. 2 Caratteristiche tecniche.. 3 Contenuto della confezione.. 4 Installazione e attivazione. 5 Pannello di controllo. 6 Comandi tramite invio di

Dettagli

ILLUMINAZIONE DI EMERGENZA. La manutenzione, un esigenza e un dovere!

ILLUMINAZIONE DI EMERGENZA. La manutenzione, un esigenza e un dovere! ILLUMINAZIONE DI EMERGENZA La manutenzione, un esigenza e un dovere! La vostra guida alla responsabilità e alla prevenzione I Ed. novembre 2014 a cura di Associazione Nazionale Produttori Illuminazione

Dettagli

Gruppi di continuità UPS Line Interactive. PC Star EA

Gruppi di continuità UPS Line Interactive. PC Star EA Gruppi di continuità UPS Line Interactive PC Star EA Modelli: 650VA ~ 1500VA MANUALE D USO Rev. 01-121009 Pagina 1 di 8 SOMMARIO Note sulla sicurezza... 1 Principi di funzionamento... 2 In modalità presenza

Dettagli

Concentratore RoomBus EasyCall con display a 7 segmenti per visualizzazione allarmi

Concentratore RoomBus EasyCall con display a 7 segmenti per visualizzazione allarmi ARTICOLO DESCRIZIONE 1049/062A Dispositivo di reset allarmi Il dispositivo è utilizzato per il reset degli allarmi provenienti dalla camera. Caratteristiche e prestazioni: Micro contatto in scambio da

Dettagli

UTC Fire & Security. Centrali antincendio analogiche indirizzate serie 2X-F Guida Introduzione Prodotto

UTC Fire & Security. Centrali antincendio analogiche indirizzate serie 2X-F Guida Introduzione Prodotto UTC Fire & Security Centrali antincendio analogiche indirizzate serie 2X-F Informazioni Prodotto Descrizione Prodotto: Centrali analogiche antincendio serie 2X-F. Codice Prodotto: Vedere la parte finale

Dettagli

MY HOME CONTROLLO REMOTO INDICE DI SEZIONE. 392 Caratteristiche generali. Catalogo. 398 Dispositivi di controllo remoto MY HOME

MY HOME CONTROLLO REMOTO INDICE DI SEZIONE. 392 Caratteristiche generali. Catalogo. 398 Dispositivi di controllo remoto MY HOME CONTROLLO REMOTO INDICE DI SEZIONE 392 Caratteristiche generali Catalogo 398 Dispositivi di controllo remoto 391 Controllo remoto offre la possibilità di comandare e controllare tutte le funzioni integrate

Dettagli

Moduli di espansione. Per le zone di ingresso, di uscita e di. controllo di: funzionalità antifurto, comandi domotici,

Moduli di espansione. Per le zone di ingresso, di uscita e di. controllo di: funzionalità antifurto, comandi domotici, Moduli di espansione Per le zone di ingresso, di uscita e di controllo di: funzionalità antifurto, comandi domotici, attuazioni a bassa e media potenza. Moduli di espansione I moduli di espansione servono

Dettagli

Concento. Chiamata infermiera e sistema di comunicazione. Concento. Descrizione del sistema. Descrizione del sistema

Concento. Chiamata infermiera e sistema di comunicazione. Concento. Descrizione del sistema. Descrizione del sistema Concento Chiamata infermiera e sistema di comunicazione Tunstall Italia s.r.l. 0 1 V07 Generale Concento è un sistema di chiamata infermiera e di comunicazione che può essere utilizzato in strutture quali

Dettagli

POWER-STUDIO-SCADA & POWER-STUDIO

POWER-STUDIO-SCADA & POWER-STUDIO POWER-STUDIO-SCADA & POWER-STUDIO Software di monitoraggio e supervisione energetica Power-Studio è un semplice, veloce potente ed intuitivo applicativo software di supervisione e monitoraggio energetico

Dettagli

CONVERTITORE SERIALE ASINCRONO RS232/USB, TTL/USB e RS485/USB CONFIG BOX PLUS

CONVERTITORE SERIALE ASINCRONO RS232/USB, TTL/USB e RS485/USB CONFIG BOX PLUS CONVERTITORE SERIALE ASINCRONO RS232/USB, TTL/USB e RS485/USB CONFIG BOX PLUS DESCRIZIONE GENERALE Il prodotto CONFIG BOX PLUS costituisce un convertitore in grado di realizzare una seriale asincrona di

Dettagli