La natura permanente del reato di illecito trattamento dei dati personali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La natura permanente del reato di illecito trattamento dei dati personali"

Transcript

1 La natura permanente del reato di illecito trattamento dei dati personali Autore: Pierfrancesco Divolo In: Giurisprudenza commentata La terza sezione della Cassazione Penale (Cass. Pen. Sez. III, n , Estensore dott. Giuseppe De Marco, Presidente dott. Fausto Izzo) è tornata recentemente a pronunciarsi sul reato di illecito trattamento dei dati personali ex art. 167 d.lgs. 196/2003, confermando l orientamento secondo cui tale fattispecie criminosa ha natura permanente. Volume consigliato La vicenda giudiziaria Il Tribunale di Ragusa condannava l imputato alla pena di giustizia e al risarcimento dei danni, ritenendolo colpevole del reato di cui agli artt. 81 c.p. e 167 d.lgs. 196/2003 vigente ratione temporis per avere utilizzato, ad insaputa della ex moglie, persona offesa, dati personali della stessa al fine di creare un account su un social network di videochat e incontri. In particolare l imputato veniva condannato per aver inserito dati personali della persona offesa, ad insaputa della stessa, nel settore denominato sesso del relativo profilo. La persona offesa era rimasta iscritta a tale sito per diversi giorni, ed in particolare dal 15 al 29 maggio del 2010, mediante tale falso profilo. Seguiva il giudizio di secondo grado in cui la Corte d Appello di Catania ribadiva l orientamento del Giudice di prime cure, confermando la condanna dell imputato. Contro la sentenza dei Giudici catanesi l imputato ricorreva per Cassazione, sulla base di diversi motivi. Tra i vari, particolare rilevanza assume il terzo motivo, con cui il ricorrente sosteneva l intervenuta prescrizione del reato. In particolare l imputato lamentava violazione di legge perché la Corte d Appello non avrebbe rilevato che la creazione dell account sarebbe avvenuta nella data del , con la 1 di 5

2 conseguenza che il reato si sarebbe prescritto in data , ovvero prima della pronuncia della sentenza d appello. Proprio in relazione al descritto motivo di ricorso la lettura del provvedimento pone interessanti riflessioni sulla natura istantanea o permanente del reato ex art. 167 d.lgs 196/2003. Si tratta di una tematica che negli ultimi anni, anche alla luce delle innovazioni tecnologiche concernenti il c.d. Cyberspazio, ha assunto rilevanza centrale nel panorama giuridico contemporaneo. L art. 167 d.lgs 196/2003: una breve analisi L art. 167, primo comma, del Codice della Privacy punisce con la reclusione da 6 a 18 mesi, salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque, al fine di trarre per sé o per altri profitto ovvero di arrecare danno, in violazione di quanto disposto dagli artt. 123, 126 e 130 o dal provvedimento di cui all art. 129 del medesimo Codice, arrechi nocumento all interessato. Il secondo comma punisce ancora, salvo che il fatto costituisca più grave reato chiunque, al fine di trarre per sé o per altri profitto, ovvero di arrecare danno, proceda al trattamento di dati personali o in violazione delle misure di garanzia previste dal codice. Infine il terzo comma punisce chiunque, al fine di trarre per sé o per altri profitto ovvero di arrecare danno all interessato, trasferisca dati sensibili ad un paese terzo o ad un organizzazione internazionale fuori dei casi consentiti. Gli ultimi commi della disposizione specificano l obbligo di cooperazione tra Pubblico Ministero e Garante per la protezione dei dati personali nel caso in cui si proceda per tali reati. Tali fattispecie costituiscono reati comuni, potendo essere commessi da chiunque. Particolari riflessioni sono necessarie in ordine alla natura del bene giuridico tutelato dalla norma. La disposizione protegge non semplicemente la riservatezza dei dati personali dalle turbative provocate dai terzi, ma anche l eventuale pregiudizio all onore e alla reputazione subito dalla persona offesa, potendo in ogni caso la condotta arrecare lesioni alla sfera più intima della riservatezza e dell autodeterminazione. La norma intende proteggere altresì il traffico giuridico informatizzato, che assume rilievo quale interesse proprio di tutta la collettività nell attuale dimensione globale della Rete. La condotta consiste nella fattispecie prevista dal co. 1 della norma nell operare in violazione delle 2 di 5

3 disposizioni (artt. 123, 126, 130 e provvedimenti ex art. 129) in materia di comunicazioni elettroniche. La fattispecie più grave punita dal co. 2 è caratterizzata da una condotta volta a trattare particolari dati in violazione delle norme di legge. Il dolo è, in tutti i reati oggetto d esame, specifico e strutturato nella forma del dolo alternativo: la volontà dell agente deve essere infatti diretta a cagionare un danno ovvero un nocumento. Piccole considerazioni sulla consumazione del reato nel Cyberspazio Per comprendere appieno la portata della pronuncia dei Giudici di legittimità, è bene soffermarsi brevemente sulla distinzione tra reati istantanei e permanenti. È la stessa sentenza a ricordare che, sulla base della durata dell azione criminosa nel tempo, i reati si distinguono in istantanei e permanenti. Istantanei sono quei reati in cui la realizzazione del fatto tipico integra ed esaurisce l offesa, in quanto la lesione del bene protetto non può persistere nel tempo. In questi reati la realizzazione dell offesa tipica coincide con il momento in cui il soggetto realizza quanto richiesto dalla fattispecie astratta. Permanenti sono invece quei delitti nei quali il fatto che costituisce reato non si esaurisce unico actu et uno tempore, ma si protrae nel tempo, finché perdura la situazione antigiuridica dovuta alla condotta del reo e questi non la fa cessare. Importante ricordare che l art. 158 c.p. specifica che il termine della prescrizione decorre dal giorno in cui è cessata la permanenza. Le questioni aperte dall esame dei reati commessi nel Cyberspazio sollecitano peraltro, in una prospettiva teorica di più ampio respiro, riflessioni generali sulla teoria del reato, che si ricollegano a concetti basilari come quelli di azione, evento, nesso causale. Il fatto tipico e la condotta devono infatti confrontarsi con l esecuzione di programmi basati su complessi algoritmi, concepiti da soggetti he ne sono fruitori: in relazione a tali fenomeni, occorre verificare se e in che misura siano anche consapevolmente imputabili all uomo che li attiva o se ne serve. Vanno in questo senso precisati e delimitati i presupposti in relazione ai quali può dirsi esercitato e mantenuto il dominio dell agente su tutti gli effetti che conseguono, talvolta a notevole distanza di tempo e luogo. Ciò comporta il dover riconsiderare le condizioni in cui si circoscrive il momento della consumazione del reato, con i relativi notevoli effetti anche in tema di prescrizione. 3 di 5

4 È nota al riguardo la distinzione fra momento perfezionativo del reato, che si ha quando si realizzano tutti gli elementi strutturali della fattispecie, e momento consumativo, che avviene solamente allorché il reato raggiunge la massima gravità, avendo esaurito il proprio contenuto offensivo. Ebbene, appare evidente che non tutti i reati cibernetici possono dirsi esauriti nel periodo talvolta anche assai lungo che può intercorrere tra i due momenti. Può accadere che gli effetti del reato, che si protraggono nel tempo e nel cyberspazio, sfuggano alla sfera di dominio dell agente che lo ha posto inizialmente in essere. Secondo alcuni si prospetterebbe dunque la necessità di delineare una teoria dogmatica nuova, che abbracci la sempre più diffusa e rilevante realtà manifestantesi nella molteplicità dei reati configurabili nel Cyberspace. La pronuncia della Corte Su questo complesso insieme di riflessioni dottrinali interviene la sentenza dei Giudici di Legittimità. I Supremi Giudici, nel ritenere inammissibile per mancanza di specificità il primo motivo di ricorso concernente vizi motivazionali della pronuncia d appello, ricordano pregevolmente come il ragionevole dubbio di cui all art. 533 c.p.p. debba basarsi su costruzioni non solo possibili in rerum natura, ma la cui plausibilità sia ancorata alle risultanze processuali. L analisi del terzo motivo di ricorso rappresenta il vero fulcro della pronuncia in esame. I Supremi Giudici, ricordano innanzitutto la definizione legislativa di dato personale, contenuta oggi nell art. 4, nn. 1 e 2 del Reg. UE 2016/679, richiamato nell art. 1 del d.lgs. 196/2003: è tale qualunque informazione relativa a persona fisica, giuridica, ente o associazione, identificati o identificabili, anche indirettamente. La Suprema Corte precisa poi che l attività di diffusione di tali dati personali deve intendersi come la conoscenza dei dati fornita ad un numero indeterminato di soggetti. I Supremi Giudici ribadiscono dunque la classica distinzione tra reati istantanei e permanenti, sopra ricordata, e specificano la natura permanente del reato ex art. 167 d.lgs 196/2003. In particolare precisano che «la condotta di diffusione di dati personali, in quanto programmaticamente destinata a raggiungere un numero indeterminato di soggetti, si caratterizza per la continuità dell offesa derivante dalla persistente condotta volontaria dell agente, il quale ben avrebbe potuto, nel caso oggetto del procedimento, rimuovere i dati personali resi ostensibili ai frequentatori del social network». Di conseguenza secondo i Supremi Giudici il reato si è perfezionato nel momento di instaurazione della 4 di 5

5 condotta offensiva e si è consumato dal giorno in cui è cessata la permanenza: ossia dal Agli effetti della prescrizione (artt. 157 e 161 c.p.), il termine di 7 anni e 6 mesi spira dunque il Dovendosi tuttavia considerare il periodo di sospensione della prescrizione dovuta, nel caso oggetto del procedimento, all astensione della difesa, pari a ben 322 giorni, il termine risulta scadere il , giorno temporalmente successivo alla data della sentenza che chiude il grado di appello. Pertanto, nel rigettare il motivo concernente l avvenuta prescrizione del reato, la Suprema Corte qualifica il reato di trattamento illecito dei dati personali come permanente. La massima La Terza Sezione della Corte di Cassazione ha dunque affermato che il reato di illecito trattamento di dati personali, previsto e punito dall art. 167 d.lgs. 196/2003, realizzato in forma di diffusione di dati protetti, resi ostensibili ai frequentatori di un social network attraverso il loro inserimento previa creazione di un falso profilo, sul relativo sito, ha natura di reato permanente, caratterizzandosi per la continuità dell offesa arrecata dalla condotta volontaria dell agente, il quale ha la possibilità di far cessare in ogni momento la propagazione lesiva dell altrui sfera personale mediante la rimozione dell account. Volume consigliato 5 di 5

Cassazione penale, sez. III, 09/11/2011, (ud. 09/11/2011, dep.15/12/2011), n

Cassazione penale, sez. III, 09/11/2011, (ud. 09/11/2011, dep.15/12/2011), n Cassazione penale, sez. III, 09/11/2011, (ud. 09/11/2011, dep.15/12/2011), n. 46636 Fatto SVOLGIMENTO DEL PROCESSO La Corte di Appello di Napoli, con sentenza emessa il 07/12/010, confermava la sentenza

Dettagli

Tradimento: se non lede la dignità del coniuge, non c è il risarcimento

Tradimento: se non lede la dignità del coniuge, non c è il risarcimento Tradimento: se non lede la dignità del coniuge, non c è il risarcimento Il tradimento di un coniuge nei confronti dell altro, può integrare gli estremi dell illecito civile e dar luogo ad un autonoma azione

Dettagli

Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze

Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze N. 30 14.04.2016 Reati fiscali: prescrizione da eccepire tempestivamente Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Reati tributari L inammissibilità

Dettagli

In caso di commissione del reato menzionato, l arresto in flagranza è facoltativo ed il fermo non è consentito.

In caso di commissione del reato menzionato, l arresto in flagranza è facoltativo ed il fermo non è consentito. L articolo 615 bis Cod. Pen. (Interferenze illecite nella vita privata) dispone che: 1. Chiunque, mediante l'uso di strumenti di ripresa visiva o sonora, si procura indebitamente notizie o immagini attinenti

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Corso di Laurea in Servizio Sociale. Diritto privato e di famiglia

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Corso di Laurea in Servizio Sociale. Diritto privato e di famiglia UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Corso di Laurea in Servizio Sociale Diritto privato e di famiglia A.A. 2016/17 prof. Luca VILLA 1 1 Art. 357. Nozione del pubblico ufficiale. Agli effetti della

Dettagli

Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze

Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze N. 98 31.12.2015 Dichiarazione fraudolenta: assoluzione per il commercialista che ha registrato le fatture Sono penalmente irrilevanti le condotte

Dettagli

La truffa mediante bonifico bancario: il momento consumativo

La truffa mediante bonifico bancario: il momento consumativo La truffa mediante bonifico bancario: il momento consumativo Autore: La Corte Giuseppe In: Diritto penale, Giurisprudenza commentata Con una recente sentenza, numero 37400 del 2016 Presidente Fumo, rel.

Dettagli

Il reato di sostituzione di persona

Il reato di sostituzione di persona Il reato di sostituzione di persona Autore: Concas Alessandra In: Diritto penale Il reato di sostituzione di persona è disciplinato dall'articolo 494 del codice penale, rubricato sostituzione di persona

Dettagli

«a) «trattamento», qualunque operazione o complesso di operazioni, effettuati anche senza l'ausilio di strumenti elettronici, concernenti:

«a) «trattamento», qualunque operazione o complesso di operazioni, effettuati anche senza l'ausilio di strumenti elettronici, concernenti: art. 4, comma 1, lett. b): «b) «dato personale», qualunque informazione relativa a persona fisica, persona giuridica, ente od associazione, identificati o identificabili, anche indirettamente, mediante

Dettagli

Il reato, definizione e classificazioni

Il reato, definizione e classificazioni Il reato, definizione e classificazioni Autore: Alessandra Concas In: Diritto penale Con il termine reato, si intende un fatto umano tipico, cioè conforme a una fattispecie penale incriminatrice, antigiuridico

Dettagli

Commette reato il padre che registra le telefonate dei figli minorenni

Commette reato il padre che registra le telefonate dei figli minorenni Commette reato il padre che registra le telefonate dei figli minorenni Recentemente, la Suprema Corte (sentenza n. 41192 del 3 ottobre 2014), ha confermato la decisione dei Giudici territoriali che avevano

Dettagli

Confisca obbligatoria della casa acquistata con i soldi sottratti al fallimento

Confisca obbligatoria della casa acquistata con i soldi sottratti al fallimento Confisca obbligatoria della casa acquistata con i soldi sottratti al fallimento Autore: Graziotto Fulvio In: Diritto penale, Giurisprudenza commentata Ai fini della legge penale, nella nozione di profitto

Dettagli

Violenza privata sulla fidanzata? Se occasionale va esclusa la punibilità per particolare tenuità del fatto

Violenza privata sulla fidanzata? Se occasionale va esclusa la punibilità per particolare tenuità del fatto Violenza privata sulla fidanzata? Se occasionale va esclusa la punibilità per particolare tenuità del fatto Tirata d'orecchie della cassazione ai giudici dell'appello che hanno omesso di considerare l'applicabilità

Dettagli

Responsabilità medica, la Cassazione sulla prova del nesso causale

Responsabilità medica, la Cassazione sulla prova del nesso causale Responsabilità medica, la Cassazione sulla prova del nesso causale Con la sentenza in commento n. 6593/2019, la Terza Sezione Civile della Corte di Cassazione, è intervenuta nuovamente sul tema della prova

Dettagli

Coltivare in casa due piantine di cannabis non è reato: svolta della Cassazione

Coltivare in casa due piantine di cannabis non è reato: svolta della Cassazione Coltivare in casa due piantine di cannabis non è reato: svolta della Cassazione La modesta quantità giustifica l'uso personale senza cessione a terzi. Irrilevante la tesi della soglia drogante di Lucia

Dettagli

Cassazione: commette reato il condomino che getta rifiuti nel giardino del vicino

Cassazione: commette reato il condomino che getta rifiuti nel giardino del vicino Cassazione: commette reato il condomino che getta rifiuti nel giardino del vicino L'art. 674 c.p. punisce il getto di cose pericolose idoneo a offendere, imbrattare o molestare persone. Negata, nel caso

Dettagli

Il reato di omesso versamento delle ritenute

Il reato di omesso versamento delle ritenute Il reato di omesso versamento delle ritenute di Cinzia Bondì Pubblicato il 23 agosto 2010 tale reato si realizza allo scadere del termine per la presentazione della dichiarazione del sostituto d imposta

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N Disposizioni sul rimedio all errore giudiziario. d iniziativa del senatore BUEMI XVII LEGISLATURA

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N Disposizioni sul rimedio all errore giudiziario. d iniziativa del senatore BUEMI XVII LEGISLATURA Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 2531 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore BUEMI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 19 SETTEMBRE 2016 Disposizioni sul rimedio all errore giudiziario TIPOGRAFIA

Dettagli

Actio iudicati e condanna penale: la Cassazione fa il punto

Actio iudicati e condanna penale: la Cassazione fa il punto Actio iudicati e condanna penale: la Cassazione fa il punto La questione giuridica affrontata dai giudici della III Sezione Civile della Cassazione riguarda l operatività dell art. 2953 c.c. in materia

Dettagli

Pubblico impiego e abuso dei contratti a termine. La vicenda

Pubblico impiego e abuso dei contratti a termine. La vicenda Pubblico impiego e abuso dei contratti a termine. La vicenda Il tema è quello della emergenza della precarizzazione dei rapporti di pubblico impiego attraverso l utilizzo di forme contrattuali illegittime,

Dettagli

Casssazione Penale, Sentenza n , depositata il 15 dicembre 2014

Casssazione Penale, Sentenza n , depositata il 15 dicembre 2014 Casssazione Penale, Sentenza n. 52038, depositata il 15 dicembre 2014 Omesso versamento delle ritenute certificate, la crisi dell impresa non scrimina il reato. Né l aver ritenuto di privilegiare il pagamento

Dettagli

Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze

Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze N. 60 25.08.2016 Reati fiscali: pene accessorie commisurate a quella principale Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Reati tributari La condanna

Dettagli

Per la Cassazione la copertura assicurativa si estende anche al danno provocato dal conducente con dolo.

Per la Cassazione la copertura assicurativa si estende anche al danno provocato dal conducente con dolo. RC Auto: va risarcito anche l'investimento volontario Per la Cassazione la copertura assicurativa si estende anche al danno provocato dal conducente con dolo. di Lucia Izzo In tema di assicurazione obbligatoria

Dettagli

Acquisto di prodotti contraffatti: nessuna responsabilità' penale

Acquisto di prodotti contraffatti: nessuna responsabilità' penale STUDIO LEGALE AVV. ELISABETTA DORO VIA CARLO SIGONIO 2 40137 BOLOGNA TEL. 051.346996 FAX 051.7160309 E-mail: info@studiolegaledoro.it Sito internet: www.studiolegaledoro.it Acquisto di prodotti contraffatti:

Dettagli

Legge Gelli: prime applicazioni pratiche in Cassazione

Legge Gelli: prime applicazioni pratiche in Cassazione Legge Gelli: prime applicazioni pratiche in Cassazione A neanche un mese dalla approvazione del c.d. Ddl Gelli in materia di responsabilità medica, e ancor prima che questi diventasse definitivo, la giurisprudenza

Dettagli

Nel procedimento penale la sentenza tributaria è una prova solo se definitiva

Nel procedimento penale la sentenza tributaria è una prova solo se definitiva Nel procedimento penale la sentenza tributaria è una prova solo se definitiva Autore: Graziotto Fulvio In: Diritto penale, Diritto tributario Decisione: Sentenza n. 6113/2016 Cassazione penale - Sezione

Dettagli

529 L. 9 gennaio 2019, n. 3 Art. 1. Anticorruzione

529 L. 9 gennaio 2019, n. 3 Art. 1. Anticorruzione 529 L. 9 gennaio 2019, n. 3 Art. 1 Anticorruzione L. 9 gennaio 2019, n. 3 (in Gazz. Uff., 16 gennaio 2019, n. 13). Misure per il contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione, nonché in materia

Dettagli

Il reato di diffamazione e i social network

Il reato di diffamazione e i social network Il reato di diffamazione e i social network Autore: Concas Alessandra In: Diritto penale Postare un commento offensivo su un social network integra il reato di diffamazione a mezzo stampa. La Corte di

Dettagli

Nome modulo: ILLUSTRAZIONE DETTAGLIATA DEI COMPITI E DELLE RESPONSABILITÀ CIVILI E PENALI

Nome modulo: ILLUSTRAZIONE DETTAGLIATA DEI COMPITI E DELLE RESPONSABILITÀ CIVILI E PENALI NOME LEZIONE: INTRODUZIONE Il Testo Unico per la privacy sancisce che chiunque, essendovi tenuto, omette di adottare le misure necessarie ad assicurare la sicurezza dei dati è perseguibile sia civilmente

Dettagli

CORSO PER ATTIVISTI DEL M5S E CITTADINI

CORSO PER ATTIVISTI DEL M5S E CITTADINI CORSO PER ATTIVISTI DEL M5S E CITTADINI LEZIONE SU: - ARTICOLO 21 COSTITUZIONE - DIRITTO DI CRITICA POLITICA E I REATI DI INGIURIA E DIFFAMAZIONE - QUERELA 3 dicembre 2011 Teatro Barbazza di Spinea 1 ARTICOLO

Dettagli

La struttura del reato. Delitti e contravvenzioni. Tipologie di reati

La struttura del reato. Delitti e contravvenzioni. Tipologie di reati La struttura del reato. Delitti e contravvenzioni. Tipologie di reati Prof. Maria Beatrice Magro Teoria generale del reato La teoria generale si occupa dello studio del reato ad un massimo livello di astrazione

Dettagli

Giurisprudenza. Corte di Cassazione V Sezione Penale - n del 11 maggio 2016

Giurisprudenza. Corte di Cassazione V Sezione Penale - n del 11 maggio 2016 Giurisprudenza Corte di Cassazione V Sezione Penale - n. 19527 del 11 maggio 2016 Patente a punti - falsa comunicazione dei dati del conducente - reato di falsa attestazione - art 495 cp - dichiarazione

Dettagli

Il sequestro preventivo, finalizzato alla confisca per equivalente, può colpire anche i beni riconducibili al

Il sequestro preventivo, finalizzato alla confisca per equivalente, può colpire anche i beni riconducibili al Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze N. 61 11.09.2014 Commercialisti. Confisca per frode fiscale Il professionista che ha assunto il ruolo di istigatore concorre nel reato fiscale

Dettagli

La Cassazione definisce i rapporti tra millantato credito e traffico di influenze illecite alla luce dell entrata in vigore della legge n.

La Cassazione definisce i rapporti tra millantato credito e traffico di influenze illecite alla luce dell entrata in vigore della legge n. La Cassazione definisce i rapporti tra millantato credito e traffico di influenze illecite alla luce dell entrata in vigore della legge n. 190/2012 Autore: Emanuele Sylos Labini In: Giurisprudenza penale

Dettagli

Cass. Civ., Sez. I, ord., 15 marzo 2018 (ud. 10 gennaio 2018), n

Cass. Civ., Sez. I, ord., 15 marzo 2018 (ud. 10 gennaio 2018), n Cass. Civ., Sez. I, ord., 15 marzo 2018 (ud. 10 gennaio 2018), n. 11889 IMMIGRAZIONE CLANDESTINA FAVOREGGIAMENTO REATO AUTONOMO CIRCOSTANZA AGGRAVANTE AD EFFETTO SPECIALE La Prima Sezione penale della

Dettagli

Corte di Cassazione, Sez. Unite Penali, sentenza 24 novembre febbraio 2017, n Presidente Canzio Relatore Bonito

Corte di Cassazione, Sez. Unite Penali, sentenza 24 novembre febbraio 2017, n Presidente Canzio Relatore Bonito Corte di Cassazione, Sez. Unite Penali, sentenza 24 novembre 2016 10 febbraio 2017, n. 6296 Presidente Canzio Relatore Bonito Reato continuato-giudice dell esecuzione-aumento di pena Il giudice dell esecuzione,

Dettagli

Promotore finanziario infedele: ne risponde anche la banca?

Promotore finanziario infedele: ne risponde anche la banca? Promotore finanziario infedele: ne risponde anche la banca? Nel giudizio di risarcimento promosso dal cliente nei confronti dell intermediario finanziario per i danni arrecati dal promotore finanziario

Dettagli

Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Corte di Cassazione - copia non ufficiale Civile Ord. Sez. 6 Num. 21152 Anno 2017 Presidente: ARMANO ULIANA Relatore: PELLECCHIA ANTONELLA Data pubblicazione: 12/09/2017 ORDINANZA sul ricorso 18589-2016 proposto da: MARRAS ANDREA GIOVANNI, elettivamente

Dettagli

CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA.

CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA. CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA. Incontro di studio sul tema: Il contrasto al traffico di stupefacenti: tecniche investigative e problemi applicativi. Roma, 30 novembre-2 dicembre 2009. Le condotte

Dettagli

Città Metropolitana di Torino

Città Metropolitana di Torino Città Metropolitana di Torino Corso di Formazione per GUARDIE VENATORIE VOLONTARIE DIRITTO PENALE lezione 09 gennaio 2017 DIRITTO PENALE LEGGE + GIURISPRUDENZA + DOTTRINA REATI Codice penale + Leggi ILLECITO

Dettagli

ATTENUANTE DEL DANNO PATRIMONIALE DI SPECIALE TENUITÀ E SPACCIO DI LIEVE ENTITÀ: SONO COMPATIBILI?

ATTENUANTE DEL DANNO PATRIMONIALE DI SPECIALE TENUITÀ E SPACCIO DI LIEVE ENTITÀ: SONO COMPATIBILI? ATTENUANTE DEL DANNO PATRIMONIALE DI SPECIALE TENUITÀ E SPACCIO DI LIEVE ENTITÀ: SONO Commento alla sentenza della Corte di Cassazione 20 luglio 2018, n. 34122 in tema di compatibilità tra l attenuante

Dettagli

Sostanze stupefacenti e minori, la Cassazione fa il punto

Sostanze stupefacenti e minori, la Cassazione fa il punto Sostanze stupefacenti e minori, la Cassazione fa il punto Corte di Cassazione, sez. III Penale, sentenza 7 ottobre 16 dicembre 2015, n. 49571 Presidente Franco Relatore Scarcella. «L aggravante della consegna

Dettagli

Capitolo Primo VIOLAZIONE DELL OBBLIGO DI COMUNICAZIONE DELLE NOTITIAE CRIMINIS (Elisabetta Calcagno)

Capitolo Primo VIOLAZIONE DELL OBBLIGO DI COMUNICAZIONE DELLE NOTITIAE CRIMINIS (Elisabetta Calcagno) INDICE Capitolo Primo VIOLAZIONE DELL OBBLIGO DI COMUNICAZIONE DELLE NOTITIAE CRIMINIS L OMISSIONE DI DENUNCIA DI SOGGETTI QUALIFICATI E PRIVATI 1. Il contenuto offensivo dei reati di omessa denuncia....

Dettagli

La mancanza delle fatture di acquisto può essere considerata occultamento di scritture contabili

La mancanza delle fatture di acquisto può essere considerata occultamento di scritture contabili La mancanza delle fatture di acquisto può essere considerata occultamento di scritture contabili Autore: Graziotto Fulvio In: Diritto tributario, Giurisprudenza commentata Se l'acquirente non è in grado

Dettagli

Conformi: Cass. pen. sez. VI, sentenza 10 ottobre 2017, n ; Cass. pen. sez. VI, sentenza 27 marzo 2017, n

Conformi: Cass. pen. sez. VI, sentenza 10 ottobre 2017, n ; Cass. pen. sez. VI, sentenza 27 marzo 2017, n Cassazione penale, sezioni Unite, sentenza 9 novembre 2018, n. 51063 Conformi: Cass. pen. sez. VI, sentenza 10 ottobre 2017, n. 46495; Cass. pen. sez. VI, sentenza 27 marzo 2017, n. 14882. Difformi: Cass.

Dettagli

Videosorveglianza - Cassazione Penale: continuità normativa tra le norme penali prima e dopo il Jobs Act

Videosorveglianza - Cassazione Penale: continuità normativa tra le norme penali prima e dopo il Jobs Act Tribunale Bologna 24.07.2007, n.7770 - ISSN 2239-7752 Direttore responsabile: Antonio Zama Videosorveglianza - Cassazione Penale: continuità normativa tra le norme penali prima e dopo il Jobs Act 25 Gennaio

Dettagli

Il sistema giudiziario

Il sistema giudiziario Il sistema giudiziario Sintesi su: Principi costituzionali Il Consiglio Superiore della Magistratura Attori e gradi del processo Lo scopo della pena Le misure alternative alla pena I principi costituzionali

Dettagli

RASSEGNA DI GIURISPRUDENZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE PENALE RECIDIVA RILIEVO AI FINI DEL TEMPO NECESSARIO ALLA PRESCRIZIONE DEL REATO

RASSEGNA DI GIURISPRUDENZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE PENALE RECIDIVA RILIEVO AI FINI DEL TEMPO NECESSARIO ALLA PRESCRIZIONE DEL REATO RASSEGNA DI GIURISPRUDENZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE PENALE RECIDIVA RILIEVO AI FINI DEL TEMPO NECESSARIO ALLA PRESCRIZIONE DEL REATO La Corte di Cassazione, Sez. IV, con la sentenza del 16 novembre 2016

Dettagli

I DELITTI CONCERNENTI LE DICHIARAZIONI

I DELITTI CONCERNENTI LE DICHIARAZIONI INDICE Gli Autori XI INTRODUZIONE di Alessio Scarcella XIII Sezione Prima I DELITTI CONCERNENTI LE DICHIARAZIONI ELUSIONE FISCALE ED ABUSO DEL DIRITTO NELL EVOLUZIONE NORMATIVA, DOTTRINALE E GIURISPRUDENZIALE

Dettagli

Anna Travanini Ai fini della stesura del presente parere, occorre esaminare le seguenti questioni: innanzitutto, se Tizio abbia commesso il reato di c

Anna Travanini Ai fini della stesura del presente parere, occorre esaminare le seguenti questioni: innanzitutto, se Tizio abbia commesso il reato di c Anna Travanini Ai fini della stesura del presente parere, occorre esaminare le seguenti questioni: innanzitutto, se Tizio abbia commesso il reato di cui all art. 640 bis c.p.; in secondo luogo, quale sia

Dettagli

Delitto di bancarotta fraudolenta distrattiva e documentale

Delitto di bancarotta fraudolenta distrattiva e documentale Delitto di bancarotta fraudolenta distrattiva e documentale di Antonino Pernice Pubblicato il 13 agosto 2018 E valida l accusa di bancarotta fraudolenta distrattiva e documentale per il titolare, apparentemente

Dettagli

Cassazione: il cittadino può "arrestare" il rapinatore colto in flagranza

Cassazione: il cittadino può arrestare il rapinatore colto in flagranza Cassazione: il cittadino può "arrestare" il rapinatore colto in flagranza Per la Suprema Corte va convalidato l'arresto effettuato dai cittadini in flagranza di reato ex art. 383 c.p.p. in occasione di

Dettagli

Sul termine di prescrizione dei contributi previdenziali (Cass. civ /2013)

Sul termine di prescrizione dei contributi previdenziali (Cass. civ /2013) Sul termine di prescrizione dei contributi previdenziali (Cass. civ. 23237/2013) Autore: Rinaldi Manuela In: Diritto del lavoro, Giurisprudenza commentata Lavoro contributi previdenziali termini di prescrizione

Dettagli

Quadro sinottico degli articoli del c.p., del c.p.p., delle disp. att. c.p.p. e del c.c. modificati dalla legge anticorruzione

Quadro sinottico degli articoli del c.p., del c.p.p., delle disp. att. c.p.p. e del c.c. modificati dalla legge anticorruzione Quadro sinottico degli articoli del c.p., del c.p.p., delle disp. att. c.p.p. e del c.c. modificati dalla legge anticorruzione (In carattere corsivo le modifiche approvate) C O D I C E P E N A L E Art.

Dettagli

I datori di lavoro devono conservare gli attestati della avvenuta formazione

I datori di lavoro devono conservare gli attestati della avvenuta formazione I datori di lavoro devono conservare gli attestati della avvenuta formazione Con la Sentenza 9 settembre 2014 n. 37312, la Quarta Sezione Penale della Suprema Corte ha affermato che i datori di lavoro

Dettagli

Prescrizione in caso di frodi IVA: con atti interruttivi si riparte da zero

Prescrizione in caso di frodi IVA: con atti interruttivi si riparte da zero Prescrizione in caso di frodi IVA: con atti interruttivi si riparte da zero Autore: Graziotto Fulvio In: Diritto penale, Diritto tributario Nel caso delle frodi IVA la disciplina italiana sulla prescrizione

Dettagli

Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Corte di Cassazione - copia non ufficiale Penale Sent. Sez. 1 Num. 16928 Anno 2018 Presidente: BONITO FRANCESCO MARIA SILVIO Relatore: ROCCHI GIACOMO Data Udienza: 24/01/2018 SENTENZA sul conflitto di giurisdizione sollevato da: GUP TRIBUNALE

Dettagli

CORTE COSTITUZIONALE - ORDINANZA 1 / 2 aprile 2009, n. 97

CORTE COSTITUZIONALE - ORDINANZA 1 / 2 aprile 2009, n. 97 CORTE COSTITUZIONALE - ORDINANZA 1 / 2 aprile 2009, n. 97 LA CORTE COSTITUZIONALE ha pronunciato la seguente ORDINANZA nel giudizio di legittimità costituzionale degli artt. 200, 322-ter del codice penale

Dettagli

La Rissa. Principi generali.

La Rissa. Principi generali. La Rissa. Principi generali. Autore: STUDIO LEGALE Salvatore Camonita In: Diritto penale La rissa, dal latino rixa litigio nell'ordinamento giuridico italiano è il delitto previsto dall'art. 588, del Codice

Dettagli

La Rissa. Principi generali.

La Rissa. Principi generali. La Rissa. Principi generali. Autore: STUDIO LEGALE Salvatore Camonita In: Diritto penale La rissa, dal latino rixa litigio nell'ordinamento giuridico italiano è il delitto previsto dall'art. 588, del Codice

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO. I DELITTI DI CONCUSSIONE E CORRUZIONE di Lorena Ciarniello

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO. I DELITTI DI CONCUSSIONE E CORRUZIONE di Lorena Ciarniello INDICE SOMMARIO INTRODUZIONE di Armando Macrillò... 1 CAPITOLO PRIMO I DELITTI DI CONCUSSIONE E CORRUZIONE di Lorena Ciarniello 1. Concussione: soggetto attivo e passivo... 7 1.1. (Segue): elemento soggettivo

Dettagli

Rapporto sessuale per strada: niente carcere, ma quali sanzioni? Pubblicato da lentepubblica.it il 6 ottobre 2017

Rapporto sessuale per strada: niente carcere, ma quali sanzioni? Pubblicato da lentepubblica.it il 6 ottobre 2017 Rapporto sessuale per strada: niente carcere, ma quali sanzioni? Pubblicato da lentepubblica.it il 6 ottobre 2017 Con la depenalizzazione del reato di atti osceni in luogo pubblico si rischia per il rapporto

Dettagli

Tema Articolo Commento Incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione conseguente alla condanna penale

Tema Articolo Commento Incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione conseguente alla condanna penale Www.carelladarcangelo.com L. n. 190/12 - Le modifiche al codice penale. Tema Articolo Commento Incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione conseguente alla condanna penale Estinzione del

Dettagli

Medico rifiuta di visitare paziente: le precisazioni della Cassazione

Medico rifiuta di visitare paziente: le precisazioni della Cassazione Medico rifiuta di visitare paziente: le precisazioni della Cassazione Se il medico rifiuta di visitare un paziente poi morto per aneurisma cosa rischia? Una recente ordinanza della Cassazione fa il punto

Dettagli

Cassazione Penale, Sez. 3, 15 febbraio 2011, n. 5604 - Impastatrice non idonea ai fini della sicurezza

Cassazione Penale, Sez. 3, 15 febbraio 2011, n. 5604 - Impastatrice non idonea ai fini della sicurezza Cassazione Penale, Sez. 3, 15 febbraio 2011, n. 5604 - Impastatrice non idonea ai fini della sicurezza - Datore di Lavoro - Macchina ed Attrezzatura di Lavoro - Lavoratore Responsabilità della amministratrice

Dettagli

L ARRESTO IN QUASI FLAGRANZA : PRESTO SI PRONUNCERANNO LE SEZIONI UNITE DELLA CASSA

L ARRESTO IN QUASI FLAGRANZA : PRESTO SI PRONUNCERANNO LE SEZIONI UNITE DELLA CASSA L ARRESTO IN QUASI FLAGRANZA : PRESTO SI PRONUNCERANNO LE SEZIONI UNITE DELLA CASSA Carissimi, come ricorderete, in occasione di uno dei tanti convegni organizzati dall Associazione abbiamo avuto modo

Dettagli

Stalking: la querela è irrevocabile se la condotta è posta in essere con minacce gravi

Stalking: la querela è irrevocabile se la condotta è posta in essere con minacce gravi Stalking: la querela è irrevocabile se la condotta è posta in essere con minacce gravi Autore: Badalamenti Domenico In: Diritto penale, Giurisprudenza penale, Note a sentenza La V^ Sezione penale della

Dettagli

Danni da dequalificazione, da perdita di chance ed alla salute per il lavoratore illegittimamente pretermesso da incarichi

Danni da dequalificazione, da perdita di chance ed alla salute per il lavoratore illegittimamente pretermesso da incarichi Danni da dequalificazione, da perdita di chance ed alla salute per il lavoratore illegittimamente pretermesso da incarichi Devono essere riconosciuti i danni da dequalificazione professionale e da perdita

Dettagli

Il versamento a rate dell Iva omessa non elimina il reato

Il versamento a rate dell Iva omessa non elimina il reato Tribunale Bologna 24.07.2007, n.7770 - ISSN 2239-7752 Direttore responsabile: Antonio Zama Il versamento a rate dell Iva omessa non elimina il reato 17 Dicembre 2014 Idalisa Lamorgese, Maurizio Villani

Dettagli

SVOLGIMENTO DI FEDERICA DONATI CORSISTA JUSTOWIN CORTE D APPELLO DI ROMA ATTO DI APPELLO

SVOLGIMENTO DI FEDERICA DONATI CORSISTA JUSTOWIN CORTE D APPELLO DI ROMA ATTO DI APPELLO TRACCIA ASSEGNATA Tizio, incensurato, imprenditore edile convenzionato con il Comune di Roma per la realizzazione di alloggi di edilizia residenziale, viene tratto a giudizio per rispondere del reato di

Dettagli

Chiedeva l'annullamento dell'ordinanza. Il ricorso è infondato e deve essere rigettato con le conseguenze di legge. DIRITTO

Chiedeva l'annullamento dell'ordinanza. Il ricorso è infondato e deve essere rigettato con le conseguenze di legge. DIRITTO Sussistevano le esigenze probatorie essendo necessario accertare l'eventuale destinazione a terzi dei dati raccolti e verificare se detta diffusione fosse finalizzata a procurare profitto al (Omissis)

Dettagli

Scritto da Redazione Giovedì 15 Dicembre 2011 11:41 - Ultimo aggiornamento Giovedì 15 Dicembre 2011 15:54

Scritto da Redazione Giovedì 15 Dicembre 2011 11:41 - Ultimo aggiornamento Giovedì 15 Dicembre 2011 15:54 ESAME AVVOCATO 2011 ATTO GIUDIZIARIO DI DIRITTO PENALE Caio, dipendente del comune di Beta, viene sorpreso dal sindaco mentre, per mezzo del computer dell'ufficio naviga in internet visitando siti non

Dettagli

OBBLIGHI DI SEGNALAZIONE PER I SERVIZI: POSSIBILI RISVOLTI PENALI

OBBLIGHI DI SEGNALAZIONE PER I SERVIZI: POSSIBILI RISVOLTI PENALI OBBLIGHI DI SEGNALAZIONE PER I SERVIZI: POSSIBILI RISVOLTI PENALI L amministratore di Sostegno: tra diritti, obblighi ed opportunità! Verona, 31 gennaio 2019 REATI PERSEGUIBILI D UFFICIO: quelli tutelati

Dettagli

Le conseguenze in sede legale del tradimento

Le conseguenze in sede legale del tradimento Le conseguenze in sede legale del tradimento Autore: Concas Alessandra In: Diritto civile e commerciale Quando due persone si sposano, decidono di contrarre un vincolo giuridico dal quale derivano diritti

Dettagli

La tutela penale dell ambiente: problemi derivanti da un attività sportiva 1. a cura di Riccardo Salomone

La tutela penale dell ambiente: problemi derivanti da un attività sportiva 1. a cura di Riccardo Salomone La tutela penale dell ambiente: problemi derivanti da un attività sportiva 1 a cura di Riccardo Salomone Il Tribunale di Cassino affermava la responsabilità penale di S., condannandolo alla pena dell ammenda,

Dettagli

Cass. Pen., SS.UU., sent. 29/09/ dep. 07/11/2016, n , Pres. Canzio, Rel. Vessichelli

Cass. Pen., SS.UU., sent. 29/09/ dep. 07/11/2016, n , Pres. Canzio, Rel. Vessichelli Cass. Pen., SS.UU., sent. 29/09/2016 - dep. 07/11/2016, n. 46688, Pres. Canzio, Rel. Vessichelli La sorte delle obbligazioni civili derivanti dai reati abrogati e configurati quali illeciti civili ai sensi

Dettagli

Iva: l omissione stacca la soglia, non ci sono né sconti né attenuanti

Iva: l omissione stacca la soglia, non ci sono né sconti né attenuanti Articolo pubblicato su FiscoOggi (http://fiscooggi.it) Giurisprudenza Iva: l omissione stacca la soglia, non ci sono né sconti né attenuanti 19 Aprile 2016 Tenuto conto dell ammontare del debito, la Corte

Dettagli

Presentazione...» XIII PARTE I TUTELA IN SEDE CIVILE. Paolo Russo CAPITOLO I LA RESPONSABILITÀ

Presentazione...» XIII PARTE I TUTELA IN SEDE CIVILE. Paolo Russo CAPITOLO I LA RESPONSABILITÀ INDICE GENERALE Presentazione...» XIII PARTE I TUTELA IN SEDE CIVILE Paolo Russo CAPITOLO I LA RESPONSABILITÀ NELL INFORTUNISTICA STRADALE 1. L art. 2054 c.c. e la colpevolezza...» 3 1.1. Primo comma.

Dettagli

Le responsabilità giuridiche dell Amministratore di Sistema Udine 31 maggio 2012

Le responsabilità giuridiche dell Amministratore di Sistema Udine 31 maggio 2012 Le responsabilità giuridiche dell Amministratore di Sistema Udine 31 maggio 2012 Chi è l'ads? www.avvocatidagostini.it Avv. David D'Agostini Avv. Luca Zenarolla www.cindi.it Chi è l'ads? Nel nostro ordinamento

Dettagli

Lineamenti di diritto penale. Grosseto, 4 ottobre 2010

Lineamenti di diritto penale. Grosseto, 4 ottobre 2010 Lineamenti di diritto penale Grosseto, 4 ottobre 2010 Grande Bipartizione DIRITTO PUBBLICO DIRITTO PRIVATO Diritto costituzionale Diritto amministrativo Diritto penale Diritto civile Diritto commerciale

Dettagli

Allenatore di calcio messo in panchina dalla società: il danno è risarcibile?

Allenatore di calcio messo in panchina dalla società: il danno è risarcibile? Allenatore di calcio messo in panchina dalla società: il danno è risarcibile? Forzata inattività lavorativa per un allenatore di calcio. I giudici della Cassazione ci spiegano quali sono le voci di danno

Dettagli

RESPONSABILITA DEL REVISORE

RESPONSABILITA DEL REVISORE RESPONSABILITA DEL REVISORE Corso Base per i Revisori degli Enti Locali NOLA 26.06.2018 Dott. Di Lascio Ciro RESPONSABILITA DEI REVISORI I revisori degli enti locali rispondono della verità delle loro

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte I L ILLECITO PENALE E IL RISARCIMENTO DEL DANNO. Capitolo 1 LE CONSEGUENZE CIVILI DEL REATO

INDICE SOMMARIO. Parte I L ILLECITO PENALE E IL RISARCIMENTO DEL DANNO. Capitolo 1 LE CONSEGUENZE CIVILI DEL REATO INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... XV Parte I L ILLECITO PENALE E IL RISARCIMENTO DEL DANNO Capitolo 1 LE CONSEGUENZE CIVILI DEL REATO 1.1. Le sanzioni civili del reato... 3 1.1.1.

Dettagli

Il lavoratore che usufruisce della L. 104/92 ha il diritto alla scelta della

Il lavoratore che usufruisce della L. 104/92 ha il diritto alla scelta della Il lavoratore che usufruisce della L. 104/92 ha il diritto alla scelta della sede di lavoro Il lavoratore che usufruisce della L. 104/92 ha il diritto alla scelta della sede di lavoro più vicina al domicilio

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Introduzione... Capitolo I CONTENUTO PSICOLOGICO DEL DOLO E SUO ACCERTAMENTO. Sezione I. La quintessenza psicologica del dolo

INDICE-SOMMARIO. Introduzione... Capitolo I CONTENUTO PSICOLOGICO DEL DOLO E SUO ACCERTAMENTO. Sezione I. La quintessenza psicologica del dolo INDICE-SOMMARIO Introduzione........................................... 1 Capitolo I CONTENUTO PSICOLOGICO DEL DOLO E SUO ACCERTAMENTO La quintessenza psicologica del dolo 1. La nozione di scelta come

Dettagli

Occultamento e distruzione di documenti contabili

Occultamento e distruzione di documenti contabili Occultamento e distruzione di documenti contabili di Antonio Gigliotti Pubblicato il 1 dicembre 2011 distruggere od occultare documenti contabili è un reato: vediamo a quali rischi ci si espone nel farlo

Dettagli

Indice. I I reati contro la persona. Capitolo 1. I reati contro la vita. Isabella Leoncini

Indice. I I reati contro la persona. Capitolo 1. I reati contro la vita. Isabella Leoncini Avvertenza [XI] I I reati contro la persona Capitolo 1 I reati contro la vita Isabella Leoncini Sezione I Il bene tutelato, il soggetto passivo e l evento tipico [3] 1. La vita umana come bene supremo

Dettagli

LEZIONE 5 TEST A RISPOSTA MULTIPLA. di Vittorio De Chiara. Giugno Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale

LEZIONE 5 TEST A RISPOSTA MULTIPLA. di Vittorio De Chiara. Giugno Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 5 NOZIONI DI DIRITTO PENALE CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI REATI CONTRO LA PA; LIMITATAMENTE AL TITOLO II CAP. I DEI DELITTI DEI PUBBLICI

Dettagli

Il reato continuato, disciplina giuridica e caratteri

Il reato continuato, disciplina giuridica e caratteri Il reato continuato, disciplina giuridica e caratteri Autore: Concas Alessandra In: Diritto penale, Diritto processuale penale L'istituto giuridico del reato continuato è previsto e disciplinato dall'articolo

Dettagli

Impugnazione. Autore : Edizioni Simone. Data: 14/10/2015. Impugnazione (d. proc.)

Impugnazione. Autore : Edizioni Simone. Data: 14/10/2015. Impugnazione (d. proc.) Impugnazione Autore : Edizioni Simone Data: 14/10/2015 Impugnazione (d. proc.) Rimedio giuridico attribuito alle parti (ed eccezionalmente a soggetti che non sono stati parti del processo) per rimuovere

Dettagli

Corte Suprema di Cassazione Sezione Prima Penale Sentenza 30 gennaio - 6 marzo 2018, n

Corte Suprema di Cassazione Sezione Prima Penale Sentenza 30 gennaio - 6 marzo 2018, n Corte Suprema di Cassazione Sezione Prima Penale Sentenza 30 gennaio - 6 marzo 2018, n. 10237 La posizione gerarchicamente dominante nei reati associativi: la non automatica responsabilità per i reati

Dettagli

CORSO DI MAGISTRATURA. Le lezioni di Roberto GAROFOLI

CORSO DI MAGISTRATURA. Le lezioni di Roberto GAROFOLI CORSO DI MAGISTRATURA Le lezioni di Roberto GAROFOLI Roberto GAROFOLI DIRITTO PENALE Parte generale e speciale Volume terzo PREMESSA Il CORSO DI MAGISTRATURA costituisce un prezioso ausilio per la preparazione

Dettagli

Conseguentemente gli operanti avevano proceduto alla obbligatoria contestazione della violazione di cui all'art. 187, co. 8, C.d.S..

Conseguentemente gli operanti avevano proceduto alla obbligatoria contestazione della violazione di cui all'art. 187, co. 8, C.d.S.. In tema di sospensione della patente di guida merita di essere segnalata una recente pronuncia della Corte di Cassazione, IV sezione penale, sentenza n. 14169, depositata lo scorso 8 aprile e relativa

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BOLOGNESI, DE MARIA, BERRETTA, BARUFFI, GHIZZONI, FABBRI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BOLOGNESI, DE MARIA, BERRETTA, BARUFFI, GHIZZONI, FABBRI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 559-A PROPOSTA DI LEGGE n. 559, D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BOLOGNESI, DE MARIA, BERRETTA, BARUFFI, GHIZZONI, FABBRI Introduzione dell articolo

Dettagli

Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze

Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze N. 54 14.07.2016 Confisca: con le rate non opera La Cassazione interpreta la riforma dell istituto da parte del D.Lgs. 158/15 Categoria: Contenzioso

Dettagli

Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze

Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze N. 5 19.01.2017 Reato di omessa dichiarazione: l adesione all accertamento riduce il sequestro Il sequestro penale va ridotto proporzionalmente

Dettagli

CAPITOLO I. 4. Il concetto di segreto nel quadro dei diritti e delle libertà costituzionali:

CAPITOLO I. 4. Il concetto di segreto nel quadro dei diritti e delle libertà costituzionali: Introduzione... XV CAPITOLO I Il concetto di segreto nel quadro dei diritti e delle libertà costituzionali 1. Il ruolo del segreto nel quadro di un ordinamento liberaldemocratico: premesse generali...1

Dettagli

Il fondamento della recidiva e la rilevanza giuridica del reato estinto

Il fondamento della recidiva e la rilevanza giuridica del reato estinto Capitolo Primo Il fondamento della recidiva e la rilevanza giuridica del reato estinto 1. Premessa Vi sono delle certezze nel diritto penale fondate su basi normative che, col tempo, cambiano aspetto.

Dettagli

SOSPENSIONE CONDIZIONALE DELLA PENA

SOSPENSIONE CONDIZIONALE DELLA PENA SOSPENSIONE CONDIZIONALE DELLA PENA - Si sospende l esecuzione della condanna per un certo tempo, trascorso il quale senza che il soggetto abbia commesso un altro reato si estingue lo stesso; - se entro

Dettagli