Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2008

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2008"

Transcript

1 Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2008

2 INDICE Struttura del gruppo e organi sociali 3 Relazione intermedia sulla gestione 4 Bilancio consolidato semestrale abbreviato Stato patrimoniale consolidato 11 Conto economico consolidato 12 Rendiconto finanziario consolidato 13 Prospetto delle variazioni nel patrimonio netto consolidato 14 Note illustrative 15 Attestazione del Bilancio consolidato semestrale abbreviato ai sensi dell art. 154 bis del D.Lgs. 58/98 28 Relazione della società di revisione

3 STRUTTURA DEL GRUPPO E ORGANI SOCIALI Struttura del Gruppo Capogruppo SABAF S.p.A. Sede legale e amministrativa: Via dei Carpini, Ospitaletto (Brescia) R.E.A. Brescia Codice Fiscale Capitale sociale euro i.v. tel Società controllate e quota di pertinenza del gruppo Faringosi Hinges s.r.l. 100% Sabaf Immobiliare s.r.l. 100% Sabaf do Brasil Ltda. 100% Sabaf Mexico s.a. de c.v. 100% Sabaf US Corp. 100% Consiglio di Amministrazione Organi sociali Presidente Vicepresidente Vicepresidente Amministratore Delegato Consigliere Consigliere (*) Consigliere Consigliere (*) Consigliere (*) Consigliere (*) Consigliere (*) Giuseppe Saleri Gianbattista Saleri Ettore Saleri Angelo Bettinzoli Alberto Bartoli Salvatore Bragantini Leonardo Cossu Raffaele Ghedini Alberto Federico Giua Franco Carlo Papa Flavio Pasotti (*) amministratori indipendenti Collegio Sindacale Presidente Sindaco Effettivo Sindaco Effettivo Pierluigi Bellini Enrico Broli Renato Camodeca Società di revisione AGN SERCA 3

4 RELAZIONE INTERMEDIA SULLA GESTIONE Premessa La presente Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2008 è redatta ai sensi dell art. 154 ter del D.Lgs. 58/1998 e predisposta in conformità ai principi contabili internazionali applicabili riconosciuti nella Comunità Europea e in particolare dello IAS 34 Bilanci intermedi. L attività Il Gruppo Sabaf è uno dei principali produttori mondiali di componenti per apparecchi domestici per la cottura a gas. Il mercato di riferimento è dunque costituito dai produttori di cucine, piani di cottura e forni. La produzione di Sabaf, focalizzata in un unico settore di attività, si articola su quattro linee principali: Rubinetti e termostati, semplici o con sicurezza termoelettrica: sono i componenti che regolano il flusso di gas verso il bruciatore; Bruciatori: sono i componenti che, mediante la miscelazione del gas con l aria e la combustione dei gas impiegati, producono una o più corone di fiamma; Cerniere: sono i componenti che permettono il movimento e il bilanciamento in fase di apertura e chiusura della porta dell elettrodomestico; Accessori: sono altri componenti, prodotti direttamente o commercializzati. Il gruppo Sabaf produce attualmente in tre stabilimenti, a Ospitaletto (Brescia), Bareggio (Milano) e Jundiaì (Brasile). L andamento economico Dati di sintesi importi espressi in migliaia di euro II trimestre 2008 II trimestre 2007 Variazione % I semestre 2008 I semestre 2007 Variazione % Esercizio 2007 Ricavi di vendita , , Margine operativo lordo (EBITDA) , , EBITDA % 20,6 26,1 21,2 26,5 24,4 Reddito operativo (EBIT) , , EBIT % 13,7 18,8 14,4 19,5 17,0 Utile ante imposte , , Utile netto , ,

5 Conto economico consolidato (in migliaia di euro) 2 trimestre trimestre semestre semestre 2007 RICAVI E PROVENTI OPERATIVI Ricavi Altri proventi Totale ricavi e proventi operativi COSTI OPERATIVI Acquisti di materiali (20.930) (18.262) (39.881) (37.019) Variazione delle rimanenze Servizi (7.427) (6.801) (14.655) (14.091) Costi del personale (8.205) (6.559) (16.066) (13.340) Altri costi operativi (640) (197) (812) (582) Costi per lavori interni capitalizzati Totale costi operativi (34.834) (29.479) (69.898) (58.983) RISULTATO OPERATIVO ANTE AMMORTAMENTI, PLUS/MINUSVALENZE, SVALUTAZIONI/RIPRISTINI DI ATTIVITA' NON CORRENTI (EBITDA) Ammortamenti (3.038) (2.846) (5.968) (5.523) Plusvalenze/Minusvalenze da realizzo di attività non correnti Svalutazioni/Ripristini di valore di attività non correnti 0 (69) 0 (69) RISULTATO OPERATIVO (EBIT) Proventi finanziari Oneri finanziari (518) (499) (1.000) (909) Utili e perdite su cambi (9) (28) (272) (52) Utili e perdite da partecipazioni RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE Imposte sul reddito 754 (2.847) (1.480) (5.994) Quota di pertinenza di terzi UTILE DEL PERIODO

6 Fatturato per area geografica importi espressi in migliaia di euro II trimestre 2008 II trimestre 2007 Variazione % I semestre 2008 I semestre 2007 Variazione % Esercizio 2007 Italia , , Europa Occidentale , , Europa Orientale , , Asia , , Sud America , , Africa , , Nord America e Messico , , Oceania , ,9 580 Totale , , Fatturato per linea di prodotto importi espressi in migliaia di euro II trimestre 2008 II trimestre 2007 Variazione % I semestre 2008 I semestre 2007 Variazione % Esercizio 2007 Rubinetti semplici in ottone , , Rubinetti con sicurezza in ottone , , Rubinetti in lega leggera (semplici e con sicurezza) , , Termostati , Totale rubinetti e termostati , , Bruciatori standard , , Bruciatori speciali , , Totale bruciatori , , Cerniere , , Accessori e altri ricavi , , Totale , , Primo semestre 2008 Nel corso del primo semestre del 2008 il Gruppo Sabaf ha conseguito ricavi pari a 88,3 milioni di euro, in aumento del 10,9% rispetto al corrispondente periodo dell anno precedente. L incremento del fatturato è stato determinato esclusivamente dai maggiori volumi. I prezzi medi di vendita sono stati inferiori di circa il 2%, mentre la variazione dei tassi di cambio ha inciso negativamente per circa lo 0,5%. Nonostante la debolezza del mercato interno, le vendite in Italia sono cresciute del 7,6% a 41,5 milioni di euro. Le vendite in Europa Occidentale sono in flessione (7,3 milioni di euro, -11,1%), anche a causa della delocalizzazione della produzione di alcuni clienti. L Europa Orientale rappresenta un mercato sempre più strategico (20,3 milioni di euro, +52,8% nel semestre), sia per il progressivo spostamento in tale area della produzione delle multinazionali, sia per la crescente rilevanza dei clienti turchi. Per quanto riguarda i Paesi extraeuropei, si conferma il buon andamento nei mercati sudamericano ed africano, mentre le vendite in Asia evidenziano un deciso rallentamento. Le vendite in Nord America sono in forte flessione a causa della crisi del mercato USA, a cui si associano le difficoltà legate alla svalutazione del dollaro. 6

7 La famiglia di prodotti che ha maggiormente contribuito alla crescita è stata quella dei rubinetti e termostati (+22,1% a 39,9 milioni di euro), fortemente supportata dalla nuova linea di prodotti in lega leggera. Le vendite di bruciatori, pari a 34,4 milioni di euro, sono in crescita dell 1,7% rispetto al primo semestre All interno della famiglia dei bruciatori, il mix di vendita è però stato penalizzante in termini di redditività: mentre i bruciatori standard sono in crescita (fatturato +5,6%), le vendite di bruciatori speciali sono in flessione (-7,4%) per l impossibilità, per il momento, di aumentare ulteriormente la quota di mercato. Il peggioramento del mix dei bruciatori ha comportato un effetto negativo sui margini pari allo 0,3% delle vendite totali. La politica di prezzi aggressiva, finalizzata all aumento della quota di mercato, il mix di prodotto meno remunerativo e l effetto cambi hanno determinato una redditività in flessione rispetto allo stesso periodo del L EBITDA del primo semestre 2008 è stato di 18,7 milioni di euro (pari al 21,2% del fatturato, in flessione dell 11,4% rispetto allo stesso periodo del 2007) e l EBIT ha raggiunto i 12,8 milioni di euro (14,4% delle vendite, in flessione del 17,9% rispetto ai 15,5 milioni di euro del primo semestre 2007, quando aveva rappresentato il 19,5% delle vendite). Nel primo semestre sono proseguite le attività di perfezionamento del processo produttivo dei rubinetti in lega leggera; gran parte degli interventi sono stati completati e i risultati ottenuti in termini di miglioramento dell efficienza produttiva sono sostanzialmente in linea con gli obiettivi prefissati per il primo semestre. Nel corso del primo semestre tra i costi operativi è stata iscritta una svalutazione dei crediti commerciali di euro, a fronte dei sintomi di tensione finanziaria verificatisi su alcuni clienti. Tale svalutazione ha inciso negativamente sull EBITDA % per lo 0,7%. Le imposte sul reddito del semestre sono pari a 1,5 milioni di euro, a fronte di 6 milioni di euro del primo semestre A seguito dell adozione della facoltà di assoggettare a imposta sostitutiva le deduzioni extracontabili pregresse, come previsto dalla Legge Finanziaria 2008, il Gruppo ha contabilizzato nel semestre un beneficio fiscale di circa 3 milioni di euro. Di conseguenza il risultato netto è pari a 10,1 milioni di euro (+15,1% rispetto al primo semestre 2007). Secondo trimestre 2008 Nel secondo trimestre 2008 le vendite sono state pari a 43,6 milioni di euro, in crescita del 10% rispetto al secondo trimestre Nonostante il debole mercato interno, le vendite in Italia sono in progresso a doppia cifra (+11,1%), la flessione dell Europa Occidentale è limitata al 2,4% e l Europa Orientale registra un altro trimestre di crescita molto sostenuta (+42,6% a 9,9 milioni di euro). Tra i mercati extraeuropei, risultano in crescita Africa e Sud America, anche se in rallentamento rispetto al primo trimestre e restano negativi Asia e Nord America. Per quanto riguarda la distribuzione per famiglia di prodotto, si evidenzia come la crescita è trainata dalla famiglia dei rubinetti e termostati (+19,1%), mentre le vendite di bruciatori e cerniere sono in leggera flessione. Nel secondo trimestre i margini sono stati condizionati dai fattori descritti a commento dell andamento del semestre. In particolare i prezzi medi di vendita sono risultati in ulteriore flessione rispetto al primo trimestre, anche per effetto di vendite maggiormente concentrate sui clienti più grandi. La svalutazione crediti di euro, descritta in precedenza, è stata contabilizzata interamente nel secondo trimestre. L EBITDA del trimestre è pari a 9 milioni di euro (-13,2% rispetto al secondo trimestre 2007) e l EBIT si attesta a 6 milioni di euro (-20,1% rispetto allo stesso periodo del 2007). Per effetto dell opzione fiscale descritta precedentemente, che ha determinato l iscrizione di imposte positive per circa 0,8 milioni di euro, l utile netto del trimestre raggiunge i 6,2 milioni di euro, in miglioramento del 50,1% rispetto ai 4,1 milioni di euro del secondo trimestre

8 Situazione patrimoniale e finanziaria migliaia di euro 30/06/ /12/ /06/2007 Attività non correnti Attività a breve Passività a breve 2 (43.469) (39.617) (40.473) Capitale circolante netto Attività non correnti destinate alla vendita Attività finanziarie correnti Fondi per rischi e oneri, imposte differite e TFR (7.438) (13.260) (14.294) Capitale investito netto Posizione finanziaria netta a breve termine (16.675) (10.503) (16.123) Posizione finanziaria netta a medio-lungo termine (11.339) (12.307) (13.318) Indebitamento finanziario netto (28.014) (22.810) (29.441) Patrimonio netto Al 30 giugno 2008 la situazione patrimoniale evidenzia un patrimonio netto consolidato di 100,5 milioni di euro e un indebitamento finanziario netto di 28 milioni di euro (98,1 milioni e 22,8 milioni rispettivamente al 31 dicembre 2007). Il capitale circolante netto è rimasto sostanzialmente invariato rispetto al 30 giugno 2007 e al 31 dicembre 2007, su base annua l incidenza del capitale circolante netto sul fatturato si attesta al 21,3%. Gli investimenti del primo semestre 2008 sono stati pari a circa 7,1 milioni di euro (18,7 milioni nell intero esercizio 2007). Gli investimenti sono stati destinati principalmente al completamento delle linee di produzione dei rubinetti in lega leggera e ad aumentare la capacità produttiva dei bruciatori. Rapporti infragruppo e con parti correlate Per quanto concerne le operazioni effettuate con parti correlate, ivi comprese le operazioni infragruppo, si precisa che le stesse non sono qualificabili né come atipiche né come inusuali, rientrando nel normale corso di attività delle società del Gruppo. Dette operazioni sono regolate a condizioni di mercato. Le informazioni sui rapporti con parti correlate, ivi incluse quelle richiesta dalla Comunicazione Consob del 28 luglio 2006, sono presentate nella Nota 30 del Bilancio consolidato semestrale abbreviato al 30 giugno Informazioni ex art. 36 del Regolamento Mercati L art. 36 del Regolamento Mercati emanato dalla Consob disciplina le Condizioni per la quotazione di azioni di società controllanti società costituite e regolate dalla legge di Stati non appartenenti all Unione Europea. Sabaf controlla un unica società per la quale è applicabile il citato articolo, Sabaf do Brasil Ltda. In considerazione del fatto che: - le situazioni contabili della società controllata predisposte ai fini della redazione del bilancio consolidato sono a disposizione del pubblico; 1 Somma di Rimanenze, Crediti commerciali, Crediti per imposte, Altri crediti correnti 2 Somma di Debiti commerciali, Debiti per imposte, Altri debiti correnti 3 Definito come differenza tra le Attività a breve e le Passività a breve 8

9 - la capogruppo dispone dello statuto e della composizione e dei poteri degli organi sociali della controllata; - il flusso informativo verso il revisore centrale, funzionale all attività di controllo dei conti annuali e infrannuali della Capogruppo stessa, appare adeguato; - il sistema amministrativo-contabile e di reporting in essere permette di fare pervenire regolarmente i dati economici, patrimoniali e finanziari necessari per la redazione del bilancio consolidato; le condizioni di cui all art. 36 si ritengono interamente soddisfatte. Fatti di rilievo dopo la chiusura del semestre Il 18 luglio 2008 Sabaf ha comunicato di avere avviato un programma di acquisto di azioni proprie, in esecuzione della delibera assembleare del 29 aprile L'autorizzazione all'acquisto di azioni proprie ha lo scopo di permettere al Consiglio di Amministrazione di cogliere sul mercato le opportunità di investire in azioni della Società, qualora l'andamento dei titoli o l'entità della liquidità disponibile possano rendere conveniente tale operazione. Inoltre le azioni acquistate ai sensi della delega potranno essere utilizzate per la realizzazione di eventuali futuri piani di stock options destinati a dipendenti ed amministratori della Società e/o di società controllate ovvero potranno essere utilizzate nell'ambito di operazioni connesse a progetti industriali e di accordi con partner strategici ovvero nell'ambito di operazioni di investimento. Il programma di acquisto si concluderà entro 18 mesi dalla data della delibera assembleare sopra citata. Alla data di approvazione della Relazione finanziaria semestrale (7 agosto 2008), la Società non ha ancora acquistato azioni proprie. Nel mese di luglio 2008 si è interrotto il rapporto di lavoro con il Direttore Commerciale Luca Salvi; il suo incarico è stato assunto ad interim dall Amministratore Delegato Angelo Bettinzoli. Prevedibile evoluzione dell attività per l esercizio in corso Il quadro economico in cui il Gruppo si troverà a operare nel secondo semestre è caratterizzato dalle incertezze e dai rischi associati alla debolezza dei mercati occidentali. I consumi di grandi elettrodomestici in Italia e negli altri Paesi dell Europa Occidentale sono in progressivo rallentamento. Tale scenario, oltre a comportare una possibile crescita inferiore, espone i nostri clienti a una situazione competitiva sempre più difficile, con un conseguente aumento del rischio di insolvenza. Tale rischio è parzialmente trasferito a terzi mediante cessioni pro-soluto; la parte residua del rischio di credito è coperta a bilancio mediante un fondo svalutazione crediti ritenuto congruo. Negli altri principali mercati in cui il Gruppo opera (Europa Orientale, Sud America, Africa) la congiuntura è forte e ci si attende un andamento positivo anche nella parte restante del 2008, mentre i principali mercati mediorientali continueranno a essere esposti ai rischi di instabilità politica. Il secondo semestre sarà inoltre caratterizzato da un sensibile aumento dei costi dell acciaio, materia prima per la quale non è possibile la copertura. Ancorché i contratti con i clienti non siano indicizzati ai prezzi delle materie prime, il Gruppo prevede di essere in grado di trasferire sui prezzi di vendita la maggior parte di tali aumenti. Per quanto riguarda le altre principali materie prime, il Gruppo ha fissato il prezzo di acquisto dell alluminio e dell ottone per la maggior parte dei fabbisogni previsti fino alla fine del Dopo un attento esame dell impatto congiunto di questi fenomeni sulla domanda dei prodotti del Gruppo e sui risultati operativi, gli amministratori confermano l obiettivo di un fatturato per l intero esercizio compreso tra i 170 e i 175 milioni di euro (in crescita tra il 7% e il 10% circa rispetto al 2007). I margini sono attesi in miglioramento rispetto al primo semestre, in particolare in virtù dei progressivi miglioramenti di produttività nei rubinetti in lega leggera, ma continueranno a essere negativamente impattati dai principali fattori che hanno condizionato il primo semestre e dalla debolezza del mercato. Per l intero 2008, gli amministratori ritengono che la redditività operativa netta (EBIT %) possa attestarsi a circa il 15% (la precedente previsione indicava un EBIT% del 17%). Tali ipotesi considerano uno scenario macroeconomico non condizionato da eventi imprevedibili. Qualora la situazione economica subisca invece significative variazioni, i valori consuntivi potrebbero discostarsi dai dati previsionali. 9

10 BILANCIO CONSOLIDATO SEMESTRALE ABBREVIATO AL 30 GIUGNO

11 Stato patrimoniale consolidato Note (in migliaia di euro) ATTIVO ATTIVITA' NON CORRENTI Immobilizzazioni materiali Attività immateriali Partecipazioni Crediti non correnti Imposte anticipate Totale attività non correnti ATTIVITA' CORRENTI Rimanenze Crediti commerciali Crediti per imposte Altri crediti correnti Attività finanziarie correnti Cassa e disponibilità liquide Totale attività correnti Attività non correnti disponibili per la vendita TOTALE ATTIVO PATRIMONIO NETTO E PASSIVO PATRIMONIO NETTO Capitale sociale Utili accumulati, Altre riserve Utile dell'esercizio Totale quota di pertinenza della Capogruppo Interessi di Minoranza Totale patrimonio netto PASSIVITA' NON CORRENTI Finanziamenti TFR e fondi di quiescenza Fondi per rischi e oneri Imposte differite Totale passività non correnti PASSIVITA' CORRENTI Finanziamenti Debiti commerciali Debiti per imposte Altri debiti Totale passività correnti TOTALE PASSIVO E PATRIMONIO NETTO

12 Conto economico consolidato Note 1 semestre semestre 2007 (in migliaia di euro) RICAVI E PROVENTI OPERATIVI Ricavi Altri proventi Totale ricavi e proventi operativi COSTI OPERATIVI Acquisti di materiali 22 (39.881) (37.019) Variazione delle rimanenze Servizi 23 (14.655) (14.091) Costi del personale 24 (16.066) (13.340) Altri costi operativi (812) (582) Costi per lavori interni capitalizzati Totale costi operativi (69.898) (58.983) RISULTATO OPERATIVO ANTE AMMORTAMENTI, PLUS/MINUSVALENZE, SVALUTAZIONI/RIPRISTINI DI ATTIVITA' NON CORRENTI (EBITDA) Ammortamenti (5.968) (5.523) Plusvalenze/Minusvalenze da realizzo di attività non correnti 9 12 Svalutazioni/Ripristini di valore di attività non correnti 0 (69) RISULTATO OPERATIVO (EBIT) Proventi finanziari Oneri finanziari 25 (1.000) (909) Utili e perdite su cambi 26 (272) (52) Utili e perdite da partecipazioni 0 0 RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE Imposte sul reddito 27 (1.480) (5.994) Quota di pertinenza di terzi 0 0 UTILE DEL PERIODO (in euro) Utile per azione base 28 0,874 0,760 Utile per azione diluito 0,874 0,760 12

13 Rendiconto finanziario consolidato A. POSIZIONE FINANZIARIA NETTA INIZIALE A BREVE (10.503) B. FLUSSO MONETARIO DA ATTIVITÀ DI ESERCIZIO Risultato netto dell'esercizio, al lordo della quota di terzi Ammortamenti Variazione nelle imposte anticipate e differite (5.638) (325) (103) (Plus) o minusvalenze da alienazione (9) 31 (12) (Rivalutazione) o svalutazione di attività non correnti Variazione netta TFR (300) (358) (214) Variazione netta fondi rischi ed oneri (38) (335) Variazione del capitale circolante netto: Rimanenze (1.227) (6.858) (5.813) Crediti commerciali (2.842) (7.919) (9.191) Debiti commerciali Altri crediti e debiti (1.756) 742 (487) (11.960) (11.402) Cash flow operativo C. FLUSSO MONETARIO DA ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO Investimenti in immobilizzazioni: immateriali (748) (1.156) (478) materiali (6.340) (17.426) (9.762) finanziarie (195) (227) (191) disponibili per la vendita 0 0 (3.000) Realizzo e disinvestimento immobilizzazioni TOTALE (7.138) (18.740) (13.391) D. FLUSSO MONETARIO DA ATTIVITÀ FINANZIARIE Nuovi finanziamenti (quota a medio-lungo termine) Rimborsi di finanziamenti e trasferimenti a breve termine di quote di finanziamenti a medio-lungo (968) (4.113) (1.602) Variazione dei crediti immobilizzati Variazione nelle attività finanziarie correnti 0 1 (102) TOTALE (904) (2.361) (1.677) E. VARIAZIONI NEI CONTI DI PATRIMONIO NETTO Altre variazioni nel patrimonio netto Distribuzione di dividendi (8.073) (8.073) (8.073) TOTALE (7.707) (7.472) (7.300) F. FLUSSO MONETARIO DEL PERIODO (B+C+D+E) (6.172) (14.042) (19.662) G. POSIZIONE FINANZIARIA NETTA FINALE A BREVE (A+F) (16.675) (10.503) (16.123) 13

14 Prospetto delle variazioni nel patrimonio netto consolidato (in migliaia di euro) Capitale Sociale Riserva sovrapprezzo azioni Riserva Legale Azioni proprie Altre riserve Utile dell'esercizio Totale patrimonio netto del Gruppo Interessi di minoranza Totale patrimonio netto Saldo al 31 dicembre Destinazione utile d'esercizio (16.078) (8.073) (8.073) Variazione nella riserva da traduzione Altri movimenti Utile esercizio Saldo al 31 dicembre (in migliaia di euro) Capitale Sociale Riserva sovrapprezzo azioni Riserva Legale Azioni proprie Altre riserve Utile dell'esercizio Totale patrimonio netto del Gruppo Interessi di minoranza Totale patrimonio netto Saldo al 31 dicembre Destinazione utile d'esercizio (15.828) (8.073) (8.073) Variazione nella riserva da traduzione Altri movimenti Utile primo semestre Saldo al 31 dicembre

15 Criteri di redazione e principi contabili adottati NOTE ILLUSTRATIVE Il bilancio consolidato semestrale abbreviato relativo al periodo 1 gennaio 30 giugno 2008 è stato redatto in conformità agli International Financial Reporting Standards (IFRS) emanati dall International Accounting Standards Board (IASB) e omologati dall Unione Europea, ed in particolare secondo lo IAS 34 relativo alle rendicontazioni infrannuali. Tale bilancio consolidato semestrale abbreviato non comprende pertanto tutte le informazioni richieste dal bilancio annuale e deve essere letto unitamente al bilancio annuale predisposto per l esercizio chiuso al 31 dicembre Il riferimento agli IFRS include anche tutti gli International Accounting Standards (IAS) vigenti. Esso è stato redatto in euro arrotondando gli importi alle migliaia e viene comparato con i bilanci consolidati del semestre e dell esercizio precedente redatti in omogeneità di criteri. E costituito dallo stato patrimoniale, conto economico, prospetto delle variazioni del patrimonio netto, rendiconto finanziario e dalle presenti note illustrative. I principi di consolidamento, i criteri applicati nella conversione dei bilanci espressi in valuta estera, i principi contabili e i criteri di valutazione sono omogenei con quelli utilizzati in sede di redazione del bilancio al 31 dicembre 2007, al quale si rimanda per completezza di trattazione. Le variazioni approvate dallo IABS e dall IFRIC agli IAS/IFRS e applicabili per la prima volta dal 1 gennaio 2008 non hanno effetto sul bilancio consolidato del Gruppo Sabaf al 30 giugno 2008, che non ha inoltre modificato le opzioni utilizzate per la redazione del bilancio consolidato al 31 dicembre Schemi di bilancio Il Gruppo ha adottato i seguenti schemi di bilancio: - un prospetto di stato patrimoniale che espone separatamente le attività correnti e non correnti e le passività correnti e non correnti; - un prospetto di conto economico che espone i costi usando una classificazione basata sulla natura degli stessi; - un rendiconto finanziario che presenta i flussi finanziari derivanti dall attività operativa utilizzando il metodo indiretto. L adozione di tali schemi permette la rappresentazione più significativa della situazione patrimoniale, economica e finanziaria del Gruppo. Area di consolidamento L area di consolidamento al 30 giugno 2008, che non ha subito variazioni rispetto al 30 giugno 2007 e al 31 dicembre 2007, comprende la Capogruppo Sabaf S.p.A. e le seguenti società di cui Sabaf S.p.A. possiede il controllo: - Faringosi Hinges s.r.l. - Sabaf Immobiliare s.r.l. - Sabaf do Brasil Ltda. Il controllo è il potere di determinare, direttamente o indirettamente, le politiche finanziarie e gestionali di un entità al fine di ottenere i benefici dalle sue attività. Le controllate sono consolidate a partire dalla data in cui inizia il controllo fino alla data in cui il controllo cessa. Le società Sabaf Mexico S.A. de C.V. e Sabaf US Corp., costituite rispettivamente nel corso del 2006 e del 2007 e controllate direttamente al 100% da Sabaf S.p.A., non sono ancora operative e pertanto non sono incluse nell area di consolidamento. Criteri di consolidamento I criteri adottati per il consolidamento sono i seguenti: a) Le attività e le passività, i proventi e gli oneri dei bilanci oggetto di consolidamento con il metodo dell integrazione globale sono inseriti nel bilancio di Gruppo, prescindendo dall entità della partecipazione. E stato inoltre eliminato il valore di carico delle partecipazioni contro il patrimonio netto di competenza delle società partecipate. b) Le differenze positive risultanti dall elisione delle partecipazioni contro il valore del patrimonio netto contabile alla data del primo consolidamento vengono imputate ai maggiori valori attribuibili alle attività e alle passività e, per la parte residua, ad avviamento. In accordo con le disposizioni transitorie dell IFRS 3, il Gruppo ha modificato il criterio contabile per l avviamento in modo prospettico a partire dalla data di transizione. Perciò, a partire dal 1 gennaio 2004, il Gruppo ha smesso di ammortizzare l avviamento assoggettandolo invece a test di impairment. c) Le partite di debito/credito, costi/ricavi tra le società consolidate e gli utili/perdite risultanti da operazioni infragruppo sono eliminate. 15

16 d) Qualora fossero presenti soci di minoranza, la quota del patrimonio netto e del risultato netto dell esercizio di loro spettanza sarebbe loro attribuita in apposite voci dello stato patrimoniale e del conto economico consolidati. Conversione in euro delle situazioni economico-patrimioniali redatte in valuta estera I bilanci separati di ciascuna società appartenente al Gruppo vengono preparati nella valuta dell ambiente economico primario in cui essa opera (valuta funzionale). Ai fini del bilancio consolidato, il bilancio di ciascuna entità estera è espresso in euro, che è la valuta funzionale del Gruppo e la valuta di presentazione del bilancio consolidato. La conversione delle poste di stato patrimoniale dei bilanci espressi in moneta diversa dall euro è effettuata applicando i cambi correnti a fine periodo. Le poste di conto economico sono invece convertite ai cambi medi del periodo. Le differenze cambio di conversione risultanti dal raffronto tra il patrimonio netto iniziale convertito ai cambi correnti e il medesimo convertito ai cambi storici, nonché la differenza tra il risultato economico espresso ai cambi medi e quello espresso ai cambi correnti, sono imputati alla voce del patrimonio netto Altre Riserve. I tassi di cambio utilizzati per la conversione in euro della situazione economico-patrimoniale di Sabaf do Brasil, predisposta in real brasiliani, sono riportati nella seguente tabella: Descrizione della Cambio puntuale Cambio medio Cambio puntuale Cambio medio valuta Real brasiliano 2,5112 2,5946 2, ,71857 Informativa di settore Il settore è una parte di un Gruppo distintamente identificabile che fornisce un insieme di prodotti e servizi omogenei (settore di attività) o che fornisce prodotti e servizi in una determinata area economica (settore geografico). Il Gruppo Sabaf opera sostanzialmente in un unico settore di attività, quello dei componenti per apparecchi domestici di cottura e produce prevalentemente in un unica area geografica, l Italia. Di conseguenza, non è fornita l informativa di settore prevista dallo IAS 14. Uso di stime La redazione del bilancio e delle relative note in applicazione degli IFRS richiede da parte della Direzione l effettuazione di stime e di assunzioni che hanno effetto sui valori delle attività e delle passività di bilancio e sull informativa relativa ad attività e passività potenziali alla data di bilancio. I risultati che si consuntiveranno potrebbero differire da tali stime. Le stime sono utilizzate per valutare le attività materiali ed immateriali sottoposte ad impairment test come sopra descritto oltre che per rilevare gli accantonamenti per rischi su crediti, per obsolescenza di magazzino, ammortamenti, svalutazioni di attivo, benefici ai dipendenti, imposte, altri accantonamenti e fondi. Le stime e le assunzioni sono riviste periodicamente e gli effetti di ogni variazione sono riflessi immediatamente a conto economico. Altre informazioni Si ricorda che in apposita sezione della presente Relazione è fornita l informativa sui fatti di rilievo intervenuti dopo la chiusura del semestre e sulla prevedibile evoluzione della gestione 16

17 1. IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Commento alle principali voci di stato patrimoniale Immobili Impianti e macchinari Altri beni Immobilizzazioni in corso Totale Costo Al 31 dicembre Incrementi Riclassificazioni (3.252) (3.252) Cessioni - (41) (117) (127) (285) Differenze cambio Al 30 giugno Ammortamenti accumulati Al 31 dicembre Incrementi Riclassificazioni Cessioni - (37) (112) - (149) Differenze cambio Al 30 giugno Valore contabile Al 31 dicembre Al 30 giugno Il valore contabile della voce Immobili è così composto: Variazione Terreni Immobili industriali (394) Immobili residenziali (20) Totale (376) I principali investimenti in impianti e macchinari sono relativi a macchine di lavorazione e montaggio della nuova generazione di rubinetti in lega leggera. 2. ATTIVITÀ IMMATERIALI Avviamento Brevetti, software e know-how Costi di sviluppo Altre attività immateriali Totale Costo Al 31 dicembre Incrementi Riclassificazioni Eliminazioni Differenze cambio Al 30 giugno Ammortamenti accumulati Al 31 dicembre Incrementi Riclassificazioni Eliminazioni Differenze cambio Al 30 giugno Valore contabile Al 31 dicembre Al 30 giugno

18 L avviamento iscritto in bilancio è principalmente derivante dall acquisizione della Faringosi Hinges s.r.l. ed è conseguentemente allocato all unità generatrice di cassa cerniere. Il Gruppo verifica la recuperabilità dell avviamento almeno una volta l anno o più frequentemente se vi sono indicatori di perdita di valore. Nel periodo in esame non sono emersi indicatori di perdita di valore. Le altre immobilizzazioni immateriali hanno vita utile definita e sono conseguentemente ammortizzate lungo la stessa. La vita utile dei progetti relativamente ai quali sono stati capitalizzati costi di sviluppo è stimata pari a 10 anni. 3. PARTECIPAZIONI Variazione Sabaf Mexico S.A. de c.v Sabaf US Corp Altre partecipazioni Totale CREDITI NON CORRENTI Variazione Crediti verso l Erario (30) Depositi cauzionali (36) Altri Totale (64) 5. RIMANENZE Variazione Materie prime (35) Semilavorati Prodotti finiti (124) Fondo svalutazione rimanenze (1.062) (2.054) 992 Totale Le rimanenze di magazzino non hanno subito significative variazioni nel corso del semestre. Al 30 giugno 2008 il fondo svalutazione rimanenze è relativo agli stanziamenti effettuati a fronte del rischio di obsolescenza, ed è riferibile per euro alle materie prime, per euro ai semilavorati e per euro ai prodotti finiti. Al 31 dicembre 2007 il fondo svalutazione rimanenze includeva inoltre euro stanziati per adeguare il valore delle rimanenze presso la controllata Sabaf do Brasil al presunto valore di realizzo, manifestatosi nel corso del primo semestre CREDITI COMMERCIALI La ripartizione per area geografica dei crediti commerciali è la seguente: Variazione Italia Europa Occidentale (184) Europa Orientale e Turchia Asia (988) Sud America (56) Africa (89) Nord America e Messico (19) Oceania (150) Totale lordo Fondo svalutazione crediti (1.109) (610) (499) Totale netto

19 L incremento dei crediti commercial rispetto al 31 dicembre 2007 è conseguente all incremento delle vendite nel primo semestre del 2008 e alla diversa stagionalità (maggiori vendite nel mese di giugno rispetto a dicembre). Al 30 giugno 2008 i crediti verso clienti includono saldi per circa 4 milioni di dollari USA, contabilizzati al cambio euro/dollaro del 30 giugno 2008, pari a 1,5764. Al 30 giugno 2008 il fondo svalutazione crediti è stato incrementato di euro a fronte della stima di un maggiore rischio di credito verso alcuni clienti che presentano situazioni di tensione finanziaria. L accantonamento è stato iscritto nel conto economico tra gli Altri costi operativi. 7. CREDITI PER IMPOSTE Variazione Credito IVA Altri crediti tributari Credito per imposte sul reddito (290) Totale (116) 8. CASSA E DISPONIBILITÀ LIQUIDE La voce Cassa e disponibilità liquide, pari a euro al 30 giugno 2008 (euro al 31 dicembre 2007) è rappresentata quasi esclusivamente da saldi attivi di c/c bancari. Al 30 giugno 2008 le disponibilità liquide includono saldi attivi di conti correnti bancari per circa 2,6 milioni di dollari USA, originati da incassi di crediti commerciali e contabilizzati al cambio euro/dollaro corrente, pari a 1, CAPITALE SOCIALE Al 30 giugno 2008 il capitale sociale della Capogruppo è rappresentato da azioni da nominali euro 1,00 cadauna e non ha subito variazioni rispetto al 31 dicembre L assemblea straordinaria del 2 agosto 2007 ha deliberato di aumentare il capitale sociale a pagamento, con esclusione del diritto di opzione, da euro a massimi euro ,00, mediante emissione di massime n azioni ordinarie al servizio di massime n opzioni non cedibili, valide per la sottoscrizione di azioni ordinarie, assegnate gratuitamente ad alcuni amministratori e dipendenti della Società nell ambito del piano di incentivazione azionaria deliberato dall assemblea ordinaria in pari data e descritto nella successiva Nota 31. L aumento di capitale potrà essere sottoscritto, in una o più tranches, a partire dal 3 agosto 2010 ed entro il 2 dicembre AZIONI PROPRIE Al 30 giugno 2008 la Capogruppo non detiene azioni proprie, né ne possedeva al 31 dicembre FINANZIAMENTI Correnti Non correnti Correnti Non correnti Leasing immobiliari Mutui immobiliari Mutui chirografari Scoperti bancari e altri finanziamenti Totale Tutti i finanziamenti in essere sono denominati in euro, a tasso variabile indicizzato all Euribor con spread compresi tra lo 0,20% e l 1,05%. Si rimanda al rendiconto finanziario per l analisi delle variazioni nei finanziamenti intervenuti nel periodo e alla Nota 18 per l analisi della posizione finanziaria netta. 19

20 12. TFR E FONDI DI QUIESCENZA Variazione TFR (300) Fondo quiescenza amministratori Totale (300) Per effetto della riforma del sistema previdenziale italiano (Legge 296/2006) il TFR, per le quote maturate successivamente al 1 gennaio 2007 è considerato un piano a contribuzione definita. Il decremento del primo semestre 2008 è relativo ai versamenti effettuati ai dipendenti cessati e alle anticipazioni erogate. 13. FONDI PER RISCHI E ONERI Accantonamenti Utilizzi Fondo indennità suppletiva di clientela (28) 521 Fondo garanzia prodotto 80 - (32) 48 Fondo rischi fiscali Altri Totale (60) 697 Il fondo indennità suppletiva di clientela copre gli importi da corrispondere agli agenti in caso di risoluzione del rapporto di agenzia da parte del Gruppo. Il fondo garanzia prodotto copre le spese da sostenere per assistenza sui prodotti da effettuare nel periodo di garanzia. Il fondo rischi fiscali rappresenta la stima della passività potenziale residua connessa a un contenzioso a seguito di una verifica fiscale relativa ai periodi di imposta 2002 e Gli accantonamenti iscritti nei fondi rischi, che rappresentano la stima degli esborsi futuri elaborati anche sulla base dell esperienza storica, non sono stati attualizzati perché l effetto è ritenuto trascurabile. 14. DEBITI COMMERCIALI La ripartizione per area geografica dei debiti commerciali è la seguente: Variazione Italia (1.212) Europa Occidentale Europa Orientale e Turchia Asia Sud America Nord America e Messico 5 17 (12) Totale Rispetto al 31 dicembre 2007 i debiti commerciali non hanno subito variazioni significative. I termini medi di pagamento sono rimasti invariati. 15. DEBITI PER IMPOSTE Variazione Per imposte sul reddito Per imposta sostitutiva ex L. 244/ Per ritenute IRPEF (418) Altri debiti tributari Totale

21 Il debito per imposta sostitutiva ex Legge 244/07 è relativo all applicazione dell opzione descritta alla successiva Nota 27. La prima rata di euro è stata pagata nel mese di giugno 2008; il debito iscritto nel presente bilancio è relativo alle due successive rate ( euro scadenti a giugno 2009 e euro scadenti a giugno 2010). 16. ALTRI DEBITI CORRENTI Variazione Verso il personale Verso istituti previdenziali (89) Verso agenti (108) Acconti da clienti Altri debiti correnti Totale RISCHI FINANZIARI E STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI Nell ambito della sua attività operativa, il Gruppo Sabaf si trova esposto a rischi di mercato. In particolare, il Gruppo si trova a dovere gestire: - il rischio di variazioni nei prezzi delle materie prime, - il rischio di cambio, - il rischio di tasso di interesse. Fa parte delle politiche del Gruppo Sabaf proteggere l esposizione alla variazione dei prezzi, dei cambi e dei tassi anche tramite strumenti finanziari derivati. La copertura può essere effettuata utilizzando contratti a termine, opzioni, o combinazioni di questi strumenti. Generalmente, la durata massima di queste coperture non è superiore ai 18 mesi. Il Gruppo non pone in essere operazioni di natura speculativa. Quando gli strumenti finanziari derivati utilizzati per la copertura dell esposizione soddisfano i requisiti richiesti, sono contabilizzati come coperture (hedge accounting). Materie prime Una quota significativa degli acquisti di materiali è rappresentata da materie prime (ottone, leghe di alluminio e acciaio). Nel corso del primo semestre 2008 e per l intero esercizio 2007 il Gruppo non ha operato tramite strumenti finanziari derivati sulle materie prime. Al fine di stabilizzare i costi di acquisto delle materie prime è stata infatti privilegiata l operatività sul mercato fisico, fissando i prezzi di acquisto con i fornitori anche per consegne differite. Alla data della presente relazione sono stati fissati i prezzi di acquisto per i consumi di leghe di alluminio, di ottone e acciaio per la maggior parte dei fabbisogni del secondo semestre Valute Il Gruppo opera prevalentemente in Euro; esistono tuttavia transazioni in altre valute, quali il dollaro ed il real brasiliano. Le vendite in dollari rappresentano circa il 7% del fatturato consolidato, mentre il real brasiliano è la valuta funzionale della controllata Sabaf do Brasil. Nel corso del primo semestre 2008 il Gruppo non ha operato tramite strumenti finanziari derivati sulle valute. Tassi di interesse Nel corso del primo semestre 2008 e per l intero esercizio 2007 il Gruppo non ha operato tramite strumenti finanziari derivati sui tassi di interesse, anche in considerazione del basso indebitamento finanziario. 21

22 18. POSIZIONE FINANZIARIA NETTA Variazione A. Cassa B. Saldi attivi di c/c bancari non vincolati (2.178) C. Altre disponibilità liquide D. Liquidità (A+B+C) (2.175) E. Debiti bancari correnti F. Parte corrente dell'indebitamento non corrente (642) G. Altri debiti finanziari correnti H. Indebitamento finanziario corrente (E+F+G) I. Indebitamento finanziario corrente netto (H-D) J. Debiti bancari non correnti (343) K. Altri debiti finanziari non correnti (625) L. Indebitamento finanziario non corrente (J+K) (968) M. Indebitamento finanziario netto (L+I) L incremento dell indebitamento finanziario netto nel corso del primo semestre del 2008 è principalmente riconducibile ai seguenti fattori: - investimenti per circa 7 milioni di euro; - il pagamento di dividendi per circa 8,1 milioni di euro; a fronte di un cash flow operativo pari a circa 9,6 milioni di euro. 19. IMPOSTE DIFFERITE E ANTICIPATE Variazione Imposte differite (5.484) Imposte anticipate (970) (816) (154) Posizione netta (5.638) Di seguito sono esposti i principali elementi che compongono le imposte differite passive e attive e la loro movimentazione nel semestre: Ammortamen ti e leasing Accantonamenti e rettifiche di valore Costi di sviluppo differiti Fair value di strumenti derivati Altro Totale Al 31 dicembre (316) a conto economico (19) (131) 56 - (34) (128) a conto economico per applicazione imposta sostitutiva ex L. 244/07 (5.359) (139) - - (12) (5.510) a patrimonio netto Al 30 giugno (586) Al 30 giugno 2008 il debito per imposte differite si è ridotto per circa 5,5 milioni di euro a seguito dell applicazione dell opzione per la tassazione sostitutiva delle deduzioni extracontabili pregresse prevista dalla Legge 244/07 (Legge Finanziaria 2008), come descritto alla successiva Nota

23 Commento alle principali voci di conto economico 20. RICAVI Nel primo semestre 2008, i ricavi di vendita sono stati pari a euro , in crescita di euro rispetto allo stesso periodo del 2007 (+10,9%). Si rimanda alla sezione Informazioni sulla gestione per il commento alla variazione nei ricavi e per l analisi della ripartizione dei ricavi per famiglia di prodotto e per area geografica. 21. ALTRI PROVENTI I semestre 2008 I semestre 2007 Variazione Attrezzature dedicate (111) Affitti attivi Sopravvenienze attive (16) Royalties - 20 (20) Altri proventi (7) Totale (153) 22. ACQUISTI DI MATERIALI I semestre 2008 I semestre 2007 Variazione Materie prime e componenti di acquisto Materiale di consumo Totale L incremento dei costi di acquisto è relativo ai maggiori volumi di attività rispetto al primo semestre I costi effettivi di acquisto delle principali materie prime (ottone e leghe di alluminio) sono stati leggermente inferiori rispetto al primo semestre 2007, mentre i costi dell acciaio sono stati superiori. Si rimanda alla sezione Informazioni sulla gestione per il commento relativo all evoluzione del costo delle materie prime atteso per il secondo semestre COSTI PER SERVIZI I semestre 2008 I semestre 2007 Variazione Lavorazioni esterne Metano ed energia elettrica Manutenzioni Trasporti e spese di esportazione Provvigioni (20) Consulenze (235) Compensi agli amministratori (21) Somministr. di lavoro temporaneo (64) Spese di viaggio e trasferta (72) Smaltimento rifiuti Servizio mensa Assicurazioni Altri costi Totale L incremento dei costi per servizi riflette in generale i maggiori livelli di attività del Gruppo. In particolare, nel corso del semestre il Gruppo ha fatto un maggiore ricorso a lavorazioni esterne a fronte di picchi di produzione. L incremento dei costi per manutenzioni è principalmente relativo alle maggiori attività di manutenzione degli stampi di pressofusione. 23

24 24. COSTI PER IL PERSONALE I semestre 2008 I semestre 2007 Variazione Salari e stipendi Oneri sociali TFR e previdenza (39) complementare Lavoro temporaneo Altri costi (10) Totale Il numero medio dei dipendenti del Gruppo nel primo semestre 2008 è stato pari a 668 (519 operai, 142 impiegati e quadri, 7 dirigenti), contro i 624 del primo semestre Nel corso del primo semestre il Gruppo ha fatto inoltre ricorso alla somministrazione di lavoro temporaneo (il numero medio di lavoratori temporanei è stato di 147, contro i 120 dello stesso periodo del 2007). L incremento del costo del personale rispetto al primo semestre 2007, oltre che all aumento del numero medio dei dipendenti, è dovuto anche all incremento delle retribuzioni a seguito del rinnovo del contratto nazionale di lavoro e del contratto integrativo aziendale della Capogruppo. 25. ONERI FINANZIARI I semestre 2008 I semestre 2007 Variazione Interessi passivi verso banche Interessi passivi su leasing (3) Spese bancarie (90) Altri oneri finanziari (24) Totale UTILI E PERDITE SU CAMBI Nel corso del primo semestre 2008 il Gruppo ha realizzato perdite nette su cambi per euro, principalmente per effetto della rivalutazione dell euro e del real brasiliano nei confronti del dollaro ( euro nello stesso periodo 2007). 27. IMPOSTE SUL REDDITO I semestre 2008 I semestre 2007 Variazione Imposte correnti (1.651) Imposte differite (128) (166) 38 Conguaglio esercizi precedenti Imposta sostitutiva ex L. 244/ Rilascio imposte differite ex L. 244/07 (5.510) - (5.510) Totale (4.514) Le imposte sul reddito del primo semestre 2008 ammontano a euro rispetto a euro dello stesso periodo del Il tax rate è positivamente influenzato dalla riduzione dell aliquota IRES dal 33% del 2007 al 27,5% del Inoltre, nel corso del semestre, Sabaf S.p.A. e Faringosi Hinges s.r.l. si sono avvalse dell opzione, prevista dalla Legge 244/07 (Legge Finanziaria 2008) di affrancare le deduzioni extracontabili pregresse per circa 17,7 milioni di euro (principalmente ammortamenti anticipati), a fronte delle quali erano iscritte in bilancio al 31 dicembre 2007 imposte differite per milioni di euro. L imposta sostitutiva è pari a euro, pagabile in tre rate annuali. Di conseguenza, nel conto economico del presente bilancio consolidato semestrale abbreviato sono state iscritte minori imposte per euro. Il tax rate, pari al 12,8% al 30 giugno 2008 per effetto dell operazione sopra descritta, si attesterà a fine esercizio a circa il 24% contro il 36,1% del

SABAF S.p.A. Via dei Carpini, 1 OSPITALETTO (BS) Capitale sociale Euro i.v.

SABAF S.p.A. Via dei Carpini, 1 OSPITALETTO (BS) Capitale sociale Euro i.v. RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2008 SABAF S.p.A. Via dei Carpini, 1 OSPITALETTO (BS) Capitale sociale Euro 11.533.450 i.v. www.sabaf.it Sommario Struttura del Gruppo e cariche sociali

Dettagli

SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2017

SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2017 Comunicato stampa Ospitaletto (BS), 11 maggio 2017 SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2017 Nel primo trimestre 2017 ricavi a 37,1 milioni di euro (+20,1%); EBITDA a 7,6 milioni di euro (+35,4%);

Dettagli

SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2010

SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2010 Comunicato stampa Ospitaletto, 9 novembre 2010 SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2010 Nel terzo trimestre 2010 ricavi a 34,7 milioni di euro (+8,2%); EBITDA a 8,7 milioni di euro (-0,8%);

Dettagli

SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011

SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011 http://www.sabaf.it - sabaf@sabaf.it Comunicato stampa Ospitaletto, 10 maggio 2011 SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011 Nel primo trimestre 2011 ricavi a 40,3 milioni di euro (35,5 milioni

Dettagli

Comunicato stampa Ospitaletto (BS), 12 maggio 2015

Comunicato stampa Ospitaletto (BS), 12 maggio 2015 Comunicato stampa Ospitaletto (BS), 12 maggio 2015 SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2015 Nel primo trimestre 2015 ricavi a 37,5 milioni di euro (+13,2%); EBITDA a 7,7 milioni di euro (+28,2%);

Dettagli

SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2014

SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2014 Comunicato stampa Ospitaletto, 13 maggio 2014 SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2014 Nel primo trimestre 2014 ricavi a 33,1 milioni di euro (+5,6%); EBITDA a 6 milioni di euro (+5,4%); EBIT

Dettagli

SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2018

SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2018 Comunicato stampa Ospitaletto (BS), 15 maggio 2018 SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2018 Nel primo trimestre 2018 ricavi a 38,5 milioni di euro, in crescita del 3,9% (+7,1% a cambi costanti)

Dettagli

SABAF S.p.A. Via dei Carpini, 1 OSPITALETTO (BS) Capitale sociale Euro i.v.

SABAF S.p.A. Via dei Carpini, 1 OSPITALETTO (BS) Capitale sociale Euro i.v. RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2017 SABAF S.p.A. Via dei Carpini, 1 OSPITALETTO (BS) Capitale sociale Euro 11.533.450 i.v. www.sabaf.it Sommario Struttura del Gruppo e cariche sociali

Dettagli

Risultati consolidati dell intero esercizio 2017

Risultati consolidati dell intero esercizio 2017 Comunicato stampa Ospitaletto (BS), 13 febbraio 2018 SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL QUARTO TRIMESTRE 2017 Nel quarto trimestre ricavi a 37,4 milioni di euro (+13,8%); EBITDA a 6,9 milioni di euro (+6,8%);

Dettagli

SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2006

SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2006 Comunicato stampa Ospitaletto, 13 novembre 2006 SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2006 Ricavi del terzo trimestre a 32,5 milioni di euro (+14,8%); EBITDA a 9,1 milioni di euro (+15%); EBIT

Dettagli

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE SABAF S.p.A. Via dei Carpini, 1 OSPITALETTO (BS) Capitale sociale Euro 11.533.450 i.v. www.sabaf.it Sommario Struttura del Gruppo e cariche sociali 3 Situazione

Dettagli

SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2009

SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2009 Comunicato stampa Ospitaletto, 12 maggio 2009 SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2009 Nel primo trimestre 2009 forte flessione dei ricavi di vendita (26 milioni di euro, -40,4%) Ottenuto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA EEMS ITALIA S.p.A.: positivi i risultati economico-finanziari del 2 trimestre 2006.

COMUNICATO STAMPA EEMS ITALIA S.p.A.: positivi i risultati economico-finanziari del 2 trimestre 2006. COMUNICATO STAMPA EEMS ITALIA S.p.A.: positivi i risultati economico-finanziari del 2 trimestre 2006. Ricavi consolidati: 35,3 milioni di Euro, +42,7 % rispetto al 2Q05 EBITDA consolidato: 11,5 milioni

Dettagli

Relazione semestrale al 30 giugno 2007

Relazione semestrale al 30 giugno 2007 Relazione semestrale al 30 giugno 2007 INDICE Struttura del gruppo e organi sociali 3 Informazioni sulla gestione 4 Prospetti contabili consolidati Stato patrimoniale 7 Conto economico 8 Rendiconto finanziario

Dettagli

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2017

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2017 RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2017 SOCIETA PER AZIONI - CAPITALE SOCIALE EURO 62.130.356,60 REGISTRO DELLE IMPRESE DI MANTOVA E CODICE FISCALE N. 00607460201 SOCIETA SOGGETTA ALL ATTIVITA

Dettagli

Gruppo Ceramiche Ricchetti Spa Il CdA ha approvato il progetto di bilancio dell esercizio 2009

Gruppo Ceramiche Ricchetti Spa Il CdA ha approvato il progetto di bilancio dell esercizio 2009 Comunicato stampa del 31 marzo 2010 Gruppo Ceramiche Ricchetti Spa Il CdA ha approvato il progetto di bilancio dell esercizio 2009 Il Gruppo dimezza le perdite e ritrova l utile operativo grazie al piano

Dettagli

SABAF: APPROVATI I RISULTATI AL 31 DICEMBRE 2007 DIVIDENDO INVARIATO A 0,70 EURO

SABAF: APPROVATI I RISULTATI AL 31 DICEMBRE 2007 DIVIDENDO INVARIATO A 0,70 EURO Comunicato stampa Ospitaletto, 28 marzo 2008 SABAF: APPROVATI I RISULTATI AL 31 DICEMBRE 2007 DIVIDENDO INVARIATO A 0,70 EURO Risultati consolidati 2007: ricavi a 158,1 milioni di euro (+14,3%); EBITDA

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTERPUMP GROUP

COMUNICATO STAMPA INTERPUMP GROUP COMUNICATO STAMPA INTERPUMP GROUP RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2008 Vendite consolidate a 228,1 milioni di euro (+1,0%; +4,2% a parità di area di consolidamento ed a parità di cambio): Settore Industriale

Dettagli

AL 31 DICEMBRE SABAF S.p.A. Via dei Carpini, 1 OSPITALETTO (BS) Capitale sociale Euro i.v.

AL 31 DICEMBRE SABAF S.p.A. Via dei Carpini, 1 OSPITALETTO (BS) Capitale sociale Euro i.v. RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE SABAF S.p.A. Via dei Carpini, 1 OSPITALETTO (BS) Capitale sociale Euro 11.533.450 i.v. www.sabaf.it Sommario Struttura del Gruppo e cariche sociali 3 Situazione

Dettagli

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2017

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2017 RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2017 SOCIETA PER AZIONI - CAPITALE SOCIALE EURO 62.393.755,84 REGISTRO DELLE IMPRESE DI MANTOVA E CODICE FISCALE N. 00607460201 SOCIETA SOGGETTA ALL ATTIVITA

Dettagli

Alerion Clean Power: andamento gestionale del primo semestre Produzione elettrica pari a 212,3 GWh (245,6 GWh nel primo semestre 2016)

Alerion Clean Power: andamento gestionale del primo semestre Produzione elettrica pari a 212,3 GWh (245,6 GWh nel primo semestre 2016) Comunicato Stampa Alerion Clean Power: andamento gestionale del primo semestre 2017 Produzione elettrica pari a 212,3 GWh (245,6 GWh nel primo semestre 2016) Ricavi pari a 27,0 milioni di euro (28,8 milioni

Dettagli

Comunicato stampa (IRAG 03) del 14 maggio 2013

Comunicato stampa (IRAG 03) del 14 maggio 2013 Comunicato stampa (IRAG 03) del 14 maggio 2013 Gruppo Ceramiche Ricchetti Approvata la relazione trimestrale al 31 marzo 2013, fatturato consolidato a 47 milioni di euro Ebitda consolidato negativo pari

Dettagli

APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO SEPARATO E CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2016

APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO SEPARATO E CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2016 APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO SEPARATO E CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2016 Il Consiglio di Amministrazione di IRCE S.p.A. ha approvato oggi il progetto di bilancio separato ed il progetto di bilancio

Dettagli

SABAF: APPROVATI I RISULTATI AL 31 DICEMBRE 2014

SABAF: APPROVATI I RISULTATI AL 31 DICEMBRE 2014 Comunicato stampa Ospitaletto (BS), 23 marzo 2015 SABAF: APPROVATI I RISULTATI AL 31 DICEMBRE 2014 Risultati consolidati 2014: ricavi a 136,3 milioni di euro (+4,1%); EBITDA a 26 milioni di euro (+5,6%);

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTERPUMP GROUP: RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2006

COMUNICATO STAMPA INTERPUMP GROUP: RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2006 COMUNICATO STAMPA INTERPUMP GROUP: RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2006 Vendite nette: +34,3%* a 96,3 milioni di euro EBITDA: +41,0%* a 21,3 milioni di euro (22,1%dei ricavi) EBIT: +47,1%* a 19,2 milioni

Dettagli

Documenti di bilancio

Documenti di bilancio Risk and Accounting Documenti di bilancio Marco Venuti 2016 Agenda Il bilancio codicistico: struttura e schemi Il bilancio IAS/IFRS Situazione patrimoniale-finanziaria Conto economico complessivo Rendiconto

Dettagli

APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO SEPARATO E CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2015

APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO SEPARATO E CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2015 APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO SEPARATO E CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2015 Il Consiglio di Amministrazione di IRCE S.p.A. ha approvato oggi il bilancio consolidato ed il progetto di bilancio d esercizio

Dettagli

RISULTATI DEI PRIMI NOVE MESI 2006

RISULTATI DEI PRIMI NOVE MESI 2006 COMUNICATO STAMPA RISULTATI DEI PRIMI NOVE MESI 2006 Vendite nette dei primi nove mesi a 281,7 milioni di euro (+14,5%) EBITDA (Margine operativo lordo) 63,3 milioni di euro (+21,8%) pari al 22,5% delle

Dettagli

SOGEFI (GRUPPO CIR): Highlights risultati H1 2018

SOGEFI (GRUPPO CIR): Highlights risultati H1 2018 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 30 giugno 2018 SOGEFI (GRUPPO CIR): Ricavi a 839,1m in H1 2018 (+3,2% a cambi costanti, crescita superiore al mercato; 857,5m in

Dettagli

RISULTATI PRIMO SEMESTRE 2017

RISULTATI PRIMO SEMESTRE 2017 RISULTATI PRIMO SEMESTRE 2017 Oggi si è riunito il Consiglio di Amministrazione di IRCE S.p.A. che ha approvato la relazione finanziaria consolidata al 30 giugno 2017. Il primo semestre dell anno 2017

Dettagli

APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO SEPARATO E CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2017

APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO SEPARATO E CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2017 APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO SEPARATO E CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2017 Il Consiglio di Amministrazione di IRCE S.p.A. ha approvato oggi il progetto di bilancio separato ed il progetto di bilancio

Dettagli

Cembre SpA. Relazione trimestrale consolidata al 31 dicembre Prospetti contabili

Cembre SpA. Relazione trimestrale consolidata al 31 dicembre Prospetti contabili Cembre SpA Sede in Brescia - via Serenissima, 9 Capitale sociale Euro 8.840.000 interamente versato Iscritta al Registro delle Imprese di Brescia al n.00541390175 Relazione trimestrale consolidata al 31

Dettagli

Ricavi in crescita del 4,7% nel Q a 390,1m. EBITDA prima degli oneri non ricorrenti in rialzo del 9% a 38,5m

Ricavi in crescita del 4,7% nel Q a 390,1m. EBITDA prima degli oneri non ricorrenti in rialzo del 9% a 38,5m COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2016 SOGEFI (GRUPPO CIR): Ricavi in crescita del 4,7% nel Q1 2016 a 390,1m EBITDA prima degli oneri non ricorrenti in rialzo

Dettagli

MINIBOND - <<FRI-EL BIOGAS - 4.9% >>

MINIBOND - <<FRI-EL BIOGAS - 4.9% >> 1 / 6 CONTO ECONOMICO CONSOLIDATO ITA-GAAP - PRO-FORMA 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni 41,358 2) Variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti (118)

Dettagli

SABAF S.p.A. Via dei Carpini, 1 OSPITALETTO (BS) Capitale sociale Euro i.v.

SABAF S.p.A. Via dei Carpini, 1 OSPITALETTO (BS) Capitale sociale Euro i.v. RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE SABAF S.p.A. Via dei Carpini, 1 OSPITALETTO (BS) Capitale sociale Euro 11.533.450 i.v. www.sabaf.it Sommario Struttura del Gruppo e cariche sociali 3 Situazione

Dettagli

SOGEFI (GRUPPO CIR): IN CRESCITA UTILE NETTO A 12M (+14,5%) E FREE CASH FLOW. Highlights risultati Q1 2018

SOGEFI (GRUPPO CIR): IN CRESCITA UTILE NETTO A 12M (+14,5%) E FREE CASH FLOW. Highlights risultati Q1 2018 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2018 SOGEFI (GRUPPO CIR): IN CRESCITA UTILE NETTO A 12M (+14,5%) E FREE CASH FLOW (in m) Ricavi a 421,1m ( 432,9m in Q1

Dettagli

RISULTATI PRIMO SEMESTRE 2015

RISULTATI PRIMO SEMESTRE 2015 RISULTATI PRIMO SEMESTRE 2015 Oggi si è riunito il Consiglio di Amministrazione di IRCE S.p.A. che ha approvato la relazione finanziaria consolidata al 30 giugno 2015. I primi sei mesi dell esercizio 2015

Dettagli

@sabaf.it. it - sabaf. approvare. il resocontoo. lia. EBIT a 3,3 milioni di euro (6,3

@sabaf.it. it - sabaf. approvare. il resocontoo. lia. EBIT a 3,3 milioni di euro (6,3 Comunicatoo stampa Ospitaletto, 15 maggio 212 SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTREE 212 Nel primo trimestre 212 ricavii a 37,3 milioni di euro (4,3 milioni di euro nel primo trimestre 211,

Dettagli

NUOVI SCHEMI DI BILANCIO, NOTA INTEGRATIVA E RELAZIONE SULLA GESTIONE

NUOVI SCHEMI DI BILANCIO, NOTA INTEGRATIVA E RELAZIONE SULLA GESTIONE NUOVI SCHEMI DI BILANCIO, NOTA INTEGRATIVA E RELAZIONE SULLA GESTIONE Il D.Lgs. n. 139/2015, attuativo della Direttiva n. 2013/34/UE in materia di bilancio d esercizio e consolidato, ha modificato: 1.

Dettagli

SOGEFI (GRUPPO CIR): RISULTATI IN CRESCITA NEL PRIMO SEMESTRE Highlights risultati H1 2017

SOGEFI (GRUPPO CIR): RISULTATI IN CRESCITA NEL PRIMO SEMESTRE Highlights risultati H1 2017 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 30 giugno 2017 SOGEFI (GRUPPO CIR): RISULTATI IN CRESCITA NEL PRIMO SEMESTRE 2017 Ricavi in aumento dell 8,4% a 866m EBITDA a 93,9m

Dettagli

SOGEFI: RICAVI A QUASI 350 MILIONI DI EURO (+35,6%), EBITDA E UTILE NETTO IN CRESCITA DEL 37%

SOGEFI: RICAVI A QUASI 350 MILIONI DI EURO (+35,6%), EBITDA E UTILE NETTO IN CRESCITA DEL 37% COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2012 SOGEFI: RICAVI A QUASI 350 MILIONI DI EURO (+35,6%), EBITDA E UTILE NETTO IN CRESCITA DEL 37% Il gruppo, nonostante

Dettagli

RESOCONTO INTERMENDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2015

RESOCONTO INTERMENDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2015 RESOCONTO INTERMENDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2015 Oggi si è riunito il Consiglio di Amministrazione di IRCE S.p.A. che ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2015. Il primo trimestre

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO ACOTEL: approvata la relazione semestrale.

COMUNICATO STAMPA GRUPPO ACOTEL: approvata la relazione semestrale. COMUNICATO STAMPA GRUPPO ACOTEL: approvata la relazione semestrale. Ricavi consolidati a 27,2 milioni di Euro (11,1 milioni nel 1 semestre ) EBITDA consolidato a -1.946 migliaia di Euro (-778 migliaia

Dettagli

Indice. Premessa Ruolo e postulati del bilancio di esercizio Gli schemi di bilancio 57. pag.

Indice. Premessa Ruolo e postulati del bilancio di esercizio Gli schemi di bilancio 57. pag. Indice Premessa 1 1. Ruolo e postulati del bilancio di esercizio 3 1.1. Bilancio come sintesi contabile e bilancio come «pacchetto» informativo 3 1.2. Le funzioni del bilancio 5 1.3. I principi contabili

Dettagli

Comunicato stampa del 30 marzo 2012

Comunicato stampa del 30 marzo 2012 Comunicato stampa del 30 marzo 2012 Gruppo Ceramiche Ricchetti Spa Il CdA ha approvato il progetto di bilancio dell esercizio 2011 Il CdA ha convocato l Assemblea ordinaria degli Azionisti Il Gruppo ha

Dettagli

SOGEFI (GRUPPO CIR): RISULTATI IN CRESCITA NEI PRIMI NOVE MESI Highlights risultati 9M 2017

SOGEFI (GRUPPO CIR): RISULTATI IN CRESCITA NEI PRIMI NOVE MESI Highlights risultati 9M 2017 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 30 settembre 2017 SOGEFI (GRUPPO CIR): RISULTATI IN CRESCITA NEI PRIMI NOVE MESI 2017 Ricavi in aumento del 6,3% a 1.256,5m EBITDA

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 DICEMBRE 2003

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 DICEMBRE 2003 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 DICEMBRE 2003 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 DICEMBRE 2003 RELAZIONE DEL CONSIGLIO D AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DEL QUARTO TRIMESTRE 2003 Scenario economico Nel 2003 la crescita

Dettagli

Comunicato stampa Ospitaletto (BS), 2 agosto 2018 SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2018

Comunicato stampa Ospitaletto (BS), 2 agosto 2018 SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2018 Comunicato stampa Ospitaletto (BS), 2 agosto SABAF: APPROVAT RSULTAT DEL PRMO SEMESTRE Nel primo ricavi a 76 milioni di euro (-1,6 rispetto al primo, -0,5 a cambi costanti); EBTDA a 15,3 milioni di euro

Dettagli

Zignago Vetro S.p.A. COMUNICATO STAMPA. Il GRUPPO ZIGNAGO VETRO AUMENTA NEL SEMESTRE IL FATTURATO DEL + 22,1% E L UTILE NETTO DEL + 31,4%.

Zignago Vetro S.p.A. COMUNICATO STAMPA. Il GRUPPO ZIGNAGO VETRO AUMENTA NEL SEMESTRE IL FATTURATO DEL + 22,1% E L UTILE NETTO DEL + 31,4%. Zignago Vetro S.p.A. COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Zignago Vetro S.p.A. approva la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2010 Il GRUPPO ZIGNAGO VETRO AUMENTA NEL SEMESTRE

Dettagli

Prospetti contabili Situazione patrimoniale finanziaria consolidata

Prospetti contabili Situazione patrimoniale finanziaria consolidata Prospetti contabili Situazione patrimoniale finanziaria consolidata ATTIVITÀ Note 31 dicembre 2016 di cui verso 31 dicembre 2015 di cui verso (valori in Euro/000) parti correlate parti correlate Attività

Dettagli

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2018

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2018 RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2018 Il Consiglio di Amministrazione di IRCE S.p.A. ha approvato oggi il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2018. Il primo trimestre 2018 del Gruppo

Dettagli

Prospetti contabili (dati per i quali non è stata completata l attività di revisione contabile)

Prospetti contabili (dati per i quali non è stata completata l attività di revisione contabile) Gruppo BasicNet Prospetti contabili (dati per i quali non è stata completata l attività di revisione contabile) Nota: I valori comparativi 2013 del bilancio consolidato sono stati rideterminati a seguito

Dettagli

Zignago Vetro S.p.A. COMUNICATO STAMPA

Zignago Vetro S.p.A. COMUNICATO STAMPA Zignago Vetro S.p.A. COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Zignago Vetro S.p.A. approva la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2013 I ricavi del ammontano nei primi sei mesi a

Dettagli

I GRANDI VIAGGI approva i risultati del primo semestre 2018 che migliorano nei confronti del primo semestre 2017

I GRANDI VIAGGI approva i risultati del primo semestre 2018 che migliorano nei confronti del primo semestre 2017 Comunicato Stampa I GRANDI VIAGGI approva i risultati del primo semestre 2018 che migliorano nei confronti del primo semestre 2017 RISULTATI CONSOLIDATI Ricavi a 16,37 milioni (16,43 milioni nel 2017)

Dettagli

SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL QUARTO TRIMESTRE 2018

SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL QUARTO TRIMESTRE 2018 Comunicato stampa Ospitaletto (BS), 12 febbraio 2019 SABAF: APPROVATI I RISULTATI DEL QUARTO TRIMESTRE 2018 Nel quarto trimestre ricavi a 36,2 milioni di euro (-3,3%); EBITDA a 7 milioni di euro (19,5%

Dettagli

ALLEGATO E. Situazione patrimoniale al 30 settembre 2015 della Società Enel Green Power S.p.A.

ALLEGATO E. Situazione patrimoniale al 30 settembre 2015 della Società Enel Green Power S.p.A. ALLEGATO E Situazione patrimoniale al 30 settembre 2015 della Società Enel Green Power S.p.A. 1 Conto economico Euro Ricavi e proventi 3 2015 Primi nove mesi di cui con parti correlate 2014 di cui con

Dettagli

Zignago Vetro S.p.A. COMUNICATO STAMPA

Zignago Vetro S.p.A. COMUNICATO STAMPA Zignago Vetro S.p.A. COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Zignago Vetro S.p.A. approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2011. IL GRUPPO ZIGNAGO VETRO AUMENTA NEI PRIMI TRE

Dettagli

RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2007

RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2007 COMUNICATO STAMPA RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2007 Vendite nette a 102,3 milioni di euro (+20,1%) EBITDA (Margine operativo lordo): 24,0 milioni di euro (+22,8%), pari al 23,4% delle vendite EBIT (Utile

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2016

COMUNICATO STAMPA. ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2016 COMUNICATO STAMPA Scarperia (FI), 3 marzo 217 ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 216 Dati relativi al bilancio consolidato al 31 dicembre 216 Ricavi 216

Dettagli

ENEL: IL CDA DELIBERA UN ACCONTO SUL DIVIDENDO 2010 PARI A 0,10 EURO PER AZIONE, IN PAGAMENTO DAL 25 NOVEMBRE PROSSIMO

ENEL: IL CDA DELIBERA UN ACCONTO SUL DIVIDENDO 2010 PARI A 0,10 EURO PER AZIONE, IN PAGAMENTO DAL 25 NOVEMBRE PROSSIMO ENEL: IL CDA DELIBERA UN ACCONTO SUL DIVIDENDO 2010 PARI A 0,10 EURO PER AZIONE, IN PAGAMENTO DAL 25 NOVEMBRE PROSSIMO Roma, 29 settembre 2010 Il Consiglio di Amministrazione di Enel SpA, presieduto da

Dettagli

ACQUEDOTTO LUCANO S.P.A. Sede in Via Pasquale Grippo POTENZA (PZ) Capitale sociale Euro ,00 i.v. Bilancio d esercizio al

ACQUEDOTTO LUCANO S.P.A. Sede in Via Pasquale Grippo POTENZA (PZ) Capitale sociale Euro ,00 i.v. Bilancio d esercizio al Reg. Imp. 01522200763 Rea 115622 Sede in Via Pasquale Grippo - 85100 POTENZA (PZ) Capitale sociale Euro 21.573.764,00 i.v. Bilancio d esercizio al 31.12.2016 Stato patrimoniale attivo 31.12.2016 31.12.2015

Dettagli

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2018 SABAF S.p.A. Via dei Carpini, 1 OSPITALETTO (BS) Capitale sociale Euro 11.533.450 i.v. www.sabaf.it Sommario Struttura del Gruppo e cariche sociali

Dettagli

Zignago Vetro S.p.A. COMUNICATO STAMPA

Zignago Vetro S.p.A. COMUNICATO STAMPA Zignago Vetro S.p.A. COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Zignago Vetro S.p.A. approva il Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre I Ricavi del ammontano nei primi nove mesi a 215,8

Dettagli

Cap. Soc. L int.vers. Comunicato stampa. Brescia, 12 maggio 2000

Cap. Soc. L int.vers. Comunicato stampa. Brescia, 12 maggio 2000 Comunicato stampa Brescia, 12 maggio 2000 Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione Trimestrale SABAF: fatturato +36% a 34.797 milioni MOL al 37,2% - reddito operativo al 26,9% Si è riunito

Dettagli

SABAF: APPROVATI I RISULTATI AL 31 DICEMBRE 2018

SABAF: APPROVATI I RISULTATI AL 31 DICEMBRE 2018 Comunicato stampa Ospitaletto (BS), 26 marzo 2019 SABAF: APPROVATI I RISULTATI AL 31 DICEMBRE 2018 Risultati consolidati 2018: ricavi a 150,6 milioni di euro (+0,3%); EBITDA a 30 milioni di euro (-3,2%);

Dettagli

SOGEFI (GRUPPO CIR): Highlights risultati 9M 2018

SOGEFI (GRUPPO CIR): Highlights risultati 9M 2018 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 30 settembre 2018 SOGEFI (GRUPPO CIR): Ricavi a 1.219,8m nei 9M 2018 (+3,3% a cambi, crescita superiore al mercato; 1.242,3m nei

Dettagli

Gruppo Ceramiche Ricchetti Approvato il resoconto intermedio di gestione del terzo trimestre 2011

Gruppo Ceramiche Ricchetti Approvato il resoconto intermedio di gestione del terzo trimestre 2011 Comunicato Stampa del 14 novembre Gruppo Ceramiche Ricchetti Approvato il resoconto intermedio di gestione del terzo trimestre La perdita si riduce a 3,9 mln/ rispetto agli 11,5 mln/ del settembre La posizione

Dettagli

TRIMESTRALE AL 30 SETTEMBRE 2016

TRIMESTRALE AL 30 SETTEMBRE 2016 TRIMESTRALE AL 30 SETTEMBRE 2016 Oggi si è riunito il Consiglio di Amministrazione di IRCE S.p.A. che ha approvato la relazione finanziaria consolidata al 30 settembre 2016. I primi nove mesi dell esercizio

Dettagli

Dal bilancio contabile al Bilancio d esercizio destinato a pubblicazione. Il caso TECNIC S.p.a.

Dal bilancio contabile al Bilancio d esercizio destinato a pubblicazione. Il caso TECNIC S.p.a. Dal bilancio contabile al Bilancio d esercizio destinato a pubblicazione Il caso TECNIC S.p.a. Bilancio d esercizio contabile o Situazione contabile (patrimoniale ed economica) finale della SpA Tecnic

Dettagli

bilancio consolidato anno 2016

bilancio consolidato anno 2016 bilancio consolidato anno 2016 AUTOSTRADE CENTRO PADANE S.P.A. INDICE INDICE BILANCIO CONSOLIDATO 2016 Relazione sulla gestione del gruppo... 2 Risultati consolidati... 4 Altre informazioni... 7 Bilancio

Dettagli

APPROVATA DALL AMMINISTRATORE UNICO IL 25 AGOSTO 2009

APPROVATA DALL AMMINISTRATORE UNICO IL 25 AGOSTO 2009 PRI.GE.A.S. S.r.l. socio unico HERA S.p.A. Sede: Via Brigata Folgore, 26 41049 Sassuolo (Modena) tel. 059.407111 fax 059.407040 www.gruppohera.it/modena APPROVATA DALL AMMINISTRATORE UNICO IL 25 AGOSTO

Dettagli

Comunicato stampa del 29 agosto 2011

Comunicato stampa del 29 agosto 2011 Comunicato stampa del 29 agosto 2011 Gruppo Ceramiche Ricchetti Il CdA ha approvato la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2011 Risultato consolidato -0,3 milioni di euro, in miglioramento rispetto

Dettagli

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2017

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2017 RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2017 Il Consiglio di Amministrazione di IRCE S.p.A. ha approvato oggi il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2017. Le vendite nel settore dei conduttori

Dettagli

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2014

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2014 RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2014 SOCIETA PER AZIONI - CAPITALE SOCIALE EURO 61.440.767,44 REGISTRO DELLE IMPRESE DI MANTOVA E CODICE FISCALE N. 00607460201 SOCIETA SOGGETTA ALL ATTIVITA

Dettagli

I GRANDI VIAGGI approva i risultati del terzo trimestre 2019

I GRANDI VIAGGI approva i risultati del terzo trimestre 2019 Comunicato Stampa I GRANDI VIAGGI approva i risultati del terzo trimestre 2019 Ricavi a 37,02 milioni (35,24 milioni nel 2018) EBITDA 1 a -2,52 milioni (1,03 milioni nel 2018) EBIT 2 a -5,36 milioni (-1,83

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Risultati del terzo trimestre 2005

COMUNICATO STAMPA Risultati del terzo trimestre 2005 COMUNICATO STAMPA Risultati del terzo trimestre 2005 Vendite nette: +30,7% a 81,6 milioni di euro EBITDA (Margine operativo lordo) :+54,4% a 17,6 milioni di euro EBIT (Utile operativo): +62,8% a 14,9 milioni

Dettagli

ENEL: IL CDA DELIBERA UN ACCONTO SUL DIVIDENDO 2011 PARI A 0,10 EURO PER AZIONE, IN PAGAMENTO DAL 24 NOVEMBRE PROSSIMO

ENEL: IL CDA DELIBERA UN ACCONTO SUL DIVIDENDO 2011 PARI A 0,10 EURO PER AZIONE, IN PAGAMENTO DAL 24 NOVEMBRE PROSSIMO ENEL: IL CDA DELIBERA UN ACCONTO SUL DIVIDENDO 2011 PARI A 0,10 EURO PER AZIONE, IN PAGAMENTO DAL 24 NOVEMBRE PROSSIMO Roma, 28 settembre 2011 Il Consiglio di Amministrazione di Enel SpA, presieduto da

Dettagli

CAD IT: APPROVATI DAL CDA I RISULTATI SEMESTRALI AL 30 GIUGNO 2005 (ELABORATI SECONDO I PRINCIPI IAS/IFRS)

CAD IT: APPROVATI DAL CDA I RISULTATI SEMESTRALI AL 30 GIUGNO 2005 (ELABORATI SECONDO I PRINCIPI IAS/IFRS) COMUNICATO STAMPA Verona, 13 Settembre 2005 CAD IT: APPROVATI DAL CDA I RISULTATI SEMESTRALI AL 30 GIUGNO 2005 (ELABORATI SECONDO I PRINCIPI IAS/IFRS) In base ai principi contabili nazionali (senza considerare

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Schiapparelli 1824 S.p.A. ha approvato la Relazione semestrale al 30 Giugno 2005

Il Consiglio di Amministrazione di Schiapparelli 1824 S.p.A. ha approvato la Relazione semestrale al 30 Giugno 2005 Milano, 13 Settembre 2005 Il Consiglio di Amministrazione di Schiapparelli 1824 S.p.A. ha approvato la Relazione semestrale al 30 Giugno 2005 Il valore della produzione consolidato è pari ad Euro 6.827

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO EEMS: il C.d.A. ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2008.

COMUNICATO STAMPA GRUPPO EEMS: il C.d.A. ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2008. COMUNICATO STAMPA : il C.d.A. ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2008. Ricavi consolidati a 36,1 milioni di Euro ( 39,6 milioni di Euro nel I trimestre 2007). EBITDA consolidato

Dettagli

CDA TERNA: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2010

CDA TERNA: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2010 CDA TERNA: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2010 Ricavi a 365,2 milioni di euro (314,2 milioni nel 1Q09, +16,2%) Ebitda a 274,0 milioni di euro (229,6 milioni nel 1Q09, +19,3%) Ebit a 190,1 milioni di

Dettagli

Relazione consolidata relativa al primo trimestre del 2006

Relazione consolidata relativa al primo trimestre del 2006 Cembre SpA Sede in Brescia - via Serenissima, 9 Capitale sociale Euro 8.840.000 interamente versato Iscritta al Registro delle Imprese di Brescia al n.00541390175 Relazione consolidata relativa al primo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. L anno è stato caratterizzato dalla cessione del Settore Cleaning e dall acquisizione di Hammelmann in Germania

COMUNICATO STAMPA. L anno è stato caratterizzato dalla cessione del Settore Cleaning e dall acquisizione di Hammelmann in Germania COMUNICATO STAMPA L anno è stato caratterizzato dalla cessione del Settore Cleaning e dall acquisizione di Hammelmann in Germania RISULTATI PRELIMINARI DELL ESERCIZIO 2005 UTILE NETTO CONSOLIDATO TOTALE

Dettagli

Zignago Vetro S.p.A. COMUNICATO STAMPA. Il Consiglio di Amministrazione di Zignago Vetro S.p.A. approva la Relazione Trimestrale al 31 dicembre 2007

Zignago Vetro S.p.A. COMUNICATO STAMPA. Il Consiglio di Amministrazione di Zignago Vetro S.p.A. approva la Relazione Trimestrale al 31 dicembre 2007 Zignago Vetro S.p.A. COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Zignago Vetro S.p.A. approva la Relazione Trimestrale al 31 dicembre 2007 GRUPPO ZIGNAGO VETRO: RICAVI IN CRESCITA (+ 14,9%) RISULTATO

Dettagli

ACQUEDOTTO LUCANO S.P.A. Sede in Via Pasquale Grippo POTENZA (PZ) Capitale sociale Euro ,00 i.v. Bilancio d esercizio al

ACQUEDOTTO LUCANO S.P.A. Sede in Via Pasquale Grippo POTENZA (PZ) Capitale sociale Euro ,00 i.v. Bilancio d esercizio al Reg. Imp. 01522200763 Rea 115622 Sede in Via Pasquale Grippo - 85100 POTENZA (PZ) Capitale sociale Euro 21.573.764,00 i.v. Bilancio d esercizio al 31.12.2017 Stato patrimoniale attivo 31.12.2017 31.12.2016

Dettagli

SOGEFI (GRUPPO CIR): MARGINALITA IN TENUTA E RISULTATO NETTO POSITIVO ( 7 MLN) NONOSTANTE LA CRISI DELL AUTO IN EUROPA

SOGEFI (GRUPPO CIR): MARGINALITA IN TENUTA E RISULTATO NETTO POSITIVO ( 7 MLN) NONOSTANTE LA CRISI DELL AUTO IN EUROPA COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2013 SOGEFI (GRUPPO CIR): MARGINALITA IN TENUTA E RISULTATO NETTO POSITIVO ( 7 MLN) NONOSTANTE LA CRISI DELL AUTO IN EUROPA

Dettagli

STATO PATRIMONIALE Con ripartizione immobili 2004 come 2005 espresso in unità di Euro per troncamento

STATO PATRIMONIALE Con ripartizione immobili 2004 come 2005 espresso in unità di Euro per troncamento STATO PATRIMONIALE Con ripartizione immobili 2004 come 2005 espresso in unità di Euro per troncamento BILANCIO D'ESERCIZIO 31/12/2005 31/12/2004 Attivo totali totali A) Crediti verso Soci per versamenti

Dettagli

Gruppo Ceramiche Ricchetti Approvata la relazione trimestrale, fatturato consolidato a 48,5 milioni di euro

Gruppo Ceramiche Ricchetti Approvata la relazione trimestrale, fatturato consolidato a 48,5 milioni di euro Comunicato stampa del 14 maggio 2010 Gruppo Ceramiche Ricchetti Approvata la relazione trimestrale, fatturato consolidato a 48,5 milioni di euro Il fatturato consolidato è pari a 48,5 milioni di euro (rispetto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Interpump Group: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati dell esercizio 2005

COMUNICATO STAMPA. Interpump Group: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati dell esercizio 2005 COMUNICATO STAMPA Interpump Group: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati dell esercizio 2005 PROPOSTO DIVIDENDO DI 15 CENTESIMI DI EURO (+15,4%) UTILE NETTO CONSOLIDATO A 79,2 MILIONI DI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTERPUMP GROUP

COMUNICATO STAMPA INTERPUMP GROUP COMUNICATO STAMPA INTERPUMP GROUP RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2009 Vendite nette consolidate a 174,8 milioni di euro (228,1 milioni di euro nell analogo periodo del 2008) EBITDA (margine operativo lordo)

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE 1 TRIMESTRE 2007

RELAZIONE TRIMESTRALE 1 TRIMESTRE 2007 RELAZIONE TRIMESTRALE 1 TRIMESTRE 2007 Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 15 Maggio 2007 Poligrafica S. Faustino S.p.A. 25030 CASTREZZATO (BS) ITALY - V. Valenca 15 Tel. (030) 70.49.1 - (10

Dettagli

Cementir: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati 2005

Cementir: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati 2005 Cementir: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati 2005 Utile a 109,4 milioni di euro, +62% Fatturato a 857 milioni di euro, +117% Margine operativo lordo a 184 milioni di euro, +92% Aumenta

Dettagli

STAR CONFERENCE 1 2 marzo 2007 Milano

STAR CONFERENCE 1 2 marzo 2007 Milano STAR CONFERENCE 1 2 marzo 2007 Milano Sabaf e il settore overview 2006 Vendite a 138,3 mn in crescita del 14,3% grazie a: Sviluppi verso nuovi mercati e nuovi clienti Forte crescita in Turchia, Medio Oriente,

Dettagli

Zignago Vetro S.p.A. COMUNICATO STAMPA. Il CdA di Zignago Vetro S.p.A. ha approvato la Relazione Semestrale al 30 giugno 2007

Zignago Vetro S.p.A. COMUNICATO STAMPA. Il CdA di Zignago Vetro S.p.A. ha approvato la Relazione Semestrale al 30 giugno 2007 Zignago Vetro S.p.A. COMUNICATO STAMPA Il CdA di Zignago Vetro S.p.A. ha approvato la Relazione Semestrale al 30 giugno 2007 GRUPPO ZIGNAGO VETRO: PRIMO SEMESTRE IN CRESCITA Ricavi: 120,4 milioni di euro

Dettagli

IPI APPROVATO IL BILANCIO RELATIVO ALL ESERCIZIO 2004

IPI APPROVATO IL BILANCIO RELATIVO ALL ESERCIZIO 2004 IPI APPROVATO IL BILANCIO RELATIVO ALL ESERCIZIO 2004 UTILE DI 16,4 mln di (12,9 nel 2003) POSIZIONE FINANZIARIA NETTA POSITIVA: 120 mln di (110,6 nel 2003) DIVIDENDO PARI 0,189 INVARIATO RISPETTO ALLO

Dettagli

Cembre SpA. Prospetti contabili consolidati al 31 dicembre Conto economico consolidato

Cembre SpA. Prospetti contabili consolidati al 31 dicembre Conto economico consolidato Cembre SpA Sede in Brescia - via Serenissima, 9 Capitale sociale Euro 8.840.000 interamente versato Iscritta al Registro delle Imprese di Brescia al n.00541390175 Prospetti contabili consolidati al 31

Dettagli

Convocazione di Assemblea ai sensi dell art c.c.

Convocazione di Assemblea ai sensi dell art c.c. Convocazione di Assemblea ai sensi dell art. 2446 c.c. Torino, 19 dicembre 2011 Il Consiglio di Amministrazione della Pininfarina S.p.A. - riunitosi oggi per l esame della situazione economica e patrimoniale

Dettagli

I GRANDI VIAGGI Approvati i risultati del I semestre 2010

I GRANDI VIAGGI Approvati i risultati del I semestre 2010 Comunicato Stampa I GRANDI VIAGGI Approvati i risultati del I semestre 2010 Ricavi a 26,3 milioni (27,4 mln nel 2009) EBITDA 1 a -4,0 milioni (-2,9 mln nel 2009) EBIT 2 a -6,9 milioni (-5,8 mln nel 2009)

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE NETTO A 22,9 MILIONI DI EURO, PROPOSTO UN DIVIDENDO DI 0,01 EURO PER AZIONE

GRUPPO COFIDE: UTILE NETTO A 22,9 MILIONI DI EURO, PROPOSTO UN DIVIDENDO DI 0,01 EURO PER AZIONE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2010 GRUPPO COFIDE: UTILE NETTO A 22,9 MILIONI DI EURO, PROPOSTO UN DIVIDENDO DI 0,01 EURO PER AZIONE La riduzione del

Dettagli