SCHEDA DI RILEVAZIONE DEI PROCEDIMENTI AD ISTANZA DI PARTE DESTINATI ALLA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCHEDA DI RILEVAZIONE DEI PROCEDIMENTI AD ISTANZA DI PARTE DESTINATI ALLA"

Transcript

1 SCHEDA DI RILEVAZIONE DEI PROCEDIMENTI AD ISTANZA DI PARTE DESTINATI ALLA PUBBLICAZIONE SUL SITO ISTITUZIONALE DELL AZIENDA NELLA SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ALLA SOTTO-SEZIONE DI I LIVELLO ATTIVITÀ E PROCEDIMENTI, SOTTO-SEZIONE DI II LIVELLO TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTO Descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili: RILASCIO COPIE DELIBERE / DETERMINE ai sensi della Legge n. 241/1990 e s.m.i. Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria: U.O. Affari Generali Nome del responsabile del procedimento: Bertozzi F. Danila - Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale, con l'indicazione del nome del responsabile dell'ufficio (indicare ove diverso dal Responsabile del procedimento): Bertozzi F. Danila - recapiti telefonici: 0541/ Inizio procedimento su istanza di parte: - atti e documenti da allegare all istanza e modulistica necessaria (inserire modulistica e fac-simile per le autocertificazioni): Indicare le modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino: - informazioni telefoniche contattando: 0541/ / scrivendo agli indirizzi: - se in possesso di posta certificata l interessato può scrivere all indirizzo PEC: Indicare il termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante: 30 giorni o secondo precise indicazioni di legge Indicare se il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato, ovvero se il procedimento può concludersi con il silenzio-assenso dell'amministrazione: (Sì o No) NO

2 Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale previsti dalla legge in favore dell interessato nel corso del procedimento nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli: (es. istanza al titolare del potere sostitutivo, azione giudiziaria avanti al giudice civile o del lavoro ecc.) istanza al titolare del potere sostitutivo Indicare il link di accesso al servizio on line, ove sia già disponibile in rete, o i tempi previsti per la sua attivazione: non disponibile Modalità per l effettuazione dei pagamenti (IBAN / conto corrente / tesoreria): Conto Corrente Postale Azienda USL della Romagna ex Rimini - IBAN IT 92 L specificare in causa Indicare il nome del soggetto a cui e' attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo: Direzione Amministrativa le modalità per attivare tale potere: richiesta scritta indicare recapito telefonico e casella di posta elettronica istituzionale e/o PEC: Telefono: FAX Indicare i risultati delle indagini di customer satisfaction condotte sulla qualità dei servizi erogati attraverso diversi canali, facendone rilevare il relativo andamento: (non disponibile) non disponibile Se il procedimento riguarda autorizzazione o concessione, indicare: - Contenuto: - Oggetto: - Eventuale spesa prevista: - Estremi relativi ai principali documenti contenuti nel fascicolo con indicazione del Responsabile del procedimento: - Indirizzo PEC a cui il cittadino possa trasmettere istanze o ricevere informazioni circa i provvedimenti e i procedimenti che lo riguardano:

3 SCHEDA DI RILEVAZIONE DEI PROCEDIMENTI AD ISTANZA DI PARTE DESTINATI ALLA PUBBLICAZIONE SUL SITO ISTITUZIONALE DELL AZIENDA NELLA SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ALLA SOTTO-SEZIONE DI I LIVELLO ATTIVITÀ E PROCEDIMENTI, SOTTO-SEZIONE DI II LIVELLO TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTO Descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili: AUTORIZZAZIONE ALLA FREQUENZA VOLONTARIA ai sensi del Regolamento aziendale interno approvato con deliberazione n. 843/1996 Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria: U.O. Affari Generali Nome del responsabile del procedimento: Bertozzi F. Danila - Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale, con l'indicazione del nome del responsabile dell'ufficio (indicare ove diverso dal Responsabile del procedimento): Bertozzi F. Danila - recapiti telefonici: 0541/ Inizio procedimento su istanza di parte: - atti e documenti da allegare all istanza e modulistica necessaria (inserire modulistica e fac-simile per le autocertificazioni): Indicare le modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino: - informazioni telefoniche contattando: 0541/ / scrivendo agli indirizzi: - se in possesso di posta certificata l interessato può scrivere all indirizzo PEC: Indicare il termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante: 30 giorni Indicare se il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato, ovvero se il procedimento può concludersi con il silenzio-assenso dell'amministrazione: (Sì o No) NO

4 Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale previsti dalla legge in favore dell interessato nel corso del procedimento nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli: (es. istanza al titolare del potere sostitutivo, azione giudiziaria avanti al giudice civile o del lavoro ecc.) istanza al titolare del potere sostitutivo Indicare il link di accesso al servizio on line, ove sia già disponibile in rete, o i tempi previsti per la sua attivazione: non disponibile Modalità per l effettuazione dei pagamenti (IBAN / conto corrente / tesoreria): Conto Corrente Postale Azienda USL della Romagna ex Rimini - IBAN IT 92 L specificare in causa Indicare il nome del soggetto a cui e' attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo: Direzione Amministrativa le modalità per attivare tale potere: richiesta scritta indicare recapito telefonico e casella di posta elettronica istituzionale e/o PEC: Telefono: FAX Indicare i risultati delle indagini di customer satisfaction condotte sulla qualità dei servizi erogati attraverso diversi canali, facendone rilevare il relativo andamento: (non disponibile) non disponibile Se il procedimento riguarda autorizzazione o concessione, indicare: - Contenuto: - Oggetto: - Eventuale spesa prevista: - Estremi relativi ai principali documenti contenuti nel fascicolo con indicazione del Responsabile del procedimento: - Indirizzo PEC a cui il cittadino possa trasmettere istanze o ricevere informazioni circa i provvedimenti e i procedimenti che lo riguardano: SCHEDA DI RILEVAZIONE DEI PROCEDIMENTI AD ISTANZA DI PARTE DESTINATI ALLA

5 PUBBLICAZIONE SUL SITO ISTITUZIONALE DELL AZIENDA NELLA SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ALLA SOTTO-SEZIONE DI I LIVELLO ATTIVITÀ E PROCEDIMENTI, SOTTO-SEZIONE DI II LIVELLO TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTO Descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili: RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI DIVERSI DA QUELLI DERIVANTI DA RESPONSABILITA SANITARIA ai sensi del C.C.N.L Dirigenza Sanitaria, Professionale, Tecnico, Amministrativo e C.C.N.L integrativo del C.C.N.L Comparto Sanità e s.m.i. Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria: U.O. Affari Generali Nome del responsabile del procedimento: Bertozzi F. Danila - Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale, con l'indicazione del nome del responsabile dell'ufficio (indicare ove diverso dal Responsabile del procedimento): Bertozzi F. Danila - recapiti telefonici: 0541/ Inizio procedimento su istanza di parte: - atti e documenti da allegare all istanza e modulistica necessaria (inserire modulistica e fac-simile per le autocertificazioni): richiesta risarcimento danni redatta in carta libera contenente una breve descrizione del fatto e la richiesta risarcitoria. Indicare le modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino: - informazioni telefoniche contattando: 0541/ / scrivendo agli indirizzi: - se in possesso di posta certificata l interessato può scrivere all indirizzo PEC: Indicare il termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante: termini previsti nei contratti assicurativi Indicare se il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato, ovvero se il procedimento può concludersi con il

6 silenzio-assenso dell'amministrazione: (Sì o No) NO Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale previsti dalla legge in favore dell interessato nel corso del procedimento nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli: (es. istanza al titolare del potere sostitutivo, azione giudiziaria avanti al giudice civile o del lavoro ecc.) azione giudiziaria avanti al giudice civile Indicare il link di accesso al servizio on line, ove sia già disponibile in rete, o i tempi previsti per la sua attivazione: non disponibile Modalità per l effettuazione dei pagamenti (IBAN / conto corrente / tesoreria): Conto Corrente Postale Azienda USL della Romagna ex Rimini - IBAN IT 92 L specificare in causa Indicare il nome del soggetto a cui e' attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo: Direzione Amministrativa le modalità per attivare tale potere: richiesta scritta indicare recapito telefonico e casella di posta elettronica istituzionale e/o PEC: Telefono: FAX Indicare i risultati delle indagini di customer satisfaction condotte sulla qualità dei servizi erogati attraverso diversi canali, facendone rilevare il relativo andamento: (non disponibile) non disponibile Se il procedimento riguarda autorizzazione o concessione, indicare: - Contenuto: - Oggetto: - Eventuale spesa prevista: - Estremi relativi ai principali documenti contenuti nel fascicolo con indicazione del Responsabile del procedimento: - Indirizzo PEC a cui il cittadino possa trasmettere istanze o ricevere informazioni circa i provvedimenti e i procedimenti che lo riguardano:

7 SCHEDA DI RILEVAZIONE DEI PROCEDIMENTI AD ISTANZA DI PARTE DESTINATI ALLA PUBBLICAZIONE SUL SITO ISTITUZIONALE DELL AZIENDA NELLA SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ALLA SOTTO-SEZIONE DI I LIVELLO ATTIVITÀ E PROCEDIMENTI, SOTTO-SEZIONE DI II LIVELLO TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTO Descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili: GESTIONE DIRETTA DEI SINISTRI PER RESPONSABILITA SANITARIA ai sensi della Legge Regionale Emilia Romagna n. 13/2012 e D.G..R. Emilia Romagna n. 1905/2012 Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria: U.O. Affari Generali Nome del responsabile del procedimento: Semprini Giorgia - Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale, con l'indicazione del nome del responsabile dell'ufficio (indicare ove diverso dal Responsabile del procedimento): Semprini Giorgia - recapiti telefonici: 0541/ Inizio procedimento su istanza di parte: - atti e documenti da allegare all istanza e modulistica necessaria (inserire modulistica e fac-simile per le autocertificazioni): richiesta risarcimento danni redatta in carta libera contenente una breve descrizione del fatto e la richiesta risarcitoria. Indicare le modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino: - informazioni telefoniche contattando: 0541/ / scrivendo agli indirizzi: - se in possesso di posta certificata l interessato può scrivere all indirizzo PEC: Indicare il termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante: termini previsti nelle procedure regionali Indicare se il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato, ovvero se il procedimento può concludersi con il silenzio-assenso dell'amministrazione: (Sì o No) NO

8 Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale previsti dalla legge in favore dell interessato nel corso del procedimento nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli: (es. istanza al titolare del potere sostitutivo, azione giudiziaria avanti al giudice civile o del lavoro ecc.) azione giudiziaria avanti al giudice civile Indicare il link di accesso al servizio on line, ove sia già disponibile in rete, o i tempi previsti per la sua attivazione: non disponibile Modalità per l effettuazione dei pagamenti (IBAN / conto corrente / tesoreria): Conto Corrente Postale Azienda USL della Romagna ex Rimini - IBAN IT 92 L specificare in causa Indicare il nome del soggetto a cui e' attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo: Direzione Amministrativa le modalità per attivare tale potere: richiesta scritta indicare recapito telefonico e casella di posta elettronica istituzionale e/o PEC: Telefono: FAX Indicare i risultati delle indagini di customer satisfaction condotte sulla qualità dei servizi erogati attraverso diversi canali, facendone rilevare il relativo andamento: (non disponibile) non disponibile Se il procedimento riguarda autorizzazione o concessione, indicare: - Contenuto: - Oggetto: - Eventuale spesa prevista: - Estremi relativi ai principali documenti contenuti nel fascicolo con indicazione del Responsabile del procedimento: - Indirizzo PEC a cui il cittadino possa trasmettere istanze o ricevere informazioni circa i provvedimenti e i procedimenti che lo riguardano:

9 SCHEDA DI RILEVAZIONE DEI PROCEDIMENTI AD ISTANZA DI PARTE DESTINATI ALLA PUBBLICAZIONE SUL SITO ISTITUZIONALE DELL AZIENDA NELLA SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ALLA SOTTO-SEZIONE DI I LIVELLO ATTIVITÀ E PROCEDIMENTI, SOTTO-SEZIONE DI II LIVELLO TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTO Descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili: VIGILANZA SULLE UU.OO. RELATIVAMENTE ALLE ATTIVITA DI CONSERVAZIONE E SCARTO DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 e del D.lgs. n. 42/2004 Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria: U.O. Affari Generali Nome del responsabile del procedimento: Magni Morena - Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale, con l'indicazione del nome del responsabile dell'ufficio (indicare ove diverso dal Responsabile del procedimento): Magni Morena Inizio procedimento su istanza degli uffici interni: - atti e documenti da allegare all istanza e modulistica necessaria (inserire modulistica e fac-simile per le autocertificazioni): non è presente alcuna modulistica in quanto il procedimento afferisce esclusivamente a richieste provenienti dai servizi/u.o. interni Indicare le modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino: - informazioni telefoniche contattando: 0541/ scrivendo agli indirizzi: - se in possesso di posta certificata l interessato può scrivere all indirizzo PEC: Indicare il termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante: 60 giorni dall autorizzazione allo scarto da parte della Sopraintendenza Archivistica Regionale Indicare se il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una

10 dichiarazione dell'interessato, ovvero se il procedimento può concludersi con il silenzio-assenso dell'amministrazione: (Sì o No) NO Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale previsti dalla legge in favore dell interessato nel corso del procedimento nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli: (es. istanza al titolare del potere sostitutivo, azione giudiziaria avanti al giudice civile o del lavoro ecc.) Indicare il link di accesso al servizio on line, ove sia già disponibile in rete, o i tempi previsti per la sua attivazione: non disponibile Modalità per l effettuazione dei pagamenti (IBAN / conto corrente / tesoreria): Conto Corrente Postale Azienda USL della Romagna ex Rimini - IBAN IT 92 L specificare in causa Indicare il nome del soggetto a cui e' attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo: Direzione Amministrativa le modalità per attivare tale potere: richiesta scritta indicare recapito telefonico e casella di posta elettronica istituzionale e/o PEC: Telefono: FAX Indicare i risultati delle indagini di customer satisfaction condotte sulla qualità dei servizi erogati attraverso diversi canali, facendone rilevare il relativo andamento: (non disponibile) non disponibile Se il procedimento riguarda autorizzazione o concessione, indicare: - Contenuto: - Oggetto: - Eventuale spesa prevista: - Estremi relativi ai principali documenti contenuti nel fascicolo con indicazione del Responsabile del procedimento: - Indirizzo PEC a cui il cittadino possa trasmettere istanze o ricevere informazioni circa i provvedimenti e i procedimenti che lo riguardano:

Direzione Generale per i Sistemi Informativi e Statistici

Direzione Generale per i Sistemi Informativi e Statistici Denominazione ufficio: Direzione Generale per i Sistemi Informativi e Statistici N. Scheda Denominazione Procedimento Acquisizione di beni e servizi per l'informatica: provvedimenti di aggiudicazione delle

Dettagli

Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell'identità Siciliana

Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell'identità Siciliana PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell'identità Siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dei beni culturali e dell'identità siciliana - Servizio

Dettagli

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro. contributi per formazione orfani di vittime della mafia

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro. contributi per formazione orfani di vittime della mafia PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento della famiglia e delle politiche sociali, v. Trinacria

Dettagli

PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della salute. DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento Pianificazione Strategica

PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della salute. DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento Pianificazione Strategica PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della salute DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento Pianificazione Strategica Procedimento: "Controllo di gestione e valutazione del risultato"

Dettagli

Determin.in ordine all' assegn. dei siti minerari L.R.17/91. Rapporti con relativo ente Parco Minerario per Area Fiumedinisi

Determin.in ordine all' assegn. dei siti minerari L.R.17/91. Rapporti con relativo ente Parco Minerario per Area Fiumedinisi PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dei beni culturali e dell'identità siciliana -Sopr. BBCC-

Dettagli

U.O.S IMPLEMENTAZIONE PROGRAMMI QUALITA. Attività e Procedimenti - Tipologie di procedimenti

U.O.S IMPLEMENTAZIONE PROGRAMMI QUALITA. Attività e Procedimenti - Tipologie di procedimenti U.O.S IMPLEMENTAZIONE PROGRAMMI QUALITA Attività e Procedimenti - Tipologie di procedimenti Per ciascuna tipologia di procedimento: Riferim ento normat ivo Art. 5 c.1 lett. A) d.lgs n./20 1 Responsabile

Dettagli

Cittadini. a1) Riferimenti normativi utili. D.Lgs. 22.1.2004, n. 42 e ss.mm.ii. Codice dei Beni culturali e del paesaggio art. 21

Cittadini. a1) Riferimenti normativi utili. D.Lgs. 22.1.2004, n. 42 e ss.mm.ii. Codice dei Beni culturali e del paesaggio art. 21 PRESIDENZA / Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità ASSESSORATO: siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Beni culturali e dell'identità siciliana Servizio Soprintendenza per

Dettagli

ASSESSORATO REGIONALE DELL'ECONOMIA APPROVAZIONE STATUTI BANCHE A CARATTERE REG.LE

ASSESSORATO REGIONALE DELL'ECONOMIA APPROVAZIONE STATUTI BANCHE A CARATTERE REG.LE PRESIDENZA / ASSESSORATO: ASSESSORATO REGIONALE DELL'ECONOMIA DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: DIPARTIMENTO DELLE FINANZE E DEL CREDITO Procedimento: Materia: Altro APPROVAZIONE STATUTI BANCHE A

Dettagli

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: DIPARTIMENTO BENI CULTURALI E IDENTITA' SICILIANA - SOPRINTENDENZA BENI

Dettagli

Modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino

Modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino PER CIASCUNA TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTO PROCEDIMENTO AD ISTANZA DI PARTE PROCEDIMENTO Acquisti beni e servizi - tramite SINTEL- sopra soglia comunitaria con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa

Dettagli

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura Area 5 Affari generali, risorse umane, servizi comuni e flussi documentali

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura Area 5 Affari generali, risorse umane, servizi comuni e flussi documentali PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura Area 5 Affari generali,

Dettagli

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI IN MATERIA VIVAISTICA E DI DIFESA FITOSANITARIA

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI IN MATERIA VIVAISTICA E DI DIFESA FITOSANITARIA PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI

Dettagli

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI IN MATERIA VIVAISTICA E DI DIFESA FITOSANITARIA

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI IN MATERIA VIVAISTICA E DI DIFESA FITOSANITARIA PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI

Dettagli

CHECKLIST SITI ISTITUZIONALI PER CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA

CHECKLIST SITI ISTITUZIONALI PER CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA CHECKLIST SITI ISTITUZIONALI PER CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA E' stata effettuata la mappatura di verifica dei siti web degli enti competenti nei 38 Comuni capo distretto della Regione Emilia Romagna,

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea PRESIDENZA / ASSESSORATO:

Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea PRESIDENZA / ASSESSORATO: PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 2 - SERVIZIO

Dettagli

Riscossione della tariffa fitosanitaria

Riscossione della tariffa fitosanitaria PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI

Dettagli

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Beni culturali e dell'identità siciliana Servizio Soprintendenza per

Dettagli

OCM VINO - Rilascio nulla osta per acquisto diritti fuori Regione

OCM VINO - Rilascio nulla osta per acquisto diritti fuori Regione PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 2 - SERVIZIO

Dettagli

ONLINE l'integrità d.lgs. 33/2013) Riferimenti normativi su organizzazione e attività. Atti amministrativi generali

ONLINE l'integrità d.lgs. 33/2013) Riferimenti normativi su organizzazione e attività. Atti amministrativi generali Disposizioni generali SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE - PIANIFICAZIONE Macrofamiglie Tipologie di dati Riferimento normativo Denominazione del singolo obbligo

Dettagli

Accreditamento di aziende o fattorie didattiche

Accreditamento di aziende o fattorie didattiche PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 2 - SERVIZIO

Dettagli

Programma per la Trasparenza e l'integrità. Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. 33/2013

Programma per la Trasparenza e l'integrità. Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. 33/2013 Programma per la Trasparenza e l'integrità Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. Programma per la Trasparenza e l'integrità Programma triennale per la trasparenza e l'integrità e relativo stato di attuazione

Dettagli

Obblighi di pubblicazione relativi ai procedimenti amministrativi Art. 35 D.lgs. 33/2013

Obblighi di pubblicazione relativi ai procedimenti amministrativi Art. 35 D.lgs. 33/2013 Obblighi di pubblicazione relativi ai procedimenti amministrativi Art. 35 D.lgs. 33/2013 Settore II Economico Finanziario. Ai sensi dell art. 35 del D.lgs. n. 33/2013 si pubblicano i dati relativi ai procedimenti

Dettagli

Allegato al Piano per la trasparenza e l integrità Categorie di dati ed informazioni da pubblicare

Allegato al Piano per la trasparenza e l integrità Categorie di dati ed informazioni da pubblicare 1 Allegato al Piano per la trasparenza e l integrità Categorie di dati ed informazioni da pubblicare 2 Denominazione sotto-sezione 1 livello (Macrofamiglie) Denominazione sotto-sezione 2 livello (Tipologie

Dettagli

ORDINE ASSISTENTI SOCIALI DELL'EMILIA ROMAGNA

ORDINE ASSISTENTI SOCIALI DELL'EMILIA ROMAGNA ORDINE ASSISTENTI SOCIALI DELL'EMILIA ROMAGNA SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE - PIANIFICAZIONE Macrofamiglie Tipologie di dati Riferimento normativo Denominazione

Dettagli

PIANO TRIENNALE DELLA TASPARENZA AFOL EST 2014-2016 aggiornamento al 28.11.2014

PIANO TRIENNALE DELLA TASPARENZA AFOL EST 2014-2016 aggiornamento al 28.11.2014 Programma per la trasparenza e l'integrità art. 10, c. 8, lett. a Programma triennale per la trasparenza e l'integrità e relativo stato di attuazione (art. 10, cc. 1, 2, 3, d.lgs. ) (art. 10, c. 1, ) Attestazioni

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE TRIENNIO 2015/2017

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE TRIENNIO 2015/2017 PIANO DI INFORMATIZZAZIONE TRIENNIO 2015/2017 Redatto ai sensi dell articolo 24, comma 3 bis del D.L. 24 giugno 2014, n. 90. I. QUADRO NORMATIVO Il Decreto Legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito in legge

Dettagli

Direzione Generale per la Sicurezza Stradale

Direzione Generale per la Sicurezza Stradale Denominazione ufficio: Direzione Generale per la Sicurezza Stradale N. Scheda Denominazione Procedimento 01 Acquisizione di beni e servizi e tutti i correlati adempimenti contrattuali 02 Procedura riconoscimento

Dettagli

Iscrizione nell'anagrafe della Sepel 2013

Iscrizione nell'anagrafe della Sepel 2013 Nome campo Epigrafe Descrizione Iscrizione nell'anagrafe della popolazione residente per immigrazione dall'estero: cittadino dell'unione Europea Breve descrizione del procedimento Riferimenti normativi

Dettagli

Settore affari generali e istituzionali / Gestione risorse umane

Settore affari generali e istituzionali / Gestione risorse umane Ris.01 A1) Breve descrizione del procedimento Richiesta di autorizzazione allo svolgimento di attività extra-istituzionale da parte dei dipendenti del Comune di Rubiera A2) Indicazione di tutti i riferimenti

Dettagli

D. LGS. N.33/2013: ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI DENOMINAZIONE SOTTO-SEZIONE LIVELLO 1 (macrofamiglia) DISPOSIZIONI GENERALI

D. LGS. N.33/2013: ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI DENOMINAZIONE SOTTO-SEZIONE LIVELLO 1 (macrofamiglia) DISPOSIZIONI GENERALI Delibera 2015/0000003 del 28/01/2015 (Allegato) Pagina 1 di 32 D. LGS. N.: ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI DISPOSIZIONI GENERALI Atti generali SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI, VANTAGGI

Dettagli

Elenco Protocolli/Accordi/Convenzioni attivi http://www.unimol.it/wp-content/uploads/2014/12/elencoconvenzioni-per-attivita-istituzionale.

Elenco Protocolli/Accordi/Convenzioni attivi http://www.unimol.it/wp-content/uploads/2014/12/elencoconvenzioni-per-attivita-istituzionale. TABELLA PROCEDIMENTI - UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL MOLISE- AMMINISTRAZIONE GENERALE. Amministrazione trasparente - pubblicazione dei dati relativi ai procedimenti amministrativi (D.lgs. 33/2013) Tipologia

Dettagli

ALLEGATO 1 PROGRAMMA TRIENNALE DI TRASPARENZA E INTEGRITA' DELL'AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME SERCHIO - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI

ALLEGATO 1 PROGRAMMA TRIENNALE DI TRASPARENZA E INTEGRITA' DELL'AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME SERCHIO - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI ALLEGATO 1 PROGRAMMA TRIENNALE DI TRASPARENZA E INTEGRITA' DELL'AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME SERCHIO - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Denominazione sottosezione Programma per la Trasparenza

Dettagli

Tabella per la pubblicazione dei dati previsti dall All. 1 della Delibera A.N.AC. 50/2013

Tabella per la pubblicazione dei dati previsti dall All. 1 della Delibera A.N.AC. 50/2013 Organizzazione - Organi di indirizzo politico-amministrativo - Organi di indirizzo politico-amministrativo Nome / Cognome Curricula (art. 14, c. 1, lett. b), D. Lgs. n. Compensi di qualsiasi natura connessi

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA TRIENNALE DELLA TRASPARENZA E DELL INTEGRITA ALLEGATO 1. Contenuti dell obbligo

COMUNE DI CARMIANO PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA TRIENNALE DELLA TRASPARENZA E DELL INTEGRITA ALLEGATO 1. Contenuti dell obbligo COMUNE DI CARMIANO PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA TRIENNALE DELLA TRASPARENZA E DELL INTEGRITA ALLEGATO 1 Denominazione dell obbligo Atti amministrativi generali Burocrazia Zero Consulenti e collaboratori

Dettagli

FRONTESPIZIO LETTERA

FRONTESPIZIO LETTERA FRONTESPIZIO LETTERA Registro: Protocollo Generale Protocollo: n. 39654 del 16:10:03 Sottoscritta da FABBRI ALBERTO con firma digitale Oggetto: COMUNICAZIONI IN MERITO ALLA CORRETTA CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI SIRACUSA Avvocatura TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI ART. 8 D.Lgs. n. 33/2013

PROVINCIA REGIONALE DI SIRACUSA Avvocatura TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI ART. 8 D.Lgs. n. 33/2013 PROVINCIA REGIONALE DI SIRACUSA Avvocatura TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI ART. 8 D.Lgs. n. 33/2013 Denominazione procedimento Autorizzazione a stare in giudizio Descrizione del procedimento con

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. 8/2014

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. 8/2014 attività amministrativa - Tipologie di (art.24 c.1 e art.35 c.1 D.Lgs 33/2013) Cessazione dal servizio per qualsiasi causa e provvedimenti 2.giuridica@pro 6 connessi(mantenimento in vincia.en servizio,

Dettagli

ALLEGATO 2 DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITÀ

ALLEGATO 2 DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITÀ ALLEGATO 2 DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITÀ Programma per la Trasparenza e l'integrità Art. 10 Programma per la trasparenza e l'integrità. 5 anni Annuale Art. 12 Riferimenti normativi

Dettagli

ACCERTAMENTO STATI DI INVALIDITA CIVILE, HANDICAP, CECITA, SORDITA, DIAGNOSI FUNZIONALE

ACCERTAMENTO STATI DI INVALIDITA CIVILE, HANDICAP, CECITA, SORDITA, DIAGNOSI FUNZIONALE SCHEDA DI RILEVAZIONE DEI PROCEDIMENTI AD ISTANZA DI PARTE DESTINATI ALLA PUBBLICAZIONE SUL SITO ISTITUZIONALE DELL AZIENDA NELLA SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ALLA SOTTO-SEZIONE DI I LIVELLO ATTIVITÀ

Dettagli

Comune di Novedrate obblighi di trasparenza Allegato A al Piano Triennale della Trasparenza. CONTENUTI (documenti da pubblicare)

Comune di Novedrate obblighi di trasparenza Allegato A al Piano Triennale della Trasparenza. CONTENUTI (documenti da pubblicare) Comune di Novedrate obblighi di trasparenza Allegato A al Piano Triennale della Trasparenza SEZIONE Amministrazione trasparente Disposizioni generali SOTTOSEZIONE Programma per la trasparenza e 'integrità

Dettagli

Procedimenti amministrativi 1

Procedimenti amministrativi 1 Scheda di rilevazione dei procedimenti amministrativi (art. 35, comma 1, del D.Lgs. 33/2013) Soc.01 A1) Breve descrizione del procedimento ASSEGNO DI CURA PER ANZIANI. su richiesta del cittadino, viene

Dettagli

PIANO TRASPARENZA 2014-2015-2016. Responsabile. Decorrenza pubblicazione. caricamento sul sito. Responsabile CED Maritan G.

PIANO TRASPARENZA 2014-2015-2016. Responsabile. Decorrenza pubblicazione. caricamento sul sito. Responsabile CED Maritan G. DISPOSIZIONI GENERALI Programma per la trasparenza e l'integrità Atti Oneri informativi per cittadini e imprese Scadenziario obblighi amministrativi Burocrazia zero art. 10, c. 8, lett a) D.L.gs 33/13

Dettagli

Settore pianificazione, edilizia e ambiente / edilizia e urbanistica

Settore pianificazione, edilizia e ambiente / edilizia e urbanistica Scheda di rilevazione dei procedimenti amministrativi (art. 35, comma 1, del d.lgs. 33/2013) Urb.01 A1) Breve descrizione del procedimento accesso con rilascio di attestazione di copia conforme di atti

Dettagli

BENI E SERVIZI) SERVIZIO DI PROTEZIONE E PREVENZIONE OGGETTO DEL PROCEDIMENTO (descrizione)

BENI E SERVIZI) SERVIZIO DI PROTEZIONE E PREVENZIONE OGGETTO DEL PROCEDIMENTO (descrizione) DIREZIONE GENERALE DEGLI AFFARI GENERALI E DEL TIPOLOGIE DI LOGISTICA DEL DICASTERO, FUNZIONAMENTO (ACQUISTI BENI E SERVIZI) SERVIZIO DI PROTEZIONE E PREVENZIONE OGGETTO DEL (descrizione) RMATIVA DI RIFERIMENTO

Dettagli

ALLEGATO 1) SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI

ALLEGATO 1) SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI ALLEGATO 1) SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Denominazione sotto-sezione livello 1 (Macrofamiglie) Denominazione sottosezione 2 livello (Tipologie

Dettagli

ASL CN2 Tabella - Sezione "Amministrazione trasparente" e relativi contenuti Allegato 3

ASL CN2 Tabella - Sezione Amministrazione trasparente e relativi contenuti Allegato 3 ASL CN2 Tabella - Sezione " trasparente" e relativi contenuti Allegato 3 Programma per la e l'integrità Adozione, aggiornamento, monitoraggio e pubblicazione sul sito dell'ente del Programma triennale

Dettagli

Procedimenti amministrativi 1

Procedimenti amministrativi 1 Scheda di rilevazione dei procedimenti amministrativi (art. 35, comma 1, del d.lgs. 33/2013) Com/AETP.01 A1) Breve descrizione del procedimento ATTIVITÀ DI ACCONCIATORE E BARBIERE - APERTURA A2) Indicazione

Dettagli

OBBLIGHI DI TRASPARENZA 2015-2017

OBBLIGHI DI TRASPARENZA 2015-2017 OBBLIGHI DI TRASPARENZA 2015-2017 Allegato A Al Programma Triennale per la 2015-2017 Di seguito i dati oggetto di pubblicazione, ai sensi di quanto previsto dalla normativa sulla di cui al 33 del 2013.

Dettagli

C O M U N E D I G A I B A Provincia di Rovigo

C O M U N E D I G A I B A Provincia di Rovigo C O M U N E D I G A I B A Provincia di Rovigo UF F I C I O D E L SEGRET A R I O C O M U N A L E PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI

Dettagli

Altro. c1) Recapiti telefonici del responsabile del procedimento. 0917071455

Altro. c1) Recapiti telefonici del responsabile del procedimento. 0917071455 PRESIDENZA / Assessorato regionale dei beni culturali e ASSESSORATO: dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Beni culturali e dell'identità siciliana-servizio Soprintendenza beni

Dettagli

Articoli del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33

Articoli del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 Sanzioni per mancata comunicazione dei dati previste dal decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 - Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE BRINDISI

AZIENDA SANITARIA LOCALE BRINDISI N. d'ord. PROCEDIMENTO AZIENDA SANITARIA LOCALE BRINDISI AREA GESTIONE DEL PERSONALE Decreto Legislativo n. 33 del 14/03/2013 Art. 35 PROCEDIMENTO E NORMATIVA DI RIFERIMENTO (Breve Descrizione) NORMATIVA

Dettagli

ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI (Allegato 1 - delibera CIVIT n.50/2013)

ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI (Allegato 1 - delibera CIVIT n.50/2013) degli obblighi pubblicazione ex d.lgs.n. Disposizioni generali Programma per la Trasparenza e l'integrità Atti generali Riferimento normativo Denominazione del singolo obbligo Contenuti dell'obbligo Aggiornamento

Dettagli

Tipologie di procedimento ai sensi dell'art. 35, comma 1, del d.lgs. 33/2013

Tipologie di procedimento ai sensi dell'art. 35, comma 1, del d.lgs. 33/2013 Breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili. Unità organizzativa responsabile dell istruttoria. Responsabile del procedimento, unitamente ai recapiti telefonici

Dettagli

Tempistica di aggiornamento. Annuale e in relazione a delibere CiVIT. Tempestivo. Pubblicazione tempestiva. dell atto Entro 3 mesi dall adozione

Tempistica di aggiornamento. Annuale e in relazione a delibere CiVIT. Tempestivo. Pubblicazione tempestiva. dell atto Entro 3 mesi dall adozione Centro di Riferimento Oncologico obblighi di pubblicazione : situazione al 31.12.2013 data di svolgimento della rilevazione: 24.01.2014 modalità seguite per la rilevazione: verifica sul sito istituzionale

Dettagli

Dicembre 2013 ATTUAZIONE DELLA DELIBERA N. 71/2013 SUGLI OBBLIGHI DI TRASPARENZA. Comune di Firenze

Dicembre 2013 ATTUAZIONE DELLA DELIBERA N. 71/2013 SUGLI OBBLIGHI DI TRASPARENZA. Comune di Firenze Dicembre 2013 ATTUAZIONE DELLA DELIBERA N. 71/2013 SUGLI OBBLIGHI DI TRASPARENZA Comune di Firenze 1 INTRODUZIONE Il presente documento contiene schede sintetiche relative agli esiti delle verifiche condotte

Dettagli

COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari

COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari A r e a E c o n o m i c o F i n a n z i a r i a ATTIVITÀ E PROCEDIMENTI TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTI Denominazione e descrizione del procedimento TARES : versamenti

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Pubblicazione ai sensi dell art. 35 del D.lgs. 33/2013 Aggiornato al 9/maggio/2014 ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATI - DIREZIONE GENERALE RISORSE

Dettagli

Città di Somma Vesuviana

Città di Somma Vesuviana Città di Somma Vesuviana Provincia di Napoli Ufficio di Stato Civile - Posizione Organizzativa n.1 Separazione e divorzio (consensuali) DESCRIZIONE - COS'È - CHI PUÒ FARE LA RICHIESTA - MODALITÀ I coniugi

Dettagli

ELENCO DATI SOGGETTI A PUBBLICAZIONE - SORGEA S.R.L.

ELENCO DATI SOGGETTI A PUBBLICAZIONE - SORGEA S.R.L. sottosezione Programma per la Trasparenza e l'integrità Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. Programma per la Trasparenza e l'integrità Ogni amministrazione ha l' di pubblicare sul proprio sito istituzionale

Dettagli

martedì e giovedì (escluso luglio e agosto) dalle 15 alle 17 -tramite posta ordinaria all indirizzo Comune di Pisa Via Uffizi, 1 56100 Pisa

martedì e giovedì (escluso luglio e agosto) dalle 15 alle 17 -tramite posta ordinaria all indirizzo Comune di Pisa Via Uffizi, 1 56100 Pisa Procedimento: Accesso ai documenti Chiunque ha il diritto di accesso agli atti e ai documenti amministrativi. Chiunque ha inoltre il diritto di accedere alle informazioni che sono in possesso dell'amministrazione

Dettagli

Rilascio cartella clinica/referto, rilascio documentazione sanitaria

Rilascio cartella clinica/referto, rilascio documentazione sanitaria Rilascio cartella clinica/referto, rilascio documentazione sanitaria Riferimenti normativi: DPR 1409/1963, DPR 128/1969, Circ. MS 61/1966, Del. 580/1986 Del. 580/96, L. 241/1990, L. 15 e 80/2005, L. 69/2009

Dettagli

STRUTTURA DELLA SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE SUI SITI ISTITUZIONALI DEGLI ENTI LOCALI

STRUTTURA DELLA SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE SUI SITI ISTITUZIONALI DEGLI ENTI LOCALI STRUTTURA DELLA SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE SUI SITI ISTITUZIONALI DEGLI ENTI LOCALI La sezione dei siti istituzionali denominata "Amministrazione trasparente" deve essere organizzata in sotto-sezioni

Dettagli

Riferimenti normativi: DPR 445/2000, D.Lgs. 196/2003, DM 01/12/2009,, Circ. RER 15 del 2/12/2009, DGR 1190/2011, DGR 1036/2009

Riferimenti normativi: DPR 445/2000, D.Lgs. 196/2003, DM 01/12/2009,, Circ. RER 15 del 2/12/2009, DGR 1190/2011, DGR 1036/2009 Rilascio autocertificazione fascia reddito Riferimenti normativi: DPR 445/2000, D.Lgs. 196/2003, DM 01/12/2009,, Circ. RER 15 del 2/12/2009, DGR 1190/2011, DGR 1036/2009 > Unità organizzativa responsabile

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2015-2017

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2015-2017 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2015-2017 Redatto dal Responsabile della Prevenzione della Corruzione e per la Trasparenza dr. Piero Canino (I aggiornamento) INDICE 1. Introduzione

Dettagli

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ALLEGATO a) AL PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2015-2017 - Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n._12_ del 29/01/2015 AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE SOTTOSEZIONE 1 livello sottosezione

Dettagli

Assessorato regionale dell'economia

Assessorato regionale dell'economia PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'economia DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento delle Finanze e del Credito-Servizio Riscossione-Via Notarbartolo, 17-90141 Palermo Procedimento:

Dettagli

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Beni culturali e dell'identità siciliana/museo Archeologico Regionale

Dettagli

Dirigente dell'area Comune di Jesi Sviluppo Risorse Piazza Umane e Indipendenza,1 Organizzazione Jesi Capobianco Roberto

Dirigente dell'area Comune di Jesi Sviluppo Risorse Piazza Umane e Indipendenza,1 Organizzazione Jesi Capobianco Roberto RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Denominazione Normativa di riferimento Modalità di avvio del procedimento U.O. responsabile istruttoria Nominativo Sede Tel Fax E-mail PEC ACCESSO ATTI CITTADINI Art. 10 del

Dettagli

Luca Milani Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura Affari istituzionali - Servizio archivistico

Luca Milani Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura Affari istituzionali - Servizio archivistico Tracce digitali Trasparenza e accessibilità dei siti web della PA Luca Milani Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura Affari istituzionali - Servizio archivistico 10 giugno 2015 Archivisti *el web

Dettagli

Collegio Territoriale dell Ordine dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati delle Province di Bari e B.A.T.

Collegio Territoriale dell Ordine dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati delle Province di Bari e B.A.T. Collegio Territoriale dell Ordine dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati delle Province di Bari e B.A.T. Regolamento sugli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni

Dettagli

RIFERIMENTO. diversamente. specificato si intende il D.lgs. 33/2013) art. 14, c. 4, lett. G D.lgs 150/2009

RIFERIMENTO. diversamente. specificato si intende il D.lgs. 33/2013) art. 14, c. 4, lett. G D.lgs 150/2009 Allegato B - Aggiornamento del Programma Triennale per la Trasparenza e l'integrità 2014-2016 DESCRIZIONE SOTTOSEZIONE II RIFERIMENTO UFFICIO (*IL NORMATIVO (se non DIRIGENTE PUO' CONTENUTI DA PUBBLICARE

Dettagli

ALLEGATO 1) SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI AL 08/05/2013 - BOZZA PER CONSULTAZIONE PUBBLICA

ALLEGATO 1) SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI AL 08/05/2013 - BOZZA PER CONSULTAZIONE PUBBLICA LLEGTO 1) SEZIONE "MMINISTRZIONE TRSPRENTE" - ELENCO DEGLI OLIGHI DI PULICZIONE VIGENTI L 08/05/2013 - OZZ PER CONSULTZIONE PULIC Denominazione sotto-sezione livello 1 (Macrofamiglie) Denominazione sottosezione

Dettagli

COLLEGIO DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI VERONA

COLLEGIO DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI VERONA Regolamento recante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni da parte del Consiglio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della Provincia di Verona ai

Dettagli

Il presente regolamento è emanato ai sensi dell art. 2 comma 2 bis del D.L. 31 agosto 2013 n. 101, convertito nella L. 30 ottobre 2013 n. 125.

Il presente regolamento è emanato ai sensi dell art. 2 comma 2 bis del D.L. 31 agosto 2013 n. 101, convertito nella L. 30 ottobre 2013 n. 125. Regolamento recante obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte dell Ordine degli avvocati presso l ex Tribunale di Sanremo Il presente regolamento è emanato ai sensi dell

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA (2015/2017)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA (2015/2017) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA (2015/2017) PTTI ASL ROMA D 2015-2017 aggiornato al 01/2015 1 Indice Premessa... 3 1. INTRODUZIONE: ORGANIZZAZIONI E FUNZIONI DELL AMMINISTRAZIONE...

Dettagli

Smart. Amministrazione Trasparente Alberatura Area Affari Generali. Funzionalità principali. Descrizione sintetica SCHEDA PRODOTTO

Smart. Amministrazione Trasparente Alberatura Area Affari Generali. Funzionalità principali. Descrizione sintetica SCHEDA PRODOTTO Alberatura La soluzione consente di assolvere agli obblighi di legge in materia di trasparenza per quanto riguarda la strutturazione della sezione amministrazione trasparente quale link proposto nella

Dettagli

SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE

SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE sottosezione del singolo obbligo Contenuti dell'obbligo Aggiornamento Disposizioni generali Attestazioni OIV o struttura analoga Art. 14, c. 4, lett. g), 150/2009 Attestazioni OIV o struttura analoga Attestazione

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014-2016. L. 190/2012, D.Lgs. 33/2013, Delibera CiVIT (ANAC) 50/2013

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014-2016. L. 190/2012, D.Lgs. 33/2013, Delibera CiVIT (ANAC) 50/2013 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014-2016 L. 190/2012, D.Lgs., Delibera CiVIT (ANAC) 50/2013 Predisposto dal responsabile per la trasparenza, con il supporto del gruppo di lavoro costituito

Dettagli

Dalla trasparenza all accessibilità totale delle informazioni nella PA. E nella scuola? Modalità e limiti applicativi. Anna Armone

Dalla trasparenza all accessibilità totale delle informazioni nella PA. E nella scuola? Modalità e limiti applicativi. Anna Armone Dalla trasparenza all accessibilità totale delle informazioni nella PA. E nella scuola? Modalità e limiti applicativi Anna Armone Le case della trasparenza Art. 1 l. 241/1990 L attività amministrativa

Dettagli

Elenco regionale operatori agrituirstici autorizzati

Elenco regionale operatori agrituirstici autorizzati PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 2 - SERVIZIO

Dettagli

Allegato A. Sottocategorie (2 livello) Categorie (1 livello) Tempistica pubblicazione. Riferimento normativo

Allegato A. Sottocategorie (2 livello) Categorie (1 livello) Tempistica pubblicazione. Riferimento normativo Allegato A Categorie (1 livello) Riferimento normativo Sottocategorie (2 livello) Dati da pubblicare Area Competente Tempistica pubblicazione Disposizioni generali Organizzazione Art.10, c.8 lett.a) del

Dettagli

Il Programma che segue indica gli obiettivi di trasparenza triennali da aggiornare annualmente.

Il Programma che segue indica gli obiettivi di trasparenza triennali da aggiornare annualmente. Il Programma che segue indica gli obiettivi di trasparenza triennali da aggiornare annualmente. SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Programma per la Trasparenza

Dettagli

Assessorato Regionale della Salute

Assessorato Regionale della Salute PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato Regionale della Salute DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: DIPARTIMENTO ATTIVITA' SANITARIE E OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO/SERVIZIO 4 SICUREZZA ALIMENTARE Procedimento:

Dettagli

COMUNE DI LUCERA Provincia di Foggia

COMUNE DI LUCERA Provincia di Foggia COMUNE DI LUCERA Provincia di Foggia Settore II Servizio Pubblica Istruzione Ufficio Pubblica Istruzione - Cultura OBBLIGO DI PUBBLICITÀ DELLE INFORMAZIONI (art. 35 del D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33) DEFINIZIONE

Dettagli

(APPROVATO CON DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE N. 140 DEL 27 NOVEMBRE 2012)

(APPROVATO CON DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE N. 140 DEL 27 NOVEMBRE 2012) AVVISO DI MOBILITA ESTERNA VOLONTARIA AI SENSI DELL ART. 30 DEL D.LGS. 30.03.2001 N. 165 RISERVATO ESCLUSIVAMENTE A PERSONALE DISABILE DI CUI ALL'ART. 1 DELLA LEGGE 68/1999, PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO

Dettagli

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Beni culturali e dell'identità siciliana Procedimento: Fondi regionali

Dettagli

OGGETTO: "Delibera n. 71/2013 - RApporto sulla Trasparenza relativo all'azienda USL di Bologna: osservazioni".

OGGETTO: Delibera n. 71/2013 - RApporto sulla Trasparenza relativo all'azienda USL di Bologna: osservazioni. Il Direttore Generale Al Segretario Generale Autorità Nazionale Anticorruzione e per la valutazione e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche protocollo@pec.anticorruzione.it OGGETTO: "Delibera

Dettagli

ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI (Allegato 1 - delibera CIVIT n.50/2013)

ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI (Allegato 1 - delibera CIVIT n.50/2013) degli obblighi di pubblicazione ex d.lgs.n. sottosezione Riferimento normativo del singolo obbligo Contenuti dell'obbligo Aggiornamento Programma per la Trasparenza e l'integrità Art. 10, c. 8, lett. a),

Dettagli

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro. Gestione capitolo di spesa 183307 L.R.71/82

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro. Gestione capitolo di spesa 183307 L.R.71/82 PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento della famiglia e delle politiche sociali - Servizio

Dettagli

Schema degli obiettivi triennio 2014-2016

Schema degli obiettivi triennio 2014-2016 PTTI 2014 2016 ALLEGATO 3) Schema degli obiettivi triennio 2014-2016 TIPOLOGIA DATI Sottosezione livello 1 Disposizioni Generali Organizzazione Consulenti e Collaboratori OBIETTIVI DI TRASPARENZA Sottosezione

Dettagli

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dei Beni Culturali e dell Identità Siciliana Procedimento:

Dettagli

Prot. n. 3799/A-32 Rovigo, 14 luglio 2014. Il Dirigente Scolastico

Prot. n. 3799/A-32 Rovigo, 14 luglio 2014. Il Dirigente Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO ROVIGO 1 Via della Costituzione, 6 45100 ROVIGO Tel. 0425/30600 Fax 0425/30726 Codice Fiscale 93027540298 Cod. Mecc. ROIC82000Q - e-mail: roic82000q@istruzione.it Sito web: www.icrovigo1.gov.it

Dettagli

E D i S U E N T E P E R I L D I R I T T O A L L O S T U D I O U N I V E R S I T A R I O PAV I A PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA'

E D i S U E N T E P E R I L D I R I T T O A L L O S T U D I O U N I V E R S I T A R I O PAV I A PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' PAV I A PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' Triennio -2016 Articolo 1 Premessa Il Piano contiene le disposizioni per assicurare la trasparenza e l accessibilità delle informazioni e dei dati detenuti

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Regolamento recante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni da parte del Consiglio Nazionale dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati e dei Consigli territoriali

Dettagli

COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari

COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari Area Servizi Generali ATTIVITÀ E PROCEDIMENTI TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTI Denominazione e descrizione del procedimento Riconoscimento della cittadinanza italiana

Dettagli

Richiesta copia documentazione amministrativa

Richiesta copia documentazione amministrativa Richiesta copia documentazione amministrativa Descrizione sintetica del procedimento Con la presente procedura, l utente può ottenere: 1. il rilascio di una copia o la semplice visura di tutta la documentazione

Dettagli

CITTÀ DI NARNI. Acquisto cittadinanza italiana

CITTÀ DI NARNI. Acquisto cittadinanza italiana CITTÀ DI NARNI Denominazione procedimento Potere sostitutivo in caso di inerzia Descrizione iter procedimento Tipologia provvedimento finale Settore Ufficio competente Indirizzo Acquisto cittadinanza italiana

Dettagli

SEGRETARIO GENERALE (980) DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2013-980.0.0.-2

SEGRETARIO GENERALE (980) DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2013-980.0.0.-2 SEGRETARIO GENERALE (980) DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2013-980.0.0.-2 L'anno 2013 il giorno 06 del mese di Agosto il sottoscritto Del Regno Vincenzo in qualità di Segretario Generale Responsabile della

Dettagli

SETTORE POLIZIA PROVINCIALE RISORSE UMANE

SETTORE POLIZIA PROVINCIALE RISORSE UMANE SETTORE POLIZIA PROVINCIALE RISORSE UMANE Dirigente titolare: Dott. Raffaele Falconieri Polizia provinciale tel. 0932 675807 fax 0932 675884 Risorse umane tel. 0932 675352 fax 0932 675309 e-mail: raffaele.falconieri@provincia.ragusa.it

Dettagli