L origine dell aumento dei prezzi dei cereali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L origine dell aumento dei prezzi dei cereali"

Transcript

1 L origin dll aumnto di przzi di crali Matild Frrtto L aumnto di przzi di bni drivati dalla trasformazion di crali (pan, biscotti, pasta cc.) è fort, ma fors i suoi fftti sono più sri pr i pasi povri ch pr qulli ricchi. La causa sta nll aumnto di margini di trasformatori di tradr di crali, ma anch nlla scarsità di offrta di crali causata da siccità d rrori dll politich agricol urop amrican, oltr ch dall aumnto dlla domanda da part di pasi mrgnti. Pr ora la produzion di biocarburanti ha un fftto minor. Introduzion L aumnto dl przzo di pan pasta ha dato luogo, rcntmnt, a una campagna stampa, ch n ha indicato la causa primaria nll incrmnto dlla domanda di crali pr la produzion di biocarburanti. Qusta rlazion è particolarmnt fficac a livllo psicologico prché va a sfruttar sia l paur dl passato sia i timori pr il futuro di molti occidntali. Inngabilmnt il pan è l alimnto ch, pr la sua passata cntralità nlla dita, voca nll immaginario collttivo italiano gli spttri dlla fam popolar i biocarburanti rintrano tra qull nuov tcnologi ch, dominat dai potnti dlla trra, si carattrizzano agli occhi di molti pr valnz ticamnt ngativ, quali il dannggiamnto dll ambint lo sfruttamnto dll risors di pasi più povri. L fftto positivo di qusta campagna stampa è stato qullo di richiamar l attnzion pubblica sull rlazioni sistnti tra mrcato dll matri prim prodotti di largo consumo alimntar: è indubbio ch snza l co sugli aumnti di przzi di pan pasta, l aumnto dl przzo di crali non avrbb intrssato l opinion pubblica. Appar, prò, opportuno vidnziar ch qullo di crali è un mrcato norm, mondial talmnt complsso, sia nl suo insim sia nll filir ch lo compongono, ch è praticamnt impossibil individuar prcisi rapporti di causa-fftto. Qulla ch si propon è, quindi, una brv analisi dl comparto, anch ngli asptti tcnici produttivi ch lo carattrizzano, con lo scopo di arrivar a dfinir una sri di ipotsi ch sta alla bas dll aumnto dl przzo di crali, con particolar attnzion all du principali commoditis dl comparto: frumnto mais. 122 Matild Frrtto Dipartimnto di Sociologia Ricrca Social Univrsità dgli Studi di Milano-Bicocca numro 1/2008 Mrcato

2 Gli impighi i grandi attori I crali sono tra l coltivazioni più diffus a livllo mondial poiché, pr ncssità tradizion, si pongono alla bas dlla filira alimntar, sia umana sia animal. Solo una minima part di crali vin consumata allo stato di prodotto raccolto; la maggior part è consumata commrcializzata ai vari stadi dlla trasformazion, andando a intrssar divrs filir. In rlazion agli impighi alimntari possono ssr ricordat l filir più conosciut, com qull lgat alla produzion di grani, granll, trinciati, fiocchi, farin smol - utilizzati sia nll prparazioni di prodotti a uso umano (circa il 70% dlla produzion mondial di frumnto) sia in qull di mangimi dstinati all alimntazion animal (a livllo mondial, comprs l smnti, si tratta dl 70% dl mais prodotto, 80% in UE USA) - ma anch qull dgli oli alimntari, dgli amidi, di dolcificanti dgli alcolici. Tutt qust filir, ancora riconducibili all produzioni di qulla matria prima, vanno poi a intgrarsi con altr filir post a vall, ch danno luogo a prodotti ni quali, spsso, la matria prima non è quasi più individuabil. All produzioni cralicol dstinat al consumo alimntar vanno ad aggiungrsi altri tipi di produzioni, ch originano filir compltamnt diffrnti, com qull rlativ alla produzion di smnti, di vrnici lubrificanti, di alcool non dstinato al consumo alimntar, di prodotti bas pr la farmacutica la cosmtica. Altr gamm di prodotti vngono ottnut dal riutilizzo dgli scarti dll lavorazioni cralicol, l pul l pagli, ch trovano impigo in agricoltura in mangimistica ma, opportunamnt trattat, anch in sttori molto lontani. Tra l produzioni ottnibili dai crali possono ssr annovrati anch i biocarburanti. L aumnto di przzi dll matri prim non può, quindi, non avr un fftto a cascata sull produzioni collgat ma, pr azion dgli intrmdiari, non vi è né linarità né proporzionalità nll aumnto di przzi di bni agricoli di qulli di molti prodotti drivati. Mrcologicamnt, sulla bas di volumi prodotti commrcializzati a livllo mondial, i crali vngono distinti in du grandi catgori: i crali maggiori, cioè frumnto, mais orzo, i crali minori, cioè avna, miglio, sgal, sorgo altri. 1 Qusta distinzion è dipndnt dall tcnich di slzion gntica varital, ch hanno consntito di ottnr varità strmamnt slzionat produttiv pr i crali maggiori. L opra di slzion ha rso conomicamnt più vantaggiosa la coltivazion di qusti crali risptto a qulli minori ch, fino alla mtà dl '900, rano molto diffusi anch ni Pasi Sviluppati (PS). Rusticità bassa produttività sono gnralmnt l du principali carattristich di crali minori n motivano la consistnt prsnza ni pasi più povri, dov hanno ancora un importanza rilvant nll alimntazion umana. 1 Il riso, ch è un cral maggior rapprsnta una dll più rilvanti commoditis cralicol, vin abitualmnt disaggrgato dagli altri prché non n è un prftto succdano prsnta carattristich di mrcato particolari. numro 1/2008 Mrcato 123

3 Pr smpio, la quasi totalità dlla produzion di miglio dl suo consumo pr l alimntazion umana sono concntrati in Africa Asia (ntramb con valori intorno al 48% dl total prodotto al mondo), mntr ni PS è utilizzato in farmacutica o pr l alimntazion dgli ucclli domstici. I crali minori sono prvalntmnt dstinati all autoconsumo al mrcato intrno ni Pasi in Via di Sviluppo (PVS) o a produzioni di nicchia ni PS; hanno prtanto un importanza dl tutto marginal nl mrcato cralicolo mondial. Qusto mrcato si basa sulla produzion sulla commrcializzazion di crali maggiori di loro trasformati muov normi intrssi. Pur rifrndosi soprattutto al commrcio fisico dll matri prim (il cui quantitativo è molto ridotto: si stimano quot variabili, pr mais frumnto, tra il 5 il 10% dlla produzion annual), qusti intrssi sono molto rilvanti dal punto di vista finanziario. Infatti i crali, com altr commoditis agricol, sono quotati in Borsa (Chicago è la Borsa di rifrimnto a livllo mondial) il mrcato borsistico dll matri prim (trading) influnza dirttamnt il przzo di crali in gnral. Va aggiunto ch qusto mrcato, sia in UE sia in USA, è dominato da un numro ridottissimo di grandi imprs organizzat, prvalntmnt nlla forma di multinazionali. Si stima (Scoppola, 2000, p. 77) ch l multinazionali nlla filira di crali smi olosi dtngano l sgunti quot di mrcato: nlla UE l 80% dl trading, il 75% dll industria di triturazion, il 66% dll industria dll amido; in USA il 70% dl trading, il 76% dll industria di triturazion, il 60% di drivati dl mais, il 61% dll industria molitoria. Si tratta di mno di una dcina di imprs opranti su ntrambi i mrcati a livllo di trading o a tutti i livlli dll filir. L multinazionali di crali fanno principalmnt capo a USA, Argntina, Francia, Svizzra, Italia Gran Brtagna. La prsnza di qusti grandi opratori, ch sono anch produttori di smnti coltivatori di suprfici molto sts, può avr impatti molto ngativi ni PVS, s non govrnata istituzionalmnt. L grandi produzioni monocolturali, ch spsso producono dsrtificazion, sottraggono risors fisich all popolazioni locali, utilizzando trra, in alcuni casi, acqua, 2 sostitundosi all produzioni tradizionali di crali minori. L occupazion dll trr la non coltivazion di crali minori sono tra l caus principali dll inurbamnto dll popolazioni rurali dlla dipndnza di PVS, pr la bas alimntar, dai crali maggiori importati dai PS ch n sono i propritari, indipndntmnt dall località di produzion dll matri prim. La Banca Mondial stima ch l aumnto di przzi di bni alimntari, originato dall aumnto dl przzo di crali, avrà È bn chiarir ch la gran part di crali, comprso il riso ch in molt parti dl mondo è coltivato in asciutta (snza sommrsion dll suprfici invstit), non richid irrigazion - qusto spiga l grandi suprfici a frumnto a orzo di principali produttori australiani, francsi, nord-amricani, sud-amricani, ucraini. L unica grand cczion è rapprsntata dal mais, ch può ssr prodotto, in modo fficint, su suprfici irrigat in un rapporto di convrsion strmamnt lvato pari a 4-5 unità d acqua pr unità di prodotto. Non vi è, quindi, un dirtto rapporto di succdanità nlla sclta dll coltur tra, pr smpio, frumnto mais; c è sicuramnt una rlazion tra l politich attuat sullo sfruttamnto la gstion dlla risorsa acqua l coltur ch si vogliono sviluppar. numro 1/2008 Mrcato

4 un fftto inflattivo sui PVS comprso tra il 25 75%. Il rang, molto ampio, è dato da du indici principali: la dipndnza alimntar dall importazioni il livllo di povrtà rlativa. La diminuzion dl potr d acquisto raggiungrà, quindi, livlli allarmanti in qull ar (Africa sub-sahariana d Estrmo Orint) nll quali l importazioni siano molto rilvanti il pso dlla spsa alimntar sia prossimo o suprior al 50% dl rddito procapit. L principali variabili dlla produzion Insim alla soia, i crali maggiori sono, tra l produzioni agricol, qull ch più si avvantaggiano dll conomi di scala a rndimnti crscnti, consntndo all aumntar dll suprfici invstit significativ riduzioni di costi di produzion, prvalntmnt di qulli fissi, pr unità final prodotta. A przzi 2005, si stimava ch nlla UE la dimnsion azindal ottimal, pr cominciar ad assicurar profitti, foss di circa 50 ha; 3 la tndnza, quindi, è di invstir in crali maggiori grandi suprfici di trrno, ch consntono di sguir i ncssari trattamnti, trrstri ari, in modo fficint. I divrsi gradi di intgrazion dll unità produttiva agricola con i succssivi livlli dlla filira motivano i diffrnti profitti tra grandi produttori, molto intgrati, piccoli produttori, poco intgrati: infatti, più ci si intgra a vall dlla filira agroalimntar, dalla produzion agricola vrso l produzioni a lvato valor aggiunto, più ci si assicurano profitti crscnti. La produttività è l altro lmnto chiav d è lgata alla sclta dlla varità. Qull sminat possono avr diffrnti rs in campo, a sconda dl clima dlla tipologia di trrni invstiti; l matri prim ottnut possono dar divrs rs ni procssi di trasformazion. Pur ssndoci smpr succdanità tra crali pr i diffrnti usi, gli opratori di PS, disponndo di un grand patrimonio di varità cralicol (brvttat), tndono a promuovr l uso dll varità ch possano assicurar, in ntramb l filir, l massim produttività ai minori costi di produzion. Così, pr smpio, com nl mrcato dl mais hanno grand pso l varità idon pr la produzion di insilati, granll panlli dstinati all alimntazion dl bstiam, nll ambito dl mrcato dl frumnto tnro assumono smpr maggior rilvanza alcun varità (grani di forza), prodott prvalntmnt in Canada largamnt importat nlla UE in Italia, slzionat pr l uso industrial dll farin: i loro lvati contnuti di protin consntono di assorbir sino all 80% di acqua nlla prparazion di pan, past scch past livitat (pizza). Pr la produzion di biocarburanti ottnuta dal mais l più idon appaiono alcun varità gnticamnt modificat con brvtto USA. 3 Nlla mdia, l azind urop si attstano intorno ai 20 ha, qulla di farmr amricani intorno ai 200 ha. numro 1/2008 Mrcato 125

5 Il problma dll ccdnz Dall inizio dgli anni '90 ai nostri giorni, lo scacchir mondial ha subito notvolissimi mutamnti in trmini sia gopolitici sia socioconomici. Il nuovo asstto ha avuto profond consgunz sul funzionamnto di mrcati dll commoditis agricol, di crali in particolar. USA UE sono stati, continuano a ssr, i du principali attori di qusti mrcati (gli USA pr il mais, l cui sportazioni sono pari a quasi la mtà dll sportazioni mondiali; la UE pr frumnto orzo). Il loro ruolo è prò profondamnt cambiato risptto al passato quando, ssndo l du potnz gmoni a livllo mondial, dttavano l rgol di commrcio al rsto dl mondo, anch a qui pasi ch pur risultavano importanti sportatori ntti, com Argntina Australia. 4 La spinta vrso una maggior libralizzazion di mrcati agricoli, soprattutto da part di pasi dl Sud dl mondo di grandi sportatori ntti sia storici sia nuovi, è divntato uno di principali motivi di conflitto in tutt l contrattazioni dl WTO. Fino ai primi anni '80, il sttor agricolo in USA CEE potva ssr considrato stratgico pr du principali motivi: i quantitativi di prodotti, ch consntivano l autosufficinza l sportazioni; l importanza dl voto agricolo (garantito da un numro lvato di agricoltori, anch molto piccoli) sull dcisioni dll politich conomich intrn. L autosufficinza non ra un problma dgli USA, sportatori ntti dotati di un agricoltura fort prché molto stsa produttiva. Lo ra, invc, pr la CEE, ch invstì molto pr sviluppar, anch ni pasi mno dotati com l Italia, i tr principali comparti: crali, carn latt. Il voto agricolo ra molto important pr ntrambi USA CEE vararono, con strumnti molto divrsi ch hanno dato prò risultati analoghi, importanti azioni di politica agraria volt al potnziamnto dll propri agricoltur a livllo intrno, mdiant politich di sostgno di przzi di mrcati agricoli, alla protzion dll mdsim vrso l strno, mdiant un sistma di dazi, tariffari no. La fort protzion di mrcati intrni si traducva, pr i consumatori uropi, in przzi più alti di qulli mondiali (gli USA agivano, invc, mdiant il sostgno a ttaro coltivato, scaricandon gli onri a livllo di tassazion) l ccdnz produttiv, ch avrbbro fatto abbassar i przzi intrni, vnivano vndut sui mrcati mondiali, spsso al ribasso. La concorrnza sui mrcati intrni da part dgli altri produttori mondiali vniva rgolata, sulla bas dll signz, dal sistma di dazi, mobili nl caso dlla CEE (przzo soglia). I commrci agricoli riguardavano prvalntmnt commoditis prodotti drivati ch si insrivano nl più ampio contsto di rgionalizzazion dll rlazioni tra pasi; qusto contsto ra abbastanza stabil il commrcio, non Attualmnt UE USA, Russia, Cina, India, Argntina Australia producono circa l 80% dll produzioni mondiali di frumnto il 65% di qull di mais. numro 1/2008 Mrcato

6 solo qullo di prodotti agricoli, svolgva una funzion positiva pr il bnssr conomico (trad cration), sia pur in forma sbilanciata dl tutto favorvol ai PS, USA CEE tra i primi. Il punto di passaggio tra la situazion storica l attual scnario dll rlazioni intrnazionali tra pasi è individuabil, pr i mrcati dll commoditis agricol di crali in particolar, nll Uruguay round ( ), ch bb com azion principal la forzatura di blocchi doganali mssi dalla UE dagli USA da part dgli storici produttori di commoditis agricol pr l sportazion (Canada Australia), da molti pasi dl Cntro Sud Amrica da alcuni PVS mrgnti ch, com misura contro la povrtà intrna, avvano invstito nlla produzion di commoditis agricol da dstinar all sportazion pr migliorar il proprio PIL (India Tailandia). Il conflitto scoppiò nlla sconda mtà dgli anni 80, quando gli ccssi protzionistici di USA CEE provocarono, a causa dll normi scort immss sui mrcati mondiali, il crollo dl przzo mondial di crali. Gli sportatori ntti, fortmnt dannggiati in trmini di rddito nazional, si opposro all sclt fatt dagli amricani dagli uropi. Allati nl gruppo misto di Cairns, chisro ottnnro ch i mccanismi distorsivi dlla concorrnza, attuati mdiant l azioni di protzionismo di sostgno all propri agricoltur da USA CEE, vnissro gradualmnt ridotti, fino ad annullarsi nl tmpo, pr prmttr una maggior libralizzazion di mrcati dll commoditis agricol a vantaggio di tutti i pasi. PVS NEC ottnnro una riduzion dll protzioni di mrcato anch in altri sttori, oggtto di contnzioso nll ambito dl round GATT: l antico quilibrio si ra rotto avva inizio la globalizzazion. A partir dal 1992, UE USA attuano politich agricol volt a ridurr sia i mccanismi di sostgno sia il livllo di sistmi di protzion dazial. A livllo UE, i du sistmi di intrvnto vngono gradualmnt ridotti: a livllo di dazi rstano significativi, sino alla prima mtà dl 2007, solo qulli su crali latt (produzioni ch mantngono un grand rilivo pr il voto agricolo, soprattutto in Francia in Grmania); a livllo di rgolamntazion sostgno di produttori agricoli vin varata la Riforma Mac Shrry. La Riforma Mac Shrry, profondamnt condizionata dagli accordi GATT, prvd un disaccoppiamnto (dcouplig) tra l politich di sostgno di rdditi agricoli l politich di przzo di mrcato. Lo strumnto utilizzato è qullo dlla mssa a riposo (st-asid) dalla produzion di crali di quot di trrno variabili, di anno in anno, in funzion dll andamnto di domanda offrta. La non coltivazion di trrni a crali vin compnsata dalla UE, scondo critri dati, garantndo agli agricoltori un crto livllo di rddito indipndntmnt dall attività di produzion. Il mccanismo, ch nl tmpo è stato variamnt modificato, si è comunqu rivlato infficac pr la riduzion dll scort di crali dlla UE; anch l azioni USA non hanno favorito una riduzion significativa dll scort, non più libramnt scaricabili sul mrcato mondial. La stazionarità di przzi di crali (rimasti praticamnt invariati alla produzion dal 1985 alla prima mtà dl 2007 sia sui mrcati mondiali sia su qulli intrni di USA UE) a front di un continuo aumnto di costi di produ- numro 1/2008 Mrcato 127

7 zion (causati soprattutto dall aumnto di carburanti fitofarmaci) ha favorito l uscita dal sttor dll piccol azind spinto vrso la convrsion a produzioni più rmunrativ di crali. Qusta dinamica, aggravata dal mccanismo dl dcouplig 5, ha colpito maggiormnt la UE pr la prsnza di numros azind agricol produttrici di piccol dimnsioni ha comportato una frattura tra grandi piccoli produttori. I primi, soprattutto s intgrati con i sgmnti a vall dlla filira, hanno oprato sull ottimizzazion dll conomi di scala, ampliando l suprfici (spsso coltivat da contotrzisti, snza più rifrimnto a una bas azindal), spostando part di propri invstimnti all stro 6 crcando di divrsificar l produzioni. I scondi hanno, invc, oprato sulla riduzion di costi (prvalntmnt fitofarmaci, a scapito dlla produttività) o hanno cssato l attività profssional. Qusta frattura tra gli intrssi di piccoli di grandi produttori si è approfondita con l ingrsso nlla UE, nl 2004, di numrosi pasi dll Est Europa ch sono produttori di crali (frumnto orzo) possono utilizzar grandi suprfici non intrssanti, pr ora, pr usi altrnativi (dilizia). L ultima riforma dll politich agricol comunitari, la Riforma Fishr dl 2003, tin conto di qusta situazion prvd, tra l altro, la sparazion dll politich agricol, distingundol in du pilastri : da un lato qull dstinat all agricoltura profssional, dall altro qull pr lo sviluppo rural l agricoltura multifunzional. L aumnto dl przzo di crali L produzioni agricol di campo, nonostant il progrsso tcnologico, mantngono una fort dipndnza dall andamnto climatico, ch può dannggiar l produzioni influnzarn l rs. Gnralmnt, gli vnti climatici non si manifstano nllo stsso anno a livllo mondial, né pr più annat agrari succssiv; di norma, quindi, l impigo dll scort il commrcio riscono a sopprir, sui mrcati finali, alla carnza di matri prim di mrcati agricoli snza significativi aumnti di przzi. Ngli ultimi du anni, invc, l andamnto climatico ngativo ha psantmnt condizionato la campagna commrcial 2006/2007 di crali minaccia la succssiva poiché, in trmini di prvision, si ritin ch il raccolto di crali dl 2007 risultrà infrior a qullo dll anno La complssità dlla gstion dll accsso agli aiuti comunitari è stata dtrminant ha favorito l uscita dall agricoltura profssional uropa di molti piccoli produttori; ha msso in difficoltà i mdi; ha, invc, agvolato i grandi i grandissimi ch, data la struttura di loro costi di produzion l organizzazion dll imprs (soprattutto s intgrati a vall), rano in grado di ottnr profitti oprando nl mrcato di trarr i massimi vantaggi dal sistma di sostgno comunitario (pr smpio, utilizzando i trrni a st-asid pr i crali pr la produzion di altr coltur via via sostnut dalla UE, com soia, colza, girasol). 6 Nl sttor agricolo vr propri joint-vntur sono stat ralizzat tanto ni sttori dlla produzion commrcializzazion (principalmnt crali carni) quanto nll acquisto di grandi stnsioni di trrno, sia in Cntro Sud Amrica sia ni pasi dll Est oggi mmbri dll Union uropa, dstinat principalmnt alla produzion di crali. numro 1/2008 Mrcato

8 prcdnt. Siccità, caldo piovosità ccssivi hanno dannggiato l produzioni cralicol non solo quantitativamnt, ma anch qualitativamnt. L scort di frumnto si sono rivlat insufficinti a soddisfar la domanda di mrcato sono prossim all saurimnto sia ngli stoccaggi pubblici sia in qulli privati. 7 Sulla bas dll atts climatich ngativ pr il prossimo anno, molti pasi hanno aumntato l suprfici dstinat all smin di crali. 8 I przzi di crali sono, quindi, aumntati anch alla produzion ma, nlla maggioranza, gli agricoltori non hanno avuto altro bnficio ch la riduzion dlla prdita: a livllo agricolo, infatti, gli aumnti di przzi sono andati a compnsar l aumnto di costi di produzion, solo parzialmnt, la caduta dlla produttività. L aumnto di przzi dll matri prim non giustifica, scondo molti analisti opratori di mrcati cralicoli, qullo di prodotti drivati pr il largo consumo umano (pan pasta, pr primi). Una part dgli analisti dl mrcato di crali imputa l aumnto di przzi di bni di consumo al comportamnto spculativo di tradr dgli industriali trasformatori ch scarichrbbro, con un fftto a valanga, i loro maggiori costi sui sgmnti a vall. Un altra part attribuisc la causa dll aumnto di przzi di crali principalmnt alla produzion di biocarburanti, con gli sprgvoli fftti di sottrarr trr alla produzion di bni dstinati al consumo alimntar umano animal. C è molta vrità nlla prima posizion, solo un poco nlla sconda, s la produzion di biotanolo, ottnuto dall varità di mais transgnico USA, vrrà, in un qualch modo, controllata vitando spculazioni in un comparto nodal pr il sttor agricolo. Vanno innanzitutto distinti i du mrcati: qullo dl frumnto da un lato, qullo dll produzioni di commoditis agricol pr la produzion di biocarburanti dall altro. Il frumnto Ngli ultimi anni la produzion mondial di frumnto si è mantnuta, a causa di przzi stagnanti dll aumnto di costi di produzion, intorno ai 600 milioni di tonnllat; il consumo mondial, invc, è crsciuto prvalntmnt pr l aumnto di domanda da part di PVS; il mrcato prsnta, quindi, una tndnza struttural di prvalnza dlla domanda sull offrta. 7 Nlla UE si è passati da 14 milioni di tonnllat all inizio dlla campagna commrcial 2006/2007 a 1 milion di tonnllat a sttmbr Nlla UE, a mtà sttmbr 2007, la Commission Agricoltura ha dciso di fissar a zro il st-asid pr l smin autunnali dl 2007 pr qull primavrili dl La Commission ha, infatti, stimato ch un cattivo raccolto 2008, unito a un ritiro dl 10% dll suprfici a sminativi (la quota dl st-asid), potrbb sporr il mrcato intrno dll Union a rischi potnzialmnt gravi. Alla fin di sttmbr, il Commissario pr l Agricoltura lo Sviluppo Rural dlla UE ha stabilito ch vngano aboliti i dazi sull importazion di crali pr l anno di commrcializzazion in corso (ch si concludrà il 30 giugno 2008), ch contstualmnt vngono abolit anch l rstituzioni. numro 1/2008 Mrcato 129

9 Il cattivo andamnto dll ultim du annat ha comportato una dcisa riduzion dll scort (da quasi 200 milioni di tonnllat dgli stock iniziali dl 2002 ai prvisti 100 milioni pr la campagna in corso) ch, sommat all atts ngativ pr la prossima campagna, hanno avuto un impatto immdiato sui mrcati finanziari ch da tmpo insriscono ni principali paniri di invstimnto prodotti drivati, lgati prciò all andamnto di przzi dll commoditis agricol. Qusto giustifica l ultimo snsibil aumnto dl przzo dl frumnto di suoi drivati, prché l quotazioni borsistich, ch riflttono l tnsioni prsnti sul mrcato, sono snsibilmnt influnzat dai mccanismi spculativi ch sui mrcati finanziari agiscono da fattor moltiplicativo. Va, inoltr, considrato ch, nonostant il frumnto sia coltivato in tutto il mondo, i grandi sportatori risultano ssr USA, Canada, Australia, UE-27 Argntina, ch da soli rapprsntano quasi l 80% dll sportazioni mondiali di qusto cral. India Cina dstinano la loro produzion soprattutto al consumo intrno. A livllo uropo, Francia, Grmania Rgno Unito sono grandi produttori di frumnto tnro (prvalntmnt usato pr la produzion di farin da panificazion past livitat); i pasi mditrrani, l Italia pr prima, sono i maggiori produttori di frumnto duro (prvalntmnt usato pr la produzion di pasta smol). L Italia è pr tradizion un importator ntto di matri prim un sportator di prodotti trasformati. Il nostro grado di autoapprovvigionamnto di frumnto si è, prò, ultriormnt ridotto ngli ultimi du anni, a causa dl cattivo andamnto climatico, ch ha diminuito l rs l quantità prodott, pr l ntrata in vigor dll ultima riforma dlla PAC, ch ha comportato una snsibil diminuzion dll suprfici coltivat a frumnto. Nl 2006, la quantità importata di frumnto tnro è stata più ch doppia risptto a qulla prodotta l importazioni di frumnto duro hanno rapprsntato circa la mtà dlla produzion nazional. Alla dipndnza fisica dall importazioni 9 va aggiunto ch, in Italia, i przzi di rifrimnto sono qulli dl mrcato intrnazional; i nostri agricoltori, a causa dlla strma polvrizzazion, sono pric-takr ni confronti di grandi opratori dlla raccolta, dlla trasformazion dlla distribuzion, ch agiscono spsso a livllo intrnazional, anch pr qull produzioni, com il frumnto duro, pr l quali sarbbro comptitivi. Analizzando i przzi dll ultimo anno, lungo l filir si può notar com: pr il frumnto tnro i przzi siano rstati praticamnt stabili da novmbr 2006 a giugno 2007 (intorno ai 185 uro alla tonnllata) pr crscr ngli ultimi msi (intorno ai 250 uro alla tonnllata), mntr i przzi dlla farina all ingrosso dl pan cominciano ad aumntar già da dicmbr 2006, con un fort aumnto a partir da luglio 2007 (da 3,40 a 3,50 uro al chilo la farina all ingrosso da 3,30 a 3,50 uro al chilo il pan); pr il frumnto duro i przzi Nl 2006 abbiamo importato: frumnto tnro pr il 60% dalla UE (il 36% dalla Francia), il 17% da Russia Ucraina; il 12% da USA Canada; frumnto duro pr il 30% dagli altri pasi mditrrani dlla UE, il 37% dai pasi NAFTA, il 16% da Turchia Siria, l 11% dall Australia. numro 1/2008 Mrcato

10 sono cominciati ad aumntar significativamnt da giugno a sttmbr 2007 (da circa 220 a 320 uro alla tonnllata), analogo andamnto hanno i przzi dll smol (da 1,43 a 1,48 uro al chilo nllo stsso priodo), mntr i przzi dlla pasta vidnziano un primo aumnto da gnnaio a fbbraio 2007 (da 1,43 a 1,46 uro al chilo), rstando stabili sino ad agosto pr aumntar ultriormnt a sttmbr (1,49 uro al chilo). I biocarburanti La ricrca rlativa alla produzion di biocarburanti rintra nl più ampio capitolo dl trattamnto dll biomass di origin agricola ch, a partir dalla mtà dgli anni 70, tnta di risolvr tr importanti problmi dl sttor agricolo: innanzitutto lo smaltimnto di rflui dgli allvamnti, rso molto complsso costoso nlla UE dall norm sui limiti di inquinamnto di suoli dll acqu (a partir dalla Lgg Mrli pr arrivar alla dirttiva UE sui nitrati); in scondo luogo, lo smaltimnto dgli scarti inquinanti dll prim lavorazioni industriali di prodotti agricoli (vinacc, polp d oliva, smi di pomodoro) di alcun lavorazioni agricol di campo; in trzo luogo la possibilità di produrr nrgia altrnativa a qulla ottnuta dal ptrolio. Sia USA sia UE hanno varato politich di sostgno pr la produzion di biocarburanti ottnuti, in USA, prvalntmnt dal mais dall olaginos, nlla UE dai rflui dgli allvamnti dall olaginos. 10 Tutt l produzioni di biocarburanti, con la grand cczion dlla produzion dl biotanolo brasiliano ottnuto dalla canna da zucchro, risultano mno convninti, in trmini di costi di produzion ai przzi 2005, dlla produzion di bnzina da ptrolio. È inngabil, tuttavia, ch con il continuo aumnto dl ptrolio, oramai prossimo ai 100 dollari al baril, l produzioni di biotanolo ottnuto dal mais potrbbro divntar più convninti. Il problma vro, prò, smbra individuabil nll politich di sostgno dl govrno amricano pr l produzioni di mais transgnico da dstinar a qusta produzion: l grandi multinazionali amrican di crali (Cargill ADM, tra l prim) hanno invstito molto in qusto sttor, proprio sfruttando i sostgni govrnativi. La 10 Il primo a pnsar di utilizzarr commoditis cralicol di basso przzo pr la produzion di carburanti fu Raul Gardini dl gruppo Frruzzi, ch ngli anni 80 propos di utilizzar l ccdnz comunitari: la proposta vnn scartata, con l consgunz not a molti. L utilizzo dll commoditis agricol pr la produzion di biocarburanti è tornata prpotntmnt di attualità alla fin dgli anni 90 in rlazion alla ncssità di smaltir l scort (USA UE) di trovar nuov fonti pr produrr nrgia altrnativa al ptrolio. Attualmnt i biocarburanti prodotti sono tr. Il biotanolo, ch sfrutta l proprità zucchrin di crali (mais sorgo in particolar), dlla bitola dlla canna da zucchro d è prodotto, nlla quantità di 11-11,5 milioni di tonnllat/anno, prvalntmnt in USA (mais sorgo), Sud Africa (mais) in Brasil (canna da zucchro). Il biodisl, ch vin ottnuto dai smi olosi d è prodotto in USA, Europa (smi di colza, girasol soia), ma soprattutto in Indonsia, dov vin utilizzata la palma da olio, con gravi fftti sui mutamnti climatici. Il biogas, ch vin ottnuto dai rflui dgli allvamnti, dagli scarti dll produzioni industriali, solo in part, con l impigo di silomais (prvalntmnt in UE, dov i pasi più intrssati sono la Grmania il Rgno Unito). numro 1/2008 Mrcato 131

11 concorrnza ch si è vnuta a crar, prò, ha già causato una diminuzion dl przzo dai 2,5 dollari al gallon nl 2006, ai 1,5 dollari di qust anno. Pr compnsar qusta diminuzion di przzo, la suprfici invstita a mais nl 2007 è stata suprior a qulla dll anno prcdnt dl 19%. Conclusioni 132 La risonanza data dai mdia italiani agli aumnti di przzi di pan pasta risulta spropositata risptto alla quota ch qusti prodotti hanno sulla spsa alimntar complssiva: nlla mdia italiana, il consumo giornaliro di pan si attsta intorno ai du tti qullo dlla pasta è di poco suprior all tto; n consgu ch i 50 cntsimi di aumnto pr il chilo di pan il 15% di przzi dlla pasta (listino Barilla) non rapprsntano prdit significativ dl potr d acquisto dll famigli. Riguardo al pan, inoltr, va tnuto prsnt ch gran part di qusto prodotto ch raggiung l nostr tavol è di prparazion industrial, non artigianal, ch prtanto costi przzi variano non tanto in funzion dl costo imputabil ai crali, quanto piuttosto dll tipologi dll dimnsioni dll struttur produttiv, soprattutto, di qull distributiv. La produzion di biocarburanti ottnuti dai crali, al momnto, ha una rilvanza quantitativa solamnt ngli USA, dov la produzion dll idono mais potrbb sostituir l produzioni di silomais dstinati all alimntazion animal. Nlla UE la mancata adozion dgli organismi gnticamnt modificati i problmi di inquinamnto dl suolo agricolo spingono vrso la produzion virtuosa di biogas. In giro pr il mondo, prò, stanno diffondndosi, insim all grandi coltivazioni (tutti i tropicali com caffè, tè, cacao qull a uso industrial com ananas arachid), i produttori di commoditis agricol pr la produzion di biocarburanti (sgnatamnt Sud Africa Indonsia, oltr allo storico Brasil) qust sclt, pr i motivi già sposti, potrbbro dannggiar psantmnt l popolazioni di PVS. Più in gnral, allora, si può considrar ch l aumnto dl przzo di crali, originato da più caus (siccità, spculazioni commrciali finanziari, biocarburanti, variazioni dgli usi alimntari) dv ssr ltto in un contsto ch va a riguardar l sclt di politica conomica di controllo dl commrcio, intrnazional nazional, prs dall istituzioni. Il fnomno dlla globalizzazion ha avuto, tra gli altri fftti, qulli di indbolir la sovranità nazional dgli Stati, di ampliar notvolmnt gli spazi di manovra di grandi opratori finanziari produttivi, di stndr a tal punto il commrcio ch il WTO non risc a imporr rgol univrsali crt. Non si intnd trattar dlla globalizzazion ma, in rlazion al mrcato dll commoditis agricol, di crali in particolar, si vuol mttr in vidnza com l assnza di rgol la dbolzza dgli Stati dll istituzioni intrnazio- numro 1/2008 Mrcato

12 nali sia dprcabil ad almno du livlli: qullo dll intgrazioni conomich tra Stati qullo dlla autosufficinza alimntar. L form di intgrazion conomica tra Stati sono govrnat da accordi ch danno fftti diffrnti spsso sbilanciati, in mrito all allocazion alla localizzazion di costi di bnfici tra i partnr, nonché in rlazion alla formazion localizzazion di procssi di accumulazion. Nll ambito, più ampio, dll intgrazioni conomich assumono strma rilvanza gli accordi commrciali prfrnziali (Prfrntial Trad Agrmnts - PTA) tra pasi il cui numro sta crscndo a livllo sponnzial. Si stima (Basvi, Calzolari, Ottaviano, 2007) ch, dal 1948 al 1994, il GATT abbia ricvuto notifica di 124 PTA; dopo la crazion dl WTO nl 1995 n sono stati dichiarati oltr 100 in più. I gruppi di prssion conomica finanziaria, tra i quali si collocano l multinazionali i grandi tradr, sono strmamnt attivi nlla crazion di PTA riscono, spsso, a influnzar l sclt di politica intrnazional dgli Stati, soprattutto dov l istituzioni siano dboli. Il prolifrar di PTA alimnta, da un lato, l ampio dibattito sulla loro funzionalità o mno in rapporto all rlazioni multilatrali tra pasi alla ral libralizzazion di mrcati, dall altro rnd particolarmnt opaco il mrcato (taluni conomisti dfiniscono il fnomno piatto di spaghtti pr indicar la difficoltà di ricostruir i flussi di commrcio) con un azion dcisiva sulla formazion di przzi dll mrci. Nl caso di crali, si ricordi la complssità dll filir, l fftto più rilvant è qullo dlla volatilità dl przzo a livllo mondial. La volatilità dl przzo, ch è un dirtto fftto dlla non trasparnza dl mrcato, quindi, dll asimmtri informativ, va a colpir gli anlli più dboli dlla catna: i consumatori da un lato, i produttori di matri prim dall altro. Tra qusti i più dboli sono sicuramnt l popolazioni di PVS ch, pr i motivi già dscritti, rischiano di ssr fortmnt colpit dalla fam. Soprattutto in rlazion alla vulnrabilità di qust popolazioni, ma n sono intrssat anch qull di PS, si ripropon il vincolo dll autosufficinza alimntar di pasi com sclta di stratgia politica. Non si intnd rivalutar posizioni favorvoli all autarchia o al protzionismo di mrcati, ma di richidr una maggior attnzion, da part dll istituzioni, affinché la produzion intrna di prodotti alimntari di bas (crali maggiori minori, innanzitutto) non si discosti molto dalla domanda. Qusto comporta ch ai bni alimntari di bas, oggi prodotti commrcializzati com smplici bni conomici, vnga invc riconosciuta una componnt di bn pubblico vnga vitato, con strumnti di politica rgolativi di mrcati, l ccsso spculativo. Si tratta di un antico discorso (di grand rilvanza nll dirttiv dlla prima CEE, in qusta chiav dv ssr ltto l obittivo di autosufficinza alimntar dlla Comunità posto nl 1958) ch, a bn vdr, riguarda molti altri sttori, primo fra tutti qullo dll nrgia. numro 1/2008 Mrcato 133

13 Rifrimni bibliografici Basvi, G., Calzolai, G., Ottaviano, G., Gli accordi commrciali prfrnziali, onlin, Camra di Commrcio di Milano, 2007, Il mrcato di crali quadro di rifrimnto intrnazional congiuntura nazional, onlin, Frrtto, M., Lchi, F., La politica agricola comunitaria tra conomia politica tra problmi intrni d intrnazionali, Innovazion matri prim. Nuov Tndnz di Intrnazionalizzazion dll Economi, Volum I, n. 2-3., Nomisma, Bologna, Scoppola, M., Multinazionali agroalimntari. I mrcati l politich, Carocci Editor, Roma, numro 1/2008 Mrcato

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO 1. La struttura di rlazioni tra manifattura srvizi all imprs in un contsto uropo 11 1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO La quota di srvizi sul commrcio

Dettagli

Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Parcheggi e altre rendite aeroportuali Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation,

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 36 Riduzion durvol di valor dll attività Riduzion durvol di valor dll attività SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

Esercizi sullo studio di funzione

Esercizi sullo studio di funzione Esrcizi sullo studio di funzion Prima part Pr potr dscrivr una curva, data la sua quazion cartsiana splicita f () occorr procdr scondo l ordin sgunt: 1) Dtrminar l insim di sistnza dlla f () ) Dtrminar

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. M. MONTANI CONVITTO ANNESSO AZIENDA AGRARIA 63900 FERMO Via Montani n. 7 - Tl. 0734-622632 Fax 0734-622912 www.istitutomontani.it -mail aptf010002@istruzion.it Coc

Dettagli

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4 Radioattività - Radioattività - - - Un prparato radioattivo ha un attività A 0 48 04 dis / s. A quanti μci (microcuri) si riduc l attività dl prparato dopo du tmpi di dimzzamnto? Sapndo ch: ch un microcuri

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Distrtto Scolastico N 53 Nocra Infrior (SA) SCUOLA MEDIA STATALE Frsa- Pascoli Vial Europa ~ 84015 NOCERA SUPERIORE (SA) Tl. 081 933111-081 931395- fax: 081 936230 C.F.: 94041550651 Cod: Mcc.: SAMM28800N

Dettagli

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi TitoloTitl Guida allʼscuzion di prov con risultati qualitativi Guid to prform tsts with qualitativ rsults SiglaRfrnc DT-07-DLDS RvisionRvision 00 DataDat 0602203 Rdazion pprovazion utorizzazion allʼmission

Dettagli

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza GUIDE ITALIA Un confronto sull ultim tndnz a supporto dlla smplificazion dll fficza L voluzion dll architttur IT Sogi RELATORE: Francsco GERBINO 16 novmbr 2010 Agnda Prsntazion dlla Socità Architttur IT

Dettagli

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica.

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica. CORSO MASTER associazion gomtri libri profssionisti dlla provincia Modna novmbr, cmbr 2014 gnnaio, fbbraio PERCORSO FORMATIVO DI 48 ORE Sd Il corsoo è organizzato prsso la sala convgni dl Collg io Gomm

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma Compiti funzioni attribuiti dalla tiva all nazional Lgg Art. 6, comma 5 Art. 6, comma 7, ltt.a Art. 6, comma 7, ltt.b Potri/ funzioni attribuiti dalla Vigilanza su tutti i contratti pubblici (lavori, srvizi

Dettagli

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco DM 10 marzo 2005 Classi di razion al fuoco pr i prodotti da costruzion da impigarsi nll opr pr l quali ' prscritto il rquisito dlla sicurzza in caso d'incndio. (GU n. 73 dl 30-3-2005) IL MINISTRO DELL'INTERNO

Dettagli

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI D.Lgs. 192/2005 + D.Lgs. 311/2006 Vincnzo Corrado, Matto Srraino Dipartimnto di Enrgtica Politcnico Di Torino un progtto di:

Dettagli

L ELLISSOIDE TERRESTRE

L ELLISSOIDE TERRESTRE L ELLISSOIDE TERRESTRE Fin dll scond mtà dl XVII scolo (su propost di Nwton) l suprfici più dtt ssr ssunt com suprfici di rifrimnto pr l Trr è stt individut in un ELLISSOIDE DI ROTAZIONE. E l suprfici

Dettagli

LA TRASFORMATA DI LAPLACE

LA TRASFORMATA DI LAPLACE LA RASFORMAA DI LAPLACE Pr dcrivr l voluzion di un itma in rgim tranitorio, oia durant il paaggio dll ucit da un rgim tazionario ad un altro, è ncario ricorrr ad un modllo più gnral riptto al modllo tatico,

Dettagli

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine.

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine. Capitolo 2 Numri rali In qusto capitolo ci occuprmo dll insim di numri rali ch indichrmo con il simbolo R: lfunzionidfinitsutaliinsimiavaloriralisonol oggttodistudiodll analisi matmatica in una variabil.

Dettagli

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua SOMMARIO Gralità sull Macchi i Corrt Cotiua...2 quazio dlla forza lttromotric...2 Circuito quivalt...2 Carattristica di ccitazio...3 quazio dlla vlocità...3 quazio dlla Coppia rsa all'albro motor:...3

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1 ITRODUZIOE ALLA BUSIESS PROCESS MODELIG OTATIO (BPM) 1 1. Prsntazin La ntazin BPM (http://www.bpn.rg) è sviluppata dalla Businss Prcss Managnt Initiativ dall Objct Managnt Grup (http://www.g.rg), assciazini

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

Lo strato limite PARTE 11. Indice

Lo strato limite PARTE 11. Indice PARTE 11 a11-stralim-rv1.doc Rl. /5/1 Lo strato limit Indic 1. Drivazion dll qazioni indfinit di Prandtl pr lo strato limit sottil pag. 3. Intgrazion nmrica dll qazioni indfinit di Prandtl. 11 3. Lo strato

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015.

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015. Vrsion 5 3 Agosto Valità 2015 la Manifstazion : Campionato Italiano Rally Assoluto Campionato Italiano Rally Junior Campionato Italiano Rally Costruttori Coppa ACI-SPORT Rally CIR Equipaggi Inpndnti Coppa

Dettagli

Alberi di copertura minimi

Alberi di copertura minimi Albr d coprtur mnm Sommro Albr d coprtur mnm pr grf pst Algortmo d Kruskl Algortmo d Prm Albro d coprtur mnmo Un problm d notvol mportnz consst nl dtrmnr com ntrconnttr fr d loro dvrs lmnt mnmzzndo crt

Dettagli

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione Agricoltura e Produzione Agroalimentare Prof. Felice ADINOLFI Università degli Studi di Bologna Roma 22 Gennaio

Dettagli

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili «Pas du pétrole mais des idées..» Lucio IPPOLITO Fisciano, 12 maggio 2011 L. IPPOLITO 2011

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4 I SUSSIDI ALLE ESPORTAZIONI NELL AGRICOLTURA E NEI SETTORI AD ALTA TECNOLOGIA 10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

( D) =,,,,, (11.1) = (11.3)

( D) =,,,,, (11.1) = (11.3) G. Ptrucci Lzioni di Cotruzion di Macchin. CRITERI DI RESISTENZA La vrifica di ritnza ha o copo di tabiir o tato tniona d mnto truttura anaizzato è ta da provocarn i cdimnto into com rottura o nrvamnto.

Dettagli

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Roberta Mosca (settembre 2008) 1 - L impennata dei prezzi delle materie prime La stabilità e la crescita dell economia globale è stata di recente

Dettagli

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI PREMESSA Si assiste sempre più spesso ad andamenti meteorologici imprevedibili e come tali differenti dall ordinario: periodi particolarmente asciutti alternati ad altri particolarmente piovosi. Allo stesso

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

FAQ: Condizionalità. Cosa si intende per condizionalità?

FAQ: Condizionalità. Cosa si intende per condizionalità? FAQ: Condizionalità Cosa si intende per condizionalità? La condizionalità è una delle maggiori novità introdotte dalla Politica Agricola Comune (PAC) approvata nel 2003. Rappresenta l insieme delle norme

Dettagli

chiarezza delle aspettative dell organizzazione verso l individuo e chiara esplicitazione all individuo di tali aspettative

chiarezza delle aspettative dell organizzazione verso l individuo e chiara esplicitazione all individuo di tali aspettative FORMA 3: Valutazione dei comportamenti organizzativi Nozioni di base 1. LA VALUAZION DLL COMPNZ INDIVIDUALI 1.1 L COMPNZ INDIVIDUALI In base ai recenti contributi di numerosi autori, possiamo intendere

Dettagli

In Olanda serricoltori come broker di borsa

In Olanda serricoltori come broker di borsa ORTICOLTURA In Olanda serricoltori come broker di borsa Le importazioni a basso prezzo di energia dalla Germania hanno reso poco redditizia la vendita alla rete, i coltivatori monitorano le quotazioni

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

IMPORTARE IN AUSTRALIA

IMPORTARE IN AUSTRALIA IMPORTARE IN AUSTRALIA Superficie Popolazione Densità di Popolaz. Lingua Ufficiale Religione Unità Monetaria Forma Istituzionale Capitale 7,617,930 kmq 23,530,708 (luglio 2014)) 2.9 ab/kmq Inglese Cristiani

Dettagli

Facciamoci due conti

Facciamoci due conti Facciamoci due conti Ma alla fine quanto si guadagna a coltivare canapa? la domanda sorge spontanea ed è più che legittima, specie considerando il panorama deprimente dell agricoltura in Italia ai giorni

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 10 ottobre 2014. Aggiornamento delle condizioni, dei criteri e delle modalità di attuazione dell obbligo di immissione in consumo di biocarburanti compresi quelli

Dettagli

Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini Trieste NUCLEO DI VALUTAZIONE

Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini Trieste NUCLEO DI VALUTAZIONE Cnsrvari Musica Giuspp Tartini Trist NUCLEO DI VALUTAZIONE RELAZIONE ANNUALE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE sull dll a.a.2010/11 (DPR 28/2/03 n.132, art.10 cmma 2 ltt. b) Nucl valutazin Waltr Grbin Prsidnt

Dettagli

Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit. lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS

Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit. lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS 1 INDIC INDIC...2 PRFAZION...4 RINGRAZIAMNTI...6 PRSNTAZION...7

Dettagli

HARMONY 50 SX Granuli idrosolubili Erbicida selettivo per il diserbo in post-emergenza di mais e soia.

HARMONY 50 SX Granuli idrosolubili Erbicida selettivo per il diserbo in post-emergenza di mais e soia. (S20/21). Non gettare i residui nelle fognature (S29). Non disfarsi è un erbicida selettivo per il diserbo in postemergenza viene assorbito dalle foglie delle piante trattate e, con sintomi visibili (ingiallimento,

Dettagli

S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT

S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT MONITORAGGIO DELLE MICOTOSSINE NEI PRINCIPALI ALIMENTI ZOOTECNICI PRESENTI SUL MERCATO LOMBARDO PER GARANTIRE PRODUZIONI ZOOTECNICHE DI QUALITA Siamo giunti alla 3 pubblicazione

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO Nm prcmnt Dscrizin Fasi (dscrizin sinttica da input ad utput) Nrm rifrimnt rspnsabil istruttria Rspnsabil prcmnt mcgmmatricla richista infrmazini prcmnt incar tlf, fax pc inrizz Trmin cnclusi n prcm nt

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

La nuova PAC: le scelte nazionali

La nuova PAC: le scelte nazionali Dipartimento delle politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale Direzione generale delle politiche internazionali e dell'unione Europea La nuova PAC: le scelte nazionali Regolamento (UE)

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Gestione delle avversità in agricoltura biologica

Gestione delle avversità in agricoltura biologica Gestione delle avversità in agricoltura biologica Anna La Torre Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi dell economia agraria Centro di ricerca per la patologia vegetale «Noi ereditiamo la

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' '

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' ' LINGUAGGICREATIVITA ESPRESSIONE 3 4ANNI 5ANNI Mniplrmtrilidivritipin finlizzt. Fmilirizzrindivrtntcnil cmputr Ricnsclmntidl mnd/rtificilcglindn diffrnzprfrmmtrili Distingugliggttinturlidqulli rtificili.

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE 8 luglio 2015 LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE Anno 2014 Dopo due anni di calo, nel 2014 la spesa media mensile per famiglia in valori correnti risulta sostanzialmente stabile e pari a 2.488,50 euro

Dettagli

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata?

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata? CON-TRA S.p.a. Tel. +39 089 253-110 Sede operativa Fax +39 089 253-575 Piazza Umberto I, 1 E-mail: contra@contra.it 84121 Salerno Italia Internet: www.contra.it D. Che cosa è la ISPM15? R. Le International

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO. relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO. relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 5.7.2005 COM(2005) 304 definitivo 2005/0129 (CNS) Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

Quando entrano in gioco gli altri

Quando entrano in gioco gli altri Quando entrano in gioco gli altri di Francesco Silva, Professore ordinario di Economia, Università degli Studi di Milano-Bicocca e Presidente onorario AEEE-Italia 1) Per semplicità consideriamo un economia

Dettagli

129-130 Basilicata Regione Notizie

129-130 Basilicata Regione Notizie 129-130 Basilicata Regione Notizie Guardia Perticara, paesaggio (Foto di Leonardo Nella - Archivio Total) 164 Sviluppo agro-energetico Benefici economici e ambientali contro la crisi delle risorse fossili

Dettagli

Che cosa ne pensano le rappresentanze del mondo agricolo

Che cosa ne pensano le rappresentanze del mondo agricolo 30 AGRICOLTURA LA RIFORMA DELLA PAC Che cosa ne pensano le rappresentanze del mondo agricolo Un rilevante progresso comunitario Giorgio Ferrero Presidente Coldiretti Piemonte Il provvedimento, frutto della

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

LE ATTIVITA AGRICOLE CONNESSE: DEFINIZIONE, REGOLE E CONCETTI

LE ATTIVITA AGRICOLE CONNESSE: DEFINIZIONE, REGOLE E CONCETTI Forlì, 5 luglio 2013 Prot. n. 115/2013 LE ATTIVITA AGRICOLE CONNESSE: DEFINIZIONE, REGOLE E CONCETTI Continuano a pervenire al nostro ufficio studi, numerose richieste di chiarimenti sulla gestione fiscale

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Progetto IMPORT STRATEGICO 2015 Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Milano, 10 febbraio 2015 IRAN - dati macroeconomici 2013 2014

Dettagli

DIAMO VOCE ALLE SEMENTI!

DIAMO VOCE ALLE SEMENTI! DIAMO VOCE ALLE SEMENTI! POTRA L EUROPA RINUNCIARE ALL INNOVAZIONE VARIETALE? LA NOSTRA VISIONE L innovazione legata alle sementi deve essere alla base della filiera alimentare, per stimolare lo sviluppo

Dettagli

ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI CONTABILI

ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI CONTABILI ARMONIZZAZION DI SISTMI CONTABILI D. Lgs. 118/2011 Maggio 2014 Le origini: il federalismo fiscale Legge 5/5/2009 n. 42 Delega al Governo in materia di FDRALISMO FISCAL in attuazione dell art. 119 della

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

Lineamenti di storia del Consorzio Agricolo Piemontese per Agroforniture e Cereali Leopoldo Cassibba 1

Lineamenti di storia del Consorzio Agricolo Piemontese per Agroforniture e Cereali Leopoldo Cassibba 1 Lineamenti di storia del Consorzio Agricolo Piemontese per Agroforniture e Cereali Leopoldo Cassibba 1 Introduzione L elaborato ripercorre l evoluzione del CAPAC (Consorzio Agricolo Piemontese per Agroforniture

Dettagli

AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3

AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3 AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3 A S S E 2 : M I G L I O R A M E N T O D E L L A M B I E N T E E D E L L O S P A

Dettagli

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER Da oggi Michelle Hunziker è la nuova testimonial di quello che è considerato il Re dei formaggi svizzeri, l Emmentaler

Dettagli

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari Appunti del seminario tenuto presso l'università di Trieste - Scienze Internazionali e Diplomatiche di Gorizia - insegnamento di Geografia

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci JOH EBTI BCH Invnzon a u voc BWV 772 7 cura Lug Catal trascrzon ttuata con UP htt//ckngmuscarchvorg/ c 200 Lug Catal (lucatal@ntrrt) Ths ag s ntntonally lt ut urchtg nltung Wormt nn Lbhabrn s Clavrs, bsonrs

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli