B.E.St. borse d eccellenza per studenti. Le migliori menti nel Piceno. N verde Chiamaci! Scrivici! sms 335.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "B.E.St. borse d eccellenza per studenti. Le migliori menti nel Piceno. N verde 800.281.999. www.cup.ap.it. Chiamaci! Scrivici! sms 335."

Transcript

1

2 B.E.St. borse d eccellenza per studenti Le migliori menti nel Piceno Chiamaci! N verde Scrivici! sms Consultaci! Tutte le informazioni e i bandi di concorso su

3 Cari Ragazzi, Il Consorzio Universitario Piceno è un ente pubblico che programma, organizza e sostiene la formazione universitaria e post-universitaria e la ricerca scientifica nel territorio della Provincia di Ascoli Piceno, collaborando con Università, Enti di Formazione e Ricerca, Imprese ed Enti Locali. Tra i nostri compiti c è quello di promuovere l attivazione di servizi a favore di studenti e docenti, integrandoli ove possibile con i servizi operanti a favore della più ampia collettività provinciale. Con CAMPUS DOC vogliamo fornirvi precise informazioni in merito agli Atenei operanti nel Piceno, alla loro offerta formativa, alle sedi didattiche, ai servizi destinati agli studenti. CAMPUS DOC non sostituisce quindi la Guida di Ateneo, ma vi fornisce una sintesi delle notizie di maggiore interesse per un primo orientamento. A supporto di CAMPUS DOC operano il nostro sito internet (all indirizzo in cui troverete informazioni ancora più dettagliate, e la CAMPUS CARD, una carta servizi gratuita che vi consente di ottenere sconti e agevolazioni su prodotti e servizi presso le oltre 150 attività commerciali convenzionate. Il nostro Numero Verde è poi a vostra disposizione per ogni ulteriore necessità. Anche in questo Anno Accademico il Consorzio Universitario Piceno vi accompagnerà durante il vostro cammino universitario e lavorerà per migliorare la qualità della vostra permanenza nel nostro splendido territorio. In bocca al lupo! Avv. Achille Buonfigli Il Presidente del Consiglio di Amministrazione

4 Cos è Il Consorzio è un ente programmatore-promotore, per lo sviluppo dell istruzione universitaria e della ricerca scientifica nel territorio degli enti pubblici soci. Enti consorziati Provincia di Ascoli Piceno Comune di Ascoli Piceno Comune di San Benedetto del Tronto Comune di Spinetoli Comune di Folignano Unione dei Comuni della Vallata del Tronto SERVIZIO SEGRETERIA E ELABORAZIONE DATI DEL CONSORZIO UNIVERSITARIO PICENO Piazza Roma, Ascoli Piceno Tel fax Numero verde info SMS:

5 CORSI DI LAUREA / ASCOLI PICENO Università degli Studi di Camerino SCUOLA DI ARCHITETTURA E DESIGN EDUARDO VITTORIA Corsi di laurea triennale Scienze dell architettura (classe L-17) Disegno industriale e ambientale (classe L-4) Corsi di laurea magistrale Architettura (classe LM-4) Design computazionale (classe LM -12) SCUOLA DI SCIENZE E TECNOLOGIE Corso di laurea triennale Tecnologie e Diagnostica per la conservazione e il restauro (classe L-43) Università Politecnica delle Marche FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA Corso di laurea triennale Infermieristica (classe L/SNT1) indice CORSI DI LAUREA / SAN BENEDETTO DEL TRONTO Università degli Studi di Camerino SCUOLA DI BIOSCIENZE E MEDICINA VETERINARIA Corso di laurea triennale Biologia della nutrizione (classe L-13) Università Politecnica delle Marche FACOLTÀ DI ECONOMIA GIORGIO FUÀ Corso di laurea triennale Economia aziendale (classe L-18) - curriculum Economia del territorio e del turismo - curriculum Economia, mercati e gestione d impresa CORSI DI LAUREA / SPINETOLI Università degli Studi di Macerata DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE, DELLA COMUNICAZIONE E DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI Corso di laurea triennale Scienze Politiche e Relazioni internazionali (classe L-36) 36 - curriculum Politico-economico - curriculum Amministrativo-gestionale - curriculum Relazioni internazionali

6 indice ALTRI CORSI Istituto Superiore di Scienze Religiose Mater Gratiae Baccalaureato in Scienze religiose (I ciclo) Licenza in Scienze religiose (II ciclo) University of New Hampshire PROGRAMMA DI SEMESTRI DI STUDIO ALL ESTERO, RISERVATO AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITY OF NEW HAMPSHIRE Corsi di lingua Corsi di cultura alimentare (solo per la specializzazione in eno-gastronomia) Corsi interculturali Corsi di letteratura Corsi di nutrizione Corsi di arte Corsi di musica Altri corsi 45 LE SEDI Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto, Spinetoli Come si arriva alle sedi I SERVIZI 54

7 CORSI DI LAUREA sede di Ascoli Piceno campusdoc

8 6 SCIENZE DELL ARCHITETTURA Università degli Studi di Camerino Scuola di Architettura e Design Eduardo Vittoria Classe L-17 Tipologia del corso: Laurea triennale Sede amministrativa del corso Colle dell Annunziata - Viale della Rimembranza, Ascoli Piceno. Centralino tel fax Biblioteca tel Sede didattica del corso Lungo Castellano Sisto V, 36 - Ascoli Piceno (AP) Centralino tel , fax Segreteria studenti Polo degli Studenti FRANCO BIRASCHI Via E. P. Mazzoni, 2 Ascoli Piceno tel , fax Url del corso https://didattica.unicam.it/guide/paginacorso.do;jsessioni d=6d8a0bfda94983af4f2e0b88dd7ac133.jvm1b?corso_ id=10012 Modalità di svolgimento degli insegnamenti Le attività formative sono articolate, lungo l arco dei tre anni accademici, in sei semestri. Per l a.a. 2014/15 il primo semestre inizia il 6/10/2014 e termina il 30/01/2015; il secondo semestre inizia il 2/03/2015 e termina il 12/06/2015. L attività didattica del Corso di Laurea in Scienze dell Architettura si articola in una parte formativa orientata all apprendimento e alla conoscenza di teorie, metodi e discipline ed in una parte teorico-pratica orientata all apprendimento e all esercizio del saper fare nel campo delle attività strumentali o specifiche della professione di architetto. Su questa base l organizzazione della didattica prevede diverse tipologie di attività formative così suddivise: laboratori, corsi di insegnamento monodisciplinari, attività libere a scelta dello studente, attività di tirocinio e/o stage, attività informatiche, seminari di orientamento. Data inizio attività 6/10/2014 Obiettivi formativi specifici Il Corso di Laurea in Scienze dell Architettura UNICAM si propone di formare individualità consapevoli del ruolo dell architetto nella società contemporanea come individualità in grado di interpretare i fenomeni che caratterizzano la città, sensibile alle questioni relative alle modificazioni del paesaggio, addestrata a muoversi con elasticità tra le varie scale e le varie tecniche del progetto, sia alla scala del singolo edificio, sia alla scala dell ambiente naturale e costruito. A tal fine il Corso di Laurea pone al centro del percorso for-

9 mativo il progetto inteso come elaborazione intellettuale im-plicante l integrazione tra cultura antropologica, figurativa e tecnica, considerate nella loro evoluzione storica. Pertan-to il Corso di Laurea sarà ancorato alle esperienze proget-tuali sperimentate nei laboratori, luoghi privilegiati di spe-rimentazione del sapere e del saper fare, dove operare l essenziale sintesi progettuale, alle diverse scale, con l apporto di una molteplicità di conoscenze e di tecniche. Conoscenze richieste per l accesso Per accedere al Corso di Laurea in Scienze dell Architettura è necessario essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore di durata quinquennale, o di altro titolo di studio anche conseguito all estero, ritenuto equivalente e riconosciuto idoneo ai sensi della normativa vigente. Essendo il Corso di Laurea a numero programmato nazionale, è necessario partecipare alla prova di selezione (test nazionale formulato sulla base delle disposizioni ministeriali) e collocarsi utilmente nella graduatoria nazionale, stilata sulla base dei risultati. Utenza sostenibile (test di ammissione) L accesso al Corso di Laurea è a numero programmato nazionale. Per l anno accademico 2014/2015 sono disponibili n.120 posti per gli studenti comunitari, 16 per gli studenti extra UE. Pertanto è necessario essere in possesso dei titoli di studio previsti dalla legge, partecipare alla prova di selezione e collocarsi utilmente nella graduatoria stilata sulla base dei risultati. La prova di selezione nazionale si terrà presso la sede della Scuola di Architettura e Design, Largo Cattaneo, Ascoli Piceno, il giorno 10 aprile 2014 secondo le modalità previste nel relativo bando pubblicato sul sito internet dell Ateneo (www. unicam.it) e sul sito della Scuola (http://d7.unicam.it/sad/). Caratteristiche della prova finale Dopo aver superato tutte le verifiche delle attività formative incluse nel piano di studio e aver acquisito tutti i crediti, fatta eccezione di quelli attribuiti alla prova finale, lo studente, indipendentemente dal numero di anni di iscrizione all università, è ammesso a sostenere la prova finale, la quale costituisce il completamento e la verifica delle conoscenze acquisite. La prova finale è di tipo curriculare e prevede la discussione su elaborati grafici e scritto-grafici che illustrino la carriera dello studente e su elaborati grafici che illustrino l attività progettuale svolta nel laboratorio/workshop finale collegato alla laurea. La prova finale è preparata sotto la guida di un relatore scelto tra i docenti della Scuola e discussa dal candidato nelle apposite sessioni previste nel calendario dell Anno Accademico. Qualora il relatore lo ritenga opportuno, in relazione al particolare tema e d accordo con il candidato, può designare uno o più correlatori perché seguano alcuni aspetti dello svolgimento del lavoro; essi tuttavia devono essere in ogni caso o docenti universitari o esperti esterni di documentata cope- 7

10 8 tenza. La discussione della tesi è pubblica. Le modalità di costituzione della Commissione esaminatrice, lo svolgimento e la valutazione della prova finale sono contenuti in un apposito Regolamento approvato dal Consiglio della Scuola e pubblicato sul sito internet della Scuola. Ambiti occupazionali previsti per i laureati Il laureato in Scienze dell Architettura può svolgere attività professionali in diversi ambiti, concorrendo e collaborando alle attività di programmazione, progettazione e attuazione degli interventi di organizzazione e trasformazione dell ambiente costruito alle varie scale. Può esercitare tali competenze presso enti, aziende pubbliche e private, società di ingegneria e architettura, industrie di settore e imprese di costruzione, oltre che nella libera professione e nelle attività di consulenza. Al termine del Corso di Laurea triennale in Scienze dell Architettura, il laureato può sostenere l esame di stato per l iscrizione all ordine professionale degli architetti, pianificatori, paesaggisti, conservatori-sezione B (architetto junior), necessaria alla pratica professionale. La qualifica di architetto junior permette la collaborazione alle attività di progettazione, direzione dei lavori, stima e collaudo di opere edilizie, comprese le opere pubbliche. Il profilo dei laureati di primo livello può ulteriormente rafforzarsi attraverso la frequenza del Corso di Laurea Magistrale in Architettura. Insegnamenti e CFU I ANNO Laboratorio di disegno dell architettura (12 CFU) Geometria ed algebra lineare (6 CFU) Teorie della ricerca architettonica contemporanea (6 CFU) Lingua inglese livello B1 (4 CFU) Laboratorio di fondamenti della progettazione (12 CFU) Analisi matematica (6 CFU) Geometria e algebra lineare (6 CFU) Fisica tecnica (6 CFU) Fondamenti di urbanistica (6 CFU) II ANNO Laboratorio di progettazione urbana (12 CFU) Storia dell architettura antica e medievale (8 CFU) Rilievo dell architettura e della città (6 CFU) Elementi di Statica e Scienza delle costruzioni (6 CFU) Laboratorio di costruzione dell architettura (12 CFU) Laboratorio di progettazione urbanistica (12 CFU) Diritto Urbanistico (4 CFU) III ANNO Laboratorio di progettazione dell architettura (12 CFU) Tecnica delle costruzioni (6 CFU) Storia dell architettura moderna (8 CFU) Teoria e storia del restauro (6 CFU) Estimo ed esercizio della professione (6 CFU) Laboratorio progettuale finale pre-laurea (8 CFU)

11 Attività formativa a scelta dello studente (12 CFU) Prova finale (4 CFU) Docenti di riferimento Direttore della Scuola prof. Giuseppe Losco tel , fax Responsabile del Corso di Studio prof. Massimo Perriccioli tel , fax Responsabile Orientamento e Tutorato prof. Gabriele Mastrigli tel Mobilità internazionale prof.ssa Marta Magagnini tel Manager Didattico dott.ssa Maria Rita Traini tel , fax DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE Università degli Studi di Camerino Scuola di Architettura e Design Eduardo Vittoria Classe L-4 Tipologia del corso: Laurea triennale Sede amministrativa del corso Colle dell Annunziata - Viale della Rimembranza, Ascoli Piceno. Centralino tel , fax Biblioteca tel Sede didattica del corso Lungo Castellano Sisto V, 36 - Ascoli Piceno (AP) Centralino tel , fax Segreteria studenti Polo degli Studenti FRANCO BIRASCHI Via E. P. Mazzoni, 2 Ascoli Piceno tel , fax Url del corso https://didattica.unicam.it/guide/paginacorso.do;jsessioni d=6d8a0bfda94983af4f2e0b88dd7ac133.jvm1b?corso_ id=10011 Modalità di svolgimento degli insegnamenti Le attività formative sono articolate, lungo l arco dei tre anni accademici, in sei semestri. Per l a.a. 2014/15 il primo semestre inizia il 6/10/2014 e termina il 30/01/2015; il secondo semestre inizia il 2/03/2015 e termina il 12/06/2015. L attività didattica del Corso di Laurea in Disegno Industriale e Ambien-

12 10 tale si articola in una parte formativa orientata all apprendimento ed alla conoscenza di teorie, metodi e discipline, ed in una parte teorica-pratica orientata all apprendimento e all esercizio del saper fare nel campo delle attività strumentali o specifiche delle professioni del Laureato in Disegno Industriale. Data inizio attività 6/10/2014 Obiettivi formativi specifici Scegliere il Corso di Laurea in Disegno Industriale e Ambientale significa essere consapevoli della crescente importanza che questo particolare tipo di progettualità ha acquisito nel mondo contemporaneo. Progettare responsabilmente il sistema degli oggetti necessari allo svolgimento delle attività abitative in una moderna civiltà industriale sta diventando infatti una necessità ineludibile che richiede una formazione specifica. Il Corso di Laurea in Disegno Industriale e Ambientale si pone il primario obiettivo di formare tecnici del progetto, ovvero figure professionali in grado di interagire consapevolmente e creativamente nel processo di messa a punto di un prodotto industriale all interno di un concreto contesto produttivo. A tale fine il percorso formativo del Corso si sviluppa alla luce di tre parole chiave: forma, progetto, qualità, in base alle quali lo studente acquisirà le necessarie conoscenze e capacità operative. Il percorso formativo del Corso di studio introduce agli strumenti della progettazione nei seguenti campi di pratica delle professioni tecnicoprogettuali: nel campo del design del prodotto nel campo del design ambientale nel campo del design della comunicazione. Conoscenze richieste per l accesso Per essere ammessi al Corso di Laurea in Disegno industriale e ambientale occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all estero, riconosciuto idoneo. Inoltre, essendo il Corso di Laurea a numero programmato locale, è necessario partecipare ad una prova di selezione volta a verificare l idonea preparazione per la frequenza delle attività formative del corso, e collocarsi utilmente nella graduatoria, stilata sulla base dei risultati. Utenza sostenibile (test di ammissione) Il corso prevede una programmazione del numero dei posti a livello locale. Per l a.a. 2014/2015 sono disponibili 120 posti per gli studenti comunitari ed equiparati, 20 posti per gli studenti extra UE. Pertanto è necessario essere in possesso dei titoli di studio previsti dalla legge, partecipare alla prova di selezione e collocarsi utilmente nella graduatoria stilata sulla base dei risultati. L iscrizione alla prova di ammissione, fissata per il giorno 10/09/2014, con inizio alle ore 10:00, dovrà avvenire esclusivamente in modalità on-line attraverso la procedura presente nel portale ove sono

13 pubblicate tutte le informazioni utili. L iscrizione on-line è attiva dal giorno 15/07/2014 e si chiude improrogabilmente il giorno 01/09/2014. Caratteristiche della prova finale Dopo aver acquisito tutti i crediti previsti dal piano di studio, con esclusione dei soli crediti da attribuire alla prova finale, lo studente, indipendentemente dal numero di anni di iscrizione all Università, è ammesso a sostenere la prova finale che costituisce il completamento e la verifica delle conoscenze acquisite e verterà su una ricerca progettuale e/o argomentativa su aspetti e problemi della cultura del design. La prova finale è preparata sotto la guida di un Relatore scelto tra i docenti della Scuola e discussa dal candidato nelle apposite sessioni previste nel calendario dell Anno Accademico. Il lavoro presentato deve essere originale ed individuale anche se coordinato in una ricerca più ampia con altri laureandi. Qualora il Relatore lo ritenga opportuno, in relazione al particolare tema e d accordo con il candidato, può designare uno o più correlatori perché seguano alcuni aspetti dello svolgimento del lavoro; essi tuttavia devono essere in ogni caso o docenti universitari o esperti esterni di documentabile competenza. Le modalità di costituzione della Commissione esaminatrice, svolgimento e valutazione della prova finale sono contenute in un apposito Regolamento approvato dal Consiglio della Scuola e pubblicato sul sito internet della Scuola. Ambiti occupazionali previsti per i laureati I principali sbocchi occupazionali previsti dal Corso di Laurea della classe sono: attività di libera professione e consulenza in diversi ambiti, pubblici e privati, quali le istituzioni e gli enti pubblici, gli studi e le società di progettazione, le imprese e le aziende che operano nel campo del disegno industriale o comunque in tutti quei settori che esprimono una domanda di competenze specifiche di progetto; attività progettuale come interno o dipendente in uffici tecnici o di progettazione, dipartimenti di ricerca e sviluppo o marketing di imprese private di differenti settori. Al termine degli studi il laureato in Disegno industriale e ambientale potrà anche proseguire la sua formazione iscrivendosi ad una Laurea Magistrale o ad un Master di 1 livello. In particolare il Corso di Laurea Magistrale in Design Computazionale si propone di formare un laureato con un profilo intellettuale e professionale caratterizzato da un approfondita conoscenza nelle discipline riguardanti il progetto di artefatti materiali o virtuali, attraverso l introduzione e l uso di innovativi strumenti di calcolo, relativamente a teorie, strumenti e metodi, tecniche e processi, in relazione alle loro caratteristiche, tecnologico-costruttive, produttive, funzionali, formali e d uso, e quindi nelle relazioni che gli stessi artefatti instaurano con il contesto spaziale ed ambientale e con quello dell industria e 11

14 12 del mercato. Insegnamenti e CFU I ANNO Matematiche e leggi geometriche della forma (8 CFU) Cultura e teoria del disegno industriale (6 CFU) Storia dell arte contemporanea (6 CFU) Laboratorio di Basic Design (14 CFU) Laboratorio di Disegno Industriale I (14 CFU) Disegno industriale contemporaneo (6 CFU) Disegno digitale (8 CFU) II ANNO Fenomenologia ed estetica del design (6 CFU) Resistenza dei materiali e forme strutturali per il design (6 CFU) Metodologie della progettazione ambientale (8 CFU) Sperimentazione di materiali innovativi per il design (6 CFU) Fondamenti di grafica (6 CFU) Allestimento (8 CFU) Laboratorio di Disegno Industriale II (14 CFU) Design del prodotto industriale (8 CFU) Gestione delle imprese e innovazione della produzione (6 CFU) III ANNO Design per la comunicazione (8 CFU) Design di oggetti e sistemi per l abitare (8 CFU) Tutela della proprietà intellettuale (6 CFU) Lingua inglese (4 CFU) Laboratorio di Disegno Industriale III (20 CFU) Design per la sostenibilità ambientale (8 CFU) Tecnologie eco-compatibili (6 CFU) Tecniche di modellazione e prototipazione (6 CFU) Attività formative a scelta dello studente (12 CFU) Tirocinio formativo (4 CFU) Prova finale (4 CFU) Docenti di riferimento Direttore della Scuola prof. Giuseppe Losco tel Responsabile del Corso prof.ssa Lucia Pietroni tel , fax Responsabile Orientamento e Tutorato prof. Daniele Rossi tel Responsabile Stage e placement prof. Nicolò Sardo tel Mobilità internazionale prof. Carlo Santulli tel Manager didattico dott.ssa Maria Rita Traini tel , fax

15 ARCHITETTURA 13 Università degli Studi di Camerino Scuola di Architettura e Design Eduardo Vittoria Classe L-M4 Tipologia del corso: Laurea magistrale Sede amministrativa del corso Colle dell Annunziata - Viale della Rimembranza, Ascoli Piceno. Centralino tel , fax Biblioteca tel Sede didattica del corso Lungo Castellano Sisto V, 36 - Ascoli Piceno (AP) Centralino tel , fax Segreteria studenti Polo degli Studenti FRANCO BIRASCHI Via E. P. Mazzoni, 2 Ascoli Piceno tel , fax Url del corso https://didattica.unicam.it/guide/paginacorso.do;jsessioni d=6d8a0bfda94983af4f2e0b88dd7ac133.jvm1b?corso_ id=10010 Modalità di svolgimento degli insegnamenti Le attività formative (o insegnamenti) curricolari del Corso di Laurea in Architettura sono articolate, lungo l arco dei due anni accademici, in quattro semestri. Per l a.a. 2014/15 il primo semestre inizia il 6/10/2014 e termina il 30/01/2015; il secondo semestre inizia il 2/03/2015 e termina il 12/06/2015. Le attività formative sono suddivise in diverse tipologie: Attività di Laboratorio: le attività pluridisciplinari previste nel laboratorio sono orientate alla sua applicazione progettuale. Tali attività hanno quindi per fine la conoscenza, la cultura e la pratica del progetto, nonché l esercizio del saper fare nel campo delle attività strumentali e specifiche della professione, ed interpretano l aspetto pragmatico e sperimentale della formazione. I laboratori, ad ognuno dei quali sono ammessi non più di 50 studenti, sono di norma costituiti da due corsi di insegnamento uno caratterizzante e l altro integrativo e comportano un unica verifica finale per complessivi 12 crediti (8+4). Insegnamenti monodisciplinari: sono costituiti da attività formative che generalmente rappresentano un corpus didattico autonomo esprimibile attraverso uno o più insegnamenti teorici o pratici. I corsi monodisciplinari sono costituiti da almeno 6 crediti. Attività formative libere (a scelta dello studente): sono quelle attività i cui crediti formativi corrispondenti potranno essere acquisiti dallo studente liberamente, attenendosi a quanto stabilito da apposito Regolamento della Scuola.

16 14 Stage e tirocinio: a completamento della formazione è prevista la frequenza, debitamente attestata, di uno stage presso amministrazioni pubbliche o private, o il tirocinio presso studi professionali,imprese di costruzione e aziende manifatturiere del settore delle costruzioni, con le quali si siano stipulate apposite convenzioni. Data inizio attività 6/10/2014 Obiettivi formativi specifici Il Corso di Laurea Magistrale in Architettura di UNICAM si propone di formare Architetti ovvero progettisti in grado di interagire responsabilmente e creativamente con i processi di formazione della città e di trasformazione del paesaggio contemporaneo, alla scala dei singoli edifici, del loro intorno abitativo e del territorio. Tale obiettivo verrà raggiunto attraverso sperimentazioni progettuali volte ad evidenziare le relazioni che intercorrono tra edificio e contesto urbano o ambientale tra forma insediativa e paesaggio, tra strumenti urbanistici e gestione del territorio e che sappiano tener conto dei molteplici aspetti di complessità che connotano l architettura contemporanea. Requisiti per l accesso Per essere ammessi al Corso di Laurea Magistrale in Architettura occorre essere in possesso: a) di una Laurea di primo livello in classe L-17 Scienze dell Architettura insieme al superamento del test d ingresso programmato a livello nazionale ovvero di altro titolo di studio equivalente, anche conseguito all estero riconosciuto idoneo; il titolo deve essere posseduto entro ottobre b) di un adeguata preparazione personale. Utenza sostenibile Il Corso di Laurea Magistrale in Architettura è ad utenza sostenibile di 100 posti (per studenti comunitari ed equiparati) + 8 posti (per studenti extra UE). L immatricolazione è preceduta da una domanda di preiscrizione on line entro ottobre 2014 sul sito ove sono pubblicate tutte le informazioni necessarie. Possono fare la preiscrizione, a parità di condizioni, gli studenti cittadini comunitari e non comunitari residenti in Italia, nonché gli studenti non comunitari residenti all estero. Caratteristiche della prova finale Dopo aver superato tutte le verifiche delle attività formative incluse nel piano di studio e aver acquisito tutti i crediti, lo studente, indipendentemente dal numero di anni di iscrizione all università, è ammesso a sostenere la prova finale, per la cui preparazione vengono riconosciuti 8 crediti. Tale attività costituisce il completamento e la verifica delle conoscenze acquisite e verterà su una ricerca progettuale o sull approfondimento teorico di aspetti e problemi della cultura architettonica. La prova finale è preparata sotto la guida di un Relatore scelto tra

17 i docenti della Scuola e discussa dal candidato nelle apposite sessioni previste nel calendario dell Anno Accademico. Ambiti occupazionali previsti per i laureati Il Corso di Laurea Magistrale in Architettura si propone di formare progettisti in grado di progettare e modificare in termini di sostenibilità ambientale gli edifici, la città e il paesaggio, con piena conoscenza degli aspetti formali, estetici, distributivi, funzionali, strutturali, tecnico-costruttivi, gestionali, economici ed ambientali e con attenzione critica ai mutamenti culturali e ai bisogni espressi dalla società contemporanea. I laureati in possesso della laurea magistrale possono svolgere oltre alla libera professione, funzioni di elevata responsabilità in istituzioni ed enti pubblici e privati, che operano nei campi della costruzione e trasformazione delle città e del territorio. Per accedere alla libera professione occorre sostenere l esame di stato che regola l iscrizione agli albi professionali. Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito Insegnamenti e CFU I ANNO Laboratorio di pianificazione della città e del Paesaggio (12 CFU) Laboratorio di Restauro Architettonico (12 CFU) Comunicazione dell architettura (8 CFU) Laboratorio di Progettazione architettonica e urbana (12 CFU) Laboratorio di Progettazione strutturale (12 CFU) Storia dell architettura contemporanea (8 CFU) II ANNO Laboratorio di Progettazione Ambientale (12 CFU) Cultura e Progettazione degli interni (8 CFU) oppure Cultura e Progettazione del Paesaggio (8 CFU) Valutazione ambientale (6 CFU) Sociologia urbana (4 CFU) Lingua inglese avanzata (4 CFU) Attività formativa a scelta dello studente (8 CFU) Tirocinio (4 CFU) Prova Finale (8 CFU) Docenti di riferimento Direttore della scuola prof. Giuseppe Losco tel Responsabile del corso di studio prof. Umberto Cao tel Responsabile Orientamento prof. Gabriele Mastrigli tel Mobilità Internazionale prof. Giuseppe Ciorra tel Manager didattico dott.ssa Maria Rita Traini tel

18 16 DESIGN computazionale Università degli Studi di Camerino Scuola di Architettura e Design Eduardo Vittoria Classe LM-12 Tipologia del corso: Laurea magistrale Sede amministrativa del corso Colle dell Annunziata - Viale della Rimembranza, Ascoli Piceno. Centralino tel , fax Biblioteca tel Sede didattica del corso Lungo Castellano Sisto V, 36 - Ascoli Piceno (AP) Centralino tel , fax Segreteria studenti Polo degli Studenti FRANCO BIRASCHI Via E. P. Mazzoni, 2 Ascoli Piceno tel , fax Url del corso https://didattica.unicam.it/guide/paginacorso.do;jsessioni d=6d8a0bfda94983af4f2e0b88dd7ac133.jvm1b?corso_ id=10011 Modalità di svolgimento degli insegnamenti Le attività formative (o insegnamenti) curricolari del Corso in Design sono articolate, lungo l arco dei due anni accademici in quattro semestri. Per l a.a. 2014/15 il primo semestre inizia il 6/10/2014 e termina il 30/01/2015; il secondo semestre inizia il 2/03/2015 e termina il 12/06/2015. L attività didattica si articola in una parte formativa orientata all apprendimento ed alla conoscenza di teorie, metodi e discipline, ed in una parte teorica-pratica orientata all apprendimento e all esercizio del saper fare nel campo delle attività strumentali o specifiche del corso di Laurea. Il percorso formativo prevede attività a carattere interdisciplinare e complementare, che affrontano i domini culturali e scientifici relativi alla storia ed alla cultura del design, ai principi di matematica, di informatica e di calcolo computazionale, allo studio critico ed all applicazione di tecnologie digitali avanzate, alla morfogenesi ed alla descrizione, generazione, costruzione e rappresentazione della forma, alla progettazione digitale, computazionale, generativa e parametrica, alla interazione uomo/ macchina (interaction design), all interfaccia grafica, alla interattività comportamentale ed alla progettazione dell esperienza (interactive design), alla visualizzazione ed animazione degli oggetti, alla realtà aumentata, alla fabbricazione digitale CAD/ CAM, allo sviluppo in generale della cultura della progettazione tecnologica ed informatica. Le attività formative previste sulla generazione e rappresentazione della forma e la proget-

19 tazione generativa e parametrica sono rivolte a nuove basi di calcolo computazionale per il design; le attività formative di modellazione e simulazione digitale sono rivolte all estensione della possibilità di visualizzare forma, struttura e fun-zione prima della loro realizzazione e per migliorare ed ottimizzare il rapporto e la collaborazione tra i vari specialisti del processo di progettazione; le attività per la fabbricazione digitale, la prototipazione rapida ed iterattiva, le applicazioni CAD/CAM sono rivolte alla verifica immediata delle idee di progetto ed all anticipazione di modalità e processi produttivi e di lavorazione. In questo approccio rientra anche l attenzione alla sostenibilità ambientale nell attività di progettazione, che rappresenta una caratteristica imprescindibile degli oggetti della contemporaneità. Tale attenzione viene assicurata attraverso la sperimentazione di metodologie progettuali avanzate e orientate appunto alla sostenibilità sociale e ambientale, sviluppando nel laureato competenze specifiche per lo svolgimento di progettazioni sostenibili ed ecocompatibili. Data inizio attività 6/10/2014 Obiettivi formativi specifici Il Corso di Laurea Magistrale in Design Computazionale di UNICAM si propone di formare un laureato con un profilo intellettuale e professionale caratterizzato da un approfondita conoscenza nelle discipline riguardanti il progetto di artefatti materiali o virtuali relativamente a teorie, strumenti e metodi, tecniche e processi, ma anche in relazione alle loro caratteristiche tecnologico-costruttive, produttive, funzionali, formali e d uso e quindi nelle relazioni che gli stessi artefatti instaurano con il contesto spaziale ed ambientale e con quello dell industria e del mercato. Il Corso di studi si focalizza in modo particolare sullo sviluppo di teorie, metodi e processi di progettazione e realizzazione di artefatti industriali (smart objects) sempre più dotati di intelligenza nascosta (smart embedded), attraverso l introduzione e l uso di innovativi strumenti di calcolo (innovative computational tools) che avranno lo scopo di migliorare ed aumentare gli aspetti creativi e socialmente utili, tipici dei prodotti di design. Il Corso di laurea ha come obiettivo la formazione specialistica di progettisti cha abbiano la capacità di esercitare una attività complessa, e di fornire, allo stesso tempo, una buona preparazione teorica ed una forte capacità di progettazione nel campo della ricerca industriale e professionale con specifiche competenze nella progettazione computazionale di prodotti industriali innovativi. Requisiti di accesso Possono iscriversi al Corso di Laurea Magistrale in Design computazionale coloro che sono in possesso di determinati requisiti curriculari specificati nel bando di ammissione pubblicato sul sito e di una adeguata preparazione personale. 17

20 18 Utenza sostenibile Il Corso di laurea Magistrale in Design Computazionale per l anno accademico 2014/2015 è ad utenza sostenibile di 80 posti per studenti comunitari ed equiparati, e di 16 posti per studenti extra UE. L immatricolazione è preceduta da una domanda di preiscrizione on line entro il 27 ottobre 2014 sul sito ammissione-magistrali-scuola-architettura-e-design ove sono pubblicate tutte le informazioni necessarie. Caratteristiche della prova finale La prova finale, per la cui preparazione vengono riconosciuti 8 crediti, costituisce il completamento e la verifica delle conoscenze acquisite. Questa verterà su una ricerca progettuale o sull approfondimento teorico di aspetti e problemi del design. Sarà seguita da un relatore scelto tra i docenti della Facoltà e discussa dal candidato nelle apposite sessioni previste dal calendario dell Anno Accademico. Per essere ammesso alla prova finale lo studente deve avere acquisito tutti i crediti nelle restanti attività formative previste dal Regolamento Didattico del Corso di Studio. Ambiti occupazionali previsti per i laureati I laureati potranno operare direttamente e collaborare alla produzione nei settori industriali del prodotto e della comunicazione. I laureati della classe potranno svolgere attività professionali in diversi ambiti, quali la libera professione, le istituzioni e gli enti pubblici e privati, gli studi e le società di progettazione, le imprese e le aziende che operano nell area del design in tutti i settori di applicazione della disciplina e nei settori emergenti che esprimono domanda di profili con competenze progettuali avanzate relative al ruolo. Insegnamenti e CFU I ANNO Laboratorio di Design 1 (14 CFU) Informatica, reti e internet (6 CFU) Cultura e storia del design contemporaneo (8 CFU) Laboratorio di Comunicazione visiva del prodotto industriale (14 CFU) Laboratorio di Design 2 (14 CFU) II ANNO Laboratorio di Design 3 (14 CFU) Sistemi real-time and embedded (6 CFU) Lingua inglese (4 CFU) Laboratorio di Design 4 (14 CFU) Design di materiali, sistemi e componenti innovativi (6 CFU) Attività formative a scelta dello studente (8 CFU) Tirocinio formativo (4 CFU) Prova finale (8 CFU) Docenti di riferimento Direttore della Scuola prof. Giuseppe Losco tel , fax

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Art. 3 Procedura di selezione

Art. 3 Procedura di selezione Regolamento per l'attribuzione a professori e ricercatori dell'incentivo di cui all'articolo 29, comma 19 della legge 240/10 (Emanato con Decreto del Rettore n.110 del 4 aprile 2014) Art. 1 Oggetto 1.

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015 STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS Anno Accademico 2014/2015 PERCHE LA SCHEDA SUA CDS? L Obiettivo della scheda SUA-CdS non è puramente compilativo; tale strumento vuole essere una guida ad

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea per Ortottista e Assistente di Oftalmologia

Regolamento didattico del Corso di Laurea per Ortottista e Assistente di Oftalmologia UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA Regolamento didattico del Corso di Laurea per Ortottista e Assistente di Oftalmologia ( livello) Presidente: prof. Adriano Magli

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE IMMATRICOLAZIONI AL PRIMO ANNO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNA- LI IN INGEGNERIA DEL POLITECNICO DI BARI - A.A. 2015/2016 Sommario REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE...

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

DIPARTIMENTO 25123 BRESCIA Partita IVA 14/15. iniziato, come. fa specifico. paragrafo 2.2. stesso. valutazione. rispondenza.

DIPARTIMENTO 25123 BRESCIA Partita IVA 14/15. iniziato, come. fa specifico. paragrafo 2.2. stesso. valutazione. rispondenza. REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALLE LAUREE MAGISTRALI IN INGEGNERIA 14/15 (Approvato dal CCSA di ingegneria Industriale del 17/7/2014) 1. PREMESSA E NORME GENERALI 1.1. Norme e principi di riferimento Il

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi: nei bandi che fanno riferimento all ordinamento previgente

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato n. 2 (Procedure per l iscrizione, l accesso ai risultati e lo scorrimento della graduatoria) 1. Ciascun candidato deve presentare la richiesta di partecipazione al test selettivo per l accesso

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE PER GLI STUDENTI Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE VALIDE PER I CORSI ATTIVATI AI SENSI DEL D.M. 270/04 Immatricolazione

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Lista dei Settori Concorsuali con i relativi settori scientifico disciplinari

Lista dei Settori Concorsuali con i relativi settori scientifico disciplinari Lista dei Settri Cncrsuali cn i relativi settri scientific disciplinari 01/A1 - LOGICA MATEMATICA E MATEMATICHE COMPLEMENTARI MAT/01 MAT/04 01/A2 - GEOMETRIA E ALGEBRA MAT/02 MAT/03 01/A3 - ANALISI MATEMATICA,

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli