Direzione Generale per la Sicurezza Stradale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Direzione Generale per la Sicurezza Stradale"

Transcript

1 Denominazione ufficio: Direzione Generale per la Sicurezza Stradale N. Scheda Denominazione Procedimento 01 Acquisizione di beni e servizi e tutti i correlati adempimenti contrattuali 02 Procedura riconoscimento di debito 03 Pagamento fatture a terzi e decreto di pagamento. 04 Ricorsi gerarchici 05 Ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica 06 Procedura di autorizzazione impianti di rilevazione accesso veicoli a centri storici e alle ZTL 07 Nulla osta allo svolgimento di competizioni motoristiche. 08 Procedura di omologazione e approvazione dei dispositivi segnaletici o di regolazione del traffico 09 Limitazione alla circolazione dei mezzi pesanti nei giorni festivi 10 Procedura di omologazione dei dispositivi di sicurezza stradale 11 Pareri su rilascio patrocini

2 Pubblicazione ai sensi dell'art. 35 del d.lgs. n. 33/ Tipologie di Procedimento Denominazione Procedimento Acquisizione di beni e servizi e tutti i correlati adempimenti contrattuali 1) Breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili Art. 11 Dlgs 163/2006 Determina a contrarre (individuazione elementi essenziali del contratto e criteri di selezione operatori e offerte); Selezione operatori etc.; Aggiudicazione; Stipula contratto; Assunzione impegno di spesa. 2) Unità organizzative responsabili dell'istruttoria DIVISIONE 1 DIVISIONE 3 DIVISIONE 5 Dott. Ing.Valentino IURATO ) Nome del responsabile del procedimento, unitamente ai recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale Dott.ssa Paola CALAMANI Dott. Massimiliano ZAZZA ) ove diverso, l'ufficio competente all'adozione del provvedimento finale, con l'indicazione del nome del responsabile dell'ufficio unitamente ai rispettivi recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale 5) modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino 6) termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante 7) procedimenti per i quali il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato ovvero il procedimento può concludersi con il silenzio-assenso dell'amministrazione Tramite o contatto telefonico Termini previsti dal Dlgs 163/2006 ( Codice dei contratti e normativa vigente in materia ) non applicabile 8) strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nel corso del procedimento nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli Ricorso giurisdizionale 9) link di accesso al servizio on line, ove sia già disponibile in rete, o tempi previsti per la sua attivazione ove ricorre, sito ANAC e MEPA

3 10) modalità per l'effettuazione dei pagamenti eventualmente necessari, con i codici IBAN identificativi del conto di pagamento, ovvero di imputazione del versamento in Tesoreria, tramite i quali i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bonifico bancario o postale, ovvero gli non applicabile identificativi del conto corrente postale sul quale i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bollettino postale, nonchè i codici identificativi del pagamento da indicare obbligatoriamente per il versamento 11) nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo, nonchè modalità per attivare tale potere, con indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale Dott. Ing. Sergio Dondolini ) risultati delle indagini di customer satisfaction condotte sulla qualità dei servizi erogati attraverso diversi canali, con il relativo andamento Per i procedimenti ad istanza di parte: 1) atti e documenti da allegare all'istanza e modulistica necessaria, compresi i fac-simile per le autocertificazioni 2) uffici ai quali rivolgersi per informazioni, orari e modalità di accesso con indicazione degli indirizzi, recapiti telefonici e caselle di posta elettronica istituzionale a cui presentare le istanze non applicabile all'ufficio non ricorre non ricorre

4 Denominazione Procedimento 1) Breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili 2) Unità organizzative responsabili dell'istruttoria Pubblicazione ai sensi dell'art. 35 del d.lgs. n. 33/ Tipologie di Procedimento Procedura riconoscimento di debito Art. 23 comma 5 legge 289/2002 accertamento del debito (verifica certezza, liquidità ed esigibilità); assunzione impegno di spesa e pagamento; invio organi di controllo e competente procura Corte dei Conti. DIVISIONE 1 DIVISIONE 3 DIVISIONE 5 Dott. Ing.Valentino IURATO ) Nome del responsabile del procedimento, unitamente ai recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale Dott.ssa Paola CALAMANI Dott. Massimiliano ZAZZA ) ove diverso, l'ufficio competente all'adozione del provvedimento finale, con l'indicazione del nome del responsabile dell'ufficio unitamente ai rispettivi recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale 5) modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino 6) termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante 7) procedimenti per i quali il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato ovvero il procedimento può concludersi con il silenzio-assenso dell'amministrazione Tramite o contatto telefonico 30 gg. termine generale previsto dalla Legge 241/1990 e successive modificazioni ed integrazioni non applicabile 8) strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nel corso del procedimento nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli Ricorso giurisdizionale 9) link di accesso al servizio on line, ove sia già disponibile in rete, o tempi previsti per la sua attivazione 10) modalità per l'effettuazione dei pagamenti eventualmente necessari, con i codici IBAN identificativi del conto di pagamento, ovvero di imputazione del versamento in Tesoreria, tramite i quali i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bonifico bancario o postale, ovvero gli non applicabile identificativi del conto corrente postale sul quale i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bollettino postale, nonchè i codici identificativi del pagamento da indicare obbligatoriamente per il versamento

5 11) nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo, nonchè modalità per attivare tale potere, con indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale Dott. Ing. Sergio Dondolini ) risultati delle indagini di customer satisfaction condotte sulla qualità dei servizi erogati attraverso diversi canali, con il relativo andamento Per i procedimenti ad istanza di parte: 1) atti e documenti da allegare all'istanza e modulistica necessaria, compresi i fac-simile per le autocertificazioni 2) uffici ai quali rivolgersi per informazioni, orari e modalità di accesso con indicazione degli indirizzi, recapiti telefonici e caselle di posta elettronica istituzionale a cui presentare le istanze non applicabile all'ufficio Istanza dell'interessato Dott. Ing.Valentino IURATO Dott.ssa Paola CALAMANI Dott. Massimiliano ZAZZA

6 Denominazione Procedimento Pubblicazione ai sensi dell'art. 35 del d.lgs. n. 33/ Tipologie di Procedimento 1) Breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili 2) Unità organizzative responsabili dell'istruttoria Pagamento fatture a terzi e decreto di pagamento. Legge 102/2009 e Dlgs 231/2002 art. 4 - Legge 244/2007 Art. 1(commi da 209 a 214) DM MEF 55/2013 Verifica ricezione fattura su piattaforma interscambio ed accettazione/disconoscimento (entro 15gg) verifiche di legge su creditore decreto di pagamento pagamento fattura DIVISIONE 1 DIVISIONE 3 DIVISIONE 5 Dott. Ing.Valentino IURATO ) Nome del responsabile del procedimento, unitamente ai recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale Dott.ssa Paola CALAMANI Dott. Massimiliano ZAZZA ) ove diverso, l'ufficio competente all'adozione del provvedimento finale, con l'indicazione del nome del responsabile dell'ufficio unitamente ai rispettivi recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale 5) modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino 6) termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante 7) procedimenti per i quali il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato ovvero il procedimento può concludersi con il silenzio-assenso dell'amministrazione Tramite o contatto telefonico Termini previsti dalla legge Legge 102/2009 Decreto legislativo n. 231/2002. Se reiscrizione i tempi dipendono dall'assegnazione fondi da parte del MEF non applicabile 8) strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nel corso del procedimento nei confronti del provvedimento finale ovvero Ricorso giurisdizionale nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli 9) link di accesso al servizio on line, ove sia già disponibile in rete, o tempi previsti per la sua attivazione Regolato da sistema di "fatturazione elettronica" -

7 10) modalità per l'effettuazione dei pagamenti eventualmente necessari, con i codici IBAN identificativi del conto di pagamento, ovvero di imputazione del versamento in Tesoreria, tramite i quali i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bonifico bancario o postale, ovvero gli identificativi del conto corrente postale sul quale i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bollettino postale, nonchè i codici identificativi del pagamento da indicare obbligatoriamente per il versamento 11) nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo, nonchè modalità per attivare tale potere, con indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale non applicabile Dott. Ing. Sergio Dondolini ) risultati delle indagini di customer satisfaction condotte sulla qualità dei servizi erogati attraverso diversi canali, con il relativo andamento Per i procedimenti ad istanza di parte: 1) atti e documenti da allegare all'istanza e modulistica necessaria, compresi i fac-simile per le autocertificazioni 2) uffici ai quali rivolgersi per informazioni, orari e modalità di accesso con indicazione degli indirizzi, recapiti telefonici e caselle di posta elettronica istituzionale a cui presentare le istanze non applicabile all'ufficio non ricorre non ricorre

8 Pubblicazione ai sensi dell'art. 35 del d.lgs. n. 33/ Tipologie di Procedimento Denominazione Procedimento Ricorsi gerarchici 1) Breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili D.P.R. 24 novembre 1971, n Art. 37 D.L. 285/92. Art. 74 DPR 495/92 Una volta notificati i ricorsi, vengono richieste all Ente titolare dell atto impugnato le proprie controdeduzioni, eventuali integrazioni documentali, ove necessario, e se ritenuto opportuno, richiesto agli uffici periferici del Ministero, competenti per territorio, verifiche locali che consentono all Ufficio di avere elementi di valutazione ai fini della predisposizione di una bozza di D.M. di decisione da sottoporre al Ministro. La procedura si conclude con la notifica del provvedimento alle parti interessate. 2) Unità organizzative responsabili dell'istruttoria 3) Nome del responsabile del procedimento, unitamente ai recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale 4) ove diverso, l'ufficio competente all'adozione del provvedimento finale, con l'indicazione del nome del responsabile dell'ufficio unitamente ai rispettivi recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale 5) modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino 6) termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante 7) procedimenti per i quali il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato ovvero il procedimento può concludersi con il silenzio-assenso dell'amministrazione DIVISIONE 2 DIVISIONE 4 Dott.Ing. Francesco MAZZIOTTA Dott. Ing. Gianluca IEVOLELLA Ufficio Gabinetto del Ministro Tramite o contatto telefonico 90 gg. (termine previsto dal D.P.R. 24 novembre 1971, n. 1199) 60 gg. (DPR n. 495, art. 74, comma 3), limitatamente ai ricorsi in materia di segnaletica stradale 8) strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nel corso del procedimento nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli Decorsi 90 gg. Il privato può ricorrere in sede giurisdizionale 9) link di accesso al servizio on line, ove sia già disponibile in rete, o tempi previsti per la sua attivazione

9 10) modalità per l'effettuazione dei pagamenti eventualmente necessari, con i codici IBAN identificativi del conto di pagamento, ovvero di imputazione del versamento in Tesoreria, tramite i quali i soggetti versanti possono pagamento imposta di bollo prevista dal DPR 26 ottobre 1972, n. effettuare i pagamenti mediante bonifico bancario o postale, 642, allegato A e successive modificazioni e integrazioni ovvero gli identificativi del conto corrente postale sul quale i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bollettino postale, nonchè i codici identificativi del pagamento da indicare obbligatoriamente per il versamento 11) nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo, nonchè modalità per attivare tale potere, con indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale Dott. Ing. Sergio Dondolini ) risultati delle indagini di customer satisfaction condotte sulla qualità dei servizi erogati attraverso diversi canali, con il relativo andamento Per i procedimenti ad istanza di parte: 1) atti e documenti da allegare all'istanza e modulistica necessaria, compresi i fac-simile per le autocertificazioni 1. Proposizione del ricorso da parte dei soggetti interessati, con assolta l imposta di bollo prevista dal D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 642, allegato A e successive modificazioni ed integrazioni; 2. Procedimento di proposizione e decisione con le modalità di cui all articolo 74 del D.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495 e Capo I del D.P.R. 24 novembre 1971, n ) uffici ai quali rivolgersi per informazioni, orari e modalità di accesso con indicazione degli indirizzi, recapiti telefonici e caselle di posta elettronica istituzionale a cui presentare le istanze Dott.ssa Fausta Soscia Ing. Gianluca IEVOLELLA

10 Pubblicazione ai sensi dell'art. 35 del d.lgs. n. 33/ Tipologie di Procedimento Denominazione Procedimento 1) Breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili 2) Unità organizzative responsabili dell'istruttoria 3) Nome del responsabile del procedimento, unitamente ai recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale 4) ove diverso, l'ufficio competente all'adozione del provvedimento finale, con l'indicazione del nome del responsabile dell'ufficio unitamente ai rispettivi recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale 5) modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino 6) termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante 7) procedimenti per i quali il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato ovvero il procedimento può concludersi con il silenzio-assenso dell'amministrazione 8) strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nel corso del procedimento nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli 9) link di accesso al servizio on line, ove sia già disponibile in rete, o tempi previsti per la sua attivazione Ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica DPR n Una volta notificati i ricorsi, vengono richieste all Ente titolare dell atto impugnato le proprie controdeduzioni, eventuali integrazioni documentali, ove necessario, e se ritenuto opportuno, richiesto agli uffici periferici del Ministero, competenti per territorio, verifiche locali che consentono all Ufficio di avere elementi di valutazione ai fini della predisposizione della relazione da inviare al Consiglio di Stato, per il prescritto parere. Acquisito il parere del Consiglio di Stato, viene predisposto un D.P.R. che è trasmesso al Ministro per il successivo inoltro al Capo dello Stato. La procedura si conclude con la notifica del provvedimento alle parti interessate. DIVISIONE 2 DIVISIONE 4 Dott.Ing. Francesco MAZZIOTTA Dott. Ing. Gianluca IEVOLELLA Ufficio Legislativo Tramite o contatto telefonico 180 gg. per la conclusione del procedimenti di cui 120 per l invio della relazione al Consiglio di Stato, termine previsto dal DPR n Ricorso per revocazione da presentare allo stesso Presidente della Repubblica nei casi previsti dall'rt. 395 del CPC

11 10) modalità per l'effettuazione dei pagamenti eventualmente necessari, con i codici IBAN identificativi del conto di pagamento, ovvero di imputazione del versamento in Tesoreria, tramite i quali i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bonifico bancario o postale, ovvero gli identificativi del conto corrente postale sul quale i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bollettino postale, nonchè i codici identificativi del pagamento da indicare obbligatoriamente per il versamento pagamento contributo unificato previsto dall'art. 37, comma 6 bis, lett e) della legge 15 luglio 2011, n. 111 di conversione del D.L. 6 luglio 2011, n. 98, e successive modificazioni e integrazioni 11) nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo, nonchè modalità per attivare tale potere, con indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale Dott. Ing. Sergio Dondolini ) risultati delle indagini di customer satisfaction condotte sulla qualità dei servizi erogati attraverso diversi canali, con il relativo andamento Per i procedimenti ad istanza di parte: 1) atti e documenti da allegare all'istanza e modulistica necessaria, compresi i fac-simile per le autocertificazioni 1. Proposizione del ricorso da parte dei soggetti interessati con adempimento dell obbligo Contributivo previsto dall art. 37, comma 6 bis, lett. e) della legge 15 luglio 2011, n. 111 di conversione del Decreto Legge 6 luglio 2011, n. 98, e successive modificazioni ed integrazioni; 2. Procedimento di decisione con le modalità di cui al Capo III del D.P.R. 24 novembre 1971, n ) uffici ai quali rivolgersi per informazioni, orari e modalità di accesso con indicazione degli indirizzi, recapiti telefonici e caselle di posta elettronica istituzionale a cui presentare le istanze Dott.ssa Fausta Soscia Ing. Gianluca IEVOLELLA

12 Pubblicazione ai sensi dell'art. 35 del d.lgs. n. 33/ Tipologie di Procedimento Denominazione Procedimento Procedura di autorizzazione impianti di rilevazione accesso veicoli a centri storici e alle ZTL 1) Breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili DPR 22 giugno 1999, n L. 127/1997 art. 17 c. 133 bis Il procedimento è attivato su richiesta dei Comuni interessati. L ufficio effettua una accurata disamina della stessa volta a verificare l esistenza dei presupposti per la delimitazione dell area, che l apparecchiatura che si intende adottare sia stata regolarmente omologata, che sia stata prevista da parte del comune la relativa segnaletica da istallare in loco conformemente a quanto disposto dal regolamento di attuazione ed esecuzione del Codice della Strada. Se necessario vengono richieste ulteriori informazioni o modifiche degli atti trasmessi. La procedura si conclude con l emissione del decreto dirigenziale di autorizzazione all istallazione e all esercizio degli impianti. 2) Unità organizzative responsabili dell'istruttoria DIVISIONE 2 3) Nome del responsabile del procedimento, unitamente ai Dott.Ing. Francesco MAZZIOTTA recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale 4) ove diverso, l'ufficio competente all'adozione del provvedimento finale, con l'indicazione del nome del responsabile dell'ufficio unitamente ai rispettivi recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale 5) modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li Tramite o contatto telefonico riguardino 6) termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un 90 gg. (termine previsto dal DPR 22 giugno 1999, n. 250) provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante 7) procedimenti per i quali il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato ovvero il procedimento può concludersi con il silenzio-assenso dell'amministrazione 8) strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nel corso del procedimento nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli 9) link di accesso al servizio on line, ove sia già disponibile in rete, o tempi previsti per la sua attivazione 10) modalità per l'effettuazione dei pagamenti eventualmente necessari, con i codici IBAN identificativi del conto di pagamento, ovvero di imputazione del versamento in Tesoreria, tramite i quali i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bonifico bancario o postale, ovvero gli identificativi del conto corrente postale sul quale i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bollettino postale, nonchè i codici identificativi del pagamento da indicare obbligatoriamente per il versamento Decorsi 90 gg. l'esercizio dell'impianto si intende autorizzato Decorsi 90 gg. l'esercizio dell'impianto si intende autorizzato

13 11) nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo, nonchè modalità per attivare tale potere, con indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale Dott. Ing. Sergio Dondolini ) risultati delle indagini di customer satisfaction condotte sulla qualità dei servizi erogati attraverso diversi canali, con il relativo andamento Per i procedimenti ad istanza di parte: 1) atti e documenti da allegare all'istanza e modulistica necessaria, compresi i fac-simile per le autocertificazioni Ai fini dell'installazione ed esercizio di impianti per la rilevazione degli accessi di veicoli ai centri storici o nelle zone di traffico limitato, i Comuni richiedono l'autorizzazione al MIT, DG sicurezza stradale. La domanda deve contenere: 1 Una relazione sulle caratteristiche tecnico-funzionali degli impianti e delle loro prestazioni, con l'indicazione degli estremi di omologazione o di approvazione e gli eventuali elaborati, grafici, fotografici, informatici o di altro genere che il Comune intende allegare, unitalente a copia del provvedimento di istituzione della ZTL; 2 L'indicazione degli obiettivi che il Comune persegue e delle modalità di utilizzazione degli impianti ai sensi degli artt. 3, 5 e 6 del DPR 250/1999 2) uffici ai quali rivolgersi per informazioni, orari e modalità di accesso con indicazione degli indirizzi, recapiti telefonici e caselle di posta elettronica istituzionale a cui presentare le istanze Ing. Lauragrazia Daidone

14 Denominazione Procedimento Pubblicazione ai sensi dell'art. 35 del d.lgs. n. 33/ Tipologie di Procedimento 1) Breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili Nulla osta allo svolgimento di competizioni motoristiche. D. Lgs n. 285 art. 9 L ufficio provvede ad acquisire le proposte degli organizzatori tramite le associazioni nazionali (CSAI e FMI) e predispone una circolare annuale nella quale è descritto l iter amministrativo per poter svolgere una competizione sportiva su strada con veicoli a motore ed un calendario delle manifestazioni. La circolare è successivamente sottoposta alla firma del Ministro, quindi registrata dalla Corte dei Conti e pubblicata sulla G.U..A seguito dell'emanazione della circolare l'ufficio provvede a rilasciare i singoli nulla osta. 2) Unità organizzative responsabili dell'istruttoria DIVISIONE 2 3) Nome del responsabile del procedimento, unitamente ai Dott.Ing. Francesco MAZZIOTTA recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale 4) ove diverso, l'ufficio competente all'adozione del provvedimento finale, con l'indicazione del nome del responsabile dell'ufficio unitamente ai rispettivi recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale 5) modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino 6) termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante 7) procedimenti per i quali il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato ovvero il procedimento può concludersi con il silenzio-assenso dell'amministrazione Ufficio Gabinetto del Ministro solo relativamente all'emanazione della circolare annuale Tramite o contatto telefonico 30 gg. (termine generale previsto dalla Legge 241/1990 e successive modificazioni ed integrazioni 8) strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nel corso del procedimento nei confronti del provvedimento finale non pertinente ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli 9) link di accesso al servizio on line, ove sia già disponibile in rete, o tempi previsti per la sua attivazione 10) modalità per l'effettuazione dei pagamenti eventualmente necessari, con i codici IBAN identificativi del conto di pagamento, ovvero di imputazione del versamento in Tesoreria, tramite i quali i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bonifico bancario o postale, ovvero gli identificativi del conto corrente postale sul quale i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bollettino postale, nonchè i codici identificativi del pagamento da indicare obbligatoriamente per il versamento Versamento su c/c postale intestato al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Direzione generale per la sicurezza stradale, via G. Caraci, Roma, per le operazioni tecniche amministrative di competenza del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, come previsto dall'art. 405 (tab VII.1) del DPR , n. 495, come aggiornato con Decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti n. 559 del

15 11) nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo, nonchè modalità per attivare tale potere, con indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale Dott. Ing. Sergio Dondolini ) risultati delle indagini di customer satisfaction condotte sulla qualità dei servizi erogati attraverso diversi canali, con il relativo andamento Per i procedimenti ad istanza di parte: 1) atti e documenti da allegare all'istanza e modulistica necessaria, compresi i fac-simile per le autocertificazioni Le richieste di nulla-osta da parte degli organizzatori, trasmesse per il tramite delle competenti Federazioni Sportive Nazionali (che ne garantiscono il carattere sportivo) devono essere corredate dalla seguente documentazione: 1. una relazione contenente gli elenchi e la descrizione delle strade interessate dalla gara, le modalità di svolgimento della stessa, i tempi di percorrenza previsti per le singole tratte, la velocità media prevista, le eventuali limitazioni al servizio di trasporto pubblico, eventuali indicazioni sulla necessità di chiusura al traffico ordinario di tratti di strada e la relativa durata, nonché ogni ulteriore notizia ritenuta utile per meglio individuare il tipo di manifestazione e l Ente o gli Enti competenti al rilascio dell autorizzazione; 2. una planimetria di percorso di gara in cui, nel caso siano previste tratte stradali chiuse al traffico, siano evidenziati i percorsi alternativi per il traffico ordinario. 3. il regolamento di gara; 4. il parere favorevole del CONI, espresso attraverso il visto di approvazione delle competenti Federazioni Sportive Nazionali, ovvero l attestazione che la manifestazione è organizzata in conformità alle norme tecnicosportive della federazione di competenza per le manifestazioni di regolarità a cui partecipano i veicoli di cui all art. 60 del nuovo codice della strada, purchè la velocità imposta sia per tutto il percorso inferiore a 40 Km/h e la manifestazione sia organizzata in conformità alle norme tecnico-sportive della federazione di competenza; 5. la ricevuta del versamento dell importo dovuto, su c.c. postale , intestato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, via Caraci, 36, Roma, per le operazioni tecniche amministrative di competenza del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, come previsto dall art. 405 (tab.vii. 1) del D.P.R , n. 495, come aggiornato con decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 474 del ) uffici ai quali rivolgersi per informazioni, orari e modalità di accesso con indicazione degli indirizzi, recapiti telefonici e caselle di posta elettronica istituzionale a cui presentare le istanze Assistente Amm.vo Antonio Rea

16 Pubblicazione ai sensi dell'art. 35 del d.lgs. n. 33/ Tipologie di Procedimento Denominazione Procedimento Procedura di omologazione e approvazione dei dispositivi segnaletici o di regolazione del traffico 1) Breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili 2) Unità organizzative responsabili dell'istruttoria DIVISIONE 2 3) Nome del responsabile del procedimento, unitamente ai Dott.Ing. Francesco MAZZIOTTA recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale 4) ove diverso, l'ufficio competente all'adozione del provvedimento finale, con l'indicazione del nome del responsabile dell'ufficio unitamente ai rispettivi recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale 5) modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino 6) termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante 7) procedimenti per i quali il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato ovvero il procedimento può concludersi con il silenzio-assenso dell'amministrazione D. Lgs n. 285 art. 45 e DPR n. 495 art. 192 La procedura di omologazione e approvazione dei dispositivi segnaletici, di regolazione della circolazione e di controllo delle infrazioni è attivata dai soggetti interessati ad ottenere un provvedimento di omologazione o approvazione dei dispositivi per poterlo commercializzare. Richiede una serie di atti amministrativi e valutazioni tecniche tese a valutare l efficienza dell oggetto per cui si richiede l omologazione o l approvazione. Sentito il parere del Consiglio Superiore dei LL.PP., il procedimento si conclude con l emissione di un decreto dirigenziale. Tramite o contatto telefonico 180 gg. (termine previsto dal DPCM 3 marzo 2011, n. 72) 8) strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nel corso del procedimento nei confronti del provvedimento finale ovvero Ricorso giurisdizionale nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli 9) link di accesso al servizio on line, ove sia già disponibile in rete, o tempi previsti per la sua attivazione 10) modalità per l'effettuazione dei pagamenti eventualmente necessari, con i codici IBAN identificativi del conto di pagamento, ovvero di imputazione del versamento in Tesoreria, tramite i quali i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bonifico bancario o postale, ovvero gli identificativi del conto corrente postale sul quale i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bollettino postale, nonchè i codici identificativi del pagamento da indicare obbligatoriamente per il versamento Versamento su c/c postale intestato al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Direzione generale per la sicurezza stradale, via G. Caraci, Roma, per le operazioni tecniche amministrative di competenza del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, come previsto dall'art. 405 (tab VII.1) del DPR , n. 495, come aggiornato con Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 559 del

17 11) nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo, nonchè modalità per attivare tale potere, con indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale Dott. Ing. Sergio Dondolini ) risultati delle indagini di customer satisfaction condotte sulla qualità dei servizi erogati attraverso diversi canali, con il relativo andamento Per i procedimenti ad istanza di parte: 1) atti e documenti da allegare all'istanza e modulistica necessaria, compresi i fac-simile per le autocertificazioni L'istanza da parte del produttore o del suo rappresentate nazionale deve essere corredata dai seguenti atti: 1 Domanda di omologazione/approvazione, in carta legale o resa legale, indirizzata al MIT, DG sicurezza stradale Via G. Caraci 36, Roma 2 Ricevuta del versamento dell'importo dovuto sul c/c postale n , intestato al MIT, per le operazioni tecnico/amministrative di competenza, DG sicurezza stradale Via G. Caraci 36, Roma 3 Relazione tecnica dettagliata del dispositivo 4 Certificati e rapporti di prova specifici per ogni tipo di dispositivo per attestare la corretta funzionalità nelle varie condizioni ambientali, la sicurezza di uso per gli operatori e nei confronti dei terzi, le accuratezze di misura quando necessario, le modalità di accertamento e documentazione delle violazioni, la affidabilità ed ogni altra verifica funzionale utile 5 manuale utente e/o installazione 6 prototipo 2) uffici ai quali rivolgersi per informazioni, orari e modalità di accesso con indicazione degli indirizzi, recapiti telefonici e caselle di posta elettronica istituzionale a cui presentare le istanze Dott.ssa Emanuela Albero

18 Denominazione Procedimento Pubblicazione ai sensi dell'art. 35 del d.lgs. n. 33/ Tipologie di Procedimento Limitazione alla circolazione dei mezzi pesanti nei giorni festivi 1) Breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili D. Lgs n. 285 art. 6 In attuazione dell articolo 6, comma 1, del vigente Codice della Strada, ogni anno si provvede a predisporre il Decreto Ministeriale concernente le direttive ed il calendario per le limitazioni alla circolazione stradale fuori dai centri abitati nei giorni festivi e particolari, per veicoli di massa superiore a 7,5 tonnellate. Si tiene una apposita riunione con i rappresentanti dei Ministeri coinvolti, dell Anas, dell Aiscat, di Autostrade per l Italia, delle Associazioni degli autotrasportatori e dei consumatori, dell Aci e degli altri organismi direttamente interessati alla redazione del calendario. Una volta apprese e valutate le esigenze, le proposte e le istanze presentate dai soggetti di cui sopra, si provvede alla predisposizione di una bozza di proposta di calendario da sottoporre alla valutazione del Sig. Ministro che, se ne condivide i contenuti, provvede alla sua sottoscrizione. Il Decreto Ministeriale viene quindi trasmesso alla Corte dei Conti per il tramite della Ragioneria Centrale dello Stato per l apposizione del visto di legittimità e la sua registrazione, come previsto ai sensi dell art. 3 della legge , n. 20, e successivamente inviato alla Gazzetta Ufficiale per la sua pubblicazione. 2) Unità organizzative responsabili dell'istruttoria DIVISIONE 2 Dott.Ing. Francesco MAZZIOTTA 3) Nome del responsabile del procedimento, unitamente ai recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale 4) ove diverso, l'ufficio competente all'adozione del provvedimento finale, con l'indicazione del nome del responsabile dell'ufficio unitamente ai rispettivi recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale Ufficio Gabinetto del Ministro 5) modalità con le quali gli interessati possono ottenere le Tramite o contatto telefonico informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino 6) termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante 7) procedimenti per i quali il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato ovvero il procedimento può concludersi con il silenzio-assenso dell'amministrazione 75 gg. (termine previsto DPCM 11 novembre 2011, n. 225) 8) strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nel corso del procedimento nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli 9) link di accesso al servizio on line, ove sia già disponibile in rete, o tempi previsti per la sua attivazione Ricorso giurisdizionale 10) modalità per l'effettuazione dei pagamenti eventualmente necessari, con i codici IBAN identificativi del conto di pagamento, ovvero di imputazione del versamento in Tesoreria, tramite i quali i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bonifico bancario o postale, ovvero gli identificativi del conto corrente postale sul quale i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bollettino postale, nonchè i codici identificativi del pagamento da indicare obbligatoriamente per il versamento Dott. Ing. Sergio Dondolini 11) nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo, nonchè modalità per attivare tale potere, con indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale

19 12) risultati delle indagini di customer satisfaction condotte sulla qualità dei servizi erogati attraverso diversi canali, con il relativo andamento Per i procedimenti ad istanza di parte: 1) atti e documenti da allegare all'istanza e modulistica necessaria, compresi i fac-simile per le autocertificazioni 2) uffici ai quali rivolgersi per informazioni, orari e modalità di accesso con indicazione degli indirizzi, recapiti telefonici e caselle di posta elettronica istituzionale a cui presentare le istanze non ricorre non ricorre

20 Pubblicazione ai sensi dell'art. 35 del d.lgs. n. 33/ Tipologie di Procedimento Denominazione Procedimento Procedura di omologazione dei dispositivi di sicurezza stradale 1) Breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili 2) Unità organizzative responsabili dell'istruttoria DIVISIONE 4 3) Nome del responsabile del procedimento, unitamente ai recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale 4) ove diverso, l'ufficio competente all'adozione del provvedimento finale, con l'indicazione del nome del responsabile dell'ufficio unitamente ai rispettivi recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale 5) modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino 6) termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante 7) procedimenti per i quali il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato ovvero il procedimento può concludersi con il silenzio-assenso dell'amministrazione 8) strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nel corso del procedimento nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli 9) link di accesso al servizio on line, ove sia già disponibile in rete, o tempi previsti per la sua attivazione D.M. 223/92 e s.m.e i. - Legge N. 181 La procedura di omologazione dei dispositivi di sicurezza stradale, è attivata dai soggetti interessati ad ottenere un provvedimento di omologazione dei dispositivi per poterlo commercializzare. Richiede una serie di atti amministrativi e valutazioni tecniche tese a valutare l efficienza del dispositivo per cui si richiede l omologazione o l approvazione. Sentito il parere del Consiglio Superiore dei LL.PP., il procedimento si conclude con l emissione di un decreto dirigenziale. Dott. Ing. Gianluca IEVOLELLA Tramite o contatto telefonico 90 gg. Termine previsto dal D.M. 223/92 e s.m.e i. Ricorso giurisdizionale 10) modalità per l'effettuazione dei pagamenti eventualmente necessari, con i codici IBAN identificativi del conto di pagamento, ovvero di imputazione del versamento in Tesoreria, tramite i quali i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bonifico bancario o postale, ovvero gli identificativi del conto corrente postale sul quale i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bollettino postale, nonchè i codici identificativi del pagamento da indicare obbligatoriamente per il versamento 11) nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo, nonchè modalità per attivare tale potere, con indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale versamento di euto 850,60 (importo soggetto ad aggiornamento biennale) sul c/c postale n , intestato al Ministero delle nfrastrutture e dei Trasporti, Direzione Generale per la Sicurezza Stradale, via G. Caraci, Roma, per le operazioni tecnico/amministrative di competenza come previsto dall'art. 405 (tab VII.1) del DPR , n. 495, come aggiornato con Decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti n. 559 del Dott. Ing. Sergio Dondolini

21 12) risultati delle indagini di customer satisfaction condotte sulla qualità dei servizi erogati attraverso diversi canali, con il relativo andamento Per i procedimenti ad istanza di parte: 1) atti e documenti da allegare all'istanza e modulistica necessaria, compresi i fac-simile per le autocertificazioni L'istanza da parte del produttore o del suo rappresentate nazionale deve essere corredata dai seguenti atti: 1 Domanda di omologazione/approvazione, in carta legale o resa legale, indirizzata al MIT, DG sicurezza stradale Via G. Caraci 36, Roma 2 Ricevuta del versamento dell'importo di euto 850,60 (importo soggetto ad aggiornamento biennale) sul c/c postale n , intestato al MIT, per le operazioni tecnico/amministrative di competenza 3 Relazione tecnica dettagliata del dispositivo 4 Disegni tecnici illustrativi del dispositivo 5 manuale d'uso ed installazione 6 n. 2 rapporti di prova eseguite sui prototipi del dispositivo in omologazione da parte di un campo di prove ai sensi della norma UNI ENV certificati di prova sui materiali ai sensi delle serie di norme EN10025 e correlate 8 certificato di qualificazione del campo di prova che ha effettuato le prove sui prototipi del dispositivo ai sensi delle norme in attuazione 2) uffici ai quali rivolgersi per informazioni, orari e modalità di accesso con indicazione degli indirizzi, recapiti telefonici e caselle di posta elettronica istituzionale a cui presentare le istanze Dott. Ing. Gianluca IEVOLELLA

22 Pubblicazione ai sensi dell'art. 35 del d.lgs. n. 33/ Tipologie di Procedimento Denominazione Procedimento Pareri su rilascio patrocini 1) Breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili 2) Unità organizzative responsabili dell'istruttoria DIVISIONE 3 3) Nome del responsabile del procedimento, unitamente ai recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale 4) ove diverso, l'ufficio competente all'adozione del provvedimento finale, con l'indicazione del nome del responsabile dell'ufficio unitamente ai rispettivi recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale Istruttoria richiesta patrocinio parere su richiesta ed invio a gabinetto del ministro (ufficio competente adozione provvedimento finale) Dott.ssa Paola CALAMANI Gabinetto del Ministro - Ufficio Patrocini fax ) modalità con le quali gli interessati possono ottenere le Tramite o contatto telefonico informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino 6) termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante 7) procedimenti per i quali il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato ovvero il procedimento può concludersi con il silenzio-assenso dell'amministrazione 30 gg. termine generale previsto dalla Legge 241/1990 e successive modificazioni ed integrazioni non applicabile 8) strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nel corso del procedimento nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli non applicabile 9) link di accesso al servizio on line, ove sia già disponibile in rete, o tempi previsti per la sua attivazione 10) modalità per l'effettuazione dei pagamenti eventualmente necessari, con i codici IBAN identificativi del conto di pagamento, ovvero di imputazione del versamento in Tesoreria, tramite i quali i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bonifico bancario o postale, ovvero gli non applicabile identificativi del conto corrente postale sul quale i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bollettino postale, nonchè i codici identificativi del pagamento da indicare obbligatoriamente per il versamento Dott. Ing. Sergio Dondolini 11) nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo, nonchè modalità per attivare tale potere, con indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale 12) risultati delle indagini di customer satisfaction condotte sulla qualità dei servizi erogati attraverso diversi canali, con il relativo andamento Per i procedimenti ad istanza di parte: 1) atti e documenti da allegare all'istanza e modulistica necessaria, compresi i fac-simile per le autocertificazioni non applicabile all'ufficio Vedi sito istituzionale Sez.: Ministero - Uff. Diretta Collaborazione del Ministro - Capo di Gabinetto - Documenti della categoria, oppure

Direzione Generale per i Sistemi Informativi e Statistici

Direzione Generale per i Sistemi Informativi e Statistici Denominazione ufficio: Direzione Generale per i Sistemi Informativi e Statistici N. Scheda Denominazione Procedimento Acquisizione di beni e servizi per l'informatica: provvedimenti di aggiudicazione delle

Dettagli

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura Area 5 Affari generali, risorse umane, servizi comuni e flussi documentali

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura Area 5 Affari generali, risorse umane, servizi comuni e flussi documentali PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura Area 5 Affari generali,

Dettagli

U.O.S IMPLEMENTAZIONE PROGRAMMI QUALITA. Attività e Procedimenti - Tipologie di procedimenti

U.O.S IMPLEMENTAZIONE PROGRAMMI QUALITA. Attività e Procedimenti - Tipologie di procedimenti U.O.S IMPLEMENTAZIONE PROGRAMMI QUALITA Attività e Procedimenti - Tipologie di procedimenti Per ciascuna tipologia di procedimento: Riferim ento normat ivo Art. 5 c.1 lett. A) d.lgs n./20 1 Responsabile

Dettagli

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI IN MATERIA VIVAISTICA E DI DIFESA FITOSANITARIA

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI IN MATERIA VIVAISTICA E DI DIFESA FITOSANITARIA PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI

Dettagli

OCM VINO - Rilascio nulla osta per acquisto diritti fuori Regione

OCM VINO - Rilascio nulla osta per acquisto diritti fuori Regione PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 2 - SERVIZIO

Dettagli

ASSESSORATO REGIONALE DELL'ECONOMIA APPROVAZIONE STATUTI BANCHE A CARATTERE REG.LE

ASSESSORATO REGIONALE DELL'ECONOMIA APPROVAZIONE STATUTI BANCHE A CARATTERE REG.LE PRESIDENZA / ASSESSORATO: ASSESSORATO REGIONALE DELL'ECONOMIA DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: DIPARTIMENTO DELLE FINANZE E DEL CREDITO Procedimento: Materia: Altro APPROVAZIONE STATUTI BANCHE A

Dettagli

PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della salute. DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento Pianificazione Strategica

PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della salute. DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento Pianificazione Strategica PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della salute DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento Pianificazione Strategica Procedimento: "Controllo di gestione e valutazione del risultato"

Dettagli

Accreditamento di aziende o fattorie didattiche

Accreditamento di aziende o fattorie didattiche PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 2 - SERVIZIO

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea PRESIDENZA / ASSESSORATO:

Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea PRESIDENZA / ASSESSORATO: PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 2 - SERVIZIO

Dettagli

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro. contributi per formazione orfani di vittime della mafia

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro. contributi per formazione orfani di vittime della mafia PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento della famiglia e delle politiche sociali, v. Trinacria

Dettagli

Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell'identità Siciliana

Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell'identità Siciliana PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell'identità Siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dei beni culturali e dell'identità siciliana - Servizio

Dettagli

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI IN MATERIA VIVAISTICA E DI DIFESA FITOSANITARIA

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI IN MATERIA VIVAISTICA E DI DIFESA FITOSANITARIA PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI

Dettagli

Modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino

Modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino PER CIASCUNA TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTO PROCEDIMENTO AD ISTANZA DI PARTE PROCEDIMENTO Acquisti beni e servizi - tramite SINTEL- sopra soglia comunitaria con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa

Dettagli

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Beni culturali e dell'identità siciliana Servizio Soprintendenza per

Dettagli

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: DIPARTIMENTO BENI CULTURALI E IDENTITA' SICILIANA - SOPRINTENDENZA BENI

Dettagli

Determin.in ordine all' assegn. dei siti minerari L.R.17/91. Rapporti con relativo ente Parco Minerario per Area Fiumedinisi

Determin.in ordine all' assegn. dei siti minerari L.R.17/91. Rapporti con relativo ente Parco Minerario per Area Fiumedinisi PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dei beni culturali e dell'identità siciliana -Sopr. BBCC-

Dettagli

ONLINE l'integrità d.lgs. 33/2013) Riferimenti normativi su organizzazione e attività. Atti amministrativi generali

ONLINE l'integrità d.lgs. 33/2013) Riferimenti normativi su organizzazione e attività. Atti amministrativi generali Disposizioni generali SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE - PIANIFICAZIONE Macrofamiglie Tipologie di dati Riferimento normativo Denominazione del singolo obbligo

Dettagli

Cittadini. a1) Riferimenti normativi utili. D.Lgs. 22.1.2004, n. 42 e ss.mm.ii. Codice dei Beni culturali e del paesaggio art. 21

Cittadini. a1) Riferimenti normativi utili. D.Lgs. 22.1.2004, n. 42 e ss.mm.ii. Codice dei Beni culturali e del paesaggio art. 21 PRESIDENZA / Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità ASSESSORATO: siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Beni culturali e dell'identità siciliana Servizio Soprintendenza per

Dettagli

Programma per la Trasparenza e l'integrità. Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. 33/2013

Programma per la Trasparenza e l'integrità. Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. 33/2013 Programma per la Trasparenza e l'integrità Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. Programma per la Trasparenza e l'integrità Programma triennale per la trasparenza e l'integrità e relativo stato di attuazione

Dettagli

Riscossione della tariffa fitosanitaria

Riscossione della tariffa fitosanitaria PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI

Dettagli

SCHEDA DI RILEVAZIONE DEI PROCEDIMENTI AD ISTANZA DI PARTE DESTINATI ALLA

SCHEDA DI RILEVAZIONE DEI PROCEDIMENTI AD ISTANZA DI PARTE DESTINATI ALLA SCHEDA DI RILEVAZIONE DEI PROCEDIMENTI AD ISTANZA DI PARTE DESTINATI ALLA PUBBLICAZIONE SUL SITO ISTITUZIONALE DELL AZIENDA NELLA SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ALLA SOTTO-SEZIONE DI I LIVELLO ATTIVITÀ

Dettagli

Obblighi di pubblicazione relativi ai procedimenti amministrativi Art. 35 D.lgs. 33/2013

Obblighi di pubblicazione relativi ai procedimenti amministrativi Art. 35 D.lgs. 33/2013 Obblighi di pubblicazione relativi ai procedimenti amministrativi Art. 35 D.lgs. 33/2013 Settore II Economico Finanziario. Ai sensi dell art. 35 del D.lgs. n. 33/2013 si pubblicano i dati relativi ai procedimenti

Dettagli

Allegato al Piano per la trasparenza e l integrità Categorie di dati ed informazioni da pubblicare

Allegato al Piano per la trasparenza e l integrità Categorie di dati ed informazioni da pubblicare 1 Allegato al Piano per la trasparenza e l integrità Categorie di dati ed informazioni da pubblicare 2 Denominazione sotto-sezione 1 livello (Macrofamiglie) Denominazione sotto-sezione 2 livello (Tipologie

Dettagli

PIANO TRIENNALE DELLA TASPARENZA AFOL EST 2014-2016 aggiornamento al 28.11.2014

PIANO TRIENNALE DELLA TASPARENZA AFOL EST 2014-2016 aggiornamento al 28.11.2014 Programma per la trasparenza e l'integrità art. 10, c. 8, lett. a Programma triennale per la trasparenza e l'integrità e relativo stato di attuazione (art. 10, cc. 1, 2, 3, d.lgs. ) (art. 10, c. 1, ) Attestazioni

Dettagli

Iscrizione nell'anagrafe della Sepel 2013

Iscrizione nell'anagrafe della Sepel 2013 Nome campo Epigrafe Descrizione Iscrizione nell'anagrafe della popolazione residente per immigrazione dall'estero: cittadino dell'unione Europea Breve descrizione del procedimento Riferimenti normativi

Dettagli

CHECKLIST SITI ISTITUZIONALI PER CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA

CHECKLIST SITI ISTITUZIONALI PER CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA CHECKLIST SITI ISTITUZIONALI PER CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA E' stata effettuata la mappatura di verifica dei siti web degli enti competenti nei 38 Comuni capo distretto della Regione Emilia Romagna,

Dettagli

ORDINE ASSISTENTI SOCIALI DELL'EMILIA ROMAGNA

ORDINE ASSISTENTI SOCIALI DELL'EMILIA ROMAGNA ORDINE ASSISTENTI SOCIALI DELL'EMILIA ROMAGNA SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE - PIANIFICAZIONE Macrofamiglie Tipologie di dati Riferimento normativo Denominazione

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE TRIENNIO 2015/2017

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE TRIENNIO 2015/2017 PIANO DI INFORMATIZZAZIONE TRIENNIO 2015/2017 Redatto ai sensi dell articolo 24, comma 3 bis del D.L. 24 giugno 2014, n. 90. I. QUADRO NORMATIVO Il Decreto Legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito in legge

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. 8/2014

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. 8/2014 attività amministrativa - Tipologie di (art.24 c.1 e art.35 c.1 D.Lgs 33/2013) Cessazione dal servizio per qualsiasi causa e provvedimenti 2.giuridica@pro 6 connessi(mantenimento in vincia.en servizio,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Pubblicazione ai sensi dell art. 35 del D.lgs. 33/2013 Aggiornato al 9/maggio/2014 ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATI - DIREZIONE GENERALE RISORSE

Dettagli

Tabella per la pubblicazione dei dati previsti dall All. 1 della Delibera A.N.AC. 50/2013

Tabella per la pubblicazione dei dati previsti dall All. 1 della Delibera A.N.AC. 50/2013 Organizzazione - Organi di indirizzo politico-amministrativo - Organi di indirizzo politico-amministrativo Nome / Cognome Curricula (art. 14, c. 1, lett. b), D. Lgs. n. Compensi di qualsiasi natura connessi

Dettagli

Elenco Protocolli/Accordi/Convenzioni attivi http://www.unimol.it/wp-content/uploads/2014/12/elencoconvenzioni-per-attivita-istituzionale.

Elenco Protocolli/Accordi/Convenzioni attivi http://www.unimol.it/wp-content/uploads/2014/12/elencoconvenzioni-per-attivita-istituzionale. TABELLA PROCEDIMENTI - UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL MOLISE- AMMINISTRAZIONE GENERALE. Amministrazione trasparente - pubblicazione dei dati relativi ai procedimenti amministrativi (D.lgs. 33/2013) Tipologia

Dettagli

BENI E SERVIZI) SERVIZIO DI PROTEZIONE E PREVENZIONE OGGETTO DEL PROCEDIMENTO (descrizione)

BENI E SERVIZI) SERVIZIO DI PROTEZIONE E PREVENZIONE OGGETTO DEL PROCEDIMENTO (descrizione) DIREZIONE GENERALE DEGLI AFFARI GENERALI E DEL TIPOLOGIE DI LOGISTICA DEL DICASTERO, FUNZIONAMENTO (ACQUISTI BENI E SERVIZI) SERVIZIO DI PROTEZIONE E PREVENZIONE OGGETTO DEL (descrizione) RMATIVA DI RIFERIMENTO

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA TRIENNALE DELLA TRASPARENZA E DELL INTEGRITA ALLEGATO 1. Contenuti dell obbligo

COMUNE DI CARMIANO PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA TRIENNALE DELLA TRASPARENZA E DELL INTEGRITA ALLEGATO 1. Contenuti dell obbligo COMUNE DI CARMIANO PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA TRIENNALE DELLA TRASPARENZA E DELL INTEGRITA ALLEGATO 1 Denominazione dell obbligo Atti amministrativi generali Burocrazia Zero Consulenti e collaboratori

Dettagli

ALLEGATO 1 PROGRAMMA TRIENNALE DI TRASPARENZA E INTEGRITA' DELL'AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME SERCHIO - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI

ALLEGATO 1 PROGRAMMA TRIENNALE DI TRASPARENZA E INTEGRITA' DELL'AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME SERCHIO - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI ALLEGATO 1 PROGRAMMA TRIENNALE DI TRASPARENZA E INTEGRITA' DELL'AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME SERCHIO - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI Denominazione sottosezione Programma per la Trasparenza

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI SIRACUSA Avvocatura TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI ART. 8 D.Lgs. n. 33/2013

PROVINCIA REGIONALE DI SIRACUSA Avvocatura TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI ART. 8 D.Lgs. n. 33/2013 PROVINCIA REGIONALE DI SIRACUSA Avvocatura TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI ART. 8 D.Lgs. n. 33/2013 Denominazione procedimento Autorizzazione a stare in giudizio Descrizione del procedimento con

Dettagli

Settore affari generali e istituzionali / Gestione risorse umane

Settore affari generali e istituzionali / Gestione risorse umane Ris.01 A1) Breve descrizione del procedimento Richiesta di autorizzazione allo svolgimento di attività extra-istituzionale da parte dei dipendenti del Comune di Rubiera A2) Indicazione di tutti i riferimenti

Dettagli

Determina Servizi Sociali ed Educativi/0000042 del 04/02/2013

Determina Servizi Sociali ed Educativi/0000042 del 04/02/2013 Comune di Novara Determina Servizi Sociali ed Educativi/0000042 del 04/02/2013 Area / Servizio Servizi Sociali Educativi (23.UdO) Proposta Istruttoria Unità Servizi Sociali Educativi (23.UdO) Proponente

Dettagli

Alla PROVINCIA DI CUNEO Area Viabilità Ufficio Nulla Osta Gare Corso Nizza, 21 CUNEO. Alla PREFETTURA DI CUNEO UFFICIO TERRITORIALE DEL GOVERNO CUNEO

Alla PROVINCIA DI CUNEO Area Viabilità Ufficio Nulla Osta Gare Corso Nizza, 21 CUNEO. Alla PREFETTURA DI CUNEO UFFICIO TERRITORIALE DEL GOVERNO CUNEO Modulo valido solo per le manifestazioni sportive motoristiche (auto e moto) a carattere competitivo da presentare almeno 30 gg. prima della data prevista per la gara. GARE 03 V_1_2012 Marca da bollo 09.07/000002

Dettagli

0574/534439 417 (Ing. F.Agostini Dott. C.Renzi) Fax. 0574/534281 e-mail: motorizzazione@provincia.prato.it; fagostini@provincia.prato.

0574/534439 417 (Ing. F.Agostini Dott. C.Renzi) Fax. 0574/534281 e-mail: motorizzazione@provincia.prato.it; fagostini@provincia.prato. Amministrazione Trasparente Servizi erogati - Carta dei servizi e Standard di qualità art.32 c.1 D.Lgs.33/2013 > Iscrizione Albo Autotrasportatori di cose per conto di terzi > Licenze per l autotrasporto

Dettagli

CITTÀ DI NARNI. Rilascio autorizzazione per ascensori e montacarichi

CITTÀ DI NARNI. Rilascio autorizzazione per ascensori e montacarichi CITTÀ DI NARNI Indirizzo Rilascio autorizzazione per ascensori e montacarichi Presentazione istanza dell interessato all Ufficio protocollo; verifica regolarità documentazione allegata e istruzione pratica;

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute Roma,5 dicembre 2007 Assobiomedica Sua Sede Consobiomed Sua Sede e p.c. Assessorati alla Sanità delle Regioni e delle Province autonome di Trento e Bolzano Loro Sedi Comitati etici

Dettagli

Tipologie di procedimento ai sensi dell'art. 35, comma 1, del d.lgs. 33/2013

Tipologie di procedimento ai sensi dell'art. 35, comma 1, del d.lgs. 33/2013 Breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili. Unità organizzativa responsabile dell istruttoria. Responsabile del procedimento, unitamente ai recapiti telefonici

Dettagli

Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010

Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010 Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010 Procedura di certificazione del credito finalizzata alla cessione pro-soluto (Art. 9, comma 3-bis del D.L. 29 novembre 2008, n. 185, art. 9, convertito con

Dettagli

D. LGS. N.33/2013: ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI DENOMINAZIONE SOTTO-SEZIONE LIVELLO 1 (macrofamiglia) DISPOSIZIONI GENERALI

D. LGS. N.33/2013: ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI DENOMINAZIONE SOTTO-SEZIONE LIVELLO 1 (macrofamiglia) DISPOSIZIONI GENERALI Delibera 2015/0000003 del 28/01/2015 (Allegato) Pagina 1 di 32 D. LGS. N.: ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE VIGENTI DISPOSIZIONI GENERALI Atti generali SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI, VANTAGGI

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti CIRCOLARE 1 marzo 2006, n.344 OGGETTO: Nuovo codice della strada - Art. 9. Competizioni motoristiche su strada. Circolare relativa al programma delle gare

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA TUTELA DEL TERRITORIO E DELLE RISORSE IDRICHE

DIREZIONE GENERALE PER LA TUTELA DEL TERRITORIO E DELLE RISORSE IDRICHE GESTIONE AMMINISTRATIVA CONTABILE RISORSE FINANZIARIE RMATIVA DI RIFERIMENTO RME CONTABILITA', LEGGE DI BILANCIO DIV. I Finanza, controllo interno e supporto AVV. ANNACLAUDIA SERVILLO TELEFO TEL 06.5722.5179

Dettagli

ALLEGATO 2 DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITÀ

ALLEGATO 2 DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITÀ ALLEGATO 2 DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITÀ Programma per la Trasparenza e l'integrità Art. 10 Programma per la trasparenza e l'integrità. 5 anni Annuale Art. 12 Riferimenti normativi

Dettagli

COMUNE DI USSANA. Area Tecnica. DETERMINAZIONE N. 306 in data 20/11/2013

COMUNE DI USSANA. Area Tecnica. DETERMINAZIONE N. 306 in data 20/11/2013 COMUNE DI USSANA Area Tecnica DETERMINAZIONE N. 306 in data 20/11/2013 OGGETTO: Affidamento in economia mediante procedura di cottimo fiduciario interventi di manutenzione straordinaria e messa a punto

Dettagli

Determinazione dirigenziale

Determinazione dirigenziale SETTORE GESTIONE E SVILUPPO DEL PATRIMONIO --- SERVIZIO AMMINISTRATIVO Determinazione dirigenziale Registro Generale N. 317 del 20/11/2014 Registro del Settore N. 97 del 19/11/2014 Oggetto: Noleggio servizio

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Originale Nr. GENERALE 1389 SETTORE Settore Welfare Cittadino NR. SETTORIALE 157 DEL 19/12/2014 OGGETTO: AFFIDAMENTO DIRETTO ALL AGENZIA BASS CULTURE PER IL SERVIZIO DI REALIZZAZIONE

Dettagli

Nominativo del responsabile Maria Teresa Albiani

Nominativo del responsabile Maria Teresa Albiani SCHEDA DI RILEVAZIONE DEI PROCEDIMENTI ADOTTATI DALLE STRUTTURE ORGANIZZATIVE AZIENDALI COMPILARE PER CIASCUN PROCEDIMENTO INDIVIDUATO CON NUMERO PROGRESSIVO Struttura organizzativa UO Gestioni Economiche

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI Approvato con Deliberazione del Consiglio Provinciale n. 511031/2004 del 01/03/2005 Preambolo IL CONSIGLIO PROVINCIALE Visto l art. 117, comma

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Prot. n. 02/ALBO/CN 11 SETTEMBRE 2013 Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI Deliberazione 11 settembre 2013 Regolamento per la gestione telematica

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Codifica adempimenti L.R. 15/08 (trasparenza) Ufficio istruttore Direzione Amministrativa Tipo materia Attività negoziale Misura/Azione No Privacy No Pubblicazione

Dettagli

Settore pianificazione, edilizia e ambiente / edilizia e urbanistica

Settore pianificazione, edilizia e ambiente / edilizia e urbanistica Scheda di rilevazione dei procedimenti amministrativi (art. 35, comma 1, del d.lgs. 33/2013) Urb.01 A1) Breve descrizione del procedimento accesso con rilascio di attestazione di copia conforme di atti

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. Nr. GENERALE 1340 SETTORE Settore Programmazione Economico Finanziario e Fiscalità NR. SETTORIALE 59 DEL 17/12/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. Nr. GENERALE 1340 SETTORE Settore Programmazione Economico Finanziario e Fiscalità NR. SETTORIALE 59 DEL 17/12/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Originale Nr. GENERALE 1340 SETTORE Settore Programmazione Economico Finanziario e Fiscalità NR. SETTORIALE 59 DEL 17/12/2014 OGGETTO: FORNITURA ARREDI ED ATTREZZATURE PER IL

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA IL MINISTERO

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE AI CONTRIBUTI A FAVORE DEGLI INVESTIMENTI NEL SETTORE DELL AUTOTRASPORTO DI MERCI PER L ANNO 2015

DOMANDA DI AMMISSIONE AI CONTRIBUTI A FAVORE DEGLI INVESTIMENTI NEL SETTORE DELL AUTOTRASPORTO DI MERCI PER L ANNO 2015 ALLEGATO 1 Modello di domanda da compilare in stampatello, e da recapitare tramite raccomandata A.R., ovvero mediante consegna a mano. DOMANDA DI AMMISSIONE AI CONTRIBUTI A FAVORE DEGLI INVESTIMENTI NEL

Dettagli

Contatti telefonici; posta elettronica; sito istituzionale; posta ordinaria;

Contatti telefonici; posta elettronica; sito istituzionale; posta ordinaria; ELENCO ATTIVITA' E PROCEDIMENTI CON PROVVEDIMENTI DIRIGENZIALI può essere sostituito da una ) breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili ) unità organizzative

Dettagli

COMUNE DI USSANA. Area Giuridica. DETERMINAZIONE N. 316 in data 23/12/2015

COMUNE DI USSANA. Area Giuridica. DETERMINAZIONE N. 316 in data 23/12/2015 COMUNE DI USSANA Area Giuridica DETERMINAZIONE N. 316 in data 23/12/2015 OGGETTO: Acquisizione di servizi mediante ricorso al mercato elettronico della pubblica amministrazione. Acquisizione espansione

Dettagli

COMUNE DI RUBIERA (Provincia di Reggio Emilia) C O P I A

COMUNE DI RUBIERA (Provincia di Reggio Emilia) C O P I A (Provincia di Reggio Emilia) C O P I A DELIBERAZIONE DELLA N. 167 DEL 01/12/2009. OGGETTO: CRITERI E MODALITA' DI EROGAZIONE DEGLI INCENTIVI PER LA TRASFORMAZIONE A METANO O GPL DI AUTOVEICOLI E MOTOVEICOLI

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE COMUNE DI ANCONA DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE del 03/03/2014 N. 373 UFFICIO COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE, STAMPA, URP Oggetto : Atto di impegno di spesa. AFFIDAMENTO STAMPA NUMERI UTILI DEL COMUNE DI ANCONA

Dettagli

MinisterodelloSviluppoEconomico

MinisterodelloSviluppoEconomico MinisterodelloSviluppoEconomico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 24 settembre 2014, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

COMUNE DI AURANO Provincia del Verbano Cusio Ossola

COMUNE DI AURANO Provincia del Verbano Cusio Ossola COMUNE DI AURANO Provincia del Verbano Cusio Ossola D E T E R M I N A Z I O N E N. 22 Data: 27/10/2015 OGGETTO: AFFIDAMENTO INCARICO MEDIANTE RICORSO AL MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

COMUNE DI CALCIO Provincia di Bergamo

COMUNE DI CALCIO Provincia di Bergamo COMUNE DI CALCIO Provincia di Bergamo AREA AFFARI GENERALI COPIA DETERMINAZIONE N.6/ 2 DEL 09/01/2015 OGGETTO: AFFIDAMENTO DIRETTO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA - NR. 5 CASELLE PEC PER

Dettagli

CITTÀ DI NARNI CONCESSIONE LOCULI CINQUANTENNALI

CITTÀ DI NARNI CONCESSIONE LOCULI CINQUANTENNALI CITTÀ DI NARNI Denominazione procedimento CONCESSIONE LOCULI CINQUANTENNALI Potere sostitutivo in caso di inerzia Segretario generale - avv. Paolo Chieruzzi - 0744747214 segretariogenerale@comune.narni.tr.it

Dettagli

considerati i nuovi criteri approvati dalla succitata D.G.R. n. 17-6775 del 28/11/2013;

considerati i nuovi criteri approvati dalla succitata D.G.R. n. 17-6775 del 28/11/2013; REGIONE PIEMONTE BU28 10/07/2014 Codice DB1810 D.D. 22 aprile 2014, n. 216 L.r. 36/00 "Riconoscimento e valorizzazione delle associazioni turistiche pro loco" art. 6 Approvazione della "scheda di rendicontazione

Dettagli

Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012

Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012 Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012 Modalità di certificazione del credito, anche in forma telematica, di somme dovute per somministrazione, forniture e appalti da parte delle amministrazioni dello

Dettagli

Città di Somma Vesuviana

Città di Somma Vesuviana Città di Somma Vesuviana Provincia di Napoli Ufficio di Stato Civile - Posizione Organizzativa n.1 Separazione e divorzio (consensuali) DESCRIZIONE - COS'È - CHI PUÒ FARE LA RICHIESTA - MODALITÀ I coniugi

Dettagli

Procedimenti amministrativi 1

Procedimenti amministrativi 1 Scheda di rilevazione dei procedimenti amministrativi (art. 35, comma 1, del D.Lgs. 33/2013) Soc.01 A1) Breve descrizione del procedimento ASSEGNO DI CURA PER ANZIANI. su richiesta del cittadino, viene

Dettagli

COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE: DIREZIONE CONTRATTI E ATTI AMMINISTRATIVI OPERE PUBBLICHE

COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE: DIREZIONE CONTRATTI E ATTI AMMINISTRATIVI OPERE PUBBLICHE COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE: DIREZIONE CONTRATTI E ATTI AMMINISTRATIVI OPERE PUBBLICHE DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE (Decreto legislativo 18 Agosto 2000, n. 267 Regolamento di contabilità art. 33) OGGETTO:

Dettagli

1. Normativa riferita all attività di noleggio autobus con conducente e allo sportello unico attività produttive.

1. Normativa riferita all attività di noleggio autobus con conducente e allo sportello unico attività produttive. Oggetto: Attività di trasporto viaggiatori effettuato mediante noleggio di autobus con conducente. L.R. n. 21/2005, L.R. n. 3/2008 art. 1, commi 16-32 - Sportello Unico per le Attività Produttive. Procedimento

Dettagli

Linee Guida Direttive di organizzazione e di funzionamento dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP)

Linee Guida Direttive di organizzazione e di funzionamento dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) Linee Guida Direttive di organizzazione e di funzionamento dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) Premesse DEFINIZIONI Ai fini delle presenti direttive: per Regione s intende la Regione

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 308/2013

DETERMINAZIONE N. 308/2013 COMUNE DI PAVIA DI UDINE Provincia di Udine w w w. c o m u n e. p a v i a d i u d i n e. u d. i t AREA TECNICA E GESTIONE DEL TERRITORIO Piazza Julia, 1-33050 Lauzacco C. F. e P. I. V. A. 0 0 4 6 9 8 9

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Codifica adempimenti L.R. 15/08 (trasparenza) Ufficio istruttore Direzione Amministrativa Tipo materia Attività negoziale Misura/Azione No Privacy No Pubblicazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SPESE ECONOMALI, DI PRONTA CASSA E DELL UTILIZZO DELLE CARTE DI CREDITO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SPESE ECONOMALI, DI PRONTA CASSA E DELL UTILIZZO DELLE CARTE DI CREDITO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SPESE ECONOMALI, DI PRONTA CASSA E DELL UTILIZZO DELLE CARTE DI CREDITO Indice TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art.1 Ambito di applicazione Art. 2 Definizioni TITOLO

Dettagli

SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI. Carta dei Servizi

SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI. Carta dei Servizi SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI Carta dei Servizi Sommario 1. Introduzione... 3 2. Obiettivi... 4 3. Attività e destinatari... 4 Le competenze specifiche dell Ufficio Toponomastica sono:... 4 Denominazione

Dettagli

Semplificazione degli adempimenti per l'adeguamento alla normativa sulla Privacy

Semplificazione degli adempimenti per l'adeguamento alla normativa sulla Privacy Semplificazione degli adempimenti per l'adeguamento alla normativa sulla Privacy Approssimandosi la scadenza per il rinnovo annuale del DPS (Documento programmatico sulla Sicurezza) è utile sapere che

Dettagli

AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO Determinazione nr. 1424 Trieste 09/05/2014 Proposta nr. 436 Del 09/05/2014

AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO Determinazione nr. 1424 Trieste 09/05/2014 Proposta nr. 436 Del 09/05/2014 AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO Determinazione nr. 1424 Trieste 09/05/2014 Proposta nr. 436 Del 09/05/2014 Oggetto: Regolamento di cui agli artt. 29, 30, 31, 32, 33 e 48 L. R.

Dettagli

Comunedi Bassano del Grappa

Comunedi Bassano del Grappa Comunedi Bassano del Grappa DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Registro Unico 1181 / 2015 Area A1 - Area Risorse, Sviluppo OGGETTO: ACQUISIZIONE TRAMITE MEPA DI PILE AAA (CIG: Z2B15FF6F1) IL D I R I G E N T E

Dettagli

C O M U N E D I C U R I N G A

C O M U N E D I C U R I N G A C O M U N E D I C U R I N G A (Provincia di Catanzaro) R.G. n. 277 del 01/07/2014 AREA FINANZIARIA DETERMINAZIONE N. 19 del 30.06.2014 OGGETTO : Anticipazioni di liquidità, ai sensi dell art. 13, comma

Dettagli

NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 81 6 maggio 2015

NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 81 6 maggio 2015 Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 81 6 maggio 2015 Oggetto : Presa d'atto degli esiti delle convenzioni stipulate rispettivamente con la Camera di Commercio

Dettagli

RICHIESTA DI ADESIONE AL BANDO PER I VENDITORI DI AUTOVEICOLI (sostitutiva dell'atto di notorietà art. 47 DPR 28.12.2000 n. 445)

RICHIESTA DI ADESIONE AL BANDO PER I VENDITORI DI AUTOVEICOLI (sostitutiva dell'atto di notorietà art. 47 DPR 28.12.2000 n. 445) BANDO DI ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI PER LA SOSTITUZIONE DI MEZZI INQUINANTI CON VEICOLI A MINORE IMPATTO ALLEGATO 3 Modulistica per l adesione al bando dei venditori di autovetture e degli installatori di

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Originale Nr. GENERALE 684 SETTORE Settore Welfare Cittadino NR. SETTORIALE 164 DEL 12/06/2015 OGGETTO: IMPEGNO DI SPESA DI 450,00 PER STAMPA MANIFESTI. Copia cartacea della

Dettagli

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli - COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli Determinazione n. 28 del 01-02-2016 Registro Generale delle Determinazioni Repertorio Ragioneria n. 28 del 27-01-2016 Determinazione n. 6 del 21-01-2016 Settore

Dettagli

Dirigente dell'area Comune di Jesi Sviluppo Risorse Piazza Umane e Indipendenza,1 Organizzazione Jesi Capobianco Roberto

Dirigente dell'area Comune di Jesi Sviluppo Risorse Piazza Umane e Indipendenza,1 Organizzazione Jesi Capobianco Roberto RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Denominazione Normativa di riferimento Modalità di avvio del procedimento U.O. responsabile istruttoria Nominativo Sede Tel Fax E-mail PEC ACCESSO ATTI CITTADINI Art. 10 del

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. Nr. GENERALE 1156 SETTORE Settore Programmazione Economico Finanziario e Fiscalità NR. SETTORIALE 114 DEL 19/10/2015

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. Nr. GENERALE 1156 SETTORE Settore Programmazione Economico Finanziario e Fiscalità NR. SETTORIALE 114 DEL 19/10/2015 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Originale Nr. GENERALE 1156 SETTORE Settore Programmazione Economico Finanziario e Fiscalità NR. SETTORIALE 114 DEL 19/10/2015 OGGETTO: FORNITURA DI N.50 ORE DI FORMAZIONE ON

Dettagli

OGGETTO: Procedure di riconoscimento delle officine installatrici di limitatori di velocità.

OGGETTO: Procedure di riconoscimento delle officine installatrici di limitatori di velocità. DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI Direzione generale per la Motorizzazione Prot. n. 2580M368 Allegati n. 4 Roma, 23.05.2005 OGGETTO: Procedure di riconoscimento delle officine installatrici di limitatori

Dettagli

C O M U N E D I G A I B A Provincia di Rovigo

C O M U N E D I G A I B A Provincia di Rovigo C O M U N E D I G A I B A Provincia di Rovigo UF F I C I O D E L SEGRET A R I O C O M U N A L E PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI

Dettagli

Servizio Centro Unico Gare ed espropri, Sistemi Informativi e Statistica C.U.G. e S.I. - Ufficio Sistemi Informativi

Servizio Centro Unico Gare ed espropri, Sistemi Informativi e Statistica C.U.G. e S.I. - Ufficio Sistemi Informativi Servizio Centro Unico Gare ed espropri, Sistemi Informativi e Statistica C.U.G. e S.I. - Ufficio Sistemi Informativi DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE CON IMPEGNO DI SPESA Determinazione n 689 del 24/02/2014

Dettagli

COMUNE DI FOGLIZZO DETERMINAZIONE : UFFICIO RAGIONERIA REGISTRO GENERALE N. : 201. Responsabile del Servizio : DOTT.SSA CLELIA PAOLA VIGORITO

COMUNE DI FOGLIZZO DETERMINAZIONE : UFFICIO RAGIONERIA REGISTRO GENERALE N. : 201. Responsabile del Servizio : DOTT.SSA CLELIA PAOLA VIGORITO ESTRATTO Provincia di Torino COMUNE DI FOGLIZZO DETERMINAZIONE : UFFICIO RAGIONERIA REGISTRO GENERALE N. : 201 Responsabile del Servizio : DOTT.SSA CLELIA PAOLA VIGORITO N. 124 OGGETTO : AFFIDAMENTO SERVIZIO

Dettagli

Fatturazione Elettronica e CAD

Fatturazione Elettronica e CAD Fatturazione Elettronica e CAD Agenzia per l Italia Digitale fabio.massimi@agid.gov.it Processo fatturazione elettronica PA Sistema di Interscambio OPERATORI ECONOMICI INTERMEDIARI INTERMEDIARI PA Fattura

Dettagli

DOMANDA DI AGEVOLAZIONE SUL FINANZIAMENTO DELLA PARTECIPAZIONE IN IMPRESE ALL ESTERO AI SENSI DELL ART. 2, COMMA 7, DELLA LEGGE 19/91 (*)

DOMANDA DI AGEVOLAZIONE SUL FINANZIAMENTO DELLA PARTECIPAZIONE IN IMPRESE ALL ESTERO AI SENSI DELL ART. 2, COMMA 7, DELLA LEGGE 19/91 (*) Riferimento SIMEST.. (a cura del destinatario) SIMEST SPA DIPARTIMENTO AGEVOLAZIONI CORSO VITTORIO EMANUELE II, N.323 00186 R O M A DOMANDA DI AGEVOLAZIONE SUL FINANZIAMENTO DELLA PARTECIPAZIONE IN IMPRESE

Dettagli

COMUNE DI BIBIANA Provincia di Torino Via Cavour, 2 10060 Tel 0121 55723 / 559197 - Fax 0121 55888

COMUNE DI BIBIANA Provincia di Torino Via Cavour, 2 10060 Tel 0121 55723 / 559197 - Fax 0121 55888 COMUNE DI BIBIANA Provincia di Torino Via Cavour, 2 10060 Tel 0121 55723 / 559197 - Fax 0121 55888 Approvato con determinazione del Responsabile del Personale n. 4 (Reg. Gen. 77) del 01/04/2015 Tel. 0121

Dettagli

CITTA' DI CASTEL MAGGIORE

CITTA' DI CASTEL MAGGIORE CITTA' DI CASTEL MAGGIORE Provincia di Bologna SERVIZI FINANZIARI RAGIONERIA DETERMINAZIONE FIN / 99 Del 19/11/2015 OGGETTO: NUOVA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA PER ILLUMINAZIONE PUBBLICA VIA DI VITTORIO

Dettagli

Regolamento Isvap n. 24 del 19 maggio 2008

Regolamento Isvap n. 24 del 19 maggio 2008 Regolamento Isvap n. 24 del 19 maggio 2008 1 Oggetto - 1 Il Regolamento disciplina: a) la proposizione e la gestione dei reclami presentati all ISVAP dalle persone fisiche e giuridiche dalle associazioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 Modalità per l accreditamento e la vigilanza sui soggetti pubblici e privati che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici di cui all'articolo 44-bis,

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. Nr. GENERALE 239 SETTORE Settore Affari Generali - U.A. Comando Polizia Municipale NR. SETTORIALE 19 DEL 15/03/2016

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. Nr. GENERALE 239 SETTORE Settore Affari Generali - U.A. Comando Polizia Municipale NR. SETTORIALE 19 DEL 15/03/2016 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Originale Nr. GENERALE 239 SETTORE Settore Affari Generali - U.A. Comando Polizia Municipale NR. SETTORIALE 19 DEL 15/03/2016 OGGETTO: SPESE PER AFFRANCATURA VERBALI DI ACCERTAMENTO

Dettagli

Nota informativa sulla Firma Grafometrica.

Nota informativa sulla Firma Grafometrica. Nota informativa sulla Firma Grafometrica. Documento predisposto da Eurizon Capital SGR S.p.A. ai sensi dell articolo 57 commi 1 e 3 del DPCM 22.2.2013, riguardante la firma elettronica avanzata. 1. Premessa

Dettagli