Bimestrale dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Monza e della Brianza

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bimestrale dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Monza e della Brianza"

Transcript

1 agosto/settembre 2009 e 5,00 B U S I N E S S Bimestrale dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Monza e della Brianza numero motori stili di vita dal territorio arte e cultura argomenti personaggi Dario Allevi Giuseppe Fontana Tutti i numeri della crisi Norme e usi del credito documentario Associazione culturale musicale Ettore Pozzoli Distretto High Tech della Brianza Il museo storico scomparso Sapori Usa made in Italy Rolex Air King Lexus RX 450h 33 Bollettino dell ODCEC di Monza e della Brianza Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. In L. 27/02/2004 n.46) art.1, comma 1, DCB Milano DOTCOM EDIZIONI

2 All avanguardia della tecnica Una delle poche cose che può toccare la vostra Audi a parte noi. Servizio Carrozzeria Audi. Ricambi originali, attrezzature specifiche, conoscenza approfondita di ogni singolo dettaglio costruttivo e personale formato e aggiornato su tutti i modelli. Se desiderate che il valore della vostra Audi resti immutato nel tempo, le uniche mani a cui affidarla sono le nostre. Audi Service Lombarda Motori 2 S.p.A. Viale Sicilia, MONZA (MI) Tel

3 La rivista dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Monza e della Brianza N. 33 agosto/settembre 2009 IN COPERTINA Se riesci a vedere il silenzio e sentire la musica di quella tromba, ti riempi di ricordi e indimenticabili emozioni. Angelo di Santa Maria del Carrobiolo - Monza (serie Monza da scoprire ) dettaglio del quadro fotografico di Ludovico Gilberti (stampa su canvas 120x120 cm) visual designer: Fanny Abbà EDITORE DOTCOM EDIZIONI Srl Redazione e Amministrazione Via Londonio 22, Milano Tel Fax DIRETTORE EDITORIALE Gilberto Gelosa Presidente dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Monza e della Brianza DIRETTORE RESPONSABILE Alfonso Giambelli COMITATO DI REDAZIONE Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Monza e della Brianza Rosanna Ferrandino Guido Ferraro Aldo Grasso Marco Malacrida Chiara Mazza Paolo Meago Greta Meli Aldo Polito Maria Isa Suanno Massimo Trolese AREA ECONOMICA Antonio Sonzini IN REDAZIONE Caterina Carpitella Matteo De Donatis Marina Lefebvre Giusi Mastrolilli grafica Francesca Forte COORDINAMENTO PUBBLICITÁ Riccardo Fiorina PUBBLICITÁ Leonardo Cereda Regina D Andolfo Claudio Fiori STAMPA Arti Grafiche G. Vertemati Srl Via Bergamo Vimercate MI Registrazione Tribunale di Milano n.126 dell 8 marzo 2004 SOMMARIO 7 EDITORIALE Palindromie d estate 8 PRIMO PIANO Parla Dario Allevi, primo presidente della provincia di Monza e Brianza 12 FOCUS Così la Brianza resiste alla crisi 18 INTERVENTI Intervista a Giuseppe Fontana, presidente di Confindustria Lombardia 22 PROMOS MERCATO GLOBALE Modelli di trasferibilità della lettera di credito 25 SPAZIO REGIONE Per l auto una tecnologia che ama l ambiente 26 NON PROFIT La Brianza suona con Ettore Pozzoli 28 ASSOCIAZIONI E CATEGORIE Il distretto High Tech della Brianza 30 VITA DELL ORDINE I dati del Rapporto 2008 sull Albo dei commercialisti 32 DALL ASSOCIAZIONE CULTURALE Un modo nuovo per qualificare l attività professionale 34 NEWS 36 LIONS CLUB I magnifici sette angeli della città 38 ROTARY INTERNATIONAL Un progetto virtuoso divenuto realtà 40 SPORTING CLUB MONZA Vita in circolo tra storia e cronaca 42 ECONOMIA E FINANZA Una forbice intelligente per tagliare i costi dello studio 44 ARTE E CULTURA La città, la Villa e il museo storico scomparso 48 STILI DI VITA Rolex Air King il re dell aria 50 DAL TERRITORIO Sapori Usa made in Italy 52 MOTORI La nuova Lexus RX 450h, tre auto una sola vettura 55 GLI ISCRITTI ALL ORDINE 66 CHI RICEVE BRIANZA BUSINESS

4 C ONTEMPORARY HOME. Tisettanta Spa via Tofane 37, Giussano (MI) Italy T tisettanta.com SHOWROOM MILANO: Tisettanta Flagship Store Milano via Pietro Mascagni 1, Milano T SHOWROOM TORINO: Tisettanta Flagship Store Torino via Vittorio Emanuele ang. F.lli Calandra 23G, Torino (TO) T

5 P60 design Paolo Piva AD Dimore - Ph. Beppe Raso SHOWROOM LONDRA: Tisettanta Ltd. 11 Grosvenor Street, London W1K 4QB Tel tisettanta.co.uk

6

7 Edi t o r i a l e Palindromie d estate di gilberto gelosa* L attuale momento storico può essere definito palindrome, nel senso che letto da destra o da sinistra, visto dall alto oppure dal basso, non si modifica. Palindromia è un termine che in italiano non esiste, di cui mi assumo la responsabilità e che non piacerà sicuramente agli amanti del vocabolario della crusca, ma che di questi tempi assume una concreta efficacia. Al contrario alcuni vocaboli possono essere correttamente definiti palindromi nel senso che possono essere letti indifferentemente da sinistra a destra oppure da destra a sinistra essendo composti dalle medesime lettere: ad esempio aveva, ossesso, ingegni, otto, ere oppure il famoso complesso svedese degli anni settanta, gli Abba. Con l aggettivo nuovo si intende definire una situazione nuova, ma che la situazione sia nuova l ho raccontato e ripetuto in precedenti numeri ed editoriali. L unica novità di rilievo che impone invece una riflessione è il fatto che i problemi dell oggi, da qualunque punto di osservazione si analizzino, non permettono di trovare una via d uscita, come le parole palindrome. Pertanto sarebbe necessario uscire dagli schemi come avviene con i vocaboli normali e non con quelli palindromi che per loro natura sono irreggimentati. Sostanzialmente, oggi, è come se ci si guardasse allo specchio, si parlasse con se stessi, non si trovassero sbocchi per uscire dalla gabbia in cui ci sentiamo chiusi. Ma le palindromie dell oggi non si limitano alla situazione dei mercati: sono in generale caratterizzazioni legate a un cambiamento di valori e di opportunità di cui anche il più attento osservatore non riesce a definire i contorni e i percorsi. Palindroma può essere la politica che si avvita su se stessa: è nata una nuova provincia, si sta formando una nuova giunta, i problemi sono quelli più che decennali, il presidente è nuovo sotto ogni profilo, ma sembra che gli altri uomini provengano da un lontano passato e lontane logiche prive di innovazione. Speriamo in bene (ma vedasi al proposito Luigi Losa in Il Cittadino del 18/06). Palindroma è anche una situazione che mi è occorsa negli ultimi tempi. Ho personalmente inviato a tutti gli iscritti all Ordine un forte invito a partecipare all incontro coi candidati presidenti della provincia e al convegno a favore dell Abruzzo. Non mi aspettavo una folla ai due eventi, ma neanche che tante personali inviate il 22 maggio fossero lette addirittura il 16 giugno (oppure che dopo un po di tempo l informatica evidenziasse la mancata lettura). Ciò significa che anche nell ambito della professione ci si sta avvitando (nulla di personale ovviamente, ma ricordo un ben lontano editoriale del Bollettino dell Ordine scritto da Luigi Motta in cui invitava i colleghi «a ridarsi del tu» e a «rispondersi cortesemente e direttamente»: da allora la situazione mi sembra peggiorata). Palindroma è la lettura che continua a essere data alla formazione professionale continua non vissuta come un segno di distinzione e di appartenenza (un quid pluris, insomma) ma come coercizione da parte di una oligarchia. Gli oligarchi, se ve ne sono, passano, speriamo non passino anche gli ordini. Palindroma, infine, è la crisi economica: e qui mi sembra tutto chiaro perché la famosa catena di Sant Antonio si è rotta (come sempre è successo nella storia). Ciò che non mi è chiaro è invece perché ogni giorno non si riesca a uscire in tutti gli ambiti in cui operiamo ivi incluso quello originale della famiglia da uno sterile meccanismo che partendo da destra o da sinistra si ritrova senza costrutto a sinistra o a destra, come le parole palindrome, che hanno la caratteristica del giochino e del ripetersi. Forte è quindi l invito, durante la stagione balneare, a tutti i colleghi per una riflessione sul proprio narcisismo, sulla necessità di abbandonare gli schemi naturali a cui si è abituati e che arrivano dal passato e che si legano a una fase storica che, abusando linguisticamente di un termine in modo improprio, posso definire l era palindroma. Buone vacanze a tutti.n *presidente dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Monza e della Brianza 7

8 Pri m o Pi a n o Parla Dario Allevi, primo presidente della provincia di Monza e Brianza Una provincia nuova che sarà modello per tutti Le priorità sono davvero molte. In primo luogo per competenza provinciale sono maggiormente importanti i temi della mobilità, delle infrastrutture e del trasporto pubblico di Marco Malacrida Nella foto: Dario Allevi L articolazione politica della neonata istituzione non è ancora completa, ma il suo primo presidente, Dario Allevi, ha le idee molto chiare e le illustra a Brianza Business. D. Qual è la sua idea di provincia in termini concreti? R. La vedo come una struttura intermedia che possa dare vita a una rete insieme ai 50 comuni che attualmente fanno parte della nuova realtà istituzionale e che mi augo diventino presto 55. L obiettivo del nuovo livello intermdio è quello di ascoltare, e laddove possibile, risolvere le istanze che partono dal territorio. Sinora infatti la Brianza è stata considerata semplicemente come periferia di Milano, senza riconoscere adeguatamente la nostra importanza economica, sociale e produttiva. La sfida che ci attende, però, è quella di creare non una nuova provincia bensì una provincia nuova, quindi una realtà diversa da quelle esistenti ora sul palcoscenico nazionale. La nuova realtà istituzionale non dovrà essere considerata, e soprattutto non dovrà essere, un nuovo carrozzone, ma dovrà essere un soggetto che possa rispondere alle esigenze di una comunità di oltre abitanti attraverso una struttura snella, efficiente e aperta alle istanze. Mi piace pensare che, quando tutto sarà a pieno regime, la nuova realtà venga considerata un eccellenza alla quale tutte le altre province guarderanno come a un modello. Vogliamo promuovere un modo nuovo di interpretare l istituzione al fine di meglio rispondere alle richieste che partono dal territorio. Le recenti discussioni sull utilità delle provincie ci impongono di vincere questa grande sfida, dimostrando con i fatti quale 8

9 possa essere il contributo della nuova istituzione. Come presidente della Provincia porterò con me l esperienza maturata in questi anni come vicesindaco, nei quali mi sono messo a completa disposizione dei cittadini e insieme alla nuova Giunta cercherò di dare dall alto l impulso alla creazione di un ente a disposizione dei cittadini. D. L iter di formazione della nuova provincia richiede molto tempo e molto lavoro; quanto di ciò che è stato sinora fatto può essere conservato e quanto deve essere modificato? R. I cinque anni di traghettamento sono stati caratterizzati da un intensa attività preparatoria; ora inizia una fase successiva nella quale, partendo da zero, abbiamo la possibilità di affrontare con responsabilità l affascinante sfida di creare la nuova istituzione come un abito su misura. Mi aspettavo che il quadro d insieme fosse a uno stadio più avanzato, tuttavia il lavoro svolto sinora sarà conservato o utilizzato come base di partenza. I dipendenti della nuova provincia sono ancora distaccati presso la provincia di Milano e gli uffici, le sedi, le modalità di lavoro sono ancora in fase di avvio. Il completo distacco dalla vecchia alla nuova provincia è un processo che, come attestato da altre esperienze, richiede un certo lasso di tempo, ma siamo sicuri che in Brianza, grazie al nostro pragmatismo, potremo essere più rapidi. D. Quali sono allora le priorità da affrontare in questa prima fase? R. Le priorità sono davvero molte. In primo luogo per competenza provinciale sono maggiormente importanti i temi della mobilità, delle infrastrutture e del trasporto pubblico. Alcune opere infatti non sono state sinora effettuate proprio per via della condizione periferica della Brianza rispetto alla provincia di Milano: ora tali interventi non sono più procrastinabili e devono essere realizzati in maniera adeguata e funzionale allo straordinario tessuto produttivo della Brianza. L obiettivo è consentire alle migliaia di imprese presenti sul nostro territorio di potersi muovere a una velocità adeguata ai ritmi moderni. I tempi della politica devono cercare, per quanto possibile, di avvicinarsi a quelli delle imprese, per poter favorire la loro competitività sui mercati globalizzati con l obiettivo di far diventare questa terra una delle locomotive economiche non solo d Italia, ma dell Europa intera. I trasporti pubblici meritano una particolare attenzione poiché il nostro obiettivo è di migliorare e modernizzare l attuale situazione: d altra parte se ora la maggior parte dei brianzoli raggiunge il proprio posto di lavoro con un mezzo di trasporto privato il motivo principale risiede nelle mancanze del sistema dei trasporti pubblici. Io stesso ho fatto per anni il pendolare dalla Brianza al centro di Milano e ho potuto toccare con mano le condizioni dei mezzi pubblici, non idonee a un territorio che vuole essere un area di eccellenza europea. Sono certo che quando i trasporti pubblici saranno confortevoli e adeguati i brianzoli li utilizzeranno sicuramente in misura maggiore. Certamente occorrerà fare i conti con un territorio densamente urbanizzato e sul quale è tecnicamente arduo procedere alla costruzione di nuove e ampie vie di comunicazione senza provocare profondi disagi ai cittadini e alle imprese. Sicuramente si può lavorare con buoni risultati anche sulle strutture esistenti cercando di migliorare la loro funzionalità. D. Abbiamo parlato di quello che la nuova istituzione può fare per i propri cittadini e le imprese, ma cosa possono fare invece le imprese e i professionisti per la nuova Provincia? R. Gli imprenditori e i professionisti in questi decenni hanno già fatto molto non curandosi eccessi- Uno scorcio della Brianza. Il verde di Montevecchia 9

10 Pri m o Pi a n o Chi è Dario Allevi «È un ex ragazzo», si racconta, «che oggi ha quarantaquattro anni. Ha lavorato per anni nel mondo della finanza, dedicandosi, inoltre, alla propria passione: la politica. Ha iniziato da giovane, sui banchi del Liceo Frisi e ha percorso tutto il cursus honorum dai circoli sino alla provincia. Ora, mi è stata data questa grande opportunità che ho accolto, non senza preoccupazioni, ma con profonda convinzione. Mi sono poi trovato davanti al bivio due anni fa, quando ho dovuto scegliere tra la prosecuzione della carriera lavorativa e la dirompente passione per la politica. A volte il cuore deve prevalere sulle ragioni economiche e quindi mi sono dedicato a tempo pieno al servizio dei cittadini. Non mi sono pentito di quella scelta». vamente delle situazioni di difficoltà e continuando invece con tenacia il loro lavoro, e questo non può essere dimenticato dalla politica. È chiaro che è nostra intenzione creare le condizioni affinchè con la nascita della nuova istituzione si crei un nuovo e profondo senso di appartenza al territorio. Tale atteggiamento potrebbe stimolare nuovi investimenti a favore del territorio. Per anni siamo stati in parte all ombra della grande Milano mentre ora siamo ufficialmente una realtà isitutizionale autonoma che intende promuovere un positivo intreccio tra la realtà pubblica e quella privata per dare ulteriore impulso a un area economica di primaria importanza. Ci sono degli interventi che per loro natura possono fungere da volano per l intera economia del territorio, come per esempio i progetti relativi alla Villa Reale: il Consorzio appena costituito, che gestirà la Villa e il parco per venti anni,ha permesso di coinvolgere in un programma di ampio respiro realtà istituzionali più grandi ed economicamente più forti del solo Comune di Monza, consentendo così di reperire con minor difficoltà e sacrificio le ingenti risorse necessarie per la ristrutturazione della Villa nella sua pienezza. Tali investimenti, suddivisibili tra pubblico e privato, potrebbero essere un concreto esempio di quello che il privato può fare per favorire il propio territorio. La Villa Reale potrebbe agevolmente diventare un attrazione di livello europeo senz altro in grado di generare ingenti flussi turistici. L indotto così generato avrebbe positivi effetti sull economia di tutta la Brianza. D. Uno degli aspetti più controversi del passaggio di consegne è stata l Asam. È un caso chiuso? R. La vicenda Asam rappresenta uno degli episodi più bui del periodo di traghettamento: la Provincia di Milano ha preso una decisione estremamente sfavorevole al nostro territorio, privandolo di una dote importante. La vicenda sarà esaminata nei dettagli con la nuova Giunta e insieme a legali e professionisti saranno prese in esame tutte le soluzioni percorribili. So che lo stesso Ordine dei dottori commercialisti in seno al comitato tecnico promosso a suo tempo dal Tavolo delle categorie economiche si era espresso chiaramente su questa operazione; conto quindi di chiedere la collaborazione di quelle competenze. Certo, con l elezione di Podestà, saranno esaminate di concerto con la nuova amministrazione della Provincia di Milano le eventuali modalità tecniche e operative per poter tornare alla soluzione spezzatino, sicuramente meno penalizzante per il nostro territorio. D. Quali sono i progetti per favorire il legame tra i giovani e il nostro territorio? R. Prima, riferendoci alle imprese, abbiamo parlato di un senso di appartenza al territorio brianzolo. Questo senso di appartenza dev essere applicato ancora di più alle nuove generazioni che devono crescere sviluppando un profondo legame con il territorio. Un miglioramento delle condizioni economiche e sociali permetterà anche ai giovani di guardare alla nostra area con maggiore interesse e coinvolgimento. Saranno certamente sostenute le iniziative economiche promosse dai giovani e a favore degli stessi, cercando di mettere a loro disposizione adeguate risorse economiche e umane. Proseguendo un percorso già tracciato dal Comune di Monza, saranno incrementate le collaborazioni con le università per elevare non solo a Monza ma in tutto il territorio il numero dei corsi universitari. Una provincia universitaria porterebbe con sé una maggiore ricchezza in termini di godimento del territorio e in termini di apertura culturale. Tuttavia non si può dimenticare l attuale situazione di profonda crisi economica che stiamo attraversando e che può essere un freno all effettuazione di alcuni interventi di ampio respiro. D. Un ultima domanda a chi per tanti anni è stato trader finanziario: che cosa pensa delle operazioni finanziarie su derivati degli enti locali che si stanno ripercuotendo in modo poco saggio sui loro conti? R. A mio avviso è auspicabile che gli enti locali restino lontani dalla finanza creativa. Le stesse banche dovrebbero, sopratutto in questi momenti di crisi, tornare a svolgere un attività classica di concessione del credito, limitando al massimo le speculazioni finanziarie. È nostra intenzione promuovere come provincia la concessione di credito alle micro imprese che permeano il nostro tessuto economico e che ultimamente hanno sofferto la limitazione del credito bancario.n 10

11

12 Foc u s Gli strumenti a sostegno del tessuto imprenditoriale e dell occupazione Così la Brianza resiste alla crisi La crisi finanziaria è diventata economica e infine occupazionale anche per il territorio della Provincia che però ha reagito mettendo in campo misure efficaci per resistere e ripartire di Rosanna Ferrandino La crisi internazionale si sta riflettendo inevitabilmente e pesantemente, anche sul territorio di Monza e Brianza, su tessuto sociale e imprenditoriale che però sta adottando misure per affrontare e superare il difficile momento. Come spiega Carlo Edoardo Valli, presidente di Confindustria Monza e Brianza, «la crisi ha determinato nel territorio una rilevante caduta della produzione industriale. Nell ultimo trimestre dell anno scorso è stata registrata una flessione del Azienda Tot. dip. Cigo Cigs Mob. Altro Note Meccanica 2 A (Desio) C Brocciature (Usmate) SG (Ronco) A. Brambilla (Agrate) 3 2 Fino a ABC (Brugherio) ABC Automazione (Biassono) 8 8 ABF Vimercate) Da aprile 09 Accent (Vimercate) Actronic (Nova) ADB (Camparada) 7 7 Fino a ADT (Nova) 6 6 Fino a Aecar (Meda) 7 7 Da maggio 09 Agir (Lentate) 4 4 Agnati (Vimercate) Cessata attività Agrati (Veduggio) Ala Guinzi (Desio) Da marzo 09 Albe (Seregno) Alfalaval (Muggiò) Alfautomazione (Lissone) 35 6 Anar (Seregno) 10 8 Angelo Cremona (Monza) Arcelor (Monza) Da aprile 09 Arlati (Cornate) Cessata attività Armec (Ceriano) 2 2 Da maggio 09 Artafast (Sovico) Arylux (zona Vimercate) 32 8 Ascoel (Seregno) 3 3 Atam (Agrate) Fino a Atema (Desio) - Artig 5 3 Fino a ATL Telecomunicaz. (Arcore) ATS (Nova) TUTTI I NUMERI DELLA CRISI Azienda Tot. dip. Cigo Cigs Mob. Altro Note Autoline (Barlassina) 12 7 AZ (Lentate) 1 1 Balconi (Varedo) Balestrini (Seveso) Bames (Vimercate) Bamo (Monza) BB Sfere (Besana) Cessata attività dal Bea-Coax (Cornate) BEG (Besana) 3 3 Fino a Beretta (Cesano) Beretta (Misinto) Beretta A. (Besana) 1 1 Fino a Berta (Brugherio) Beta (Sovico) sett da aprile 09 Biffi luce (Busnago) Birel (Lissone) Da marzo 09 Bodesan (Desio) 4 4 Fino a Boga W. )Lentate) 1 1 Fino a Bollani (Vimercate) sett da Bosi (Lissone) Braking Sunstar (Briosco) Brugola (Lissone) Fino a fine giugno 09 Bruni (Biassono) Brunitura Villa (Biassono) Artig 2 1 Fino a BZ Vibratori (Lesmo) 6 6 Fino Caber Impianti (Carate) Cagnola (Monza) Camit /Agrate) 10 9 Candy (Brugherio) sett da Car Fer (Sovico) 7 6 Carbodies (Briosco) Azienda Tot. dip. Carlo Colombo (Ornago) Cigo Cigs Mob. Altro Note Chiusura per Trasferimento Carrier (Villasanta) Casati (Biassono) 14 9 Casati-Sironi (Verano) 14 9 CBC (Carate) CBI (Monza) Da feb 09 Ceccato (Monza) Centauro (Vimercate) Da marzo 09 Centoducati (Limbiate) Cerreta (Misinto) 2 2 Cesar (Carate) CI-Esse (Trezzo) 1 1 Cima (Busnago) Ciocca lamiere (Arcore) Clementelli (Seregno) 8 8 CM (Desio) Fino a CM (Varedo) - Artig 12 4 Fino a CMB (Besana) CMR (Cavenago) 8 8 Fino a CMS (Agrate) 14 6 CMU (Lazzate) Comal (Vimercate) Da aprile 09 CO.Me (Sovico) CO.RI.AS. (Monza) - Artig 4 4 Colago (Villasanta) 9 5 Colombo A. (Varedo) 8 8 Colombo Agostino (Villasanta) In Cigs da gen 09 x 12 mesi (Liquidazione) Colombo G. (Seregno) 9 9 Columbia (Solaro) 26 6 Comap (Muggiò)

13 5,76%, che si è ulteriormente aggravata nel primo trimestre di quest anno, nel corso del quale la contrazione tendenziale è arrivata a -7,11%. Il periodo di difficoltà trova riscontro anche in altri indicatori economici collegati alla produzione: il tasso di utilizzo degli impianti continua a rimanere basso e si ferma al 67%, la percentuale di imprese che non tiene scorte di prodotti finiti raggiunge il 40% e i giorni di produzione assicurata alla fine del trimestre aprile-giugno scendono a 36,12». Sono stati colpiti tutti i settori e tutte le tipologie di aziende. «È una caratteristica specifica di questa crisi», prosegue Valli, «perché è strettamente legata alla caduta dei consumi e alla contrazione del credito a seguito dell esplosione della bolla finanziaria americana. Indubbiamente, c è sempre chi si salva, perché realizza prodotti di nicchia o, al contrario, perché fornisce beni indispensabili e di largo consumo. Ma il segno distintivo resta l arretramento complessivo dei mercati». Osservazioni confermate da Ermes Riva, segretario generale della Camera del lavoro di Monza e Brianza, che con i numeri occupazionali alla mano ci illustra un quadro piuttosto preoccupante dell attuale scenario territoriale. «La crisi è forte e continua», ci dice, «senza segnali di ripresa, sta solo diminuendo la velocità di caduta grazie agli ammortizzatori sociali e il continuo impegno delle aziende che stanno cercando in ogni modo di salvaguardare l attività e le professionalità interne». Parlano i dati: per tutto il 2008 le aziende che hanno fatto ricorso agli ammortizzatori sono state 19 per 172 lavoratori; da gennaio a maggio 2009 le aziende sono 400 per circa lavoratori. «I settori più colpiti sono sicuramente l artigianato», continua Riva, «ma anche il tessile e il gomma plastica che stanno quasi scomparendo dal nostro assetto industriale, pure settori inaspettati quali il chimico - farmaceutico (è stato indetto uno sciopero generale del settore per il 24 giugno), lo stesso commercio che in maggio 2009 ha avuto una forte richiesta di ricorso agli ammortizzatori in deroga. Al momento sembrano tenere i settori alimentare, bancario e assicurativo». Il tessuto imprenditoriale tenta di reagire, spiega Valli: le imprese si stanno riorganizzando. «In questi mesi gli imprenditori brianzoli,con la discrezione che li contraddistingue, stanno ricapitalizzando le loro imprese, quasi sempre facendo ricorso alle proprie risorse, per non far mancare loro la necessaria liquidità e metterle in condizione di resistere alla crisi. Si tratta di un processo essenziale per la ripresa, che andrebbe sostenuto e favorito dal Governo e dalle banche con provvedimenti adeguati e finalizzati, sia sotto il profilo legislativo che della concessione del credito. Con una buona legge che incentivi l azione di ricapitalizzazione, si potrebbe dare avvio a un processo di crescita delle imprese, soprattutto piccole e medie, i cui benefici Azienda Tot. dip. Cigo Cigs Mob. Altro Note Comas (Arcore) 9 9 Comas (Monza) 9 9 Comber (Agrate) Fino a Coni Press (Bovisio) Conte (Nova) Control HTP (Usmate) Coop il Salterio (Monza) 6 6 Da marzo 09 Corti (Giussano) Cosmech (Arcore) Cosmov (Briosco) 50 3 Cosveco (Briosco) CR Comm (Nova) 6 6 Crippa (Besana) - Artig Fino a CTA (Solaro) 5 5 CS 5 (Bernareggio) 24 8 In liquidazione CTB (Cesano) 4 4 CTE Automaz. (Nova) 4 4 Da marzo 09 Danco (Veduggio) De Car (Albiate) 4 4 Fino a DE.DA (Lazzate) 6 6 Fino a Defel Italia (Biassono) Delta (Desio) Dessi (Seregno) 6 6 DNP (Monza) Drehtechnik Autom. (Solaro) 5 2 Duemme (Desio) 5 5 Edizioni GM (Besana) Da aprile 09 Efesto (Carate) Effebi (Brugherio) El. System (Ornago) 14 4 Elettrica Barzaghi (Desio) Fino a Elettrica Biasiolo (Cesano)-Artig 6 6 Fino a Azienda Tot. dip. Cigo Cigs Mob. Altro Note Elettrogalvanica (Vimercate) Elettrometal (Biassono) Elettronica Ponza (Cesano) 7 7 Da maggio 09 Elleciti (Giussano) - Artig 2 2 Fino a Elma (Cornate) 8 8 Elmag (Monza) Elmec Sterling (Sovico) Elves (Nova) Emmebi (Nova) Da maggio 09 Eredi Basilico (Cogliate) - Artig 5 5 Fino a Eredi di Maggioni (Varedo) Erede Fumagalli (Carate) 5 5 Fino a Ernesto Malvestiti (Muggiò) Eroluce (Biassono) 6 6 Fino a Esastampi (Seregno) 9 5 Estrallum (Solaro) Eta sistemi (Muggiò) Da aprile 09 ETS (Agrate) 7 4 Euromotori (Macherio) F.lli Citterio (Vimercate) Da maggio 09 F.lli Fossati (Macherio) F.lli Palavicini (Seveso) Fino a F.lli Scaccabarozzi (Montesiro) 7 7 Fino a FA.SE.M. (Misinto) FARF (Brugherio) 3 3 Fino a Farid (Besana) Cigs 12 mesi da gen 09 Faro (Ornago) Fastel (Desio) 9 9 FCR Caldaie (Nova) 5 5 FE 4 4 Febo (Concorezzo) 14 8 Fer-Mer (Concorezzo) 8 8 Fino Azienda Tot. dip. Cigo Cigs Mob. Altro Note Femag (Agrate) Femas (Carate) Femm (Macherio) Fino a Ferrario (Villasanta) Fino a FGS (Bovisio) 8 8 FIC (Usmate) 6 5 FILA (Seregno) Flexoil (Seregno) 3 3 Flextronic (Giussano) 5 4 FMB (Varedo) 7 6 Fonderia F.lli Maspero (Monza) Fontana (Veduggio) Fontana Finanziaria (Veduggio) Form (Villasanta) Ful (Desio) Fumagalli D. (Besana) 2 2 Fino a G.B. Cavi (Bovisio) 7 4 Gamma (Bovisio) - Artig 9 9 Gamma (Muggiò) Garmetal (Capriano) GBF (Desio) GBM (Varedo) 7 7 GEL (Veduggio) 8 8 Fino a Getri (Renate) 4 4 GFC (Monza) Ghioni (Desio) 4 4 Fino a Gianetti (Ceriano) Da marzo 09 Gimax (Giussano) 5 5 Fino a Gipion (Muggiò) Da maggio 09 Giurgola Stampi (Albiate) Givi misure (Nova) Global Circuit (Varedo)

14 Foc u s Gli ammortizzatori in deroga L effetto dirompente della crisi generale che si è abbattuta su tutto il sistema economicoproduttivo ha costretto l esecutivo a una serie di interventi con durata limitata e tetti di spesa, in apparenza disomogenei, ma che lasciano intravvedere quella che potrà essere a regime la tanto attesa riforma degli ammortizzatori sociali. Questi strumenti temporanei sono quindi in deroga alla normativa generale a regime e tendono a creare un contesto in cui tutti i lavoratori siano tutelati senza distinzione di qualifica, appartenenza settoriale, dimensione di impresa e tipologia di datore di lavoro. Nella revisione della normativa sono state semplificate anche le procedure degli strumenti ordinari per permetterne una maggiore fruizione quali il calcolo della Cig in giorni anziché in settimane, la velocizzazione delle autorizzazioni e la possibilità del pagamento diretto da parte dell Inps dei lavoratori. Il Ministero ha più volte comunicato che lo scopo di queste deroghe è di mantenere vivo il rapporto di lavoro senza disperdere il patrimonio di professionalità conseguente ai licenziamenti, creando un sistema di tutela dei lavoratori di welfare attivo, superando la logica dell assistenzialismo. Dopo l accordo stato- regioni del 16 aprile, la Regione Lombardia ha sottoscritto con le parti sociali il 4 maggio 2009 un accordo quadro per la gestione degli ammortizzatori in deroga. Dispone di risorse certe per oltre 1 miliardo di euro dallo stato e altri 509 milioni tra fondi propri e altri inizialmente rivolti alla formazione del Fondo sociale europeo da cui si ritiene poter attingere. Le oltre domande presentate dal 1 marzo e non decretate dalla DPL saranno autorizzate appena possibile dalla Regione, con durata massima fino al 30 giugno. Per 30 giorni dalla data dell accordo le nuove richieste potranno essere presentate con le modalità precedentemente in vigore. Successivamente le aziende potranno aderire a una delle forme standard di utilizzo, di durata massima 12 mesi, volte a velocizzare l esame sindacale (schema a: 0 ore per tutti; b: anche a 0 ore ma non per tutti e a rotazione; c: accordo di solidarietà con riduzione media non superiore al 60%). Marino Dell Orto, presidente Ordine dei consulenti del lavoro di Monza e Brianza andrebbero anche oltre la crisi e darebbero basi più solide all intero sistema-paese per gli anni a venire». Il presidente Aimb segnala l aspetto più delicato, precisando che «di fronte al blocco dei mercati, gli imprenditori brianzoli sono intervenuti altrettanto energicamente su quello che, improvvisamente, era diventato il punto critico dell impresa: la rete commerciale, che è stata modificata, in molti casi anche accorciata per riuscire comunque a mantenere il contatto con i clienti ed essere pronti alla ripartenza». Per quanto riguarda gli aspetti occupazionali, le imprese fanno evidentemente ricorso agli ammortizzatori sociali esistenti: la cassa integrazione in particolare, perché è lo strumento che consente di alleggerire l impresa in un momento di difficoltà congiunturale ma anche di mantenere il capitale umano. Vengono sottoscritti contratti di solidarietà laddove la situazione lo consente mentre il ricorso alla mobilità indica evidentemente la necessità di una ristrutturazione. A livello di Associazione industriali sono state previste iniziative particolari anti crisi per le imprese aderenti: è stato varato un programma di sostegno all accesso al credito che unisce i benefici di un primo fondo di euro appositamente stanziato e di specifiche convenzioni sottoscritte con il Banco di Desio e della Brianza e con la Banca Popolare di Sondrio nell ambito di un accordo Azienda Tot. dip. Cigo Cigs Mob. Altro Note GM (Carate) 10 5 GRS (Bellusco) 2 2 Gruppo Brianteo (Besana) 4 4 GSI (Agrate) Hectronic (Desio) Da maggio 09 Hibritec (Muggiò) Honeywell (Monza) Procedura aperta a maggio 09 Hydro alluminio (Ornago) sett da aprile 09 Htonic S. Europe (Nova) Icam (Desio) 12 5 Ilapac (Nova) Ilva (Usmate) Fino a IME Sintetizzatori (Albiate) Inco (Desio) Ion Bond (Busnago) Iras (Cornate) 22 4 ISC (Cornate) 14 8 Isomac (Macherio) Isram (Cesano) Da maggio 09 Italshell (Monza) 15 3 Itelco (Barlassina) sett da aprile 09 Knorr (Arcore) Fino a giugno 09 Lampar (Monza) 9 9 Da marzo 09 Lanzetta (Monza) Laserline (Roncello) Lemas (Ceriano) Lima (Desio) Lofrans (Monza) Lumen (Monza) 16 9 Magnani (Briosco) 6 6 Fino a Magni Rolando (Renate) 6 6 Mam (Lissone) 2 2 Fino a Mamec (Bernareggio) 1 1 Fino a Manzotti (Desio) 4 4 Azienda Tot. dip. Cigo Cigs Mob. Altro Note Mapelli Bruno (Misinto) Fino a Mariani Fabio (Desio) 2 1 Fino a Marzano (Carate) - Artig Fino a Marzorati (Brugherio) Mauri (Villasanta) - Artig 1 1 Fino a Mavis (Triuggio) - Artig 5 5 Fino a Mavit (Carate) 10 7 Da aprile 09 MB (Seregno) 6 6 Da maggio 09 Meccanica Bonaldi (Meda) Meccanica CL (Solaro) Meccanica Frisat (Besana) 7 7 Meccanica Medese (Meda) 8 8 Meccanica Scaotti (Cornate) Megadyne (Caponago) Fino a Megaflex (Arcore) 10 3 Menegatto (Cavenago) sett da Me.Ta. (Triuggio) Fino a Metalflex (Seregno) - Artig Fino a Metalsinter (Seregno) Metalvit (Bernareggio) MG Serrature (Lazzate) MI SAS (Besana) Microcircuiti (Solaro) 13 5 Milansider (Pozzo A.) 8 6 Minsavit (Besana) Minu (Busnago) Mitel (Cornate) Mobilsedia (Limbiate) 4 4 Model Cart (Giussano) Molena serram. (Solaro) 6 6 Da aprile 09 Mollificio San Giorgio 9 9 (Lissone) Moretti (Concorezzo) 3 3 Fino a Moro (Meda) Da maggio 09 Morse Tec (Arcore) Fino a febbraio 2010 Azienda Tot. dip. Cigo Cigs Mob. Altro Note MZ Elettronic (Monza) 6 5 Nira (Biassono) Nova Massimo (Arcore) Nuova Colombo (Besana) - Artig. 5 5 Fino a Nuova Etra (Nova) Nuova Film (Monza) - Artig Fino a Ocmea (Seregno) 3 3 Odel (Nova) OEG (Nova) Off. Cattani (Desio) - Artig 4 4 Fino a Off. Monzesi (Muggiò) OM Beretta (Desio) mesi da aprile 09 OM Cervellin (Desio) Fino a OM Frigerio (Usmate) 5 5 Fino a OM Gobbi (Briosco) - Artig 4 4 Fino a OM Prestia (Carate) - Artig 7 7 Fino a OM Tornaghi (Correzzana) 4 4 Fino a OM Ventura (Lesmo) OMAG (Bovisio) 4 4 OMB Micorprecision (Agrate) 26 8 Omec (Muggiò) 6 6 Fino a Omega (Cesano) Omefa Ifs (Cesano) OMPI (Agrate) OMPI (Carate) OMV (Lazzate) P & M Impianti (Pozzo A.) 4 4 Pagnoncelli (Desio) 5 5 Fino a Paperplast (Burago) Parente G. (Vimercate) 3 3 Fino a Parma (Cornate) Parolini (Aicurzio) 3 3 Fino a Pavone Sistemi (Cavenago) Peg (Arcore) Fino a maggio 09 14

15 quadro di misure anti-crisi per il sostegno alle attività imprenditoriali. Con i due istituti l Aimb ha sottoscritto accordi che offrono alle aziende nuove linee finanziarie, a condizioni particolarmente favorevoli, per rispondere a esigenze di liquidità, di investimento e di patrimonializzazione. In particolare, il Banco di Desio e della Brianza ha stanziato un plafond dedicato di 25 milioni di euro mentre la Banca Popolare di Sondrio non ha posto un limite al suo intervento. Ai benefici delle convenzioni si aggiungerà inoltre un ulteriore abbattimento dei tassi dell 1% grazie a un fondo integrativo di euro stanziato dall Associazione. «In questo modo» afferma sempre il presidente Aimb «pensiamo di poter dare un aiuto forte e concreto ad abbattere ulteriormente il costo del denaro, in un momento in cui ogni possibile risparmio di liquidità può produrre immediato beneficio. Con gli accordi raggiunti non abbiamo l ambizione di risolvere l attuale situazione economica ma siamo convinti che ogni azione messa in atto in questo momento, con l obiettivo di tutelare e affiancare le nostre imprese in tema di credito e finanza, faccia parte della nostra mission associativa». Aimb infatti ha effettuato ripetuti monitoraggi sulla situazione del credito nella nostra provincia che hanno confermato il periodo di difficoltà. Da ottobre a oggi sono state interpellate tre volte, tramite un questionario, le imprese associate. Il primo sondaggio ha fissato al 33% le imprese che denunciavano restrizioni nella concessione del credito, a dicembre la percentuale è salita al 40% e ora, nella ricognizione di fine febbraio, risulta stabilizzata al 38%; con un 54% di risposte che indicano negli spread l elemento di maggiore penalizzazione delle condizioni praticate. Nelle convenzioni che sono state sottoscritte si è riusciti a contenere entro 1,50 punti la maggiorazione degli spread rispetto al tasso Euribor a tre mesi. «Direi che è un buon risultato» sostiene Valli. Resta infine alta la preoccupazione per la corsa degli insoluti; li hanno denunciati in aumento: in ottobre il 70,21% delle imprese intervistate, in dicembre il 69,47% e in febbraio ben l 83,70%. «Continueremo a osservare scrupolosamente l evolversi della situazione; intanto registriamo positivamente le azioni dell Unione europea per abbassare il costo del denaro, arrivato all 1% con l ultimo provvedimento, e speriamo che come annunciato possa scendere ancora nel prossimo futuro». Anche Riva evidenzia altre misure anticrisi adottate. A Monza e Brianza sono stati destinati circa di euro dei stanziati dal Governo Regione per la provincia di Milano, stiamo parlando del 20% dunque un valore significativo riconosciuto al Azienda Tot. dip. Cigo Cigs Mob. Altro Note PG (Giussano) 9 9 Fino a Picco Micromotori (Arcore) Pieffemme (Desio) Poliedra (Giussano) 45 7 Pozzi Napoleone (Concorezzo) Prael (Concorezzo) Fino a Project One (Biassono) Promec (Nova) Ralco (Biassono) Rad (Bernareggio) sett da Reda (Carate) 2 2 Fino a Rettificatura Bonaldi (Brugherio) 7 7 RG (Varedo) 4 4 Fino a Rieter (Desio) sett da maggio 09 Riga (Carate) 6 4 Rigamonti (Veduggio) 3 2 Fino a Rima Lampolet (Meda) Ripamonti (Renate) 15 9 Ripress (Nova) 7 7 Riva Roberto (Seregno) 1 1 Fino a Roj Elettrotex (Meda) 5 5 Da aprile 09 Rosa Holding (Concorezzo) 17 8 Rovelli Primo (Renate) - Artig. 5 5 Fino a Sacto (Seregno) Saldomatic (Brugherio) 12 3 Concordato prev. Salmoiraghi (Monza) Samba Junior (Desio) 3 3 Da marzo 09 Samitech (Bellusco) 8 8 Satep (Bernareggio) Satra (Arcore) 1 1 Fino a Satur magnetici (Besana) 4 4 Fino a Scatolificio (Besana) 10 7 Da aprile 09 Schindler (Concorezzo) SCM (Villasanta) Azienda Tot. dip. Cigo Cigs Mob. Altro Note SEA (Agrate) Seada (Desio) Da aprile 09 Securital (Desio) SEM (Vimercate) Seridal (Nova) Sermac (Cesano) mesi da maggio 09 Serom (Renate) 3 3 SGM (Monza) 9 9 Da marzo 09 Siat (Concorezzo) 18 6 Sidermes (Muggiò) Sim System (Lissone) - Artig 7 7 Fino a Sime (Brugherio) 10 8 Simm (Desio) Sincosald (Agrate) Fino a Sipa Fino a Sipro (Lentate) Sirte (Desio) Slim (Biassono) Smer (zona Desio) 15 8 Spema (Muggiò) 7 7 Fino a Spes (Monza) Cessata attività ST (Carate) - Artig 5 3 Fino a ST e Numonyx (Agrate) sett a giugno STI (Desio) Stial (Varedo) STS (Besana) Da marzo 09 Susta (Cavenago) 16 7 SWK (Biassono) Tagliabue Achille (Agrate) Tagliabue-Giuduci (Seregno) Tecno (Monza) 7 7 Da marzo 09 Tecnogi (Vimercate) Da aprile 09 Tecnomec (Nova) - Artig Fino a Tecnoplastic (Monza) Da marzo 09 Azienda Tot. dip. Cigo Cigs Mob. Altro Note Tecnoprogem Ind. (Nova) 4 2 Teco (Cogliate) 5 5 Sda aprile 09 Teletronics sett da Temco (Monza) Tenaris (Arcore) sett da aprile 09 TG Carpent. (Seregno) 9 9 Fino a TGE (Usmate) 3 2 TMP (Lesmo) 8 8 Fino a Tre A (Renate) 4 4 Tre Emme (Lazzate) 10 6 Da aprile 09 Tre Enne (Verano) 9 9 Treci Luce (Nova) Trezzi (Seregno) 3 3 Fino a Unidata (Bovisio) 9 9 Universalfor (Concorezzo) 25 9 Va.me (Cesano) - Artig Fino a Veco (Giussano) Velm (Agrate) 13 8 Fino a Verinciat.Silvestrini (Solaro) Vertemati (Bernareggio) - Artig 6 5 Fino a VGF (Carate) 11 9 Vierre Tranciati (Lentate) 7 7 Fino a Villa Targhe (Desio) 6 6 Fino a Vittorio Fossati (Sovico) Wagner Colora (Burago) Wame (Desio) 9 9 Da maggio 09 Watts (Biassono) Fino a fine giugno 09 Yamaha (Lesmo) Zadi (Cesano) Zenit (Arcore) 30 7 Zetti (Meda) Zincol (Bellusco) Fino a Zucchi e Amato (Meda) - Artig Fino a Zuliani (Meda) 1 1 Fino a TOTALE MECCANICA

16 Foc u s nostro territorio. Si tratta dei fondi per gli ammortizzatori in deroga, a sostegno di aziende e lavoratori che per tipologia contrattuale non possono ricorrere alle forme tradizionali di sostegno all occupazione quali la cassa integrazione ordinaria, straordinaria e mobilità. A queste si aggiungono altre iniziative specifiche perseguite dalle parti sociali. Con la Provincia e la Camera di commercio si sono prodigati affinché le aziende si impegnassero a utilizzare voci e riserve di bilancio per cercare di mantenere l organico aziendale, non effettuando tagli occupazionali. Con tutte le associazioni imprenditoriali, le parti sociali stanno cercando di realizzare il Patto territoriale finalizzato proprio all adozione di misure di mantenimento dell occupazione tramite contratti di solidarietà, rotazione di forza lavoro ecc. di contro all allontanamento definitivo dei lavoratori dall azienda. Con Abi, poi, sono stati stretti accordi per consentire ai lavoratori in cassa integrazione e mobilità di avere la disponibilità immediata degli indennizzi spettanti, in attesa delle erogazioni Inps. Spiega Riva che l iniziativa molto positiva di per sé si sta scontrando nei fatti con difficoltà create da diversi istituti bancari territoriali che chiedono ai lavoratori garanzie non previste e interessi sugli anticipi non concordati nell accordo stipulato con Abi. «Inoltre», continua Riva, «siamo impegnati nel tentativo di creare una politica di welfare conforme a tutti i Comuni del territorio per l erogazione dei fondi di sostentamento per le famiglie disagiate. Infine con la nuova provincia di Monza e Brianza nascerà l Osservatorio sul mercato del lavoro che monitorerà l andamento del mercato per fornirci un quadro sempre più dettagliato della situazione». L intervento sociale per far fronte alla crisi è forte ma il punto cruciale resta la ripresa. Il presidente di Aimb è chiaro: «Al momento è davvero difficile dirlo, ma nonostante permanga un quadro difficile, tengo a sottolineare come non manchino segnali di speranza in un prossimo rallentamento della crisi e come le stesse aspettative degli imprenditori per il secondo semestre mostrino qualche apertura in più. Sul versante della produzione, prevalgono ancora i pessimisti sugli ottimisti ma con un saldo che si riduce da 42,31% a 32,79; si alza la percentuale di imprenditori che prevedono stabilità e si passa dal 31,5 al 37,7%». Continua Valli: «Possiamo dunque spingerci a ipotizzare che la crisi abbia raggiunto il suo punto massimo e ci si possa attendere qualche primo cambiamento di congiuntura. Indubbiamente, la crescita degli ultimi dieci - quindici anni è stata enorme e forse non sarebbe stato possibile proseguire ancora a lungo su questi ritmi. Ma le grandi aperture economiche e di mercato generate da questa lunga fase eccezionalmente positiva mi portano a ritenere che ci sia spazio per la ripresa».n Azienda Tot. dip. Cigo Cigs Mob. Altro Note TESSILI Canali (Sovico) Fino a fine agosto 09 Candeggio La Briantea Da per 12 mesi Cantù Fino a fine luglio 09 Casati (Renate) Fino a fine luglio 09 Cibin (Carnate) Cifra (Verano) Coats (Vimercate) Cobor (Besana) Colombo Elso (Giussano) - Artig Cotonificio Albini (Albiate) sett da aprile 09 Occhialeria Da maggio 09 per 12 mesi Cessata attività In mobilità da gennaio 09 Da ottobre 08 per 12 mesi 5 3 Fino a Cessata attività da maggio 09 De Bernardi (Concorezzo) sett da aprile 09 Dell ga sett da Emmebivi (Seregno) Eraclon (Carate) Fino a agosto 09 f.lli Grassi (Lentate) cessata attività a gennaio Forma (Monza) sett da Frette (Concorezzo) Da aprile 09 per 12 mesi Garbagnati (Bernareggio) (Mobilità a febbraio) Gatti Emilio (Albiate) Geradini (Desio) - Artig 7 7 Fono a Gieffe (Ronco) - Artig Fino a Hollywood 3 3 Fino a fine maggio Il Filo (Lazzate) Fino a Azienda Tot. dip. Cigo Cigs Mob. Altro Note Isola Fabrix (Brugherio) Fino a luglio 09 ITT (Lesmo) sett da Mab (Concorezzo) sett da aprile 09 Maggiflex (Seregno) - Artig 5 5 Fino a Magipel (Bellusco) - Artig 9 8 Fino a Man. Tessuti Spugne (Besana) mesi da luglio 08 Marfil (Muggiò) - Artig 3 3 Fino a Marica (Monza) Mauri Angelo (Lentate) sett da Nastificio Assi (Brugherio) sett da Nastificio Pirovano (Renate) 8 8 Fino a 2 agosto 09 Nephila Nobiltex Nuova Gregorini (Concorezzo) - Artig. 8 8 Fino a Omniapiega (Carate) Fino a agosto 09 Pelletteria Clio (Seregno) 4 4 Fino a Peg (Arcore) Fino a giugno 09 Pielle campionari (Carate) 6 6 Fino a Punti e fantasia (Monza) 5 5 Fino a Refec (Seregno) sett da 4 maggio 09 Rivolta Carmignani (Macherio) Fino a agosto 09 Rossi Lorenzo (Villasanta) Fino a 10 luglio 09 Sarca (Besana) Fino a Schiatti (Lentate) sett da Schiatti (Monza) Fino a fine maggio Silfra (Carate) 20 8 Softart (Barlassina) Artig 6 6 Fino a Standartex (Sovico) Da aprile 09 per 12 mesi Startes Jacquard (Villasanta) Da feb 09 Stireria Katia (Seregno) Fino a Tecnofil (Biassono) sett da Azienda Tot. dip. Cigo Cigs Mob. Altro Note Tessillab (Monza) 3 3 Fino a Tessiture desiane (Desio) 4 4 Fini a fine maggio 09 Tessuti elastici (Besana) Tex de ville Texar Texnova (Lesmo) Cig in deroga da aprile 09 per 12 mesi CdS da maggio 09 per 12 mesi Tintoria Moretti (Briosco) Da gen 09 Occhialeria Tintoria Signori (Renate) Fino a agosto 09 Tintoria Villa (Agliate) sett da aprile 09 Velcro (Arcore) sett da aprile 09 Velvis William (Vimercate) Fino fine luglio 09 Winter sett da TOTALE TESSILI LEGNO Angeretti (Lazzate) 3 3 Fino a Artistrade Edili fino a fine maggio 09 Asia (Meda) 10 8 Ataflex (Biassono) Fino a fine maggio 09 Battaglia sett da BM sett da Bodema (Lentate) Fino a Brunello Imbottiti (Desio) 6 5 Fino a Busnelli (Meda) Fino a Caimi (Meda) - Artig Fino a Cassina Fino a Citterio (Barlassina) 3 3 Fino a Classic Style (Barlassina) 8 8 Fino a CMC (Pozzo d A.) Fino a Cordel (Meda) sett da

17 Azienda Tot. dip. Cigo Cigs Mob. Altro Note Covers Center sett da CTS Salotti - Artig 4 4 Cuciform (Meda) sett da Effebiquattro (Seregno) Eletto (Meda) - Artig sett da Elledue (Ceriano) Fino a F.lli Radice (Barlassina) Fino a FEG Industria mobili Formenti (Giussano) Fino a G.G.G. (Monza) 4 4 Fino a G. Galli (Cogliate) sett da a G.I.B. (Misinto) sett da Grigi E. (Arcore) 8 8 Fino a Guffanti Fino a Herman Miller (Lentate) sett da Holz Plast (Verano) Fino a Kover (Desio) sett da Iacono (Macherio) 1 1 Fino a Legnoquattro (Giussano) Levato (Cesano) Fino a Meroni (Seveso) 8 5 Fino a Michieli (Biassono) 2 2 Fino a Mobilform (Giussano) Fino a PA.MAR Maniglie Pelucchi Fino a Pelucchi 7 7 Finoa Pivato (Muggiò) - Artig 4 4 Fino a PSV Imballaggi (Muggiò) 7 7 Fino a RGC sett da S. Giorgio (Biassono) Fino a Sagma (Meda) Fino a Salotti C&B (Macherio) 7 6 Fino a Schiedel Manufatti cemento Spinelli (Carate) Fino a STI International (Sovico) 6 6 Fino a Tecnoplastica sett da Tisettanta (Giussano) Da ottobre 08 a ottobre 09 Tosetti (Desio) Fino a Valli&Valli (Veduggio) Maniglie VE.AR (Barlassina) Fino a Vega sett da Zeta (Verano) sett da TOTALE LEGNO CHIMICO Alatec 10 7 Fino a giugno 09 Alfagomma (Bellusco) GP fino a Mobilità da giugno 09 Alfagomma (Vimercate) GP fino a luglio 09 Alma (Giussano) sett da 20 aprile 09 Ampla GP Armacell GP Cessata attività Arteplast GP Arthema GP richiesta Cigo ASSP (Lissone) 7 4 GP 13 sett da Basf Coating Bravol 8 8 Fino a fine giugno 09 Cablosuisse GP Capsol GP Casting GP Clariant (Triuggio) 16 2 Colombo spa GP fino a fine giugno 09 Comast (Misinto) sett da Coniplast (Biassono) 6 4 GP 13 sett da Dixon GP fino a fine giugno 09 Dupont 58 3 Da aprile 09 Ecozinder GP Elesa (Monza) sett da F.lli Motta 14 6 GP fino a fine maggio Azienda Tot. dip. Filpar Cigo Cigs Mob. Altro Note GP fino a nov 09 In liquidazione Firplastic (Carate) GP Galbapren (Nova) sett da Gildo Prifilati 12 8 GP fino a fine luglio 09 Glass Maker 8 8 Vetro Glomax Fino a fine luglio 09 Henkel 90 6 Da maggio 09 Ici National Starch 87 6 Imic Finoa fine mar 09 Korma Cessata attività Mariflex (Lentate) sett da Mauser GP Micys GP Cessata attività Montanelli 5 4 GP Multiresine Fino a fine luglio 09 Nystral (Cesano) Mobilità da feb 09 Novartiplast (Cogliate) GP 13 sett da Nuova Fap (Nova) sett da PA System (Brugherio) sett da Pack Plast Fino a m età giugno 09 Plalam 20 6 GP richiesta Cigo Plast GP fino a fine luglio 09 Plastic Division GP fino a fine maggio 09 Posa (Brugherio) sett da Ranger (Albiate) Gpl da gen 09 Rhodia (Ceriano L.) Cigs da apr 09 Riverplast (Renate) sett da 4 maggio 09 Salaplast 2 2 GP fino a fine luglio 09 Sampla Belting GP richiesta Cigo Scoprega GP Sealed Air GP fino a fine luglio 09 Serioplastica (Sovico) GP Cessata attività Silgo (Cesano) sett da Sintec Europe (Bovisio) 7 7 Fino a fine giugno 09 Sireg GP fino a metà mag 09 Tecnit Da maggio 09 per 12 mesi Tecnoplastica Cessata attività Tecnostamp (Carate) GP fino ad agosto 09 Texgomma GP fino a fine luglio 09 Teximpianti-Vitrex (Brugherio) sett da Tyche porcellane (Usmate) Fino a Trocellen Fino a metà giugno 09 Tubithor GP fino metà mag 09 Uquifa 87 8 Union Foam GP fino a metà mag 09 Vetreria Villa 4 4 Fino a fine luglio 09 Vetroasfalto Weter Pipe GP da marzo 09 Zinco Ossidi Fino a giugno 09 TOTALE CHIMICO CARTOTECNICA Cartongraf (Burago) Fino a maggio 09 -Richiesta concordato preventivo GI Box (Seregno) Fino ad agosto 09 Grafica e Stampa (Muggiò) Fino a giugno 09 Edizioni grafiche (Besana) Fino a luglio 09 Grafica Sovico (Biassono) 10 5 Fino a Indes (Camparada) Fino a giugno 09 Litolega (Nova) 8 4 Fino a giugno 09 Mondi (Monza) Fino a maggio 09 Nuova Incis (Solaro) Fino a maggio 09 Printecnica (Monza) 8 8 Fino a Prora (Arcore) Fino a luglio 09 Rotomar (Seregno) 10 8 Fino a giugno 09 Saccarta (Lentate) Fino a maggio 09 Sico (Burago) Fino a giugno 09 Tonpass - Artig Fino a TOTALE CARTOTECNICA Azienda Autotras. Terragni (Lentate) - Artig Tot. dip. Cigo Cigs Mob. Altro Note TRASPORTI 4 4 Fino a Borghi (Vimercate) Fino a giugno 09 Enzo Rossi (Villasanta) 13 4 Fino a giugno 09 Montagna V. (Bernareggio) 5 5 Fino a Pagani (Lissone) Artigiana 4 4 Fino a 18 luglio TMA Express (Verano) 10 7 Fino a Vio & C (Monza) 22 9 Fino a dicembre 09 TOTALE TRASPORTI ALIMENTARE Ipas Star TOTALE ALIMENTARE COMMERCIO Acelor (Monza) sett da apr. 09 Angelo Frigerio (Cesano) 5 4 Fino a Avenance (Desio) da marzo 09 Barbieri (Nova) mesi da maggio 090 B.E.A. Italiana (Seregno) Fino a CCP Progetti (Briosco) 2 2 Fino a CMC (Vimercate) 5 5 Da Cofili (Biassono 5 5 Fino a Cofili Macchine (Biassono) Fino a Comestero (Vimercate) Da Corindus (Agrate) Da Riduz orario 30% Enzo degli Angiuoni (Lentate) Fino a F.lli Mariani (Lissone) 3 3 Fino a Frigerio (Cesano) 7 4 Fino a Galimberti sedie (Verano) 8 8 Fino a e da a Gemmecotti (Ceriano) 5 5 Gommagomma (Monza) 5 4 Fino a Gros Bagno (Monza) Fino a ott 09 Italiana alimentare (Solaro) mesi da aprile 09 Lastminute tour (Agrate) Da Procedura mob aperta a feb 09 Mind Macch. Ind. (Desio) 4 4 Fino a Oliosi (Ceriano) mesi da aprile 09 Ornaghi filati (Seregno) mesi da maggio 09 Pellegrini (Veduggio) 8 8 Vedi Fontana P Service (Arcore) Fino a Renault (Monza) 25 4 RS Marketing (Capriano) Fino a 31 luglio 09 SEF Motoriduttori (Monza) Fono a Seiviaggi (Monza) Fino a Selettra (Barlassina) mesi da Spectra (Vimercate) Da Systema Ambiente (Nova) Fino a Tecnocommerciale (Desio) Fino a Tisana Branca (Monza) 2 1 Fino a Tomasi (Cesano) mesi dal 20 aprile 09 TR 10 (Varedo) 7 5 Fino a 2 agosto 09 Unicars Italia (Mezzago) Da Vierre tranciati (Lentate) 7 7 Fino a Wihiterose Viaggi (Seveso) 3 2 Fino a TOTALE COMMERCIO Fonte: Rilevazione Cgil, Cisl, Uil maggio 2009 RIEPILOGO N. Az. N. Dip. Cigo Cigs Mob Altro Meccanica Tessili Legno Chimico Cartotecnica Trasporti Alimentare Commercio TOTALE

18 Int e rv e n t i Intervista a Giuseppe Fontana, presidente di Confindustria Lombardia Così cambia l impresa lombarda La crisi sta creando anche delle nuove opportunità di business, che le nostre imprese sono impegnate a cogliere per trovarsi pronte e più competitive all appuntamento con la ripresa di Paolo Meago Giuseppe Fontana Crisi, piccole e medie imprese, banche, modelli di business, queste sono le tematiche scottanti che si trovano sul tavolo dell associazione lombarda delle imprese. Come vengono affrontate ce lo racconta il presidente di Confindustria Lombardia, Giuseppe Fontana. D. Presidente, in che modo le imprese lombarde e la loro associazione di categoria, stanno affrontando questo momento di crisi? Con quali aspettative? R. Questa drammatica crisi che stiamo attraversando ha caratteristiche eccezionali. Dagli Stati Uniti si è rapidamente diffusa a livello globale e altrettanto velocemente dal mondo della finanza ha coinvolto l economia reale. Tutti i settori ne sono stati colpiti: anche quelli più tradizionalmente anticiclici, come il settore alimentare, registrano ora qualche ricaduta negativa. Le imprese lombarde e qui mi riferisco in particolare alle imprese associate al sistema Confindustria, oltre , di cui l 80% circa fino a 50 dipendenti, per un totale di dipendenti hanno saputo reagire con responsabilità alla crisi, attuando una gestione cauta e attenta alle dinamiche evolutive dello scenario. Nonostante la forte diminuzione della produzione registrata nel primo trimestre 2009, del -7% su base annua, possiamo dire che il nostro patri- 18

19 monio industriale non è compromesso. Le nostre associazioni territoriali hanno come sempre supportato le imprese anche in questa fase con una molteplicità di interventi. Interventi che guardano anche al futuro. Questa crisi sta infatti creando anche delle nuove opportunità di business, che le nostre imprese sono impegnate a cogliere per trovarsi pronte e più competitive all appuntamento con la ripresa. La tante proposte di nuovi distretti produttivi, presentati in questi giorni dalle imprese lombarde, sono la prova della vitalità che il nostro sistema economico sta esprimendo. D. Quali sono i principali strumenti messi in atto da Confindustria Lombardia al fine di limitare gli effetti della crisi? R. Fin dall inizio della crisi, nell ottobre scorso, come Confindustria Lombardia abbiamo messo a punto una serie di proposte di sostegno all economia. Abbiamo presentato queste nostre idee alla Regione, che le ha recepite nel proprio pacchetto anticrisi. Si tratta di interventi importanti che intendono favorire l accesso al credito, gli investimenti e la ricerca. Più recentemente abbiamo partecipato alla definizione dell Accordo regionale sugli ammortizzatori in deroga, rivolto alle imprese fino a 15 dipendenti, con il quale si prevede anche la riqualificazione professionale dei lavoratori. Non possiamo infatti limitarci ai pur necessari interventi tampone : dobbiamo guardare avanti. D. Ritiene che la crisi possa cambiare il modello di business lombardo? O meglio, sono le piccole e medie imprese quelle più a rischio? R. Certamente questa crisi determinerà importanti innovazioni. Lo stiamo già verificando negli stili di vita, più attenti alla qualità e al risparmio delle risorse. L eco-sostenibilità delle produzioni, il risparmio energetico e le fonti rinnovabili di energia saranno i nuovi driver dello sviluppo. Di questo siamo pienamente coscienti. Gli Stati Uniti hanno deciso di investire molto su questi temi e anche la Lombardia deve andare sempre di più in questa direzione. Vanno messe in campo politiche industriali adeguate che, sono certo, Regione Lombardia non mancherà di adottare per sostenere gli investimenti, anche significativi, che si renderanno necessari. Anche le imprese piccole e micro devono farsi carico di questa nuova sfida competitiva. Personalmente ne conosco tante che 19

20 Int e rv e n t i Chi è Giuseppe Fontana Nasce il 4 giugno 1954 a Monza, dove tuttora risiede. Dopo la laurea in Economia e commercio presso l Università Bocconi di Milano, realizza un esperienza professionale negli Stati Uniti, dove affina le proprie capacità di gestione manageriale per poi inserirsi nell azienda di famiglia, la Fontana Luigi spa. L azienda, con sede in Veduggio con Colzano, che attualmente impiega circa persone è leader internazionale nella produzione di bulloneria e viteria speciale. Oltre a essere vice presidente della holding che fa capo al gruppo Fontana è consigliere di amministrazione della Banca popolare di Sondrio, consigliere di gestione della nuova Intesa San Paolo spa, componente del consiglio per i settori crediti e assicurazioni e presidente della Camera arbitrale della Cciaa di Milano. Dal 2005 è presidente di Confindustria Lombardia e fa parte del consiglio direttivo e della giunta di Confindustria. Impegnato fortemente nella promozione dello sviluppo sociale del territorio di Monza e Brianza è stato vice presidente della Fondazione della Comunità di Monza e Brianza onlus e fondatore dell associazione A.ma. cuore, che sostiene l acquisto di macchinari cardiologici per le unità ospedaliere. lo stanno facendo con successo. La capacità innovativa come sempre sarà premiata. D. Come potranno uscire le piccole e medie imprese lombarde da questo periodo difficile? R. Innovare, ripensare i modelli di business, ricercare nuovi mercati è un esigenza oggi imprescindibile. Ma ancor di più farà premio la collaborazione fra le imprese, il fare rete. Trovo rassicurante il fatto che tante imprese piccole e micro facciano parte dei nuovi distretti produttivi che sono stati proposti alla Regione. Distretti che sono perfettamente in linea con i nuovi driver dello sviluppo. In questi cluster le pmi potranno rafforzare il proprio ruolo e trovare nuove occasioni di crescita e di adeguamento al nuovo contesto produttivo. D. Come giudica la risposta del sistema bancario alla crisi nei confronti delle piccole e medie imprese? R. Le imprese hanno uno straordinario bisogno di credito per contrastare gli effetti della crisi e per sostenere gli investimenti necessari per anticipare la ripresa. Il sistema creditizio deve migliorare la propria capacità di risposta a queste esigenze. Per questo è necessario che la liquidità che il Governo ha recentemente immesso nel sistema giunga alla sua naturale destinazione che è l economia reale. Noi vigileremo per assicurare la massima fluidità nei rapporti banca impresa. Occorre però anche patrimonializzare il sistema dei consorzi fidi per rafforzarne le possibilità di intervento. Con la loro azione di miglioramento delle condizioni di accesso al credito, essi rappresentano un supporto strategico per le imprese. D. Quali previsioni, anche se difficili, si possono fare per gli anni futuri? C è qualche segnale di ripresa? R. Fare previsioni sul futuro è oggi più che mai un esercizio teorico. Con la nostra ultima indagine congiunturale, quella relativa al primo trimestre 2009, abbiamo registrato qualche segnale di positiva controtendenza rispetto al trimestre precedente, ma non possiamo ancora parlare di ripresa. Certo, stiamo attraversando una fase difficile, complessa ed eccezionale, ma come imprenditori abbiamo come sempre fiducia nelle nostre capacità. n 20

E LA CASA IN BRIANZA RESTA UN INVESTIMENTO

E LA CASA IN BRIANZA RESTA UN INVESTIMENTO AZIENDA SPECIALE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI MILANO - ORGANIZZAZIONE DI SERVIZI PER IL MERCATO IMMOBILIARE tel. 039/2807511 039/2807521 Primi segnali di ribasso anche per il segmento industriale: il prezzo

Dettagli

Conferenza stampa Assemblea AVIS Provinciale di Monza e della Brianza 23 Marzo 2013

Conferenza stampa Assemblea AVIS Provinciale di Monza e della Brianza 23 Marzo 2013 Conferenza stampa Assemblea AVIS Provinciale di Monza e della Brianza 23 Marzo 2013 SOCI Al 31 dicembre 2012 i Soci Donatori Attivi delle Avis Comunali della Provincia di Monza e Brianza sono n. 24.621

Dettagli

Direzione Regionale della Lombardia

Direzione Regionale della Lombardia Prot. 2009/96544 Direzione Regionale della Lombardia Attivazione della Direzione Provinciale di Monza e della Brianza Competenza territoriale per la registrazione degli atti notarili e degli atti emessi

Dettagli

OSSERVATORIO PTCP DI MONZA E BRIANZA

OSSERVATORIO PTCP DI MONZA E BRIANZA OSSERVATORIO PTCP DI MONZA E PTCP DI MONZA SERVE CONCRETIZZARE LE NOSTRE PROPOSTE PER PASSARE DALLE PAROLE AI FATTI Premessa Il consumo di suolo nella Provincia di Monza e Brianza ha raggiunto percentuali

Dettagli

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio C E N S I S Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio III Quadrimestre 2008 Monitor Lazio è promosso dall Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

Provincia di Monza e della Brianza 28-04-2015 Pag. 1 Esercizio: 2014 ACCERTAMENTI PER ANNO RESIDUO 2014 / 00530 3050044 / 305004400 60.

Provincia di Monza e della Brianza 28-04-2015 Pag. 1 Esercizio: 2014 ACCERTAMENTI PER ANNO RESIDUO 2014 / 00530 3050044 / 305004400 60. RESIDUI ATTIVI Provincia di Monza e della Brianza 28-04-2015 Pag. 1 Esercizio: 2014 ACCERTAMENTI PER ANNO RESIDUO 13.01.05.00 - DG00105 - Partecipazioni Anno/n Accertamento Descrizione Accertamento EMOLUMENTI

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- SPECIALE OTTO MARZO 2014 GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA Realizzato in collaborazione tra il Dipartimento

Dettagli

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà.

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà. CONVEGNO IL FUTURO DEL LAVORO SI CHIAMA FORMAZIONE Roma, 19 aprile, Auditorium Parco della Musica RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA Sono diversi anni che la nostra economia attraversa

Dettagli

PROGETTO NETWORK sistema per i servizi di cura e assistenza domiciliare

PROGETTO NETWORK sistema per i servizi di cura e assistenza domiciliare PROGETTO NETWORK sistema per i servizi di cura e assistenza domiciliare Network: un un modello integrato a supporto della della qualificazione della della domanda e offerta di di assistenza e cura cura

Dettagli

- che il verificarsi delle crisi aziendali genera perciò effetti e ricadute negative sull occupazione e sui redditi dei lavoratori e delle famiglie;

- che il verificarsi delle crisi aziendali genera perciò effetti e ricadute negative sull occupazione e sui redditi dei lavoratori e delle famiglie; ACCORDO PER INTERVENTI DI SOSTEGNO AI REDDITI DELLE FAMIGLIE E ALLA COMPETITIVITA DEL SISTEMA IMPRENDITORIALE DEI COMUNI DELL UNIONE DELLA BASSA ROMAGNA PREMESSO - che l aggravarsi della crisi finanziaria

Dettagli

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI Matteo ARPE: Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad intervenire a questo Convegno, al quale, come

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

Il mercato degli. Orientamento e prospettive del mercato degli immobili di Monza e Brianza. Immobili d impresa

Il mercato degli. Orientamento e prospettive del mercato degli immobili di Monza e Brianza. Immobili d impresa Il mercato degli immobili d impresa Orientamento e prospettive del mercato degli immobili di Monza e Brianza Giugno 2014 Immobili d impresa Report coordinato e realizzato da: Con la collaborazione di:

Dettagli

Premessa. Descrizione del Bilancio

Premessa. Descrizione del Bilancio Premessa Il Bilancio Preventivo 2011 è stato elaborato prendendo come riferimento i dati dell esercizio appena concluso e assumendo come obbiettivo la volontà di garantire la stessa impegnativa e intensa

Dettagli

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Gentili ospiti Signore e Signori, Autorità e colleghi Costruttori, vi ringrazio della vostra presenza oggi alla

Dettagli

Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu

Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu Milano, 14 aprile 2011 La crisi finanziaria e i suoi riflessi sull economia reale La crisi internazionale Riflessi sull economia Italiana 2008

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

CREDITO ALLE INDUSTRIE

CREDITO ALLE INDUSTRIE CREDITO ALLE INDUSTRIE COFIRE: CONSORZIO FIDI DELL INDUSTRIA DI REGGIO EMILIA ASSEMBLEA DI BILANCIO 2015. OLTRE 36 MILIONI DI EURO EROGATI NELL ESERCIZIO NETTA CRESCITA SU ANNO PASSATO. RIPRESI GLI INVESTIMENTI

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

L Energia elettrica è un bene essenziale, di cui non si può fare a meno.

L Energia elettrica è un bene essenziale, di cui non si può fare a meno. Intervento di Carlo De Masi, Segretario Generale FLAEI-CISL Voglio innanzitutto ringraziare gli Amici dell Associazione Ambiente e Società, ed in particolar modo il Presidente, l amico Amedeo Scornaienchi,

Dettagli

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI Giuseppe Ricciuti. Roma, 10 giugno 2010 Lo Scenario: La recente crisi economico finanziaria che ha colpito l Italia, ha prodotto

Dettagli

Il microcredito: risorse ed opportunità per le microimprese

Il microcredito: risorse ed opportunità per le microimprese Il microcredito: risorse ed opportunità per le microimprese E 1. IL RUOLO DELLE PMI E DELLE MICROIMPRESE MARIO BACCINI PRESIDENTE DELL ENTE NAZIONALE PER IL MICROCREDITO E NOTO COME IL SISTEMA PRODUTTIVO

Dettagli

4 Osservatorio congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa nel Comune di Venezia (Centro Storico e Terraferma)

4 Osservatorio congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa nel Comune di Venezia (Centro Storico e Terraferma) 4 Osservatorio congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa nel Comune di Venezia (Centro Storico e Terraferma) ANDAMENTI 1 SEMESTRE 2009 PREVISIONI 1I SEMESTRE 2009 COMUNICATO STAMPA L Osservatorio

Dettagli

Indirizzi delle filiali della Banca di Credito Cooperativo di CARUGATE. Filiale di: Indirizzo Telefono

Indirizzi delle filiali della Banca di Credito Cooperativo di CARUGATE. Filiale di: Indirizzo Telefono Banca di Credito Cooperativo di CARUGATE Agrate Brianza Via Mazzini, 17 02 6890096 Bellusco Via Garibaldi, 24 039 6883008 Bernareggio Via Libertà, 18 039 6884404 Brugherio c/o Centro Comm. Kennedy 039

Dettagli

Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA?

Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA? Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA? 7+1 suggerimenti per preparare una richiesta di ristrutturazione finanziaria dell impresa. 1 CIOMPI ROBERTO VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est e la riduzione dei consumi

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est e la riduzione dei consumi OSSERVATORIO NORD EST Il Nord Est e la riduzione dei consumi Il Gazzettino, 15.05.2012 NOTA INFORMATIVA L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato condotto

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 Sono 383.883 le imprese nate nel 2012 (il valore più basso degli ultimi otto anni e 7.427 in meno rispetto al 2011), a fronte delle quali 364.972 - mille ogni

Dettagli

Cari presidenti, Ministro Rachid, signore e signori,

Cari presidenti, Ministro Rachid, signore e signori, COSMIT FEDERLEGNOARREDO ISALONI (Milano, 22 Aprile 2009) INTERVENTO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO ON. CLAUDIO SCAJOLA Cari presidenti, Ministro Rachid, signore e signori, sono molto lieto di partecipare

Dettagli

TrendRa, l'indagine di CNA sull andamento economico e occupazionale dell artigianato a Ravenna

TrendRa, l'indagine di CNA sull andamento economico e occupazionale dell artigianato a Ravenna TrendRa, l'indagine di CNA sull andamento economico e occupazionale dell artigianato a Ravenna Venerdì 9 Ottobre 2015 Si intravede qualche segnale di ripresa, ma i principali indicatori economici rimangono

Dettagli

Le situazioni di crisi nel settore metalmeccanico

Le situazioni di crisi nel settore metalmeccanico Osservatorio sindacale Le situazioni di crisi nel settore metalmeccanico 17 S.O.S. INDUSTRIA METALMECCANICA In caduta libera i dati dell occupazione 17 Rapporto sulle situazioni di crisi nel settore metalmeccanico

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE PROGRAMMATICA 2012/2014 Monza, luglio 2012 Monza,

RELAZIONE PREVISIONALE PROGRAMMATICA 2012/2014 Monza, luglio 2012 Monza, Monza, Relazione Previsionale Programmatica per il triennio 2012/2014 Sezione 1 Caratteristiche generali della popolazione, del territorio, dell economia insediata e dei servizi dell ente Pag. 3 1. La

Dettagli

Il ruolo dei Consulenti del Credito nel rapporto Banca Cliente. Samuele Lupidii Vice Presidente Nazionale FIAIP Mediazione Creditizia

Il ruolo dei Consulenti del Credito nel rapporto Banca Cliente. Samuele Lupidii Vice Presidente Nazionale FIAIP Mediazione Creditizia Il ruolo dei Consulenti del Credito nel rapporto Banca Cliente Samuele Lupidii Vice Presidente Nazionale FIAIP Mediazione Creditizia DI COSA PARLIAMO Il mercato del Credito: Scenario ante crisi Scenario

Dettagli

INDAGINE APRILE 2016

INDAGINE APRILE 2016 INDAGINE APRILE 2016 COMUNICATO STAMPA MILANO, 1 APRILE 2016 La crisi è passata anzi no, italiani confusi rispetto alla crisi e alla sua durata: il 33% degli intervistati ritiene che sia in atto una debole

Dettagli

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni culturali e delle attività culturali. Noi Dottori Commercialisti

Dettagli

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno?

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno? Lo sviluppo dei Talenti per la crescita. Un confronto tra aziende e istituzioni ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano L Italia cerca talenti. Sembra incredibile, ma in uno scenario di crisi del mercato

Dettagli

FACTORING E PROBLEMATICHE RELATIVE AL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE. ringrazio gli organizzatori di questo convegno per avermi dato l opportunità di

FACTORING E PROBLEMATICHE RELATIVE AL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE. ringrazio gli organizzatori di questo convegno per avermi dato l opportunità di FACTORING E PROBLEMATICHE RELATIVE AL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE Gentili Signore, Egregi Signori, ringrazio gli organizzatori di questo convegno per avermi dato l opportunità di esprimere, come imprenditore

Dettagli

AZIENDE INTERESSATE DALLA CIGS NEL 2011

AZIENDE INTERESSATE DALLA CIGS NEL 2011 IL MERCATO DEL LAVORO NELLA PROVINCIA DI MODENA: ANDAMENTO CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA E DEGLI AMMORTIZZATORI IN DEROGA (CIGS E CIGO) NEL 2011 L andamento del mercato del lavoro nella provincia

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA

PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA In data 2013 in Torino tra Provincia di Torino (di seguito Provincia ) Unicredit Banca (di seguito

Dettagli

L Assessore all Istruzione, Formazione Professionale e Lavoro della Regione Piemonte Gianna Pentenero e i rappresentanti dei seguenti organismi:

L Assessore all Istruzione, Formazione Professionale e Lavoro della Regione Piemonte Gianna Pentenero e i rappresentanti dei seguenti organismi: AMMORTIZZATORI SOCIALI IN DEROGA ACCORDO QUADRO FRA LA REGIONE PIEMONTE E LE PARTI SOCIALI PIEMONTESI DEFINIZIONE DELLE MODALITA GESTIONALI 2014-2015 A SEGUITO DELL EMANAZIONE DEL DECRETO INTERMINISTERIALE

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015

La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015 CONGIUNTURA & APPROFONDIMENTI Report n. 7 Maggio 2015 La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015 A cura dell Area Studi e Sviluppo Economico Territoriale

Dettagli

COLLOQUIO DI SELEZIONE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI

COLLOQUIO DI SELEZIONE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI COLLOQUIO DI SELEZIONE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI 1. Qual è lo scopo del colloquio di selezione? Lo scopo del colloquio di selezione è: CAPIRE L INVESTIMENTO CHE DOVREMO FARE SULLA PERSONA IN

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

CONFCOMMERCIO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE. (Genova, 18 maggio 2009) INTERVENTO

CONFCOMMERCIO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE. (Genova, 18 maggio 2009) INTERVENTO CONFCOMMERCIO FISCALITÀ E PMI: UN FISCO SOSTENIBILE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE (Genova, 18 maggio 2009) INTERVENTO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO ON. CLAUDIO SCAJOLA Grazie dottor Paternostro.

Dettagli

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese FORUM RIVISTA DELLA CNA DI EMILIA ROMAGNA MARCHE TOSCANA UMBRIA Le politiche femminili nelle regioni del centro nord Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese a cura di Paola Morini Responsabile

Dettagli

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Associazione Nazionale Demolitori Italiani LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Parma, 26 novembre 2005 Trascrizione dell intervento dal titolo: IL MERCATO DELLE DEMOLIZIONI ANNI 2000: DAL RECUPERO ALLA

Dettagli

COMUNE DI BURAGO DI MOLGORA Piazza Matteotti, 12-20040 - PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA Tel. 039-699031 - Fax: 039-6080329

COMUNE DI BURAGO DI MOLGORA Piazza Matteotti, 12-20040 - PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA Tel. 039-699031 - Fax: 039-6080329 COMUNE DI BURAGO DI MOLGORA Piazza Matteotti, 12-20040 - PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA Tel. 039-699031 - Fax: 039-6080329 *** ORIGINALE *** N. 76 del 16/09/2010 Codice Comune 10925 VERBALE DI DELIBERAZIONE

Dettagli

OSSERVATORIO ECONOMICO

OSSERVATORIO ECONOMICO Nell ultimo trimestre del 2013 gli indicatori di produzione (-5,8%), fatturato (-5,1%), ordinativi (-7,3%) e export (-0,4%) si riportano a valori sostanzialmente simili a quelli del secondo trimestre,

Dettagli

Camera dei Deputati X Commissione (Attività Produttive, Commercio e Turismo) Audizione del Presidente di RetImpresa Aldo Bonomi

Camera dei Deputati X Commissione (Attività Produttive, Commercio e Turismo) Audizione del Presidente di RetImpresa Aldo Bonomi Camera dei Deputati X Commissione (Attività Produttive, Commercio e Turismo) Audizione del Presidente di RetImpresa Aldo Bonomi Risoluzione in commissione n. 7/00574 in tema di reti di impresa Roma, 7

Dettagli

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL ARTIGIANATO E LA PICCOLA IMPRESA IN LIGURIA L Osservatorio Congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa in Liguria

Dettagli

CARTA DI IDENTITA DELL ORGANIZZAZIONE

CARTA DI IDENTITA DELL ORGANIZZAZIONE CARTA DI IDENTITA DELL ORGANIZZAZIONE Il Consorzio vuole essere una impresa sociale affidabile, reputata e partecipata, capace di incidere sullo sviluppo culturale, sociale ed economico del Territorio.

Dettagli

- Rinegoziazione: pro e contro dell accordo Governo Abi. Istruzioni per l uso a cura di Adiconsum

- Rinegoziazione: pro e contro dell accordo Governo Abi. Istruzioni per l uso a cura di Adiconsum Coordinato da Valeria Lai Agenzia Adiconsum - anno XX - n. 29-30 maggio 2008 Stampato in proprio in maggio 2008 In questo numero: Speciale mutui: Rinegoziazione, pro e contro dell accordo Governo Abi Istruzioni

Dettagli

CONSULTAZIONE IN MERITO AI DECRETI MINISTERIALI DI ATTUAZIONE DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLE FONTI RINNOVABILI

CONSULTAZIONE IN MERITO AI DECRETI MINISTERIALI DI ATTUAZIONE DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLE FONTI RINNOVABILI CONSULTAZIONE IN MERITO AI DECRETI MINISTERIALI DI ATTUAZIONE DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLE FONTI RINNOVABILI Documento di Osservazioni e Proposte R.ETE. Imprese Italia (Confartigianato, CNA, Casartigiani,

Dettagli

Capitolo 7. Infrastrutture

Capitolo 7. Infrastrutture Capitolo 7 Infrastrutture Variabili e indicatori utilizzati: Dotazione infrastrutturale viaria Dotazione infrastrutturale ferroviaria Numero di autovetture circolanti Numero di veicoli per trasporto merci

Dettagli

Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014

Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014 !1 COUNCIL OF THE EUROPEAN UNION Brussels, 22 July 2014 Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014 Onorevole Presidente, Onorevoli Membri della Commissione, Sono

Dettagli

INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI

INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI Grazie mille Gianni e grazie mille alla fondazione Italcementi Pesenti per questo invito. Credo che oggi il punto fondamentale sia cercare di ragionare su quella

Dettagli

RASSEGNA STAMPA 2014

RASSEGNA STAMPA 2014 RASSEGNA STAMPA 2014 Indice: 10.01.2014 LegaCoop Fundraising strumento su misura per la cooperazione 3 06.02.2014 Tiscali Social Il fundraiser figura chiave del non profit e non solo 4 07.02.2014 Avvenire

Dettagli

ambientale ai fini sia dell Annuario dei dati ambientali che ogni anno pubblichiamo, sia di eventuali altri utilizzi di questi indicatori di

ambientale ai fini sia dell Annuario dei dati ambientali che ogni anno pubblichiamo, sia di eventuali altri utilizzi di questi indicatori di COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento dell Ing. Gaetano Battistella Mi occupo di protezione dell ambiente e porterò una testimonianza in un campo parallelo, ma che ha sicuramente forti legami

Dettagli

COMUNE DI RONCO BRIANTINO

COMUNE DI RONCO BRIANTINO COMUNE DI RONCO BRIANTINO Provincia di Monza e della Brianza! "# $ %&! ' ( ) # # * # +, ) -.,/ 10! VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 76 in data 16/09/2010 COPIA OGGETTO: PARTECIPAZIONE

Dettagli

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO Intervento Roberto Albonetti direttore Attività Produttive Regione Lombardia Il mondo delle imprese ha subito negli ultimi anni un accelerazione impressionante:

Dettagli

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso di inflazione, il mercato ha avuto un calo improvviso

Dettagli

Intervento del Dott. Lanfranco Massari Presidente Federcultura Turismo e Sport - Confcooperative

Intervento del Dott. Lanfranco Massari Presidente Federcultura Turismo e Sport - Confcooperative 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano - Pescara Intervento del Dott. Lanfranco Massari Presidente Federcultura Turismo e Sport - Confcooperative III CONFERENZA ITALIANA PER IL TURISMO 30 settembre 1

Dettagli

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 34indicatori Industria: stabile la produzione I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 E. S. Produzione sugli stessi livelli dello scorso anno, debole la domanda interna, ma rimane

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

ACCORDO DI RETE CTRH MONZA EST CENTRO TERRITORIALE RISORSE PER LA DISABILITA I.C. D. ALIGHIERI - Cornate D Adda 2012-2015

ACCORDO DI RETE CTRH MONZA EST CENTRO TERRITORIALE RISORSE PER LA DISABILITA I.C. D. ALIGHIERI - Cornate D Adda 2012-2015 ACCORDO DI RETE CTRH MONZA EST CENTRO TERRITORIALE RISORSE PER LA DISABILITA I.C. D. ALIGHIERI - Cornate D Adda 2012-2015 LE PARTI: 1 DIREZIONE DIDATTICA AGRATE BRIANZA BONFANTI ANTONIO 2 ISTITUTO COMPRENSIVO

Dettagli

Quello che pensano le imprese della crisi: un indagine della CNA di Roma sulle imprese della Provincia

Quello che pensano le imprese della crisi: un indagine della CNA di Roma sulle imprese della Provincia Quello che pensano le imprese della crisi: un indagine della CNA di Roma sulle imprese della Provincia Roma, 12 novembre 2008 La CNA di Roma ha condotto dal 29 ottobre al 4 novembre 2008 un indagine tra

Dettagli

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Cagliari, 22 luglio 2010 ore 10.00 Intervento di apertura dei lavori del Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Edili Simona Pellegrini Vi

Dettagli

COMUNE DI REGGIO EMILIA. Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 2010

COMUNE DI REGGIO EMILIA. Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 2010 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 21 1 Pagina Pagina Pagina Demografia delle imprese reggiane Andamento congiunturale Fallimenti Pagina Pagina Protesti Credito

Dettagli

PIANO OPERATIVO TRIENNALE 2015-2017

PIANO OPERATIVO TRIENNALE 2015-2017 PIANO OPERATIVO TRIENNALE 2015-2017 GESTORE CAP HOLDING 1 4541_M AICURZIO Centrale di Trezzo sull'adda: Lavori di realizzazione nuova vasca di accumulo Serbatoio HUB in comune di Aicurzio acquedotto 1.138.308,46

Dettagli

Un manifesto di Cna per dare più forza e più voce ai nuovi professionisti

Un manifesto di Cna per dare più forza e più voce ai nuovi professionisti Un manifesto di Cna per dare più forza e più voce ai nuovi professionisti Sono circa 10.000 in provincia di Bologna Sondaggio tra gli iscritti Cna: sono laureati e soddisfatti della loro autonomia Rivendicano

Dettagli

CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA.

CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA. CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA. Segnali positivi, ma ancora insufficienti a recuperare i valori pre-crisi. Il Mezzogiorno non può attendere il 2025.

Dettagli

A.S. n. 3181 Interventi a sostegno del pensionamento flessibile e della solidarietà intergenerazionale"

A.S. n. 3181 Interventi a sostegno del pensionamento flessibile e della solidarietà intergenerazionale SENATO DELLA REPUBBLICA 11ª Commissione Permanente (Commissione Lavoro, Previdenza Sociale) A.S. n. 3181 Interventi a sostegno del pensionamento flessibile e della solidarietà intergenerazionale" 3 ottobre

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO MC n 68 I protagonisti LUCA SCOLARI UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO di Simona Calvi Insieme a Fabio e Marco è alla guida della società creata dal padre negli anni Cinquanta, specializzata

Dettagli

La ringrazio per l interessamento dimostrato al Marketing se sta pensando di svolgere con me la tesi di laurea.

La ringrazio per l interessamento dimostrato al Marketing se sta pensando di svolgere con me la tesi di laurea. Gentile Studentessa/te La ringrazio per l interessamento dimostrato al Marketing se sta pensando di svolgere con me la tesi di laurea. Al fine di facilitare la produzione del suo elaborato riporto di seguito

Dettagli

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan venerdì 25 giugno 2010 Buon pomeriggio. Un cordiale saluto al Ministro

Dettagli

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene:

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: 1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: SUL PIANO GENERALE. in una fase storica mondiale di grandi cambiamenti e grandi tragedie. Pensiamo solo alla rapida evoluzione tecnologica,

Dettagli

2014: il sesto meeting annuale della Fondazione per lo sviluppo sostenibile

2014: il sesto meeting annuale della Fondazione per lo sviluppo sostenibile 2014: il sesto meeting annuale della Fondazione per lo sviluppo sostenibile Una fondazione di ricerca e di supporto, ormai un punto di riferimento, per esperti, organizzazioni e imprese della green economy.

Dettagli

- comunicato stampa -

- comunicato stampa - - comunicato stampa - SPESA PUBBLICA E FEDERALISMO : L ITALIA SPRECA 26 MILIARDI DI EURO Il presidente Tessari: Gli enti periferici gestiscono il 37% della spesa pubblica complessiva col 42% del personale,

Dettagli

Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi

Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi Incontro 29 luglio 2010 - Fiorano Valutazione contesto esistente 1. Quali sono in generale i 3 punti di debolezza attuali del distretto

Dettagli

Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013

Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013 Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013 Armando De Crinito Direttore Generale Vicario DG Attività produttive, Ricerca e Innovazione Regione

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

SALVARE IL LAVORO, TUTELARE I REDDITI E RILANCIARE LO SVILUPPO

SALVARE IL LAVORO, TUTELARE I REDDITI E RILANCIARE LO SVILUPPO CGIL TOSCANA SALVARE IL LAVORO, TUTELARE I REDDITI E RILANCIARE LO SVILUPPO 3 REPORT SULL ECONOMIA REGIONALE - MAGGIO 2009 LE AZIENDE TOSCANE IN BORSA Quanto valgono in borsa - dati in milioni di euro

Dettagli

Crisi e mercato del lavoro in provincia di Bergamo. Manuela Samek Lodovici Bergamo, 1 dicembre 2009

Crisi e mercato del lavoro in provincia di Bergamo. Manuela Samek Lodovici Bergamo, 1 dicembre 2009 Crisi e mercato del lavoro in provincia di Bergamo Manuela Samek Lodovici Bergamo, 1 dicembre 009 Gli indicatori strutturali Nel I semestre 009 la crisi colpisce soprattutto l occupazione maschile Tasso

Dettagli

COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA

COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA 61 di TEODORO FULGIONE * Intervista ad Alessandro Luciano capo del progetto Monitoraggio delle politiche del lavoro con le politiche di sviluppo locale dei sistemi

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL PIU GRANDE CONSUMATORE INDUSTRIALE COMMENTA L ANALISI DEL MERCATO DEL GAS EFFETTUATA DA PROMETEIA

COMUNICATO STAMPA IL PIU GRANDE CONSUMATORE INDUSTRIALE COMMENTA L ANALISI DEL MERCATO DEL GAS EFFETTUATA DA PROMETEIA COMUNICATO STAMPA IL CONSORZIO GAS INTENSIVE CHIEDE L ESTENSIONE DEI TETTI ANTITRUST, NUOVE GAS E CAPACITY RELEASE DESTINATE AI CLIENTI FINALI INDUSTRIALI E CONTRATTI PLURIENNALI DI ACQUISTO IL PIU GRANDE

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA

PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA In data 23 dicembre 2009 in Torino tra Provincia di Torino (di seguito Provincia ) Unicredit

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

di Simona Facchini Foto di Carlo Pozzoni

di Simona Facchini Foto di Carlo Pozzoni di Simona Facchini Foto di Carlo Pozzoni L ESPERIENZA DI COM ON IDEATA DAI GIOVANI INDUSTRIALI. MARCO TAIANA: «MENTRE TANTI TALENTI ITALIANI SE NE VANNO, NOI ABBIAMO CREATO UN SISTEMA CHE LI ATTRAE. CREDIAMO

Dettagli

2. Una economia equilibrata con un cuore pulsante industriale e turistico

2. Una economia equilibrata con un cuore pulsante industriale e turistico L analisi che il CRESME ha condotto, sulla base dell incarico ricevuto da ANCE COMO, con il contributo dalla CAMERA DI COMMERCIO DI COMO e sostenuto da Ordine degli Architetti, Ordine degli Ingegneri di

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

La Fantasia è più importante del sapere Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito!

La Fantasia è più importante del sapere Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito! Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito! Migliora il tuo sito e migliorerai il tuo business Ti sei mai domandato se il tuo sito aziendale è professionale? È pronto a fare quello che ti aspetti

Dettagli

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA Silvano MARSEGLIA E per me un grande piacere ed un onore aprire i lavori di questo nostro Congresso Straordinario

Dettagli

Giovane, dinamica, ecologica

Giovane, dinamica, ecologica Giovane, dinamica, ecologica di Massimiliano Luce Proporre prodotti green e innovativi è da sempre il mestiere di J-Teck3. Con il lancio del nuovo J-Eco Pigmet G l azienda conferma e rafforza la propria

Dettagli

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa La situazione dell accesso al credito per le piccole e medie imprese che costituiscono

Dettagli