L analisi dei flussi finanziari. 1. I flussi finanziari 1/5

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L analisi dei flussi finanziari. 1. I flussi finanziari 1/5"

Transcript

1 focus modulo 4 lezione 50 La gestione finanziaria La correlazione tra investimenti e finanziamenti L analisi dei flussi finanziari 1. I flussi finanziari I flussi finanziari che hanno origine dall attività d impresa possono essere rappresentati, in sintesi, nello schema seguente: Fonti di finanziamento Fonti della gestione reddituale Disinvestimenti di immobilizzazioni AZIENDA Rimborsi delle fonti di finanziamento Impieghi nella gestione reddituale Impieghi in immobilizzazioni Il flusso iniziale è costituito dai capitali in entrata; essi rappresentano le fonti di finanziamento che l azienda reperisce sul mercato dei capitali allo scopo di intraprendere la propria attività o di proseguirla. Esso è composto dall accensione di prestiti, dai conferimenti in denaro del proprietario o dei soci, dagli aumenti di capitale a pagamento, dai contributi a fondo perduto erogati dallo Stato e da enti pubblici. Nel corso della gestione i flussi in uscita corrispondono al rimborso dei finanziamenti ottenuti (rimborso di prestiti, distribuzione degli utili, rimborsi di capitale di proprietà). Altra importante categoria di flussi in entrata e in uscita è quella dei flussi finanziari generati dalla gestione reddituale. Essa trae origine dallo svolgimento dell attività tipica dell impresa, ed è pertanto strettamente collegata ai ricavi (fonti) e ai costi (impieghi) che concorrono alla formazione del reddito di periodo. Tali flussi in entrata e in uscita derivano, dunque, in particolare dalla gestione dei crediti verso clienti e dei debiti di fornitura, delle scorte e della liquidità. Nello schema si individuano infine i flussi in uscita (investimenti) e in entrata (disinvestimenti) derivanti dalla gestione delle immobilizzazioni materiali, immateriali e finanziarie. L impresa, attraverso questa attività, costituisce e mantiene una struttura tecnico-organizzativa coerente con le scelte strategiche operate. Tale complesso di investimenti e disinvestimenti riguarda, ad esempio, impianti, attrezzature, attività immateriali di ricerca e sviluppo, partecipazioni, concessioni a terzi di prestiti a medio-lungo termine, ecc. Nell ambito del processo dinamico descritto, si inserisce il management finanziario, che agisce come un intermediario ponendosi tra le operazioni aziendali eilmercato dei capitali. L impresa, infatti, può essere considerata come un trasformatore finanziario; essa acquisisce finanziamenti che permettono di attuare investimenti. I capitali reperiti sono utilizzati per attivare processi produttivi da cui scaturiscono ricavi, tramite i quali si attuano il recupero degli investimenti effettuati e la remunerazione dei finanziamenti ottenuti (interessi ai portatori di capitale di credito e quote di utili ai portatori di capitale di rischio). In quest ottica l analisi per flussi rappresenta un insostituibile metodo di analisi della dinamica finanziaria dell azienda. 1/5

2 L analisi dei flussi finanziari ha la finalità di evidenziare e interpretare le variazioni intervenute nella Situazione patrimoniale e finanziaria, ponendo a confronto i valori assunti da determinati aggregati di voci in due momenti differenti. 2. Il cash flow di periodo La gestione delle imprese, come abbiamo più volte osservato, presenta due aspetti fortemente interconnessi: l aspetto economico, che riguarda i costi, i ricavi e il patrimonio netto; l aspetto finanziario, che,invece,ècaratterizzato da entrate e uscite di denaro (aspetto monetario) eda crediti e debiti (aspetto creditizio). Dalla gestione economica ha origine il reddito, da quella finanziaria il cosiddetto cash flow. Il cash flow, oflusso di cassa, èladifferenza tra i flussi monetari in entrata (cash inflow) eiflussimonetariin uscita (cash outflow) chesièmanifestata in un determinato arco temporale, modificando l entità delle risorse monetarie (fondo monetario) a disposizione dell impresa all inizio del periodo considerato. Il cash flow di periodo rappresenta, quindi, la variazione che le risorse monetarie dell impresa disponibili all inizio di un esercizio subiscono per effetto della gestione nell arco dell esercizio stesso. Alla sua determinazione partecipano tutte le entrate eleuscite effettive; esso, infatti, si calcola per differenza tra i cash inflow eicash outflow. Cash flow = Cash inflow Cash outflow I cash inflow comprendono tutte le forme di incasso relative, ad esempio, alla riscossione dei crediti commerciali, all ottenimento di nuovi finanziamenti, ecc. I cash outflow sono rappresentati dagli esborsi connessi, ad esempio, al pagamento immediato dei fattori produttivi acquistati, all estinzione dei debiti di fornitura, all effettuazione di nuovi investimenti, al rimborso di finanziamenti in precedenza ottenuti, ecc. Inflow e outflow possono scaturire: dalle operazioni di gestione corrente, intesacomel insieme delle operazioni legate allo svolgimento del ciclo produttivo, in particolare acquisti-produzione-vendite (cash flow derivante dalle operazioni d esercizio), riscossioni di crediti di regolamento e pagamenti di debiti di fornitura sorti nell esercizio precedente; la differenza fra i ricavi effettivamente incassati eicosti effettivamente pagati rappresenta, come vedremo meglio, il cosiddetto cash flow operativo, che costituisce il primo componente del cash flow di periodo; da operazioni estranee alla gestione corrente, che possono essere suddivise in: - investimenti e disinvestimenti di fattori immobilizzati, compresi le accensioni e i rimborsi di prestiti che l azienda concede a terzi; accensione e rimborsi di finanziamenti; - aumenti o diminuzioni di patrimonio netto. La struttura del cash flow di periodo è evidenziata nel seguente schema: Cash flow operativo + Cash inflow derivanti da operazioni estranee alla gestione corrente: disinvestimenti di fattori immobilizzati o rimborso di prestiti concessi; accensione di nuovi finanziamenti; aumenti a pagamento di capitale e di altre parti ideali del netto. investimenti in fattori immobilizzati o concessioni di prestiti a terzi; rimborso di finanziamenti ottenuti in precedenza; Cash outflow derivanti da operazioni estranee alla gestione corrente: diminuzioni di patrimonio netto, pagamento di dividendi e rimborsi di capitale ai soci. = CASH FLOW DI PERIODO La conoscenza del cash flow di periodo è utile e fondamentale per interpretare l andamento della gestione aziendale e, in particolare, le politiche di autofinanziamento. Tale fenomeno, come è noto, si produce per effetto di utili prodotti e non distribuiti; in questa ipotesi si ha una maggiore disponibilità di risorse monetarie, corrispondente al cash flow non erogato. In altri termini, la mancata distribuzione del risultato economico produce l effetto di incrementare la dotazione 2/5

3 di risorse monetarie a disposizione dell azienda, con il vantaggio di eliminare o limitare il ricorso a finanziamenti esterni. Il cash flow di periodo rappresenta, in questo caso, l autofinanziamento aziendale. 3. Il cash flow operativo (o operazionale) Analizziamo il primo componente del cash flow di periodo: il cash flow operativo. Il cash flow operativo (o operazionale) rappresenta la variazione di cassa provocata dalle operazioni di acquisizione di fattori produttivi a veloce ciclo di utilizzo e dalla cessione dei prodotti (beni o servizi) che derivano dall attività dell impresa. Esso si determina calcolando la differenza tra i ricavi di competenza effettivamente incassati e i costi di competenza effettivamente pagati. L ammontare del cash flow operativo può essere uguale al reddito d esercizio; ciò siverificaquandoognioperazione di acquisto o di vendita produce nel medesimo esercizio il correlativo esborso monetario o incasso monetario. In questa ipotesi, si realizza la piena coincidenza tra ciclo economico e ciclo monetario. Consideriamo, ad esempio, un operazione di vendita; se essa avviene per contanti, si ha coincidenza tra i due cicli. Se, invece, è prevista una dilazione di pagamento di 90 giorni: all atto della fatturazione del prezzo di vendita (ricavo) si ha la conclusione del ciclo economico; all atto dell effettiva riscossione (entrata), cioè dopo 90 giorni, si ha la conclusione del ciclo monetario. Se la realizzazione del ricavo e dell entrata monetaria, pur non coincidendo, avvengono nel medesimo periodo amministrativo, sihauno sfasamento temporale che non influenza il cash flow operativo. Se, invece, l incasso si verifica in un esercizio successivo, il cash flow operativo ne risulta modificato. Nel calcolo del cash flow operativo, quindi, è necessario tenere conto della mancata coincidenza tra ciclo finanziario e ciclo economico quando questa determina il verificarsi di entrate o uscite di denaro in esercizi differenti da quello in cui sono stati rilevati i rispettivi ricavi e costi. Ipotizziamo che un impresa, in un determinato periodo, abbia ricavi per E 500, totalmente incassati: il cash inflow operativo ammonta a E 500. Se, però, tali ricavi sono incassati nella misura di E 400 (in quanto a fine esercizio si hanno crediti commerciali per E 100), è evidente che il cash inflow ammonterà soloae 400. La determinazione del cash flow operativo ha inizio con il calcolo del risultato economico d esercizio, alqualedevono essere sommati algebricamente gli importi dei costi e dei ricavi non monetari, cioè dei costi e ricavi di competenza che nel corso dell esercizio non hanno dato origine a esborsi (come gli ammortamenti e le minusvalenze), né generatoliquidità(come le plusvalenze). Il risultato rappresenta il flusso di liquidità connesso alla gestione reddituale dell esercizio. Questo risultato deve inoltre essere depurato di tutte le variazioni riguardanti le partite non liquide dell Attivo circolante e le Passività a breve. A tale scopo occorre sommare algebricamente aquestorisultatolevariazioni (date dalla differenza tra il valore al 31/12 e quello all 1/01) nelle consistenze di magazzino, nei crediti e nei debiti a breve, nei ratei e risconti attivi e passivi, ecc. Utile d esercizio + Minusvalenze da alienazione di immobilizzazioni + Ammortamenti Plusvalenze da alienazione di immobilizzazioni +/ Variazione (+decremento/incremento) delle rimanenze, dei crediti a breve, dei ratei e risconti attivi +/ Variazione (+incremento/decremento) dei debiti a breve, dei ratei e risconti passivi, degli anticipi da clienti +/ Variazione (+incremento/decremento) netta dei debiti per Tfr* e dei fondi per rischi e oneri = CASH FLOW OPERATIVO * Nelle aziende con meno di 50 addetti in cui nessuno ha optato per i Fondi pensione. Il cash flow operativo, in particolare, esprime la liquidità effettivamente generata dalla gestione reddituale corrente. Esso è un flusso monetario non influenzato dalle politiche di ammortamento e di accantonamento egenerato in modo specifico dalle operazioni di vendita (che producono entrate) e di acquisto (che provocano uscite). La gestione corrente rappresenta la fondamentale fonte di risorse monetarie da cui dipende la capacità disoprav- vivenza, oltre che di espansione, dell impresa. È importante anche osservare che il cash flow operativo consente di rimborsare i finanziamenti ediaccumulare 3/5

4 le risorse necessarie per mantenere, consolidare e, se possibile, incrementare l attività produttiva. Esso, quindi, deve rendere possibile: il rimborso dei finanziamenti contratti per l acquisizione di fattori pluriennali; il finanziamento del rinnovo dei fattori pluriennali; il finanziamento dello sviluppo aziendale tramite l autofinanziamento netto. Nel caso in cui il cash flow operativo non raggiunga una misura sufficiente a permettere il soddisfacimento di tali esigenze, si assiste: aunincremento dell indebitamento; alla necessità di porsi il problema della riduzione delle dimensioni aziendali; al pregiudizio sulle possibilità di sviluppo futuro dell attività aziendale; alla possibilità che l azienda si venga a trovare in situazione di insolvenza. Ricavi di competenza effettivamente incassati Costi di competenza effettivamente pagati +/ Variazioni delle partite non liquide dell Attivo circolante e delle Passività a breve = CASH FLOW OPERATIVO + cash inflow estraneo alla gestione corrente cash outflow estraneo alla gestione corrente = CASH FLOW DI PERIODO Dalla teoria alla realtà operativa Cash flow operativo e cash flow di periodo Al 31/12/n, dal sistema informativo della Palco s.p.a. di Foggia si desumono i seguenti dati: Utile d esercizio Riserva legale Riserva straordinaria Ammortamenti Rimanenze di magazzino Costi capitalizzati per lavori in economia Crediti a breve termine Debiti a breve termine Debiti per Tfr Capitale sociale Riserva sovrapprezzo azioni Prestito obbligazionario Mutui passivi Terreni Ratei e risconti passivi Voci 31/12/n 1 31/12/n Determiniamo il cash flow operativo e il cash flow di periodo. Prima di procedere al calcolo del cash flow di periodo è necessario conoscere l entità del cash flow operativo. utile d esercizio ammortamenti incremento delle rimanenze ( ) incremento dei crediti a breve ( ) decremento dei debiti a breve ( ) incremento dei debiti per Tfr ( ) incremento dei ratei e risconti passivi ( ) 500 = cash flow operativo Determiniamo ora il cash flow di periodo, aggiungendo al cash flow operativo il cash inflow estraneo alla gestione corrente e sottraendo il cash outflow estraneo alla gestione corrente. " 4/5

5 accensione di prestiti a medio-lungo termine prestito obbligazionario aumenti di capitale proprio a pagamento incremento del Capitale sociale incremento della Riserva sovrapprezzo azioni = cash inflow estraneo alla gestione corrente investimenti in immobilizzazioni acquisto di terreni costruzioni interne rimborso di prestiti ottenuti a medio-lungo termine mutui passivi = cash outflow estraneo alla gestione corrente cash flow operativo cash inflow estraneo alla gestione corrente cash outflow estraneo alla gestione corrente = cash flow di periodo Il rendiconto finanziario: primi cenni Le variazioni finanziarie originate dalla gestione aziendale sono riportate in un apposito prospetto, denominato rendiconto finanziario, che rappresenta il fondamentale strumento dell analisi per flussi. Il documento può assumere differenti configurazioni in relazione alle diverse risorse finanziarie prese in considerazione. I modelli di rendiconto finanziario che risultano maggiormente utilizzati nella realtà operativasono: il rendiconto finanziario delle variazioni di capitale circolante netto: esso evidenzia in modo analitico i flussi finanziari di capitale circolante netto (Ccn) che, come sappiamo, consiste nella differenza tra l Attivo circolante e le Passività correnti; il rendiconto finanziario delle variazioni di liquidità (cash flow statement), che analizza la dinamica finanziaria dell azienda nel breve periodo econtienelarappresentazione del cash flow. RENDICONTO FINANZIARIO DELLE VARIAZIONI DI CAPITALE CIRCOLANTE NETTO DELLE VARIAZIONI DI LIQUIDITÀ (CASH FLOW STATEMENT) Il rendiconto finanziario delle variazioni di liquidità (cash flow statement) evidenzia in modo immediato i movimenti che hanno influito sull equilibrio monetario, consentendo il controllo della gestione di liquidità. Esso, inoltre, fornisce utili informazioni per la redazione del preventivo di cassa, uno strumento che consente di verificare in anticipo la disponibilità dei mezzi liquidi occorrenti per fronteggiare le uscite. L analisi finanziaria per flussi attraverso la redazione del rendiconto finanziario sarà oggetto di approfondimento nel volume per la classe quinta. 5/5

Analisi di Bilancio per flussi

Analisi di Bilancio per flussi Analisi di Bilancio per flussi Premessa L analisi della situazione economica, patrimoniale e finanziaria dell azienda attraverso il bilancio si conclude con l analisi dei movimenti di risorse finanziarie

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO

IL RENDICONTO FINANZIARIO IL RENDICONTO FINANZIARIO Arezzo, 04 aprile 2014 1 IL RENDICONTO FINANZIARIO Resoconto di tutte le entrate ed uscite di denaro avvenuto in un certo periodo di tempo per effetto di: risultato della gestione;

Dettagli

ENTRIAMO IN AZIENDA 3

ENTRIAMO IN AZIENDA 3 ENTRIAMO IN AZIENDA 3 Imprese industriali sistema informativo di bilancio e imposizione fiscale TOMO 1 IL SISTEMA INFORMATIVO DI BILANCIO M O BILANCIO D U L O 3 BILANCIO D ESERCIZIO ANALISI PER INDICI

Dettagli

Analisi per flussi. 1. Considerazioni generali

Analisi per flussi. 1. Considerazioni generali Capitolo 8 Analisi per flussi 1. Considerazioni generali Il rendiconto finanziario è un prospetto che raggruppa, in relazione a determinati scopi di formazione, le variazioni (flussi) intervenute nella

Dettagli

Esercitazione n. 24. Lidia Sorrentino

Esercitazione n. 24. Lidia Sorrentino Esercitazioni svolte 2010 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 24 Analisi per flussi: il rendiconto finanziario Conoscenza: componenti di reddito monetari e componenti di reddito non monetari; flussi corrispondenti

Dettagli

L equilibrio finanziario

L equilibrio finanziario L equilibrio finanziario La dinamica finanziaria Il Rendiconto Finanziario Analisi Economico-Finanziaria delle P.M.I. Prof. Andrea Calabrò E-mail: andrea.calabro@uniroma2.it La divergenza fra risultato

Dettagli

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario OIC 10

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario OIC 10 TEMI SPECIALI DI BILANCIO Il rendiconto finanziario OIC 10 Parma, 1 Ottobre 2014 1 Indice 1. Finalità del principio 3 2. Ambito di applicazione 4 3. Definizioni 5 4. Contenuto e struttura 6 5. Classificazione

Dettagli

Dai flussi di CCN ai flussi di liquidità

Dai flussi di CCN ai flussi di liquidità Il rendiconto finanziario dei flussi di liquidità Dai flussi di CCN ai flussi di liquidità La risorsa finanziaria liquidità è operazionalizzata come nel principio OIC 12, ovvero è da intendere come somma

Dettagli

La gestione aziendale, il reddito e il patrimonio

La gestione aziendale, il reddito e il patrimonio 1 di 6 La gestione aziendale, il reddito e il patrimonio Come possono essere classificate le operazioni di gestione? La gestione aziendale è l insieme coordinato di operazioni attraverso le quali l impresa

Dettagli

finanziari e rendiconto finanziario

finanziari e rendiconto finanziario Le analisi di bilancio: i flussi finanziari e rendiconto finanziario Prof. Luca IANNI Docente di Controllo di Gestione Università G.d Annunzio di Chieti Pescara Revisore Legale dei Conti Le analisi per

Dettagli

L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI

L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI Prof. Luigi Trojano L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI L analisi dei flussi finanziari ha la finalità di evidenziare e interpretare le variazioni intervenute nella situazione patrimoniale e finanziaria

Dettagli

L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI

L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI Salvatore Nucci, gennaio 2011 L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI L analisi dei flussi finanziari ha la finalità di evidenziare e interpretare le variazioni intervenute nella situazione patrimoniale

Dettagli

Il rendiconto finanziario e gli indici di bilancio

Il rendiconto finanziario e gli indici di bilancio Il rendiconto finanziario e gli indici di bilancio Erika Cresti Firenze, 18 ottobre 2013 Indice La gestione della variabile finanziaria Il rendiconto finanziario: normativa e principi contabili di riferimento

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale 2006

Commento al tema di Economia aziendale 2006 Commento al tema di Economia aziendale 2006 Il tema proposto per la prova di Economia aziendale negli Istituti Tecnici Commerciali è incentrato sulla gestione finanziaria dell impresa ed è articolato in

Dettagli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Rendiconto Finanziario GIA-L03

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Rendiconto Finanziario GIA-L03 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Facoltà di Ingegneria prof. Stefano Pedrini Rendiconto Finanziario GIA-L03 Analisi dei flussi di cassa Attraverso l analisi dei flussi di cassa (o del cash flow) è possibile

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale. Nelle imprese industriali possiamo individuare le seguenti attività:

Commento al tema di Economia aziendale. Nelle imprese industriali possiamo individuare le seguenti attività: Commento al tema di Economia aziendale Il tema proposto per la prova di Economia aziendale negli Istituti Tecnici è incentrato sulla scomposizione del reddito di esercizio nei risultati parziali generati

Dettagli

Le analisi di bilancio per indici

Le analisi di bilancio per indici Riclassificazione e interpretazione Le analisi di bilancio per indici di Silvia Tommaso - Università della Calabria Obiettivo delle analisi di bilancio è quello di ottenere informazioni adeguate a prendere

Dettagli

IL PROCESSO DI CONSOLIDAMENTO DEI BUDGET

IL PROCESSO DI CONSOLIDAMENTO DEI BUDGET IL PROCESSO DI CONSOLIDAMENTO DEI BUDGET Il sistema di pianificazione aziendale integrato. 1. Scenari ambientali, previsionali generali, bilanci passati Riferimenti ambientali Posizionamento strategico

Dettagli

L analisi economico-finanziaria del bilancio Indici e flussi

L analisi economico-finanziaria del bilancio Indici e flussi Università Politecnica delle Marche Dipartimento di Management Sergio Branciari s.branciari@univpm.it Simone Poli s.poli@univpm.it L analisi economico-finanziaria del bilancio Indici e flussi San Benedetto

Dettagli

LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC

LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PRINCIPIO OIC 10 SUL RENDICONTO FINANZIARIO LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC IDA D ALESSIO 24 APRILE 2015 Rispetto al precedente OIC 12: Cambiamenti

Dettagli

Dinamica dei flussi finanziari

Dinamica dei flussi finanziari Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Dinamica dei flussi finanziari Capitolo 4 Indice degli argomenti 1. Il modello a quattro aree 2. Flusso di cassa della gestione corrente

Dettagli

Corso di Finanza aziendale

Corso di Finanza aziendale I RISULTATI ECONOMICI e FINANZIARI tendono a divergere: Corso di Finanza aziendale La dinamica finanziaria Risultato economico: somma algebrica costi e ricavi flussi reddituali comprende poste derivanti

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 09 05.03.2014 Il rendiconto finanziario nel nuovo OIC 10 Aggiornamento principi contabili Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Aggiornamento

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO. Prof. Luca Fornaciari

IL RENDICONTO FINANZIARIO. Prof. Luca Fornaciari IL RENDICONTO FINANZIARIO Prof. Luca Fornaciari 1 SOMMARIO 1. Finalità e Normativa di riferimento 2. Ruolo del Rendiconto nel Bilancio d esercizio 3. Contenuto, Struttura e Metodi d analisi 4. Logiche

Dettagli

Analisi per flussi Il rendiconto finanziario

Analisi per flussi Il rendiconto finanziario Analisi per flussi Il rendiconto finanziario Ruolo dei flussi finanziari nelle analisi di bilancio Forniscono nuovi elementi per la valutazione dell assetto economico globale Permettono una migliore interpretazione

Dettagli

Verifica del I quadrimestre n 13

Verifica del I quadrimestre n 13 120 S&A Strumenti 12/97 ESERCIZIO 21 INDIRIZZO Igea Mercurio Classe 5ª Verifica del I quadrimestre n 13 di GIULIANO PAGANIN Il Rendiconto finanziario è un documento che aiuta la lettura del bilancio di

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO.

IL RENDICONTO FINANZIARIO. IL RENDICONTO FINANZIARIO. Lezione 3 Castellanza, 3 Ottobre 2007 2 Il Rendiconto Finanziario Il Rendiconto Finanziario costituisce per l analisi della dinamica finanziaria ciò che il conto economico rappresenta

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Divergenza tra risultato economico e finanziario

Divergenza tra risultato economico e finanziario L analisi della dinamica finanziaria (Capitolo VI) 1 2 Divergenza tra risultato economico e finanziario L analisi della dinamica finanziaria RENDICONTO FINANZIARIO Prospetto simile al CE che consente di

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale

Commento al tema di Economia aziendale Commento al tema di Economia aziendale Il tema di Economia aziendale proposto negli Istituti Tecnici è incentrato sulla crisi finanziaria ed è articolato in una parte obbligatoria e tre percorsi alternativi

Dettagli

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario: aspetti definitori, tecniche di redazione e riferimenti normativi. Parma, 26 novembre 2012

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario: aspetti definitori, tecniche di redazione e riferimenti normativi. Parma, 26 novembre 2012 TEMI SPECIALI DI BILANCIO Il rendiconto finanziario: aspetti definitori, tecniche di redazione e riferimenti normativi Parma, 26 novembre 2012 Dott. Luca Fornaciari luca.fornaciari@unipr.it 1 Il rendiconto

Dettagli

(Cash Flow Statements)

(Cash Flow Statements) RENDICONTO FINANZIARIO IAS 7 (Cash Flow Statements) 1 SOMMARIO Concetti generali sul Rendiconto Finanziario Come si fa a redigere un Rendiconto Finanziario? 2 1 Concetti generali sul Rendiconto Finanziario

Dettagli

Franco Colzi Stefano Guidantoni

Franco Colzi Stefano Guidantoni Franco Colzi Stefano Guidantoni Firenze, 26 marzo 2015 In applicazione dell'articolo 2423, il rendiconto finanziario viene considerato documento obbligatorio S. Guidantoni 2 Comprendere più approfonditamente

Dettagli

OIC 10 Rendiconto finanziario

OIC 10 Rendiconto finanziario Daniela Toscano (Dottore Commercialista in Cuneo) OIC 10 Rendiconto finanziario 1 Il Principio contabile OIC 10, pubblicato il 4 agosto 2014 e applicabile ai bilanci al 31 dicembre 2014, è dedicato allo

Dettagli

Contiene le coperture finanziarie necessarie per l acquisizione delle risorse produttive, con l eventuale avanzo o disavanzo finanziario.

Contiene le coperture finanziarie necessarie per l acquisizione delle risorse produttive, con l eventuale avanzo o disavanzo finanziario. Il processo di formulazione del budget dell impresa si conclude con il consolidamento dei singoli budget settoriali in un unico bilancio previsionale (MASTER BUDGET), che si compone dei seguenti documenti

Dettagli

L ECONOMICITÀ AZIENDALE

L ECONOMICITÀ AZIENDALE L ECONOMICITÀ AZIENDALE IMPRESA tende alla sopravvivenza (autonoma) nel tempo 1 a condizione: Equilibrio economico Risorse consumo (utilizzazione) Collocamento l azienda deve conseguire in volume di ricavi

Dettagli

PARTE SECONDA La gestione aziendale

PARTE SECONDA La gestione aziendale PARTE SECONDA La gestione aziendale Di cosa parleremo In questo capitolo analizzeremo le diverse operazioni della gestione, che si distinguono in fatti esterni o di scambio e fatti interni o di produzione

Dettagli

TECNICA DI DETERMINAZIONE DEL FLUSSO DI CASSA BASATA SUL CONFRONTO TRA STATI PATRIMONIALI SUCCESSIVI.

TECNICA DI DETERMINAZIONE DEL FLUSSO DI CASSA BASATA SUL CONFRONTO TRA STATI PATRIMONIALI SUCCESSIVI. TECNICA DI DETERMINAZIONE DEL FLUSSO DI CASSA BASATA SUL CONFRONTO TRA STATI PATRIMONIALI SUCCESSIVI. SP0 SP1 SP2 FCND1 FCND2 Analizziamo le voci che compongono lo Stato Patrimoniale. SP31/12/t0 SP31/12/t1

Dettagli

12 L ECONOMICITA AZIENDALE. 14 ottobre 2005 Ragioneria Generale e Applicata 1

12 L ECONOMICITA AZIENDALE. 14 ottobre 2005 Ragioneria Generale e Applicata 1 12 L ECONOMICITA AZIENDALE 14 ottobre 2005 Ragioneria Generale e Applicata 1 L economicità Tutte le aziende, per poter conseguire i propri fini, devono essere in grado di operare in condizioni di: -autonomia

Dettagli

UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE SECONDA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali

UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE SECONDA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE SECONDA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali Professore a contratto Dottore di ricerca in Economia Aziendale

Dettagli

il rendiconto finanziario PROF. NICOLA CASTELLANO Università di Macerata

il rendiconto finanziario PROF. NICOLA CASTELLANO Università di Macerata il rendiconto finanziario PROF. NICOLA CASTELLANO Università di Macerata Il rendiconto finanziario Il rendiconto finanziario è un prospetto riassuntivo delle variazioni intervenute nelle grandezze patrimoniali

Dettagli

Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI

Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI FORTE CRESCITA DEL CASH FLOW OPERATIVO (+87%) A 74,3

Dettagli

Capitolo 11. Esercizi di contabilità e bilancio di Mario Calderini. Esercizio 1. Una Società, il 31-12-2000 presenta il seguente Stato Patrimoniale.

Capitolo 11. Esercizi di contabilità e bilancio di Mario Calderini. Esercizio 1. Una Società, il 31-12-2000 presenta il seguente Stato Patrimoniale. Capitolo 11 Esercizi di contabilità e bilancio di Mario Calderini Esercizio 1 Una Società, il 31-12-2 presenta il seguente Stato Patrimoniale. Terreni Immobilizzazioni tecniche Immobilizzazioni immateriali

Dettagli

I processi di finanziamento (segue)

I processi di finanziamento (segue) I processi di finanziamento (segue) Finanziamenti a titolo di capitale + capitale proprio Finanziamenti a titolo di credito + debiti a breve e a lungo termine Realizzi derivanti dalle vendite di prodotti/servizi

Dettagli

L interpretazione e l analisi del rendiconto finanziario: il punto di vista dei finanziatori.

L interpretazione e l analisi del rendiconto finanziario: il punto di vista dei finanziatori. S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PRINCIPIO OIC 10 SUL RENDICONTO FINANZIARIO L interpretazione e l analisi del rendiconto finanziario: il punto di vista dei finanziatori. GIULIANO SOLDI

Dettagli

FLUSSO GENERATO DALLA GESTIONE REDDITUALE: ricavi monetari costi monetari o reddito d es. + costi non monetari ricavi non monetari

FLUSSO GENERATO DALLA GESTIONE REDDITUALE: ricavi monetari costi monetari o reddito d es. + costi non monetari ricavi non monetari 1. I FLUSSI FINANZIARI E I FLUSSI ECONOMICI 2. Un flusso è la variazione in aumento o in diminuzione intervenuta in un fondo di valori in un determinato periodo di tempo. - FLUSSI ECONOMICI: variazioni

Dettagli

DINAMICA DEI FLUSSI FINANZIARI. Docente: Prof. Massimo Mariani

DINAMICA DEI FLUSSI FINANZIARI. Docente: Prof. Massimo Mariani DINAMICA DEI FLUSSI FINANZIARI Docente: Prof. Massimo Mariani 1 SOMMARIO Analisi finanziaria: i flussi di cassa I flussi di cassa: le 4 aree gestionali Il flusso di cassa della gestione corrente I flussi

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

Risultati ed andamento della gestione

Risultati ed andamento della gestione Risultati ed andamento della gestione L utile di periodo evidenzia un sostanziale pareggio, al netto dell accantonamento per 87,5 /milioni a Fondo Rischi Finanziari Generali, destinato alla copertura del

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO: APPLICABILITA E STRUMENTI OPERATIVI

IL RENDICONTO FINANZIARIO: APPLICABILITA E STRUMENTI OPERATIVI S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO XVIII FORUM SAF: LE NOVITA SULL INFORMATIVA FINANZIARIA E SUI CONTROLLI SOCIETARI IL RENDICONTO FINANZIARIO: APPLICABILITA E STRUMENTI OPERATIVI CLAUDIO SOTTORIVA

Dettagli

Biblioteca di Telepass + 2 o biennio TOMO a

Biblioteca di Telepass + 2 o biennio TOMO a UNITÀ B La gestione e i suoi risultati: il patrimonio e il reddito Biblioteca di Telepass + 2 o biennio TOMO a La gestione delle aziende di produzione: settori e profili di analisi Documento Esercizi Operazioni

Dettagli

Stato patrimoniale al 31/12/n

Stato patrimoniale al 31/12/n Tema d esame Gestione economica delle imprese ristorative, analisi di bilancio e fonti di finanziamento di Grazia BATARRA ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE ECONOMICHE (Classe 5 a IP Tecnico servizi ristorativi)

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL CONTROLLO DI GESTIONE: LA CONTABILITÁ GENERALE E

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL CONTROLLO DI GESTIONE: LA CONTABILITÁ GENERALE E WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL CONTROLLO DI GESTIONE: LA CONTABILITÁ GENERALE E IL BILANCIO D ESERCIZIO A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO LE NOZIONI DI CONTABILITÀ GENERALE E BILANCIO

Dettagli

La redazione del bilancio preventivo. Determinazione del fabbisogno finanziario, scelte di copertura e sintesi dei risultati

La redazione del bilancio preventivo. Determinazione del fabbisogno finanziario, scelte di copertura e sintesi dei risultati Michele Pisani La redazione del bilancio preventivo modulo 4 Determinazione del fabbisogno finanziario, scelte di copertura e sintesi dei risultati Le macro-fasi di redazione del preventivo operazioni

Dettagli

La riclassificazione del bilancio d esercizio

La riclassificazione del bilancio d esercizio La riclassificazione del bilancio d esercizio Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani), Mc Graw-Hill 2001, cap. 4 1 Il bilancio pubblico. Il sistema informativo di bilancio secondo

Dettagli

LEZIONE N. 2 LA DINAMICA DEI MEZZI

LEZIONE N. 2 LA DINAMICA DEI MEZZI LEZIONE N. 2 LA DINAMICA DEI MEZZI FINALITA DELLA DINAMICA DEI MEZZI 1) Evidenziazione delle dinamiche economico-aziendali 2) Rappresentazione della composizione patrimoniale dell impresa 3) Determinazione

Dettagli

INDIRIZZO ECONOMICO GIURIDICO CLASSE A017 - n. 2

INDIRIZZO ECONOMICO GIURIDICO CLASSE A017 - n. 2 INDIRIZZO ECONOMICO GIURIDICO CLASSE A017 - n. 2 l) Le riserve di capitale: a) costituiscono autofinanziamento per l impresa b) derivano da sottovalutazione di elementi dell attivo c) costituiscono una

Dettagli

Concetto di patrimonio

Concetto di patrimonio Concetto di patrimonio Il patrimonio o capitale si può definire, in prima approssimazione, come l insieme l dei beni a disposizione del soggetto aziendale in un determinato momento; in un accezione più

Dettagli

I FLUSSI DI CASSA E IL RENDICONTO FINANZIARIO

I FLUSSI DI CASSA E IL RENDICONTO FINANZIARIO I FLUSSI DI CASSA E IL RENDICONTO FINANZIARIO L ANALISI DEI FLUSSI MONETARI AZIENDALI RIGUARDA ESSENZIALMENTE IL TRATTAMENTO DA RISERVARE ALLE TRE TIPOLOGIE DI FLUSSI CHE COMPONGONO IL FLUSSO FINANZIARIO

Dettagli

Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale

Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale Il tema assegnato per la seconda prova di Economia aziendale nell'indirizzo I.G.E.A. è incentrato sulla differenza tra reddito

Dettagli

LA GESTIONE FINANZIARIA

LA GESTIONE FINANZIARIA LA GESTIONE FINANZIARIA Nella letteratura la gestione finanziaria viene frequentemente definita come il complesso di decisioni ed operazioni volte a reperire ed impiegare il capitale in impresa. La gestione

Dettagli

Albez edutainment production. Il patrimonio. Classe III ITC

Albez edutainment production. Il patrimonio. Classe III ITC Albez edutainment production Il patrimonio Classe III ITC Alla fine di questo modulo sarete in grado di: Conoscere la condizione di equilibrio patrimoniale e finanziario di un impresa Conoscere e classificare

Dettagli

Capitolo 2. L analisi dei flussi finanziari

Capitolo 2. L analisi dei flussi finanziari Capitolo 2 L analisi dei flussi finanziari 2.1. Lo sviluppo equilibrato di un attività alberghiera Molte attività alberghiere nascono da iniziative familiari, nelle quali capitali anche relativamente modesti

Dettagli

Ragioneria Generale e Applicata I. Il modello economico-finanziario dell impresa

Ragioneria Generale e Applicata I. Il modello economico-finanziario dell impresa Il modello economico-finanziario dell impresa SCHEMA DI ANALISI DELLA GESTIONE Aspetti Aree gestione CARATTERISTICA PATRIMONIALE FINANZIARIA ECONOMICO FINANZIARIO PATRIMO- NIALE Acquisto - Produzione -

Dettagli

IL BILANCIO DI ESERCIZIO

IL BILANCIO DI ESERCIZIO IL BILANCIO DI ESERCIZIO Mette in evidenza il risultato della gestione annuale e deriva dal sistema contabile il cui scopo è la registrazione di tutti i fatti gestionali che hanno effetti sulle variazioni

Dettagli

L analisi della struttura patrimoniale-finanziaria

L analisi della struttura patrimoniale-finanziaria focus modulo 3 lezione 23 La gestione Il patrimonio di funzionamento L analisi della struttura patrimoniale-finanziaria L azienda deve dotarsi di fonti di finanziamento idonee a coprire il fabbisogno finanziario

Dettagli

ARGOMENTI. Una premessa. La funzione finanziaria. Ruolo della finanza aziendale Analisi finanziaria aziendale Valutazione degli investimenti

ARGOMENTI. Una premessa. La funzione finanziaria. Ruolo della finanza aziendale Analisi finanziaria aziendale Valutazione degli investimenti La funzione finanziaria Prof. Arturo Capasso ARGOMENTI Ruolo della finanza aziendale Analisi finanziaria aziendale Valutazione degli investimenti Una premessa Funzione Finanziaria e Finanza Aziendale.

Dettagli

Riclassificazione del bilancio. Vedere sussidio didattico sul bilancio

Riclassificazione del bilancio. Vedere sussidio didattico sul bilancio Riclassificazione del bilancio Vedere sussidio didattico sul bilancio RAGIONI DELLA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE raggruppare i valori delle attività e delle passività in poche

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

Risultati ed andamento della gestione

Risultati ed andamento della gestione Risultati ed andamento della gestione L esercizio 2011 si chiude con un risultato economico positivo, in quanto la distribuzione dei dividendi di Equitalia Nord ha consentito - insieme ai benefici fiscali

Dettagli

La riclassificazione del bilancio di esercizio. Il bilancio pubblico. La fase della riclassificazione

La riclassificazione del bilancio di esercizio. Il bilancio pubblico. La fase della riclassificazione La riclassificazione del bilancio di esercizio 1 Il bilancio pubblico Il sistema informativo di bilancio secondo la normativa vigente: stato patrimoniale; conto economico; nota integrativa. Requisiti fondamentali

Dettagli

Dott. Maurizio Massaro

Dott. Maurizio Massaro Dott. Maurizio Massaro Ph. D. in Scienze Aziendali Ricercatore Universitario nell Università degli Studi di Udine 09, Ragioneria 1 La misurazione della performance economicofinanziaria. I sistemi fondati

Dettagli

BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE

BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE Tema d esame BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE AZIENDALI (classe 5 a ITC) Il tema proposto è articolato in tre parti, di cui l ultima con tre alternative

Dettagli

MATURITÀ TECNICA COMMERCIALE SPERIMENTALE PROGETTO IGEA Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO AZIENDALE Tema di: ECONOMIA AZIENDALE

MATURITÀ TECNICA COMMERCIALE SPERIMENTALE PROGETTO IGEA Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO AZIENDALE Tema di: ECONOMIA AZIENDALE MATURITÀ TECNICA COMMERCIALE SPERIMENTALE PROGETTO IGEA Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO AZIENDALE Tema di: ECONOMIA AZIENDALE Il tema proposto per la maturità tecnico commerciale sperimentale IGEA risulta

Dettagli

Riclassificazione del bilancio

Riclassificazione del bilancio Riclassificazione del bilancio 02 2015-2016 Vedere sussidio didattico sul bilancio SIGNIFICATO DI RICLASSIFICAZIONE DEI DOCUMENTI DEL BILANCIO raggruppare i valori presenti nei documenti di bilancio in

Dettagli

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario. anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario. anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti 1 Il Conto Economico Il prospetto di CE può essere redatto:

Dettagli

IL BUDGET ECONOMICO, FINANZIARIO, PATRIMONIALE

IL BUDGET ECONOMICO, FINANZIARIO, PATRIMONIALE Newsletter Phedro settembre 2007 IL BUDGET ECONOMICO, FINANZIARIO, PATRIMONIALE IL BUDGET ECONOMICO Il budget economico deriva dal consolidamento dei budget settoriali e dei costi programmati per il successivo

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA ESAMI DI STATO DOTTORI COMMERCIALISTI II SESSIONE 2015 TEMI D ESAME PRIMA PROVA SCRITTA (18/11/2015) TEMA N. 1 Ammortamenti e svalutazioni con riferimento alle immobilizzazioni immateriali, materiali e

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2012 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M730 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO

Dettagli

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Il Piano Economico Finanziario Il piano economico-finanziario costituisce la porzione più

Dettagli

Temi speciali di bilancio

Temi speciali di bilancio Università degli Studi di Parma Temi speciali di bilancio Il rendiconto finanziario L analisi per flussi -Nuovi elementi per la valutazione dell assetto economico globale -Migliore interpretazione indici

Dettagli

Esame di Stato 2014 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale

Esame di Stato 2014 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale Esame di Stato 2014 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale Il tema assegnato per la seconda prova di Economia aziendale (nell'indirizzo Giuridico

Dettagli

Dott. Maurizio Massaro

Dott. Maurizio Massaro Dott. Maurizio Massaro Ph. D. in Scienze Aziendali Ricercatore Universitario nell Università degli Studi di Udine 05, Ragioneria 1 La misurazione della performance economicofinanziaria. I sistemi fondati

Dettagli

DISPENSA SU BILANCIO D ESERCIZIO DINAMICA DEI MEZZI

DISPENSA SU BILANCIO D ESERCIZIO DINAMICA DEI MEZZI CORSO DI ECONOMIA AZIENDALE CDL IN SCIENZE STATISTICHE ED ECONOMICHE PROF. GIANLUCA GIRONE A.A. 2011/2012 DISPENSA SU BILANCIO D ESERCIZIO DINAMICA DEI MEZZI 1 FINALITA DELLA DINAMICA DEI MEZZI 1) Evidenziazione

Dettagli

I piani aziendali prevedono, per il primo semestre dell'esercizio 2007, di cedere il 75% del lotto di terreno ad uso civile.

I piani aziendali prevedono, per il primo semestre dell'esercizio 2007, di cedere il 75% del lotto di terreno ad uso civile. NOTA DI RICLASSIFICAZIONE Come si evince dai prospetti di bilancio, l'azienda è proprietaria di un appezzamento di terreno: per il 50% è adibito ad uso industriale, mentre la restante parte ha destinazione

Dettagli

RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO DEL PATRIMONIO

RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO DEL PATRIMONIO RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO DEL PATRIMONIO Lo schema del conto del patrimonio previsto dal D.P.R 194/96 è strutturato a sezioni divise e contrapposte e presenta un impostazione in cui le attività sono

Dettagli

L ANALISI PER INDICI

L ANALISI PER INDICI Obiettivo dell analisi per indici è la valutazione delle scelte dell imprenditore attraverso la misurazione degli effetti economici, finanziari e patrimoniale prodotti dalle stesse. La corretta misurazione

Dettagli

Attivo anno n+1 anno n Passivo anno n+1 anno n A) Crediti verso i soci per versamenti ancora dovuti. - - A) Patrimonio netto

Attivo anno n+1 anno n Passivo anno n+1 anno n A) Crediti verso i soci per versamenti ancora dovuti. - - A) Patrimonio netto ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Analisi di bilancio per indici di Lucia BARALE Materie: Economia aziendale (Classe 5 a IGEA) La verifica consente di valutare le conoscenze e le abilità acquisite dagli studenti sulla

Dettagli

RENDICONTO FINANZIARIO

RENDICONTO FINANZIARIO RENDICONTO FINANZIARIO SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI GENERALITÀ Art. 2423 Codice Civile Principi contabili dei dottori e ragionieri commercialisti n. 2 e 12 L art. 2423 del Codice Civile recita che il bilancio

Dettagli

ANALISI ANDAMENTO ECONOMICO

ANALISI ANDAMENTO ECONOMICO ANALISI ANDAMENTO ECONOMICO per passare all analisi del fabbisogno e della copertura finanziaria occorre terminare l analisi economica. i ricavi sono stati previsti nel dossier mercato alcuni costi sono

Dettagli

Appendice A: il calcolo dei flussi nella valutazione degli investimenti

Appendice A: il calcolo dei flussi nella valutazione degli investimenti 16 18-12-2007 19:11 Pagina 465 Le decisioni di lungo termine: gli elementi necessari alla valutazione di un investimento 465 rischio dei manager potrebbe condizionare il rifiuto di un progetto con un van

Dettagli

La dinamica finanziaria

La dinamica finanziaria La dinamica finanziaria Analisi del bilancio per flussi. Il rendiconto finanziario Esame della dinamica finanziaria: finalità Valutare la capacita dell impresa di generare flussi finanziari e di adattare

Dettagli

L equilibrio finanziario

L equilibrio finanziario L equilibrio finanziario La riclassificazione del bilancio d esercizio Prof. Andrea Calabrò E-mail: andrea.calabro@uniroma2.it Il bilancio pubblico Il Bilancio è il documento contabile in cui trovano rappresentazione

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale

Commento al tema di Economia aziendale Commento al tema di Economia aziendale Il tema proposto per la prova di Economia aziendale negli Istituti Tecnici è incentrato sul controllo di gestione ed è articolato in una parte obbligatoria e tre

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

La dimensione economico finanziaria del business plan. Davide Moro

La dimensione economico finanziaria del business plan. Davide Moro La dimensione economico finanziaria del business plan Davide Moro I prospetti economico finanziari Da cosa è costituito un prospetto economicofinanziario Un preventivo economico-finanziario completo richiede

Dettagli

Strumenti per il controllo economico e finanziario dell impresa: gestione delle problematiche e soluzioni

Strumenti per il controllo economico e finanziario dell impresa: gestione delle problematiche e soluzioni Strumenti per il controllo economico e finanziario dell impresa: gestione delle problematiche e soluzioni Dott. Claudio Orsini Arcadia Consulting Srl Bologna Finanza d impresa e Consulenza di direzione

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

CRITERI DI RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE

CRITERI DI RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE CRITERI DI RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE ATTIVITA : RAGGRUPPARE GLI ELEMENTI ATTIVI DEL CAPITALE IN RELAZIONE ALLA LORO ATTITUDINE A PROCURARE MEZZI DI PAGAMENTO, ATTRAVERSO LA

Dettagli

Il rendiconto finanziario

Il rendiconto finanziario Il rendiconto finanziario Il rendiconto finanziario a. Definizione b. Obiettivi c. Contenuti d. Fasi di redazione e. Presupposti f. Limiti g. Il rendiconto finanziario sintetico 2 1 a. Definizione Il rendiconto

Dettagli