REGOLAMENTO DIDATTICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO DIDATTICO"

Transcript

1 REGOLAMENTO DIDATTICO MASTER POST DIPLOMA IN Biennio scolastico Indice: Art. 1 Norme Generali... 2 Art.2 Organi e loro compiti e Sede del Master... 2 Art.3 Ammissione al Master Post Diploma, verifica e recupero delle attività formative... 3 Art.4 Elenco degli insegnamenti, con l indicazione dell eventuale articolazione in moduli, nonché delle altre attività formative... 3 Art.5 Tipologia delle forme didattiche, anche a distanza, degli esami e delle altre verifiche di profitto degli studenti... 5 Art.6 Prova Finale e conseguimento dell attestato di Esperto di Credito Cooperativo Glocale... 6 Art.7 Disposizioni sugli obblighi di frequenza... 6 Art.8 Borse di studio e facilitazioni... 6 ALLEGATO A

2 Art. 1 Norme Generali 1. Il presente Regolamento Didattico del master per il conseguimento dell attestato di Esperto di Credito Cooperativo Glocale specifica gli aspetti organizzativi del corso di studio. 2. Ai fini del presente regolamento si intende: Per RD il Regolamento Didattico del Master Post Diploma in Esperto di Credito Cooperativo Glocale; Per Master Post Diploma, il Master Post Diploma in Esperto di Credito Cooperativo Glocale; Per Corpo Docenti, l insieme dei docenti che svolgono attività di insegnamento e/o esercitazione del Master Post Diploma in Esperto di Credito Cooperativo Glocale; Per Commissione Didattica, la Commissione del master post diploma in Esperto di Credito Cooperativo Glocale composta dai Coordinatori di ogni ripartizione di attività formative (unità didattiche). Art.2 Organi e loro compiti e Sede del Master 1. Il Master Post Diploma scaturisce da un Protocollo d Intesa firmato da Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo, Provincia di Brescia, Comune di Leno, Ufficio Scolastico Regionale della Lombardia Ufficio XI Ambito Territoriale di Brescia, Centro Formativo Provinciale Giuseppe Zanardelli e Istituto di Istruzione Superiore Vincenzo Capirola. Gli obiettivi formativi del Master Post Diploma, il quadro generale delle attività formative, la ripartizione delle attività formative in varie tipologie sono riportate nella Presentazione del Master. 2. Sono organi del Master Post Diploma: Il Corpo Docenti La Commissione Didattica 3. Il Corpo Docenti: propone alla Commissione Didattica i programmi delle Unità Didattiche; definisce le date delle prove scritte e/o pratiche di esame; propone l attivazione/rimozione di eventuali propedeuticità e di attività di tutorato; 4. La Commissione Didattica: valuta i carichi di lavoro effettivi di ogni periodo didattico e propone gli aggiustamenti necessari per il miglioramento dell efficienza complessiva; propone la distribuzione temporale delle Unità Didattiche nell ambito del Calendario del Master Post Diploma; organizza e disciplina eventuali propedeuticità e attività di tutorato; propone ed approva eventuali piani di recupero individuali. 5. La sede e la struttura logistica di supporto delle attività didattiche e di laboratorio ha sede principale presso l I.I.S. Vincenzo Capirola di Leno, salvo periodi di stage presso la Cassa Padana BCC di Leno o società ad essa collegate sia in Italia che all estero. 2

3 Art.3 Ammissione al Master Post Diploma, verifica e recupero delle attività formative 1. Sono ammessi al Master Post Diploma i soggetti in possesso di almeno un Diploma quinquennale di Istituto di Istruzione Superiore, o di altro titolo conseguito all estero riconosciuto idoneo, che vivono nella zona di competenza della Cassa; 2. É previsto un limite di età per l iscrizione al Master fissato ad anni 26 compiuti 1 ; 3. Non potranno essere accettate candidature di persone che abbiano rapporti coniugali o di parentela o di affinità, entro il terzo grado compreso, con i membri del consiglio di amministrazione o del collegio sindacale o con il personale dipendente (ai sensi dell art. 34 del CCNL delle BCC); 4. Sono ammesse solo le candidature di soggetti che abbiano conseguito un diploma con punteggio uguale o superiore a 75/100 oppure una laurea con punteggio uguale o superiore a 95/ Il Master Post Diploma ha numero chiuso con un minimo di 7 ed un massimo di 14 studenti; 6. La selezione delle domande di ammissione avverrà sulla base del punteggio scolastico, di un test psico-attitudinale e di un colloquio individuale; 5. I termini per l invio della domanda di ammissione al Master Post Diploma sono indicati sul modulo di candidatura. Art.4 Elenco degli insegnamenti, con l indicazione dell eventuale articolazione in moduli, nonché delle altre attività formative 1. Il Master Post Diploma ha durata biennale e prevede attività formative ripartite in sette Unità Didattiche (UD). 2. Gli insegnamenti e le altre attività formative previste sono riportate in Tabella A/1 e A/2 con le UD di riferimento. Gli obiettivi formativi dettagliati sono elencati nell Allegato A al presente RD. 3. Il Corso di Studi si divide in due periodi didattici: 1 PERIODO DIDATTICO: OTTOBRE 2012-MAGGIO PERIODO DIDATTICO: OTTOBRE 2013-GIUGNO 2014 I periodi di svolgimento degli insegnamenti e delle altre attività didattiche nonché i periodi di svolgimento degli esami sono determinati dal calendario didattico del Master Post Diploma. 1 L aspirante studente, all inizio dell anno scolastico (ottobre 2012), non dovrà aver superato i 26 anni. 2 Esempio: diploma 75/100 accettato; diploma 70/100 e laurea 95/110 accettato; diploma 75/100 e laurea 90/110 accettato; diploma 70/100 e laurea 90/110 NON ACCETTATO. 3

4 Tabella A/1: PROSPETTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DEL 1 PERIODO DIDATTICO UD ATTIVITA FORMATIVA PESO DELL ATTIVITA IN % COOPERAZIONE Storia e caratteri della 4 cooperazione Tipi di cooperative, loro 7 governance e gestione Il sistema di rappresentanza 4 delle cooperative La cooperazione sociale 4 La responsabilità sociale 2 Visite a cooperative 4 % ore cooperazione 25 COOPERAZIONE DI CREDITO Diritto e tecnica bancaria 8 Storia e caratteri della cooperazione di credito 5 L attività specifica delle 17 banche di credito cooperativo % ore cooperazione di credito 30 MUTUALITA INTERNA Il Socio 5 % ore mutualità interna 5 MUTUALITA ESTERNA Bene comune, coesione 5 sociale e sviluppo sostenibile nel territorio locale. % ore mutualità esterna 5 MUTUALITA I progetti internazionali del 10 INTERNAZIONALE Credito Cooperativo e di Cassa Padana. La mutualità a favore del territorio globale. % ore mutualità internazionale 10 LINGUE Inglese 10 Spagnolo 10 Totale ore lingue 20 INFORMATICA Informatica di base 5 % ore informatica 5 TOTALE 100 4

5 Tabella A/2: PROSPETTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DEL 2 PERIODO DIDATTICO UNITA DIDATTICA ATTIVITA FORMATIVA PESO DELL ATTIVITA IN % COOPERAZIONE DI CREDITO Stage 60 L attività specifica delle 5 banche di credito cooperativo % ore cooperazione di credito 65 MUTUALITA ESTERNA Bene comune, coesione 5 sociale e sviluppo sostenibile nel territorio locale. % ore mutualità esterna 5 MUTUALITA I progetti internazionali del 5 INTERNAZIONALE Credito Cooperativo e di Cassa Padana. La mutualità a favore del territorio globale. % ore mutualità 5 internazionale LINGUE Inglese 10 Spagnolo 10 % ore lingue 20 INFORMATICA Informatica di base e 5 programmi informatici specifici di Cassa Padana % ore informatica 5 TOTALE 100 Art.5 Tipologia delle forme didattiche, anche a distanza, degli esami e delle altre verifiche di profitto degli studenti 1. La didattica potrà essere svolta nelle seguenti forme: Lezioni frontali in aula, eventualmente coadiuvate da strumenti audio-visivi multimediali; Esercitazioni in aula, in aula informatica o multimediale; Lavori individuali o di gruppo; Corsi, visite, stage o soggiorni presso strutture esterne all I.I.S. Vincenzo Capirola, anche all estero; Auto-istruzione con l utilizzo di una piattaforma e-learning e l ausilio di strumenti informatici; Videoconferenza. 2. Tutte le attività sono valutate da commissioni che comprendono il responsabile dell attività formativa. Le votazioni sono espresse in giudizio (insufficiente, sufficiente, buono, distinto, ottimo). 3. Di norma le verifiche consistono di una prova scritta o pratica o di una prova orale. 5

6 Art.6 Prova Finale e conseguimento dell attestato di Esperto di Credito Cooperativo Glocale 1. La prova finale consiste nella verifica delle competenze acquisite dall alunno. Per acquisizione delle competenze acquisite si intende la verifica delle conoscenze (sapere), della capacità di mettere in pratica le conoscenze (saper fare) e della propensione individuale alla relazione interpersonale e ad adattarsi alle politiche aziendali (saper essere). 2. Il conseguimento dell attestato comporta per lo studente un contratto di assunzione da parte di Cassa Padana BCC o società ad essa collegate sia in Italia che all estero. Art.7 Disposizioni sugli obblighi di frequenza 1. La frequenza è obbligatoria. Per il conseguimento del titolo è necessaria una frequenza pari all 85% del monte ore biennale. Le lezioni si svolgeranno dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 13:00. Potrebbero essere richiesti dei rientri pomeridiani. Art.8 Borse di studio e facilitazioni 1. Non sono previste borse di studio, ma è prevista la possibilità di accesso per gli studenti, laddove ve ne siano le condizioni, al sistema dotale previsto dalla Regione Lombardia. 6

7 ALLEGATO A OBIETTIVI FORMATIVI DEGLI INSEGNAMENTI Cooperazione: la cooperazione nella storia e nel presente. Caratteristiche delle cooperative e strumenti di analisi. Cooperazione di credito: il credito cooperativo nella storia e nel presente. Struttura organizzativa del credito cooperativo. Analisi della struttura interna di una banca di credito cooperativo. Materie bancarie e giuridiche e loro applicazione concreta. Mutualità Interna: il ruolo del socio nella cooperativa e nella cooperativa di credito. Diritti e doveri del socio. Mutualità esterna: la mutualità delle cooperative a favore del territorio locale, la coesione sociale e lo sviluppo sostenibile. Mutualità internazionale: la mutualità delle cooperative a favore del territorio globale, progettualità internazionale. Inglese: sapersi esprimere in modo fluente, imparare il linguaggio tecnico inglese. Spagnolo: sapersi esprimere in modo basilare, imparare il linguaggio tecnico spagnolo. Informatica: sapere utilizzare gli strumenti informatici, conoscere le tecnologie informatiche di una banca di credito cooperativo. 7

MASTER POST DIPLOMA IN ESPERTO DI CREDITO COOPERATIVO GLOCALE

MASTER POST DIPLOMA IN ESPERTO DI CREDITO COOPERATIVO GLOCALE REGOLAMENTO DIDATTICO MASTER POST DIPLOMA IN Art. 1 Norme Generali 1. Il presente Regolamento Didattico del master per il conseguimento dell attestato di Esperto di Credito Cooperativo Glocale specifica

Dettagli

MASTER POST DIPLOMA IN ESPERTO DI CREDITO COOPERATIVO GLOCALE PRESENTAZIONE

MASTER POST DIPLOMA IN ESPERTO DI CREDITO COOPERATIVO GLOCALE PRESENTAZIONE PRESENTAZIONE MASTER POST DIPLOMA IN Biennio scolastico 2012-2014 Indice Art.1 - Premessa...2 Art.2 - Contenuti del corso...4 Art.3 - Organizzazione...7 1 Art.1 - Premessa 1.1 Obiettivo generale del corso

Dettagli

Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita

Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita Regolamento didattico del Corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche (L-24 Classe delle Lauree in Scienze e tecniche psicologiche)

Dettagli

Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita

Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita Regolamento didattico del Corso di laurea magistrale in Psicologia (LM-51 Classe delle Lauree magistrali in Psicologia) Art. 1 Norme

Dettagli

Bando TEM ACADEMY per PROFESSIONISTI/MANAGER

Bando TEM ACADEMY per PROFESSIONISTI/MANAGER in collaborazione con Bando TEM ACADEMY per PROFESSIONISTI/MANAGER Art. 1 Corso e posti L'ICE Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane, organizza 3 edizioni

Dettagli

Bando TEM ACADEMY per PROFESSIONISTI/MANAGER

Bando TEM ACADEMY per PROFESSIONISTI/MANAGER in collaborazione con Bando TEM ACADEMY per PROFESSIONISTI/MANAGER Art. 1 Corso e posti L'ICE Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane, organizza 3 edizioni

Dettagli

Bando TEM ACADEMY per GIOVANI LAUREATI

Bando TEM ACADEMY per GIOVANI LAUREATI Bando TEM ACADEMY per GIOVANI LAUREATI Art. 1 - Corso e posti L'ICE Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane, organizza 2 edizioni del Master GRATUITO in Export

Dettagli

Bando di selezione allievi Corso ITS

Bando di selezione allievi Corso ITS Fondazione ITS ALBATROS Istituto Tecnico Superiore Nuove Tecnologie per il Made in Italy Sistema Alimentare Bando di selezione allievi Corso ITS Tecnico per il controllo e la valorizzazione delle produzioni

Dettagli

FAQ. Master in Shipping 2016. (aggiornate a luglio 2015)

FAQ. Master in Shipping 2016. (aggiornate a luglio 2015) FAQ Master in Shipping 2016 (aggiornate a luglio 2015) SELEZIONI E AMMISSIONI 1. Qual è la data di scadenza del bando? La scadenza per la presentazione della domanda è giovedì 14 gennaio 2016 alle ore

Dettagli

Regolamenti ISIA Firenze

Regolamenti ISIA Firenze Regolamenti ISIA Firenze Regolamento di transizione dei corsi accademici di secondo livello di indirizzo specialistico Il Consiglio Accademico dell ISIA di Firenze VISTA la legge 21 dicembre 1999, n. 508,

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI STUDIO: Culture e tecniche del costume e della moda FACOLTÀ: Lettere e Filosofia CLASSE: 23 Art. 1 Coerenza tra crediti delle attività formative e obiettivi formativi programmati

Dettagli

P.O.N. Competenze per lo Sviluppo Direzione Generale per gli Affari Internazionali Ufficio IV

P.O.N. Competenze per lo Sviluppo Direzione Generale per gli Affari Internazionali Ufficio IV LICEO CLASSICO STATALE CAGNAZZI C.R.S.P. (Centro Risorse Servizi Professionali per la formazione docenti) TEL 0803111707-0803106029- FAX 0803113053 Piazza Zanardelli n. 30-70022 ALTAMURA E-mail (2 caselle):

Dettagli

BANDO MASTER IN INTERNATIONAL BUSINESS STUDIES Accreditato ASFOR IXX edizione Anno 2014/2015 1

BANDO MASTER IN INTERNATIONAL BUSINESS STUDIES Accreditato ASFOR IXX edizione Anno 2014/2015 1 BANDO MASTER IIN IINTERNATIIONAL BUSIINESS STUDIIES Accrediitato ASFOR IIXX ediiziione Anno 2014/2015 1 Indicazioni generali Il CIS è la Scuola per la Gestione d Impresa di Unindustria Reggio Emilia operante

Dettagli

RIAPERTURA TERMINI BANDO PER L AMMISSIONE A 30 POSTI AL CORSO STRATEGIE DI COMUNICAZIONE MULTIMEDIALE Codice 16CON15

RIAPERTURA TERMINI BANDO PER L AMMISSIONE A 30 POSTI AL CORSO STRATEGIE DI COMUNICAZIONE MULTIMEDIALE Codice 16CON15 RIAPERTURA TERMINI BANDO PER L AMMISSIONE A 30 POSTI AL CORSO STRATEGIE DI COMUNICAZIONE MULTIMEDIALE Codice 16CON15 1. L Istituto Regionale di Studi Giuridici del Lazio A. C. Jemolo, in accordo con Corecom

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MANAGEMENT AGRO-ALIMENTARE ANNO ACCADEMICO 2015-2016

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MANAGEMENT AGRO-ALIMENTARE ANNO ACCADEMICO 2015-2016 REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MANAGEMENT AGRO-ALIMENTARE ANNO ACCADEMICO 2015-2016 Art. 1 Istituzione L Università Cattolica del Sacro Cuore, per iniziativa delle Facoltà di Scienze

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI I LIVELLO IN GIORNALISMO NELL ERA DIGITALE

MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI I LIVELLO IN GIORNALISMO NELL ERA DIGITALE D.R. n.1043/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT Facoltà di Scienze Politiche Scuola di Giornalismo MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI I LIVELLO IN GIORNALISMO NELL

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento

Dettagli

FACOLTA SCIENZE POLITICHE UNIVERSITA DI SASSARI

FACOLTA SCIENZE POLITICHE UNIVERSITA DI SASSARI FACOLTA SCIENZE POLITICHE UNIVERSITA DI SASSARI Ragione Sociale MASTER BIENNALE IN GIORNALISMO Indirizzo PIAZZA UNIVERSITA 11 07100 SASSARI Telefono 079228945 Fax 079228966 E-mail labcom@uniss.it Rappresentante

Dettagli

P.O.N. Competenze per lo Sviluppo Direzione Generale per gli Affari Internazionali Ufficio IV

P.O.N. Competenze per lo Sviluppo Direzione Generale per gli Affari Internazionali Ufficio IV LICEO CLASSICO STATALE CAGNAZZI C.R.S.P. (Centro Risorse Servizi Professionali per la formazione docenti) TEL 0803111707-0803106029- FAX 0803113053 Piazza Zanardelli n. 30-70022 ALTAMURA E-mail (2 caselle):

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Alfonso M. de Liguori

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Alfonso M. de Liguori ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Alfonso M. de Liguori con sezioni di: ISTITUTO TECNICO settore ECONOMICO E TECNOLOGICO LICEO SCIENTIFICO LICEO LINGUISTICO LICEO CLASSICO Via Sant Antonio Abate 32-82019

Dettagli

L UNIVERSITA DEGLI STUDI GIUSTINO FORTUNATO TELEMATICA

L UNIVERSITA DEGLI STUDI GIUSTINO FORTUNATO TELEMATICA L UNIVERSITA DEGLI STUDI GIUSTINO FORTUNATO TELEMATICA in CONVENZIONE CON L IPSEF SRL Ente accreditato al MIUR per la formazione al personale della scuola istituisce ed attiva il Corso di Perfezionamento

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE INIZIALE DEGLI INSEGNANTI

REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE INIZIALE DEGLI INSEGNANTI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE INIZIALE DEGLI INSEGNANTI * SCHEDE * LA STRUTTURA DEI NUOVI PERCORSI FORMATIVI L avvio dei nuovi percorsi è previsto per l anno accademico 2011/2012. I PERCORSI DI STUDIO PER

Dettagli

LA PROFESSIONALITA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

LA PROFESSIONALITA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO Libera Università degli Studi per l Innovazione e le Organizzazioni D.R. n. 724/2012 Anno Accademico 2012/2013 BANDO DI AMMISSIONE MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO (D.M. n. 509 del 3 novembre 1999 e

Dettagli

Bando TEM ACADEMY per GIOVANI LAUREATI

Bando TEM ACADEMY per GIOVANI LAUREATI in collaborazione con Bando TEM ACADEMY per GIOVANI LAUREATI Art. 1 - Corso e posti L'ICE Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane, organizza 3 edizioni del

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE Classe delle Lauree Magistrali in Servizio sociale e politiche sociali (LM-87) Sede didattica del Corso di Laurea Magistrale: Alessandria

Dettagli

ART. 1 Oggetto del Regolamento

ART. 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN DIDATTICA DELL ITALIANO COME LINGUA STRANIERA ART. 1 Oggetto del Regolamento Il presente regolamento disciplina, ai sensi dell articolo 1 comma 3 del Regolamento

Dettagli

Corso biennale di perfezionamento (Legge 19 novembre 1990 n. 341, art. 6 co. 2 lett. c)

Corso biennale di perfezionamento (Legge 19 novembre 1990 n. 341, art. 6 co. 2 lett. c) Libera Università degli Studi San Pio V di Roma Facoltà di Scienze Politiche Facoltà di Interpretariato e Traduzione Facoltà di Economia Anni Accademici 2006/2007 e 2007/2008 Corso biennale di perfezionamento

Dettagli

VALUTARE NELLA SANITÀ E NEL SOCIALE LIVELLO II - EDIZIONE III A.A. 2015-2016

VALUTARE NELLA SANITÀ E NEL SOCIALE LIVELLO II - EDIZIONE III A.A. 2015-2016 VALUTARE NELLA SANITÀ E NEL SOCIALE LIVELLO II - EDIZIONE III A.A. 2015-2016 Presentazione In considerazione dell'ampio spettro dei corsi di laurea che possono dare accesso al master, le lezioni cominceranno

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI SCIENZE STORICHE, FILOSOFICO-SOCIALI, DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN SONIC ARTS (in modalità didattica

Dettagli

UNIVERSITÀ DI CATANIA REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO di LAUREA in ECONOMIA AZIENDALE

UNIVERSITÀ DI CATANIA REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO di LAUREA in ECONOMIA AZIENDALE UNIVERSITÀ DI CATANIA REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO di LAUREA in ECONOMIA AZIENDALE approvato dal Senato Accademico nella seduta del 22 ottobre 2013 1. DATI GENERALI 1.1 Dipartimento Economia e impresa

Dettagli

ATTIVITÀ DI RECUPERO E SOSTEGNO

ATTIVITÀ DI RECUPERO E SOSTEGNO ATTIVITÀ DI RECUPERO E SOSTEGNO Le attività di recupero costituiscono parte ordinaria e permanente del piano dell offerta formativa che ogni istituzione scolastica predispone annualmente (O.M. 92/07 art.

Dettagli

FAQ. Master in Finanza Avanzata 2015 (aggiornate a giugno 2014)

FAQ. Master in Finanza Avanzata 2015 (aggiornate a giugno 2014) FAQ Master in Finanza Avanzata 2015 (aggiornate a giugno 2014) SELEZIONI E AMMISSIONI 1. Qual è la data di scadenza del bando? La scadenza per la presentazione della domanda è giovedì 23 ottobre 2014 alle

Dettagli

Enti Pubblici Aziende Regionali ISTITUTO REGIONALE JEMOLO

Enti Pubblici Aziende Regionali ISTITUTO REGIONALE JEMOLO Enti Pubblici Aziende Regionali ISTITUTO REGIONALE JEMOLO Avviso 3 Bando corso corecom native adversiting e brand journalism 13CON15 BANDO PER L AMMISSIONE A 30 POSTI AL CORSO NATIVE ADVERTISING E BRAND

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO. a.a. 2012/2013

REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO. a.a. 2012/2013 REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO DIDATTICA E PSICOPEDAGOGIA PER ALUNNI CON DISABILITÀ INTELLETTIVE a.a. 2012/2013 Direttore del corso: Giuliana Sandrone Commissione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA D.R. 7675 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA IL RETTORE - Vista la Legge del 19 novembre 1990, n.341 e in particolare gli articoli 6 e 7, concernenti la riforma degli ordinamenti didattici universitari;

Dettagli

La presentazione della candidatura da parte degli aspiranti ha valenza di piena accettazione di tutte le condizioni riportate nel presente avviso.

La presentazione della candidatura da parte degli aspiranti ha valenza di piena accettazione di tutte le condizioni riportate nel presente avviso. AVVISO PUBBLICO PER L ACQUISIZIONE DI CANDIDATURE DA VALUTARSI PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE PROFESSIONALE ESTERNA A TEMPO DETERMINATO, O A PROGETTO, PER L ATTUAZIONE DI PROGRAMMI

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche Articolo 1 - Denominazione del Corso e Classe di appartenenza È istituito presso l Università degli Studi della Basilicata il Corso

Dettagli

Regolamento Didattico. Corso di Laurea in Scienze Motorie Classe L-22

Regolamento Didattico. Corso di Laurea in Scienze Motorie Classe L-22 Regolamento Didattico Corso di Laurea in Scienze Motorie Classe L-22 REG.CDL.SM rev. 0 del 16 febbraio 2011 1/9 Articolo 1 - Definizioni 1. Ai sensi del presente Regolamento si intende: a) per Facoltà:

Dettagli

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE UNIVERSITÀ DEL SALENTO FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN TRADUZIONE LETTERARIA E TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA Classe 104/S La laurea

Dettagli

SCHEDA PER LA PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA DIDATTICHE. Dipartimento di INFORMATICA Classe 3 Disciplina INFORMATICA

SCHEDA PER LA PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA DIDATTICHE. Dipartimento di INFORMATICA Classe 3 Disciplina INFORMATICA Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI Via Tirandi n. 3-25128 BRESCIA www.abba-ballini.gov.it tel. 030/307332-393363 - fax 030/303379

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze del Turismo Classe L-15 Scienze del Turismo Degree in Tourism Management

Corso di Laurea in Scienze del Turismo Classe L-15 Scienze del Turismo Degree in Tourism Management ho igio UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze del Turismo Classe L-1 Scienze del Turismo Degree in Tourism Management Sede del

Dettagli

Dipartimento di Scienze Giuridiche. PARTE I Principi generali

Dipartimento di Scienze Giuridiche. PARTE I Principi generali UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA Regolamento didattico del Corso di Laurea in Economia e Commercio Laurea: Classe: Struttura di riferimento: Altre strutture di riferimento: Economia e Commercio Economics

Dettagli

MASTER IN IMPRENDITORIALITA E MANAGEMENT DEL TURISMO SOSTENIBILE E RESPONSABILE

MASTER IN IMPRENDITORIALITA E MANAGEMENT DEL TURISMO SOSTENIBILE E RESPONSABILE MASTER IN IMPRENDITORIALITA E MANAGEMENT DEL TURISMO SOSTENIBILE E RESPONSABILE Il Master Imprenditorialità e Management del turismo sostenibile e responsabile ideato dal Centro Studi CTS, giunto all XI

Dettagli

GLOBAL MANAGEMENT FOR CHINA LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016

GLOBAL MANAGEMENT FOR CHINA LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016 GLOBAL MANAGEMENT FOR CHINA LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016 Presentazione Il Master, organizzato in consorzio con quattro delle principali università italiane dedite alla ricerca e alla didattica

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO

REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO DIDATTICA E PSICOPEDAGOGIA PER I DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO E BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI a.a. 2012/2013 Direttore del corso:

Dettagli

MANAGEMENT DELLA SOSTENIBILITÀ E DEL CARBON FOOTPRINT LIVELLO I - II EDIZIONE A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DELLA SOSTENIBILITÀ E DEL CARBON FOOTPRINT LIVELLO I - II EDIZIONE A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DELLA SOSTENIBILITÀ E DEL CARBON FOOTPRINT LIVELLO I - II EDIZIONE A.A. 2015-2016 Presentazione Il Master in Management della Sostenibilità e del Carbon Footprint si propone di formare figure

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO PER GIURISTA ESPERTO DI DIRITTO MARITTIMO, AERONAUTICO E DEI TRASPORTI (Maritime, Air and Transport Lawyer)

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO PER GIURISTA ESPERTO DI DIRITTO MARITTIMO, AERONAUTICO E DEI TRASPORTI (Maritime, Air and Transport Lawyer) Università degli Studi di Messina CENTRO UNIVERSITARIO di STUDI sui TRASPORTI Ordine degli Avvocati di Messina MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO PER GIURISTA ESPERTO DI DIRITTO MARITTIMO, AERONAUTICO

Dettagli

ESAMI DI QUALIFICA PROFESSIONALE

ESAMI DI QUALIFICA PROFESSIONALE ESAMI DI QUALIFICA PROFESSIONALE La procedura per lo svolgimento degli esami di qualifica professionale, per le classi terze inizia nel primo Consiglio di classe successivo agli scrutini di febbraio, con

Dettagli

CONCORSO ORDINARIO PER TITOLI ED ESAMI D.M. N. 82 DEL 24.9.2012 SCHEDA DI LETTURA. A cura della Gilda degli Insegnanti di Napoli

CONCORSO ORDINARIO PER TITOLI ED ESAMI D.M. N. 82 DEL 24.9.2012 SCHEDA DI LETTURA. A cura della Gilda degli Insegnanti di Napoli CONCORSO ORDINARIO PER TITOLI ED ESAMI D.M. N. 82 DEL 24.9.2012 SCHEDA DI LETTURA A cura della Gilda degli Insegnanti di Napoli MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE LE DOMANDE POSSONO ESSERE PRESENTATE

Dettagli

CORSO DI PERFEZIONAMENTO ESPERTI NELLA REDAZIONE E GESTIONE DI PROGETTI BANDI NAZIONALI E EUROPEI

CORSO DI PERFEZIONAMENTO ESPERTI NELLA REDAZIONE E GESTIONE DI PROGETTI BANDI NAZIONALI E EUROPEI CORSO DI PERFEZIONAMENTO Anno Accademico 2014-2015 ESPERTI NELLA REDAZIONE E GESTIONE DI PROGETTI BANDI NAZIONALI E EUROPEI DIRETTORI: Antonio Panico COMITATO SCIENTIFICO: Giuseppe Barbaro, Luigino Bruni,

Dettagli

CORSO OSS OPERATORE SOCIO SANITARIO

CORSO OSS OPERATORE SOCIO SANITARIO ELENIA Via Ungaretti, 84 62100 Macerata (Mc) Tel. 0733.33844 (r.a.) Fax 0733.33811 segreteriaoss@grupposinergie.com CORSO OSS OPERATORE SOCIO SANITARIO INFORMATIVA GENERALE & SCHEDA D ISCRIZIONE CORSO

Dettagli

Master universitario di II livello per la Dirigenza degli Istituti Scolastici MUNDIS

Master universitario di II livello per la Dirigenza degli Istituti Scolastici MUNDIS UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI TRIESTE SCHEDA DI PRESENTAZIONE Parte integrante del Bando di attivazione dei Master universitari a.a. 2009/2010 Master universitario di II livello per la Dirigenza degli Istituti

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE DEGLI STUDENTI DEL CORSO ITS

BANDO DI SELEZIONE DEGLI STUDENTI DEL CORSO ITS Prot. n. 140 Caltagirone, 16/06/2012 BANDO DI SELEZIONE DEGLI STUDENTI DEL CORSO ITS Tecnico Superiore per la comunicazione e la valorizzazione di luoghi e territori, con l utilizzo di nuove tecnologie

Dettagli

DOPING USO, ABUSO E MISUSO DI FARMACI NELLO SPORT

DOPING USO, ABUSO E MISUSO DI FARMACI NELLO SPORT DOPING USO, ABUSO E MISUSO DI FARMACI NELLO SPORT MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO APRILE 204 > DICEMBRE 205 ISCRIZIONI ENTRO IL MARZO 204 L Università degli Studi di Udine, con il sostegno del Ministero

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI MANAGEMENT E DIRITTO MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA E GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE E DEI MEDIA ECONOMICS, COMMUNICATION AND MEDIA

Dettagli

Bando TEM ACADEMY per GIOVANI LAUREATI

Bando TEM ACADEMY per GIOVANI LAUREATI in collaborazione con Bando TEM ACADEMY per GIOVANI LAUREATI Art. 1 - Corso e posti L'ICE Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane, organizza 3 edizioni del

Dettagli

AD arredo & design ANDREA FANTONI. L Arte di Fare Scuola dal 1898

AD arredo & design ANDREA FANTONI. L Arte di Fare Scuola dal 1898 AD arredo & design ANDREA FANTONI L Arte di Fare Scuola dal 1898 Scuola d Arte Andrea Fantoni Quella della Scuola Fantoni è una storia dalle radici antiche: tradizione, cultura e innovazione sono parole

Dettagli

Bando di concorso. a.a. 2011/2012

Bando di concorso. a.a. 2011/2012 Bando di concorso a.a. 2011/2012 Art. 1 Attivazione del Master Presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa è attivato per l anno accademico 2011/2012 il Master universitario di II livello in Gestione

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI PERFEZIONAMENTO. Metodologia CLIL. (Teacher Training on Content and Language Integrated Learning) I edizione

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI PERFEZIONAMENTO. Metodologia CLIL. (Teacher Training on Content and Language Integrated Learning) I edizione REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN I edizione a.a. 2012/2013 INDICE Art. - 1 Riferimenti normativi... 2 Art. 2 - Istituzione e attivazione... 3 Art. 3 - Obiettivi formativi... 3 Art.

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Chimica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Chimica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Chimica Articolo 1 - Denominazione del Corso e Classe di appartenenza È istituito presso l Università degli Studi della Basilicata il Corso di Laurea in Chimica,

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA Facoltà di Giurisprudenza Dipartimento Scienze Giuridiche MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN DIRITTO PRIVATO EUROPEO (Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione: 04579) L

Dettagli

LICEO CLASSICO STATALE ARNALDO - BRESCIA

LICEO CLASSICO STATALE ARNALDO - BRESCIA Prot. n. 2998/C14 Brescia, 19/06/2015 Oggetto: Bando di gara per la selezione ed il reclutamento di personale docente madrelingua inglese per la realizzazione di percorsi didattici in orario extracurriculare

Dettagli

Gestione e Sviluppo. Master in. delle Risorse Umane. 10 edizione. Human Resources Development and Management. www.consorziolaif.it.

Gestione e Sviluppo. Master in. delle Risorse Umane. 10 edizione. Human Resources Development and Management. www.consorziolaif.it. Con il Patrocinio del Comune di Reggio Calabria www.consorziolaif.it Master in Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane Human Resources Development and Management a 10 edizione Reggio Calabria Direttore

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PER TITOLI ED ESAMI PER LA FORMAZIONE DI GRADUATORIA PER L ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO DI N

AVVISO SELEZIONE PER TITOLI ED ESAMI PER LA FORMAZIONE DI GRADUATORIA PER L ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO DI N AVVISO SELEZIONE PER TITOLI ED ESAMI PER LA FORMAZIONE DI GRADUATORIA PER L ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO DI N. 1 FORMATORE - TUTOR - PRESSO LA SEDE DEL CENTRO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE (CFP) In esecuzione

Dettagli

Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) TECNOLOGIA E DISEGNO TECNICO Classe A071 A.A. 2014/2015

Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) TECNOLOGIA E DISEGNO TECNICO Classe A071 A.A. 2014/2015 Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) TECNOLOGIA E DISEGNO TECNICO Classe A071 A.A. 2014/2015 1 Sommario ART 1. ATTIVAZIONE TFA... 3 ART. 2 FINALITA E OBIETTIVI FORMATIVI... 3 ART.3 QUADRO

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE. Tecnico Superiore per la grafica, la multicanalità, gli strumenti e i sistemi di comunicazione

AVVISO DI SELEZIONE. Tecnico Superiore per la grafica, la multicanalità, gli strumenti e i sistemi di comunicazione AVVISO DI SELEZIONE per l ammissione al corso ITS per il conseguimento del diploma di Tecnico Superiore per la grafica, la multicanalità, gli strumenti e i sistemi di comunicazione (5 livello EQF) Premessa

Dettagli

Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina

Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE Classe L 18

Dettagli

Master di II livello in Management Agro-Alimentare

Master di II livello in Management Agro-Alimentare Master di II livello in Management Agro-Alimentare Dal 1984 valorizziamo talenti per l industria e la distribuzione alimentare XXXI Edizione 2014 2015 Con il patrocinio di Federalimentare (Federazione

Dettagli

PREFERISCI IL TECNICO O IL PROFESSIONALE? 1 SABATO LIBERO I.I.S. SELLA-AALTO-LAGRANGE A.S. 2014-2015

PREFERISCI IL TECNICO O IL PROFESSIONALE? 1 SABATO LIBERO I.I.S. SELLA-AALTO-LAGRANGE A.S. 2014-2015 I.I.S QUINTINO SELLA Via Montecuccoli 12 10121 TORINO Tel. 011-542470 Fax 011-547883 I.I.S. ALVAR AALTO Via Paolo Braccini 11 10141 TORINO Tel. 011-3828181 Fax 011-3808842 I.I.S. LUIGI LAGRANGE Via Genè

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014) Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE SICUREZZA SUL LAVORO

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE SICUREZZA SUL LAVORO Dipartimento di Scienze Giuridiche CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE SICUREZZA SUL LAVORO Anno accademico 2014-2015 1 R E G O L A M E N T O ARTICOLO 1 Il Corso di aggiornamento professionale denominato

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN WELFARE PUBBLICO E PRIVATO E LE CASSE DI PREVIDENZA PER I PROFESSIONISTI. (Master PreviCasse)

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN WELFARE PUBBLICO E PRIVATO E LE CASSE DI PREVIDENZA PER I PROFESSIONISTI. (Master PreviCasse) BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN WELFARE PUBBLICO E PRIVATO E LE CASSE DI PREVIDENZA PER I PROFESSIONISTI (Master PreviCasse) Università degli Studi della Tuscia DEIM Anno Accademico

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE 1 CIRCOLO Via Casa Savoia, - 73010 VEGLIE Tel./ fax. 0832/969141

DIREZIONE DIDATTICA STATALE 1 CIRCOLO Via Casa Savoia, - 73010 VEGLIE Tel./ fax. 0832/969141 DIREZIONE DIDATTICA STATALE 1 CIRCOLO Via Casa Savoia, - 73010 VEGLIE Tel./ fax. 0832/969141 Con l Europa investiamo nel vostro futuro Fondo Sociale Europeo Obiettivo C Azione 1 " Competenze per lo Sviluppo"

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Titolo I - Istituzione ed attivazione Art. 1 - Informazioni generali 1. Il presente Regolamento didattico si riferisce al Corso di Laurea in Informatica,

Dettagli

Regolamento Civica Scuola di Lingue

Regolamento Civica Scuola di Lingue Regolamento Civica Scuola di Lingue Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. xx del xx.xx.xxxx In vigore dal xxxxxxxxx I 20099 Sesto San Giovanni (MI), Piazza della Resistenza, 20 A cura del

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE E DELL ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE E DELL ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE E DELL ORGANIZZAZIONE FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE DELLA LIBERA UNIVERSITA DEGLI STUDI PER L INNOVAZIONE E LE ORGANIZZAZIONI (LUSPIO) ROMA

Dettagli

Prot. n. 6218/C24 Circolare n. 64. Oggetto: Bandi per selezione di docenti esperti interni ed esterni per la realizzazione dei PON.

Prot. n. 6218/C24 Circolare n. 64. Oggetto: Bandi per selezione di docenti esperti interni ed esterni per la realizzazione dei PON. LICEO GINNASIO STATALE ANTONIO GENOVESI Piazza del Gesù Nuovo, 1-80134 Napoli Tel. 081 55147 56 - fax 081 790 31 86 Distretto 47 www.lcgenovesi.it e-mail: info@lcgenovesi.it Prot. n. 6218/C24 Circolare

Dettagli

Prot. n 0008587/por Castellammare di Stabia, 12/12/2014

Prot. n 0008587/por Castellammare di Stabia, 12/12/2014 BANDO RECLUTAMENTO COORDINATORI/ORGANIZZATORI - PROGRAMMAZIONE FONDI STRUTTURALI 2007/2013 C-5- FSEPAC_POR_CAMPANIA 2013-26 GESTIONE D IMPRESA: DALLA TEORIA ALLA PRATICA C5 Prot. n 0008587/por Castellammare

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione. Corso di Laurea Magistrale in Psicologia Clinica

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione. Corso di Laurea Magistrale in Psicologia Clinica Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Laurea Magistrale in Psicologia Clinica Classe di appartenenza: LM - 51 Clinical Psychology REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 Presentazione

Dettagli

Università degli Studi di Sassari. REGOLAMENTO DIDATTICO Tirocinio Formativo Attivo (TFA) classi A445 e A446

Università degli Studi di Sassari. REGOLAMENTO DIDATTICO Tirocinio Formativo Attivo (TFA) classi A445 e A446 REGOLAMENTO DIDATTICO Tirocinio Formativo Attivo (TFA) classi A445 e A446 Art. 1 Attivazione Presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali per l A.A. 2014/2015 è attivato, in conformità a quanto

Dettagli

Master universitario di II livello in Master Universitario Nazionale per la Dirigenza degli Istituti Scolastici MUNDIS

Master universitario di II livello in Master Universitario Nazionale per la Dirigenza degli Istituti Scolastici MUNDIS UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI TRIESTE SCHEDA DI PRESENTAZIONE Parte integrante del Bando di attivazione dei Master universitari a.a. 2008/2009 Master universitario di II livello in Master Universitario Nazionale

Dettagli

ECONOMIA E MANAGEMENT DELLE ORGANIZZAZIONI IN UN CONTESTO INTERNAZIONALE

ECONOMIA E MANAGEMENT DELLE ORGANIZZAZIONI IN UN CONTESTO INTERNAZIONALE Anno Accademico 2010 2011 M A S T E R di I livello in ECONOMIA E MANAGEMENT DELLE ORGANIZZAZIONI IN UN CONTESTO INTERNAZIONALE Attivato ai sensi del D.M. 509/99 e D.M. 270/2004 Classe LM-77 OBIETTIVI E

Dettagli

P.O.N. Competenze per lo Sviluppo Direzione Generale per gli Affari Internazionali Ufficio IV

P.O.N. Competenze per lo Sviluppo Direzione Generale per gli Affari Internazionali Ufficio IV LICEO CLASSICO STATALE CAGNAZZI C.R.S.P. (Centro Risorse Servizi Professionali per la formazione docenti) TEL 0803111707-0803106029- FAX 0803113053 Piazza Zanardelli n. 30-70022 ALTAMURA E-mail (2 caselle):

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche Classe di appartenenza: LM - 85 Pedagogical Studies REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1

Dettagli

Master in critica giornalistica Teatro Cinema Televisione Musica a.a. 2010/2011

Master in critica giornalistica Teatro Cinema Televisione Musica a.a. 2010/2011 Art. 1 Master in critica giornalistica Teatro Cinema Televisione Musica a.a. 2010/2011 Per l anno accademico 2010/2011, è istituito, presso l Accademia Nazionale d Arte Drammatica Silvio D Amico, il master

Dettagli

CRITICA GIORNALISTICA (Teatro Cinema Televisione Musica)

CRITICA GIORNALISTICA (Teatro Cinema Televisione Musica) MASTER DI PRIMO LIVELLO IN CRITICA GIORNALISTICA (Teatro Cinema Televisione Musica) a.a. 2014/2015 B A N D O U F F I C I A L E Art. 1 Per l anno accademico 2014/2015, è istituito, presso l Accademia Nazionale

Dettagli

Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO

Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO REGOLAMENTO del Corso di Laurea magistrale a ciclo Unico in Giurisprudenza ( Classe LMG /01 ) Anno Accademico di istituzione: 2006/2007 Art. 1. Organizzazione del corso di studio 1. È istituito presso

Dettagli

I.S.I.A. - ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE (DISEGNO INDUSTRIALE)

I.S.I.A. - ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE (DISEGNO INDUSTRIALE) I.S.I.A. - ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE (DISEGNO INDUSTRIALE) MINISTERO ISTRUZIONE, UNIVERSITA E RICERCA ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE piazza della Maddalena, 53 00186 Roma tel.

Dettagli

I N D I C E B A N D O

I N D I C E B A N D O 1 Prot.462 27/01/2010 Programma operativo Nazionale Competenze per lo Sviluppo 2007 IT 05 1 PO 007 F.S.E. Progetto C-6-FSE-2009-181 IMPARIAMO A LAVORARE INSIEME I L D I R I G E N T E S C O L A S T I C

Dettagli

Anno Accademico 2005/2006. 3 Corso di perfezionamento. Gestione di organizzazioni non profit e Progettazione sociale.

Anno Accademico 2005/2006. 3 Corso di perfezionamento. Gestione di organizzazioni non profit e Progettazione sociale. Università degli Studi di Bergamo Centro Servizi del Volontariato Anno Accademico 2005/2006 3 Corso di perfezionamento Gestione di organizzazioni non profit e Progettazione sociale Presentazione Giunto

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015 DIPARTIMENTO DI MATEMATICA, INFORMATICA ED ECONOMIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015 TITOLO I Disposizioni Generali Art.1 Finalità del Regolamento e ambito

Dettagli

Prot. 7231/ C22 Marsala, 15/07/2014

Prot. 7231/ C22 Marsala, 15/07/2014 Istituto Superiore Giovanni XXIII Cosentino Via Eliodoro Lombardi, 18 91025 MARSALA E-mail: tpis02700d@istruzione.it Posta Certificata: tpis02700d@pec.istruzione.it Codice Fiscale: 91032360819 - Tel. 0923-956225

Dettagli

SELEZIONE PERSONALE INTERNO Tutor didattici, Tutor d obiettivo, Facilitatore e Referente valutazione PON 2010-2011

SELEZIONE PERSONALE INTERNO Tutor didattici, Tutor d obiettivo, Facilitatore e Referente valutazione PON 2010-2011 Ministero della Pubblica Istruzione Dipartimento per la programmazione D.G. per gli affari internazionali Ufficio IV Programmazione e gestione fondi strutturali europei e nazionali per lo sviluppo e la

Dettagli

Università degli Studi di Roma La Sapienza. Dipartimento di Architettura e Progetto. MASTER DI PRIMO LIVELLO IN LIGHTING DESIGN Regolamento

Università degli Studi di Roma La Sapienza. Dipartimento di Architettura e Progetto. MASTER DI PRIMO LIVELLO IN LIGHTING DESIGN Regolamento Università degli Studi di Roma La Sapienza Dipartimento di Architettura e Progetto MASTER DI PRIMO LIVELLO IN LIGHTING DESIGN Regolamento Articolo 1 - Introduzione L Università degli Studi di Roma La Sapienza,

Dettagli

BANDO. Per il Corso di formazione in Europrogettazione

BANDO. Per il Corso di formazione in Europrogettazione BANDO Per il Corso di formazione in Europrogettazione - Presentazione L accesso ai finanziamenti diretti e ai fondi strutturali dell Unione europea rappresenta un opportunità di sviluppo e di apertura

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA. SCUOLA SUPERIORE DI GIORNALISMO Massimo Baldini DELLA LUISS GUIDO CARLI

REGOLAMENTO DELLA. SCUOLA SUPERIORE DI GIORNALISMO Massimo Baldini DELLA LUISS GUIDO CARLI REGOLAMENTO DELLA SCUOLA SUPERIORE DI GIORNALISMO Massimo Baldini DELLA LUISS GUIDO CARLI (con le ultime modifiche approvate dal Comitato Esecutivo della LUISS Guido Carli nella seduta del 23 luglio 2014)

Dettagli