SISTEMI INNOVATIVI TRATTAMENTO ARIA AMBIENTE. Catalogo di selezione Canali perforati dld per la diffusione dell aria ad alta induzione

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SISTEMI INNOVATIVI TRATTAMENTO ARIA AMBIENTE. Catalogo di selezione Canali perforati dld per la diffusione dell aria ad alta induzione"

Transcript

1 SISTEMI INNOVATIVI TRATTAMENTO ARIA AMBIENTE Catalogo di selezione Canali perforati dld per la diffusione dell aria ad alta induzione

2 PARAmeTRI DI SceLTA Di seguito sono dettagliate le informazioni da ricercare nella propria tipologia di installazione utili per scegliere il tipo di DLD piu idoneo nei grafici di selezione: Lunghezza canale perforato: la lunghezza totale del DLD e' data dalla distanza tra le estremità. Air: Portata d'aria in ingresso al canale perforato Altezza di installazione (H): Altezza di installazione filo superiore del DLD in rapporto al livello del suolo. ø DLD: Diametro iniziale del canale perforato. Hp: Distanza tra il DLD ed il soffitto (Altezza passiva). La distanza massima consigliata a cui puo essere installato il DLD dal soffitto risponde alla seguente logica: HP = H * 0,15 Zona di influenza: Distanza tra l'asse del DLD e la zona limite α: Inclinazione dell'angolo dei fori (α) in rapporto all'asse ortogonale del DLD. Generalmente è risultante del rapporto tra zona di influenza, atezza di installazione e zona di controllo situata a 1,8 m da terra. Il richiedente puo comunque variare questo parametro a proprio piacimento per adattare il DLD alle esigenze di diffusione scelte.

3 ANgoLI DI foratura Il dimensionamento dei canali perforati ad alta induzione DLD richiede particolare attenzione sul posizionamento della foratura sulla circonferenza del canale. In funzione dell altezza di installazione, delle zone di influenza, delle condizioni termiche dell aria di mandata e della portata al metro lineare è necessario scegliere un angolazione dei fori corretta per garantire il buon funzionamento dell impianto. La scelta puo essere fatta secondo i dati riportati nella scheda tecnica a seguire ANgoLATuRA STANDARD DLD installati tra i 3,5 e 8 metri di altezza Riscaldamento e condizionamento con ΔT max =10 C Interasse tra i DLD compreso tra i 3,5 e 18 metri (vedere tabelle di selezione) Distanza dalla parete opposta compresa tra i 2 e 9 metri (vedere tabella di selezione) Questa angolazione rappresenta il giusto compromesso tra la buona omogeneità di temperatura e il rischio di correnti d aria. ANgoLATuRA 90 DLD installati tra i 2,7 e 3,5 metri di altezza per impianti che si occupano di riscaldamento e condizionamento Riscaldamento e condizionamento con ΔT max =10 C Interasse tra i DLD compreso tra i 3,5 e 18 metri (vedere tabelle di selezione) Distanza dalla parete opposta compresa tra i 2 e 9 metri (vedere tabella di selezione) Questa angolatura viene inoltre utilizzata per: Ambienti di bassa altezza: privilegia il controllo della velocità residua al rischio di stratificazione. DLD installati tra i 2,7 e 8 metri di altezza per impianti di solo condizionamento o ricambio aria con temperature di immissione in isoterma. Impianti dove si vuole privilegiare l assoluto controllo delle velocità residue a discapito del rischio di stratificazione I DLD, per avere un corretto funzionamento e non creare campi depressionali contrastanti, devono avere o lancio simmetrico oppure perforazione su un solo lato. In caso di lancio in una sola direzione, la zona di influenza in direzione opposta alla direzione della foratura segue la seguente logica: Z2= Z tot * 0.2

4 TAbeLLA DI SeLeZIoNe RAPIDA DIAmeTRI Legenda: Q [m3/h]: portata d aria (m 3 /h/m) ØN [mm]: diametro del DLD V [m/s]: velocità di attraversamento + -

5 PeRDITe DI carico PeRDITe DI carico DISTRIbuITe LINeARI Le perdite di carico di un canale microforato sono date da tre fattori: Perdite di carico generate dalla foratura Di seguito è rappresentato il grafico delle perdite di carico lineari distribuite all interno di canali ciechi con rugosità pari a 0,1mm Legenda: Perdite di carico dovuto al trasporto dell aria (condotti circolari lisci ) con H a 0m slm (0 Q: portata d aria (m 3 /h/m) all interno del canale stesso. metri sul livello del mare) ØN: diametro del DLD Perdite di carico dovute a inserimenti di V: velocità di attraversamento pezzi speciali quali curve, riduzioni, ecc ΔP0: Perdite di carico in Pa al metro lineare Perdite di carico distribuite canali ciechi non perforati

6 TAbeLLA PeSI e SvILuPPI TAbeLLe PeSI e ZINcATo INox ALLumINIo RAme SvILuPPI DLD SPeSSoRe SPeSSoRe SPeSSoRe SPeSSoRe ØN SvILuPPo 8/10 10/10 12/10 15/10 8/10 10/10 12/10 10/10 10/10 mm mm KG KG KG KG KG KG KG KG KG ,7 7,0 8,8 11,4 5,7 7,0 8,8 2,4 6, ,1 7,5 9,4 11,3 6,1 7,5 9,4 2,5 6, ,4 7,9 9,9 11,9 6,4 7,9 9,9 2,7 7, ,1 8,8 11,0 13,2 7,1 8,8 11,0 3,0 7, ,2 8,9 11,1 13,4 7,2 8,9 11,1 3,0 8, ,2 10,0 12,6 15,1 8,2 10,0 12,6 3,4 9, ,2 11,3 14,1 17,0 9,2 11,3 14,1 3,8 10, ,2 12,6 15,7 18,8 10,2 12,6 15,7 4,2 11, ,2 13,8 17,3 20,7 11,2 13,8 17,3 4,7 12, ,4 14,1 17,6 21,1 11,4 14,1 17,6 4,7 12, ,2 15,1 18,8 22,6 12,2 15,1 18,8 5,1 13, ,9 15,8 19,8 23,7 12,9 15,8 19,8 5,3 14, ,3 16,3 20,4 24,5 13,3 16,3 20,4 5,5 14, ,3 17,6 22,0 26,4 14,3 17,6 22,0 5,9 15, ,5 17,8 22,3 26,8 14,5 17,8 22,3 6,0 16, ,3 18,8 23,6 28,3 15,3 18,8 23,6 6,4 17, ,3 20,1 25,1 30,1 16,3 20,1 25,1 6,8 18, ,3 21,4 26,7 32,0 17,3 21,4 26,7 7,2 19, ,4 22,6 28,3 33,9 18,4 22,6 28,3 7,6 20, ,4 23,9 29,8 35,8 19,4 23,9 29,8 8,1 21, ,4 25,1 31,4 37,7 20,4 25,1 31,4 8,5 22, ,4 26,4 33,0 39,6 21,4 26,4 33,0 8,9 23, ,5 27,6 34,5 41,4 22,5 27,6 34,5 9,3 24, ,5 28,9 36,1 43,3 23,5 28,9 36,1 9,7 26, ,5 30,1 37,7 45,2 24,5 30,1 37,7 10,2 27, ,5 31,4 39,3 47,1 25,5 31,4 39,3 10,6 28, ,5 32,7 40,8 49,0 26,5 32,7 40,8 11,0 29, ,6 33,9 42,4 50,9 27,6 33,9 42,4 11,4 30, ,6 35,2 44,0 52,8 28,6 35,2 44,0 11,9 31, ,6 36,4 45,5 54,6 29,6 36,4 45,5 12,3 32, ,6 37,7 47,1 56,5 30,6 37,7 47,1 12,7 33, ,6 38,9 48,7 58,4 31,6 38,9 48,7 13,1 35, ,7 40,2 50,2 60,3 32,7 40,2 50,2 13,6 36,2 Spessori consigliati

7 INTRoDuZIoNe esempio DI cfd Legenda: 1: DLD - canale forato 2: profilo delle velocità 3: Legenda profilo velocità Tutti i grafici presenti in questa pagina e quelli a seguire sono stati calcolati con temperatura di mandata isoterma in ambiente esente da dispersioni termiche

8 INTRoDuZIoNe Suggerimenti per un corretto dimensionamento: Essendo i grafici riportati di seguito calcolati con temperatura di mandata isoterma in ambiente esente da dispersioni termiche sono utilizzabili per avere un indicazione approssimativa sulla scelta del numero di canali da installare in relazione alle dimensioni del locale. I dati precisi sono calcolati dal modello matematico presente sul software di scelta all interno del nostro sito all interno della sezione preventivi L installazione ideale per i canali perforati ad alta induzione è compresa tra i 2,5m e i 6 m di altezza con lanci massimi di 6 metri. oltre queste altezze e lanci si ha una progressiva perdita di prestazioni. Al fine di poter regolare il DLD e tararlo in modo capillare è consigliabile utilizzare sempre la monoperforazione che permette di regolare l angolo di lancio in relazione alle evoluzioni dell ambiente. La scelta del diametro iniziale è vincolante per il corretto funzionamento dell impianto. L incremento della velocità iniziale in ingresso al DLD aumenta la differenza di portata d aria in uscita tra il primo foro del primo modulo e l ultimo foro dell ultimo modulo a causa del recupero della pressione dinamica. Si consiglia dunque, al fine di evitare correnti d aria verso il fondo, di dimensionare i canali di grande lunghezza con velocità in ingresso ridotte. (5m/sec) Per i DLD come per i sistemi di diffusione tradizionali è consigliabile creare punti di ripresa al suolo secondo le buone norme di progettazione aeraulica. Il salto termico massimo tra temperatura ambiente e temperatura di mandata da rispettare per permettere un corretto funzionamento del canale perforato è di 10 C. esempio di grafico di selezione Legenda: ASSE orizzontale: riporta la portata d aria ASSE verticale: riporta la zona di influenza al metro lineare che puo distribuire il DLD (LANCIo) che puo trattare il DLD Rappresenta la portata d aria al metro Rappresenta la portata al metro lineare PER DLD CoN LANCI SImmETRICI E SuFFIlineare ideale oltre i limiti di funzionamento corretto. Accettando CIENTE moltiplicare I valori DI PoRTATA max: rappresenta la portata massima un leggero rischio di correnti AL metro RAPPRESENTATI NEI GRAFICI PER al metro lineare che puo diffondere il d aria, è possibile intervenire con delle IL CoEFFICIENTE PARI A DLD oltre la quale si possono verificare perforazioni di compensazione per permettere Q LR = Q * 2.00 rischi di correnti d aria il funzionamento dei DLD min: rappresenta la portata d aria minima Pa: rappresenta le perdite di carico della al metro lineare che puo diffon- foratura per coprire la zona di influenza dere il DLD oltre la quale si possono dall altezza di installazione prevista verificare rischi di stratificazione e tempi prolungati di messa a regime

9 guida ALLA PReveNTIvAZIoNe Suggerimenti per un corretto dimensionamento: Come primo passo suggeriamo, dopo aver analizzato la piantina del locale, di posizionare una linea di DLD con interasse compreso tra gli 8 e i 12 metri. Successivamente, selezionare la portata d aria in ingresso al canale perforato da distribuire e dividerla per i metri lineari del canale stesso. esempio di preventivazione LoCALE: 45 x 20 x 4h PoRTATA D ARIA: 7600 mc/h Pressione statica utile all imbocco dei DLD: 160Pa Soluzione: 2 linee di DLD da 21 metri e 3800mc/h cad. Portata d aria al metro lineare teorica: 3800 / 21 = 180 mc/h/m Analizzo il grafico a pagina 20 e rilevo che la portata idonea al metro lineare risulta essere compresa tra 155 mc/h/m e 180 mc/h/m per DLD perforati su un lato solo. moltiplichiamo questo valore per 2 e troviamo la portata idonea per DLD forati in modo simmetrico. Soluzioni da adottare: perforazione di tutti i moduli solo da un lato e successivamente verranno montati come bocchette alternate e di conseguenza con un modulo perforato lato destro ed un metro perforato lato sinistro Foratura simmetrica lato destro = lato sinistro con interposti moduli perforati anticondensa Per questa soluzione visualizzo il grafico per le forature anticondensa a pagina 29 ed evidenzio che occorrono 50mc/h/m. Se la portata d aria al metro, rispetto ai grafici di selezione che troverete nella documentazione a seguire, risulta essere oltre il limite massimo, occorre aumentare il numero di linee di canali riducendo gli interassi. Differentemente, se la portata d aria al metro risulta essere al di sotto del limite inferiore di portata al metro, è sufficiente alternare moduli forati standard con moduli forati anticondensa per riportare i valori all interno del grafico di selezione. Successivamente stabilisco la portata al metro idonea da diffondere verificandola sul grafico a pagina 20. La portata idonea per canali con perforazioni simmetriche è pari a 320mc/h/m. verifico quanti moduli occorrono forati facendo il rapporto tra mc/h/m anticondensa e mc/h/m idonei : A= 50/320 = Portata anticondensa: Portata in ingresso DLD * coefficiente A = 3800*0.156 = 592 Numero moduli forati anticondensa: Portata anticondensa / 50 = 592 / 50 = 12 moduli approssimato per eccesso. La restante portata in ingresso DLD data dalla portata totale meno la portata anticondensa è da distribuire sui restanti metri di canale perforato e più precisamente: moduli totali - moduli anticondensa = = 9 Nel nostro esempio occorrono, per ogni linea, 9 moduli perforati standard e 12 moduli perforati anticondensa. La portata d aria diffusa dai moduli forati standard risulta essere: portata totale - portata anticondensa : = 3208 mc/h. Se divido questo valore per i moduli forati : 3206 / 9 mi trovo una portata al metro di 356 mc/h/m idonea da grafico a pagina 20. (il valore risultante dal grafico compreso tra 155mc/h/m e 185 mc/h/m dev essere moltiplicato per 2 dato che la perforazione è simmetrica).

10 ALTeZZA DI INSTALLAZIoNe: 8 metri

11 ALTeZZA DI INSTALLAZIoNe: 8 metri LANcIo 7 m LANcIo 5 m LANcIo 3 m LANcIo 6 m LANcIo 4 m LANcIo 2 m

12 ALTeZZA DI INSTALLAZIoNe: 7 metri

13 ALTeZZA DI INSTALLAZIoNe: 7 metri LANcIo 7 m LANcIo 5 m LANcIo 3 m LANcIo 6 m LANcIo 4 m LANcIo 2 m

14 ALTeZZA DI INSTALLAZIoNe: 6 metri

15 ALTeZZA DI INSTALLAZIoNe: 6 metri LANcIo 7 m LANcIo 5 m LANcIo 3 m LANcIo 6 m LANcIo 4 m LANcIo 2 m

16 ALTeZZA DI INSTALLAZIoNe: 5 metri

17 ALTeZZA DI INSTALLAZIoNe: 5 metri LANcIo 7 m LANcIo 5 m LANcIo 3 m LANcIo 6 m LANcIo 4 m LANcIo 2 m

18 ALTeZZA DI INSTALLAZIoNe: 4,5 metri

19 ALTeZZA DI INSTALLAZIoNe: 4,5 metri LANcIo 7 m LANcIo 5 m LANcIo 3 m LANcIo 6 m LANcIo 4 m LANcIo 2 m

20 ALTeZZA DI INSTALLAZIoNe: 4 metri

21 ALTeZZA DI INSTALLAZIoNe: 4 metri LANcIo 7 m LANcIo 5 m LANcIo 3 m LANcIo 6 m LANcIo 4 m LANcIo 2 m

22 ALTeZZA DI INSTALLAZIoNe: 3,5 metri

23 ALTeZZA DI INSTALLAZIoNe: 3,5 metri LANcIo 7 m LANcIo 5 m LANcIo 3 m LANcIo 6 m LANcIo 4 m LANcIo 2 m

24 ALTeZZA DI INSTALLAZIoNe: 3 metri

25 ALTeZZA DI INSTALLAZIoNe: 3 metri LANcIo 7 m LANcIo 5 m LANcIo 3 m LANcIo 6 m LANcIo 4 m LANcIo 2 m

26 ALTeZZA DI INSTALLAZIoNe: 2,7 metri

27 ALTeZZA DI INSTALLAZIoNe: 2,7 metri LANcIo 7 m LANcIo 5 m LANcIo 3 m LANcIo 6 m LANcIo 4 m LANcIo 2 m

28 foratura ANTIcoNDeNSA

29 DATI TecNIcI e RIcHIeSTA PReveNTIvo online Dal sito internet, nell apposita sezione di richiesta preventivo online, SINTRA offre la possibilità al cliente di compilare direttamente i dati tecnici in modo semplice e veloce con la quale è possibile richiedere direttamente un offerta che verrà inviata in brevissimo tempo. PAgINA INIZIALe All interno della sezione di preventivazione online per i CANALI PERFoRATI DI DIFFuSIoNE DLD la prima schermata offre la possibilità di creare un nuovo preventivo oppure richiamarne uno precedentemente fatto per apportare delle modifiche. Nuovo preventivo: cliccando su questo tasto si accederà alla schermata successiva con i dati progettuali da compilare. carica preventivo: da la possibilità di richiamare un preventivo già eseguito per apportare delle modifiche tecniche ed ottenere un aggiornamento dell offerta. PAgINA PRogeTTo In questa pagina il cliente puo compilare i DATI PRoGETTo con riferimenti utili alla rintracciabilità del preventivo stesso. Dati richiedente: questi campi vengono compilati automaticamente prelevando i valori precedentemente introdotti in fase di registrazione. Nella parte di destra compaiono dei suggeri-menti per la compilazione corretta delle celle posizionate nella colonna di sinistra. Quando la freccia si colorerà di verde significa che i dati sono compilati in modo corretto e si potrà passare alla pagina successiva. TIPo DI ImPIANTo In questa pagina nella colonna di sinistra il cliente dovrà scegliere il tipo di impianto tra le varie opzioni proposte. TIPo DI canale Nella parte di destra invece dovrà scegliere se si tratta di canale chiuso o aperto. canale chiuso: la portata d aria in ingresso al DLD di diametro costante esce completamente dai fori. canale aperto: solo una parte della portata d aria in ingresso al DLD esce dai fori. La restante entra in un altro tratto di canale di diverso diametro o con un sistema di diffu-sione differente (tipo ugelli,bocchette, ecc)

30 DATI TecNIcI e RIcHIeSTA PReveNTIvo online DATI TecNIcI DI funzionamento Nella colonna di sinistra si devono compilare i dati tecnici preliminari che corrispondono alle temperature ed alle dimensioni del locale. Nella parte di destra alcune immagini rendono piu semplice la comprensione dei dati richiesti. Per garantire un corretto funzionamento si consiglia di non superare un salto termico tra temperatura di mandata ed ambiente di oltre 10 C. In caso contrario comparirà un riquadro ATTENZIoNE che dovrà essere accettato per poter evidenziare la freccia di verde e proseguire con la richiesta di preventivo. DATI TecNIcI DI PRogeTTo IN INPuT In questa pagina il cliente deve compilare i DATI PRoGETTo utili alla verifica di funzionamento dell impianto. Nella colonna di sinistra si devono compilare i valori come portata d aria, altezza installazione, lancio, spessore del materiale, diametro, ecc. Nella parte di destra alcune immagini rendono piu semplice la comprensione dei dati richiesti. I semafori verdi indicano la corretta selezione dei dati. Qualora comparissero dei semafori rossi, nella parte di destra vengono elencate le problematiche di un funzionamento non ottimali dell impianto. Qualora risultassero accettabili, è necessario cliccare sul tasto ACCETTo per poter procedere alla fase successiva di preventivazione. Sempre nella parte di destra, al di sopra dell immagine, compare il tasto AGGIuNGI CANALE microforato. Cliccando su questo tasto si riaprirà una pagina nella quale è possibile inserire nuovi dati tecnici. E utilizzato qualora l impianto fosse compo-sto da linee di canali microforati differenti tra loro.

31 DATI TecNIcI e RIcHIeSTA PReveNTIvo online PReveNTIvo In questa pagina, nella parte superiore, si compilano in automatico i dati derivanti dalla stesura dei dati tecnici precedenti. Nella parte bassa il cliente puo scegliere l aggiunta di pezzi speciali e accessori se-condo le proprie esigenze. PReveNTIvo ToTALe Questa pagina mostra il riepilogativo della selezione fatta precedentemente. Sulla destra, in basso, compaiono 3 pulsanti: Richiedi preventivo: con questo tasto si invierà una mail all ufficio commerciale di SINTRA che prontamente risponderà con il con l importo della selezione fatta e l agente di riferimento. Riepilogo dati tecnici: permette di scaricare un file con il riepilogo dei dati tec-nici di ogni singolo DLD e di conseguenza fare un controllo sulla selezione fatta precedentemente. Riepilogo distinta materiale: permette di scaricare un file con l elenco dei canali perforati, pezzi speciali ( curve, tee, riduzione, ecc), accessori (collari, compressore, rivetti, guarnizioni, ecc) selezionati durante la fase di selezione.

32 Corso europa fontaneto d'agogna (no) tel:: (+39) fax: (+39)

TIN Tubazioni induttive

TIN Tubazioni induttive Tubazioni induttive Versioni - -Z (in acciaio zincato, verniciatura colori RAL a richiesta) - -X4L (in acciaio inox AISI 304 lucido) - -X4S (in acciaio inox AISI 304 satinato) - -X4N (in acciaio inox AISI

Dettagli

DLC Diffusori lineari per canali circolari

DLC Diffusori lineari per canali circolari Diffusori lineari a feritoie DLC DLC Diffusori lineari per canali circolari Versioni - DLCZ (in acciaio zincato con deflettori in alluminio anodizzato nero) - DLCV (in acciaio verniciato bianco RAL9010

Dettagli

DIFFUSORI METALLICI FORATI

DIFFUSORI METALLICI FORATI QUANDO SERVE ARIA PULITA DIFFUSORI METALLICI FORATI DOCUMENTAZIONE TECNICA ZEPHYR S.r.l. Via Carso, 8 37124 Verona www.zephyr-canali.it info@zephyr-canali.it 1 INDICE 1.0. PREMESSA pag. 3 2.0. CARATTERISTICHE

Dettagli

DLS Diffusori a feritoie con deflettori regolabili

DLS Diffusori a feritoie con deflettori regolabili Diffusori a feritoie Diffusori a feritoie con deflettori regolabili Versioni - V (in acciaio verniciato bianco RAL9010, con deflettori in alluminio anodizzato nero) - X (in acciaio inox con deflettori

Dettagli

SymCAD/C.A.T.S. modulo Riscaldamento Schema

SymCAD/C.A.T.S. modulo Riscaldamento Schema SymCAD/C.A.T.S. modulo Riscaldamento Schema Il modulo Riscaldamento Schema permette di effettuare la progettazione integrata (disegno e calcoli) in AutoCAD degli impianti di riscaldamento (tubazioni, radiatori)

Dettagli

Cappa da cucina tradizionale confort

Cappa da cucina tradizionale confort Cappa da cucina tradizionale confort Prezzi a richiesta Vantaggi Compensazione integrata. Filtri a labirinto in acciao inox montati. Illuminazione ad incasso in opzione. Gamma Due altezze disponibili:

Dettagli

Novità: Ventilazione Standard

Novità: Ventilazione Standard VENTILAZIONE Novità: Ventilazione Standard Il modulo Ventilazione Standard permette di effettuare la progettazione integrata (disegno e calcoli) in AutoCAD di reti di canali aria per impianti di condizionamento

Dettagli

DOC. Manuale utente di configurazione quadri

DOC. Manuale utente di configurazione quadri DOC Manuale utente di configurazione quadri 1. CONFIGURATORE QUADRI 3 1.1. Indicazione generali sul configuratore quadri... 4 1.2. Disegno Fronte quadro con procedura automatica Wizard... 4 1.3. Comandi

Dettagli

ver 3.1.4 VERSIONE BASE VERSIONE AVANZATA MANUALE UTENTE (01/10/2006 12.25)

ver 3.1.4 VERSIONE BASE VERSIONE AVANZATA MANUALE UTENTE (01/10/2006 12.25) ver 3.1.4 VERSIONE BASE VERSIONE AVANZATA MANUALE UTENTE (01/10/2006 12.25) Sommario 1 DESCRIZIONE... 2 1.1 LIMITI VERSIONE DIMOSTRATIVA... 2 1.2 INSTALLAZIONE... 2 1.2.1 Installazione completa...2 1.2.2

Dettagli

Recuperatori di calore

Recuperatori di calore Recuperatori di calore URC-EC Air Control Srl via Luigi Biraghi 33-2159 Milano Tel +39 2482147 Fax +39 2482981 P.Iva 48532969 Recuperatori di calore CARATTERISTICHE GENERALI STRUTTURA alluminio e pannelli

Dettagli

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros Configurator è uno strumento facile ed intuitivo nel suo utilizzo, che vi permetterà di realizzare in breve tempo il dimensionamento di canne fumarie e renderà

Dettagli

5. MODULO DEI CARICHI ECCEZIONALI NEL SOFTWARE BRIDGE

5. MODULO DEI CARICHI ECCEZIONALI NEL SOFTWARE BRIDGE 5. MODULO DEI CARICHI ECCEZIONALI NEL SOFTWARE BRIDGE 5.1 Premessa L ausilio dell informatica è particolarmente utile poiché l ente preposto alla gestione dei ponti deve esaminare un grande numero di transiti

Dettagli

uniflex Centro di lavoro fl essibile per la foratura, fresatura ed inserimento di ferramenta.

uniflex Centro di lavoro fl essibile per la foratura, fresatura ed inserimento di ferramenta. SCM GROUP SPA MORBIDELLI - via Casale 450 I 47826 Villa Verucchio, Rimini - Italy tel. +39 0541 674111 - fax +39 0541 674235 -morbidelli@scmgroup.com - www.scmgroup.com REV. N. 00-04.2015 - MIC STUDIO

Dettagli

Catalogo Elettronico MAZDA. Manuale sulla Navigazione

Catalogo Elettronico MAZDA. Manuale sulla Navigazione Catalogo Elettronico MAZDA Manuale sulla Navigazione Indice Manuale Introduzione Navigazione per VIN (n di telaio) Caratteristiche prodotto Utilizzo carrello Visualizzazione Ricambi Navigazione alternativa

Dettagli

ASPIRATORI ELETTRICI ASPIRATORI ELETTRICI QUADRATI ASPIRATORI ELETTRICI TONDI ASPIRATORI ELETTRICI DA FINESTRA ASPIRATORI ELETTRICI PER CAPPE

ASPIRATORI ELETTRICI ASPIRATORI ELETTRICI QUADRATI ASPIRATORI ELETTRICI TONDI ASPIRATORI ELETTRICI DA FINESTRA ASPIRATORI ELETTRICI PER CAPPE QUADRATI TONDI DA FINESTRA PER CAPPE ASPIRATORI CANALIZZATI VENTILATORI IN LINEA TORRINI DI ESTRAZIONE 65 COME PROCEDERE ALLA SCELTA CORRETTA DI UN ASPIRATORE PER SCEGLIERE L ASPIRATORE ADEGUATO AD UN

Dettagli

Sistema solare termico giacosun. Indice dei contenuti

Sistema solare termico giacosun. Indice dei contenuti Indice dei contenuti 1. AVVIO (schermata principale) 2 2. Elaborazione preventivo 3 3. Distinta materiali 4 4. Scelta del collettore solare 4 5. Scelta del numero di collettori 5 6. Scelta del tipo di

Dettagli

Regolatori a portata costante (CAV) RPK, RPK-I

Regolatori a portata costante (CAV) RPK, RPK-I Regolatori a portata costante (CAV) RPK, RPK-I Regolatore circolare () o rettangolare () autoregolante per impianti a portata costante. Indicato per ambienti nei quali sia necessario mantenere sempre il

Dettagli

DIMENSIONAMENTO CANALI ARIA Relazione di calcolo

DIMENSIONAMENTO CANALI ARIA Relazione di calcolo DIMENSIONAMENTO CANALI ARIA Relazione di calcolo EDIFICIO INDIRIZZO DESCRIZIONE Nuovi uffici DITTA ESEMPIO Via Rossi, - MILANO Impianto mandata COMMITTENTE INDIRIZZO DITTA ESEMPIO Via Verdi, - ROMA Rif.

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Maria Maddalena Fornari Impostazioni di pagina: orientamento È possibile modificare le

Dettagli

Recuperatori di calore

Recuperatori di calore Recuperatori di calore URC-DOMO UNITA DI RECUPERO CALORE AD ALTA EFFICIENZA Air Control Srl via Luigi Biraghi 33-20159 Milano Tel +39 0245482147 Fax +39 0245482981 P.Iva 04805320969 Recuperatori di calore

Dettagli

SymCAD/C.A.T.S. modulo Canali Schema

SymCAD/C.A.T.S. modulo Canali Schema SymCAD/C.A.T.S. modulo Canali Schema Il modulo Ventilazione Standard permette di effettuare la progettazione integrata (disegno e calcoli) in AutoCAD di reti di canali aria (mandata e ripresa). Il disegno

Dettagli

DATI TECNICI (vedi anche Figura 1 e Figura 2)

DATI TECNICI (vedi anche Figura 1 e Figura 2) Applicazione: Riscaldamento dellêaria e dei Gas Figura 1: Schema tipico di una batteria riscaldante a canale CARATTERISTICHE GENERALI Le batterie elettriche riscaldanti sono state concepite per soddisfare

Dettagli

SoftWare DMGraphics. Indice. Manuale d uso. 1) Introduzione. 2) Pagine grafiche. 3) Grafici. 4) Menù

SoftWare DMGraphics. Indice. Manuale d uso. 1) Introduzione. 2) Pagine grafiche. 3) Grafici. 4) Menù SoftWare DMGraphics Manuale d uso Indice 1) Introduzione 2) Pagine grafiche. 2.1) Pagina grafica 2.2) Concetti generali 2.3) Scale dei valori 2.4) Posizionamento elementi nel grafico 3) Grafici 3.1) Grafici

Dettagli

AREA DOCENTE - ACCESSO, REG. DI CLASSE E VOTI Indice Del Manuale

AREA DOCENTE - ACCESSO, REG. DI CLASSE E VOTI Indice Del Manuale AREA DOCENTE - ACCESSO, REG. DI CLASSE E VOTI Indice Del Manuale 1 - Come Accedere a Nuvola 2 - Home Page Area Docente 3 - Come Modificare il proprio Profilo 4 - Come Modificare la propria Password 5 -

Dettagli

Capitolo 26: schemi di installazione

Capitolo 26: schemi di installazione Capitolo 26: schemi di installazione Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio vi comunicherà

Dettagli

Il Configuratore OFF- LINE in 5 mosse Per le istruzioni di installazione, vai alla fine di questo tutorial.

Il Configuratore OFF- LINE in 5 mosse Per le istruzioni di installazione, vai alla fine di questo tutorial. Il Configuratore OFF- LINE in 5 mosse Per le istruzioni di installazione, vai alla fine di questo tutorial. 1 Installare il configuratore Pedrotti scaricato dal link che vi è stato inviato dopo avere effettuato

Dettagli

DUPLIKO! Manuale Utente

DUPLIKO! Manuale Utente DUPLIKO Manuale Utente Indice 1. Introduzione 1.1 Scopo 1.2 Generalità 2. Menu Principale 2.1 Interfaccia 2.2 Il Menu Principale 3. Archivi 3.1 Tabelle Generiche 4. Gestione 4.1 Caricare un anagrafica

Dettagli

calore ad alta efficienza con scambiatore in controcorrente aria/aria in materiale plastico riciclabile,

calore ad alta efficienza con scambiatore in controcorrente aria/aria in materiale plastico riciclabile, Descrizione del prodotto L'unità di trattamento aria compatta oboxx LG 180, certificata "Passivhaus", è formata da un involucro compatto in lamiera di acciaio zincata, senza ponti termici, isolato e verniciato

Dettagli

Università degli Studi di Messina

Università degli Studi di Messina Università degli Studi di Messina Guida alla Rendicontazione on-line delle Attività del Docente Versione della revisione: 2.02/2013-07 A cura di: Fabio Adelardi Università degli studi di Messina Centro

Dettagli

1.1 DESCRIZIONE DELLA METODOLOGIA DI PROVA CON CARICHI CONCENTRATI

1.1 DESCRIZIONE DELLA METODOLOGIA DI PROVA CON CARICHI CONCENTRATI 1 PROVE DI CARICO 1.1 DESCRIZIONE DELLA METODOLOGIA DI PROVA CON CARICHI CONCENTRATI 1.1.1 L attrezzatura Le prove di carico sono eseguite utilizzando l apparecchiatura denominata Collaudatore GS progettata

Dettagli

Indice. Ventilazione Standard

Indice. Ventilazione Standard SYMCAD VENTIILAZIIONE STANDARD Indice 1. Descrizione del modulo 1.1 Introduzione 1.2 Applicazioni 2. Disegno 2.1 Percorso della rete 2.2 Vincoli e parametri progettuali 2.3 Comandi ausiliari 3. Calcolo

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DEL PROGRAMMA TUTTORIFIUTI PER L ACCESSO AUTENTICATO AL PORTALE WEB WWW.TUTTORIFIUTI.IT

GUIDA ALL UTILIZZO DEL PROGRAMMA TUTTORIFIUTI PER L ACCESSO AUTENTICATO AL PORTALE WEB WWW.TUTTORIFIUTI.IT GUIDA ALL UTILIZZO DEL PROGRAMMA TUTTORIFIUTI PER L ACCESSO AUTENTICATO AL PORTALE WEB WWW.TUTTORIFIUTI.IT Versione 1.0 Per assistenza tecnica e per qualsiasi informazione contattare il Numero Verde 1

Dettagli

ESERCITAZIONE Scrittura di un programma CNC per la fresatura di un componente dato

ESERCITAZIONE Scrittura di un programma CNC per la fresatura di un componente dato ESERCITAZIONE Scrittura di un programma CNC per la fresatura di un componente dato Nella presente esercitazione si redige il programma CNC per la fresatura del pezzo illustrato nelle Figure 1 e 2. Figura

Dettagli

LINEA MIRAGE 600 C d l 20408730000

LINEA MIRAGE 600 C d l 20408730000 Per LINEA linea automatica MIRAGE di taglio 600 si intende un processo lavorativo dove la barra viene caricata manualmente in un magazzino, per poi essere traslata per mezzo di uno spingi barra in una

Dettagli

SISTEMI DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA

SISTEMI DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA SISTEMI DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA Cosa è un impianto di ventilazione meccanica controllata Un impianto di ventilazione meccanica permette di controllare il ricambio di aria all interno dell

Dettagli

MANUALE SOFTWARE RETE GAS

MANUALE SOFTWARE RETE GAS MANUALE SOFTWARE RETE GAS Il software per il dimensionamento di una rete gas, sviluppato su foglio elettronico in Excel, consente il dimensionamento sia delle rete interna, ossia la diramazione alle utenze,

Dettagli

BDCC : Guida rapida all utilizzo

BDCC : Guida rapida all utilizzo BDCC : Guida rapida all utilizzo 1 Sommario 1. Funzionamento del sistema... 3 1.1 Cos è e cosa contiene la BDCC... 3 1.2 Meccanismi di funzionamento della BDCC... 3 1.3 Organizzazione di contenuti all

Dettagli

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente EasyPrint v4.15 Gadget e calendari Manuale Utente Lo strumento di impaginazione gadget e calendari consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di ordinare in maniera semplice

Dettagli

Guida rapida all uso di Termo

Guida rapida all uso di Termo Guida rapida all uso di Termo 1 Introduzione Namirial Termo 3 è l evoluzione di Namirial Termo 2.7 per la certificazione energetica degli edifici residenziali e non residenziali. Si presenta nella nuova

Dettagli

Guida all uso del software e delle schede operative

Guida all uso del software e delle schede operative 4 Guida all uso del software e delle schede operative Avvio e struttura del software Dopo aver installato il software sul pc, viene visualizzata la videata del menu principale con le icone di accesso alle

Dettagli

Corso introduttivo all utilizzo di TQ Controlla

Corso introduttivo all utilizzo di TQ Controlla Corso introduttivo all utilizzo di TQ Controlla Le pagine che seguono introducono l utente all uso delle principali funzionalità di TQ Controlla mediante un corso organizzato in otto lezioni. Ogni lezione

Dettagli

SCHEDA TECNICA MODULO H40 CASSAFORMA IN POLIPROPILENE RIGENERATO PER LA REALIZZAZIONE DI VESPAI VENTILATI

SCHEDA TECNICA MODULO H40 CASSAFORMA IN POLIPROPILENE RIGENERATO PER LA REALIZZAZIONE DI VESPAI VENTILATI SCHEDA TECNICA MODULO H40 CASSAFORMA IN POLIPROPILENE RIGENERATO PER LA REALIZZAZIONE DI VESPAI VENTILATI 3 2 - Consumo di Cls a raso sommità modulo m 0,056 x m - Passaggio tubazioni n 1 max 29 cm - Passaggio

Dettagli

Colore standard: Bianco RAL 9010 (*) LARGH.MANIGLIONE

Colore standard: Bianco RAL 9010 (*) LARGH.MANIGLIONE IL TUBOLARE Realizzato da due a sei colonne, da 207 a 200 mm di altezza ed in varie esecuzioni speciali, Ardesia si adatta brillantemente a qualsiasi soluzione abitativa da quella domestica a quella comunitaria.

Dettagli

EasyPrint v4.7. Impaginatore Album. Manuale Utente

EasyPrint v4.7. Impaginatore Album. Manuale Utente EasyPrint v4.7 Impaginatore Album Manuale Utente Lo strumento di impaginazione album consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di organizzare le immagini in maniera

Dettagli

BP Bocchette pedonabili

BP Bocchette pedonabili Bocchette pedonabili Versioni - 5 (deflessione 0 ) - 3 (deflessione 15 ) - -RG (regolabile millimetricalmente) - -CTX (con controtelaio) Le bocchette di mandata o ripresa a pavimento pedonabili, possono

Dettagli

ANALISI SOSPENSIONI Modalità Base

ANALISI SOSPENSIONI Modalità Base ANALISI SOSPENSIONI Modalità Base INTRODUZIONE Nella versione 2.30.04 di Race Studio 2 è stata introdotta una nuova funzionalità relativa allo strumento di Analisi delle sospensioni presente all interno

Dettagli

Diffusori ad effetto elicoidale

Diffusori ad effetto elicoidale T 2.2/5/I/2 Diffusori ad effetto elicoidale Serie FDE con deviatori di flusso fissi per portate elevate TROX Italia S.p.A. Telefono 02-98 29 741 Telefax 02-98 29 74 60 Via Piemonte 23 C e-mail trox@trox.it

Dettagli

SABIANA IL COMFORT AMBIENTALE. Condizionamento Termoventilanti Zeus ICIM

SABIANA IL COMFORT AMBIENTALE. Condizionamento Termoventilanti Zeus ICIM Condizionamento Termoventilanti ICIM ISO Cert. n 4/2 Aerotermi Termostrisce radianti Ventilconvettori Unità trattamento aria Canne fumarie SABIANA IL COMFORT AMBIENTALE Condizionamento SABIANA IL COMFORT

Dettagli

RUDIMENTI DI ARTCAM VERSIONE INSIGNIA

RUDIMENTI DI ARTCAM VERSIONE INSIGNIA RUDIMENTI DI ARTCAM VERSIONE INSIGNIA 3.6 Rev. 1.0 by Aragon INDICE PREMESSA pag. 3 1 NUOVO MODELLO pag. 4 1.1 Allineamento e posizionamento Vettori pag. 5 1.2 Raggruppa Unisci Concatena Vettori pag. 7

Dettagli

Criteri di selezione martinetti

Criteri di selezione martinetti Criteri di selezione martinetti I martinetti meccanici trasformano il moto rotatorio in un movimento lineare. Questa trasformazione avviene con una perdita di potenza fra vite e madrevite. Questa perdita

Dettagli

LINEE VITA DESCRIZIONE DEL SISTEMA

LINEE VITA DESCRIZIONE DEL SISTEMA catalogo linee vita LINEE VITA DESCRIZIONE DEL SISTEMA Sistema di sicurezza a fune orizzontale All in One Minore perforazione della copertura Per interventi di manutenzione: facile da verificare Pretensionamento

Dettagli

www.type3.com SCOPRITE Discover TYPE EDIT V12 Italiano 04-2014 1

www.type3.com SCOPRITE Discover TYPE EDIT V12 Italiano 04-2014 1 www.type3.com SCOPRITE Discover TYPE EDIT V12 Italiano 04-2014 1 Scoprite TYPE EDIT V12, la nuova versione del nostro software CAD/CAM per applicazioni industriali e artistiche dedicate alle macchine CNC.

Dettagli

VMC. Ventilazione residenziale alta efficienza

VMC. Ventilazione residenziale alta efficienza VMC Ventilazione residenziale alta efficienza Ventilazione comfort EVAC TECNOLOGIE DELL ARIA Sistemi di ventilazione permanente ad alta efficienza per il controllo della qualità dell aria, ad uso residenziale

Dettagli

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014)

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) Sommario: 1) Attivazione del prodotto; 2) Configurazione; 3) Contribuente; 4) Gestione operazioni rilevanti ai

Dettagli

TFS Soffitti filtranti per sale operatorie

TFS Soffitti filtranti per sale operatorie Soffitti filtranti per sale operatorie Versioni - A (con pannelli e plenum portafiltro in alluminio, telaio in alluminio estruso) - X (con pannelli e plenum portafiltro in acciaio inox, telaio in alluminio

Dettagli

Quickstart. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole

Quickstart. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole Quickstart Cos è GeoGebra? Un software di Matematica Dinamica in un pacchetto semplice da usare Per l apprendimento e la didattica a tutti i livelli scolastici Comprende geometria, algebra, tabelle, grafici,

Dettagli

11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica

11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica 11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica a cura di Gian Piero Benente Le competenze necessarie al docente di tecnologia e informatica della scuola elementare e della

Dettagli

Murali Condensing. Sommario. Introduzione 2 Configurazioni di scarico 3 Installazione 10 Gamma condotti fumi 12

Murali Condensing. Sommario. Introduzione 2 Configurazioni di scarico 3 Installazione 10 Gamma condotti fumi 12 Murali Condensing Sommario Introduzione 2 Configurazioni di scarico 3 Installazione 10 Gamma condotti fumi 12 1 Sistemi di scarico in PP Introduzione Sistema per intubamento in PP per caldaie a condensazione

Dettagli

e unità canalizzabili della serie recuperare il calore dall aria di espulsione La serie Energy prevede

e unità canalizzabili della serie recuperare il calore dall aria di espulsione La serie Energy prevede Energy Recuperatore L e unità canalizzabili della serie Energy sono state studiate per permettere un risparmio energetico negli impianti di ventilazione di locali pubblici e privati quali bar, ristoranti,

Dettagli

Stampante HP LaserJet Enterprise Stampante multifunzione a colori M575 500

Stampante HP LaserJet Enterprise Stampante multifunzione a colori M575 500 Vassoio 2 Stampante HP LaserJet Enterprise Stampante multifunzione a colori M575 500 Capacità del vassoio e orientamento carta Per evitare possibili inceppamenti, non riempire eccessivamente i vassoi.

Dettagli

PREDISPOSIZIONI E ACCESSORI

PREDISPOSIZIONI E ACCESSORI E ACCESSORI 361 per caldaie a condensazione, atmosferiche e per bollitori 362 ACCESSORI per caldaie a condensazione, atmosferiche e per bollitori 363 ACCESSORI PER SCARICO FUMI per caldaie a condensazione

Dettagli

UNITA TRATTAMENTO ARIA PALESTRA (UTA 1)

UNITA TRATTAMENTO ARIA PALESTRA (UTA 1) UNITA TRATTAMENTO ARIA PALESTRA (UTA 1) 1 SCHEMA FUNZIONALE UTA 1 2 DATI GENERALI UNITA' TRATTAMENTO ARIA UTA 1 Tipo di esecuzione Dimensioni indicative: interno Lunghezza 8.85 m Larghezza 1.95 m Altezza

Dettagli

Diffusori ad effetto elicoidale ad alette fisse KDA-DAQ

Diffusori ad effetto elicoidale ad alette fisse KDA-DAQ Diffusori ad effetto elicoidale ad alette fisse KDA-DAQ La serie K DA-DAQ è costituita da una gamma di diffusori ad effetto elicoidale ad alta induzione ad alette fisse inclinate ricavate dalla piastra

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IMPIANTI CONDIZIONAMENTO E VMC

RELAZIONE TECNICA IMPIANTI CONDIZIONAMENTO E VMC RELAZIONE DI CALCOLO IMPIANTI DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA La ventilazione meccanica controllata degli ambienti con aria esterna rappresenta il sistema più efficace per controllare le condizioni

Dettagli

DEUMIDIFICATORI CON INTEGRAZIONE E VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA

DEUMIDIFICATORI CON INTEGRAZIONE E VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA DEUMIDIFICATORI CON INTEGRAZIONE E VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA UNITÀ DI TRATTAMENTO ARIA CANALIZZABILI CON RINNOVO E RECUPERO MODELLI / CARATTERISTICHE midificazione estiva con modulazione della

Dettagli

DESCRIZIONE. Introduzione

DESCRIZIONE. Introduzione SymCAD/C.A.T.S. modulo Sanitario Schema - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - DESCRIZIONE Introduzione Il modulo

Dettagli

CITTA di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA. Polo bibliotecario e delle Arti visive. Recupero funzionale del Palazzo del Podestà

CITTA di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA. Polo bibliotecario e delle Arti visive. Recupero funzionale del Palazzo del Podestà Polo bibliotecario e delle Arti visive. Recupero funzionale del Palazzo del Podestà RELAZIONE TECNICA IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE E VENTILAZIONE Descrizione del progetto Il progetto prevede il rifacimento

Dettagli

Wavin Chemidro presenta la nuova linea di unità di ventilazione meccanica controllata!

Wavin Chemidro presenta la nuova linea di unità di ventilazione meccanica controllata! Wavin Chemidro presenta la nuova linea di unità di ventilazione meccanica controllata! L introduzione di infissi sempre più performanti all interno delle abitazioni ha favorito una netta diminuzione delle

Dettagli

Premessa Se e stata installata la versione 1.0 del programma procedere alla rimozione dei seguenti elementi.

Premessa Se e stata installata la versione 1.0 del programma procedere alla rimozione dei seguenti elementi. Gestione Fatture V.1.1 Manuale d uso Premessa Se e stata installata la versione 1.0 del programma procedere alla rimozione dei seguenti elementi. Nella cartella Documents dell utente attivo, trovate la

Dettagli

Prof.ssa Paola Vicard

Prof.ssa Paola Vicard DISTRIBUZIONE DI FREQUENZE PER CARATTERI QUALITATIVI Questa nota consiste per la maggior parte nella traduzione (con alcune integrazioni) da Descriptive statistics di J. Shalliker e C. Ricketts, 2000,

Dettagli

3.6 Preparazione stampa

3.6 Preparazione stampa Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Maria Maddalena Fornari Impostazioni di pagina Le impostazioni del documento utili ai

Dettagli

MANUALE UTENTE PROGRAMMA DI CERTIFICAZIONE METEL

MANUALE UTENTE PROGRAMMA DI CERTIFICAZIONE METEL MANUALE UTENTE PROGRAMMA DI CERTIFICAZIONE METEL Realizzato da METEL S.r.l. Metel Srl Via Govone, 66 20155 Milano Tel +39 02 34536118 Fax +39 02 34934145 Pagina 1 di 26 INDICE INDICE... 2 INSTALLAZIONE...

Dettagli

DENUNCE EDILCONNECT GUIDA COMPILAZIONE

DENUNCE EDILCONNECT GUIDA COMPILAZIONE Cassa Edile Como e Lecco DENUNCE EDILCONNECT GUIDA COMPILAZIONE COMPILAZIONE DA FILE PAGHE Guida per i consulenti e le imprese che compilano la denuncia utilizzando il file di esportazione dei software

Dettagli

Aggiornamento Argo Alunni v. 5.6.0 - Esportazione dati Frequenza2

Aggiornamento Argo Alunni v. 5.6.0 - Esportazione dati Frequenza2 Aggiornamento Argo Alunni v. 5.6.0 - Esportazione dati Frequenza2 Con questo aggiornamento viene completata la nuova funzione di esportazione dati verso il Sidi La nuova funzione è accessibile tramite

Dettagli

Scheda tecnica. Plafoni filtranti a soffitto a flusso verticale. Aghito Tecnologie ALTA TECNOLOGIA OSPEDALIERA. advanced air diffusion

Scheda tecnica. Plafoni filtranti a soffitto a flusso verticale. Aghito Tecnologie ALTA TECNOLOGIA OSPEDALIERA. advanced air diffusion Scheda tecnica Plafoni filtranti a soffitto a flusso verticale Aghito Tecnologie ALTA TECNOLOGIA OSPEDALIERA advanced air diffusion 1 L unione fa la forza L azienda MP3 nel proprio settore ricerca e sviluppo

Dettagli

Guida rapida - versione Web e Tablet

Guida rapida - versione Web e Tablet Guida rapida - versione Web e Tablet Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Gestisce interattivamente

Dettagli

OPERAZIONI DI BASE PER L UTILIZZO DI MICROSOFT EXCEL

OPERAZIONI DI BASE PER L UTILIZZO DI MICROSOFT EXCEL Giovanni Franzoni matr. 14157 Lezione del 4/03/010 ora 10:30-13:30 ndrea Liberini matr. 17714 Sommario OPERZIONI DI BSE PER L UTILIZZO DI MIROSOFT EXEL... 1 Risoluzione di una formula matematica... 1 ome

Dettagli

Impianti di riscaldamento

Impianti di riscaldamento Dati tecnici del sistema Raxofix, vedi capitolo "Descrizione del sistema" all'inizio del manuale Impianti di riscaldamento Utilizzo corretto Il sistema Raxofix di tubazioni in plastica esclusivamente in

Dettagli

Il Gestionale: Gestionalino-Magazzino

Il Gestionale: Gestionalino-Magazzino Tempi & Metodi di Giorgio Andreani Servizi di Controllo e di Organizzazione dei Processi Produttivi Iscrizione al Registro delle Imprese CCIAA di Verona REA 357269 Partita Iva 03686020235 - Cod. Fisc.

Dettagli

Tutorial 3DRoom. 3DRoom

Tutorial 3DRoom. 3DRoom Il presente paragrafo tratta il rilievo di interni ed esterni eseguito con. L utilizzo del software è molto semplice ed immediato. Dopo aver fatto uno schizzo del vano si passa all inserimento delle diagonali

Dettagli

Il Configuratore ON- LINE in 5 mosse

Il Configuratore ON- LINE in 5 mosse Il Configuratore ON- LINE in 5 mosse 1 Cliccare sul pulsante "CONFIGURATORE" presente nella home page o nella sezione " CONFIGURATORE " del nostro sito: www.pedrotti.it 2 L accesso come "Ospite", permette

Dettagli

Bike SetApp MANUALE D USO Versione 2.30

Bike SetApp MANUALE D USO Versione 2.30 Bike SetApp MANUALE D USO Versione 2.30 Bike SetApp 2.30 Pag. 1 Introduzione Bike SetApp è un app studiata per memorizzare su un dispositivo Android (telefono, tablet o PC) i settaggi principali delle

Dettagli

E2i. Sistemi per serramenti a pacchetto Legno - fino a 40 kg ad anta senza binario a pavimento

E2i. Sistemi per serramenti a pacchetto Legno - fino a 40 kg ad anta senza binario a pavimento Sistemi per serramenti a pacchetto Legno - fino a 40 kg ad anta senza binario a pavimento SISTEMI ECLIPSE Sistemi per serramenti a pacchetto ECLIPSE Il serramento come nuovo elemento d'arredo: non più

Dettagli

Recuperatore di calore compatto CRE-R. pag. E-22

Recuperatore di calore compatto CRE-R. pag. E-22 pag. E- Descrizione Recuperatore di calore compatto con configurazione attacchi fissa (disponibili 8 varianti. Cassa autoportante a limitato sviluppo verticale con accesso laterale per operazioni d ispezione/manutenzione.

Dettagli

GESGOLF SMS ONLINE. Manuale per l utente

GESGOLF SMS ONLINE. Manuale per l utente GESGOLF SMS ONLINE Manuale per l utente Procedura di registrazione 1 Accesso al servizio 3 Personalizzazione della propria base dati 4 Gestione dei contatti 6 Ricerca dei contatti 6 Modifica di un nominativo

Dettagli

SL 27-IM Sensore di livello piezoresistivo INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE

SL 27-IM Sensore di livello piezoresistivo INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE SL 27-IM Sensore di livello piezoresistivo INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE DESCRIZIONE... 3 Generalità... 3 Principio di misura... 3 Tipologia del sensore... 3 INSTALLAZIONE... 4 Aerazione... 4 Montaggio

Dettagli

INDICE. 1 PREMESSA 2 DESCRIZIONE IMPIANTO 2.1 Dimensionamento della rete... 3 IMPIANTO SMALTIMENTO ACQEU 4 VERIFICHE, COLLAUDO E CERTIFICAZIONI...

INDICE. 1 PREMESSA 2 DESCRIZIONE IMPIANTO 2.1 Dimensionamento della rete... 3 IMPIANTO SMALTIMENTO ACQEU 4 VERIFICHE, COLLAUDO E CERTIFICAZIONI... INDICE 1 PREMESSA 2 DESCRIZIONE IMPIANTO 2.1 Dimensionamento della rete... 3 IMPIANTO SMALTIMENTO ACQEU 4 VERIFICHE, COLLAUDO E CERTIFICAZIONI... Pagina 1 di 6 1. PREMESSA La presente relazione intende

Dettagli

CANALI. Funzionalità. Riduzione dei tempi di lavoro

CANALI. Funzionalità. Riduzione dei tempi di lavoro CANALI Per la progettazione ed il disegno in AutoCAD di canali d'aria, per reti di mandata e ripresa dell aria (per impianti di condizionamento e ventilazione industriale) Frutto di una lunga esperienza

Dettagli

MICROFORATRICE CNC MODELLO SY-CNC1210TGU CON CAMBIO AUTOMATICO DEGLI ELETTRODI A 20 POSIZIONI

MICROFORATRICE CNC MODELLO SY-CNC1210TGU CON CAMBIO AUTOMATICO DEGLI ELETTRODI A 20 POSIZIONI MICROFORATRICE CNC MODELLO SY-CNC1210TGU CON CAMBIO AUTOMATICO DEGLI ELETTRODI A 20 POSIZIONI DATI TECNICI SY-CNC1210TGU CORSA UTILE ASSE X CORSA ASSE Y CORSA ASSE Z CORSA ASSE W AUTOMATICA ALTEZZA MASSIMA

Dettagli

Tracciare percorsi con OCAD8 Checo 11.1.03

Tracciare percorsi con OCAD8 Checo 11.1.03 Tracciare percorsi con OCAD8 Checo 11.1.03 Panoramica generale Avvìo di un progetto di tracciamento percorsi Per avviare un progetto di tracciamento occorre creare un file progetto. Quindi vi si carica

Dettagli

Guida rapida per accesso e utilizzo degli applicativi dell Osservatorio Contratti

Guida rapida per accesso e utilizzo degli applicativi dell Osservatorio Contratti Guida rapida per accesso e utilizzo degli applicativi dell Osservatorio Contratti Lo scopo di questo documento è fornire una guida rapida all accesso e utilizzo degli applicativi dell Osservatorio contratti

Dettagli

INTERVENTI DI SISTEMAZIONE - RESTAURO DEL CONVENTO DI SANTA MARIA IN VALLE E DEL TEMPIETTO LONGOBARDO

INTERVENTI DI SISTEMAZIONE - RESTAURO DEL CONVENTO DI SANTA MARIA IN VALLE E DEL TEMPIETTO LONGOBARDO CONVENTO SANTA MARIA IN VALLE 7c COMUNE DI CIVIDALE DEL FRIULI CIVIDALE INTERVENTI DI SISTEMAZIONE - RESTAURO DEL CONVENTO DI SANTA MARIA IN VALLE E DEL TEMPIETTO LONGOBARDO PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE

Dettagli

IDEAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN MODELLO DI GESTIONE INTEGRATA DELLE ACQUE DEI BACINI LAGO DI VARESE, LAGO DI COMABBIO E PALUDE BRABBIA

IDEAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN MODELLO DI GESTIONE INTEGRATA DELLE ACQUE DEI BACINI LAGO DI VARESE, LAGO DI COMABBIO E PALUDE BRABBIA IDEAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN MODELLO DI GESTIONE INTEGRATA DELLE ACQUE DEI BACINI LAGO DI VARESE, LAGO DI ALLEGATO 1 ALLA RELAZIONE GENERALE MANUALE D USO DEL MODELLO CONDIVISO GIUGNO 2007 GRAIA srl

Dettagli

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese.

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Presentazione: SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Il programma si distingue per la rapidità e l elasticità del processo di gestione

Dettagli

GRONDE E PLUVIALI. Materiale tetti. Vantaggi: Utilizzo. Dati tecnici

GRONDE E PLUVIALI. Materiale tetti. Vantaggi: Utilizzo. Dati tecnici Il nuovo sistema di gronde Erre Gross, supera il concetto di mera utilità, che vede la gronda come un semplice dispositivo per l evacuazione delle acque meteoriche. L innovazione si sviluppa su quattro

Dettagli

UNITA DI CLIMATIZZAZIONE HRU

UNITA DI CLIMATIZZAZIONE HRU 2014 HRU HRU Unità di climatizzazione aria/aria in pompa di calore con recupero integrato per il ricambio dell aria con neutralizzazione dei carichi termici esterni ove già si disponga di riscaldamento

Dettagli

NUOVO PORTALE ANCE. MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI

NUOVO PORTALE ANCE. MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI NUOVO PORTALE ANCE MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI DEI CONTENUTI ACCESSO AL MENU PRINCIPALE PAG. 3 CREAZIONE DI UNA NUOVA HOME PAGE 4 SELEZIONE TIPO HOME PAGE 5 DATA

Dettagli

CENTRO DI LAVORO EC43 a 5 assi

CENTRO DI LAVORO EC43 a 5 assi Meccaniche Arrigo Pecchioli Via di Scandicci 221-50143 Firenze (Italy) - Tel. (+39) 055 70 07 1 - Fax (+39) 055 700 623 e-mail: pear@pear.it - www.pear.it Altri file a disposizione per informazioni complementari

Dettagli

IMPIANTO DI SOVRAPRESSIONE NO SMOKE DS PER ZONE FILTRO FUMO

IMPIANTO DI SOVRAPRESSIONE NO SMOKE DS PER ZONE FILTRO FUMO IMPIANTO DI SOVRAPRESSIONE NO SMOKE DS PER ZONE FILTRO FUMO Certificato secondo D.M. DEL 30/11/1983 I.G. 188202 L impianto di sovrapressione NO SMOKE DS serve a mandare in sovrapressione le zone filtro

Dettagli

Capitolo 3. Figura 34. Successione 1,2,3...

Capitolo 3. Figura 34. Successione 1,2,3... Capitolo 3 INSERIMENTO DI UNA SERIE DI DATI Alcuni tipi di dati possono essere immessi in modo automatico evitando operazioni ripetitive o errori e consentendo un risparmio di tempo. Ad esempio per inserire

Dettagli