ART.1 - OGGETTO DELL APPALTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ART.1 - OGGETTO DELL APPALTO"

Transcript

1 ART.1 - OGGETTO DELL APPALTO II presente Capitolato si riferisce alla FORNITURA DI ALLESTIMENTI MUSEALI ED ARREDI per il Museo di Archeologia ed annessa Biblioteca con sede presso il Palazzo Ingrassia, nel comune di Catania, di proprietà dell Università degli Studi di Catania. Gli arredi dovranno essere consegnati e istallati finiti a regola d'arte e perfettamente funzionanti presso l immobile denominato Palazzo Ingrassia, Via Biblioteca, Catania o presso qualsiasi altra sede, nel Comune di Catania, che l Amministrazione intenderà in fase esecutiva. L esecuzione dell'appalto avverrà secondo le indicazioni del presente Capitolato e degli allegati di progetto predisposti dai progettisti incaricati, alle condizioni tutte contenute nei seguenti articoli. L'appalto prevede la fornitura di allestimenti museali ed arredi per il Museo di Archeologia ed annessa Biblioteca con sede presso il Palazzo Ingrassia, nel comune di Catania, di proprietà dell Università degli Studi di Catania. L'arredo dovrà essere installato e posizionato secondo la distribuzione specificata negli elaborati grafici. Tale distribuzione è da considerarsi di carattere indicativo e pertanto suscettibile di modifiche e aggiustamenti dettate sia da esigenze organizzative sia da variazioni che potrebbero essere introdotte dal Responsabile dell'amministrazione nel corso dell esecuzione dell'appalto. In ogni caso le eventuali modifiche della disposizione degli arredi oggetto della fornitura non potranno costituire in alcun modo titolo per la richiesta di ulteriori compensi o rimborsi per eventuali maggiori oneri. ART. 2 - AMMONTARE E DESCRIZIONE DELLE FORNITURE L importo complessivo presunto per le forniture, delicate nel successivo articolo, ammonta a base d asta presuntivamente ad ,66 (diconsi Euro quattrocento novanta novemila cinquecento cinquanta tre/66) oltre I.V.A.. La fornitura, articolata per lotti, riguarda i seguenti elementi: LOTTO 1 Forniture di produzione di serie (industriale) Articolo Descrizione Quantità ARR.01 Scaffalatura modulare sala lettura N. 29,00 ml Fornitura, montaggio e posa in opera di scaffalatura modulare per sala lettura, composta da montanti in triplo tondino d'acciaio, dotati di piedini regolabili e da piani in lamiera d'acciaio microforata o piena, con piega d'irrigidimento a "doppio spessore" sul bordo frontale arrotondato e con bordo posteriore rialzato e ripiegato nella parte inferiore, per formare la guida di scorrimento dei reggilibri. Il ripiano si aggancia direttamente ai montanti e può essere posizionato sia in orizzontale che in posizione inclinata. La struttura è resa stabile mediante elementi di sostegno quali crociere e schienalini in tondino d'acciaio o schienali in lamiera microforata. Caratteristiche tecniche Piedino: Profondità:45 cm Altezza: Montanti disponibili nell'altezza di 282 cm Colore montanti: Nero bruciato o grigio metallizzato 1

2 Colore piani: Nero semiopaco o grigio metallizzato Montanti: Composti da tre tondini di acciaio verticali Ø7mm allineati frontalmente e tre con pari caratteristiche nella parte posteriore, uniti tra di loro tramite elettrosaldatura da una doppia fila di tondini orizzontali Ø6mm che permettono l'aggancio dei ripiani ogni 11 cm. La luce tra i tondini verticali misurata frontalmente é di 5mm, distanza che permette il passaggio di viti M4 atte a fissare accessori, segnaletiche e nella parte posteriore crocere di irrigidimento o altri elementi di supporto della struttura. I montanti sono dotati inoltre di una doppia fila di tondini Ø6mm inclinati, che irrigidiscono la struttura e che permettono il montaggio dei piani inclinati ogni 22cm. La verniciatura è realizzata con polveri epossidiche di tipo termoindurente color nero bruciato o grigio metallizzato. I piedini regolabili (regolazione max. 15 mm) sono composti da un puntale in tecnopolimero con un inserto filettato in acciaio zincato annegato nella fusione e da una vite in acciaio zincato la cui estremità é annegata in un piedino di appoggio in nylon. I montanti sono inoltre dotati di "tappi" di protezione nella parte superiore realizzati in nylon. Schienali in lamiera microforata: Realizzati in lamiera di acciaio microforata sp.1 mm con tutti i bordi risvoltati antinfortunio. Le estremità sono forate per permettere l'aggancio al montante mediante 4 viti M4 e dadi ad alette con rondelle. Verniciati con polveri epossidiche di tipo termoindurente color nero bruciato, o grigio metallizzato. Ripiani in lamiera microforata : Realizzati in lamiera di acciaio microforata, con piega di irrigidimento a "doppio spessore" sui bordi frontali e posteriori, opportunamente arrotondati anti - infortunio. Il bordo posteriore è rialzato per frenare la caduta dei libri. I bordi trasversali dei piani in metallo sono piegati in modo da potersi incastrare direttamente sui tondini orizzontali dei montanti senza ulteriori sistemi di supporto. La verniciatura è realizzata con polveri epossidiche di tipo termoindurente normalmente color nero opaco o grigio metallizzato. Fissaggio a parete: Staffa di fissaggio a parete realizzata in acciaio sagomata e verniciata con polveri epossidiche di colore nero, atta al fissaggio del montante in tondino d'acciaio alla parete. La staffa è dotata di due fori laterali che permettono l'inserimento dell'opportuna viteria per l'ancoraggio a muro. Compresi inoltre tutti gli accessori per il montaggio ed ogni onere e magistero per dare l'opera completa e funzionante a perfetta regola d'arte. ARR.02 Tavoli per sala lettura n. 6 Fornitura, montaggio e posa in opera di tavoli per sala lettura realizzati con pannelli in multistrato da 40 mm, rivestiti con essenza ciliegio e trattati su tutta la superficie con vernice poliuretanica opaca. Aventi gambe di sostegno ellittiche in trafilato di alluminio cromato, compresi accessori per il montaggio ed ogni altro onere e magistero per dare l'opera completa e funzionante a perfetta regola d'arte. Dimensioni pari a cm 115x115x72 ARR.03 Sedia fissa con braccioli n. 24 Fornitura, montaggio e posa in opera di sedia fissa con braccioli realizzata in metallo, monoscocca realizzata con un unico foglio di lamiera forata e sagomata verniciata con polveri epossidiche di colore alluminio metallizzato, con gambe e braccioli in tondino di acciaio cromato. Bordo superiore ed inferiore, arrotondato antiurto e antinfortunio. Profilo superiore a filo continuo. Compreso ogni onere e magistero per dare l'opera completa e funzionante a perfetta regola d'arte. Dim. cm 52x50x78. ARR.04 Scaffalatura compattabile a movimentazione meccanica n. 1 Fornitura, montaggio e posa in opera di scaffalatura compattabile a movimentazione meccanica costruita nel rispetto delle norme di tutti gli adempimenti connessi al D.Lgs n.626/94 ed alla Direttiva Macchine (Direttiva 89/392 CEE, e successive modifiche ed integrazioni, atte ad ottenere una maggiore capacità di archiviazione pur diminuendo l'altezza delle scaffalature per potere sempre operare senza l'utilizzo di scale, avendo tutti i ripiani di 2

3 archivio ad altezza uomo. Caratteristiche tecniche : COMPATTABILI A MOVIMENTAZIONE MECCANICA - Le basi delle scaffalature compattabili devono essere realizzate mediante una piattaforma in lamiera d'acciaio da 1,8 mm di spessore presso piegata alla quale devono essere saldate opportune traverse ad omega, dello spessore di 2,5 mm, che sorreggono la scaffalatura e distribuendone il carico legano ulteriormente la struttura di base in modo tale da formare un robusto telaio. Le ruote da 124 mm di diametro (due per ogni slitta, ricavate per tornitura dal pieno) in acciaio ad alto tenore di carbonio e supportate da due cuscinetti schermati a lubrificazione permanente, sono montate su slitte trasversali realizzate in lamiera da 2,5 mm di spessore presso piegata e saldata, le quali vengono imbullonate alla struttura di base, costituendone parte integrale e contribuendo ad aumentare la rigidità torsionale e la resistenza complessiva del carrello. - La traslazione deve avvenire su rotaie poste a pavimento, tramite la rotazione di un volantino a tre razze, posto sul fronte d'ogni singolo carrello. Azionando il volantino si agisce su un ingranaggio che, attraverso una catena di trasmissione, trasmette il moto ad una corona inferiore, la quale a sua volta agisce direttamente sulle ruote. Le ruote delle slitte esterne del carrello sono scanalate e scorrono su binari sagomati, in modo da avere una guida sicura durante la traslazione, mentre quelle interne scorrono su binari piani, costituiti da trafilato d'acciaio. L'impianto deve essere fornito di una pedana che livella il piano, portandolo all'altezza dei binari. Le pedane devono essere costituite da un materiale resistente all'acqua, alle muffe ed ignifugo; con una superficie antisdrucciolo ed antigraffio. Per migliorare l'estetica dell'impianto, il sistema di trasmissione (carter) deve essere "nascosto" tra lo scaffale e la parete frontale lasciando in vista solo il volantino di manovra. Le pareti frontali e le pareti posteriori dei carrelli devono essere rivestite con pannelli in bilaminato (colore grigio), i rivestimenti devono essere forniti, alle estremità, di profili in PVC, sedi per l'inserimento della guarnizioni al fine di garantire la protezione dalla polvere. Gli elementi strutturali verticali che compongono la scaffalatura interna devono essere realizzati con materiali selezionati. La fiancata è formata 2 montanti ricavati da nastro di acciaio fortemente nervato di spessore 15/10, con sagoma ad U da mm. 28x50, provvisto di asole ogni 35 mm. I montanti sono collegati tra di loro da traversini a passo 1500 mm (sagomati nel punto di incastro con i montanti con una nervatura uguale e opposta agli stessoi in modo da creare, una volta incastrati, un blocco unico). I traversini devono essere realizzati con nastro di spessore 12/10. La fiancata deve essere incastrata nella base per mm. 70 in modo da rendere perfettamente rigida la sovrastruttura montata sul carrello. -I ripiani devono essere realizzati da lamiera lucida di prima scelta di spessore 8/10 con bordi scatolati e puntati elettricamente senza presentare nessun punto tagliente. I ripiani descritti devono essere agganciati ai montanti tramite i ganci costruiti in acciaio stampato con nastro di spessore 30/10, posizionati nelle asole dei montanti. -Caratteristiche dimensionali generali - luce netta campate mm altezza totale mm 2680; - ripiani per singolo modulo n. 6 vani utili da 390 mm piano di copertura - profondità netta piani di carico mm Larghezza corridoi mm.900 -antischiacciamento da 700 incluso - Portacartellini inclusi - Fiancate frontali (inizio carrello) in lamiera o Bilaminato colore grigio - Fiancate posteriori (fine carrello) in lamiera - Pedana con scivoli di raccordo inclusa - Parapolveri verticali e superiore incluso - Tinta tutto colore Argento (silver) totale = ml. 832 Utili totali -Impianto "A " dim 3900x3000x2680h = ml. 162 di archiviazione N. 1 Basi fisse monofronti da mm Lungh x prof. 350 fronte carrello formato da n. 3 campate da mm 960; 3

4 N. 1 Basi fisse bifronti da mm Lungh x prof. 650 fronte carrello formato da n. 3 campate da mm 960; N. 3 Basi mobili bifronti da mm Lungh x prof. 650 fronte carrello formato da n. 3 campate da mm 960; -Impianto "B " dim 5450x3000x2680h = ml 335 di archiviazione N. 1 Basi fisse bifronti da mm. Lungh x prof. 650 fronte carrello formato da n. 4 campate da mm 960; N. 6 Basi mobili bifronti da mm Lungh x prof. 650 fronte carrello formato da n. 4 campate da mm 960; -Impianto "C " dim 5450x3000x2680h = ml 335 di archiviazione N. 1 Basi fisse monofronti da mm Lungh x prof. 650 fronte carrello formato da n. 4 campate da mm 960; N. 6 Basi mobili bifronti da mm. Lungh x prof. 650 fronte carrello formato da n. 4 campate da mm 960. Compresi tutti gli accessori per il montaggio ed ogni onere e magistero per dare l'opera completa e funzionante a perfetta regola d'arte. ARR.07 Postazione di lavoro angolare n. 1 Fornitura, montaggio e posa in opera di postazione di lavoro angolare realizzata con pannelli in multistrato da 40 mm, rivestiti con essenza ciliegio e trattati su tutta la superficie con vernice poliuretanica opaca. Avente le seguenti caratteristiche: gambe di sostegno ellittiche in trafilato di alluminio cromato, gonna frontale in vetro acidato di dimensioni pari a cm. 200x204x72h. Compresi accessori per il montaggio ed ogni onere e magistero per dare l'opera completa e funzionante a perfetta regola d'arte. ARR.08 Cassettiera su ruote a tre cassetti n. 1 Fornitura, montaggio e posa in opera di cassettiera su ruote a tre cassetti realizzata con pannelli in multistrato da 19 mm, rivestiti con essenza ciliegio e trattati su tutta la superficie con vernice poliuretanica opaca ed assemblati con perni ed eccentrici. Dotata di serratura con chiave piatta in duplice esemplare. Compreso ogni onere e magistero per dare l'opera completa e funzionante a perfetta regola d'arte. Dimensioni pari a cm 60x45x58h. ARR.19 Mobile metallico porta disegni n. 4 Fornitura, montaggio e posa in opera di mobile metallico porta disegni costituito da due corpi sovrapposti da 5 cassetti. Realizzato interamente in lamiera d'acciaio verniciato con polveri epossidiche di dimensioni pari a cm. 94x137x112. Compresi accessori per il montaggio ed ogni onere e magistero per dare l'oera completa e funzionante a perfetta regola d'arte. ARR.20 Casellario a 10 caselle n. 3 Fornitura, montaggio e posa in opera di casellario a 10 caselle, con struttura realizzata in lamiera d'acciaio verniciata a polveri epossidica di colore grigio RAL 7035, provvista di piegature di irrigidimento e fori di areazione posteriori. Avente ante disponibili in colore grigio, arancio, rosso, blu ciascuna chiusa con serratura indipendente, di dimensioni pari a cm. 70x50x180. Compresi accessori per il montaggio ed ogni altro onere e magistero per dare l'opera completa e funzionante a perfetta regola d'arte. ARR.21 Poltrona presidenziale n. 1 Fornitura, montaggio e posa in opera di poltrona presidenziale con schienale alto e poggiatesta regolabile, con coppia di braccioli in polipropilene antiurto ed antigraffio regolabili in altezza ( 7 cm ) e larghezza ( cm 4 ) con top in pelle. Progettata e prodotta ai sensi della Normativa DIN Garantita dal marchio GS - Geprüfte Sicherheit - ovvero Sicurezza Controllata. Conforme ai requisiti previsti dalla Norma dell'unione Europea EN 1335 parte Avente sedile di forma anatomica con piano concavo, progettato per il corretto alloggiamento del bacino, per una 4

5 agevole flessione delle ginocchia e per evitare la compressione della muscolatura delle gambe. La parte interna del sedile è composta da multistrati di faggio abbinati a schiumati in poliuretano, rivestiti senza l'utilizzo di collanti. Con schienale di forma anatomica con adeguata supporto del tratto lombare e dorsale per ridurre l'attività muscolare statica del tronco. La parte interna dello schienale è composta da una solida struttura in poliuretanio espanso stampato a freddo abbinato a schiumati in poliuretano, rivestiti senza l'utilizzo di collanti. Avente base di sicurezza a cinque razze in Alluminio con diametro antiribaltamento pari a cm 69, ruote di sicurezza autofrenanti in funzione del carico specifiche per pavimenti duri. Dimensioni totali cm. 69x69x132/144h. Regolatore di altezza del sedile con ammortizzatore di seduta incorporato. Regolatore sincronizzato del movimento sedile e schienale con possibilità di sincronia permanente o posizionamento micrometrico del sedile ( da - 12 ) e dello schienale ( fino a ). Regolatore personalizzato dell' intensità oscillante dello schienale in funzione del peso corporeo dell' operatore ( Kg ) Regolatore dell' altezza dello schienale con sistema easy-touch (cm 7) Imbottiture di spessore antifatica a sostegno della regione lombare, dorsale e cervicale. Rivestimento in pelle. Compresi accessori per il montaggio ed ogni onere e magistero per dare l'opera completa e funzionante a perfetta regola d'arte. ARR.22 Poltrona attesa n. 1 Fornitura, montaggio e posa in opera di poltrona attesa con schienale medio alto (cm 46)con braccioli in acciaio cromato e con top in pelle. Avente telaio di sicurezza a slitta antiribaltamento in acciaio a sezione tonda e finitura in alluminio. Con sedile di forma anatomica con piano concavo, progettato per il corretto alloggiamento del bacino, per una agevole flessione delle ginocchia e per evitare la compressione della muscolatura delle gambe. La parte interna del sedile è composta da multistrati di faggio abbinati a schiumati in poliuretano, rivestiti senza l'utilizzo di collanti. Lo schienale di forma anatomica con adeguato supporto del tratto lombare e dorsale per ridurre l'attività muscolare e statica del tronco. La parte interna dello schienale composta da una solida struttura in poliuretano espanso stampato a freddo abbinato a schiumati in poliuretano, rivestiti senza l'utilizzo di collanti. Le imbottiture di spessore antifatica a sostegno della regione dorsale, lombare con rivestimento in pelle. Progettata e prodotta ai sensi della Normativa DIN Garantita dal marchio GS (Geprüfte Sicherheit ) ovvero Sicurezza Controllata. Compreso ogni onere e magistero per dare l'opera completa e funzionante a perfetta regola d'arte. Dimensioni totali cm. 59x67x90h. IMPORTO PRESUNTO LOTTO 1 LOTTO 2 Forniture di arredi su misura (artigianali) ,92 + IVA Articolo Descrizione Quantità ARR.05 Armadio n.1 Fornitura, montaggio e posa in opera di armadio atto ad accogliere volumi cartacei, di dimensioni complessive pari a mm 2000 x 700 x 2500 h con struttura portante realizzata con lamiere dello spessore 15/10, pressopiegate a forma rettangolare così da contenere materiale termoisolante, trattate con vernici anticorrosive, finiture con vernici poliesteri o poliuretaniche, antigraffio e antiriflesso, di classe 1, date a spruzzo a più mani, con colori a scelta della D.LL.. Provvisto di due ante apribili, cristalli sicurvis 10/11; vano inferiore contenente un deumidificatore con caratteristiche di estrema silenziosità, controllo automatico delle funzioni, dotato di valvola di scarico e di troppo pieno, capacità di deumidificazione minima 0,8 l/h, portata d'aria minima 50 l/s, alimentazione 230 V - 50 Hz. Compreso ogni accessorio, onere e magistero per dare l'opera completa e funzionante a perfetta regola d'arte. "Codice identificativo negli elaborati grafici ARD". 5

6 ARR.06 Espositore vetrina orizzontale n. 2 Fornitura, montaggio e posa in opera di espositore vetrina orizzontale, di dimensioni pari a mm 700x700x1700 h; con campana in sicurvis 10/11 di dimensioni pari a mm 700x700x700, con sistema di apertura a sollevamento manuale; piedistallo di dimensioni pari a mm 700x700x1000, strutture in scatolari di acciaio di sezione adeguata, lamiere di acciaio pressopiegate, trattate con vernici anticorrosive, pannellature in MDF di adeguato spessore, finiture con vernici poliesteri o poliuretaniche, antigraffio e antiriflesso, di classe 1, date a spruzzo a più mani, con colori a scelta della D.LL.. E' incluso e compensato nel prezzo l'onere per la sistemazione del reperto. Compresi accessori per il montaggio ed ogni altro onere e magistero per dare l'opera finita e funzionante a perfetta regola d'arte. "Codice identificativo degli elaborati grafici VT01". ARR.09 Espositore a vetrina a sviluppo verticale n. 9 Fornitura, montaggio e posa in opera di espositore vetrina a parete con sviluppo verticale di dimensioni pari a mm 1500x685x2300 h, costituito da strutture portanti in profilati e scatolari di acciaio di sezione adeguata, lamiere di acciaio pressopiegate, trattate con vernici anticorrosive, pannellature in MDF di adeguato spessore, finiture con vernici poliesteri o poliuretaniche, antigraffio e antiriflesso, di classe 1, date a spruzzo a più mani, con colori a scelta della D.LL.. Avente apertura con anta del blocco frontale, cristalli 8/9 sicurvis; illuminazione interna con lampade fluorescenti poste sopra un celino di separazione rispetto al vano espositivo; mensole di cristallo dello spessore di mm 10 con bordi lavorati a filo lucido; compreso ogni cablaggio e accessorio elettrico, incluso e compensato nel prezzo l'onere per la sistemazione del reperto, ed ogni altro onere e magistero per dare l'opera finita e funzionante a perfetta regola d'arte. "Codice identificativo negli elaborati grafici VTV1". ARR.10 Espositore a vetrina a sviluppo verticale n. 8 Fornitura, montaggio e posa in opera di espositore vetrina a parete con sviluppo verticale, di dimensioni pari a mm 1200x685x2300 h, costituito da strutture portanti in profilati e scatolari di acciaio di sezione adeguata, lamiere di acciaio pressopiegate, trattate con vernici anticorrosive, pannellature in MDF di adeguato spessore, avente finiture con vernici poliesteri o poliuretaniche, antigraffio e antiriflesso, di classe 1, date a spruzzo a più mani, con colori a scelta della D.LL.. Apertura con anta del blocco frontale, cristalli 8/9 sicurvis; illuminazione interna con lampade fluorescenti poste sopra un celino di separazione rispetto al vano espositivo; mensole di cristallo dello spessore di mm 10 con bordi lavorati a filo lucido. Compreso ogni cablaggio e accessorio elettrico, incluso e compensato nel prezzo l'onere per la sistemazione del reperto, ed ogni altro onere e magistero per dare l'opera finita e funzionante a perfetta regola d'arte. "Codice identificativo negli elaborati grafici VTV2". ARR.11 Espositore vetrina orizzontale n. 1 Fornitura, montaggio e posa in opera di espositore vetrina orizzontale, di dimensioni pari a mm 1200x1200x1700 h; campana in sicurvis 10/11 di dimensioni pari a mm 1200x1200x700 h, sistema di apertura a sollevamento manuale; piedistallo di dimensioni pari a mm 1200x1200x1000 h, strutture in scatolari di acciaio di sezione adeguata, lamiere di acciaio pressopiegate, trattate con vernici anticorrosive, pannellature in MDF di adeguato spessore, finiture con vernici poliesteri o poliuretaniche, antigraffio e antiriflesso, di classe 1, date a spruzzo a più mani, con colori a scelta della D.LL.. E' incluso e compensato nel prezzo l'onere per la sistemazione del reperto. Compreso ogni altro onere e magistero per dare l'opera finita e funzionante a perfetta regola d'arte. "Codice identificativo negli elaborati grafici VTO2". 6

7 ARR.12 Espositore vetrina orizzontale n. 4 Fornitura, montaggio e posa in opera di espositore vetrina orizzontale, di dimensioni pari a mm 1200x700x1700 h; campana in sicurvis 10/11 di dimensioni pari a mm 1200x700x700 h, sistema di apertura a sollevamento manuale; piedistallo di dimensioni pari a mm 1200x700x1000 h, strutture in scatolari di acciaio di sezione adeguata, lamiere di acciaio pressopiegate, trattate con vernici anticorrosive, pannellature in MDF di adeguato spessore, finiture con vernici poliesteri o poliuretaniche, antigraffio e antiriflesso, di classe 1, date a spruzzo a più mani, colori a scelta della D.LL.. E' incluso e compensato nel prezzo l'onere per la sistemazione del reperto. Compresi accessori per il montaggio ed ogni altro onere e magistero per dare l'opera completa e funzionante a perfetta regola d'arte. "Codice identificativo negli elaborati grafici VTO3". ARR.13 Espositore vetrina orizzontale n. 1 Fornitura, montaggio e posa in opera di espositore vetrina orizzontale, di dimensioni pari a mm 1000x500x1700 h; campana in sicurvis 10/11 di dimensioni pari a mm 1000x500x700 h, sistema di apertura a sollevamento manuale; piedistallo di dimensioni pari a mm 1000x500x1000 h, strutture in scatolari di acciaio di sezione adeguata, lamiere di acciaio pressopiegate, trattate con vernici anticorrosive, pannellature in MDF di adeguato spessore, finiture con vernici poliesteri o poliuretaniche, antigraffio e antiriflesso, di classe 1, date a spruzzo a più mani, colori a scelta della D.LL.. E' incluso e compensato nel prezzo l'onere per la sistemazione del reperto. Compresi accessori per il montaggio ed ogni altro onere e magistero per dare l'opera finita e funzionante a perfetta regola d'arte. "Codice identificativo negli elaborati grafici VTO4". ARR.14 Pannello modulare n. 87 Fornitura, montaggio e posa in opera di pannello modulare per la costruzione di pareti espositive attrezzate, di dimensioni pari a mm 500 x 2800 h, con struttura portante in scatolari di acciaio e facce esterne in MDF di adeguato spessore, finiture con vernici poliesteri o poliuretaniche, antigraffio e antiriflesso, di classe 1, date a spruzzo a più mani, colori a scelta della D.LL.; sistema di fissaggio alle pareti; predisposto per l'inserimento di binario elettrificato atto a consentire l'illuminazione delle superfici espositive mediante faretti dicroici o similari. Compresi cavi, accessori elettrici ed ogni altro onere e magistero per dare l'opera finita e funzionante a perfetta regola d'arte. "Codice identificativo negli elaborati grafici CPM". ARR.15 Pannelli didattico esplicativi n. 26 Fornitura, montaggio e posa in opera di pannelli didattico - esplicativi realizzati con plottaggi ad alta definizione, contenenti immagini e testi secondo indicazione della D.LL.. Montaggio delle stampe su GATOFORM 13 mm; plastificazione antiriflesso; composizione grafica; sistemi di fissaggio a parete e quant'altro occorra per dare l'opera finita e funzionante a perfetta regola d'arte. "Codice identificativo negli elaborati grafici PND". ARR.16 Pannelli introduttivi segnaletici n. 6 Fornitura, montaggio e posa in opera di pannelli introduttivi / segnaletici realizzati con plottaggi ad alta definizione, contenenti immagini e testi secondo indicazione della D.LL.; montaggio delle stampe su FOREX 5 mm; plastificazione antiriflesso; composizione grafica; sistemi di fissaggio a parete e quant'altro occorra per dare l'opera finita e funzionante a perfetta regola d'arte. "Codice identificativo negli elaborati grafici PNI". 7

8 ARR.17 Espositore vetrina con sviluppo orizzontale n. 5 Fornitura, montaggio e posa in opera di espositore vetrina con sviluppo orizzontale, delle dimensioni pari a mm. 2000x1000x1000 h, costituito da strutture portanti in scatolari di acciaio di sezione adeguata, lamiere di acciaio pressopiegate con spessore di 30/10, trattate con vernici anticorrosive, finiture con vernici poliesteri o poliuretaniche, antigraffio e antiriflesso, di classe 1, date a spruzzo a più mani, con colori a scelta della D.LL.. L'apertura del vano superiore (espositivo) con anta assistita, cristalli 10/11 sicurvis, con illuminazione interna con lampade fluorescenti, separazione rispetto al vano espositivo con vetro diffusore e vano inferiore attrezzato per la conservazione di monete con appositi cassetti estraibili. E' incluso e compensato nel prezzo l'onere per la sistemazione del reperto. Compreso cablaggio e accessori elettrici, ed ogni onere e magistero per dare l'opera finita e funzionante a perfetta regola d'arte. "Codice identificativo negli elaborati grafici VTM1". ARR.18 Espositore vetrina orizzontale n. 2 Fornitura, montaggio e posa in opera di espositore vetrina orizzontale, di dimensioni pari a mm 800x600x1000, con campana in sicurvis 10/11, sistema di apertura a sollevamento manuale, strutture in scatolari di acciaio di sezione adeguata, lamiere di acciaio pressopiegate, trattate con vernici anticorrosive, finiture con vernici poliesteri o poliuretaniche, antigraffio e antiriflesso, di classe 1, date a spruzzo a più mani, con colori a scelta della D.LL.. E' incluso e compensato nel prezzo l'onere per la sistemazione del reperto. Compresi accessori per il montaggio ed ogni onere e magistero per dare l'opera finita e funzionante a perfetta regola d'arte. "Codice identificativo negli elaborati grafici VTM2". IMPORTO PRESUNTO LOTTO ,74 + IVA L'aggiudicazione avverrà per lotti. Ogni concorrente potrà comunque presentare offerta per un singolo lotto o per l intera fornitura. Gli arredi relativi al lotto 1, ai punti specificati qui appreso, dovranno altresì avere conseguito il livello indicato nelle prove fisico-meccaniche eseguite secondo le norme U.N.I. previste, che saranno attestate da apposite certificazioni rilasciate da idonei laboratori specializzati secondo i seguenti requisiti minimi: Sedute singole : (Articolo ARR.03) Rispondente ai seguenti test qualitativi con esito minimo di livello 4 o conforme. UNI EN 1728:2002 (resistenza e durabilità della struttura) UNI EN 1022:2005 (determinazione della stabilità) Poltrone (Articoli ARR.21 ARR.22) Rispondente ai seguenti test qualitativi con esito minimo di livello 5 o conforme, UNI EN 1728:2002 (resistenza e durabilità della struttura) UNI 9084:2002 (durata del meccanismo per la regolazione in altezza del sedile) 8

9 UNI EN 1022:2005 (determinazione della stabilità) Tavoli e scrivanie (ARR.02 ARR.07) Rispondente ai seguenti test qualitativi con esito minimo di livello 4 o conforme. UNI EN 527-3:2003 (resistenza della struttura) UNI 8594:2004 (flessione dei piani) Librerie (Articolo ARR.01 ARR.04) Rispondente ai seguenti test qualitativi con esito minimo di livello 4 o conforme; UNI 8596:2005 (stabilità) UNI 8600:2005 (flessione con carico concentrato) Armadi (Articolo ARR.20) Rispondente ai seguenti test qualitativi con esito minimo di livello 4 o conforme; UNI 9081:2005 (resistenza delle porte carico verticale) UNI EN 14074:2005 (resistenza e durabilità delle parti mobili) UNI 8607:2005 (durata delle porte) Cassettiere: (Articoli ARR.08 ARR.19) Rispondente ai seguenti test qualitativi con esito minimo di isvollo 4 a conforme: UNI 8596:2005 (stabilità) UNI 8604:2005 (durata guida cassetti) UNI 8596:2005 (stabilità) UNI 8600:2005 (flessione con carico concentrato) I prodotti con imbottitura relativi agli articoli ARR.21 e ARR.22, dovranno altresì essere realizzati con l impiego di imbottitura e rivestimento in materiale ignifugo. Per gli articoli in questione, a semplice richiesta del Responsabile dell Amministrazione, dovrà essere prodotta certificazione per una reazione al fuoco di classe 1 IM. Le certificazioni UNI relative a tavoli, librerie e cassettiere possono riferirsi anche ad un prodotto avente dimensioni diverse da quelle richieste, purché della stessa serie. Per gli arredi di produzione di serie (lotto 1) ogni Ditta potrà presentare offerte di elementi aventi dimensioni determinate dalla propria produzione industriale con una tolleranza in più o in meno contenuta nella misura del 10% rispetto a quella indicata. 9

10 Ogni elemento della fornitura del lotto 1, alla consegna e su richiesta del Responsabile dell'amministrazione, dovrà essere accompagnato dalle seguenti informazioni per l uso, redatte nella lingua del paese in cui viene venduto: Informazioni sull'uso previsto Informazioni sulle regolazioni e sul tipo; Istruzioni operative sui meccanismi di regolazione; Istruzioni sulla manutenzione. Per gli arredi di produzione su misura (lotto2), indicati nei disegni di progetto, valgono le misure riportate nei grafici di progetto. A tal fine si precisa che ogni misura indicata per gli articoli del lotto 2 dovrà essere verificata, a cura della ditta assuntrice prima della loro produzione in contraddittorio con il Responsabile dell Amministrazione e potrà essere suscettibile di lievi modifiche dimensionali senza che ciò costituisca elemento per la richiesta di maggiori oneri o danni da parte dell impresa. Costituiscono pane integrante del presente capitolato tecnico i seguenti elaborati grafici: Tav. A RELAZIONE TECNICA Tav. B ANALISI PREZZI Tav. C ELENCO PREZZI UNITARI Tav. D COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Tav. E COMPETENZE TECNICHE PRESUNTIVE Tav. F QUADRO ECONOMICO Tav. G QUADRO INCIDENZA MANO D OPERA Tav. I CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Tav. 1 COROGRAFIA Tav. 2 PIANTE STATO DI FATTO Tav. 3 SEZIONI Tav. 4 PIANTE DI PROGETTO Tav. 5 PIANTE ARREDO MUSEO Tav. 6 PIANTE ARREDO BIBLIOTECA Tav. 7 PIANTE ARREDO SALA LETTURA Tav. 8 ARREDI CON REPERTI ARCHEOLOGICI Tav. 9 BOOK FOTOGRAFICO Tav. 10 RAPPRESENTAZIONE SCHEMATICA DEGLI ARREDI ART. 3 - OSSERVANZA DELLA NORMATIVA SULLA FORNITURA DI BENI La fornitura è disciplinata dalle seguenti disposizioni, per quanto non previsto nel presente Capitolato: il Testo Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE (D.L.vo 12/04/2006, n 163). 10

11 Capitolato d oneri generale per le forniture ed i servizi di competenza del Provveditorato Generale dello Stato (Decreto Ministero del Tesoro 28/10/1985 e successive modifiche ed integrazioni). R.D.2440/1923 e R.D.827/1924 (Regolamento relativo sulla Amm.ne del Patrimonio e per la Contabilità Generale dello Stato e succ. mod. ed integrazioni. Regolamento per l'amministrazione, la contabilità e la finanza dell Università degli Studi di Catania approvato con D.R. n.3994 del 25/09/1996. ART. 4 - DOCUMENTAZIONE DELL'OFFERTA L offerta, a pena di esclusione, dovrà essere compilata in conformità alle prescrizioni contenute nel presente capitolato, nel bando di gara e nell elaborato contenente modalità di partecipazione e di svolgimento della gara. Le offerte saranno impegnative per le imprese concorrenti per il periodo di centottanta giorni decorrenti dal termine ultimo stabilito per la presentazione delle stesse. La documentazione da allegare a corredo dell offerta dovrà comprendere in originale + 1 copia: 1A )Per gli arredi di serie di produzione industriale (Lotto n 1): a) relazione illustrativa degli arredi proposti con l indicazione per ogni singolo pezzo della fornitura, della Ditta produttrice, della serie, del modello e ove richiesto, delle loro dimensioni, delle finiture e colori disponibili; b) disegni, depliant e/o l equivalente materiale illustrativo, necessario alla completa rappresentazione di ogni singolo pezzo della fornitura; 1B)Per gli arredi realizzati su misura (Lotto n 2): c) relazione illustrata della esecuzione, con la indicazione di dettaglio, per ogni singolo articolo della fornitura, delle loro dimensioni, delle finiture e colori; d) disegni integrativi, redatti dalla Ditta, e materiale illustrativo, necessario alla completa rappresentazione della fornitura. Tutta la documentazione e il materiale illustrativo e tecnico allegato dovrà essere contrassegnato con timbro e firma del concorrente. 2 ) Dichiarazione controfirmata dal concorrente dei tempi di consegna della fornitura e completamento dell appalto proposti dall offerente. ART. 5 - DOCUMENTI CONTRATTUALI, AGGIUDICAZIONE E PERFEZIONAMENTO DEL CONTRATTO Fanno parte integrante del contratto: a. II presente Capitolato, l elenco prezzi e gli elaborati grafici. 11

12 b. L'offerta della Ditta assuntrice. L aggiudicazione sarà effettuata in favore dell'impresa che avrà presentato l'offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell art. 60, comma 8 del Regolamento per l'amministrazione, la contabilità e la finanza di questa Università e dell art. 83 del D. Lgs. n 163/2006, la scelta verrà effettuata sul la base dei seguenti elementi con i parametri ed i punteggi di seguito indicati: Per i lotti 1 e 2: Elementi di valutazione: - prezzo 55 - maggiore qualità dei prodotti rispetto al Capitolato 25 - design e finiture 15 - tempi di consegna 5 Punti Per complessivi 100 II prezzo dovrà intendersi complessivo di tutte le spese ed oneri accessori necessari per la fornitura, la consegna e la posa in opera dei prodotti per darli sul posto perfettamente funzionanti e operativi. L offerta economica dovrà essere formulata mediante ribasso d asta sull elenco prezzi posto a base di gara. Si procederà all aggiudicazione anche se sia pervenuta una sola offerta, purché valida. L impresa aggiudicataria, entro 15 (quindici) giorni dalla comunicazione dell esito della gara, dovrà presentare la documentazione prevista nel presente Capitolato. Qualora l Impresa non rimetta i documenti richiesti in regola, o risulti da qualcuno di essi che l Impresa aggiudicataria non è in possesso dei requisiti per l assunzione della fornitura, l Università annullerà l aggiudicazione con provvedimento motivato, incamerando la cauzione provvisoria ed aggiudicherà l appalto al concorrente secondo classificato, il quale rimarrà vincolato all offerta presentata sino al trentesimo giorno successivo alla comunicazione dell esito della gara. Sono fatti salvi ogni altro diritto ed azione spettanti all'università in virtù di norme vigenti in materia. ART. 6 - MODO DI ESECUZIONE DELLE FORNITURE - INADEMPIENZE La Ditta deve effettuare le consegne a proprio rischio e con carico delle spese di qualsiasi natura, nei locali indicati, entro i termini stabiliti e nelle ore in cui i locali sono aperti. Sono compresi tutti gli oneri relativi alla loro installazione nei luoghi che saranno indicati dall incaricato dell Amministrazione, ed è compreso altresì lo sgombero e trasporto a rifiuto di tutti i materiali residui provenienti dal disimballaggio delle forniture, dal loro assemblaggio ed installazione. Nei prezzi offerti deve intendersi compreso, oltre l'utile della Ditta Assuntrice, qualunque spesa, anche se non espressamente prevista, che si rendesse necessaria per dare compiuta a regola d arte la fornitura e ciò perché l Amministrazione non intende, sotto nessun titolo, sostenere altra spesa oltre 12

13 quella convenuta, eccezion fatta per le sole varianti che eventualmente venissero ordinate nei modi di cui all art. 27 del Capitolato d Oneri Generali (Decreto Ministero del Tesoro 28/10/1985). Sono a carico della Ditta assuntrice le seguenti prestazioni: a) la consegna di tutte le parti cogenti i prodotti previsti nella fornitura, comprensivi di ogni spesa di imballaggio, di trasporto, e dì qualsiasi altro genere; b) il montaggio dei prodotti, compresa la manovalanza in aiuto sia per il trasporto che per il montaggio; sono inoltre a carico della ditta eventuali opere murarie strettamente connesse alla posa in opera delle forniture appaltate nonché il ripristino di tutte le opere edili che venissero danneggiate a seguito delle prestazioni previste a carico della ditta; c) le spese di imballaggio, trasporto della merce, trasferta per gli operai, pulizia finale del locali; d) qualunque spesa sebbene non espressamente concordata che, all'atto esecutivo, si renda necessaria per garantire il lavoro a perfetta regola d'arte deve intendersi a carico della Ditta assuntrice, poiché l'amm.ne non sosterrà altra spesa oltre quella convenuta, ad eccezione di eventuali varianti che potrebbero essere come sopra ordinate. La Ditta deve sempre dare avviso all'incaricato dell'amm.ne, per iscritto entro congruo termine, del giorno ed orario in cui dovrà essere effettuata la consegna. L assuntore o persona rivestita di mandato, dovrà essere sempre presente durante le operazioni di consegna, sia per il loro coordinamento sia per le verifiche e visti delle distinte di spedizione, di cui sarà ritenuto l unico responsabile di fronte all Amm.ne. La Ditta assuntrice delle forniture assume la completa responsabilità della buona riuscita e del perfetto funzionamento dei prodotti, i quali dovranno rispondere perfettamente a tutte le condizioni stabilite ne! presente Capitolato. L esecuzione delle forniture deve essere coordinata e subordinata alle esigente di qualsiasi genere che possono sorgere sia dalla contemporanea esecuzione di altre opere affidate ad altre ditte, sia alle attività svolte nei locali interessati dalle forniture medesime. Si precisa sin d ora che, qualora le forniture dei lotti 1 e 2 dovessero essere affidate ad imprese distinte, sarà obbligo e cura di ognuna delle ditte aggiudicatarie consentire l accesso e l uso, anche contemporaneo, dei locali oggetto della fornitura. Qualora si riscontrassero difetti, irregolarità o deperimento di qualsiasi parte dei prodotti, la Ditta dovrà porvi rimedio sostituendo in tutto o in parte le forniture in modo che ogni inconveniente sia eliminato. Se per tali difetti delle forniture o per riparazioni, sostituzioni di parte di queste già in opera o per ritardi nella consegna o per altre cause imputabili alla Ditta Assuntrice, fossero danneggiate o fosse necessario manomettere altre opere (rivestimenti, intonaci, coloriture, ecc.) le spese necessari al ripristino delle opere manomesse sono a carico della Ditta stessa. 13

14 In caso di inadempienza di tale obbligo, e di qualsiasi altro previsto nel presente atto, se entro dieci giorni dall avvertimento scritto da parte del Responsabile dell Amm.ne, la Ditta non avrà provveduto alla esecuzione dei lavori o delle riparazioni richieste, l Amm.ne si riserva ampia facoltà di eseguire direttamente i lavori, riparazioni o sostituzioni, addebitando il relativo importo alla Ditta Assuntrice. ART. 7 - CAUZIONI - SPESE CONTRATTUALI II deposito cauzionale provvisorio dovrà essere costituito secondo i modi e nella misura stabiliti dall Elaborato contenente modalità di partecipazione e di svolgimento della gara. Subito dopo l aggiudicazione della gara i depositi provvisori vengono restituiti alle imprese non risultate aggiudicatarie, ad eccezione della seconda classificata, la quale sarà vincolata sino al 30 giorno successivo alla data di comunicazione dell esito della gara. L Impresa aggiudicataria dovrà costituire cauzione definitiva di importo pari al 10% (dieci percento) dell importo di aggiudicazione, con le medesime modalità previste per la cauzione provvisoria, che potrà essere svincolata non prima della scadenza del periodo di garanzia dei prodotti forniti, e ciò a garanzia dell adempimento di tutti gli obblighi del contratto, nonché del risarcimento dei danni derivanti dall inadempimento degli obblighi stessi, salvo il risarcimento del maggior danno. L impresa aggiudicataria è tenuta a versare presso la Cassa dell Università la somma indicata dall Amministrazione per le spese di copia, stampa, carta bollata nonché per le spese di registrazione degli atti di gara, dovute secondo le leggi in vigore. Il versamento deve essere effettuato entro cinque giorni dalla data di ricezione della richiesta dell'amministrazione. Ove il versamento avvenga in ritardo l importo viene aumentato degli interessi legali per tutta la durata del ritardo. Per il caso di mancato versamento, l Amministrazione ha facoltà di trattenere la somma dovuta, aumenta degli interessi legali, dal deposito provvisorio ovvero in sede di primo pagamento relativo al contratto e ne versa l'ammontare nel competente capitolo d'entrata. ART. 8 TEMPO UTILE PER LA ESECUZIONE DELLE FORNITURE - PENALITÀ II tempo utile per dare complete le forniture previste è di massimo giorni 90 (novanta) naturali, successivi e continui decorrenti dalla data di formalizzazione dell atto negoziale. La ditta aggiudicataria dovrà, con congruo anticipo (almeno 10 gg) comunicare formalmente l avvenuto approvvigionamento degli articoli previsti nella fornitura e la data prevista per la consegna e posa in opera degli stessi. A insindacabile scelta dell Amministrazione, la consegna e posa in opera di tutti gli articoli o parte di essi previsti nella fornitura potrà essere procrastinata per un periodo massimo di sei mesi a decorrere dalla suddetta data prevista per la consegna senza che ciò possa dare diritto a richieste risarcitorie di qualsiasi natura. In tale evenienza l Amministrazione, darà tempestiva comunicazione e l impresa approvvigionerà gli articoli della fornitura presso locali o depositi propri. Nessun rimborso o risarcimento sarà comunque riconosciuto all Impresa per i costi che la stessa potrebbe eventualmente sostenere per il suddetto deposito. Nel caso sopra esposto i tempi previsti 14

15 per la consegna degli articoli, come eventualmente modificati in sede di offerta, si intenderanno interrotti per il periodo indicato dall Amministrazione senza che ciò possa costituire diritto per richieste risarcitorie di qualsiasi natura. Le penalità saranno calcolate ed applicate sulla base delle motivazioni e modalità previste agli artt. 47, 48 e 49 del Capitolato d oneri generale por le forniture ed i servizi di competenza del Provveditorato Generale dello Stato. ART. 9 - ONERI ED OBBLIGHI DIVERSI E RESPONSABILITÀ DELLA DITTA Sono a carico della. Ditta assuntrice, oltre quelli di cui al Capitolato d'oneri Generale e degli altri specificati nel presente Capitolato, gli obblighi ed oneri di cui appresso: a) le prove che l Amministrazione ordinasse in ogni tempo, da eseguirsi presso gli Istituti da essa incaricati, dei materiali impiegati e da impiegarsi, in correlazione a quanto prescritto nel presente Capitolato. Dei campioni può essere ordinata la conservazione a cura dell Amministrazione munendoli di suggelli a firma delle parti nei modi più adatti a garantire l autenticità. b) Il permesso di accedere ai locali in cui si esegue la fornitura agli operai di altre ditte che vi debbono eseguire lavori affidati alle medesime, e la relativa sorveglianza per evitare danno e manomissioni alle proprie forniture, tenendo sollevata l Amm.ne da qualsiasi responsabilità al riguardo. c) La segnalazione all Amm.ne entro i termini prescritti dalla medesima, di tutte le notizie relative all impiego della manodopera. d) Lo sgombero e la completa pulizia, subito dopo il completamento delle installazioni delle forniture, dei locali; la ditta è obbligata alla manutenzione dei prodotti fino alla data di collaudo, restando implicitamente inteso che è in facoltà dell Amm.ne di esercire i prodotti stessi anche nel periodo anteriore a tale data. e) La protezione del pavimento e delle altre finiture durante le operazioni di scarico e installazione dei prodotti, con tutte le cautele che si rendessero necessarie al fine di evitare danni. f) La programmazione concertata con eventuali altre ditte fornitrici e/o installatrici nel caso di lavorazioni contemporanee nei locali oggetto della fornitura nel pieno rispetto delle norme della sicurezza nei cantieri. ART ASSISTENZA TECNICA, MANUTENZIONE E GARANZIA La ditta aggiudicataria è obbligata a garantire gli arredi, le attrezzature e le apparecchiature fornite per il periodo di 2 (due) anni dalla data del collaudo con esito favorevole. Il prezzo offerto è comprensivo della garanzia. Il servizio comprende l assistenza tecnica e la manutenzione ordinaria e straordinaria alle condizioni e con le modalità previste dal presente articolo. 15

16 La ditta, pertanto, garantisce il buon funzionamento di tutte le componenti delle forniture assumendo l obbligo di sostituirle e/o ripararle, senza alcun addebito e risponde dei danni che possano derivare dai vizi delle cose vendute. Tutti i componenti difettosi devono essere sostituiti con i corrispondenti componenti originali della casa produttrice, ovvero, qualora questi non fossero più in produzione con componenti equivalenti o superiori della stessa casa produttrice. Nel caso in cui la riparazione e/o sostituzione richiedano tempi superiori ai due giorni lavorativi, l'impresa sostituirà l apparecchiatura o l arredo in riparazione per tutto il tempo necessario per riattivarla, con un altra di pari caratteristiche e valore. Resta inteso che l Università procederà allo svincolo della cauzione definitiva prevista dall'art.7 dopo la scadenza del periodo di garanzia. ART CESSIONE E SUBAPPALTO Con le limitazioni e prescrizioni di cui all art.118 del D.Lgs. 163/2006 ai concorrenti è data la possibilità di indicare nell offerta le parti dell appalto che intendano eventualmente subappaltare a terzi, come previsto nell elaborato contenente modalità di partecipazione e di svolgimento della gara. E fatto divieto di cessione o subappalto ad avvenuta stipulazione del contratto. In tal caso alla cessione o subappalto di tutto o di parte del contratto di fornitura consegue di diritto la risoluzione del contratto la perdita del deposito cauzionale definitivo, nonché il risarcimento di ogni danno maggiore. I suddetti provvedimenti sono adottati da questa Università con semplice atto amministrativo, senza bisogno di messa in mora, né di pronuncia giudiziale. Nei casi di subappalto autorizzati, rimane impregiudicata la responsabilità dell impresa contraente, la quale continua a rispondere pienamente di tutti gli obblighi contrattuali. L Amm.ne non corrisponderà al subappaltatore o al cottimista l importo dei lavori eseguiti e, pertanto, è fatto obbligo al soggetto aggiudicatario di trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento copie delle fatture quietanzate relative ai pagamenti corrisposti al subappaltatore o al cottimista, con l indicazione delle ritenute di garanzia effettuate. Si applicano le ulteriori disposizioni previste dall art. 18 della L. 19/03/1990 n 55 e successive modifiche ed integrazioni. ART CORRISPETTIVO DELLA FORNITURA Il corrispettivo della fornitura per come determinato in sede di aggiudicazione, si intende comprensivo di tutte le spese, oneri fiscali, obblighi previsti nel presente capitolato e nell elaborato contenente modalità di partecipazione e di svolgimento della gara; nonché comprensivo di ogni altro onere a carico dell impresa sulla base delle norme in vigore, ed in connessione con l esecuzione del contratto, quali ad es. il confezionamento, l imballaggio ed il trasporto fino al luogo indicato per la consegna, installazione, etc.. Detto corrispettivo rimarrà fisso ed invariabile e non sarà soggetto a variazioni o 16

17 revisione. Saranno corrisposti pagamenti in acconto di somme dovute nella misura di diciotto ventesimi dell importo (ritenuta del 10%) delle forniture installate, previa redazione di apposito verbale di presa in consegna di cui all art. 14, ogniqualvolta le medesime avranno raggiunto l importo di ,00 (diconsi euro cinquantamila/00) al netto della succitata ritenuta, ovvero qualora sia stata completata la fornitura relativa ad ogni lotto a prescindere dell importo dello stesso. La rata di saldo sarà pagata dall Università degli Studi di Catania entro quarantacinque giorni dalla data del collaudo favorevole, o se successiva, dalla data di presentazione della fattura. Rimangono totalmente a carico dell impresa aggiudicataria le spese sostenute per la partecipazione alla gara, le spese sostenute dall Amm.ne per l espletamento della stessa, tranne quelle di pubblicità, nonché le spese di scritturazione, copie, stampe, etc., gli oneri fiscali di bollo e di registro. L IVA gravante sull importo della fornitura sarà regolata dal D.P.R. 26/10/1972, n 633 e successive modificazioni. ART PER LA VALUTAZIONE DELLE FORNITURE Per tutte le forniture contemplate nel contratto, sono stabiliti i prezzi convenuti, che sono da ritenersi comprensivi di tutti gli oneri che si rendessero necessari ad assicurare che le forniture eseguite rispondano pienamente ai requisiti prescritti dal contratto. Tuttavia se durante l esecuzione delle forniture l Amm.ne richiedesse varianti che portino aumenti o diminuzioni delle forniture da eseguire, il relativo importo sarà valutato in base ai prezzi unitari convenuti, e nel caso che non fossero previsti, mediante la stipulazione di nuovi prezzi. La Ditta assuntrice da parte sua, durante l esecuzione delle forniture, non può introdurre variazioni alle forniture senza avere ricevuto l autorizzazione per iscritto da parte del responsabile dell Amm.ne, con l indicazione dell'avvenuta approvazione superiore. ART COMPLETAMENTO PARZIALE E TOTALE DELLE FORNITURE Al completamento parziale o totale delle forniture la ditta dovrà informare per iscritto il responsabile dell Amm.ne che, previo congruo preavviso, procederà alle necessarie contestazioni in contraddittorio con la ditta, redigendo apposito verbale di presa di consegna che dovrà essere firmato dall incaricato della Ditta e dal responsabile dell Amm.ne. Nei verbali di presa di consegna debbono essere riportati esclusivamente i beni e le apparecchiature, poste in opera o messe in funzione, conformemente a quanto previsto in contratto, salvo eventuali piccole manchevolezze, difetti, guasti, inconvenienti, in genere e difformità di lieve entità, constatati all atto della consegna e della posa in opera, che a giudizio del Responsabile dell Amm.ne si ritiene possono essere posti dalla Ditta nelle condizioni prescritte in contratto. Detti rilievi debbono essere verbalizzati nel medesimo verbale dì presa in consegna. I verbali di ricevimento debbono essere allegati, a tempo debito, alle fatture di pagamento unitamente alle distinte di spedizione, inerenti le forniture verbalizzate, che in copia dovranno essere prodotte dalla Ditta. 17

18 La Ditta sarà sempre ritenuta responsabile dei difetti di costruzione e della cattiva qualità dei materiali impiegati. ART COLLAUDO A prescindere dai collaudi parziali che potranno essere disposti dall'amm ne, le operazioni di collaudo definitivo avranno inizio nel termine di trenta giorni dalla data dell'ultimo verbale di presa in consegna attestante il completamento totale delle forniture e saranno portate a compimento nel termine di quindici giorni dall inizio, con l'emissione del relativo verbale e l'invio dei documenti all'amm.ne. La Ditta dovrà a propria cura e spese, mettere a disposizione del Collaudatore gli operai ed i mezzi d'opera occorrenti, oltre il ripristino e/o sostituzione di tutte le parti delle forniture deteriorate a seguito dell esecuzione di prove, accertamenti, analisi, disposte per le operazioni di collaudo delle forniture. Le operazioni di collaudo debbono sempre risultare da specifico verbale, firmato dagli esecutori e dagli incaricati della Ditta e dovranno eseguirsi secondo le modalità previste dagli artt.42, 43, 44 e 45 del Capitolato d'oneri generale per le forniture ed i servizi di competenza del Provveditorato Generale dello Stato, che si richiamano integralmente. Alle operazioni di collaudo la Ditta può farsi rappresentare dai propri incaricati. ART DIFETTI DI COSTRUZIONE E GARANZIE DELLA DITTA Si richiamano integralmente le disposizioni di cui all'art.46 del Capitolato d'oneri generale per le forniture ed i servizi di competenza del Provveditorato Generale dello Stato, con estensione della garanzia su tutti gli articoli forniti a 2 anni complessivamente, che si intendono estese anche in conseguenza dell uso, purché corretto, delle forniture medesime. ART OSSERVANZA DELLE CONDIZIONI DI LAVORO Si richiamano integralmente le disposizioni di cui all'art.10 del Capitolato d'oneri generale per le forniture ed i servizi di competenza del Provveditorato Generale dello Stato. Dovranno essere inoltre rispettate tutte le norme in materia di sicurezza, con specifico riferimento alle attività relative al cantiere edile, assicurando tutte le operazioni di coordinamento con altre imprese presenti nei luoghi oggetto della fornitura. Per le inadempienze denunciate dall'ispettorato del Lavoro e/o da Enti preposti alla gestione delle assicurazioni sociali e previdenziali, l'amm.ne si riserva il diritto di operare una ritenuta fino al 20% dell'importo contrattuale. La ditta è responsabile dell'ordine e della disciplina del proprio personale ed operai, impegnandosi ad allontanare tempestivamente il personale che, a giudizio dell'amm.ne, non fosse idoneo agli incarichi affidatigli. ART DISPOSIZIONI FINALI 18

19 Per quanto non previsto e non in contrasto con gli articoli del presente Capitolato si richiamano le norme contenute nel Capitolato d'oneri generale per le forniture ed i servizi di competenza del Provveditorato Generale dello Stato (D. Min. Tesoro 28/10/85). Per qualsiasi controversia relativa alla validità, interpretazione ed esecuzione del contratto è competente esclusivamente il Foro di Catania. 19

VOLUMEDIA. Via Roma, 21 20090 SEGRATE (Milano) Italy

VOLUMEDIA. Via Roma, 21 20090 SEGRATE (Milano) Italy VOLUMEDIA By Via Roma, 21 20090 SEGRATE (Milano) Italy CARATTERISTICHE GENERALI I sistemi tradizionali di magazzinaggio ed archiviazione con scaffalature statiche, per consentire l accesso ai materiali

Dettagli

CITTÀ DI BARI Ripartizione Contratti ed Appalti P.O.S. Forniture

CITTÀ DI BARI Ripartizione Contratti ed Appalti P.O.S. Forniture CITTÀ DI BARI Ripartizione Contratti ed Appalti P.O.S. Forniture OGGETTO: Fornitura di mobili, sedute e complementi di arredo per alcuni uffici Comunali. SPECIFICHE TECNICHE DELLE FORNITURE Il presente

Dettagli

CITTA di GINOSA Provincia di Taranto

CITTA di GINOSA Provincia di Taranto FORNITURA ARREDI MUSEALI. INDAGINE DI MERCATO (art. 125, co.11, D.L.gs.12.04.2006 n. 163) AVVISO Questa Amministrazione comunale intende acquistare, per un importo complessivo di 27.975,28 IVA inclusa,

Dettagli

LOTTO 6 RIF. 82 SUB LOTTO 6.1.A DESCRIZIONE: N. 1725 SEDUTA FISSA SENZA BRACCIOLI PER VISITATORE IMBOTTITA

LOTTO 6 RIF. 82 SUB LOTTO 6.1.A DESCRIZIONE: N. 1725 SEDUTA FISSA SENZA BRACCIOLI PER VISITATORE IMBOTTITA LOTTO 6 RIF. 82 SUB LOTTO 6.1.A DESCRIZIONE: N. 1725 SEDUTA FISSA SENZA BRACCIOLI PER VISITATORE IMBOTTITA Produzione JDS denominazione del prodotto KETTY Fissa; su telaio metallico a quattro gambe; Sedile

Dettagli

ALL. 1 SPECIFICHE TECNICHE

ALL. 1 SPECIFICHE TECNICHE COMUNE DI PADOVA Settore Servizi Istituzionali e Affari Generali PROGETTO DI UN IMPIANTO DI ARMADI COMPATTABILI PER IL NUOVO ARCHIVIO GENERALE - COMPLESSO SARPI ALL. 1 SPECIFICHE TECNICHE IL CAPO SETTORE

Dettagli

ALLEGATO 2.A AL CAPITOLATO SPECIALE D ONERI

ALLEGATO 2.A AL CAPITOLATO SPECIALE D ONERI ALLEGATO 2.A AL CAPITOLATO SPECIALE D ONERI CAPITOLATO TECNICO DELLA GARA A PUBBLICO INCANTO PER LA FORNITURA E L INSTALLAZIONE DI ARREDI UFFICIO, DI CUI AL DECRETO RETTORALE N.59, PROT. N. 2662/L3, IN

Dettagli

COMUNE DI CASTELTERMINI Prov. di Agrigento AREA SERVIZI FINANZIARI FINANZIARI DEL PERSONALE TRIBUTI ECONOMATO E BENI MOBILI CONTROLLO DI GESTIONE

COMUNE DI CASTELTERMINI Prov. di Agrigento AREA SERVIZI FINANZIARI FINANZIARI DEL PERSONALE TRIBUTI ECONOMATO E BENI MOBILI CONTROLLO DI GESTIONE COMUNE DI CASTELTERMINI Prov. di Agrigento AREA SERVIZI FINANZIARI FINANZIARI DEL PERSONALE TRIBUTI ECONOMATO E BENI MOBILI CONTROLLO DI GESTIONE DETERMINAZIONE N. 97 DEL 28. 12. 2010 OGGETTO: Fornitura

Dettagli

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE ALLEGATO B Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10 ART. 11 ART.

Dettagli

Realizzazione di strutture per l archiviazione di volumi e riviste nel seminterrato della

Realizzazione di strutture per l archiviazione di volumi e riviste nel seminterrato della Realizzazione di strutture per l archiviazione di volumi e riviste nel seminterrato della Biblioteca Nazionale a Firenze in via Magliabechi. Descrizione dell intervento Il progetto è finalizzato alla realizzazione

Dettagli

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione e principi generali Art. 2 - Decorrenza e durata del

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

C o m p o n e n t i By

C o m p o n e n t i By C o m p o n e n t i BASI E SISTEMA DI SCORRIMENTO La base dell impianto è costituita da una coppia di longheroni con una sezione da 120 mm con spessori di 20/10 e 30/10 in lamiera zincata, sui quali vengono

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura di montaferetri-elevatore, scale a palchetto e scale a pioli allungabili per il cimitero del Comune di Portici.

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura di montaferetri-elevatore, scale a palchetto e scale a pioli allungabili per il cimitero del Comune di Portici. CAPITOLATO SPECIALE Fornitura di montaferetri-elevatore, scale a palchetto e scale a pioli allungabili per il cimitero del Comune di Portici. Art. 1 Oggetto della fornitura ed importo presunto stimato.

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI ARREDI PER AULE

CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI ARREDI PER AULE ALLEGATO AL CONTRATTO PER LA FORNITURA DI ARREDI PER AULE CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI ARREDI PER AULE Il presente capitolato ha per oggetto la fornitura dei seguenti arredi per aule per gli

Dettagli

n Rif. INDICAZIONE DEI LAVORI U.M Prezzo unitario 1 AN1 Fornitura e posa in opera, secondo i disegni

n Rif. INDICAZIONE DEI LAVORI U.M Prezzo unitario 1 AN1 Fornitura e posa in opera, secondo i disegni n Rif. INDICAZIONE DEI LAVORI U.M Prezzo unitario 1 AN1 Fornitura e posa in opera, secondo i disegni, di arredo artigianale su misura composto - Panca in lamiera nera 10/10, con struttura in ferro a sezione

Dettagli

Gara per la fornitura di segnaletica per uffici dell INPS in Roma

Gara per la fornitura di segnaletica per uffici dell INPS in Roma Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Approvvigionamenti Logistica e Gestione Patrimonio Coordinamento Generale Tecnico Edilizio Gara per la fornitura di segnaletica per uffici dell

Dettagli

COMUNE DI CREMONA. Settore Economato

COMUNE DI CREMONA. Settore Economato Allegato A) COMUNE DI CREMONA Settore Economato Capitolato speciale d oneri relativo a: FORNITURA CON CONSEGNE RIPARTITE DI CARTA NATURALE E RICICLATA PER LE FOTOCOPIATRICI DEGLI UFFICI COMUNALI ANNO 2014

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER SEDUTE PER UFFICIO

CAPITOLATO TECNICO PER SEDUTE PER UFFICIO ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO PER SEDUTE PER UFFICIO Il presente capitolato è composto dalla descrizione dei requisiti di base delle sedute e dalla tabella riepilogativa dei livelli minimi di prova in

Dettagli

FORNITURA DI PIETRE TOMBALI IN MARMO BIANCO DEL TIPO CRISTAL PER IL NUOVO CORPO LOCULI DENOMINATO 6 LOTTO NEL CIMITERO COMUNALE DI MONDOLFO

FORNITURA DI PIETRE TOMBALI IN MARMO BIANCO DEL TIPO CRISTAL PER IL NUOVO CORPO LOCULI DENOMINATO 6 LOTTO NEL CIMITERO COMUNALE DI MONDOLFO FORNITURA DI PIETRE TOMBALI IN MARMO BIANCO DEL TIPO CRISTAL PER IL NUOVO CORPO LOCULI DENOMINATO 6 LOTTO NEL CIMITERO COMUNALE DI MONDOLFO FOGLIO DI PATTI E CONDIZIONI elaborato 4 Data: IL TECNICO COMUNALE

Dettagli

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa CAPITOLATO D ONERI FORNITURA MATERIALI A PIE D OPERA, TRASPORTI e NOLI OGGETTO : Cantiere di lavoro n. 1001467/SR-18 (Circolare

Dettagli

Lavori di Sistemazione dell edifico ex Caserma C.C. in Via Vallecine da adibirsi a nuova sede comunale 2 E 3 LOTTO CIG 0084984303

Lavori di Sistemazione dell edifico ex Caserma C.C. in Via Vallecine da adibirsi a nuova sede comunale 2 E 3 LOTTO CIG 0084984303 C O M U N E D I B O R B O N A P R O V I N C I A D I R I E T I VIA NICOLA DA BORBONA 02010 BORBONA Tel. 0746/940037 Fax 0746/940285 P.I. C.F. 00113410575 E-Mail: borbona@comune.borbona.rieti.it Indirizzo

Dettagli

OXI METALLICA. Pronta Consegna nella finitura Acero. Postazioni non in pronta consegna

OXI METALLICA. Pronta Consegna nella finitura Acero. Postazioni non in pronta consegna OXI METALLICA Serie Oxi operativa, produzione Las, maggior produttore di arredo ufficio operativo in Italia. Il piano di lavoro è realizzato in particelle di legno spessore mm. 25, nobilitato in melaminico

Dettagli

Comune di MISANO DI GERA D ADDA Provincia di Bergamo Regione Lombardia

Comune di MISANO DI GERA D ADDA Provincia di Bergamo Regione Lombardia BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA = PREZZO PIU BASSO DETERMINATO MEDIANTE MASSIMO RIBASSO SULL IMPORTO DEI LAVORI APPALTO CON CORRISPETTIVO A CORPO = LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA IMPIANTI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA Le prescrizioni del presente capitolato disciplinano il contratto di

Dettagli

UFFICI OPERATIVI ARREDO 80000

UFFICI OPERATIVI ARREDO 80000 UFFICI OPERATIVI ARREDO 80000 Una linea pratica, elegante, funzionale. Costruiti con piani in nobilitato melaminico ad alta resistenza spessore 30 mm. La serie comprende scrivanie con tre profondità cm.

Dettagli

Woodcastle. biblio. Struttura in legno finger joint a sezione rettangolare

Woodcastle. biblio. Struttura in legno finger joint a sezione rettangolare biblio Woodcastle Woodcastle Struttura in legno finger joint a sezione rettangolare impiallacciato in essenza, unito ad un telaio a cremagliera in acciaio 20/10 di spessore per una sezione rettangolare

Dettagli

Articolo 1. Oggetto dell appalto... 3 Articolo 2. Oggetto della fornitura... 4

Articolo 1. Oggetto dell appalto... 3 Articolo 2. Oggetto della fornitura... 4 ALLEGATO 2 Capitolato d appalto per la fornitura di apparati di rete e materiale necessario al collegamento delle sedi della seconda fase di Lepida nel Comune di Carpi Pagina 1 di 9 Articolo 1. Oggetto

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza Rep. N. in data Contratto di appalto per lavori relativi ad interventi di adeguamento alle norme di prevenzione incendi e potenziamento uscite di sicurezza della

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Acquisto di n. 1 mini escavatore da impiegare nei lavori di manutenzione delle strade SALERNO, 10 ottobre 2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (ing. Bernardo Saja) Oggetto

Dettagli

CONTRATTO 1. DISPOSIZIONI GENERALI

CONTRATTO 1. DISPOSIZIONI GENERALI CONTRATTO tra il Sig... codice fiscale... residente in... proprietario di (*)...di cui dispone dei libero uso, sito in... e il Sig... residente in... nella qualifica di... dell impresa... codice fiscale...

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA Atti 1517/2006 all.10 $%&' I N D I C E Art. 1 Oggetto del capitolato Art. 2 Durata

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE Art. 1 Oggetto della fornitura Art. 2 Importo dell appalto Art. 3 Caratteristiche della fornitura Art. 4 Criteri di aggiudicazione Art. 5 Termini e luoghi

Dettagli

COMUNE DI SAMATZAI Provincia di Cagliari SERVIZI TECNICI

COMUNE DI SAMATZAI Provincia di Cagliari SERVIZI TECNICI COMUNE DI SAMATZAI Provincia di Cagliari SERVIZI TECNICI CAPITOLATO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DI UN IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE A MEZZO POMPA DI CALORE ARIA ARIA TIPO SPLIT DA REALIZZARE PRESSO

Dettagli

Capitolato speciale d oneri Procedura aperta per la fornitura di n. 8 autoveicoli con prodotti assicurativi e finanziari connessi

Capitolato speciale d oneri Procedura aperta per la fornitura di n. 8 autoveicoli con prodotti assicurativi e finanziari connessi Capitolato speciale d oneri Procedura aperta per la fornitura di n. 8 autoveicoli con prodotti assicurativi e finanziari connessi Pagina 1 di 8 INDICE ART. 1 OGGETTO ART. 2 QUALITÀ E CARATTERISTICHE ART.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI STAMPA DELLA BROCHURE ARTIGIANATO SARDEGNA IMPORTO PRESUNTO DI GARA EURO 50.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI STAMPA DELLA BROCHURE ARTIGIANATO SARDEGNA IMPORTO PRESUNTO DI GARA EURO 50. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI STAMPA DELLA BROCHURE ARTIGIANATO SARDEGNA IMPORTO PRESUNTO DI GARA EURO 50.000,00 OLTRE IVA Articolo 1 (Amministrazione Appaltante) Regione Autonoma della

Dettagli

Capitolato d appalto per la manutenzione ordinaria e straordinaria dei serramenti della Cascina Respaù in Como

Capitolato d appalto per la manutenzione ordinaria e straordinaria dei serramenti della Cascina Respaù in Como Capitolato d appalto per la manutenzione ordinaria e straordinaria dei serramenti della Cascina Respaù in Como Num. CUP: C16H10000070007 DETERMINAZIONE A CONTRATTARE: n. 215 del 03/11/2010 CANALI DI COMUNICAZIONE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI FORNITURA DI CONTATORI A TURBINA PER ACQUA FREDDA

CAPITOLATO SPECIALE DI FORNITURA DI CONTATORI A TURBINA PER ACQUA FREDDA CAPITOLATO SPECIALE DI FORNITURA DI CONTATORI A TURBINA PER ACQUA FREDDA Palermo, Gennaio 2015 ART. 1 - OGGETTO DELLA GARA La gara ha per oggetto la fornitura di contatori a Turbina dei seguenti diametri:

Dettagli

CONVENZIONE D INCARICO PROFESSIONALE PER LA DIREZIONE LAVORI E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI

CONVENZIONE D INCARICO PROFESSIONALE PER LA DIREZIONE LAVORI E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI CONVENZIONE D INCARICO PROFESSIONALE PER LA DIREZIONE LAVORI E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI LAVORI DI Manutenzione della rete idrica e fognaria a servizio dell intero territorio

Dettagli

SCHEDA TECNICA ALLEGATA AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

SCHEDA TECNICA ALLEGATA AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SCHEDA TECNICA ALLEGATA AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Gara a procedura ristretta a rilevanza comunitaria ai sensi del d.lgs. n. 163/2006 per l affidamento della fornitura e installazione di archivi

Dettagli

ALLEGATO A/4 (DESCRIZIONE OPERAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO)

ALLEGATO A/4 (DESCRIZIONE OPERAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO) PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA, DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE, PORTIERATO, FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO, PER UFFICI E SERVIZI PROVINCIALI CIG: 4178959A0D ALLEGATO A/4

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Prot. 9770 del 09/11/2012 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Fornitura in Full Rent di n. 2 autovetture 4x4 SALERNO, 09/11/2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO ing. Bernardo Saja Oggetto dell appalto Qualità

Dettagli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli Città di Marigliano Comune di Marigliano Provincia di Napoli DETERMINAZIONE SETTORE III RESPONSABILE DEL SETTORE III: ing. A. Ciccarelli Registro Generale n. 1689 del 29.12.2014 Registro Settore n. 25

Dettagli

A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007

A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007 A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007 1 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento della manutenzione ordinaria, programmata

Dettagli

Archivio compattabile Shelves

Archivio compattabile Shelves Archivio compattabile Shelves Basi-Binario Shelves per archivio compattabile RA18 Pattini per archivio compattabile cm. 45 (2 pz.) 88 MT100 Rotaia centrale cm. 100 (2 pz.) 46 RA24 Pattini per archivio

Dettagli

COMUNE DI AGRIGENTO Uffici Giudiziari CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI AGRIGENTO Uffici Giudiziari CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI AGRIGENTO Uffici Giudiziari CAPITOLATO D ONERI PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DEGLI ARCHIVI DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI PIAZZA GALLO E VIA MAZZINI, DEGLI ARREDI, ATTREZZATURE ED ARCHIVI DELLA

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SETTORE

IL RESPONSABILE DEL SETTORE AVVISO DI ASTA PUBBLICA Vendita e utilizzazione del materiale legnoso assegnato al taglio nella particella forestale n. 17 del P.A.F. Bosco Comunale Santa Giulia Estensione di circa Ha 31,65.63 IL RESPONSABILE

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEI VEICOLI DEL COMITATO REGIONALE CRI DELLA TOSCANA CIG: 28951999C9

Dettagli

New Dedalo parete divisoria

New Dedalo parete divisoria New Dedalo parete divisoria Modulo standard cieco L 100 P 10 da 104 al mq. (esclusa posa) PRONTA CONSEGNA Finiture arredi e pareti CARATTERISTICHE TECNICHE Struttura portante La struttura interna della

Dettagli

IT version. C a t a l o g o. made in Italy

IT version. C a t a l o g o. made in Italy IT version C a t a l o g o made in Italy 1 Space Solutions La scaffalatura compattabile è il sistema di archiviazione su basi mobili più conveniente per ottimizzare la resa degli spazi a disposizione.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO C O M U N E D I P A L E R M O PUBBLICA ISTRUZIONE CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO Pagina 1 di 7 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA

Dettagli

Fornitura in opera di ballatoi con scaffalature per i nuovi locali del Museo Etnografico

Fornitura in opera di ballatoi con scaffalature per i nuovi locali del Museo Etnografico PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI CARPI Settore F/1 - Edilizia Pubblica e Patrimonio Immobiliare RESTAURO DEL CASTELLO DEI PIO DI SAVOIA ALA SUD (EX-CARCERI) Fornitura in opera di ballatoi con scaffalature

Dettagli

CAPITOLATO CONTRATTUALE

CAPITOLATO CONTRATTUALE COMUNE DI PRATO CAPITOLATO CONTRATTUALE SERVIZIO DI NOLEGGIO CON MANUTENZIONE DI MACCHINE FOTOCOPIATRICI PER GLI UFFICI COMUNALI Area Risorse Finanziarie Servizio Patrimonio Amministrativo Via Del Ceppo

Dettagli

VENETO AGRICOLTURA Arredi Centro Visitatori Vallevecchia Caorle ELENCO PREZZI

VENETO AGRICOLTURA Arredi Centro Visitatori Vallevecchia Caorle ELENCO PREZZI Art. ELENCO FORNITURE Quantitativi Prezzo unitario A base di gara P.1 A1) Armadio in truciolare ureico da 30 mm.impiallacciato in legno e smaltato a più mani con colore a scelta della DD.LL., dotato di

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI MANUTENZIONE TRIENNALE DEL SERVOSCALE SITO PRESSO IL SETTORE RISORSE IMMOBILIARI DI VIA ASTORINO 36. Importo complessivo 6.840,00 oltre iva di cui : 3.564,00

Dettagli

SOCRATE PARETE. Caratteristiche dimensionali. Caratteristiche dimensionali del sistema SOCRATE PARETE. Altezze dei montanti: montanti base 62-100 cm

SOCRATE PARETE. Caratteristiche dimensionali. Caratteristiche dimensionali del sistema SOCRATE PARETE. Altezze dei montanti: montanti base 62-100 cm 1/11 Caratteristiche dimensionali SOCRATE PARETE Caratteristiche dimensionali del sistema SOCRATE PARETE Profondità: 35 cm Altezze dei montanti: montanti base 62-100 cm Lunghezza: Colore montanti: Colore

Dettagli

ELENCO ARREDI ACCETTAZIONE: N 1 POS.A N 1 POS.B N 1 POS.C N 1 POS.D N 6 SGABELLI DA LABORATORIO N 1 POLTRONCINA SU RUOTE ARCHIVIO E BIOLOG.MOLEC.

ELENCO ARREDI ACCETTAZIONE: N 1 POS.A N 1 POS.B N 1 POS.C N 1 POS.D N 6 SGABELLI DA LABORATORIO N 1 POLTRONCINA SU RUOTE ARCHIVIO E BIOLOG.MOLEC. ELENCO ARREDI ACCETTAZIONE: N 6 SGABELLI DA LABORATORIO N 1 POLTRONCINA SU RUOTE ARCHIVIO E BIOLOG.MOLEC. N 3 POS.B N 1 POS.I N 1 POS.L N 5 SGABELLI DA LABORATORIO N 3 POLTRONCINA SU RUOTE BATTEREOLOGIA

Dettagli

C o m u n e d i B a r i

C o m u n e d i B a r i C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA Servizi assicurativi polizze rischi: incendio, furto, rca/ard/infortuni, responsabilità civile patrimoniale dell ente, tutela legale, dal 1 gennaio 2012 al

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1.Forma oggetto della commissione solo quanto risulta indicato nel presente contratto. Ogni patto contrario ed in aggiunta, deve risultare da atto scritto ed in mancanza

Dettagli

LOTTO 6 RIF. 82 SUB LOTTO 6.1.A DESCRIZIONE: N. 1725 SEDUTA FISSA SENZA BRACCIOLI PER VISITATORE IMBOTTITA

LOTTO 6 RIF. 82 SUB LOTTO 6.1.A DESCRIZIONE: N. 1725 SEDUTA FISSA SENZA BRACCIOLI PER VISITATORE IMBOTTITA LOTTO 6 RIF. 82 SUB LOTTO 6.1.A DESCRIZIONE: N. 1725 SEDUTA FISSA SENZA BRACCIOLI PER VISITATORE IMBOTTITA - la sedia non puo ospitare piu di una persona - la sedia e impilabile fino a un massimo di 10

Dettagli

Fornitura di attrezzature e materiale per il servizio di raccolta differenziata in essere presso il Comune di Fisciano C.I.G.

Fornitura di attrezzature e materiale per il servizio di raccolta differenziata in essere presso il Comune di Fisciano C.I.G. C I T T A D I F I S C I A N O (Provincia di Salerno) SERVIZIO GARE E CONTRATTI Fornitura di attrezzature e materiale per il servizio di raccolta differenziata in essere presso il Comune di Fisciano C.I.G.:4988673F2D

Dettagli

IL COLLAUDO NEI LAVORI PUBBLICI

IL COLLAUDO NEI LAVORI PUBBLICI IL COLLAUDO NEI LAVORI PUBBLICI Oggetto del collaudo Il collaudo rappresenta l atto conclusivo della realizzazione di un opera pubblica, mediante il quale viene verificato e certificato che l opera pubblica

Dettagli

FORNITURA E POSA IN OPERA DI ARREDI PER UFFICI DELLA REGGIA DI VENARIA REALE

FORNITURA E POSA IN OPERA DI ARREDI PER UFFICI DELLA REGGIA DI VENARIA REALE A_SCRIVANIE/TAVOLI A1 SCRIVANIA LIVELLO OPERATIVO L.140- P.70-H.72 A2 SCRIVANIA LIVELLO OPERATIVO L.160- P.70-H.72 P8/2 3,00 P14 1,00 TOTALE cad 4,00 A3 SCRIVANIA LIVELLO OPERATIVO L.150- P.80-H.72 P8/1

Dettagli

PIEMONTE CAPITOLATO TECNICO FORNITURA E MONTAGGIO DI TENDE PRESSO LE RESIDENZE E GLI UFFICI DELL EDISU PIEMONTE

PIEMONTE CAPITOLATO TECNICO FORNITURA E MONTAGGIO DI TENDE PRESSO LE RESIDENZE E GLI UFFICI DELL EDISU PIEMONTE PIEMONTE CAPITOLATO TECNICO FORNITURA E MONTAGGIO DI TENDE PRESSO LE RESIDENZE E GLI UFFICI DELL EDISU PIEMONTE 1 CAPITOLATO TECNICO TITOLO I: INDICAZIONI GENERALI ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO L Edisu

Dettagli

UE, GRIGIO PERLA, ROVERE, NOCE, SUCUPIRA.

UE, GRIGIO PERLA, ROVERE, NOCE, SUCUPIRA. Descrizione Tecnica degli Arredi Allegato A FRONT OFFICE Scrivania operativa. Realizzata con piano in pannelli di particelle di legno spessore 18 mm, nobilitato melaminico, antimacchia, antigraffio e antiriflesso,

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI PER L ACQUISTO MEDIANTE PROCEDURA APERTA DI CONTENITORI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DOMICILIARE DI RIFIUTI SOLIDI URBANI

CAPITOLATO D ONERI PER L ACQUISTO MEDIANTE PROCEDURA APERTA DI CONTENITORI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DOMICILIARE DI RIFIUTI SOLIDI URBANI ATTENZIONE: Timbro e Firma del concorrente (su ogni foglio) per accettazione (da mettere nella BUSTA A ) CAPITOLATO D ONERI PER L ACQUISTO MEDIANTE PROCEDURA APERTA DI CONTENITORI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

Dettagli

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA Presidio Ospedaliero Nord S.MARIA GORETTI DI LATINA SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UNA RM 1,5 T, L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA DIPARTIMENTO GESTIONE DELLE RISORSE PATRIMONIALI SERVIZIO ATTIVITA NEGOZIALE, ECONOMALE E PATRIMONIALE SETTORE I BANDO DI GARA DI PUBBLICO INCANTO 1. Ente Appaltante: Università

Dettagli

F.A.Q. COMUNICAZIONI E CHIARIMENTI IN MERITO AL BANDO ED ALLEGATA DOCUMENTAZIONE

F.A.Q. COMUNICAZIONI E CHIARIMENTI IN MERITO AL BANDO ED ALLEGATA DOCUMENTAZIONE F.A.Q. Fornitura di arredi per l allestimento delle aule e dei laboratori nel nuovo Complesso di Biologia e Biomedicina dell Università degli Studi di Padova - Codice C.I.G.: 5268020B9E COMUNICAZIONI E

Dettagli

SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA Allegato: A 1 - Rif. Sedia per aula informatica. Caratteristiche costruttive e di fornitura:

SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA Allegato: A 1 - Rif. Sedia per aula informatica. Caratteristiche costruttive e di fornitura: Sedia per aula informatica SI / 09 Sedia ergonomica per aula informatica con ruote basamento = Ø compreso tra 55 e 62 cm. larghezza sedile = 40 cm. - largh. schienale = 36 cm profondità sedile = minima

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI Opere Pubbliche e Infrastrutture

SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI Opere Pubbliche e Infrastrutture Comune di Oristano SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI Opere Pubbliche e Infrastrutture Prot. n del Cat. cl. fasc. Risposta a nota n del All Impresa APPALTO PUBBLICO DI LAVORI DI IMPORTO INFERIORE ALLA

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO UNITA DI PROGETTO LOGISTICA E SICUREZZA SCOLASTICA

PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO UNITA DI PROGETTO LOGISTICA E SICUREZZA SCOLASTICA PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO UNITA DI PROGETTO LOGISTICA E SICUREZZA SCOLASTICA Oggetto: FORNITURA MEDIANTE SOMMINISTRAZIONE DI ARREDI DA DESTINARE AGLI ISTITUTI DI II GRADO DI COMPETANZA PROVINCIALE

Dettagli

Fac-simile Offerta Economica ALLEGATO 3

Fac-simile Offerta Economica ALLEGATO 3 ALLEGATO 3 Fac-simile Offerta Economica PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI ARREDI PER UFFICIO NUOVA SEDE ASSESSORATI DELLA REGIONE PUGLIA-VIA GENTILE BARI. Arredi ambientalmente sostenibili ai sensi

Dettagli

Collezione VALO Strike Executive Modello VO 92960 052

Collezione VALO Strike Executive Modello VO 92960 052 Argomenti: vantaggi Collezione VALO Strike Executive Modello VO 92960 052 sedile ergonomico operativo con schienale alto (cm 63) in pelle nera (retro schienale in similpelle nera) braccioli a 2 funzioni

Dettagli

PITAGORA design: Acropoli, Caimi Lab

PITAGORA design: Acropoli, Caimi Lab design: Acropoli, Caimi Lab 1/8 Pitagora Pitagora è un sistema di sedute su trave. Il sistema è realizzato in acciaio ed è progettato con particolare attenzione all'aspetto formale, alla solidità e al

Dettagli

Gara Arredi V Divisione Ospedale Cotugno. Lotto Sub Descrizione Caratteristiche minime Destinazione Quantità

Gara Arredi V Divisione Ospedale Cotugno. Lotto Sub Descrizione Caratteristiche minime Destinazione Quantità . Letto elettrico per degenti Superficie letto in 4 sezioni e 3 snodi, Allungamento superficie letto integrato minimo cm. 5, Struttura su 4 ruote gemellari di diametro min. 50 mm con sistema di frenatura

Dettagli

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa COMUNE DI PISA Direzione Finanze e Politiche Tributarie Ufficio Economato-Provveditorato U.O. Provveditorato Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA (OT) BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO

AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA (OT) BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA (OT) BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO 1. STAZIONE APPALTANTE: Azienda Sanitaria Locale n. 2 con sede in Olbia v.le Aldo Moro - tel.0789/552326, telefax 0789/50396

Dettagli

Comunità Montana.. della provincia di

Comunità Montana.. della provincia di Comunità Montana.. della provincia di CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA DI. NEI COMUNI DI.. DELLA COMUNITA MONTANA.. Art. 1 - OGGETTO DEI LAVORI I lavori

Dettagli

CARRELLI SALA OPERATORIA

CARRELLI SALA OPERATORIA CARRELLI SALA OPERATORIA 1) N. 2 TAVOLI SERVITORI Tavolo servitore con struttura in acciaio inox 18/10 (AISI 304). Regolazione dell'altezza mediante pompa oleodinamica a circuito chiuso con movimento a

Dettagli

1. STAZIONE APPALTANTE: Politecnico di Bari, Via Amendola n. 126/B Tel. 080 59625 18, Fax 080 5962520; sito internet: www.poliba.it.

1. STAZIONE APPALTANTE: Politecnico di Bari, Via Amendola n. 126/B Tel. 080 59625 18, Fax 080 5962520; sito internet: www.poliba.it. POLITECNICO BARI Avviso di gara lavori ristrutturazione fabbricati ex Scianatico. 1. STAZIONE APPALTANTE: Politecnico di Bari, Via Amendola n. 126/B Tel. 080 59625 18, Fax 080 5962520; sito internet: www.poliba.it.

Dettagli

!"#$%&!"!"'())***+ C A P I T O L A T O AFFIDAMENTO FORNITURA MATERIALE DI FERRAMENTA ED ATTREZZATURE DI LAVORO OCCORRENTE PER LA MANUTENZIONE

!#$%&!!'())***+ C A P I T O L A T O AFFIDAMENTO FORNITURA MATERIALE DI FERRAMENTA ED ATTREZZATURE DI LAVORO OCCORRENTE PER LA MANUTENZIONE C A P I T O L A T O AFFIDAMENTO FORNITURA MATERIALE DI FERRAMENTA ED ATTREZZATURE DI LAVORO OCCORRENTE PER LA MANUTENZIONE DELLE CONDOTTE E DELLE OPERE IDRAULICHE Avellino, IL PRESIDENTE f.to dott. Michele

Dettagli

16128 GENOVA. Via Jacopo Ruffini, 2 Tel. 010561456 010586903 Telefax 010588442 www.tirreniasrl.com e-mail info@tirreniasrl.

16128 GENOVA. Via Jacopo Ruffini, 2 Tel. 010561456 010586903 Telefax 010588442 www.tirreniasrl.com e-mail info@tirreniasrl. 16128 GENOVA Via Jacopo Ruffini, 2 Tel. 010561456 010586903 Telefax 010588442 www.tirreniasrl.com e-mail info@tirreniasrl.com LIVING SPACE SISTEMI DI SCAFFALATURE COMPATTABILI LEGENDA 1. SPECIFICHE TECNICHE

Dettagli

P.zza San Giovanni Pal.INA 1 Piano scalaa Fax. 0932 676604 - E-mail M.Sbezzi @comune.ragusa.it FOGLIO PATTI E CONDIZIONI

P.zza San Giovanni Pal.INA 1 Piano scalaa Fax. 0932 676604 - E-mail M.Sbezzi @comune.ragusa.it FOGLIO PATTI E CONDIZIONI FOGLIO PATTI E CONDIZIONI ART. 1 OGGETTO Costituisce oggetto del presente Foglio Patti e Condizioni la fornitura di attrezzature didattiche destinate agli asili nido comunali Ex Onmi Patro Palazzello 1

Dettagli

COMUNE DI MONTEMURLO (Provincia di PRATO)

COMUNE DI MONTEMURLO (Provincia di PRATO) Art. 1 OGGETTO DEI LAVORI COMUNE DI MONTEMURLO (Provincia di PRATO) Il presente documento ha per oggetto realizzazione di impianto fotovoltaico da circa 9,600 KWp presso la Scuola Media Salvemini La Pira

Dettagli

Descrizione quantità. 1 Sala di attesa

Descrizione quantità. 1 Sala di attesa 1 Sala di attesa 1.1 poltrone delle dimensioni di 89 x 67 h.46/71 con scocca in legno di abete, struttura in acciaio cromato diam. 4,5 cm. h.23 con piedini regolabili. Telaio in tubolare d acciaio verniciato

Dettagli

APPALTO PER LA FORNITURA DI ARREDI

APPALTO PER LA FORNITURA DI ARREDI NUOVA SEDE REGIONALE DEL TURISMO - Puglia Promozione 1. SCRIVANIE E CASSETTIERE 1. 01 Scrivania operativa - dim. 160x80x72h Scrivania operativa del tipo Sedicinoni della Styloffice, o similare, a gamba

Dettagli

AZIENDA LOMBARDA PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VARESE BANDO DI GARA N. 469 / CIG LOTTO I: 4443795FA0 CUP:

AZIENDA LOMBARDA PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VARESE BANDO DI GARA N. 469 / CIG LOTTO I: 4443795FA0 CUP: AZIENDA LOMBARDA PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VARESE Via Como n.13 21100 Varese - (Tel. 0332/806911 Fax 0332/283879) BANDO DI GARA N. 469 / CIG LOTTO I: 4443795FA0 CUP: D25H11000080005

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE SANTOBONO-PAUSILIPON VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 CONTRATTO RELATIVO ALL AFFIDAMENTO ANNUALE (PROROGABILE DI UN ULTERIORE ANNO)

Dettagli

P O R TA PA L L E T 8 5-1 1 0 R E T i A n T i c A d u TA E d i v i s O R i E

P O R TA PA L L E T 8 5-1 1 0 R E T i A n T i c A d u TA E d i v i s O R i E 85-110 reti anticaduta e divisorie 85-110 RAL 1021 Paracolpi lamiera GIALLO FLUORESCENTE Paracolpi polietilene ZINCATO Fiancate, correnti e accessori Scaffalatura interamente realizzata in lamiera di acciaio

Dettagli

Committente: Fondazione Idis - Città della Scienza Via Coroglio, 104-80124 Napoli P. Iva 05969960631 - Cod. Fisc. 95005580634

Committente: Fondazione Idis - Città della Scienza Via Coroglio, 104-80124 Napoli P. Iva 05969960631 - Cod. Fisc. 95005580634 prot 499 del 05/05/2015 Gara fornitura e posa in opera di estintori e manichette antincendio Disciplinare di Gara 1 Committente: Fondazione Idis - Città della Scienza Via Coroglio, 104-80124 Napoli P.

Dettagli

BANDO DI GARA - Capitolato d'appalto - n. gara 4849383

BANDO DI GARA - Capitolato d'appalto - n. gara 4849383 CONVITTO NAZIONALE MARCO FOSCARINI con annesse Scuole Primaria Secondaria di I gr. Liceo Ginnasio Ordinamentale ed Europeo Cannaregio 4941/4942 VENEZIA 30131 Tel. 041/5221970 Fax 041/5239698 Prot. n.1264/c14

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PUBBLICO INCANTO - BANDO DI GARA N 23/2006. Il Comune di Cagliari - Servizio Appalti via Roma, 145 09124 Cagliari,

COMUNE DI CAGLIARI PUBBLICO INCANTO - BANDO DI GARA N 23/2006. Il Comune di Cagliari - Servizio Appalti via Roma, 145 09124 Cagliari, COMUNE DI CAGLIARI PUBBLICO INCANTO - BANDO DI GARA N 23/2006 Il Comune di Cagliari - Servizio Appalti via Roma, 145 09124 Cagliari, in esecuzione della Deliberazione G.C. n. 660 del 01.12.2005 e della

Dettagli

Fornitura e Posa in Opera di segnaletica nel Complesso Didattico e di ricerca di via Laura 48 a Firenze DESCRIZIONE DELLA FORNITURA PREMESSA

Fornitura e Posa in Opera di segnaletica nel Complesso Didattico e di ricerca di via Laura 48 a Firenze DESCRIZIONE DELLA FORNITURA PREMESSA PREMESSA Le opere oggetto dell appalto consistono nella fornitura e posa in opera di segnaletica interna ed esterna, di tipo murale a sospensione, o su gambe, nelle varie dimensioni secondo le caratteristiche

Dettagli

COMUNE DI VERBANIA. PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ******

COMUNE DI VERBANIA. PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ****** COMUNE DI VERBANIA PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ****** LAVORI PUBBLICI DI IMPORTO SUPERIORE O UGUALE A EURO 100.000,00 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 190 / 2015 OGGETTO:

Dettagli

OGGETTO: Bando di gara - cottimo fiduciario per l Acquisizione di offerte, per la fornitura tende filtranti per aule e laboratori della scuola

OGGETTO: Bando di gara - cottimo fiduciario per l Acquisizione di offerte, per la fornitura tende filtranti per aule e laboratori della scuola OGGETTO: Bando di gara - cottimo fiduciario per l Acquisizione di offerte, per la fornitura tende filtranti per aule e laboratori della scuola Numero di Gara CIG Z1814B62AA In esecuzione del Decreto Prot

Dettagli

NUOVA SEDE DELLA S.I.S.S.A. PRESSO L EDIFICIO PRINCIPALE DEL COMPLESSO EDILIZIO DELL EX OSPEDALE SANTORIO DI TRIESTE DI VIA BONOMEA, 265 ARREDO UFFICI

NUOVA SEDE DELLA S.I.S.S.A. PRESSO L EDIFICIO PRINCIPALE DEL COMPLESSO EDILIZIO DELL EX OSPEDALE SANTORIO DI TRIESTE DI VIA BONOMEA, 265 ARREDO UFFICI Via Beirut n.2-4, 34014 Trieste (Italy) tel.: 04037871 - telefax: 0403787259 AREA FINANZA E PATRIMONIO Ufficio Economato - Patrimonio NUOVA SEDE DELLA S.I.S.S.A. PRESSO L EDIFICIO PRINCIPALE DEL COMPLESSO

Dettagli

Provincia di Milano. Area Gestione Territorio BANDO DI GARA. 1.STAZIONE APPALTANTE: COMUNE DI BARANZATE Via Conciliazione, 19 C.A.P.

Provincia di Milano. Area Gestione Territorio BANDO DI GARA. 1.STAZIONE APPALTANTE: COMUNE DI BARANZATE Via Conciliazione, 19 C.A.P. BANDO DI GARA 1.STAZIONE APPALTANTE: COMUNE DI BARANZATE Via Conciliazione, 19 C.A.P. 20021 2.PROCEDURA DI GARA: procedura aperta ai sensi dell art. 55 del D.Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. CODICE IDENTIFICATIVO

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA Codice CIG: 58168708F8 Codice CUP: G66E12000740001

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA Codice CIG: 58168708F8 Codice CUP: G66E12000740001 COMUNE DI CELICO PROVINCIA DI COSENZA UFFICIO TECNICO - SETTORE LAVORI PUBBLICI Prot. n 1763 del 20/06/2014 Pubblicato all Albo Pretorio al n 427/2014 dal 20/06/2014 al 15/07/2014 BANDO DI GARA PROCEDURA

Dettagli

Provincia dell Aquila Settore Urbanistica e Pianificazione Servizio Urbanistico

Provincia dell Aquila Settore Urbanistica e Pianificazione Servizio Urbanistico Provincia dell Aquila Settore Urbanistica e Pianificazione Servizio Urbanistico L Aquila lì n di prot. risposta a nota n del allegati n. P.I.T. PROGETTI INTEGRATI TERRITORIALI- PROGETTO PER L ADATTAMENTO

Dettagli