Introduzione alla teoria dei sistemi 1 a parte

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Introduzione alla teoria dei sistemi 1 a parte"

Transcript

1 Intrduzine alla teria dei sistemi 1 a parte E.Crtellini, F.Eugeni 1.Mi sembrava infatti che avrei ptut ricnscere mlte più verità nei raginamenti.il cui esit può subit dp punirl se egli ha fatt difett di giudizi, che nn nei raginamenti cmpiuti nel chius del su studi da un um di lettere che specula su questini che nn prducn alcun effett e la cui unica cnseguenza nn sarà frse altra se nn che egli ne trarrà tanta maggire vanità quant più esse sarann lntane dal sens cmune, dat che avrà dvut impegnare tant maggire impegn ed artifici per renderle versimili. Cartesi Discrs sul metd La misura in cui le leggi della matematica si riferiscn alla realtà nn sn certe. E nella misura in cui sn certe, nn si riferiscn alla realtà. A.Einstein Gemetry and Experience Sunt: Vari sn gli esempi di sistemi che pssiam fare, per capire la vastità del termine, dei campi di interesse e delle metdlgie sttese.il livell di astrazine di un sistema prende il nme di livell di risluzine ed è fndamentale, per la cstruzine del mdell di sistema sul quale effettivamente perare. La frmulazine matematica del prcess,cstituisce il ver fulcr del prblema. 1 Dipartiment di Metdi per l ecnmia ed e il territri,università di Teram

2 Parle Chiave: sistema, mdellazine,equazine di stat,frma cannica. 1. Intrduzine In quest vlume dedicat all studi dei fndamenti della matematica, nn pteva mancare l apprcci tradizinale all applicativ.tale apprcci passa necessariamente per la Teria dei sistemi psti a fndament di qualunque legame che vada dalla teria generale alla teria applicata. La Teria dei Sistemi si può cllcare alla base di mltissime discipline dell scibile uman e si adatta, di fatt, cn differenti sfumature sia a discipline esatte, sia in discipline dve è centrale la prgettazine tecnica. Sistemi di tip esatt si incntran nelle aree di tip matematic, fisic, infrmatic, e tali sistemi hann il cmpit di chiarire i cntesti terici ve ci si muve. In settri prgettuali, cme quelli dell area relativa ad architettura ed ingegneria essi hann il cmpit di fare da pnte tra acquisizini teriche e realizzazini pratiche. La Teria dei Sistemi, tuttavia, si applica anche a discipline dve, questi rapprti sn più sfumati, anzi si cmpenetran tra lr, creand delle sinergie insspettate tra settri apparentemente mlt lntani tra lr. Csì la scilgia, la pedaggia, la psiclgia, tant per citare alcune discipline di interesse cmune lavran e agiscn utilizzand in frma più men cnsapevle la Teria dei Sistemi. La Teria dei Sistemi è una metdlgia di studi che si preccupa in prim lug di individuare le relazini che intercrrn tra le varie cmpnenti dell ggett sistema in esame, qualra si tenda a riguardarl ed esaminarl da un punt di vista glbale, immers naturalmente in un ambit più estes che si dice ambiente. In cntrappsizine cn la metdlgia sistemica pssiam prre la Teria Analitica che ha la tendenza a scmprre l ggett in esame, il sistema se si vule, in una miriade esplsine di parti elementari atmiche, vver cnsiderate tali, da studiare ciascuna indipendentemente dalle altre.

3 Un esempi di cntrappsizine di queste metdlgie ci può essere prestat dalla valutazine sclastica. Un studente viene valutat da un grupp di insegnanti di discipline diverse e cnsegue dei vti separati. La media matematica dei vti ttenuti esprime si una valutazine, ma tale valutazine, pur prvenend da un prcess analitic, nn tiene in alcun cnt le interazini tra le discipline ed è quindi una valutazine glbale mediata analitica e nn sistemica. Differente è l atteggiament secnd il quale il singl valutatre, pur avend memria del su giudizi individuale, l sttpne ad un esame cllettiv di cnfrnt cn quell di altri valutatri. Assieme essi addivengan ad una verifica di biettivi prederminati e di percrsi interdisciplinari. Essi csì esprimn un giudizi qualitativ sui prcessi lgici e relazinali acquisiti dal discente. Una tale metdlgia è certamente di tip sistemic e valuta glbalmente la maturità raggiunta rispett ad alcuni biettivi fissati. Il prim è il sistema ggi usat ad esempi nelle Università ai fini di stabilire il vt di laurea, sia pure cn l utilizz di un addend crrettiv, anche algebric, rispett alla media. Il secnd sistema descrive la metdlgia pensata e in us nei nuvi esami di stat. Vari sn gli esempi di sistemi che pssiam fare, per capire la vastità del termine, dei campi di interesse e delle metdlgie sttese. Il sistema macr che ci appare agli cchi girnalmente è il sistema slare, le parti del sistema sn i pianeti e il sle, le relazini tra le parti sn le leggi fisiche che reglan le attrazini tra i pianeti, il lr mviment, i fenmeni vari che pssiam sservare. E il sistema dell infinitamente grande al quale si può cntrapprre l infinitamente piccl, l stat atmic, che da lug a sistemi che nessun ha mai vist in cncret da vicin. Un sistema micr, per esempi, che ci appare men agli cchi, ma che è di imprtanza vitale per il singl è il sistema cardicirclatri dve le parti sn il cure e i vasi sanguigni. Le relazini tra le parti sn appunt il cmprtament del cure, delle vene, delle arterie etc. Un sistema men naturale, ma prdtt più dal pensier e dal cmprtament dell um è ad esempi il sistema ecnmic dve le parti del sistema sn le risrse, la prduzine, la distribuzine e il

4 mercat, a vlte fantmatic e bizzarr cme un cavall nn dmat. Le relazini sn le varie funzini di prduzine, la legge della dmanda e dell fferta. E interessante ntare cme strumenti analitici pssn essere di imprtanza ntevle in settri di quest tip. La determinazine delle risrse, nt che sia l biettiv di prduzine da raggiungere, è gvernat da regle matematiche precise, linearizzate per semplicità nel classic mdell di Lentieff ( per un apprfndiment si veda V.Di Marcell- F.Eugeni- D. Tndini, Matematica un apprcci, Edigrafital,1998,Teram). Più cmplessa è la valutazine della quantità di prduzine da raggiungere. Se la crescita indeterminata della prduzine prtò nel 1929 a fenmeni catastrfici, cme il fams crack del 29, ggi questa parte del fenmen viene cntrllata cn l Analisi di mercat che utilizza, di fatt la Statistica Ecnmica. Quest ptente strument, se usat cn la giusta cmpetenza, è frtemente indicativ. La cmplessità delle interazini che intervengn, che vann appunt dalla prduzine alle gestine delle scrte di magazzin, sn elabrate per via infrmatica, cn prgrammi avveniristici, che a vlte in temp reale cmpin perazini che sarebber impssibili per quegli stessi umini che hann prgettat i prgrammi. Da quest punt di vista vediam i sistemi infrmatici, cme strumenti di supprt: delle prtesi geniali atte a ptenziare le capacità gestinali anche di mdesti peratri. Per andare sul sciale citiam il sistema famigliare nel quale la parti sn i singli cmpnenti e le relazini sn le varie dinamiche che si stabiliscn tra le parti. Quest sistema ggi, cme ben sappiam, sta subend dei mutamenti ntevli. Esaurit il vecchi mdell piramidale cstituit dalla famiglia patriarcale, siam passati per mdelli di micr-famiglia, mdelli sstanzialmente in crisi per le richieste sempre più pressanti prvenienti dal mercat del lavr e cn tendenze vers mdelli più ampi cme quelli cnnessi cn il cncett di famiglia allargata, cncett che trva ancra delle frme di reazine cnflittuali. Prbabilmente un attenta analisi della stria e della evluzine del cncett di famiglia, ptrebbe prtarci ad una cmprensine più cnsapevle, almen di quelle che sarann le priezini per il futur. Un prblema che emerge è quell

5 dell assistenza degli anziani, la cui età media è in crescita cn tendenza ad essere abbastanza elevata, mentre la micr famiglia manifesta difficltà ntevli a cndurre, senza sacrifici imprpnibili, frme di assistenza adeguate. Da un punt di vista delle astrazini dalla realtà un sistema viene riguardat cme una scatla nera dtata di inputs e utputs. La scatla nera pu essere riguardata cme un insieme di blcchi, gnun dei quali sia una scatla nera, per evidenziare maggirmente il funzinament relazinale tra le parti/blcchi piuttst che il cntenut delle parti stesse. Il livell di astrazine dipende dall scp dell indagine che si vule effettuare e dagli intervalli di spazi e temp che si cnsideran. Il livell di astrazine di un sistema prende il nme di livell di risluzine ed è fndamentale, per la cstruzine del mdell di sistema sul quale effettivamente perare. Da un punt di vista glbale e in una fase iniziale vi sn gli input e gli utput del sistema-scatla nera. Aumentand la risluzine il mdell generale di scatla chiusa si apre, si rislve nell esame dei blcchi che cmpngn il sistema e alle mutue relazini tra i blcchi. In una successiva e più apprfndita risluzine ciascun blcc è suscettibile ad essere studiat, a sua vlta, cme un sttsistema e da ess pssn astrarsi nuve relazini anche da prtare all estern. Scp dei mdelli e di dare rappresentazini a vlte semplificate, a vlte fedeli, altre parziali per evidenziare gli aspetti significativi in funzine degli biettivi. Ancra può capitare che due sistemi riferiti a cntesti cmpletamente differenti si cmprtin e funzinin nell stess md. Si dice allra che i due sistemi sn ismrfi analghi e queste analgie vengn evidenziate all scp di trasprtare delle idee da un ggett di indagine all altr. Quand quest fenmen si stabilisce si dice che i due mdelli esercitan un azine di risnanza, nel sens che gni sistema riesce a vivificare l altr di nuve prblematiche. La Teria dei Sistemi si può pensare cme ben presente in tutte quelle attività che pssn essere classificate cme sistemi di calizini.

6 In un sistema cstituit da una pplazine nella quali gni singl individu ha un valre, può essere cnveniente che alcuni sttgruppi si cstituiscan in calizini all scp di ttenere, tutti assieme, un valre di grupp, superire a quell che sarebbe la smma dei valri dei singli cmpnenti. Una tale calizine si dice allra calizine vincente. aturalmente se la pplazine ha numeri enrmi cme nel cas di pplazini bilgiche le stime sui singli hann carattere del tutt aleatri e statistic, ccrrn iptesi frti per gestire mdelli sstanzialmente nn deterministici e legati alla cultura dell incert. n csì se la pplazine ricade in elenchi di facile gestine infrmatica. Senza terizzare mlt pssiam dire che è la stragrande maggiranza delle strutture ad essere rganizzate in tal md, da grandi Enti cme Regini e Cmuni, ma anche Università e ASL, assciazini di categria e strutture ve vi sn aree di cmpetenza, interazini tra aree, dinamiche tra le persne e cn gli utenti, tutti grandi sistemi dve la cmplessità e un aspett da apprfndire e valutare. Aspetti sui quali nn mi pss sffermare, ma di imprtanza ntevle, in relazine ai sistemi sn: 2. Mdelli Quand si vule studiare un sistema, in quant entità cmplessa, è necessari usare un mdell, più men semplificat, ma cmunque capace di evidenziarne gli aspetti significativi in relazine al cntest in cui viene pst ed esaminat. Quand il mdell frnisce una rappresentazine fedele del sistema, pur se in scala ridtta, ess viene definit mdell analgic. Viceversa, quand la realtà viene rappresentata cn mdelli astratti, questi vengn definiti simblici. Pertant si definiscn simbliche quelle mdellazini che descrivn i sistemi cme insiemi di relazini matematiche. Parimenti sn simblici i grafi, i diagrammi.

7 2.1 Il cncett di mdell matematic Per mdell matematic di un sistema si intende una struttura astratta, slitamente un insieme di equazini, in grad di descrivere cn sufficiente accuratezza il cmprtament di un dat prcess, ciè del sistema dinamic reale in esame. Il grad di cmplessità del mdell matematic in termini di numer, grad e frma delle equazini, deriva dal giust cmprmess fra l esigenza di riprdurre il più fedelmente pssibile il prcess reale e quella di essere sufficientemente semplice nell impstazine e nella risluzine da permetterne la più ampia utilizzazine. n sl, ma il livell di apprssimazine( di incertezza) del mdell deve cndizinare gni mdell successiv piché risulterebbe inutile l us di tecniche dettagliate ltre l incertezza del mdell stess. Un insieme di relazini matematiche, che lega le diverse grandezze di un sistema rappresenta un mdell astratt le cui variabili pssn essere suddivise in quattr categrie fndamentali : grandezze d ingress maniplabili ( a ) grandezze d ingress nn maniplabili ( b ) grandezze d uscita primarie ( c ) grandezze d uscita primarie ( d ) Le grandezze d ingress maniplabili sn accessibili e pssn essere usate per il cntrll del sistema, mentre quelle nn maniplabili cstituiscn i disturbi agenti sul sistema stess. Queste variabili hann un andament casuale e incntrllabile e cndizinan in md imprevedibile il cmprtament del sistema. Il mdell matematic può essere quindi espress in frma grafica mediante l us di un schema a blcchi cme qui indicat ( fig.1). b sistema ( fig.1)

8 a c d Il sistema è rappresentat da un rettangl cn delle variabili in entrata e in uscita. Le frecce in entrata rappresentan gli ingressi cié le sllecitazini frnite al sistema,mentre le quelle in uscita rappresentan le grandezze che varian nel sistema in funzine degli ingressi. Il sistema viene rappresentat da un blcc piché nn interessa cm è fatt ciè l aspett strutturale, ma interessa piuttst il su cmprtament, i legami tra ingress e uscita ssia l aspett funzinale. Sugli schemi a blcchi sn definite delle particlari perazini che permettn di esprimere il md di perare dei sistemi sessi. 2.3 Classificazine dei mdelli matematici La natura di un mdell matematic è strettamente cnnessa cn le caratteristiche del sistema in studi e del grad di apprssimazine cn il quale l si vule rappresentare. Appare quindi evidente che i mdelli pssn essere classificati in funzine delle lr caratteristiche principali, si hann csì: Mdelli lineari e nn lineari Mdelli statici e dinamici Mdelli cntinui e discreti

9 Un mdell si dice lineare se è applicabile il principi di svrappsizine degli effetti tra le variabili d ingress e quelle d uscita. In cas cntrari il sistema è classificat del tip nn lineare. Quand le relazini che legan le variabili d ingress e quelle d uscita sn lineari (algebriche) il mdell è dett static.se invece la natura delle relazini fra le variabili e di tip derivat (equazini differenziali) il mdell si dice dinamic. Infine un mdell si dice cntinu discret a secnda che la variabile indipendente temp venga fatta variare cn cntinuità in md discret. 2.4 La cstruzine del mdell matematic La frmulazine matematica del prcess, ssia la sua traduzine nel crrispndente mdell matematic, cstituisce il ver fulcr del prblema, in quant è evidente che l individuazine di un errat mdell matematic di descrizine ltre ad nn avere utilità, induce ad una falsa cmprensine del sistema reale in esame cn le vvie cnseguenze in termini di analisi dei risultati. E quant mai imprtante, quindi, riuscire a rappresentare i sistemi attravers mdelli crretti ed in tal sens è utile ricrdare che la lr cstruzine avviene slitamente attravers due fasi, che nn si escludn ma che, anzi, si devn integrare per pter giungere a risultati significativi. Ci si riferisce in particlare al prcediment analitic e al prcediment sperimentale. Il prim, dett anche dall intern del sistema, cnsiste nell analisi accurata del sistema stess e nella sua suddivisine in sttsistemi, tali che l individuazine dei lr principi di funzinament sia più agevle e cmunque sian rappresentativi nel lr insieme dell schema prcedurale del sistema principale. ella fase seguente, pi, è necessari tradurre tali principi di funzinament nelle relazini matematiche che megli li descrivn ed elabrarli per giungere a risultati quantitativi.

10 Il prcediment sperimentale, dett anche dall estern del sistema, cnsiste nella ricerca di un pprtun mdell capace di restituire rispste simili a quelle generate dal sistema reale se gli vengn frniti alcuni dati in ingress. Quest prcediment si sviluppa attravers la Simulazine di una certa struttura matematica. I simulatri circuitali, derivanti dall analgia che può realizzarsi fra il sistema stess ed il circuit elettric equivalente, cnsentn di predire in maniera mlt precisa il funzinament del sistema, frnend infrmazini a vlte impssibili da ttenere cn misure dirette di labratri. Per definire la simulazine, è necessari cstruire un prgramma infrmatic la cui realizzazine è subrdinata alla frmulazine delle equazini circuitali ed alla realizzazine di algritmi per la lr sluzine Mdellazine dei sistemi dinamici cntinui Si cnsideri il sistema meccanic rappresentat in Figura 2, cstituit da un crp rigid di massa m che scrre su un pian senza attrit, che è ancrat, tramite una mlla di rigidezza K, ad una parete. Il crp è assggettat all azine di una frza esterna F.

11 Il mdell matematic, dett mdell dinamic nell spazi di stat, in grad di descrivere il mt del crp, ed in particlare la traiettria seguita dal centr di massa, è ricavabili impnend l equilibri, mediante il seguente sistema di equazini lineari del prim rdine: x 1 = x 2 x = (-k/m) x1 2 + (1/m) F(t) essend: x 1 (t) = x(t) la psizine della massa rispett a quella di rips, x 2 (t) = v(t) velcità della massa Quest mdell dinamic viene in genere descritt in md cmpatt, tramite la frma matriciale. Più precisamente, indicat cn x = [x 1 x 2 ] T il vettre di stat e cn F,g,h le seguenti matrici 0 F = k / m 1 g 0 g = 1/ m h = [ 10] il mdell che descrive il cmprtament della variabile di interesse può essere pst nella frma: x = Fx + gu y = hx La secnda equazine descrive il legame tra la variabile di interesse, detta funzine di uscita, e l stat del sistema. Fra i mdelli a temp cntinu è pprtun,anche brevemente, ricrdare il sistema eclgic preda-predatre di Vlterra-Ltka ed un mdell dell apparat cardi-circlatri uman. Il cmprtament di un sistema eclgic, cn una specie preda e l altra specie predatre,può essere descritt da una cppia di equazini differenziali Indicand cn x 1 il livell di pplazine,ciè il numer di individui,suppst cntinu, della specie preda

12 x 2 il livell della specie predatre, allra la cppia di equaziniche descrive il mdell è: x1 = ax - bx x 1 x2 = cx1 x2 + dx2 dve i parametri a, b, c e d sn tutti psitivi. Facend delle semplici cnsiderazini qualitative si vede che: per x 2 = 0 si ha una crescita delle prede tass di crescita pari ad a. per x 1 = 0 il livell dei predatri decresce cn tass d per x 1 x 2 0 ciè le specie sn presenti entrambe, il numer di prede decresce in funzine del numer di incntri preda-predatre, (-bx 1 x 2 ) ed il numer di predatri cresce in funzine del numer di incntri preda-predatre, (dx 1 x 2 ). Per simulare l apparat cardi-circlatri uman sn stati prpsti vari mdelli, di cmplessità ed accuratezza diversa. Partend da cnsiderazini di meccanica dei fluidi, la struttura del mdell è definita, di slit, facend ricrs ad analgie elettriche. Un mdell, dett mdell ad elastanza variabile, di us mlt frequente per la descrizine semplificata del sistema circlatri, che tiene cnt sl del ventricl sinistr e del caric arteris, cstituisce un sistema nn lineare, in quant sn presenti dei didi usati per mdellare le valvle mitrale e quella dell arta. Secnd tale mdell, il vlume VLV e la pressine interna PLV del ventricl sn legati dalla relazine: PLV (t) = PL0 + (VLV (t) -VL0 )E(t) + R VLV (t) in cui E(t), variabile nel temp in md peridic, cn perid pari a quell cardiac,è il parametr che descrive le capacità elastiche del muscl, PL0 e VL0 sn delle cstanti che rappresentan i parametri di traslazine. Ricrrend alla seguente analgia elettrica: differenza di pressine differenza di ptenziale) 1 2

13 prtata crrente, si ricava induttanza idraulica induttanza elettrica area della sezine retta capacità resistenza idraulica resistenza elettrica ne cnsegue che il vettre di stat del sistema è cstituit da: QL =fluss attravers l induttanza di caric Lc Lc =inertanza del sangue in arta P1= tensine ai capi del cndensatre Ca Ca = cmplianza arterisa VLV =vlume del ventricl che ne descrive l stat intern. La scelta delle variabile di uscita del mdell, sn : la pressine in ventricl, PLV, la pressine in arta, PA, il fluss in uscita dal ventricl. Le grandezze esterne che influenzan il cmprtament del sistema, sn :il parametr di traslazine PL0 per VL0=0 pressine media nel cicl in atri Pmc. Stt tali cndizini, il cmpless sistema di equazini che descrive l apparat in esame diviene: d 1 1 RTP Rc E ( t ) = P1 + Q L + V LV + C A C A C A C A P dt + P L0 QL d dt R = L c Rc (R P1 + L c 1) Q L Rc E( t ) + V L L R + L c P L0 V d Rid - ir 1RcR P1 Q R R R LV = L dt id id c ie( t ) E( t ) + (1 R )) R ( id +

14 ) ) ( Q Q L 1 LV L L c P V t E R P = LO c VL C L C C c P R V t E R Q R R P R ) ) ( ) ( ) ( 1 P 2 1 A = LO c VL L C P R V t E R Q RR RP ) ( 1 ) ( 1 ) ( P 2 1 LV + = Il suddetta sistema di equazini è stat ricavat dal circuit elettric equivalente al sistema cardicirclatri e ripr-tat in figura 3: fig Mdellazine dei sistemi dinamici temp discret Un tipic esempi di sistema a temp discret `e cstituit dal mdell dinamic di un magazzin. Indicand il livell della merce presente nel magazzin all inizi di un fissat intervall di temp cn Z t y ) ( e suppnend che gli rdini per il rifrniment del magazzin sian inviati al

15 frnitre all inizi del perid cnsiderat, ciè all inizi del t-esim perid di temp, e che il frnitre cnsegni nell arc di temp tra l inizi e la fine del perid t-esim la merce rdinata all inizi del perid t 1. Indichiam cme funsini d ingress del sistema u(t) la quantità rdinata v(t) la merce cnsegnata ai clienti durante il perid t. y(t)la funzine di uscita si vul cnscere livell della merce nel magazzin. Stt tali cndizini il legame tra le varie grandezze è espress dalla seguente equazine alle differenze finite del secnd rdine y(t + 1) = y(t) + u(t -1)- v(t) Una pssibile scelta delle variabili di stat `e: x x1 (t) = y(t), x2 (t) = u(t - 1) quindi si ha x (t + 1) = x (t) + x (t) - v(t) 1 x (t + 1) = u(t) 2 y(t) = x (t) Indicand cn F,g,h le seguenti matrici F = = 0 0 g h = [ 10] 1 il mdell che descrive il cmprtament della variabile di interesse può essere pst nella frma: x(t + 1) = Fx(t) + gu(t) y(t) = hx(t)

16 Senza entrare nell specific è dvers ricrdare i mdelli stcastici ciè i mdelli di tip nn deterministic in cui l evluzine dell stat dipende anche da fenmeni descrivibili sl in termini prbabilistici. Fra questi ricrdiam i mdelli usati per l analisi di sicurezza degli impianti industriali ad alt rischi. Un altr insieme di sistemi dinamici a temp discret di grande interesse, è quell cstituit dagli algritmi iterativi per il calcl numeric. Per studiare il cmprtament lgic di un sistema sn utili altri mdelli cme ad esempi le di reti di Petri. 3.Sistemi dinamici Si cnsideri un sistema, descritt da un particlare mdell matematic, e suddivis in sttsistemi S i descritti dai relativi sttinsiemi di relazini matematiche. Esattamente sia : S={ S 1 S S i.... S n } il sistema cstituit dagli sttsistemi e V ij ={v ij } l insieme delle variabili che descrivn le interazini fra l i-esim ed il j-esim sttsistema. Island il sttsistema S i ed indicand cn V i ={v i }l insieme delle variabili esterne, ciè le variabili che S i ha in cmune cn gli altri sttsistemi S n, allra queste variabili pssn essere suddivise in variabili dipendenti (u i ) ed indipendenti (y i ) ssia V i ={u i,y j } La suddivisine di V i,però, nn può essere arbitraria ed è tale che caratterizza gni sttsistema S i cme ggett rientat. Se si indica cn t la variabile scalare temp tale che : u i =u i (t) e y i =y i (t) ed inltre se il valre delle y i all istante t, nn è univcamente determinat dal valre assunt, nel medesim istante, dalle variabili d ingress u i,allra il sistema si dice dinamic.

17 Per un sistema dinamic è pssibile determinare la sua evluzine su un determinat intervall di temp [ô,t) mediante la funzine y( t ) = η[ t, τ, x( τ ), u(.) ] per gni t > ô (1) in cui : - y(t) rappresenta il valre assunt dall uscita in un cert istante t, che per il principi di causalità a cui necessariamente deve essere sggett il mdell, dipende sltant dalle variabili d ingress. - x(ô) è il valre assunt dalle altre variabili del sistema (di stat) - u(.) =u[ô,t) - ç rappresenta la funzine di transizine dell uscita In generale la funzine η [ t, τ, x( τ ), u(.) ] è la rappresentazine esplicita in uscita, a partire a partire dalla cndizine iniziale x(ô) all istante ô,stt l effett della sequenza d ingress u(.). el cas in cui t = τ si ha : [ t, t, x( t ), u( t )] g[ x( t ), u( t t] y ( t ) =η = ), (2) A questa equazine detta dell uscita ciè capace di descrivere l evluzine del sistema, ccrre abbinare un equazine che rappresenti l evluzine dell stat nel generic intervall[ τ,t], ciè che cnsenta di determinare x (t ) cme funzine di t, τ, x( t ) e l andament di u sull intervall da τ a t. Tale equazine è frmalmente csì identificabile: [ t, τ, x( t ), (.)] x( t ) = ϕ u in cui la funzine ϕ è detta funzine di transizine dell stat ed gni equazine capace di descrivere ö è detta equazine di stat.

18 3.1. Frma cannica dei sistemi dinamici a dimensini finite Generalmente nei sistemi a temp cntinu, la funzine di transizine dell stat è descritta da un insieme finit di equazini differenziali rdinarie; in tal cas la variabile di stat si evlve in un spazi vettriale n-dimensinale cn n-finit e di cnseguenza anche il sistema dinamic si dice che è n-dimensinale. L equazine vettriale di stat sarà del tip: n dve, per gni t, x r ( t ) R e r r r x &( t ) = f ), u r ( t ) [ x( t t] La funzine f r,inltre,dvrà essere sufficientemente reglare in md che per gni valre iniziale ammissibile della variabile x r, la sluzine esista e sia unica. el cas di sistemi dinamici a temp discret, invece, la frma nrmale dell equazine vettriale di stat è la seguente: R r r r r x ( t + 1) = f ), m. [ x( t ), u( t t] In gni cas, cmunque, l equazine di uscita è del tip: r r r y ( t ) = g ), [ x( t ), u( t t] p dve per gni t, y r ( t ) R. Da quant spra deriva che un sistema dinamic a dimensine finita in frma nrmale è: r r r r r r - invariante nel temp, se le funzini f ( x, u,.) e g( x, u,.) sn cstanti per gni x r e u r, ciè se sn indipendenti dal temp qualsiasi valre assuman.

19 r r r - Peridic ( di perid T ) se le funzini f ( x, u,.) e r r r g( x, u,.) sn peridiche di perid T. - Dinamic in sens prpri se la funzine g r ( x r, t, ) è cstante per gni x r e t ;ciè se è indipendente da u r, qualunque sia il valre di x r e di t. r r - Liber se le funzini f ( x, t, ) e g r ( x r, t, ) sn cstanti per gni x r e t.è da evidenziare che può essere ricndtt al cas di sistema dinamic liber quell in cui u r ha un sl andament ammissibile, ciè u r (.), infatti basta prre per gni t : r r r f ( x, t ) = f ), r r [ x, u( t t] r r r r r e g ( x, t ) g[ x, u( t ), t] =, e di cnsiderare quindi il sistema definit tramite le equazini di stat e di uscita dalle funzini f r e g r ; - autnm se è liber ed invariante nel temp ciè se le funzini f r e g r e sn cstanti per gni x r. - Lineare se le funzini f r (.,.,t ) e g r (.,.,t ) sn lineari per gni t, ciè se - r r r r r r r r r r f ( x, u, t ) = F( t ) x + G( t ) u, g( x, u, t ) = H( t ) x + K( t ) u dve F è la matrice dinamica G è la matrice d ingress H è la matrice d uscita

20 K è la matrice diretta. In relazine alle caratteristiche di tali matrici il sistema si definisce: 1) invariante nel temp, se dette matrici sn tutte cstanti 2) peridic, se dette matrici sn peridiche 3) dinamic in sens prpri, se K =0 4) liber, se K=G=0 5) autnm, se K=G=0 ed F e H sn cstanti Evluzine dell stat e stabilità dei sistemi dinamici L evluzine dell stat di un sistema è definita attravers la sua funzine di transizine che ci cnsente di determinare il valre assunt a gni istante t dall stat x r, a partire da un valre iniziale σ r, stt l azine di un ingress u r (.), sull intervall di temp [ τ,t]. La funzine x(.) = ϕ[., τ, σ, u(.) ] è il mviment di x r, prdtt da u (.), a partire all istante τ da σ r. Una delle nzini fndamentali per l studi dell evluzine dell stat del sistema è quella di stabilità. Per stabilità, facend riferiment a quella relativa al mt, si indica in genere l attitudine di un sistema dinamic a reagire cn variazini limitate del mt delle rispste a perturbazini dell stat iniziale dell ingress. r n Definizine 1. Pnend per gni δσ r R, le seguenti cndizini r rr r rr r x( t, δ σ ) = ϕ[ t, τ, σ + δσ, u(.) ] rr rr r rr r δ x( t, δσ ) = x( t, δσ ) x( t ) rr r r indicand ciè cn δ x (., δσ ) la perturbazine prdtta da una r variazineδσ r dell stat iniziale ed indicand cn z r la nrma euclidea di z r, si avrà che il mviment x r (.) è :

21 stabile se, per gni ε > 0 esiste una quantità δ ( ε ) > 0 tale r che per gni δσ r minre di nrma di δ ( ε ), risulta rr r r δ x ( t, δσ ) < ε, per gni t ; asintticamente stabile se risulta inltre rr r r lim δ x ( t, δσ ) = 0 t peridic di perid T se per gni t si ha r r x( t + T ) = x( t ) instabile, se x r (.) nn è stabile. Definizine 2. Si chiama traiettria il percrs descritt, al variare di t, dal punt x r ( t ) nell spazi di stat. Diciam che la traiettria crrispndente al mviment x r (.) è stabile se per gni ε > 0, esiste r δ ( ε ) > 0 tale che per gni t ' > τ e per gni δσ r minre in nrma di r r δ ( ε ), è pssibile determinare t ' ' ( t', δ σ ) > τ in md che risulti r r r r r r x( t' ' ( t', δ σ ), δσ ) x( t' ) < ε. Definizine 3. Dat un andament u r (.) [, ) dell ingress sull intervall τ, si dice che x r è un stat di equilibri, crrispndente a u r (.), r r r da τ in pi, se ϕ [ t,τ, x, u(.) ] = x, per gni t > τ, ciè se dà rigine ad un mviment cstante. Piché il mviment può essere stabile, instabile asintticamente stabile anche il crrispndente stat di equilibri si dirà che stat di equilibri stabile, instabile asintticamente stabile. La traiettria crrispndente ad un mviment cstante è un unic punt che si identifica prpri cn l stat di equilibri stess.

22 Bibligrafia [1]. R.E. KALMA, P.L. FALB e M.A.ARBIB, Tpics in mathematical systems thery, Mc Graw-Hill, ew Yrk, 1969 [2]. D. LUEMBERGER, Intrductin t dinamic systems, Wiley, ew Yrk, 1979 [3]. T. KAILATH, Linear systems, Prentice-Hall Englewd Cliffs, 1980 [4]. G. MARRO, Teria dei sistemi, Patrn, Blgna,1975 [5]. L.A. ZADEH e C.A. DESOER, Linear system thery, McGraw- Hill,Yrk, 1963 [6]. A.RUBERTI e A. ISIDORI, Teria dei sistemi, Bringhieri, Trin1979 [7]. S.P. BAKS Mathematical theries f nnlinear systems, Prentice-Hall, Englewd Cliffs, 1988 [8]. S. RIALDI, Teria dei sistemi, CLUP, Milan, 1973 [9]. P.H. STARKE, Abstract autmata, rth-hlland, Amsterdam, 1972 [10]. R. DE CARLO e R. SAEKS, Interamnecred dynamical systems, Dekker, ew Yrk, 1981 [11]. H. ICHOLSO, Structure f intercnnected systems, Peter Peregrinus, Stevenage, 1978 [12]. J.M. HOLTZMA, nlinear system thery, Prentice-Hall, Englewd Cliffs, 1970 [13]. M.K. SAI, Intrductin t algebraic systems thery, Academic Press, ew Yrk, 1981 [14]. A. ISIDORI. nlinear cntrl systems, Springer, Berlin, 1985

CURRICOLO DI MATEMATICA della scuola primaria

CURRICOLO DI MATEMATICA della scuola primaria ISTITUTO COMPRENSIVO CASALPUSTERLENGO (Ldi) CURRICOLO DI MATEMATICA della scula primaria CURRICOLO DI MATEMATICA al termine della classe prima della scula primaria...2 CURRICOLO DI MATEMATICA al termine

Dettagli

Obiettivo. Dal problema al risultato Algoritmo. Imparare a PROGRAMMARE

Obiettivo. Dal problema al risultato Algoritmo. Imparare a PROGRAMMARE Obiettiv Imparare a PROGRAMMARE LA PROGRAMMAZIONE: Algritmi e prgrammi Imparare a cstruire PROGRAMMI che permettan, tramite l us di cmputer, di rislvere prblemi di divers tip. Prblema Dal prblema al risultat

Dettagli

MATEMATICA - CLASSE I. Obiettivi minimi di apprendimento matematica I. Competenze

MATEMATICA - CLASSE I. Obiettivi minimi di apprendimento matematica I. Competenze - CLASSE I Cmpetenze MATEMATICA Nucle tematic: il numer Utilizzare le tecniche e le prcedure del calcl aritmetic in N, rappresentandle anche in frma grafica. Rislvere i prblemi facend us delle perazini

Dettagli

10 suggerimenti per utilizzare PowerPoint per presentazioni brillanti

10 suggerimenti per utilizzare PowerPoint per presentazioni brillanti 10 suggerimenti per utilizzare PwerPint per presentazini brillanti 1. Prirità dell'biettiv sttlineata da materiale cnvincente Da un cert punt di vista, la facilità di impieg di PwerPint ptrebbe trasfrmarsi

Dettagli

Appendice 1 Elementi di elettrotecnica

Appendice 1 Elementi di elettrotecnica Appendice Elementi di elettrtecnica ntrduzine Questa appendice ha l scp di richiamare alcuni cncetti fndamentali di elettrtecnica, necessari per un adeguat sstegn al crs di elettrnica. prerequisiti indispensabili

Dettagli

LOGO DELL'ISTITUTO. QUESTIONARIO INFORMATIVO - Passaggio di informazioni da Scuola a Scuola. Scuola di Provenienza Classe. Scuola Accogliente Classe

LOGO DELL'ISTITUTO. QUESTIONARIO INFORMATIVO - Passaggio di informazioni da Scuola a Scuola. Scuola di Provenienza Classe. Scuola Accogliente Classe LOGO DELL'ISTITUTO QUESTIONARIO INFORMATIVO - Passaggi di infrmazini da Scula a Scula Scula di Prvenienza Classe Scula Accgliente Classe ALUNNO/A _ A.s. / (Da cmpilare a cura delle insegnanti di classe

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE P.ALDI - GROSSETO SEZIONE LICEO SCIENTIFICO

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE P.ALDI - GROSSETO SEZIONE LICEO SCIENTIFICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE P.ALDI - GROSSETO SEZIONE LICEO SCIENTIFICO PROGRAMMAZIONE CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2013/2014 MATERIA: MATEMATICA ED INFORMATICA Test: MATEMATICA.BLU vl.1 Autri :BERGAMINI-TRIFONE-BAROZZI

Dettagli

Classificazioni dei linguaggi di programmazione

Classificazioni dei linguaggi di programmazione Il Sftware (prgrammi) può essere classificat cme: di sistema di base (Sistema Operativ, cmpilatri,, interpreti 1 ) prgrammi applicativi (editr di test, fgli elettrnici, data base.) linguaggi di prgrammazine

Dettagli

La tecnica FMEA di prodotto

La tecnica FMEA di prodotto ISI MANUALE PER CORSI QUALITÀ dispensa data mdifica del livell Q-052 01.01.1996 0 01.01.1996 BLU La tecnica FMEA di prdtt MANUALE DI UTILIZZO ISI La tecnica FMEA di prdtt pagina 2 di 10 1.0 Intrduzine

Dettagli

DataCubex Business Intelligence. Soluzioni del futuro

DataCubex Business Intelligence. Soluzioni del futuro DataCubex Business Intelligence Sluzini del futur pagina 2 Intrduzine L analisi OLAP (On Line Analytical Prcessing) è un insieme di tecniche sftware utilizzate per analizzare velcemente grandi quantità

Dettagli

Scuola secondaria di 1 grado F. Malaguti Valsamoggia Anno scolastico 2014/2015 Programmazione per competenze Curricolo classi prime -tecnologia

Scuola secondaria di 1 grado F. Malaguti Valsamoggia Anno scolastico 2014/2015 Programmazione per competenze Curricolo classi prime -tecnologia Scula secndaria di 1 grad F. Malaguti Valsamggia Ann sclastic 2014/2015 Prgrammazine per cmpetenze Curricl classi prime -tecnlgia Traguardi per l svilupp delle cmpetenze al termine della scula secndaria

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Cmune Uffici: Relazini cn il Pubblic Servizi: Assistenza Dmiciliare INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER

Dettagli

SALUTE GLOBALE ED EQUITA' IN SALUTE

SALUTE GLOBALE ED EQUITA' IN SALUTE SALUTE GLOBALE ED EQUITA' IN SALUTE GLI STRUMENTI DELL'OPERATORE SANITARIO PER LA TUTELA DELLA SALUTE, DI TUTTI Nel 2008 l OMS ha presentat i lavri cnclusivi della Cmmissine sui Determinanti Sciali di

Dettagli

SenTaClAus Sentiment Tagging & Clustering Analysis on web & social contents

SenTaClAus Sentiment Tagging & Clustering Analysis on web & social contents Via Marche 10 56123 Pisa Phne +39.050.552574 Fax +39.1782239361 inf@netseven.it - www.netseven.it P.IVA 01577590506 REGIONE TOSCANA POR CReO FESR 2007 2013 LINEA D INTERVENTO 1.5.a - 1.6 BANDO UNICO R&S

Dettagli

Il metodo Zugeer Sabrina Tonielli Zugeer 05/01/2011

Il metodo Zugeer Sabrina Tonielli Zugeer 05/01/2011 Il metd Zugeer Sabrina Tnielli Zugeer 05/01/2011 IL METODO ZUGEER Il metd Zugeer Pag. 2 INDICE 1. COME E NATA L IDEA... 4 2. IL METODO... 4 3. PERCHE ZUGEER... 4 4. IN COSA CONSISTE... 5 5. LE REGOLE...

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Comune. Ufficio: Servizi sociali

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Comune. Ufficio: Servizi sociali CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Cmune Uffici: Servizi sciali Servizi: Centr sciale terza età INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER SATISFACTION...

Dettagli

PROGETTO RECUPERO DELLE DIFFICOLTA DI LETTURA E SCRITTURA

PROGETTO RECUPERO DELLE DIFFICOLTA DI LETTURA E SCRITTURA ann sclastic 2007-2008 PROGETTO RECUPERO DELLE DIFFICOLTA DI LETTURA E SCRITTURA Scula Media classi Prime, Secnde e Terze (applicazine del Metd FEUERSTEIN) 1 MOTIVAZIONE E BISOGNI Il Cllegi dei Dcenti,

Dettagli

LICEO STATALE Carlo Montanari Scienze Umane - Scienze Umane Economico Sociale Musicale

LICEO STATALE Carlo Montanari Scienze Umane - Scienze Umane Economico Sociale Musicale LICEO STATALE Carl Mntanari Scienze Umane - Scienze Umane Ecnmic Sciale Musicale Vicl Stimate n. 4 Tel. 045/8007311 Fax 045/8030091 37122 VERONA E-mail: inf@licemntanari.it C.F. 80011840230 Sit web: www.licemntanari.it

Dettagli

FORMAZIONE IN HOUSE : Acquisti, Logistica, Trasporti, Commercio Internazionale

FORMAZIONE IN HOUSE : Acquisti, Logistica, Trasporti, Commercio Internazionale FORMAZIONE IN HOUSE : Acquisti, Lgistica, Trasprti, Cmmerci Internazinale La frmazine rganizzata dal nstr netwrk mira a sddisfare la necessità d apprfndiment dei temi relativi ai temi di Acquisti,Lgistica

Dettagli

LA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA

LA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA LA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA STRUTTURA GENERALE DEI CORSI DI LAUREA E SISTEMA DEI "CREDITI" In base alla rifrma universitaria (D.M. 3.11.99 n. 509) l impegn dell studente (frequenza dei crsi e studi individuale)

Dettagli

Tipo Ente: Trasversale. Ufficio: Servizio Biblioteca. Servizio: Prestito/consultazione

Tipo Ente: Trasversale. Ufficio: Servizio Biblioteca. Servizio: Prestito/consultazione Tip Ente: Trasversale Uffici: Servizi Bibliteca Servizi: Prestit/cnsultazine INDICE Smmari 1 Oggett e cntenuti... 3 1.1 Descrizine del servizi ggett di custmer satisfactin... 4 1.2 Descrizine del prcess

Dettagli

Premessa Gli ISA (International Standard of Auditing)

Premessa Gli ISA (International Standard of Auditing) Revisine dei cnti apprcci al rischi. Di Angel Firi Premessa Gli ISA (Internatinal Standard f Auditing) Gli ISA (Internatinal Standard f Auditing) sn ggi un autrevle quadr di riferiment per l svlgiment

Dettagli

I TRASDUTTORI. Trasduttori Primari. Trasduttori Secondari

I TRASDUTTORI. Trasduttori Primari. Trasduttori Secondari I TRASDUTTORI Un trasduttre ( sensre) è un dispsitiv in grad di rilevare una grandezza fisica di tip qualsiasi (termic, lumins, magnetic, meccanic, chimic, eccetera) e di trasfrmarla in una grandezza di

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA TECNOLOGIA E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Classi 1 ITI A.S. 2014-2015

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA TECNOLOGIA E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Classi 1 ITI A.S. 2014-2015 Impssibile visualizzare l'immagine. La memria del cmputer ptrebbe essere insufficiente per aprire l'immagine ppure l'immagine ptrebbe essere danneggiata. Riavviare il cmputer e aprire di nuv il file. Se

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Asl. Ufficio: Assistenza 118. Servizio: Servizio 118

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Asl. Ufficio: Assistenza 118. Servizio: Servizio 118 CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Asl Uffici: Assistenza 118 Servizi: Servizi 118 INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER SATISFACTION... 4 1.2

Dettagli

3. Economia e società

3. Economia e società Guida mdell Prfil B Catalg degli biettivi di frmazine 3. Ecnmia e scietà Cmpetenze chiave 3.1 Capire i presuppsti dell ecnmia mndiale e cnscere le interazini fra aziende e mnd circstante 3.2 Avere un quadr

Dettagli

Griglia di valutazione della scuola secondaria

Griglia di valutazione della scuola secondaria Griglia di valutazine della scula secndaria Criteri CONOSCENZE COMPETENZE e indicatri desunti dal frmat SAPERE F. Cmunicare G. Individuare cllegamenti e relazini Cnsce i cntenuti in riferiment alle discipline

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Provincia. Ufficio: Centri per l impiego

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Provincia. Ufficio: Centri per l impiego CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Prvincia Uffici: Centri per l impieg Servizi: Supprt alla ricerca del lavr INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER

Dettagli

Nelle ipotesi fatte (popolazione di dimensione infinita), il numero di chiamate offerte assume una distribuzione di Poisson.

Nelle ipotesi fatte (popolazione di dimensione infinita), il numero di chiamate offerte assume una distribuzione di Poisson. Esercizi n 1 Una centralina telefnica per piccl uffici (PBX) sddisfa le richieste di chiamata mediante l impieg di circuiti. Si assuma che le richieste di chiamata arrivin da una pplazine di utenti di

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Comune. Ufficio: Anagrafe. Servizio: Rilascio certificati

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Comune. Ufficio: Anagrafe. Servizio: Rilascio certificati CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Cmune Uffici: Anagrafe Servizi: Rilasci certificati INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER SATISFACTION...

Dettagli

Libro di testo e materiale didattico: Cloud - Piero Gallo, Fabio Salerno Minerva Scuola. Appunti scaricabili dal sito web dell Istituto.

Libro di testo e materiale didattico: Cloud - Piero Gallo, Fabio Salerno Minerva Scuola. Appunti scaricabili dal sito web dell Istituto. Crs di Infrmatica Prgramma svlt nella classe V sez. D Infrmatica ann sclastic 2014/2015 Prf. Enni Ranucci Prf. Margherita Puca (labratri) Finalità: Gestire il prgett e la manutenzine di sistemi infrmativi

Dettagli

Relatori: * Dr. Romeo Di Giuseppe - # Dr. Palmerino Masciotta. Abstract. Introduzione e scopo dello studio. Materiali e Metodi

Relatori: * Dr. Romeo Di Giuseppe - # Dr. Palmerino Masciotta. Abstract. Introduzione e scopo dello studio. Materiali e Metodi La valutazine dei rischi per la sicurezza e per la salute degli peratri di un servizi veterinari: l esperienza della ASL RM B * e della ASL RM C #. Relatri: * Dr. Rme Di Giuseppe - # Dr. Palmerin Mascitta

Dettagli

FATTURA ELETTRONICA PA

FATTURA ELETTRONICA PA Sistema Infrmativ PA FATTURA ELETTRONICA PA IL QUADRO DI RIFERIMENTO L intrduzine della fattura elettrnica è stata avviata cn la Legge n. 244 del 2007, che ne ha intrdtt l bblig, rinviand le mdalità di

Dettagli

Gruppi di Continuità (UPS)

Gruppi di Continuità (UPS) Gruppi di Cntinuità (UPS) Generalità Il grupp di cntinuità frnisce una alimentazine di riserva che supplisce alla mancanza dell alimentazine nrmale, senza alcuna interruzine (n break). Si dicn gruppi rtanti

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI Illuminazine e sicurezza gallerie Ultim aggirnament: 1 nv. 2006 IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti

Dettagli

Studio Frasson. Consulenza di Direzione e Supporto Certificazione Sistemi di Gestione per la Qualità TITOLO. Di Alessio Frasson.

Studio Frasson. Consulenza di Direzione e Supporto Certificazione Sistemi di Gestione per la Qualità TITOLO. Di Alessio Frasson. TITOLO Di Alessi Frassn Cpyright 2008 Pag 1/13 1. MOTIVAZIONE ALL ORIGINE DEL PROGETTO...3 2. ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO DIDATTICO:...5 3. RISULTATI ATTESI...12 4. TEMPI...12 5. RISORSE...13 6. POTENZIALI

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Il Collegio Geometri e Geometri Laureati di Monza e Brianza, nella

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Il Collegio Geometri e Geometri Laureati di Monza e Brianza, nella PROTOCOLLO DI INTESA tra Il Cllegi Gemetri e Gemetri Laureati di Mnza e Brianza, nella persna di Cesare Galbiati, in qualità di Presidente del Cllegi e L Istitut di Istruzine Superire Ezi Vanni di Vimercate,

Dettagli

ISTITUTO DI TERAPIA FAMILIARE DI BOLOGNA Direttore: Tullia Toscani e.mail: info@itfb.it - sito internet: www.itfb.it

ISTITUTO DI TERAPIA FAMILIARE DI BOLOGNA Direttore: Tullia Toscani e.mail: info@itfb.it - sito internet: www.itfb.it CORSO ANNUALE PER PSICOLOGO SCOLASTICO AD ORIENTAMENTO SISTEMICO - RELAZIONALE La psiclgia sclastica è un camp in espansine ed il settre sclastic rappresenta un degli ambit disciplinari che nei prssimi

Dettagli

Carta dei Servizi. educativi e amministrativi del 3 circolo didattico di Adrano

Carta dei Servizi. educativi e amministrativi del 3 circolo didattico di Adrano DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO San Nicl Pliti Via dei Diritti del Fanciull, 45 95031 - ADRANO (CT) Tel. 095/7695676 - Fax 095/7602241 Cd. Meccangrafic: CTEE09000V Cdice fiscale 93067380878 email

Dettagli

ASILO NIDO LA CORTE DEI BAMBINI

ASILO NIDO LA CORTE DEI BAMBINI ASILO NIDO LA CORTE DEI BAMBINI L Asil Nid La Crte dei Bambini ffre ai genitri e bambini accglienza e asclt cn una particlare attenzine ai bisgni persnali di crescita e di svilupp individuali. Pensa al

Dettagli

, progettati e realizzati in loco ricorrendo alle risorse umane presenti nelle strutture d Ateneo

, progettati e realizzati in loco ricorrendo alle risorse umane presenti nelle strutture d Ateneo PROGETTO FORMATIVO COMUNICAZIONE EFFICACE E GESTIONE DEL CONFLITTO NEL FRONT-OFFICE PREMESSA L rientament al cliente è una prergativa indispensabile per la crescita e la cmpetitività di un rganizzazine

Dettagli

Mon Ami 3000. Gestione della packing list

Mon Ami 3000. Gestione della packing list Prerequisiti Mn Ami 3000 Packing list Gestine della packing list L pzine Packing list è dispnibile per le versini Azienda Light e Azienda Pr. Intrduzine L'pzine Packing list cnsente di velcizzare la gestine

Dettagli

SenTaClAus - Sentiment Tagging & Clustering Analysis on web & social contents

SenTaClAus - Sentiment Tagging & Clustering Analysis on web & social contents Via Marche 10 56123 Pisa Phne +39.050.552574 Fax +39.1782239361 inf@netseven.it - www.netseven.it P.IVA 01577590506 REGIONE TOSCANA POR CReO FESR 2007 2013 LINEA D INTERVENTO 1.5.a - 1.6 BANDO UNICO R&S

Dettagli

Relazione sulle Fuel Cells Robin%Dallimore%Mallaby% %Giuseppina%De%Bona% %Andrea%De%Nigris% %Fabio%Fabbris% Aldo %Tommaso%Grimaldi

Relazione sulle Fuel Cells Robin%Dallimore%Mallaby% %Giuseppina%De%Bona% %Andrea%De%Nigris% %Fabio%Fabbris% Aldo %Tommaso%Grimaldi Crs%di%Labratri%di%Energetica,%Ann%accademic%2012/13 Relazine sulle Fuel Cells Rbin%Dallimre%Mallaby% %Giuseppina%De%Bna% %Andrea%De%Nigris% %Fabi%Fabbris% Ald %Tmmas%Grimaldi Intrduzine Scp dell esperiment

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Trasversale. Servizio: Valutazione Sito internet

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Trasversale. Servizio: Valutazione Sito internet CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Trasversale Servizi: Valutazine Sit internet INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER SATISFACTION... 4 1.2 DESCRIZIONE

Dettagli

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni Rendiam prduttive le riunini Per prgettare un mdell di scula: un apprcci culturale e filsfic un elabrazine pedaggica una prgettazine didattica frti cnscenze disciplinari L autnmia è: respnsabilità innvazine

Dettagli

E.C.M. Educazione Continua in Medicina. Servizi web. Manuale utente

E.C.M. Educazione Continua in Medicina. Servizi web. Manuale utente E.C.M. Educazine Cntinua in Medicina Servizi web Manuale utente Versine 1.0 maggi 2015 E.C.M. Servizi web: invi autmatic Indice 2 eventi e pian frmativ Indice Revisini 3 1. Intrduzine 4 2. 5 2.1 Verifica

Dettagli

RIEPILOGO CALCOLO DI RISCHIO PER AREE DI ATTIVITÀ* SECONDO LE RETTIFICHE APPORTATE

RIEPILOGO CALCOLO DI RISCHIO PER AREE DI ATTIVITÀ* SECONDO LE RETTIFICHE APPORTATE RIEPILOGO CALCOLO DI RISCHIO PER AREE DI ATTIVITÀ* SECONDO LE RETTIFICHE APPORTATE DAL DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DA CUI SI EVINCE L'INVARIANZA DEL LIVELLO DI RISCHIO (bass- medi - alt) M0NITORAT0

Dettagli

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: Via Mranti, 4 Castelnv né mnti INDIRIZZO: Servizi sci sanitari DOCENTE: Liguri Tiziana CLASSE: 2^E MATERIA DI INSEGNAMENTO: Metdlgie perative LIVELLI DI PARTENZA

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI Via Tirandi n. 3-25128 BRESCIA tel. 030/307332-393363 - fax 030/303379 www.abba-ballini.it email: inf@abba-ballini.it DIPARTIMENTO DI INFORMATICA Attività

Dettagli

WAS Monitoring Valutazione rischio Work organization

WAS Monitoring Valutazione rischio Work organization Mnitring Valutazine rischi Wrk rganizatin Premessa In base ai dcumenti dell WHO(OMS), alle linee guida eurpee, all Accrd Eurpe del 2004 sull stress lavr crrelat e in base al dcument ICF dell OMS 2001 che

Dettagli

A.S. 2012/2013 Scheda illustrativa progetti ALLA SCOPERTA DEL MIO PAESE

A.S. 2012/2013 Scheda illustrativa progetti ALLA SCOPERTA DEL MIO PAESE A.S. 2012/2013 Scheda illustrativa prgetti 1.1 Denminazine prgett ALLA SCOPERTA DEL MIO PAESE 1.2 Respnsabile prgett Prf.ssa Marr Anna Elisabetta Indicare l ambit disciplinare: Ambit linguistic/stric gegrafic-ambientale

Dettagli

InfoCenter Product a PLM Product

InfoCenter Product a PLM Product InfCenter Prduct a PLM Prduct Inf Center Prduct Cmpnenti di Inf Center Prduct La gestine dcumenti Definizine e ggett Acquisizine di un ggett Funzini sugli ggetti L integrazine prgettazine e gestinali Le

Dettagli

Nuovo Sistema Cartografico SGR per le reti Gas

Nuovo Sistema Cartografico SGR per le reti Gas Nuv Sistema Cartgrafic SGR per le reti Gas Dtt. Alessandr Bugli, SGR Reti S.p.A - Rimini Abstract La Scietà Gas Rimini S.p.A., cn il supprt di GeGraphics S.r.l., ha attivat un Sistema Infrmativ Territriale

Dettagli

Sommario. Corso di Statistica Facoltà di Economia francesco mola a.a. 2010-2011. Fasi di un indagine statistica. L indagine statistica.

Sommario. Corso di Statistica Facoltà di Economia francesco mola a.a. 2010-2011. Fasi di un indagine statistica. L indagine statistica. Smmari Crs di Statistica Facltà di Ecnmia francesc mla a.a. 2010-2011 Lezine n 1 Che csa è la statistica? L scprirem a fine crs! altrimenti che gust c è? L indagine I cncetti di base Unità statistica.

Dettagli

PANEM Panificazione automatizzata rev. 1.0

PANEM Panificazione automatizzata rev. 1.0 PANEM Panificazine autmatizzata rev. 1.0 Premessa Il sftware PANEM è un gestinale att ad autmatizzare le prcedure lgistiche di gestine della panificazine. Il sftware PANEM è cmpletamente integrat cn Mitic:

Dettagli

ESAME DI FONDAMENTI DI INFORMATICA T-2 del 27/06/2011 Proff. E. Denti G. Zannoni Tempo a disposizione: 4 ore MAX

ESAME DI FONDAMENTI DI INFORMATICA T-2 del 27/06/2011 Proff. E. Denti G. Zannoni Tempo a disposizione: 4 ore MAX ESAME DI FONDAMENTI DI INFORMATICA T-2 del 27/06/2011 Prff. E. Denti G. Zannni Temp a dispsizine: 4 re MAX NB: il candidat trverà nell archivi ZIP scaricat da Esamix anche il sftware Start Kit NOME PROGETTO

Dettagli

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II Università degli Studi di Lecce Facltà di Ingegneria Infrmatica N.O. A.A. /4 esina Esame di Elettrnica Analgica II Studentessa: Laura Crchia Dcente: Dtt. Marc Panare INDICE Presentazine del prgett del

Dettagli

110111 2 = 55 10 CAPITOLO I SISTEMI DI NUMERAZIONE E CODICI

110111 2 = 55 10 CAPITOLO I SISTEMI DI NUMERAZIONE E CODICI CAPITOLO I SISTEMI DI NUMERAZIONE E CODICI 1.1) Sistema di numerazine decimale. E dett sistema di numerazine l insieme di un numer finit di simbli e delle regle che assegnan un e un sl valre numeric ad

Dettagli

Amministrazione e Bilancio Docente di riferimento: Patrizia Tettamanzi

Amministrazione e Bilancio Docente di riferimento: Patrizia Tettamanzi Amministrazine e Bilanci Dcente di riferiment: Patrizia Tettamanzi Il prim macr-mdul ha l biettiv di permettere ai partecipanti di apprfndire la cnscenza degli strumenti fndamentali per una crretta applicazine

Dettagli

Laurea in Psicologia (1981), Università degli Studi di Padova. Master in Linguistica (1985), State University of New York at Buffalo

Laurea in Psicologia (1981), Università degli Studi di Padova. Master in Linguistica (1985), State University of New York at Buffalo Genva, 18 ttbre 1956-20 gennai 2006 Titli di Studi Laurea in Psiclgia (1981), Università degli Studi di Padva Master in Linguistica (1985), State University f New Yrk at Buffal Dttrat in Psiclgia Cgnitiva

Dettagli

REALTÀ E MODELLI SCHEDA DI LAVORO

REALTÀ E MODELLI SCHEDA DI LAVORO REALTÀ E MDELLI SCHEDA DI LAVR 1 La siepe Sul retr di una villetta deve essere realizzat un piccl giardin rettanglare di m riparat da una siepe psta lung il brd Dat che un lat del giardin è ccupat dalla

Dettagli

COMUNITÁ MONTANA - COMMUNAUTÉ DE MONTAGNE GRAND COMBIN

COMUNITÁ MONTANA - COMMUNAUTÉ DE MONTAGNE GRAND COMBIN Lc. Chez Rncz, 29/i - 11010 GIGNOD (Valle d Asta) Tel. 0165/25.66.11 - Fax. 0165/ 25.66.36 - E.mail: inf@cm-grand cmbin.vda.it AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO (d. LGS. N. 163/2006) PROPEDEUTICA ALL INDIVIDUAZIONE

Dettagli

La gestione informatizzata del farmaco

La gestione informatizzata del farmaco Azienda Ospedaliera di Verna Dipartiment di Medicina Clinica e Sperimentale Medicina Interna B - Reumatlgia La gestine infrmatizzata del farmac Crdinatre Stefania Discnzi Reggi Emilia 11-12 XII 2008 CRITICITA

Dettagli

Tutti a scuola almeno fino a 16 anni

Tutti a scuola almeno fino a 16 anni Tutti a scula almen fin a 16 anni LE BUONE PRATICHE: BIENNIO UNITARIO SUBITO L Esperienza dell ITIS Cbianchi di Verbania raccntata da Guid Bschini Nell ann 1886 venne fndata a Intra cittadina del Lag Maggire

Dettagli

Analisi della sopravvivenza

Analisi della sopravvivenza Analisi della spravvivenza Grazia Vurr Ann Accademic 200-20 Indice Intrduzine 2 Sperimentazine clinica 2 3 Imprtanza di un analisi time-t-event 3 4 Stima della funzine di spravvivenza 6 4. Metd di Kaplan-Meier.....................

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO G. MORANDI

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO G. MORANDI Minister dell Istruzine, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO PIAZZA COSTA Piazza Andrea Csta 23-20092 Cinisell Balsam (MI) MIIC8AP009 C.F. 85007630156 e-mail: miic8ap009@istruzine.it PEC:

Dettagli

EWS - Energy Weather Solutions

EWS - Energy Weather Solutions EWS - Energy Weather Slutins Nat nel 1995, il Centr Epsn Mete (CEM) è una delle strutture private di ricerca applicata e di previsine in ambit meterlgic e climatlgic più accreditate. Nel crs degli ultimi

Dettagli

ISTITUTO DI TERAPIA FAMILIARE DI BOLOGNA Direttore Tullia Toscani e.mail: info@itfb.it - sito internet: www.itfb.it

ISTITUTO DI TERAPIA FAMILIARE DI BOLOGNA Direttore Tullia Toscani e.mail: info@itfb.it - sito internet: www.itfb.it Direttre Tullia Tscani e.mail: inf@itfb.it - sit internet: www.itfb.it CORSO BIENNALE DI MEDIAZIONE FAMILIARE SISTEMICA Patrcinat e ricnsciut dall A.I.M.S. Assciazine Internazinale Mediatri Sistemici E

Dettagli

INFORMATICA CORSI DELL INDIRIZZO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING

INFORMATICA CORSI DELL INDIRIZZO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING Larg Zecca, 4-16124 GENOVA Tel. 010/247.07.78 - Fax 010/251.29.60- E-mail geis00600r@istruzine.it C.F. 95062410105 CORSI DELL INDIRIZZO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING INFORMATICA CLASSE PRIMA

Dettagli

Convegno organizzato dall Associazione ICT Dott.com. Business Intelligence L utilità per le imprese. Prof. Elena Baralis. Politecnico di Torino

Convegno organizzato dall Associazione ICT Dott.com. Business Intelligence L utilità per le imprese. Prof. Elena Baralis. Politecnico di Torino Cnvegn rganizzat dall Assciazine ICT Dtt.cm Business Intelligence L utilità per le imprese Prf. Plitecnic di Trin D B M G Data Base and Data Mining Grup f Plitecnic di Trin Supprt alle decisini aziendali

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA TECNOLOGIA E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Classi 2 ITI A.S. 2014-15

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA TECNOLOGIA E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Classi 2 ITI A.S. 2014-15 Impssibile visualizzare l'immagine. La memria del cmputer ptrebbe essere insufficiente per aprire l'immagine ppure l'immagine ptrebbe essere danneggiata. Riavviare il cmputer e aprire di nuv il file. Se

Dettagli

VADEMECUM INCLUSIONE

VADEMECUM INCLUSIONE www.ictramnti.gv.it Autnmia Sclastica n. 24 Istitut Cmprensiv Statale G. Pascli Via Orsini - 84010 Plvica - Tramnti (SA) - Tel e Fax. 089876220 - C.M. SAIC81100T - C.F. 80025250657 Email :saic81100t@istruzine.it-

Dettagli

Istruzione e formazione all imprenditorialità

Istruzione e formazione all imprenditorialità Istruzine e frmazine all imprenditrialità L istruzine e la frmazine all imprenditrialità è il punt di partenza per sviluppare ed espandere l attività dei prfessinisti, miglirand la lr cnscenza e le lr

Dettagli

Il Business Plan, documento essenziale per lo sviluppo e la crescita dell impresa. Sintesi del nostro punto di vista

Il Business Plan, documento essenziale per lo sviluppo e la crescita dell impresa. Sintesi del nostro punto di vista Il Business Plan, dcument essenziale per l svilupp e la crescita dell impresa Sintesi del nstr punt di vista Settembre 2014 Preparare il Business Plan Sintesi del nstr punt di vista La preparazine del

Dettagli

REALTÀ E MODELLI SCHEDA DI LAVORO

REALTÀ E MODELLI SCHEDA DI LAVORO REALTÀ E MDELLI SCHEDA DI LAVR 1 Luci sul palc La ptenza elettrica P assrbita da ciascuna lampada utilizzata per illuminare un palcscenic segue la seguente legge: Pr () V R = R Rr r dve V indica la tensine

Dettagli

Banca Popolare FriulAdria Spa

Banca Popolare FriulAdria Spa INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Pplare FriulAdria S.p.A. Sede legale: Piazza XX settembre 2, 33170 Prdenne Iscritta all Alb delle Banche al n. 5391 - Scietà sggetta all attività di direzine e crdinament

Dettagli

11. Resistenza all'urto

11. Resistenza all'urto 11. Resistenza all'urt 11.1. Generalità Sllecitazini dinamiche ed urt si verifican facilmente in mlte applicazini ingegneristiche dei materiali strutturali. Secnd una definizine classica si parla di urt

Dettagli

Catalogo della formazione

Catalogo della formazione TrainerMKT Catalg della frmazine FndPrfessini - Ann 2014/15 Indice Sviluppare relazini efficaci cn il cliente: apprcci cnsulenziale e strumenti p. 3 Guidare e mtivare le risrse per aumentare l efficacia

Dettagli

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata.

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata. 8.. STRUMENTI MATEMATICI 8. Equazini alle differenze. Sn legami statici che legan i valri attuali (all istante k) e passati (negli istanti k, k, ecc.) dell ingress e k e dell uscita u k : u k = f(e 0,

Dettagli

ATTO D INDIRIZZO AL COLLEGIO DEI DOCENTI IL DIRIGENTE SCOLASTICO

ATTO D INDIRIZZO AL COLLEGIO DEI DOCENTI IL DIRIGENTE SCOLASTICO Unine Eurpea Repubblica Italiana Regine Sicilia Istitut Cmprensiv «Santi Bivna» REGIONE SICILIANA-DISTRETTO SCOLASTICO N. 65 ISTITUTO COMPRENSIVO «SANTI BIVONA» Cntrada Sccrs s. n. c. - 92013 Menfi - (AG)

Dettagli

SCHEDA TECNICA PIANO EXPORT

SCHEDA TECNICA PIANO EXPORT ALLEGATO B2 SCHEDA TECNICA PIANO EXPORT Situazine di partenza Frnire infrmazini sulle strategie adttate le mdalità rganizzative cn le quali vengn attualmente serviti i mercati esteri cn l indicazine degli

Dettagli

Principi di sicurezza nell attrezzare aree di soccorso. Ester Baldi Infermiera IRCCS Don Carlo Gnocchi Firenze

Principi di sicurezza nell attrezzare aree di soccorso. Ester Baldi Infermiera IRCCS Don Carlo Gnocchi Firenze Principi di sicurezza nell attrezzare aree di sccrs Ester Baldi Infermiera IRCCS Dn Carl Gncchi Firenze Obiettivi: Cncett e frme di rischi nel cntest dell emergenza Cme riuscire a ridurre i rischi Cncett

Dettagli

QUESTIONARIO SERVIZI ON LINE

QUESTIONARIO SERVIZI ON LINE STRUMENTO N 5 QUESTIONARIO SERVIZI ON LINE MigliraPA è un prgett del Dipartiment per la Funzine Pubblica realizzat da FORUM PA e Lattanzi E Assciati. 06.684251 inf@miglirapa.it http://www.qualitapa.gv.it/it/custmer-satisfactin/miglirapa/

Dettagli

Università degli Studi di Cagliari

Università degli Studi di Cagliari Università degli Studi di Cagliari Direzine per la Ricerca e il Territri Settre Orientament al lavr Prgett di ricerca-azine azine sull Orientament attiv : : sintesi e risultati. Il prgett di ricerca -

Dettagli

ASP RAGUSA - Test verifica Recupero Dati - Patrimonio - Cespiti v1.0.docx. 29/07/2013 Antonio Derna

ASP RAGUSA - Test verifica Recupero Dati - Patrimonio - Cespiti v1.0.docx. 29/07/2013 Antonio Derna Asp Ragusa Piazza Igea n. 1 ASP RAGUSA - Test verifica Recuper Dati - Patrimni - Cespiti INFORMAZIONI SULLA VERSIONE Prgett: Emess da: Rivist da: Prtcll: Titl: Nme file: Data: Asp Ragusa: Distribuit a:

Dettagli

SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO VALUTAZIONE DEI DEI RISCHI

SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO VALUTAZIONE DEI DEI RISCHI SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO VALUTAZIONE DEI DEI RISCHI 1 SCOPO DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI IDENTIFICARE I PERICOLI VALUTARE I RISCHI STABILIRE LE MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE CONTROLLARE

Dettagli

Nuove Tecnologie per il Made in Italy nel settore dei servizi alle imprese. Tecnico superiore per il marketing, l internazionalizzazione delle imprese

Nuove Tecnologie per il Made in Italy nel settore dei servizi alle imprese. Tecnico superiore per il marketing, l internazionalizzazione delle imprese Allegat A Tecnic superire per il marketing, l internazinalizzazine delle imprese 2011 Prgett didattic frmativ Nuve Tecnlgie per il Made in Italy nel settre dei servizi alle imprese ITS SERVIZI ALLE IMPRESE

Dettagli

Gestione della conoscenza (Knowledge Management, KM) nelle aziende sanitarie

Gestione della conoscenza (Knowledge Management, KM) nelle aziende sanitarie Gestine della cnscenza (Knwledge Management, KM) nelle aziende sanitarie Schema dell intervent del dtt. Michele Tringali Azienda Ospedaliera di Udine - www.spedaleudine.it/kc 1. Intrduzine Grandi successi

Dettagli

PROGRAMMA. Progettazione del Sistema. Elementi di Meccanica, Elettronica, Elettrotecnica e norme UNI e CEI di supporto alla Progettazione

PROGRAMMA. Progettazione del Sistema. Elementi di Meccanica, Elettronica, Elettrotecnica e norme UNI e CEI di supporto alla Progettazione PROGRAMMA Prgettazine del Sistema. 1. Architettura e caratteristiche dei: PLC (Prgrammable Lgic Cntrller, Cntrllri a lgica prgrammabile), Cmputer industriali specializzati nella gestine dei prcessi prduttivi,

Dettagli

Regione Calabria Dipartimento n.9 Lavori Pubblici ed Infrastrutture

Regione Calabria Dipartimento n.9 Lavori Pubblici ed Infrastrutture UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA Regine Calabria Dipartiment n.9 Lavri Pubblici ed Infrastrutture Via Crispi 33-88100 CATANZARO SPECIFICHE SIERC: INTEGRAZIONE PROTOCOLLO SIAR POR Calabria

Dettagli

E l arte suprema dell insegnante, risvegliare la gioia della creatività e della conoscenza Albert Einstein

E l arte suprema dell insegnante, risvegliare la gioia della creatività e della conoscenza Albert Einstein Lice Classic - Lice Artistic - Lice Scientific - I.P.S.I.A. E l arte suprema dell insegnante, risvegliare la giia della creatività e della cnscenza Albert Einstein Ann Sclastic: 2013/2014 1 Lice Classic

Dettagli

Comunità di pratica Newsletter n 6 del 12/06/2015

Comunità di pratica Newsletter n 6 del 12/06/2015 Cmunità di pratica Newsletter n 6 del 12/06/2015 LA RELAZIONE CONCLUSIVA PERCHÉ UNA PIATTAFORMA PER LA DIDATTICA? IL MANDATO DEL COLLEGIO Cn l individuazine della Funzine strumentale per l us dell infrmatica

Dettagli

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema di Prevenzine aziendale secnd il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema SICUREZZA Rappresentante dei lavratri per la sicurezza (RLS). Datre di lavr (DL), prepsti e dirigenti. Respnsabile

Dettagli

OSSERVAZIONI SULLA BOZZA PER CONSULTAZIONE DEL DOCUMENTO APPLICAZIONI IAS/IFRS IMPAIRMENT E AVVIAMENTO DEL FEBBRAIO 2009 30 APRILE 2009

OSSERVAZIONI SULLA BOZZA PER CONSULTAZIONE DEL DOCUMENTO APPLICAZIONI IAS/IFRS IMPAIRMENT E AVVIAMENTO DEL FEBBRAIO 2009 30 APRILE 2009 OSSERVAZIONI SULLA BOZZA PER CONSULTAZIONE DEL DOCUMENTO APPLICAZIONI IAS/IFRS IMPAIRMENT E AVVIAMENTO DEL FEBBRAIO 2009 30 APRILE 2009 CONTENUTI DEL DOCUMENTO 1. Le metdlgie di calcl del valre terminale

Dettagli

CENTRALE TERMICA A GAS METANO O GPL (riscaldamento, produzione acqua calda, grandi cucine, forni da pane, etc.)

CENTRALE TERMICA A GAS METANO O GPL (riscaldamento, produzione acqua calda, grandi cucine, forni da pane, etc.) CENTRALE TERMICA A GAS METANO O (riscaldament, prduzine acqua calda, grandi cucine, frni da pane, etc.) Sistema di alimentazine: TT Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine

Dettagli

Piano Didattico Personalizzato

Piano Didattico Personalizzato ISTITUTO PROFESSIONALE PER I SERVIZI SOCIO SANITARI GALVANI IODI Reggi Emilia Via Canalina, 21 tel. 0522 325711- fax 0522 294233 Internet: www.galvaniidi.it mail:reri090008@pec.istruzione.it - Cdice fiscale:

Dettagli

COME AIUTARE TUO FIGLIO A STUDIARE E A FARE I COMPITI A CASA

COME AIUTARE TUO FIGLIO A STUDIARE E A FARE I COMPITI A CASA Istitut Cmprensiv Enric Fermi Scula Secndaria di prim grad G.B. Rubini Rman di Lmbardia Rman di Lmbardia - BG! COME AIUTARE TUO FIGLIO A STUDIARE E A FARE I COMPITI A CASA LE INDICAZIONI DELLA SCUOLA PER

Dettagli

SOMMARIO STUDIO TECNICO CONTE & PEGORER VIA SIORA ANDRIANA DEL VESCOVO, 7 31100 TREVISO - 2 -

SOMMARIO STUDIO TECNICO CONTE & PEGORER VIA SIORA ANDRIANA DEL VESCOVO, 7 31100 TREVISO - 2 - SOMMARIO 1. PREMESSA... 3 2. DESCRIZIONE DELLE SEZIONI IMPIANTISTICHE... 3 3. RESPONSABILITÀ E COMPETENZE... 5 3.1. COMPETENZE DEL RESPONSABILE DEL... 5 4 IL MONITORAGGIO E CONTROLLO AMBIENTALI... 6 5

Dettagli

Cos è il Master Essere HR Business Partner?

Cos è il Master Essere HR Business Partner? Cs è il Master Essere HR Business Partner? Un percrs che aiuta i prfessinisti HR ad andare ltre in termini di autrevlezza e fcalizzazine sul cliente e sui risultati. Quali biettivi permette di raggiungere?

Dettagli