ALLEGATO 5 - CAPITOLATO TECNICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALLEGATO 5 - CAPITOLATO TECNICO"

Transcript

1 ALLEGATO 5 - CAPITOLATO TECNICO Capitolato relativo all affidamento di servizi per la manutenzione ed evoluzione del sistema ItalgiureWeb (IWeb). Allegato 5- Capitolato Tecnico Pag.1 di 79

2 INDICE 1 PREMESSA Introduzione e scopo della gara Definizione ed acronimi Riferimenti Riferimenti normativi Standard e metodologie applicabili IL CONTESTO Descrizione del servizio IWeb DEFINIZIONE DELLA FORNITURA Oggetto della fornitura Durata e decorrenza DESCRIZIONE DEI SERVIZI Conduzione e Gestione applicativa Dimensione del servizio di gestione e conduzione applicativa Composizione del gruppo di lavoro Manutenzione correttiva ed adeguativa (MAC) Dimensione del servizio di MAC Composizione dei Gruppi di Lavoro Manutenzione evolutiva (MEV) Descrizione e requisiti del servizio di MEV Dimensioni del servizio di Mev di Software ad hoc Composizione dei gruppi di lavoro Principali aree di intervento Assistenza specialistica all Help Desk Dimensione del servizio Composizione del gruppo di lavoro Supporto specialistico Descrizione e requisiti del servizio di supporto specialistico Dimensionamento del servizio di Supporto Specialistico Composizione del gruppo di lavoro Profili Professionali Richiesti Allegato 5- Capitolato Tecnico Pag.2 di 79

3 5 MODALITÀ DI ESECUZIONE Premessa Modalità di Esecuzione dei Servizi e delle Attività Modalità Progettuale Modalità Continuativa Conduzione e Gestione Applicativa Assistenza specialistica all Help Desk Manutenzione Correttiva e Adeguativa Supporto specialistico Orario di Servizio Vincoli e requisiti generali della fornitura Beni strumentali, Ambienti e luogo di lavoro Gestione della Fornitura Gestione degli Obiettivi di MEV Attivazione Obiettivi Valutazione delle Dimensioni degli Obiettivi Cancellazione Obiettivi Gestione del cambiamento dei requisiti funzionali in corso d opera Valutazione della qualità dei Servizi Revisione degli indicatori di qualità Strumenti per la misurazione e la documentazione degli indicatori di qualità Trasferimento di know how e passaggio di consegne Presa in carico ad Inizio Fornitura Strumenti a supporto dell operatività della fornitura Stazione di monitoraggio e controllo Soluzione per il Test dell applicazione Prodotti della Fornitura Piani di Lavoro Stato Avanzamento Lavori (SAL) Elenco dei Prodotti di fase Modalità di Consegna dei Prodotti Consegna dei prodotti software Consegna di documentazione Assenza di Virus Vincoli Temporali sulle Consegne Stazione di monitoraggio e controllo Soluzione di test management Piani della Qualità Piani di Lavoro Prodotti di Fase e intermedi Rapporto indicatori di qualità Allegato 5- Capitolato Tecnico Pag.3 di 79

4 Documentazione applicativa Documentazione gestionale Baseline in Punti Funzione Assicurazione Qualità Garanzia DIREZIONE LAVORI Referenti Comunicazione Formale Valutazione risorse Rilievi COLLAUDI INDICATORI DI QUALITÀ Revisione degli indicatori di qualità Strumenti per la misurazione e la documentazione degli indicatori di qualità SEZIONI AGGIUNTIVE Sezione A: Descrizione della infrastruttura applicativa La base documentale Architettura di Front office Architettura di back office Modalità standard di utilizzo Interazione con il sistema di Fatturazione Sezione B: principali linee di intervento Area Front-office Evoluzione area backoffice Altri interventi previsti Sezione C : manutenzione correttiva e adeguativa Allegato 5- Capitolato Tecnico Pag.4 di 79

5 1 PREMESSA 1.1 Introduzione e scopo della gara Il Ministero della Giustizia (nel seguito Amministrazione ) indice una gara europea a procedura aperta per la fornitura dei servizi per la gestione e la manutenzione adeguativa, correttiva ed evolutiva, del sistema di informatica giuridica denominato Italgiure Web (o IWeb), del Centro Elettronico di Documentazione (nel seguito CED) della Corte Suprema di Cassazione. L obiettivo principale della fornitura è l erogazione di servizi professionali che consentono di far evolvere il sistema IWeb assicurando, nel contempo, la gestione applicativa e il mantenimento dei livelli di servizio attraverso un costante monitoraggio dell infrastruttura. Inoltre, viene richiesto un servizio di supporto al servizio di Help Desk attivato per il sistema suddetto. Il presente Capitolato ha lo scopo di illustrare i requisiti minimi della fornitura nonché gli aspetti tecnici della fornitura richiesta per la gestione ed evoluzione del sistema informativo giuridico denominato Italgiure Web (IWeb). Nel capitolo 2 viene descritto il contesto di IWeb in termini di caratteristiche del sistema e della infrastruttura tecnica sottostante. Al capitolo 3 viene descritto l oggetto della fornitura, mentre nel capitolo 4 sono indicati le caratteristiche dei servizi di cui è composta la fornitura. Le modalità di esecuzione dei servizi e delle attività nonché gli aspetti qualitativi della fornitura sono descritti nel capitolo 5. Nei capitoli 6 e 7 sono descritte la direzione lavori, le modalità e gli strumenti per l effettuazione dei collaudi. Il capitolo 8 contiene, infine, alcune sezioni aggiuntive che sono parte integrante del capitolato. Inoltre, sono parte integrante del presente capitolato le seguenti appendici: Appendice 1 Indicatori di qualità Appendice 2 Profili professionali Appendice 3 Prodotti, cicli e piani Si precisa che le prescrizioni contenute nel presente capitolato tecnico rappresentano i requisiti minimi della fornitura. Pertanto, il mancato rispetto di anche una sola delle indicazioni ivi contenute rappresenta inadempimento contrattuale. Allegato 5- Capitolato Tecnico Pag.5 di 79

6 1.2 Definizione ed acronimi Nel seguito si useranno i seguenti termini: Fornitore uscente: fornitore che attualmente eroga uno o più dei servizi oggetto della fornitura, con il quale l Amministrazione ha in essere un contratto di prossima scadenza; Impresa: fornitore aggiudicatario della gara per la fornitura dei servizi di cui al presente Capitolato; Amministrazione: Ministero della Giustizia o altra struttura delegata; Capitolato: quando non diversamente specificato, si intende il presente documento così come integrato dalle sue appendici; Gara: la procedura di acquisizione da effettuare a fronte del capitolato; Contratto: contratto che verrà sottoscritto a seguito dell aggiudicazione della gara; Fornitura: complesso delle attività e dei prodotti che il Fornitore è chiamato a compiere e a produrre per onorare il contratto. Di seguito vengono elencate le sigle usate nel presente Capitolato: DEC: Direttore dell esecuzione del contratto (dell Amministrazione o di struttura da essa delegata) HW: Hardware Iweb: Servizio/sistema Italgiure Web Amministrazione: Ministero di Giustizia o organismo rappresentante delegato PF: Punti Funzione RP: Responsabile di Progetto (dell Impresa) FTE: Full Time Equivalent SLA: Service Level Agreement SW: Software 1.3 Riferimenti Riferimenti normativi Allegato 5- Capitolato Tecnico Pag.6 di 79

7 D.Lgs. 7 marzo 2005 n Codice dell Amministrazione Digitale. D.P.R. 21 maggio 1981 n. 322 e s.m.i: Regolamento per la concessione della utenza del servizio di informatica giuridica del Centro elettronico di documentazione della Corte suprema di cassazione Standard e metodologie applicabili - UNI EN ISO Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti - UNI ISO Sistemi di gestione per la qualità - Linee guida per i piani della qualità - UNI EN ISO Linee guida per gli audit dei sistemi di gestione per la qualità e/o di gestione ambientale - UNI EN ISO 9126 Information Tecnology - Software product evaluation - Quality characteristics and guidelines for their use - International Function Point Users Group (IFPUG 4.2) - Manuale delle regole di conteggio (CPM, Counting Pratices Manual) Allegato 5- Capitolato Tecnico Pag.7 di 79

8 2 IL CONTESTO Il CED della Corte di Cassazione è la struttura informatica preposta alla erogazione dei servizi informatici sia diretti agli utenti interni sia indirizzati a cittadini, professionisti, organizzazioni private o altri enti pubblici. Tra quelli che rivestono maggiore importanza sono da annoverare i servizi di accesso a banche dati giuridiche. IWeb è il servizio di informatica giuridica che ha lo scopo di consentire agli utenti di accedere, per via telematica, alle informazioni giuridiche riguardanti la giurisprudenza della Corte di Cassazione e delle Corti Superiori, la legislazione statale, regionale, europea, e la dottrina. La funzione base del servizio è quella di facilitare l accesso alle informazioni giuridiche attraverso una modalità di interrogazione avanzata che consente una ricerca approfondita. Le informazioni sono memorizzate in un insieme di archivi che costituiscono una delle più importanti basi documentali disponibili in Italia nel settore giuridico e rappresentano un patrimonio informativo di notevole valore. Il servizio è rivolto ad un utenza professionale costituita principalmente da: Giudici ordinari, amministrativi, contabili, militari, Avvocati e Procuratori dello Stato; Giudici costituzionali non togati, giudici tributari, giudici di pace, giudici onorari; Pubblica Amministrazione; Utenti a pagamento; Convenzioni speciali; L accesso al servizio è regolamentato dal DPR 322 del 1981, modificato dal DPR 759 del 1985, dal DPR 195 del 2004 e dal recente DM 7 febbraio Il servizio è disponibile su Internet all indirizzo ed è accessibile, previa autenticazione, sia dal personale della Pubblica Amministrazione sia da professionisti, organizzazioni o enti esterni che hanno interesse a consultare le informazioni contenute negli archivi giuridici di Italgiure Web. Allegato 5- Capitolato Tecnico Pag.8 di 79

9 In base alla tipologia di utente, la fruizione del servizio può prevedere un corrispettivo economico. Attualmente il numero complessivo di utenti supera le unità e vengono effettuate, in media, oltre 2,5 milioni di ricerche mensili con un picco di richieste giornaliere. Per l ampiezza della base documentale e il numero e la tipologia degli utenti, il servizio deve essere considerato ad alta criticità e prevedere un continuo monitoraggio di tutti i sottosistemi coinvolti nell erogazione del servizio, volto all individuazione preventiva di potenziali problemi e ad un tempestivo ripristino del servizio in caso di malfunzionamenti. 2.1 Descrizione del servizio IWeb Il servizio IWeb è un applicazione web fruibile sia dagli utenti interni alla Pubblica Amministrazione sia dagli utenti esterni. Tutti gli utenti che richiedono l accesso al servizio devono effettuare una richiesta amministrativa. In caso di esito positivo l utenza viene abilitata e vengono fornite una o più utenze di accesso. Gli utenti che non rientrano tra le categorie abilitate ex lege all accesso ad IWEB accedono all applicazione previo pagamento di un canone legato all utilizzo del servizio. L intera applicazione può essere schematicamente suddivisa in due sezioni logiche principali le quali, pur basandosi su un architettura simile, hanno funzioni diverse e sono fisicamente distinte. Le sezioni sono: front-office, back-office. In entrambe le sezioni, i moduli di software sviluppato ad hoc, che costituiscono la parte preponderante dell applicazione, si interfacciano con il software commerciale Extraway prodotto della società 3D informatica, che mette a disposizione le funzionalità di information retrieval e di gestione degli archivi documentali. Il front-office rappresenta la parte del servizio indirizzata e visibile all utente finale. Essa è basata su di una serie di componenti software ad hoc che realizzano, i moduli di presentazione dell interfaccia utente, i moduli sw che consentono Allegato 5- Capitolato Tecnico Pag.9 di 79

10 l accesso controllato degli utenti e i moduli funzionali che scambiano dati e istruzioni con il sw Extraway. Gli archivi sono realizzati in formato standard XML e ad ognuno di essi è associata una specifica DTD. Il sw Extraway effettua l indicizzazione di tali archivi e mette a disposizione funzionalità di interrogazione attraverso lo standard XPath/XQuery. Attraverso un architettura analoga viene realizzato il modulo back-office ovvero l insieme delle funzionalità di amministrazione e gestione che consentono al personale interno di alimentare e modificare gli archivi documentali. Anche in questo caso le funzionalità principali sono realizzate mediante sw ad hoc che si interfacciano con il motore Extraway al quale viene demandata la gestione fisica degli archivi. Sia il front-office sia il back-office sono basati su un architettura a tre livelli con tecnologia web per cui sia gli utenti finali sia gli utenti di gestione accedono all applicazione tramite un comune browser. L insieme delle parti di sw ad hoc dei due moduli ammonta a circa 4000 Punti Funzione. La descrizione di dettaglio di ciascuno dei moduli è riportata nella Sezione A: Descrizione della infrastruttura applicativa insieme alle informazioni relative a: architettura applicativa e di base; descrizione sintetica dell applicazione; statistiche e dimensionamento attuali. Allegato 5- Capitolato Tecnico Pag.10 di 79

11 3 DEFINIZIONE DELLA FORNITURA 3.1 Oggetto della fornitura L oggetto della fornitura è rappresentato dal complesso dei servizi e delle attività volte a garantire la piena operatività del servizio Italgiure Web, la sua evoluzione e il supporto all utenza di riferimento, ossia: 1. Servizio di gestione e conduzione applicativa 2. Manutenzione correttiva e adeguativa (MAC) 3. Manutenzione evolutiva (MEV) 4. Assistenza specialistica al servizio di Help Desk 5. Supporto specialistico I requisiti e le modalità di erogazione dei servizi richiesti sono specificati nei successivi paragrafi. Si specifica che i servizi di manutenzione correttiva e adeguativa (MAC), manutenzione evolutiva (MEV) e supporto specialistico si riferiscono unicamente alle parti di software custom, restando esplicitamente escluse la manutenzione ed evoluzione del software commerciale Extraway sul quale si basa la attuale architettura. Si precisa, inoltre, che in conseguenza delle esigenze della fornitura, l Amministrazione potrà richiedere in corso di esecuzione del contratto la conoscenza e l utilizzo di ulteriori prodotti, sistemi, linguaggi di programmazione e metodologie rispetto a quelli indicati nella documentazione. 3.2 Durata e decorrenza La durata massima delle attività è di 37 (trentasette) mesi; il trentasettesimo mese è riservato alle sole attività di affiancamento al fornitore subentrante (vd. Par. 5.8). Le attività avranno inizio a decorrere dalla Data di inizio attività che sarà comunicata secondo le modalità indicate nel contratto. Tale data sarà successiva alla data di registrazione del contratto ovvero potrà coincidere con la data di ricezione da parte dell Impresa della comunicazione di richiesta di anticipata esecuzione. Allegato 5- Capitolato Tecnico Pag.11 di 79

12 Nel periodo di validità del contratto il fornitore si impegna ad effettuare tutti i servizi come meglio dettagliati nel seguito di questo documento, della restante documentazione di gara e nell offerta tecnica. Allegato 5- Capitolato Tecnico Pag.12 di 79

13 4 DESCRIZIONE DEI SERVIZI 4.1 Conduzione e Gestione applicativa Il servizio di gestione e conduzione applicativa deve garantire il mantenimento della piena operatività dell applicazione IWeb rispettando, al minimo, i livelli di servizio definiti in appendice 1 - Indicatori di qualità. Per tale servizio è pertanto richiesta la fornitura di risorse professionali in grado di svolgere tutte le attività tecniche necessarie alla corretta conduzione di Iweb, quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo: il monitoraggio continuo di tutte le componenti software che costituiscono il servizio, ivi compreso il software Extraway; il supporto nelle attività di aggiornamento e allineamento degli archivi documentali, la verifica applicativa delle attività offline e batch nonchè l esecuzione di procedure di backup e restore degli stessi; Il supporto applicativo alle attività sistemistiche e infrastrutturali che hanno impatto sul servizio; il monitoraggio applicativo al fine di prevenire, ove possibile, e, comunque, di individuare tempestivamente le anomalie e procedere alla loro classificazione e registrazione; rientra in tale attività anche il monitoraggio delle prestazioni del sistema; l elaborazione e la produzione di report riepilogativi e di dettaglio relativi all utilizzo del servizio e alle performance raggiunte; la partecipazione alle attività di collaudo, al fine di acquisire il know how necessario al corretto svolgimento del servizio; la schedulazione e pianificazione del rilascio in esercizio di nuove funzionalità; supporto alla verifica e validazione dei prodotti per la gestione: procedure, parametri e tabelle, manuale utente, manuale di gestione, definizioni relative ai dati; la presa in carico e la gestione delle richieste di assistenza tecnica e/o delle segnalazioni di anomalie provenienti dal servizio di Help Desk e Assistenza Utenti nonché dall Amministrazione. Viene inoltre ricompresa all interno del servizio la realizzazione di piccoli interventi al software, agli archivi documentali o alle procedure software di gestione. Allegato 5- Capitolato Tecnico Pag.13 di 79

14 Tali interventi sono richiesti in condizioni di particolare urgenza e con risorse e tempi contenuti e possono comportare una variazione, di norma molto limitata, della consistenza della baseline. Rientrano in questo servizio attività quali ad esempio: - modifica/aggiornamento dei DTD degli archivi; - piccoli interventi alle maschere di gestione degli archivi ; - modifiche/aggiornamenti alle procedure di backup o di sincronizzazione degli archivi. Infine, si sottolinea l importanza della presa in carico del sistema a inizio contratto e delle nuove funzionalità sviluppate man mano, per acquisire un elevato grado di conoscenza funzionale ed operativa dell applicazione. Il fornitore è, inoltre, tenuto a garantire l organizzazione e il coordinamento delle attività necessarie all erogazione del servizio gestendo in autonomia eventuali picchi di attività, assenze, ed ogni altro tipo di questione che attiene agli aspetti organizzativi e professionali delle risorse impiegate. Ferma rimanendo la responsabilità organizzativa del fornitore, al fine di capitalizzare le conoscenze delle risorse assegnate al servizio, e mantenere un interfaccia stabile verso l Amministrazione, il servizio dovrà essere erogato da risorse assegnate stabilmente al servizio Dimensione del servizio di gestione e conduzione applicativa Sulla base delle esperienze pregresse, le attività giornaliere di gestione e conduzione del servizio complessivamente hanno richiesto in media un impiego di 2 (due) FTE. In caso di picchi di attività è onere del fornitore l eventuale adeguamento del team di lavoro proposto in quantità ed in professionalità al fine di garantire i livelli di servizio. Il servizio è remunerato a canone mensile e pertanto sull intero periodo contrattuale il dimensionamento è di 36 canoni mensili Composizione del gruppo di lavoro Per le attività di gestione e conduzione applicativa i profili utilizzati dovranno essere quelli di Analista Programmatore e Responsabile di basi dati (meglio specificati nell Appendice 2 - Profili Professionali). Ai soli fini della predisposizione dell offerta economica si riportano di seguito i valori massimi e minimi del mix di profili professionali da considerare ai fini del servizio, ricavati dai dati storici: Allegato 5- Capitolato Tecnico Pag.14 di 79

15 Tab. 1 Percentuale di utilizzo dei profili professionali per il servizio di gestione e conduzione gestione e conduzione applicativa Figura Professionale % Utilizzo Min Max Analista Programmatore Responsabile di Basi dati Si tratta di valori medi stimati al meglio delle conoscenze attuali, delle esigenze utente e della evoluzione pianificata. Il fornitore è tenuto a rispettare i mix indicati adeguandoli rispetto alle effettive necessità che si dovessero presentare nella erogazione del servizio Le risorse del Fornitore preposte al servizio di Gestione e Conduzione Applicativa dovranno avere e mantenere un ottima preparazione sugli aspetti sia funzionali sia infrastrutturali di IWeb nel suo complesso, e lavorare in sinergia con i gruppi sistemistici, di manutenzione e di Help Desk ed Assistenza al fine di dare supporto nella diagnosi di eventuali problemi infrastrutturali, difetti del codice o malfunzionamenti del prodotto commerciale e rispondere prontamente ed efficacemente alle diverse attività necessarie all erogazione del servizio. 4.2 Manutenzione correttiva ed adeguativa (MAC) Il servizio in oggetto comprende le attività di manutenzione correttiva ed adeguativa della sola parte di software custom nell ottica di assicurare la piena operatività di Iweb sia a fronte di difetti del codice, malfunzionamenti od anomalie (ivi comprendendo anche la documentazione a corredo) sia in caso di problemi, potenziali o manifesti, derivanti da obsolescenza o incompatibilità tecnologica dei componenti stessi di Iweb o della infrastruttura sulla quale è basato. È definita manutenzione correttiva l insieme delle attività direttamente volte ad eliminare i malfunzionamenti del software e le cause che li hanno determinati; tali malfunzionamenti sono rilevati o ritenuti prevedibili in base alle analisi effettuate sul sistema. È classificabile in: manutenzione incidentale: è volta ad agire sul sistema già affetto da un qualunque tipo di malfunzionamento, in modo da riportarlo nello stato di completa funzionalità nel più breve tempo possibile. Tali interventi devono essere minimizzati dalla manutenzione preventiva. manutenzione preventiva: è volta a prevenire i malfunzionamenti del sistema mediante una periodica rilevazione dei suoi parametri di Allegato 5- Capitolato Tecnico Pag.15 di 79

16 funzionamento, la verifica della sua configurazione e l analisi delle possibili fonti di anomalie; da tali attività scaturiscono le azioni volte a rimuovere le possibili cause di malfunzionamento prima che queste si manifestino; In base a quanto riportato sopra, il servizio di manutenzione correttiva sarà attivato a seguito: a. presenza di un malfunzionamento di qualsiasi tipo o di un disservizio avente origine dal codice. Nel caso in cui tale comportamento sia originato da difetti presenti nel codice sorgente, o nelle specifiche di formato o di base dati, non rilevati a suo tempo durante il ciclo di vita o in collaudo, il servizio di manutenzione correttiva provvede alla loro eliminazione e al rilascio del codice sorgente corretto; b. segnalazione dell Amministrazione per assicurare il miglioramento tempestivo delle funzionalità e delle prestazioni quando il sistema in manutenzione non ha prestazioni adeguate al livello di servizio richiesto e ciò viene percepito dall Amministrazione come una malfunzione. La manutenzione correttiva, di norma, non comporta la modifica della baseline; in ogni caso ricade sotto le responsabilità del servizio di manutenzione correttiva la rimozione di qualsiasi difetto indipendentemente dall impegno o dell onerosità che esso potrebbe comportare. È definita manutenzione adeguativa l insieme delle attività direttamente volte ad assicurare la costante aderenza delle procedure e dei programmi di ItalgiureWeb alla evoluzione dell'ambiente tecnologico di riferimento, come ad esempio l innalzamento dei livelli del software di base (sistemi operativi, DBMS, Web server, ecc) ed al cambiamento dei requisiti organizzativi, normativi e d ambiente. A mero titolo di esempio non esaustivo, il servizio potrà essere attivato a fronte di eventi quali: - rilascio di nuove versioni dei sistemi operativi, DBMS, Web server, ed in genere di tutto il software di base e d ambiente necessario al funzionamento di Iweb; - disposizioni di legge o regolamenti che modificano i requisiti o le modalità di erogazione del servizio; - direttive in ambito nazionale o internazionale; - vincoli imposti da accordi sindacali; - cambiamenti di standard tecnologici. Allegato 5- Capitolato Tecnico Pag.16 di 79

17 Sono, inoltre, considerate parte integrante del servizio di Manutenzione Correttiva ed Adeguativa le seguenti attività: partecipazione, durante il periodo di collaudo, alle attività di presa in carico delle componenti modificate a seguito di MEV al fine di acquisire il know how necessario per lo svolgimento della manutenzione; aggiornamento della documentazione a corredo del sw modificato per intervento di Mac o per documentazione lacunosa; aggiornamento della baseline a seguito di interventi; la predisposizione, su base mensile, di reports statistici finalizzati ad evidenziare: - l'elenco delle inoperatività/malfunzionamenti riscontrati; - la rilevazione analitica dell'attività di manutenzione effettuata, sia preventiva sia interventiva, con l'evidenza dei tempi di intervento e di ripristino dei malfunzionamenti; - la segnalazione all Amministrazione degli interventi finalizzati all adeguamento tecnologico, all evoluzione dell'infrastruttura HW, SW di base e Middleware nonché gli eventuali interventi di manutenzione software (adeguativa ed evolutiva) sulle componenti del servizio corredati delle indicazioni per definire un piano di adeguamento tecnologico. supporto alla diagnosi di malfunzionamenti non derivanti da difetti del codice oggetto della manutenzione, realizzazione di piccoli interventi necessari per assicurare l aggiornamento periodico della soluzione, attraverso il miglioramento della funzionalità, l ottimizzazione delle prestazioni e l aumento dell affidabilità e dell efficienza del codice; contributi di competenza sistemistica e specialistica di prodotto finalizzati ad evidenziare la necessità di adeguamento di componenti software infrastrutturali per garantire il corretto funzionamento, assicurare la manutenibilità del software anche infrastrutturale o migliorare le prestazioni e l affidabilità del software Dimensione del servizio di MAC Il servizio di manutenzione correttiva e adeguativa viene stimato sulla base del parco applicativo (baseline misurata in Punti Funzione) affidato al servizio e viene remunerato in canoni mensili. Allegato 5- Capitolato Tecnico Pag.17 di 79

18 Tuttavia, stante le evoluzioni previste nell ambito del presente capitolato, il fornitore dovrà tenere conto di un possibile incremento di tale baseline nell arco della durata contrattuale. Ai fini della determinazione dell offerta economica il massimale in Punti Funzione da affidare mensilmente al servizio di manutenzione correttiva ed adeguativa è di PF. Si tratta di un valore stimato al meglio delle conoscenze attuali e delle evoluzioni in corso. Il conteggio dei punti funzione effettivamente affidati al servizio (Baseline) dovrà essere effettuato ad inizio fornitura. Nell arco della durata contrattuale il numero derivante da tale conteggio potrà subire variazioni sia in aumento sia in diminuzione; tali variazioni daranno luogo ad un adeguamento del canone mensile. Sia la Baseline iniziale che le sue variazioni dovranno essere sottoposta a verifica ed approvazione formale da parte dell Amministrazione. Le modalità e le tempistiche di adeguamento sono quelle specificate nel contratto. L adeguamento avrà efficacia a partire dal trimestre successivo all avvenuta variazione Composizione dei Gruppi di Lavoro Per le attività di Manutenzione Correttiva ed Adeguativa i profili utilizzati dovranno essere quelli di Analista di Sistemi Informativi, Analista Programmatore, e Responsabile di basi dati (meglio specificati nell Appendice 2 - Profili Professionali). Ai soli fini della predisposizione dell offerta economica si riportano di seguito i valori massimi e minimi di utilizzo dei profili da considerare, determinati su base storica rispetto all analogo servizio: Tab. 2 Percentuale di utilizzo per il servizio di manutenzione correttiva e adeguativa Figura Professionale % Utilizzo Min Max Analista di Sistemi Informativi Analista Programmatore Responsabile di basi-dati Si tratta di valori medi stimati al meglio delle conoscenze attuali, delle esigenze utente e della evoluzione pianificata. Allegato 5- Capitolato Tecnico Pag.18 di 79

19 Il fornitore è tenuto a rispettare i mix indicati adeguandoli rispetto alle effettive necessità che si dovessero presentare nella erogazione del servizio 4.3 Manutenzione evolutiva (MEV) Descrizione e requisiti del servizio di MEV Il servizio di Manutenzione Evolutiva comprende gli interventi finalizzati a migliorare il servizio Iweb attraverso evoluzioni architetturali, nuove funzionalità, modifica di quelle esistenti, integrazione con altre funzionalità/servizi ovvero migliorando aspetti non funzionali quali usabilità, prestazioni, accessibilità. La realizzazione delle funzionalità richiede lo sviluppo di software ad hoc oppure la modifica di software già esistente. Presupposto fondamentale per una corretta erogazione del servizio è la conoscenza approfondita di Iweb, in particolare delle peculiarità del servizio in termini di affidabilità, prestazioni e completezza del sistema di information Retrieval adottato e della tecnologia utilizzata per la gestione degli archivi documentali, meglio specificata nel Descrizione del servizio IWeb e nella Sezione A: Descrizione della infrastruttura applicativa. Gli interventi previsti sono quelli indicati alla Sezione B: principali linee di intervento; l elenco ha valore puramente indicativo. L elenco effettivo degli interventi e le relative priorità saranno comunicate dall Amministrazione e dovranno essere recepite dal Piano generale di Manutenzione Evolutiva (vedi Piani di Lavoro) e nel Piano Pluriennale delle Attività. Il servizio viene erogato in modalità progettuale a corpo e remunerato sulla base dei Punti Funzione associati ad ogni intervento secondo le modalità definite al Valutazione delle Dimensioni degli Obiettivi. Il calcolo dei punti funzione segue lo standard IFPUG Manuale delle regole di conteggio (CPM, Counting Pratices Manual). Il servizio sarà attivato conformemente a quanto definito nel Piano generale di manutenzione evolutiva (vd. Piani di Lavoro) ovvero a seguito di una richiesta del Referente dell Amministrazione. L attivazione del servizio richiede l identificazione dei requisiti funzionali e non funzionali degli obiettivi dell intervento e implica la modifica o la realizzazione di funzioni, interfacce utente o moduli aggiuntivi. Allegato 5- Capitolato Tecnico Pag.19 di 79

20 Il fornitore è tenuto ad aggiornare la baseline inserendovi tutti gli elementi di dettaglio determinati dal conteggio a consuntivo dei punti funzione dell intervento. Le attività del servizio di MEV per uno specifico obiettivo dovranno essere stimate preventivamente in termini di dimensioni e saranno definite in uno specifico Piano di obiettivo che dovrà contenere almeno i seguenti elementi: a. la descrizione dell obiettivo e la stima del suo dimensionamento in punti funzione; b. la composizione effettiva del gruppo di lavoro coinvolto; c. il ciclo di vita, le fasi e i deliverable previsti;. Il piano di obiettivo e la sua stima dimensionale saranno sottoposti alla approvazione dell Amministrazione. Al momento del collaudo si procederà alla misura dei PF effettivamente realizzati(conteggio consuntivo). L'Amministrazione fruirà a consumo del massimale complessivo di punti funzione previsti per il servizio. Qualora, per la tipologia dell intervento, non fosse possibile effettuare la stima in punti funzione (es. interventi sugli archivi, miglioramenti prestazionali, revisione grafica delle interfacce, ecc.), verrà concordato tra le parti il numero di giorni persona per figura professionale da impiegare per svolgere le attività. Ai fini contrattuali tale intervento sarà calcolato secondo le modalità definite al Valutazione delle Dimensioni degli Obiettivi. Sarà fornito con cadenza mensile un rapporto riepilogativo (SAL) che riassume gli interventi effettuati, gli interventi richiesti, lo stato di avanzamento degli obiettivi in corso di realizzazione, riportando le informazioni circa i punti funzione realizzati, richiesti, in corso di realizzazione e disponibili così come descritto al Cap. Modalità di Esecuzione. Tutto il sw realizzato o modificato deve essere funzionante e rispondente ai requisiti espressi dall Amministrazione e sarà coperto dal servizio di garanzia, secondo quanto indicato nel paragrafo 5.13( garanzia) del presente Capitolato Dimensioni del servizio di Mev di Software ad hoc Il servizio di Manutenzione Evolutiva di Software ad hoc è dimensionato in un massimale di Punti Funzione (PF), quale somma delle dimensioni in punti funzione dei singoli Obiettivi attivati. Allegato 5- Capitolato Tecnico Pag.20 di 79

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO CONSIP S.p.A. APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO Manuale d uso del programma Base Informativa di Gestione (BIG), utilizzato per la raccolta delle segnalazioni ed il monitoraggio delle attività di gestione

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

DigitPA LINEE GUIDA. Centro di competenza del riuso. DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina 1 di 140

DigitPA LINEE GUIDA. Centro di competenza del riuso. DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina 1 di 140 LINEE GUIDA PER L INSERIMENTO ED IL RIUSO DI PROGRAMMI INFORMATICI O PARTI DI ESSI PUBBLICATI NELLA BANCA DATI DEI PROGRAMMI INFORMATICI RIUTILIZZABILI DI DIGITPA DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica

Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica Termini del servizio La funzione dell Help Desk è quella di assicurare il mantenimento delle caratteristiche ottimali di funzionamento della

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it ***

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it *** Oggetto: Accordo Quadro con più operatori economici sul quale basare l aggiudicazione di appalti specifici, ai sensi e per gli effetti dell art. 2, comma 225, L.n. 191/2009, per l affidamento dei Servizi

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO 1 ' UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE, ORGANIZZAZIONE E BILANCIO Ufficio X ex DGPOB Ufficio relazioni con il pubblico e Centro di documentazione REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO SOMMARIO CAPO

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Release Management Obiettivi Obiettivo del Release Management è di raggiungere una visione d insieme del cambiamento nei servizi IT e accertarsi che tutti gli aspetti di una release (tecnici e non) siano

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI All.1 al Disciplinare di Gara CAPITOLATO TECNICO Procedura aperta di carattere comunitario, ai sensi dell

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP)

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP) REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT.75 CONFERIMENTO E REVOCA DI INCARICHI AL PERSONALE DELLA CATEGORIA EP E 76 RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E RETRIBUZIONE DI RISULTATO DEL CCNL 16.10.2008

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Cagliari, 22 luglio 2010

Cagliari, 22 luglio 2010 Cagliari, 22 luglio 2010 L azione dell Ance L Associazione Nazionale Costruttori Edili si è da sempre posta l obiettivo di supportare le imprese associate nella adozione di strumentazione organizzativa

Dettagli

In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana

In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana Equivale a livello regionale al Parlamento nazionale E composto da 65 consiglieri Svolge il compito di valutare /

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

8. Le scelte che determinano impatti sui costi

8. Le scelte che determinano impatti sui costi 8. Le scelte che determinano impatti sui costi 8.1 INTRODUZIONE Per valutare e controllare i costi di una soluzione e-learning è necessario conoscere in maniera approfondita i fattori da cui dipendono

Dettagli

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE I problemi del sistema vigente Lo Sportello Unico per le attività Produttive (SUAP) non ha avuto diffusione su tutto il territorio nazionale e non ha sostituito

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 Modalità per l accreditamento e la vigilanza sui soggetti pubblici e privati che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici di cui all'articolo 44-bis,

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI INFORMATIVA N. 204 14 SETTEMBRE 2011 IVA LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI Artt. 7-ter, 7-quater e 7-sexies, DPR n. 633/72 Regolamento UE 15.3.2011, n. 282 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione Oggetto dell'iniziativa La Convenzione prevede la fornitura del servizio di pulizia ed altri servizi tesi al mantenimento del decoro e della funzionalità degli immobili delle Scuole e dei Centri di Formazione

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti OGGETTO: PROGETTO TECO A ATTIVITÀ CINECA AUTORE: MAURO MOTTA Indice della presentazione 1. Obiettivo del progetto 2. Identificazione degli attori coinvolti 3. Fasi del progetto Tecnologie e Strumenti Il

Dettagli

Dizionario delle Forniture ICT

Dizionario delle Forniture ICT Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione Manuale operativo Dizionario delle Forniture ICT Classe di Fornitura Gestione

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli