SLA E PENALI. Gara per l affidamento del servizio di gestione delle postazioni lavoro per la Regione Lombardia e gli Enti del Sistema Regionale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SLA E PENALI. Gara per l affidamento del servizio di gestione delle postazioni lavoro per la Regione Lombardia e gli Enti del Sistema Regionale"

Transcript

1 Gara per l affidamento del gestione delle postazioni lavoro per la Regione Lombara e gli Enti del Sistema Regionale SLA E PENALI Pagina 1 16

2 Gara per l affidamento del gestione delle postazioni lavoro della Regione Lombara e degli Enti del Sistema Regionale Sommario 1 SLA - Service Level Agreement Definizioni generali Creti e perio osservazione Valore del creto Gestione dei livelli e penali Andamento dei livelli nel Rilevazione e controllo Livelli contrattuali Livelli per servizi comuni Livelli per singolo ambito Pagina 2 16

3 Gara per l affidamento del gestione delle postazioni lavoro della Regione Lombara e degli Enti del Sistema Regionale 1 SLA - Service Level Agreement Nel seguente capitolo vengono incati i principali livelli che il Fornitore dovrà rispettare e su cui verrà valutata la qualità della fornitura. 1.1 Definizioni generali Nel presente contratto la rilevazione dei livelli ed il calcolo delle penali in presenza s vengono effettuati con il meccanismo dei creti. Le penali non sono calcolate per ogni singolo s, ma sono associate all accumulo un creto che il Fornitore dovrà corrispondere ai vari Enti in momenti prefissati. In questo capitolo viene descritto il meccanismo funzionamento generale e sono elencati i livelli attesi. Tale meccanismo è stato definito con l intento semplificare il processo e consentire all Ente tutelare l investimento effettuato nel e al Fornitore remersi da eventuali situazioni s meante il miglioramento dei livelli nei mesi successivi Creti e perio osservazione Le penali verranno applicate al Fornitore in forma creti. Ai fini del calcolo dei creti valgono le seguenti definizioni base: Creto : costituisce un importo unitario dovuto all Ente dal Fornitore in seguito al mancato rispetto dei livelli contrattuali, seguito incati. Per Creto si intende un importo monetario associato ai livelli che l Ente e/o ARCA, in caso sservizi o mancate prestazioni decurterà dai corrispettivi dovuti. I creti possono avere un valore positivo (Bonus) ovvero negativo (Debito). I creti sono cumulabili, a seconda dell entità del s e del numero sservizi causati, cosi come seguito riportato Perio osservazione Sono definiti due perio osservazione ai fini della verifica dei livelli contrattuali: Intervallo osservazione ai fini SLA: 1 (un) mese solare, con termine fissato l ultimo giorno del mese riferimento. Questo intervallo è utilizzato per il calcolo dell incatore relativo al singolo livello o dell eventuale s. Intervallo osservazione ai fini dei creti : 6 (sei) mesi solari, con termine fissato l ultimo giorno del sesto mese riferimento. Questo intervallo è invece utilizzato per Pagina 3 16

4 Gara per l affidamento del gestione delle postazioni lavoro della regione Lombara e degli Enti del Sistema Regionale l accumulo dei vari creti e l eventuale recupero degli stessi da parte del Fornitore (si veda seguito). Gli intervalli partiranno dalla data sottoscrizione del contratto e costituiscono perio misurazione inpendenti. Al termine ciascun intervallo, la rilevazione dei livelli e dei creti ripartirà dal principio. Unicamente in caso rilevazione sservizi ripetuti, viene considerata l osservazione congiunta su due intervalli osservazione SLA consecutivi Processo controllo degli incatori qualità del e determinazione dei creti Per la determinazione degli incatori, il loro controllo e la conseguente definizione dei creti dovuti all Ente, si seguirà il seguente processo: 1. Al termine del periodo mensile osservazione degli incatori SLA (intervallo osservazione ai fini SLA), nel caso in cui lo SLA non sia stato rispettato, sarà calcolato l ammontare della penale in termini creto, come incato nella tabella cui al punto Regole per l accumulo dei creti : a. I creti relativi al singolo ambito saranno esigibili dai singoli Enti per cui è avvenuto il s; i creti relativi agli SLA globali saranno invece esigibili da ARCA; b. I creti non tengono conto eventuali danni provocati dal s subito dall Ente, per i quali l Ente stesso si riserva il ritto procedere in autonomia; c. Non è consentita la cessione dei creti tra Enti; 3. L attribuzione dei creti sarà cumulata per un periodo pari all Intervallo osservazione ai fini dei creti. 4. Durante l Intervallo osservazione ai fini dei creti, il Fornitore avrà la possibilità recuperare parzialmente tali creti assicurando e mantenendo un livello superiore a quello riferimento, come incato nella tabella degli SLA, mantenendo un Migliorativo (si veda il seguito). 5. Al termine dell Intervallo osservazione ai fini dei creti, i creti dell Ente rimanenti a valle dei recuperi dovranno essere detratti dal Fornitore dalla prima fattura utile prevista ciascuno degli Enti interessati. Qualora tali importi fossero superiori all ammontare del canone, il Fornitore è tenuto a detrarre la rimanenza dal canone del mese successivo. Pagina 4 16

5 Gara per l affidamento del gestione delle postazioni lavoro della regione Lombara e degli Enti del Sistema Regionale 6. Al termine ciascun intervallo osservazione ai fini SLA l Ente e/o Arca per quanto rispettiva competenza verificherà il valore creti rilevati, in funzione quanto riportato alla successiva tabella, tramite la somma algebrica bonus e debiti cumulati. Nel caso in cui la somma algebrica a un valore positivo, tale bonus verrà azzerato e non sarà preso in considerazione per il successivo periodo osservazione Nel caso in cui la somma algebrica a un valore negativo, l ente potrà vantare un creto da scontare nella successiva fattura pari a: 50 * risultato negativo della somma algebrica. A titolo esemplificativo, se al termine del trimestre osservazione il fornitore abbia cumulato Bonus pari a 10 e debiti pari a - 30, allora la somma algebrica sarà data dal valore -20. Pertanto l ente potrà vantare compensare sulla successiva fattura 50,00*20 = 1.000,00 7. Per i creti relativi ai servizi globali, applicati da Arca, quest ultima si rivarrà sulla cauzione definitiva prestata dal Fornitore, cosi come specificato nello Schema Contratto Quadro. 8. Tutte le detrazioni dei creti dovranno essere chiaramente dettagliate in fattura con una specifica quale sia il livello a cui sono riferiti. 9. Regole per il recupero dei creti : a. Il recupero dei creti è consentito unicamente in relazione all Ente/ambito in cui si è verificato il s. Ciò significa che il Fornitore non potrà recuperare creti accumulati sul fornito ad un Ente erogando un livello migliorativo ad un altro Ente; b. Il recupero dei creti da parte del Fornitore è consentito per il singolo su cui sono stati accumulati dei creti e non per altri servizi. Ciò significa che a fronte un s, per recuperare i creti accumulati i Fornitore dovrà erogare un livello migliorativo per il su cui si sono accumulati i creti; c. Per alcuni sservizi non è possibile il recupero, ad esempio per quanto concerne il rispetto dei tempi consegna nella fase avvio della fornitura. Tali servizi, per loro natura, non sono ripetuti e quin non consentono un miglioramento. In tali casi nella tabella SLA il livello migliorativo viene incato come ND. Pagina 5 16

6 Gara per l affidamento del gestione delle postazioni lavoro della regione Lombara e degli Enti del Sistema Regionale Graduazione dei livelli I livelli incati sono graduati in 5 aree, specificate nella seguente tabella. Le aree fanno riferimento a qualsiasi incatore. Ciò significa che uno qualsiasi degli incatori SLA può trovarsi, al termine del mese osservazione, in una delle 5 aree specificate. Tabella 1 - Gra dei livelli N. GRADO DEFINIZIONE GRADO VALORIZZAZIONE GRADO APPLICAZIONE AI FINI DEI CREDITI nell intervallo osservazione ai fini SLA 1^ Ottimo Superiore al 2^ (Buono) almeno il 10% Qualora raggiunto dal Fornitore darà luogo ad un Bonus creti. 2^ Buono SLA TARGET Tale livello è quello contrattualmente stabilito. Il suo raggiungimento non genera alcun Bonus creti. 3^ Insufficiente Livello inferiore fino al 10% rispetto al 2^. Qualora raggiunto dal Fornitore darà luogo ad un Debito, secondo quanto riportato in Tabella 2 e Tabella 3. 4^ Scarso Livello inferiore rispetto al 2^ compreso tra il 10% e il 50% Qualora raggiunto dal Fornitore darà luogo ad un Debito, pari al Debito 3^ raddoppiato. 5^ Grave Livello inferiore del 50% rispetto al 2^ Qualora raggiunto dal Fornitore darà luogo ad un Debito, pari al Debito 4^ raddoppiato Moltiplicatori penali per sservizi ripetuti Qualora il medesimo s si ripetesse in due intervalli osservazione ai fini sla consecutivi, il creto relativo raddoppia ad ogni successiva ripetizione del s. Questo meccanismo si interrompe se il s non viene ripetuto Facoltà rescissione unilaterale del contratto per eccesso s Ferma restando la quota limite del 10% del valore del contratto per l ammontare massimo delle penali applicabili, ARCA avrà comunque la facoltà recedere unilateralmente dal contratto senza alcun onere aggiuntivo qualora l ammontare delle penali applicate raggiunga il 10% del importo massimo contrattuale del Contratto Quadro. Pagina 6 16

7 Gara per l affidamento del gestione delle postazioni lavoro della regione Lombara e degli Enti del Sistema Regionale In tal caso, il Fornitore sarà tenuto ad effettuare le operazioni transizione a fine contratto come stabilite all interno del Capitolato Tecnico Valore del creto Ciascun creto ha un valore economico pari a 50 (cinquanta) euro. 1.2 Gestione dei livelli e penali Nella tabella 3 sono incati i principali livelli che il Fornitore dovrà rispettare e su cui verrà valutata la qualità della fornitura Andamento dei livelli nel La fornitura si viderà, al fine del calcolo dei livelli, ralmente in tre fasi principali: Avvio: tale fase comprende le attività avvicendamento al precedente fornitore e in generale presa in carico delle infrastrutture. Questa fase partirà dalla data sottoscrizione del Contratto Quadro e avrà una durata 6 mesi solari. Transizione: tale fase comprende le attività che, a valle della presa in carico iniziale, porteranno il Fornitore ad essere pienamente operativo ed a stabilizzare i propri processi. Tale fase avrà inizio al termine della fase avvio ed avrà una durata 12 mesi solari. Esercizio a regime: in questa fase si assume che il Fornitore abbia preso completa confidenza con l ambiente degli Enti, abbia pienamente realizzato i propri processi e abbia assestato le configurazioni delle infrastrutture a supporto. Questa fase avrà inizio al termine della fase transizione e terminerà con la conclusione della Fornitura. La tabella 3, riportante i livelli, prevede, rispetto alle tre fasi suincate, quanto segue: Incatore: specifica quale è l incatore qualità che verrà misurato ai fini della rilevazione del livello. Livello : inca il livello specificato, applicabile per l intera durata della fornitura. attività del : inca in che orari il si intende erogato. Al fuori questi orari non avverrà alcuna misurazione livello. Con il termine 24/7 si intende erogazione continuativa per l intera giornata feriale o festiva. Livello ridotto in avvio: inca, dove applicabile, se lo specifico livello è ridotto in fase avvio. Se ridotto, inca anche i termini della riduzione. La riduzione dello Pagina 7 16

8 Gara per l affidamento del gestione delle postazioni lavoro della regione Lombara e degli Enti del Sistema Regionale SLA si applica alla sola fase avvio come in precedenza incato. Al termine questa fase la riduzione cesserà essere applicata. Creto, sudviso in tre sezioni, inca o Per l area Migliorativo : l ammontare del recupero creti accumulati; o Per le altre aree : l ammontare dei creti Rilevazione e controllo In relazione alla complessità ed al numero dei livelli da osservare, il Fornitore dovrà presporre e mantenere per l intero arco della fornitura un sistema per la rilevazione ed il calcolo degli SLA contrattuali seguito incati, anche in conformità a quanto offerto all interno del progetto tecnico. Tale sistema rilevazione (SLA Management) dovrà erogare le seguenti funzionalità: Calcolo e rilevazione tutti gli SLA contrattuali, con integrazione, dove necessario, con i sistemi Trouble Ticketing, Asset Management e monitoraggio sistemistico; Calcolo dei creti accumulati secondo i principi definiti all interno del Capitolato Tecnico; Visualizzazione e reporting degli SLA per singolo Ente e complessivi; Possibilità per gli Enti accedere e visualizzare gli SLA e l andamento propria competenza; Mantenimento uno storico andamento per l intera durata della fornitura; Possibilità estrarre i dati calcolati in formati standard (CSV e XML). Il sistema SLA Management è erogato e gestito in piena autonomia dal Fornitore, sui propri sistemi informatici. Qualora, nel corso della fornitura, si ravvisasse la possibilità migliorare il meccanismo raccolta un qualsiasi incatore, il Fornitore accetta sin d ora rimettere in scussione il modello raccolta e implementare le necessarie mofiche senza alcun onere aggiuntivo. Pagina 8 16

9 Gara per l affidamento del gestione delle postazioni lavoro della regione Lombara e degli Enti del Sistema Regionale 2 Livelli contrattuali I livelli qui incati fanno riferimento all area 2^ buona. I livelli sono sudvisi in due sezioni: Livelli per servizi comuni: riferiti alla fornitura nel suo complesso, inpendentemente dall Ente interessato ed applicati da ARCA; Livelli per Ente: riferiti ai servizi erogati verso ciascun Ente ed applicati dal singolo Ente. I livelli possono essere, per ciascuna sezione, due tipi: con incatore misurazione e a singolo evento. I livelli a singolo evento prevedono un creto ogniqualvolta l evento si verifica. Sono caratterizzati dall incazione a singolo evento nella colonna Intervallo attività del e la loro rilevazione è effettuata al termine dell intervallo osservazione. Le unità misura impiegate sono definite sinteticamente come segue: : meo calcolato tra l istante richiesta del (registrazione nel sistema Trouble ticketing) e l effettiva chiusura del ticket intervento. Eventuali riaperture del ticket in seguito a rimostranza del referente tecnico rientrano nel calcolo del. Disponibilità: in percentuale, numero transazioni campione andate a buon fine rispetto al numero totale transazioni eseguite. La transazione campione deve essere definita congiuntamente con ARCA/RL in fase avvio del. A titolo incativo, si elencano seguito le tipiche transazioni campione da utilizzarsi: o Per il sistema autenticazione: richiesta autenticazione un utenza test; o Per il sistema file sharing: download e upload un file test nelle varie interfacce. Percentuale successo: in percentuale, quantità richieste evase nello SLA sul totale delle richieste sottomesse (tipicamente per Help desk). Pagina 9 16

10 Gara per l affidamento del gestione delle postazioni lavoro della regione Lombara e degli Enti del Sistema Regionale Inaccuratezza informativa: in percentuale, numero errori presenti nei database raccolta delle informazioni sul totale delle informazioni immagazzinate. Rappresenta il numero postazioni lavoro non tracciate nel sistema Asset management rispetto al totale quelle gestite. E rilevato tipicamente da osservazioni puntuali informazioni mancanti o da campagne verifica. Pagina 10 16

11 Gara per l affidamento del gestione delle postazioni lavoro della regione Lombara e degli Enti del Sistema Regionale 2.1 Livelli per servizi comuni Tabella 2 - Livelli per servizi comuni Area Attività in fase subentro Backend Backend Backend Backend Help desk Help desk Incatore Realizzazione tutte le attività previste a partire dalla stipula del Contratto Quadro (cfr. paragrafo del Capitolato Tecnico Disponibilità dell infrastruttura autenticazione centralizzata Disponibilità dell infrastruttura centrale delle code stampe Affidabilità nella ricezione e elaborazione lavori stampa Disponibilità del file sharing Numero chiamate risposte dall Help Desk 1 livello risposta alle chiamate Unità misura Livello 90 giorni solari Intervallo attività del Livello ridotto in avvio 1^ Ottimo 2^ Buono Creti 3^ Insuf ficiente 4^ Scarso 5^ Grave ND ND ND n.a Disponibilità 99,95% 24/7 99,5% 10 n.a Disponibilità 99,90% 24/7 99% 10 n.a Disponibilità 99,85% 24/7 99% 10 n.a Disponibilità 99,95% 24/7 99% 10 n.a Percentuale successo 99% 40 secon erogazione Help Desk erogazione Help Desk 90% 20 n.a n.a Pagina 11 16

12 Gara per l affidamento del gestione delle postazioni lavoro della regione Lombara e degli Enti del Sistema Regionale 2.2 Livelli per singolo ambito Questi livelli sono calcolati per lo specifico ambito del singolo Ente. Ciò significa che le percentuali fanno sempre riferimento agli interventi o alle postazioni dell Ente singolo. Tabella 3 - Livelli per l'ente Area Ciclo vita Ciclo vita Incatore Approvvigionamento e installazione nuova PdL su richiesta Approvvigionamento e installazione nuova PdL a termine ciclo rinfresco Unità misura Livello 1 giorno nel 90% dei casi, 2 giorni lavorativi nel 2 giorni lavorativi nel 90% dei casi, 4 giorni lavorativi nel Intervallo attività del Livello ridotto in avvio 1^ Ottimo 2^ Buono Creti 3^ Insuf ficiente 4^ Scarso 5 n.a n.a ^ Grave Pagina 12 16

13 Gara per l affidamento del gestione delle postazioni lavoro della regione Lombara e degli Enti del Sistema Regionale Area Ciclo vita Ciclo vita Ciclo vita Ciclo vita Incatore Fornitura e installazione accessori per PdL Intervento IMAC da remoto (inpendentemente dalla sede svolgimento) Intervento IMAC con attività on site in sede principale (area metropolitana milanese e se capoluogo provincia) Intervento IMAC con attività on site in sede territoriale non principale Unità misura Livello 1 giorno nel 90% dei casi, 2 giorni lavorativi nel 4 ore lavorative nel 90% dei casi, 8 ore lavorative nel 100% dei casi 4 ore lavorative nel 90% dei casi, 8 ore lavorative nel 100% dei casi 2 giorni lavorativi nel Intervallo attività del Livello ridotto in avvio 1^ Ottimo 2^ Buono Creti 3^ Insuf ficiente 4^ Scarso 5 n.a n.a n.a n.a ^ Grave Pagina 13 16

14 Gara per l affidamento del gestione delle postazioni lavoro della regione Lombara e degli Enti del Sistema Regionale Area Ciclo vita Ciclo vita Evoluzion e Evoluzion e Incatore Intervento IMAC urgente in sede principale Intervento IMAC urgente in sede territoriale non principale Preventivo svolgimento intervento IMAC Cumulativo grande entità (da richiesta a ricezione del preventivo da parte RL) Preventivo spesa e realizzazione un qualsiasi intervento non parte integrante della gestione del ciclo vita della postazione Unità misura Livello 1 ora solare (richieste accettate in orario ) nel 95% dei casi 2 ore solari (richieste accettate in orario ) nel 1 giorno nel 5 giorni lavorativi 5 giorni lavorativi Intervallo attività del Livello ridotto in avvio 1^ Ottimo 2^ Buono Creti 3^ Insuf ficiente 4^ Scarso 20 n.a n.a Evento 5 n.a Evento 5 n.a ^ Grave Pagina 14 16

15 Gara per l affidamento del gestione delle postazioni lavoro della regione Lombara e degli Enti del Sistema Regionale Area Rinfresco tecnologi co Manuten zione Manuten zione Manuten zione Manuten zione Incatore Sostituzione delle apparecchiature installate nelle modalità cui al paragrafo del Capitolato tecnico Riparazione guasto bloccante in sede principale metropolitana (area milanese) Riparazione guasto bloccante in sede territoriale Riparazione guasto bloccante in sede principale metropolitana (area milanese) Riparazione guasto non bloccante in sede territoriale Unità misura Livello 60 giorni solari 2 ore solari nel 4 ore solari nel 4 ore solari nel 90% dei casi, 6 ore solari nel 8 ore solari nel Intervallo attività del per rilevazione, 24/7 per risoluzione per rilevazione, 24/7 per risoluzione per rilevazione, 24/7 per risoluzione per rilevazione, 24/7 per risoluzione Livello ridotto in avvio 1^ Ottimo 2^ Buono Creti 3^ Insuf ficiente 4^ Scarso 5^ Grave +10 n.a n.a n.a n.a n.a Pagina 15 16

16 Gara per l affidamento del gestione delle postazioni lavoro della regione Lombara e degli Enti del Sistema Regionale Area Sicurezza Sicurezza Migrazio ne AD Migrazio ne File server Migrazio ne Code stampa Incatore Copertura aggiornamento dell antivirus Reazione a incidente sicurezza (da notifica a inizio delle attività per messa in campo contromisure) Migrazione delle utenze AD nelle modalità cui al paragrafo del CT Migrazione delle utenze AD nelle modalità cui al paragrafo del CT Migrazione delle utenze AD nelle modalità cui al paragrafo del CT Unità misura Percentu ale successo Livello Intervallo attività del Livello ridotto in avvio 1^ Ottimo 2^ Buono Creti 3^ Insuf ficiente 4^ Scarso 99% Evento 10 n.a ora solare Entro 90 giorni solari per RL; entro 30 giorni solari per gli altri Enti Entro 60 giorni solari Entro 60 giorni solari per rilevazione, 24/7 per risoluzione 0 n.a ^ Grave +10 n.a n.a n.a Pagina 16 16

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Art. 1 Definizioni 1.1 Ai fini del presente provvedimento si applicano le seguenti definizioni:

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA Per tutelare i clienti che subiscono interruzioni o disservizi nella fornitura di energia elettrica e gas e per incentivare le società

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI

CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI Allegato A alla deliberazione ARG/com 104/10 versione integrata e modificata dalle deliberazioni ARG/com

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

May Informatica S.r.l.

May Informatica S.r.l. May Informatica S.r.l. Brochure Aziendale Copyright 2010 May Informatica S.r.l. nasce con il preciso scopo di dare soluzioni avanzate alle problematiche legate all'information Technology. LA NOSTRA MISSIONE

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA 1 NOTE DI VARIAZIONE IVA (art. 26 del DPR n. 633/1972) Obbligatorie Facoltative Si tratta delle variazioni in aumento

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica

Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica Termini del servizio La funzione dell Help Desk è quella di assicurare il mantenimento delle caratteristiche ottimali di funzionamento della

Dettagli

Basi Prodotti riguardanti le prestazioni di servizio relative al sistema

Basi Prodotti riguardanti le prestazioni di servizio relative al sistema Pagina 1 di 9 Basi Prodotti riguardanti le prestazioni di servizio relative al sistema Descrizione dei prodotti valida dal febbraio 2015 Autore: Swissgrid SA Rielaborazioni: Versione Data Sezione 1.0 21.08.2008

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

REGOLAMENTO RIGUARDANTE LA PORTABILITA DEI NUMERI PER I SERVIZI DI COMUNICAZIONI MOBILI E PERSONALI

REGOLAMENTO RIGUARDANTE LA PORTABILITA DEI NUMERI PER I SERVIZI DI COMUNICAZIONI MOBILI E PERSONALI REGOLAMENTO RIGUARDANTE LA PORTABILITA DEI NUMERI PER I SERVIZI DI COMUNICAZIONI MOBILI E PERSONALI Articolo 1 (Definizioni)... 2 Articolo 2 (Disposizioni Generali)... 3 Articolo 3 (Soluzioni tecniche

Dettagli

www.energystrategy.it 1

www.energystrategy.it 1 www.energystrategy.it 1 C è ancora un mercato italiano del fotovoltaico? Quanto è importante la gestione degli asset? Cosa vuol dire fare gestione degli asset e chi la fa oggi in Italia? www.energystrategy.it

Dettagli

VenereBeautySPA Ver. 3.5. Gestione Parrucchieri e Centro Estetico

VenereBeautySPA Ver. 3.5. Gestione Parrucchieri e Centro Estetico VenereBeautySPA Ver. 3.5 Gestione Parrucchieri e Centro Estetico Gestione completa per il tuo salone Gestione clienti e servizi Tel./Fax. 095 7164280 Cell. 329 2741068 Email: info@il-software.it - Web:

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

TELECOM ITALIA SPA 1 SEM. Anno di riferimento: 2014 Periodo di rilevazione dei dati: 2 SEM. X ANNO Intero 1/39

TELECOM ITALIA SPA 1 SEM. Anno di riferimento: 2014 Periodo di rilevazione dei dati: 2 SEM. X ANNO Intero 1/39 Qualità dei servizi internet da postazione fissa - Delibere n. 131/06/CSP, 244/08/CSP e 400/10/CONS Anno riferimento: 2014 Periodo rilevazione dei dati: 2 SEM. X Per. Denominazione incatore Tempo attivazione

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Regolamento del Concorso misto a Premi denominato NEL MULINO CHE VORREI 2015

Regolamento del Concorso misto a Premi denominato NEL MULINO CHE VORREI 2015 Regolamento del Concorso misto a Premi denominato NEL MULINO CHE VORREI 2015 1. SOCIETÀ PROMOTRICE 2. PERIODO 3. PRODOTTO IN PROMOZIONE BARILLA G. e R. Fratelli Società per Azioni, con Socio Unico Via

Dettagli

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia. Prot. 1377 Cagliari, 13/03/2013 > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.eu ORDINE D ACQUISTO N. 39/2013 RIF. DET. A CONTRARRE N. 31

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana -

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana - Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità OSSERVATORIO REGIONALE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via Camillo Camilliani, 87 90145 PALERMO LINEE GUIDA PER L UTILIZZO

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DI UNO COMMUNICATIONS S.p.A.

CARTA DEI SERVIZI DI UNO COMMUNICATIONS S.p.A. CARTA DEI SERVIZI DI UNO COMMUNICATIONS S.p.A. Indice INTRODUZIONE 1- PRINCIPI FONDAMENTALI... 1 2- IMPEGNI... 3 3- I SERVIZI DI UNO COMMUNICATIONS... 3 4- STANDARD DI QUALITÀ... 5 5- RAPPORTO CONTRATTUALE

Dettagli

Energia Elettrica e Gas Prontuario 2015

Energia Elettrica e Gas Prontuario 2015 Energia Elettrica e Gas Prontuario 2015 BARI ENERGIA Srl Via Junipero Serra, 19 - CAP 70125 Bari (BA) C.F./P.I. 07383800724 2 PRONTUARIO ENERGIA ELETTRICA & GAS 2015 PRONTUARIO ENERGIA ELETTRICA & GAS

Dettagli

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO RISOLUZIONE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 6 marzo 2015 OGGETTO: Consulenza giuridica - Centro di assistenza fiscale per gli artigiani e le piccole imprese Fornitura di beni significativi nell

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

Dizionario delle Forniture ICT

Dizionario delle Forniture ICT Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione Manuale operativo Dizionario delle Forniture ICT Classe di Fornitura Gestione

Dettagli

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it ***

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it *** Oggetto: Accordo Quadro con più operatori economici sul quale basare l aggiudicazione di appalti specifici, ai sensi e per gli effetti dell art. 2, comma 225, L.n. 191/2009, per l affidamento dei Servizi

Dettagli

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO CONSIP S.p.A. APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO Manuale d uso del programma Base Informativa di Gestione (BIG), utilizzato per la raccolta delle segnalazioni ed il monitoraggio delle attività di gestione

Dettagli

Progetto Certezza Più Contratto di assicurazione sulla vita in forma mista a premio annuo con garanzie complementari.

Progetto Certezza Più Contratto di assicurazione sulla vita in forma mista a premio annuo con garanzie complementari. Progetto Certezza Più Contratto assicurazione sulla vita in forma mista a premio annuo con garanzie complementari. Ed. 05/2015 Tariffa ILF24R_75 Il presente Fascicolo Informativo, contenente: a) Scheda

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO Abbiamo predisposto il programma di studio Web per la ricezione automatica dei certificati di malattia direttamente

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente regolamento s intendono per: a) "Autorità",

Dettagli

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE 1 SOMMARIO 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO...3 2 OFFERTA DEL FORNITORE...4 2.1 LOG ON...4 2.2 PAGINA INIZIALE...4 2.3 CREAZIONE OFFERTA...6 2.4 ACCESSO AL DOCUMENTALE...8

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

ARTICOLO 4: CONDIZIONI DI REALIZZAZIONE E DI FATTURAZIONE DELLE PRESTAZIONI

ARTICOLO 4: CONDIZIONI DI REALIZZAZIONE E DI FATTURAZIONE DELLE PRESTAZIONI CONDIZIONI PARTICOLARI DI WEB HOSTING ARTICOLO 1: OGGETTO Le presenti condizioni generali hanno per oggetto la definizione delle condizioni tecniche e finanziarie secondo cui HOSTING2000 si impegna a fornire

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

Orientamenti ABE in materia di. valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2

Orientamenti ABE in materia di. valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2 Orientamenti ABE in materia di valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2 Londra, 16.05.2012 1 Oggetto degli orientamenti 1. Il presente documento contiene una

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete CG di BKW I per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

8. Le scelte che determinano impatti sui costi

8. Le scelte che determinano impatti sui costi 8. Le scelte che determinano impatti sui costi 8.1 INTRODUZIONE Per valutare e controllare i costi di una soluzione e-learning è necessario conoscere in maniera approfondita i fattori da cui dipendono

Dettagli

Import Sisam. Manuale utente. Maggio 2012. Sistema di raccolta dei dati statistici in ambito Socio-Assistenziale Minori

Import Sisam. Manuale utente. Maggio 2012. Sistema di raccolta dei dati statistici in ambito Socio-Assistenziale Minori Maggio 2012 Sistema di raccolta dei dati statistici in ambito Socio-Assistenziale Minori SOMMARIO Invio in RER dei dati Socio-Assistenziali Minori... 3 Home... 3 Elenco dati caricati... 4 Parametri di

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Pag. 1 / 6 SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Foglio Informativo INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero verde. 800.41.41.41 (e-mail info@banca.mps.it

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 NethSecurity Firewall UTM 3 NethService Unified Communication & Collaboration 6 NethVoice Centralino VoIP e CTI 9 NethMonitor ICT Proactive Monitoring 11 NethAccessRecorder

Dettagli

TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV)

TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV) Allegato A TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV) (Versione integrata con le modifiche apportate con le deliberazioni ARG/com

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.3 del 26/11/2012 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce ~ ~ ID: 292415 MEF - RGS - Prot. 2565 del 14/01/2015 - U ' J/tn~o ~//'g'cononu;a, e~~ w::- J't?UM?/.:ce DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO!SPETTO RATO GENERALE DEL BILANCIO UFFICIO II -

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO ANZIANITÀ DI SERVIZIO QUESITO (posto in data 11 luglio 2013) Sono Dirigente Medico di primo livello dal marzo del 2006 e di ruolo, senza interruzioni di servizio, dal luglio 2007. Mi hanno già

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

Servizio HP Hardware Support Exchange

Servizio HP Hardware Support Exchange Servizio HP Hardware Support Exchange Servizi HP Il servizio HP Hardware Support Exchange offre un supporto affidabile e rapido per la sostituzione dei prodotti HP. Studiato in modo specifico per i prodotti

Dettagli

Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto?

Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto? Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto? di Anna de Angelini La maggior flessibilità in entrata introdotta dalla normativa sui rapporti di lavoro a partire seconda

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Sommario Premessa Definizione di VPN Rete Privata Virtuale VPN nel progetto Sa.Sol Desk Configurazione Esempi guidati Scenari futuri Premessa Tante Associazioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA Da produttore/grossista a utente non domestico - Prezzo di mercato prevalente della componente energia e della commercializzazione al dettaglio

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

LISTINO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI

LISTINO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI LISTI INO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI APRILE 2012 APICE Listino Prezzi 04/2012 Indice dei contenuti ARMADI GESTIONE CHIAVI... 3 1. KMS... 4 1.1. ARMADI KMS COMPLETI DI CENTRALINA ELETTRONICA E TOUCH

Dettagli