Università degli Studi di Roma. La Sapienza. Centro InfoSapienza GARA PABS 100 CAPITOLATO TECNICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Università degli Studi di Roma. La Sapienza. Centro InfoSapienza GARA PABS 100 CAPITOLATO TECNICO"

Transcript

1 Università degli Studi di Roma La Sapienza Centro InfoSapienza GARA PABS 100 CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEI SERVIZI DI MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATIVO STUDENTI INFOSTUD" (CIG D) Sapienza Università di Roma Centro InfoSapienza Piazzale Aldo Moro, Roma

2 Indice 1 Premessa Descrizione del contesto SIAD GOMP PIANI DI STUDIO INFOSTUD Utenti del sistema Segreterie Amministrative Studenti Docenti Segreterie didattiche Altri Stato dell arte Numero Utenti del Sistema Numero di operazioni effettuate dalle funzioni applicative delle segreterie amministrative nell anno solare Registrazione Studenti da Web anno Numero Corsi e Concorsi attivi per l anno accademico 2009/ Numero Bollettini stampati e pagati per l anno Numero Certificati stampati per l anno Numero Laureati e stampa Pergamene anno Verbalizzazione degli esami Numero Studenti regolari e non regolari anno accademico INFRASTRUTTURA IT Software applicativo: Ambiente di esercizio Ambiente Test Ambiente di sviluppo ORGANIZZAZIONE UNIVERSITA LA SAPIENZA La manutenzione dell infrastruttura tecnologica Manutenzione del software Help Desk e supporto utenti Gestione applicativa e base dati Descrizione della fornitura Servizi di Manutenzione correttiva Dimensionamento Composizione dei Gruppi di Lavoro Servizi di Manutenzione Adeguativa Dimensionamento Composizione dei Gruppi di Lavoro Servizi di Manutenzione Evolutiva Descrizione Requisiti Manutenzione evolutiva sul sistema Infostud Integrazione Infostud in U-GOV Dimensionamento Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara

3 3.3.3 Composizione dei Gruppi di Lavoro Servizi di Assistenza utenti e help desk Dimensionamento Composizione dei Gruppi di Lavoro Orari assistenza utenti e help desk Servizi di gestione applicativi e Basi Dati Descrizione requisiti Piccoli Interventi Prodotti/servizio Back-end Dimensionamento Composizione dei Gruppi di Lavoro Modalità di esecuzione Modalità di esecuzione dei servizi e delle attività Modalità progettuale Manutenzione evolutiva e manutenzione adeguativa Modalità continuativa Manutenzione Correttiva Assistenza Utenti e Help Desk Gestione applicativi e Basi Dati Orario di Lavoro Verifica della presenza Luogo di lavoro Livelli di Servizio Definizioni per la misura del livello di servizio Classi di gravità Presa in carico e trasferimento Presa in carico Trasferimento di know-how Profili professionali richiesti Allegati al presente capitolato tecnico Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara

4 1 Premessa Il presente capitolato ha lo scopo di definire i requisiti relativi alla fornitura dei servizi in oggetto, in quantità, qualità e livelli di servizio adeguati allo sviluppo, mantenimento ed utilizzo del Sistema informatico per la gestione amministrativa e didattica delle carriere degli studenti, denominato Infostud. Con il termine Ateneo va intesa l Università degli Studi di Roma La Sapienza Con il termine Fornitore va intesa l Impresa aggiudicataria della fornitura. Con il termine Amministrazione vanno intesi gli uffici dell Amministrazione Centrale dell Ateneo. Con il termine Infosapienza va intesa la struttura organizzativa che eroga i servizi applicativi gestionali all interno dell Ateneo. Quando non diversamente specificato, con capitolato si intende il presente documento, con gara si intende la gara da effettuare a fronte del capitolato, con contratto si intende il contratto che verrà sottoscritto a seguito dell aggiudicazione della gara, con fornitura si intende il complesso delle attività e dei prodotti che il Fornitore è chiamato a compiere e a produrre per onorare il contratto. L oggetto della fornitura è descritto nel capitolo 3, con lo scopo di definire a grandi linee i servizi richiesti indicandone anche i parametri quantitativi, le figure professionali e la composizione dei gruppi di lavoro, mentre nel capitolo 4 sono descritte le modalità di esecuzione dei servizi e delle attività, i prodotti della fornitura nonché i relativi aspetti qualitativi. E parte integrante del capitolato l allegato U-GOV Architettura, tecnologia e applicazioni White Paper Luglio Cineca. Per la descrizione della struttura organizzativa, delle competenze e della dislocazione degli uffici dell Ateneo si rimanda al sito Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara pag. 1

5 2 Descrizione del contesto Il sistema Informativo integrato d Ateneo: la scelta di UGov. L'integrazione ed il coordinamento dei dati in una (grande) organizzazione è parte essenziale di quello che viene chiamato "data governance", ovvero l'insieme dei principi, tecniche e processi che l'organizzazione adotta per esercitare un controllo totale del contenuto e della gestione delle fonti informative facenti capo alla organizzazione stessa. A partire da tali considerazioni, La Sapienza, tra le linee di indirizzo, ha rilevato come prioritaria la realizzazione di un sistema informativo integrato. Il processo per raggiungere l obiettivo di integrazione dei diversi sistemi informatici, vista la grandezza e la numerosità delle strutture universitarie, è lungo e complesso. La modalità per affrontare il problema è stata quella di procedere per macro fasi, iniziando dalla imprescindibile fase preliminare della rilevazione presso le strutture universitarie delle applicazioni e delle basi di dati esistenti e la successiva determinazione dei nuovi requisiti del sistema informativo. Le attività che hanno costituito il punto di partenza per l individuazione del sistema informativo integrato sono state: censimento delle applicazioni esistenti e delle corrispondenti basi di dati; mappa delle interrelazioni tra applicazioni, basi di dati ed identificazione dei flussi informativi tra applicazioni e basi di dati; identificazione di eventuali duplicazioni/sovrapposizioni di funzionalità e/o basi dati; determinazione dei nuovi requisiti utente; ecc. La scelta di indirizzo dell Ateneo della soluzione tecnologica è stata quella di UGov del Consorzio Cineca, e influenzerà in maniera sostanziale la gestione di dati e processi dell Ateneo nei prossimi anni. Il sistema UGov si compone di aree funzionali e moduli ed offre una copertura delle aree amministrative dell Ateneo. Sono attualmente in corso i progetti relativi all integrazione in UGov riguardo i sistemi per la gestione Contabile, la gestione Giuridico Amministrativa e la Ricerca. Inoltre è in corso la realizzazione del portale, sempre in ottica UGov. Relativamente all area Didattica e Studenti, il sistema UGov prevede due applicazioni che, nell attuazione presso la Sapienza, sono costituiti dal sistema d Ateneo SIAD. 2.1 SIAD Il SIAD (Sistema informativo Integrato d Ateneo per la Didattica) è il sistema di gestione della programmazione didattica e delle carriere amministrative degli studenti, la cui base di dati dovrà confluire anch essa in UGov. Le caratteristiche principali sono: punto unico di inserimento delle informazioni, che vengono poi automaticamente trasferite agli altri sistemi secondo le necessità; Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara pag. 2

6 gestione integrata dei Manifesti, della conseguente programmazione didattica e delle carriere degli studenti nel rispetto delle norme di legge ed in conformità agli ordinamenti ed all offerta didattica dichiarati al MIUR; gestione di tutti i corsi di laurea riformati ai sensi del D.M. 270/2004 e succ. Figura 1 - SIAD Come illustrato in Figura 1, il SIAD si compone dei seguenti principali moduli applicativi: Gomp, Piani di Studio 1 ed Infostud. 2.2 GOMP L applicativo GOMP consente la composizione e gestione di tutti i Corsi di Laurea che si conformano secondo il DM270/04, ed inoltre è in grado di definire, popolare, gestire e validare i piani di studio degli studenti. In base alla logica di collaborazione applicativa, per ogni Anno Accademico (a partire dal ) e per ogni corso di Laurea, si importano in GOMP tutti i 1 L applicativo Piani di Studio potrebbe essere rinominato in Percorso Formativo. Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara pag. 3

7 dati che compongono il RAD (Regolamento Didattico di Ateneo) e l Offerta Formativa, ossia tutto ciò che è pubblicato dal MIUR su Tale operazione consente l inserimento automatico in GOMP di tutti i Corsi di Laurea, ognuno con il proprio Ordinamento Didattico e le proprie regole di adeguamento al DM 270/04 che fungono da fondamenta e da controllo per la validazione dei Manifesti e delle Programmazioni Didattiche. Nell ambito del SIAD, Gomp coopera con Infostud sia tramite l ausilio di servizi web che con scambi manuali di flussi di dati. L inserimento di un nuovo insegnamento, ad esempio, avviene in cooperazione applicativa con Infostud seguendo la procedura di creazione e richiesta codifica: solo dopo l assegnazione del codice si potrà utilizzare l insegnamento nel manifesto. I manifesti sono validati rispetto all ordinamento attraverso 3 livelli di controllo: 1 livello controllo quadratura con ordinamento fino ai CFU previsti per i sottogruppi di ambito e agli SSD obbligatori e non 2 livello controlli formali sulla correttezza del contenuto 3 livello a livello locale, regole di Ateneo implementate ad hoc Figura 2 - Infrastruttura GOMP Uno schema dell infrastruttura GOMP è mostrato in Figura 2. Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara pag. 4

8 2.3 PIANI DI STUDIO L applicativo Piani Di Studio consentirà agli studenti la presentazione dei loro piani di studio o meglio la definizione del loro percorso formativo in modo congruente al manifesto degli studi ed alle ulteriori regole che ateneo, facoltà e/o corsi di laurea avranno stabilito. Piani Di Studio è un modulo aggiuntivo che sia appoggia a GOMP tramite il quale è automaticamente popolato con i quadri e relative regole già presenti nell offerta formativa del corso di studio. I sistemi Infostud e Piani di Studio opereranno in collaborazione applicativa per l importazione dei dati anagrafici e delle carriere degli studenti e per la verifica delle carriere studenti esistenti (limitatamente ai corsi DM 270). 2.4 INFOSTUD Il sistema Infostud è la tecnologia a servizio della Sapienza per la gestione delle carriere amministrative e didattiche degli studenti. In questo ambito offre i propri servizi agli Studenti, ai Docenti ed al Personale tecnico-amministrativo. Nasce nel 2001 per sostituire il vecchio sistema informatico e per rispondere alle novità introdotte dal DM 509/99 e successivi DM sulle classi di laurea e lauree specialistiche. Attualmente gestisce le carriere degli studenti iscritti a corsi di laurea di vecchio ordinamento, DM 509/1999 e DM 270/2004 e succ. Infostud permette la gestione integrata delle carriere, svolte dallo studente alla Sapienza, in tutte le fasi della filiera Registrazione Concorso - Immatricolazione/Iscrizione - Esami di profitto Certificazione Laurea Stampa Pergamena per i corsi di Studio di primo e secondo livello, gli eventuali post-laurea (Master, Scuola di specializzazione, Esame di Stato, Dottorato di Ricerca), oltre che per i corsi di Formazione ed Alta Formazione. Lo studente, all interno del Sistema Infostud, è censito con il codice fiscale e riconosciuto univocamente dalla sua matricola, che è unica nell arco della sua permanenza alla Sapienza e per qualunque tipologia di iscrizione (corsi di laurea e post lauream), con una divisione logica delle carriere. E possibile accedere ad Infostud disponendo di un utenza e delle credenziali per l accesso (matricola e password) e, di un browser ed un collegamento ad internet. Tutte le funzioni disponibili in Infostud sono assegnabili agli utenti secondo un sistema di profilazione Utenti del sistema Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara pag. 5

9 Segreterie Amministrative Le segreterie amministrative dispongono delle funzioni necessarie allo svolgimento delle attività di gestione delle carriere studenti, nel rispetto delle regole previste dalla legge, dal Manifesto degli Studi e dai Regolamenti d Ateneo. Le funzioni sono state assegnate agli uffici secondo diversi profili d utenza, standard e/o individuale, e con differenti viste sui dati di competenza. Infostud consente alle segreterie amministrative di gestire la carriera amministrativa e didattica dello studente in tutte le complesse fasi della filiera, dalla registrazione fino alla richiesta di stampa della pergamena. Gli utenti di segreteria amministrativa sono divisi in 8 diversi profili principali (segreterie, master, specializzazione, borse di studio, dottorati di ricerca, esami di stato, offerta formativa, ciao) Studenti Gli studenti utilizzano Infostud come uno sportello di segreteria virtuale dal quale è possibile, dopo la registrazione al sistema, svolgere vari atti amministrativi, come ad esempio presentare domanda di concorso, verificare l ammissione ai corsi, presentare domanda di borsa di studio per l esonero delle tasse e stampare le tasse di iscrizione/immatricolazione, con funzioni specifiche per i diversi corsi (1 e 2 livello, master, specializzazione, dottorati, esami di stato) e con dinamicità dei controlli. Quest ultimi sono variabili secondo le diverse situazioni amministrative e didattiche nelle quali lo studente può trovarsi nel corso del tempo. Lo studente può, inoltre, prenotarsi agli esami e verificare gli esiti degli stessi, inserire dichiarazioni personali (ad esempio reddito, titoli di studio, esenzioni, recapito) o semplicemente verificare la propria iscrizione. Infine, lo studente può stampare le certificazioni on line con timbro digitale Docenti Il Docente della Sapienza, in quanto Responsabile di un insegnamento, dispone delle funzioni per gestire gli appelli d esame, la verbalizzazione degli esiti, le stampe dei verbali o la verbalizzazione digitale, la reportistica e visualizzare le carriere degli studenti. Il Docente, in quanto membro di commissioni specifiche, dispone delle funzioni per la valutazione delle richieste di Part-time, delle domande di Verifica dei requisiti, etc. Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara pag. 6

10 Segreterie didattiche Anche alcuni uffici delle Facoltà, genericamente raggruppati nel profilo di segretario didattico, utilizzano Infostud per la gestione degli appelli, del registro verbale e della visualizzazione delle carriere studenti (esami sostenuti), del parttime, della verifica dei requisiti Altri Esistono altre tipologie di utenti di Infostud che, per esigenze di servizio, necessitano di funzioni specifiche a supporto delle attività dei loro rispettivi uffici, come per esempio Programmi internazionali e l Ufficio elettorale, oppure utenti esterni alla Sapienza, autorizzati dall Università, come ad esempio l ADISU ed altri ancora Stato dell arte Si riportano di seguito alcune tabelle sintetiche sull utilizzo dell applicativo, per comprendere meglio la dimensione delle attività gestite con Infostud dai vari uffici ed utenti Numero Utenti del Sistema UTENTI SISTEMA TIPOLOGIA UTENTE Segreteria Amministrativa 350,00 NUM. UTENTI Altri 20,00 Docente ,00 Segreteria Didattica 59,00 Studente ,00 STUDENTI ATTIVI ANNO ACCADEMICO 2009/2010 Iscritti Immatricolati TOTALE Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara pag. 7

11 Numero di operazioni effettuate dalle funzioni applicative delle segreterie amministrative nell anno solare NUMERO OPERAZIONI REGISTRATE ANNO 2010 NUMERO MESE OPERAZIONI GENNAIO ,00 FEBBRAIO ,00 MARZO ,00 APRILE ,00 MAGGIO ,00 GIUGNO ,00 LUGLIO ,00 AGOSTO ,00 SETTEMBRE ,00 OTTOBRE ,00 NOVEMBRE ,00 DICEMBRE ,00 TOTALE , , , , , ,00 0,00 GENNAIO FEBBRAIO MARZO APRILE MAGGIO GIUGNO LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE Serie1 Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara pag. 8

12 Registrazione Studenti da Web anno REGISTRAZIONE IN ANAGRAFICA DA WEB NUM. MESI REGISTRAZIONI GENNAIO 384 FEBBRAIO 273 MARZO 301 APRILE 289 MAGGIO 284 GIUGNO LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE 948 TOTALE GENNAIO FEBBRAIO MARZO APRILE MAGGIO GIUGNO LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE Numero Corsi e Concorsi attivi per l anno accademico 2009/2010 Serie1 CORSI ATTIVI NUM. TIPOLOGIA CORSO CORSI Lauree DM Lauree Specialistiche DM Lauree Triennali DM Lauree Magistrali 124 UE 3 Dottorati Di Ricerca 181 Master di Primo Livello 92 Master di Secondo Livello 129 Alta Formazione 16 Scuole di Specializzazione 81 TOTALE 823 CONCORSI ATTIVATI NUM TIPO CONCORSO CONCORSI CORSO ALTA FORMAZIONE 4 DOTTORATO DI RICERCA 168 LAUREA 107 LAUREA DI PRIMO LIVELLO 88 LAUREA MAGISTRALE 115 LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO 14 LAUREA MAGISTRALE A PERCORSO UNITARIO 2 LAUREA SPECIALISTICA 13 MASTER DI PRIMO LIVELLO 92 MASTER DI SECONDO LIVELLO 127 SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE 81 TOTALE 811 Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara pag. 9

13 Numero Bollettini stampati e pagati per l anno 2010 NUMERO STAMPATI BOLLETTINI NUMERO BOLLETTINI MESE GENNAIO FEBBRAIO MARZO APRILE MAGGIO GIUGNO LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE TOTALE NUMERO BOLLETTINI PAGATI NUMERO MESE BOLLETTINI GENNAIO FEBBRAIO MARZO APRILE MAGGIO GIUGNO LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE TOTALE Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara pag. 10

14 Numero Certificati stampati per l anno 2010 TIPOLOGIA CERTIFICATO NUM.STAMPE SEGRETERIA LAUREA SEGRETERIA ISCRIZIONE SEGRETERIA ESAMI SOSTENUTI SEGRETERIA LAUREA CON TESI SEGRETERIA LAUREA CON VOTO SEGRETERIA LAUREA CON ESAMI SEGRETERIA CONFERMA DI LAUREA 725 SEGRETERIA DIPLOMA SUPPLEMENT 243 SEGRETERIA CARRIERA SCOLASTICA SEGRETERIA CURRICULUM LAUREANDO SEGRETERIA LAUREA CON TIROCINIO 268 SEGRETERIA LAUREA CON TESI /TIROCINIO 15 SEGRETERIA LAUREA CON VOTO /TIROCINIO 67 SEGRETERIA CONFERMA DI LAUREA CON VOTO SEGRETERIA CONFERMA DI LAUREA /TIROCINIO 230 SEGRETERIA CARRIERA SCOLASTICA PER CONGEDO SEGRETERIA LAUREA PER RISCATTO ANNI ACCADEMICI CONFERMA DI LAUREA CON VOTO SEGRETERIA /TIROCINIO 120 WEB (*) ISCRIZIONE WEB (*) ESAMI SOSTENUTI WEB (*) LAUREA CON TESI WEB (*) LAUREA CON VOTO WEB (*) LAUREA CON ESAMI WEB (*) LAUREA PER RISCATTO ANNI ACCADEMICI 970 TOTALE (*) I certificati su web dal settembre 2010 Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara pag. 11

15 Numero Laureati e stampa Pergamene anno 2010 TOTALE LAUREATI ANNO 2010 NUM. TIPOLOGIA DI LAUREA LAUREATI CORSO DI DIPLOMA UNIVERSITARIO V.O. 3 CORSO DI LAUREA V.O DIPLOMA V.O. 1 DIPLOMA DI PERFEZIONAMENTO V.O. 5 LAUREA DM LAUREA DI PRIMO LIVELLO DM LAUREA MAGISTRALE DM LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO DM270 3 LAUREA MAGISTRALE A PERCORSO UNITARIO DM LAUREA SPECIALISTICA DM LAUREA SPECIALISTICA A CICLO UNICO DM SCUOLA 45 SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE 718 TOTALE TOTALE PERGAMENE STAMPATE(*) (*) Le pergamene stampate possono risultare in numero maggiore degli studenti laureati in quanto, nel periodo di osservazione, le stampe sono relative anche agli studenti laureati prima del 1 gennaio Verbalizzazione degli esami Verbalizzazione AA 2009/2010 CORSI DI STUDIO 849 VERBALI INSEGNAMENTI DOCENTI PRENOTATI VERBALIZZATI AGGIUNTI VALIDATI Numero Studenti regolari e non regolari anno accademico 2010 POSIZIONE AMMINISTRATIVA STUDENTI REGOLARE NON REGOLARE TOTALE Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara pag. 12

16 2.4.3 INFRASTRUTTURA IT L infrastruttura tecnologica di Infostud è composta dai seguenti ambienti: Ambiente di esercizio o produzione Ambiente di test correttivo Ambiente di test evolutivo Ambienti di sviluppo L ambiente d esercizio è separato per tipologia utente ed opera su intranet e/o internet. Gli ambienti di test e sviluppo sono sulla intranet Software applicativo: Il sistema Infostud può essere diviso nei seguenti componenti applicativi: componente di Front-end web costituito da un applicazione web-based, sviluppata in java utilizzando la Java Virtual Machine versione 1.4.2_14, l Enterprise JavaBeans versione 1.0 ed il framework Struts 1.1 eseguita su Oracle Application Server componente Back-end dati costituito dalla base dati e da un insieme di procedure oracle PL/SQL eseguite su Oracle Enterprise Server 11g. componente per i servizi web costituito da un insieme di servizi web sviluppati in java utilizzando la JVM 1.5 ed eseguiti su Apache Tomcat 6.0. altri componenti costituiti da librerie ed eseguibili java e/o package PL/SQL sviluppati ad hoc per consentire la collaborazione applicativa e lo scambio di dati con sistemi esterni. In totale in produzione esistono 225 moduli java per la gestione di tutte le funzionalità di Infostud e 304 stored procedure. Di seguito le principali librerie esterne utilizzate: itext 5.0 e jasperreport 1.0 per la generazione di documenti Apache axis 1.2 e successive per le chiamate web services log4j per la gestione della log BouncyCastle jdk per la crittografia Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara pag. 13

17 prototype 1.7 per quanto riguarda javascript e ajax Ambiente di esercizio L architettura del progetto Infostud è basata su un sistema multi-livello (tier) dove insistono gli applicativi per le Segreterie e per gli Studenti. Figura 3 - Infrastruttura Infostud A questa architettura vanno aggiunti alcuni componenti satellitari utilizzati principalmente nella collaborazione applicativa come p.es. i web services Infostud (vedi Figura 2) Front-end Web: Application Server Il front-end web è realizzato tramite application server raggruppati in due Web Farm, una per l uso degli studenti e dei docenti e l altra ad uso delle segreterie, le web farm forniscono servizi differenti. Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara pag. 14

18 Gli Application server sono ospitati su HP Blade system Enclosure C7000 e sono connessi con il database Oracle RAC attraverso una connessione Ethernet ad 1 Gb. Ogni Application Server di Segreteria ha le seguenti caratteristiche: Server BL465G5 con 2 CPU AMD Opteron 3Ghz, 16Gb di Ram, raid mirror di 2 dischi da 146Gb, scheda in fibra ottica, 4 NIC ethernet Sistema Operativo: Red Hat Enterprise Linux 4 Middleware: Oracle Application Server in combinazione con la web cache, il server web apache e il relativo container delle pagine java OC4J. Ogni Application Server della Web Farm degli studenti ha le seguenti caratteristiche: Server BL465G5 con 2 CPU Intel Xeon 2,4Ghz, 10Gb di Ram, raid mirror di 2 dischi da 146Gb, scheda in fibra ottica, 4 NIC ethernet Sistema Operativo: Red Hat Enterprise Linux 4 Middleware: Oracle Application Server in combinazione con la web cache, il server web apache e il relativo container delle pagine java OC4J. Inoltre, per quanto riguarda la connettività, i Blade Systems sono predisposti ognuno con 8 switch cisco catalyst 3020 su cui arrivano gli 8 trunk dallo switch di frontiera. Alle componenti di base sono necessari i seguenti servizi di supporto: LDAP server per l utilizzo della posta della posta elettronica studenti. Load Balancer per il bilanciamento del carico utente su più Web Server Back-end: Oracle Database Rac La base dati di Infostud è ospitata su due sistemi in cluster con le seguenti caratteristiche: Server BL680G5 ciascuno con 2 CPU AMD Opteron 3Ghz, 32Gb di Ram, raid mirror di 2 dischi da 300Gb, scheda in fibra ottica, 4 NIC ethernet Sistema Operativo: Red Hat Enterprise Linux 5 Database: Oracle Real Application Cluster in combinazione con Oracle 11g Il database server utilizza un file system su SAN (Storage Area Network) di HP mod. StorageWorks EVA4000 di circa 12Tb distribuiti su 56 dischi da 300 Gb 15000rpm in fibra di cui 2Tb in produzione per la sola istanza del database. Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara pag. 15

19 L infrastruttura è comprensiva per la gestione dei virtual array (vraid0, vraid1, vraid5) della suite HP Command View. Le soluzioni HP StorageWorks EVA permettono di gestire lo storage mediante snapshot di base e creare mirror in remoto tramite un interfaccia utente ed una infrastruttura CLI (Common Language Infrastructure) Web Services I servizi web utilizzati nella collaborazione applicativa sono realizzati in Java 1.5 utilizzando le librerie Apache Axis e sono ospitati su web servers raggruppati in una web farm. Ogni web server ha le seguenti caratteristiche: Backup Sistema Operativo: Linux Debian 5 Middleware: Apache Web Sever 2.2.x e Apache Tomcat 6.0. Per il backup dei sistemi in esercizio viene utilizzata la libreria HP StorageWorks MSL5026 Library con 24 slot per tape modello DLT 40/80 Gb Sono previsti le seguenti modifiche all attuale configurazione: HP StorageWorks MSL6000 Library Ultrium LTO-4 con 32 slot per tape da 800GB Ambiente Test Gli ambienti di test sia correttivo che evolutivo sono costituiti da più sistemi ospitati su macchine reali o virtuali che rispecchiano le caratteristiche dell ambiente di esercizio con le seguenti differenze: gli application server non costituiscono una web farm e quindi non è presente un bilanciatore il DB non è configurato in cluster I sistemi reali o virtuali che ospitano sia gli application server che i sistemi DB hanno caratteristiche inferiori in termini prestazionali rispetto all ambiente di esercizio Ambiente di sviluppo L ambiente di sviluppo del sistema infostud è disponibile ad ogni singolo sviluppatore sulla propria postazione di lavoro, gli strumenti maggiormente Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara pag. 16

20 utilizzati sono: JDeveloper , Eclipse Java EE IDE, WinCVS, PLSQL Developer, SQL Developer Tutti gli ambienti di sviluppo condividono la stessa istanza del DB disponibile su un server remoto dedicato. Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara pag. 17

21 ORGANIZZAZIONE UNIVERSITA LA SAPIENZA La Sapienza si avvale per lo svolgimento delle sue attività, oltre che dei Dipartimenti e delle Facoltà e, ove costituiti, dei Centri, della Direzione generale e dell Amministrazione. La Direzione generale è articolata in aree organizzative, dotate di autonomia attuativa ed organizzativa. Infosapienza è un Centro di spesa ad ordinamento speciale, di programmazione e di sviluppo tecnologico, finalizzato al supporto della Information Communication Technology della Sapienza. Il Centro di spesa è diretto, per gli aspetti d indirizzo e programmazione, da un delegato del Rettore, coadiuvato a titolo consultivo da un Comitato, ed ha un dirigente responsabile tecnicoamministrativo, nominato dal Direttore generale. La gestione del sistema Infostud, è a carico del settore Settore informatico per le carriere didattiche e amministrative degli studenti del Centro Infosapienza e prevede la manutenzione correttiva ed adeguativa del software, lo sviluppo, la manutenzione dell infrastruttura tecnologica, il supporto agli utenti, la gestione applicativa e base dati. Il personale della Sapienza è integrato da quello di consulenti e collaboratori esterni e da studenti borsisti, che svolgono la propria attività presso l Università e sotto il coordinamento del Responsabile del Settore La manutenzione dell infrastruttura tecnologica Le attività svolte a questo scopo dalle risorse assegnate, devono assicurare il corretto funzionamento dell intera architettura di sistema, così come descritta precedentemente, per i diversi ambienti di Esercizio, Test e Sviluppo, includendo, oltre che la gestione dei server, anche del middleware Application e di quello Data Base. L attività riguarda anche il tuning e le performance dell intera infrastruttura ed il relativo aggiornamento, oltre che la sicurezza ed il backup/restore dei dati. E gestito dalle stesse risorse il CVS, (Concurrent Versioning System) e l attività di deploy. Infine, partecipano, al controllo ed interpretazione dei log applicativi insieme agli analisti Manutenzione del software Ha in carico tutte le attività di sviluppo e correzione dell applicativo Infostud. L attività di manutenzione correttiva riguarda sia la correzione degli errori applicativi, sia dei dati. Quest ultima è effettuata anche dall help desk. Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara pag. 18

22 L attività di sviluppo comprende la manutenzione adeguativa del sistema e quella evolutiva. Sono ricomprese nelle attività del gruppo tutte le fasi di analisi, progettazione, programmazione e testing Help Desk e supporto utenti L attività di supporto agli utenti si distingue in help desk di 1 e 2 livello. E identificata come attività di primo livello, la segnalazione dell anomalia che è risolvibile utilizzando correttamente le funzioni applicative e non rappresenta un reale malfunzionamento. Il servizio di Help Desk di secondo livello, invece, gestisce problematiche non risolvibili con le funzioni applicative e presuppone un intervento tecnico ad hoc. Il gruppo acquisisce anche le eventuali anomalie funzionali, le trasmette al servizio di manutenzione e ne verifica la correzione; infine, monitora il corretto funzionamento dell applicativo. Inoltre, si occupa delle attività di verbalizzazione via web degli esami, supporta i docenti, le segreterie amministrative e didattiche ed i vari uffici dell Ateneo per interventi d aiuto di 1 e 2 livello, gestisce la codifica e le problematiche relative alle cooperazioni applicative. Degli studenti non regolari, circa il 25% necessita di un intervento tecnico puntuale a sanatoria direttamente sulla base dati. Nel periodo 5 settembre-3ottobre sono state effettuati circa 1200 interventi di assistenza di 1 e 2 livello. Data la variabilità della tipologia di intervento, il tempo medio di risoluzione non aiuta ad inquadrare al meglio l attività, in quanto sono presenti interventi di pochi minuti e altri di ore. Il servizio di help desk è effettuato dalle 9 alle 17:30 con intervallo per il pranzo dalle 13:00 alle 14: Gestione applicativa e base dati Si occupa della gestione giornaliera dei flussi bancari e del recupero degli scarti. Gestisce i flussi dati per la gestione di tutti i concorsi della Sapienza per l accesso ai corsi di 1 e 2 livello, master, specializzazione, dottorati (numero chiuso, orientamento, prove ingresso verifica delle conoscenze e domande verifica requisiti), predispone report ed elaborazioni dei dati. Codifica gli insegnamenti, gestisce la programmazione degli appelli d esame. Università La Sapienza di Roma Capitolato di Gara pag. 19

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1 Tipo di documento: Progetto - Commissione Didattica 27 giugno 2011 Pag. 1 di 9 Premessa Il progetto nasce con l obiettivo di: a) informatizzare il processo di presentazione della domanda di laurea in analogia

Dettagli

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti OGGETTO: PROGETTO TECO A ATTIVITÀ CINECA AUTORE: MAURO MOTTA Indice della presentazione 1. Obiettivo del progetto 2. Identificazione degli attori coinvolti 3. Fasi del progetto Tecnologie e Strumenti Il

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI

GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI ESSE3 VERBALIZZAZIONE ONLINE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO SERVIZIO FRONT OFFICE GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI ESSE3 VERBALIZZAZIONE

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE PER GLI STUDENTI Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE VALIDE PER I CORSI ATTIVATI AI SENSI DEL D.M. 270/04 Immatricolazione

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

Presentazione delle Schede DAT

Presentazione delle Schede DAT UNIVERSITÀ DEGLI STUDI CAGLIARI CAMPUS UNICA Presentazione delle Schede DAT Dati e indicatori statistici Sono di seguito presentati dettagliatamente i dati e gli indicatori richiesti dal Modello CRUI per

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Università degli Studi Roma Tre. Prenotazione on-line

Università degli Studi Roma Tre. Prenotazione on-line Università degli Studi Roma Tre Prenotazione on-line Istruzioni per effettuare la prenotazione on-line degli appelli presenti sul Portale dello Studente Assistenza... 2 Accedi al Portale dello Studente...

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO CONSIP S.p.A. APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO Manuale d uso del programma Base Informativa di Gestione (BIG), utilizzato per la raccolta delle segnalazioni ed il monitoraggio delle attività di gestione

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

..DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNI SUCCESSIVI..

..DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNI SUCCESSIVI.. Corso di laurea.... C.L. specialistica/magistrale... Curriculum/Indirizzo... Matricola.. Marca da bollo da 16,00 se non assolta in modo virtuale AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. D ANNUNZIO

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

L università digitale a portata di mano

L università digitale a portata di mano L università digitale a portata di mano Be Smart srl tutti i diritti riservati La soluzione per gestire tutte le esigenze relative alle procedure amministrative, didattiche e di programmazione dell offerta

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II. 1.Modalità pagamento pasti

CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II. 1.Modalità pagamento pasti CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II 1.Modalità pagamento pasti Pagina Introduzione 2 Pre-pagato con tessera scalare 3 1.1 Componenti del sistema 4 1.2 Come funziona 5 1.3 Fasi del servizio 6 - L iscrizione

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO

REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO E CORSI SINGOLI INDICE TITOLO I - IMMATRICOLAZIONI,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Business Process Reengineering

Business Process Reengineering Business Process Reengineering AMMISSIONE ALL'ESAME DI LAUREA Barbagallo Valerio Da Lozzo Giordano Mellini Giampiero Introduzione L'oggetto di questo lavoro riguarda la procedura di iscrizione all'esame

Dettagli

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo SIASFI: IL SISTEMA ED IL SUO SVILUPPO 187 SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo Antonio Ronca Il progetto SIASFi nasce dall esperienza maturata da parte dell Archivio di Stato di Firenze nella gestione

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli v 4.0 1. Requisiti software Lo studente deve essere dotato di connessione internet

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

ECM SUITE: GESTIONE CREDITI ECM AL 100%

ECM SUITE: GESTIONE CREDITI ECM AL 100% ECM Suite ECM SUITE: GESTIONE CREDITI ECM AL 100% ECM Suite è una moderna piattaforma gestionale, web based (ovvero ad utenze gestionali illimitate, nessun acquisto di singole licenze client e/o server),

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con D.R. n.1508 del 31/07/2013) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione Definizioni PARTE

Dettagli

Art. 1. (Indizione concorso)

Art. 1. (Indizione concorso) Allegato 1 al Provvedimento del Direttore dell Istituto TeCIP n. 66 del 10/02/2015 Concorso per l attribuzione di due Borse di studio per attività di ricerca della durata di 12 mesi ciascuna presso l Istituto

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Art. 3 Procedura di selezione

Art. 3 Procedura di selezione Regolamento per l'attribuzione a professori e ricercatori dell'incentivo di cui all'articolo 29, comma 19 della legge 240/10 (Emanato con Decreto del Rettore n.110 del 4 aprile 2014) Art. 1 Oggetto 1.

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con delibera del Senato Accademico del 19 luglio 2011) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale 1. Introduzione al backup Guida al backup Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi Con l aumentare dei rischi associati a virus, attacchi informatici e rotture hardware, implementare

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale!

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET consente la piena digitalizzazione della scuola: completa

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida LINEE GUIDA per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione (CEV) ai sensi dell art. 4, comma 4 del Decreto Ministeriale

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

U n i v e r s i t à degl i S t udi d i R o m a Tor V e r gat a

U n i v e r s i t à degl i S t udi d i R o m a Tor V e r gat a BANDO DI CONCORSO D.M. 5 FEBBRAIO 2014 N.85 MACROAREA DI INGEGNERIA AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO,DIRETTAMENTE FINALIZZATI ALLA FORMAZIONE DI ARCHITETTO INGEGNERIA EDILE ARCHITETTURA

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli