COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma REGOLAMENTO DEL VESTIARIO DELLA POLIZIA MUNICIPALE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma REGOLAMENTO DEL VESTIARIO DELLA POLIZIA MUNICIPALE"

Transcript

1 COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma REGOLAMENTO DEL VESTIARIO DELLA POLIZIA MUNICIPALE Approvato con deliberazione consiliare n. 20 del 19 marzo 1997 Modificato con deliberazioni consiliari: n. 33 del 27 aprile 2007 n. 117 dell 11 novembre 2008

2 Indice Capo I 3 Articolo 1 Oggetto del Regolamento 3 Articolo 2 Diritto al vestiario ed equipaggiamento 3 Articolo 3 Acquisto e fornitura degli effetti di vestiario ed equipaggiamento 3 Articolo 4 Rinnovazione dei capi di vestiario ed equipaggiamento 3 Articolo 5 Cambio del vestiario e delle uniformi secondo le stagioni 3 Articolo 6 Commissione consultiva 4 Articolo 7 Compiti della Commissione 4 Articolo 8 Scorte di magazzino 4 Articolo 9 Norme transitorie 4 Capo II Disciplina del vestiario al personale della Polizia Municipale 5 Articolo 10 Obbligo di indossare gli effetti di vestiario 5 Articolo 11 Cura e manutenzione del vestiario 5 Articolo 12 Uso dell'abito civile 5 Articolo 13 Richiesta per rinnovazione straordinaria 6 Articolo 14 Periodicità delle forniture 6 Articolo 15 Tipi di uniformi 6 Articolo 16 Distintivo metallico di riconoscimento 6 Articolo 17 Alamari 6 Articolo 18 Fregio per copricapo 6 Articolo 19 Distintivi 6 Articolo 20 Decorazioni, insegne e nastrini di decorazione 8 Articolo 21 Porto della pistola 8 Articolo 22 Equipaggiamento rifrangente 8 Titolo I Composizione delle uniformi 8 Tabella A 8 Tabella B 9 Tabella C 9 Tabella D 9 Tabella E 10 Tabella F 10 Tabella G 10 Tabella H 11 Tabella I 11 Tabella L 12 Vestiario motociclisti 13 Tabella M 13 2

3 CAPO I Articolo 1 Oggetto del Regolamento Il presente regolamento ha per oggetto l uso e la disciplina per la fornitura del vestiario e dell equipaggiamento al personale della Polizia Municipale che ne ha diritto. Articolo 2 Diritto al vestiario ed equipaggiamento I nominativi dei dipendenti comunali, che hanno diritto alla fornitura del vestiario ed equipaggiamento, sono desunti da quanto previsto dalle norme contrattuali nazionali e decentrate. L elenco aggiornato del personale avente diritto al vestiario ed equipaggiamento è depositato presso l Economato, fornito dal Comando del Corpo. Il personale è provvisto di libretto sul quale, a cura dell Ufficio Economato, vengono annotate le assegnazioni degli effetti di vestiario e di equipaggiamento, nonché le rinnovazioni per la scadenza dei periodi previsti dalle disposizioni in materia o per qualsiasi titolo. Articolo 3 Acquisto e fornitura degli effetti di vestiario ed equipaggiamento Gli effetti di vestiario ed equipaggiamento e i rinnovamenti, vengono forniti gratuitamente dall Amministrazione Comunale, secondo quanto previsto dal contratto nazionale e decentrato. I tipi, le quantità, i tempi di rinnovamento i colori dei tessuti nonché le fogge, sono fissate dall Amministrazione con Delibera di Giunta Municipale, sentito il parere della Commissione di cui al successivo articolo 7, tenuto conto del D.P.R. 626/ 94 e della Legge Regionale 24 dicembre 1990, n. 20. La commissione può proporre tempi di rinnovamento e quantità diverse. Articolo 4 Rinnovazione dei capi di vestiario ed equipaggiamento L Amministrazione provvede alla rinnovazione dei capi di vestiario deteriorati per motivi di servizio senza attendere le scadenze previste. Qualora il capo deteriorato avviene per colpa grave o negligenza da parte dell interessato, quest ultimo provvede a proprie spese all acquisto del capo deteriorato direttamente dalla Ditta fornitrice; il relativo addebito potrà essere rateizzato in numero di sei mensilità su richiesta dell interessato. E facoltà della commissione di cui all art. 7 addebitare tutta o parte della spesa per il rinnovo straordinario di cui al comma precedente. Articolo 5 Cambio del vestiario e delle uniformi secondo le stagioni Il cambio del vestiario e delle uniformi, in relazione a mutamenti climatici o stagionali, vengono disposti dal Comandante del Corpo della Polizia Municipale. 3

4 Articolo 6 Commissione consultiva Al fine dell applicazione delle norme di cui al presente Regolamento, con Deliberazione della Giunta Municipale, sarà costituita la Commissione consultiva per la fornitura, al personale, del vestiario ed equipaggiamento. La Commissione è così composta: - Comandante del Corpo della Polizia Municipale o suo delegato; - N. 1 Istruttore Direttivo; - N. 3 Istruttori Vigilanza Urbana (di cui un componente di sesso femminile). Le funzioni di segretario verranno svolte da un istruttore di Vigilanza Urbana. Articolo 7 Compiti della Commissione Sarà cura della Commissione di cui all articolo precedente: a) proporre eventuali modifiche, variazioni al presente Regolamento; b) esprimere parere sulla foggia nel rispetto delle leggi vigenti; c) esprimere parere sulle eventuali rinnovazioni straordinarie degli effetti di vestiario di cui all articolo 14 del presente regolamento; d) decidere di sottoporre a collaudo le forniture richiedendone l esito, farsi inviare campioni degli effetti prima della fornitura. Il perito per le eventuali prove di collaudo sarà fornito dall Amministrazione. Per l acquisto del vestiario ed equipaggiamento, il contenuto del punto d) del presente articolo deve sempre essere previsto in delibera unitamente alle prescrizioni tecniche. La Commissione si riunisce tutte le volte che si rende necessario e su richiesta di due dei suoi componenti. Entro trenta giorni dall esecutività della Delibera istitutiva della Commissione, il Comandante del Corpo convoca la prima riunione per far eleggere il Presidente ed il Segretario della stessa, quest ultimo avrà il compito di convocarla per le sedute successive e mantenere i verbali delle riunioni. Articolo 8 Scorte di magazzino Presso i magazzini dell Economato, saranno conservate scorte per gli accessori degli effetti del vestiario ed equipaggiamento. Articolo 9 Norme transitorie Entro trenta giorni dalla prima convocazione, la commissione dovrà proporre alla Giunta Municipale l elenco completo del personale che ha diritto al vestiario, il tipo, la foggia, la periodicità di ogni ricambio ed ogni altra notizia. 4

5 CAPO II DISCIPLINA DEL VESTIARIO AL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE Articolo 10 Obbligo di indossare gli effetti di vestiario Il personale cui sono assegnati effetti di vestiario, durante il servizio ha l'obbligo di indossarli con proprietà, dignità e decoro. La cura della persona e l'assetto formale devono essere tali da consentire un uso appropriato degli effetti personali. In particolare il personale dipendente deve avere cura della propria persona e dell'aspetto e- steriore al fine di evitare giudizi negativi incidenti sul prestigio e sul decoro dell'amministrazione che rappresenta. L'uniforme è indossata di norma nell'ambito del territorio dell'ente di appartenenza. E' autorizzato l'uso dell'uniforme in caso di missione esterna al territorio dell'ente di appartenenza per fini di rappresentanza, di collegamento, di soccorso in caso di calamità e disastri e/o per rinforzare altri Corpi di Polizia Municipale per particolari occasioni eccezionali, previa esistenza di appositi piani o di accordi tra le amministrazioni interessate. Dell'impiego del personale in uniforme in ambito nazionale, deve essere data preventiva comunicazione alle Autorità Provinciali di P.S. del Comune nel quale il servizio viene prestato. L'uso dell'uniforme fuori dal territorio nazionale è autorizzato dagli organi competenti. Articolo 11 Cura e manutenzione del vestiario E' fatto divieto al personale di: a) alterare le fogge dell'uniforme; b) indossare indumenti di colore o fogge, e comunque non forniti dall'amministrazione, diversi da quelli indicati dal presente regolamento; c) portare segni e distintivi di qualsiasi genere non contemplati dal presente regolamento; d) portare i capi di vestiario sbottonati o con i baveri alzati; e) portare la cravatta allentata e il collo della camicia sbottonato. Nei servizi esterni, quando non a bordo di veicoli, il copricapo deve essere sempre calzato. La manutenzione ordinaria, i lavaggi, rammendi e piccole riparazioni che si rendano necessari per mantenere in perfetto ordine e stato di pulizia di quanto assegnato, dovranno provvedere gli assegnatari con l'apposito rimborso spese vestiario. Il rimborso di cui al comma precedente spetta di diritto anche al personale che espleta servizio in abiti civili. In caso di danneggiamento di abito civile, per il personale impiegato ai sensi dell'art. 13, è dovuto un rimborso che viene valutato pari al prezzo di costo dell'equivalente capo di vestiario dell'uniforme. Articolo 12 Uso dell'abito civile Sulla base delle direttive del Sindaco o dell'assessore delegato, il Comandante del Corpo può autorizzare il personale dipendente, individualmente e limitatamente nel tempo, ad indossare l'abito civile in servizio per lo svolgimento di un particolare servizio o per gravi motivi di carattere personale o per esigenze di sicurezza. 5

6 Articolo 13 Richiesta per rinnovazione straordinaria Il dipendente che necessita il rinnovamento straordinario di effetti di vestiario previsti dall'art. 7 comma 2 e 3 deve farne richiesta scritta al Comandante del Corpo specificando i motivi e la natura del deterioramento. Il Comandante del Corpo provvederà ad inoltrare la richiesta al sig. Economo del Comune per la immediata sostituzione del capo deteriorato. Articolo 14 Periodicità delle forniture La periodicità delle forniture dei vari capi di vestiario è basata sul principio del loro consumo nel presupposto di un loro uso razionale. Per ogni effetto di vestiario il periodo di durata viene indicato nell'allegata tabella I. Articolo 15 Tipi di uniformi Le uniformi per il personale del Corpo della Polizia Municipale sono descritte nelle tabelle del Capo II Titolo I, che costituiscono parte integrante del presente regolamento. Articolo 16 Distintivo metallico di riconoscimento Il distintivo metallico di riconoscimento o placca recante il numero di matricola attesta, unitamente alla tessera personale di riconoscimento, l'identità e l appartenenza al Corpo della Polizia Municipale di Fiumicino. Esso deve essere portato, in modo ben visibile su tutte le uniformi in corrispondenza del taschino sinistro, al petto. Articolo 17 Alamari 1 Gli alamari che contraddistinguono il Corpo della Polizia Municipale di Fiumicino sono costituiti da un fondo rosso sormontato da una doppia filettatura dorata per gli agenti, mentre per i funzionari direttivi e per il Comandante sono di forma estesa ricamati in canottiglia filo oro, su fondo blu scuro per i funzionari direttivi e su fondo rosso porpora per il Comandante del Corpo. Articolo 18 Fregio per copricapo Sul copricapo in dotazione agli appartenenti al Corpo della Polizia Municipale si applica il fregio che contraddistingue il Comune di Fiumicino. Articolo 19 Distintivi 2 a) Dirigente-Comandante: - Corona turrita dei Comuni d Italia, in ottone dorato, composta da cinque torri riunite da cortine di muro, analoga a quella posta nel fregio del berretto. Il distintivo sarà completato da tre stellette a sei punte dorate bordate di rosso. 1 Deliberazione consiliare n. 117 dell 11/11/ Deliberazione consiliare n. 33 del 27/04/

7 - Cordoncino intrecciato dorato con tre barrette verticali da applicarsi sul berretto. b) Funzionario Direttivo categoria D: - posizione economica D6: - Corona turrita dei Comuni d Italia, in ottone dorato, composta da cinque torri riunite da cortine di muro, analoga a quella posta nel fregio del berretto. Il distintivo sarà completato da due stellette a sei punte dorate bordate di rosso. - Cordoncino intrecciato dorato con due barrette verticali da applicarsi sul berretto. - posizione economica D5: - Corona turrita dei Comuni d Italia, in ottone dorato, composta da cinque torri riunite da cortine di muro, analoga a quella posta nel fregio del berretto. Il distintivo sarà completato da due stellette a sei punte dorate. - Cordoncino intrecciato dorato con due barrette verticali da applicarsi sul berretto. - posizione economica D4: - Corona turrita dei Comuni d Italia, in ottone dorato, composta da cinque torri riunite da cortine di muro, analoga a quella posta nel fregio del berretto. Il distintivo sarà completato da una stelletta a sei punte dorate. - Cordoncino intrecciato dorato con una barretta verticale da applicarsi sul berretto. - posizione economica D3: - Tre stellette a sei punte, in ottone dorato. - Fascia di tessuto dorato con tre barrette verticali di identico tessuto e colore, da applicarsi sul berretto. - posizione economica D2: - Due stellette a sei punte, in ottone dorato. - Fascia di tessuto dorato con due barrette verticali di identico tessuto e colore, da applicarsi sul berretto. - posizione economica D1: - Una stelletta a sei punte, in ottone dorato. - Fascia di tessuto dorato con una barretta verticale di identico tessuto e colore, da applicarsi sul berretto. c) Istruttore di Vigilanza categoria C: - posizione economica C5: - Tre barrette trasversali unite quadrangolari, in ottone dorato. Dovranno essere applicate al bordo esterno dell attaccatura della spallina. - Fascia di tessuto dorato con tre barrette verticali ai lati di identico colore e tessuto da applicarsi sul berretto. - posizione economica C4: - Due barrette trasversali unite quadrangolari, in ottone dorato. Dovranno essere applicate al bordo esterno dell attaccatura della spallina. - Fascia di tessuto dorato con due barrette verticali ai lati di identico colore e tessuto da applicarsi sul berretto. - posizione economica C3: - Una barretta trasversale unita quadrangolare, in ottone dorato. Dovrà essere applicate al bordo esterno dell attaccatura della spallina. - Fascia di tessuto dorato con una barretta verticale ai lati di identico colore e tessuto da applicarsi sul berretto. - posizione economica C2: - Nessun distintivo di grado. - posizione economica C1: - Nessun distintivo di grado. 7

8 Articolo 20 Decorazioni, insegne e nastrini di decorazione Con disposizione Dirigenziale del Comandante del Corpo sono determinate le decorazioni, le insegne e nastrini di decorazione da applicare sull'uniforme. Articolo 21 Porto della pistola Il personale del Corpo, quando indossa l'uniforme, porta l'arma in dotazione nella fondina, esternamente l uniforme, tramite cinturone e tracollo. L'arma in dotazione è portata in modo non visibile dagli ufficiali del Corpo e dal personale autorizzato ai sensi dell'articolo 13 del presente regolamento. Articolo 22 Equipaggiamento rifrangente Da mezz'ora dopo il tramonto del sole a mezz'ora prima del suo sorgere ed in ogni caso di scarsa visibilità è obbligatorio indossare il copriberretto e i manicotti rifrangenti; in particolare, nelle località prive di illuminazione o scarsamente illuminate, deve essere indossato anche il corpetto rifrangente. Il personale comunque comandato in servizio di viabilità anche in modo occasionale o momentaneo deve indossare i manicotti. TITOLO I COMPOSIZIONE DELLE UNIFORMI Tabella A L'uniforme invernale per il personale maschile è costituita dai seguenti capi: - Berretto in skay di colore bianco o casco; - Giacca di tessuto cordellino bleu con bottoni dorati, alamari e spalline; - Pantalone bleu stesso tessuto della giacca; - Camicia bianca a maniche lunghe; - Cravatta a fondo bleu con disegni obliqui;- - Calzini lunghi di colore bleu; - Scarpe basse con lacci di colore nero o scarponcini con lacci di colore nero; - Gilet in lana rasata - Guanti di pelle nera o guantini di lana di colore bianco; - Cintura di colore bleu; - Cinturone con/senza spallaccio di colore bianco rifrangente completo di accessori (fondina, porta-manette, borsello, ecc.); - Cappotto; - Soprabito in tessuto impermeabilizzato bleu con termofodera asportabile o cappotto in lana di colore bleu (l'uso del soprabito o cappotto è facoltativo sempre che non sia diversamente disposto in occasione di particolari circostanze); - Fondina di pelle; - Maglione a V in lana idrorepellente; - Maglione in lana dolce vita; Il personale che espleta servizio interno può indossare i seguenti capi: - Camicia a maniche lunghe; - Cravatta; - Maglione a maniche lunghe idrorepellente e spalline; 8

9 Tabella B L'uniforme invernale per il personale maschile e femminile motociclista è costituita dai seguenti capi: - Casco da motociclista / berretto in skay con copriberretto rifrangente; - Giacca e/o giaccone impermeabilizzato con termofodera; - Pantalone a gamba stesso tessuto della giacca; - Giaccone in pelle di colore nero; - Pantalone in pelle di colore nero; - Camicia a maniche lunghe o maglione tipo "dolce vita" in lana di colore bleu; - Calzini lunghi di colore bleu; - Calzamaglia in lana colore nero; - Centauri in pelle nera; - Guantoni da motociclista in pelle rifrangenti; - Cinturone con spallaccio di colore bianco rifrangente completo di accessori. Il personale addetto al rilevamento degli incidenti stradali può indossare pantaloni a gamba e centauri in pelle. Tabella C L'uniforme invernale per il personale femminile è costituita dai seguenti capi: - Casco o berretto in skay di colore bianco; - Giacca di tessuto di cordellino bleu con bottoni dorati, alamari e spalline; - Gonna a portafoglio con passanti o pantalone di colore bleu dello stesso tessuto della giacca; - Camicia bianca a manica lunga; - Cravatta a fondo bleu con disegni obliqui; - Calze tipo collant di colore carne; - Scarpe tipo décolleté di colore bleu con tacco da cm. 4 o stivali in pelle di colore bleu con tacco da cm. 4; - Cintura di colore bleu; - Cinturone con/senza spallaccio di colore bianco rifrangente completo di accessori (fondina, portamanette ecc.) - Guanti in pelle neri o guantini di colore bianco in lana; - Borsa in pelle di colore bleu con tracolla; - Soprabito in tessuto impermeabilizzato bleu con termofodera asportabile o cappotto di lana di colore bleu (l'uso del soprabito è facoltativo, sempre che non sia disposto diversamente per particolari circostanze). Tabella D L'uniforme estiva per il personale maschile e costituita dai seguenti capi: - Casco o berretto in tessuto di colore bianco; - Giacca di tessuto fresco lana di colore blu con bottoni dorati, alamari e spalline; 3 - Occhiali da sole - Pantalone di tessuto fresco lana di colore bleu; - Camicia a maniche lunghe bianca; - Camicia a maniche corte con taschini di colore bianca con alamari e controspalline in luogo della giacca; - Guanti di filo bianchi; - Maglione di lana idrorepellente di colore bleu, con collo a V, mezza stagione, con contro spalline, da indossare sulla camicia bianca a maniche corte in caso di condizioni climatiche avverse; 3 Deliberazione consiliare n. 33 del 27/04/

10 - Impermeabile estivo in gore-tex; - Calzini lunghi di filo di scozia di colore bleu; - Scarpe basse tipo mocassino di colore nero; - Cintura in pelle di colore bleu; - Cinturone con/senza spallaccio di colore bianco rifrangente completo di accessori (fondina, portamanette, borsello ecc.); - Occhiali da sole. Tabella E L'uniforme estiva per il personale femminile è costituita dai seguenti capi: - Casco o berretto in tessuto di colore bianco; - Giacca di tessuto fresco lana blu con bottoni dorati, alamari e spalline; 4 - Camicia bianca a maniche lunghe; - Guanti di filo bianchi; - Calze di colore bleu tipo collant; - Occhiali da sole; - Scarpe basse tipo chanel di colore bleu; - Pantalone estivo in tessuto fresco lana di colore bleu; - Gonna estiva a portafoglio in tessuto fresco lana di colore bleu; - Casacca di piquet di colore bianco mezza manica con taschini e tasche, alamari e contro spalline in luogo della giacca e cravatta; - Maglione in lana idrorepellente di colore bleu con collo a V e controspalline da indossare in luogo della giacca e cravatta; - Impermeabile estivo in gore-tex. Tabella F L'uniforme estiva del personale motociclista maschile e femminile è costituita dai seguenti capi: - Casco da motociclista o berretto colore bianco in tessuto; - Giacca di tessuto fresco lana di colore blu con bottoni dorati, alamari e spalline; 5 - Pantalone a gamba di tessuto fresco lana di colore bleu; - Camicia bianca maniche lunghe; - Cravatta a fondo bleu con disegni obliqui; - Calzini lunghi di colore bleu; - Centauri in pelle nera; - Guanti estivi da motociclista in pelle traforati di colore nero; - Cinturone con spallaccio di colore bianco rifrangente completo di accessori; - Camicia a maniche corte con taschini, alamari e controspalline in luogo della giacca; - Occhiali da motociclista Tabella G L'uniforme per i servizi d'onore del personale Dirigenziale e Direttivo è costituita dai seguenti capi: - Uniforme ordinaria senza soprabito; - Cinturone similoro con fibbia in metallo dorato; - Cordellini giallo-oro: - Guanti di filo bianchi; 4 Deliberazione consiliare n. 33 del 27/04/ Deliberazione consiliare n. 33 del 27/04/

11 - Decorazioni. Tabella H L'uniforme per i servizi d'onore del personale della V e VI q.f. è costituita dai seguenti capi: - Uniforme ordinaria senza soprabito; - Cinturone bianco con fibbia in metallo dorato; - Cordellini giallo-rosso; - Guanti di filo bianchi; - Decorazioni. Durata dei capi di vestiario: Denominazione capi vestiario Alamari estivi Alamari invernali Berretto invernale Berretto estivo Borsello Borsa donna con tracolla Calzamaglia in lana motociclista Calzini invernali Calzini estivi Filo di Scozia Camicie estive Camicie invernali Cappotto Casacca estiva tipo piquet Casco viabilista Casco motociclista Centauri Cintura estiva Cintura invernale Cinturone con spallaccio rifrangente Cinturone alta uniforme Collant Controspalline Cordellini alta uniforme Copriberretto rifrangente Corpetto rifrangente Cravatta Fischietto Fondina Gonna estiva a portafoglio Gonna invernale Giubbone gore-tex Giubbone in pelle Giacca estiva Giacca invernale Guantini estivi in filo bianchi Tabella I Durata dei capi di vestiario 4 ogni due anni 4 ogni due anni 2 anni 2 anni 5 anni 4 anni 2 ogni due anni 7 paia anno 7 paia anno 2 paia per anno 5 ogni anno 6 anni 2 per anno 5 anni 5 anni 2 anni ogni 3 anni ogni 3 anni 4 anni 30 paia anno 4 anni 3 anni 3 anni 2 ogni anno ogni 6 anni 2 ogni 2 anni 2 per anno 1 ogni 4 anni 5 anni 4 anni 1 ogni 2 anni 11

12 Denominazione capi vestiario Guantini invernali bianchi in lana Guanti in pelle felpati Guanti da lavoro Guantoni in pelle motociclista Guanti estivi traforati moto Impermeabile estivo Impermeabile invernale Maglione a V idrorep. mezza stagione Maglione lana inv. dolcevita Maglione cotone estivo lupetto Manicotti rifrangenti Pantalone estivo Pantalone impermeabile gore-tex Pantalone invernale Pantalone gamba invernale Pantalone gamba estivo Pantalone pelle Porta manette Pullover a V invernale lana giro manica Scarpe estive tipo mocassino uomo Scarpe basse invernali uomo Scarpe invernali décolleté Scarpe estive Chanel Scarponcini invernali Stivali pelle invernali donna Stivali in gomma felpati Durata dei capi di vestiario 1 paio ogni 3 anni 1 paio ogni 3 anni 1 paio ogni 3 anni 1 per 5 anni 1 per 4 anni 2 per ogni 2 anni 3 per ogni 2 anni 2 per ogni 2 anni 1 paio ogni 3 anni 2 per ogni 2 anni 1 per ogni 4 anni 2 per ogni anno 2 per ogni 2 anni 2 per ogni 2 anni 1 ogni 4 anni 1 ogni 5 anni 2 per ogni 2 anni 2 paia per anno 2 paia per anno 1 paio per anno 1 paio per anno 1 paio ogni 2 anni 1 paio ogni 2 anni Tabella L Prima dotazione capi di vestiario invernali. - n. 2 cravatte; - n. 1 berretto in skay bianco; - n. 1 casco da viabilista; - n. 2 giacche; - n. 2 pantaloni o gonne; - n. 1 cintura invernale; - n. 5 paia di calzini; - n. 1 cappotto; - n. 5 paia di camicie; - n. 5 paia collant; - n. 1 giubbone gore-tex; - n. 1 paio guantini bianchi di lana; - n. 1 paio guanti in pelle nera; - n. 1 impermeabile ; - n. 2 maglioni a V idrorepellenti; - n. 1 paia pantaloni gore-tex; - n. 2 paia pantaloni; - n. 2 pullover a V lana; - n. 1 paio scarpe basse uomo; 12

13 - n. 1 paio scarpe décolleté donna; - n. 1 paio scarponcini invernali; - n. 1 paio stivali donna; - n. 1 paio stivali gomma. Vestiario motociclisti - n. 1 casco; - n. 1 centauri; - n. 1 cinturone con spallaccio e accessori; - n. 1 giubbone in pelle; - n. 1 paio guantoni in pelle; - n. 1 paio pantaloni in pelle; - n. 2 paio pantaloni a gamba. Tabella M Prima dotazione capi di vestiario estivi. - n. 1 berretto in tessuto bianco con n. 1 foderina ricambio; - n. 1 borsello pelle nera con clips e tracolla; - n. 1 borsa in pelle blu con tracolla donna; - n. 5 paia calzini in filo di scozia; - n. 5 paia camicie; - n. 2 casacche tipo piquet donna; - n. 1 cintura; - n. 2 gonne a portafoglio; - n. 2 giacche; - n. 2 paia guantini bianchi; - n. 1 paio guanti traforati per motociclisti; - n. 2 maglioni cotone tipo lupetto; - n. 2 paia pantaloni uomo; - n. 2 paia pantaloni a gamba per motociclisti; - n. 1 paio scarpe tipo mocassino uomo; - n. 1 paio scarpe tipo chanel donna. 13

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DOTAZIONE DEL VESTIARIO E DEGLI ACCESSORI PER C.U.P.M.

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DOTAZIONE DEL VESTIARIO E DEGLI ACCESSORI PER C.U.P.M. REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DOTAZIONE DEL VESTIARIO E DEGLI ACCESSORI PER C.U.P.M. 1 Art. 1 Oggetto del regolamento Il presente regolamento disciplina la tipologia e la frequenza di dotazione del vestiario

Dettagli

ALLEGATO A SEZIONE I: Composizione delle divise e dei completi INDICE

ALLEGATO A SEZIONE I: Composizione delle divise e dei completi INDICE ALLEGATO A SEZIONE I: Composizione delle divise e dei completi INDICE 1 DIVISA ORDINARIA... 2 1.1 Completo invernale... 2 1.2 Completo estivo... 2 2 DIVISA DI SERVIZIO (COMPLETO OPERATIVO)... 3 2.1 Completo

Dettagli

Comune di Nonantola REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI

Comune di Nonantola REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 33 DEL 11.03.2011 Comune di Nonantola REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI FORNITURA DEL VESTIARIO E DEI DISPOSITIVI DI SICUREZZA AD ALCUNE CATEGORIE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE DELLE DIVISE E DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE AL PERSONALE AVENTE DIRITTO

REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE DELLE DIVISE E DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE AL PERSONALE AVENTE DIRITTO PROVINCIA DI LIVORNO REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE DELLE DIVISE E DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE AL PERSONALE AVENTE DIRITTO Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 182/11.11.2008

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI VESTIARIO AL PERSONALE TECNICO ED AUSILIARIO ADDETTO A SERVIZI DIVERSI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI VESTIARIO AL PERSONALE TECNICO ED AUSILIARIO ADDETTO A SERVIZI DIVERSI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI VESTIARIO AL PERSONALE TECNICO ED AUSILIARIO ADDETTO A SERVIZI DIVERSI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 30.3.1995; 5.6.1996; DECRETO RETTORALE UFFICIO COMPETENTE Rip. Provveditorato

Dettagli

CITTA di PONTIDA. Provincia di Bergamo. REGOLAMENTO per la DOTAZIONE DELLA MASSA VESTIARIO per il personale dipendente

CITTA di PONTIDA. Provincia di Bergamo. REGOLAMENTO per la DOTAZIONE DELLA MASSA VESTIARIO per il personale dipendente CITTA di PONTIDA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO per la DOTAZIONE DELLA MASSA VESTIARIO per il personale dipendente Approvato con Deliberazione C.C. n 18 del 14.07.2011 1 INDICE Art. 1 - Disposizioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORNITURA DEL VESTIARIO E DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE AI DIPENDENTI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA FORNITURA DEL VESTIARIO E DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE AI DIPENDENTI COMUNALI COMUNE DI FARA GERA D ADDA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER LA FORNITURA DEL VESTIARIO E DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE AI DIPENDENTI COMUNALI - APPROVATO CON DELIBERA DI G.C. n. 114 DEL

Dettagli

Divisa Operativa ABBIGLIAMENTO

Divisa Operativa ABBIGLIAMENTO Divisa Operativa ABBIGLIAMENTO Basco Colore Nero Giacca con 4 tasche a toppa sul davanti con pattella e chiusura tramite velcro. Spalline porta tubolari. Chiusura con bottoni automatici. Colore Verde Caccia

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA MASSA VESTIARIO AL PERSONALE

REGOLAMENTO PER LA MASSA VESTIARIO AL PERSONALE REGOLAMENTO PER LA MASSA VESTIARIO AL PERSONALE 1 - PREMESSA Il presente regolamento detta le norme per la fornitura della massa vestiario ai dipendenti dell Amministrazione Comunale tenuti all'obbligo

Dettagli

Allegato A. Divisa invernale

Allegato A. Divisa invernale Allegato A Divisa invernale Cappotto In stoffa di lana (tipo castorino) di colore verde cacciatore, collo aperto e doppia bottoniera di tre bottoni di meta11o dorato con bordo zigrinato ; due tasche; maniche

Dettagli

De Agostini Professionale - FulShow - UIL P.A. PENITENZIARI

De Agostini Professionale - FulShow - UIL P.A. PENITENZIARI Pagina 1 di 44 Epigrafe Premessa Articolo unico 1. Uniforme. 2. Acquisto, fornitura e rinnovo dell'uniforme nonché di effetti per l'espletamento di particolari servizi. 3. Uso dell'uniforme - prescrizioni,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI VESTIARIO AL PERSONALE IN SERVIZIO PRESSO L UNIVERSITA DI LECCE

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI VESTIARIO AL PERSONALE IN SERVIZIO PRESSO L UNIVERSITA DI LECCE REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI VESTIARIO AL PERSONALE IN SERVIZIO PRESSO L UNIVERSITA DI LECCE INDICE: Art. 1 Ambito di applicazione Art. 2 Composizione dell'uniforme di servizio Art. 3 Termini di usura

Dettagli

REGOLAMENTO MASSA VESTIARIO DELLA POLIZIA MUNICIPALE

REGOLAMENTO MASSA VESTIARIO DELLA POLIZIA MUNICIPALE REGOLAMENTO MASSA VESTIARIO DELLA POLIZIA MUNICIPALE Attuazione della Legge regionale Toscana del 17 Dicembre 1992 n. 56 Art.1 - PRINCIPI GENERALI L'uniforme degli addetti alla Polizia Municipale è conforme

Dettagli

REGOLAMENTO VESTIARIO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE

REGOLAMENTO VESTIARIO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE REGOLAMENTO COMUNALE n. 58 REGOLAMENTO VESTIARIO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE Allegato B alla deliberazione di Giunta Comunale nr. 160 del 2/12/2003 Modificato con deliberazione di Giunta Comunale nr. 99

Dettagli

Provincia di Cremona REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI DIVISE E DPI AL PERSONALE

Provincia di Cremona REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI DIVISE E DPI AL PERSONALE Provincia di Cremona REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI DIVISE E DPI AL PERSONALE Approvato con Delibera di Giunta Provinciale n. 593 del 23.11.2010 Provincia di Cremona REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI

Dettagli

COMUNE DI AVELLINO - SETTORE POLIZIA MUNICIPALE - UFFICIO MAGGIORITA - ++ MASSA VESTIARIA BIENNALE POLIZIA MUNICIPALE DI AVELLINO

COMUNE DI AVELLINO - SETTORE POLIZIA MUNICIPALE - UFFICIO MAGGIORITA - ++ MASSA VESTIARIA BIENNALE POLIZIA MUNICIPALE DI AVELLINO COMUNE DI AVELLINO - SETTORE POLIZIA MUNICIPALE - UFFICIO MAGGIORITA - ++ MASSA VESTIARIA BIENNALE POLIZIA MUNICIPALE DI AVELLINO SCHEDA TECNICA E DETTAGLI DI LAVORAZIONE ARTIGIANALE PER CAPI DI VESTIARIO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO POLIZIA MUNICIPALE ANDRIA ALLEGATO "B" CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Art. 1 Il Capitolato ha per oggetto la fornitura al Corpo di Polizia Municipale del Comune di Andria dei seguenti capi di vestiario,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI POLIZIA LOCALE

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI POLIZIA LOCALE COMUNE DI ORIOLO ROMANO Provincia di Viterbo REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI POLIZIA LOCALE CAPO I Norme Generali Art. 1. Oggetto del regolamento. Il presente Regolamento ha per oggetto le funzioni

Dettagli

REGOLAMENTO MASSA VESTIARIO

REGOLAMENTO MASSA VESTIARIO COMUNE DI BERTINORO Provincia di Forlì - Cesena REGOLAMENTO MASSA VESTIARIO Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale n 71 del 09.05.2013 Capo I - Disposizioni generali Art. 1: Oggetto del regolamento

Dettagli

UNIONE PEDEMONTANA PARMENSE

UNIONE PEDEMONTANA PARMENSE UNIONE PEDEMONTANA PARMENSE ** *** ** REGOLAMENTO DELLA MASSA VESTIARIO PER GLI APPARTENENTI AL CORPO DI POLIZIA LOCALE E AI MESSI NOTIFICATORI DELL UNIONE PEDEMONTANA PARMENSE Approvato con delibera di

Dettagli

GUAINA (Controspallina) estiva con bordo rosso allegato B, sez. II per ruolo C1 prima nomina meglio descritto in allegato campioni: foto nr 7

GUAINA (Controspallina) estiva con bordo rosso allegato B, sez. II per ruolo C1 prima nomina meglio descritto in allegato campioni: foto nr 7 pag. / stampaggio a freddo e rifinito con bagno galvanico elettrostatico e satinati tramite spazzolatura, e smaltatura a forno. I colori devono essere a pantone e provvisti di chiodini antiruggine 34 SEGNI

Dettagli

C.R.I. - Ispettorato Provinciale Volontari del Soccorso di Udine aggiornato dall Ispettore Provinciale Roberto Not 335.6073800 robertonot@tin.

C.R.I. - Ispettorato Provinciale Volontari del Soccorso di Udine aggiornato dall Ispettore Provinciale Roberto Not 335.6073800 robertonot@tin. CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO CENTRALE Regolamento per l uso dell'uniforme dei Volontari del Soccorso Regolamento di applicazione dell art.7, comma 3, del Regolamento dei Volontari del Soccorso emanato

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI DEL PARTEOLLA E BASSO CAMPIDANO

UNIONE DEI COMUNI DEL PARTEOLLA E BASSO CAMPIDANO UNIONE DEI COMUNI DEL PARTEOLLA E BASSO CAMPIDANO BARRALI DOLIANOVA DONORI SERDIANA SETTIMO SAN PIETRO SOLEMINIS Sede Legale: Dolianova - P.za Brigata Sassari C.F. 02659680926 Sito Internet: www.unionecomuniparteolla.ca.it

Dettagli

2) Guaine (controspalline) Da utilizzarsi unicamente con camicia, impermeabile, giaccone e giubbotti impermeabili.

2) Guaine (controspalline) Da utilizzarsi unicamente con camicia, impermeabile, giaccone e giubbotti impermeabili. Allegato C Segni identificativi del grado ed accessori sull uniforme Sezione prima. Segni identificativi del grado 1) Spalline Le spalline sono realizzate nel medesimo tessuto e colore dei capi di vestiario

Dettagli

L Uniforme Descrizione e Regolamento sull uso

L Uniforme Descrizione e Regolamento sull uso L Uniforme Descrizione e Regolamento sull uso CROCE ROSSA ITALIANA ISPETTORATO NAZIONALE PIONIERI COLLANA MANUALI E NORMATIVE N. 1 Edizione 2008 versione 5.1 Introduzione Il Regolamento illustra la composizione

Dettagli

TOTALE COMPLESSIVO (NON SUPERIORE ALLA BASE D ASTA DI ,00 I.V.A. esclusa)

TOTALE COMPLESSIVO (NON SUPERIORE ALLA BASE D ASTA DI ,00 I.V.A. esclusa) TOTALE COMPLESSIVO (NON SUPERIORE ALLA BASE D ASTA DI 0.89,00 I.V.A. esclusa) foto nr. 8 46 sez. II per ruolo C4 0 47 48 49 LOGOTIPO Polizia Provinciale su un solo rigo con il simbolo della Polizia Provinciale,

Dettagli

Comune di Sassari Deliberazione del Commissario Straordinario Assunta con i poteri della Giunta Comunale

Comune di Sassari Deliberazione del Commissario Straordinario Assunta con i poteri della Giunta Comunale N. del Reg. 5 Comune di Sassari Deliberazione del Commissario Straordinario Assunta con i poteri della Giunta Comunale OGGETTO RECEPIMENTO DIRETTIVA REGIONALE N 16/10 DEL 18/04/2014 - ABROGAZIONE E SOSTITUZIONE

Dettagli

sommario city police city police accessori city police city police accessori city police city police accessori corporate accessori corporate

sommario city police city police accessori city police city police accessori city police city police accessori corporate accessori corporate 4 city police regione Piemonte 12 city police regione Piemonte accessori 16 26 32 city police regione Lombardia city police regione Liguria corporate 29 23 39 city police regione Liguria accessori city

Dettagli

VOCABOLARIO: ABBIGLIAMENTO E ACCESSORI. Scarpa da uomo. Scarpa da donna

VOCABOLARIO: ABBIGLIAMENTO E ACCESSORI. Scarpa da uomo. Scarpa da donna SCHEDA 50 VOCABOLARIO: ABBIGLIAMENTO E ACCESSORI Scarpa da uomo Questa è una scarpa elegante. È marrone e ha i lacci. Scarpa da donna Questa scarpa è rossa e ha il tacco alto. Scarpe da ginnastica Queste

Dettagli

DIREZIONE NAZIONALE DELIBERA Disposizioni di base in ordine al Vestiario dei Soci della ANVVF

DIREZIONE NAZIONALE DELIBERA Disposizioni di base in ordine al Vestiario dei Soci della ANVVF DIREZIONE NAZIONALE DELIBERA Disposizioni di base in ordine al Vestiario dei Soci della ANVVF La Direzione Nazionale, riunitasi presso la sede nazionale a Roma, il giorno 17 giugno 2011, viste le proposte

Dettagli

C O M U NE DI L E V E R A NO PROVINCIA DI LECCE

C O M U NE DI L E V E R A NO PROVINCIA DI LECCE Comune di Leverano via Fermi -73045 Tel. 0832/925171 - fax 0832/912084 C O M U NE DI L E V E R A NO PROVINCIA DI LECCE REGOLAMENTO DEL CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE Art. 1- Corpo di Polizia Municipale CAPO

Dettagli

CITTA di BITONTO PROVINCIA DI BARI ALLEGATO A) AL CAPITOLATO DEI PATTI, ONERI E CONDIZIONI RELATIVO ALLA FORNITURA DI CAPI DI

CITTA di BITONTO PROVINCIA DI BARI ALLEGATO A) AL CAPITOLATO DEI PATTI, ONERI E CONDIZIONI RELATIVO ALLA FORNITURA DI CAPI DI ALLEGATO A) AL CAPITOLATO DEI PATTI, ONERI E CONDIZIONI RELATIVO ALLA FORNITURA DI CAPI DI VESTIARIO E ACCESSORI PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA LOCALE DEL COMUNE DI BITONTO ANNO 2011 1 DIVISA PER UFFICIALI

Dettagli

ALLEGAT0 9 (Tabelle dotazioni per categoria)

ALLEGAT0 9 (Tabelle dotazioni per categoria) ALLEGAT0 9 (Tabelle dotazioni per categoria) a) OPERAI Tempo Indeterminato b) OPERAI Tempo Determinato c) SQUADRA PRONTO INTERVENTO d) TECNICI e) POLIZIA MUNICIPALE f) MESSI, AUTISTI, USCIERI g) ASILI

Dettagli

ALLEGATO A. Regolamento Vestiario. Via Sergio Pansini, 5-80131 Napoli tel. 081. 7463575 Fax 081.7462696 pag. 1/5

ALLEGATO A. Regolamento Vestiario. Via Sergio Pansini, 5-80131 Napoli tel. 081. 7463575 Fax 081.7462696 pag. 1/5 ALLEGATO A Regolamento Vestiario Via Sergio Pansini, 5-80131 Napoli tel. 081. 7463575 Fax 081.7462696 pag. 1/5 1Personale sanitario medico: Donne Camice in tessuto di cotone piquet millerighe sanforizzato,

Dettagli

COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO GENERALE DEL VESTIARIO

COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO GENERALE DEL VESTIARIO COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO GENERALE DEL VESTIARIO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 101 del 21 ottobre 1997 Modificato con deliberazioni consiliari: - n. 10

Dettagli

Protocollo operativo per le divise di servizio

Protocollo operativo per le divise di servizio Servizio delle Professioni Sanitarie Direzione Medica Ospedaliera Protocollo operativo per le divise di servizio data 1^ stesura: 16.12.2002 Edizione n 2 PROTOCOLLO OPERATIIVO PER LE DIIVIISE DII SERVIIZIIO

Dettagli

1 ALLEGATO AL REGOLAMENTO DELLE UNIFORMI E DEI DISTINTIVI L ASSOCIAZIONE A SERVIZIO DEL PROSSIMO PER GLI IDEALI CHE HANNO COSTRUITO L ITALIA

1 ALLEGATO AL REGOLAMENTO DELLE UNIFORMI E DEI DISTINTIVI L ASSOCIAZIONE A SERVIZIO DEL PROSSIMO PER GLI IDEALI CHE HANNO COSTRUITO L ITALIA ENGEA Gribaldini Volontari a Cavallo ODV per la protezione civile e la salvaguardia ambientale 1 ALLEGATO AL REGOLAMENTO DELLE UNIFORMI E DEI DISTINTIVI L ASSOCIAZIONE A SERVIZIO DEL PROSSIMO PER GLI IDEALI

Dettagli

2. Ai fini del presente provvedimento per Polizia Locale si intendono i corpi o servizi di Polizia Municipale e di Polizia Provinciale.

2. Ai fini del presente provvedimento per Polizia Locale si intendono i corpi o servizi di Polizia Municipale e di Polizia Provinciale. ALLEGATO A CARATTERISTICHE DELLE UNIFORMI, DEI DISTINTIVI DI GRADO E DI RICONOSCIMENTO DEL PERSONALE, DEL MATERIALE E DEGLI STRUMENTI OPERATIVI NONCHÉ DEI MEZZI IN DOTAZIONE AGLI APPARTENENTI AI CORPI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DELVESTIARIO PER GLI APPARTENENTI IL CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE

REGOLAMENTO COMUNALE DELVESTIARIO PER GLI APPARTENENTI IL CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI CASALGRANDE Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO COMUNALE DELVESTIARIO PER GLI APPARTENENTI IL CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE ART. 1 - L UNIFORME L uniforme degli appartenenti alla Polizia Municipale

Dettagli

COMUNE DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Cod. Fisc Settore: VICE-SEGRETERIA Servizio: POLIZIA MUNICIPALE

COMUNE DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Cod. Fisc Settore: VICE-SEGRETERIA Servizio: POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Cod. Fisc. 00244950242 Settore: VICE-SEGRETERIA Servizio: POLIZIA MUNICIPALE N. d ordine registro generale DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. 184 del 01/06/2000 FORNITURA

Dettagli

COMPLETO OPERATIVO, GIUBOTTI ANTIPROIETTILE, ALTA VISIBILITA CAPISPALLA, CAMICE, GIACCHE INVERNALI, CORPETTI INTERNI GIUBBINI ESTIVI,COMPLETI

COMPLETO OPERATIVO, GIUBOTTI ANTIPROIETTILE, ALTA VISIBILITA CAPISPALLA, CAMICE, GIACCHE INVERNALI, CORPETTI INTERNI GIUBBINI ESTIVI,COMPLETI COMPLETO OPERATIVO, GIUBOTTI ANTIPROIETTILE, ALTA VISIBILITA CAPISPALLA, CAMICE, GIACCHE INVERNALI, CORPETTI INTERNI GIUBBINI ESTIVI,COMPLETI IMPERMEABILI MAGLIONI, PILE, POLO GUANTI INTIMO, CALZE GUANTI

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE UNIFORMI, DISTINTIVI, MEZZI E STRUMENTI OPERATIVI IN DOTAZIONE ALLA POLIZIA LOCALE

REGOLAMENTO SULLE UNIFORMI, DISTINTIVI, MEZZI E STRUMENTI OPERATIVI IN DOTAZIONE ALLA POLIZIA LOCALE CITTA DI CONEGLIANO PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO SULLE UNIFORMI, DISTINTIVI, MEZZI E STRUMENTI OPERATIVI IN DOTAZIONE ALLA POLIZIA LOCALE - Approvato con del. G.C. n. 445. del 22.08.2005 - Data entrata

Dettagli

ALLESTIMENTI, ATTREZZATURE

ALLESTIMENTI, ATTREZZATURE COMPLETO OPERATIVO, GIUBOTTI ANTIPROIETTILE, ALTA VISIBILITA CAPISPALLA, CAMICIE, GIACCHE INVERNALI, CORPETTI INTERNI, GIUBBINI ESTIVI, COMPLETI IMPERMEABILI, MAGLIONI, PILE, POLO, GUANTI, INTIMO, CALZE,

Dettagli

CATALOGO n. 16 abbigliamento ordinario, operativo, alta visibilità, per la Polizia Locale e la Polizia Municipale

CATALOGO n. 16 abbigliamento ordinario, operativo, alta visibilità, per la Polizia Locale e la Polizia Municipale CATALOGO n. 16 abbigliamento ordinario, operativo, alta visibilità, per la Polizia Locale e la Polizia Municipale M.E.P.A. Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione PROMAS114 - Prodotti, Materiali

Dettagli

COMUNE DI BORGOSATOLLO Provincia di Brescia

COMUNE DI BORGOSATOLLO Provincia di Brescia COMUNE DI BORGOSATOLLO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LA FORNITURA DI VESTIARIO AL PERSONALE DIPENDENTE Approvato con deliberazione G.C. n.79 del 08/09/1999 Modificato con deliberazione G.C. n. 33

Dettagli

COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari. Regolamento per la Fornitura del vestiario al personale dipendente

COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari. Regolamento per la Fornitura del vestiario al personale dipendente COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari Area 7 Servizi Ambientali e Tecnologici, Patrimonio Regolamento per la Fornitura del vestiario al personale dipendente Delibera di Approvazione: C.C. n. 241 del

Dettagli

ALLEGATO "B" COMUNE DI TRIESTE. capi di vestiario anno 2009. area polizia municipale p.o. gestione amministrazione. Prot.corr.n. 7/1/15/1-09 LOTTO 1

ALLEGATO B COMUNE DI TRIESTE. capi di vestiario anno 2009. area polizia municipale p.o. gestione amministrazione. Prot.corr.n. 7/1/15/1-09 LOTTO 1 Prot.corr.n. 7/1/15/1-09 LOTTO 1 1 132* paia calzone estivo per uniforme, tessuto 100% lana, colore blu notte, gr 230-250 mq, tipo modello in uso, *di cui 8 su misura calzone invernale per uniforme, tessuto

Dettagli

COMUNE DI DOLIANOVA PROVINCIA DI CAGLIARI PIAZZA BRIGATA SASSARI

COMUNE DI DOLIANOVA PROVINCIA DI CAGLIARI PIAZZA BRIGATA SASSARI 1 COMUNE DI DOLIANOVA PROVINCIA DI CAGLIARI PIAZZA BRIGATA SASSARI UFFICIO SEGRETERIA E AA.GG. REGOLAMENTO VESTIARIO PERSONALE DIPENDENTE Approvato con deliberazione C.C. n. 54 del 04.04.1989 Integrato

Dettagli

TOTALE quantità presunta DOTAZIONE ESTIVA

TOTALE quantità presunta DOTAZIONE ESTIVA quantità per anni 5 1 b 0 6 8 6 8 6 34 2 b 0 6 8 6 8 6 34 3 b 0 6 8 6 8 6 34 4 b 0 12 8 6 8 6 40 DOTAZIONE ESTIVA Giacca monopetto UOMO quattro bottoni, due tasche a filetto, taschino al petto, due tasche

Dettagli

Documento scaricato dal sito internet del Comune di Santa Maria di Licodia (CT)

Documento scaricato dal sito internet del Comune di Santa Maria di Licodia (CT) Settore Funzionale 4 - Servizi di Polizia Urbana DETERMINAZIONE N. 01 DEL 03-01-2012 OGGETTO: Approvazione verbale di gara per affidamento fornitura vestiario invernale per i componenti il Corpo di P.

Dettagli

NORME IN MATERIA DI POLIZIA AMMINISTRATIVA REGIONALE E LOCALE E POLITICHE DI SICUREZZA,

NORME IN MATERIA DI POLIZIA AMMINISTRATIVA REGIONALE E LOCALE E POLITICHE DI SICUREZZA, Schema di regolamento recante Caratteristiche e criteri generali concernenti l obbligo e le modalità d uso delle uniformi e dei relativi distintivi di grado, dei mezzi e degli strumenti in dotazione alla

Dettagli

Allegato 7 - Schema Offerta Economica -Lotto1

Allegato 7 - Schema Offerta Economica -Lotto1 Allegato 7 - Schema Offerta Economica -Lotto1 CODICE INTERCENT-ER DESCRIZIONE UNITA' DI MISURA QUANTITA' RICHIESTE CODICE ARTICOLO FORNITORE DENOMINAZIONE ARTICOLO FONITORE PREZZO UNITARIO OFFERTO (IVA

Dettagli

Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona REGOLAMENTO PER LA FORNITURA DEL VESTIARIO E DELLA DOTAZIONE PERSONALE ALLA POLIZIA MUNICIPALE

Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona REGOLAMENTO PER LA FORNITURA DEL VESTIARIO E DELLA DOTAZIONE PERSONALE ALLA POLIZIA MUNICIPALE Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona REGOLAMENTO PER LA FORNITURA DEL VESTIARIO E DELLA DOTAZIONE PERSONALE ALLA POLIZIA MUNICIPALE PRINCIPI GENERALI Art. 1 ( Fini del Regolamento) Il

Dettagli

Descrittiva dei capi.

Descrittiva dei capi. Descrittiva dei capi. 1) AUTISTI a) PANTALONI INVERNALI: tessuto in pura lana vergine, colore grigio, peso gr. 450 mq. c.a. eseguito con due tasche laterali ed una posteriore a filetto, cintura rinforzata

Dettagli

COMUNE DI LARCIANO REGOLAMENTO PER LA FORNITURA DI VESTIARIO ED ATTREZZATURE DI SERVIZIO AL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI LARCIANO

COMUNE DI LARCIANO REGOLAMENTO PER LA FORNITURA DI VESTIARIO ED ATTREZZATURE DI SERVIZIO AL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI LARCIANO COMUNE DI LARCIANO REGOLAMENTO PER LA FORNITURA DI VESTIARIO ED ATTREZZATURE DI SERVIZIO AL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI LARCIANO Approvato con deliberazione del C.C. n.54 del 26/031986 Modificato

Dettagli

APPROVATO con deliberazione n 16 adottata dal Consiglio comunale in seduta 9 aprile 2014

APPROVATO con deliberazione n 16 adottata dal Consiglio comunale in seduta 9 aprile 2014 APPROVATO con deliberazione n 16 adottata dal Consiglio comunale in seduta 9 aprile 2014 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DOTAZIONE DI VESTIARIO AI DIPENDENTI Premessa: Il presente Regolamento disciplina la

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA DELLA. Regione Umbria PARTE PRIMA. Sezione I REGOLAMENTI REGIONALI

REPUBBLICA ITALIANA DELLA. Regione Umbria PARTE PRIMA. Sezione I REGOLAMENTI REGIONALI Supplemento ordinario n. 1 al «Bollettino Ufficiale» - Serie Generale - n. 8 dell 11 febbraio 2015 REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO DELLA UFFICIALE Regione Umbria SERIE GENERALE PERUGIA - 11 febbraio 2015

Dettagli

COMUNE DI FAGAGNA PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E L USO DELLE UNIFORMI E DEL VESTIARIO PER IL PERSONALE DIPENDENTE

COMUNE DI FAGAGNA PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E L USO DELLE UNIFORMI E DEL VESTIARIO PER IL PERSONALE DIPENDENTE COMUNE DI FAGAGNA PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E L USO DELLE UNIFORMI E DEL VESTIARIO PER IL PERSONALE DIPENDENTE APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSILIARE N. 10 DEL 01.03.2013 Art. 1

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI POLIZIA MUNICIPALE

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI OSASCO PROVINCIA DI TORINO Tel. 0121.541180 Fax. 0121.541548 e-mail: osasco@ihnet.it REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI POLIZIA MUNICIPALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Allegato 5) Requisiti di sostenibilità - Lotto1

Allegato 5) Requisiti di sostenibilità - Lotto1 Allegato 5) Requisiti di sostenibilità - Lotto1 CODICE INTERCENT-ER DESCRIZIONE etichette ecologiche di tipo I (Rif. ISO 14024) quali: Ecolabel Europeo, Nordic Swan, Milieukeur, o attestazioni equivalenti

Dettagli

COMUNE DI NIMIS PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO VESTIARIO VIGILI

COMUNE DI NIMIS PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO VESTIARIO VIGILI COMUNE DI NIMIS PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO VESTIARIO VIGILI - Adottato con Decreto del Commissario n. 24 del 24/08/2010 ARTICOLO 1 I dipendenti di ruolo indicati nelle allegate tabelle (A) devono indossare

Dettagli

TABELLA 1. Denominazione articoli Quantità Frequenza. Berretto invernale 1 a sostituzione. Berretto tipo Pasubio 1 a sostituzione

TABELLA 1. Denominazione articoli Quantità Frequenza. Berretto invernale 1 a sostituzione. Berretto tipo Pasubio 1 a sostituzione Allegato A Tipologie e frequenza di distribuzione delle uniformi, degli oggetti di corredo ed equipaggiamento e degli accessori assegnati al personale del Corpo inquadrato nelle qualifiche e figure professionali

Dettagli

vp 09 Cappotto Lana Uomo vp 10 Cappotto Lana Donna vp02 Giacca Donna Estiva/Invernale vp 01 Giacca Uomo Estiva/Invernale

vp 09 Cappotto Lana Uomo vp 10 Cappotto Lana Donna vp02 Giacca Donna Estiva/Invernale vp 01 Giacca Uomo Estiva/Invernale POLIZIA LOCALE vp 09 Cappotto Lana Uomo vp 0 Cappotto Lana Donna vp0 Giacca Donna Estiva/Invernale vp 0 Giacca Uomo Estiva/Invernale vp9 Sahariana R.P. Donna vp9 Sahariana R.P. Uomo tutti i capi sono dotati

Dettagli

COMUNE DI MARANO SUL PANARO

COMUNE DI MARANO SUL PANARO COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA C.A.P. 41054 REGOLAMENTO COMUNALE CONCERNENTE L'ARMAMENTO DEGLI APPARTENENTI AL SERVIZIO POLIZIA MUNICIPALE AI QUALI SIA CONFERITA LA QUALIFICA DI AGENTI

Dettagli

COMUNE DI GIULIANOVA PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO DELLA MASSA VESTIARIO PER I COMPONENTI CORPO VIGILI URBANI

COMUNE DI GIULIANOVA PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO DELLA MASSA VESTIARIO PER I COMPONENTI CORPO VIGILI URBANI COMUNE DI GIULIANOVA PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO DELLA MASSA VESTIARIO PER I COMPONENTI CORPO VIGILI URBANI (Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 96 del 29.04.1986) UNIFORME, MASSA VESTIARIO

Dettagli

COMUNE DI CARVICO (Provincia di Bergamo)

COMUNE DI CARVICO (Provincia di Bergamo) COMUNE DI CARVICO (Provincia di Bergamo) REGOLAMENTO MASSA VESTIARIO PER I COMPONENTI DELLA POLIZIA LOCALE, SERVIZIO MANUTENZIONE E CIMITERO, E DEL GRUPPO VOLONTARI SICUREZZA TERRITORIO. Approvato con

Dettagli

COMUNE DI LONDA (Provincia di Firenze)

COMUNE DI LONDA (Provincia di Firenze) 1 COMUNE DI LONDA (Provincia di Firenze) Regolamento per l utilizzo di autoveicoli e macchine operatrici Approvato con atto consiliare n 86 del 30.11.2006 1 2 ART. 1 Norma di carattere generale La gestione

Dettagli

UNIFORMERIA s.r.l. Via G.B.Cacciamali n 69 Int.3 25125 Brescia Tel 030/34.69.119 Fax 030/353-42-96 info@uniformeria.com

UNIFORMERIA s.r.l. Via G.B.Cacciamali n 69 Int.3 25125 Brescia Tel 030/34.69.119 Fax 030/353-42-96 info@uniformeria.com Sede Legale/Operativa : Via G.Battista Cacciamali n 69 int.3 25125 Brescia P.iva 03554190177 Tel-/Fax 030-353.42.96 Tel.030/34.69.119 E-mail info@uniformeria.com amministrazione@uniformeria.com www.uniformeria.com

Dettagli

Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona

Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE DI VESTIARIO AL PERSONALE COMUNALE TENUTO ALL OBBLIGO DELLA DIVISA O DI ALTRI PARTICOLARI INDUMENTI DURANTE IL SERVIZIO

Dettagli

PREMESSO CHE SI DISPONE ARTICOLO 1

PREMESSO CHE SI DISPONE ARTICOLO 1 REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E FORNITURA DEL VESTIARIO E DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE PER IL PERSONALE DELL ISTITUZIONE approvato con Deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 31 del

Dettagli

COMUNE DI COLLOREDO DI MONTE ALBANO (Provincia di Udine) REGOLAMENTO SPECIALE SULL ARMAMENTO DELLA POLIZIA LOCALE

COMUNE DI COLLOREDO DI MONTE ALBANO (Provincia di Udine) REGOLAMENTO SPECIALE SULL ARMAMENTO DELLA POLIZIA LOCALE COMUNE DI COLLOREDO DI MONTE ALBANO (Provincia di Udine) REGOLAMENTO SPECIALE SULL ARMAMENTO DELLA POLIZIA LOCALE Approvato con deliberazione C.C. n. 45 del 23.12.2010 Pubblicato all Albo Pretorio dal

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ARMAMENTO DEGLI APPARTENENTI ALLA POLIZIA LOCALE DEL COMUNE DI CASATENOVO

REGOLAMENTO PER L ARMAMENTO DEGLI APPARTENENTI ALLA POLIZIA LOCALE DEL COMUNE DI CASATENOVO Comune di Casatenovo Provincia di Lecco Comando Polizia Locale REGOLAMENTO PER L ARMAMENTO DEGLI APPARTENENTI ALLA POLIZIA LOCALE DEL COMUNE DI CASATENOVO approvato con delibera di C.C. n. 72 del 28.11.2008

Dettagli

REGOLAMENTO DEL VESTIARIO DELLA POLIZIA MUNICIPALE

REGOLAMENTO DEL VESTIARIO DELLA POLIZIA MUNICIPALE Comune di Cerveteri Provincia di Roma Comune di Cerveteri (Provincia di Roma) REGOLAMENTO DEL VESTIARIO DELLA POLIZIA MUNICIPALE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n.78 del 0/0/005 COMUNE

Dettagli

ALLEGATO A ALLE SCHEDE TECNICHE

ALLEGATO A ALLE SCHEDE TECNICHE ALLEGATO A ALLE SCHEDE TECNICHE 1. Il presente documento è l'allegato alle schede tecniche; contiene la descrizione dei distintivi di grado e dei relativi soggoli, dei distintivi di riconoscimento e del

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI POLIZIA LOCALE

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI POLIZIA LOCALE COMUNE DI GALBIATE PROVINCIA DI LECCO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI POLIZIA LOCALE (Approvato con la deliberazione del Consiglio Comunale n. 29 del 30/06/2005) Comune di Galbiate 1 APPENDICE NORMATIVA

Dettagli

SERV. ESTERNI (19 UNITÀ)

SERV. ESTERNI (19 UNITÀ) Pagina 1 di 6 OPERAI e OPERATORI SERV. ESTERNI (19 UNITÀ) DIVISA INVERNALE In cifre In lettere 19 GIACCA A VENTO IMPERMEABILE HV COLORE ARANCIO 19 GIUBBINO HV COLORE ARANCIO 38 PANTALONE HV COLORE ARANCIO

Dettagli

AMMINISTRAZIONE ACQUIRENTE

AMMINISTRAZIONE ACQUIRENTE ORDINE DIRETTO DI ACQUISTO Nr. Identificativo Ordine 2242243 CIG ZA41556907 CUP non inserito Strumento d'acquisto Mercato Elettronico Bando PROMAS114 - PRODOTTI, MATERIALI E STRUMENTI PER MANUTENZIONI,

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI Città della Riviera del Brenta

UNIONE DEI COMUNI Città della Riviera del Brenta CON DELIBERA DI ASSEMBLEA N. 5 IN DATA 8.0.00 IN VIA PROVVISORIA PER LE PARTI APPLICABILI E STATO ADOTTATO IL SOTTORIPORTATO REGOLAMENTO VIGENTE PRESSO IL COMUNE DI DOLO SUCCESSIVAMENTE MODIFICATO CON

Dettagli

C O M U N E DI F L O R I D I A Provincia di Siracusa

C O M U N E DI F L O R I D I A Provincia di Siracusa C O M U N E DI F L O R I D I A Provincia di Siracusa REGOLAMENTO COMUNALE VESTIARIO VV.UU. DOTAZIONI CARATTERISTICHE E DURATA DELLE UNIFORMI ACCESSORI - FREGI. ART. 1 I modelli delle uniformi che l Amministrazione

Dettagli

SCHEDE TECNICHE SCHEDA TECNICA DIVISA INVERNALE MASCHI. E FEMMINILE

SCHEDE TECNICHE SCHEDA TECNICA DIVISA INVERNALE MASCHI. E FEMMINILE SCHEDE TECNICHE SCHEDA TECNICA DIVISA INVERNALE MASCHI. E FEMMINILE Composizione fibrosa 100% Lana Vergine IWS Legge 669 del 4/01/86 Denominazione del tessuto Cordellino Finezza della lana (ordito e 20

Dettagli

Supplemento n. 1 al B.U. n. 24/I-II del 10.6.2008 - Beiblatt Nr. 1 zum Amtsblatt vom 10.6.2008 - Nr. 24/I-II 1 SUPPLEMENTO N. 1 BEIBLATT NR.

Supplemento n. 1 al B.U. n. 24/I-II del 10.6.2008 - Beiblatt Nr. 1 zum Amtsblatt vom 10.6.2008 - Nr. 24/I-II 1 SUPPLEMENTO N. 1 BEIBLATT NR. Supplemento n. 1 al B.U. n. 24/I-II del 10.6.2008 - Beiblatt Nr. 1 zum Amtsblatt vom 10.6.2008 - Nr. 24/I-II 1 SUPPLEMENTO N. 1 BEIBLATT NR. 1 ANNO 2008 JAHR 2008 LEGGI E DECRETI GESETZE UND DEKRETE PROVINCIA

Dettagli

COMUNE DI CASTELLEONE. P r o v i n c i a d i C r e m o n a REGOLAMENTO DEL CORPO DI POLIZIA LOCALE INTERCOMUNALE DI CASTELLEONE ED ASSOCIATI

COMUNE DI CASTELLEONE. P r o v i n c i a d i C r e m o n a REGOLAMENTO DEL CORPO DI POLIZIA LOCALE INTERCOMUNALE DI CASTELLEONE ED ASSOCIATI COMUNE DI CASTELLEONE P r o v i n c i a d i C r e m o n a REGOLAMENTO DEL CORPO DI POLIZIA LOCALE INTERCOMUNALE DI CASTELLEONE ED ASSOCIATI Approvato con delibera del Consiglio Comunale N. 3 in data 28

Dettagli

ALLEGATO SPECIFICHE TECNICHE VESTIARIO RISTORAZIONE

ALLEGATO SPECIFICHE TECNICHE VESTIARIO RISTORAZIONE ALLEGATO SPECIFICHE TECNICHE VESTIARIO RISTORAZIONE SIENA n capi FIRENZE n capi PISA n capi Descrizione Caratteristiche prodotti REFERENTI Alessi Sara tel. 0577/607 Viviano Mafalda tel. 055/6 Puntoni Franca

Dettagli

Per attribuire ad ogni Ditta il punteggio relativo a questo elemento, separatamente per ciascun lotto, si procederà secondo il seguente calcolo:

Per attribuire ad ogni Ditta il punteggio relativo a questo elemento, separatamente per ciascun lotto, si procederà secondo il seguente calcolo: (VESTIARIO VV.UU. 2009) QUADERNO D ONERI PER LA FORNITURA DI VESTIARIO E CALZATURE PER I VV.UU. PER L ANNO 2009 Art.1 Oggetto della fornitura Il presente appalto ha per oggetto la fornitura di vestiario

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI POLIZIA LOCALE E POLIZIA AMMINISTRATIVA DELL UNIONE DEI COMUNI STURA ORBA E LEIRA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI POLIZIA LOCALE E POLIZIA AMMINISTRATIVA DELL UNIONE DEI COMUNI STURA ORBA E LEIRA UNIONE DEI COMUNI STURA, ORBA E LEIRA SERVIZIO ASSOCIATO POLIZIA LOCALE COMUNI DI: Campo Ligure, Masone, Rossiglione, Mele e Tiglieto Via Convento n 8 16013 Campo Ligure (GE) tel. 010/9269679 fax 010/9237301

Dettagli

REGOLAMENTO DEL VESTIARIO DEL PERSONALE DIPENDENTE

REGOLAMENTO DEL VESTIARIO DEL PERSONALE DIPENDENTE Comune di Ponte San Nicolò Provincia di Padova REGOLAMENTO DEL VESTIARIO DEL PERSONALE DIPENDENTE Approvato con atto di G.C. n. 96 del 10.09.2008 Modificato con atto di G.C. n. 53 del 14.04.2010 in vigore

Dettagli

C I T T A D I T A R Q U I N I A Corpo di Polizia Localee

C I T T A D I T A R Q U I N I A Corpo di Polizia Localee C I T T A D I T A R Q U I N I A Corpo di Polizia Localee REGOLAMENTO COMUNALE DEL VESTIARIO PER GLI APPARTENENTE AL CORPO DI POLIZIA LOCALE Approvato con Deliberazione Consiliare n. 21 del 02.05.2006 CAPO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DEI VOLONTARI IN SERVIZIO SOSTITUTIVO DI LEVA NELLA POLIZIA MUNICIPALE

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DEI VOLONTARI IN SERVIZIO SOSTITUTIVO DI LEVA NELLA POLIZIA MUNICIPALE REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DEI VOLONTARI IN SERVIZIO SOSTITUTIVO DI LEVA NELLA POLIZIA MUNICIPALE ( art. 46, Legge 27 Dicembre 1997, n. 449. ) Approvato con delibera del Consiglio Comunale

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Comune di Carloforte Provincia di Carbonia-Iglesias DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Deliberazione n. 6 del 28/02/2014 Adunanza STRAORDINARIA Prima convocazione Seduta Pubblica. OGGETTO: MODIFICA ARTT.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI POLIZIA PROVINCIALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI POLIZIA PROVINCIALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI POLIZIA PROVINCIALE I SINGOLI ARTICOLI DEL REGOLAMENTO SONO STATI APPROVATI CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE N. 155 DEL 2/10/2003 IL REGOLAMENTO

Dettagli

CITTA DI PARABITA C.A.P PROVINCIA DI LECCE

CITTA DI PARABITA C.A.P PROVINCIA DI LECCE CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE DETERMINAZIONE SETTORE: Polizia Locale e Protezione Civile COPIA REG. GEN.LE N 621 DEL 29/9/2011 REG. SETTORE N. 67.DEL 19/09/2011 OGGETTO: Acquisizione

Dettagli

ALLEGATO B (B1-B2-B3-B4-B5-B6 MODULO DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA PER IL MODULO I -TUTTI I PREZZI VANNO INDICATI I.V.A. ESCLUSA.

ALLEGATO B (B1-B2-B3-B4-B5-B6 MODULO DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA PER IL MODULO I -TUTTI I PREZZI VANNO INDICATI I.V.A. ESCLUSA. ALLEGATO B (B1-B2-B3-B4-B5-B6 MODULO DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA PER IL MODULO I -TUTTI I PREZZI VANNO INDICATI I.V.A. ESCLUSA. ELENCO DELLE DOTAZIONI DA RICHIEDE A CORPO CON FORNITURA RELATIVA AD UNA

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 2 11.3.2009 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 5

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 2 11.3.2009 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 5 2 11.3.2009 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 5 SEZIONE I Art. 11 - Caratteristiche della tessera di riconoscimento (art. 12 l.r. 12/2006) LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI DECRETO DEL PRESIDENTE

Dettagli

Italia-Roma: Indumenti, calzature, articoli da viaggio e accessori 2014/S 019-029061. Avviso di preinformazione. Forniture

Italia-Roma: Indumenti, calzature, articoli da viaggio e accessori 2014/S 019-029061. Avviso di preinformazione. Forniture 1/8 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:29061-2014:text:it:html Italia-Roma: Indumenti, calzature, articoli da viaggio e accessori 2014/S 019-029061 Avviso di preinformazione

Dettagli

REGOLAMENTO DELL'ARMAMENTO DEGLI APPARTENENTI AI CORPO DELLA POLIZIA MUNICIPALE DI ROMA, IN POSSESSO DELLA QUALITA' DI AGENTE DI PUBBLICA SICUREZZA

REGOLAMENTO DELL'ARMAMENTO DEGLI APPARTENENTI AI CORPO DELLA POLIZIA MUNICIPALE DI ROMA, IN POSSESSO DELLA QUALITA' DI AGENTE DI PUBBLICA SICUREZZA REGOLAMENTO DELL'ARMAMENTO DEGLI APPARTENENTI AI CORPO DELLA POLIZIA MUNICIPALE DI ROMA, IN POSSESSO DELLA QUALITA' DI AGENTE DI PUBBLICA SICUREZZA Articolo 1 Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina

Dettagli

Legge Regionale Sardegna 22/8/2007 n. 9 (B.U.R 31/8/2007 n. 28) Norme in materia di polizia locale e politiche regionali per la sicurezza

Legge Regionale Sardegna 22/8/2007 n. 9 (B.U.R 31/8/2007 n. 28) Norme in materia di polizia locale e politiche regionali per la sicurezza Legge Regionale Sardegna 22/8/2007 n. 9 (B.U.R 31/8/2007 n. 28) Norme in materia di polizia locale e politiche regionali per la sicurezza Articolo 1 - Oggetto e finalità Oggetto e finalità 1. La presente

Dettagli

Comune di Rieti Provincia di Rieti REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO DEL GONFALONE, DELLA FASCIA TRICOLORE E DELLE BANDIERE

Comune di Rieti Provincia di Rieti REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO DEL GONFALONE, DELLA FASCIA TRICOLORE E DELLE BANDIERE Comune di Rieti Provincia di Rieti REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO DEL GONFALONE, DELLA FASCIA TRICOLORE E DELLE BANDIERE Emendato ed approvato con delibera del Consiglio comunale n. 19 del 25/02/2009 1

Dettagli

Comune di Pozzuolo del Friuli

Comune di Pozzuolo del Friuli - 1 - Comune di Pozzuolo del Friuli INTERNET sito web: www.comune.pozzuolo.udine.it e-mail: protocollo@com-pozzuolo-del-friuli.regione.fvg.it Via XX Settembre, 31 33050 POZZUOLO DEL FRIULI (UD) C.F.: 80010530303

Dettagli

Capitolato d appalto per la fornitura di effetti di vestiario e calzature per la Polizia Municipale

Capitolato d appalto per la fornitura di effetti di vestiario e calzature per la Polizia Municipale COMUNE DI LIVORNO UNITA ORGANIZZATIVA POLIZIA MUNICIPALE - AMMINISTRATIVA Ufficio Personale 57123 LIVORNO P.zza del Municipio 1 Tel. 0586-820186 fax 0586- e-mail: asanterini@comune.livorno.it Cod. Fiscale

Dettagli

COMUNE DI CUTROFIANO Provincia di Lecce

COMUNE DI CUTROFIANO Provincia di Lecce COMUNE DI CUTROFIANO Provincia di Lecce (Settore Amministrativo) Regolamento per i Volontari in servizio sostitutivo di leva nella Polizia Municipale (Art. 46 Legge 27/12/1997, n. 449) Approvato con deliberazione

Dettagli