GAS NATURALE NORMATIVA CONTRATTI OPPORTUNITA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GAS NATURALE NORMATIVA CONTRATTI OPPORTUNITA"

Transcript

1 GAS NATURALE NORMATIVA CONTRATTI OPPORTUNITA Vicenza, 15 aprile 2008 Relatore Ing. Stefano Zennaro

2 AZIENDE CONSORZIATE Numero di aziende consorziate da settembre 1999 a dicembre 2007 Mensile Progressivo set-99 nov-99 nov-07 gen-00 mar-00 mag-00 lug-00 set-00 nov-00 gen-01 mar-01 mag-01 lug-01 set-01 nov-01 gen-02 mar-02 mag-02 lug-02 set-02 nov-02 gen-03 mar-03 mag-03 lug-03 set-03 nov-03 gen-04 mar-04 mag-04 lug-04 set-04 nov-04 gen-05 mar-05 mag-05 lug-05 set-05 nov-05 gen-06 mar-06 mag-06 lug-06 set-06 nov-06 gen-07 mar-07 mag-07 lug-07 set-07

3 PUNTI DI PRELIEVO CONSORZIATI gen- 00 ma r- 00 ma g- 00 lug- 00 set- 00 nov- 00 gen- 01 ma r- 01 ma g- 01 lug- 01 set- 01 nov- 01 gen- 02 ma r- 02 ma g- 02 lug- 02 set- 02 nov- 02 gen- 03 ma r- 03 ma g- 03 lug- 03 set- 03 nov- 03 gen- 04 ma r- 04 ma g- 04 lug- 04 set- 04 nov- 04 gen- 05 ma r- 05 ma g- 05 lug- 05 set- 05 nov- 05 gen- 06 ma r- 06 ma g- 06 lug- 06 set- 06 nov- 06 gen- 07 ma r- 07 ma g- 07 lug- 07 set- 07 nov- 07 Numero di punti di prelievo da gennaio 2000 a dicembre 2007

4 CONSUMI ENERGIA ELETTRICA Consumo di Energia Elettrica (kwh) mensile e progressivo da gennaio 2000 a dicembre gen- 00 apr- 00 lug- 00 ott- 00 gen- 01 apr- 01 lug- 01 ott- 01 gen- 02 apr- 02 lug- 02 ott- 02 gen- 03 apr- 03 lug- 03 ott- 03 gen- 04 apr- 04 lug- 04 ott- 04 gen- 05 apr- 05 lug- 05 ott- 05 gen- 06 apr- 06 lug- 06 ott- 06 gen- 07 apr- 07 lug- 07 ott- 07 mens ile p ro g ressivo

5 AZIENDE RIFORNITE DI GAS NATURALE N Aziende rifornite di gas naturale lug-04 ott-04 gen-05 apr-05 lug-05 ott-05 gen-06 apr-06 lug-06 ott-06 gen-07 apr-07 lug-07 ott-07 gen-08 apr-08 lug-08 apr-04 gen-04 ott-03 lug-03 apr-03 gen-03 ott-02 lug-02 apr-02 gen-02

6 CONSUMO DI GAS NATURALE Consumi mensili e progessivi sull'anno termico gen-04 mar-04 mag-04 lug-04 set-04 nov-04 gen-05 mar-05 mag-05 lug-05 set-05 nov-05 gen-06 mar-06 mag-06 lug-06 set-06 nov-06 gen-07 mar-07 mag-07 lug-07 set-07 nov-07 gen-08 mar-08 mag-08 lug-08 set-08 Mensile Progressivo nov-03 set-03 lug-03 mag-03 mar-03 gen-03 nov-02 set-02 lug-02 mag-02 mar-02 gen-02

7 Il Regolamento per la fornitura di gas naturale - estratto Il funzionamento tecnico-amministrativo del Consorzio è retto, oltre che dalle disposizioni dell'atto costitutivo e dallo Statuto, dal Regolamento per la somministrazione di gas naturale che vincola tutte le imprese consorziate e forma parte integrante del contratto del Consorzio Art. 2 Ciascun consorziato si impegna a: - compilare un apposita scheda tecnica-contrattuale di ogni sito produttivo, comprensiva dei profili della fornitura ed anche dei necessari dati amministrativi e fiscali e a ritirare, con le modalità concordate dal Consorzio, il gas naturale necessario al proprio fabbisogno, nel rispetto delle condizioni previste nel regolamento, nonché in conformità alle modalità di prelievo rispettivamente previste per ciascun consorziato nella stessa scheda tecnica-amministrativa, nello specifico contratto con il singolo fornitore di gas naturale, nelle disposizioni dell Autorità per l energia elettrica ed il gas e nei codici di rete - esperire tutte le necessarie procedure per risolvere efficacemente il contratto di somministrazione previgente all avvio della somministrazione tramite il Consorzio dando comunicazione al Consorzio stesso ed eventualmente al fornitore dell avvenuta risoluzione del contratto. La verifica dell efficacia del recesso condiziona l avvio della somministrazione tramite il Consorzio.

8 Il Regolamento per la fornitura di gas naturale - estratto - redigere e trasmettere al fornitore (eventualmente tramite il consorzio) la necessaria dichiarazione attestante il regime fiscale (regime Iva e aliquote di imposte) applicabile alla singola fornitura Art. 4 Ciascun consorziato si impegna ad autorizzare il Consorzio ad acquisire ed elaborare i dati messi a disposizione dal trasportatore, dai distributori e/o dal fornitore. Art. 6 L'interruzione o limitazione della fornitura sia essa dovuta a caso fortuito, atti governativi, scioperi, stato di guerra, o qualsiasi altra causa non imputabili al consorzio, non daranno luogo ad alcuna responsabilità del consorzio verso i consorziati

9 Art. 7 Il Regolamento per la fornitura di gas naturale - estratto La fattura emessa a carico di ciascun consorziato sarà comprensiva dei costi di somministrazione, e di ogni altro onere di sistema, determinati dai provvedimenti dell'autorità, fatte salve le eventuali migliori condizioni previste nel contratto di somministrazione Art. 8 I costi consortili annuali vengono deliberati dal Consiglio direttivo. Il consiglio direttivo fissa valori differenziati del contributo annuale per i consorziati non aderenti al sistema Confidustriale. Tale contributo viene versato solo da chi usufruisce della fornitura. Art. 11 L assistenza tecnica diretta all ottimizzazione della fornitura, comporta la determinazione, all inizio della somministrazione, dei dati necessari per la migliore applicazione delle condizioni contrattuali pattuite con il fornitore e per la miglior definizione degli oneri di trasporto, dispacciamento e distribuzione; in corso di fornitura si attua mediante la prestazione di ogni assistenza per mantenere le migliori condizioni di somministrazione. L assistenza verrà fornita,secondo le esigenze, con elaborazione dei dati risultanti dalle fatture e/o con visite presso il consorziato. Potranno essere previste ulteriori forme di assistenza alla luce delle evoluzioni normative stabilite dall Autorità anche mediante l uso del sito Web del Consorzio.

10 Data Timbro e Firma FORNITURA DI GAS NATURALE Mandato per la negoziazione, la stipula e la gestione del contratto IL MANDATO PER LA NEGOZIAZIONE, LA STIPULA E LA GESTIONE DEL CONTRATTO La società/impresa con sede in Via Cod. fiscale e P.iva nella persona del sig. nella sua qualità di munito degli idonei poteri ad impegnare la stessa Impresa, relativamente al/i punto/i di prelievo sito/i in premesso che - l Impresa possiede la qualifica di cliente idoneo ed ha aderito al Consorzio Energia Assindustria Vicenza (di seguito Energindustria) al fine di approvvigionarsi sul mercato libero; - che Energindustria ha la facoltà statutaria di agire quale mandatario anche con rappresentanza per acquisire alle migliori condizioni il gas naturale, negoziando i contratti sia di somministrazione sia ancillari alla fornitura; - che sulla base delle esperienze maturate, l acquisto del gas naturale mediante l aggregazione consortile determina vantaggi economici e contrattuali per ogni singola Impresa consorziata; - che l Impresa consorziata intende conferire a Energindustria ampio mandato per la stipula e la successiva gestione di tutti i contratti necessari per la somministrazione di gas naturale sul libero mercato tutto ciò considerato, che costituisce parte integrante del presente atto, conferisce mandato esclusivo gratuito con rappresentanza, o, ove tecnicamente necessario e prescritto dalle Autorità di settore, alternativamente senza rappresentanza, ad Energindustria, il quale potrà avvalersi anche di terzi sostituti, per negoziare, sottoscrivere e per gestire in corso di rapporto tutti i contratti necessari per la somministrazione diretta o tramite grossisti di gas naturale fino agli specifici punti di riconsegna dell Impresa. A titolo esemplificativo e non esaustivo il Consorzio si incaricherà di: - negoziare con i fornitori di gas naturale; - individuare le migliori condizioni economiche di somministrazione del gas naturale mediante valutazione basata su conoscenze tecnico-previsionali; - fare esperire al nuovo fornitore le procedure di disdetta dal contratto in essere, ove disposto dall Autorità di settore; - concludere sottoscrivendo in nome e per conto dell Impresa il contratto; - gestire tecnicamente e contrattualmente il contratto stipulato, per l ottimizzazione della somministrazione; - effettuare il monitoraggio delle condizioni di fornitura durante la vigenza del contratto; - controllare le condizioni applicate e i consumi prelevati, mediante invio di un report periodico; - valutare le ulteriori condizioni economiche in sede di rinnovo della fornitura, alla scadenza dei contratti già stipulati. L Impresa si impegna ad inviare copia del contratto in essere, copia delle fatture relative agli ultimi 12 mesi e copia delle eventuali offerte di somministrazione di gas naturale pervenute, impegnandosi, altresì, a non avviare trattative nè a concludere autonomamente nuovi contratti, senza la preventiva e necessaria comunicazione al Consorzio, poiché il Consorzio avvia trattative con più fornitori e sulla scorta di una pluralità di mandati conferiti da più Imprese. Qualora sia necessario esperire la procedura di disdetta del contratto in essere, l Impresa si impegna a fornire i dati e la documentazione eventualmente necessaria ed il Consorzio si attiverà con il nuovo fornitore per l espletamento della procedura di disdetta dal contratto in essere secondo le tempistiche previste nel contratto o, in caso di assenza, con la tempistica disposta dall Autorità. In assenza della copia del contratto e della documentazione sopra descritta il Consorzio non potrà dare seguito alle trattative per la definizione del nuovo contratto. In considerazione delle premesse su riportate, il mandato è a tempo indeterminato e revocabile. La revoca potrà essere esercitata solo dopo la stipula del primo contratto di somministrazione, mediante comunicazione scritta da inviare ad Energindustria almeno tre mesi prima della scadenza del contratto di somministrazione già stipulato e vigente al momento della revoca. L erogazione del servizio rientra tra le attività stabilite dallo Statuto consortile, paragrafi , disciplinato per la determinazione del corrispettivo dell incarico conferito nell ambito dei contributi consortili annui, definiti in base al Regolamento per la somministrazione di gas naturale ed alle delibere del Consiglio Direttivo del Consorzio. Tutti i dati dell Impresa verranno trattati da Energindustria direttamente o tramite terzi al solo fine dell esecuzione del presente mandato e per l attuazione delle finalità consortili. Pertanto, sempre a tale fine esclusivo, i dati verranno trattati anche mediante comunicazioni ai fornitori, società ed enti che gestiscono il sistema gas.

11 Fonte: Snam Rete Gas Il mercato del gas naturale

12 Il mercato del gas naturale APPROVVIGIONAMENTO Produzione: Nel 2007 la produzione di gas in Italia è stata di circa 9,77 miliardi di metri cubi.* Importazione: Circa l 87% del gas consumato in Italia viene importato attraverso i gasdotti del Nord Europa, dalla Russia e dall'algeria e, in misura minore, con navi metaniere allo stato liquido * Il dato è provvisorio Fonte: Snam Rete Gas

13 Il mercato del gas naturale INFRASTRUTTURA Stoccaggio: Per modulare l'offerta di gas in base alle escursioni stagionali della domanda, il gas viene in parte immagazzinato in giacimenti esauriti. Rete di Trasporto: Nel 2007 la rete di Snam Rete Gas, lunga più di 30 mila chilometri, ha trasportato 84,5 miliardi di metri cubi di gas. La Società dispone inoltre dell'unico impianto italiano di rigassificazione di gas naturale liquefatto che ha sede a Panigaglia. Capacità massima: 3,5 miliardi metri cubi/anno Distribuzione: La distribuzione locale comprende quasi esclusivamente le vendite effettuate dalle aziende di distribuzione urbana ai clienti del settore civile e alla piccola industria. Fonte: Snam Rete Gas

14 Il mercato del gas naturale VENDITA Settore termoelettrico: Il settore termoelettrico comprende l'enel, le imprese municipalizzate e i produttori industriali di energia elettrica. Nel 2007 il consumo è stato di 33,7 miliardi di metri cubi. Utenza industriale: Il gas naturale è impiegato in tutti i settori industriali e nel 2007 hanno consumato oltre 15,5 miliardi di metri cubi di gas Utenza residenziale e commerciale: Il settore residenziale e terziario ha registrato per il 2007 un consumo di 32,4 milioni di metri cubi.. Fonte: Snam Rete Gas

15 Il mercato del gas naturale Bilancio gas naturale trasportato nel 2007 Mese Importatazione Produzione Stoccaggio Totale immesso Distribuzione Termoelettrico Industria Rete terzi e sistema Totale prelevato Gennaio 7.893,00 870,90 876, , , , ,30 294, ,70 Febbraio 6.759,20 803,00 891, , , , ,60 236, ,20 Marzo 6.351,00 861,90 780, , , , ,80 256, ,50 Aprile 5.265,40 821,10-553, , , , ,30 190, ,30 Maggio 5.248,30 838,80-577, , , , ,30 194, ,60 Giugno 5.392,90 812,70-944, , , , ,80 170, ,00 Luglio 5.273,50 817,70-385, , , , ,60 211, ,90 Agosto 4.070,80 821,40-415, ,10 820, ,50 888,00 140, ,00 Settembre 5.253,30 745,40-397, , , , ,00 208, ,20 Ottobre 6.196,10 814,80-91, , , , ,00 259, ,00 Novembre 7.528,00 776,40 792, , , , ,50 332, ,70 Dicembre 8.272,10 791, , , , , ,00 353, , , , , , , , , , ,10 86,96% 11,56% 1,48% 38,39% 39,89% 18,35% 3,37% Valori espressi in milioni di mc a 38,1 MJ Fonte: Snam Rete Gas

16 Il mercato del gas naturale SHIPPER Gli "shippers" sono le imprese che acquistano gas naturale per rivenderlo agli utenti finali (industrie e centrali termoelettriche) o a società di vendita. Decreto Letta (maggio 2000) Separazione delle attività di trasporto e dispacciamento di gas naturale e di rigassificazione e stoccaggio di gas naturale liquefatto (GNL) alle altre attività del settore del gas Fonte: Snam Rete Gas

17 Mercato del gas naturale in Italia: le importazioni Fonte: Snam Rete Gas

18 Capacità di importazione per punto di entrata (Mm3/g) Fonte: Snam Rete Gas

19 Fonte: Autorità per l energia elettrica e il gas Approvvigionamento di gas naturale

20 Andamento della produzione di gas naturale M(m3) Valori storici dal 1950 al 2006; preconsuntivo 2006 e previsioni dal 2007 al 2010 Fonte: Autorità per l energia elettrica e il gas

21 Fonte: Ministero delle attività produttive Gas naturale distribuito per regione (Milioni di standard metri cubi a 38,1 MJ)

22 Potenziamento dei gasdotti esistenti Fonte: Ministero delle attività produttive

23 Fonte: Ministero delle attività produttive Nuovi gasdotti in progetto

24 LA RETE IL MERCATO DEL GAS: IL SISTEMA La pressione di esercizio Il Decreto Ministeriale del 24 novembre 1984: "Norme di sicurezza antincendio per il trasporto, la distribuzione, l'accumulo e l'utilizzazione del gas naturale con densità non superiore a 0,8 e successive modificazioni" classifica le condotte per il trasporto e la distribuzione di gas naturale in 7 specie, in relazione alla differente pressione massima di esercizio Specie 1 a 2 a 3 a 4 a 5 a 6 a 7 a P max esercizio (bar rel.) >24 24 P>12 12 P>5 5 P>1,5 1,5 P>0,5 0,5 P>0,04 0,04 FONTE: SNAM RETE GAS

25 LA RETE IL MERCATO DEL GAS: IL SISTEMA La maggior parte delle condotte esercite da Snam Rete Gas sono di 1 a, 2 a e 3 a specie. Casi di condotte classificate in 4 a specie sono presenti in numero limitato, ed ancor più rari sono i casi di gasdotti classificati in specie inferiori: queste ultime sono caratteristiche proprie delle reti di distribuzione locale. Per le condotte di 1 a, 2 a e 3 a specie, l'autorizzazione all'esercizio fino ad un valore determinato dal CPI (Certificato di Prevenzione Incendi), è rilasciata dalle competenti autorità: per le specie inferiori tale valore è determinato in funzione della pressione di progetto. Tranne dove sono presenti vincoli tecnico/operativi, che possono limitare la pressione, l'esercizio operativo di ciascuna condotta è vincolato a valori di poco inferiori rispetto al CPI o alla pressione di progetto. E' anche possibile, tipicamente quando l'inurbamento nei pressi della condotta sia aumentato in misura consistente, che le condizioni di legge richiedano l'abbassamento della pressione d'esercizio o il declassamento di una condotta: in questo caso alla condotta viene attribuito un nuovo valore di CPI, ridotto rispetto al precedente così da determinarne una nuova classificazione. Per tale motivo le pressioni d'esercizio delle condotte e quindi anche le portate sono soggette ad evoluzioni nel tempo. FONTE: SNAM RETE GAS

26 LA RETE IL MERCATO DEL GAS: IL SISTEMA Gli impianti di linea Lungo le condotte sono collocati gli impianti necessari all'interconnessione delle stesse nonché al controllo ed alla gestione dei flussi di gas, nel rispetto delle esigenze operative e di sicurezza richieste dalle normative. In particolare, occorre distinguere tra Impianti di Linea: impianti di regolazione della pressione e/o della portata; impianti di riduzione; impianti di miscelazione e Punti di Linea: impianti per il lancio impianti di derivazione ed intercettazione di vario tipo. Gli Impianti e i Punti di Linea possono o meno essere dotati di dispositivi telecontrollati per la rilevazione dei parametri relativi al trasporto, per la trasmissione degli stessi e/o per il controllo a distanza delle manovre. FONTE: SNAM RETE GAS

27 LA RETE IL MERCATO DEL GAS: IL SISTEMA Le centrali di compressione Le centrali di compressione, inserite nella Rete Nazionale Gasdotti per assicurare il trasporto del gas per l'intero sistema, dal punto di vista impiantistico sono essenzialmente costituite dalle seguenti entità: unità di compressione, normalmente compressori centrifughi azionati da turbine a gas, complete di propri sistemi di controllo; tubazioni e relative apparecchiature meccaniche per il processo completo del gas (filtri, valvole, aircoolers ecc); sistemi di controllo di centrale, in grado di operare la completa gestione dei turbocompressori e degli impianti di processo della centrale; sistema elettrico in grado di assicurare la necessaria alimentazione in funzione delle varie esigenze e priorità; infrastrutture civili ad uso impiantistico (sale quadri, sala controllo ecc.), uffici per il personale, officina e magazzino. Tutte le centrali sono dotate di funzionalità operative e di controllo affinché possano essere esercite a distanza, in perfetta sicurezza, con elevato grado di affidabilità, con modalità tecniche ed operative totalmente integrate con il sistema di trasporto FONTE: SNAM RETE GAS

28 IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA Decreto Legislativo 164/00 (Decreto di attuazione della direttiva comunitaria 98/30/CE G.U. del 20 giugno 2000 n.142) Il decreto ha dato avvio al processo di liberalizzazione del mercato del gas naturale in Italia Riguarda tutto il settore del gas: quindi l approvvigionamento, lo stoccaggio, il trasporto, la distribuzione e le attività correlate a tali fasi Prevede la separazione delle attività del settore gas: si è ritenuto, al fine di garantire un corretto sviluppo del mercato, di imporre alle imprese del settore gas di scorporare le diverse attività in più società distinte L Autorità ha il compito di fissare i criteri per definire le tariffe relative ai servizi di stoccaggio, trasporto e distribuzione

29 IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA Decreto Legislativo 164/00 (Decreto di attuazione della direttiva comunitaria 98/30/CE G.U. del 20 giugno 2000 n.142) Il decreto fissa le scadenze per ottenere la progressiva apertura del mercato. Dal 1 gennaio 2003 tutti i clienti finali sono idonei. Dal 1 gennaio 2002 nessuna impresa poteva immettere nella rete gas importato o prodotto più del 75 % del gas consumato a livello nazionale. Tale limite si riduce ogni anno di due punti percentuali fino ad arrivare a 61 %. Dal 1 gennaio 2003 e fino al 31 dicembre 2010 nessuna impresa può vendere ai clienti finali più del 50 % dei consumi nazionali.

30 IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA Decreto Legislativo 164/00 (Decreto di attuazione della direttiva comunitaria 98/30/CE G.U. del 20 giugno 2000 n.142) Si tratta di un decreto quadro cui sono seguiti provvedimenti di attuazione, sotto forma di decreti ministeriali e deliberazioni dell Autorità per l energia elettrica e il gas Con il decreto del 22 dicembre 2000 l allora Ministero dell Industria ha individuato la rete nazionale dei gasdotti

31 IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA Decreto Ministeriale del 24 giugno 2004 È il decreto che approva la procedura da utilizzare nel sistema del gas naturale in caso di insufficiente copertura del fabbisogno di gas dovuta a eventi climatici sfavorevoli, e che stabilisce ruoli, compiti e responsabilità dei soggetti coinvolti dalla procedura stessa. Responsabilità Sono in capo alle imprese di trasporto e di stoccaggio

32 IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA Decreto Ministeriale del 24 giugno 2004 UTENTI Ciascun utente deve, preventivamente all avvio di ciascun anno termico di trasporto: a) informare i propri clienti finali con consumi superiori a Smc/anno delle problematiche derivanti da una situazione di emergenza climatica e verificare, con ciascun cliente, la possibilità concreta di far fronte alla mancanza parziale o totale di fornitura di gas naturale riducendo al minimo indispensabile gli eventuali problemi e danni conseguenti; b) comunicare e tenere aggiornato, tramite l applicazione web dell Impresa maggiore di trasporto, l elenco dei propri clienti (inclusi quelli allacciati alle reti di altre Imprese di trasporto) con: contratti di fornitura del gas naturale con clausola di interrompibilità; impianti industriali con alimentazione dual-fuel (incluse le centrali per la produzione di energia elettrica) nonché, per ciascuno degli stessi, i relativi tempi di attivazione; c) fornire all'impresa maggiore di trasporto le effettive potenzialità di riduzione dei consumi di gas naturale degli impianti diversi dalle centrali termoelettriche utilizzando combustibili alternativi.

33 IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA Decreto Ministeriale del 12 dicembre 2005 Aggiornamento della procedura di emergenza per far fronte alla mancanza di copertura del fabbisogno di gas naturale, in caso di eventi climatici sfavorevoli Decreto Ministeriale del 20 gennaio 2006 Misure per l'incentivazione di un'offerta di interrompibilita' volontaria della domanda di gas naturale. Decreto-legge 25 gennaio 2006, n. 19 Misure urgenti per garantire l'approvvigionamento di gas naturale Convertito in legge l 8 marzo 2006

34 IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA Decreto Ministeriale 4 agosto 2006 Misure per la ricostituzione degli stoccaggi di modulazione, per far fronte a possibili situazioni di emergenza del sistema nazionale del gas naturale per il prossimo periodo invernale Decreto Ministeriale 4 agosto 2006 Disposizioni per la massimizzazione delle importazioni di gas - Interrompibilita' delle forniture di gas ai clienti industriali, per far fronte a possibili situazioni di emergenza del sistema nazionale del gas naturale per il prossimo periodo invernale Decreto Ministeriale 29 settembre 2006 Misure transitorie a tutela della sicurezza dell'approvvigionamento di gas naturale ai clienti finali con consumi inferiori a metri cubi all'anno Decreto Ministeriale 18 dicembre 2006 Aggiornamento della procedura di emergenza climatica

35 IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA Decreto Ministeriale del 11 Settembre 2007 Obbligo di contribuire al contenimento dei consumi di gas Classificazione dei clienti finali soggetti all obbligo - Art. 2 a) Clienti industriali direttamente allacciati alle reti di trasporto caratterizzati da rilevazione (o registrazione) giornaliera dei prelievi b) clienti diversi da quelli alle lettere a) e c) che siano caratterizzati da rilevazione giornaliera dei prelievi e che aderiscano volontariamente al contenimento dei consumi con sottoscrizione di specifica clausola contrattuale con la rispettiva impresa di vendita In caso di applicazione di procedure di emergenza approvate dal MSE i clienti di cui alle lettera a) e b) sono OBBLIGATI a contenere, SU RICHIESTA, i consumi effettivi di gas naturale Tutti i clienti finali adempiono all obbligo a titolo ONEROSO

36 IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA Decreto Ministeriale del 11 Settembre 2007 Obbligo di contribuire al contenimento dei consumi di gas Classificazione dei clienti finali soggetti all obbligo - Art. 2 e) clienti finali che richiedono di essere esonerati dal contenimento dei consumi in ragione del loro ciclo produttivo caratterizzato da oggettivi vincoli di prelievo di gas continuo e costante o per tutti i giorni di almeno 6 mesi dell anno

37 IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA Decreto Ministeriale del 11 Settembre 2007 Corrispettivi - Art. 3 Obbligo di contribuire al contenimento dei consumi di gas I corrispettivi sono stabiliti dall Autorità per l energia elettrica e il gas Sono differenziati in funzione di tre modalità di adesione alla partecipazione: a) Cliente soggetto all obbligo, o ciascun cliente volontario, che aderisce individualmente al contenimento fino al quantitativo dallo stesso precisato b) Cliente soggetto all obbligo, o ciascun cliente volontario, che aderisce in forma congiunta c) Cliente soggetto all obbligo che non aderisce al contenimento dei consumi con rifiuto di sottoscrizione di specifica clausola

38 IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA Decreto Ministeriale del 11 Settembre 2007 Procedura - Art. 4 Livelli di gravità Obbligo di contribuire al contenimento dei consumi di gas livello 1: riduzione complessiva dei consumi fino a 5 milioni di Sm3/g livello 2: riduzione complessiva dei consumi maggiore di 5 e fino a 10 milioni di Sm3/g livello 3: riduzione complessiva dei consumi oltre 10 milioni di Sm3/g Linee di intervento 1 linea: coinvolge, fino al quantitativo per il quale è stata manifestata l adesione, sia i clienti obbligati e i clienti volontari che le imprese di vendita per i clienti, obbligati o volontari, che aderiscono al contenimento tramite le imprese 2 linea: coinvolge indistintamente tutti i clienti finali soggetti all obbligo come definiti alle lettere a) (anche quelli non aderenti) e b)

39 IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA Decreto Ministeriale del 11 Settembre 2007 Obbligo di contribuire al contenimento dei consumi di gas Modalità applicativa della procedura- Art. 5 Riferimenti per il contenimento Il contenimento deve essere effettuato tenendo conto dei consumi medi dei 30 giorni precedenti la data di individuazione del contenimento necessario Sono esclusi dai 30 giorni quelli in cui vi siano state significative riduzioni di prelievo dovute a cause imprevedibili e non controllabili Pertanto tutte le riduzioni significative devono essere comunicate, in consistenza e durata prevista, e documentate dal cliente finale all impresa di trasporto all impresa di vendita alla Direzione generale per l energia e le risorse minerarie del MSE entro 24 ore successive all evento

40 IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA DELIBERA AEEG N. 277/07 Istituisce il corrispettivo CV I che verrà applicato dal 1 gennaio 2008 a tutti i clienti finali. Il valore definito con delibera 346/07 è pari a 0, /GJ Il responsabile del contenimento sceglie le proprie condizioni di adesione al contenimento fra quelle individuate come opzione A e B In caso di attivazione della 2 linea di intervento ai clienti obbligati non aderenti verranno applicate le condizioni di cui all opzione C

41 Totale [ ] , , ,00 Calcolo dei premi e delle penali - Allegato A delibera 277/07 sul contenimento dei consumi IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA Parametri Opzione A - B unità di misura Opzione C Note d Smc/g impegno di riduzione dei consumi per A.T ri Smc Smc riduzione dei consumi richiesta nel giorno i ei 400 Smc 400 Smc riduzione dei consumi effettuata nel giorno i si - Smc - Smc incremento dei consumi effettuato nel giorno i mi 400 Smc 400 Smc bi - Smc - Smc ai 600 Smc 600 Smc Livello di gravità 1 1 può assumere i valori 1, 2 o 3 n 3 3 numero di giorni di riduzione della settimana k (valori 1-7) k 1 1 numero progressivo di settimana di riduzione (valori 1-10) Parte Fissa Formula dove F = f x d Opzione A Opzione B Opzione C f [ /Smc/g] = 3,00 0,10 Premio fisso [ ] 3.000,00 100,00 Parte Variabile Formula dove V = Vc x Rc + VBk x Rak V = Vc x Rc Opzione A Opzione B Opzione C Vc [ /Smc] = 0,72 0,72 0,72 dipende dal livello di gravità Rc [Smc] = ,00 dipende dal numero totale di giorni di riduzione VBk [ /Smc] = 0,72 1,62 dipende dal livello di gravità e dalla settimana k-esima Rak [Smc] = 1.200, ,00 dipende dal numero di giorni di riduzione n della settimana k-esima Premio variabile [ ] 864, ,00 864,00 Penali Formula dove P = Pc x B + P1k x Ak P = Pc x B Opzione A Opzione B Opzione C Pc [ /Smc] = 4,08 4,08 4,08 dipende dal livello di gravità B [Smc] = 0,00 0, ,00 dipende dal numero totale di giorni di riduzione P1k [ /Smc] = 2,99 3,20 dipende dal livello di gravità e dalla settimana k-esima Ak[Smc] = 1.800, ,00 dipende dal numero di giorni di riduzione n della settimana k-esima Penale variabile [ ] 5.382, , ,00 Opzione A Opzione B Opzione C

42 Calcolo dei premi e delle penali - Allegato A delibera 277/07 sul contenimento dei consumi IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA Parametri Opzione A - B unità di misura Opzione C Note d Smc/g impegno di riduzione dei consumi per A.T ri Smc Smc riduzione dei consumi richiesta nel giorno i ei 400 Smc 400 Smc riduzione dei consumi effettuata nel giorno i si - Smc - Smc incremento dei consumi effettuato nel giorno i mi 400 Smc 400 Smc bi - Smc - Smc ai 600 Smc 600 Smc Livello di gravità 1 1 può assumere i valori 1, 2 o 3 n 7 7 numero di giorni di riduzione della settimana k (valori 1-7) k 1 1 numero progressivo di settimana di riduzione (valori 1-10) Parte Fissa Formula dove F = f x d Opzione A Opzione B Opzione C f [ /Smc/g] = 3,00 0,10 Premio fisso [ ] 3.000,00 100,00 Parte Variabile Formula dove V = Vc x Rc + VBk x Rak V = Vc x Rc Opzione A Opzione B Opzione C Vc [ /Smc] = 0,72 0,72 0,72 dipende dal livello di gravità Rc [Smc] = ,00 dipende dal numero totale di giorni di riduzione VBk [ /Smc] = 0,72 1,62 dipende dal livello di gravità e dalla settimana k-esima Rak [Smc] = 2.800, ,00 dipende dal numero di giorni di riduzione n della settimana k-esima Premio variabile [ ] 2.016, , ,00 Penali Formula dove P = Pc x B + P1k x Ak P = Pc x B Opzione A Opzione B Opzione C Pc [ /Smc] = 4,08 4,08 4,08 dipende dal livello di gravità B [Smc] = 0,00 0, ,00 dipende dal numero totale di giorni di riduzione P1k [ /Smc] = 2,99 3,20 dipende dal livello di gravità e dalla settimana k-esima Ak[Smc] = 4.200, ,00 dipende dal numero di giorni di riduzione n della settimana k-esima Penale variabile [ ] , , ,00 Opzione A Opzione B Opzione C Totale [ ] , , ,00

43 Calcolo dei premi e delle penali - Allegato A delibera 277/07 sul contenimento dei consumi IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA Parametri Opzione A - B unità di misura Opzione C Note d Smc/g impegno di riduzione dei consumi per A.T ri Smc Smc riduzione dei consumi richiesta nel giorno i ei 400 Smc 400 Smc riduzione dei consumi effettuata nel giorno i si - Smc - Smc incremento dei consumi effettuato nel giorno i mi 400 Smc 400 Smc bi - Smc - Smc ai 600 Smc 600 Smc Livello di gravità 1 1 può assumere i valori 1, 2 o 3 n 3 3 numero di giorni di riduzione della settimana k (valori 1-7) k 2 2 numero progressivo di settimana di riduzione (valori 1-10) Parte Fissa Formula dove F = f x d Opzione A Opzione B Opzione C f [ /Smc/g] = 3,00 0,10 Premio fisso [ ] 3.000,00 100,00 Parte Variabile Formula dove V = Vc x Rc + VBk x Rak V = Vc x Rc Opzione A Opzione B Opzione C Vc [ /Smc] = 0,72 0,72 0,72 dipende dal livello di gravità Rc [Smc] = ,00 dipende dal numero totale di giorni di riduzione VBk [ /Smc] = 0,86 1,94 dipende dal livello di gravità e dalla settimana k-esima Rak [Smc] = 1.200, ,00 dipende dal numero di giorni di riduzione n della settimana k-esima Premio variabile [ ] 1.036, ,80 864,00 Penali Formula dove P = Pc x B + P1k x Ak P = Pc x B Opzione A Opzione B Opzione C Pc [ /Smc] = 4,08 4,08 4,08 dipende dal livello di gravità B [Smc] = 0,00 0, ,00 dipende dal numero totale di giorni di riduzione P1k [ /Smc] = 3,59 3,84 dipende dal livello di gravità e dalla settimana k-esima Ak[Smc] = 1.800, ,00 dipende dal numero di giorni di riduzione n della settimana k-esima Penale variabile [ ] 6.458, , ,00 Opzione A Opzione B Opzione C Totale [ ] , , ,00

44 Calcolo dei premi e delle penali - Allegato A delibera 277/07 sul contenimento dei consumi IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA Parametri Opzione A - B unità di misura Opzione C Note d Smc/g impegno di riduzione dei consumi per A.T ri 500 Smc 500 Smc riduzione dei consumi richiesta nel giorno i ei 400 Smc 400 Smc riduzione dei consumi effettuata nel giorno i si - Smc - Smc incremento dei consumi effettuato nel giorno i mi 400 Smc 400 Smc bi - Smc - Smc ai 100 Smc 100 Smc Livello di gravità 1 1 può assumere i valori 1, 2 o 3 n 3 3 numero di giorni di riduzione della settimana k (valori 1-7) k 1 1 numero progressivo di settimana di riduzione (valori 1-10) Parte Fissa Formula dove F = f x d Opzione A Opzione B Opzione C f [ /Smc/g] = 3,00 0,10 Premio fisso [ ] 3.000,00 100,00 Parte Variabile Formula dove V = Vc x Rc + VBk x Rak V = Vc x Rc Opzione A Opzione B Opzione C Vc [ /Smc] = 0,72 0,72 0,72 dipende dal livello di gravità Rc [Smc] = ,00 dipende dal numero totale di giorni di riduzione VBk [ /Smc] = 0,72 1,62 dipende dal livello di gravità e dalla settimana k-esima Rak [Smc] = 1.200, ,00 dipende dal numero di giorni di riduzione n della settimana k-esima Premio variabile [ ] 864, ,00 864,00 Penali Formula dove P = Pc x B + P1k x Ak P = Pc x B Opzione A Opzione B Opzione C Pc [ /Smc] = 4,08 4,08 4,08 dipende dal livello di gravità B [Smc] = 0,00 0,00 300,00 dipende dal numero totale di giorni di riduzione P1k [ /Smc] = 2,99 3,20 dipende dal livello di gravità e dalla settimana k-esima Ak[Smc] = 300,00 300,00 dipende dal numero di giorni di riduzione n della settimana k-esima Penale variabile [ ] 897,00 960, ,00 Opzione A Opzione B Opzione C Totale [ ] 2.967, ,00-360,00

45 Calcolo dei premi e delle penali - Allegato A delibera 277/07 sul contenimento dei consumi IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA Parametri Opzione A - B unità di misura Opzione C Note d Smc/g impegno di riduzione dei consumi per A.T ri 500 Smc 500 Smc riduzione dei consumi richiesta nel giorno i ei 500 Smc 500 Smc riduzione dei consumi effettuata nel giorno i si - Smc - Smc incremento dei consumi effettuato nel giorno i mi 500 Smc 500 Smc bi - Smc - Smc ai - Smc - Smc Livello di gravità 1 1 può assumere i valori 1, 2 o 3 n 3 3 numero di giorni di riduzione della settimana k (valori 1-7) k 1 1 numero progressivo di settimana di riduzione (valori 1-10) Parte Fissa Formula dove F = f x d Opzione A Opzione B Opzione C f [ /Smc/g] = 3,00 0,10 Premio fisso [ ] 3.000,00 100,00 Parte Variabile Formula dove V = Vc x Rc + VBk x Rak V = Vc x Rc Opzione A Opzione B Opzione C Vc [ /Smc] = 0,72 0,72 0,72 dipende dal livello di gravità Rc [Smc] = ,00 dipende dal numero totale di giorni di riduzione VBk [ /Smc] = 0,72 1,62 dipende dal livello di gravità e dalla settimana k-esima Rak [Smc] = 1.500, ,00 dipende dal numero di giorni di riduzione n della settimana k-esima Premio variabile [ ] 1.080, , ,00 Penali Formula dove P = Pc x B + P1k x Ak P = Pc x B Opzione A Opzione B Opzione C Pc [ /Smc] = 4,08 4,08 4,08 dipende dal livello di gravità B [Smc] = 0,00 0,00 0,00 dipende dal numero totale di giorni di riduzione P1k [ /Smc] = 2,99 3,20 dipende dal livello di gravità e dalla settimana k-esima Ak[Smc] = 0,00 0,00 dipende dal numero di giorni di riduzione n della settimana k-esima Penale variabile [ ] 0,00 0,00 0,00 Opzione A Opzione B Opzione C Totale [ ] 4.080, , ,00

46 IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA Delibere dell Autorità per l energia elettrica e il gas Distribuzione Delibera 47/00 * : definisce la direttiva concernente la disciplina dei livelli specifici e generali di qualità commerciale dei servizi di distribuzione e di vendita del gas Delibera 236/00 * : stabilisce l adozione della direttiva concernente la disciplina della sicurezza e della continuità del servizio di distribuzione del gas Delibera 108/06 * : approvazione del codice di rete tipo per il servizio di distribuzione del gas naturale * E successive modifiche e integrazioni

47 IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA Delibere dell Autorità per l energia elettrica e il gas Trasporto Delibera 120/01 * : definisce i criteri per la determinazione delle tariffe per il trasporto e dispacciamento del gas naturale e per l'utilizzo dei terminali di Gnl Delibera 137/02 * : stabilisce l adozione di garanzie di libero accesso al servizio di trasporto del gas naturale e di norme per la predisposizione dei codici di rete Delibera 75/03 * : approva il codice di rete predisposto dalla società Snam Rete Gas spa, ai sensi dell articolo 24, comma 5, del decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164 * E successive modifiche e integrazioni

48 IL MERCATO DEL GAS: LA NORMATIVA Delibere dell Autorità per l energia elettrica e il gas Stoccaggio Delibera 26/02 * : definisce i criteri per la determinazione delle tariffe di stoccaggio del gas naturale * E successive modifiche e integrazioni

49 Sezione Informazione Accesso al servizio di trasporto Erogazione del servizio di trasporto IL MERCATO DEL GAS: IL CODICE DI RETE Capitolo 1 Contesto normativo 2 Descrizione delle rete e della sua gestione 3 Descrizione dei servizi 4 Procedure di coordinamento informativo 5 Conferimento di capacità di trasporto 6 Realizzazione e gestione dei punti di consegna e riconsegna 7 Transazioni di capacità 8 Prenotazione, assegnazione e riassegnazione 9 Bilanciamento 10 Misura del gas 11 Qualità del gas 12 Pressioni di consegna e riconsegna Sezione Qualità del servizio Program.ne Ammini.ne Emergenza Aggiornam.to del CdR Capitolo 13 Qualità del servizio 14 Programmazione e gestione delle manutenzioni 15 Coordinamento operativo 16 Esigenze informative nell ambito della previsione della domanda di trasporto 17 Normativa fiscale e doganale 18 Fatturazione e pagamento 19 Responsabilità delle parti 20 Disposizioni generali 21 Gestione delle emergenze di servizio 22 Modalità di passaggio dalle condizioni di normale esercizio alle condizioni di emergenza generale 23 Aggiornamento del Codice di Rete

50 IL MERCATO LIBERO DEL GAS NATURALE Cliente Idoneo (Art 2. comma c) D. Lgs 164/00): la persona fisica o giuridica che ha la capacità, per effetto del decreto legislativo n.164/00, di stipulare contratti di fornitura, acquisto e vendita con qualsiasi produttore, importatore, distributore o grossista, sia in italia che all'estero, ed ha diritto di accesso al sistema A decorrere dal 1 gennaio 2003 tutti i clienti sono idonei

51 IL MERCATO LIBERO DEL GAS NATURALE Trasporto riguarda il tratto compreso tra il punto di entrata del gas e nella rete nazionale o regionale dei gasdotti e il punto di uscita, sia questo il punto di utenza finale o l'immissione in una rete locale di distribuzione. Distribuzione riguarda il tratto compreso tra servizio di trasporto e utente finale. il servizio di distribuzione è presente solo nei casi in cui le utenze non siano collegate direttamente alla rete nazionale o regionale dei gasdotti..

52 IL MERCATO LIBERO DEL GAS NATURALE Trasporto Distribuzione Le Tariffe I gestori delle reti nazionale e regionali dei gasdotti devono presentare all Autorità proposte di tariffe per il servizio che tengano conto principalmente di vincoli sui ricavi. Le tariffe vengono poi approvate dall Autorità ed entrano in vigore all inizio dell anno termico successivo: 1 ottobre 30 settembre I gestori delle reti di distribuzione devono presentare all Autorità proposte di tariffe per il servizio di distribuzione che tengano conto principalmente di vincoli sui ricavi. Le tariffe vengono poi approvate dall Autorità ed entrano in vigore all inizio dell anno termico successivo: 1 ottobre 30 settembre. E in atto una consultazione da parte dell Autorità che propone di modificare la decorrenza delle nuove tariffe; il prossimo aggiornamento con ogni probabilità sarà il 1 gennaio 2009 e le nuove tariffe saranno valide fino al 31 dicembre 2009 seguendo quindi l anno solare.

53 IL MERCATO LIBERO DEL GAS NATURALE Le Tariffe di trasporto STRUTTURA TARIFFARIA 70% 0% 30% CAPACITA FISSO VARIABILE CP E - CP U CR R CM CV - CV P

54 IL MERCATO LIBERO DEL GAS NATURALE Le Tariffe di trasporto T = (Ke * CPe) + (Ku * CPu) + (Kr * CRr) + CM + E * (CV +CV P ) CPe - CPu: Corrispettivi di capacità di rete nazionale applicati alle capacità conferite nei punti di entrata (Ke) e di uscita (Ku); CRr: Corrispettivo di capacità di rete regionale applicati alle capacità conferite nei punti di riconsegna (Kr); CM: è il corrispettivo di misura per ciascun punto di riconsegna; tale valore è pari a zero fino al 30 settembre 2008; CV + CV P : Corrispettivi variabili applicati all energia immessa (E) in rete nei punti di entrata, esclusi i siti di stoccaggio;

55 IL MERCATO LIBERO DEL Caratteristiche dei corrispettivi GAS NATURALE Le Tariffe di trasporto Modello Entry-Exit; Distanza dei flussi fisici; Punti di Entrata e di Uscita Entry relativi a 17 punti di entrata 4 Importazioni 1 GNL 10 Produzioni Nazionali 2 Stoccaggi Exit relativi a 17 zone di uscita;

56 IL MERCATO LIBERO DEL GAS NATURALE Tabella 1 Corrispettivi unitari di capacità di rete nazionale Cpe Le Tariffe di trasporto

57 IL MERCATO LIBERO DEL GAS NATURALE Le Tariffe di trasporto Tabella 2 Corrispettivi unitari di capacità di rete nazionale Cpu

58 IL MERCATO LIBERO DEL GAS NATURALE Le Tariffe di trasporto Tabella 3 Corrispettivi unitari di capacità di rete regionale CRr

59 IL MERCATO LIBERO DEL GAS NATURALE Le Tariffe di trasporto Tabella 4 Corrispettivi unitari variabili CV e CV p CV I applicato dal 1 gennaio 2008 euro/gj 0,010439

60 Tariffe di distribuzione e condizioni economiche per la fornitura Delibera 237/00 presenta i primi criteri di definizione delle tariffe di distribuzione e vendita sulle reti dei distributori locali Delibera 170/04 presenta i nuovi criteri di definizione delle tariffe di distribuzione e vendita sulle reti dei distributori locali ambito tariffario è l ambito di determinazione delle tariffe per l attività di distribuzione formato dall insieme delle località servite attraverso il medesimo impianto di distribuzione di gas naturale anno termico è il periodo che intercorre tra l 1 ottobre di ogni anno e il 30 settembre dell anno successivo Per ciascun ambito tariffario, le tariffe di distribuzione sono costituite da: una quota tariffaria fissa, espressa in euro/cliente/anno; una quota tariffaria variabile, articolata in scaglioni di consumo, espressa in euro/gj, relativa all energia riconsegnata; la quota addizionale unitaria alla tariffa di distribuzione a 1 e la quota compensativa unitaria b, nei casi previsti dalla medesima deliberazione n. 138/03

61 IL MERCATO LIBERO DEL GAS NATURALE Tariffe di distribuzione e condizioni economiche per la fornitura

62 TARIFFE DI DISTRIBUZIONE E CONDIZIONI ECONOMICHE PER LA FORNITURA NEL MERCATO TUTELATO Le condizioni economiche di fornitura sono date da: una quota fissa, che è quella della tariffa di distribuzione QFi, : una quota variabile, che si calcola con la seguente formula algebrica : (TD i + α 1 + β 1 ) + QT i + QS + CCI + QVD i (euro/gj) dove: TD i è la quota variabile della tariffa di distribuzione, espressa in euro/gj α 1 è quota addizionale unitaria alla tariffa di distribuzione espressa euro/gj (pari a 0 a decorrere dal 01/10/06) β 1 è pari a 0 o assume valore negativo, espresso in euro/gj, se l'ambito è ad elevato costo unitario QT i è la componente tariffaria del trasporto per l'anno termico di applicazione, espressa in euro/gj QS è pari a 0, euro/gj pari a (a decorrere dal 01/04/08 del. 40/08) CCI al 1 aprile 2008, è pari a 7,877 euro/gj (pari a 0, euro/sm3 con PCS di riferimento 38,1 MJ/Sm3) QVD i è pari alla quota della vendita al dettaglio di cui alla deliberazione n. 237/00 espressa in euro/gj; l'esercente ha la facoltà di determinare, per i clienti con consumi annui fino a 20 GJ, un incremento di tale quota nel rispetto dei vincoli fissati dall'articolo 8, comma 2, della deliberazione n. 138/03 La quota variabile delle condizioni economiche di fornitura espressa in euro/gj è trasformata in euro/mc, secondo i criteri degli articoli 16 e 17 della deliberazione n. 237/00, applicando il potere calorifico superiore convenzionale P e il coefficiente di adeguamento tariffario M.

63 TARIFFE DI DISTRIBUZIONE ESEMPIO NUMERICO Rete di distribuzione Asco Piave Ambito Valdastico Scaglioni (GJ) /GJ n da a Quota fissa ( /clt/anno) Quota Variabile ( /GJ) ,00 0,0000 0, , ,00 2,8700 0, , ,00 1,5800 0, , ,00 1,1400 0, , ,00 0,6100 0, , ,00 0,2600 0, , Infinito 30,00 0,0500 0, , e Te

64 TARIFFE DI DISTRIBUZIONE ESEMPIO NUMERICO Rete di distribuzione Asco Piave Ambito Valdastico Scaglioni (GJ) Coef Quota fissa PCS Scaglioni in m3 TD distribuzione altimetrico distribuzione n da a M std da a /GJ /m , , , , ,00 37, , , ,00 37, , , ,00 37, , , ,00 37, , , ,00 37, , , Infinito 1,00 37, , ,001754

65 CONDIZIONI ECONOMICHE PER LA FORNITURA MERCATO TUTELATO ESEMPIO NUMERICO Rete di distribuzione Asco Piave Ambito Valdastico Società di Vendita Ascotrade QTi QS CCI QVD Totale tariffa di vendita /GJ /m3 /GJ /m3 /GJ /m3 /GJ /m3 /GJ /m3 0, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,36463

66 LE FATTURE NEL LIBERO MERCATO

67 LE FATTURE NEL LIBERO MERCATO

68 IL MERCATO LIBERO DEL GAS NATURALE Imposizione fiscale del gas naturale Uso Civile 1 fascia - fino a 120 m3/anno = 3,8 c /m3 (IVA 10%) Accisa 2 fascia - da 121 a 480 m3/anno = 17,1 c /m3 (IVA 10%) 3 fascia - da 481 a m3/anno = 16,6 c /m3 (IVA 20%) 4 fascia - oltre i m3/anno = 18,3 c /m3 (IVA 20%) Add Regionale 1 fascia - fino a 120 m3/anno = 7,747 c /m3 2 fascia - da 121 a 480 m3/anno = 2,3241 c /m3 3 fascia - da 481 a m3/anno = 2,5823 c /m3 4 fascia - oltre i m3/anno = 3,0987 c /m3 Cogenerazione Accisa Add Regionale 0,04493 c /m3 sul gas utilizzato per la produzione di energia elettrica stimato in 0,25 m3/kwh (in caso di autoproduzione di e.e. le aliquote sono ridotte al 30% => 0, c /m3) non applicata Micro-cogenerazione per teleriscaldamento per usi civili è assimilato all'uso industriale Accisa 1,2498 c /m3(ridotta a 0,74988 c /m3 se il consumo annuo è maggiore di m3) Uso Industriale Addizionale Regionale 0,6249 c /m3(ridotta a 0,5165 c /m3 se il consumo annuo è maggiore di m3) Esclusi processi di riduzione chimica, elettrolitici, metallurgici (Cod 23 ex Cod DJ 27 ) e mineralogici (Cod 27 ex Cod DI 26) Procedura:

69 IL MERCATO LIBERO DEL GAS NATURALE IVA IVA DPR 633/72 Tabella A parte III (103) indica i beni e servizi soggetti all'aliquota del 10%: 103) energia elettrica per uso domestico; energia elettrica e gas per uso di imprese estrattive e manifatturiere comprese le imprese poligrafiche, editoriali e simili; gas, gas metano e gas petroliferi liquefatti, destinati ad essere immessi direttamente nelle tubazioni delle reti di distribuzione per essere successivamente erogati.

70 NOVITA NORMATIVE: IL NUOVO METODO DI AGGIORNAMENTO DEL PREZZO DEL GAS IL NUOVO RIFERIMENTO DELL AUTORITA (Del. 248/04) e succ. mod. I t = a * GASOLIO t / GASOLIO 0 + b * BTZ t / BTZ 0 + c * BRENT t / BRENT 0 a è pari a 0,41 - b è pari a 0,46 - c è pari a 0,13 GASOLIOt, BTZt sono la media, riferita al periodo intercorrente tra il decimo e il penultimo mese precedente la data di aggiornamento delle tariffe, delle medie mensili delle quotazioni CIF Med Basis, pubblicate da Platt's Oilgram Price Report, espresse in dollari per tonnellata metrica e trasformate in euro/kg considerando la media mensile dei valori del cambio euro / dollaro calcolata dall'ufficio italiano cambi; BRENT t é la media, riferita al periodo intercorrente tra il decimo ed il penultimo mese precedente la data di aggiornamento, delle medie mensili delle quotazioni spot average del Brent dated pubblicate da Platt's Oilgram Price Report, espresse in dollari per barile e trasformate in centesimi di Euro / kg sulla base di un coefficiente pari a 7,4 barili per tonnellata metrica, considerando la media mensile dei valori del cambio Euro / dollaro calcolata dall'ufficio italiano cambi; GASOLIO o è il valore base di GASOLIO, relativo al periodo compreso tra i mesi di settembre 2001 e maggio 2002, pari a 21,9137 centesimi di euro / kg; BTZ o è il valore base di BTZ relativo al periodo compreso tra i mesi di settembre 2001 e maggio 2002, pari a 14,1070 centesimi di euro/kg; BRENT 0 è il valore base del BRENT relativo al periodo compreso tra i mesi di settembre 2001 e maggio 2002, pari a 18,2503 centesimi di Euro / kg.

DESCRIZIONE DEL SISTEMA

DESCRIZIONE DEL SISTEMA DESCRIZIONE DEL SISTEMA 1) DESCRIZIONE GENERALE DEL SISTEMA DI TRASPORTO DEL TRASPORTATORE 5 1.1) I METANODOTTI 5 1.1.1) I METANODOTTI DI IMPORTAZIONE 5 1.1.2) I METANODOTTI DI TRASPORTO PRIMARIO 5 1.1.3)

Dettagli

CONSORZIO ASSINDUSTRIA ENERGIA TRENTO ASSOENERGIA

CONSORZIO ASSINDUSTRIA ENERGIA TRENTO ASSOENERGIA CONSORZIO ASSINDUSTRIA ENERGIA TRENTO ASSOENERGIA REGOLAMENTO CONSORTILE PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA Il funzionamento tecnico-amministrativo del Consorzio è retto, oltre che dalle disposizioni

Dettagli

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE E DEI SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE E DEI SERVIZI CONNESSI ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE E DEI SERVIZI CONNESSI INDICE: 1. DEFINIZIONI... 3 2. OGGETTO DELL APPALTO... 4 3. CONSUMI STIMATI DI GAS NATURALE... 4 4. ATTIVAZIONE DELLA

Dettagli

Guida alla Convenzione. per la fornitura di Energia Elettrica. Lotti 1 e 2

Guida alla Convenzione. per la fornitura di Energia Elettrica. Lotti 1 e 2 Guida alla Convenzione per la fornitura di Energia Elettrica Lotti 1 e 2 1 Premessa... 2 2 Oggetto della Convenzione... 2 2.1 Durata della Convenzione e dei contratti... 2 2.2 Fornitura di energia elettrica...

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 12 novembre 2008. Disposizioni in materia di contribuzione al contenimento dei consumi di gas naturale ai sensi dei decreti del Ministro dello Sviluppo Economico 11 settembre 2007 e 30 ottobre

Dettagli

AEROPORTO GALILEO GALILEI DI PISA

AEROPORTO GALILEO GALILEI DI PISA CLIENTE - CUSTOMER SAT S.p.A. Società Aeroporto Toscano 3E Ingegneria S.r.l. Via G. Volpe, 92 - Galileo Galilei TITOLO TITLE AEROPORTO GALILEO GALILEI DI GARA PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE SIGLA TAG

Dettagli

1) REGOLAMENTAZIONE DEL MERCATO DEL GAS IN AMBITO EUROPEO... 2 2) IL DECRETO LEGISLATIVO N 164/00... 2

1) REGOLAMENTAZIONE DEL MERCATO DEL GAS IN AMBITO EUROPEO... 2 2) IL DECRETO LEGISLATIVO N 164/00... 2 CONTESTO NORMATIVO 1) REGOLAMENTAZIONE DEL MERCATO DEL GAS IN AMBITO EUROPEO... 2 2) IL DECRETO LEGISLATIVO N 164/00... 2 3) DELIBERE DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS RILEVANTI AI FINI DELLA

Dettagli

TARIFFE DI TRASPORTO E DISPACCIAMENTO PER L ANNO TERMICO 1 OTTOBRE 2002-30 SETTEMBRE 2003

TARIFFE DI TRASPORTO E DISPACCIAMENTO PER L ANNO TERMICO 1 OTTOBRE 2002-30 SETTEMBRE 2003 TARIFFE DI TRASPORTO E DISPACCIAMENTO PER L ANNO TERMICO 1 OTTOBRE 2002-30 SETTEMBRE 2003 La Tariffe di Trasporto e Dispacciamento è stata calcolata secondo i criteri stabiliti dall Autorità per l Energia

Dettagli

RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLA DELIBERAZIONE 30 MARZO 2009, -ARG/gas 40/09

RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLA DELIBERAZIONE 30 MARZO 2009, -ARG/gas 40/09 RELAZONE TECNCA RELATVA ALLA DELBERAZONE 30 MARZO 2009, -ARG/gas 40/09 AGGORNAMENTO DELLE CONDZON ECONOMCHE D FORNTURA DEL GAS NATURALE PER CLENT N REGME D TUTELA PRESUPPOST PER L AGGORNAMENTO PER L TRMESTRE

Dettagli

Scatti al 30 giugno 2014

Scatti al 30 giugno 2014 Scatti al 30 giugno 2014 1 Il mercato dell energia elettrica in Italia 2013 Bilancio anno 2013-4,4% Previsione anno 2014 Domanda Energia Elettrica 298 TWh (totale) 233 TWh al mercato non domestico www.consulenzaenergetica.it

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE 8 ALLEGATO 3 CAPITOLATO TECNICO

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE 8 ALLEGATO 3 CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE 8 ALLEGATO 3 CAPITOLATO TECNICO PREMESSA L Agenzia Intercent-ER ha pubblicato una procedura di gara per la fornitura di gas naturale alla quale potranno

Dettagli

CONTABILITÀ ENERGETICA PER LA GESTIONE E PIANIFICAZIONE DEI COSTI ENERGETICI AZIENDALI

CONTABILITÀ ENERGETICA PER LA GESTIONE E PIANIFICAZIONE DEI COSTI ENERGETICI AZIENDALI CONTABILITÀ ENERGETICA PER LA GESTIONE E PIANIFICAZIONE DEI COSTI ENERGETICI AZIENDALI RELATORE Ing. Giuseppe Coduri Servizi Industriali srl Gestione costi energetici 18/03/2010 ENERGIA: VOCE DI COSTO

Dettagli

GLOSSARIO Gas Quadro sintetico Informazioni relative al cliente finale, al punto di prelievo e alla tipologia contrattuale

GLOSSARIO Gas Quadro sintetico Informazioni relative al cliente finale, al punto di prelievo e alla tipologia contrattuale GLOSSARIO Il Glossario è uno strumento rivolto ai clienti finali di energia elettrica (alimentati in Bassa tensione) e di gas (con consumi annui fino a 200.000 Smc) per rendere più comprensibili i termini

Dettagli

Delibera n. 28/06 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Documenti collegati

Delibera n. 28/06 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Documenti collegati Documenti collegati Comunicato stampa Pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 13 febbraio 2006 Delibera n. 28/06 CONDIZIONI TECNICO-ECONOMICHE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO DELL ENERGIA

Dettagli

I prezzi del gas naturale per le utenze domestiche

I prezzi del gas naturale per le utenze domestiche I prezzi del gas naturale per le utenze domestiche - III trimestre 2012 - Centro Studi Unioncamere Basilicata SCHEDE: I costi per la fornitura di gas naturale alle famiglie Il costo della bolletta per

Dettagli

Lo scambio sul posto (SSP)

Lo scambio sul posto (SSP) Lo scambio sul posto (SSP) Il modulo approfondisce le caratteristiche e le condizioni relative al regime di "Scambio su posto", presentandone definizioni, procedure, modalità e regole tecniche. Il meccanismo

Dettagli

Facile Fisso 12! F0 0,0618. Id. E100172-1 0,0648 0,0562. Id. E100173-1 F1 F2 F3 0,0649 0,0646 0,0523

Facile Fisso 12! F0 0,0618. Id. E100172-1 0,0648 0,0562. Id. E100173-1 F1 F2 F3 0,0649 0,0646 0,0523 Facile Il prezzo della fornitura di energia elettrica, al netto delle imposte e di quanto espressamente previsto nelle condizioni generali di fornitura (CGF) per tutti i punti di prelievo indicati nell

Dettagli

IL MINISTRO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE

IL MINISTRO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE IL MINISTRO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE VISTO il decreto legislativo 23 maggio 2000, n.164, che all articolo 17, comma 1, stabilisce che, a decorrere dal 1 gennaio 2003, le imprese che intendono svolgere

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 29 DICEMBRE 2014 672/2014/R/GAS AGGIORNAMENTO, PER IL TRIMESTRE 1 GENNAIO - 31 MARZO 2015, DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE DI FORNITURA DEL GAS NATURALE PER IL SERVIZIO DI TUTELA E MODIFICHE

Dettagli

FORNITURA DI GAS NATURALE ALLEGATO 3 - CAPITOLATO TECNICO

FORNITURA DI GAS NATURALE ALLEGATO 3 - CAPITOLATO TECNICO FORNITURA DI GAS NATURALE ALLEGATO 3 - CAPITOLATO TECNICO Allegato 3 Capitolato Tecnico Pagina 1 di 9 PREMESSA L Agenzia Intercent-ER ha pubblicato una procedura di gara distinta in 10 Lotti per la fornitura

Dettagli

MERCATO DEL GAS NATURALE IN ITALIA

MERCATO DEL GAS NATURALE IN ITALIA MERCATO DEL GAS NATURALE IN ITALIA dott. ing. Davide Mariani Università di Pavia 6 giugno 2006 CSE SRL VIA RIVIERA, 39 27100 PAVIA TEL. 0382 528850 FAX 0382 528851 e.mail cse@cseit.it www. cseit.it VIALE

Dettagli

GLOSSARIO BOLLETTE GAS QUADRO SINTETICO

GLOSSARIO BOLLETTE GAS QUADRO SINTETICO GLOSSARIO BOLLETTE GAS Il Glossario è uno strumento rivolto ai clienti finali di gas (con consumi annui fino a 200.000 Smc) che intende rendere più comprensibili i termini utilizzati nelle bollette di

Dettagli

Liberalizzazione, accise, diritti doganali

Liberalizzazione, accise, diritti doganali Liberalizzazione, accise, diritti doganali Roma, 2 luglio 2002 L attività di trasporto del gas nel nuovo mercato liberalizzato Francesco Carìa Responsabile Operazioni Commerciali Snam Rete Gas S.p.A. Agenda

Dettagli

Guida alla Convenzione. per la fornitura di Gas Naturale 2

Guida alla Convenzione. per la fornitura di Gas Naturale 2 Guida alla Convenzione per la fornitura di Gas Naturale 2 1 Premessa... 2 2 Oggetto della Convenzione... 2 2.1 Durata della Convenzione e dei contratti... 2 2.2 Fornitura di gas naturale... 2 3 Modalità

Dettagli

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA Nell ambito del processo di completa liberalizzazione del mercato dell energia elettrica

Dettagli

Disposizioni in materia di misura dell energia elettrica prodotta da impianti di generazione

Disposizioni in materia di misura dell energia elettrica prodotta da impianti di generazione Delibera n. 88/07 Disposizioni in materia di misura dell energia elettrica prodotta da impianti di generazione L AUTORITA' PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Nella riunione dell 11 aprile 2007 Visti: il

Dettagli

Gas Quadro sintetico Informazioni relative al cliente finale, al punto di prelievo e alla tipologia contrattuale Dal 1 gennaio 2003, i clienti

Gas Quadro sintetico Informazioni relative al cliente finale, al punto di prelievo e alla tipologia contrattuale Dal 1 gennaio 2003, i clienti Gas Quadro sintetico Informazioni relative al cliente finale, al punto di prelievo e alla tipologia contrattuale Mercato libero Dal 1 gennaio 2003, i clienti possono liberamente scegliere da quale fornitore

Dettagli

Materia prima_cmem+ccr

Materia prima_cmem+ccr Materia prima variazione N delibera C MEM CCR N delibera /GJ /GJ /GJ /GJ ott-13 8,873656 406/2013/R/GAS 8,056789 0,816867 196/2013/R/GAS nov-13 8,873656 8,056789 0,816867 dic-13 8,873656 8,056789 0,816867

Dettagli

- rilevazione al 1 ottobre 2012 -

- rilevazione al 1 ottobre 2012 - I MERCURIALI DELL ENERGIA I prezzi del gas naturale praticati alle imprese lucane - rilevazione al 1 ottobre 2012 - In sintesi Tornano le tensioni al rialzo sui prezzi del gas naturale per le imprese lucane

Dettagli

GARA PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA CAPITOLATO TECNICO

GARA PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA CAPITOLATO TECNICO Premessa GARA PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA CAPITOLATO TECNICO Intercent-ER ha intenzione di stipulare una convenzione per la fornitura di energia elettrica, alla quale potranno aderire le Amministrazioni,

Dettagli

Architettura istituzionale del mercato elettrico italiano

Architettura istituzionale del mercato elettrico italiano Architettura istituzionale del mercato elettrico italiano Massimo Beccarello Direzione Strategie, studi e documentazione Milano Roma, 20 giugno 2006 Autorità per l energia elettrica e il gas 1 I soggetti

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLA BOLLETTA DEL GAS NATURALE

GUIDA ALLA LETTURA DELLA BOLLETTA DEL GAS NATURALE 3 5 4 6 1 2 7 8 9 10 11 Pag. 1 di 9 12 13 14 15 16 18 19 Pag. 2 di 9 20 Pag. 3 di 9 21 Pag. 4 di 9 22 Pag. 5 di 9 RIEPILOGO DATI FATTURA 1 INTESTATARIO DELLA FORNITURA: sono i dati che identificano il

Dettagli

Delibera 167/10 Autorità per l'energia Elettrica e il Gas

Delibera 167/10 Autorità per l'energia Elettrica e il Gas Delibera 167/10 Autorità per l'energia Elettrica e il Gas Quadro sintetico Informazioni relative al cliente finale, al punto di prelievo e alla tipologia contrattuale Mercato libero: è il mercato in cui

Dettagli

ENERGIA ELETTRICA 3 ALLEGATO 3 CAPITOLATO TECNICO

ENERGIA ELETTRICA 3 ALLEGATO 3 CAPITOLATO TECNICO ENERGIA ELETTRICA 3 ALLEGATO 3 CAPITOLATO TECNICO Allegato 3 Capitolato Tecnico Pagina 1 di 10 PREMESSA Il presente Capitolato Tecnico descrive le condizioni minime che il Fornitore deve rispettare nel

Dettagli

IL MERCATO DEL GAS NATURALE E LA CONTRATTUALISTICA. VICENZA 29 MARZO 2012 Stefano Zennaro 2012

IL MERCATO DEL GAS NATURALE E LA CONTRATTUALISTICA. VICENZA 29 MARZO 2012 Stefano Zennaro 2012 IL MERCATO DEL GAS NATURALE E LA CONTRATTUALISTICA VICENZA 29 MARZO 2012 La filiera del mercato del gas naturale Approvvigionamento Sistema infrastrutturale Vendita Produzione nazionale Importazione GNL

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI GARA

CAPITOLATO SPECIALE DI GARA Gara per la fornitura di gas metano per il periodo 1 dicembre 2008 30 novembre 2009 ed energia elettrica per l anno solare 2009 all Università degli Studi di Perugia 1. OGGETTO DELLA GARA CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA Da produttore/grossista ad utente non domestico prezzo prevalente della componente energia "franco centrale" per contratti della durata

Dettagli

50 Stoccaggio di gas naturale. Stoccaggio di gas naturale

50 Stoccaggio di gas naturale. Stoccaggio di gas naturale 50 Stoccaggio di gas naturale Stoccaggio di gas naturale Stoccaggio di gas naturale 51 PRINCIPALI INDICATORI DI PERFORMANCE (milioni di e) 2012 2013 2014 Var.ass. Var.% Ricavi totali (a) (b) 402 489 541

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA DI SNAM RETE GAS

PROCEDURA OPERATIVA DI SNAM RETE GAS PROCEDURA OPERATIVA DI SNAM RETE GAS PER L ADESIONE VOLONTARIA ALLE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEI CONSUMI DI GAS NATURALE SECONDO QUANTO DISPOSTO DAL DECRETO DEL MINISTERO DELLO SVILUPPO

Dettagli

Il ritiro dedicato dell energia elettrica

Il ritiro dedicato dell energia elettrica Il ritiro dedicato dell energia elettrica prodotta da impianti fino a 10 MVA e da impianti alimentati da fonti rinnovabili non programmabili: la delibera n. 280/07 Direzione Mercati Unità fonti rinnovabili,

Dettagli

TESTO INTEGRATO DELLE ATTIVITÁ DI VENDITA AL DETTAGLIO DI GAS NATURALE E GAS DIVERSI DA GAS NATURALE DISTRIBUITI A MEZZO DI RETI URBANE (TIVG)

TESTO INTEGRATO DELLE ATTIVITÁ DI VENDITA AL DETTAGLIO DI GAS NATURALE E GAS DIVERSI DA GAS NATURALE DISTRIBUITI A MEZZO DI RETI URBANE (TIVG) TESTO INTEGRATO DELLE ATTIVITÁ DI VENDITA AL DETTAGLIO DI GAS NATURALE E GAS DIVERSI DA GAS NATURALE DISTRIBUITI A MEZZO DI RETI URBANE (TIVG) in vigore dall 1 ottobre 2011 Versione modificata con deliberazioni

Dettagli

I prezzi del gas naturale per le utenze domestiche

I prezzi del gas naturale per le utenze domestiche I prezzi del gas naturale per le utenze domestiche - III trimestre 2013 - Centro Studi Unioncamere Basilicata SCHEDE: In sintesi I costi per la fornitura di gas naturale alle famiglie Il costo della bolletta

Dettagli

Chiarimenti in merito alle modalità di transizione dalla delibera n. 224/00 alla delibera n. 28/06 Comunicato stampa

Chiarimenti in merito alle modalità di transizione dalla delibera n. 224/00 alla delibera n. 28/06 Comunicato stampa Pagina 1 di 13 Documenti collegati Chiarimenti in merito alle modalità di transizione dalla delibera n. 224/00 alla delibera n. 28/06 Comunicato stampa Pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data

Dettagli

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA IMPIANTI DI GENERAZIONE

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA IMPIANTI DI GENERAZIONE Pubblicata sul sito www.autorita.energia.it il 13 aprile 2007 Delibera n. 88/07 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA IMPIANTI DI GENERAZIONE L AUTORITA' PER L ENERGIA ELETTRICA

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA Da produttore/grossista ad utente non domestico prezzo prevalente della componente energia "franco centrale" per contratti della durata

Dettagli

La filiera del gas naturale

La filiera del gas naturale La filiera del gas naturale Per comprendere appieno le caratteristiche del servizio di distribuzione bisogna inserirlo nel contesto più ampio della filiera del gas. Bisognerà analizzare, almeno nelle fasi

Dettagli

APPLICAZIONE DEL SERVIZIO DI TUTELA

APPLICAZIONE DEL SERVIZIO DI TUTELA Approvazione del Testo integrato delle attività di vendita al dettaglio di gas naturale e gas diversi da gas naturale distribuiti a mezzo di reti urbane (TIVG) Delibera ARG/gas 64/09 1) APPLICAZIONE DEL

Dettagli

LA CORSA AL RIALZO DEL PETROLIO DOVE ANDRANNO I PREZZI DEL GAS E DELL ENERGIA?

LA CORSA AL RIALZO DEL PETROLIO DOVE ANDRANNO I PREZZI DEL GAS E DELL ENERGIA? LA CORSA AL RIALZO DEL PETROLIO DOVE ANDRANNO I PREZZI DEL GAS E DELL ENERGIA? RELATORE Ing. Giuseppe Coduri Servizi Industriali srl ANDAMENTO PREZZI ENERGIA contratti di approvvigionamento 19/05/2011

Dettagli

La bolletta del gas. Ravenna 03 ottobre 2012. Dott. Christian Alpi

La bolletta del gas. Ravenna 03 ottobre 2012. Dott. Christian Alpi La bolletta del gas Ravenna 03 ottobre 2012 Dott. Christian Alpi 2 LA BOLLETTA frontespizio 3 LA BOLLETTA dati tecnici e contrattuali 4 LA BOLLETTA Dettaglio importi 5 Vendita gas Mercato Libero Le componenti

Dettagli

L AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Autorità per l energia elettrica e il gas Deliberazione 11 aprile 2007, n. 88 Disposizioni in materia di misura dell'energia elettrica prodotta da impianti di generazione. (pubblicata nella G.U. n 97 del

Dettagli

AGSM energia rinnovabile Merci Dolci Formula Azienda*

AGSM energia rinnovabile Merci Dolci Formula Azienda* COPIA DA RESTITUIRE AD AGSM ENERGIA Allegato A - OFFERTA ECONOMICA RISERVATA AL GRUPPO MERCI DOLCI-ALCATRAZ AGSM energia rinnovabile Merci Dolci Formula Azienda* (*offerta rivolta a PARTITE IVA) FORNITURA

Dettagli

eni3 scheda introduttiva alle Condizioni Economiche

eni3 scheda introduttiva alle Condizioni Economiche eni3 scheda introduttiva alle Condizioni Economiche eni3 è il primo pacchetto integrato gas, luce e carburanti di eni per chi vuole gestire le spese per la casa e avere ulteriori vantaggi per l auto blocchi

Dettagli

1) REGOLAMENTAZIONE DEL MERCATO DEL GAS IN AMBITO EUROPEO... 2 2) REGOLAMENTAZIONE DEL MERCATO DEL GAS IN AMBITO ITALIANO... 2

1) REGOLAMENTAZIONE DEL MERCATO DEL GAS IN AMBITO EUROPEO... 2 2) REGOLAMENTAZIONE DEL MERCATO DEL GAS IN AMBITO ITALIANO... 2 CONTESTO NORMATIVO 1) REGOLAMENTAZIONE DEL MERCATO DEL GAS IN AMBITO EUROPEO... 2 2) REGOLAMENTAZIONE DEL MERCATO DEL GAS IN AMBITO ITALIANO... 2 3) DELIBERE DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL

Dettagli

Codice di Condotta Commerciale. per la vendita di energia elettrica ai clienti idonei finali

Codice di Condotta Commerciale. per la vendita di energia elettrica ai clienti idonei finali Codice di Condotta Commerciale per la vendita di energia elettrica ai clienti idonei finali ( Delibera ARG/com 104/10 Versione integrata e modificata dalle deliberazioni ARG/com 196/10 239/10 ) Titolo

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA Da produttore/grossista ad utente non domestico prezzo prevalente della componente energia "franco centrale" per contratti della durata di 12 mesi e 24 mesi

Dettagli

ALLEGATO B - GLOSSARIO PER LA BOLLETTA DELLA FORNITURA DI GAS NATURALE

ALLEGATO B - GLOSSARIO PER LA BOLLETTA DELLA FORNITURA DI GAS NATURALE GLOSSARIO DELLA BOLLETTA PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE Bolletta sintetica La bolletta sintetica è il documento di fatturazione, valido ai fini fiscali, che viene reso disponibile periodicamente al cliente

Dettagli

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA IMPIANTI DI GENERAZIONE

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA IMPIANTI DI GENERAZIONE Pagina 1 di 5 Documenti collegati comunicato stampa Pubblicata sul sito www.autorita.energia.it il 13 aprile 2007 Delibera n. 88/07 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA

Dettagli

La cogenerazione. Il ruolo dell Autorità per l energia elettrica e il gas a seguito del d. lgs. n. 20/07

La cogenerazione. Il ruolo dell Autorità per l energia elettrica e il gas a seguito del d. lgs. n. 20/07 La cogenerazione. Il ruolo dell Autorità per l energia elettrica e il gas a seguito del d. lgs. n. 20/07 Andrea Galliani Convegno nazionale Microcogenerazione e trigenerazione Verona, 20 aprile 2007 Alcuni

Dettagli

REGOLAMENTO CONSORTILE PER L ACQUISTO DELL ENERGIA ELETTRICA SUL MERCATO LIBERO (RECAEE)

REGOLAMENTO CONSORTILE PER L ACQUISTO DELL ENERGIA ELETTRICA SUL MERCATO LIBERO (RECAEE) REGOLAMENTO CONSORTILE PER L ACQUISTO DELL ENERGIA ELETTRICA SUL MERCATO LIBERO (RECAEE) (a seguito delle modifiche proposte dal Consiglio Direttivo con Delibera N. 9 del 28/11/2008 ed approvate Art. 1

Dettagli

- rilevazione al 1 aprile 2012 -

- rilevazione al 1 aprile 2012 - I MERCURIALI DELL ENERGIA I prezzi del gas naturale praticati alle imprese lucane - rilevazione al 1 aprile 2012 - Primo numero del mercuriale del gas naturale Con il secondo trimestre entra a regime anche

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA Da produttore/grossista ad utente non domestico prezzo prevalente della componente energia "franco centrale" per contratti della durata

Dettagli

Gestire il boom fotovoltaico. Le novità sullo scambio sul posto

Gestire il boom fotovoltaico. Le novità sullo scambio sul posto Gestire il boom fotovoltaico A cura di QualEnergia e ANEA Le novità sullo scambio sul posto Ing. Gervasio Ciaccia Direzione Mercati Unità fonti rinnovabili, produzione di energia e impatto ambientale Autorità

Dettagli

Bolletta sintetica. Descrizione. Elementi minimi obbligatori 1

Bolletta sintetica. Descrizione. Elementi minimi obbligatori 1 Pag. 1 di 5 Bolletta sintetica La bolletta sintetica è il documento di fatturazione, valido ai fini fiscali, che viene reso disponibile periodicamente al cliente finale e che riporta le informazioni relative

Dettagli

Allegato 4 CAPITOLATO TECNICO

Allegato 4 CAPITOLATO TECNICO Allegato 4 CAPITOLATO TECNICO Indice 1. Oggetto... 3 2. Caratteristiche della fornitura... 4 3. Gestione della fornitura... 5 4. Servizi connessi... 6 4.1 Call Center... 6 4.2 Responsabile della fornitura...

Dettagli

Dati di sintesi Snam Relazione finanziaria annuale 2012

Dati di sintesi Snam Relazione finanziaria annuale 2012 Dati di sintesi Il gruppo Snam LA STORIA 1941-1999 La grande opera di metanizzazione dell Italia e di costruzione di gasdotti di importazione Dal 1941 Snam (Società Nazionale Metanodotti) opera in modo

Dettagli

Tariffe gas: struttura, componenti e meccanismi d aggiornamento

Tariffe gas: struttura, componenti e meccanismi d aggiornamento Tariffe gas: struttura, componenti e meccanismi d aggiornamento Egidio Fedele Dell Oste Direzione Tariffe Milano - Roma, 20 giugno 2006 Autorità per l energia elettrica e il gas 1 La filiera del gas Approvvigionamento

Dettagli

Testo coordinato delle integrazioni e modifiche apportate con deliberazioni ARG/elt 184/08, 1/09, 186/09, 127/10 e 226/10

Testo coordinato delle integrazioni e modifiche apportate con deliberazioni ARG/elt 184/08, 1/09, 186/09, 127/10 e 226/10 Testo coordinato delle integrazioni e modifiche apportate con deliberazioni ARG/elt 184/08, 1/09, 186/09, 127/10 e 226/10 TESTO INTEGRATO DELLE MODALITÀ E DELLE CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER LO SCAMBIO

Dettagli

I prezzi del gas naturale per le utenze domestiche

I prezzi del gas naturale per le utenze domestiche I prezzi del gas naturale per le utenze domestiche - IV trimestre 2013 - Centro Studi Unioncamere Basilicata SCHEDE: In sintesi I costi per la fornitura di gas naturale alle famiglie Il costo della bolletta

Dettagli

- aumento delle importazioni, utilizzando la flessibilità dei contratti di import o facendo ricorso a contratti spot:

- aumento delle importazioni, utilizzando la flessibilità dei contratti di import o facendo ricorso a contratti spot: Sede operativa e legale 20154 Milano, Viale Elvezia, 10/A tel. 02 3672 3990 fax. 02 3672 3999 CF e P. IVA 03305420964 Oggetto: comunicazione ai sensi del Piano di Emergenza del sistema nazionale del gas

Dettagli

UNIACQUE S.p.A. ALLEGATO A Capitolato Speciale di Appalto

UNIACQUE S.p.A. ALLEGATO A Capitolato Speciale di Appalto UNIACQUE S.p.A. BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA APPALTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA PER IL PERIODO 01.01.2013-31.12.2013 PER LE UTENZE DELLA SOCIETA UNIACQUE S.P.A. (ai sensi degli artt. 54

Dettagli

FORZA DOPPIA WEB Medium OFFERTA GAS NATURALE + ENERGIA ELETTRICA

FORZA DOPPIA WEB Medium OFFERTA GAS NATURALE + ENERGIA ELETTRICA FORZA DOPPIA WEB Medium OFFERTA GAS NATURALE + ENERGIA ELETTRICA Validità offerta: fino al 25 aprile 2016 Denominazione: FORZA DOPPIA WEB medium Codice: ATFDWM/16 Destinatari offerta La presente offerta

Dettagli

elettricità il quadro sintetico della bolletta Informazioni relative al cliente finale, al punto di prelievo e alla tipologia contrattuale

elettricità il quadro sintetico della bolletta Informazioni relative al cliente finale, al punto di prelievo e alla tipologia contrattuale IL Glossario della bolletta L Autorità per l energia ha reso disponibile per tutti i clienti finali di energia elettrica, alimentati in bassa tensione, e di gas, con consumi fino a 200.000 standard metro

Dettagli

FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA 4 CAPITOLATO TECNICO

FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA 4 CAPITOLATO TECNICO fornitura di Energia Elettrica 4 FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA 4 CAPITOLATO TECNICO PREMESSA Il presente Capitolato Tecnico descrive le condizioni minime che il Fornitore deve rispettare nel corso dello

Dettagli

Il Ministro delle Attività Produttive

Il Ministro delle Attività Produttive Il Ministro delle Attività Produttive VISTO l articolo 21, del Decreto legislativo 23 maggio 2000, n.164, che stabilisce che, a decorrere dal 1 gennaio 2003, le imprese di gas naturale che svolgono nel

Dettagli

CAPITOLO 7 SISTEMA TARIFFARIO

CAPITOLO 7 SISTEMA TARIFFARIO CAPITOLO 7 SISTEMA TARIFFARIO Cap. 7 1 SISTEMA TARIFFARIO GAS NATURALE COMBUSTIBILI LIQUIDI ENERGIA ELETTRICA Cap. 7 2 GAS NATURALE EVOLUZIONE DEL SETTORE IL DECRETO LEGISLATIVO n. 164 DEL 23/5/2000 HA

Dettagli

Il contratto di concessione prevede che il Concessionario si occupi delle seguenti attività:

Il contratto di concessione prevede che il Concessionario si occupi delle seguenti attività: MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELL AREA DA ADIBIRE A STAZIONE DI RIFORNIMENTO DI METANO ED EVENTUALI ALTRI CARBURANTI IN VIA P.GENERALI 25 - NOVARA 1. PREMESSA SUN S.p.A.

Dettagli

Direzione Regionale per la Lombardia

Direzione Regionale per la Lombardia Direzione Regionale per la Lombardia Direzione Regionale per la Lombardia Cogenerazione ad alto rendimento: novità e prospettive di sviluppo Aspetti fiscali legati alla cogenerazione ANGELINI GIUSEPPE

Dettagli

Piano di Emergenza Sistema gas Italia Allegato 2 al decreto ministeriale 19 aprile 2013

Piano di Emergenza Sistema gas Italia Allegato 2 al decreto ministeriale 19 aprile 2013 Allegato 2 al decreto ministeriale 19 aprile 2013 Piano di emergenza ai sensi dell articolo 8, comma 1, del decreto legislativo n. 93/2011, in conformità con le disposizioni dell articolo 10 del Regolamento

Dettagli

Sistemi Efficienti di Utenza Stato dell arte e prospettive. Federico Luiso

Sistemi Efficienti di Utenza Stato dell arte e prospettive. Federico Luiso Sistemi Efficienti di Utenza Stato dell arte e prospettive Federico Luiso Verona 24 giugno 2014 Principi generali I sistemi semplici di produzione e consumo (SSPC) sono sistemi elettrici, connessi direttamente

Dettagli

pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 20 febbraio 2008

pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 20 febbraio 2008 pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 20 febbraio 2008 Delibera ARG/com 15/08 MODIFICHE E INTEGRAZIONI ALLA DELIBERAZIONE DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS 27 GIUGNO 2007, N.

Dettagli

Free Energy S.r.l. Andiamo Oltre! Consulenza in materia di costi di acquisto dell energia

Free Energy S.r.l. Andiamo Oltre! Consulenza in materia di costi di acquisto dell energia Free Energy S.r.l. Andiamo Oltre! Consulenza in materia di costi di acquisto dell energia FREE ENERGY S.r.l. può affiancare imprese ed Enti consumatori di energia sul Mercato Libero dell'energia, alla

Dettagli

AGGIORNAMENTO NORMATIVO (Febbraio 2009)

AGGIORNAMENTO NORMATIVO (Febbraio 2009) AMBIENTE AGGIORNAMENTO NORMATIVO (Febbraio 2009) Estremi MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE - DECRETO 18 novembre 2008 Titolo Estensione della validità del riconoscimento

Dettagli

Delibera ARG/elt 37/08

Delibera ARG/elt 37/08 Delibera ARG/elt 37/08 Aggiornamento per il trimestre aprile - giugno 2008 delle condizioni economiche del servizio di vendita di energia elettrica di maggior tutela L'AUTORITÀ PER L'ENERGIA ELETTRICA

Dettagli

E.T.R.A. S.P.A. La società E.T.R.A. S.p.A. con sede legale in Bassano del Grappa (Vi),

E.T.R.A. S.P.A. La società E.T.R.A. S.p.A. con sede legale in Bassano del Grappa (Vi), E.T.R.A. S.P.A. CONTRATTO DI SOMMINISTRAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA.- Tra: La società E.T.R.A. S.p.A. con sede legale in Bassano del Grappa (Vi), Largo Parolini n.82/b, C.F. n.03278040245, che interviene

Dettagli

NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO

NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d Ingegneria dell Università degli

Dettagli

+ α P TOP 13,s. = α P TOP 13,s MEM,s

+ α P TOP 13,s. = α P TOP 13,s MEM,s Meccanismo per la promozione della rinegoziazione dei contratti pluriennali di approvvigionamento di gas naturale Calcolo dell importo dell elemento A PR 1. L importo inziale in dell elemento A PR, per

Dettagli

PROCEDURA PER L OFFERTA E L ASSEGNAZIONE DI CARICHI SPOT PRESSO IL TERMINALE DI PANIGAGLIA

PROCEDURA PER L OFFERTA E L ASSEGNAZIONE DI CARICHI SPOT PRESSO IL TERMINALE DI PANIGAGLIA PROCEDURA PER L OFFERTA E L ASSEGNAZIONE DI CARICHI SPOT PRESSO IL TERMINALE DI PANIGAGLIA 1) I carichi spot Il Terminale GNL di Panigaglia, di proprietà GNL Italia S.p.A., tenuto conto: dell assetto impiantistico

Dettagli

Guida alla Convenzione Energia Elettrica 3. - lotto 2 -

Guida alla Convenzione Energia Elettrica 3. - lotto 2 - Energia Elettrica 3 - lotto 2 - INDICE 1. Premessa... 3 2. Oggetto della Convenzione... 3 2.1 Fornitura... 3 2.2 Durata... 4 3. Modalità della Fornitura... 4 4. Condizioni Economiche... 5 4.1 Determinazione

Dettagli

La bolletta elettrica: quanto e cosa paghiamo?

La bolletta elettrica: quanto e cosa paghiamo? La bolletta elettrica: quanto e cosa paghiamo? Maria Rosalia Cavallaro Area Analisi Economico Finanziarie Indice La filiera elettrica Approvvigionamento Infrastruttura Vendita Sistema tariffario Sistema

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/E. Roma, 17 GENNAIO 2008

CIRCOLARE N. 2/E. Roma, 17 GENNAIO 2008 CIRCOLARE N. 2/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 17 GENNAIO 2008 Oggetto: Disposizioni in materia di aliquota di imposta sul valore aggiunto sul gas naturale per combustione per usi civili

Dettagli

Delibera n. 50/02. L Autorità per l energia elettrica e il gas. Nella riunione del 26 marzo 2002, Premesso che:

Delibera n. 50/02. L Autorità per l energia elettrica e il gas. Nella riunione del 26 marzo 2002, Premesso che: Delibera n. 50/02 Condizioni per l erogazione del servizio di connessione alle reti elettriche con tensione nominale superiore ad 1 kv i cui gestori hanno obbligo di connessione di terzi. (pubblicata sul

Dettagli

FORZA DOPPIA CASA OFFERTA GAS NATURALE + ENERGIA ELETTRICA

FORZA DOPPIA CASA OFFERTA GAS NATURALE + ENERGIA ELETTRICA FORZA DOPPIA CASA OFFERTA GAS NATURALE + ENERGIA ELETTRICA Mercato libero Validità offerta: fino al 25 gennaio 2016 Denominazione: FORZA DOPPIA CASA Codice: ATFDC/2015 Destinatari offerta La presente offerta

Dettagli

Voce presente in bolletta. Elementi minimi obbligatori. Descrizione

Voce presente in bolletta. Elementi minimi obbligatori. Descrizione GLOSSARIO DELLA BOLLETTA PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE Bolletta sintetica La bolletta sintetica è il documento di fatturazione, valido ai fini fiscali, che viene reso disponibile periodicamente al cliente

Dettagli

Energia: da ottobre elettricità +3,4%, gas +2,4%, ma nel 2015 risparmi per 60 euro

Energia: da ottobre elettricità +3,4%, gas +2,4%, ma nel 2015 risparmi per 60 euro COMUNICATO Energia: da ottobre elettricità +3,4%, gas +2,4%, ma nel 2015 risparmi per 60 euro Milano, 29 settembre 2015 Dopo i ribassi nei primi 9 mesi dell anno, in aumento le bollette nell ultimo trimestre,

Dettagli

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli 1 - COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli Determinazione n. 717 del 19-09-2012 Registro Generale delle Determinazioni Repertorio Ragioneria n. 744 del 19-09-2012 Determinazione n. 170 del 19-09-2012 Settore

Dettagli

Testo risultante dalle modifiche ed integrazioni apportate con deliberazione 11 febbraio 2009, EEN 1/09

Testo risultante dalle modifiche ed integrazioni apportate con deliberazione 11 febbraio 2009, EEN 1/09 Testo risultante dalle modifiche ed integrazioni apportate con deliberazione 11 febbraio 2009, EEN 1/09 Deliberazione 16 dicembre 2004 Determinazione del contributo tariffario da erogarsi ai sensi dell

Dettagli

Adozione di garanzie per il libero accesso al servizio di distribuzione del gas naturale e di norme per la predisposizione dei codici di rete

Adozione di garanzie per il libero accesso al servizio di distribuzione del gas naturale e di norme per la predisposizione dei codici di rete TESTO INTEGRATO IN VIGORE DAL 01/10/2007 Deliberazione 29 luglio 2004, n. 138/04, come modificata dalle deliberazioni 8 novembre 2004, n. 192/04, 28 novembre 2005, n. 249/05, 6 giugno 2006, n. 108/06 e

Dettagli

Autorità per l energia elettrica e il gas

Autorità per l energia elettrica e il gas Autorità per l energia elettrica e il gas COMUNICATO Per caro petrolio, elettricità + 3,8 % e gas + 3,4% nel 1 trimestre 2008 Scatta ulteriore riduzione tariffe trasporto e distribuzione- In arrivo le

Dettagli

FORZA DOPPIA WEB - Medium OFFERTA GAS NATURALE + ENERGIA ELETTRICA

FORZA DOPPIA WEB - Medium OFFERTA GAS NATURALE + ENERGIA ELETTRICA FORZA DOPPIA WEB - Medium OFFERTA GAS NATURALE + ENERGIA ELETTRICA Validità offerta: fino al 25 Gennaio 2016 Denominazione: FORZA DOPPIA WEB medium Codice: ATFDWM/15 Destinatari offerta La presente offerta

Dettagli

Presupposti per la determinazione per l anno 2003 del prezzo all ingrosso dell energia elettrica destinata ai clienti del mercato vincolato

Presupposti per la determinazione per l anno 2003 del prezzo all ingrosso dell energia elettrica destinata ai clienti del mercato vincolato Relazione tecnica Presupposti per la determinazione per l anno 2003 del prezzo all ingrosso dell energia elettrica destinata ai clienti del mercato vincolato 1. Premessa e contesto normativo Il provvedimento

Dettagli