Agenda Digitale del Veneto E le linee di finanziamento FESR

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Agenda Digitale del Veneto E le linee di finanziamento FESR 2014-20"

Transcript

1 Agenda Digitale del Veneto E le linee di finanziamento FESR Elvio Tasso Regione del Veneto - Sezione Sistemi Informativi 29 aprile 2016 Belluno

2 L Agenda Digitale del Veneto #ADVeneto Documento Open L agenda è strutturata in temi: orizzontali e verticali Ogni tema prevede degli obiettivi e delle azioni La «Agenda Digitale del Veneto» è il documento programmatico per il periodo con il quale la Regione del Veneto intende definire il proprio impegno strategico per la promozione della Società dell Informazione in Veneto (DGR /05/2012) 2

3 Le azioni principali dell Agenda Digitale Artigiani Digitali FAB LAB LR54/88 Nodo Pagamenti Open data #ADVeneto PMI Cloud Banda Larga: #Fibra ed elettronica #Abilitazione servizi Progetti Banda Ultra Larga Veneto Wifi Reti Radio Pubbliche #CReSCI #My ID (Federa) Digital Angels #Competenze digitali PA 3

4 In questi anni abbiamo lavorato: per azzerare il divario digitale!! 4

5 Piano Regionale di Sviluppo della Banda Larga nel Veneto: tre fasi di intervento Fase 1: Infrastrutturazione del territorio attraverso la posa di Fibra Ottica di proprietà pubblica da mettere a disposizione degli operatori per l attivazione del servizio. Fase 2: Contributi agli operatori per l attivazione dei Servizi di connettività Fase 3: Progetti sperimentali di Banda Ultra Larga (BUL) Investimento complessivo di circa 73 milioni di euro (raccogliendo fonti di finanziamento europee, nazionali e regionali) 5

6 Fase 1: Infrastrutturazione attraverso la posa di Fibra Ottica Sono stati programmati 398 interventi che hanno interessato 250 Comuniper un finanziamento complessivo di circa 53 milioni di euro. 6

7 7

8 Fase 1: interventi Belluno Comune N.interventi Arsiè 1 Auronzo di Cadore 3 Belluno 3 Calalzo 1 Chies d'alpago 1 Cibiana di Cadore 1 Comelico Superiore 3 Danta di Cadore 1 Farra d'alpago 2 Feltre 3 Gosaldo 1 Ponte nelle Alpi 2 Rivamonte Agordino 1 Rocca Pietore 4 San Gregorio nelle Alpi 1 San Pietro di Cadore 2 San Tomaso Agordino 1 Sovramonte 1 Tambre 1 Trichiana 2 Vigo di Cadore 2 Vodo Cadore 2 Voltago Agordino 2 Zoldo Alto 1 Zoppè di Cadore 1 Totale 43 8

9 Banda Larga Fase 2: contributo agli operatori per l attivazione servizio Nello specifico, il servizio sarà attivato in 703 localitàdel Veneto distribuite nelle sette Province venete che coinvolgono 216 Comuni: finanziamento regionale e Ministeriale per complessivo 14 milioni di euro. Aggiudicataria del bando è Telecom Italia, che garantirà un servizio base di almeno 20 Mbps L attivazione del servizio è avvenuta in tutte le località entro gennaio-febbraio 2016 Provincia Comuni Località Belluno Padova Rovigo Treviso Venezia Verona Vicenza Totale

10 10

11 Le località del Bellunese Comune N. località interessate Alleghe 1 Auronzo di Cadore 2 Belluno 7 Calalzo di Cadore 2 Cibiana di Cadore 1 Colle Santa Lucia 1 Cortina d'ampezzo 1 Farra d'alpago 1 Gosaldo 17 Lorenzago di Cadore 1 Ospitale di Cadore 2 Ponte nelle Alpi 3 Rivamonte Agordino 8 Rocca Pietore 2 San Pietro di Cadore 4 San Tomaso Agordino 11 Santo Stefano di Cadore 1 Sovramonte 4 Valle di Cadore 2 Vodo Cadore 1 Voltago Agordino 2 Zoppè di Cadore 1 Totale 75 11

12 I risultati ottenuti 18,0% 16,0% 14,0% 12,0% 10,0% Dinamica di abbattimento del Digital Divide in Veneto 16,8% 14,6% 12,0% 12,0% 11,7% 9,2% 8,6% 8,0% 6,0% 4,0% 2,0% 7,2% 6,4% 3,0% 0,0% Fonte: Mise

13 Fase 3: Banda Ultra Larga con velocità di almeno 100 mbps E in fase di attuazione un intervento rivolto a finanziare progetti territoriali di banda ultra larga (ad almeno 100 Mbps) per sostenere la competitività locale. Il finanziamento è di circa 6 milioni di euro di risorse FAS-FSC Stato attuale:si è conclusa una manifestazione di interesse che ha raccolto la disponibilità dei territori ad auto-candidarsi per questi progetti. Sono arrivate 7 proposte da altrettanti territori. Adesso si procederà alla verifica tecnica assieme ai tecnici del del Ministero Sviluppo Economico per verificare la fattibilità di questi ambiti territoriali. 13

14 Gli obiettivi Europei e gli obiettivi Italiani al 2020 ANNO % di copertura della popolazione a 30Mbps 50% di abbonamenti a 100Mbps 100% di copertura della popolazione a 30Mbps 85% di copertura della popolazione con infrastruttura in grado di erogare servizi a a 100Mbps e superiore La strategia nazionale per la banda ultralarga intende dare un deciso impulso alla copertura infrastrutturale del paese al fine di sbloccare il potenziale del mercato unico digitale per i cittadini, i privati, la pubblica amministrazione

15 Copertura del Veneto attuale La copertura a 30 Mbps (FTTN) è del 20,1% of UI La copertura a 100 Mbps (FTTDp/B/H) è del 4% of UI Fonte: Mise

16 Accordo Stato-Regioni La conferenza Stato-Regioni dello scorso 11 febbraio ha approvato l Accordo di Programma Ministero dello Sviluppo Economico e Regioni per l attuazionedella prima fase della Strategia Nazionale per lo sviluppo della Banda Ultra Larga in Italia stanziando 1,6 milardi su base nazionale per la fase 1. Obiettivi: intervenire nelle aree bianche (non coperte da nessun operatore) portando in queste aree 100% di copertura ad almeno 30Mbps neicomunicon piùdi 2500 UnitàImmobiliariil70% verrà copertoa 100 Mbps e superiore Modello di intervento: stesuradi fibrapubblica(attraversola società in house del MISE Infratel Italia) che poi verrà affittata agli operatori di telecomunicazioni per l erogazione del servizio 16

17 La copertura del fabbisogno della FASE 1 Fabbisogno stimato Fase euro Fondi Nazionali FSC euro Fondi Regionali euro di cui: FESR FEASR 17

18 I numeri principali della FASE 1 (aree bianche) Aree bianche Belluno Padova Rovigo Treviso Venezia Verona Vicenza Totale Veneto Comuni aree Bianche Popolazione Unità Immobiliari La prima fase finanziata con questo accordo che riguarda le aree bianche interesserà tutti i 579 comuni del Veneto (con almeno un area) Oltre 3 milioni di Cittadini Veneti circa 1,3 milioni di unità immobiliari Fonte: Mise

19 Aree bianche provincia di Belluno 1/3 COMUNE 2014 Aree Bianche Agordo 9 Alano di Piave 4 Alleghe 13 Arsiè 6 Auronzo di Cadore 8 Belluno 40 Borca di Cadore 5 Calalzo di Cadore 7 Canale d'agordo 11 Cencenighe Agordino 9 Cesiomaggiore 22 Chies d'alpago 12 Cibiana di Cadore 1 Colle Santa Lucia 8 Comelico Superiore 1 Cortina d'ampezzo 5 Danta di Cadore 1 Domegge di Cadore 3 Falcade 11 Farra d'alpago 6 Feltre 13 Fonzaso 7 Forno di Zoldo 1 Gosaldo 20 19

20 Aree bianche provincia di Belluno 2/3 La Valle Agordina 9 Lamon 23 Lentiai 11 Limana 18 Livinallongo del Col di Lana 33 Longarone 20 Lorenzago di Cadore 1 Lozzo di Cadore 4 Mel 46 Ospitale di Cadore 4 Pedavena 13 Perarolo di Cadore 2 Pieve d'alpago 13 Pieve di Cadore 6 Ponte nelle Alpi 27 Puos d'alpago 8 Quero Vas 18 Rivamonte Agordino 11 Rocca Pietore 26 San Gregorio nelle Alpi 7 San Nicolò di Comelico 2 San Tomaso Agordino 18 San Vito di Cadore 8 Santa Giustina 18 Santo Stefano di Cadore 6 Sappada 1 Sedico 30 20

21 Aree bianche provincia di Belluno e/3 Selva di Cadore 7 Seren del Grappa 6 Sospirolo 28 Soverzene 5 Sovramonte 10 Taibon Agordino 10 Tambre 3 Trichiana 13 Vallada Agordina 5 Valle di Cadore 7 Vigo di Cadore 5 Vodo Cadore 5 Voltago Agordino 7 Zoldo Alto 3 Zoppè di Cadore 1 Totale

22 I numeri principali della FASE 2 (aree grigie) Aree grigie Belluno Padova Rovigo Treviso Venezia Verona Vicenza Totale Veneto Comuni Aree grigie Popolazione Unità Immobiliari La seconda fase (ancora da finanziare) che riguarderà le località grigie interesserà 81 comuni del Veneto (con almeno un area) Oltre 1,7 milioni di Cittadini Veneti Oltre 700 mila unità immobiliari Fonte: Mise

23 Le fase successive alla firma dell Accordo MISE-Veneto Entro Aprile: approvazione Convenzione Operativa tra Regione e MISE con una nuova DGR (individuazione aree/località di intervento, dettagli modelli di intervento, tempistiche, etc) Entro Giugno 2016: Definizione delle regole del bando di gara e pubblicazione da parte di Mise-Infratel italia Secondo semestre 2016: valutazione e gestione bando Inizio 2017 avvio dei cantieri NB: questaprogrammazionepotràesserecondizionatodaitempi di approvazionedella notifica per gli Aiuti di Statoin corsoda parte della Commissione Europea. 23

24 Altre azioni del #ADVeneto 24

25 Centri Veneti: Accesso Assistenza Acculturazione I punti di accesso pubblici sono spazi destinati ad attività di accesso, assistenza e acculturazione all utilizzo della Rete e dei servizi della Società dell Informazione. Sono stati destinati complessivamente 3,9 mln con 3 Avvisi pubblici (2010, 2012 e 2014). Complessivamente sono stati aperti 349 centri in 327 comuni del Veneto In provincia di BL sono 33 25

26 FAB LAB: centri per artigiani digitali 2 milioni Il progetto vuole contribuire alla costituzione e attivazione in Veneto 62 progetti presentati di una rete di centri attrezzati per la fabbricazione digitale 18 FabLab Finanziati 2 principali finalità: diffondere la conoscenza delle potenzialità delle tecnologie di fabbricazione digitale ad un pubblico vasto; diventare un punto di riferimento per il territorio per la sperimentazione e la definizione di progetti innovativi attraverso un dialogo con le imprese ed il mondo delle professioni. 26

27 Veneto Free Wi-Fi Provincia Comuni AP BELLUNO PADOVA ROVIGO TREVISO VENEZIA VICENZA VERONA TOTALE

28 Le Reti Pubbliche a supporto delle Emergenze e della Polizia Locale 28

29 CLOUD per le imprese Venete Prima Fase: Incentivare il mondo dell offerta alla produzione di servizi in modalità cloud computing (linea di azione POR 4.1.1) Risultati 87 progetti presentati 22 progetti finanziati per 2,3 miloni di euro tutti i progetti si sono conclusi Seconda Fase: Incentivare la domanda (PMI) ad acquistare servizi in modalità cloud computing: Bando a sportello: 4 milioni di euro Beneficiari: tutte le PMI del Veneto e tutti i settori merceologici Contributo al 70 (min max ) Domande ricevute: 590 Imprese finanziate :

30 Digital Angels Obiettivo dell intervento: promuovere stage di giovani laureandi/ti con competenze digitali nelle piccole e medie imprese del Veneto Circa 100 Studenti coinvolti In collaborazione con tre Università del Veneto 30

31 Il nodo regionale dei pagamenti telematici Nel modello del sistema dei pagamenti, la Regione Veneto interpreta il ruolo di intermediario per gli enti del territorio verso il Nodo dei pagamenti-spc. A questo scopo ha realizzato il Nodo Regionale dei Pagamenti Telematici(NRPT) che si inserisce all interno del sistema nazionale per fornire tecnologie e servizi utili a promuovere e sviluppare l utilizzo dei pagamenti telematici; GiA ATTIVI: Comune di Agordo, Falcade, Feltre e Selva di Cadore ADESIONI: 40 31

32 La Conservazione Sostitutiva e Polo Archivistico Regionale 1. Un sistema di conservazione 2. Regole comuni: 1. Formati 2. Metadati 3. Tempi di conservazione 4. Criteri di fascicolazione 3. Interfacce da e verso i sistemi informativi degli enti: integrazione prodotti di mercato e interoperabilità 32

33 Le linee di azione della nuova programmazione FESR 33

34 Le azioni dell Agenda Digitale nel POR FESR Nella nuova programmazione POR-FESR sono previste le seguenti azioni riguardanti il tema dell Agenda Digitale di competenza della Sezione Sistemi Informativi: 1. ASSE 2 Agenda Digitale OS 4 Diffusione della banda ultra larga (almeno a 100 Mbps) nelle principali aree produttive del Veneto. OS 5 - Potenziamento della domanda di ICT di cittadini OS 6 -Digitalizzazione dei processi amministrativi e diffusione dei servizi digitali pienamente interoperabili 1. ASSE 3 - Competitività delle imprese 2. ASSE 6 Sviluppo Urbano Sostenibile 34

35 OS 4 Diffusione Banda UltraLarga nelle aree industriali Risultati Attesi: L obiettivo specifico è lo sviluppo dell infrastruttura di diffusione della banda ultra larga (almeno a 100 Mbps) nelle principali aree produttive del Veneto Indicatore di risultato: contribuire a raggiungere l obiettivo del 50% della copertura a 100 Mbps al 2020 (coerentemente con il Piano Stragico Nazionale Banda Ultra Larga) Descrizione dell azione 2.1 : la sfida che si intende sostenere con questa azione è di sviluppare la diffusione della banda ultra larga (almeno a 100 Mbps) nelle aree produttive del Veneto, e quindi avendo come target prioritario le imprese del Veneto. Valore: 40 milioni di euro 35

36 OS 5 Potenziamento della domanda di ICT dei cittadini -1 Risultati Attesi: L obiettivo specifico riguarda il potenziamento della domanda di ICT di cittadini in termini di utilizzo di servizi online, azioni di inclusione sociale e di partecipazione in rete,. Indicatore di risultato: grado di utilizzo di internet nelle famiglie, 75% (al 2023) Descrizione dell azione 2.3: contribuiscono all obiettivo specifico 3 sotto-azioni la diffusione dei punti pubblici per l accesso, l acculturazione e l assistenza ai servizi digitali (c.d. ; e la diffusione della cultura e dell utilizzo degli open data Valore: 7 milioni di euro (3,5 ml e 3,5 ml Opendata) 36

37 OS 6 Digitalizzazione dei processi amministrativi e diffusione dei servizi digitali pienamente interoperabili Risultati Attesi: digitalizzazione dei processi amministrativi e diffusione dei servizi digitali pienamente interoperabili della PPAA offerti a cittadini e imprese, Indicatore di risultato: 60% dei Comuni con servizi pienamente interattivi (2023). Descrizione dell azione 2.2: contribuiscono all obiettivo specifico 3 sotto-azioni Consolidare la struttura dei data center pubblici in Veneto Sviluppare e diffondere servizi di e-governmentinterattivi ed integrati Diffusione sul territorio regionale dell infrastrutture per 37 l interoperabilità

38 OS 6 Digitalizzazione dei processi amministrativi e diffusione dei servizi digitali pienamente interoperabili Consolidare la struttura dei data center pubblici in Veneto Descrizione dell azione: la Regione intende consolidare la struttura dei data center pubblici in Veneto, riducendone il numero in modo estremamente considerevole e realizzando un upgrade dei sistemi informativi delle amministrazioni Comunali Valore: 19 milioni di euro 38

39 OS 6 Digitalizzazione dei processi amministrativi e diffusione dei servizi digitali pienamente interoperabili Sviluppare e diffondere servizi di e-government interattivi ed integrati Descrizione dell azione: Regione del Veneto intende sviluppare e diffondere servizi di e-governmentinterattivi ed integrati sviluppati in una logica di co-design con gli utenti, puntando, ad esempio, ai seguenti servizi digitali evoluti: fascicolo del cittadino, gestione delle istanze, sistema dei pagamenti elettronici, fatturazione elettronica, identità digitale, dematerializzazione, servizi di open-government, servizi per le smart communities and cities, ecc Valore: 7 milioni di euro 39

40 OS 6 Digitalizzazione dei processi amministrativi e diffusione dei servizi digitali pienamente interoperabili Diffusione sul territorio regionale dell infrastrutture per l interoperabilità Descrizione dell azione: Questa azione punta a realizzare e diffondere in modo pervasivo e massimo l interoperabilità presso gli enti della pubblica amministrazione del Veneto valorizzando il circuito regionale di interoperabilità e cooperazione applicativa denominato CRESCI, in particolare verso le principali banche dati nazionali Valore: 4 milioni di euro 40

41 OT 3 Competitività delle imprese Rilancio della propensione agli investimenti del sistema produttivo Descrizione dell azione: Gli interventi saranno volti ad introdurre innovazioni tecnologiche di prodotto e di processo, ad ammodernare i macchinari e gli impianti e ad accompagnare i processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale con il fine di aumentare la cultura d impresa, anche attraverso lo sviluppo di business digitali (una delle aree prioritarie di intervento dell Agenda Digitale del Veneto). Valore: 3,5 milioni di euro 41

42 Risorse su azioni Agenda Digitale FESR-POR Azioni Asse 2 Agenda Digitale Azione 2.1 Banda Ultra Larga Azione Consolidare Data Center Azione Servizi PA digitale Azione Interoperabilità Azione 2.3 Potenziamento domanda ICT Asse 3 Competitività delle Imprese Azione Ict per le imprese Asse 6 Sviluppo Urbano Sostenibile Azione Servizi Digitali PA Valore 77 milioni 40 milioni 19 milioni 7 milioni 4 milioni 7 milioni 3,5 milioni 8 milioni TOTALE 84 milioni 42

43 Grazie dell Attenzione 43

44 Denominazione Comune VenetoFree Wi-Fi Agordo Alano di Piave Alleghe Arsiè Auronzo di Cadore Belluno Borca di Cadore Calalzo di Cadore Canale d'agordo Cencenighe Agordino Cesiomaggiore Chies d'alpago Cibiana di Cadore Colle Santa Lucia Comelico Superiore Cortina d'ampezzo Danta di Cadore Domegge di Cadore Falcade Farra d'alpago Feltre Fonzaso Forno di Zoldo Gosaldo 44

45 Denominazione Comune La Valle Agordina Lamon Lentiai Limana Livinallongo del Col di Lana Longarone Lorenzago di Cadore VenetoFree Wi-Fi Lozzo di Cadore Mel Ospitale di Cadore Pedavena Perarolo di Cadore Pieve d'alpago Pieve di Cadore Ponte nelle Alpi Puos d'alpago Quero Vas Rivamonte Agordino Rocca Pietore San Gregorio nelle Alpi San Nicolò di Comelico San Pietro di Cadore San Tomaso Agordino 45

46 Santo Stefano di Cadore Sappada Sedico Selva di Cadore Seren del Grappa Sospirolo Soverzene Sovramonte Taibon Agordino Tambre Trichiana Vallada Agordina Valle di Cadore Vigo di Cadore Vodo Cadore Voltago Agordino Zoldo Alto Zoppè di Cadore 46

Agenda Digitale del Veneto, le infrastrutture digitali. Azioni avviate e prospettive per il Polesine

Agenda Digitale del Veneto, le infrastrutture digitali. Azioni avviate e prospettive per il Polesine Agenda Digitale del Veneto, le infrastrutture digitali. Azioni avviate e prospettive per il Polesine Tasso Elvio Regione del Veneto Sezione Sistemi Informativi Rovigo 19 settembre 2014 1 L Agenda Digitale

Dettagli

CALENDARIO TURNAZIONE IMPRESE ONORANZE FUNEBRI. Periodo di validità: dal 01.07.2015 al 30.06.2016

CALENDARIO TURNAZIONE IMPRESE ONORANZE FUNEBRI. Periodo di validità: dal 01.07.2015 al 30.06.2016 QUESTURA DI BELLUNO Ufficio Prevenzione Generale Soccorso Pubblico Centro Operativo Telecomunicazioni tel. 0437-945731- 945732 COORDINATORE 0437/945736 fax 0437 945737 upgsp.bl@poliziadistato.it CALENDARIO

Dettagli

Agenda Digitale del Veneto: le infrastru3ure digitali e non solo

Agenda Digitale del Veneto: le infrastru3ure digitali e non solo Agenda Digitale del Veneto: le infrastru3ure digitali e non solo Tasso Elvio Regione del Veneto Sezione Sistemi Informa5vi Agenda Digitale del Polesione Rovigo 25 se

Dettagli

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2013

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2013 REGIONE AGRARIA N : 1 REGIONE AGRARIA N : 2 CADORE NORD OCCIDENTALE Comuni di: CORTINA D`AMPEZZO, BORCA DI CADORE, CALALZO DI CADORE, CIBIANA DI CADORE, COLLE SANTA LUCIA, LIVINALLONGO COL LANA, PIEVE

Dettagli

HMA02B 07-06-12 PAG. BLEEA266Z6 COMUNE SC.EL. DI CORTINA D'AMPEZZO *********************** * POSTI * * * POSTI * * ORGANICO * DISPONIB.EL.EL.EL.EL.

HMA02B 07-06-12 PAG. BLEEA266Z6 COMUNE SC.EL. DI CORTINA D'AMPEZZO *********************** * POSTI * * * POSTI * * ORGANICO * DISPONIB.EL.EL.EL.EL. HMA02B 07-06-12 PAG. 1 TIPO POSTO COMUNE... BLEEA266Z6 COMUNE SC.EL. DI CORTINA D'AMPEZZO. BLEE81804T DUCA D'AOSTA * 30 * *.. BLEEA501Z5 COMUNE SC.EL. DI AURONZO DI CADORE. BLEE810058 FRAZ. REANE * 27

Dettagli

ARPAV Direzione Tecnica Servizio Osservatorio Rifiuti I RIFIUTI URBANI IN PROVINCIA DI BELLUNO

ARPAV Direzione Tecnica Servizio Osservatorio Rifiuti I RIFIUTI URBANI IN PROVINCIA DI BELLUNO ARPAV Direzione Tecnica Servizio Osservatorio Rifiuti I RIFIUTI URBANI IN PROVINCIA DI BELLUNO Scheda sintetica Anno 2011 LA PROVINCIA DI BELLUNO Comuni (n.) 69 Abitanti (n.) 213.108 Densità di popolazione

Dettagli

ARPAV Direzione Tecnica Servizio Osservatorio Rifiuti I RIFIUTI URBANI IN PROVINCIA DI BELLUNO

ARPAV Direzione Tecnica Servizio Osservatorio Rifiuti I RIFIUTI URBANI IN PROVINCIA DI BELLUNO ARPAV Direzione Tecnica Servizio Osservatorio Rifiuti I RIFIUTI URBANI IN PROVINCIA DI BELLUNO Scheda sintetica Anno 2013 LA PROVINCIA DI BELLUNO Comuni (n.) 69 Abitanti (n.) 209.425 Densità di popolazione

Dettagli

TRIBUNALE DI BELLUNO

TRIBUNALE DI BELLUNO TRIBUNALE DI BELLUNO ELENCO CONVENZIONI PER LAVORI DI PUBBLICA UTILITA - Art. 54 del D. L.vo 28.08.2000 n. 274 e 2 del D.M. 26.03.2001 - COMUNI SCADENZA N CONDANNATI ATTIVITA Taibon Agordino 19.06.2017

Dettagli

Calendario delle fiere 2016

Calendario delle fiere 2016 Calendario delle fiere 2016 Data Località Denominazione 14 febbraio Limana Mostra dell artigianato e vecchie tradizioni 13 marzo Antica Fiera della Madonna Addolorata 13 marzo Lentiai Fiera di Primavera

Dettagli

I redditi dichiarati dai contribuenti in provincia di Belluno 1 parte

I redditi dichiarati dai contribuenti in provincia di Belluno 1 parte I redditi dichiarati dai contribuenti in provincia di Belluno 1 parte Con questo lavoro si intende avviare una serie di approfondimenti sulle dichiarazioni dei redditi dei contribuenti bellunesi riguardanti

Dettagli

LA CONOSCENZA DEL TERRITORIO: BANCHE DATI E SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI IL CENTRO SERVIZI TERRITORIALE DI BELLUNO

LA CONOSCENZA DEL TERRITORIO: BANCHE DATI E SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI IL CENTRO SERVIZI TERRITORIALE DI BELLUNO CONSORZIO DEI COMUNI DEL BACINO IMBRIFERO MONTANO DEL PIAVE APPARTENENTI ALLA PROVINCIA DI BELLUNO LA CONOSCENZA DEL TERRITORIO: BANCHE DATI E SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI IL CENTRO SERVIZI TERRITORIALE

Dettagli

Dalla gestione intelligente dell energia alla Smart City. Stefano Savaris Consorzio Comuni BIM Piave Belluno

Dalla gestione intelligente dell energia alla Smart City. Stefano Savaris Consorzio Comuni BIM Piave Belluno Dalla gestione intelligente dell energia alla Smart City Stefano Savaris Consorzio Comuni BIM Piave Belluno Il Consorzio BIM Piave Ente obbligatorio ai sensi della legge 959/1953 COMELICO SUPERIORE S.

Dettagli

SALA OPERATIVA RECUPERO SALME CALENDARIO DELLA TURNAZIONE DELLE IMPRESE ONORANZE FUNEBRI OPERANTI NELLA PROVINCIA DI BELLUNO.

SALA OPERATIVA RECUPERO SALME CALENDARIO DELLA TURNAZIONE DELLE IMPRESE ONORANZE FUNEBRI OPERANTI NELLA PROVINCIA DI BELLUNO. Questura di Belluno SALA OPERATIVA RECUPERO SALME CALENDARIO DELLA TURNAZIONE DELLE IMPRESE ONORANZE FUNEBRI OPERANTI NELLA PROVINCIA DI BELLUNO. Periodo di validità: dal 01 LUGLIO 2016 al 30 GIUGNO 2017

Dettagli

Il Piano provinciale per la sicurezza stradale I dati degli incidenti stradali

Il Piano provinciale per la sicurezza stradale I dati degli incidenti stradali Conferenza stampa Il Piano provinciale per la sicurezza stradale I dati degli incidenti stradali 28-29 Hotel Fiames - Cortina, 19 gennaio 21 1 Gli incidenti stradali in Italia Oggi sono disponibili i dati

Dettagli

Promozione e sviluppo della società dell informazione e della conoscenza nel Bellunese

Promozione e sviluppo della società dell informazione e della conoscenza nel Bellunese Promozione e sviluppo della società dell informazione e della conoscenza nel Bellunese Elvio Tasso Antonino Mola Direzione Sistema Informatico Belluno, 18 Novembre 2010 Modelli d intervento multidimensionali

Dettagli

SUPPORTO ALLE DECISIONI PER LA PROMOZIONE DEL RISPARMIO ENERGETICO E DELLA RIDUZIONE DELLE EMISSIONI

SUPPORTO ALLE DECISIONI PER LA PROMOZIONE DEL RISPARMIO ENERGETICO E DELLA RIDUZIONE DELLE EMISSIONI SUPPORTO ALLE DECISIONI PER LA PROMOZIONE DEL RISPARMIO ENERGETICO E DELLA RIDUZIONE DELLE EMISSIONI Il Consorzio dei Comuni del Bacino Imbrifero Montano del Piave appartenenti alla Provincia di Belluno

Dettagli

Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013 Asse 4 LEADER

Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013 Asse 4 LEADER PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 ASSE 4 LEADER ATTUAZIONE STRATEGIA DI SVILUPPO LOCALE BANDO PUBBLICO GAL Approvato con deliberazione dell Ufficio di Presidenza del Gal Alto Bellunese n.33 del 15.09.2011

Dettagli

Registro Tumori del Veneto. Baracco M, Bovo E, Dal Cin A, Fiore AR, Greco A, Guzzinati S, Monetti D, Rosano A, Stocco CF, Tognazzo S e Zambon P.

Registro Tumori del Veneto. Baracco M, Bovo E, Dal Cin A, Fiore AR, Greco A, Guzzinati S, Monetti D, Rosano A, Stocco CF, Tognazzo S e Zambon P. luglio 2012 REGIONE DEL VENETO - Assessorato alle Politiche Sanitarie ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO - IRCCS Analisi geografica dell'incidenza dei tumori nella provincia di Belluno (periodo 2001-2005) e andamenti

Dettagli

L Agenda digitale del Piemonte. 2 febbraio 2015

L Agenda digitale del Piemonte. 2 febbraio 2015 L Agenda digitale del Piemonte 2 febbraio 2015 I punti di partenza La Digital Agenda europea è una delle sette iniziative faro della strategia Europa 2020 Nella politica di coesione 2014-2020 il miglior

Dettagli

Strategie della Regione del Veneto per lo sviluppo della. Le iniziative nella provincia di Belluno. La banda larga tra presente e futuro

Strategie della Regione del Veneto per lo sviluppo della. Le iniziative nella provincia di Belluno. La banda larga tra presente e futuro La banda larga tra presente e futuro Strategie della Regione del Veneto per lo sviluppo della Banda Larga. Le iniziative nella provincia di Belluno Villa Patt di Sedico Belluno,18 marzo 2009 A cura di:

Dettagli

Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013 Asse 4 LEADER. 2. GAL Prealpi e Dolomiti

Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013 Asse 4 LEADER. 2. GAL Prealpi e Dolomiti FEASR REGIONE DEL VENETO Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa investe nelle zone rurali SCHEDA INTERVENTO A REGIA GAL Approvata con Deliberazione del Consiglio Direttivo del GAL n. 16

Dettagli

Lo sviluppo della Banda Larga. Direzione Sistemi Informativi

Lo sviluppo della Banda Larga. Direzione Sistemi Informativi Lo sviluppo della Banda Larga Direzione Sistemi Informativi 1 Il modello di Sviluppo della Banda Larga in Veneto Regione del Veneto - coerentemente al Piano Nazionale per lo Sviluppo della Banda Larga

Dettagli

5 x 1.000 - Esercizio finanziario 2012 Assegnazione agli Enti del volontariato bellunesi

5 x 1.000 - Esercizio finanziario 2012 Assegnazione agli Enti del volontariato bellunesi CODICE FISCALE 5 x 1.000 - Esercizio finanziario 2012 DENOMINAZIONE COMUNE IMPORTO TOTALE 93009330254 ASSOCIAZIONE GRUPPI "INSIEME SI PUO'"ONLUS BELLUNO 62.738,68 93038400250 ONESIGHT, LUXOTTICA GROUP

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 ASSE 4 LEADER ATTUAZIONE STRATEGIA DI SVILUPPO LOCALE

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 ASSE 4 LEADER ATTUAZIONE STRATEGIA DI SVILUPPO LOCALE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 ASSE 4 LEADER ATTUAZIONE STRATEGIA DI SVILUPPO LOCALE Approvato con deliberazione dell Ufficio di Presidenza del Gal SCHEDA INTERVENTO A REGIA GAL Alto Bellunese

Dettagli

CONSORZIO DEI COMUNI DEL BACINO IMBRIFERO MONTANO DEL PIAVE

CONSORZIO DEI COMUNI DEL BACINO IMBRIFERO MONTANO DEL PIAVE COPIA Deliberazione nº 17 in data 27/09/2013 CONSORZIO DEI COMUNI DEL BACINO IMBRIFERO MONTANO DEL PIAVE APPARTENENTI ALLA PROVINCIA DI BELLUNO Verbale di Deliberazione dell Assemblea Generale Oggetto:

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE QUALITÀ CERTIFICATO. Il miglior modo di unire gli uomini è di persuaderli a lavorare insieme Antoine-Marie-Roger de Saint Exupery

SISTEMA DI GESTIONE QUALITÀ CERTIFICATO. Il miglior modo di unire gli uomini è di persuaderli a lavorare insieme Antoine-Marie-Roger de Saint Exupery SISTEMA DI GESTIONE QUALITÀ CERTIFICATO Il miglior modo di unire gli uomini è di persuaderli a lavorare insieme Antoine-Marie-Roger de Saint Exupery La Provincia di Belluno, con la riforma del mercato

Dettagli

Luca Zanetta Uniontrasporti. Piani per lo sviluppo delle infrastrutture di rete in Calabria

Luca Zanetta Uniontrasporti. Piani per lo sviluppo delle infrastrutture di rete in Calabria Luca Zanetta Uniontrasporti Piani per lo sviluppo delle infrastrutture di rete in Calabria Reti a banda larga e ultralarga Le reti di telecomunicazione ad alta velocità sono un infrastruttura strategica

Dettagli

ANALISI DEI BILANCI CONSUNTIVI DEI COMUNI DI BELLUNO: INDEBI- TAMENTO E SPESE PER IL PERSO- NALE IN RAPPORTO AGLI ABITANTI

ANALISI DEI BILANCI CONSUNTIVI DEI COMUNI DI BELLUNO: INDEBI- TAMENTO E SPESE PER IL PERSO- NALE IN RAPPORTO AGLI ABITANTI ANALISI DEI BILANCI CONSUNTIVI DEI COMUNI DI BELLUNO: INDEBI- TAMENTO E SPESE PER IL PERSO- NALE IN RAPPORTO AGLI ABITANTI PATTO DI STABILITA : UNO STRUMENTO CHE GUARDA INDIETRO E TRATTA TUTTI I COMUNI

Dettagli

BANDA LARGA E CRESCITA DIGITALE. Ing. Mario Lanza

BANDA LARGA E CRESCITA DIGITALE. Ing. Mario Lanza Palermo 30 gennaio 2015 BANDA LARGA E CRESCITA DIGITALE OCCASIONE DI SVILUPPO IN SICILIA Ing. Mario Lanza Assessorato regionale delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica Ufficio per l'attività di

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 1475 del 12 agosto 2013

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 1475 del 12 agosto 2013 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Direzione Sistemi Informativi Presidente Luca Zaia X Vicepresidente Marino Zorzato X Assessori Renato Chisso X Roberto Ciambetti X Luca Coletto X Maurizio

Dettagli

L Inventario delle Emissioni in Atmosfera In Val Belluna

L Inventario delle Emissioni in Atmosfera In Val Belluna L Inventario delle Emissioni in Atmosfera In Val Belluna Dott. Roberto Piol Foto Kirchner M. (2006) A LIVELLO LOCALE: perde risoluzione perde attendibilità non considera le specificità locali Agenzia Europea

Dettagli

Fondo Ministero dell'assistenza Post- Bellica Ufficio Provinciale di Belluno (1945-1953)

Fondo Ministero dell'assistenza Post- Bellica Ufficio Provinciale di Belluno (1945-1953) Fondo Ministero dell'assistenza Post- Ufficio Provinciale di Belluno (1945-1953) a cura di Franca Cosmai 2013 Nota storico istituzionale Con d.m. 19 settembre 1945 vengono istituiti gli Uffici provinciali

Dettagli

Contributi per evento dell 8 maggio 2015 c/o UNiVda

Contributi per evento dell 8 maggio 2015 c/o UNiVda Région Autonome Vallée d Aoste Regione Autonoma Valle d Aosta Présidence de la Région Secrétaire Général de la Région Presidenza della Regione Segretario Generale della Regione Piano Pluriennale 2014-201

Dettagli

Catalogo delle Azioni del PO FESR 2014-2020 Confronto con il partenariato

Catalogo delle Azioni del PO FESR 2014-2020 Confronto con il partenariato Catalogo delle Azioni del PO FESR 2014-2020 Confronto con il partenariato Dipartimento Programmazione e Finanze SALVATORE PANZANARO DOMENICA NARDELLI GIUSEPPE BERNARDO FFAELE PACIELLO ENRICO D ALESSIO

Dettagli

STATO ATTUALE, NUOVI REQUISITI E PROSPETTIVE DELLE ATTIVITÀ PER LA AGENDA DIGITATALE REGIONE ABRUZZO. 01 Luglio 2014

STATO ATTUALE, NUOVI REQUISITI E PROSPETTIVE DELLE ATTIVITÀ PER LA AGENDA DIGITATALE REGIONE ABRUZZO. 01 Luglio 2014 STATO ATTUALE, NUOVI REQUISITI E PROSPETTIVE DELLE ATTIVITÀ PER LA AGENDA DIGITATALE REGIONE ABRUZZO 01 Luglio 2014 Sviluppo della Società dell Informazione La Regione Abruzzo si è dotata di strumenti

Dettagli

Le Marche connesse. Regione Marche

Le Marche connesse. Regione Marche Le Marche connesse 1 I progetti, dimensione economica e stato di attuazione (2/2) Fonti finanziarie Importo ( ) N. Inteventi Stato Attuazione Ministero Sviluppo Economico POR FESR Marche CRO 2007/2013

Dettagli

PROGETTO. 1st Transnational Accessibility Workshop Campobasso 28 febbraio 2014. BUONE PRATICHE nella Regione Molise

PROGETTO. 1st Transnational Accessibility Workshop Campobasso 28 febbraio 2014. BUONE PRATICHE nella Regione Molise PROGETTO 1st Transnational Accessibility Workshop Campobasso 28 febbraio 2014 BUONE PRATICHE nella Regione Molise Nicola Pavone Servizio Coordinamento e Programmazione Comunitaria fondo FESR 1 AGENDA DIGITALE

Dettagli

Provincia di Belluno. Bilancio demografico e popolazione residente al 31 dicembre. Anni

Provincia di Belluno. Bilancio demografico e popolazione residente al 31 dicembre. Anni Bilancio demografico e popolazione residente al 31 dicembre. Anni 2014-2015 PROVINCIA DI BELLUNO 2014 2015 Maschi Femmine Totale Maschi Femmine Totale Popolazione al 1 gennaio 101.055 108.375 209.430 100.307

Dettagli

COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA. (in rosso le aree in Digital Divide)

COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA. (in rosso le aree in Digital Divide) COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA (in rosso le aree in Digital Divide) AL VIA BANDI PER 900 MLN DI EURO PER AZZERARE DIGITAL DIVIDE E BANDA ULTRALARGA Internet veloce per 7 mln. di cittadini, 5000 nuovi

Dettagli

Gli interventi della Regione del Veneto per l accesso a reti e servizi a banda larga, con particolare riferimento alle aree montane

Gli interventi della Regione del Veneto per l accesso a reti e servizi a banda larga, con particolare riferimento alle aree montane Gli interventi della Regione del Veneto per l accesso a reti e servizi a banda larga, con particolare riferimento alle aree montane 1 Indice Il problema L individuazione delle aree d intervento Obiettivi

Dettagli

ELENCO COMUNI DELLA REGIONE DEL VENETO CONFINANTI CON LE PROVINCE AUTONOME DI BOLZANO E DI TRENTO

ELENCO COMUNI DELLA REGIONE DEL VENETO CONFINANTI CON LE PROVINCE AUTONOME DI BOLZANO E DI TRENTO Allegato A4 Dgr n. del pag. 1 /5 ALLEGATOA4 alla Dgr n. 494 del 19 aprile 2016 giunta regionale 10^ legislatura ELENCO REGIONE DEL VENETO CONFINANTI CON LE AUTONOME DI BOLZANO E ALLEGATO A4 Comuni della

Dettagli

RAPPORTO SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI OBIETTIVO RACCOLTA DIFFERENZIATA 70% ANALISI DEI DATI 2007 E COMPARAZIONE CON GLI ANNI 2005 E 2006

RAPPORTO SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI OBIETTIVO RACCOLTA DIFFERENZIATA 70% ANALISI DEI DATI 2007 E COMPARAZIONE CON GLI ANNI 2005 E 2006 NEC SPE NEC METU OBIETTIVO RACCOLTA 70% RAPPORTO SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI ANALISI DEI DATI 2007 E COMPARAZIONE CON GLI ANNI 2005 E 2006 Saluto Provincia di Belluno I dati della raccolta differenziata

Dettagli

Gruppo Forza Italia. L ICT in PIEMONTE LE PROPOSTE DI FORZA ITALIA PER RILANCIARE, CON FONDI EUROPEI, UN SETTORE STRATEGICO

Gruppo Forza Italia. L ICT in PIEMONTE LE PROPOSTE DI FORZA ITALIA PER RILANCIARE, CON FONDI EUROPEI, UN SETTORE STRATEGICO L ICT in PIEMONTE LE PROPOSTE DI FORZA ITALIA PER RILANCIARE, CON FONDI EUROPEI, UN SETTORE STRATEGICO La best practice Trentino Politiche ed incentivi pubblici per lo sviluppo di infrastrutture a banda

Dettagli

ELENCO COMUNI DELLA REGIONE DEL VENETO CONFINANTI CON LE PROVINCE AUTONOME DI BOLZANO E DI TRENTO

ELENCO COMUNI DELLA REGIONE DEL VENETO CONFINANTI CON LE PROVINCE AUTONOME DI BOLZANO E DI TRENTO Allegato A4 Dgr n. 494 del 19/04/2016 pag. 1 /5 giunta regionale 10^ legislatura ELENCO REGIONE DEL VENETO CONFINANTI CON LE AUTONOME DI BOLZANO E ALLEGATO A4 Comuni della Regione Veneto confinanti con

Dettagli

STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE. Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014

STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE. Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014 Al servizio di gente unica STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014 Trieste 11 febbraio 2015 La crescita digitale in

Dettagli

Banda Larga e Banda Ultra Larga in Regione Lombardia. Raffaele Tiscar Firenze Settembre 2013

Banda Larga e Banda Ultra Larga in Regione Lombardia. Raffaele Tiscar Firenze Settembre 2013 Banda Larga e Banda Ultra Larga in Regione Lombardia Raffaele Tiscar Firenze Settembre 2013 IL PROGETTO BANDA LARGA 2 Il progetto di Banda Larga 95 M Investimento totale 41 M 918 Contributo pubblico (FESR)

Dettagli

A SERVIZIO DEGLI ENTI LOCALI E DEL TERRITORIO PER IL CITTADINO

A SERVIZIO DEGLI ENTI LOCALI E DEL TERRITORIO PER IL CITTADINO LA LARGA BANDA TRA PRESENTE E FUTURO LA LARGA BANDA TRA PRESENTE E FUTURO Le nuove reti tecnologiche a servizio dell innovazione, dello sviluppo e del territorio Mercoledì 18 marzo 2009 SOCIETA INFORMATICA

Dettagli

Studio Planning De Conz Mauro CURRICULUM VITAE_ 10 gennaio 2014

Studio Planning De Conz Mauro CURRICULUM VITAE_ 10 gennaio 2014 Gennaio 2014 Curriculum Professionale dello Studio e del Titolare Studio Planning di De Conz Mauro e Viel Mariagrazia Via dell Anta, 14-32100 - Belluno (BL) c.f. / p.iva 00289240251 tel. 0437 932593 fax

Dettagli

Luca Zanetta Uniontraspor ti. Piani per lo sviluppo delle infrastrutture di rete in Calabria

Luca Zanetta Uniontraspor ti. Piani per lo sviluppo delle infrastrutture di rete in Calabria Luca Zanetta Uniontraspor ti Piani per lo sviluppo delle infrastrutture di rete in Calabria Reti a banda larga e ultralarga Le reti di telecomunicazione ad alta velocità sono un infrastruttura strategica

Dettagli

Banda larga. Asset strategico per la competitività del territorio

Banda larga. Asset strategico per la competitività del territorio Banda larga Asset strategico per la competitività del territorio La strategia digitale di Confindustria Verona Iniziative volte a promuovere la riduzione del digital divide culturale e infrastrutturale:

Dettagli

BANDA LARGA NELLE AREE RURALI ITALIANE IL CONTRIBUTO DEL FEASR

BANDA LARGA NELLE AREE RURALI ITALIANE IL CONTRIBUTO DEL FEASR BANDA LARGA NELLE AREE RURALI ITALIANE IL CONTRIBUTO DEL FEASR PROGRAMMAZIONE SVILUPPO RURALE 2007-2013 Risorse per la banda larga con il Piano europeo di ripresa economica Banda larga nel PSN e nei PSR

Dettagli

ACCORDO QUADRO PER PER LO SVILUPPO DELLA BANDA ULTRALARGA SUL TERRITORIO NAZIONALE VERSO GLI OBIETTIVI EU2020

ACCORDO QUADRO PER PER LO SVILUPPO DELLA BANDA ULTRALARGA SUL TERRITORIO NAZIONALE VERSO GLI OBIETTIVI EU2020 ACCORDO QUADRO PER PER LO SVILUPPO DELLA BANDA ULTRALARGA SUL TERRITORIO NAZIONALE VERSO GLI OBIETTIVI EU2020 (ai sensi della delibera CIPE 6 agosto 2015, n.65) L anno 2016, il giorno 11 del mese di febbraio,

Dettagli

L'AGENDA DIGITALE DELLA REGIONE BASILICATA. Ufficio Amministrazione Digitale

L'AGENDA DIGITALE DELLA REGIONE BASILICATA. Ufficio Amministrazione Digitale L'AGENDA DIGITALE DELLA REGIONE BASILICATA Ufficio Amministrazione Digitale PERCHÉ UN AGENDA DIGITALE LUCANA Per continuare il percorso già intrapreso con il Piano Basitel, con la Programmazione 2007-2013

Dettagli

CONNECTING INNOVATION

CONNECTING INNOVATION CONNECTING INNOVATION New Digital Government Summit 2015 25 novembre 2015 Federico Protto CEO Retelit S.p.A. 1 LA «TERZA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE».così l Economist il 21 aprile del 2012 ha definito il passaggio

Dettagli

Calendario delle fiere 2014

Calendario delle fiere 2014 Calendario delle fiere 2014 data località denominazione 18 gennaio Trichiana - S. Antonio Fiera d inverno Tortal 14 febbraio Livinallongo - Pieve Fiera di San Valentino 16 febbraio Limana Mostra dell artigianato

Dettagli

Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014-2020

Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014-2020 Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014-2020 Pietro Cecchinato Monselice 21 luglio 2015 Sezione Programmazione e Autorità di Gestione FESR I PRINCIPI BASILARI Il Programma Operativo Regionale (POR),

Dettagli

Strumentazioni in favore dell imprenditoria femminile e giovanile

Strumentazioni in favore dell imprenditoria femminile e giovanile Strumentazioni in favore dell imprenditoria femminile e giovanile Verona, 14 aprile 2014 Michele Pelloso Direttore Sezione Industria e Artigianato Assessorato all Economia e Sviluppo, Ricerca e Innovazione

Dettagli

Tecnologie Informatiche per la PA egovernment Intelligence

Tecnologie Informatiche per la PA egovernment Intelligence Fumetti da: http://xkcd.com/688 Tecnologie Informatiche per la PA egovernment Intelligence Dipartimento di Informatica Università Ca Foscari di Venezia 1 I tre fronti di innovazione per la PA PA Gestione

Dettagli

Il CSST regionale a supporto dello sviluppo dei Centri Servizi Territoriali Veneti/A.L.I.

Il CSST regionale a supporto dello sviluppo dei Centri Servizi Territoriali Veneti/A.L.I. Il CSST regionale a supporto dello sviluppo dei Centri Servizi Territoriali Veneti/A.L.I. Villa Cordellina Montecchio Maggiore Vicenza - 21 gennaio 2008 A cura di Bruno Salomoni Segreteria Regionale Affari

Dettagli

POSTER SESSION @ FORUM PA 2013

POSTER SESSION @ FORUM PA 2013 POSTER SESSION @ FORUM PA 2013 I punti di accesso pubblici P3@ Roma, 28 maggio 2013 Dott. Chiaranda Tranquillo Regione del Veneto Giunta Regionale Direzione Sistemi Informativi #poster #forumpa2013 Il

Dettagli

Calendario delle fiere 2013

Calendario delle fiere 2013 Calendario delle fiere 2013 data località denominazione 19 gennaio Trichiana - S. Antonio Fiera d inverno Tortal 14 febbraio Livinallongo - Pieve Fiera di San Valentino 17 febbraio Cesiomaggiore Festa

Dettagli

Finanziamenti regionali per le P.M.I. per la realizzazione di audit energetici (misura co finanziata dal MI.S.E.)

Finanziamenti regionali per le P.M.I. per la realizzazione di audit energetici (misura co finanziata dal MI.S.E.) In collaborazione con: Finanziamenti regionali per le P.M.I. per la realizzazione di audit energetici (misura co finanziata dal MI.S.E.) Stefania Ghidorzi Direzione Energia Infrastrutture Lombarde Comitato

Dettagli

Avanzamento attività Piano Banda Ultra Larga Regione Piemonte

Avanzamento attività Piano Banda Ultra Larga Regione Piemonte Avanzamento attività Piano Banda Ultra Larga Regione Piemonte Incontri con il territorio Maggio 2016 Obiettivi del Piano Nazionale BUL e obiettivi comunitari - Copertura ad almeno 100 Mbps fino all 85%

Dettagli

Programma Operativo 2014/2020

Programma Operativo 2014/2020 Programma Operativo Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014/2020 DOTAZIONE FINANZIARIA F.E.S.R. 2014/2020 965.844.740 Nel periodo 2007/2013 1.076.000.000 Criteri di concentrazione delle risorse per la

Dettagli

Gli enti intermedi come motore o strumento della diffusione dei servizi e innovazione per le realtà locali. Raffaele Gareri Padova 9 Maggio 2011

Gli enti intermedi come motore o strumento della diffusione dei servizi e innovazione per le realtà locali. Raffaele Gareri Padova 9 Maggio 2011 Gli enti intermedi come motore o strumento della diffusione dei servizi e innovazione per le realtà locali Raffaele Gareri Padova 9 Maggio 2011 Il contesto Il 49% del Pil dell UE è frutto dei servizi innovativi

Dettagli

Banda Larga e Ultra Larga. Il Programma Lazio 30Mega e gli interventi infrastrutturali nell Agenda Digitale del Lazio

Banda Larga e Ultra Larga. Il Programma Lazio 30Mega e gli interventi infrastrutturali nell Agenda Digitale del Lazio Banda Larga e Ultra Larga Il Programma Lazio 30Mega e gli interventi infrastrutturali nell Agenda Digitale del Lazio Banda Larga e Ultra Larga - Agenda - Banda Larga: Accordi, coperture finanziarie e stato

Dettagli

Progetto banda larga e ultra larga per le imprese del territorio di Ravenna

Progetto banda larga e ultra larga per le imprese del territorio di Ravenna 2014 Progetto banda larga e ultra larga per le imprese del territorio di Ravenna in collaborazione con Intervento del Segretario Generale della CCIAA di Ravenna Paola Morigi Ravenna 1 L impegno della CCIAA

Dettagli

Infrastrutture tecnologiche e Banda Larga

Infrastrutture tecnologiche e Banda Larga Infrastrutture tecnologiche e Banda Larga La connettività a banda larga rappresenta un fattore strategico per lo sviluppo di un territorio in termini di crescita economica e di coesione sociale, come ormai

Dettagli

Aiuti per la ricerca e sviluppo e venture capital per le PMI innovative. FI.LA.S Spa

Aiuti per la ricerca e sviluppo e venture capital per le PMI innovative. FI.LA.S Spa Aiuti per la ricerca e sviluppo e venture capital per le PMI innovative Renato Savini FI.LA.S Spa Convegno Nuove agevolazioni per le imprese con Fondi Europei (POR FESR Lazio 2007/2013) e regionali 1 28.11.2008

Dettagli

Strategia per la banda ultralarga e crescita digitale

Strategia per la banda ultralarga e crescita digitale Martedì 3 marzo 2015 1 / 25 Strategia per la banda ultralarga e crescita digitale Presidenza del Consiglio dei Ministri, AgID, Ministero dello Sviluppo Economico Infrastrutture: dove siamo L Italia è il

Dettagli

Calendario delle fiere 2015

Calendario delle fiere 2015 Calendario delle fiere 2015 Data Località Denominazione 17 gennaio Trichiana Fiera d Inverno S. Antonio Tortal 15 febbraio Limana Mostra dell artigianato e vecchie tradizioni 8 marzo Lentiai Fiera di Primavera

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO DEL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA SS-13-HO-XNO02 AMBITO TERRITORIALE DELLA PROVINCIA DI BELLUNO -

SISTEMA INFORMATIVO DEL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA SS-13-HO-XNO02 AMBITO TERRITORIALE DELLA PROVINCIA DI BELLUNO - AMBITO TERRITORIALE DELLA PROVINCIA DI BELLUNO - ORGANICO DI DIRITTO - ANNO SCOLASTICO 2014/15 PAG. 1 Legenda : D.EL.- indica il valore dei dati elementari D.G. - indica il numero dei Direttori dei Servizi

Dettagli

La strategia AgID per la realizzazione dell Agenda. Agostino Ragosa

La strategia AgID per la realizzazione dell Agenda. Agostino Ragosa La strategia AgID per la realizzazione dell Agenda Digitale Italiana Agostino Ragosa Forum PA 2013 Palazzo dei Congressi - Roma, 28 Maggio 2013 Il contesto L economia digitale italiana Ha registrato un

Dettagli

WORKERS BUY OUT: Mestieri, Competenze, Lavoro Storie di nuova cooperazione

WORKERS BUY OUT: Mestieri, Competenze, Lavoro Storie di nuova cooperazione WORKERS BUY OUT: Mestieri, Competenze, Lavoro Storie di nuova cooperazione Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR e POR FSE 2014-2020 Direttore Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell

Dettagli

I Villaggi Digitali per i cittadini e per le imprese

I Villaggi Digitali per i cittadini e per le imprese Agenda Digitale Toscana I Villaggi Digitali per i cittadini e per le imprese Laura Castellani ICT e crescita Nell Agenda Digitale Europea la Commissione ha indicato ai Paesi membri obiettivi per il 2020

Dettagli

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali Bando/Agevolazione: Beni strumentali ("Nuova Sabatini") Obiettivo: incrementare la competitività e migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l acquisto di nuovi macchinari,

Dettagli

Regione Veneto Bando per la concessione di contributi per la creazione di FABLAB in Veneto

Regione Veneto Bando per la concessione di contributi per la creazione di FABLAB in Veneto Regione Veneto Bando per la concessione di contributi per la creazione di FABLAB in Veneto Requisiti soggetto proponente Possono partecipare al bando laboratori digitali (FabLab) già esistenti o di nuova

Dettagli

IL POR FESR ABRUZZO 2014 2020

IL POR FESR ABRUZZO 2014 2020 IL POR FESR ABRUZZO 2014 2020 QUANTO VALE IL POR FESR ABRUZZO 2014 2020 POR FESR 231.509.780 50% 50% UE STATO LA STRATEGIA DEL POR FESR ABRUZZO 2014-2020 Europa 2020 Obiettivi tematici Sviluppo Locale

Dettagli

Banda ultralarga: 6 miliardi per il nuovo piano

Banda ultralarga: 6 miliardi per il nuovo piano Banda ultralarga: 6 miliardi per il nuovo piano - 5 marzo 2015 - Il Consiglio dei Ministri ha approvato la Strategia italiana per la banda ultralarga e per la crescita digitale 2014-2020. Le due strategie

Dettagli

La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione.

La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione. La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione. Treviso, 24 febbraio 2015 Smart Specialisation Strategy Rappresenta il rafforzamento delle specializzazioni del territorio e la promozione

Dettagli

Alcune informazioni sulla montagna Bellunese

Alcune informazioni sulla montagna Bellunese Alcune informazioni sulla montagna Bellunese Non sempre si sa ciò che serve Diego Cason Sociologo. Studi e ricerche sociali, economiche e territoriali. Prima questione preliminare La dimensione verticale

Dettagli

Rapporto Innovazione nell Italia delle Regioni 2012 LUCAI. Lucia Pasetti - Milano, 21 gennaio 2013

Rapporto Innovazione nell Italia delle Regioni 2012 LUCAI. Lucia Pasetti - Milano, 21 gennaio 2013 LUCAI 2012 Il CISIS CPSI Comitato Permanente Sistemi Informatici CPSS Comitato Permanente Sistemi Statistici CPSG Comitato Permanente Sistemi Geografici La cooperazione interregionale Il CISIS opera come

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DEL VENETO ALLEGATO 6. DELIMITAZIONE DELLE ZONE MONTANE (art. 50, par. 4 del reg.

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DEL VENETO ALLEGATO 6. DELIMITAZIONE DELLE ZONE MONTANE (art. 50, par. 4 del reg. PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DEL VENETO 2007-2013 ALLEGATO 6 DELIMITAZIONE DELLE ZONE MONTANE (art. 50, par. 4 del reg. () 1698/2005) L approccio secondo cui le zone montane sono considerate solo aree

Dettagli

Agenda Digitale: questione tecnologica o solo culturale e organizzativa?

Agenda Digitale: questione tecnologica o solo culturale e organizzativa? Agenda Digitale: questione tecnologica o solo culturale e organizzativa? Paolo Donzelli DG Progetti strategici per l innovazione digitale Dipartimento per la Digitalizzazione della P.A. e l innovazione

Dettagli

Cammino delle Dolomiti

Cammino delle Dolomiti Periodo: 1-7 agosto 2012 01/08/2012 Da San Vittore a Facen Percorso di 4 ore, dislivello in salita 300 m, lunghezza 10 km Luoghi d interesse: Santuario dei santi Vittore e Corona, Città di Feltre, Parrocchiale

Dettagli

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori. 27/11/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 95 - Supplemento n.

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori. 27/11/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 95 - Supplemento n. Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 18 novembre 2014, n. 794 DGR n. 353/2014 - Approvazione schema dell'aggiornamento dell'"accordo Quadro per la realizzazione del

Dettagli

Avanzamento attività Piano Banda Ultra Larga Regione Piemonte

Avanzamento attività Piano Banda Ultra Larga Regione Piemonte Avanzamento attività Piano Banda Ultra Larga Regione Piemonte Incontro con Operatori Maggio 2016 Obiettivi del Piano Nazionale BUL e obiettivi comunitari - Copertura ad almeno 100 Mbps fino all 85% della

Dettagli

Il progetto di realizzazione di una dorsale in fibra ottica in Provincia di Belluno. Claudio Costa Assessore all Innovazione Provincia di Belluno

Il progetto di realizzazione di una dorsale in fibra ottica in Provincia di Belluno. Claudio Costa Assessore all Innovazione Provincia di Belluno Il progetto di realizzazione di una dorsale in fibra ottica in Provincia di Belluno Claudio Costa Assessore all Innovazione Provincia di Belluno FORUMPA 2009-11/14 maggio 2009 Agenda Banda Larga: contesto

Dettagli

L ENERGIA IN VENETO Provincia di Belluno

L ENERGIA IN VENETO Provincia di Belluno Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Dipartimento Provinciale di Belluno Servizio Sistemi Ambientali L ENERGIA IN VENETO Provincia di Belluno Anno 2010 Pagina 3 1 Inquadramento

Dettagli

Piano Nazionale per la Larga Banda

Piano Nazionale per la Larga Banda Piano Nazionale per la Larga Banda Paolo Corda Infratel Italia spa Piano Nazionale per la Larga Banda Dipartimento per le Comunicazioni Obiettivo principale del Piano Nazionale è raggiungere il 95,6% della

Dettagli

Agenda digitale italiana Sanità digitale

Agenda digitale italiana Sanità digitale Agenda digitale italiana Sanità digitale Paolo Donzelli Ufficio Progetti strategici per l innovazione digitale Dipartimento per la Digitalizzazione della P.A. e l innovazione tecnologica Presidenza del

Dettagli

Iniziative Consip a supporto della Agenda digitale italiana

Iniziative Consip a supporto della Agenda digitale italiana 1 Iniziative Consip a supporto della Agenda digitale italiana Incontro con le Pubbliche Amministrazioni Centrali Roma 21-09-2015 2 Perimetro potenziale di spesa ICT per il quinquennio 2014-18 La stima

Dettagli

NGN & WIFI PROMOSSI DALLA PA

NGN & WIFI PROMOSSI DALLA PA Il Trentino Territorio d innovazione Mario Groff mario.groff@trentinonetwork.it L infrastrutturazione in larga banda ed in fibra ottica sono elementi abilitanti allo sviluppo imprenditoriale, dei servizi

Dettagli

Fattura elettronica e conservazione

Fattura elettronica e conservazione Fattura elettronica e conservazione Maria Pia Giovannini Responsabile Area Regole, standard e guide tecniche Agenzia per l Italia Digitale Torino, 22 novembre 2013 1 Il contesto di riferimento Agenda digitale

Dettagli

Il contributo Pubblico allo sviluppo dei servizi a Banda Larga

Il contributo Pubblico allo sviluppo dei servizi a Banda Larga Il contributo Pubblico allo sviluppo dei servizi a Banda Larga Paolo Corda Infratel Italia spa La missione di Infratel Estendere le opportunità di accesso alla banda larga in tutte le aree sottoutilizzate

Dettagli

Periodico statistico. della provincia di Belluno. n 17

Periodico statistico. della provincia di Belluno. n 17 Periodico statistico della provincia di Belluno n 17 Il mercato del lavoro provinciale: aggiornamento a settembre 2013 1 2 PRESENTAZIONE SOMMARIO Questo numero del Periodico statistico viene diffuso con

Dettagli

Linee Guida per l Agenda Digitale del Veneto

Linee Guida per l Agenda Digitale del Veneto Agenda Digitale del Veneto Linee Guida per l Agenda Digitale del Veneto (Documento approvato con DGR n. 554 del 3 maggio 2013) #adveneto agendadigitale.regione.veneto.it A cura della Regione del Veneto

Dettagli

PROTOCOLLO D' INTESA PER L ATTUAZIONE DELL ASSE 6 CITTA AT- TRATTIVE E PARTECIPATE DEL POR FESR EMILIA ROMAGNA 2014-2020

PROTOCOLLO D' INTESA PER L ATTUAZIONE DELL ASSE 6 CITTA AT- TRATTIVE E PARTECIPATE DEL POR FESR EMILIA ROMAGNA 2014-2020 Allegato parte integrante - 2 Allegato B) PROTOCOLLO D' INTESA PER L ATTUAZIONE DELL ASSE 6 CITTA AT- TRATTIVE E PARTECIPATE DEL POR FESR EMILIA ROMAGNA 2014-2020 TRA Regione Emilia Romagna, in persona

Dettagli

Il sostegno delle istituzioni ai processi di innovazione e di sviluppo del territorio. Alberto Daprà Milano, 26 Maggio 2009

Il sostegno delle istituzioni ai processi di innovazione e di sviluppo del territorio. Alberto Daprà Milano, 26 Maggio 2009 Il sostegno delle istituzioni ai processi di innovazione e di sviluppo del territorio Alberto Daprà Milano, 26 Maggio 2009 Contenuti Lombardia: un territorio fertile per l innovazione Il sostegno delle

Dettagli

PROGETTO INTERREG ITALIA/AUSTRIA IV CICLOVIA DELL AMICIZIA da Monaco di Baviera a Venezia - cod.6162 SVILUPPO CLUB DI PRODOTTO DOLOMITES BIKE CLUB

PROGETTO INTERREG ITALIA/AUSTRIA IV CICLOVIA DELL AMICIZIA da Monaco di Baviera a Venezia - cod.6162 SVILUPPO CLUB DI PRODOTTO DOLOMITES BIKE CLUB Progetto co-finanziato attraverso il Programma Interreg IV Italia-Austria (FESR) PROGETTO INTERREG ITALIA/AUSTRIA IV CICLOVIA DELL AMICIZIA da Monaco di Baviera a Venezia - cod.6162 SVILUPPO CLUB DI PRODOTTO

Dettagli