LA PITTURA TRA DUECENTO E TRECENTO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA PITTURA TRA DUECENTO E TRECENTO"

Transcript

1 LA PITTURA TRA DUECENTO E TRECENTO

2 TOSCANA PITTURA SU TAVOLA Berlinghiero Berlinghieri, Croce dipinta (iconografia del Christus triumphans), Lucca, Museo Nazionale di Villa Guinigi, 1210 ca

3 Giunta Pisano, Croce dipinta (iconografia del Christus patiens), Bologna, S. Domenico,

4 Bonaventura Berlinghieri, S. Francesco e storie della vita (tavola agiografica), dossale d altare, Pescia (Pistoia), S. Francesco, 1233 *Il ritratto di S. Francesco qui proposto è uno dei primi del santo, morto solo sette anni primi. Il più antico noto è realizzato ad affresco e si trova nel monastero di Subiaco (Roma) (1228).

5 Margaritone d Arezzo, Madonna col Bambino (Maestà), Arezzo, Museo Statale di Arte Medievale e Moderna, 1250 ca

6 FIRENZE Credette Cimabue ne la pittura tener lo campo, e ora ha Giotto il grido, sì che la fama di colui è scura. (Dante, Purgatorio, XI, 94-96) - COPPO DI MARCOVALDO (documentato tra il 1260 e il 1276); - CIMABUE (Cenni di Pepo o Pepi; documentato a Roma nel 1272; morto a Pisa nel 1302); - GIOTTO (di Bondone; nato a Vespignano nel Mugello, Firenze, intorno al 1266/67; morto l 8 gennaio 1337 a Firenze).

7 COPPO DI MARCOVALDO Siena, S. Maria dei Servi, Madonna col Bambino (detta del Bordone ), 1261 Orvieto, Museo dell Opera del Duomo, Madonna col Bambino, 1270 ca

8 Firenze, battistero di S. Giovanni, mosaici della cupola, XIII secolo (dal 1228, su progetto di vari artisti) Particolare dell Inferno, dal Giudizio Universale, su modello di Coppo, ca

9 CIMABUE Arezzo, S. Domenico, Crocifisso, Firenze, Museo dell Opera di S. Croce, Crocifisso, 1280 ca (prima dell alluvione del 1966)

10 Parigi, Musée du Louvre, Madonna col Bambino, 1280 ca (per S. Francesco a Pisa) Firenze, Galleria degli Uffizi, Madonna col Bambino (Maestà di S. Trinita),

11 Assisi, S. Francesco, basilica superiore, transetto sinistro, Crocifissione, ca, affresco

12 Assisi, S. Francesco, basilica inferiore, transetto destro, Maestà tra angeli e S. Francesco, ca, affresco

13 Pisa, cattedrale, mosaico absidale e particolare del S. Giovanni Evangelista di Cimabue, 1301

14 GIOTTO Assisi, S. Francesco, basilica superiore, Storie di S. Francesco, ca, affreschi Il monito del crocifisso di S. Damiano La rinuncia ai beni Il sogno di Innocenzo III

15 Assisi, S. Francesco, basilica superiore, Storie di S. Francesco, ca, affresco La donazione del mantello

16 Assisi, S. Francesco, basilica superiore, Storie di S. Francesco, ca, affresco L omaggio dell uomo semplice

17 Assisi, S. Francesco, basilica superiore, Storie di S. Francesco, ca, affresco L approvazione della regola francescana da parte di papa Onorio III

18 Assisi, S. Francesco, basilica superiore, Storie di S. Francesco, ca, affresco Il presepe di Greccio

19 Firenze, S. Maria Novella, Crocifisso, ca, tempera su tavola

20 Firenze, Galleria degli Uffizi, Madonna di Ognissanti, , tempera e oro su tavola Firenze, Galleria degli Uffizi, sala 2, Giotto e il XIII secolo *Nella stessa sala si conservano le Maestà di Cimabue, Giotto e Duccio di Buoninsegna

21 Padova, Cappella degli Scrovegni, (verso il presbiterio)

22 Padova, Cappella degli Scrovegni, (verso la controfacciata)

23 Padova, Cappella degli Scrovegni, , dettaglio con la donazione di Enrico Scrovegni nel Giudizio Universale ed esterno della cappella

24 Padova, Cappella degli Scrovegni, , dettagli degli affreschi Le personificazioni dei Vizi e delle Virtù. Da sinistra a destra: l Ira, la Prudenza, l Incostanza Coretto dipinto in trompe-l oeil

25 Padova, Cappella degli Scrovegni, , il Compianto sul Cristo morto, affresco

26 Padova, Cappella degli Scrovegni, , la Strage degli Innocenti, affresco

27 Padova, Cappella degli Scrovegni, , la Cattura di Cristo, affresco

28 Padova, Cappella degli Scrovegni, , l Incontro alla Porta Aurea, affresco

29 Assisi, S. Francesco, basilica inferiore, cappella della Maddalena, affreschi di Giotto e bottega,

30 Assisi, S. Francesco, basilica inferiore, cappella della Maddalena, affreschi di Giotto e bottega, Viaggio della Maddalena a Marsiglia Noli me tangere

31 ROMA S. Pietro in Vaticano, disegno del catino absidale duecentesco prima della distruzione e frammenti del mosaico dell età di Innocenzo III ( ), conservati a Roma, Museo Barracco

32 S. Pietro in Vaticano, la facciata della basilica con le decorazioni pittoriche dell età di Gregorio IX ( ) in un acquerello dei primi del Seicento

33 S. Paolo fuori le mura, l interno prima dell incendio del 1823 e l interno attuale

34 S. Paolo f.l.m., catino absidale con i mosaici dell età di Onorio III ( )

35 Planimetria del complesso monastico dei Ss. Quattro Coronati, in evidenza l oratorio di S. Silvestro E. Roesler Franz, Veduta del monastero dei Ss. Quattro Coronati (Museo di Roma) Complesso monastico dei Ss. Quattro Coronati, la torre di Stefano de Conti vicarius urbis

36 La donazione delle insegne di Costantino a papa Silvestro Ss. Quattro Coronati, oratorio di S. Silvestro, 1246

37 Cappella del Sancta Sanctorum, già nel Palazzo Papale Lateranense, età di papa Niccolò III ( )

38 Sancta Sanctorum, affreschi dell età di Niccolò III ( )

39 JACOPO TORRITI (metà XIII - inizi XIV secolo S. Giovanni in Laterano, mosaico absidale (copia ottocentesca del mosaico dell età di Niccolò IV, )

40 S. Maria Maggiore, mosaico absidale con l Incoronazione della Vergine e Storie della Vergine tra le finestre, dall età di papa Niccolò IV ( ) entro il 1295

41 PIETRO CAVALLINI (Roma, ca) S. Cecilia in Trastevere, controfacciata, Giudizio universale, 1295 ca, affresco

42 S. Maria in Trastevere, mosaici del catino absidale dell età di Innocenzo II ( ) e mosaici con le Storie della Vergine tra le finestre di P. Cavallini, 1296 ca.

43 S. Maria in Trastevere, Storie della Vergine, 1296 ca. L Annunciazione La Presentazione al tempio

44 GIOTTO Disegno Grimaldi, sec. XVI (Milano, Biblioteca Ambrosiana) S. Giovanni in Laterano, Bonifacio VIII si mostra alla folla dalla loggia delle benedizioni del Laterano, ca, affresco staccato

45 Tondi con angeli dal mosaico della Navicella, (già in S. Pietro in Vaticano) Boville Ernica (Frosinone), S. Pietro Ispano Roma, S. Pietro, Grotte Vaticane

46 *Il Trittico Stefaneschi prende il nome dal committente, il cardinale Jacopo Caetani Stefaneschi, raffigurato nel pannello centrale, inginocchiato davanti a Cristo sulla sinistra. Nei pannelli laterali compaiono i martirii dei principi degli Apostoli (la Crocifissione di S. Pietro sulla sinistra, la decollazione di S. Paolo sulla destra). Pinacoteca Vaticana, Trittico Stefaneschi, , tempera e oro su tavola È stato ampiamente eseguito con la collaborazione della bottega.

47 Pinacoteca Vaticana, Trittico Stefaneschi, , tempera e oro su tavola * Il cardinale Stefaneschi appare in vesti sontuose nel pannello centrale davanti a S. Pietro, inginocchiato sulla sinistra con il trittico stesso in mano. È questo un caso di tableau dans le tableau (quadro nel quadro), utile per una ricostruzione dell aspetto originario dell opera, oggi priva dell incorniciatura lignea dorata.

48 SIENA - DUCCIO DI BUONINSEGNA (Siena, 1255 ca /19); - SIMONE MARTINI (Siena, 1284 ca - Avignone, 1344); - PIETRO LORENZETTI (Siena, 1280/ [?]); - AMBROGIO LORENZETTI (Siena, [?]).

49 DUCCIO DI BUONINSEGNA *Duccio impiega ampiamente modelli bizantini e gotici transalpini nella sua opera. Probabilmente venne in contatto con questi prodotti culturali grazie all ampia circolazione di mosaici portatili e codici greci, e di libri di modelli, avori, oreficerie e codici francesi nella Toscana del tempo. Siena, Museo dell Opera del Duomo, Madonna di Crevole, ca, tempera e oro su tavola

50 Firenze, Galleria degli Uffizi, Madonna Rucellai, 1285, tempera e oro su tavola * È in questa sala che si conservano anche le Maestà di Giotto (Madonna di Ognissanti) e di Cimabue (Madonna di S. Trinita) *Per la cappella dei Laudesi in S. Maria Novella a Firenze Firenze, Galleria degli Uffizi, sala 2, Giotto e il XIII secolo.

51 Duccio, 1285 Cimabue, 1280 *La Madonna Rucellai di Duccio è chiaramente ispirata alla Madonna al Louvre di Cimabue, di cui fornisce una originale rielaborazione in senso gotico.

52 Siena, Pinacoteca Nazionale, Madonna dei Francescani, 1300/1308, tempera su tavola *Duccio è ben inserito nell ambiente senese, tanto che negli anni viene eseguita su un suo modello la grande vetrata del duomo con Storie della Vergine, dove dimostra ancora una forte dipendenza da Cimabue. Aderisce in seguito sempre maggiormente allo stile gotico, nell ultimo decennio del secolo, come emerge dalla Madonna dei Francescani. È un rimando ai codici francesi lo sfondo a mattonelle, mentre la posa della Vergine, collocata di lato e arretrata, sembra citare la spazialità illusiva giottesca.

53 Siena, Museo dell Opera del Duomo, Maestà, , tempera e oro su tavola (211x426 cm) Verso (retro) Storie della Passione di Cristo Recto (fronte) Madonna in trono col Bambino, Santi e Angeli * Il capolavoro duccesco venne realizzato per l altare maggiore del duomo di Siena. Le due facce erano completate da una predella (tavolette in basso), la prima della storia dell arte italiana, e da una cimasa (tavolette cuspidate in alto), con incorniciatura lignea.

54 Siena, Museo dell Opera del Duomo, Maestà, , tempera e oro su tavola *La Madonna, raffigurata come protettrice di Siena, è affiancata dai quattro santi patroni della città: Ansano, Savino, Crescenzio e Vittore; a questi, alle estremità della pala, si aggiungono Caterina e Agnese.

55 Siena, Museo dell Opera del Duomo, Maestà, , tempera e oro su tavola, particolare del verso con la Crocifissione *Le Storie della Passione di Duccio rappresentano un ciclo molto ampio, con ben 26 episodi dipinti su 14 formelle. La Crocifissione e l Entrata a Gerusalemme occupano un formella ciascuna, mentre le altre sono raffigurate due a due. La Crocifissione è sintomatica del tradizionalismo duccesco: bipartizione tra bene e male, fondo oro privo di notazioni paesistiche, terreno roccioso.

56 Siena, Museo dell Opera del Duomo, Maestà, , tempera e oro su tavola, particolari del verso *Vivacità dei particolari, fisionomie individuate, sfondi paesistici e notazioni ambientali complessi; citazione delle prospettive giottesche, in quanto espedienti figurativi non vincolanti.

57 SIMONE MARTINI Siena, Palazzo Pubblico, Sala del Mappamondo, Maestà, , affresco

58 Siena, Palazzo Pubblico, Sala del Mappamondo, Maestà, , affresco

59 Siena, Palazzo Pubblico, Sala del Mappamondo, Maestà, , affresco, particolare della Vergine col Bambino in trono *Ripresa dell iconografia della Maestà di Duccio, visto l analogo intento celebrativo della città di Siena. Tuttavia, in Simone Martini vi è più adesione al giottismo e alle novità gotiche, con conseguenti maggiori naturalismo e consistenza plastica. Egli fece, inoltre, largo uso di modelli circolanti nelle botteghe degli orafi.

60 Siena, Palazzo Pubblico, Sala del Mappamondo, Maestà, , affresco, particolare dei Santi *La pittura di Simone è pittura dal tono fortemente aristocratico. Contribuiscono a dare questo tono aulico anche i dettagli materici preziosi (il fermaglio del mantello della Vergine è in vetro; le aureole sono realizzate a punzonatura, tecnica desunta dal mondo degli orafi) e le forme scelte (il trono sembra un reliquiario d oro).

61 Assisi, S. Francesco, basilica inferiore, cappella di S. Martino,

62 Assisi, S. Francesco, basilica inferiore, cappella di S. Martino, , affreschi *Solidità chiaroscurale e architetture giottesche per narrare le storie di un santo cavaliere con toni cortesi e fiabeschi. Presunto autoritratto dell artista

63 Assisi, S. Francesco, basilica inferiore, cappella di S. Martino, , affreschi La Donazione del mantello L Investitura a cavaliere

64 Napoli, Museo Nazionale di Capodimonte, S. Ludovico di Tolosa incorona il fratello Roberto d Angiò, tempera e oro su tavola, 1317 *Nello stesso anno Simone Martini è nominato cavaliere da Roberto d Angiò, re del Regno di Napoli, e Ludovico di Tolosa viene canonizzato. Il dipinto è una icona profana dal valore di manifesto politico e di testimonianza dinastica. Esso presenta il primo ritratto veridico di un vivente della pittura italiana. Per le storie della predella è previsto un punto di vista centrale, come già nelle Storie francescane di Giotto a Assisi.

65 Orvieto, Museo dell Opera del Duomo, Polittico, , tempera e oro su tavola Pisa, Museo Nazionale di S. Matteo, Polittico di Pisa, 1319, tempera e oro su tavola

66 Siena, Palazzo Pubblico, Sala del Mappamondo, Guidoriccio da Fogliano, 1328, affresco *Al di sotto dell affresco del Guidoriccio vi è il castello di Giuncarico, dipinto intorno al 1314 (attribuito dubitativamente a Duccio, Memmo di Filippuccio o allo stesso Simone).

67 Siena, Palazzo Pubblico, Sala del Mappamondo, Guidoriccio da Fogliano, 1328, affresco * Sullo sfondo compaiono i castelli di Sassoforte e Montemassi, conquistati dal condottiero. La raffigurazione di siti reali e riconoscibili è caratteristica della pittura senese, interessata ai paesaggi topografici, spesso con intenti politici (cfr. anche gli Effetti del Buon Governo Ambrogio Lorenzetti).

68 Firenze, Galleria degli Uffizi, Annunciazione, in collaborazione con Lippo Memmi, tempera e oro su tavola, 1333 *Dipinta per il duomo di Siena. Ai lati vi sono S. Ansano e S. Margherita. La posa inarcata della Vergine è suggestione transalpina. Solo tre anni dopo, Martini lascia Siena per la corte papale di Avignone.

69 PIETRO LORENZETTI Assisi, S. Francesco, basilica inferiore, transetto sinistro, Storie della Passione, , affreschi

70 Assisi, S. Francesco, basilica inferiore, transetto sinistro, Storie della Passione, , affreschi *Pietro, formatosi nella bottega di Duccio, lavora a Assisi al servizio del cardinale Napoleone Orsini. Ultima cena; nell ambiente attiguo alla stanza esagonale, una scena di cucina. Deposizione dalla croce Forte patetismo e cruda drammaticità

71 Siena, Pinacoteca Nazionale, Madonna col Bambino in trono tra S. Nicola di Bari e S. Elia e angeli, 1329, tempera e oro su tavola *Dipinta per la chiesa del Carmine di Siena, la pala mostra una notevole adesione al giottismo aulico, reso con una cromia chiara. Pietro risente del contatto con i fiorentini.

72 Siena, Museo dell Opera del Duomo, Trittico della Natività della Vergine, 1342, tempera su tavola *Dipinto per l altare di S. Savino nel duomo di Siena, è l esito più compiuto delle ricerche illusionistiche avviate da Giotto. Uno spazio continuo, composto di due stanze attigue, viene reso su tre tavole, in cui la stessa cornice del polittico partecipa illusionisticamente dell ambiente, sorreggendo le volticine dipinte. Profonda è poi l attenzione per il dettaglio realistico.

73 AMBROGIO LORENZETTI *Il forte plasticismo di matrice giottesca e arnolfiana, insieme ad uno stile rudemente robusto non sono apprezzati nella aristocratica Siena di Simone Martini. Ambrogio si trasferisce dunque a Firenze (ivi documentato nel 1321 e nel 1327), dove ha notevole successo. San Casciano in Val di Pesa (Firenze), Museo di San Casciano, Madonna col Bambino (Madonna di Vico l Abate), 1319, tempera e oro su tavola

74 Firenze, Galleria degli Uffizi, Storie di S. Nicola, 1332 ca, tempera su tavola *Gusto per la narrazione. Creazione di ambienti credibili, riduzione del fondo oro.

75 Siena, Pinacoteca Nazionale, Madonna col Bambino, angeli e santi, , tempera e oro su tavola *Di ritorno a Siena, Ambrogio importa quanto appreso dalla lezione dei fiorentini sulla spazialità illusionistica. Egli avrà committenze ufficiali in città solo dopo la partenza di Simone Martini per Avignone (1336). Dipingerà varie opere per il duomo e per il Palazzo Pubblico.

76 Siena, Palazzo Pubblico, Sala del Consiglio dei Nove (o della Pace), Allegoria del Buon Governo, 1338, affresco *Gli affreschi di Ambrogio Lorenzetti illustrano, ispirandosi a testi di Aristotele e Tommaso d Aquino, i principi politici su cui si reggeva Siena in quel momento storico particolarmente felice. Essi sono un vero e proprio manifesto politico.

77 Siena, Palazzo Pubblico, Sala del Consiglio dei Nove, Allegoria degli effetti del Buon Governo in città e in campagna, 1338, affresco *Paesaggio culmine del naturalismo trecentesco. La città e il suo con-tado sono raffigurati in un mutuo rapporto socioeconomico. Si tratta, tuttavia, di un al-legoria e non di un pae-saggio rappresentato in

78 Siena, Palazzo Pubblico, Sala del Consiglio dei Nove, Allegoria del Cattivo Governo e dei suoi effetti, 1338, affresco *Impiego di espedienti spaziali e cromatico-luministici per la resa di un paesaggio urbano disordinato e fatiscente. Lo stile è in funzione del contenuto.

Appendice B ILLUSTRAZIONI ORIGINALI DELLA TESI DI LAUREA

Appendice B ILLUSTRAZIONI ORIGINALI DELLA TESI DI LAUREA 65 Appendice B ILLUSTRAZIONI ORIGINALI DELLA TESI DI LAUREA 66 Fig. 1 Fig. 2 1. COLLABORATORE DI VUOLVINIO, Altare di Sant Ambrogio (fronte anteriore); 824-829. Lamine d oro e argento, smalti e gemme,

Dettagli

Pittura del 1200 e del 1300. Prof.ssa Ida La Rana

Pittura del 1200 e del 1300. Prof.ssa Ida La Rana Pittura del 1200 e del 1300 Prof.ssa Ida La Rana Per molti secoli in Italia latradizione della pittura bizantina mantiene una profonda influenza sulla figurazione. Dalla metà del XIII secolo iniziano però

Dettagli

Indice del volume. all alto medioevo. 4.1 La fine dell arte antica. 4.2 L esordio dell arte cristiana

Indice del volume. all alto medioevo. 4.1 La fine dell arte antica. 4.2 L esordio dell arte cristiana ndice del volume 4 Dal tardoantico all alto medioevo TEST ONLNE 4.1 La fine dell arte antica 4.1.1 Gli ultimi secoli dell mpero e il Tardoantico 2 4.1.2 La scultura tardoantica 3 L Arco di Costantino a

Dettagli

Giotto, la formazione e le. testimonianze...

Giotto, la formazione e le. testimonianze... Giotto, la formazione e le Lo cita Dante nella Divina commedia... testimonianze... "Credette Cimabue nella pittura tener lo campo, ed ora ha Giotto il grido si che la fama di colui oscura" (Purgatorio

Dettagli

Lingua e Storia dell'arte

Lingua e Storia dell'arte Lingua e Storia dell'arte Una completa immersione nella lingua italiana, nell'arte, nella storia e nella cultura italiana Il corso completo si articola in due settimane: la prima sarà dedicata al Medioevo,

Dettagli

CIMABUE, San Francesco, tempera su tavola, Santa Maria degli Angeli, Assisi (PG), Museo della Porziuncola

CIMABUE, San Francesco, tempera su tavola, Santa Maria degli Angeli, Assisi (PG), Museo della Porziuncola Elenco opere mostra da GIOTTO a GENTILE PITTURA e SCULTURA a FABRIANO fra DUE e TRECENTO a cura di Vittorio Sgarbi 25 LUGLIO 30 NOVEMBRE 2014 Opere da esporre XIII sec. CIMABUE, San Francesco, tempera

Dettagli

Alcuni significativi esempi di devozione popolare in Valleriana. Manufatti artistici di epoca medioevale

Alcuni significativi esempi di devozione popolare in Valleriana. Manufatti artistici di epoca medioevale Alcuni significativi esempi di devozione popolare in Valleriana. Manufatti artistici di epoca medioevale L opera di Giovanni Pisano Fig. 1. Sarcofago romano. II secolo a.c. Pisa, Camposanto. Fig. 2. Nicola

Dettagli

XIV secolo: il Polittico di Ottana

XIV secolo: il Polittico di Ottana XIV secolo: il Polittico di Ottana Polittico: Numero di scomparti variabile Può trovarsi in basso una tavoletta orizzontale, la predella Parte integrante la cornice, semplice o arricchita da elementi di

Dettagli

Jacopo Torriti, Incoronazione della Vergine fra i santi Francesco, Paoio, Pietro, papa Niccolò IV; Antonio da Padova, Giovanni Evangelista, Giovanni

Jacopo Torriti, Incoronazione della Vergine fra i santi Francesco, Paoio, Pietro, papa Niccolò IV; Antonio da Padova, Giovanni Evangelista, Giovanni Jacopo Torriti, Incoronazione della Vergine fra i santi Francesco, Paoio, Pietro, papa Niccolò IV; Antonio da Padova, Giovanni Evangelista, Giovanni Battista e il cardinale Colonna, 1295c., Roma, chiesa

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. BRUNO - ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISEGNO E STORIA DELL'ARTE - PROF. ROBERTO VAGLIO - CLASSE 3C

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. BRUNO - ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISEGNO E STORIA DELL'ARTE - PROF. ROBERTO VAGLIO - CLASSE 3C LICEO SCIENTIFICO STATALE G. BRUNO - ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISEGNO E STORIA DELL'ARTE - PROF. ROBERTO VAGLIO - CLASSE 3C Programma svolto: ARTE Ripasso e completamento programma dello scorso anno con

Dettagli

Materia: DISEGNO E STORIA DELL ARTE Docente: Maviglia Caterina Classe: IIDL

Materia: DISEGNO E STORIA DELL ARTE Docente: Maviglia Caterina Classe: IIDL Materia: DISEGNO E STORIA DELL ARTE Docente: Maviglia Caterina Classe: IIDL ATTIVITA CONTENUTI PERIODO / DURATA ARTE ROMANA Tipologie architettoniche: Il palazzo, la casa, le insulae LA CITTÀ Milano Romana

Dettagli

GLI AFFRESCHI DI ASSISI

GLI AFFRESCHI DI ASSISI GLI AFFRESCHI DI ASSISI I n d a g i n e s u l l a p a t e r n i t à d e g l i a f f r e s c h i L e o n a r d o D o s s i PIETRO CAVALLINI Pietro Cavallini, il cui vero nome era Pietro de Cerroni, soprannominato

Dettagli

Giotto e l intuizione che rivoluzionò l arte medievale

Giotto e l intuizione che rivoluzionò l arte medievale Giotto e l intuizione che rivoluzionò l arte medievale La grande innovazione giottesca e l eco che ebbe sulle generazioni future a cura della Prof.ssa Mattedi Anna Arte italiana nella seconda metà del

Dettagli

La nascita della pittura occidentale

La nascita della pittura occidentale La nascita della pittura occidentale 1290-1295, tempera su tavola, Firenze, Basilica di Santa Maria Novella E' una tavola dipinta a tempera, dalle dimensioni di 578 cm di altezza e 406 cm di larghezza.

Dettagli

L arma per l Arte. Arte romana Urna cineraria

L arma per l Arte. Arte romana Urna cineraria 1 Arte romana Urna cineraria Fine sec. I d.c. Marmo di Carrara Città del Vaticano, Musei Vaticani, coperchio inv. n. 9183, cassa inv. n. 9184 5 Niccolò di Segna (Siena, documentato dal 1331 al 1348) Madonna

Dettagli

Momenti della storia dell arte italiana attraverso i dipinti della Galleria Sabauda.

Momenti della storia dell arte italiana attraverso i dipinti della Galleria Sabauda. Momenti della storia dell arte italiana attraverso i dipinti della Galleria Sabauda. I maestri veneti del Cinquecento e Il Convito in casa di Simone il fariseo di Paolo Veronese (Verona 1528 Venezia 1588)

Dettagli

Luciano Bellosi. La pecora di Giotto. Giulio Einaudi editore

Luciano Bellosi. La pecora di Giotto. Giulio Einaudi editore Luciano Bellosi La pecora di Giotto Giulio Einaudi editore Indice p. XXIII Avvertenza La pecora di Giotto 3 La barba di san Francesco 9 Moda e cronologia nelle Storie di san Francesco ad Assisi 14 Le Storie

Dettagli

DISPENSA ARTE E IMMAGINE

DISPENSA ARTE E IMMAGINE ISTITUTO COMPRENSIVO B. TELESIO Scuola Secondaria di I grado E. MONTALBETTI REGGIO CALABRIA DISPENSA DI ARTE E IMMAGINE CLASSE SECONDA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ARTE GOTICA Nella seconda metà del XII secolo

Dettagli

Il ciclo degli affreschi di Assisi

Il ciclo degli affreschi di Assisi Giotto ad Assisi Il ciclo degli affreschi di Assisi la fonte iconografica a cui attingono gli affreschi della basilica di Assisi è un testo scritto da Bonaventura Da Bagnoregio sulla vita di San Francesco.

Dettagli

CICLI DI AFFRESCHI. Aggiornato il 19 giugno 2016

CICLI DI AFFRESCHI. Aggiornato il 19 giugno 2016 CICLI DI AFFRESCHI Aggiornato il 19 giugno 2016 Arte del Paleolitico superiore: Bisonti (18.000 ac, Grotte di Altamira, Spagna) Arte del Paleolitico superiore: Animali (17.500 ac, Grotte di Lascaux, Francia)

Dettagli

Il Quattrocento e il Cinquecento tra immagini, scultura e storia.

Il Quattrocento e il Cinquecento tra immagini, scultura e storia. Il Quattrocento e il Cinquecento tra immagini, scultura e storia. Il XV secolo a Pescia e in Valleriana. Fig. 1. Giovanni di Bartolomeo Cristiani?, Madonna col Bambino tra i santi Giovanni Battista, Giovanni

Dettagli

GIOTTO Autore Giotto? Data 1295-1299 circa Tecnica affresco Dimensioni 230 270 cm. Notevolissima, per l epoca, è l ambientazione architettonica

GIOTTO Autore Giotto? Data 1295-1299 circa Tecnica affresco Dimensioni 230 270 cm. Notevolissima, per l epoca, è l ambientazione architettonica GIOTTO Autore Giotto? Data 1295-1299 circa Tecnica affresco Dimensioni 230 270 cm Notevolissima, per l epoca, è l ambientazione architettonica di una stanza illusionisticamente aperta nella parete, che

Dettagli

La Facciata. 64 Orvieto. Il Duomo 65

La Facciata. 64 Orvieto. Il Duomo 65 La Facciata Ci vollero tre secoli per scolpire nella pietra, modellare nel bronzo e figurare con tessere di mosaico il volto del Duomo, delineandolo attraverso un articolato programma narrativo incentrato

Dettagli

Aldo Pillittu Corso di Storia dell'arte moderna 2. Il Maestro di Ozieri

Aldo Pillittu Corso di Storia dell'arte moderna 2. Il Maestro di Ozieri Il Maestro di Ozieri Pedro Machuca, Madonna del Suffragio, 1517, firmata Petrus Machuca. Ispanus Toletanus. Faciebat. A. D. MCCCCCXVII Olio su tavola, cm 167 x 135 Madrid, Museo del Prado, eseguita in

Dettagli

TAVOLE MIRACOLOSE LE ICONE MEDIOEVALI DI ROMA E DEL LAZIO DEL FONDO EDIFICI DI CULTO (Roma, Palazzo di Venezia, 13 novembre 15 dicembre)

TAVOLE MIRACOLOSE LE ICONE MEDIOEVALI DI ROMA E DEL LAZIO DEL FONDO EDIFICI DI CULTO (Roma, Palazzo di Venezia, 13 novembre 15 dicembre) TAVOLE MIRACOLOSE LE ICONE MEDIOEVALI DI ROMA E DEL LAZIO DEL FONDO EDIFICI DI CULTO (Roma, Palazzo di Venezia, 13 novembre 15 dicembre) 1. Madonna col Bambino Roma, Chiesa di Santa Maria Nova (sec. VI,

Dettagli

GIOTTO (1267-1337) www.parafrasando.it

GIOTTO (1267-1337) www.parafrasando.it 1 www.parafrasando.it GIOTTO (1267-1337) VITA Giotto di Bondone nasce nella valle del Mugello, a Colle di Vespiniano, nel 1267 circa. E contemporaneo di Dante e viene considerato, già all epoca, un innovatore.

Dettagli

invito alla conferenza stampa di presentazione della mostra introduce Domenico Piraina Direttore di Palazzo Reale

invito alla conferenza stampa di presentazione della mostra introduce Domenico Piraina Direttore di Palazzo Reale invito alla conferenza stampa di presentazione della mostra Giotto, l Italia Milano, Palazzo Reale 2 settembre 2015 10 gennaio 2016 mercoledì 10 giugno 2015 ore 12 Palazzo Reale, sala conferenze 3 piano

Dettagli

Annibale Carracci, La Bottega del macellaio, 1585, Oxford Christ Chrch

Annibale Carracci, La Bottega del macellaio, 1585, Oxford Christ Chrch Annibale Carracci, La Bottega del macellaio, 1585, Oxford Christ Chrch Annibale Carracci, Il mangiafagioli, 1583-1584, Roma, Galleria Colonna 1582 Accademia dei desiderosi, detta poi degli Incamminati,

Dettagli

42. Camera degli Sposi Scena di Corte - Andrea Mantenga affreschi - XV sec. Castello di S. Giorgio - Palazzo Ducale - Mantova Interventi conservativi di consolidamento, pulitura e reintegrazione pittorica

Dettagli

Giano dell Umbria Un centro storico- Pinacoteca diffusa Restauri e scoperte

Giano dell Umbria Un centro storico- Pinacoteca diffusa Restauri e scoperte Giano dell Umbria Un centro storico- Pinacoteca diffusa Restauri e scoperte Conferenza tenuta a Giano dell Umbria, Sala Consiliare, Il 14 agosto 2011 da Marcello Castrichini Lavori anni 80-90 del XX secolo

Dettagli

PIERO DELLA FRANCESCA: NEL CUORE DELL ITALIA RINASCIMENTALE

PIERO DELLA FRANCESCA: NEL CUORE DELL ITALIA RINASCIMENTALE PIERO DELLA FRANCESCA: NEL CUORE DELL ITALIA RINASCIMENTALE TOUR 3 GIORNI 2 NOTTI: Primo giorno: Rimini / Urbino Arrivo a Rimini con mezzi propri. Nel primo pomeriggio, incontro con guida locale parlante

Dettagli

GIOTTO Pittore dei sentimenti collettivi

GIOTTO Pittore dei sentimenti collettivi GIOTTO Pittore dei sentimenti collettivi Credette Cimabue nella pintura tener lo campo, e ora a Giotto il grido, sì che la fama di colui è scura Dante Alighieri Prof. Antonio Fosca Docente di Arte e Immagine

Dettagli

1 Navata. Intorno alle finestre, collocate nelle lunette, cornici architettoniche

1 Navata. Intorno alle finestre, collocate nelle lunette, cornici architettoniche 1 La chiesa è a unica navata scandita in sei campate sulla quale si aprono simmetricamente, con archi a tutto sesto, dodici cappelle, delle quali due fungono da accesso laterale alla chiesa. La navata

Dettagli

PRIMA VERIFICA SCRITTA 26 ottobre 2010 ARGOMENTI

PRIMA VERIFICA SCRITTA 26 ottobre 2010 ARGOMENTI classe 1 D 26 ottobre 2010 classe 1 F 25 ottobre 2010 1.1. Veneri preistoriche e immagini rupestri: arte magico propiziatoria. 7-10 18-19 12-15 1.1. I Cretesi e la città-palazzo. I pilastri di un cortile

Dettagli

Non esiste un pezzo uguale ad un altro; possibili variazioni sul supporto e sul colore sono dovuti ai naturali processi di trasformazione.

Non esiste un pezzo uguale ad un altro; possibili variazioni sul supporto e sul colore sono dovuti ai naturali processi di trasformazione. CARATTERISTICHE Gancio invecchiato a scomparsa Cavalletto in ferro brunito pieghevole Pregiata scatola in velluto rosso L Affresco della Bottega Artigiana Tifernate, è realizzato con soli materiali naturali

Dettagli

ML 119 - PIANO DI LAVORO CONSUNTIVO MATERIA: STORIA DELL ARTE DOCENTE: SILVIA GERVASONI CLASSE 2^ E A.S. 2014/2015 INDIRIZZO: ORDINAMENTALE

ML 119 - PIANO DI LAVORO CONSUNTIVO MATERIA: STORIA DELL ARTE DOCENTE: SILVIA GERVASONI CLASSE 2^ E A.S. 2014/2015 INDIRIZZO: ORDINAMENTALE MATERIA: STRIA DELL ARTE DCENTE: SILVIA GERVASNI CLASSE 2^ E A.S. 2014/2015 INDIRIZZ: RDINAMENTALE FINALITA RAGGIUNTE Sono state fornire le competenze necessarie a comprendere la complessità dell'opera

Dettagli

AMBROGIO LORENZETTI e SIMONE MARTINI

AMBROGIO LORENZETTI e SIMONE MARTINI AMBROGIO LORENZETTI e SIMONE MARTINI Virginia Gavazzi Barbara Carrus Vittoria Viganò Chiara Basilico AMBROGIO LORENZETTI Biografia Ambrogio Lorenzetti nasce a Siena, nel 1290 circa. Con lui si conclude

Dettagli

ARTE GOTICA prof.ssa Emanuela Pulvirenti www.didatticarte.it 10. ARTE GOTICA CORSO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE

ARTE GOTICA prof.ssa Emanuela Pulvirenti www.didatticarte.it 10. ARTE GOTICA CORSO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE 10. ARTE GOTICA IL NUOVO STILE CHE VIENE DAL NORD A partire dal XII secolo, in Europa si formano le grandi monarchie nazionali. Inoltre, a seguito dei forti contrasti sorti tra il re francese Filippo il

Dettagli

Giotto: realismo e sentimento

Giotto: realismo e sentimento Giotto: realismo e sentimento A cura di Giuseppina Roberto Indovina Realizzazione tecnica di Gemma Nazzani 3 dicembre 2015 1265-1321 1267? - 1337 Il chierico guardi la lettura, il laico la dipintura

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO F.FORTI --MONSUMMANO TERME (PT) PROF.SSA BECARELLI CLAUDIA ARTE E TERRITORIO a.s. 2014-15

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO F.FORTI --MONSUMMANO TERME (PT) PROF.SSA BECARELLI CLAUDIA ARTE E TERRITORIO a.s. 2014-15 ISTITUTO TECNICO ECONOMICO F.FORTI --MONSUMMANO TERME (PT) PROF.SSA BECARELLI CLAUDIA ARTE E TERRITORIO a.s. 2014-15 PROGRAMMA SVOLTO CLASSE 4C TURISTICO TESTI IN ADOZIONE: G. Cricco, F.P.Di Teodoro, Il

Dettagli

L ARCHITETTURA GOTICA

L ARCHITETTURA GOTICA L ARCHITETTURA GOTICA LE ORIGINI DEL GOTICO Per architettura gotica si intende quell architettura nata in Francia, poi sviluppatasi in Germania e diffusasi in tutto il continente europeo, a partire dal

Dettagli

LICEO CHIABRERA-MARTINI - SAVONA PROGRAMMAZIONE DIDATTICO - EDUCATIVA

LICEO CHIABRERA-MARTINI - SAVONA PROGRAMMAZIONE DIDATTICO - EDUCATIVA LICEO CHIABRERA MARTINI CLASSICO/LINGUISTICO/ARTISTICO 17100 SAVONA Sede Centrale: Via Caboto, 2 - Tel. 019 821277-8 - Fax 019 821277 Sede Artistico: Via Aonzo, 2 Tel. 019 805426 - Fax 019 7700040 C.F.:

Dettagli

4. Prospettiva centrale con i punti di distanza di un poligono irregolare di dodici lati

4. Prospettiva centrale con i punti di distanza di un poligono irregolare di dodici lati Programma di Disegno Classe: 3CS Anno scolastico 2014-2015 Assonometrie isometrica,cavaliera e monometrica di solidi. Prospettiva centrale Tavola: 1. Elementi prospettici in tridimensione 2. Prospettiva

Dettagli

Arte a Figline Da Paolo Uccello a Vasari

Arte a Figline Da Paolo Uccello a Vasari Arte a Figline Da Paolo Uccello a Vasari Figline Valdarno Palazzo Pretorio 19 ottobre 2013 19 gennaio 2014 la città degli uffizi Città di Figline Valdarno Assessorato alla Cultura Provincia di Firenze

Dettagli

Programmi Svolti LAZZAROTTO

Programmi Svolti LAZZAROTTO Programmi Svolti LAZZAROTTO I.T.T. F. ALGAROTTI - VENEZIA materia: ARTE e Territorio libro di testo : Itinerario nell'arte vol I, classe III C CONTENUTI SVOLTI. All interno di ogni lezione è stato dedicato

Dettagli

VIII-2, Mattia Preti (Taverna 1613-Malta 1699) Apoteosi di San Pietro Celestino Matita nera su carta mm.247x190 ca.1656-58 Museo Civico, Sala Mattia

VIII-2, Mattia Preti (Taverna 1613-Malta 1699) Apoteosi di San Pietro Celestino Matita nera su carta mm.247x190 ca.1656-58 Museo Civico, Sala Mattia VIII-2, Mattia Preti (Taverna 1613-Malta 1699) Apoteosi di San Pietro Celestino Matita nera su carta mm.247x190 ca.1656-58 Museo Civico, Sala Mattia Preti. 1 IX-12, Mattia Preti (Taverna 1613-Malta 1699)

Dettagli

Anno scolastico 2012 / 2013

Anno scolastico 2012 / 2013 SCUOLA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE Via Enrico Alvino, 9 NAPOLI Anno scolastico 2012 / 2013 Disciplina: DISEGNO E STORIA DELL ARTE Classe: III LICEO SCIENTIFICO Docente: Prof.ssa BRANCA Antonella Libri

Dettagli

Covelli Silvia FORMAZIONE. 2001 Qualifica: Collaboratore Dei Beni Culturali come da D.L. n 420 del 24 Ottobre 2001 e successive modifiche

Covelli Silvia FORMAZIONE. 2001 Qualifica: Collaboratore Dei Beni Culturali come da D.L. n 420 del 24 Ottobre 2001 e successive modifiche 2002 Inizio dell attività come Ditta Individuale Covelli Silvia FORMAZIONE 2001 Qualifica: Collaboratore Dei Beni Culturali come da D.L. n 420 del 24 Ottobre 2001 e successive modifiche 1993 2002 Assunta

Dettagli

La Chiesa Dei Santi Tommaso E Benedetto Bosco Chiesanuova

La Chiesa Dei Santi Tommaso E Benedetto Bosco Chiesanuova La Chiesa Dei Santi Tommaso E Benedetto Bosco Chiesanuova Salienti pietra Facciata Campanile Pietra bianca Bifore vetro Rosone Pietra bianca e vetro Contrafforti pietra rossa chiara Lunetta affresco Portale

Dettagli

La chiesa di S. Giovanni ai campi conserva sulla muratura esterna e all interno una serie di affreschi di notevole valore storico-artistico

La chiesa di S. Giovanni ai campi conserva sulla muratura esterna e all interno una serie di affreschi di notevole valore storico-artistico Gli affreschi La chiesa di S. Giovanni ai campi conserva sulla muratura esterna e all interno una serie di affreschi di notevole valore storico-artistico Affreschi dell abside maggiore Entro una mandorla,

Dettagli

Liceo Scientifico Via P. Sette, 3 Tel Fax 0803039751. Prot. 223 C/37A Santeramo in Colle li 15 gennaio 2014

Liceo Scientifico Via P. Sette, 3 Tel Fax 0803039751. Prot. 223 C/37A Santeramo in Colle li 15 gennaio 2014 Istituto di Istruzione Secondaria Superiore PIETRO SETTE C.F. 91053080726 Ufficio di Presidenza 080/3036201 Fax 080/3036973 Via F.lli Kennedy, 7 70029 SANTERAMO IN COLLE - BARI ipsiaerasmus@tin.it www.ipsiasanteramo.it

Dettagli

2I DISEGNO E STORIA DELL ARTE Prof. Mauro A. Di Salvo ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PROGRAMMA SVOLTO DISEGNO STORIA DELL'ARTE

2I DISEGNO E STORIA DELL ARTE Prof. Mauro A. Di Salvo ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PROGRAMMA SVOLTO DISEGNO STORIA DELL'ARTE 2I DISEGNO E STORIA DELL ARTE Prof. Mauro A. Di Salvo ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PROGRAMMA SVOLTO DISEGNO Libro di testo in adozione: S.Sammarone, Disegno- con CD ROM, Zanichelli PROIEZIONI ORTOGONALI DI

Dettagli

DISEGNO E STORIA DELL ARTE

DISEGNO E STORIA DELL ARTE DISEGNO E STORIA DELL ARTE Lavori estivi finalizzati al recupero. Anno scolastico 2011/12 prof. Anna Tringali Classi 1 sez. B/A S.A. 1. Ripassa le costruzioni geometriche : triangolo equilatero, pentagono,

Dettagli

Elenco schedatura Beni mobili

Elenco schedatura Beni mobili Il Marketing dei beni culturali del Veneto Orientale Elenco schedatura Beni mobili ANNONE VENETO 1. Affresco Madonna della Pera Antica Chiesa di S. Vitale 2. Altare maggiore/candeliere marmoreo/tabernacolo/copia

Dettagli

MANESIOMO e RINASCIMENTO. Vol II, pp. 322-331

MANESIOMO e RINASCIMENTO. Vol II, pp. 322-331 MANESIOMO e RINASCIMENTO Vol II, pp. 322-331 331 XV-XVI XVI Rinascimento Scoperte geografiche e nuovo impulso a commercio ed economia ridanno fiducia nella scienza,, nella ragione e nell esperienza, quindi

Dettagli

Giovedì 21 febbraio 2013 - ore 2100. Momenti di svolta. Dal Medio Evo al Rinascimento

Giovedì 21 febbraio 2013 - ore 2100. Momenti di svolta. Dal Medio Evo al Rinascimento Giovedì 21 febbraio 2013 - ore 2100 Momenti di svolta Dal Medio Evo al Rinascimento A cura di Rosanna De Ponti con la collaborazione di Teresa Brucoli e Silvia Francioli Nel corso dell evoluzione del pensiero

Dettagli

Indice dei soggetti. Medaglie p. 1 Conii p. 3 Punzoni p. 5 Medaglie a stampa p. 5. Medaglie

Indice dei soggetti. Medaglie p. 1 Conii p. 3 Punzoni p. 5 Medaglie a stampa p. 5. Medaglie Indice dei soggetti Medaglie p. 1 Conii p. 3 Punzoni p. 5 Medaglie a stampa p. 5 Medaglie Adriano VI. I santi Pietro e Paolo Adriano VI. Incoronazione Pontificia Adriano VI. Sapienza Alessandro VI. Apertura

Dettagli

Il Manierismo nel Veneto

Il Manierismo nel Veneto Liceo Scientifico Paritario Ven. A. Luzzago Il Manierismo nel Veneto Jacopo Robusti detto il Tintoretto Paolo Caliari detto il Veronese Andrea Palladio Prof. Antonino Fallanca Tintoretto (1519 ca 94) Fu

Dettagli

IL CORPO E L ANIMA : ELENCO DELLE OPERE IN MOSTRA (in rosso si segnalano le novità in aggiunta all esposizione senese)

IL CORPO E L ANIMA : ELENCO DELLE OPERE IN MOSTRA (in rosso si segnalano le novità in aggiunta all esposizione senese) IL CORPO E L ANIMA : ELENCO DELLE OPERE IN MOSTRA (in rosso si segnalano le novità in aggiunta all esposizione senese) - Segnale di esposizione multiplo: mezza medaglia della SS. Concezione e messaggio

Dettagli

Arezzo, nel susseguirsi naturale delle sue strade, presenta Il

Arezzo, nel susseguirsi naturale delle sue strade, presenta Il Il Cammino del Sacro Arezzo, nel susseguirsi naturale delle sue strade, presenta Il Cammino del Sacro: il Museo diocesano, il Duomo e le altre chiese monumentali della città, tutti straordinariamente ricchi

Dettagli

Primo Rinascimento: gli artisti Piero della Francesca. Prof. Antonio Fosca Docente di Arte e Immagine

Primo Rinascimento: gli artisti Piero della Francesca. Prof. Antonio Fosca Docente di Arte e Immagine Primo Rinascimento: gli artisti Piero della Francesca Prof. Antonio Fosca Docente di Arte e Immagine La vita e le opere Per capire bene alcuni aspetti dell arte del primo Rinascimento, proviamo ad analizzare

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

Sassetta Ex Chiesa del Gesù Sassetta Beato Angelico Beato Angelico

Sassetta Ex Chiesa del Gesù Sassetta Beato Angelico Beato Angelico Madonna col Bambino e i santi Nicola, Michele, Giovanni battista e Margherita d Ungheria (prima metà del XV sec.), tempera su tavola di Stefano di Giovanni, detto il Sassetta (scuola senese). Sarcofago

Dettagli

2. La Vergine in trono con Bambino, l'arcangelo e le figure di santi dalla cappella H9 di San Lorcnzo fuori le mura 40

2. La Vergine in trono con Bambino, l'arcangelo e le figure di santi dalla cappella H9 di San Lorcnzo fuori le mura 40 SOMMARIO INTRODUZIONE 11 PARTE PRIMA Serena Romano 15 ROMA XI SECOLO. DA LEONE IX A RANIERI DI BIEDA 1. Le figure di sante nella chiesa sotterranea di Santa Maria in Via Lata 37 2. La Vergine in trono

Dettagli

Montemagno: cenni storici

Montemagno: cenni storici Montemagno: cenni storici Il paese di Montemagno ha molto probabilmente origini romane piuché si conoscce l esistenza di un villaggio, Manius, presente su questo territorio. Le prime testimonianze scritte

Dettagli

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Unesco quando e perché Firenze è la città artistica per eccellenza, patria di molti personaggi che hanno fatto la storia

Dettagli

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA Comitato Regionale per le Celebrazioni del 1 Centenario della morte di Aristide Naccari Fondazione Santi Felice e Fortunato Diocesi di Chioggia (VE) MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA (2014-2015)

Dettagli

IL VERO. Handmade in Tuscany

IL VERO. Handmade in Tuscany IL VERO Handmade in Tuscany by COLORGIS CARAVAGGIO: IL PERCHÉ DELLA MOSTRA Nell anno delle celebrazioni del quarto centenario della morte di Caravaggio, Artevera e l architetto Gianfranco Martinoni, già

Dettagli

1. Dagli esordi alla morte di Lorenzo il Magnifico (1492)

1. Dagli esordi alla morte di Lorenzo il Magnifico (1492) 1. Dagli esordi alla morte di Lorenzo il Magnifico (1492) 1.01 Pittore fiorentino Processione in Piazza Duomo post 1608 senza cornice cm 132 x 309 Firenze, Palazzo Pitti (Depositi) Olio su tela Inv. 1890

Dettagli

Il Gotico. Caratteri generali

Il Gotico. Caratteri generali Il Gotico Caratteri generali Il Gotico deve il suo nome al popolo dei goti: il termine fu infatti coniato dagli umanasti del Rinascimento per connotare negativamente l arte medievale come opera di barbari,

Dettagli

1985 Giulio Einaudi editore, vietata la riproduzione e qualsiasi utilizzo a scopo commerciale

1985 Giulio Einaudi editore, vietata la riproduzione e qualsiasi utilizzo a scopo commerciale 1. Pittore romano, Frate Francesco (particolare), a. 1227. Subiaco, Sacro Speco. 2. Giotto, Stimmate di san Francesco (particolare). Firenze, Santa Croce. 3. Jacopo Torriti, Mosaico absidale (particolare).

Dettagli

Basilica Santa Maria della Sanità

Basilica Santa Maria della Sanità Basilica Santa Maria della Sanità Di Jose Maria Gonzalez Spinola vesuvioweb 2014 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 La chiesa di Santa Maria della Sanità Il complesso di Santa Maria della

Dettagli

Ripasso per immagini. Il basso medioevo. (Istituto Lussu - A.S. 2010/11)

Ripasso per immagini. Il basso medioevo. (Istituto Lussu - A.S. 2010/11) Ripasso per immagini Il basso medioevo (Istituto Lussu - A.S. 2010/11) Le cattedrali gotiche Abbazia di Saint-Denis, Parigi (XII-XIII sec.) Le cattedrali gotiche Abbazia di Saint-Denis, Parigi (XII-XIII

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012-2013

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012-2013 Liceo Scientifico Statale LEONARDO DA VINCI Via Cavour, 6 Casalecchio di Reno (BO) - Tel. 051/591868 051/574124 - Fax 051/6130834 C. F. 92022940370 E-mail: BOPS080005@ISTRUZIONE.IT PROGRAMMA SVOLTO a.s.

Dettagli

RAFFAELLO. Autoritratto, 1506 ca

RAFFAELLO. Autoritratto, 1506 ca Vol II, pp. 446-459 459 RAFFAELLO Autoritratto, 1506 ca 1483-1520 1520 LA VITA 1483 nasce a Urbino figlio di un pittore Va a bottega dal padre e si educa alla corte dei Montefeltro Allievo del Perugino

Dettagli

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo.

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo. PRESENTAZIONE Giornalino sul FATTO DA I BAMBINI DELLA 4^B CON L AIUTO DELL INS.TE (PISCHEDDA ELISABETTA) DELLA SCUOLA ELEMENTARE ITALO CALVINO DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI BEINASCO ANNO SCOLASTICO 2005/2006

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome LALLI CARLO GALLIANO Indirizzo VIA SAN ZANOBI, 37-50129 FIRENZE - ITALIA Telefono ++39-055-4625439 Cellulare ++39-339-1030321 Fax ++39

Dettagli

Centro Storico di Caltanissetta

Centro Storico di Caltanissetta Centro Storico di Caltanissetta L antica città sicana, Caltanissetta, ha il suo centro in Piazza Garibaldi, prima dell Unità d Italia Piazza Ferdinandea in onore al Re Ferdinando II di Borbone È qui che

Dettagli

I.S.I.S. FOSSOMBRONI - GROSSETO STORIA DELL ARTE DEL TERRITORIO CLASSE TERZA TURISMO PROGRAMMA CON CONTENUTI MINIMI

I.S.I.S. FOSSOMBRONI - GROSSETO STORIA DELL ARTE DEL TERRITORIO CLASSE TERZA TURISMO PROGRAMMA CON CONTENUTI MINIMI CLASSE TERZA TURISMO Libro di testo: Itinerario nell arte vol. 1, a cura di Cricco e Di Teodoro. 1) Il problema della creazione artistica. La definizione di arte. 2) Il mondo primitivo e le prime manifestazione

Dettagli

La chiesa della Madonna di Campagna a Pallanza

La chiesa della Madonna di Campagna a Pallanza La chiesa della Madonna di Campagna a Pallanza A nord di Pallanza, in posizione comoda da raggiungere anche dalle località di Suna e Intra, ai piedi del Monte Rosso, sorge la celebre e bella struttura

Dettagli

PROPOSTE PER GRUPPI DI CATECHISMO E ORATORI

PROPOSTE PER GRUPPI DI CATECHISMO E ORATORI Per gruppi di catechismo e oratori PROPOSTE PER GRUPPI DI CATECHISMO E ORATORI Il, inaugurato nel novembre 2001, sorge nei Chiostri di Sant Eustorgio, uno dei luoghi più significativi della città per quanto

Dettagli

Costruito a partire dal 1583, è uno dei più importanti palazzi della capitale sia dal punto di vista artistico sia dal punto di vista politico.

Costruito a partire dal 1583, è uno dei più importanti palazzi della capitale sia dal punto di vista artistico sia dal punto di vista politico. Di Valeria Scarciafratte Il Palazzo del Quirinale è la residenza ufficiale del presidente della Repubblica Italiana. Costruito a partire dal 1583, è uno dei più importanti palazzi della capitale sia dal

Dettagli

IL RESTAURO DI OPERE POLICROME SU LEGNO E TELA Istanbul, 2 dicembre 2012. DAMBRA Laboratorio di restauro Gabriella Forcucci FIRENZE - MILANO

IL RESTAURO DI OPERE POLICROME SU LEGNO E TELA Istanbul, 2 dicembre 2012. DAMBRA Laboratorio di restauro Gabriella Forcucci FIRENZE - MILANO IL RESTAURO DI OPERE POLICROME SU LEGNO E TELA Istanbul, 2 dicembre 2012 DAMBRA Laboratorio di restauro Gabriella Forcucci FIRENZE - MILANO CRISTO CROCIFISSO, Maestro di Camaiore, scultura lignea policroma

Dettagli

La pala di Michele Desubleo con la Madonna del Carmine prima e dopo il restauro del 2012-2013 laboratorio Adele Pompili, Bologna

La pala di Michele Desubleo con la Madonna del Carmine prima e dopo il restauro del 2012-2013 laboratorio Adele Pompili, Bologna La pala di Michele Desubleo con la Madonna del Carmine prima e dopo il restauro del 2012-2013 laboratorio Adele Pompili, Bologna Bologna, Ritiro di San Pellegrino Benedetto Gennari, Ritratto di gentildonna

Dettagli

LA QUOTA COMPRENDE: LA QUOTA NON COMPRENDE: - Mance ed extra di carattere personale - Tutto quanto non specificato né la quota comprende

LA QUOTA COMPRENDE: LA QUOTA NON COMPRENDE: - Mance ed extra di carattere personale - Tutto quanto non specificato né la quota comprende 1 GIORNO: partenza dalla Vostra sede alla volta di Pisa, città conosciuta già nel Medioevo grazie alle sue navi che intrattenevano rapporti commerciali con Africa settentrionale, Spagna e Oriente. Incontro

Dettagli

Lot 201: Paolo V. Paolo V. Sommo Pontefice 1605-1621. Camillo Borghese di Roma. Completamento della Cappella Paolina del... Estimate: 500 CHF Lot unsold Lot 202: Paolo V. Paolo V. Sommo Pontefice 1605-1621.

Dettagli

12. Arte gotica. Di cosa parleremo

12. Arte gotica. Di cosa parleremo Di cosa parleremo Nella prima metà del XII secolo si sviluppa nell Ile-de-France (la zona della Francia che si estende intorno a Parigi) l arte gotica, per diffondersi nel XIII secolo in Germania, Inghilterra,

Dettagli

La rappresentazione della Giustizia negli affreschi del Palazzo della Ragione di Padova

La rappresentazione della Giustizia negli affreschi del Palazzo della Ragione di Padova Emanuele Sette La rappresentazione della Giustizia negli affreschi del Palazzo della Ragione di Padova Semiotica del visibile A.A. 2010-2011 1. Vicenda storica 1. Vicenda storica Le immagini della Giustizia

Dettagli

Aldo Pillittu Corso di Storia dell'arte moderna 2Cap 2/2

Aldo Pillittu Corso di Storia dell'arte moderna 2Cap 2/2 Negli scomparti laterali sono rappresentati: a) La visione dell anima di Tobia durante la predica a Milano; b) La traversata del Mincio a bordo del mantello; c) La resurrezione a Verona di un morto per

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE ENRICO FERMI NUORO

LICEO SCIENTIFICO STATALE ENRICO FERMI NUORO LICEO SCIENTIFICO STATALE ENRICO FERMI NUORO PROGRAMMA SVOLTO di STORIA DELL ARTE Prof. ssa Antonella Coda CLASSE 3 M (anno scolastico 2011/2012) MODULO N 1 Storia dell Arte U.D. 1 - Arte preistorica L

Dettagli

Tesori Sacri 2005. Esito del bando

Tesori Sacri 2005. Esito del bando Tesori Sacri 2005 Esito del bando Al bando Tesori Sacri 2005 hanno aderito 127 progetti, di cui 105 dal Piemonte e 22 dalla Liguria. A conclusione delle procedure di valutazione effettuate dagli Uffici,

Dettagli

La Cella di Talamello

La Cella di Talamello La Cella di Talamello Posta a metà strada fra la residenza vescovile di campagna e quella entro le mura, la Cella venne eretta e decorata per volontà del vescovo di Montefeltro mons. Giovanni Seclani frate

Dettagli

Architettura plateresca

Architettura plateresca SALAMANCA Geografia e storia Geografia 800 m s.l.m. 190.000 abitanti ca. Regione della Castilla y Leon Sulle rive del fiume Tormes È stata colonia romana (rimane il ponte) 712 invasa dagli Arabi e riconquistata

Dettagli

Il Medioevo delle Torri e lo splendore dei Palazzi di Bologna. Dal 6 all 8 novembre 2009

Il Medioevo delle Torri e lo splendore dei Palazzi di Bologna. Dal 6 all 8 novembre 2009 Il Medioevo delle Torri e lo splendore dei Palazzi di Bologna Dal 6 all 8 novembre 2009 PROGRAMMA (soggetto a modifiche per gli orari di apertura dei siti da visitare) Direzione culturale: Prof. Valter

Dettagli

. Paolo Veronese, Martirio dei santi Primo e

. Paolo Veronese, Martirio dei santi Primo e Paolo Veronese dovette avere rapporti con Padova dalla fine degli anni quaranta e, se si accetta la precoce datazione del Martirio di santa Giustina proveniente dalla Galleria abbaziale di Santa Giustina,

Dettagli

LISTA DELLE OPERE IN MOSTRA. Raffaello Dama col Liocorno, 1505 ca. Olio su tavola, 65x 51 cm Roma, Galleria Borghese

LISTA DELLE OPERE IN MOSTRA. Raffaello Dama col Liocorno, 1505 ca. Olio su tavola, 65x 51 cm Roma, Galleria Borghese LISTA DELLE OPERE IN MOSTRA Dama col Liocorno, 1505 ca. Olio su tavola, 65x 51 cm Roma, Galleria Borghese Ritratto di giovane donna (La Fornarina), 1518 1519 Olio su tavola, 85 x 60 cm Roma, Galleria Nazionale

Dettagli

Palazzo Cini, la Galleria.

Palazzo Cini, la Galleria. Palazzo Cini, la Galleria. Elenco Opere Primo Piano Sala 1 (Anticamera o Sala della portantina) Dipinti toscani e dell Italia centrale 1 Giunta Pisano (Italia centrale, prima metà sec. XIII) Croce processionale

Dettagli

La Sacra Cintola e l'arte

La Sacra Cintola e l'arte La Sacra Cintola e l'arte La Cappella della Cintola Gli affreschi Appena entrati in Cattedrale, la prima campata della navata sinistra è occupata dalla Cappella della Cintola, che sporge dal fianco della

Dettagli

www.castrichinirestauri.com

www.castrichinirestauri.com La scoperta di questo grande affresco, circa 32 mq., è avvenuta agli inizi degli anni 70 del secolo scorso e si è rivelata particolarmente rilevante per la storia dell arte italiana perché è la prima rappresentazione

Dettagli