Archivio Informatico. Luglio 2008 fatture elettroniche per la p.a.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Archivio Informatico. Luglio 2008 fatture elettroniche per la p.a."

Transcript

1 Archivio Informatico EVIDENZA Fattura elettronica? Obbligatoria nei rapporti con la p.a. da Luglio 2008; ma i regolamenti verranno emessi entro marzo? ALL INTERNO Decorrenza dei termini per la conservazione informatica delle fatture Pag. 2 Il sistema di intercambio dei documenti è la base per la registrazione automatica Pag. 3 La scansione remota di fatture passive. Pag. 4 Estratto autentico delle scrittura, il notaio non autentica? Pag. 5 Brano interno 5 V O L U M E 1 N U M E R O 2 Luglio 2008 fatture elettroniche per la p.a. La legge finanziaria non contiene molte novità sul tema dell innovazione, ma una soltanto (se realizzata) varrà quanto altre 100; si tratta dell obbligo di utilizzare a partire da Luglio 2008, nei rapporti con la Pubblica Amministrazione, la Fattura elettronica. Citiamo testualmente: comma 41: Al fine di semplificare il procedimento di fatturazione e registrazione delle operazioni imponibili, a decorrere dalla data di entrata in vigore del regolamento di cui al comma 45, l emissione, la trasmissione, la conservazione e l archiviazione delle fatture emesse nei rapporti con le amministrazioni dello Stato, anche a ordinamento autonomo, e con gli enti pubblici nazionali, anche sotto forma di nota, conto, parcella e simili, deve essere effettuata in modalità esclusivamente elettronica... Negli articoli successivi viene identificato un sistema di interscambio che dovrà essere attivato entro 3 mesi dalla emissione del regolamento (che verrà pubblicato entro Marzo). Da qui il termine di Luglio per l inizio delle trasmissioni. E proprio su questo termine che si possono esprimere dei dubbi: riuscirà la pubblica amministrazione a predisporre l intera macchina contabile per la ricezione di fatture elettroniche in cosi poco tempo? E le aziende: saranno in grado (a quanto pare saranno costrette) di organizzarsi per ottemperare ai nuovi obblighi? E evidente che si tratta di un cambiamento significativo che riguarda circa 1 milione di documenti (stima Agenzia delle Entrate). In che cosa consiste la fatturazione elettronica prospettata dalla Finanziaria? Il provvedimento fa esplicito riferimento al D.L. 52 del Febbraio 2004, Attuazione della direttiva 2001/115/C.E. che semplifica e armonizza le modalità di fatturazione D I C E M B R E in materia di Iva. I punti salienti sono due: all articolo 3 troviamo le note relative alla trasmissione:.. La trasmissione per via elettronica della fattura, non contenente macroistruzioni ne' codice eseguibile, e' consentita previo accordo con il destinatario. L'attestazione della data, l'autenticità dell'origine e l'integrità del contenuto della fattura elettronica sono rispettivamente garantite mediante l'apposizione su ciascuna fattura o sul lotto di fatture del riferimento temporale e della firma elettronica qualificata dell'emittente o mediante sistemi EDI di trasmissione elettronica dei dati che garantiscano i predetti requisiti di autenticità e integrità. In pratica vengono ammesse due modalità di trasmissione, ambedue garantite da firma digitale e riferimento temporale. Nel primo caso abbiamo un semplice trasferimento di documento informatico statico e senza macroistruzioni, opportunamente firmato e marcato. (in sostanza UN FILE PDF). Nel secondo caso viene ipotizzato un sistema EDI concordato tra le parti dove il gestore dello scambio appone la firma digitale ed il riferimento temporale al file che rappresenta la fattura vera e propria. Nell articolo sull E.D.I. a pagina 3 viene esaminato questo tipo di procedimento. La pubblica amministrazione pare che voglia adottare da subito il sistema E.D.I. e per questo verrà pubblicato un regolamento con i protocolli da seguire per la compilazione del file di trasmissione. Segue a pagina 2

2 PAGINA 2 Il documento cartaceo può essere conservato anche come elettronico; quello elettronico può essere conservato solo come elettronico Segue. Luglio 2008 fatture elettroniche per la p.a. E importante però a questo punto analizzare l articolo 2 del D.L. 52 che modifica l articolo 39, terzo comma del DPR n. 633 del 26 ottobre 1972 : Le fatture elettroniche trasmesse o ricevute in forma elettronica sono archiviate nella stessa forma. Le fatture elettroniche consegnate o spedite in copia sotto forma cartacea possono essere archiviate in forma elettronica. Significa che chi emette fatture elettroniche deve conservarle elettronicamente, anche presso terzi. Per cui chiunque emetterà fatture elettroniche verso la pubblica amministrazione, dovrà attivare una conservazione elettronica delle stesse. La circolare n. 36 dell Agenzia delle entrate, tra l altro, precisa che se un azienda si trova nella necessità di conservare fatture elettroniche e fatture cartacee, può provvedere all attivazione di un apposito sezionale iva in cui annotarle separatamente. Questo procedimento si rende necessario se l utente non vuole procedere ad una conservazione completamente elettronica. Se invece l utente opta per questa soluzione, cioè di avere una gestione completamente elettronica delle fatture ricevute, dovrà attivare un sistema di acquisizione digitale che provveda, nei termini stabiliti dal D.M. 23 gennaio 2004, a digitalizzare i documenti cartacei e completare il procedimento di conservazione entro il termine di 15 giorni dal ricevimento. Si può anche conservare il cartaceo, scansionarlo e distruggerlo dopo il completamento del processo, in questo caso anche annualmente. Conservare fatture elettroniche, come calcolare i 15 giorni Si possono attivare procedimenti misti di conservazione ma occorre attivare dei sezionali, diversamente le fatture elettroniche vanno conservate con cadenza quindicinale. Le cartacee possono essere convertite in elettroniche anche successivamente tramite acquisizione digitale. L articolo 3 comma 2 del D.M. 23/01/2004 indica i tempi in cui deve essere completato il processo di conservazione dei documenti e rimanda alla normativa CNIPA le specifiche tecniche del processo stesso (1). Nel decreto troviamo che: Il processo di conservazione e' effettuato con cadenza almeno quindicinale per le fatture e almeno annuale per i restanti documenti. La fattura ha una sua data di riferimento (data fattura) ma questa è, di fatto, una data di competenza del documento e non la data di EMISSIONE. La data di EMISSIO- NE è definita dal D.L. 52 che precisa che: La fattura si ha per emessa all'atto della sua consegna o spedizione all'altra parte ovvero all'atto della sua trasmissione per via elettronica. Pertanto il termine quindicinale va determinato a partire dalla data di spedizione del documento e non dalla data riportata sul documento stesso. Al fine di un corretto calcolo del termine occorre quindi gestire la data di spedizione. Se la spedizione avviene con mezzi automatici come Postel, Poste pay, Selecta e simili, oppure per posta elettronica o attraverso sistema di interscambio, si potrà contare su una data ben precisa che è quella di trasmissione del file da stampare o da inoltrare. La stampa fisica avverrà successivamente alla trasmissione ma come precisa la legge per spedizione si intende il momento in cui si affida il documento a chi provvederà a recapitarlo. Identico ragionamento va fatto per le fatture ricevute che si intende conservare in formato elettronico. Queste vanno processate almeno quindicinalmente come per le fatture emesse. Va precisato che le circolari n. 45 e 36 prevedono la possibilità di conservare contemporaneamente fatture elettroniche e cartacee purché annotate in protocolli iva separati (sezionali). In questo caso l obbligo di completamento del processo di conservazione delle fatture elettroniche va espletato comunque quindicinalmente, per le altre fatture si potrà proseguire con la conservazione cartacea e, semmai, applicare la conservazione sostitutiva a fine periodo. Ovvio che fino a che non si è completato il processo deve essere presente il cartaceo. (1) Il CNIPA ha indicato come completamento del processo di conservazione il momento in cui viene generata l impronta dell archivio e sottoscritta con firma digitale e marca temporale (al posto del riferimento temporale) del responsabile della conservazione. ARCHIVIO INFORMATICO

3 Electronic data Interchange (E.D.I.) Scambio elettronico dei dati, cioè invio di una sequenza di bit (file) con una struttura pre definita che contiene tutte le informazioni necessarie per la interpretazione del documento e che costituisce il documento stesso. Detto così non appare come un elemento qualificante ma in realtà nasconde una trasformazione radicale dei processi. Se riceviamo un documento cartaceo o anche elettronico ma costruito liberamente, rispettando regole grafico / estetiche piuttosto che regole informatiche, abbiamo un documento (informatico o cartaceo poco importa) di facile leggibilità per gli umani ma di difficile interpretazione per un sistema elettronico. Viceversa se riceviamo un file strutturato con tutte le informazioni necessarie per interpretare il documento, possiamo ipotizzare una lettura completamente elettronica dello stesso. Se nel file sono presenti le informazioni necessarie per la formazione grafica, potremo anche visualizzarne il contenuto in modo comprensibile agli operatori. Un esempio semplice e diffuso di utilizzo dell E.D.I. (anche se parziale) è dato dalla trasmissione delle dichiarazioni dei redditi. Queste vengono inoltrate al Ministero come documenti informatici, ma il software che genera il file di trasmissione, provvede anche a formare un documento PDF che rappresenta i dati trasmessi all interno del modulo ministeriale di stampa. I formati di scambio possono essere diversi e finalizzati a scopi diversi, la sfida lanciata dalla PAGINA 3 finanziaria 2008 è costituita proprio dall impegno di definire entro il 30 marzo un sistema comune di interscambio per tutta la pubblica amministrazione. E facile prevedere che, come nella firma digitale, tale standard verrà utilizzato anche dai privati e darà il via ad una serie di iniziative volte a fornire documenti elettronici in sostituzione di quelli cartacei. La finanziaria lascia intuire che ci sarà un gestore dell interscambio e fino a che questo non sarà reso noto e non saranno pubblicati i regolamenti sarà difficile conoscere i protocolli utilizzati e le modalità di utilizzo di tale servizio. La sfida è importante e ci auguriamo che i tempi vengano rispettati, resta comunque valida la soluzione attuale di conservare e spedire elettronicamente file pdf con firma digitale. La trasmissione elettronica della fattura è la strada maestra per la registrazione automatica degli imponibili e delle merci.. Il pdf senza firma non assolve agli obblighi di conservazione E se la fattura viene inviata per come file pdf senza firma digitale? E un caso molto diffuso e, come ha precisato l agenzia delle entrate, si tratta di trasmissione elettronica di fattura analogica cioè di un documento che è pari a quello cartaceo ma che deve essere materializzato su carta da parte di chi lo riceve. D altronde le norme sulla conservazione dei documenti iva prevedono la SEGNATURA DI PROTOCOLLO del documento stesso, attività che può essere svolta SOLO SULLA COPIA CARTACEA. La segnatura può essere sostituita dal protocollo elettronico solo quando si effettua la conservazione elettronica dove è assolutamente vietato modificare il file ricevuto. Chi riceve quindi una fattura in formato pdf, dovrà provvedere alla stampa, alla segnatura di protocollo e alla conservazione cartacea, fatta salva la possibilità di scansionare il documento e trasformarlo nuovamente in formato digitale. Il cliente in pratica diventa il tipografo del fornitore e provvede, a sue spese, alla stampa dei documenti. Un meccanismo che può andare bene a chi riceve poche fatture ma che può diventare ARCHIVIO DIGITALE critico se i documenti da stampare sono tanti. In risposta ad un interpello, l Agenzia ha anche precisato che chi emette la fattura nel solo formato pdf (senza firma) e non procede alla conservazione informatica secondo le regole del DM 23/01/2004 cioè effettuando la chiusura del supporto quindicinalmente, non può, a posteriori, effettuare operazioni automatiche di generazione delle immagini ma deve procedere alla acquisizione digitale del documento cartaceo. Per cui anche chi emette la fattura, se non effettua una conservazione elettronica completa, è costretto a conservare una copia cartacea e, se vuole trasformare l archivio in elettronico, deve ri acquisirla digitalmente. Un motivo in più per procedere alla conservazione elettronica fin dall inizio.

4 PAGINA 4 Scansione fatture con etichette da sedi remote L etichettatura alla ricezione permette di avere una immagine della fattura che contiene già la segnatura iva. Nel numero 1 abbiamo pubblicato un articolo sulla scansione delle fatture passive opportunamente etichettate. Ci sono pervenute domande sull argomento per questo abbiamo deciso di approfondirne alcuni aspetti. Il concetto di base è quello illustrato nella figura a lato, cioè il documento cartaceo viene segnato con il protocollo iva al momento della ricezione tramite una etichetta con codice a barre. Questo permette di scansionare subito il documento e di effettuare la registrazione guardando la fattura a video. Codifica fatture con etichetta protocollo alla ricezione Protocollo IVA applicato alla ricezione La scansione con etichette può essere utilizzata anche per il ricevimento di documenti da sedi remote. Scansione a lotti, etichetta fa da separatore Archivio Temporaneo Fatture Archivio Fatture Dati contabili + immagini pdf VISUALIZZAZIONE REGISTRAZIONE Spool movimenti e Una variante di questo procedimento può essere data dalla presenza di unità remote che devono acquisire le scansioni. Potrebbe trattarsi di filiali o di clienti che debbono trasmettere i documenti al centro servizi contabili, piuttosto che di uffici collegati tra loro che effettuano centralmente le registrazioni. In questo caso possiamo ipotizzare due scenari, dove la sede remota ha un suo archivio locale oppure si avvale del data base centrale. Nella prima ipotesi l utente effettua le operazioni di scansione in piena autonomia, la base dati e le immagini sono memorizzate localmente. Un programma di trasferimento legge le immagini scansio- nate e le aggiunge all archivio della sede centrale. Questo metodo che potremmo definire scollegato non consente all utente remoto di controllare gli archivi della sede e sapere se sono stati aggiunti eventuali protocollo d ufficio (esempio giroconti fatture intracee o R.S.M.) Il secondo metodo possiamo definirlo Collegato, l utente remoto si collega al data base centrale, effettua le scansioni MA LE IMMAGINI vengono memorizzate sul pc locale o sul server di filiale. Questo procedimento consente di mantenere una velocità di scansione elevata poiché la fase di memorizzazione della immagine avviene sul disco locale e non è rallentata dal collegamento remoto. Con il procedimento di riconoscimento delle etichette, il programma provvede a trasferire le immagini dalla sede remota alla sede centrale e ad aggiornare l archivio dei documenti ricevuti. Le immagini contengono già la segnatura iva ma ai fini di una conservazione sostitutiva mancano i dati di ricerca che dovranno essere acquisiti dopo la registrazione attraverso l elaborazione dello spool di stampa che, in questo caso aggiorna i dati del documento e non sostituisce il documento stesso. Confrontando i tempi dedicati alla conferma del dato rispetto alla digitazione non si hanno grossi vantaggi tranne che sulle operazioni di magazzino dove i controlli sono facilitati dai dati forniti dal gestionale Riconoscimento fatture In molti ci hanno chiesto se sulle fatture scansionate sia possibile fare un riconoscimento automatico. Ovviamente si ma è una operazione molto onerosa che da risultati a volte discutibili e che, se applicata alla sola parte contabile, risulta poco conveniente. Attivando il software Iris Capture for Invoice, è possibile effettuare un riconoscimento quasi automatico dei dati del documento. Il quasi è d obbligo perché il programma va personalizzato indicando le particolarità delle fatture gestite da ogni cliente. Facciamo un esempio, lo standard è in grado di riconoscere la data della fattura se questa è preceduta da alcuni termini tipici come data fattura, data documento, etc. Se la data è indicata con il luogo (esempio Milano, li 25 gennaio 2007) è evidente che il campo data non verrà riconosciuto se non attraverso la personalizzazione del programma Rimane il problema del controllo. Impossibile generare automaticamente una registrazione contabile senza che un operatore in qualche modo provveda alla VALIDAZIONE dei dati. Per quanto preciso il programma può sbagliare e un carattere in più o in meno può determinare una variazione di Iva che genererebbe sanzioni. Quindi i dati dovranno essere confermati uno ad uno il che rende l operazione poco conveniente rispetto alla digitazione. Diverso se si deve effettuare anche la registrazione del magazzino. In questo caso grazie al collegamento con il sistema gestionale si può ottenere la validazione di gran parte dei dati riconosciuti e ottenere alta produttività.. ARCHIVIO INFORMATICO

5 Estratti autentici di documenti informatici La nascita dei documenti informatici e il loro riconoscimento fiscale e legale è stato un percorso lungo e tortuoso fatto di 10 anni di norme, 11 leggi, 6 circolari, procedimenti blindati da chiavi super segrete e super complesse, ma Se un'azienda tiene o conserva le scritture contabili in formato digitale, è possibile ottenere un estratto autentico di tali scritture da utilizzare in sede giudiziale, in particolare come prova scritta di un credito? Se sì, con quali modalità? Per rispondere a queste domande occorre fare una premessa. L'art. 634 del Codice di Procedura Civile stabilisce che, ai fini della emissione di un decreto ingiuntivo per crediti derivanti da rapporti inerenti l'attività di impresa, costituisce prova scritta del credito l'estratto autentico delle scritture contabili. L'estratto autentico consisteva, tradizionalmente, nella formale attestazione, rilasciata da un notaio (o altro pubblico ufficiale), della conformità esistente tra la copia di un documento cartaceo ad es. la fattura - e l'originale estratto dalle scritture contabili ed esibito al notaio. Oggi dobbiamo tradurre questi concetti in una nuova realtà, rappresentata dalla tenuta o dalla conservazione delle scritture contabili in formato digitale: una realtà in cui non ha senso distinguere tra originale e copia poiché se il processo di conservazione è effettuato con regolarità, ogni copia del supporto generato, costituisce un originale. Ma l articolo 634 del C.P.C., pur ammettendo le scritture contabili prescritte dalle leggi tenute con l osservanza delle norme stabilite per tali scritture cioè ammettendo la validità delle scritture contabili anche quando queste sono conservate nel rispetto del D.M. 23/01/2004, richiede espressamente la produzione di estratti autentici. Allo stato attuale, appare difficile prescindere dall'intervento del notaio poiché nessuna Cancelleria di Tribunale si è organizzata per fare a meno della stampa su supporto cartaceo degli estratti autentici notarili prodotti in giudizio. Vediamo come fare, quindi, per ottenere un e- stratto autentico notarile utilizzabile in sede giudiziale. In uno studio pubblicato dal Consiglio Nazionale del Notariato, il procedimento da seguire viene denominato Estratto cartaceo di libro contabile informatico. Al notaio dovrà essere esibito il libro contabile in formato digitale, munito di riferimento temporale e di firma digitale del responsabile della conservazione; l'esibizione al notaio dei files contenenti le scritture da autenticare potrà avvenire mediante consegna a mani di un supporto informatico contenente i files (CD, DVD, memorie portatili, ecc.). oppure mediante trasmissione via (sarebbe meglio se certificata) Successivamente, il notaio stamperà su supporto cartaceo il contenuto della fattura (o di altra scrittura contabile) conservata in formato digitale, apponendovi, sempre a stampa, la dichiarazione di conformità della copia cartacea all' originale informatico. Per fare questo, tuttavia, il notaio dovrà verificare che l'originale informatico sia correttamente conservato, accertando se sia stato apposto il riferimento temporale e la firma digitale del responsabile della conservazione. I risultati di questa verifica devono essere evidenziati nella dichiarazione di conformità: il notaio dovrà specificare che il documento informatico, da cui viene estratta la stampa era munito dei requisiti sopra menzionati. PAGINA 5 Nello studio del CNN si fa anche riferimento agli estremi relativi alla trasmissione delle impronte all Agenzia come previsto dall articolo 5 del D.M. 23/01/2004. Come sappiamo l invio della impronte non viene effettuato poiché le Agenzie non hanno emesso il regolamento di attuazione, ma come specificato da più parti l invio della impronta all Agenzia è richiesto per estendere la validità dell archivio informatico e non per renderlo valido. L archivio è valido quando il documento è firmato, marcato ed è stato generato il file di chiusura. Tutto ciò però è uno studio e non si è tradotto in pratica. Il Notaio molto probabilmente alla ricezione del documento informatico si rifiuterà di produrre gli estratti, affermando che non ha disposizioni in merito alle modalità di generazione. In realtà il Notaio utilizza procedure di firma digitale per le sue pratiche e si presume sia in grado anche di verificare una firma ed una marca temporale. L unica particolarità se vogliamo essere precisi, riguarda la verifica dell eventuale file di chiusura che richiede software specifici che non sempre sono disponibili gratuitamente in commercio. E buona regola però del produttore del software di conservazione sostitutiva inserire nei supporti dove sono memorizzati i documenti un programma di consultazione, in genere gratuita che verifica anche la firma dell impronta dell archivio oltre che del singolo documento. Giustamente, il notaio o l ente verificatore non è tenuto ad installare software specifico anzi, in alcuni casi non sarebbe neppure in grado di fare questa operazione e si renderebbe necessario l intervento di un perito esterno o la nomina di un consulente di fiducia in grado di effettuare questa operazione. Dunque non c è soluzione? Forse sì. Iniziamo con il produrre una stampa del nostro giornale (o delle pagine interessate), prendiamo il modello F23 originale e la lettera inviata all agenzia relativamente alla competenza dei bolli. Andiamo dal Notaio, questi verificherà la stampa e sottolineerà la mancanza della bollatura preventiva (abolita da diversi anni) ma potrà verificare il pagamento dell imposta di bollo e potrà affermare che il vostro giornale è bollato. Dicevamo che il Notaio noterà la mancanza della bollatura preventiva quindi vi richiederà di sottoscrivere una dichiarazione sostitutiva in cui VOI dichiarate la conformità del documento all originale conservato secondo le disposizioni di legge. "il presente documento è una COPIA FOTOSTATICA dell'originale giornale/registro iva, della ditta xxxxxxxxxxxxxxx, TENUTO COME DA DISPOSIZIONI DI LEGGE". In realtà la frase potrebbe essere ancora più specifica e cioè conservato in modalità informatica ai sensi dell articolo 2 comma 1 e 2 del 23/01/2004 ma poco importa, avete ottenuto la vostra copia autentica. Tutto questo per il momento, in attesa di un futuro in cui si possa fare a meno dell'estratto autentico notarile o, quanto meno, si possa finalmente richiedere ed utilizzare in sede giudiziale un estratto informatico facendo a meno del supporto cartaceo. Con il contributo di: Avv. Fabrizio Mattioli Avv. Andrea Alessandrini

6 PAGINA 6 Prolificano i programma di ricerca ma il file giusto qual è? Sono sempre di più i prodotti per la ricerca di file su hard disk ma una conservazione a cartelle nn può competere con la logica del data base Un esempio di memorizzazione e ricerca di documento, grazie all addins per Microsoft Word, l operatore con un click invia il file in archivio e lo indicizza. La notifica ai colleghi può essere inviata come link al documento La più diffusa e conosciuta e la barra di Google che offre funzionalità di ricerca su internet e di ricerca sul proprio hard disk, ma anche Microsoft ha il suo desktop search, Iris utilizza il motore di Copernico e via con tutti gli altri. Una quantità enorme di prodotti che si preoccupano di indicizzare i files la dove si trovano per consentire di ritrovarli. Ne ho provato uno, non faccio il nome. ho indicato una parte della nostra rete (1 solo server con circa files) e dopo 1 giorno il file z_test ancora non veniva trovato. Nel frattempo la mia CPU aveva lavorato per ben 21 ore al 20% cercando disperatamente di creare un indice di tutte quelle informazioni. Che sarebbe successo se avessi indicato lo storage di rete come percorso da indicizzare? Nel nostro storage ci sono circa 2 milioni di files, il risultato di numerosi lavori di scansione, indicizzazione test e i nostri documenti interni che, ad oggi, ammontano a circa files. E evidente come io non creda a questi strumenti, da buon ragioniere immagino che ogni cosa abbia il suo posto e se ho bisogno delle fatture del 2006 inutile tirar giù tutti i raccoglitori di tutti gli anni, bastano quelli del 2006 ma un concetto, così semplice sul cartaceo, non è altrettanto semplice su un hard disk se non si è supportati da un sistema in grado di pilotare l ordinamento dei documenti e la generazione delle chiavi di ricerca. Questo articolo è nato come bozza, è stato memorizzato in una archivio destinato alle bozze, è stato segnalato ai colleghi che dovevano esprimere un parere, questi hanno effettuato le loro annotazioni e approvato o disapprovato il testo. Alla fine del ciclo il testo definitivo è stato travasato nella pubblicazione, anch essa opportunamente archiviata. Se cerchiamo la bozza apriamo l archivio bozze con una facile ricerca individuiamo i file interessati. Le note sono memorizzate nel data base e non abbiamo messaggi di posta aggiuntivi. Le revisioni sono evidenziate dallo stesso word. La segnalazione di avvenute modifiche ci perviene tramite un indicatore che ci avvisa della presenza di nuovi documenti. Anche la pubblicazione ha il suo archivio, dove troviamo anche i depliant e tutti gli altri documenti prodotti per le attività di Marketing. L identificazione dei documenti è immediata poiché per ogni tipologia abbiamo creato un contenitore adeguato con criteri di protezione studiati appositamente e regole di compilazione altrettanto precise, il tutto documentato nel manuale della conservazione sostitutiva che ormai è diventato una parte importante del manuale della qualità. Per ogni procedimento si risparmiano minuti e se è necessario condividere i documenti, i minuti diventano decine perché van moltiplicati per ogni collega che partecipa alla stesura o alla consultazione. ARCHIVIO INFORMATICO

7 T E L E A S S I S T I A M O C I Viaggiare è sempre più problematico e per essere tempestivi negli interventi e nel supporto di clienti e partner abbiamo ulteriormente sviluppato le soluzioni di tele assistenza. Il prodotto utilizzato è NETMEETING che trovate già installato su tutti i pc con windows xp. Per i pc con windows Vista, si può scaricare la versione 3.02 inglese dal nostro sito ftp (aprire esplora risorse e digitare ftp.mitserver.com) L installazione del programma è semplice e guidata, uniche note importanti sono gli elenchi in linea ad un certo punto chiede se ci si vuole collegare e potete rispondere no. Nella fase finale del setup viene proposta la configurazione dell audio e del video. Se volete utilizzare anche le funzioni di videoconferenza, dovete configurare questi dispositivi, diversamente potete tralasciare questa parte. Per le comunicazioni Audio e Video i nostri assistenti dispongono anche di Skype che ha una qualità audio superiore. La connessione è semplice, i nostri assistenti hanno un indirizzo diretto dato dal nome.multimediait.net Una volta stabilita la connessione si possono attivare le funzioni di condivisione del desktop che permettono all assistente di vedere quello che accade sul pc del cliente. Se si vuole utilizzare il servizio per una presentazione o per un corso, sarà l assistente a condividere il suo monitor e far vedere l uso del programma. La trasmissione della webcam è opzionale ma può dare maggiore vivacità alla dimostrazione e consente all assistente di percepire meglio l attenzione degli interlocutori. Sicurezza innanzitutto, con netmeeting non vengono trasmesse informazioni leggibili ma solo immagini per cui nessun sistema di intercettazione può captare i dati visua- PAGINA 7 lizzati dagli assistenti o dai clienti. Il collegamento può avvenire solo ed esclusivamente tramite chiamata del cliente, in nessun modo il nostro assistente può collegarsi al pc del cleinte se non attraverso la chiamata di quest ultimo. Firewall, vi sono casi in le protezioni di rete non consentono di utilizzare netmeeting, in questi casi occorre chiedere all amministratore di rete di aprire le comunicazioni verso gli indirizzi ip dei nostri assistenti. Firmare i documenti analogici e firmare con Acrobat. La conservazione di documenti cartacei (analogici) originali non unici, non richiede la firma di ogni singolo documento; le disposizioni di legge prevedono la firma del solo file di chiusura dell archivio. La firma digitale è basata sul certificato qualificato che ha un costo triennale indipendente dall utilizzo, quindi applicare molte firme digitali comporta solo un pò di perdita di tempo. I nostri programmi sono in grado di firmare un documento in due secondi purché questo non superi i 100 megabyte. Un immagine acquisita digitalmente in bianco e nero a 300 dpi di risoluzione occupa all incirca 150 kbyte per cui possiamo pensare di firmare un documento di 600 pagine in pochi secondi. E evidente che si tratta di un costo contenuto che fornisce A O- GNI DOCUMENTO un sigillo di validità SUPERIORE a quello richiesto dalle norme. Tale pratica verrà particolarmente utile quando si potranno generare estratti cartacei da documenti firmati digitalmente. Gli estratti riportano un timbro (probabilmente realizzato come codice a barre ) che riporta gli estremi della firma digitale applicata sul documento informatico. Il documento firmato inoltre, garantisce la sua originalità anche in assenza del file di chiusura e evidenzia eventuali manomissioni. Altra funzione disponibile su numerosi computer ma scarsamente utilizzata è la firma digitale all interno del file PDF. Ricordiamo che il CNIPA ha firmato un protocollo che autorizza l uso della firma digitale presente nel programma Acrobat e gli riconosce piena validità (standard o professional, il reader ha solo le funzioni di verifica della firma e non di generazione). ARCHIVIO DIGITALE La firma all interno del file PDF è più facile da comprendere, non comporta la spedizione di due file perché è memorizzata dentro il pdf e si presenta bene anche dal punto di vista estetico riportando una sorta di timbro elettronico che evidenzia la presenza della firma digitale. Acrobat offre anche funzioni di firma parziale ma, al momento, non le abbiamo ancora sperimentate. Unico problema, molti certificati rilasciati da autorità italiane sono considerati di default non affidabili e vanno autorizzati singolarmente cosa non facile, auspicabile una soluzione a breve. Va ricordato anche che all interno dei nostri programmi è possibile prendere appunti e collegarli ai documenti (procedimenti) anche in questo caso si può usare la firma digitale per rendere gli appunti ufficiali e non modificabili.

8 MultiMedia it s.n.c. Via Piemonte Marotta di Mondolfo (PU) Tel.: Fax: Document management Internetworking Security Le soluzioni TeamSystem La configurabilità dei nostri programmi consente di creare strutture di archivi adatte ad ogni necessità. Con il partner Team- System sono state sviluppate soluzioni avanzate di gestione dei documenti per Studi di commercialisti, centri contabili, consulenti del lavoro. Apposite interfacce consentono di acquisire automaticamente i documenti generati dalle procedure Gamma, Gecom Multi, Gecom Paghe, Gecom Redditi. Nuove soluzioni disponibili a breve consentiranno la ricerca dei documenti dai programmi contabili. TeamSystem distribuisce la soluzione ARCHIVIA PLUS tramite i propri centri diretti di Pesaro, Senigallia, Ancona, Bologna, Reggio Emilia, Milano, Roma e Campobasso e tramite la propria rete di rivenditori autorizzati. Autore degli articoli Claudio Caprara

STUDI TRIBUTARI CENTRI SERVIZI AZIENDE

STUDI TRIBUTARI CENTRI SERVIZI AZIENDE STUDI TRIBUTARI CENTRI SERVIZI AZIENDE I documenti della contabilità Documenti INDISPENSABILI Collegati a registrazioni iva o contabili Giustificativi Collegati a registrazioni commerciali o accordi 0

Dettagli

Archivia Plus - Specifiche Generali -

Archivia Plus - Specifiche Generali - Archivia Plus - Specifiche Generali - Archivia Plus è il software ideale per l'archiviazione elettronica e la conservazione sostitutiva dei documenti. Le sue funzioni principali sono: - Archiviazione automatica

Dettagli

FATTURA ELETTRONICA. non solo verso la pubblica amministrazione

FATTURA ELETTRONICA. non solo verso la pubblica amministrazione FATTURA ELETTRONICA non solo verso la pubblica amministrazione Fattura Emissione documento IVA cartaceo prestampato personalizzato da tipografia Registrazione documento IVA registri IVA manuali registri

Dettagli

La conservazione sostitutiva dei documenti

La conservazione sostitutiva dei documenti Conservazione dei documenti 1/3 La conservazione sostitutiva dei documenti Corso di Informatica giuridica a.a. 2005-2006 I documenti degli archivi, le scritture contabili, la corrispondenza e gli atti,

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: IL NUOVO OBBLIGO CON DECORRENZA DAL 31 MARZO 2015

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: IL NUOVO OBBLIGO CON DECORRENZA DAL 31 MARZO 2015 Segnalazioni Novità Prassi Interpretative LA FATTURAZIONE ELETTRONICA NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: IL NUOVO OBBLIGO CON DECORRENZA DAL 31 MARZO 2015 A partire dal 31 marzo 2015 scatterà

Dettagli

La fattura elettronica per il dottore commercialista

La fattura elettronica per il dottore commercialista S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PUNTO SULLA FATTURA ELETTRONICA La fattura elettronica per il dottore commercialista DANIELE TUMIETTO 8 Marzo 2013 - Ordine dei Dottori Commercialisti

Dettagli

Guida alla FATTURAZIONE ELETTRONICA

Guida alla FATTURAZIONE ELETTRONICA Guida alla FATTURAZIONE ELETTRONICA 1) Normativa Le disposizioni della Legge finanziaria 2008 prevedono che l emissione, la trasmissione, la conservazione e l archiviazione delle fatture emesse nei rapporti

Dettagli

La fatturazione elettronica: attualità e prospettive delle documentazione digitale in azienda. Gea Arcella Notaio garcella@notariato.

La fatturazione elettronica: attualità e prospettive delle documentazione digitale in azienda. Gea Arcella Notaio garcella@notariato. La fatturazione elettronica: attualità e prospettive delle documentazione digitale in azienda Gea Arcella Notaio garcella@notariato.it La fatturazione elettronica e le scritture contabili informatiche

Dettagli

Digitalizzazione dei Documenti. Il software Archidigi.

Digitalizzazione dei Documenti. Il software Archidigi. www.opendotcom.it 1 Digitalizzazione dei Documenti. Il software Archidigi. Innovazione dei processi e quadro normativo di riferimento. Dott. Fabio Aimar Dott. Francesco Cappello 2 Premessa L aumento delle

Dettagli

programma di informatica e sistemi informativi

programma di informatica e sistemi informativi programma di informatica e sistemi informativi Catania, 18 giugno 2008 1 Programma per gli esami di abilitazione nozioni di base di informatica: bit, Byte, Ram, Rom, linguaggi di programmazione, funzionamento

Dettagli

ARCHIVIA Plus. Archiviazione ottica e conservazione sostitutiva documenti

ARCHIVIA Plus. Archiviazione ottica e conservazione sostitutiva documenti ARCHIVIA Plus Archiviazione ottica e conservazione sostitutiva documenti ARCHIVIA Plus Archivia Plus è il software per la conservazione sostitutiva e per la gestione dell archivio informatico. Offre la

Dettagli

La conservazione sostitutiva delle fatture elettroniche ed analogiche

La conservazione sostitutiva delle fatture elettroniche ed analogiche Articolo pubblicato sulla rivista tributaria L IVA n.5/2006 -Wolters Kluver Italia Srl La conservazione sostitutiva delle fatture elettroniche ed analogiche Dott.Giorgio Confente Agenzia delle Entrate

Dettagli

OGGETTO: Conservazione elettronica. Istanza di interpello 2007 Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212.

OGGETTO: Conservazione elettronica. Istanza di interpello 2007 Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso RISOLUZIONE N. 14/E Roma, 21 gennaio 2008 OGGETTO: Conservazione elettronica. Istanza di interpello 2007 Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Con l interpello

Dettagli

IfinConsulting News - FOCUS FATTURA ELETTRONICA

IfinConsulting News - FOCUS FATTURA ELETTRONICA GIUGNO 2014 IfinConsulting News - FOCUS FATTURA ELETTRONICA Stop alle fatture su carta! A decorrere dal 6 giugno scatta l obbligo per i fornitori della PA Centrale di fatturare con modalità elettroniche.

Dettagli

PER ENTRAMBE LE TIPOLOGIE

PER ENTRAMBE LE TIPOLOGIE PER ENTRAMBE LE TIPOLOGIE RESI LEGGIBILI NEL TEMPO IN ORDINE CRONOLOGICO NON CRITTOGRAFATI RICERCABILI OMOGENEITA PER PERIODO D IMPOSTA ESIBIZIONE & MEMORIZZAZIONE CONSERVAZIONE RESPONSABILE DELLA CONSERVAZIONE

Dettagli

digitale della documentazione

digitale della documentazione I controlli fiscali alle aziendeche adottanola conservazione digitale della documentazione Verifica della corrispondenza fra l impronta dell archivio inviata all Agenzia delle Entrate e quella riscontrata

Dettagli

La fatturazione elettronica

La fatturazione elettronica La fatturazione elettronica Corso Nuove tecnologie e diritto a.a. 2007/2008 Claudia Cevenini claudia.cevenini@unibo.it D.Lgs. 20 febbraio 2004, n. 52 Attuazione della direttiva 2001/115/CE che semplifica

Dettagli

Dottore Commercialista Revisore Contabile

Dottore Commercialista Revisore Contabile LA FATTURAZIONE ELETTRONICA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ALLA LUCE DEL DECRETO ATTUATIVO a cura del Dott. Vito e in Bitonto (BA) E stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 2013, n. 118

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA PER LA P.A. Impresa? Prestatore Occasionale? Libero professionista? Scegli la soluzione più adatta alle tue esigenze.

FATTURAZIONE ELETTRONICA PER LA P.A. Impresa? Prestatore Occasionale? Libero professionista? Scegli la soluzione più adatta alle tue esigenze. FATTURAZIONE ELETTRONICA PER LA P.A. Impresa? Prestatore Occasionale? Libero professionista? Scegli la soluzione più adatta alle tue esigenze. NORMATIVA Le disposizioni della legge finanziaria 2008 prevedono

Dettagli

Appare evidente come l innovazione tecnologica

Appare evidente come l innovazione tecnologica ICT E DIRITTO Rubrica a cura di Antonio Piva, David D Agostini Scopo di questa rubrica è di illustrare al lettore, in brevi articoli, le tematiche giuridiche più significative del settore ICT: dalla tutela

Dettagli

Firma Digitale di Flussi di Fatture Elettroniche

Firma Digitale di Flussi di Fatture Elettroniche Firma Digitale di Flussi di Fatture Elettroniche Studio a cura di Normativa La firma digitale di flussi di fatture elettroniche viene introdotta dalla Direttiva CEE 2001/115/CE del 20 dicembre 2001, e

Dettagli

ARCHIVIA PLUS: ARCHIPROTO PEC

ARCHIVIA PLUS: ARCHIPROTO PEC ARCHIVIA PLUS: ARCHIPROTO PEC Istruzioni per la configurazione e l utilizzo del modulo di protocollazione PEC Versione n. 2012.05.25 Data : 25/05/2012 Redatto da: Veronica Gimignani Luca Mattioli Approvato

Dettagli

Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA

Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA TeamSystem ha rilasciato un nuovo modulo software e creato un servizio web per gestire in modo snello, guidato e sicuro l intero processo

Dettagli

La Fattura Elettronica

La Fattura Elettronica La Fattura Elettronica 16 gennaio 2009 Gabriele Saraceno Agenzia delle Entrate Direzione Regionale Toscana Ufficio Controlli Fiscali Normativa e prassi di riferimento D.Lgs. 20 febbraio 2004 n. 52 D.P.R.

Dettagli

Fatturazione elettronica adempimento degli obblighi fiscali e tenuta delle scritture contabili mediante strumenti digitali

Fatturazione elettronica adempimento degli obblighi fiscali e tenuta delle scritture contabili mediante strumenti digitali Fatturazione elettronica adempimento degli obblighi fiscali e tenuta delle scritture contabili mediante strumenti digitali Milano, 4 giugno 2004 Avv. Luigi Neirotti Studio Legale Tributario - EYLaw 1 Normativa

Dettagli

ARCHISCAN: SCANSIONE MASSIVA

ARCHISCAN: SCANSIONE MASSIVA ARCHISCAN: SCANSIONE MASSIVA Scansione massiva con scanner Twain, riconoscimento OCR OMR BAR CODE Versione n. 2011.09.29 Data : 29/09/2011 Redatto da: Veronica Gimignani Luca Mattioli Approvato da: Claudio

Dettagli

Conservazione delle fatture su supporto informatico: le regole da seguire

Conservazione delle fatture su supporto informatico: le regole da seguire Fattura elettronica Conservazione delle fatture su supporto informatico: le regole da seguire di Francesco Scopacasa Codice civile Normativa tributaria Validità fiscale La possibilità di conservare su

Dettagli

La conservazione sostitutiva fatture elettroniche e documenti digitali è il sistema attraverso il quale professionisti, aziende e autonomi possono

La conservazione sostitutiva fatture elettroniche e documenti digitali è il sistema attraverso il quale professionisti, aziende e autonomi possono La conservazione sostitutiva fatture elettroniche e documenti digitali è il sistema attraverso il quale professionisti, aziende e autonomi possono creare, emettere, gestire, archiviare e conservare fatture

Dettagli

Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA

Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA 15 Luglio 2014 Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA Gentile Cliente, l art. 1, commi da 209 a 214, della legge 24 dicembre 2007 n. 244 (legge finanziaria 2008) ha introdotto l

Dettagli

ARCHIVIA PLUS SPEDIZIONE IMPRONTA ARCHIVIO FISCALE

ARCHIVIA PLUS SPEDIZIONE IMPRONTA ARCHIVIO FISCALE ARCHIVIA PLUS SPEDIZIONE IMPRONTA ARCHIVIO FISCALE Istruzioni per la spedizione delle impronte Versione n. 2011.12.16 Data : 16.12.2011 Redatto da: Luca Mattioli, Veronica Gimignani, Massimiliano Baldinelli

Dettagli

Vantaggi della conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti ai fini fiscali

Vantaggi della conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti ai fini fiscali Vantaggi della conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti ai fini fiscali 1 Libri contabili tenuti in forma cartacea Libri contabili tenuti con sistemi meccanografici Libri contabili elettronici

Dettagli

OPENKEY S.r.l. - Via Luigi Dari, 14-63100, Ascoli Piceno (AP) - http://www.openkey.it - info@openkey.it 158/E RISOLUZIONE N.

OPENKEY S.r.l. - Via Luigi Dari, 14-63100, Ascoli Piceno (AP) - http://www.openkey.it - info@openkey.it 158/E RISOLUZIONE N. RISOLUZIONE N. 158/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 15 giugno 2009 OGGETTO: Consulenza giuridica Associazione e Ordini Professionali D.M. 23 gennaio 2004 e fatturazione elettronica risposta

Dettagli

Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA

Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA Gentile Cliente, Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA l art. 1, commi da 209 a 214, della legge 24 dicembre 2007 n. 244 (legge finanziaria 2008) ha introdotto l obbligo della

Dettagli

La fattura elettronica

La fattura elettronica La fattura elettronica L. 69 del 2009 art. 32 Eliminazione degli sprechi relativi al mantenimento di documenti in forma cartacea Dal 1 gennaio 2010 Pubblicazione sui siti web con effetti legali..salvo

Dettagli

Considerata la complessità degli argomenti trattati, la invitiamo a contattarci per ogni informazione aggiuntiva.

Considerata la complessità degli argomenti trattati, la invitiamo a contattarci per ogni informazione aggiuntiva. Gentile Cliente, come noto dal 6 giugno è entrato in vigore l obbligo di trasmissione delle in modalità elettronica verso Ministeri, Agenzie Fiscali ed Enti Nazionali di Previdenza. Dal 31 marzo 2015 la

Dettagli

Indice. 2. Conservazione digitale a Norma: requisiti e tempistiche ------------------------------------------------------------- 11

Indice. 2. Conservazione digitale a Norma: requisiti e tempistiche ------------------------------------------------------------- 11 1 2 Indice 1.1 Cos è la Conservazione digitale a Norma? --------------------------------------------------------------------------------------------- 6 1.2 Quali sono le condizioni da rispettare, indipendentemente

Dettagli

ARCHIVIA PLUS SPEDIZIONE IMPRONTA ARCHIVIO FISCALE

ARCHIVIA PLUS SPEDIZIONE IMPRONTA ARCHIVIO FISCALE ARCHIVIA PLUS SPEDIZIONE IMPRONTA ARCHIVIO FISCALE Istruzioni per la spedizione delle impronte Versione n. 2012.03.30 Data : 30.03.2012 Redatto da: Luca Mattioli, Veronica Gimignani, Massimiliano Baldinelli

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Dott.ssa Barbara Santucci

FATTURAZIONE ELETTRONICA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Dott.ssa Barbara Santucci FATTURAZIONE ELETTRONICA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Dott.ssa Barbara Santucci 1 1. INTRODUZIONE La L. n 244/2007 e successive modificazioni ha istituito l obbligo di fatturazione elettronica nei confronti

Dettagli

La fatturazione elettronica verso la PA. Roma, 3 e 5 marzo 2015

La fatturazione elettronica verso la PA. Roma, 3 e 5 marzo 2015 La fatturazione elettronica verso la PA 1 Roma, 3 e 5 marzo 2015 Fonti normative e di prassi Legge n. 244/2007 (articolo 1, commi 209-214) DM 3 aprile 2013 n. 55 Regolamento in materia di emissione, trasmissione

Dettagli

Gentile Cliente, 1.MODULO SOFTWARE FATTURA ELETTRONICA PA

Gentile Cliente, 1.MODULO SOFTWARE FATTURA ELETTRONICA PA Gentile Cliente, come noto dal 6 giugno è entrato in vigore l obbligo di trasmissione delle in modalità elettronica verso Ministeri, Agenzie Fiscali ed Enti Nazionali di Previdenza. Dal 31 marzo 2015 la

Dettagli

Archiviazione elettronica dei documenti

Archiviazione elettronica dei documenti Archiviazione Archiviazione Archiviazione Produttore Multimedia It s.n.c. Distributore TeamSystem s.r.l. Caratteristiche Tecniche Linguaggio di programmazione VISUAL BASIC, VISUAL C++ Sistema operativo

Dettagli

http://www.buildingthefuture.eu/it/accesso-servizio-fatturazione-elettronica-pa

http://www.buildingthefuture.eu/it/accesso-servizio-fatturazione-elettronica-pa Gentile Cliente, come comunicato con le nostre precedenti newsletter e seminari, Building The Future S.r.l. in collaborazione con il Partner tecnologico Teamsystem ha realizzato un servizio WEB based che

Dettagli

RISOLUZIONE N. 195/E. Con l'interpello specificato in oggetto, concernente l'interpretazione del DM 23/01/2004, è stato esposto il seguente QUESITO

RISOLUZIONE N. 195/E. Con l'interpello specificato in oggetto, concernente l'interpretazione del DM 23/01/2004, è stato esposto il seguente QUESITO RISOLUZIONE N. 195/E Roma, 30 luglio 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 D.M. 23 gennaio 2004 conservazione sostitutiva

Dettagli

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA ASL 2 LIGURIA Savona, 23 Settembre 2008 CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA prof. avv. Benedetto Santacroce Santacroce-Procida-Fruscione 1 CM 45/E/2005 Delibera CNIPA 11/2004 MEMORIZZAZIONE ARCHIVIAZIONE ELETTRONICA

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE A cura di Servizio Fiscale e Area ICT Workshop Cesena, 23 marzo 2015 Workshop Forlì, 26 marzo 2015 FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PA L azienda

Dettagli

La fatturazione elettronica verso la PA. Roma, 28 marzo 2015

La fatturazione elettronica verso la PA. Roma, 28 marzo 2015 La fatturazione elettronica verso la PA 1 Roma, 28 marzo 2015 Fonti normative e di prassi Legge n. 244/2007 (articolo 1, commi 209-214) DM 3 aprile 2013 n. 55 Regolamento in materia di emissione, trasmissione

Dettagli

A chi è rivolta la FatturaPA

A chi è rivolta la FatturaPA A chi è rivolta la FatturaPA Tutti i fornitori che emettono fattura verso la Pubblica Amministrazione (anche sotto forma di nota o parcella) devono: produrre un documento in formato elettronico, denominato

Dettagli

il soggetto che effettua la cessione del bene o la prestazione del servizio

il soggetto che effettua la cessione del bene o la prestazione del servizio La legge di stabilità emanata lo scorso dicembre, ha recepito la normativa UE in materia di armonizzazione in materia di IVA a livello comunitario. Tra le varie innovazioni, è stato riscritto l art. 21

Dettagli

Conservazione sostitutiva di documenti tributari e fatturazione elettronica

Conservazione sostitutiva di documenti tributari e fatturazione elettronica Padova 20 febbraio 2007 Conservazione sostitutiva di documenti tributari e fatturazione elettronica Umberto Zanini Dottore Commercialista e Revisore Contabile in Modena Tel.059/2929777/2929483 Fax 059/2926210

Dettagli

L ufficio senza carta: ora si può

L ufficio senza carta: ora si può Organizzazione L ufficio senza carta: ora si può Renata Bortolin Negli ultimi anni, abbiamo assistito al susseguirsi di annunci di leggi che semplificano i procedimenti amministrativi, fiscali e tributari

Dettagli

Gli elementi comunemente contenuti nella fattura, sia cartacea che elettronica, sono:

Gli elementi comunemente contenuti nella fattura, sia cartacea che elettronica, sono: Fattura elettronica: caratteristiche e vantaggi La legge per tutti.it Stefano Veltri Il recente decreto sviluppo ha modificato la disciplina sulla fattura elettronica, allo scopo di favorirne la diffusione.

Dettagli

Domande e risposte su fatturazione elettronica e conservazione sostitutiva

Domande e risposte su fatturazione elettronica e conservazione sostitutiva Domande e risposte su fatturazione elettronica e conservazione sostitutiva Le seguenti domande e risposte sono riportate esclusivamente per facilitare il lettore a comprendere le tematiche trattate e,

Dettagli

LA FATTURA ELETTRONICA E LA SMATERIALIZZAZIONE DELLE SCRITTURE CONTABILI: PROFILI PROBLEMATICI (avv. Antonino Attanasio)

LA FATTURA ELETTRONICA E LA SMATERIALIZZAZIONE DELLE SCRITTURE CONTABILI: PROFILI PROBLEMATICI (avv. Antonino Attanasio) GRUPPO DI INIZIATIVA FORENSE Verona 7 maggio 2004 DOCUMENTO INFORMATICO Problematiche di formazione e probatorie LA FATTURA ELETTRONICA E LA SMATERIALIZZAZIONE DELLE SCRITTURE CONTABILI: PROFILI PROBLEMATICI

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA

FATTURAZIONE ELETTRONICA FATTURAZIONE ELETTRONICA PREMESSA Le ultime disposizioni. La conservazione sostitutiva. La fatturazione nei confronti della P.A. PREMESSA La Legge di Stabilità è entrata in vigore il 1 gennaio del corrente

Dettagli

La smaterializzazione dei documenti: la gestione del ciclo di vita e i controlli

La smaterializzazione dei documenti: la gestione del ciclo di vita e i controlli La smaterializzazione dei documenti: la gestione del ciclo di vita e i controlli Resp. Prodotti e Servizi La carta Oggi ci troviamo a vivere contemporaneamente in due mondi paralleli e diversi: quello

Dettagli

2010.10.21 Modificata impronta nei file di chiusura. 2004.12.18 Modificato la logica di conservazione

2010.10.21 Modificata impronta nei file di chiusura. 2004.12.18 Modificato la logica di conservazione ARCHIREADER Istruzioni per la consultazione dei supporti generati con i programmi ArchiMedia e Archivia Plus Versione n. 2012.02.03 Del : 03/02/2012 Redatto da: Veronica Gimignani Approvato da: Caprara

Dettagli

02 Risoluzione 153-2000

02 Risoluzione 153-2000 La tabella seguente elenca e riassume i Decreti, le Circolari e le Risoluzioni relative ai documenti fiscali. Sono particolarmente rilevanti i provvedimenti indicati, nella prima colonna, con una freccetta.

Dettagli

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione. Guida all utilizzo del Servizio

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione. Guida all utilizzo del Servizio Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione Guida all utilizzo del Servizio Versione 2.1 del 08/02/2016 Sommario I. Chi fa cosa - ruoli... 3 (a) La Farmacia produzione del file XML... 3

Dettagli

Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA

Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA 23 febbraio 2015, Bologna Circ. N. 0023/02/2015 Soluzioni Software e Servizi Web per la Fattura Elettronica PA Gentile Cliente, abbiamo rilasciato un nuovo modulo software e creato un servizio web per

Dettagli

Posta Elettronica Certificata obbligo e opportunità per le Imprese e la PA

Posta Elettronica Certificata obbligo e opportunità per le Imprese e la PA Posta Elettronica Certificata obbligo e opportunità per le Imprese e la PA Belluno 28 gennaio 2014 www.feinar.it PEC: Posta Elettronica Certificata Che cos'è e come funziona la PEC 3 PEC: Posta Elettronica

Dettagli

La tenuta e la conservazione delle scritture contabili con modalità informatiche: regole e novità

La tenuta e la conservazione delle scritture contabili con modalità informatiche: regole e novità Focus di pratica professionale di Luca Signorini La tenuta e la conservazione delle scritture contabili con modalità informatiche: regole e novità Introduzione Da tempo l informatica costituisce parte

Dettagli

ARCHIVIAZIONE E. Obblighi & Opportunità. 8 Gennaio 2010

ARCHIVIAZIONE E. Obblighi & Opportunità. 8 Gennaio 2010 ARCHIVIAZIONE E CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA Obblighi & Opportunità 8 Gennaio 2010 Conservazione di documenti dal 2000 al 2006 2 MEMORIZZAZIONE, ARCHIVIAZIONE, CONSERVAZIONE 3 COSA SERVE 4 DOCUMENTO INFORMATICO

Dettagli

CONSERVAZIONE DIGITALE DEI DOCUMENTI FISCALI. On line 6/10/2014 ore 14,30

CONSERVAZIONE DIGITALE DEI DOCUMENTI FISCALI. On line 6/10/2014 ore 14,30 CONSERVAZIONE DIGITALE DEI DOCUMENTI FISCALI On line 6/10/2014 ore 14,30 DALLA GESTIONE DOCUMENTALE ALLA CONSERVAZIONE DIGITALE Claudio Caprara Direttore commerciale MultiMedia it claudio.caprara@multimediait.net

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA

FATTURAZIONE ELETTRONICA FATTURAZIONE ELETTRONICA Indice Perché elettronica Fattura elettronica PA Cos è e come funziona Chi è interessato In pratica Il Servizio 2 Perché elettronica Genesi Con la diffusione di strumenti digitali

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA Visura

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA Visura Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA Visura FATTURAZIONE ELETTRONICA Fatt-PA è il servizio online di fatturazione elettronica semplice e sicuro

Dettagli

Archivia Plus Conservazione digitale dei documenti

Archivia Plus Conservazione digitale dei documenti Archivia Plus Conservazione digitale dei documenti Powered by Digital Document Management www.multimediait.com 1 2 Indice Archivia Plus 02 L archivio elettronico negli studi 04 Archivia Plus versioni e

Dettagli

P1548 UN MONDO NEL TUO MONDO

P1548 UN MONDO NEL TUO MONDO P1548 UN MONDO NEL TUO MONDO UN MONDO NEL TUO MONDO La Comun icazione ed i Servizi Il Mondo de Il Sole 24 ORE Attività Professionali e Gestionali La Gestione dello Studio Il Cliente al Centro dello Studio

Dettagli

STUDIO SESANA ASSOCIATI

STUDIO SESANA ASSOCIATI Ai Sigg. CLIENTI TITOLARI P.IVA Loro Sedi FATTURA ELETTRONICA VERSO LA P.A. Carissimi Clienti, a partire dal 6 giugno 2014 (la P.A. centrale) i Ministeri, le Agenzie fiscali (es.: Agenzia delle Entrate,

Dettagli

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione. Guida all utilizzo del Servizio

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione. Guida all utilizzo del Servizio Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione Guida all utilizzo del Servizio Versione 2.0 del 23/04/2015 Sommario I. Chi fa cosa - ruoli... 3 (a) La Farmacia produzione del file XML... 3

Dettagli

cnappcrm aoo generale Circolare n. 29 Prot.: 0001324 Data: 09/03/2015

cnappcrm aoo generale Circolare n. 29 Prot.: 0001324 Data: 09/03/2015 Cod. H30/B6/P2 Protocollo Generale (Uscita) Cod.OR/or cnappcrm aoo generale Circolare n. 29 Prot.: 0001324 Data: 09/03/2015 Ai Consigli degli Ordini degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori

Dettagli

White Paper. Per informazioni puoi rivolgerti presso l Agenzia:

White Paper. Per informazioni puoi rivolgerti presso l Agenzia: White Paper Per informazioni puoi rivolgerti presso l Agenzia: Pagina 2 di 12 Versione 2.0 Sommario Per informazioni puoi rivolgerti presso l Agenzia:... 1... 1 White Paper... 1 1. Introduzione... 3 2.

Dettagli

Fatturazione elettronica verso PA

Fatturazione elettronica verso PA Fatturazione elettronica verso PA Presentazione delle soluzioni 30 Giugno 2014 Introduzione L impatto della nuova normativa sull organizzazione La Finanziaria del 2008 ha introdotto l obbligo della fatturazione

Dettagli

C.C.I.A.A. DI PADOVA 29 NOVEMBRE 2011 LA DEMATERIALIZZAZIONE DEI LIBRI CONTABILI

C.C.I.A.A. DI PADOVA 29 NOVEMBRE 2011 LA DEMATERIALIZZAZIONE DEI LIBRI CONTABILI C.C.I.A.A. DI PADOVA 29 NOVEMBRE 2011 LA DEMATERIALIZZAZIONE DEI LIBRI CONTABILI GLI ARGOMENTI DI OGGI Processi e definizioni Informatiche Normative Dematerializzazione di documenti e scritture Nella gestione

Dettagli

La conservazione a norma dei documenti

La conservazione a norma dei documenti Progetto grafico: PRC Roma Questa guida è stata realizzata grazie al contributo di Intesa Spa e IBM Group. Le guide di questa collana sono supervisionate da un gruppo di esperti di imprese e associazioni

Dettagli

Digital day - 9 marzo 2015 FATTURAZIONE ELETTRONICA, ISTRUZIONI PER L USO. In collaborazione con

Digital day - 9 marzo 2015 FATTURAZIONE ELETTRONICA, ISTRUZIONI PER L USO. In collaborazione con Digital day - 9 marzo 2015 FATTURAZIONE ELETTRONICA, ISTRUZIONI PER L USO DIGITAL CHAMPIONS SOMMARIO Cos è la fatturazione elettronica? Perché diventa obbligatoria la fatturazione elettronica? Chi è interessato

Dettagli

Con l'interpello specificato in oggetto, concernente l'interpretazione dell'art. 21 del DPR n. 633 del 1972, è stato esposto il seguente QUESITO

Con l'interpello specificato in oggetto, concernente l'interpretazione dell'art. 21 del DPR n. 633 del 1972, è stato esposto il seguente QUESITO AGENZIA DELLE ENTRATE Risoluzione del 23 giugno 2008, n. 260/E Oggetto: Istanza di interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Fatturazione elettronica modalità di conservazione delle

Dettagli

La conservazione della fattura elettronica e della pec

La conservazione della fattura elettronica e della pec Confindustria Firenze 17 luglio 2014 La conservazione della fattura elettronica e della pec Relatore Avv. Chiara Fantini Of Counsel Studio Legale Frediani - Partner DI & P Srl Indice Quadro normativo in

Dettagli

Roma, 23 giugno 2008. Quesito

Roma, 23 giugno 2008. Quesito RISOLUZIONE N. 260/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 23 giugno 2008 OGGETTO: Istanza di interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Fatturazione elettronica modalità

Dettagli

Obbligo generalizzato di emissione della fattura elettronica verso la Pubblica Amministrazione dal 31.03.2015

Obbligo generalizzato di emissione della fattura elettronica verso la Pubblica Amministrazione dal 31.03.2015 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 12 10 MARZO 2015 Obbligo generalizzato di emissione della fattura elettronica verso la Pubblica

Dettagli

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista 1/5 OGGETTO CONSERVAZIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE (DOCUMENTI INFORMATICI) CLASSIFICAZIONE DT IVA FATTURAZIONE ELETTRONICA 20.020.021 RIFERIMENTI NORMATIVI ART. 1 CO. 209-214 L. 24.12.2007 N. 244 (LEGGE

Dettagli

Decreto anticrisi: ulteriore spinta alla dematerializzazione dei documenti

Decreto anticrisi: ulteriore spinta alla dematerializzazione dei documenti Focus di pratica professionale di Marco Thione Decreto anticrisi: ulteriore spinta alla dematerializzazione dei documenti Considerazioni introduttive: la dematerializzazione come opportunità La cosiddetta

Dettagli

OGGETTO: La fatturazione elettronica nella Pubblica Amministrazione

OGGETTO: La fatturazione elettronica nella Pubblica Amministrazione NOTA OPERATIVA N. 10/2014 OGGETTO: La fatturazione elettronica nella Pubblica Amministrazione - Introduzione Al fine di dare adempimento al DM n. 55 del 2013, applicativo di una serie di norme sotto evidenziate,

Dettagli

TRIBUNALE DI ROMA AVVISO EX ART.92 L.F. FALLIMENTO <> << Società fallita>>

TRIBUNALE DI ROMA AVVISO EX ART.92 L.F. FALLIMENTO <<numero ed anno del fallimento>> << Società fallita>> TRIBUNALE DI ROMA AVVISO EX ART.92 L.F. FALLIMENTO > Si informa che con Sentenza il Tribunale di Roma ha dichiarato il fallimento

Dettagli

La fattura elettronica e la pubblica amministrazione. 27 maggio 2014

La fattura elettronica e la pubblica amministrazione. 27 maggio 2014 La fattura elettronica e la pubblica amministrazione 27 maggio 2014 Riferimenti normativi e di prassi Art.21 DPR 633/72 (Testo iva) Per fattura elettronica si intende la fattura che è stata emessa e ricevuta

Dettagli

ARCHIVIA PLUS CHIUSURA ARCHIVI

ARCHIVIA PLUS CHIUSURA ARCHIVI ARCHIVIA PLUS CHIUSURA ARCHIVI Istruzioni per la chiusura degli archivi Versione n. 2014.11.19 Del: 19/11/2014 Redatto da: Veronica Gimignani Luca Mattioli Approvato da: Claudio Caprara Categoria: File

Dettagli

La fatturazione elettronica

La fatturazione elettronica La fatturazione elettronica Dott. Massimo Masson info@masson.biz Martedì 30 giugno 2015 INDICE Indice della presentazione Riferimenti normativi Soggetti e scadenze Flussi operativi Riflessioni INDICE Indice

Dettagli

Oggetto: I nuovi servizi Conservazione Fiscale Online e FatturaPA Online

Oggetto: I nuovi servizi Conservazione Fiscale Online e FatturaPA Online 30 marzo 2015 Prot. U/INF/2015/866 email Oggetto: I nuovi servizi Conservazione Fiscale e FatturaPA I nuovi servizi sviluppati da Notartel, con il coordinamento del Settore Informatico del Consiglio Nazionale,

Dettagli

FATTURA PA:TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE PASSEPARTOUT

FATTURA PA:TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE PASSEPARTOUT FATTURA PA:TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE PASSEPARTOUT Aggiornato al 23-03-2015 Le fatture emesse nei confronti della Pubblica Amministrazione dovranno essere emesse esclusivamente in forma elettronica:

Dettagli

Professionisti ed imprese: strumenti per competere meglio N. 1 2007 Sistema Centro Studi Castelli

Professionisti ed imprese: strumenti per competere meglio N. 1 2007 Sistema Centro Studi Castelli Soluzioni per la gestione d impresa Anno II N 1/2007 Periodico trimestrale Professionisti ed imprese: strumenti per competere meglio N. 1 2007 Rivista on line Sistema Centro Studi Castelli SOMMARIO SCHEMA

Dettagli

ARCHIVIA PLUS VERSIONE SQL SERVER

ARCHIVIA PLUS VERSIONE SQL SERVER Via Piemonte n. 6-6103 Marotta di Mondolfo PU tel. 021 960825 fax 021 9609 ARCHIVIA PLUS VERSIONE SQL SERVER Istruzioni per configurazione sql server e conversione degli archivi Versione n. 2011.09.29

Dettagli

La conservazione digitale nello studio professionale

La conservazione digitale nello studio professionale La conservazione digitale nello studio professionale 20.10.2015 Relatore: Dott. Fabrizio Scossa Lodovico OPEN Dot Com Spa Fattura P.A. Facile Pag. 1 FONTI NORMATIVE Codice Civile: artt. da 2214 a 2220

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Tipo del sistema di Conservazione a Norma del Manuale Operativo del sistema di Conservazione a Norma del Prima versione. Pagina 1 di 16 Tipo del sistema di Conservazione a Norma del 1 INTRODUZIONE 1.1

Dettagli

Milano, 21 novembre 2012

Milano, 21 novembre 2012 Fare Fatturazione Elettronica: da obbligo a opportunità Fatturazione Elettronica: da obbligo a opportunità IVA Recepimento della direttiva 2010/45/UE A partire dal 1 gennaio 2013 dovranno entrare in vigore

Dettagli

Questo documento è superato dal parere espresso da Digit Pa

Questo documento è superato dal parere espresso da Digit Pa Questo documento è superato dal parere espresso da Digit Pa Anche se con motivazioni diverse, Digit Pa, ha riconosciuto a tutte le marche temporali emesse dopo il febbraio 2004 la validità di venti anni.

Dettagli

L AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE: OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI PER GLI ENTI ERP

L AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE: OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI PER GLI ENTI ERP Prof. Stefano Pigliapoco L AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE: OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI PER GLI ENTI ERP s.pigliapoco@unimc.it La società dell informazione e della conoscenza La digitalizzazione delle comunicazioni,

Dettagli

L OBBLIGO DI FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

L OBBLIGO DI FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE SI surl L OBBLIGO DI FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Adempimenti per le imprese pzanatta@uive.it Dott. Paolo Zanatta 1 Normativa e Prassi Legge n. 244 del 24.12.2007, articolo

Dettagli

Oggetto: FAQ fatturazione elettronica verso la pubblica amministrazione. Le risposte ai quesiti emersi durante la videoconferenza del 16 aprile 2015

Oggetto: FAQ fatturazione elettronica verso la pubblica amministrazione. Le risposte ai quesiti emersi durante la videoconferenza del 16 aprile 2015 Confederazione Nazionale dell Artigianato e della Piccola e Media Impresa Sede Nazionale P.zza Armellini, 9/A 00162 Roma Tel. 06/44188461 Fax. 06/44249515 E-Mail: polfis@cna.it ISB in Europe 36-38 Rue

Dettagli

La Fatturazione Elettronica verso la PA

La Fatturazione Elettronica verso la PA La Fatturazione Elettronica verso la PA Il 6 giugno 2014 sarà una data importante in quanto entra in vigore il D.M. 55/2013 che ha stabilito le modalità attuative per fatturazione elettronica nei confronti

Dettagli