La grande distribuzione agosto 2012

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La grande distribuzione agosto 2012"

Transcript

1 Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane (in gestione transitoria) ICE TOKYO Giappone La grande distribuzione agosto 2012

2

3 SOMMARIO Premessa sul sistema distributivo in Giappone... 2 Premessa sul sistema distributivo in Giappone... 2 Trading company... 2 Grossisti... 4 Grandi magazzini Supermercati e ipermercati Convenience store Discount store Home center Società cooperative Drugstore Negozi specializzati yen shop Vendita a distanza Indice delle tavole La riproduzione anche parziale del testo e delle tavole senza autorizzazione è vietata.

4 Premessa sul sistema distributivo in Giappone La concorrenza spietata esistente nel mercato giapponese è alimentata da tre fattori determinanti, che influenzano fortemente l evoluzione del sistema distributivo. Il primo è l allentamento delle norme protezionistiche che imponevano severe restrizioni al libero sviluppo del mercato con un sistema di licenze e permessi regolanti i canali della distribuzione. Il secondo, di carattere puramente macroeconomico, è la tendenza deflativa perdurante che, se da un lato porta benefici ai consumatori, dall altra causa un erosione dei margini di profitto di intermediari e produttori. Sembra però prossima la ripresa dell inflazione anche se per il momento è indotta dai costi per l energia. Il terzo è l informatizzazione che permette ai produttori di seguire la rapidissima evoluzione delle mode e delle tendenze condizionanti i gusti dei consumatori, e che offre a questi ultimi la possibilità di confrontare prezzi e attributi dei prodotti ricercati, e acquistare online. Conseguentemente ai fenomeni appena visti, è in corso una ristrutturazione dei canali distributivi tradizionali, con una tendenza all accorciamento (integrazione verticale) per far sì che il prezzo al dettaglio non lieviti troppo e per permettere una rapida circolazione delle merci, sfruttando servizi di trasporto sempre più veloci ed efficienti. Trading company Le shosha (trading company) sono imprese che svolgono un attività di import-export e di commercio all ingrosso. Ne esistono due tipi: le sogo shosha (generali, chiamate anche general trading company) e le senmon shosha (specializzate). Le sogo shosha sono gruppi aziendali imponenti, che trattano un ampissima gamma di prodotti (dai semi di soia agli aeroplani), fornendo i tre servizi seguenti: Distribuzione: import, export e triangolazioni; vendita dei prodotti nel mercato domestico all ingrosso e talvolta al dettaglio; assicurazione e logistica; marketing e sviluppo di prodotti. Finanza: finanziamenti per il commercio estero e quello domestico; strumenti derivati; investimenti in altre imprese; Mitsubishi Corporation finanza Informazione: raccolta e analisi di informazioni tramite la rete di consociate presenti nei mercati esteri; analisi dei dati su distribuzione e vendita, raccolti dai grossisti e i dettaglianti tramite i terminali POS. La funzione delle sogo shosha sta evolvendo in risposta alla perdita di popolarità e di centralità 2

5 nel sistema distributivo giapponese, che sta snellendosi sempre più. Infatti, stanno assumendo progressivamente un ruolo più attivo effettuando fusioni e acquisizioni con imprese degli altri livelli dei canali distributivi. Ne sono un esempio le partecipazioni, anche di controllo, nel capitale di grandi gruppi commerciali al dettaglio quali supermercati e convenience stores. Le senmon shosha sono imprese di dimensioni più piccole, specializzate nei prodotti di un settore ben preciso. Sono numerose e spesso collegate alle sogo shosha e ai grandi produttori. L attività delle senmon shosha non è limitata al commercio estero, poiché creano anche del valore aggiunto attraverso il marketing e lo sviluppo di prodotti originali. Tavola 1. Prime general trading company nel 2010 Unità: milioni di yen, % Ragione sociale Fatturato Variaz. % Mitsubishi Corporation ,5 Itochu Corporation ,5 Mitsui & Co., LTD ,2 Marubeni Corporation ,3 Sumitomo Corporation ,5 Toyota Tsusho Corporation ,6 Sojitz Corporation ,4 Nota: il fatturato è tratto dal bilancio consolidato del gruppo Fonte: elaborazione su dati Nihon Boekikai Mitsubishi Corporation Mitsubishi Shoji Bldg., 2-3-1, Marunouchi Chiyoda-ku, Tokyo Tel Fax Itochu Corporation 2-5-1, Kita Aoyama Minato-Ku, Tokyo Tel Fax Tel Fax Sumitomo Corporation Harumi Island Triton Square Office Tower Y , Harumi, Chuo-ku, Tokyo Tel Fax Mitsui & Co., LTD Ote-Machi, Chiyoda-Ku, Tokyo Tel Fax Marubeni Corporation Marubeni Bldg Ote-machi, Chiyoda-ku, Tokyo

6 Toyota Tsusho Corporation Meieki, Nakamura-ku, Nagoya-shi, Aichi Tel Fax Sojitz Corporation , Akasaka, Minato-ku, Tokyo Tel Fax Grossisti La tendenza all accorciamento dei canali distributivi giapponesi, spinge i dettaglianti a stabilire rapporti diretti con i produttori, saltando i livelli della distribuzione all ingrosso. Anche i grossisti adottano forme d integrazione verticale a monte (sviluppando marchi privati) e a valle nel dettaglio. In molti settori i grossisti sono ancora indispensabili per le seguenti funzioni svolte: logistica, informazione, promozione, assortimento. Nella tipologia rientrano le senmon shosha e i grossisti di sportello. Questi ultimi svolgono una funzione Magazzino automatizzato di Kokubu pressoché logistica in quanto coordinano e convogliano le forniture provenienti da più grossisti, per poi rifornire i dettaglianti con consegne frequenti di merce a piccoli lotti. Tavola 2. Primi grossisti di alimentari e bevande nel 2010 Unità: milioni di yen, % Ragione sociale Sede Fatturato Variaz. % Prodotti trattati Kokubu Tokyo ,9 Alimentari, bevande Mitsubishi Shokuhin Tokyo ,1 Alimentari, bevande Nippon Access Tokyo ,1 Alimentari, bevande Kato Sangyo Hyogo ,8 Alimentari, bevande Itochu Shokuhin Osaka ,0 Alimentari, bevande 4

7 Kokubu & Co., LTD , Nihombashi, Chuo-ku, Tokyo Tel Fax Mitsubishi Shokuhin Co., LTD Heiwajima, Ota-ku, Tokyo Tel Fax Nippon Access, Inc , Ikejiri, Setagaya-ku, Tokyo Tel Fax Kato Sangyo Co., LTD. 9-20, Matsubara-cho, Nishinomiya-shi, Hyogo Tel Fax Itochu Shokuhin Co., LTD , Shiromi, Chuo-ku, Osaka Tel Fax Tavola 3. Grossisti di alimentari e rapporti con le trading company Affiliata Mitsubishi Shokuhin Mitsubishi Kokubu Collaborazione Nippon Access Mitsui Affiliata Mitsui Shokuhin Itochu Shokuhin Affiliata Itochu Sumitomo Azionista principale Kato Sangyo Cliente principale Seven Eleven Japan Yamaboshiya Affiliata Marubeni Fonte: elaborazione su dati Business Research Japan (2012) 5

8 Tavola 4. Primi grossisti di prodotti tessili nel 2010 Unità: milioni di yen, % Ragione sociale Sede Fatturato Variaz. % Prodotti trattati World Hyogo ,7 Donna Onward Holdings Tokyo ,6 Tutti NI Teijin Shoji Osaka ,6 Tutti Chori Osaka ,2 Tutti Wacoal Holdings Kyoto ,5 Calze, intimo World Co., LTD Minatojima Naka-machi, Chuo-Ku, Kobe-Shi, Hyogo Tel Fax Onward Holdings Co., LTD , Nihonbashi, Chuo-ku, Tokyo Tel Fax NI Teijin Shoji Co., LTD , Minami Hon-machi, Chuo-ku, Osaka Tel Fax Chori Co., LTD , Awaji-machi, Chuo-ku, Osaka Tel Fax Wacoal Holdings Corp. 29, Nakajima-cho, Kisshoin, Minami-Ku, Kyoto Tel Fax

9 Tavola 5. Primi grossisti di accessori nel 2010 Unità: milioni di yen, % Ragione sociale Sede Fatturato Variaz. % Prodotti trattati Regal Corporation Tokyo ,3 Calzature Morito Osaka ,7 Accessori per abbigliamento Shimada Shoji Osaka ,8 Accessori per abbigliamento Etoile Kaito Tokyo ,0 Accessori tutti Kiyohara Osaka ,9 Accessori per abbigliamento Regal Corporation Hinode, Urayasu-shi, Chiba Tel Morito Co., LTD , Minami Hon-machi, Chuo-ku, Osaka Tel Fax Shimada Shoji Co., LTD , Tani-machi, Chuo-ku, Osaka-shi, Osaka, Tel Fax Etoile Kaito & Co., Inc Nihonbashi Bakuro-cho Chuo-Ku, Tokyo Tel Fax Kiyohara & Co., LTD Minami Kyuhoji-machi, Chuo-Ku, Osaka Tel Fax Tavola 6. Primi grossisti di arredamento e biancheria nel 2010 Unità: milioni di yen, % Ragione sociale Sede Fatturato Variaz. % Prodotti trattati Sangetsu Aichi ,3 Arredamento Lic Osaka ,4 Arredamento Kawashima Selkon Kyoto ,5 Arredamento Nishikawa Sangyo Tokyo ,6 Biancheria Lilycolor Tokyo ,9 Arredamento 7

10 Sangetsu Co., LTD , Habashita, Nishi-Ku, Nagoya-shi, Aichi Tel Fax Lic Co., LTD Minami Kyuhoji-machi, Chuo-Ku, Osaka Tel Fax Kawashima Selkon Textiles Co., LTD. 265, Shizuichi Ichihara-cho, Sakyo-ku, Kyoto Tel Fax Nishikawa Sangyo Co., LTD. 8-8, Nihonbashi Tomizawa-cho Chuo-ku, Tokyo Tel Fax Lilycolor Co., LTD , Nishi Shinjuku, Shinjuku-Ku, Tokyo Tel Fax Tavola 7. Primi grossisti di mobili nel 2010 Unità: milioni di yen, % Ragione sociale Sede Fatturato Variaz. % Francebed Holdings Tokyo ,0 Oliver Aichi ,9 Hikari Furniture Tokyo ,7 Seki Furniture Fukuoka ,8 Yoshikei Aichi ,8 Francebed Holdings Co., LTD , Hyakunin-cho, Shinjuku-Ku, Tokyo Tel Oliver Corporation , Yabuta, Okazaki-shi, Aichi Tel Fax Hikari Furniture Co., LTD , Higashi Ogu, Arakawa-ku, Tokyo Tel Fax Seki Furniture Co., LTD. 98-7, Hataho, Okawa-shi, Fukuoka Tel Fax Yoshikei Corp Osu, Naka-ku, Nagoya-shi Aichi Tel Fax

11 Tavola 8. Primi grossisti di orologi e gioielli nel 2010 Unità: milioni di yen, % Ragione sociale Sede Fatturato Variaz. % Prodotti trattati Doshisha Osaka ,9 Orologi, altro Eiko Watch Osaka ,2 Orologi Nagahori Tokyo ,3 Gioielli Otsuki Pearl Hyogo ,3 Gioielli Shin-Ei Shokai Fukuoka ,3 Gioielli Doshisha Corporation 1-5-5, Higashi Shinsaibashi, Chuo-Ku, Osaka Tel Fax Eiko Watch Co., LTD , Bakuro-machi, Chuo-Ku, Osaka Tel Fax Nagahori Corporation , Ueno, Taito-ku, Tokyo Tel Fax Otsuki Pearl Co.,LTD , Minatojima Naka-machi Chuo-Ku, Kobe-shi, Hyogo Tel Fax Shin-Ei Shokai Co.,LTD Tanotsu, Higashi-ku, Fukuoka-shi, Fukuoka Tel Fax

12 Grandi magazzini I grandi magazzini (hyakkaten) sono grandi negozi al dettaglio che trattano un ampia gamma di prodotti (abbigliamento, cosmetici, gioielli, alimentari ecc.). Generalmente occupano un edificio e la superficie di vendita si sviluppa su più piani, ognuno dei quali destinato a categorie merceologiche diverse. Differiscono dai supermercati per la presenza del servizio alla vendita (commessi) e perché i punti vendita Italian Fair presso Takashimaya effettuano anche acquisti non centralizzati, voluti dall attività di merchandising autonoma e decisi dalla gestione indipendente. I contratti di fornitura sono di tre tipi: l acquisto senza reso, il contovendita, la vendita gestita dal fornitore. Nelle ultime due forme contrattuali, che ammontano all 80% dei casi, è previsto il reso dell invenduto. Per cercare di superare la lunga fase di crisi ancora in corso, in passato i grandi magazzini giapponesi si sono evoluti da negozi che hanno qualsiasi cosa in assortimento, a negozi che vendono prodotti ricercati o di marchi noti, e quindi affascinanti. Tavola 9. Primi grandi magazzini nel 2010 Unità: milioni di yen, % Ragione sociale Sede Fatturato Variaz. % Takashimaya Osaka ,9 Sogo & Seibu Tokyo ,5 Daimaru Matsuzakaya Tokyo ,9 Isetan Tokyo ,9 Hankyu Hanshin Hyakkaten Osaka ,1 Kintetsu Hyakkaten Osaka ,2 Mitsukoshi Tokyo Tokyu Hyakkaten Tokyo ,6 Tobu Hyakkaten Tokyo ,5 Odakyu Hyakkaten Tokyo ,1 N.B. Isetan e Mitsukoshi hanno stretto un alleanza ad aprile del

13 Takashimaya Company Limited 5-1-5, Nanba, Chuo-ku, Osaka Tel Fax Tokyu Department Store Co., LTD , Dogenzaka, Shibuya-Ku, Tokyo Tel Fax Sogo & Seibu Co., LTD. 5-25, Niban-cho, Chiyoda-ku, Tokyo Tel Fax Tobu Department Store Co., LTD , Nishi Ikebukuro, Toshima-ku, Tokyo Tel Daimaru Matsuzakaya Department Stores Co., LTD , Kiba, Koto-ku, Tokyo Tel Fax Odakyu Department Store Co., LTD Nishi Shinjuku, Shinjuku-ku, Tokyo Tel Fax Isetan Mitsukoshi LTD , Shinjuku, Shinjuku-ku, Tokyo Tel Fax Hankyu Hanshin Department Stores, Inc. 8-7, Kakuda-Cho, Kita-Ku, Osaka Tel Fax Kintetsu Department Store Co., LTD , Abeno-suji, Abeno-ku, Osaka Tel Fax Mitsukoshi LTD , Nihombashi Muro-Machi Chuo-Ku, Tokyo Tel Fax

14 Tavola 10. Accordi commerciali tra i principali grandi magazzini giapponesi (fatturato 2010) J Front Retailing 950,1 miliardi yen - 24 filiali Daimaru-17 filiali Matsuzakaya-7filiali Takashimaya 877,7 miliardi yen - 18 filiali (azionista) 33,6% 34,9% Daiwa (Kanazawa) JR Tokai Takashimaya (Nagoya) 30% Iyotetsu Takashimaya (Matuyama) Usui Hyakkaten (Kohriyama) Hamaya (Nagasaki) Seven & I Holdings 10% 859,2 miliardi yen - 26 filiali Printemps Ginza (Tokyo) Sogo- 10 fil. Seibu- 14 fil. Robinson- 2 filiali 30% Saikaya (Kawasaki) JR Tokai Iyotesudou Mitsukoshi Isetan Holding 1.220,0 miliardi yen - 25 filiali Mitsukoshi - 14 filiali Isetan - 11 filiali Ichihata Hyakkaten (Matsue) Okinawa Mitsukoshi (Naha) Okajima (Kofu) 30% Marui Imai (Sapproro) Keio (Tokyo) Matsuya (Tokyo) 2 filiali H2O Retailing Tokyu (Tokyo) 5 filiali 505,5 miliardi yen - 14 filiali Meitetsu Hyakkaten (Nagoya) Hankyu - 10 filiali Hanshin - 4 filiali 40% JR Nishinihon Isetan (Kyoto) 42,8% JR Nishinihon Isetan (Osaka ) JR Nishinihon Accordi commerciali JR Higashinihon shougyo Kaihatsu JR Higashinihon Accordi commerciali (Granduo) JR Kyushu (Hakata Hankyu) JR Kyushu Investimento % nel capitale 15% Investimento % nel capitale Fonte:

15 Supermercati e ipermercati I supermercati sono catene di negozi senza servizio alla vendita, con una gestione a basso costo. In Giappone ne esistono due categorie principali: quelli generali (ipermercati) e quelli specializzati. Quelli generali sono suddivisi in grandi, con superficie di vendita maggiore uguale a 3000 mq. (o 6000 mq. a Tokyo e altri grandi centri urbani) e con più di 49 dipendenti, e medi, con superficie di vendita minore di 3000 mq (o 6000 mq. a Tokyo e altri grandi centri Aeon LakeTown (Koshigaya, Saitama) urbani) e con più di 49 dipendenti. Trattano alimentari, vestiario, casalinghi, elettrodomestici ed altri oggetti d uso quotidiano. Quelli specializzati, sono tali per definizione quando una delle appena elencate categorie merceologiche, copre più del 70% dell assortimento e la superficie di vendita è maggiore di 250 mq. Data la gestione a basso costo, effettuano resi, non tengono scorte e sono collegati con la sede e i fornitori con un sistema EDI (electronic data interchange) che permette ordini automatici e la massima efficienza logistica e d assortimento. Commercializzano anche prodotti a marchi privati. Tavola 11. Primi supermercati e ipermercati nel 2010 Unità: milioni di yen, % Ragione sociale Sede Fatturato Variaz. % Aeon Retail Chiba ,5 Itoyokado Tokyo ,0 Uny Aichi ,9 Daiei Tokyo ,7 Izumi Hiroshima ,1 Life Corporation Osaka ,6 Heiwado Shiga ,7 Valor Gifu ,9 Izumiya Osaka ,1 York-Benimaru Fukushima ,5 13

16 Aeon Co., LTD Nakase, Mihama-ku, Chiba-Shi, Chiba Tel Fax Life Corporation Higashi Nakajima, Higashiyodogawa-ku Osaka Tel Fax Ito-Yokado Co., LTD. 8-8, Niban-cho, Chiyoda-Ku, Tokyo Tel Fax Heiwado Co., LTD. 31, Koizumi-cho, Hikone-shi, Shiga Tel Fax Uny Co., LTD. 1, Amaike Gotanda-cho, Inazawa-Shi, Aichi Tel Fax Valor Co., LTD , Ohari-cho, Tajimi-shi, Gifu Tel Fax The Daiei Inc , Toyo, Koto-Ku, Tokyo Tel Fax Izumiya Co., LTD , Hanazono Minami, Nishinari-Ku Osaka Tel Fax Izumi Co., LTD. 2-22, Kyobashi-cho, Minami-ku, Hiroshima-shi, Hiroshima Tel Fax York-Benimaru Co., LTD , Asahi, Koriyama-shi, Fukushima Tel Fax

17 Tavola 12. Partecipazioni azionarie fra trading company, supermercati, convenience store e altro (Convenience store, (Trading company) (Supermercati) drug store, altro) 19,5% Life Corporation Matsumoto Kiyoshi Acquisizione tramite fondo invest. Seijo Ishii Collaborazione Mitshubishi 33,13% Lawson Parco (shopp. center) 12,29% 5% Aeon Collaborazione Qol 33,22% Acquisizione J.Front Retailing Marunaka Three F Marubeni Partecipazione incrociata 29,4% Daiei 19,9% 54% Collaborazione MiniStop 28,8% Maruetsu 32% Collaborazione CFS Corporation 30% Tokyu store 7,7% Ain Pharmaciez Izumi 100% Seven Eleven Jap. Mitsui 1,83% Seven&I Holdings Cocokara Fine Collaborazione Arcs+Universe+Jois 100% Circle K Sunkusu 3% Uny Itochu 3% Izumiya 31,6% Family Mart Partecipazione incrociata 4,7% Kansai Supermarket Mujirushi Ryohin Sumitomo 20% 100% Mammy Mart Poplar Annullamento collaborazione Summit Tsuruha HD Wal Mart (USA) 100% Seiyu Fonte: elaborazione su dati Business Research Japan (2012) 15

18 Aeon, primo gruppo del commercio al dettaglio, a novembre del 2011 ha acquisito Marunaka, catena di supermercati regionali situati principalmente nelle zone di Chogoku e Shikoku, che realizza un fatturato annuo di circa 300 miliardi di yen. Riguardo ai mini supermercati, My Basket (gruppo Aeon) a fine marzo 2012 ha raggiunto i 600 punti vendita nell area metropolitana di Tokyo, e un fatturato pari a 10 miliardi di yen. La strategia di crescita dimensionale di Aeon sta accelerando l espansione anche in Cina, dove ha costituito una succursale a marzo 2012, mentre sta preparando le basi per penetrare in Malaysia, Cambogia e Vietnam. Convenience store I convenience stores 1 sono catene di piccoli negozi presenti ovunque, collegate ai grandi gruppi di supermercati o alle trading company, con le seguenti caratteristiche distintive: gestione efficiente dei punti vendita derivante dalla concentrazione in zone stabilite; esercizio ininterrotto 24ore su 24 tutti i giorni dell anno; vasta gamma di prodotti che vendono sicuramente (generi alimentari, bevande, prodotti per la vita quotidiana); servizio di riscossione degli importi delle bollette dei principali servizi; presenza dei terminali delle banche per l emissione di contanti. Tavola 13. Primi convenience store nel 2010 Unità: milioni di yen, %, unità Insegna Sede Fatturato Variaz. % N. negozi Seven Eleven Tokyo , Lawson Tokyo , Family Mart Tokyo , Circle K Sunkusu Tokyo , MiniStop Chiba , Daily Yamazaki Chiba , Seicomart Hokkaido , ThreeF Kanagawa ,7 634 Poplar Hiroshima ,5 700 Newdays Tokyo , V. anche pubblicazione ICE I convenience store 16

19 Discount store Sono grandi negozi che trattano di tutto, perfino le grandi firme straniere della moda. Le caratteristiche distintive, che permettono di praticare prezzi stracciati, sono: gestione a basso costo del punto vendita; impiego di personale a tempo parziale; rapporti diretti con i produttori; pagamento in contanti delle forniture; concentrazione in zone specifiche per abbattere i costi logistici. L esercizio commerciale è prolungato fino a notte fonda e la disposizione dei prodotti è caotica ma intrigante, quindi Tipica disposizione prodotti di Don Quijote entrarvi per curiosare è quasi un passatempo e il più delle volte si finisce per acquistare qualcosa. Tavola 14. Primi discount store nel 2010 Unità: milioni di yen, %, unità Ragione sociale Sede Fatturato Variaz. % N. negozi Don Quijote Tokyo ,1 162 Trial Company Fukuoka ,4 131 MrMax Fukuoka ,4 48 Plant Fukui ,0 20 Hokushin Shoji (Rogers) Tokyo ,0 10 Misumi Shoji (Lumiere) Fukuoka ,3 18 Makiya Shizuoka ,5 49 Takeya Tokyo ,0 1 Alless (Super Kid) Kumamoto ,1 27 Hiraki Hyogo ,0 5 17

20 Don Quijote Co., LTD , Aobadai, Meguro-ku, Tokyo Tel Fax Misumi Shoji Co., LTD , Futazaki, Kanda-machi, Miyako-gun, Fukuoka Tel Fax Trial Company Inc , Tanotsu, Higashi-ku, Fukuoka-shi, Fukuoka Tel Fax Makiya Co., LTD. 2373, Obuchi, Fuji-shi, Shizuoka Tel Fax Mr Max Corporation 1-5-7, Matsuda, Higashi-ku, Fukuoka-shi, Fukuoka Tel Fax Takeya Co., LTD Taito, Taito-Ku, Tokyo Tel Fax Plant Co., LTD , Shimo Shinjo, Sakai-Cho, Sakai-Shi, Fukui Tel Fax Alless Co., LTD , Kusunoki, Kumamoto-shi, Kumamoto Tel Fax Hokushin Shoji Co., LTD , Kichijoji Hon-cho, Musashino-shi, Tokyo Tel Fax Hiraki Co., LTD , Nakajima-cho, Suma-ku, Kobe-shi, Hyogo Tel Fax

21 Home center Nacquero come grandi negozi per il fai da te quindi vendono principalmente ferramenta, attrezzi da lavoro, prodotti per il giardinaggio. L assortimento comprende anche altri prodotti non alimentari quali i detersivi, gli elettrodomestici, la tappezzeria e il vestiario. I punti vendita hanno un ampia superficie, sono situati in periferia, sono dotati di ampi parcheggi e vengono visitati sia da consumatori comuni sia da aziende di settori interessati. Sono anche considerati grandi centri generali per la casa dove trovi tutto ciò che cerchi, ma non ciò che desideri veramente. Cainz Tavola 15. Primi home center nel 2010 Unità: milioni di yen, %, unità Ragione sociale Sede Fatturato Variaz. % N. negozi Cainz Gunma ,8 174 Kohnan Shoji Osaka ,9 230 Komeri Niigata , Nafco Fukuoka ,2 284 Keiyo Chiba ,5 182 Homac Hokkaido ,9 168 Lixil Viva Saitama ,4 95 Shimachu Saitama ,5 54 Kahma Aichi ,6 136 Daiki Ehime ,

22 Cainz Co., LTD. 380, Takazeki-machi, Takasaki-Shi, Gumma Tel Fax Homac Corp , Atsubetsu Chuo 3-Jo, Atsubetsu-ku, Sapporo-shi, Hokkaido Tel Fax Kohnan Shoji Co., LTD Otorihigashi-Machi Nishi-Ku Sakai-Shi, Osaka Tel Fax Lixil Viva Corporation 298-1, Kami, Ageo-Shi, Saitama Tel Fax Komeri Co., LTD , Shimizu, Minami-ku, Niigata-shi, Niigata Tel Fax Shimachu Co., LTD , Mihashi, Nishi-ku, Saitama-Shi, Saitama Tel Fax Nafco Corporation , Uo-machi, Kokura Kita-ku, Kita Kyushu-shi, Fukuoka Tel Fax Kahma Co., LTD , Hidaka-cho, Kariya-shi, Aichi Tel Fax Keiyo Co., LTD , Mitsuwadai Wakaba-ku, Chiba-shi, Chiba Tel Fax Daiki Co., LTD , Misawa, Matsuyama-shi, Ehime Tel Fax

23 Società cooperative Coop Sapporo Le cooperative sono nate per fornire prodotti sani, sicuri ed economici. I soci membri ordinano e acquistano congiuntamente le forniture che sono recapitate a domicilio e perciò godono anche del favore delle persone anziane. E in ogni modo possibile acquistare direttamente nel punto vendita anche senza essere soci. L assortimento è per circa l 80% di prodotti alimentari e per il restante 20% di prodotti di largo consumo e abbigliamento. Tavola 16. Prime società cooperative nel 2010 Unità: milioni di yen, % Ragione sociale Sede Fatturato Variaz. % Coop Sapporo Hokkaido ,3 Coop Kobe Hyogo ,8 Coop Tokyo Tokyo ,0 Coop Kanagawa Kanagawa ,5 Saitama Coop Saitama ,8 Chiba Coop Chiba ,4 Kyoto Seikyo Kyoto ,0 Pal System Coop Tokyo Tokyo ,5 Osaka Izumi Coop Osaka ,1 Coop Shizuoka Shizuoka ,5 21

24 Coop Sapporo , Hassamu 11jo, Nishi-ku, Sapporo-shi, Hokkaido Tel Fax Chiba Coop , Sakuragi Kita, Wakaba-ku, Chiba-shi, Chiba Tel Fax Coop Kobe , Sumiyoshi Higashi-machi, Higashi Nada-ku, Kobe-shi, Hyogo Tel Fax Kyoto Seikyo 1-2 Kisshoin Ishihara Kami Kawara-cho, Minami-ku, Kyoto Tel Fax Coop Tokyo 5-6-2, Chuo, Nakano-ku, Tokyo Tel Fax Pal System Coop Tokyo Okubo, Shinjuku-ku Tokyo Tel Fax Coop Kanagawa , Shin Yokohama, Kohoku-ku, Yokohama-shi, Kanagawa Tel Fax Osaka Izumi Coop , Minami Hanadaguchi-cho, Sakai-Ku, Sakai-Shi, Osaka Tel Fax Saitama Coop 1-5-5, Negishi, Minami-ku Saitama-shi, Saitama Tel Fax Coop Shizuoka 59-6, Kurogane-cho, Aoi-ku, Shizuoka-shi, Shizuoka Tel Fax

25 Drugstore I drugstore rispondono all esigenza di curarsi da soli. Vendono medicinali da banco, prodotti che riguardano la cosmesi e la cura del corpo, detersivi, dolcetti e bevande. Non è un tipo di dettaglio a parte, ma mostra comunque le seguenti peculiarità: specializzazione di prodotto, prezzi scontati, comodità (di localizzazione, economicità, lungo orario d esercizio), ricco assortimento di prodotti. Tavola 17. Primi drugstore nel 2010 Unità: milioni di yen, %, unità Matsumoto Kiyoshi (Shibuya) Ragione sociale Sede Fatturato Variaz. % N. negozi Matsumoto Kiyoshi Chiba , Sun Drug Tokyo ,7 592 Cawachi Yakuhin Tochigi ,6 193 Sugi Yakkyoku Aichi ,4 617 Tsuruha Hokkaido ,3 - Cosmos Pharm. Fukuoka ,5 356 Create SD Kanagawa ,0 319 Welcia Kanto Saitama Ain Pharmaciez Hokkaido ,1 501 CFS Corporation Shizuoka ,

26 Matsumotokiyoshi Holdings Co., LTD. 9-1, Shin Matsudo Higashi, Matsudo-Shi, Chiba Tel Fax Cosmos Pharmaceutical Corporation , Hakataeki Higashi, Hakata-ku, Fukuoka-Shi, Fukuoka Tel Fax Sundrug Co., LTD , Wakamatsu-cho, Fuchu-shi, Tokyo Tel Fax Create SD Co., LTD , Eda Nishi, Aoba-ku, Yokohama-shi, Kanagawa Tel Fax Cawachi Yakuhin KK. 1293, Soshima, Oyama-shi, Tochigi Tel Fax Welcia Kanto Co., LTD , Higashi Omiya, Minuma-ku, Saitama-shi, Saitama Tel Fax Sugi Holdings Co., LTD , Mikawa Anjo-cho, Anjo-shi, Aichi Tel Fax Ain Pharmaciez Higashi Naebo 5jo, Higashi-ku, Sapporo-shi, Hokkaido Tel Fax Tsuruha Holdings Inc , Kita 24-Jo Higashi, Higashi-Ku, Sapporo-Shi, Hokkaido Tel Fax CFS Corporation Shin Yokohama, Kohoku-ku, Yokohama-shi, Kanagawa Tel Fax

27 Negozi specializzati Ci sono due tipi di specializzazione: quella di prodotto e quella di cliente obiettivo. Due validi esempi sono rispettivamente i negozi di kimono e quelli per il giardinaggio. I negozi specializzati sono catene di punti vendita collegati telematicamente con la sede centrale che gestisce gli ordini a fornitori, i resi, il magazzino e la logistica. Poiché è molto importante avere delle linee di Shimamura prodotto profonde (molti articoli) o con molte varianti per articolo, per limitare l invenduto è essenziale una risposta prontissima ai cambiamenti di gusto dei clienti obbiettivo, sviluppando nuovi prodotti anche a marchio privato (private brand). Tavola 18. Primi negozi specializzati in abbigliamento donna-bambino nel 2010 Unità: milioni di yen, %, unità Ragione sociale Sede Fatturato Variaz. % N. negozi Shimamura Saitama , Nishimatsuyachain Hyogo ,1 767 Akachan Honpo Osaka ,0 85 Sanki Chiba ,3 196 Honeys Fukushima ,2 889 Shimamura Co., LTD , Miyahara-cho, Kita-ku, Saitama-Shi, Saitama Tel Fax Nishimatsuyachain Co., LTD , Sho, Shikito-cho, Himeji-shi, Hyogo Tel Fax Akachan Honpo Co., LTD Minami Hon-machi, Chuo-ku Osaka-shi, Osaka Tel Fax Sanki Corporation 4-20, Chuo-cho, Kashiwa-shi, Chiba Tel Fax Honeys Co., LTD Kashima-machi Hashirikuma, Iwaki-shi, Fukushima Tel Fax

Giappone: I convenience store

Giappone: I convenience store Giappone: I convenience store L Istituto nazionale per il Commercio Estero, con la propria rete di Uffici nel mondo e con le attività di promozione e di assistenza, costituisce un osservatorio sui mercati

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari in G I A P P O N E

il mercato dei prodotti agroalimentari in G I A P P O N E (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari in G I A P P O N E 1 B r a s i l e G i a p p o n e A u s t r a l i a S t a t i U n i t i C a n a d a F r a n c i a m

Dettagli

Giappone La grande distribuzione

Giappone La grande distribuzione Giappone La grande distribuzione gennaio 2010 SOMMARIO Profilo socio-economico... 3 SISTEMA DISTRIBUTIVO IN GIAPPONE... 5 Trading companies... 5 Grossisti... 8 Grandi magazzini... 14 Supermercati e ipermercati...

Dettagli

OSSERVATORIO OLIVICOLO

OSSERVATORIO OLIVICOLO ERSAT: Progetto Informatore della Campagna OSSERVATORIO OLIVICOLO IV Report Ottobre 2005 DATABANK SPA Via dei Piatti, 11 20123 MILANO P.IVA e C.F.: 03126910151 Tel.: 02-809556 Fax: 02-8056495 INDICE INTRODUZIONE

Dettagli

La grande distribuzione

La grande distribuzione Giappone La grande distribuzione gennaio 2009 Istituto nazionale per il Commercio Estero (ICE) - Ufficio di Tokyo SOMMARIO Profilo socio-economico... 3 SISTEMA DISTRIBUTIVO DEL GIAPPONE... 5 Trading companies...

Dettagli

Guida al mercato delle calzature luglio 2012

Guida al mercato delle calzature luglio 2012 Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane (in gestione transitoria) ICE TOKYO Giappone Guida al mercato delle calzature luglio 212 Sommario Capitolo 1 IL CONTESTO

Dettagli

Page 1. GESTIONE DEI CANALI DI MARKETING, SUPPLY CHAIN MANAGEMENT E DISTRIBUZIONE AL DETTAGLIO (CAP. 16, 17, 18) Unit 11 Slide 11.2.

Page 1. GESTIONE DEI CANALI DI MARKETING, SUPPLY CHAIN MANAGEMENT E DISTRIBUZIONE AL DETTAGLIO (CAP. 16, 17, 18) Unit 11 Slide 11.2. COMUNICAZIONE D IMPRESA Anno Accademico 2014/2015 GESTIONE DEI CANALI DI MARKETING, SUPPLY CHAIN MANAGEMENT E DISTRIBUZIONE AL DETTAGLIO (CAP. 16, 17, 18) Unit 11 Slide 11.2.1 SODDISFARE LE OPPORTUNITÀ

Dettagli

Guida al mercato della pelletteria luglio 2012

Guida al mercato della pelletteria luglio 2012 Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane (in gestione transitoria) ICE TOKYO Giappone Guida al mercato della pelletteria luglio 212 Sommario Capitolo 1 IL

Dettagli

La scelta dei canali di entrata. Michela Floris micfloris@unica.it

La scelta dei canali di entrata. Michela Floris micfloris@unica.it La scelta dei canali di entrata Michela Floris micfloris@unica.it Una premessa Individuare il canale che, meglio degli altri può essere efficace per la propria attività nei mercati esteri non è semplice

Dettagli

La grande distribuzione

La grande distribuzione Giappone La grande distribuzione gennaio 2008 Istituto nazionale per il Commercio Estero (ICE) - Ufficio di Tokyo SOMMARIO Profilo del Giappone... 3 Nota congiunturale... 5 SISTEMA DISTRIBUTIVO DEL GIAPPONE...

Dettagli

IL MERCATO DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI IN giappone

IL MERCATO DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI IN giappone IL MERCATO DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI IN giappone Incoming operatori esteri al CIBUS 2014 Parma 5-8maggio 2014 Questa indagine è stata realizzata dall ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione

Dettagli

CAP 11: La gestione dei canali distributivi

CAP 11: La gestione dei canali distributivi CAP 11: La gestione dei canali distributivi La gestione dei canali distributivi 1. I canali distributivi 2. I rapporti con gli intermediari La gestione dei canali distributivi 1. I canali distributivi

Dettagli

BOZZA 13-05-13 BTGW CIBUS GLOBAL FORUM. BRIDGE THAT GAP worldwide PARMA, 17 MAGGIO 2013

BOZZA 13-05-13 BTGW CIBUS GLOBAL FORUM. BRIDGE THAT GAP worldwide PARMA, 17 MAGGIO 2013 BOZZA 13-05-13 CIBUS GLOBAL FORUM PARMA, 17 MAGGIO 2013 IL CONTESTO IN RUSSIA Nella Russia del passato, le fasce più ricche e istruite della popolazione, si rifacevano ai modelli culturali francesi, considerandoli

Dettagli

Provincia di Forlì Cesena Assessorato alle Politiche Agroalimentari

Provincia di Forlì Cesena Assessorato alle Politiche Agroalimentari Provincia di Forlì Cesena Assessorato alle Politiche Agroalimentari Gian Luca Bagnara RUOLO E STRATEGIE DEI MERCATI ALL INGROSSO AL SERVIZIO DELLA FILIERA ORTOFRUTTICOLA 1 SOMMARIO Perché parlare di mercati

Dettagli

MARKETING La gestione dei canali distributivi. Marketing - Prof. Giovanni Mattia Roma Tre, Economia

MARKETING La gestione dei canali distributivi. Marketing - Prof. Giovanni Mattia Roma Tre, Economia MARKETING La gestione dei canali distributivi Che cosa è un canale distributivo? E un insieme di imprese il cui compito è trasferire un bene fisico o un servizio dal produttore al consumatore, generando

Dettagli

Il mercato della biotecnologia

Il mercato della biotecnologia Giappone Il mercato della biotecnologia maggio 2007 Istituto nazionale per il Commercio Estero (ICE) Ufficio di Tokyo SOMMARIO Indice delle tavole... 2 Profilo socioeconomico... 3 CAPITOLO 1 INDIRIZZO

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UM05U ATTIVITÀ 52.42.1 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI ATTIVITÀ 52.42.2 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI

STUDIO DI SETTORE UM05U ATTIVITÀ 52.42.1 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI ATTIVITÀ 52.42.2 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI STUDIO DI SETTORE UM05U ATTIVITÀ 52.42.1 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI CONFEZIONI PER ADULTI ATTIVITÀ 52.42.2 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI CONFEZIONI PER BAMBINI E NEONATI ATTIVITÀ 52.42.3 COMMERCIO AL DETTAGLIO

Dettagli

UNITED COLORS OF BENETTON. DOTT. FRANCESCO BARBARO

UNITED COLORS OF BENETTON. DOTT. FRANCESCO BARBARO UNITED COLORS OF BENETTON. DOTT. FRANCESCO BARBARO 1 INDICE 1/2 1. IL GRUPPO BENETTON: COMPANY OVERVIEW 2. LA STRATEGIA D AREA 2.1 IL POSIZIONAMENTO COMPETITIVO 2.2 LA CONFIGURAZIONE DELLE ATTIVITA 3.

Dettagli

LE DECISIONI DI DISTRIBUZIONE. (cap. 15)

LE DECISIONI DI DISTRIBUZIONE. (cap. 15) LE DECISIONI DI DISTRIBUZIONE (cap. 15) IL RUOLO ECONOMICO DEI CANALI DI DISTRIBUZIONE Un canale di distribuzione può essere definito come una struttura formata da partner interdipendenti che mettono beni

Dettagli

Le scelte nella rete di distribuzione. La distribuzione deve rendere disponibile il prodotto nel momento e nel luogo desiderati dal cliente

Le scelte nella rete di distribuzione. La distribuzione deve rendere disponibile il prodotto nel momento e nel luogo desiderati dal cliente Distribuzione Le scelte nella rete di distribuzione La distribuzione deve rendere disponibile il prodotto nel momento e nel luogo desiderati dal cliente Le scelte nella rete di distribuzione Dove vogliamo

Dettagli

COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE

COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE pag. 1 Maiora s.r.l. è il soggetto della distribuzione organizzata del Sud Italia, nato nel 2012 dall accordo tra le società Ipa Sud s.p.a. di Barletta e Cannillo s.r.l. di Corato. La sua

Dettagli

Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina

Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina www.confapiexport.org Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina E-mail: info@umbriaproduce.com Un Paese due Sistemi: Hong Kong Tradizionale Modello di Consumo

Dettagli

ICE TOKYO - PROGRAMMA DI ATTIVITA' 2014

ICE TOKYO - PROGRAMMA DI ATTIVITA' 2014 Gennaio 07-10 Missione operatori/giornalisti giapponesi a "Pitti Uomo" 16-18 Missione operatori/giornalisti giapponesi a PITTI BIMBO 19-22 Missione operatori giapponesi a HOMI (ex. MACEF) 29-31 Partecipazione

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UM01U ATTIVITÀ 52.11.4 ATTIVITÀ 52.25.0 ATTIVITÀ 52.27.4 SUPERMERCATI DISCOUNT DI ALIMENTARI

STUDIO DI SETTORE UM01U ATTIVITÀ 52.11.4 ATTIVITÀ 52.25.0 ATTIVITÀ 52.27.4 SUPERMERCATI DISCOUNT DI ALIMENTARI STUDIO DI SETTORE UM01U ATTIVITÀ 52.11.2 SUPERMERCATI ATTIVITÀ 52.11.3 DISCOUNT DI ALIMENTARI ATTIVITÀ 52.11.4 MINIMERCATI ED ALTRI ESERCIZI NON SPECIALIZZATI DI ALIMENTI VARI ATTIVITÀ 52.25.0 COMMERCIO

Dettagli

XMART per gestire il retail non food

XMART per gestire il retail non food XMART per gestire il retail non food Le aziende retail che oggi competono nei mercati specializzati, sono obbligati a gestire una complessità sempre maggiore; per questo, hanno bisogno di un valido strumento

Dettagli

GIAPPONE. Japan Rail Pass INFORMAZIONI UTILI. vogliate trovare di seguito le principali regole di utilizzo dei JAPAN RAIL PASS.

GIAPPONE. Japan Rail Pass INFORMAZIONI UTILI. vogliate trovare di seguito le principali regole di utilizzo dei JAPAN RAIL PASS. GIAPPONE Japan Rail Pass INFORMAZIONI UTILI Gentili clienti, vogliate trovare di seguito le principali regole di utilizzo dei JAPAN RAIL PASS. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito

Dettagli

NOTIZIE & ANALISI SUL MERCATO GIAPPONESE

NOTIZIE & ANALISI SUL MERCATO GIAPPONESE AGOSTO 2005 Questo numero è online su http://www.ice.it/lifestyle/moda2.htm?newsletter_moda NUMERO 46 NOTIZIE & ANALISI SUL MERCATO GIAPPONESE TESSILE MODA CALZATURE GIOIELLI ACCESSORI COSMETICI PRIMO

Dettagli

La rivoluzione digitale Una sfida per la distribuzione italiana?

La rivoluzione digitale Una sfida per la distribuzione italiana? La rivoluzione digitale Una sfida per la distribuzione italiana? Consumer & Retail Summit 2014 Milano, 9 ottobre 2014 Alberto Zunino Il Digital è oramai una realtà negli Stati Uniti anche per il Grocery

Dettagli

Le strategie internazionali

Le strategie internazionali Le strategie internazionali Le strategie internazionali costituiscono alternative di fondo seguite nella costruzione e/o nel rafforzamento del vantaggio competitivo in ambito internazionale (Valdani &

Dettagli

La Supply Chain nel settore dell ortofrutta.

La Supply Chain nel settore dell ortofrutta. La Supply Chain nel settore dell ortofrutta. Andrea Payaro Le regole della supply chain devono essere applicate anche al settore dell ortofrutta. Frammentazione degli operatori e dimensioni aziendali ridotte

Dettagli

SCELTA DEI CANALI DISTRIBUTIVI NEI MERCATI ESTERI

SCELTA DEI CANALI DISTRIBUTIVI NEI MERCATI ESTERI SCELTA DEI CANALI DISTRIBUTIVI NEI MERCATI ESTERI Prof. Fabio Musso Università degli Studi di Urbino Facoltà di Economia fabio.musso@uniurb.it L IMPORTANZA DELLA VARIABILE DISTRIBUTIVA È CRESCENTE, SOPRATTUTTO

Dettagli

Capitolo 13. La distribuzione al dettaglio e all ingrosso. Capitolo 13- slide 1

Capitolo 13. La distribuzione al dettaglio e all ingrosso. Capitolo 13- slide 1 Capitolo 13 La distribuzione al dettaglio e all ingrosso Capitolo 13- slide 1 e all ingrosso Obiettivi di di apprendimento La distribuzione al dettaglio. Le decisioni di marketing dell impresa al dettaglio.

Dettagli

OSSERVATORIO ORTOFRUTTA

OSSERVATORIO ORTOFRUTTA ERSAT: Progetto Informatore della Campagna OSSERVATORIO ORTOFRUTTA IV Report Ottobre 2005 DATABANK SPA Via dei Piatti, 11 20123 MILANO P.IVA e C.F.: 03126910151 Tel.: 02-809556 Fax: 02-8056495 INDICE INTRODUZIONE

Dettagli

Lo scenario dei consumi e del retail in Italia. Roberto Galasso Retail Solutions Director

Lo scenario dei consumi e del retail in Italia. Roberto Galasso Retail Solutions Director Lo scenario dei consumi e del retail in Italia Roberto Galasso Retail Solutions Director Napoli, 9 luglio 2015 Segnali positivi nei primi 5 mesi del 2015 LCC - VARIAZIONI % VALORE / VOLUME 1 RETE CORRENTE

Dettagli

Giappone. Presenza Italiana

Giappone. Presenza Italiana Presenza na in La lista non è certamente esaustiva. L ICE di Tokyo non assume alcuna responsabilità in merito all esattezza dei dati forniti. Si invitano le aziende a comunicare eventuali modifiche e integrazioni

Dettagli

Crisi economica e prospettive dei consumi

Crisi economica e prospettive dei consumi Crisi economica e prospettive dei consumi Le difficoltà di una filiera estremamente importante Angelo Massaro Amministratore Delegato - Italia e Grecia 11 Dicembre, 2013 Il Largo Consumo Confezionato:

Dettagli

Osservatorio Non Food I Ediz. Anno 2003 (dati anno solare 2002)

Osservatorio Non Food I Ediz. Anno 2003 (dati anno solare 2002) Osservatorio Non Food I Ediz. Anno 2003 (dati anno solare 2002) Abstract A cura di Marco Cuppini, Direttore Studi e Ricerche Indicod-Ecr The global language of business www.gs1.org In collaborazione con

Dettagli

Retail & Consumer Summit 2011

Retail & Consumer Summit 2011 www.pwc.com/it Retail & Consumer Summit 2011 La gestione della discontinuità e del cambiamento: sfide e opportunità 11 ottobre 2011 1 1 Discontinuità nei consumi: come sta cambiando il comportamento d

Dettagli

POSIZIONAMENTO DI MERCATO E STRATEGIE DI FILIERA DELLE MEDIE IMPRESE DEL NORD-OVEST OVEST. Claudio Gagliardi e Domenico Mauriello

POSIZIONAMENTO DI MERCATO E STRATEGIE DI FILIERA DELLE MEDIE IMPRESE DEL NORD-OVEST OVEST. Claudio Gagliardi e Domenico Mauriello POSIZIONAMENTO DI MERCATO E STRATEGIE DI FILIERA DELLE MEDIE IMPRESE DEL NORD-OVEST OVEST Claudio Gagliardi e Domenico Mauriello Centro Studi Unioncamere Brescia, 26 febbraio 2007 L INSERIMENTO DELLE MEDIE

Dettagli

CONGIUNTURA FLASH - Consumi natalizi 2013

CONGIUNTURA FLASH - Consumi natalizi 2013 CONGIUNTURA FLASH - Consumi natalizi 2013 Report documento per ASCOM dell Emilia - Romagna dicembre 2013 1 SOMMARIO 1 LA DESCRIZIONE DEL PANEL... 3 2 L INDAGINE SULLE VENDITE NEL PERIODO NATALIZIO... 6

Dettagli

FRANCHISING E DISTRIBUZIONE

FRANCHISING E DISTRIBUZIONE Passepartout Retail è una soluzione studiata per soddisfare le esigenze gestionali e fiscali delle attività di vendita al dettaglio. Il prodotto, estremamente flessibile, diventa specifico per qualsiasi

Dettagli

Corso di Strategie d impresa

Corso di Strategie d impresa Corso di Strategie d impresa A.A. 2009/2010 Prof. Tonino Pencarelli - Dott. Simone Splendiani CASO J- BasicNet strategy Un sistema innovativo basato su tecnologia e stile A cura di: Sara Barone e Alessandra

Dettagli

EVOLUZIONE NUMERO PUNTI VENDITA

EVOLUZIONE NUMERO PUNTI VENDITA EVOLUZIONE NUMERO PUNTI VENDITA 2 0 0 0 2 0 10 2 0 11 2 0 12 TOTALE ESERCIZI COMMERCIALI Non Alimentari 848.128 589.936 947.210 691.291 952.068 696.357 946.460 691.440 Alimentari 258.192 255.919 255.711

Dettagli

Facoltà di Scienze Politiche e di Scienze della Comunicazione. Corso di laurea in Economia e Metodi Quantitativi per le Aziende

Facoltà di Scienze Politiche e di Scienze della Comunicazione. Corso di laurea in Economia e Metodi Quantitativi per le Aziende Facoltà di Scienze Politiche e di Scienze della Comunicazione Marketing MARKETING DEL Corso di laurea in Economia e Metodi Quantitativi per le Aziende TURISMO II MODULO STATISTICA ECONOMICA E MARKETING

Dettagli

La distribuzione commerciale dei prodotti agro-alimentari

La distribuzione commerciale dei prodotti agro-alimentari La distribuzione commerciale dei prodotti agro-alimentari il ruolo della moderna distribuzione commerciale agro-alimentare struttura e dinamiche della distribuzione commerciale agro-alimentare implicazioni

Dettagli

www.wineandgourmetjapan.com

www.wineandgourmetjapan.com www.wineandgourmetjapan.com Glassware courtesy of Zwiesel 1872 Mostra e seminari internazionali dedicati a vini, birre, liquori, prodotti gourmet e Horeca a Tokyo, Giappone Eventi partner Specializzati

Dettagli

CERMES 2014. CERMES Centro di Ricerche su Marketing e Servizi. La spending review dei consumatori italiani

CERMES 2014. CERMES Centro di Ricerche su Marketing e Servizi. La spending review dei consumatori italiani 2014 La spending review dei consumatori italiani 1 1 STRUTTURA CAMPIONE (1) Le slide successive presentano i risultati di una ricerca Cermes sulla fiducia dei consumatori e sull andamento dei prezzi ;

Dettagli

Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa

Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa Bologna 19 Febbraio 2003 1 Il mercato Internet Il numero totale degli utenti varia a seconda delle fonti ma è stimabile intorno a 9/10 milioni di persone.

Dettagli

LOGISTICA PER IL COMMERCIO ELETTRONICO

LOGISTICA PER IL COMMERCIO ELETTRONICO LGISTICA PER IL CMMERCI ELETTRNIC Il commercio elettronico come tutte le attività economiche presenta sia dei benefici che delle criticità, è importante esserne consapevoli per poterlo sfruttare appieno.

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UM29U ATTIVITÀ 47.59.10 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MOBILI ATTIVITÀ 47.59.91 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI ARTICOLI PER LA CASA

STUDIO DI SETTORE UM29U ATTIVITÀ 47.59.10 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MOBILI ATTIVITÀ 47.59.91 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI ARTICOLI PER LA CASA STUDIO DI SETTORE UM29U ATTIVITÀ 47.59.10 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MOBILI PER LA CASA ATTIVITÀ 47.59.91 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI ARTICOLI IN LEGNO, SUGHERO, VIMINI E ARTICOLI IN PLASTICA PER USO DOMESTICO

Dettagli

COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE

COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE L azienda Il prodotto I negozi Contatti L AZIENDA storia CLASS nasce nel 1979 frutto di una grande attenzione all universo femminile nel quale ha espresso il suo ideale di donna ispirato da un minimalismo

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UM15A ATTIVITÀ 52.48.3 ATTIVITÀ 52.73.0 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI OROLOGI, ARTICOLI DI GIOIELLERIA E ARGENTERIA

STUDIO DI SETTORE UM15A ATTIVITÀ 52.48.3 ATTIVITÀ 52.73.0 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI OROLOGI, ARTICOLI DI GIOIELLERIA E ARGENTERIA STUDIO DI SETTORE UM15A ATTIVITÀ 52.48.3 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI OROLOGI, ARTICOLI DI GIOIELLERIA E ARGENTERIA ATTIVITÀ 52.73.0 RIPARAZIONE DI OROLOGI E GIOIELLI Settembre 2007 PREMESSA L evoluzione

Dettagli

Gestione completa della distribuzione ai punti vendita attraverso la soluzione SAP Retail

Gestione completa della distribuzione ai punti vendita attraverso la soluzione SAP Retail Gruppo Fratelli Pietrini S.p.a - Scarpamondo. Utilizzata con concessione dell autore. Gestione completa della distribuzione ai punti vendita attraverso la soluzione SAP Retail Partner Nome dell azienda

Dettagli

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte EDIZIONE 16 prima parte SETTEMBRE La voce di Databank 2012 Cerved Group Spa Tutti i diritti riservati Riproduzione vietata ABBIGLIAMENTO INFANTILE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE

Dettagli

[Studio fd ] Aprire il proprio mercato estero - RETE Commerciale per l Internazionalizzazione

[Studio fd ] Aprire il proprio mercato estero - RETE Commerciale per l Internazionalizzazione 2014 Aprire il proprio mercato estero - RETE Commerciale per l Internazionalizzazione F. De Sanzuane http://avvfrancescodesanzuane.info https://www.linkedin.com/pub/francesco-de-sanzuane/37/988/589 https://twitter.com/desanzuane

Dettagli

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero - Università di Urbino

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero - Università di Urbino IL TRADE MARKETING 1 DEFINIZIONE Il trade marketing è l insieme delle attività che puntano a conoscere, pianificare, organizzare e gestire il processo distributivo in modo da massimizzare la redditività

Dettagli

TradeLab per NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE

TradeLab per NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE Introduzione Il perché della ricerca La presenza di prodotti non alimentari nelle diverse formule della distribuzione

Dettagli

Mostra Maglifico 21 Giugno - 2 Setttembre 2012 Palazzo Morando, via Sant Andrea 6 - Milano

Mostra Maglifico 21 Giugno - 2 Setttembre 2012 Palazzo Morando, via Sant Andrea 6 - Milano Mostra Maglifico 21 Giugno - 2 Setttembre 2012 Palazzo Morando, via Sant Andrea 6 - Milano dentro e fuori casa... in ogni momento della tua giornata, il benessere veste FRANCHISING I NOSTRI PUNTI DI FORZA

Dettagli

/(',0(16,21,'(,&$1$/,',',675,%8=,21(

/(',0(16,21,'(,&$1$/,',',675,%8=,21( /(',0(16,21,'(,&$1$/,',',675,%8=,21( Abbiamo visto, nel paragrafo precedente, quali sono le figure e le strutture che possono costituire i canali di vendita per l impresa produttrice di olio di oliva,

Dettagli

EasyMACHINERY ERPGestionaleCRM. partner

EasyMACHINERY ERPGestionaleCRM. partner ERPGestionaleCRM partner La soluzione software per le aziende di produzione di macchine Abbiamo trovato un software e un partner che conoscono e integrano le particolarità del nostro settore. Questo ci

Dettagli

LE STRUTTURE ORGANIZZATIVE DI TRADE MARKETING. Beatrice Luceri Facoltà di Economia Anno Accademico 2000/01

LE STRUTTURE ORGANIZZATIVE DI TRADE MARKETING. Beatrice Luceri Facoltà di Economia Anno Accademico 2000/01 LE STRUTTURE ORGANIZZATIVE DI TRADE MARKETING Beatrice Luceri Facoltà di Economia Anno Accademico 2000/01 La configurazione della funzione di Trade Marketing I fenomeni che hanno influito sui processi

Dettagli

Per il successo dell azienda ci vuole una buona adesione

Per il successo dell azienda ci vuole una buona adesione Per il successo dell azienda ci vuole una buona adesione www.puntolegno.it La soluzione ideale per chi vuole affrontare il mercato con la forza di un grande internazionale, senza perdere la propria identità

Dettagli

Grande Distribuzione e E-commerce in Francia, Germania, Gran Bretagna e Spagna. 23 luglio 2015

Grande Distribuzione e E-commerce in Francia, Germania, Gran Bretagna e Spagna. 23 luglio 2015 Grande Distribuzione e E-commerce in Francia, Germania, Gran Bretagna e Spagna 23 luglio 2015 Il settore retail rappresenta, già da alcuni anni, una componente rilevante della produzione nazionale Key

Dettagli

FRANCHISING E CATENE DI

FRANCHISING E CATENE DI Passepartout Retail è una soluzione studiata per soddisfare le esigenze gestionali e fiscali delle attività di vendita al dettaglio. Il prodotto, estremamente flessibile, diventa specifico per qualsiasi

Dettagli

E ELLE - INDICATORI STATISTICI DELL'ECONOMIA e DEL LAVORO COMMERCIO E SERVIZI

E ELLE - INDICATORI STATISTICI DELL'ECONOMIA e DEL LAVORO COMMERCIO E SERVIZI Sono 37.086 le imprese della provincia di Modena che svolgono un attività nel settore terziario, che si occupano quindi di commercio o di servizi rivolti alle imprese e alle famiglie; tale numero è in

Dettagli

Comunicazione di Servizio

Comunicazione di Servizio Comunicazione di Servizio Onestamente acquistare i prodotti senza glutine, mese per mese, è diventato un impegno quasi noioso. Normalmente ho piacere a fare la spesa in negozio, viceversa da celiaco ho

Dettagli

Alimentazione naturale

Alimentazione naturale B Alimentazione naturale Secondo i dati dell ISMEA (Osservatorio del mercato dei prodotti biologici), in un anno di crisi come il 2010 i consumi di prodotti ortofrutticoli biologici hanno avuto un andamento

Dettagli

Si Fides R7. Il top della tecnologia. Su misura per la tua azienda. Una metodologia consolidata. Un ERP completo per gestire tutta la tua azienda

Si Fides R7. Il top della tecnologia. Su misura per la tua azienda. Una metodologia consolidata. Un ERP completo per gestire tutta la tua azienda Si Fides R7 Si Fides è un extended ERP realizzato interamente da Sinfo One. Si Fides nasce dalla conoscenza e dal monitoraggio dei processi dei nostri clienti e con i quali interagiamo in maniera proattiva.

Dettagli

Il processo di internazionalizzazione

Il processo di internazionalizzazione Il processo di internazionalizzazione Brescia, 16 aprile 2015 CONTENUTI Chi e Crossbridge Le fasi del processo di internazionalizzazione Le esperienze Le opportunità nel Far East I partner di Crossbridge

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UM07U ATTIVITÀ 52.41.2 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI FILATI PER MAGLIERIA E DI MERCERIA

STUDIO DI SETTORE UM07U ATTIVITÀ 52.41.2 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI FILATI PER MAGLIERIA E DI MERCERIA STUDIO DI SETTORE UM07U ATTIVITÀ 52.41.2 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI FILATI PER MAGLIERIA E DI MERCERIA Maggio 2007 PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore TM07U Commercio al dettaglio di filati per

Dettagli

Il Il mercato agroalimentare in Germania: Il settore moda. trend e opportunità di sviluppo In Germania. Benevento, Sondrio, 7 giugno 2011

Il Il mercato agroalimentare in Germania: Il settore moda. trend e opportunità di sviluppo In Germania. Benevento, Sondrio, 7 giugno 2011 Il Il mercato agroalimentare in Germania: Il settore moda trend e opportunità di sviluppo In Germania Benevento, Sondrio, 7 giugno 2011 Malpensa Fiere, 16 luglio 2014 La Germania nella zona EURO Valore

Dettagli

Verticalizzazione SAP BO per il settore Retail P R E R O G A T I V E. Brain System Srl

Verticalizzazione SAP BO per il settore Retail P R E R O G A T I V E. Brain System Srl Una suite di moduli integrati e complementari per la gestione di singoli Punti Vendita e di Catene di Negozi, siano essi franchising, che parte di strutture composte esclusivamente o parzialmente da Punti

Dettagli

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Accordi verticali e pratiche concordate SVILUPPO PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Il progetto nasce da una valutazione strategica circa l esigenza di approfondire la tematica

Dettagli

LE OPPORTUNITÀ DI BUSINESS NEL SETTORE DELL ABBIGLIAMENTO INDIANO

LE OPPORTUNITÀ DI BUSINESS NEL SETTORE DELL ABBIGLIAMENTO INDIANO LE OPPORTUNITÀ DI BUSINESS NEL SETTORE DELL ABBIGLIAMENTO INDIANO 1 Introduzione La nuova legge sugli Investimenti Diretti Esteri nel multi-brand retail apre nuovi scenari e nuove opportunità all interno

Dettagli

Agenzia ICE - ufficio di Stoccolma. Svezia. Il mercato dei prodotti biologici

Agenzia ICE - ufficio di Stoccolma. Svezia. Il mercato dei prodotti biologici Agenzia ICE - ufficio di Stoccolma Svezia Il mercato dei prodotti biologici agosto 2013 INDICE 1. ASPETTI NORMATIVI SULLE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI AGRO- ALIMENTARI (SINTESI)...2 2. IL SISTEMA DISTRIBUTIVO

Dettagli

Alessandra Braccialarghe Paola Coppari. Mereme Kupe. Il Giappone

Alessandra Braccialarghe Paola Coppari. Mereme Kupe. Il Giappone Alessandra Braccialarghe Paola Coppari Mereme Kupe Il Giappone Quando ci sono le settimane della moda ci si chiede spesso : Chi avrà mai il coraggio d indossare tali scarpe, portare tali vestiti, comprare

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UM40A ATTIVITÀ 52.48.A COMMERCIO AL DETTAGLIO DI FIORI E PIANTE

STUDIO DI SETTORE UM40A ATTIVITÀ 52.48.A COMMERCIO AL DETTAGLIO DI FIORI E PIANTE STUDIO DI SETTORE UM40A ATTIVITÀ 52.48.A COMMERCIO AL DETTAGLIO DI FIORI E PIANTE Ottobre 2007 PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore TM40A - Commercio al dettaglio di fiori e piante - è stata condotta

Dettagli

IL SISTEMA 85 CENT QUALITY STORE. EUROCENT QUALITY STORES SRL - Empoli (FI) - p.iva 05573940482 - info@85cent.it 1

IL SISTEMA 85 CENT QUALITY STORE. EUROCENT QUALITY STORES SRL - Empoli (FI) - p.iva 05573940482 - info@85cent.it 1 Eurocent Quality Stores s.r.l. è nata quindici anni fa ed è attualmente diventata una realtà nuova ed importante in ambito nazionale con i suoi punti vendita. La capillarità della rete e la solidità della

Dettagli

Metti a frutto il tuo business

Metti a frutto il tuo business Metti a frutto il tuo business L importanza delle Sinergie L AZIENDA Il circuito Luxor Card nasce nel 1996, con l idea di creare sul territorio Nazionale una sinergia tangibile tra Consumatori, Esercenti

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE VM01U ATTIVITÀ 47.11.20 SUPERMERCATI ATTIVITÀ 47.11.30 DISCOUNT DI ALIMENTARI ATTIVITÀ 47.11.40 MINIMERCATI ED ALTRI ESERCIZI NON SPECIALIZZATI DI ALIMENTI VARI ATTIVITÀ 47.21.02 COMMERCIO

Dettagli

AREA COMMERCIO. I dati relativi al Commercio sono stati forniti dall Ufficio Commercio del Comune di Aosta e riguardano gli anni dal 2002 al 2011.

AREA COMMERCIO. I dati relativi al Commercio sono stati forniti dall Ufficio Commercio del Comune di Aosta e riguardano gli anni dal 2002 al 2011. AREA COMMERCIO I dati relativi al Commercio sono stati forniti dall Ufficio Commercio del Comune di Aosta e riguardano gli anni dal 2002 al 2011. 1 Autorizzazioni commerciali rilasciate suddivise per genere.

Dettagli

Italian Trade Commission Trade Promotion Section of the Italian Embassy Damascus Office S I R I A IL SETTORE DEGLI ELETTRODOMESTICI

Italian Trade Commission Trade Promotion Section of the Italian Embassy Damascus Office S I R I A IL SETTORE DEGLI ELETTRODOMESTICI Italian Trade Commission Trade Promotion Section of the Italian Embassy Damascus Office S I R I A IL SETTORE DEGLI ELETTRODOMESTICI Maggio 2011 Elettrodomestici in Siria Il settore degli elettrodomestici

Dettagli

Big & Small oltre l ipermercato, le opportunità di nuovo sviluppo. Duccio R.L. Caccioni

Big & Small oltre l ipermercato, le opportunità di nuovo sviluppo. Duccio R.L. Caccioni Big & Small oltre l ipermercato, le opportunità di nuovo sviluppo Duccio R.L. Caccioni Andamento dei consumi ortofrutticoli Frutta : acquisto medio per famiglia 2000-216 kg (prezzo medio 1,20 euro) 2007-209

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SM88U ATTIVITÀ 51.47.9 ATTIVITÀ 51.56.2 ATTIVITÀ 51.90.0 COMMERCIO ALL'INGROSSO DI VARI PRODOTTI DI CONSUMO NON ALIMENTARI

STUDIO DI SETTORE SM88U ATTIVITÀ 51.47.9 ATTIVITÀ 51.56.2 ATTIVITÀ 51.90.0 COMMERCIO ALL'INGROSSO DI VARI PRODOTTI DI CONSUMO NON ALIMENTARI STUDIO DI SETTORE SM88U ATTIVITÀ 51.47.9 COMMERCIO ALL'INGROSSO DI VARI PRODOTTI DI CONSUMO NON ALIMENTARI N.C.A. ATTIVITÀ 51.56.1 COMMERCIO ALL'INGROSSO DI FIBRE TESSILI GREGGE E SEMILAVORATE ATTIVITÀ

Dettagli

Commercio Interno Interno15

Commercio Interno Interno15 15 Commercio Interno Interno15 COMMERCIO INTERNO All interno di questa sezione vengono riportate le tabelle riguardanti il commercio nella Regione nell anno 2007, in particolare: il commercio al dettaglio

Dettagli

Scenari di mercato Come aprire una nuova fase di crescita

Scenari di mercato Come aprire una nuova fase di crescita TERZA CONVENTION NAZIONALE Il nuovo mercato assicurativo: quali innovazioni per rilanciare lo sviluppo Roma, 1 ottobre 2008 Scenari di mercato Come aprire una nuova fase di crescita Enea Dallaglio IAMA

Dettagli

EURODIS/400. Per queste ultime puo' essere consigliabile una installazione graduale dei moduli.

EURODIS/400. Per queste ultime puo' essere consigliabile una installazione graduale dei moduli. EURODIS/400 EURO DIS/400 e' una soluzione informativa completa, modulare ed integrata che permette di ottenere, mediante la progressiva e totale gestione delle informazioni, un supporto determinante per

Dettagli

Innovazione e Competenza. Tecnologia = Conrad. Online 24 ore su 24. Più di 3.900 collaboratori nel mondo

Innovazione e Competenza. Tecnologia = Conrad. Online 24 ore su 24. Più di 3.900 collaboratori nel mondo Tecnologia = Conrad Online 24 ore su 24 Più di 3.900 collaboratori nel mondo Filiali in 17 Paesi, spedizioni in 150 Nazioni Innovazione e Competenza Il giusto valore alla tua professionalità Tecnologia

Dettagli

Introduzione al Commercio elettronico

Introduzione al Commercio elettronico Introduzione al Commercio elettronico Dr. Stefano Burigat Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine www.dimi.uniud.it/burigat stefano.burigat@uniud.it Cos'è il commercio elettronico

Dettagli

Dal 2 al 13 aprile 2015

Dal 2 al 13 aprile 2015 Dal 2 al 13 aprile 2015 Un itinerario completo, di straordinario interesse che si inoltra fino ai meandri piu reconditi della cultura giapponese: dalle meraviglie della tecnologia alle antiche tradizioni

Dettagli

Geodis Logistics, la Divisione Logistica del Gruppo Geodis

Geodis Logistics, la Divisione Logistica del Gruppo Geodis Geodis firma un nuovo contratto triennale con LG Electronics per la gestione delle attività di logistica e tr Per il cliente LG Electronics, società leader nell'offerta di prodotti di elettronica a largo

Dettagli

Potenziare il sistema promozionale SIC con il Promo Manager di MORE:

Potenziare il sistema promozionale SIC con il Promo Manager di MORE: Potenziare il sistema promozionale SIC con il Promo Manager di MORE: L esperienza Cedi Marche Gracco Righini Bologna, 29 marzo 2012 INDICE L azienda Ce.di Marche Scenario di Partenza La soluzione proposta

Dettagli

Tendenze dei canali di vendita al dettaglio

Tendenze dei canali di vendita al dettaglio ProWein 2015 Indagine sommaria / 25 Febbraio 2015 Tendenze dei canali di vendita al dettaglio È un fatto ampiamente accettato nel commercio mondiale del vino che i canali di vendita al dettaglio attraverso

Dettagli

OSSERVATORIO CULTURALE DEL PIEMONTE

OSSERVATORIO CULTURALE DEL PIEMONTE LIBRERIE INDIPENDENTI E PICCOLA EDITORIA IN PIEMONTE SINTESI DEI DATI 15 Maggio 2010 La piccola editoria in Piemonte Il Piemonte si presenta oggi come il secondo polo produttivo d Italia sia per numero

Dettagli

FG Distribuzione nasce dall esperienza consolidata di aziende che operano con grande successo nel settore informatico da più di 20 anni.

FG Distribuzione nasce dall esperienza consolidata di aziende che operano con grande successo nel settore informatico da più di 20 anni. ENTRA NELLA FGENERATION FG Distribuzione nasce dall esperienza consolidata di aziende che operano con grande successo nel settore informatico da più di 20 anni. è attualmente una struttura commerciale

Dettagli

Iniziativa Gruppo Poste Italiane Agenzia ICE GdL MPMI Luigi Sequino

Iniziativa Gruppo Poste Italiane Agenzia ICE GdL MPMI Luigi Sequino Iniziativa Gruppo Poste Italiane Agenzia ICE GdL MPMI Luigi Sequino Responsabile Attività e-commerce. Italydock.com è il nuovo marketplace e-commerce per le micro piccole e medie imprese italiane che vogliono

Dettagli

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero Corso di marketing Università di Urbino

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero Corso di marketing Università di Urbino IL TRADE MARKETING 1 DEFINIZIONE Il trade marketing è l insieme delle attività che puntano a conoscere, pianificare, organizzare e gestire il processo distributivo in modo da massimizzare la redditività

Dettagli

LA CONTRAFFAZIONE IN CIFRE. La lotta alla Contraffazione in Italia nel quadriennio 2008 2011

LA CONTRAFFAZIONE IN CIFRE. La lotta alla Contraffazione in Italia nel quadriennio 2008 2011 DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UIBM PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PR LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE

Dettagli

AGENDA. Modelli di gestione del supply network per fronteggiare la variabilità della domanda. A. F. De Toni, Università di Udine

AGENDA. Modelli di gestione del supply network per fronteggiare la variabilità della domanda. A. F. De Toni, Università di Udine Modelli di gestione del supply network per fronteggiare la variabilità della domanda A. F. De Toni, Università di Udine AGENDA > Introduzione: i supply network > Effetti della variabilità della domanda

Dettagli

The Future Trade. Ne discutono e si confrontano i leader della distribuzione, i fornitori di prodotti e soluzioni,

The Future Trade. Ne discutono e si confrontano i leader della distribuzione, i fornitori di prodotti e soluzioni, The Future Trade QUATTRO giornate di dimostrazioni, workshop, casi di successo per anticipare e capire cosa vogliono i consumatori del terzo millennio, come evolve il commercio e cosa di più avanzato offre

Dettagli