Banche e finanza: crisi sistemiche e possibili soluzioni. Andrea Baranes e Leonardo Becchetti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Banche e finanza: crisi sistemiche e possibili soluzioni. Andrea Baranes e Leonardo Becchetti"

Transcript

1 Banch finanza: crisi sistmich possibili soluzioni Andra Barans Lonardo Bcchtti La rcnt crisi di mrcati finanziari ha rivlato com la bassa informazion di clinti, i potnti incntivi di managr la spinta a far profitti nll intrmdiazion finanziaria abbiano dtrminato una profonda potnzialmnt ltal crisi dgli opratori finanziari bancari. Tal crisi pr ora ha solo sfiorato il sistma bancario italiano, a sguito di una sua politica assai prudnt. Pr il futuro si auspica una più sria rgolamntazion una rilaborazion dl conctto di rsponsabilità social. Il nuovo scnario finanziario intrnazional: dalla crisi di subprim all fluttuazioni di przzi di ptrolio matri prim 42 La finanza rapprsnta da smpr il punto di incontro tra chi ha id imprnditoriali chi ha l risors ncssari pr finanziarl. L banch, in particolar, hanno storicamnt assolto l important funzion di raccoglir aggrgar risparmi prsso l famigli, trasformar la struttura dll attività, offrir srvizi di liquidità dstinar i risparmi ricvuti al finanziamnto dll attività più rdditizi, agndo in tal modo da volano pr l conomia. In manira pr alcuni vrsi analoga, l bors valori prmttono a imprs invstitori di incontrarsi dirttamnt sui mrcati finanziari, crando un altro important canal di rprimnto di fonti di finanziamnto in capital di rischio in obbligazioni. L annullamnto di costi di trasporto dll mrci snza pso occorso con la rivoluzion tcnologica dgli ultimi dcnni ha globalizzato il mondo dlla finanza, rndndo più facil il trasfrimnto di fondi da un capo all altro dl pianta, ma anch la trasmission di instabilità shock. Il sistma finanziario global ha prtanto vissuto in qusti ultimi dcnni numros crisi di assstamnto ch hanno scosso l conomia mondial. Ricordiamo qulla ch ha colpito il Sud-Est asiatico nl 1997, l altr crisi rgionali o nazionali (Russia, Mssico, Argntina), la bolla dlla nw-conomy, pr arrivar a qulla di subprim dll matri prim. Pr valutar la portata di qust ultima crisi, basti pnsar ch il FMI stima l possibili prdit lgat ai subprim nll ordin di miliardi di dollari USA. Un carattristica distintiva dlla crisi di subprim è qulla di non ssr splosa a sguito di scandali, di particolari shock rlativi a una crisi conomica di un pas o una rgion, né ad alcun fnomno natural distruttivo (un inon- Andra Barans CRBM Campagna pr la Riforma dlla Banca Mondial Lonardo Bcchtti Dipartimnto di Economia Univrsità Roma2 Tor Vrgata

2 dazion o una siccità ch potssro causar un aumnto di przzi di prodotti agricoli). L attual situazion intrnazional è intramnt ndogna struttural al sistma finanziario. La nuova crisi, com qull prcdnti, trova l su caus rmot nll norm quantità di risors liquid disponibili a livllo global, ch vanno a caccia di invstimnti rdditizi. La crazion di qusta abbondant liquidità è stata in part favorita da una stagion di politich montari spansiv, durant la qual non sono stati infrqunti priodi di tassi d intrss rali ngativi, ch hanno favorito invstimnti finanziari con risors rprit tramit indbitamnto. 1 L ccsso di domanda l offrta di asst finanziari con buon prospttiv rdditizi, limitata almno nl brv priodo, gnra prtanto fnomni di inflazion finanziaria, ch portano ad aumnti cczionali dl valor dll attività finanziari di volta in volta prfrit dagli invstitori. Il primo pisodio di inflazion finanziaria è stato qullo dll splosion di titoli high-tch sul Nasdaq fino al crollo avviato nl marzo Intrssant ricordar com, ancora in prossimità dl crollo, il consnso mdio I/B/E/S (ovvro l insim dgli analisti finanziari intrnazionali ch fanno prvisioni sull andamnto dl rapporto przzo-utili) implicava tassi di aumnto di profitti mdi dl 20% pr qust socità, profitti d altrond ncssari pr rndr ragionvol la formulazion di valutazioni lvat di przzi attsi di titoli di socità ch al momnto producvano, in maggioranza, solo prdit. Dopo la crisi dl Nasdaq, la liquidità ha alimntato la crscita di przzi dgli immobili, fino allo scoppio dlla crisi di mutui subprim. A sguito dll splosion dlla bolla di mutui amricani, la liquidità ha crcato nuov form di invstimnto quali il ptrolio o l matri prim alimntari, causando un aumnto significativo di loro przzi. Scondo un rapporto dlla Banca Mondial, scondo un opinion condivisa da molti, una dll caus principali dll aumnto di przzi di prodotti agricoli è da ascrivr alla crscnt domanda di biocarburanti, oltr ch alla crscita conomica di pasi mrgnti. Prvdndo ch qusto trnd prosguirà nl prossimo futuro, molti opratori finanziari hanno dciso di invstir nll matri prim alimntari ni corrispondnti prodotti drivati. I dati dlla Banca di Rgolamnti Intrnazionali confrmano qusta tndnza di fondo, mttndo in vidnza il brak struttural nl volum di drivati scambiati su ptrolio alimntari, risptto a qulli sui mtalli di bas sui mtalli prziosi occorso ngli ultimi tmpi. Mntr nl scondo caso (mtalli di bas mtalli prziosi), dal 1998 al 2007, assistiamo a una crscita gradual dl numro di contratti scambiati (triplicati da 5 a 15 milioni), pr il ptrolio l matri prim agricol, a front di un trnd simil fino a inizio 2005, il numro di contratti crsc quattro volt dal 2005 al 2007 pr il ptrolio cinqu volt pr l matri prim agricol, raggiungndo in qust ultimo caso gli 85 milioni a mtà Si tratta ovviamnt di vidnz statistico-dscrittiv non di analisi più approfondit conomtrich, ma appar comunqu difficil giustificar qusto diffrnzial 1 Da rilvar com, nl tntativo di uscir dalla crisi, oggi la FED si è vista nuovamnt costrtta a impostar una politica di bassi tassi di intrss ch, pur attnuando il rischio di fnomni rcssivi, rischia di innscar nuovi cicli di ccssi di liquidità, inflazion finanziaria, crisi. 43

3 di crscita dl mrcato tra i du gruppi di prodotti com il risultato dll spansion dlla tradizional attività di coprtura dal rischio. Molto più probabil l intrprtazion lgata allo spostamnto dlla liquidità di grandi mass invstit dal sttor immobiliar a qullo di drivati su qusti mrcati particolari. Ovviamnt qusta lttura non sclud qulla di variazioni di przzi dttat dalla normal dinamica di mrcati, ma n è anzi il ncssario complmnto. Gli opratori finanziari, intundo i possibili trnd di crscita sui przzi di ptrolio matri prim agricol dovuti alla crscita di pasi mrgnti alla diffusion di biocarburanti, dcidono di puntar su qusti mrcati amplificandon l fluttuazioni. La crisi di mutui subprim ha una natura più complssa. 2 Qusti mutui, la cui solvibilità si fondava sulla scommssa di przzi immobiliari crscnti, sono divntati, assim ad altri dbiti, ingrdinti di obbligazioni strutturat. Com è stato riconosciuto x post, s all inizio è stato sottolinato l lmnto positivo di tali oprazioni, rapprsntato dalla maggior liquidità di qust attività finanziari dalla possibilità di scambiar ripartirn il rischio tra divrsi opratori, succssivamnt è balzato all vidnza l lmnto ngativo rapprsntato dalla progrssiva maggior distanza tra dbitor crditor. S il crditor, infatti, si libra subito dl mutuo montizza il proprio crdito con una contropart trza, non ha più intrss a monitorar il clint, mntr la contropart ch acquista il prodotto strutturato ch contin molt altr obbligazioni non è nanch in grado di risalir all oprazion primaria. Ecco ch una dll garanzi tradizionali dl funzionamnto dl sistma di prstiti, il monitoraggio dlla banca sul clint, vin a indbolirsi significativamnt. Su qusto punto, prima dllo scoppio dlla crisi, nlla propria rlazion annual dl 2007, la Banca pr i Rgolamnti Intrnazionali rilvava proccupata: «posto ch l grandi banch siano riuscit a distribuir in modo più diffuso i rischi insiti ni prstiti da loro concssi, chi sono i soggtti ch attualmnt dtngono tali rischi, quali sono l loro capacità di gstirli? La vrità è ch non lo sappiamo». Da sottolinar, a nostro avviso, l norm asimmtria informativa ch si gnra intorno a prodotti finanziari complssi tra tr divrsi attori: gli opratori spcializzati, ch costruiscono i prodotti n dtrminano il pricing attravrso algoritmi complssi (si tratta spsso di giovani d strmamnt qualificati Phd in Fisica, Matmatica o Finanza), il managmnt dll banch i clinti finali. I vri conoscitori dll carattristich di prodotti sono soltanto i primi (l formul di pricing di strumnti drivati complssi richidono nozioni di quazioni diffrnziali stocastich ogni prodotto con carattristich innovativ richid l laborazion di nuovi modlli o il loro adattamnto alla nuova fattispci). I managr, prò, a causa dl sistma di incntivi alla prformanc ch arriva in tutti i trminali dll organizzazion, gnrano una prssion vrso la ralizzazion di risultati a brv, spingndo gli stssi giovani profssionisti a prndr rischi più lvati dl ncssario. Dal canto loro, i managr non possidono l comptnz 44 2 Sui mccanismi ch hanno dtrminato la crisi di mutui vdi l articolo di R. Tamborini su qusto stsso numro, p. 33.

4 spcifich pr valutar dirttamnt il rischio connsso all oprazioni ffttuat, quindi, non possono ralizzar il più dll volt un fficac attività di monitoraggio. I clinti finali, infin, soffrono di un asimmtria ancora maggior, ch non li rnd in grado di vrificar s il przzo dl prodotto è corrtto s i rischi ch assumono acquistandolo sono accttabili. L lmnto fors più dlicato dlla crisi è rapprsntato dall norm volum di Crdit Dfault Swap (CDS) sistnti oggi sul mrcato. I CDS, prodotti drivati ch prmttono di trasfrir a trzi il rischio di crdito rlativo a una transazion tra du parti, hanno contribuito a far sì ch ancora oggi nssuno smbra sapr su chi possano ricadr l prdit. L ultrior fondamntal lmnto di complssità di qusto tipo di prodotti strutturati è la difficoltà di dfinir il valor dl sottostant. Mntr una normal opzion o futur su una matria prima ha com ancora di rifrimnto qulla dl przzo di mrcato dlla matria prima stssa (un dato oggttivo vrificabil), i CDS hanno com sottostant il mrito di crdito di clinti ch hanno sottoscritto i singoli dbiti ch, combinati tra di loro, hanno costruito i prodotti strutturati. Ma il mrito di crdito è un bn astratto dl tutto particolar l aspttativ sul suo valor sono ancor più snsibili all incrtzza dl quadro finanziario global all crisi di fiducia dgli opratori. Con ogni probabilità, l fftto più grav con i maggiori impatti in qusta crisi finanziaria non è lgato all immdiat prdit conomich, quanto al crollo dlla fiducia nl sistma intrbancario, misurato dal rpntino aumnto dl diffrnzial tra tasso Libor il tasso Ovrnight Indx Swap (una dll misur più significativ dl przzo al qual l banch si scambiano attività rciprocamnt). La liquidità tra l banch sui mrcati, fondamntal pr il corrtto funzionamnto dll intro sistma, si ralizza solitamnt utilizzando strumnti di pronti contro trmin, ovvro con prstiti di brv durata tra l banch in cambio di garanzi costituit da titoli. Oggi nssuno sa quali titoli siano affidabili quali mno, l banch non si fidano più dll garanzi dll loro omologh, i mccanismi alla bas dl sistma finanziario rischiano di incpparsi. Qusta nuova inattsa situazion ha spinto l banch cntrali uropa amricana ad agir nrgicamnt com prstatori di ultima istanza, intrvnndo dirttamnt nll acquisto nlla garanzia di obbligazioni strutturat. In qusto modo, l banch cntrali sono riuscit a inittar fiducia nl sistma finanziario, al costo prò di dtriorar la qualità di loro bilanci. Il costoso salvataggio dlla Northrn Rock in Gran Brtagna dlla Bar Strns ngli Usa - qust ultimo maschrato da acquisizion da part di una banca privata, ma quasi intramnt finanziato con soldi pubblici - dimostrano com l intrvnto dl pubblico sia ncssario in situazioni di crisi. È sguita in ordin cronologico la rcnt crisi dlla Fanni Ma dlla Frddi Mac, du istituzioni ch garantiscono circa miliardi di dollari di mutui assicurano il 70% dlla liquidità dl sttor immobiliar ngli USA. È in qusto frangnt ch l intrvntismo dll istituzioni ha raggiunto il suo massimo, arrivando alla dcision di nazionalizzar l du importanti banch. Si tratta, in qusto caso, di una logica sistnza di un prstator o assicurator di ultima 45

5 istanza ch, non riuscndo compltamnt a pntrar l opacità o non riuscndo a influnzar compltamnt il comportamnto dl soggtto salvato, dcid di assumrn dirttamnt il controllo. Ridfinir la rsponsabilità social dll banch alla luc dll nuov sfid 46 La crisi finanziaria intrnazional, alcuni pisodi spcifici ch hanno coinvolto alcuni grandi opratori bancari anch in Italia (si pnsi alla crisi di bond Parmalat), forniscono important matrial di riflssion pr una rilttura una rivisitazion dl conctto di rsponsabilità social dll banch nl nuovo contsto global. È bn noto ch, in priodi di grand bnssr di crscita di mrcati borsistici, l attggiamnto dll opinion pubblica ni confronti dll disguaglianz di rddito è molto più bnvolo ch ni momnti di crisi. Il fatto ch un managr di un istituzion finanziaria guadagni cntinaia di volt di più dll ultimo dipndnt dlla struttura è ritnuto accttabil, o prlomno tollrato, quando la sua gstion arrca bnfici pr tutti (inclusi i piccoli risparmiatori), mntr è sriamnt msso in discussion ni momnti di crisi. Ciò ch colpisc particolarmnt l opinion pubblica nlla fnomnologia dll crisi è la mancanza di lgami tra la rmunrazion di managr il succsso dlla banca (si pnsi ai goldn parachuts, l liquidazioni miliardari cui i managr hanno comunqu diritto anch in caso di crisi dll imprsa) alla dbolzza di piccoli azionisti, ch sono l anllo più fragil dlla catna l maggiori vittim di qusti pisodi. In un mondo di informazion prftta, i risparmiatori dovrbbro ssr pinamnt consapvoli dl rischio ch si assumono acquistando di titoli azionari dlla rlazion positiva sistnt tra rndimnto attso rischio di un attività finanziaria (i bond Parmalat qulli argntini avvano rndimnti molto lvati). Purtroppo il grand pubblico appar ancora lontano da qusta maturità di cultura finanziaria. Consci dl problma, i rgolatori - trando lzioni dalla crisi - sono corsi ai ripari con nuov procdur (si pnsi alla dirttiva Mifid di Banca d Italia), volt ad attnuar i problmi di asimmtria informativa. Con la dirttiva Mifid, l banch sono costrtt a dfinir un profilo di propnsion/avvrsion al rischio dl proprio clint attravrso un apposito qustionario. Succssivamnt l stss dvono abbinar a tal profilo di rischio invstimnti finanziari a sso cornti, dfinndo anch pr qusti una scala di maggior o minor rischiosità. Qusta procdura dovrbb ridurr la possibilità di comportamnti arbitrari aumntarn vrificabilità sanzionabilità da part di rgolatori. Rsta il problma dll asimmtri informativ di front ai prodotti strutturati. Gli intrmdiari finanziari sono stati chiamati dalla Mifid a dfinir scal di rischio anch pr qusti prodotti ma, al momnto, sono in ritardo nlla loro dfinizion.

6 Non è, dunqu, una sorprsa il fatto ch, a sguito di qusti avvnimnti, l banch abbiano dovuto ridfinir la propria politica di rsponsabilità social d imprsa sia pr impulso strno (la dirttiva Mifid appunto) sia pr dcision spontana. Ngli ultimi anni sono così crsciut l voci di critica dll organizzazioni dlla socità civil intrnazional di clinti dll banch ch, pur riconoscndo l importanza dll dotazioni infrastrutturali pr lo sviluppo, chidono una maggior trasparnza sostnibilità. Inoltr, l strmizzazion dl principio dlla massimizzazion dl bnssr dll azionista ( la sua antposizion a tutti gli altri critri di valor) ha rso vidnt in molti scandali bancari l fftto potnzialmnt ngativo sul bnssr di dpositanti, mttndo a rischio qulla risorsa fondamntal ch è alla bas dl funzionamnto dlla banca stssa: la fiducia di clinti. Da qusto punto di vista non è ncssario pnsar soltanto all vnto strmo dlla fuga dagli sportlli, ma anch a consgunz importanti, anch s mno gravi, in trmini di fiducia ni prodotti dlla banca com, pr smpio, la ridotta adsion ai fondi pnsion pr la costruzion dl scondo pilastro prvidnzial. Sotto la prssion di qust critich consapvoli dl rischio di prdita di fiducia, molt banch hanno crcato di dar maggior forza visibilità ai propri prcorsi di rsponsabilità social ambintal. Alcun di tali iniziativ hanno avuto stanno avndo una positiva ricaduta sul sistma bancario, mntr altr un carattr più cosmtico. La rt intrnazional dlla socità civil BankTrack ha pubblicato, a fin 2007, un analisi dll lin guida di 45 gruppi bancari più grandi al mondo. S, da una part, mrg ch l attnzion all grandi qustioni ambintali sociali sta aumntando, dall altra il quadro appar ancora molto incomplto. Pr far un smpio, 31 banch su 45 hanno pubblicato qualch rifrimnto al problma dll missioni di CO 2 di cambiamnti climatici ma, malgrado gli normi problmi connssi al sovrasfruttamnto di mari dgli ocani, solo una banca ha sviluppato una policy riguardant la psca l attività connss. Analogamnt, solo 4 banch su 45 hanno sviluppato dll policy sia pr il sttor minrario sia pr qullo riguardant ptrolio gas, du sttori con normi impatti sulla sostnibilità global. È auspicabil in futuro nl mondo bancario finanziario un approccio organico alla qustion dgli impatti ambintali sociali. Il mondo bancario potrbb in qusto snso giocar un ruolo attivo propositivo pr un cambiamnto, pr smpio aumntando il pso in portafoglio dll risors prstat pr il finanziamnto dll nrgi rinnovabili. Una qustion pr alcuni vrsi spcular, ma altrttanto important all impigo in attività con forti impatti sociali ambintali, è lgata all accsso al crdito. L fasc più dboli dlla popolazion difficilmnt riscono ad accdr ai prstiti bancari, pr mancanza di garanzi rali. I modrni procssi finanziari, in particolar qulli di fusion acquisizion di gruppi bancari, rischiano talvolta di aumntar qust difficoltà. Gli istituti bancari, infatti, una volta raggiunt grandi dimnsioni, tndono a ddicarsi a oprazioni di grand portata a prdr i lgami 47

7 con il trritorio, crando prò pr qusto spazio pr istituti ispirati ai modlli dl crdito cooprativo dll banch popolari più vocati alla raltà local. D altrond, pr dfinizion, i prstiti alla piccola clintla o il microcrdito rapprsntano l attività a minor valor aggiunto pr una banca, prché il costo fisso dlla valutazion dl clint dlla gstion dlla pratica di fido non vin ammortizzato dal volum di intrssi su prstiti di piccol dimnsioni. Smplificando, è molto mglio pr una banca concdr un prstito da 1 milion di uro ch 100 da , s comunqu il portafoglio crditi dlla banca il rischio di fallimnto dl grand prstito non impatta troppo sul portafoglio crditi dlla banca. Ultimamnt, sulla spinta dl succsso dlla Gramn Bank sancito dal prmio Nobl pr la pac assgnato al suo fondator, Mohammad Yunus, l attnzion di grandi istituti bancari vrso il microcrdito è significativamnt aumntata. Il Microcrdit Banking Bullttin ha cnsito a fin 2007 più di istituzioni di microfinanza opranti a livllo mondial. L grandi tndnz di fondo dl fnomno sono qull dllo sviluppo di du divrsi tipi di organizzazioni: qull not for profit sul modllo Gramn qull for profit sul modllo di alcun grandi istituzioni di micro-finanza sudamricana (com il Bancosol in Bolivia). Il trad-off ossrvato tra i du modlli è ch l istituzioni for profit hanno un più agvol accsso ai finanziamnti in capital, proprio grazi alla diffusion di numrosi fondi d invstimnto spcializzati in microfinanza (alla ricrca di rndimnti rdditizi), hanno un maggior stimolo all fficinza organizzativa, ma praticano tassi mdiamnt più lvati sulla clintla hanno una prformanc sicuramnt infrior in trmini di outrach, ovvro di capacità di facilitar l accsso al crdito dgli strati più povri dlla popolazion. Inquadrar corrttamnt gli lmnti critici dl sistma 48 La crisi di fiducia dll opinion pubblica ni confronti di mrcati finanziari si traduc spsso nll attacco ni confronti dlla spculazion in una forma di luddismo finanziario, ch vd l caus dlla crisi ngli strumnti (l avvrsion vrso i drivati) piuttosto ch nl loro cattivo uso da part dgli invstitori dgli intrmdiari. A qusto proposito è important rammntar ch, quando si parla di spculazion, si dv distingur tra la nobil attività di uno spculator ch si carica il rischio di una contropart (hdgr) ch vuol assicurar il proprio rndimnto futuro (è il mccanismo alla bas di drivati tradizionali com i futur), dal trading a brv o brvissimo trmin su prodotti drivati di opratori trzi. S è vro ch qust ultima attività assicura liquidità al mrcato, c è da domandarsi s l ingnti somm ch circolano in qusti scambi non potrbbro ssr utilizzat in manira miglior. Il mrcato dll valut ha suprato un volum di miliardi di dollari al giorno. Il total di bni srvizi scambiati nl mondo è stimato in circa

8 miliardi di dollari l anno. Qusto significa ch, sul solo mrcato dll valut in una sola sttimana, circolano più soldi di quanti n siano lgati all conomia ral in un intro anno. Qust normi mass spculativ provocano una fort instabilità volatilità sui mrcati intrnazionali. Ancora, i dati dlla Banca di Rgolamnti Intrnazionali sottolinano com il valor nozional di crdit drivativs (58 trilioni di dollari) abbia suprato qullo dl PIL mondial (56 trilioni di dollari). Gli strumnti drivati ngoziati al di fuori dll bors valori ufficiali (Ovr th Countr nll sprssion anglosasson) sono passati in soli 7 anni, tra il 2000 il 2007, da un nozional di 100 trilioni di dollari all incrdibil cifra di 600 trilioni di dollari, circa 12 volt il Prodotto Intrno Lordo dll intro pianta. Una crscita simil stanno conoscndo altri intrmdiari finanziari innovativi, quali gli hdg funds i fondi di privat quity, ch controllano normi risors, in particolar grazi a un utilizzo dll fftto lva, ch prmtt loro di oprar sui mrcati finanziari con una prcntual ridotta di capital proprio facndo ampio ricorso all indbitamnto bancario. Divrs banch, inoltr, invstono dirttamnt nl capital dgli hdg funds. Il confin la sparazion tra banca commrcial banca di invstimnto, ch ra stato tracciato in manira ntta dopo la crisi dl '29, si è fatto smpr più labil con la progrssiva libralizzazion dl sttor, rndndo ancora più difficil la distinzion tra capital produttivo capital spculativo. La consgunza di qust trasformazioni è ch ni grandi istituti bancari i ricavi provngono solo pr mtà dall attività crditizia, mntr l altra mtà è costituita da commissioni, in particolar su drivati titoli strutturati. Pr alcun banch, soprattutto ngli Stati Uniti, la tradizional attività di raccolta dl risparmio il suo impigo in attività produttiv sta divntando addirittura marginal. Paradossali gli fftti di qust trasformazioni sui bilanci dll banch, smpr più difficili da intrprtar pr i non addtti ai lavori. Di front all annuncio di una smstral con utili molto lvati dobbiamo oggi domandarci s si tratta dl solido guadagno drivant dall intrmdiazion crditizia o s si parla dl momntano vnto favorvol (ch potrbb cambiar da un momnto all altro) ch dà sgno positivo a scommss rischiosissim su strumnti drivati. Non smbra ch gli opratori di mrcati si siano posti qusti intrrogativi quando alcuni anni fa saltavano gli utili di maggiori colossi finanziari oggi sull orlo dl fallimnto. Il problma di paradisi fiscali Un altro problma di mrcati finanziari ni confronti dl qual gli sforzi dll organizzazioni intrnazionali non riscono ancora a ralizzar un succsso complto è qullo dl riciclaggio. Il GAFI, la task forc intrnazional pr la lotta al riciclaggio cui adriscono tutti i principali pasi, ha da tmpo crato un sistma di dirttiv contro il riciclaggio i paradisi fiscali ch, s disatts, 49

9 fanno scattar un sistma di sanzioni. Il sistma è riuscito a ottnr risultati importanti dai grandi pasi, ma appar molto mno fficac nlla lotta contro l piccol o piccolissim raltà. I paradisi fiscali, carattrizzati dalla mancanza di trasparnza, dalla sgrtzza dall anonimato, sono spsso utilizzati dall imprs ch intndono ludr o vadr il fisco dalla grand criminalità organizzata. I flussi finanziari lgati alla cooprazion intrnazional ch i pasi dl nord trasfriscono vrso il sud dl mondo ammontano a 100 miliardi di dollari. Scondo alcun stim prudnziali, a causa dlla fuga di capitali ogni anno tra i 500 gli 800 miliardi di dollari sguono il prcorso invrso, dai pasi dl sud vrso il nord dl mondo i paradisi fiscali. L sol prson fisich dtngono ni paradisi fiscali un patrimonio stimato in miliardi di dollari. Non è possibil fornir una cifra rlativa all prson giuridich, dato ch in divrsi trritori nti com l fondazioni o i trust non hanno nmmno un obbligo di rgistrazion. L stim più attndibili sgnalano l sistnza di dcin di milioni di tali organismi. L consgunz gli impatti di paradisi fiscali sono normi, tanto nl nord quanto nl sud dl mondo. Qusti trritori minano la giustizia l quità fiscal, compromttono il wlfar l politich pubblich, favoriscono l lusion l vasion fiscal, la corruzion la grand criminalità. Pr i pasi dl sud, l prdit sono dll ordin dll cntinaia di miliardi di dollari ogni anno, soffocando i tntativi di impostar politich di finanziamnto dllo sviluppo di lotta alla povrtà. I paradisi fiscali i mccanismi associati sono anch rsponsabili di una concorrnza slal tra l imprs. Qull transnazionali, con maggior sprinza in ambito fiscal con una produzion indirizzata all xport, sono indbitamnt avvantaggiat risptto a qull di piccola dimnsion ch producono ssnzialmnt pr i mrcati locali. Ancora una volta i pasi dl sud sono qulli ch pagano il przzo maggior, ma un discorso analogo si potrbb riptr pr l Italia la sua struttura produttiva, costituita ssnzialmnt da piccol mdi imprs, snza considrar l impatto di paradisi fiscali lgato alla criminalità organizzata. Una nuova gnrazion di intrmdiari finanziari 50 Paralllamnt a qusti vnti si assist alla nascita di una trza gnrazion di modlli di intrmdiari bancari finanziari, ch diffriscono da qulli tradizionali prché hanno com obittivo prioritario qullo di promuovr la crazion di valor conomico socialmnt ambintalmnt sostnibil, posponndo a qusto obittivo qullo dlla crazion di profitti. L smpio sicuramnt più intrssant da qusto punto di vista è qullo dlla Gramn Bank, una banca ch in pochi anni ha assunto dimnsioni ragguardvoli d è divntata un punto di rifrimnto pr analogh sprinz nl rsto dl mondo. Allo stsso modllo di intrmdiario finanziario appartngono l cosiddtt banch tich diffus in divrsi pasi uropi, dalla Triodos, alla Okobank, alla Banca Popolar Etica.

10 Qust banch, facndo lva sulla disponibilità a pagar di consumatori risparmiatori pr il valor social ambintal di prodotti finanziari, riscono a ottnr una raccolta a tassi infriori risptto a qulli di mrcato. La sfida è qulla di ricambiar qusta dimostrazion di fiducia da part di risparmiatori con un portafoglio di impighi cornt con la propria mission. Al momnto l principali dirzioni dgli invstimnti sono qull dlla sostnibilità ambintal, dll nrgi rinnovabili, dll housing social, dll imprs sociali dl microcrdito. La carattristica important di qusta nuova gnrazion di banch è qulla di avr rivlato al rsto dl mrcato ch l prfrnz di una part important di risparmiatori rndono possibil conciliar orintamnto con valor social, sopravvivnza comptitività conomica. L banch tich rapprsntano, dunqu, un laboratorio di sprinz ch spsso, una volta collaudat, vngono sposat dal rsto dgli intrmdiari finanziari impgnati a migliorar il loro profilo di rsponsabilità social di front a clinti opinion pubblica. Da un punto di vista di principi, la finanza tica pon una particolar attnzion alla qustion dll accsso al crdito di soggtti considrati non bancabili. La finanza tica si intrroga, inoltr, sugli impatti sociali, ambintali sui diritti umani dll propri oprazioni. L attnzion agli fftti nonconomici dll azioni conomich n dovrbb guidar il comportamnto l sclt. Al fin di potr rispttar qusti principi, una dll attnzioni principali è rivolta alla trasparnza l accsso all informazion. La finanza tica costituisc un altrnativa pr clinti risparmiatori rapprsnta un lmnto di stimolo di livito pr il sistma bancario tradizional. Nllo stsso momnto, considrat l somm gli intrssi in gioco, è oggi impnsabil ch qusta sprinza da sola possa fornir la spinta propulsiva ncssaria pr una riforma dll rgol, volta a vitar i fnomni di crisi dscritti in prcdnza. Una prima dirzion di riforma: il problma di rquisiti di patrimonializzazion dgli intrmdiari I sgnali ch ci arrivano dallo sviluppo dlla finanza tica sono importanti, ma indubbiamnt il futuro dlla finanza intrnazional è nll mani di comportamnti dgli attori dlla grand finanza, ch a loro volta dipndono dall rgol. Nuovi intrvnti in qusta dirzion sono più ch mai importanti. Una prima dirzion vrso la qual focalizzar gli intrvnti di riforma appar qulla di rquisiti di patrimonializzazion. Da qusto punto di vista, i limiti dll accordo di Basila II smbrano ssr qulli di non riuscir a puntar i riflttori sull componnti di maggior rischio dl sistma, pnalizzando in manira ccssiva gli intrmdiari ch oprano maggiormnt nl social. Pnsato pr limitar l sposizion al rischio dll banch 51

11 commrciali, l accordo chid all banch di accantonar dll risrv di capital proporzionali al rischio di crdito di ogni finanziamnto. Il critrio fondamntal utilizzato da Basila è qullo dlla soglia dll 8% tra patrimonio di vigilanza (capital proprio, risrv, ma anch prstiti subordinati) portafoglio dgli impighi pondrato pr il rischio. I clinti dlla finanza tica, tipicamnt soggtti dll conomia no-profit, dll associazionismo o dl mondo cooprativo sono quasi smpr considrati a massimo rischio, prché sottocapitalizzati o sprovvisti di garanzi rali adguat. Dunqu un prstito a opratori di qusto sttor psa di più, andando ad aumntar il dnominator dl rapporto tra patrimonio di vigilanza portafoglio impighi. Pr ssr più prcisi far qualch smpio, un prstito a una parrocchia o a una cooprativa social vin pondrato al 100% il suo rischio è considrato quasi quivalnt a qullo di un obbligazion spazzatura (ovvro ha un rating infrior a BB-). Qusto significa imporr di vincoli molto rigidi alla finanza tica, ch pur rgistra, grazi alla conoscnza dl clint al rapporto di fiducia ch si instaura, di tassi di soffrnza nttamnt infriori a qulli dl mondo bancario tradizional. 3 All strmo opposto, l transazioni di prodotti strutturati ffttuat sul mrcato non rgolamntato (Ovr Th Countr o OTC) da socità-vicolo lgat all banch o da istituzioni finanziari non bancari non vngono di fatto monitorat, mntr è assolutamnt insufficint la rgolamntazion pr strumnti altamnt spculativi quali gli hdg funds o i fondi di privat quity ch, ricorrndo all indbitamnto bancario, possono utilizzar dll lv finanziari normi. Al momnto in cui è stata salvata dal fallimnto, la Bar Strns rgistrava un rapporto di lva tra capital proprio invstimnti sui mrcati finanziari pari a 35. L hdg fund Carlyl Capital Group, anch sso rcntmnt fallito, ra a 32. Tutto qusto snza ch gli hdg fund, rgistrati in massima part nll Isol Cayman o in altri paradisi fiscali, siano sottoposti ad alcuna forma di rgolamntazion o vigilanza. Il problma dlla lva rapprsnta una dll caus più importanti dlla crisi. Pr usar un immagin possiamo pnsar a una partita di pokr nlla qual è possibil acquistar dll fichs pagandol un vntsimo risptto al loro valor nominal (ch dtrmina poi il ral ammontar di profitti dll prdit di giocatori). È intuibil ch, con un fftto lva dl gnr, è assolutamnt probabil ch, alla fin dl gioco, alcuni di partcipanti accumulino dll prdit supriori alla loro capacità patrimonial, divntando prtanto non solvibili mttndo in crisi anch la capacità di riscuotr l vincit di giocatori più abili o più fortunati Nl databas di prsti dlla Banca Popolar Etica sistono, pr far un smpio, sgmnti consistnti di prstiti alla clintla ch non hanno rgistrato soffrnz o incagli ni dici anni di storia dlla banca.

12 Quali rgol pr qual finanza? Intrssant rilvar ch la soluzion ai problmi dscritti non appar poi particolarmnt complssa. La prima proposta, volta ad aumntar la protzion di risparmiatori risptto ai rischi dll transazioni sui mrcati finanziari, è smplicmnt qulla di non consntir ad alcun tipo di invstitori l acquisto di prodotti strutturati. Intrssant da qusto punto di vista l smpio dl Rgno Unito ch, a sguito di crisi scoppiat in anni passati, proibisc all amministrazioni pubblich l acquisto di qusti prodotti. Com accaduto di rcnt in Italia, anch in qusto pas in passato alcun amministrazioni pubblich hanno rgistrato sri problmi di bilancio pr l acquisto di prodotti drivati vnduti com prodotti di coprtura, ma in raltà con carattristich di rischio molto supriori. I prodotti vnivano rsi ancora più apptibili a causa dgli upfront, o pagamnti anticipati da part dll banch di capital gains futuri ch fornivano liquidità immdiata ai clinti. Gli stssi upfront si sono rivlati nl caso dl Rgno Unito uno dgli ostacoli maggiori all caus di risarcimnto da part dgli nti locali, ch avrbbro comportato ncssariamnt la rstituzion di qust somm anticipat agli intrmdiari bancari. Com già prcisato in prcdnza, la difficoltà di capir l carattristich dl prodotto rnd quasi impossibil pr il clint valutarn la congruità dl przzo il profilo di rndimnto-rischio, così i funzionari di bilancio dlla tsorria dll amministrazioni locali si sono rivlati dl tutto imprparati a valutar l consgunz dll loro dcisioni di acquisto. In qusto snso, la dirttiva Mifid, dscritta in prcdnza, è un passo important nlla dirzion giusta, obbligando gli intrmdiari a calcolar abbinar corrttamnt il profilo di rischio di prodotti con la propnsion al rischio dgli intrmdiari, ma in casi com qulli dll pubblich amministrazioni, vist l consgunz su soggtti trzi, l soluzioni dvono probabilmnt ssr più drastich. Rispost globali pr sfid globali La libralizzazion di mrcati, l innovazion finanziaria l informatica hanno dato vita a un unico grand mrcato finanziario mondial. Una trasformazion ch non è stata accompagnata da un analogo sviluppo di sistmi di rgolamntazion controllo, ch sono in massima part ancorati al conctto di Stato-nazion. Parliamo, inoltr, di Stati-nazion in concorrnza tra di loro pr attrarr capitali dai mrcati intrnazionali. Una situazion ch porta con sé ni casi pggiori il rischio di una vra propria corsa al ribasso (rac to th bottom) in matria di normativ ambintali, sociali sul controllo di capitali, fino ai casi strmi rapprsntati dai paradisi fiscali. 53

13 È urgnt mttr a punto di sistmi di rgolamntazion, suprvision controllo di mrcati finanziari ch possano funzionar fficacmnt a livllo global. Qusti sistmi dovranno rispondr a istituzioni ad hoc, ch abbiano com scopo fondamntal la tutla dlla stabilità finanziaria intsa com bn pubblico global (global common) ch consntano un controllo dmocratico una govrnanc ch risponda all attual situazion gopolitica, conomica finanziaria. Da qusto punto di vista, la richista di maggior trasparnza rgol da part di istituzioni com l banch cntrali appar dl tutto lgittima. L oprazioni di parzial salvataggio o di lndr of last rsort vrso intrmdiari finanziari dvono ssr accompagnat da un obbligo da part di qusti ultimi a una total trasparnza accountability ni confronti dll banch cntrali stss. Tra l divrs misur pnsat ngli ultimi anni, una dll più intrssanti riguarda form di tassazion intrnazional, com strumnto pr la raccolta di un gttito da dstinar alla tutla di bni pubblici globali. Sono ormai moltissimi gli studi l ricrch ch hanno chiarito la fattibilità di una tal imposta, anch limitatamnt all ara dll uro, risposto a ogni qustion di natura tcnica. Tal imposta prmttrbb di riscuotr un rddito da dstinar alla cooprazion intrnazional al raggiungimnto dgli Obittivi di Sviluppo dl Millnnio fissati nl 2000 dall ONU. Si trattrbb più in gnral di uno strumnto di politica conomica ch prmttrbb di rstituir alla sfra politica una forma di controllo su qulla finanziaria. Accanto all impost sull transazioni valutari, ngli ultimi anni sono stat propost divrs altr form di tassazion su strumnti finanziari. Qust misur avrbbro gli stssi fftti positivi sgnalati in prcdnza. Considrazioni finali 54 Sono molt altr l propost avanzat in qusti ultimi anni. Si può pnsar a form di vigilanza controllo sui nuovi strumnti finanziari, a limitar l fftto lva di attori quali gli hdg funds i privat quity o, com avvniva in Grmania fino al 2004, addirittura a proibir strumnti quali gli hdg funds. Analogamnt, si può pnsar di rivdr radicalmnt la normativa sui prodotti drivati, in primo luogo, di qulli ngoziati al di fuori di mrcati rgolamntati. Si può pnsar di ridisgnar il sistma di incntivi stock option, di rivdr l rgol rlativ all oprazioni di cartolarizzazion di titoli alla gstion dl rapporto tra invstimnto rischio finanziario. Una dll misur più urgnti ncssari riguarda sicuramnt l aumnto dlla trasparnza di mrcati dgli opratori finanziari in moltissimi ambiti, dai paradisi fiscali all oprazioni in drivati, dal sgrto bancario ai mrcati non rgolamntati, fino ai mccanismi di funzionamnto di valutazion dl rischio ralizzati dall agnzi di rating. Nllo stsso momnto, è ncssario rafforzar l istituzioni l struttur sistnti, a partir dal Financial Stability

14 Forum dal Tax Committ dll ONU, ma anch migliorar la cooprazion lo scambio di informazioni tra govrni in matria finanziaria fiscal. L ultima important considrazion d lmnto di spranza riguarda il ruolo stsso di grandi intrmdiari finanziari in qusto progtto di riforma. Il 7 agosto 2008, un rport di Goldman Sachs affrma ch gran part dll cartolarizzazioni dgli strumnti drivati dovrbbro uscir dall OTC d ssr sottoposti a rgolamntazion. L principali banch amrican (JP Morgan, Mrill Linch, Citigroup) ch hanno fatto sapr di concordar con qusta posizion hanno finalmnt capito ch pr risolvr il problma dlla finanza drivata, ch mtt a rischio la loro stssa sopravvivnza, non è più possibil affidarsi all autorgolamntazion. Quando Uliss capisc il pricolo dll sirn chid ai marinai di lgarlo a un palo dlla nav. Proprio com pr il problma di autocontrollo risolto con succsso da Uliss, l maggiori banch d affari dl mondo hanno capito ch è ncssario vincolarsi alla rgolamntazion strna. Visto ch purtroppo il bn comun non ha abbastanza capacità di imporsi, solo in qulla miracolosa congiunzion in cui l situazioni sono vramnt compromss l intrss privato dgli attori più forti coincid con l intrss pubblico i problmi si avviano vrso la soluzion. Rifrimnti bibliografici Adriani, F., Bcchtti, L., Do High-tch stock prics rvrt to thir fundamntal valu?, Applid Financial Economics, 14 (7), , BankTrack, Mind Th Gap - Bnchmarking crdit policis of intrnational banks, BankTrack, dicmbr Baglla, M., Bcchtti, L., Lo Cicro, M., Rgional xtrnalitis and dirct ffcts of lgislation against mony laundring: a tst on xcss mony balancs in th fiv Andan countris, Journal of Mony Laundring Control, 7, 4, Campagna Riforma Banca Mondial (a cura di), Rsponsabilità finanza - guida all iniziativ in campo socio-ambintal pr gli istituti di crdito l imprs finanziari, Csarini, F., L stratgi dll grandi banch in Europa, Bancaria Editric, Dmyanyk, Y., Van Hmrt, O., Undrstanding th subprim mortgag crisis, Suprvisory Policy Analysis Working Paprs from Fdral Rsrv Bank of St. Louis, n. 5, Foot, C. L., Grardi, K., Gott, L., Willn, P. S., Subprim facts: what (w think) w know about th subprim crisis and what w don t, Public Policy Discussion Papr from Fdral Rsrv Bank of Boston, n. 8-2, ISIS, Kpmg, Banking on human rights - Confronting human rights in th financial sctor, Van Gldr, J. W., Th do s and don ts of sustainabl banking, a BankTrack manual, BankTrack,

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Parcheggi e altre rendite aeroportuali Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation,

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 36 Riduzion durvol di valor dll attività Riduzion durvol di valor dll attività SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. M. MONTANI CONVITTO ANNESSO AZIENDA AGRARIA 63900 FERMO Via Montani n. 7 - Tl. 0734-622632 Fax 0734-622912 www.istitutomontani.it -mail aptf010002@istruzion.it Coc

Dettagli

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO 1. La struttura di rlazioni tra manifattura srvizi all imprs in un contsto uropo 11 1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO La quota di srvizi sul commrcio

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Distrtto Scolastico N 53 Nocra Infrior (SA) SCUOLA MEDIA STATALE Frsa- Pascoli Vial Europa ~ 84015 NOCERA SUPERIORE (SA) Tl. 081 933111-081 931395- fax: 081 936230 C.F.: 94041550651 Cod: Mcc.: SAMM28800N

Dettagli

Esercizi sullo studio di funzione

Esercizi sullo studio di funzione Esrcizi sullo studio di funzion Prima part Pr potr dscrivr una curva, data la sua quazion cartsiana splicita f () occorr procdr scondo l ordin sgunt: 1) Dtrminar l insim di sistnza dlla f () ) Dtrminar

Dettagli

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma Compiti funzioni attribuiti dalla tiva all nazional Lgg Art. 6, comma 5 Art. 6, comma 7, ltt.a Art. 6, comma 7, ltt.b Potri/ funzioni attribuiti dalla Vigilanza su tutti i contratti pubblici (lavori, srvizi

Dettagli

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza GUIDE ITALIA Un confronto sull ultim tndnz a supporto dlla smplificazion dll fficza L voluzion dll architttur IT Sogi RELATORE: Francsco GERBINO 16 novmbr 2010 Agnda Prsntazion dlla Socità Architttur IT

Dettagli

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi TitoloTitl Guida allʼscuzion di prov con risultati qualitativi Guid to prform tsts with qualitativ rsults SiglaRfrnc DT-07-DLDS RvisionRvision 00 DataDat 0602203 Rdazion pprovazion utorizzazion allʼmission

Dettagli

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4 Radioattività - Radioattività - - - Un prparato radioattivo ha un attività A 0 48 04 dis / s. A quanti μci (microcuri) si riduc l attività dl prparato dopo du tmpi di dimzzamnto? Sapndo ch: ch un microcuri

Dettagli

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica.

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica. CORSO MASTER associazion gomtri libri profssionisti dlla provincia Modna novmbr, cmbr 2014 gnnaio, fbbraio PERCORSO FORMATIVO DI 48 ORE Sd Il corsoo è organizzato prsso la sala convgni dl Collg io Gomm

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco DM 10 marzo 2005 Classi di razion al fuoco pr i prodotti da costruzion da impigarsi nll opr pr l quali ' prscritto il rquisito dlla sicurzza in caso d'incndio. (GU n. 73 dl 30-3-2005) IL MINISTRO DELL'INTERNO

Dettagli

LA TRASFORMATA DI LAPLACE

LA TRASFORMATA DI LAPLACE LA RASFORMAA DI LAPLACE Pr dcrivr l voluzion di un itma in rgim tranitorio, oia durant il paaggio dll ucit da un rgim tazionario ad un altro, è ncario ricorrr ad un modllo più gnral riptto al modllo tatico,

Dettagli

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine.

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine. Capitolo 2 Numri rali In qusto capitolo ci occuprmo dll insim di numri rali ch indichrmo con il simbolo R: lfunzionidfinitsutaliinsimiavaloriralisonol oggttodistudiodll analisi matmatica in una variabil.

Dettagli

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI D.Lgs. 192/2005 + D.Lgs. 311/2006 Vincnzo Corrado, Matto Srraino Dipartimnto di Enrgtica Politcnico Di Torino un progtto di:

Dettagli

L ELLISSOIDE TERRESTRE

L ELLISSOIDE TERRESTRE L ELLISSOIDE TERRESTRE Fin dll scond mtà dl XVII scolo (su propost di Nwton) l suprfici più dtt ssr ssunt com suprfici di rifrimnto pr l Trr è stt individut in un ELLISSOIDE DI ROTAZIONE. E l suprfici

Dettagli

Lo strato limite PARTE 11. Indice

Lo strato limite PARTE 11. Indice PARTE 11 a11-stralim-rv1.doc Rl. /5/1 Lo strato limit Indic 1. Drivazion dll qazioni indfinit di Prandtl pr lo strato limit sottil pag. 3. Intgrazion nmrica dll qazioni indfinit di Prandtl. 11 3. Lo strato

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015.

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015. Vrsion 5 3 Agosto Valità 2015 la Manifstazion : Campionato Italiano Rally Assoluto Campionato Italiano Rally Junior Campionato Italiano Rally Costruttori Coppa ACI-SPORT Rally CIR Equipaggi Inpndnti Coppa

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua SOMMARIO Gralità sull Macchi i Corrt Cotiua...2 quazio dlla forza lttromotric...2 Circuito quivalt...2 Carattristica di ccitazio...3 quazio dlla vlocità...3 quazio dlla Coppia rsa all'albro motor:...3

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1 ITRODUZIOE ALLA BUSIESS PROCESS MODELIG OTATIO (BPM) 1 1. Prsntazin La ntazin BPM (http://www.bpn.rg) è sviluppata dalla Businss Prcss Managnt Initiativ dall Objct Managnt Grup (http://www.g.rg), assciazini

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

( D) =,,,,, (11.1) = (11.3)

( D) =,,,,, (11.1) = (11.3) G. Ptrucci Lzioni di Cotruzion di Macchin. CRITERI DI RESISTENZA La vrifica di ritnza ha o copo di tabiir o tato tniona d mnto truttura anaizzato è ta da provocarn i cdimnto into com rottura o nrvamnto.

Dettagli

Alberi di copertura minimi

Alberi di copertura minimi Albr d coprtur mnm Sommro Albr d coprtur mnm pr grf pst Algortmo d Kruskl Algortmo d Prm Albro d coprtur mnmo Un problm d notvol mportnz consst nl dtrmnr com ntrconnttr fr d loro dvrs lmnt mnmzzndo crt

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO Nm prcmnt Dscrizin Fasi (dscrizin sinttica da input ad utput) Nrm rifrimnt rspnsabil istruttria Rspnsabil prcmnt mcgmmatricla richista infrmazini prcmnt incar tlf, fax pc inrizz Trmin cnclusi n prcm nt

Dettagli

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione.

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. 1 Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. Il ruolo della finanza nell economia. La finanza svolge un ruolo essenziale nell economia. Questo ruolo

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

chiarezza delle aspettative dell organizzazione verso l individuo e chiara esplicitazione all individuo di tali aspettative

chiarezza delle aspettative dell organizzazione verso l individuo e chiara esplicitazione all individuo di tali aspettative FORMA 3: Valutazione dei comportamenti organizzativi Nozioni di base 1. LA VALUAZION DLL COMPNZ INDIVIDUALI 1.1 L COMPNZ INDIVIDUALI In base ai recenti contributi di numerosi autori, possiamo intendere

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI.

QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI. QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI. I NUMERI DELLA NOSTRA SOLIDITÀ PRESENTE IN 22 PAESI DI 4 CONTINENTI 76 MILA PERSONE DI 12 CULTURE OLTRE 1.000 CENTRALI NEL MONDO + 78% DI PRODUZIONE

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit. lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS

Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit. lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS 1 INDIC INDIC...2 PRFAZION...4 RINGRAZIAMNTI...6 PRSNTAZION...7

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12

Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12 Finanza Aziendale Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12 Copyright 2003 - The McGraw-Hill Companies, srl 1 Argomenti Decisioni di finanziamento e VAN Informazioni e

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini Trieste NUCLEO DI VALUTAZIONE

Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini Trieste NUCLEO DI VALUTAZIONE Cnsrvari Musica Giuspp Tartini Trist NUCLEO DI VALUTAZIONE RELAZIONE ANNUALE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE sull dll a.a.2010/11 (DPR 28/2/03 n.132, art.10 cmma 2 ltt. b) Nucl valutazin Waltr Grbin Prsidnt

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Prof. Carluccio Bianchi Università di Pavia (aggiornamento ed estensione di uno schema elaborato da alcuni dottorandi italiani alla L.S.E.

Prof. Carluccio Bianchi Università di Pavia (aggiornamento ed estensione di uno schema elaborato da alcuni dottorandi italiani alla L.S.E. La crisi globale del 2007-2009: cause e conseguenze Prof. Carluccio Bianchi Università di Pavia (aggiornamento ed estensione di uno schema elaborato da alcuni dottorandi italiani alla L.S.E.) Stiamo ancora

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E INTERDIPENDENZA ECONOMICA

COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E INTERDIPENDENZA ECONOMICA Coop intern - 1 COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E INTERDIPENDENZA ECONOMICA VARIE ACCEZIONI DEL TERMINE COOPERAZIONE INTERNAZIONALE CONSULTAZIONE TRA STATI COORDINAMENTO STRETTO DELLE POLITICHE COORDINAMENTO:

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

I crediti e la loro classificazione secondo gli IAS/IFRS

I crediti e la loro classificazione secondo gli IAS/IFRS IAS-IFRS E NON PERFORMING LOANS Verona, 9 giugno 2006 I crediti e la loro classificazione secondo gli IAS/IFRS Andrea Lionzo Università degli Studi di Verona andrea.lionzo@univr.it 1 Indice 1. I fondamenti

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO.

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. di A. Lalomia Premessa Si propongono di seguito venticinque items di Storia da utilizzare per una terza prova su argomenti

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,)

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,) Norme sulle Responsabilità delle Compagnie Transnazionali ed Altre Imprese Riguardo ai Diritti Umani, Doc. Nazioni Unite E/CN.4/Sub.2/2003/12/Rev. 2 (2003).* Preambolo (La Sotto-Commissione*,) Tenendo

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Tiziano Vecchiato Da dove partire Ripartire dai poveri (2008) è la risposta all interrogativo «Rassegnarsi alla povertà?».

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL Le osservazioni al documento di consultazione dovranno pervenire entro il 21 Luglio 2014 on-line per il tramite del

Dettagli

Principi di stewardship degli investitori istituzionali

Principi di stewardship degli investitori istituzionali Corso di diritto commerciale avanzato a/ a/a2014 20152015 Fabio Bonomo (fabio.bonomo@enel.com fabio.bonomo@enel.com) 1 Indice Principi di stewardship degli investitori istituzionali La disciplina dei proxy

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

DIECI DOMANDE E DIECI RISPOSTE SULLA CAMPAGNA DI SOLIDARIETA CON LE DONNE GRECHE

DIECI DOMANDE E DIECI RISPOSTE SULLA CAMPAGNA DI SOLIDARIETA CON LE DONNE GRECHE DIECI DOMANDE E DIECI RISPOSTE SULLA CAMPAGNA DI SOLIDARIETA CON LE DONNE GRECHE A cura di Donnedellacrisi Come nasce l idea di una campagna di solidarietà? In occasione del Social Forum Europeo di Firenze

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

La Crisi Bancaria Svedese degli inizi anni 90 Guido Ascari e Paola Elena Brignoli

La Crisi Bancaria Svedese degli inizi anni 90 Guido Ascari e Paola Elena Brignoli La Crisi Bancaria Svedese degli inizi anni 90 Guido Ascari e Paola Elena Brignoli Siamo nel mezzo di una crisi finanziaria e reale tanto pervasiva e globale che sta coinvolgendo tutti i paesi, dai più

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Rassegna OCSE Sviluppo sostenibile: Interazione tra Economia, Società, Ambiente

Rassegna OCSE Sviluppo sostenibile: Interazione tra Economia, Società, Ambiente OECD Insights Sustainable Development: Linking Economy, Society, environment Summary in Italian Rassegna OCSE Sviluppo sostenibile: Interazione tra Economia, Società, Ambiente Sintesi in italiano L espressione

Dettagli