Corso di Arti Marziali per la difesa personale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corso di Arti Marziali per la difesa personale"

Transcript

1 Corso di Arti Marziali per la difesa personale

2 SOMMARIO PAGINA 1 SOMMARIO PAGINA 2 INTRODUZIONE PAGINA 3 FINALITÀ DEL CORSO MATERIE TRATTATE PAGINA 4 LA LEZIONE REGOLAMENTO DELLA LEZIONE PAGINA 5 ATTREZZATURA RICHIESTA ABBIGLIAMENTO PAGINA 7 VKAM COMBAT ACADEMY CONTATTI 1

3 Prevenzione Dissuasione Netraulizzazione INTRODUZIONE Un corso di difesa personale, al contrario di quello che in molti pensano, è un corso che mira, in primo luogo, a far diventare un individuo più consapevole. Riteniamo importante difenderci quando siamo consapevoli che noi stessi, la nostra vita, il nostro corpo, i nostri spazi, hanno valore. Li tuteliamo prendendocene cura con il pensiero volto al nostro benessere e di chi ci vuole bene. Se sviluppiamo tale consapevolezza, siamo anche in grado di salvaguardarci. Inoltre la consapevolezza ci mette in condizione di usare la nostra vera arma che è La Mente : è lì che nascono i presupposti per la strategia di difesa: si indentifica un problema, si elaborano dati e si trovano le soluzioni. Ciò accade solo a seguito della conoscenza del contesto e delle modalità di possibile sviluppo delle situazioni: per superare un limite dobbiamo avere cognizione di qual è il limite stesso. Non basta essere forti fisicamente per attuare una strategia di autodifesa, bisogna essere soprattutto allenati psicologicamente. In virtù di quanto detto possiamo affermare che un corso di difesa personale è quel corso che ci mette in condizione di saper allenare la mente a cercare soluzioni preventive; adattarsi alle diverse situazioni che possono capitare modificandone l approccio e sapere allenare il fisico nella maniera giusta per essere in grado, in ultima analisi, di lottare per difendersi.. Mente civilizzata in un corpo primitivo. 2

4 FINALITA DEL CORSO 1. Contribuire, attraverso la diffusione di competenze specifiche, a sviluppare le conoscenze dell allievo nel campo della difesa personale per creare le risposte cognitive all insorgere di un problema attinente la sicurezza. 2. Proporre un percorso di benessere psico-fisico da assumere quale costume culturale permanente e come mezzo per lo sviluppo dell intelligenza motoria (capacità neuro-cognitivomotoria). 3. Migliorare le capacità di apprendimento ed il livello di concentrazione dell Allievo che, grazie alle Discipline delle Arti Marziali, può sviluppare un atteggiamento mentale in grado di regolare sequenze psico-motorie, favorendo la propensione ad assumere processi decisionali con differente grado di responsabilità. 4. Favorire lo sviluppo delle capacità di aggregazione e di socializzazione degli Allievi. 5. Aumentare la fiducia in se stessi. 6. Favorire l interazione collaborativa ed il confronto con i compagni. 7. Acquisire coerenti comportamenti ispirati alla prevenzione, per non essere identificati come vittime di un atto di agressione. MATERIE TRATTATE L importanza dell allenamento e le corrette modalità. Conoscenza ampliata del Concetto di Difesa come e perche difendersi. Studio dello stress psico-fisico in situazioni a rischio; metodologie di allenamento per la gestione dello stress. Tecniche e tattiche di difesa personale: dalle modalità da attuare per evitare un aggressione (prevenzione), alla sua eventuale inevitabile gestione (dissuasione), alle fasi della lotta/combattimento (neutralizzazione). Tecniche e tattiche per la difesa di una terza persona. Aspetti legali della difesa personale nel nostro paese. Psicologia del Crimine e dell aggressione. Conoscenza delle armi convenzionali ed occasionali e le rispettive problematiche per la difesa.. 3

5 LA LEZIONE La lezione si può suddividere in quattro fasi: 1. RISCALDAMENTO di fondamentale importanza, previene infortuni gravi e microtraumi che accumulati nel tempo posso far insorgere patologie future. 2. ALLENAMENTO FISICO GENERALE E SPECIFICO in una situazione di pericolo l unica cosa su cui abbiamo il controllo è il nostro corpo se ben allenato aumenterà il coefficiente di riuscita, inoltre con un corpo allenato s impara meglio la tecnica. 3. TECNICHE E TATTICHE provenienti da arti marziali di grande fascino e di tradizione millenaria, che traggono origine da epoche storiche e da luoghi e culture diverse. Tali specialità sono portatrici di ricchezza culturale e stabilmente inserite nella famiglia degli Sport Olimpici e nei Programmi Olimpici, Mondiali e Continentali quali karate do, judo, ju jitsu, jiu jitsu brasiliano, kali filippino ecc.. incorporate anche dai migliori corpi di polizia e militari d elite del pianeta. 4. TEORIA psicologia del crimine e delle aggressioni, aspetti legali ecc non si può costruire un piano di sicurezza se non si conosce il nemico! REGOLAMENTO DELLA LEZIONE 1. Prima di entrare escludi dalla mente i problemi personali, effettua il saluto prima di entrare e di uscire; 2. Se la lezione è già iniziata, aspetta sulla porta il momento più opportuno per chiedere il permesso ad entrare; 3. Mantieni le unghie corte e pulite, togli eventuali oggetti pericolosi prima dell allenamento (Bracciali, catenine, orecchini..); 4. Rispetta chi è di grado superiore ed accettane i consigli senza obiezioni. Aiuta i gradi inferiori con umiltà e cordialità; 5. Frequenta con regolarità, rispetta gli orari ed allenati con costanza; 6. Mantieni un comportamento educato e rispettoso sia dentro che fuori, in questo modo otterrai rispetto in modo naturale; 7. Partecipa alle attività complementari organizzate, mantieni un comportamento corretto dando l esempio anche in trasferta. 4

6 8. Impara a controllare le emozioni, non lodarti dei tuoi successi, lascia che siano gli altri a farti i complimenti e congratulati con gli altri praticanti. 9. Parla il meno possibile, concentrati più che puoi su quanto si sta facendo e su quanto si deve fare, non distrarti e non contribuire a distrarre gli altri; 10. Ricordati che nelle arti marziali non esistono scorciatoie, spetta a te non cedere nei momenti duri dando prova di carattere. Non vogliamo esaltati! Ma gente equilibrata! ATTREZZATURA RICHIESTA Inizialmente non si ha bisogno di nessun tipo di attrezzatura, superate le prime 4/5 lezioni si consiglierà di reperire gradualmente in base al programma svolto delle protezioni per la sicurezza per le attività pratiche come paradenti, conchiglia per i maschi, parapetto per le femmine, guantini e paratibia. ABBIGLIAMENTO Maglietta preferibilmente BIANCA, pantaloncini o pantaloni tuta e scarpe da ginnastica solo per uso palestra o piedi nudi. (vedi foto). 5

7 VKAM COMBAT ACADEMY VKAM è un'organizzazione che nasce per studiare, diffondere e promuovere le arti marziali in genere così come sono nate, PER DIFESA PERSONALE. Non limitandosi ad un solo stile od alla sola pratica della tecnica, VKAM diventa così una vera e propria scuola di difesa e combattimento a 360. Fondata da Giuseppe Veneziale, cultore di arti marziali ed esperto di combattimento reale con esperienze reali dirette sul campo, è una struttura che mira a preparare qualsiasi individuo a ridurre i rischi ed aumentare la percentuale di sopravvivenza in situazioni a rischio. Tutti I nostri corsi, tenuti da personale altamente specializzato con esperienza ventennale sia in ambito marziale che, per motivi di lavoro (Sicurezza privata, militare ecc..), in quello reale, si basano sullo studio scentifico di situazioni realmente accadute. CONTATTI Tel

CORSO NAZIONALE FORMAZIONE DOCENTI SCOLASTICI

CORSO NAZIONALE FORMAZIONE DOCENTI SCOLASTICI CORSO NAZIONALE FORMAZIONE DOCENTI SCOLASTICI (Direttiva MIUR 90/2003) La FIJLKAM nella Scuola: Judo, Lotta e Karate per educare attraverso lo Sport Centro Olimpico FIJLKAM Via dei Sandolini, 79 00122

Dettagli

ABITARE LA MENTE: L ATTEGGIAMENTO SPORTIVO

ABITARE LA MENTE: L ATTEGGIAMENTO SPORTIVO VALTER SARRO 2004 VALTER SARRO 2004 ABITARE LA MENTE: L ATTEGGIAMENTO SPORTIVO PRESTAZIONE vs PARTECIPAZIONE Giochi a somma zero = competizione Vincere a tutti i costi ha finito per coinvolgere anche i

Dettagli

CORSO FORMAZIONE ISTRUTTORI ITALIAN JU JITSU SCHOOL

CORSO FORMAZIONE ISTRUTTORI ITALIAN JU JITSU SCHOOL CORSO FORMAZIONE ISTRUTTORI ITALIAN JU JITSU SCHOOL Il corso e articolato in 5 blocchi formativi : Aspirante Allenatore: cintura Gialla e Arancione Allenatore: cintura Verde Istruttore: cintura Blu e Viola

Dettagli

CLOSE COMBAT DEFENSE SYSTEM

CLOSE COMBAT DEFENSE SYSTEM CLOSE COMBAT DEFENSE SYSTEM E il nostro Sistema di Combattimento, non sportivo, abbinato alla Difesa Personale. Sarebbe riduttivo parlare esplicitamente di Autodifesa, poiché il C.C.D.S. pone anche i presupposti

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO V. DE CAPRARIIS ATRIPALDA (AV) PROGETTAZIONE di SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE PRIMO BIENNIO. Anno scolastico 2013-2014

LICEO SCIENTIFICO V. DE CAPRARIIS ATRIPALDA (AV) PROGETTAZIONE di SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE PRIMO BIENNIO. Anno scolastico 2013-2014 LICEO SCIENTIFICO V. DE CAPRARIIS ATRIPALDA (AV) PROGETTAZIONE di SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE PRIMO BIENNIO Anno scolastico 2013-2014 Docente Prof.ssa Caramico Luigina LINEE GENERALI E COMPETENZE Acquisire

Dettagli

asd ISRAELI DEFENCE SYSTEMS ITALIA Krav Maga IDS Italia

asd ISRAELI DEFENCE SYSTEMS ITALIA Krav Maga IDS Italia KRAV MAGA E-mail: info@ids-italia.com http://www.ids-italia.com REGOLAMENTO e Norme: anno 2013/14 asd ISRAELI DEFENCE SYSTEMS ITALIA Krav Maga IDS Italia SCOPI Tutti gli associati operano principalmente

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Guido Donegani

Istituto Tecnico Industriale Guido Donegani Istituto Tecnico Industriale Guido Donegani Settore Tecnologico: Chimica, Materiali e Biotecnologie - Elettronica ed Elettrotecnica - Informatica e Telecomunicazioni - Progetto Sirio Via Tito Minniti,

Dettagli

CIRCOLARE N. 51 - MGA

CIRCOLARE N. 51 - MGA Arti Marziali Roma, 18 marzo 2011 - Ai Presidenti dei Comitati Regionali - Agli Insegnanti Tecnici FIJLKAM e, p.c. - Al Consiglio Federale - Alla Commissione Nazionale MGA CIRCOLARE N. 51 - MGA In relazione

Dettagli

Corsi specializzazione

Corsi specializzazione CSEN. DAL 1974 AL SERVIZIO DELLO SPORT E DELLA SOLIDARIETÀ SOCIALE. SETTORE KUNG-FU EVOLUTION QIN NA - AREA FORMAZIONE Corsi specializzazione Qin Na Evolution Qin Na con certificazione ai fini del tirocinio

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA SALUTE

EDUCAZIONE ALLA SALUTE ISTITUTO COMPRENSIVO GARIBALDI-LEONE TRINITAPOLI EDUCAZIONE ALLA SALUTE Anno scolastico 2015/2016 La salute è creata e vissuta dalle persone all interno degli ambienti organizzati della vita quotidiana:

Dettagli

A SCUOLA CON PLUTO LA FIDUCIA IN SE STESSI CRESCE GIOCANDO CON IL CANE KIRA

A SCUOLA CON PLUTO LA FIDUCIA IN SE STESSI CRESCE GIOCANDO CON IL CANE KIRA A SCUOLA CON PLUTO LA FIDUCIA IN SE STESSI CRESCE GIOCANDO CON IL CANE KIRA TROFEO CITTA DI PRATO ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA PRESENTA A SCUOLA CON PLUTO CON MARTINO (OPERATORE TROFEO CITTA DI

Dettagli

Ogni piccolo miglioramento è un grande miglioramento

Ogni piccolo miglioramento è un grande miglioramento Nei rapporti con le persone che ami, nell essere genitore, nella comunicazione, nel lavoro, nel business e nella vendita devi avere comportamenti eccezionali, saperti distinguere e usare una comunicazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LOREDANA CAMPANARI Via Monte Pollino, 45-00015 Monterotondo (RM) CURRICOLO VERTICALE DI SCIENZE MOTORIE A.S.

ISTITUTO COMPRENSIVO LOREDANA CAMPANARI Via Monte Pollino, 45-00015 Monterotondo (RM) CURRICOLO VERTICALE DI SCIENZE MOTORIE A.S. ISTITUTO COMPRENSIVO LOREDANA CAMPANARI Via Monte Pollino, 45-00015 Monterotondo (RM) CURRICOLO VERTICALE DI SCIENZE MOTORIE A.S. 2012/201 87 CURRICOLO SCIENZE MOTORIE Ambito disciplinare SCIENZE MOTORIE

Dettagli

Istituto Comprensivo Nori de Nobili Trecastelli (AN) PIANO ANNUALE ATTIVITA DI PROMOZIONE ALLA SALUTE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

Istituto Comprensivo Nori de Nobili Trecastelli (AN) PIANO ANNUALE ATTIVITA DI PROMOZIONE ALLA SALUTE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Istituto Comprensivo Nori de Nobili Trecastelli (AN) PIANO ANNUALE ATTIVITA DI PROMOZIONE ALLA SALUTE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Il gruppo di lavoro di Educazione alla Salute dell Istituto Comprensivo Nori

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CARBONERA CURRICOLO DI EDUCAZIONE MOTORIA INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA DI 1 GRADO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CARBONERA CURRICOLO DI EDUCAZIONE MOTORIA INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA DI 1 GRADO ISTITUTO COMPRENSIVO DI CARBONERA CURRICOLO DI EDUCAZIONE MOTORIA INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA DI 1 GRADO TRAGUARDI FORMATIVI SCUOLA DELL INFANZIA Competenza chiave europea CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE

Dettagli

SSD UP CASTELFRETTESE SCUOLA CALCIO STAGIONE SPORTIVA

SSD UP CASTELFRETTESE SCUOLA CALCIO STAGIONE SPORTIVA SSD UP CASTELFRETTESE SCUOLA CALCIO STAGIONE SPORTIVA 2015 2016 La Scuola Calcio della SSD UP CASTELFRETTESE Una ScuolaCalcio che vada ad integrarsi alla Famiglia e alla Scuola per favorire la crescita

Dettagli

ORIENTAMENTO ALLO SPORT

ORIENTAMENTO ALLO SPORT ORIENTAMENTO ALLO SPORT COME INDIRIZZARE LE FAMIGLIE SULLA PRATICA SPORTIVA PER I PROPRI FIGLI. ENDAS : CHI SIAMO E COSA FACCIAMO L ENDAS (Ente Nazionale Democratico di Azione Sociale) è un Ente di Promozione

Dettagli

DISCIPLINA: SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE A.S.: 2014-2015 INDIRIZZO: LICEO SCIENZE UMANE DOCENTE: PROF.ssa PAOLA M. TIZIANA MAZZARELLA CLASSI: 1SU

DISCIPLINA: SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE A.S.: 2014-2015 INDIRIZZO: LICEO SCIENZE UMANE DOCENTE: PROF.ssa PAOLA M. TIZIANA MAZZARELLA CLASSI: 1SU IST. SUP. STAT. F.GONZAGA. PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE INDIVIDUALE DISCIPLINA: SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE A.S.: 2014-2015 INDIRIZZO: LICEO SCIENZE UMANE DOCENTE: PROF.ssa PAOLA M. TIZIANA MAZZARELLA CLASSI:

Dettagli

CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE DELLO SPORT

CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE DELLO SPORT Osservatorio sui Diritti dei Minori CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE DELLO SPORT Per i giovani e con i giovani Presentazione Il Codice di autoregolamentazione dello Sport è una dichiarazione di intenti,

Dettagli

(Direttiva MIUR 90/2003) Centro Congressi Comune di Parma - Via Toscana, 5/a 43100 - Parma -------------------------------------------------------

(Direttiva MIUR 90/2003) Centro Congressi Comune di Parma - Via Toscana, 5/a 43100 - Parma ------------------------------------------------------- CONVEGNO NAZIONALE MOVIMENTO, SPORT E APPRENDIMENTO SCOLASTICO Le attività propedeutiche a Judo, Lotta e Karate come mezzo per lo sviluppo globale della personalità dell Alunno SOGGETTO PROPONENTE: (Direttiva

Dettagli

MASTER IN LIFE COACHING

MASTER IN LIFE COACHING MASTER IN LIFE COACHING Master in life coaching abilities ABILITIES 2016 Brain Fitness SRL Via Abbagnano 2 Senigallia, AN +39 392 33 22 000 www.progettocrescere.it/coaching www.brain.fitness coaching@brain.fitness

Dettagli

Centro Olimpico Federale Via dei Sandolini, 79 00122 Lido di Ostia/RM Tel. 06/56434605 Fax. 06/56434801 PROGETTO SPORT A SCUOLA

Centro Olimpico Federale Via dei Sandolini, 79 00122 Lido di Ostia/RM Tel. 06/56434605 Fax. 06/56434801 PROGETTO SPORT A SCUOLA Centro Olimpico Federale Via dei Sandolini, 79 00122 Lido di Ostia/RM Tel. 06/56434605 Fax. 06/56434801 PROGETTO SPORT A SCUOLA ANNO SCOLASTICO 2013-2014 1 PROGETTO SPORT A SCUOLA FIJLKAM La FIJLKAM nella

Dettagli

Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono:

Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono: Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono: 1. CONSOLIDAMENTO DELL IDENTITA : Imparare a sentirsi bene e a sentirsi sicuri nell affrontare nuove esperienze in un ambiente

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE. Coordinatore: prof.ssa Arcangela Massimelli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE. Coordinatore: prof.ssa Arcangela Massimelli DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE Coordinatore: prof.ssa Arcangela Massimelli Sommario FINALITA... Primo biennio Competenze... Abilità... Conoscenze... Secondo biennio Competenze... Abilità... Conoscenze...

Dettagli

presenta IL PUGILATO FORMATIVO ED EDUCATIVO NELLA SCUOLA PREMESSA

presenta IL PUGILATO FORMATIVO ED EDUCATIVO NELLA SCUOLA PREMESSA La Federazione Pugilistica Italiana - F.P.I. - presenta IL PUGILATO FORMATIVO ED EDUCATIVO NELLA SCUOLA Il progetto è: realizzato in ossequio ai principi approvati annualmente dal Ministero dell Istruzione,

Dettagli

INTRODUZIONE. Perché abbiamo stilato questo Codice?

INTRODUZIONE. Perché abbiamo stilato questo Codice? INTRODUZIONE Perché abbiamo stilato questo Codice? Con questo insieme di regole la società GSD MontecatiniMurialdo vuole avvicinarsi ai propri giovani calciatori, cercando di insegnare loro le fondamentali

Dettagli

Public Speaking Diventare comunicatori efficaci in aula

Public Speaking Diventare comunicatori efficaci in aula Alter Ego Consulting Scuola di formazione PNL applicata Public Speaking Diventare comunicatori efficaci in aula Due giornate di formazione per diventare abili comunicatori e gestire in modo autorevole

Dettagli

DBT SKILLS TRAINING MARIA ELENA RIDOLFI

DBT SKILLS TRAINING MARIA ELENA RIDOLFI DBT SKILLS TRAINING MARIA ELENA RIDOLFI Teoria biosociale del BPD Disfunzione biologica del sistema di regolazione emozionale Ambiente invalidante Disregolazione emozionale pervasiva Condotte parasuicidarie

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE anno scolastico 2010/2011

PIANO DI LAVORO ANNUALE anno scolastico 2010/2011 Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Sezione Associata: telefono: 025300901 via Karl Marx 4 - Noverasco - 20090 OPERA MI

Dettagli

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE - LINEE GENERALI Al termine del percorso liceale lo studente deve aver acquisito la consapevolezza della propria corporeità intesa come conoscenza, padronanza e rispetto del

Dettagli

Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola /Famiglia

Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola /Famiglia Istituto Comprensivo - Monte Urano Via Vittorio Alfieri 1 - Monte Urano - prov. Ascoli Piceno - cap.63015 telefono 0734/840605 Fax 0734/840880 Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE

INTERNAZIONALIZZAZIONE 1) 10 FEBBRAIO 2015 9:00 14:00 INTERNAZIONALIZZAZIONE Come aumentare il fatturato della Tua Azienda attraverso un approccio strategico ai mercati esteri Un metodo solido, strutturato, basato su una visione

Dettagli

Donna Difesa Dott. Stefano Becagli Psicologo

Donna Difesa Dott. Stefano Becagli Psicologo Donna Difesa Dott. Stefano Becagli Psicologo Obiettivi Percorso di formazione che si pone l obiettivo di creare consapevolezza sul delicato tema della violenza. Il Progetto vuole fornire ai partecipanti

Dettagli

COS E LA PSICOLOGIA DELLO SPORT? PERCHE NASCE?

COS E LA PSICOLOGIA DELLO SPORT? PERCHE NASCE? COS E LA PSICOLOGIA DELLO SPORT? Una disciplina scientifica giovane PERCHE NASCE? Perché risulta importante per la prestazione: alcuni atleti hanno risultati migliori di altri, nonostante un minor talento

Dettagli

Scuola di sci Sauze d Oulx Project Piazza Assietta 4 10050 Sauze d Oulx (TO) Tel. 0122 858942 Fax 0122 857877 info@sauzeproject.it

Scuola di sci Sauze d Oulx Project Piazza Assietta 4 10050 Sauze d Oulx (TO) Tel. 0122 858942 Fax 0122 857877 info@sauzeproject.it INSEGNAMENTO DELLO SCI ALPINO E DISABILI: L ESPERIENZA DELLA SCUOLA DI SCI SAUZE D OULX PROJECT e IL PROGETTO SciiAbiille 1 Premessa Gli effetti dell attività sportiva sul benessere fisico sono noti da

Dettagli

SCIENZE MOTORIE. Competenze disciplinari Competenze di base Abilità/Capacità Contenuti Tempi

SCIENZE MOTORIE. Competenze disciplinari Competenze di base Abilità/Capacità Contenuti Tempi Primo Anno SCIENZE MOTORIE a) Rielaborazione degli schemi motori propri di varie discipline a carattere sportivo e/o espressivo; b) Sviluppo della consapevolezza di sé; c) Sviluppo delle capacità coordinative

Dettagli

I.I.S. C. MARCHESI. INSEGNANTE Rossetto Monica CL. 5 SEZ. CL MATERIA Educazione fisica - Scienze Motorie e Sportive

I.I.S. C. MARCHESI. INSEGNANTE Rossetto Monica CL. 5 SEZ. CL MATERIA Educazione fisica - Scienze Motorie e Sportive Pag. 1 di 5 ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PIANO ANNUALE DI LAVORO INSEGNANTE Rossetto Monica CL. 5 SEZ. CL MATERIA Educazione fisica - Scienze Motorie e Sportive 1) PROFILO INIZIALE DELLA CLASSE a) comportamento

Dettagli

SAN SUI KAN DAIGAKU ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA - CULTURALE. Sede legale Via Molinetto di Lorenteggio 15, 20094 Corsico (MI)

SAN SUI KAN DAIGAKU ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA - CULTURALE. Sede legale Via Molinetto di Lorenteggio 15, 20094 Corsico (MI) SAN SUI KAN DAIGAKU ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA - CULTURALE Sede legale Via Molinetto di Lorenteggio 15, 20094 Corsico (MI) REGOLAMENTO INTERNO 2014 ADESIONE 1) La quota di iscrizione in qualità

Dettagli

VI. Il settore educazione fisica e sportiva

VI. Il settore educazione fisica e sportiva VI. Il settore educazione fisica e sportiva VI. Il settore educazione fisica e sportiva 263 1. Obiettivi del settore Le ricerche effettuate in questi ultimi decenni hanno permesso all educazione fisica

Dettagli

KI JUTSU DO WORLD ONKOCHISHIN RENMEI QUAERERE. nei principi del Budo tradizionale. etc. di qualsiasi parte del mondo. SOMMARIO

KI JUTSU DO WORLD ONKOCHISHIN RENMEI QUAERERE. nei principi del Budo tradizionale. etc. di qualsiasi parte del mondo. SOMMARIO Anno 3, Numero 2 APRILE 2013 EDITORIALE KI JUTSU DO WORLD ONKOCHISHIN RENMEI TRIMESTRALE GRATUITO DI INFORMAZIONE ED APPRENDIMENTO USO INTERNO È nata una nuova realtà per lo sviluppo internazionale del

Dettagli

COMMANDO KRAV MAGA DIFESA PERSONALE REALITY- BASED CONTATTI: Tel.: +39 3488122164. E-mail: info@ckmroma.com. www.commandokravmagaroma.

COMMANDO KRAV MAGA DIFESA PERSONALE REALITY- BASED CONTATTI: Tel.: +39 3488122164. E-mail: info@ckmroma.com. www.commandokravmagaroma. COMMANDO KRAV MAGA DIFESA PERSONALE REALITY- BASED CONTATTI: Tel.: +39 3488122164 E-mail: info@ckmroma.com www.commandokravmagaroma.com www.facebook.com/ckmroma COMMANDO KRAV MAGA CHE COS È IL CKM Il Commando

Dettagli

Responsabile del Progetto

Responsabile del Progetto Si propone di seguito un progetto di educazione motoria e giocosport da realizzarsi nell Istituto Comprensivo Marina di Cerveteri in orario curriculare all interno delle ore destinate alla disciplina Corpo

Dettagli

METTIAMO IN PRATICA CIO CHE IMMAGINIAMO IMMAGINIAMO IL MEGLIO PER NOI. (Stephen Covey)

METTIAMO IN PRATICA CIO CHE IMMAGINIAMO IMMAGINIAMO IL MEGLIO PER NOI. (Stephen Covey) METTIAMO IN PRATICA CIO CHE IMMAGINIAMO IMMAGINIAMO IL MEGLIO PER NOI (Stephen Covey) 1 Qualunque buon viaggio inizia con un analisi della situazione attuale (stato presente), economica, lavorativa, personale

Dettagli

Istituto Comprensivo Gandhi a.s. 2014/2015. Curricolo di Educazione Fisica: Scuola Primaria

Istituto Comprensivo Gandhi a.s. 2014/2015. Curricolo di Educazione Fisica: Scuola Primaria Curricolo di Educazione fisica Istituto Comprensivo Gandhi Prato Istituto Comprensivo Gandhi a.s. 2014/2015 Curricolo di Educazione Fisica: Scuola Primaria TRAGUARDI DI COMPETENZA : COMPETENZA CHIAVE:

Dettagli

PREMESSA Continuità curricolare Continuità metodologica

PREMESSA Continuità curricolare Continuità metodologica PREMESSA Il progetto continuità, nasce dall esigenza di garantire al bambinoalunno un percorso formativo organico e completo, che miri a promuovere uno sviluppo articolato e multidimensionale del soggetto,

Dettagli

CORSO DI PEDAGOGIA E PSICOLOGIA APPLICATA

CORSO DI PEDAGOGIA E PSICOLOGIA APPLICATA F.I.S.E. FEDERAZIONE ITALIANA SPORT EQUESTRI Corso Formazione 1 Livello Reining CORSO DI PEDAGOGIA E PSICOLOGIA APPLICATA I PARTE Dott.ssa Francesca Morosini Psicologa PROGRAMMA 1. Cenni di Pedagogia 2.

Dettagli

La prima formazione EWTO-Leadership in Italia

La prima formazione EWTO-Leadership in Italia La prima formazione EWTO-Leadership in Italia Livorno, 13-14 marzo 2010 Foto di gruppo Il concetto di Leadership è ormai attuato da alcuni anni all interno dell EWTO nell area tedesca e grandissimi risultati

Dettagli

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE ISTITUTO COMPRENSIVO RIVA 1 Piano di Studio di Istituto SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE PREMESSA Partendo dalle indicazioni delle Linee Guida per i Piani di Studio Provinciali del Primo ciclo di Istruzione,

Dettagli

LEADERSHIP E COESIONE DI SQUADRA SECONDO I PRINCIPI DELLA METODOLOGIA OPERATIVA

LEADERSHIP E COESIONE DI SQUADRA SECONDO I PRINCIPI DELLA METODOLOGIA OPERATIVA LEADERSHIP E COESIONE DI SQUADRA SECONDO I PRINCIPI DELLA METODOLOGIA OPERATIVA Sul tema della leadership già a partire dai primi anni del novecento sono stati sviluppati diversi studi, che consideravano

Dettagli

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI Cos è la meditazione e a cosa serve nel processo educativo La meditazione

Dettagli

PROGETTO DI MIGLIORAMENTO DEL LIVELLO DELLE COMPETENZE ISTITUTO COMPRENSIVO MACOMER 1- G. CARIA ANNI SCOLASTICI 2015/2016/2017/2018

PROGETTO DI MIGLIORAMENTO DEL LIVELLO DELLE COMPETENZE ISTITUTO COMPRENSIVO MACOMER 1- G. CARIA ANNI SCOLASTICI 2015/2016/2017/2018 PROGETTO DI MIGLIORAMENTO DEL LIVELLO DELLE COMPETENZE ISTITUTO COMPRENSIVO MACOMER 1- G. CARIA ANNI SCOLASTICI 2015/2016/2017/2018 Premessa Alla luce dei risultati delle prove Invalsi, tenuto conto dell

Dettagli

MOTIVAZIONE DEL SOCCORRITORE

MOTIVAZIONE DEL SOCCORRITORE Lunedì 17 Febbraio 2014 Misericordia nel Comune di Lari Corso di Formazione di livello Base e Avanzato ASPETTI RELAZIONALI NELL APPROCCIO AL PAZIENTE RELATORE Benedetto Deri, F.M.R.T. Misericordia nel

Dettagli

I. Corradini - Modena, 18/10/2013 INDIVIDUAZIONE E IMPIEGO DELLE BASI MOTIVAZIONALI DEI CORSISTI DI DIFESA PERSONALE. Isabella Corradini

I. Corradini - Modena, 18/10/2013 INDIVIDUAZIONE E IMPIEGO DELLE BASI MOTIVAZIONALI DEI CORSISTI DI DIFESA PERSONALE. Isabella Corradini 1 INDIVIDUAZIONE E IMPIEGO DELLE BASI MOTIVAZIONALI DEI CORSISTI DI DIFESA PERSONALE Isabella Corradini Isabella Corradini 2 Psicologa sociale, specializzata in psicopatologia forense e criminologia clinica

Dettagli

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE LINEE GENERALI E COMPETENZE

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE LINEE GENERALI E COMPETENZE SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE LINEE GENERALI E COMPETENZE Al temine del percorso liceale lo studente ha acquisito la consapevolezza della propria corporeitä intesa come conoscenza, padronanza e rispetto del

Dettagli

01 Il sistema nervoso centrale 2

01 Il sistema nervoso centrale 2 VI Sommario Parte prima La mente e le sue funzioni nel ciclo di vita Pensare, imparare, conoscere se stessi e gli altri, farsi un idea dell ambiente che ci circonda, reagire agli stimoli che continuamente

Dettagli

CURRICULO VERTICALE SCIENZE MOTORIE

CURRICULO VERTICALE SCIENZE MOTORIE CURRICULO VERTICALE SCIENZE MOTORIE Nei primi anni di vita dei bambini il movimento riveste un importanza fondamentale negli apprendimenti e nella socializzazione. Corpo e movimento costituiscono il nucleo

Dettagli

MISURA/SOTTOMISURA. I Comuni del distretto hanno avviato già da diversi anni iniziative in favore della

MISURA/SOTTOMISURA. I Comuni del distretto hanno avviato già da diversi anni iniziative in favore della MISURA/SOTTOMISURA 1. TITOLO DELL INTERVENTO: Politiche Attive per gli Anziani 2. Continuità dell intervento X Nuovo In continuità con servizio già attivato 3. Tipologia di servizio X Altri Servizi: 4.

Dettagli

PROGETTAZIONE GENERALE PRIMO BIENNIO SCIENZE MOTORIE

PROGETTAZIONE GENERALE PRIMO BIENNIO SCIENZE MOTORIE LICEO SCIENTIFICO LEONARDO DA VINCI GENOVA Programmazione di Scienze Motorie A.s. 2014-2015 PROGETTAZIONE GENERALE PRIMO BIENNIO SCIENZE MOTORIE ASSI CULTURALI E COMPETENZE, ASSE DEI LINGUAGGI LOGICO ARGOMENTATIVA

Dettagli

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA FINALITA L educazione all affettività rappresenta per l alunno un percorso di crescita psicologica e di consapevolezza della propria identità personale

Dettagli

«I bambini normali vengono al mondo con la motivazione e la capacità per cominciare a stabilire un immediata relazione sociale con chi li cura»

«I bambini normali vengono al mondo con la motivazione e la capacità per cominciare a stabilire un immediata relazione sociale con chi li cura» «I bambini normali vengono al mondo con la motivazione e la capacità per cominciare a stabilire un immediata relazione sociale con chi li cura» Volkmar et al 1977 ABILITA SOCIALE È la capacità di relazionarsi

Dettagli

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE EDITH STEIN

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE EDITH STEIN PIANO DI LAVORO DELLA DISCIPLINA SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE CLASSI: 1^ CORSO: AFM - LICEO SPORT AS 20152016 Moduli Libro Di Testo scienze motorie Appunti schede tecniche Competenze di base - Sviluppo funzionale

Dettagli

La seduta di allenamento tecnico tattico. Corso Allenatore di primo grado Cremona 10 Aprile 2011

La seduta di allenamento tecnico tattico. Corso Allenatore di primo grado Cremona 10 Aprile 2011 La seduta di allenamento tecnico tattico Corso Allenatore di primo grado Cremona 10 Aprile 2011 La capacità di prestazione sportiva rappresenta il grado di formazione di una determinata prestazione motoria

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO EDUCATIVA DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE a.s.2015/16 PRIMO BIENNIO

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO EDUCATIVA DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE a.s.2015/16 PRIMO BIENNIO PROGRAMMAZIONE DIDATTICO EDUCATIVA DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE a.s.201/1 PRIMO BIENNIO L'insegnamento delle scienze motorie nel primo biennio della scuola secondaria di secondo grado

Dettagli

IL COACHING OLISTICO

IL COACHING OLISTICO Libera Università del Volontariato e dell'impresa Sociale Corso di formazione IL COACHING OLISTICO Docente: Anna Fata Sito internet: uniluvis.it E-mail: luvis@erbasacra.com Indirizzo: Piazza San Giovanni

Dettagli

Oggi si parla di Autostima Sviluppare l efficacia personale

Oggi si parla di Autostima Sviluppare l efficacia personale Oggi si parla di Autostima Sviluppare l efficacia personale Firenze, 11 dicembre 2013 Nessuno può farvi sentire inferiore senza il vostro consenso. Eleanor Roosevelt Inversione di paradigma da persone

Dettagli

ISTITUTO OMINICOMPRENSIVO

ISTITUTO OMINICOMPRENSIVO ISTITUTO OMINICOMPRENSIVO Ciampoli-Spaventa Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di Primo Grado, Secondaria di Secondo Grado: ITE - Liceo Scientifico - Scientifico S.A. - Ist. Prof.le Socio Sanitario

Dettagli

SEZIONE A. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della Scuola Secondaria di Primo Grado

SEZIONE A. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della Scuola Secondaria di Primo Grado SEZIONE A Competenze Europee Competenza Chiave in Educazione Fisica Competenza Sociale e Civica Imparare ad Imparare Spirito d'iniziativa e imprenditorialità Competenza digitale Fonti di Legittimazione

Dettagli

piscina - palazzetto

piscina - palazzetto Programma 2015-2016 piscina - palazzetto scuola nuoto propaganda scuola calcio Scuola tennis Scuola Twirling tiro con l arco kudo daido juko calcetto pallavolo Si trova in via della Pace 1 a Varallo Pombia,

Dettagli

Mental Training Olistico e programmazione neuro linguistica applicata allo sport

Mental Training Olistico e programmazione neuro linguistica applicata allo sport Libera Università del Volontariato e dell'impresa Sociale Corso di formazione Mental Training Olistico e programmazione neuro linguistica applicata allo sport Docente: Salvatore Rustici Sito internet:

Dettagli

JUDO COME EDUCAZIONE MOTORIA

JUDO COME EDUCAZIONE MOTORIA JUDO COME EDUCAZIONE MOTORIA L età d oro della motricità La prima età scolare DAI 6 AI 10 ANNI Tratti dominante del comportamento motorio per i bambini dai 6 ai 10 anni Notevole vivacità Bisogno di imitazione

Dettagli

PSICOLOGIA E APNEA. di Lorenzo Manfredini

PSICOLOGIA E APNEA. di Lorenzo Manfredini PSICOLOGIA E APNEA di Lorenzo Manfredini Psicologia e Apnea 1 La paura dell acqua 3/4 Domande, luoghi comuni e responsabilità 4/5/6 Discipline come l apnea e Scuole come Apnea Academy riconoscono alla

Dettagli

Classe 1 C Materia Scienze Motorie anno scolastico 2015/2016

Classe 1 C Materia Scienze Motorie anno scolastico 2015/2016 Al Dirigente Scolastico dell I.T.S.T. F. Algarotti Venezia PIANO DI LAVORO ANNUALE Prof.ssa SCARAMUZZO ORNELLA Classe 1 C Materia Scienze Motorie anno scolastico 2015/2016 Obiettivi generali da raggiungere:

Dettagli

FORMAZIONE UMANA GLOBALE

FORMAZIONE UMANA GLOBALE FORMAZIONE UMANA GLOBALE Effetti di un ciclo di otto sessioni di Meditazione Vigile (Mindfulness) sulla qualità di vita, la riduzione del livello di stress e il miglioramento di alcune abilità cognitive

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Pag 1 di 4 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Disciplina Educazione fisica_a.s. 2015 / 2016 Classi: 1P, 2P, 2R, 3W, 4W, 5W, 3Y, 4Y, 5Y Docente : Prof. Atzeni Giorgio PERCORSI MULTIDISCIPLINARI/INTERDISCIPLINARI

Dettagli

10 Modulo. Attività motoria II

10 Modulo. Attività motoria II 10 Modulo Attività motoria II Argomenti MET specifici Programmi di attività motoria MET e Prevenzione dei TUMORI Cancro del seno: 9 MET settimana Cancro colon retto: 18 MET settimana Cancro prostata: 30

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

KARATE. Il Karate è uno stile di combattimento praticato per lo più a mani nude, tipico dell isola di Okinawa

KARATE. Il Karate è uno stile di combattimento praticato per lo più a mani nude, tipico dell isola di Okinawa Pillole per bambini by Kekka 2009 KARATE Il Karate è uno stile di combattimento praticato per lo più a mani nude, tipico dell isola di Okinawa situata nel Sud Ovest del Giappone. Si tratta di una disciplina

Dettagli

CORSI. Area Salute e Benessere Area Corsi in Piscina Area Cultura e Tempo Libero. ottobre - dicembre 2010. A.SE.P. spa Azienda Servizi Pubblici

CORSI. Area Salute e Benessere Area Corsi in Piscina Area Cultura e Tempo Libero. ottobre - dicembre 2010. A.SE.P. spa Azienda Servizi Pubblici Comune di Porto Mantovano A.SE.P. spa Azienda Servizi Pubblici CORSI ottobre - dicembre 2010 Area Salute e Benessere Area Corsi in Piscina Area Cultura e Tempo Libero Comune di Porto Mantovano Provincia

Dettagli

16-20 MARZO 2015 E 13-17 APRILE 2015. CORSO ISTRUTTORI DI TIRO TATTICO DIFENSIVO BDSA I livello

16-20 MARZO 2015 E 13-17 APRILE 2015. CORSO ISTRUTTORI DI TIRO TATTICO DIFENSIVO BDSA I livello BDSA Beretta Defence Shooting Academy 16-20 MARZO 2015 E 13-17 APRILE 2015 CORSO ISTRUTTORI DI TIRO TATTICO DIFENSIVO BDSA I livello C/O CENTRO SPORTIVO LE TRE PIUME VIA COSTANZE 8 AGNA (PD) Durata Totale:

Dettagli

La psicologia dello sport, un contributo necessario alla crescita dell atleta anche nel triathlon

La psicologia dello sport, un contributo necessario alla crescita dell atleta anche nel triathlon La psicologia dello sport, un contributo necessario alla crescita dell atleta anche nel triathlon di Barbara Rossi La psicologia e lo sport hanno un minimo comune denominatore che è la persona, condividono

Dettagli

AXEL ROMA Ice Academy

AXEL ROMA Ice Academy AXEL ROMA Ice Academy by S.S.D. Lexa Roma r.l. Sede legale: Via della Tenuta di Torrenova,48-00133 Roma (RM) Tel/Fax: +39 06 43417228 - info@pattinaggioaxelroma.it P.IVA/C.F. 12025881009 - Iscr. CONI N.

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DI UNA MANIFESTAZIONE SPORTIVA SCOLASTICA

ORGANIZZAZIONE DI UNA MANIFESTAZIONE SPORTIVA SCOLASTICA TORNEO DI MINIVOLLEY per le classi prime delle scuole secondarie di 1 grado ANNO SCOLASTICO 2011-2012 PRESENTAZIONE I Giochi Sportivi Studenteschi di PALLAVOLO della scuola secondaria di 1 grado prevedono

Dettagli

LABORATORIO di MUSICA

LABORATORIO di MUSICA Pag. 1 di 6 LABORATORIO di MUSICA Anno Scolastico 2015/2016 CLASSI I A e B In-canto: magia dei suoni Scuola Primaria Messina EMISSIONE APPROVAZIONE REVISIONI FIRMA REFERENTE 1 Pag. 2 di 6 PRESENTAZIONE.

Dettagli

Difficoltà scolastiche

Difficoltà scolastiche Difficoltà scolastiche DSA Difficoltà Scolastiche Così come ogni individuo è diverso da un altro, differente per ciascuno sarà lo stile di apprendimento delle conoscenze. Per questo motivo quando si parla

Dettagli

IL PERCORSO PER IL TUO BENESSERE PARTE DA QUI...

IL PERCORSO PER IL TUO BENESSERE PARTE DA QUI... IL PERCORSO PER IL TUO BENESSERE PARTE DA QUI... Il segreto del nostro successo? ESSERE VERAMENTE LA PALESTRA PER TUTTI Sappiamo bene quanto sia difficile l introduzione ed il mantenimento di un percorso

Dettagli

Ampliare le capacità coordinative e condizionali, realizzando schemi motori complessi utili ad affrontare attività motorie e sportive.

Ampliare le capacità coordinative e condizionali, realizzando schemi motori complessi utili ad affrontare attività motorie e sportive. PROGRAMMAZIONE ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE LICEO STATALE G.TARANTINO Gravina in Puglia (BA) A.S. 2014-2015 Il Dipartimento, approfondendo le tematiche che fanno riferimento alla

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO T. GROSSI 24047 TREVIGLIO - BG REGOLAMENTO ATTIVITA DI EDUCAZIONE FISICA

ISTITUTO COMPRENSIVO T. GROSSI 24047 TREVIGLIO - BG REGOLAMENTO ATTIVITA DI EDUCAZIONE FISICA ISTITUTO COMPRENSIVO T. GROSSI 24047 TREVIGLIO - BG REGOLAMENTO ATTIVITA DI EDUCAZIONE FISICA Premessa La scuola promuove azioni a favore del benessere fisico e psicomotorio dei bambini e dei ragazzi all

Dettagli

Progetto per la Scuola Primaria Attività motorie e sportive

Progetto per la Scuola Primaria Attività motorie e sportive Progetto per la Scuola Primaria Attività motorie e sportive Premessa La Scuola Primaria di Casamicciola Terme è una realtà educativa che da sempre pone l alunno al centro del processo di apprendimento

Dettagli

F.I.S.M. - FEDERAZIONE ITALIANA SCUOLE MATERNE Per la Provincia di Arezzo. Coordinamento Pedagogico per le Scuole dell Infanzia

F.I.S.M. - FEDERAZIONE ITALIANA SCUOLE MATERNE Per la Provincia di Arezzo. Coordinamento Pedagogico per le Scuole dell Infanzia Coordinamento Pedagogico per le Scuole dell Infanzia Formazione Insegnanti a.s. 2014-2015 «[ ] perché l intelligenza funzioni, occorre un motore che sia affettivo. Non si cercherà mai di risolvere un problema

Dettagli

PROGETTAZIONE CURRICULARE a.s. 2014-2015

PROGETTAZIONE CURRICULARE a.s. 2014-2015 PROGETTAZIONE CURRICULARE a.s. 2014-2015 Le OLIMPIADI dei GIOCHI logici, linguistici e matematici Al fine di valorizzare le eccellenze presenti all interno del nostro istituto, alcuni alunni parteciperanno

Dettagli

Acquisire una metodologia strutturata ed efficace nello sviluppo della capacità comunicativa e commerciale nel ruolo di consulente commerciale

Acquisire una metodologia strutturata ed efficace nello sviluppo della capacità comunicativa e commerciale nel ruolo di consulente commerciale La gestione creativa dei conflitti L ARTE STRATEGICA DI GESTIRE I CONFLITTI (L autodifesa conversazionale) Potenziare la capacità di gestione delle dinamiche conflittuali e di trarre occasioni di crescita

Dettagli

Corso di Marketing per piccole imprese 48^ edizione. 21 gennaio 16 febbraio 2010 martedì e giovedì

Corso di Marketing per piccole imprese 48^ edizione. 21 gennaio 16 febbraio 2010 martedì e giovedì Corso di Marketing per piccole imprese 48^ edizione 21 gennaio 16 febbraio 2010 martedì e giovedì Il Marketing e la Comunicazione sono strumenti indispensabili anche alla tua attività Grazie al corso scoprirai

Dettagli

METODO GLOBALE DI AUTODIFESA

METODO GLOBALE DI AUTODIFESA Giuseppe Locantore METODO GLOBALE DI AUTODIFESA MGA system www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Giuseppe Locantore Tutti i diritti riservati Per compiere grandi passi non dobbiamo solo agire, ma anche

Dettagli

Scuola di Judo, Ju-Jutsu, Ginnastica, Discipline Orientali e Cultura Giapponese

Scuola di Judo, Ju-Jutsu, Ginnastica, Discipline Orientali e Cultura Giapponese BUDO CENTER JESI Scuola di Judo, Ju-Jutsu, Ginnastica, Discipline Orientali e Cultura Giapponese Promuoviamo passione: il divertimento si fa sport e lo sport si fa emozione! Vieni con Noi, migliora te

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA S. LEONE IX SESSA AURUNCA (CE) ANNO SCOLASTICO 2012/2013

SCUOLA DELL INFANZIA S. LEONE IX SESSA AURUNCA (CE) ANNO SCOLASTICO 2012/2013 SCUOLA DELL INFANZIA S. LEONE IX SESSA AURUNCA (CE) ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Chiunque sia, ovunque si trovi, l uomo vive nel movimento: il suo corpo è un mondo di movimento in sé Il movimento non è verbale

Dettagli

IL PENSIERO COSTRUTTIVO. Gli 11 Presupposti del Successo. nel Coaching Neuroscientifico

IL PENSIERO COSTRUTTIVO. Gli 11 Presupposti del Successo. nel Coaching Neuroscientifico IL PENSIERO COSTRUTTIVO Gli 11 Presupposti del Successo nel Coaching Neuroscientifico Modulo 3 isis progettazione sas tutti i diritti riservati I PRESUPPOSTIDEL SUCCESSO / 1 IL PRESUPPOSTO MATRICE La legge

Dettagli

PROGETTO BUTOKU 360 supporto allo studio, ascolto e benessere

PROGETTO BUTOKU 360 supporto allo studio, ascolto e benessere PROGETTO BUTOKU 360 supporto allo studio, ascolto e benessere Il PROGETTO BUTOKU 360: supporto allo studio, ascolto e benessere è un progetto ideato dall A.S.D. BUTOKU KARATE- DO di Solaro, Associazione

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Tempo fa, discorrendo di Arti marziali con un amico, praticante di Judo da tanti anni e

Tempo fa, discorrendo di Arti marziali con un amico, praticante di Judo da tanti anni e Lo Iaido come psicoterapia? Analisi delle implicazioni psicologiche della pratica Tempo fa, discorrendo di Arti marziali con un amico, praticante di Judo da tanti anni e psicologo, abbiamo affrontato,

Dettagli