Scheda Tecnica del Servizio di Calcolo della Tassa Automobilistica della Regione Lombardia per la riscossione presso gli intermediari abilitati

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scheda Tecnica del Servizio di Calcolo della Tassa Automobilistica della Regione Lombardia per la riscossione presso gli intermediari abilitati"

Transcript

1 ALLEGATO 2 Scheda Tecnica del Servizio di Calcolo della Tassa Automobilistica della Regione Lombardia per la riscossione presso gli intermediari abilitati

2 SOMMARIO SOMMARIO... 2 PREMESSA... 3 MODELLO LOGICO DI FUNZIONAMENTO... 4 DESCRIZIONE DEL SERIVIZIO DI CALCOLO... 4 CASI PARTICOLARI... 6 ESPOSIZIONE DEL SERIVIZIO... 8 ARCHITETTURA DEL SERVIZIO... 8 MODELLO DI COMUNICAZIONE BASE... 8 MODELLO DI COMUNICAZIONE CON RESPONSE XML... 9 SPECIFICHE DI UTILIZZO DEL SERVIZIO DESCRIZIONE DELLE PROCEDURE PER IL COLLOQUIO TELEMATICO 12 TRACCIATO RICHIESTA DI CALCOLO TASSA AUTOMOBILISTICA 12 TRACCIATO RISPOSTA CON ESITO POSITIVO TRACCIATO RISPOSTA CON ESITO NEGATIVO Inserimento Versamento Descrizione del servizio TRACCIATO RICHIESTA DI INSERIMENTO VERSAMENTO TRACCIATO RISPOSTA CON ESITO POSITIVO TRACCIATO RISPOSTA CON ESITO NEGATIVO Annullamento Versamento Descrizione del servizio TRACCIATO RISPOSTA CON ESITO POSITIVO TRACCIATO RISPOSTA CON ESITO NEGATIVO RENDICONTAZIONE DELLE RISCOSSIONI MODALITA DI TRASMISSIONE DEI FLUSSI DATI TRACCIATO DI RENDICONTAZIONE LIMITI DEL SERVIZIO CARATTERISTICHE DEL COLLEGAMENTO TELEMATICO IL PROCESSO DI GESTIONE DEL SERVIZIO HELP DESK ORGANIZZAZIONE DEL CAU Centro Assistenza Utenti DEL GRUPPO LOMBARDIA INFORMATICA I Livello Assistenza Tecnica di II livello Il processo di gestione delle chiamate ipotizzato per il servizio SDICTA ed il rapporto con l intermediario 31 APPENDICE I TABELLE RICHIAMATE NEI TRACCIATI APPENDICE II TABELLE INTERNE SDIC-TA PLUS Pagina 2

3 PREMESSA Il presente documento descrive il servizio di Calcolo della Tassa Auto erogato dal Sistema Informativo Tributario REgionale per la riscossione presso gli intermediari abilitati. Nello specifico descrive: il modello logico di funzionamento del Servizio di Calcolo della Tassa Automobilistica, di seguito denominato SDIC-TA PLUS le modalità applicative di esposizione del servizio SDIC-TA PLUS le specifiche di utilizzo del servizio da parte dell intermediario abilitato, di seguito denominato USER la rendicontazione delle riscossioni effettuate tramite il servizio SDIC-TA PLUS i limiti del servizio erogato le modalità di collegamento con il Sistema Informativo Tributario REgionale lombardo, di seguito denominato SITRE. Pagina 3

4 MODELLO LOGICO DI FUNZIONAMENTO I principali elementi funzionali con cui il servizio SDIC-TA PLUS è realizzato sono, dal punto di vista logico: un componente che gestisce la comunicazione e la logica applicativa, costituito da uno (o più) application server, un componente che gestisce l accesso ai dati e la loro memorizzazione, costituito da un RDBMS. L application server dovrà garantire servizi di accesso a protocolli di network standard quali HTTP e HTTPS e a database relazionali. Il DataBase server deve consentire l accesso alle basi di dati attraverso interfacce applicative indipendenti dal linguaggio di query del RDBMS. I programmi operanti sull application server richiederanno l esecuzione di statement SQL o di stored procedures. DESCRIZIONE DEL SERIVIZIO DI CALCOLO Lo USER, acquisisce le seguenti informazioni dal contribuente: Codice Regione beneficiaria Codice Tipo Veicolo Targa del veicolo o numero di telaio Scadenza della copertura della tassa che intende pagare Mesi di validità della tassa che intende pagare Codice di riduzione (facoltativo) e, utilizzando il tracciato RICHIESTA DI CALCOLO TASSA AUTOMOBILISTICA, invoca il servizio SDIC-TA PLUS inviando le informazioni necessarie a determinare l ammontare del tributo dovuto. La chiamata al servizio avviene in modalità sincrona e con le modalità operative indicate nel presente documento. Il servizio SDIC-TA PLUS utilizza i dati ricevuti dallo USER per accedere all Archivio Regionale della Tassa Automobilistica e fornire in risposta le indicazioni relative all importo dovuto. In nessun caso il sistema SDIC-TA PLUS effettua calcoli con parametri differenti da quelli forniti dallo USER. Il servizio SDIC-TA PLUS rilascia in risposta anche un identificativo dell operazione che permette di identificare univocamente gli estremi dell interrogazione. L identificativo univoco è utilizzato per la riconciliazione della rendicontazione inviata in differita dallo USER. Pagina 4

5 Qualora il contribuente riscontrasse difformità tra i dati forniti in risposta dal servizio SDIC-TA PLUS, sarà tenuto ad utilizzare un altro metodo di pagamento in quanto non è possibile calcolare il dovuto con dati difformi da quelli presenti nell Archivio Regionale della Tassa Automobilistica. In caso di conferma di pagamento, lo USER provvede alla registrazione nei propri archivi dei dati relativi al pagamento riscosso. Inoltre è tenuto a rilasciare al contribuente una ricevuta di avvenuto pagamento. La ricevuta di avvenuto pagamento deve riportare almeno i seguenti dati: CODICE FISCALE /PARTITA IVA ( nel caso sia restituito dal servizio SDIC- TA PLUS ) REGIONE BENEFICIARIA TIPO VEICOLO TARGA/ ULTIMI 8 CARATTERI DEL NUMERO DI TELAIO SCADENZA DEL PERIODO DI VALIDITA DELLA TASSA MESI DI VALIDITA CODICE RIDUZIONE IMPORTO TASSA SANZIONE INTERESSI COSTO DI ESAZIONE TOTALE PAGATO DIVISA ESPLICATIVO DEI DATI CHE HANNO CONCORSO ALLA DEFINIZIONE DELL IMPORTO DELLA TASSA ( es. tipologia veicolo,potenza in KW, ecc. ) IDENTIFICATIVO DELLA RICEVUTA DATA DEL PAGAMENTO Pagina 5

6 CASI PARTICOLARI Incongruenza fra la data di scadenza indicata dal contribuente e quella presente nell archivio RUOLI Nel caso vi sia una incongruenza fra la data di scadenza indicata dal contribuente e quella presente nell archivio RUOLI, l operazione di calcolo termina ritornando un errore. Nella descrizione dell errore viene riportata anche la scadenza relativa al periodo in corso; il contribuente può decidere di ripetere l operazione utilizzando la data proposta. Incongruenza con la data di decorrenza presente nell archivio RUOLI Nel caso vi sia una incongruenza fra la data di decorrenza, calcolata usando la data di scadenza e i mesi di validità indicati dal contribuente, e quella presente nell archivio RUOLI, l operazione di calcolo termina ritornando un errore. Nella descrizione dell errore viene riportata anche la decorrenza presente nell archivio RUOLI che risulta essere più attinente alla scadenza inserita; il contribuente può decidere di ripetere l operazione utilizzando la data proposta. Richiesta di calcolo di un periodo che risulta già coperto. Valutando l esperienza pratica della struttura Entrate e Tributi in merito al processo di riscossione, si è deciso che il servizio SDIC-TA PLUS non debba tenere conto della presenza di un pagamento sul ruolo oggetto della richiesta di calcolo. Pertanto l operazione di calcolo termina con esito positivo anche quando il ruolo oggetto della richiesta risulta coperto. Per supportare eventuali azioni di bonifica dell archivio RUOLI, gli estremi delle operazioni di calcolo su periodi già coperti sono tracciate in tabelle permanenti. Gestione delle esenzioni. Nel caso il veicolo indicato dal contribuente risulti essere esente dal pagamento della tassa automobilistica, l operazione di calcolo termina con esito negativo. Per supportare eventuali azioni di bonifica dell archivio RUOLI, tutte le incongruenze relative all applicazione delle esenzioni sono tracciate in tabelle permanenti. Gestione delle riduzioni. Le riduzioni previste per la Tassa Automobilistica ( vedi tabella delle riduzioni in appendice ) sono applicate solo nel caso siano espressamente richieste dal contribuente. Per ogni richiesta corredata dal codice riduzione, il servizio SDIC-TA PLUS verifica il diritto alla diminuzione dell importo della tassa, controllando i dati anagrafici e tecnici presenti nell archivio RUOLI. Nel caso non sussistano gli estremi per la riduzione l operazione di calcolo termina restituendo un errore. Il servizio SDIC-TA PLUS non gestisce le tipologie con percentuale di riduzione uguale a 100 e pertanto, nel caso il cittadino indichi tali codici, l operazione di calcolo termina con esito negativo. Per supportare eventuali azioni di bonifica dell archivio RUOLI, tutte le incongruenze relative all applicazione delle riduzioni sono tracciate in tabelle permanenti. Pagina 6

7 Veicoli storici tenuti al pagamento della tassa di circolazione Per i veicoli storici tenuti al pagamento della tassa di circolazione, esiste la particolarità che l archivio RUOLI non presenta l importo dovuto. Infatti, per questa categoria di veicoli, la tassa è dovuta solo al momento dell immissione per la circolazione su pubblica strada. La tassa sarà calcolata in base alla normativa vigente. Tipologie veicoli non gestite dal servizio Per le tipologie di veicoli non gestiti dal servizio, l operazione di calcolo termina con esito negativo. Pagina 7

8 ESPOSIZIONE DEL SERIVIZIO ARCHITETTURA DEL SERVIZIO Il collegamento telematico tra il servizio SDIC-TA PLUS e il sistema informativo dello USER, ai fini delle operazioni in tempo reale, si realizza tramite il protocollo TCP. Il servizio è esposto attraverso la Rete Pubblica Internet sulla rete privata virtuale (VPN) che sarà realizzata tra il SITRE e il sistema informativo dello USER, la quale garantisce il trasporto sicuro delle informazioni. Si rimanda alla sezione CARATTERISTICHE DEL COLLEGAMENTO TELEMATICO per la descrizione delle caratteristiche della VPN. Il servizio risiede su un host raggiungibile dai client collegati alla VPN. Il protocollo utilizzato è HTTP. Di seguito è illustrato il modello di comunicazione fra USER e SDIC-TA PLUS. MODELLO DI COMUNICAZIONE BASE REQUEST: lo USER compone l URL con cui è mappato il servizio accodando la stringa che codifica i parametri necessari per la richiesta di calcolo della Tassa Automobilistica Esempio: URL SERVIZIO : PARAMETRI : 01BC009NB***********SC ACMPSRG65D15G157R ****S*****N ( il tracciato della stringa che codifica i parametri è illustrato nella sezione SPECIFICHE DI UTILIZZO DEL SERVIZIO ) La transazione è chiusa con la generazione della RESPONSE. Il servizio restituisce la codifica del calcolo oppure la codifica degli errori riscontrati. La mancata generazione della RESPONSE identifica un errore di sistema. Nella codifica della request e della response tutti i caratteri blank sostituiti con il placeholder * ( asterisco). (spazio) sono RESPONSE: la risposta del servizio è un HEADER HTTP in cui la variabile PRAGMA contiene la codifica del risultato del calcolo. es. HTTP/ OK. Pagina 8

9 . [<Pragma, 001cw920my***********A B**************** ****S*****NMARIO ROSSI*************BTTNGL45T12E652F CW920MY***********A /10/ :35:51AUTOVETTURA*******************BEBENZINA**************1420 *Kg160**kgPVPRIVATO TRASPORTO PERSONE***********************27195********************************** *******BS02/08/ *****0*******0*******3000*****Autovettura ultraventennale*******************************************103001********* *****************************************>] MODELLO DI COMUNICAZIONE CON RESPONSE XML REQUEST: lo USER compone l URL con cui è mappato il servizio accodando la stringa che codifica i parametri necessari per la richiesta di calcolo della Tassa Automobilistica e l etichetta che identifica in che formato si desidera la risposta. Esempio: URL SERVIZIO : PARAMETRI : 01BC009NB***********SC ACMPSRG65D15G157R ****S*****N ETICHETTA FORMATO RISPOSTA : XML Il tracciato della stringa che codifica i parametri è illustrato nella sezione SPECIFICHE DI UTILIZZO DEL SERVIZIO. La transazione è chiusa con la generazione della RESPONSE. Il servizio restituisce la codifica del calcolo oppure la codifica degli errori riscontrati. La mancata generazione della RESPONSE identifica un errore di sistema. Nella codifica della request, tutti i caratteri blank placeholder * ( asterisco). (spazio) sono sostituiti con il Pagina 9

10 RESPONSE: : file formato XML con esito risposta ed eventuali dati valorizzati Attributi TAG XML root response errcode errdescription warningcode warningdescri ption record Descrizione Inizio File XML Inizio sezione response Codice Errore =Nessun Errore =Presenza Warning 2xxxxx= Codice di errore Messaggio Errore CodiceWarning Messaggio Warning Struttura contenente singoli TAG per ogni elemento restituito ATTENZIONE: Il processo di calcolo può generare più errori /warning, la lista di questi errori/warning viene riportata nella sezione <response>. Nella struttura del <record> viene riportato l errore e/o il warning più significativo. Esempio: RESPONSE POSITIVO <?xml version="1.0"?> - <root> - <response> <errcode>100000</errcode> <errordescription>operazione completata con successo. Sono presenti dei WARNINGS!</errorDescription> <warningcode>103001</warningcode> <warningdescription>codice fiscale o Partita iva non corrispondenti nel ruolo.</warningdescription> - <record> <codrit>0</codrit> <request>01bc921bv***********a B**************** ****S*****Nxml</request > <codicefiscale />.... <regionebeneficiaria>10</regionebeneficiaria> Pagina 10

11 <scadenza>200604</scadenza> <mesivalidita>12</mesivalidita> <divisa>2</divisa> <riduzione>00</riduzione> <percentualeriduzione>00</percentualeriduzione> <identificativooperazione> </identifi cativooperazione> <importotassa>23736</importotassa> <interessi>0</interessi> <sanzioni>7120</sanzioni> <totale>30856</totale> - <esplicativo> - <![CDATA[ Autoveicolo KW:92 ]]> </esplicativo> <codwarning>103001</codwarning> <descwarning>codice fiscale o Partita iva non corrispondenti nel ruolo.</descwarning> <tipotarga>01</tipotarga> <targa>bc921bv</targa> <idsistemainformativo>a6</idsistemainformativo> <codiceagenzia> </codiceagenzia> <datarichiesta>29/11/ :48:46</dataRichiesta> </record> </response> </root> RESPONSE NEGATIVO <?xml version="1.0"?> - <root> - <response> <errcode>203407</errcode> <errordescription>nessun ruolo per il veicolo nel periodo.</errordescription> <errcode>220104</errcode> <errordescription>errore di sistema.</errordescription> - <record> <codrit>1</codrit> <eco>01bc921bv***********a b **************** ****S*****Nxml</eco> <coderr>203407</coderr> <msgerr>nessun ruolo per il veicolo nel periodo.</msgerr> </record> </response> </root> Pagina 11

12 SPECIFICHE DI UTILIZZO DEL SERVIZIO DESCRIZIONE DELLE PROCEDURE PER IL COLLOQUIO TELEMATICO Il colloquio telematico in tempo reale con il servizio SDIC-TA PLUS permette ad ogni USER di calcolare l importo della Tassa Automobilistica in base alle informazioni inviate, ricevendo una proposta di pagamento. Il colloquio ha inizio con una richiesta che codifica in una stringa sequenziale il seguente tracciato: TRACCIATO RICHIESTA DI CALCOLO TASSA AUTOMOBILISTICA Nome Descrizione Lunghezza Formato Valori tipotarga Tipo targa 2 N Vedi tabella tipo veicolo targa Targa del veicolo 18 AN tpinterm Identificativo USER 2 AN Identificativo user assegnato da LI idinterm Codice agenzia USER 20 AN Agenzia dello USER che effettua la richiesta flagauto Tipo richiesta 1 A Vale: B = Richiesta con informazioni non tecniche fornite dal contribuente codfisc Codice fiscale 16 AN Campo obbligatorio regione Codice della Regione beneficiaria 2 N Vale 10 per Regione Lombardia scadenza validita Anno e mese di scadenza Mesi di validità del pagamento 6 N AAAAMM 2 N MM : può avere valori uguali a 01, 02, 03, 04, 05, 0 6, 07, 08, 09, 10, 11, 12 Pagina 12

13 Divisa Divisa utilizzata per il pagamento 1 N Vale sempre 2 per Euro riduzione Codice riduzione 2 N Vedi tabella delle riduzioni, ** = nessuna riduzione codicealimenta zione flag_massa_co mpl Codice alimentazione Flag massa complessiva del veicolo minore di 3,5 tonnellate 2 AN Vedi tabella Tipo Alimentazione 1 AN Vale Da valorizzare solo nel caso tipotarga = 07 (Quadriciclo Leggero ) S per massa < 3,5 t N per massa >= 3,5 t Da valorizzare solo nel caso tipotarga = 03 (Rimorchio ) Potenza Potenza in KW 5 AN Da valorizzare solo nel caso tipotarga = 07 (Quadriciclo Leggero ) flag_targa_prov a Flag targa prova 1 AN Vale S o N. Non viene preso in considerazione nel caso di tipo veicolo = 11, 12, 14 Il colloquio termina con una risposta che codifica in formato XML i seguenti tracciati: TRACCIATO RISPOSTA CON ESITO POSITIVO Nome Descrizione Lunghezza Formato Valori Codrit Codice di ritorno 1 N Vale 0 request Eco 81 AN Eco dati in input intestatario Cognome e nome o,nel caso di persone 24 AN Pagina 13

14 giuridiche, ragione sociale dell intestatario codicefiscale Codice fiscale 16 AN Valorizzato ZZZZZZZZZZZZZZZZ indica che il codice Fiscale non è presente o non è ricalcolabile regionebenefici aria Regione beneficiaria 2 N Vale 10 per Regione Lombardia scadenza Scadenza del pagamento 6 N AAAAMM mesivalidita Mesi di validità del pagamento 2 N MM divisa Divisa utilizzata per il pagamento 1 N riduzione Codice riduzione 2 N V. tabella riduzioni percriduzione Percentuale riduzione 2 N identificativoo perazione Identificativo univoco operazione 24 AN Tipotarga Tipo targa 2 N Vedi tabella tipo targa Targa Targa del veicolo 18 AN idsistemainfor mativo Identificativo USER 2 AN Identificativo user assegnato da LI codiceagenzia Codice agenzia USER 20 AN datarichiesta Data e ora della richiesta 19 AN Categoria Categoria del veicolo 30 AN Vale : Autoveicolo, Motoveicolo, Rimorchio Pagina 14

15 Quadriciclo leggero Ciclomotore codicealimenta zione Codice alimentazione 2 AN Vedi tabella Tipo Alimentazione alimentazione alimentazione 21 AN Vedi tabella Tipo Alimentazione peso_compl Peso complessivo del veicolo 5 N peso_compl_u m Unità di misura del peso complessivo 2 AN Portata Portata del veicolo 5 AN portata_um Unità di misura del peso complessivo 2 AN codiceuso Codice uso del veicolo 2 AN Vedi tabella Codici Uso Uso Uso del veicolo 48 AN Vedi tabella Codici Uso potenza Potenza in KW 5 AN modello Fabbrica e tipo del veicolo 41 AN Es. Fiat Panda provresidenza Provincia di residenza 2 AN Es. BS dataimmatricol azione Data di immatricolazione del veicolo 10 AN Nel formato gg-mmaaaaa importotassa Tassa dovuta 9 N Valore in centesimi di euro interessi Interessi dovuti 8 N Valore in centesimi di euro Pagina 15

16 sanzioni Sanzioni dovute 8 N Valore in centesimi di euro Totale Ammontare totale dovuto 9 N Somma di: tassa, interessi, sanzioni esplicativo Esplicativo dei dati di calcolo del tributo 70 AN codicewarning Codice dell eventuale incongruenza, non bloccante, evidenziata nella fase di calcolo 6 AN =nessun warning presente 1xxxxx= codice warning descrizionewar ning Descrizione dell eventuale incongruenza, non bloccante, evidenziata nella fase di calcolo 50 AN A ciascuna nuova risposta positiva da parte del servizio SDIC-TA PLUS è associato un nuovo identificativo univoco dell operazione. TRACCIATO RISPOSTA CON ESITO NEGATIVO Nome Descrizione Lunghezza Formato Valori codrit Codice di ritorno 1 N Vale 1 eco Eco 81 AN Eco dati in input coderr Codice errore 6 AN msgerr Esplicativo dell errore 40 AN filler Filler 65 AN Pagina 16

17 Inserimento Versamento Descrizione del servizio Il seguente servizio permette di effettuare l'inserimento di un versamento a fronte di una precedente richiesta di calcolo. Per poter usufruire del servizio, come prerequisito, il client deve aver effettuato una richiesta di calcolo della tassa (vedi Richiesta di calcolo tassa automobilistica ) una volta ottenuta la risposta positiva il client deve recuperare il dato identificato come identificativooperazione per poi utilizzarlo come input del servizio di Inserimento Versamento. MODELLO DI COMUNICAZIONE CON RESPONSE XML REQUEST: lo USER compone l URL con cui è mappato il servizio accodando la stringa che codifica i parametri necessari per la richiesta di inserimento del versamento Esempio: URL SERVIZIO : PARAMETRI : A A43AAAAAAAACG ETICHETTA FORMATO RISPOSTA : XML TRACCIATO RICHIESTA DI INSERIMENTO VERSAMENTO Nome Descrizione Lunghezza Formato Valori tpinterm Identificativo USER 2 AN Identificativo user assegnato da LI idinterm Codice agenzia USER 20 AN Agenzia dello USER che effettua la richiesta Identificativo Operazione Identificativo Operazione ritornato dal servizio di Richiesta di calcolo tassa automobilistica 24 AN Pagina 17

18 TRACCIATO RISPOSTA CON ESITO POSITIVO Nome Descrizione Lunghezza Formato Valori Codrit Codice di ritorno 1 N Vale 0 eco Eco 46 AN Eco dati in input idversamento Identificativo del versamento effettuato 24 AN TRACCIATO RISPOSTA CON ESITO NEGATIVO Nome Descrizione Lunghezza Formato Valori codrit Codice di ritorno 1 N Vale 1 eco Eco 46 AN Eco dati in input coderr Codice errore 6 AN msgerr Esplicativo dell errore 40 AN Annullamento Versamento Descrizione del servizio Il seguente servizio permette di effettuare l'annullamento di un versamento dato in input l'identificativo del versamento. MODELLO DI COMUNICAZIONE CON RESPONSE XML REQUEST: lo USER compone l URL con cui è mappato il servizio accodando la stringa che codifica i parametri necessari per la richiesta di annullamento del versamento Esempio: URL SERVIZIO : PARAMETRI : A A43AAAAAAAACG Pagina 18

19 ETICHETTA FORMATO RISPOSTA : XML TRACCIATO RICHIESTA DI ANNULLAMENTO VERSAMENTO Nome Descrizione Lunghezza Formato Valori tpinterm Identificativo USER 2 AN Identificativo user assegnato da LI idinterm Codice agenzia USER 20 AN Agenzia dello USER che effettua la richiesta Identificativo Operazione Identificativo Operazione ritornato dal servizio di Richiesta di calcolo tassa automobilistica 24 AN Pagina 19

20 TRACCIATO RISPOSTA CON ESITO POSITIVO Nome Descrizione Lunghezza Formato Valori codrit Codice di ritorno 1 N Vale 0 eco Eco 46 AN Eco dati in input TRACCIATO RISPOSTA CON ESITO NEGATIVO Nome Descrizione Lunghezza Formato Valori codrit Codice di ritorno 1 N Vale 1 eco Eco 46 AN Eco dati in input coderr Codice errore 6 AN msgerr Esplicativo dell errore 40 AN RENDICONTAZIONE DELLE RISCOSSIONI Lo USER provvederà ad inoltrare al SITRE, in modalità differita, le registrazioni dei pagamenti riscossi. I dati analitici dei pagamenti riscossi dovranno contenere gli estremi della riscossione, l identificativo univoco dell operazione rilasciato dal servizio SDIC-TA PLUS e le informazioni sintetiche atte ad assicurare la quadratura dei dati stessi. MODALITA DI TRASMISSIONE DEI FLUSSI DATI I pagamenti riscossi in favore di Regione Lombardia vengono trasmessi dallo USER al SITRE mediante uno scambio di flussi FTP, che avviene sempre attraverso la VPN stabilita tra i due interlocutori. Detti flussi contengono gli estremi delle operazioni perfezionate, nonché delle operazioni annullate su richiesta del contribuente. Pagina 20

21 Le modalità, la frequenza e la nomenclatura dei flussi saranno concordati con lo USER. Il sistema USER nel confezionare la rendicontazione fornisce i seguenti tipi record: , come specificato nel documento: Tracciati_SOGEI_SGATA_vers_agenzie_2007.doc TRACCIATO DI RENDICONTAZIONE Prog. Descrizione Lunghezza Formato Valori 1 Tipo record 1 N Vale 2 per il tipo record riscossione 2 Codice Agenzia 20 AN Codice identificativo dell agenzia/ ATM in cui è avvenuta la riscossione 3 Identificativo univoco transazione assegnato dal servizio SDIC- TA PLUS 24 AN 4 Tipo targa 2 N Vedi tabella tipo targa 5 Targa del veicolo 18 AN 6 Codice fiscale 16 AN 7 Codice Regione di pagamento 8 Codice Regione beneficiaria 2 N Vedi Tabella Regioni 2 N Vale 10 per Regione Lombardia 9 Tassa riscossa 9 N 10 Interessi riscossi 8 N 11 Sanzioni riscosse 8 N 12 Ammontare totale riscosso 9 N 13 Divisa 1 N 2 per versamenti in Euro 14 Data del 8 N Nel formato AAAAMMGG Pagina 21

22 pagamento 15 Ora del pagamento 16 Scadenza pagamento 17 Mesi validità pagamento 6 N Nel formato HHMMSS 6 N Nel formato AAAAMM 2 N Nel formato MM 18 Codice riduzione 2 N 19 Dati di calcolo del tributo 20 Modalità di calcolo 20 AN 1 A Vale: B = Richiesta con informazioni non tecniche fornite dal contribuente 21 Data annullamento 8 N Nel formato AAAAMMGG 22 Ora annullamento 6 N Nel formato HHMMSS 23 Identificativo della ricevuta 24 Integrazione per complessi 25 AN 1 AN Vale: blank 25 Filler 37 AN Pagina 22

23 LIMITI DEL SERVIZIO Il servizio SDIC-TA PLUS permette il calcolo dell importo dovuto per la Tassa Automobilistica per i ruoli con decorrenza a partire dal 1 gennaio L indicazione di una data di decorrenza ( data scadenza mesi di validità ) inferiore al 1 gennaio 2004 comporta un risposta con esito negativo. Il servizio SDIC-TA PLUS, non permette il calcolo degli importi dovuti ai fini dell integrazione per veicoli complessi e non consente il calcolo della tassa per i veicoli non gestiti ( vedi tabella tipo veicolo ). Pagina 23

24 CARATTERISTICHE DEL COLLEGAMENTO TELEMATICO Il collegamento che si intende realizzare tra Lombardia Servizi e lo USER, in assenza di altra tipologia di rete privata ( p.e. RUPA ), è di tipo VPN LAN to LAN (HUB and SPOKE) basato su protocollo IPsec, utilizzando come canale Internet. La policy di massima del collegamento è così caratterizzata: IKE Policy: Algoritmo encryption: 3DES Algoritmo hash: SHA-1 Metodo di autenticazione: Preshared keys Scambio di chiavi: Diffie-Helmann 2 IKE SA Lifetime (default: secondi) IPSec Policy: Encryption: ESP 3DES; SHA-HMAC Ognuna delle due aziende mette a disposizione il proprio apparato di terminazione VPN, e di questo si rende responsabile in modo esclusivo della configurazione, buon funzionamento e monitoraggio. L'apparato SPOKE presso lo USER deve essere raggiungibile da Internet, ossia dotato di IP pubblico statico (può essere esposto direttamente su Internet, oppure in DMZ Internet con eventuale NAT da parte del firewall dell'ip privato, in una configurazione di tipo NAT-traversal). Lato Lombardia Servizi l'apparato HUB è di tipo Cisco - Router, dotato di acceleratore hardware. E' in fase di studio da parte di Lombardia Servizi la messa in alta affidabilità dell'apparato HUB. Il collegamento Internet di Lombardia Servizi su cui l'apparato HUB è attestato ha attualmente una banda dedicata di 10 Mbps, che nei prossimi mesi verrà ampliata a 1 Gbps. Al fine di prevenire eventuali problemi di compatibilità e prestazionali, si auspica che lo USER sia dotato di apparati simili per la terminazione della VPN e che abbia a disposizione una banda Internet idonea alle richieste del servizio in questione. Opportune traslazioni di indirizzi IP (NAT) dei sistemi di Lombardia Servizi e dello USER potranno essere opportunamente definiti e configurati sugli apparati VPN o sui firewall delle due aziende in sede di definizione del collegamento. Dopo una fase congiunta di implementazione della VPN e di test della stessa, necessaria per verificare il funzionamento e la compatibilità degli apparati e delle release software, verrà fissata definitivamente la policy VPN. Modalità alternative di creazione della VPN dovranno essere eventualmente discusse e opportunamente testate. Pagina 24

25 Obiettivo del collegamento in questione è la messa in comunicazione tra i sistemi dello USER e di Lombardia Servizi su porta "http 8080" (flusso da USER verso Lombardia Servizi) e "ftp" (flusso bidirezionale). Si auspica che tra i sistemi sia permesso anche il traffico ICMP (eventualmente limitato). IL PROCESSO DI GESTIONE DEL SERVIZIO HELP DESK ORGANIZZAZIONE DEL CAU Centro Assistenza Utenti DEL GRUPPO LOMBARDIA INFORMATICA Ogni richiesta è gestita attraverso un processo che si compone di interventi così come indicato dal flusso di lavoro. Per esempio una richiesta di manutenzione correttiva potrebbe riguardare una specifica funzionalità quale una disfunzione di una finestra di interfaccia grafica di una applicazione. Ogni richiesta che giunge dall Help Desk dell intermediario viene registrata, con l'assegnazione di un codice identificativo univoco (codice TT - Trouble Ticket), che sarà associato a quello emesso dall intermediario permettendo dunque con facilità di verificare in un secondo tempo lo stato di avanzamento della richiesta, fino alla chiusura della chiamata. Le informazioni registrate sono le seguenti: numero (TT) di Trouble Ticket interno a LI (con data e ora) gruppo di assegnazione numero di ticket del servizio di Help Desk dell intermediario identificazione della tipologia di anomalia livello di severità priorità assegnata seguito della comprensione del problema codice di errore dell applicativo di LI (comunicato dall HD dell intermediario) codice chiusura riposta. Lombardia Informatica ha definito una procedura generalizzata di raccolta dei problemi, gestita con applicazioni basate su un sistema elaborativo centrale, su cui confluiscono i casi di maggior rilevanza. Tale strumento (Service Desk CA) consente di fornire rapidamente una risposta, se il caso è stato già risolto e classificato, oppure di registrare il problema e procedere con una procedura a cascata alla sua determinazione e soluzione. Il modello di Help Desk implementato da Lombardia Informatica è organizzato su due livelli con un punto di ricezione unico delle chiamate, secondo il diagramma generale sottostante, che tratteggia anche i flussi di lavoro all interno: Pagina 25

26 Tav. descrittiva del modello logico di HD adottato dal Gruppo Lombardia Informatica Le componenti sono: Help Desk di 1 livello: raccoglie, registra ed innesca il processo di tracciamento delle richieste degli utenti e decide se evaderle direttamente, respingerle (in quanto non di propria competenza) o richiedere l intervento del help desk di 2 livello, smistando la richiesta al referente corretto; Help Desk di 2 livello: risolve i problemi che il 1 livello non è stato in grado di affrontare, eventualmente appoggiandosi a fornitori esterni Nell ambito del Servizio di Calcolo della Tassa Automobilistica SDIC-TA PLUS i livelli e le strutture referenti sono state individuate nelle seguenti: 1. I livello: Help Desk CAU Centro Assistenza Utenti, che opera con le modalità descritte nella scheda sottostante; 2. II livello: in caso il CAU non risolva la criticità per qualsivoglia ragione, a seconda del tipo di richiesta richiede la risoluzione a: UOA Tributi di Lombardia Servizi per le attività attinenti all applicativo Pagina 26

27 Dipartimento ESE di Lombardia Servizi per quanto attiene i sistemi, la connettività ed altro. Pagina 27

28 Servizi di Help Desk Componente Standard: Servizi di Call Management (I livello) Schema di Riferimento CLIENT Caratteristiche tecnologiche e operative Il servizio ha l obiettivo di gestire le comunicazioni con il cliente centralizzando l accettazione delle chiamate di assistenza e gestendo il processo di risoluzione dei problemi. I processi che compongono il servizio sono: RICHIESTA D INTERVENTO TELEFONO FAX Accettazione HELP-Desk Gestione intervento Repository Assistenza Tecnica Chiusura Intervento Accettazione e registrazione della richiesta d intervento fatta dal cliente tramite numero telefonico, numero verde, posta elettronica e fax Analisi del problema, risoluzione diretta da Help-Desk o attivazione intervento tecnico on-site o su chiamata Gestione contratti con fornitori esterni di manutenzione Monitoraggio dello stato dell intervento Validazione dell intervento con il cliente Chiusura chiamata Help-Desk Report statistici delle chiamate del cliente Componenti del servizio Componenti base: Gruppo di operatori organizzati in turno Fornitori Esterni Attrezzature di comunicazione e informatiche per la gestione delle chiamate (numeri telefonici, numero verde, segreterie telefoniche, posta elettronica, fax e Server/Unix) Software per la gestione del servizio Help Desk Gestione delle richieste del cliente Disponibilità del servizio Sono definiti i seguenti criteri di misurazione: Componenti opzionali: Orario di servizio esteso Reporting specifico Rispetto delle fasce orarie presidiate e tempo di presa in carico del problema da parte di Help Desk ed assegnazione alla struttura tecnica di competenza durante l orario e secondo le modalità concordate La misurazione avviene su base mensile. Ai criteri di misurazione corrispondono i SLA (Service Level Agreement), valori numerici associati agli indicatori che Lombardia Servizi si impegna a garantire nell'erogazione del servizio. Pagina 28

29 CAU - Help Desk I Livello Componenti Base del servizio Il servizio consiste nella messa a disposizione di risorse Hardware/Software (server UNIX, piattaforme SW UNICENTER/TNG per TCP/IP e NETVIEW per SNA) e risorse umane (Operatori help desk) atte a garantire l accoglimento e la gestione delle chiamate Utente di malfunzionamenti secondo le modalità gestionali seguenti: Fasce orarie e servizi standard: Fascia presidiata per Help Desk Utenti: Lunedì-Venerdì non festivi dalle ore alle ore 20.00; Sabato non festivo dalle ore alle ore Fascia non presidiata per Help Desk Utenti: In tutti gli altri orari sono disponibili gli apparati automatici (fax, posta elettronica, segreteria telefonica). I SLA standard offerti sono i seguenti: Rispetto delle fasce orarie presidiate e servizi standard: 100% (salvo cause documentate di forza maggiore). Tempo di presa in carico del problema ed assegnazione alla struttura tecnica competente: entro 30 minuti lavorativi nel 90% dei casi oltre 30 minuti lavorativi nel restante 10% dei casi Componenti opzionali del servizio Fasce orarie e servizi estesi: Estensione dell orario di servizio presidiato H24 (con SLA da concordarsi caso per caso). Reporting specifico: Reporting sui livelli di servizio più dettagliato rispetto allo standard. Pagina 29

30 UOA Tributi Lombardia Servizi Servizi di Help Desk Assistenza Tecnica di II livello Risponde, per il tramite del CAU alle richieste di assistenza applicativa sulle procedure informatiche del SIRe (segnalazioni di un problema di malfunzionamento applicativo, richieste di suggerimenti o chiarimenti sulla logica applicativa, richieste di assistenza applicativa). Fascia presidiata: Lunedì-Venerdì non festivi dalle ore 9.00 alle ore Dipartimento ESE Lombardia Servizi Risponde, per il tramite del CAU con le seguenti figure professionali: Sistemisti CED: possiedono strumenti di monitoraggio dei sistemi ed effettuano il primo livello di analisi ed intervento quando il CAU scala la chiamata ad ESE. Non hanno responsabilità sui progetti, hanno molta familiarità con gli standard, metodi e strumenti, intervengono in modo sistematico nell analisi e nella soluzione dei problemi. Qualora non riescano a risolvere l incidente passano la chiamata agli specialisti di sistemi e/o reti oppure alla UOA. Fascia presidiata: H24 365gg/anno. Specialisti di sistemi e reti : gli specialisti di sistemi e reti hanno una formazione ed una esperienza prolungata nei progetti, analizzano e risolvono le problematiche dei sistemi operativi, software di base, database, posta e trasmissioni di dati. Hanno inoltre conoscenze approfondite nelle seguenti attività: Generazione e manutenzione di sistemi operativi Protocolli, terminali, emulatori e tecnologie di reti Avviamenti di ambienti Internet e Lotus/Domino Disegno e gestione di Data-Base. Supportano l attività dei tecnici di assistenza di 1 livello e collaborano con i responsabili di progetto. Fascia presidiata: Lunedì-Venerdì non festivi dalle ore 9.00 alle ore Gli SLA standard offerti sono i seguenti: Rispetto delle fasce orarie presidiate e servizi standard: 100% (salvo cause documentate di forza maggiore). Pagina 30

31 Il processo di gestione delle chiamate ipotizzato per il servizio SDICTA ed il rapporto con l intermediario Chiamate dall intermediario a LI Il processo di gestione delle chiamate ipotizzato per il servizio SDICTA per le attività di supporto tecnico atte alla soluzione di malfunzionamenti software prevede i seguenti passi: la segnalazione perviene da un unico gruppo e/o utente accreditato dell intermediario che sia stato preventivamente segnalato tale segnalazione può avvenire tramite: 1) Chiamata telefonica soprattutto per i problemi che hanno carattere di urgenza): 1) 02/ (5 linee passanti) 2) numero verde ) Fax: 02/ ) Mail: Fascia presidiata: Lunedì-Venerdì non festivi dalle 08:00 alle 20:00 (continuato) Sabato non festivo 08:00 alle 20:00 (continuato); al momento del contatto oltre alle informazioni specifiche/riferimenti dell anomalia dovrà essere segnalato il numero Ticket (TT trouble ticket) del richiedente (Help Desk dell intermediario); l operatore CAU di LI dopo l esame del problema assegnerà ulteriore Ticket (segnalando a sua volta il numero) al gruppo specifico di competenza; il gruppo tecnico assegnatario del TT analizza e risolve, nonché se necessario verifica col richiedente la corretta risoluzione del problema e ne traccia sul TT la soluzione; all apertura e alla chiusura del TT vengono inviate automaticamente dal sistema rispettive notification esplicative all indirizzo elettronico (se presente) del richiedente; il CAU-LI produce con frequenza da concordare, report statistici sullo stato/numero/tipologia delle chiamate pervenute/effettuate. Avvisi da LI al intermediario Una casistica a parte si configura quando LI, per guasti o manutenzioni programmate, può prevedere in anticipo le interruzioni del servizio SDIC-TA PLUS. ESE oppure la UOA, a seconda di quale sia la tipologia dell interruzione del servizio, provvede ad informare con il più largo anticipo possibile il CAU. Pagina 31

32 In questo caso il CAU provvede ad aprire egli stesso un TT e a comunicare tempestivamente (sia via sia via telefono) all Help Desk dell intermediario (la stessa struttura indicata per paragrafo precedente) i periodi di interruzione del servizio e le previsioni di ripristino, tenendolo poi costantemente aggiornato. Tale comunicazione dovrà essere effettuata verso gli enti esterni che erogano il servizio di riscossione Tassa Auto ai cittadini, in funzione dei rispettivi orari di esercizio: - Intermediario: tutto l arco delle 24 ore di tutti i giorni dell anno. Sarà cura dell Help Desk dell intermediario avvertire le proprie strutture competenti affinché si generi il minor disservizio possibile per il pubblico. Pagina 32

33 Diagramma complessivo Nel sottostante diagramma si descrive la sequenza delle attività ed i flussi informativi: Pagina 33

Regione Toscana I veicoli ultraventennali per i quali non sono ancora trascorsi trent'anni dall'anno di fabbricazione, ai sensi della L.R. n.

Regione Toscana I veicoli ultraventennali per i quali non sono ancora trascorsi trent'anni dall'anno di fabbricazione, ai sensi della L.R. n. I veicoli ultraventennali per i quali non sono ancora trascorsi trent'anni dall'anno di fabbricazione, ai sensi della L.R. n. 37 del 27/03/2015, sono assoggettati alla tassa automobilistica ordinaria ridotta

Dettagli

TASSE AUTOMOBILISTICHE 2013

TASSE AUTOMOBILISTICHE 2013 TASSE AUTOMOBILISTICHE 2013 PREMESSA ACI coopera alla gestione delle tasse automobilistiche nelle seguenti Regioni e Province autonome: - Abruzzo - Basilicata - Emilia Romagna - Lazio - Lombardia - Puglia

Dettagli

La Regione Toscana ha definito i criteri concernenti il pagamento della tassa di possesso e/o di circolazione, un imposta regionale divenuta

La Regione Toscana ha definito i criteri concernenti il pagamento della tassa di possesso e/o di circolazione, un imposta regionale divenuta La ha definito i criteri concernenti il pagamento della tassa di possesso e/o di circolazione, un imposta regionale divenuta obbligatoria, anche per i mezzi che vantano oltre 20 anni dalla data di produzione/immatricolazione.

Dettagli

RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 IMPOSTA SUI PREMI DELLE ASSICURAZIONI RC AUTO CONTRIBUTO SSN SUI PREMI DELLE ASSICURAZIONI RC AUTO

RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 IMPOSTA SUI PREMI DELLE ASSICURAZIONI RC AUTO CONTRIBUTO SSN SUI PREMI DELLE ASSICURAZIONI RC AUTO IMPOSTA SUI PREMI DELLE ASSICURAZIONI RC AUTO CONTRIBUTO SSN SUI PREMI DELLE ASSICURAZIONI RC AUTO IMPOSTA E CSSN SUI PREMI DELLE ASSICURAZIONI RC AUTO PAG. 2 DI 13 INDICE 1. GENERALITÀ 3 2. STRUTTURA

Dettagli

La Nuova Tassa Automobilistica Regionale

La Nuova Tassa Automobilistica Regionale La Nuova Tassa Automobilistica Regionale Con l approvazione della Legge regionale 14 luglio 2003 n. 10 Riordino delle disposizioni legislative regionali in materia tributaria. Testo Unico della disciplina

Dettagli

Servizio di Conservazione a norma Service Level Agreement Sistema di Gestione per la Qualità - DQ_07.06 UNIMATICA S.p.A.

Servizio di Conservazione a norma Service Level Agreement Sistema di Gestione per la Qualità - DQ_07.06 UNIMATICA S.p.A. Servizio di Conservazione a norma Service Level Agreement Sistema di Gestione per la Qualità - DQ_07.06 pag. 1 di 12 Revisione Data Motivo Revisione Redatto da Approvato da 1.0 03/10/2009 Emissione Andrea

Dettagli

Auto Ultraventennali - Mappa per le Esenzioni del BOLLO!

Auto Ultraventennali - Mappa per le Esenzioni del BOLLO! Auto Ultraventennali - Mappa per le Esenzioni del BOLLO! A un mese e mezzo dall approvazione della Legge di stabilità 2015, avvenuta il 23 dicembre 2014, non è ancora definita la situazione sulla tassa

Dettagli

Auto ultraventennali La mappa delle esenzioni del bollo

Auto ultraventennali La mappa delle esenzioni del bollo http://www.quattroruote.it/news/burocrazia/2015/02/04/auto_ultraventennali_la_mappa_delle_esenzioni.html. 04/02/2015 Auto ultraventennali La mappa delle esenzioni del bollo A un mese e mezzo dall approvazione

Dettagli

EXPERT PANEL TRAFFICO

EXPERT PANEL TRAFFICO EXPERT PANEL TRAFFICO GRUPPO DI LAVORO "METODOLOGIA PER LA STIMA DELLE EMISSIONI" E. Angelino, M. Bedogni, S. Caserini, G. Fossati, S. Moroni, M. Contaldi, R. Liburdi Firenze, 07 febbraio 2005 ELENCO PARTECIPANTI

Dettagli

IL SISTEMA DI HELP DESK UNA APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA E SUPPORTO

IL SISTEMA DI HELP DESK UNA APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA E SUPPORTO IL SISTEMA DI HELP DESK UNA APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA E SUPPORTO INDICE INTRODUZIONE...3 GLOSSARIO...4 PARTE PRIMA...6 1. GUIDA UTENTE PER L USO DEL SISTEMA DI HELP DESK...6

Dettagli

IL COORDINATORE NAZIONALE. Guida al Bollo Autoveicoli Storici 2005

IL COORDINATORE NAZIONALE. Guida al Bollo Autoveicoli Storici 2005 Guida al Bollo Autoveicoli Storici 2005 Siti internet di riferimento http://www.agenziaentrate.gov.it/servizi/bollo/informazioni/index.htm http://www.agenziaentrate.gov.it/servizi/bollo/informazioni/index.htm#storiche

Dettagli

Verifica massiva delle Inadempienze. Linee Guida per Operatori di Verifica

Verifica massiva delle Inadempienze. Linee Guida per Operatori di Verifica Verifica massiva delle Inadempienze Linee Guida per Operatori di Verifica Roma 15 gennaio 2009 INDICE 1. INTRODUZIONE... 4 1.1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 4 2. DESCRIZIONE DELLA PROCEDURA... 5 2.1

Dettagli

ALLEGATO C Dgr n. del pag. 1/17

ALLEGATO C Dgr n. del pag. 1/17 ALLEGATO C Dgr n. del pag. 1/17 ALLEGATO C Dgr n. del pag. 2/17 1. GENERALITA 1.1 Sistema Informativo, Applicativo e Componente Tributi, Sistema Tassa Automobilistica, Gestionale 1.2 Denominazione Hosting

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA GESTIONE

Dettagli

Allegato B. Disciplinare Tecnico riguardante il trattamento dei dati da rendere disponibili all Agenzia delle entrate da parte del Sistema TS

Allegato B. Disciplinare Tecnico riguardante il trattamento dei dati da rendere disponibili all Agenzia delle entrate da parte del Sistema TS Allegato B Disciplinare Tecnico riguardante il trattamento dei dati da rendere disponibili all Agenzia delle entrate da parte del Sistema TS INDICE 1. INTRODUZIONE 3 2. TRATTAMENTO E RISERVATEZZA DEI DATI

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

Smart. Riscossioni Area Tributi. Funzionalità principali. Descrizione sintetica SCHEDA PRODOTTO PADIGITALE INNOVAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Smart. Riscossioni Area Tributi. Funzionalità principali. Descrizione sintetica SCHEDA PRODOTTO PADIGITALE INNOVAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE SCHEDA PRODOTTO Descrizione sintetica Il modulo di riscossione nasce con la finalità di fornire un prodotto in grado di gestire tutte le fasi della riscossione e della rendicontazione per le entrate tributarie

Dettagli

PROGETTO SISTEMA DI GESTIONE UNIFICATA DELLE CHIAMATE DI EMERGENZA - NUMERO UNICO DELLE EMERGENZE ( NUE )

PROGETTO SISTEMA DI GESTIONE UNIFICATA DELLE CHIAMATE DI EMERGENZA - NUMERO UNICO DELLE EMERGENZE ( NUE ) ALLEGATO 4 PROGETTO SISTEMA DI GESTIONE UNIFICATA DELLE CHIAMATE DI EMERGENZA - NUMERO UNICO DELLE EMERGENZE ( NUE ) INTERCONNESSIONE TRA IL CED INTERFORZE E GLI OPERATORI DI TELEFONIA PER LA FORNITURA

Dettagli

1.2) Altre nomenclature rilevanti (NACE/CPA/CPC): CPC 71222;83101;61120;74490

1.2) Altre nomenclature rilevanti (NACE/CPA/CPC): CPC 71222;83101;61120;74490 ALLEGATO DETTAGLIO PREINFORMATIVA SERVIZI 2005 1) AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI NOLEGGIO A LUNGO TERMINE DI AUTOVEICOLI SENZA CONDUCENTE Lotto 1 Berline piccole Lotto 2 Berline medie Lotto 3 Grandi berline

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

RISCOSSIONE S.In.T.A. Manuale Utente

RISCOSSIONE S.In.T.A. Manuale Utente DIREZIONE CENTRALE SERVIZI DELEGATI (DSD) RISCOSSIONE S.In.T.A. Manuale Utente Ufficio di Gestione Servizi Tributari Sommario FEBBRAIO 2009 DIREZIONE CENTRALE SERVIZI DELEGATI (DSD)... 1 1. INTRODUZIONE...

Dettagli

Modello di Rendicontazione e Protocollo di trasmissione telematica dei flussi informativi. Convenzione CDP-ABI 17 dicembre 2012

Modello di Rendicontazione e Protocollo di trasmissione telematica dei flussi informativi. Convenzione CDP-ABI 17 dicembre 2012 Versione 20130711 Convenzione CDP-ABI 17 dicembre 2012 Ricostruzione Sisma 2012 Modello di Rendicontazione e Protocollo di trasmissione telematica dei flussi informativi Introduzione CDP ed ABI hanno definito,

Dettagli

Catalogo dei servizi DSET. Schede di sintesi

Catalogo dei servizi DSET. Schede di sintesi Catalogo dei servizi DSET Schede di sintesi La versione pubblica qui esposta riporta esclusivamente indicazioni sul livello di servizio offerto dal Cineca relativamente ai servizi di hosting, di connettività

Dettagli

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO Standard tecnici Gli standard tecnici di riferimento adottati sono conformi alle specifiche e alle raccomandazioni emanate dai principali

Dettagli

IL SISTEMA DI MONITORAGGIO DEGLI INCIDENTI STRADALI IN TOSCANA

IL SISTEMA DI MONITORAGGIO DEGLI INCIDENTI STRADALI IN TOSCANA IL SISTEMA DI MONITORAGGIO DEGLI INCIDENTI STRADALI IN TOSCANA Fabio Voller Dirigente Settore Servizi Sociali Integrati Osservatorio di Epidemiologia Agenzia Regionale di Sanità Toscana Incidenti stradali

Dettagli

POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1

POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1 Allegato n. 2 al Capitolato speciale d appalto. ENTE PUBBLICO ECONOMICO STRUMENTALE DELLA REGIONE CALABRIA POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1 Procedura aperta sotto

Dettagli

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B)

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B) AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) ()/Bx100 120 113,93 109,46 +4,47 +4,09% 480 295,84 277,95 +17,89 +6,44% 700 401,94 375,85 +26,09 +6,94% 1.400 739,55 687,37 +52,18 +7,59% 2.000 1.026,99

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. Pag. 1 di 25

CAPITOLATO TECNICO. Pag. 1 di 25 CAPITOLATO TECNICO Pag. 1 di 25 PREMESSA... 3 PARAGRAFO 1 - OGGETTO DELLA FORNITURA... 3 PARAGRAFO 2 - CONTROLLI DI QUALITÀ... 5 PARAGRAFO 3 - CONTROLLI DI QUANTITÀ... 7 PARAGRAFO 4 CALL CENTER... 8 PARAGRAFO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale r a p p r e s e n t a n t i autoveicoli esteri Analisi UNRAE delle immatricolazioni 2008 AUMENTA DI OLTRE 3 PUNTI LA QUOTA DI CITY CAR

Dettagli

LIVELLI DI SERVIZIO E PENALI

LIVELLI DI SERVIZIO E PENALI Allegato 7 alla lettera d invito Allegato E al Contratto Quadro Allegato E al Contratto Esecutivo LIVELLI DI SERVIZIO E PENALI GARA A PROCEDURA RISTRETTA N. 1/2009 PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TELECOMUNICAZIONE

Dettagli

È consentito, in sostituzione della marcatura, riportare tali informazioni su di una etichetta adesiva resistente all acqua.

È consentito, in sostituzione della marcatura, riportare tali informazioni su di una etichetta adesiva resistente all acqua. È consentito, in sostituzione della marcatura, riportare tali informazioni su di una etichetta adesiva resistente all acqua. Art. 3. Su ciascun contenitore delle zattere di cui al precedente articolo dovranno

Dettagli

MODELLO IVA BASE 2014

MODELLO IVA BASE 2014 BOZZA INTERNET del //0 MODELLO IVA BASE 0 Periodo d imposta 0 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. del D.Lgs. n. 9 del 00 Finalità del trattamento Dati personali Modalità del

Dettagli

2 DESCRIZIONE DEI SERVIZI

2 DESCRIZIONE DEI SERVIZI Premessa In generale i servizi di un Full Service Provider sono più o meno paragonabili. Qui di seguito viene descritto il servizio di Firewalling specifico di un fornitore ma di contenuto assolutamente

Dettagli

1. Caratteristiche generali

1. Caratteristiche generali Allegato 1 (articolo 1, comma 1) ISTRUZIONI TECNICHE DI CUI AL DECRETO N. 108 DEL 11 MAGGIO 2015 1. Caratteristiche generali Premessa Il nucleo informativo dell AIA è costituito dalla Banca Dati Sinistri

Dettagli

Sistema Informativo Monitoraggio Opere Incompiute

Sistema Informativo Monitoraggio Opere Incompiute Sistema Informativo Monitoraggio Opere Incompiute Servizio ausiliario web per la compilazione dell'elenco - anagrafe delle opere incompiute MANUALE UTENTE SIMOI versione 1.0.5 Manuale aggiornato il 27/05/2014

Dettagli

SCHEMA di Disciplinare Tecnico per il servizio di conservazione sostitutiva

SCHEMA di Disciplinare Tecnico per il servizio di conservazione sostitutiva SCHEMA di Disciplinare Tecnico per il servizio di conservazione sostitutiva Ente produttore: [denominazione ente produttore] Soggetto conservatore: ParER - Polo archivistico regionale dell'emilia-romagna

Dettagli

Allegato III CONDIZIONI DI SERVIZIO

Allegato III CONDIZIONI DI SERVIZIO CONSORZIO COMUNI B.I.M. DI VALLE CAMONICA Procedura per l individuazione di un socio privato che partecipi alla costituzione di una società di capitali nella forma di società a responsabilità limitata

Dettagli

2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati

2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati 2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati Sommario COME INSTALLARE STR VISION CPM... 3 Concetti base dell installazione Azienda... 4 Avvio installazione... 4 Scelta del tipo Installazione... 5 INSTALLAZIONE

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ

Supporto On Line Allegato FAQ Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-6LMCN779568 Data ultima modifica 02/02/2011 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità Oggetto Modalità di esportazione dalla Contabilità alla Dichiarazione IVA

Dettagli

Finanziamenti ISI 2012

Finanziamenti ISI 2012 Finanziamenti ISI 2012 L invio telematico delle domande si svolgerà in una unica sessione il giorno 18 Aprile 2013 dalle ore 16:00 alle ore 17:00. REGOLE TECNICHE PER LA PARTECIPAZIONE ALL INOLTRO ONLINE

Dettagli

Capitolo Secondo. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO 1.CHI NE HA DIRITTO 2. PER QUALI VEICOLI?

Capitolo Secondo. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO 1.CHI NE HA DIRITTO 2. PER QUALI VEICOLI? Capitolo Secondo. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO 1.CHI NE HA DIRITTO Sono ammesse alle agevolazioni le seguenti categorie di disabili: 1. non vedenti e sordomuti; 2. disabili con handicap psichico

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Prospetto Informativo on-line Standard tecnici del sistema informativo per l invio telematico del Prospetto Informativo Documento: UNIPI.StandardTecnici Revisione

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO Sistema di controllo accessi per Zone a Traffico Limitato. Descrizione tecnico economica del sistema

COMUNE DI ROVIGO Sistema di controllo accessi per Zone a Traffico Limitato. Descrizione tecnico economica del sistema Sistema di controllo accessi per Zone a Traffico Limitato Descrizione tecnico economica del sistema Indice INDICE... 2 1. OBIETTIVI... 3 2. DESCRIZIONE GENERALE DEL SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI... 5 2.1.

Dettagli

Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web

Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web 1 INDICE 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO 3 2. SLA RELATIVO ALLA INFRASTRUTTURA PRIMARIA 3 2.1. Dati di targa... 3 2.2. Banda virtuale

Dettagli

RAPPORTO MENSILE. Periodo di riferimento Gennaio 14

RAPPORTO MENSILE. Periodo di riferimento Gennaio 14 RAPPORTO MENSILE Periodo di riferimento Gennaio 14 Indice Sezione 1 - Riepilogo mensile Linea Amica... 2 Tab. 1.1 - Numero di contatti gestiti da operatore per canale e destinazione... 2 Graf. 1.2 - Linea

Dettagli

RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI

RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI PAG.2 DI 27 INDICE 1. GENERALITÀ 3 2. STRUTTURA DEL FLUSSO INFORMATIVO 5 2.1 FLUSSO

Dettagli

Censimento delle strutture per anziani in Italia

Censimento delle strutture per anziani in Italia Cod. ISTAT INT 00046 AREA: Amministrazioni pubbliche e servizi sociali Settore di interesse: Assistenza e previdenza Censimento delle strutture per anziani in Italia Titolare: Dipartimento per le Politiche

Dettagli

33.12.51 - Riparazione e manutenzione di macchine ed attrezzature per ufficio (esclusi computer, periferiche, fax)

33.12.51 - Riparazione e manutenzione di macchine ed attrezzature per ufficio (esclusi computer, periferiche, fax) 33.12.51 - Riparazione e manutenzione di macchine ed attrezzature per ufficio (esclusi computer, periferiche, fax) 58.12.02 - Pubblicazione di mailing list 58.21.00 - Edizione di giochi per computer 58.29.00

Dettagli

BOZZA. 33.12.51 - Riparazione e manutenzione di macchine ed attrezzature per ufficio (esclusi computer, periferiche, fax)

BOZZA. 33.12.51 - Riparazione e manutenzione di macchine ed attrezzature per ufficio (esclusi computer, periferiche, fax) barrare la casella corrispondente al codice di attività prevalente (vedere istruzioni) 33.12.51 - Riparazione e manutenzione di macchine ed attrezzature per ufficio (esclusi computer, periferiche, fax)

Dettagli

Roma, 16 maggio 2012. prot. n. 13546. Ai Dirigenti Generali Territoriali LORO SEDI. Agli UMC LORO SEDI

Roma, 16 maggio 2012. prot. n. 13546. Ai Dirigenti Generali Territoriali LORO SEDI. Agli UMC LORO SEDI Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI LA NAVIGAZIONE ED I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Direzione Generale per la Motorizzazione Divisione 5 Via G. Caraci, 36 00157

Dettagli

APAT SISTEMA NAZIONALE CONOSCITIVO E DEI CONTROLLI IN CAMPO AMBIENTALE. Centro Tematico Nazionale Agenti Fisici

APAT SISTEMA NAZIONALE CONOSCITIVO E DEI CONTROLLI IN CAMPO AMBIENTALE. Centro Tematico Nazionale Agenti Fisici APAT SISTEMA NAZIONALE CONOSCITIVO E DEI CONTROLLI IN CAMPO AMBIENTALE Centro Tematico Nazionale Agenti Fisici Studio di fattibilità per il collegamento automatico degli archivi al DB della rete di monitoraggio

Dettagli

Nuovi incentivi ISI INAIL

Nuovi incentivi ISI INAIL Per una migliore qualità della vita Nuovi incentivi ISI INAIL IL BANDO ISI INAIL 2013 PER INTERVENTI DA AVVIARE NELL ANNO 2014 FINANZIATA ANCHE LA CERTIFICAZIONE BS OHSAS 18001 Il bando ISI INAIL 2013

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO 1. OGGETTO DELLA FORNITURA

CAPITOLATO TECNICO 1. OGGETTO DELLA FORNITURA CAPITOLATO TECNICO Oggetto: FORNITURA DEL SERVIZIO DI CONSERVAZIONE A NORMA DEI DOCUMENTI INFORMATICI PRODOTTI DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI LOCALI DELLA REGIONE UMBRIA 1. OGGETTO DELLA FORNITURA Oggetto

Dettagli

Piano della Qualità. Help desk Utenti CSI Piemonte. Inva Spa. Emesso Data Firma. Approvato Data Firma

Piano della Qualità. Help desk Utenti CSI Piemonte. Inva Spa. Emesso Data Firma. Approvato Data Firma Pag. 1/16 Inva Spa Emesso Data Firma Approvato Data Firma INVA Spa Via Xavier de Maistre, 24 11100 Aosta, Italy T: +39 0165 367711 F: +39 0165 262336 E: inva@invallee.it www.invallee.it Pag. 2/16 PROGETTO

Dettagli

PROFILI APPLICATIVI DELL ACCERTAMENTO SINTETICO: CASI PRATICI. a cura di Antonio Lofari Capo Area Accertamento Direzione Provinciale di Piacenza

PROFILI APPLICATIVI DELL ACCERTAMENTO SINTETICO: CASI PRATICI. a cura di Antonio Lofari Capo Area Accertamento Direzione Provinciale di Piacenza PROFILI APPLICATIVI DELL ACCERTAMENTO SINTETICO: CASI PRATICI a cura di Antonio Lofari Capo Area Accertamento Direzione Provinciale di Piacenza REDDITOMETRO I decreti ministeriali del 1992 individuano

Dettagli

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE ARTICOLO 1 OGGETTO DEL CONTRATTO

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE ARTICOLO 1 OGGETTO DEL CONTRATTO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio I.P.S.S.S. Edmondo De Amicis Sede Centrale: Via Galvani, 6 00153 Roma 065750889/559-065759838 www.edeamicis.com

Dettagli

* in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 18/03/2013

* in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 18/03/2013 Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-6LMCN779568 Data ultima modifica 16/01/2014 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità Oggetto Modalità di esportazione dalla Contabilità alla Dichiarazione IVA

Dettagli

Contact Center Manuale CC_Contact Center

Contact Center Manuale CC_Contact Center Contact Center Manuale CC_Contact Center Revisione del 05/11/2008 INDICE 1. FUNZIONALITÀ DEL MODULO CONTACT CENTER... 3 1.1 Modalità di interfaccia con il Contact Center... 3 Livelli di servizio... 4 1.2

Dettagli

Banca dati per il monitoraggio dei consumi e degli acquisti L esperienza della Regione Emilia Romagna

Banca dati per il monitoraggio dei consumi e degli acquisti L esperienza della Regione Emilia Romagna Banca dati per il monitoraggio dei consumi e degli acquisti L esperienza della Regione Emilia Romagna Daniela Carati Servizio Politica del Farmaco Assessorato alla Sanità e Politiche Sociali 1 Il sistema

Dettagli

DOMANDE PROVENIENTI DA ENTI SEGNALANTI E RISPOSTE UCAMP

DOMANDE PROVENIENTI DA ENTI SEGNALANTI E RISPOSTE UCAMP DOMANDE PROVENIENTI DA ENTI SEGNALANTI E RISPOSTE UCAMP 1. SEGNALAZIONE DI CANCELLAZIONE a. Tabella di sintesi relativa alle operazioni di cancellazione a pag.9 del Manuale Operativo - Standard: i. le

Dettagli

Bozza del 21/12/2011. genzia. ntrate IVA BASE. Dichiarazione IVA BASE 2012 Periodo d imposta 2011 MODULISTICA

Bozza del 21/12/2011. genzia. ntrate IVA BASE. Dichiarazione IVA BASE 2012 Periodo d imposta 2011 MODULISTICA Bozza del //0 genzia ntrate IVA BASE Dichiarazione IVA BASE 0 Periodo d imposta 0 MODULISTICA Bozza del //0 MODELLO IVA BASE 0 Periodo d imposta 0 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi

Dettagli

Smart. SUAP Area Tecnico Territoriale. Descrizione sintetica. Funzionalità principali SCHEDA PRODOTTO. Dematerializzazione. Sistema.

Smart. SUAP Area Tecnico Territoriale. Descrizione sintetica. Funzionalità principali SCHEDA PRODOTTO. Dematerializzazione. Sistema. SCHEDA PRODOTTO Descrizione sintetica Il modulo consente di gestire i procedimenti amministrativi legati alle sportello unico per le attività produttive. Fa parte dell area dedicata alla componente tecnico

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

MAIL ORDER E TELEPHONE ORDER Integrazione server to server

MAIL ORDER E TELEPHONE ORDER Integrazione server to server Procedura di adesione e utilizzo del servizio X-Pay - Specifiche Tecniche MAIL ORDER E TELEPHONE ORDER Integrazione server to server Versione 1 Data 04.2012 Pag. 1/13 INDICE 1. GLOSSARIO... 3 2. SCOPO...

Dettagli

Allegato A (PGDA) Versione 2

Allegato A (PGDA) Versione 2 Allegato A Protocollo di comunicazione tra Sistema di elaborazione dei Concessionari e il Sistema centrale di Aams da adottarsi per l esercizio dei giochi di abilità, nonché dei giochi di sorte a quota

Dettagli

Manuale Utente Procedura. SosT@R. Sospensioni Tasse Automobilistiche Regionali. Rivenditore. Pagina 1 di 18

Manuale Utente Procedura. SosT@R. Sospensioni Tasse Automobilistiche Regionali. Rivenditore. Pagina 1 di 18 Manuale Utente Procedura SosT@R Sospensioni Tasse Automobilistiche Regionali Rivenditore Pagina 1 di 18 Sommario 1 Accesso all'applicazione... 3 2 Tasti funzione ed icone... 5 3 Funzioni abilitate... 6

Dettagli

OCCHIO AL BOLLO. guida operativa alla tassa automobilistica

OCCHIO AL BOLLO. guida operativa alla tassa automobilistica OCCHIO AL BOLLO guida operativa alla tassa automobilistica La Regione Umbria è competente per la tassa automobilistica regionale e la tassa di circolazione dovute dai residenti nella Regione. COS È IL

Dettagli

ALLEGATO A. Specifiche tecniche per il modello di Comunicazione Polivalente

ALLEGATO A. Specifiche tecniche per il modello di Comunicazione Polivalente ALLEGATO A Specifiche tecniche per il modello di Comunicazione Polivalente INDICE 1. AVVERTENZE GENERALI... 3 2. CONTENUTO DEL FILE... 3 2.1 GENERALITÀ... 3 2.2 LA SEQUENZA DEI RECORD... 4 2.3 LIMITI DELLE

Dettagli

Indagine sulla qualità del servizio di distribuzione dell'energia elettrica, questionario Operatori economici

Indagine sulla qualità del servizio di distribuzione dell'energia elettrica, questionario Operatori economici Indagine sulla qualità del servizio di distribuzione dell'energia elettrica, questionario Operatori economici Buongiorno/buonasera, su incarico dell'autorità per l'energia Elettrica, il Gas e il Sistema

Dettagli

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi REGIONE BASILICATA Contratto di prestazione di servizi PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE

Dettagli

Allegato Tecnico VideoNet

Allegato Tecnico VideoNet Allegato Tecnico VideoNet Nota di lettura Definizioni ed Acronimi 1 Descrizione del Servizio 1.1 Descrizione generale 1.2 Descrizione dei servizi offerti 1.2.1 Visualizzazione in real time dei flussi video

Dettagli

Progetto TE Ticket elettronico

Progetto TE Ticket elettronico Progetto TE Ticket elettronico L idea: Sostituire progressivamente sul territorio nazionale il ticket restaurant cartaceo con il Ticket Elettronico. L introduzione del Ticket elettronico consente di dematerializzare

Dettagli

NOVITA : CONVENZIONE ASSICURATIVA PER TE e ASI

NOVITA : CONVENZIONE ASSICURATIVA PER TE e ASI NOVITA : CONVENZIONE ASSICURATIVA PER TE e ASI Da circa sei mesi è operativa la convenzione per la copertura assicurativa dei veicoli di interesse storico ASI, usufruibile attraverso l agenzia di assicurazioni

Dettagli

ASSISTENZA. Indice degli argomenti. Gestione Contratti e Interventi

ASSISTENZA. Indice degli argomenti. Gestione Contratti e Interventi 2 Manuale Operativo Release 4.60 Manuale Operativo ASSISTENZA Gestione Contratti e Interventi GESTIONE ASSISTENZA è il modulo applicativo pensato e realizzato per soddisfare le esigenze delle diverse tipologie

Dettagli

Offerta multicard. Riepiloghiamo di seguito le caratteristiche di ognuno dei tre prodotti offerti:

Offerta multicard. Riepiloghiamo di seguito le caratteristiche di ognuno dei tre prodotti offerti: La convenzione 2016 con Eni S.p.A. Refining & Marketing and Chemicals prevede sempre le due carte di pagamento multicard*, multicard easy* ed i BCE (Buoni Carburante Elettronici nella proposta commerciale

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Reti di Calcolatori Claudio Marrocco Componenti delle reti Una qualunque forma di comunicazione avviene: a livello hardware tramite un mezzo fisico che

Dettagli

Descrizione generale. Architettura del sistema

Descrizione generale. Architettura del sistema Descrizione generale Sister.Net nasce dall esigenza di avere un sistema generale di Cooperazione Applicativa tra Enti nel settore dell Informazione Geografica che consenta la realizzazione progressiva

Dettagli

Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/10/2014

Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/10/2014 Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 10/10/2014 Circolare n. 121 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori

Dettagli

Allegato A. Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello 770/2003 Semplificato

Allegato A. Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello 770/2003 Semplificato Allegato A Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello 770/2003 Semplificato Allegato A CONTENUTO E CARATTERISTICHE TECNICHE DEI DATI DELLE DICHIARAZIONI MODELLO 770/2003 SEMPLIFICATO DA

Dettagli

L accesso all abitazione rimane infatti un servizio insostituibile, che deve essere garantito ad ogni cittadino.

L accesso all abitazione rimane infatti un servizio insostituibile, che deve essere garantito ad ogni cittadino. La riforma federalista ha accresciuto le responsabilità e i compiti delle Regioni e dei Comuni. Con la riforma del regime delle locazioni (L. 431/98) è stato istituito l Osservatorio Nazionale sulla Condizione

Dettagli

Procedura Gestione Guasti TOP

Procedura Gestione Guasti TOP V FIS 5.2 Business Unit Executive Strettamente confidenziale 1 SUPPORTO TECNICO 1.1 Contatto per fault reporting fornirà al un singolo punto di contatto, per la segnalazione delle anomalie e di altri problemi

Dettagli

APPLICATIVO PER LA GESTIONE DELLE SOSPENSIONI TASSA AUTO

APPLICATIVO PER LA GESTIONE DELLE SOSPENSIONI TASSA AUTO APPLICATIVO PER LA GESTIONE DELLE SOSPENSIONI TASSA AUTO 1 APPLICATIVO PER LA GESTIONE DELLE SOSPENSIONI TASSA AUTO... 1 INTRODUZIONE... 4 Note per l utilizzo... 4 Contattare il Servizio Assistenza...

Dettagli

ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove

ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove APRILE e GENNAIO/APRILE Nel mese sono state immatricolate oltre 116 mila autovetture nuove, ancora in flessione del 10,8% rispetto allo stesso mese del.

Dettagli

Sistema Informativo Monitoraggio Opere Incompiute

Sistema Informativo Monitoraggio Opere Incompiute Sistema Informativo Monitoraggio Opere Incompiute Servizio ausiliario web per la compilazione dell'elenco - anagrafe delle opere incompiute MANUALE UTENTE Sommario: 1 SIMOI Manuale Utente... 1 2 Accesso

Dettagli

ALLEGATO 1 AL PQ LIVELLI DI SERVIZIO

ALLEGATO 1 AL PQ LIVELLI DI SERVIZIO ALLEGATO 1 AL PQ LIVELLI DI SERVIZIO Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 1 di 28 Indice 1. Generalità: Livelli di Servizio... 3 2. Livelli di servizio generali... 4 3. Livelli di servizio specifici...

Dettagli

RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI

RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI PAG.2 DI 29 INDICE 1. GENERALITÀ 3 2. STRUTTURA DEL FLUSSO INFORMATIVO 5 2.1 FLUSSO

Dettagli

LE DOTAZIONI MULTIMEDIALI PER LA DIDATTICA NELLE SCUOLE A.S. 2013/14

LE DOTAZIONI MULTIMEDIALI PER LA DIDATTICA NELLE SCUOLE A.S. 2013/14 LE DOTAZIONI MULTIMEDIALI PER LA DIDATTICA NELLE SCUOLE A.S. 2013/14 (Gennaio 2014) La presente pubblicazione fa riferimento ai dati aggiornati al 20 dicembre 2013. I dati elaborati e qui pubblicati sono

Dettagli

Ministero dell'economia e delle Finanze Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato

Ministero dell'economia e delle Finanze Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato Ministero dell'economia e delle Finanze Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato Direzione per i giochi PROTOCOLLO DI COMUNICAZIONE COMMA 6A 02 LUGLIO 2012 Pag. 2 di 139 Indice 1. PREMESSA... 4 1.1

Dettagli

1 MODULO: Visual basic.net Dati strutturati. Finalità: Gestione di dati strutturati

1 MODULO: Visual basic.net Dati strutturati. Finalità: Gestione di dati strutturati Istituto di Istruzione Superiore via Salvini 24 Roma Liceo M. Azzarita Liceo delle scienze applicate Materia:Informatica Programmazione a.s. 2015-2016 Classi 4 e Obiettivi disciplinari secondo biennio

Dettagli

CONCLUSIONI FMS. Dott. Jean Pierre Fosson. Osservatorio Tecnico e Gestionale Prof. Riccardo Beltramo Coordinatore

CONCLUSIONI FMS. Dott. Jean Pierre Fosson. Osservatorio Tecnico e Gestionale Prof. Riccardo Beltramo Coordinatore CONCLUSIONI Ad un anno dall avviamento del progetto Osservatorio tecnologico, gestionale e formativo per la sicurezza in montagna, per la tutela dell ambiente montano e delle strutture ricettive alpine

Dettagli

La stima del parco circolante di Bus e Pullman a livello locale

La stima del parco circolante di Bus e Pullman a livello locale XIII Expert panel emissioni da trasporto su strada Roma, 4 ottobre 2007 La stima del parco circolante di Bus e Pullman a livello locale Stefano Caserini - ARPA Lombardia Lucia Pennisi, Alessandro Vasserot

Dettagli

DOVE E COME PAGARE dal 01/02/2014 al 28/02/2014

DOVE E COME PAGARE dal 01/02/2014 al 28/02/2014 436136436320 Casella Postale n.15600 Casella Postale n.15600 GIPA/C/0001/2013 DCOOS6619 1-0010001 AM - 1 fg NOTA DI CORTESIA Segnalazione di prossima scadenza della Tassa Automobilistica Regionale PALERMO

Dettagli

Certificati di malattia digitali

Certificati di malattia digitali Certificati di malattia digitali Decreto legislativo n. 150/2009 in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni Roma,

Dettagli

Specifica del Servizio Network Operation Center

Specifica del Servizio Network Operation Center Specifica del Servizio Network Operation Center Tipo Documento: Specifica Qualified Exchange Network Scopo del Documento: Il presente documento si prefigge di descrivere la soluzione della SC- QXN relativa

Dettagli

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 Como, 17.3.2015 INFORMATIVA N. 14/2015 Fatturazione elettronica nei confronti della Pubblica Amministrazione Estensione dal 31.3.2015 INDICE 1 Premessa... pag. 2 2 Soggetti interessati... pag. 2 2.1 Fornitori

Dettagli

Ed. febbraio 15. Manuale del Sistema Codice Unico di Progetto (CUP) - utente Generatore -

Ed. febbraio 15. Manuale del Sistema Codice Unico di Progetto (CUP) - utente Generatore - Ed. febbraio 15 Manuale del Sistema Codice Unico di Progetto (CUP) - utente Generatore - 1 MANUALE UTENTE 1 INTRODUZIONE... 4 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 4 1.2 STRUTTURA E CONTENUTI... 4 1.3 GUIDA ALLA

Dettagli

STANDARD. Descrizione

STANDARD. Descrizione STANDARD Caratteristiche Prerequisiti Di seguito sono descritte le caratteristiche, le modalità d erogazione, d attivazione e d uso dei servizi oggetto della Convenzione. Tutti i servizi oggetto della

Dettagli

DOMANDA NETTA DI AUTOVETTURE NELLE REGIONI. (Anno 2004)

DOMANDA NETTA DI AUTOVETTURE NELLE REGIONI. (Anno 2004) 11.2 - Parco veicolare E interessante avere una visione dei veicoli in movimento sul territorio conoscendone la tipologia per poter affrontare in modo coerente la problematica legata agli impatti ambientali

Dettagli

Introduzione all elaborazione di database nel Web

Introduzione all elaborazione di database nel Web Introduzione all elaborazione di database nel Web Prof.ssa M. Cesa 1 Concetti base del Web Il Web è formato da computer nella rete Internet connessi fra loro in una modalità particolare che consente un

Dettagli

Regolamento della Federazione Italiana Eduroam

Regolamento della Federazione Italiana Eduroam Regolamento della Federazione Italiana Eduroam Versione 2.0 Settembre 2012 1 Definizione dei termini Le parole chiave utilizzate in questo documento, sempre scritte in maiuscolo ed indicate nella tabella

Dettagli