Fascicolo sanitario elettronico. in provincia di Trento

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fascicolo sanitario elettronico. in provincia di Trento"

Transcript

1 Informatica Trentina S.p.A. Fascicolo sanitario elettronico Strategia e iniziative in provincia di Trento Bologna, 12 ottobre 2010

2 Agenda il modello provinciale dei servizi ICT le azioni ICT per le politiche della salute le politiche sociali le azioni per l integrazione socio-sanitaria: il Fascicolo Socio-Sanitario Elettronico (FSSE) focus su Cartella Clinica del Cittadino (TREC) focus su Cartella Socio-Sanitaria (CSS)

3 Il modello provinciale dei servizi ICT Sistema pubblico provinciale Necessità di: cooperazione ed aggregazione degli Enti messa in rete e integrazione dei sistemi condivisione degli investimenti riutilizzo delle soluzioni Necessità di: finalizzare l innovazione nel comparto pubblico provinciale capitalizzando i risultati della ricerca Network per la ricerca e l innovazione tecnologica ICT Pluralità di attori (FBK, CreateNet, Graphitech, Microsoft, Centro Ricerche Fiat, CNR, ) circa 900 ricercatori ICT circa 350 Enti Aziende del settore ICT locale imprese ICT (+31%*) con addetti (+17%*) (Conti economici ISTAT, Indagine Forze di Lavoro ISTAT 2007) * Rispetto al 2001 Necessità di: Intervento pubblico per la crescita e lo sviluppo del settore ICT Politiche orientate al sostegno della domanda Politiche orientate al sostegno dell offerta Politiche e decisioni di colmare il digital divide infrastrutturale per dare uguale accesso per tutti alle opportunità offerte dalla società dell informazione

4 Il modello provinciale dei servizi ICT strumento di innovazione, per promuovere l innovazione nella Pubblica Amministrazione Locale Sistema pubblico provinciale (PAT, Comuni, APSS, Università) strumento di sistema, per contribuire allo sviluppo del sistema pubblico trentino Network per la ricerca e l innovazione tecnologica ICT Aziende del settore ICT locale strumento di cooperazione per collaborare con le imprese ICT del territorio per l ammodernamento della Pubblica Amministrazione

5 Il modello provinciale dei servizi ICT Centro Servizi Territoriale rappresenta il front-office dei servizi verso le PA favorisce la cooperazione applicativa di funzioni consente la centralità dell interscambio dei dati facilita l accesso ai servizi per i cittadini e le imprese continuità di servizio 24x7 sicurezza informatica, Business Continuity misure di servizio (KPI, SLA management) Customer Service Desk Software come servizio applicativo applicazioni come servizio accesso al catalogo dei servizi (portafoglio) elaborazioni specialistiche e accesso ai dati consulenza e formazione change management

6 Il modello provinciale dei servizi ICT Rete Provinciale di TLC disponibilità su tutto il territorio di una rete di telecomunicazione, con dorsali e punti terminali in fibra ottica disponibilità di oltre punti di 700 siti con terminazioni wi-fi più di sedi di utenza collegate alla rete connessi alle terminazioni in fibra circa il 30% dei Comuni con throughput di 100 MB ed i rimanenti in connessione wireless con throughput tra 2 e 10 MB Data Center provinciale più di 300 sistemi centrali gestiti, multipiattaforme, più di postazioni di lavoro collegate e gestite da remoto circa 20 Terabyte di storage organizzazione consolidata, presidio continuo

7 Il modello provinciale dei servizi ICT Carta Provinciale dei Servizi Il progetto ha l obiettivo di rendere fruibili on-line i servizi della PA provinciale tramite un unico strumento per l accesso in grado di garantire l autenticazione forte del cittadino in rete. A tale scopo la PAT ha sottoscritto l accordo con l Agenzia delle Entrate per l emissione di un unica carta in grado di assolvere alle seguenti funzioni: Tessera Sanitaria Tessera Europea di Assicurazione Malattia Codice Fiscale CNS per l accesso ai servizi della PA trentina in rete Il progetto prevede: la gestione delle carte distribuite a partire da dicembre 2010 realizzazione e gestione del portale unico per l accesso ai servizi erogati dagli enti della PA locale negli ambiti: salute, lavoro, scuola, tributi, politiche abitative, ecc. l erogazione dei servizi di call center per i cittadini e di help desk per operatori di sportello

8 Le politiche per la salute in Trentino Le politiche di tutela della salute in provincia di Trento, come affermato nella legge provinciale n. 16/2010 di riforma del servizio sanitario, si fondano sui principi di: salute intesa nel senso ampio di benessere, da perseguire mediante un approccio complessivo alle relative problematiche centralità e partecipazione del cittadino valorizzazione del ruolo svolto da MMG/PLS, RSA, strutture accreditate, farmacie e terzo settore integrazione socio-sanitaria a partire da alcune aree prioritarie (materno-infantile, disabilità, dipendenze, anziani, salute mentale) mediante: introduzione della Direzione socio-sanitaria nell Azienda Provinciale dei Servizi Sanitari; costituzione dei punti unici di accesso; istituzione del fondo per l assistenza integrata; individuazione di percorsi terapeutici e di sostegno; percorsi di formazione unitari socio-sanitari. Punto unico di accesso Ambito sanitario Ambito sociale

9 La sanità in provincia di Trento I numeri del sistema sanitario trentino: cittadini 1 Azienda sanitaria: 13 distretti - 7 ospedali eroga 96% dei servizi 475 MMG/PLS 138 Farmacie 93 Strutture accreditate erogano 4% dei servizi 7 strutture ospedaliere 12 strutture di specialistica e diagnostica 55 RSA 7 strutture termali 6 centri di riabilitazione 3 altre 101 associazioni del volontariato operanti nel settore sanitario

10 ehealth in provincia di Trento Il sistema sanitario provinciale promuove una serie di iniziative di ehealth che costituiranno l infrastruttura e l infostruttura di base del sistema di sanità elettronica: SISTEMI CLINICI DEGLI ENTI EROGATORI Evoluzione e integrazione del sistema informativo clinico dell Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari (APSS): specialistica, diagnostica, ricoveri, pronto soccorso, Sistema informativo territoriale. Supporto alla realizzazione dei sistemi informativi delle RSA con utilizzo di funzioni del Sistema informativo ospedaliero dell Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari SVILUPPO DELLA RETE DEI SOGGETTI DELLA SANITÀ PROVINCIALE Interconnessione telematica e interoperabilità applicativa tra Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari e MMG/PLS, RSA, enti convenzionati per la condivisione di dati anagrafici e sanitari e l integrazione dei processi di assistenza e cura (AMPERE) FASCICOLO SANITARIO TRENTINO Costituzione di un sistema di raccolta di dati e documenti digitali di tipo sanitario generati da eventi clinici riguardanti l assistito (FAScicolo sanitario TREntino FASTRE) CENTRALITÀ DEL CITTADINO NELLA TUTELA DELLA SALUTE Introduzione di un portale internet che fornisce ai cittadini servizi on-line per consultare, condividere e aggiornare i propri dati sanitari (Cartella Clinica del Cittadino TREC)

11 ehealth in provincia di Trento Operatore sanitario Sistema informativo clinico APSS Cittadino Emergenza Ricoveri Diagnostica Specialistica Territorio Altri FAScicolo sanitario TREntino (FASTRE) Piattaforma provinciale di interoperabilità (AMPERE) Cartella clinica del cittadino (TREC) MMG/PLS RSA 118 Farmacie Ospedali accreditati Terme Altri

12 ehealth in provincia di Trento SI CLINICO APSS* FASTRE FAScicolo sanitario TREntino* Contiene referti ( documenti): Laboratorio Radiologia PS Anatomia Lettere dimissione Referti ambulat Consulenze Gastro, oncologia Accessi 2010: (10.000/gg) Sistema informativo clinico APSS Emergenza Ricoveri Diagnostica Specialistica Territorio FAScicolo sanitario TREntino Piattaforma provinciale di interoperabilità (AMPERE) Altri 3600 utenti Attività più significative 2010: ricoveri accettazioni PS referti ambulatoriali ricette elettroniche prenotazioni ricovero consulenze interne richieste, order entry Cartella clinica del cittadino (TREC) Evoluzioni previste: Prescrizione elettronica Patient summary MMG/PLS RSA 118 Farmacie Ospedali accreditati Terme Altri TREC 500 utenti pilota MMG/PLS e RSA* medici (MMG/PLS; RSA) 397 su 524 (76%) assistiti Ampere su (84%) consensi referti Ampere prescrizioni specialistiche (con prestazioni) STRUTTURE ACCREDITATE* Connesso il 50% delle strutture Dal 2011 estensione a tutti i cittadini trentini * Dati a fine agosto 2010

13 Politiche sociali in provincia di Trento Nel disegnare un sistema di politiche sociali in grado di assicurare una risposta unitaria agli stati di bisogno, di migliorare la qualità dei servizi offerti e di valorizzare un elemento di forza del sistema trentino, la legge provinciale 13/2007 riforma il settore prevedendo: il trasferimento agli Enti locali (15 Comprensori/Comunità di valle, Comune di Trento) delle competenze in materia di assistenza e beneficenza pubblica, prima esercitate su delega della Provincia l attribuzione alla Provincia delle funzioni di pianificazione e controllo la partecipazione del cittadino alle fasi di programmazione, gestione e valutazione degli interventi socio-assistenziali il coinvolgimento dei privati non-profit e profit nell erogazione dei servizi garantendo qualità e diritti dei cittadini (accreditamento, livelli essenziali delle prestazioni) l integrazione delle politiche, in particolare socio-sanitaria, per una presa in carico unitaria del cittadino

14 Politiche sociali in provincia di Trento I numeri delle politiche sociali in trentino: cittadini 16 Enti gestori (15 Comprensori/Comunità di valle, Comune di Trento) circa 200 assistenti sociali presso gli Enti gestori 107 soggetti del privato sociale erogatori di servizi alla persona 261 associazioni del volontariato 91 associazioni operanti nel settore assistenziale 170 associazioni operanti nel settore educativo/formativo

15 L ICT per le politiche sociali Il nuovo welfare delineato dalla legge provinciale di riforma 13/2007 individua nel Sistema informativo delle politiche sociali lo strumento per consentire un'efficace attività di programmazione, gestione e valutazione degli interventi e ne promuove lo sviluppo secondo alcune principali linee di evoluzione: SISTEMI INFORMATIVI DI SETTORE Sviluppo e integrazione dei sistemi informativi di gestione dell attività nell ambito sociale, in particolare: Cartella sociale informatizzata: sistema di gestione degli interventi di servizio sociale professionale tenuto e aggiornato dagli assistenti sociali. Costituisce un primo nucleo di fascicolo sociale elettronico Anagrafe dei servizi sociali e socio-sanitari: sistema per la rilevazione dei servizi del terzo settore operanti sul territorio provinciale che fruiscono di finanziamenti diretti o indiretti da parte della PAT SVILUPPO DELLA RETE DEGLI ATTORI DELLE POLITICHE SOCIALI Interconnessione telematica e interoperabilità applicativa tra enti gestori (Comprensori/Comunità di valle, Comune di Trento), enti erogatori e Provincia per la condivisione dei dati assistenziali e l integrazione dei processi di erogazione dei servizi alla persona GOVERNO DELLE POLITICHE SOCIALI Costruzione di strumenti a supporto della PAT nella programmazione e l indirizzo delle politiche sociali sul territorio provinciale, la definizione dei livelli essenziali delle prestazioni, l autorizzazione e l accreditamento degli erogatori, la valutazione della qualità dei servizi

16 Il sistema informativo politiche sociali Cittadino Operatore sociale Muoversi Cartella sociale informatizzata Gestionale amministrativo Anagrafe servizi sociali Gestionale Ente erogatore Teleassistenza Contact center Ambient Assisted Living Altri Nucleo di Fascicolo Sociale Elettronico Piattaforma di interoperabilità (CSS) Governo Politiche sociali

17 L evoluzione per l integrazione sociosanitaria Ambito sanitario Ambito sociale S.I. clinico APSS Cittadino Emergenza Ricoveri Diagnostica Specialistica Territorio Altri Cartella sociale informatizzata Gestionale amministrativo Anagrafe servizi sociali Gestionale Ente erogatore Teleassistenza Contact center Ambient Assisted Living Muoversi Altri FAScicolo sanitario TREntino Piattaforma provinciale di interoperabilità (AMPERE) Cartella clinica del cittadino (TREC) Piattaforma di interoperabilità (CSS) MMG/PLS RSA 118 Farmacie Ospedali accreditati Terme Altri Piattaforma di interoperabilità socio-sanitaria (CSS) Governo Politiche sociali Operatore sanitario Operatore sociale Servizio 1 Servizio 2 Servizio N... Servizi applicativi d ambito socio-sanitario

18 L evoluzione verso il Fascicolo sociosanitario elettronico (FSSE) Ambito sanitario Ambito sociale Cittadino FSE FSoE Operatore sanitario Servizio 1 Piattaforma di interoperabilità socio-sanitaria (CSS) Servizio 2 FSSE... Servizio N Operatore sociale

19 Cos è TreC e il cittadino? La prospettiva di sviluppo individua una piattaforma di servizi di e- care pervasivi (TreC - Cartella Clinica del Cittadino) che supporta: il cittadino nella gestione della propria salute e cura le istituzioni socio-sanitarie nell erogazione di nuovi modelli di servizi TreC è attualmente in fase di rilascio graduale

20 I servizi di TreC Cittadino TREC BASE Integrazione con sistemi informativi sanitari per accesso online a referti, lettere dimissione Inserimento osservazioni personali (calendario, agenda, attività fisica, dieta, ecc.) + integrazione con CSS Servizio 1 + integrazione con Carta Provinciale dei Servizi Piattaforma di interoperabilità socio-sanitaria (CSS) Servizio 2... MODULI TREC SPECIFICI Sistemi a supporto della selfcare e gestione condivisa con operatori sanitari (es. diario, questionari, misura dei parametri vitali, moduli formativi-informativi, messaggistica sicura): diabete, scompenso cardiaco, asma, post-operatorio Alert/reminder (es. interazione farmaci, meteo pollini, ecc.) Sistemi a supporto della Servizio N gestione famigliare condivisa (es. anziani)

21 Cos è CSS Il progetto Cartella Socio Sanitaria (CSS) nasce come strumento abilitante alla gestione sinergica degli aspetti sanitari e socio assistenziali del cittadino L obiettivo è rendere operativo un modello organizzativo che punta a integrare e far cooperare strutture afferenti a domini amministrativi differenti

22 Gli obiettivi di CSS Offrire una piattaforma in cui gli attori coinvolti collaborano all'interno di una rete informativa integrata e condividono le rispettive viste sull assistito Fornire agli operatori socio-sanitari uno strumento di reportistica e monitoraggio dei processi socio-assistenziali

23 CSS e cooperazione applicativa CSS è coerente con gli standard di cooperazione applicativa SPCoop- ICAR Architettura SOA (Service Oriented Architecture) Diversi sistemi/organizzazioni presentano e scambiano i propri dati e servizi attraverso: la Porta di Dominio La busta di e-gov Amm. PDD Fase 1 : Messa a Disposizione Amministrazione Richiedente Fase 3 : Coordinamento Orchestratore WS- BPEL Amm. PDD SOAP BUSTA egov Porta di Dominio PDD SOAP SOAP SOAP Registro SICA Fase 4 : Pubblicazione Fase 2 : Predisposizione Fase 3 : Composizione Fase 5 : Esercizio e Manutenzione Moduli e Componenti Sistema Informativo Interno * Sistema Pubblico di Connettività 23

24 CSS I quattro scenari analizzati Teleassistenza Centro diurno Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA) Servizio di Assistenza Domiciliare (SAD) Ambito sanitario Ambito sociale

25 CSS I quattro scenari analizzati Ciascun scenario comprende la filiera delle attività volte alla: Richiesta: fase conoscitiva, valutativa e decisionale, elaborazione del progetto di intervento Attivazione ed erogazione: formalizzazione del contratto di erogazione, attuazione del contratto Gestione amministrativa: verifica, rendicontazione e aggiornamento dei vincoli contrattuali

26 CSS Scenario RSA

27 CSS Scenario Teleassistenza

28 CSS Scenario centro diurno

29 CSS Scenario SAD

30 Grazie per l attenzione

Informatica Trentina S.p.A.

Informatica Trentina S.p.A. Informatica Trentina S.p.A. Fascicolo socio-sanitario elettronico Strategia e iniziative in provincia di Trento Alessandro Lui Sviluppo Sistema Informativo Trentino Roma, 11 maggio 2011 Agenda La Società

Dettagli

Il Fascicolo Sanitario Elettronico. in TRENTINO

Il Fascicolo Sanitario Elettronico. in TRENTINO Trieste, 20 giugno 2014 Il Fascicolo Sanitario Elettronico in TRENTINO luciano.flor@apss.tn.it 1 e-health in P.A. di Trento anno 2014 al 3 giugno SIO APSS e ACCREDITATE Fascicolo sanitario elettronico

Dettagli

TELEMEDICINA. SALUTE IN RETE O BUONI PROPOSITI

TELEMEDICINA. SALUTE IN RETE O BUONI PROPOSITI TELEMEDICINA. SALUTE IN RETE O BUONI PROPOSITI MILANO, 2 MARZO 2015 DOTT. LUCIANO FLOR DIRETTORE GENERALE AZIENDA SANITARIA TRENTO Provincia Autonoma di Trento Superficie Kmq 6.200 eurochirurgia e troke

Dettagli

ICT per la Sanità in Emilia Romagna

ICT per la Sanità in Emilia Romagna ICT per la Sanità in Emilia Romagna Roma, 18 maggio 2012 L innovazione digitale per la sostenibilità del SSN 2 giornata nazionale della sanità elettronica Cabina di Regia 22 Maggio 2008 0 Sommario Vision,

Dettagli

1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte

1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte 1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte IL SISTEMA INFORMATIVO VISTO DALLA REGIONE PIEMONTE Dott. Domenico Nigro - Direzione regionale Sanità 24 Maggio 2008

Dettagli

Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda

Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda Giovedì 2 ottobre 2008 Obiettivo Il progetto Sistema informativo sanitario

Dettagli

Stato dell arte. Il Piano operativo del Programma SIRSE (DGR 29 giugno 2009 n. 24-11672) ha individuato tre priorità:

Stato dell arte. Il Piano operativo del Programma SIRSE (DGR 29 giugno 2009 n. 24-11672) ha individuato tre priorità: Sanità digitale Il completamento dell informatizzazione dell area clinico-sanitaria, la dematerializzazione della documentazione clinica e l accessibilità alle informazioni ed ai servizi da qualsiasi punto

Dettagli

Le relazioni tra FSE e cartella territoriale (nella Casa della Salute e nelle UCCP)

Le relazioni tra FSE e cartella territoriale (nella Casa della Salute e nelle UCCP) Convegno di studio su Privacy e Telemedicina Tra diritto del paziente alla riservatezza ed utilità della condivisione del dato sanitario Le relazioni tra FSE e cartella territoriale (nella Casa della Salute

Dettagli

Dal taccuino al Personal Health Record Trento, 21 marzo 2014. Caso di studio nazionale sul Taccuino e PHR: Lombardia

Dal taccuino al Personal Health Record Trento, 21 marzo 2014. Caso di studio nazionale sul Taccuino e PHR: Lombardia Dal taccuino al Personal Health Record Trento, 21 marzo 2014 Caso di studio nazionale sul Taccuino e PHR: Lombardia Chiara Penello Direzione Generale Salute Il SISS Sistema Informativo Socio sanitario

Dettagli

Con la realizzazione del CUP, di SOLE, del FSE e degli altri progetti regionali e di Asl, CUP 2000 ha dato in questi anni un contributo importante

Con la realizzazione del CUP, di SOLE, del FSE e degli altri progetti regionali e di Asl, CUP 2000 ha dato in questi anni un contributo importante Con la realizzazione del CUP, di SOLE, del FSE e degli altri progetti regionali e di Asl, CUP 2000 ha dato in questi anni un contributo importante alla costruzione di una architettura regionale e-health

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Regione Autonoma della Sardegna (MEDIR): la fase di avviamento del sistema

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Regione Autonoma della Sardegna (MEDIR): la fase di avviamento del sistema Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Autonoma della Sardegna (MEDIR): la fase di avviamento del sistema Gara Medir Pubblicazione del bando: Agosto Settembre

Dettagli

Agenda digitale italiana Sanità digitale

Agenda digitale italiana Sanità digitale Agenda digitale italiana Sanità digitale Paolo Donzelli Ufficio Progetti strategici per l innovazione digitale Dipartimento per la Digitalizzazione della P.A. e l innovazione tecnologica Presidenza del

Dettagli

Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna

Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna Il Progetto SOLE - Sanità On LinE e gli standard Stefano Micocci e Marco Devanna CUP 2000 15 settembre 2010 SOLE-100206 Di cosa parleremo

Dettagli

CONFERENZA SULLA SANITA ELETTRONICA

CONFERENZA SULLA SANITA ELETTRONICA CONFERENZA SULLA SANITA ELETTRONICA CONFERENZA SULLA SANITA ELETTRONICA Il percorso di adozione del Fascicolo Sanitario Elettronico in Italia Lidia Di Minco Direttore Ufficio Nuovo Sistema Informativo

Dettagli

FSEr: il percorso della Regione del Veneto

FSEr: il percorso della Regione del Veneto FSEr: il percorso della Regione del Veneto D R. S S A N A D I A R A C C A N E L L O S E Z I O N E C O N T R O L L I G O V E R N O E P E R S O N A L E S S R S E T T O R E S I S T E M A I N F O R M A T I

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei ministri. Agenda digitale italiana egovernment innovazione digitale nella PA

Presidenza del Consiglio dei ministri. Agenda digitale italiana egovernment innovazione digitale nella PA Presidenza del Consiglio dei ministri Agenda digitale italiana egovernment innovazione digitale nella PA 1 Agenda digitale italiana - Innovazione digitale nella PA - Infrastrutture abilitanti per la digitalizzazione

Dettagli

SISS IL SISTEMA AL SERVIZIO DELLA SANITÀ AO DESENZANO DEL GARDA

SISS IL SISTEMA AL SERVIZIO DELLA SANITÀ AO DESENZANO DEL GARDA SISS IL SISTEMA AL SERVIZIO DELLA SANITÀ AO DESENZANO DEL GARDA Sommario Introduzione Le finalità del progetto CRS-SISS e il ruolo di Regione Lombardia Aspetti tecnico-organizzativi del Progetto Servizi

Dettagli

Quali azioni per l implementazione del FSE: l esperienza della Regione Puglia

Quali azioni per l implementazione del FSE: l esperienza della Regione Puglia Quali azioni per l implementazione del FSE: l esperienza della Regione Puglia ing. Vito Bavaro email: v.bavaro@regione.puglia.it Ufficio Sistemi Informativi e Flussi Informativi Servizio Accreditamento

Dettagli

I flussi ed i sistemi informativi come strumento di valorizzazione e di monitoraggio del sistema di assistenza territoriale a garanzia dei LEA

I flussi ed i sistemi informativi come strumento di valorizzazione e di monitoraggio del sistema di assistenza territoriale a garanzia dei LEA I flussi ed i sistemi informativi come strumento di valorizzazione e di monitoraggio del sistema di assistenza territoriale a garanzia dei LEA Vito Bavaro Ufficio Sistemi Informativi e Flussi Informativi

Dettagli

ADOZIONE DEL FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO

ADOZIONE DEL FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO REGIONE BASILICATA ADOZIONE DEL FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO DIPARTIMENTO POLITICHE DELLA PERSONA Genesi: progetto RMMG Il progetto LUMIR prende vita dal Programma generale Rete dei Medici di Medicina

Dettagli

Sanità digitale !62 STRATEGIA PER LA CRESCITA DIGITALE 2014-2020

Sanità digitale !62 STRATEGIA PER LA CRESCITA DIGITALE 2014-2020 Sanità digitale Cosa e perchè L innovazione digitale dei processi sanitari è un passaggio fondamentale per migliorare il rapporto costo-qualità dei servizi sanitari, limitare sprechi e inefficienze, ridurre

Dettagli

L informatizzazione in ambiente sanitario: prospettive attuali e future

L informatizzazione in ambiente sanitario: prospettive attuali e future L informatizzazione in ambiente sanitario: prospettive attuali e future Dott. Pietro Paolo Faronato Direttore Generale Azienda ULSS 1 Belluno Padova, 27 settembre 2013 1 Verso la Sanità Digitale Sanità

Dettagli

Il piano egov 2012 - obiettivo salute -

Il piano egov 2012 - obiettivo salute - Il piano egov 2012 - obiettivo salute - Paola Tarquini Ufficio Studi e progetti per l innovazione digitale Dipartimento per la digitalizzazione della pubblica amministrazione e l innovazione tecnologica

Dettagli

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA IL CLIENTE Regione Lombardia, attraverso la società Lombardia Informatica. IL PROGETTO Fin dal 1998 la Regione Lombardia

Dettagli

L esperienza ligure del FSE: il Conto Corrente Salute

L esperienza ligure del FSE: il Conto Corrente Salute Regione Liguria L esperienza ligure del FSE: il Conto Corrente Salute Roma, 24 febbraio 2010 Maria Franca Tomassi La strategia Il Sistema Informativo Regionale Integrato per lo sviluppo della società dell

Dettagli

Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino. Roma, 27 marzo 2014

Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino. Roma, 27 marzo 2014 Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino Roma, 27 marzo 2014 Informatica Trentina: società di sistema Società a capitale interamente pubblico per la diffusione di servizi ICT al comparto pubblico

Dettagli

Caso di studio nazionale sul Taccuino e PHR : Toscana

Caso di studio nazionale sul Taccuino e PHR : Toscana Caso di studio nazionale sul Taccuino e PHR : Toscana Alessandra Morelli Regione Toscana Trento, 21 marzo 2014 AGENDA Il Sistema Sanitario della Toscana (SST) Obiettivi e strumenti Sistema ICT Il progetto

Dettagli

Agenda Digitale: questione tecnologica o solo culturale e organizzativa?

Agenda Digitale: questione tecnologica o solo culturale e organizzativa? Agenda Digitale: questione tecnologica o solo culturale e organizzativa? Paolo Donzelli DG Progetti strategici per l innovazione digitale Dipartimento per la Digitalizzazione della P.A. e l innovazione

Dettagli

Comunicare per «costruire salute» FORUM PA Roma, 29 maggio 2013. L uso dell ICT per lo sviluppo del «Sistema Informativo Sociosanitario»

Comunicare per «costruire salute» FORUM PA Roma, 29 maggio 2013. L uso dell ICT per lo sviluppo del «Sistema Informativo Sociosanitario» Comunicare per «costruire salute» FORUM PA Roma, 29 maggio 2013 L uso dell ICT per lo sviluppo del «Sistema Informativo Sociosanitario» Chiara Penello Decreto Crescita 2.0 (DL 179/2012 conv. in Legge n.

Dettagli

«L Agenda Digitale e l interconnessione col SSN»

«L Agenda Digitale e l interconnessione col SSN» «L Agenda Digitale e l interconnessione col SSN» Ing. Stefano van der Byl DIGITAL AGENDA FOR EUROPE Indicator (including breakdown and unit) for acute hospitals Broadband connection > 50Mbps (in % of hospitals)

Dettagli

Migliorare l informazione e l accesso ai servizi per il cittadino: il ruolo dell Azienda e del Medico di Famiglia

Migliorare l informazione e l accesso ai servizi per il cittadino: il ruolo dell Azienda e del Medico di Famiglia Migliorare l informazione e l accesso ai servizi per il cittadino: il ruolo dell Azienda e del Medico di Famiglia Dr. Alberto Carrera Responsabile Sistema Informativo Aziendale ASL1 Imperiese Dr. Roberto

Dettagli

Dialogo tra Ricerca, Innovazione e Sistema Sanitario. L'esperienza trentina.

Dialogo tra Ricerca, Innovazione e Sistema Sanitario. L'esperienza trentina. Dialogo tra Ricerca, Innovazione e Sistema Sanitario. L'esperienza trentina. Bolzano - 19 marzo, 2015 Giandomenico Nollo, IRCS PAT - FBK Ettore Turra, APSS Trento Progetto IRCS CONVENZIONE PAT-APSS-FBK:

Dettagli

La Carta Sanitaria Elettronica della Regione Toscana

La Carta Sanitaria Elettronica della Regione Toscana La Carta Sanitaria Elettronica della Regione Toscana 19 Marzo 2015 La CSE è un sistema per l acquisizione, l aggiornamento e la consultazione dei dati sanitari per semplificare l esercizio del diritto

Dettagli

Scenario di Riferimento ICT AREZZO

Scenario di Riferimento ICT AREZZO Scenario di Riferimento Il SST sta spostando l'attenzione sul Territorio quale punto di contatto e cura del cittadino/assistito, con l'obiettivo di prevenire e possibilmente evitare l'ospedalizzazione

Dettagli

Convegno SItI CURE PRIMARIE TRA MITO E REALTA : IL RUOLO DEI PROFESSIONISTI 13 novembre 2009 Bergamo

Convegno SItI CURE PRIMARIE TRA MITO E REALTA : IL RUOLO DEI PROFESSIONISTI 13 novembre 2009 Bergamo Convegno SItI CURE PRIMARIE TRA MITO E REALTA : IL RUOLO DEI PROFESSIONISTI 13 novembre 2009 Bergamo L esperienza dell Azienda Sanitaria Locale della provincia di Varese ALCUNE CONSIDERAZIONI La creazione

Dettagli

FORUM P.A. SANITA' 2001

FORUM P.A. SANITA' 2001 FORUM P.A. SANITA' 2001 Azienda Sanitaria Locale della provincia di Como Direzione Sanitaria, Dipartimento Attività Socio Sanitarie Integrate (A.S.S.I.) Dipartimento Servizi Sanitari di Base, Staff Educazione

Dettagli

Le soluzioni: Il Sistema che razionalizza i processi degli enti erogatori per migliorare i servizi a beneficio del cittadino

Le soluzioni: Il Sistema che razionalizza i processi degli enti erogatori per migliorare i servizi a beneficio del cittadino Le soluzioni: Il Sistema che razionalizza i processi degli enti erogatori per migliorare i servizi a beneficio del cittadino Affrontare le sfide del sistema socio-sanitario I sistemi socio-sanitari sono

Dettagli

Fattura elettronica e conservazione

Fattura elettronica e conservazione Fattura elettronica e conservazione Maria Pia Giovannini Responsabile Area Regole, standard e guide tecniche Agenzia per l Italia Digitale Torino, 22 novembre 2013 1 Il contesto di riferimento Agenda digitale

Dettagli

La centralità del paziente tra MMG Distretto e Ospedale: il Fascicolo Sanitario Elettronico. Daniele Donato Azienda ULSS 16 - Padova

La centralità del paziente tra MMG Distretto e Ospedale: il Fascicolo Sanitario Elettronico. Daniele Donato Azienda ULSS 16 - Padova La centralità del paziente tra MMG Distretto e Ospedale: il Fascicolo Sanitario Elettronico Daniele Donato Azienda ULSS 16 - Padova Premesse 2010 Centralità del paziente Continuità delle cure Appropriatezza

Dettagli

Contributi per evento dell 8 maggio 2015 c/o UNiVda

Contributi per evento dell 8 maggio 2015 c/o UNiVda Région Autonome Vallée d Aoste Regione Autonoma Valle d Aosta Présidence de la Région Secrétaire Général de la Région Presidenza della Regione Segretario Generale della Regione Piano Pluriennale 2014-201

Dettagli

Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Autonoma della Sardegna: stato dell arte ed evoluzione

Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Autonoma della Sardegna: stato dell arte ed evoluzione Verso la cartella clinica elettronica: standard internazionali e piattaforme aperte in informatica sanitaria Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Autonoma della Sardegna: stato dell arte ed

Dettagli

"L istituzionalizzazione della Telemedicina nella pratica clinica: un'opportunità per il miglioramento del Servizio Sanitario".

L istituzionalizzazione della Telemedicina nella pratica clinica: un'opportunità per il miglioramento del Servizio Sanitario. Workshop: La Medicina Telematica per la disabilità è una realtà: chi, dove e quando. "L istituzionalizzazione della Telemedicina nella pratica clinica: un'opportunità per il miglioramento del Servizio

Dettagli

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi L AMMINISTRAZIONE LOCALE: IL FRONT OFFICE DELL INTERO MONDO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Con il Piano di E-Government, con il ruolo centrale

Dettagli

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA IL CLIENTE Regione Lombardia, attraverso la società Lombardia Informatica. IL PROGETTO Fin dal 1998 la Regione Lombardia

Dettagli

Il digitale terrestre: buone pratiche a confronto

Il digitale terrestre: buone pratiche a confronto Il digitale terrestre: buone pratiche a confronto Le opportunità di integrazione della TDT con i servizi sanitari Leonardo Sartori Responsabile Sistemi Informativi Trento, 30 aprile 2010 leonardo.sartori@apss.tn.it

Dettagli

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source Dipartimento per l Innovazione e le Tecnologie Paola Tarquini Sommario Iniziative in atto Una possibile strategia per la diffusione del Software

Dettagli

I processi, l impegno e i risultati dell équipe infermieristica dell ASL 8 di Cagliari

I processi, l impegno e i risultati dell équipe infermieristica dell ASL 8 di Cagliari I processi, l impegno e i risultati dell équipe infermieristica dell ASL 8 di Cagliari Roma, 13 Maggio 2011 Prime esperienze DGR 11/15 del 22.02.1999 istituisce l ADI nelle ASL della Sardegna Il 01/07/1999

Dettagli

Carta Sanitaria Elettronica IL FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO IN REGIONE TOSCANA

Carta Sanitaria Elettronica IL FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO IN REGIONE TOSCANA Carta Sanitaria Elettronica IL FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO IN REGIONE TOSCANA 1 INDICE ARCHITETTURA CONTENUTI ORGANIZZAZIONE SOGGETTI COINVOLTI RIFERIMENTI NORMATIVI RIFERIMENTI TECNOLOGICI 2 ARCHITETTURA

Dettagli

Modalità di Gestione nelle Cure Primarie

Modalità di Gestione nelle Cure Primarie Modalità di Gestione nelle Cure Primarie Medicina d attesa Medicina d opportunità Medicina d Iniziativa Campagne di sensibilizzazione e di prevenzione Dr. Maurizio Pozzi Modelli Generali delle Cure Primarie

Dettagli

Il Sistema Informativo Sanitario Territoriale della Puglia

Il Sistema Informativo Sanitario Territoriale della Puglia Il Sistema Informativo Sanitario Territoriale della Puglia Assessorato al Welfare e alle Politiche della Salute Bari, 16 luglio 2014 Il Fascicolo Sanitario Elettronico L'art. 12 del D.L. 179 del 18 ottobre

Dettagli

Percorsi di innovazione nelle cure primarie Parma 21-22 ottobre 2011

Percorsi di innovazione nelle cure primarie Parma 21-22 ottobre 2011 Percorsi di innovazione nelle cure primarie Parma 21-22 ottobre 2011 Fabia Franchi Responsabile Servizio Assistenziale Tecnico e Riabilitativo AUSL di Bologna IL CONTESTO DELL AUSL DI BOLOGNA Superficie

Dettagli

Appropriatezza diagnostica e terapeutica nella prevenzione delle fratture da fragilità da osteoporosi

Appropriatezza diagnostica e terapeutica nella prevenzione delle fratture da fragilità da osteoporosi Appropriatezza diagnostica e terapeutica nella prevenzione delle fratture da fragilità da osteoporosi La proposta del Ministero: un Registro Italiano delle Fratture da Fragilità (RIFF) Rossana Ugenti Direttore

Dettagli

un rapporto di collaborazione con gli utenti

un rapporto di collaborazione con gli utenti LA CARTA DEI SERVIZI INFORMATICI un rapporto di collaborazione con gli utenti La prima edizione della Carta dei Servizi Informatici vuole affermare l impegno di Informatica Trentina e del Servizio Sistemi

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 21/29 DEL 13.6.2014

DELIBERAZIONE N. 21/29 DEL 13.6.2014 Oggetto: POR FESR 2007-2013 Linee di attività 1.2.1.a., b. e c. Rimodulazione e incremento della dotazione finanziaria per l attuazione degli interventi relativi alla dematerializzazione della prescrizione

Dettagli

Riforma ordinamento sanitario

Riforma ordinamento sanitario Riforma ordinamento sanitario L autonomia speciale è ancorata all accordo del 1946 Degasperi Gruber Lo statuto di autonomia del 1948 assegnava un ruolo preminente alla regione e prevedeva per la sanitàuna

Dettagli

Dalla rianimazione al domicilio. SERVIZIO ANESTESIA RIANIMAZIONE MEDICINA IPERBARICA P.O. MARINO Paolo Castaldi Fabiana Matta

Dalla rianimazione al domicilio. SERVIZIO ANESTESIA RIANIMAZIONE MEDICINA IPERBARICA P.O. MARINO Paolo Castaldi Fabiana Matta Dalla rianimazione al domicilio SERVIZIO ANESTESIA RIANIMAZIONE MEDICINA IPERBARICA P.O. MARINO Paolo Castaldi Fabiana Matta Dalla rianimazione al domicilio Problema Bisogni Risposta Piano personalizzato

Dettagli

ICT Sanità in Regione Piemonte: stato dell arte e possibili evoluzioni

ICT Sanità in Regione Piemonte: stato dell arte e possibili evoluzioni ICT Sanità in Regione Piemonte: stato dell arte e possibili evoluzioni Carla Gaveglio Direttore Soluzioni Applicative per la Salute CSI Piemonte Giugno 2014 1 Contesto di riferimento 2 Contesto di riferimento

Dettagli

Lo sviluppo dei sistemi Informativi delle Aziende ospedaliere nel contesto del Sistema Informativo Regionale

Lo sviluppo dei sistemi Informativi delle Aziende ospedaliere nel contesto del Sistema Informativo Regionale I dati da cui partire: Lo sviluppo dei sistemi Informativi delle Aziende ospedaliere nel contesto del Sistema Informativo Regionale Tutti i cittadini lombardi hanno ricevuto la loro CRS-SISS oltre IL 90

Dettagli

Prove Esame di Stato

Prove Esame di Stato Prove Esame di Stato 2012 SEZ. A 1 Prova L Assistente Sociale specialista responsabile di un servizio sociale riceve dal proprio riferimento politico (Assessore alle politiche sociali) l incarico di redigere

Dettagli

IL PROGETTO AMPERSA. Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento APSS: ORGANIZZAZIONE E OBIETTIVI

IL PROGETTO AMPERSA. Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento APSS: ORGANIZZAZIONE E OBIETTIVI IL PROGETTO AMPERSA Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento Cristiana Armaroli,Andrea Vielmetti, Ettore Turra APSS - Trento Nell ambito delle Aziende Sanitarie Locali il progetto AMPERSA relativo

Dettagli

Quali servizi per un Agenda digitale alpina

Quali servizi per un Agenda digitale alpina Quali servizi per un Agenda digitale alpina Marcello Petitta, responsabile ENEA per la Convenzione delle Alpi Con contributi di Roberto Pizzicannella e Sergio Bettotti, Provincia Autonoma di Trento Agenda

Dettagli

Le reti. qualità e dell efficienza dell assistenza. Angelo Rossi Mori Gregorio Mercurio Istituto Tecnologie Biomediche - CNR

Le reti. qualità e dell efficienza dell assistenza. Angelo Rossi Mori Gregorio Mercurio Istituto Tecnologie Biomediche - CNR Le reti per il miglioramento della qualità e dell efficienza dell assistenza Angelo Rossi Mori Gregorio Mercurio Istituto Tecnologie Biomediche - CNR il sistema sanitario non è un sistema non è un sistema

Dettagli

Tabella 6: Tipologie di azioni della Società dell Informazione, Progetti di InnovaPuglia

Tabella 6: Tipologie di azioni della Società dell Informazione, Progetti di InnovaPuglia Tabella 6: della Società dell Informazione, Asse I - Infrastruttura a banda larga 1. Completamento della copertura a banda larga degli Enti pubblici e dei siti strategici per l erogazione di servizi di

Dettagli

STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE

STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE Titolo 3 - PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO DELLA RETE PEDIATRICA REGIONALE Art. 20 - Art. 21 - Art. 22 - Art. 23 - Art. 24 - Art. 25 - Verso

Dettagli

RUOLI E COMPETENZE IN SANITA Lo sviluppo delle pratiche di Human Resource Management: scenari ed esperienze di successo Modena 21 giugno 2011

RUOLI E COMPETENZE IN SANITA Lo sviluppo delle pratiche di Human Resource Management: scenari ed esperienze di successo Modena 21 giugno 2011 RUOLI E COMPETENZE IN SANITA Lo sviluppo delle pratiche di Human Resource Management: scenari ed esperienze di successo Modena 21 giugno 2011 Ettore Turra Innovazione Organizzativa e Gestione del Cambiamento

Dettagli

PROGETTI di E-government Area Sanità

PROGETTI di E-government Area Sanità PROGETTI di E-government Area Sanità Regione del Veneto Fabio Perina 15 dicembre 2004 Medici Di Base Cup IL ROGETTO Distretti Farmacie Repository Reparti Laboratori Sistema Accessi Gestore Eventi Comuni

Dettagli

Le opportunità della telemedicina

Le opportunità della telemedicina 5 Congresso Nazionale F.I.Te.La.B. Le opportunità della telemedicina nell assistenza di base Dr. Salvatore Amato Michele La Versa Telemedicina Per telemedicina intendiamo l'insieme di tecniche mediche

Dettagli

Comunicare per Costruire Salute Roma, 29 maggio 2013. Anna Darchini Resp. Innovazione e Sviluppo ICT - Regione Emilia Romagna

Comunicare per Costruire Salute Roma, 29 maggio 2013. Anna Darchini Resp. Innovazione e Sviluppo ICT - Regione Emilia Romagna La comunicazione nella riorganizzazione del Servizio Sanitario Regionale. Strumenti per l accessibilità e l integrazione dei servizi sociosanitari Regione Emilia Romagna Anna Darchini Resp. Innovazione

Dettagli

4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica

4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica 4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica Il FSE e la Telemedicina Dott.ssa Lidia Di Minco Direttore Ufficio Coordinamento, Sviluppo e Gestione del NSIS Direzione Generale

Dettagli

Workshop: Telemedicina e Sanità elettronica: facciamo il punto! La rete e-care a supporto del paziente fragile

Workshop: Telemedicina e Sanità elettronica: facciamo il punto! La rete e-care a supporto del paziente fragile Workshop: Telemedicina e Sanità elettronica: facciamo il punto! La rete e-care a supporto del paziente fragile Carla Fiori Direttore Settore Reti e-care CUP 2000 SpA - Bologna Roma, 24 giugno 2010 Palazzo

Dettagli

Udine, 30 ottobre 2015

Udine, 30 ottobre 2015 Udine, 30 ottobre 2015 2 CONVEGNO INTERREGIONALE CARD La Prevenzione nel distretto DIREZIONI TECNICHE REGIONALI: Stato dell arte nelle Regioni del Triveneto, della realizzazione delle leggi di riforma

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome E-mail istituzionale Nazionalità SISTI CRISTIANA Indirizzo ANCONA, VIA MANZONI, 69 Telefono Cell.: 347/7835790

Dettagli

Conferenza Stampa. Cure intermedie: attivi 6 posti. all ASP Bassa Est San Mauro Abate di Colorno

Conferenza Stampa. Cure intermedie: attivi 6 posti. all ASP Bassa Est San Mauro Abate di Colorno Conferenza Stampa Cure intermedie: attivi 6 posti all ASP Bassa Est San Mauro Abate di Colorno Mercoledì 17 settembre 2014 - ore 11.30 Sala riunioni Servizio Attività Tecniche AUSL di Parma Via Spalato

Dettagli

Workshop: Telemedicina e Sanità elettronica: facciamo il punto! Telemedicina: il ruolo dei Medici di Medicina Generale

Workshop: Telemedicina e Sanità elettronica: facciamo il punto! Telemedicina: il ruolo dei Medici di Medicina Generale Workshop: Telemedicina e Sanità elettronica: facciamo il punto! Telemedicina: il ruolo dei Medici di Medicina Generale Gianni Commissione Nazionale FIMMG per la Telemedicina LE CURE PRIMARIE Cure Primarie

Dettagli

Accompagnare le cronicità e le fragilità IL NUOVO PATTO STATO-REGIONI: TRA TAGLI ED EFFICIENZA

Accompagnare le cronicità e le fragilità IL NUOVO PATTO STATO-REGIONI: TRA TAGLI ED EFFICIENZA Accompagnare le cronicità e le fragilità IL NUOVO PATTO STATO-REGIONI: TRA TAGLI ED EFFICIENZA Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato Milano, 01 Marzo 2014 La domanda Gli anziani

Dettagli

ICT IN SANITÀ: IL PERCORSO DEL FUTURO Saronno (Va) 18 febbraio 2009

ICT IN SANITÀ: IL PERCORSO DEL FUTURO Saronno (Va) 18 febbraio 2009 ICT IN SANITÀ: IL PERCORSO DEL FUTURO Saronno (Va) 18 febbraio 2009 Il progetto di sviluppo del sistema informativo nell Azienda Ospedaliera di Legnano Claudio Caccia Responsabile Staff Sistemi Informativi

Dettagli

Curriculum Vitae di LEONARDO SARTORI

Curriculum Vitae di LEONARDO SARTORI Curriculum Vitae di LEONARDO SARTORI DATI PERSONALI nato a CADERZONE TERME, il 16-07-1954 PROFILO BREVE Leonardo Sartori, laureato in scienze dell informazione all Università di Pisa, dal 1978 lavora come

Dettagli

INFORMATIVA SUL SERVIZIO CONTO CORRENTE SALUTE (ai sensi dell Art. 13 Dgls 196/2003, Codice in materia di protezione di dati personali)

INFORMATIVA SUL SERVIZIO CONTO CORRENTE SALUTE (ai sensi dell Art. 13 Dgls 196/2003, Codice in materia di protezione di dati personali) INFORMATIVA SUL SERVIZIO CONTO CORRENTE SALUTE (ai sensi dell Art. 13 Dgls 196/2003, Codice in materia di protezione di dati personali) Gentile Signora / Gentile Signore, desideriamo informarla sulle finalità

Dettagli

BILANCIO DI MISSIONE 2012 RENDICONTO 2011

BILANCIO DI MISSIONE 2012 RENDICONTO 2011 AZIENDA USL DI RAVENNA BILANCIO DI MISSIONE 2012 RENDICONTO 2011 Gruppo di lavoro Coordinamento Milva Fanti Redazione dei capitoli Presentazione e conclusioni: Capitolo 1: Giuliano Silvi Capitolo 2: Gianni

Dettagli

4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica

4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica 4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica Telemedicina: una sfida per la sostenibilità del sistema sanitario Integrazione dei servizi di Telemedicina con il Fascicolo Sanitario

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE

SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE EGIDIO PICERNO POTENZA 9 LUGLIO 2010 Interoperabiltà è la capacità di due o più sistemi informativi di scambiarsi informazioni e di attivare, a suddetto

Dettagli

guida: lo stato dell arte Stefano Micocci CUP 2000

guida: lo stato dell arte Stefano Micocci CUP 2000 Gli standard e le linee guida: lo stato dell arte Stefano Micocci CUP 2000 Di cosa parleremo Le reti in sanità: come stanno evolvendo in ambito regionale, nazionale ed europeo Il ruolo degli standard nel

Dettagli

ICT in sanità: il percorso del futuro

ICT in sanità: il percorso del futuro ICT in sanità: il percorso del futuro Saronno, 18 Febbraio 2009 L di Busto Arsizio I Presidi ospedalieri di: Busto Arsizio Saronno Tradate Alcuni dati dimensionali 3 Presidi Ospedalieri: Busto Arsizio,

Dettagli

Assetti di Governance dei Servizi Territoriali. Le cure primarie: Il caso della ASL di L Aquila

Assetti di Governance dei Servizi Territoriali. Le cure primarie: Il caso della ASL di L Aquila Assetti di Governance dei Servizi Territoriali Le cure primarie: Il caso della Introduzione Profilo Aziendale Indice Il Governo dei servizi territoriali: la scelta dell Il modello di Programmazione e Controllo

Dettagli

SANITA e ICT. DISRUPTING IDEAS for FRIULI VENEZIA GIULIA. Conservatori quanto necessario, innovativi il più possibile

SANITA e ICT. DISRUPTING IDEAS for FRIULI VENEZIA GIULIA. Conservatori quanto necessario, innovativi il più possibile DISRUPTING IDEAS for FRIULI VENEZIA GIULIA Conservatori quanto necessario, innovativi il più possibile SANITA e ICT Polo Tecnologico di Pordenone, 26 giugno 2015 Fulvio Sbroiavacca direttore Divisione

Dettagli

Dall agenda digitale locale alle Smart Communities: il percorso in atto in regione Emilia Romagna. Dimitri Tartari, Regione Emilia-Romagna

Dall agenda digitale locale alle Smart Communities: il percorso in atto in regione Emilia Romagna. Dimitri Tartari, Regione Emilia-Romagna L Agenda Digitale Locale: il piano strategico condiviso per le politiche di innovazione e di progettazione di comunità locali intelligenti e sostenibili: il caso dell Emilia-Romagna Dall agenda digitale

Dettagli

VALLE D'AOSTA INDICE CRONOLOGICO DELLA NORMATIVA REGIONALE

VALLE D'AOSTA INDICE CRONOLOGICO DELLA NORMATIVA REGIONALE VALLE D'AOSTA NDCE CRONOLOGCO DELLA NORMATA REGONALE AVVSO A LETTOR Gli indici cronologici sono stati realizzati per facilitare la ricerca di una specifica norma di legge. Per consultarne il testo è comunque

Dettagli

Le linee guida regionali sui piani di zona 2011 2015: da Casa di Riposo a Centro di Servizio

Le linee guida regionali sui piani di zona 2011 2015: da Casa di Riposo a Centro di Servizio Le linee guida regionali sui piani di zona 2011 2015: da Casa di Riposo a Centro di Servizio Il quadro Istituzionale organizzativo in Regione Veneto Dirigente Regionale Servizi Sociali dott. Mario Modolo

Dettagli

FORUM PA 2009. Roma 11-14 maggio

FORUM PA 2009. Roma 11-14 maggio IL PROGETTO COLLABORAZIONE TERRITORIALE ICT DI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO QUALE FATTORE DI SVILUPPO DEL SISTEMA LOCALE DELLE IMPRESE ICT Alcune testimonianze 13 maggio 2009 ore 11.30 Mauro Piffer, Andrea

Dettagli

STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE. Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014

STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE. Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014 Al servizio di gente unica STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014 Trieste 11 febbraio 2015 La crescita digitale in

Dettagli

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale 1. Livello infrastrutturale Il Cloud, inteso come un ampio insieme di risorse e servizi fruibili da Internet che possono essere dinamicamente

Dettagli

La Sicurezza delle Informazioni in Sanità. A cura di Fulvio Barbarito Direttore Direzione Sanità

La Sicurezza delle Informazioni in Sanità. A cura di Fulvio Barbarito Direttore Direzione Sanità La Sicurezza delle Informazioni in Sanità A cura di Fulvio Barbarito Direttore Direzione Sanità Milano, 13 marzo 2013 SECURITY SUMMIT 2013 Agenda Il Sistema Informativo Socio Sanitario (SISS) I numeri

Dettagli

Piano egov 2012: gli obiettivi

Piano egov 2012: gli obiettivi Il piano egov 2012 - obiettivo salute - Paola Tarquini Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per la digitalizzazione della PA e l innovazione tecnologica Ufficio Studi e progetti per l innovazione

Dettagli

La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio del territorio

La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio del territorio La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio dei Comuni e del territorio 28 aprile 2015 1 Legge 56/2014 Del Rio 85. Le province di cui ai commi da 51 a 53, quali enti con funzioni di area

Dettagli

Il sistema di governo della programmazione. Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio

Il sistema di governo della programmazione. Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio Il sistema di governo della programmazione Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio Gli organismi coinvolti nel processo programmatorio Assemblea Distrettuale

Dettagli

IL CONTRIBUTO DEGLI INFERMIERI ALLA IDEAZIONE DEL PSS REGIONALE

IL CONTRIBUTO DEGLI INFERMIERI ALLA IDEAZIONE DEL PSS REGIONALE IL CONTRIBUTO DEGLI INFERMIERI ALLA IDEAZIONE DEL PSS REGIONALE Il presente documento, presentato in V commissione in occasione dell audizione del 23 settembre, si compone di due parti: Introduzione e

Dettagli

REGIONANDO 2000 REGIONE LOMBARDIA SANITA' REGIONE LOMBARDIA LA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI - SISTEMA INFORMATIVO SOCIO - SANITARIO

REGIONANDO 2000 REGIONE LOMBARDIA SANITA' REGIONE LOMBARDIA LA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI - SISTEMA INFORMATIVO SOCIO - SANITARIO REGIONANDO 2000 REGIONE LOMBARDIA SANITA' REGIONE LOMBARDIA LA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI - SISTEMA INFORMATIVO SOCIO - SANITARIO Il progetto del Sistema Informativo Socio Sanitario, promosso dalla Giunta

Dettagli

Modello dell Infrastruttura per il Fascicolo Sanitario Elettronico (InfFSE) Progetto: Infrastruttura tecnologica del Fascicolo Sanitario Elettronico

Modello dell Infrastruttura per il Fascicolo Sanitario Elettronico (InfFSE) Progetto: Infrastruttura tecnologica del Fascicolo Sanitario Elettronico Dipartimento per la digitalizzazione della PA e l innovazione Consiglio Nazionale delle Ricerche Dipartimento delle Tecnologie dell Informazione e delle Comunicazioni Modello dell Infrastruttura per il

Dettagli

NGN & WIFI PROMOSSI DALLA PA

NGN & WIFI PROMOSSI DALLA PA Il Trentino Territorio d innovazione Mario Groff mario.groff@trentinonetwork.it L infrastrutturazione in larga banda ed in fibra ottica sono elementi abilitanti allo sviluppo imprenditoriale, dei servizi

Dettagli