La lunga crisi dei consumi delle famiglie italiane

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La lunga crisi dei consumi delle famiglie italiane"

Transcript

1 La lunga crisi di consumi dll famigli italian Fdl D Novllis La fas di bassa crscita di consumi in Italia ch si è prodotta dall inizio dl dcnnio dipnd dalla mancata crscita dl rddito dll famigli. Qusta rifltt la scarsa prformanc macroconomica in aggrgato, d ssnzialmnt la stagnazion dlla produttività, ch ha frnato la crscita dl potr d acquisto dll rtribuzioni. Più di rcnt, il dtrioramnto si è aggravato a sguito dll aumnto dll onr pr il srvizio dl dbito a causa dlla risalita dll inflazion lgata ai rincari dll matri prim. Introduzion Nl 2008 la crisi ch ha colpito l conomia italiana ha condotto a un sostanzial azzramnto dl tasso di crscita dl Prodotto Intrno Lordo. In qusto contsto, particolarmnt dbol è la dinamica di consumi, ch nl dato mdio annuo difficilmnt riuscirà a raggiungr una variazion di sgno positivo. Tal voluzion, inoltr, rapprsnta il punto di maggior soffrnza dopo una lunga fas di difficoltà pr l famigli italian. La crisi di consumi italiani è un fnomno in atto da divrsi anni. La rcssion dlla domanda avvnuta a cavallo fra il 2001 l inizio dl 2002 non ra stata sguita da una vra propria riprsa, ma solamnt da un liv rcupro, a tassi molto blandi, prossimi mdiamnt all 1% all anno. Si tratta di ritmi strmamnt contnuti non solo in una prospttiva storica, ma anch nl confronto intrnazional. Nl panorama uropo, una prformanc dludnt ha carattrizzato l conomia tdsca, mntr l altr maggiori conomi hanno rgistrato tassi di crscita di consumi dll famigli significativamnt supriori a qulli italiani. Considrando l intro priodo , il tasso mdio di spansion di consumi dll famigli è risultato pari all 1,5% pr il total dll ara uro, con una crscita pari allo 0,3% in Grmania, allo 0,9% in Italia, al 2,4% in Francia al 3,5% in Spagna. L spcificità nazionali hanno, in fftti, sovrastato gli lmnti di somiglianza, mantnndo i consumi ni divrsi pasi dll urozona lungo trnd diffrnti. Si può, quindi, a ragion parlar di una divrsa tndnza di fondo pr ciascun pas, cui si sono sovrappost fluttuazioni di carattr ciclico maggior- Fdl D Novllis Economista Rf. Ricrch pr l Economia la Finanza 129

2 mnt condivis. Qusto prché i fattori di natura struttural ch dtrminano la crscita potnzial dl rddito di ciascuna conomia sono ancora dominati dall spcificità nazionali, mntr l fluttuazioni dl ciclo mantngono un lvata sincronia fra i divrsi pasi, riflttndo principalmnt impulsi dlla stssa natura (fluttuazioni dlla domanda intrnazional, przzi dll matri prim, politica montaria, tasso di cambio). La distinzion fra il conctto di ciclo qullo di trnd può prtanto costituir il punto di partnza anch pr rapprsntar l andamnto di consumi, sia prché ssa fornisc un util chiav di lttura, sia pr comodità spositiva. Si possono, quindi, illustrar dapprima i fattori alla bas dl basso trnd di crscita di consumi italiani, pr poi saminar i fattori di carattr ciclico ch carattrizzano il difficil passaggio congiuntural ch stiamo attravrsando. I consumi riflttono la dbolzza dl rddito disponibil Il primo punto è rapprsntato dalla comparazion dlla dinamica di consumi con qulla dl rddito disponibil dll famigli. Prndndo a rifrimnto la dinamica complssiva di qust du variabili nl corso dl priodo , si sgnala com ss cumulino, pur sgundo profili lggrmnt diffrnti, in una crscita sostanzialmnt analoga, pari allo 0,9%. Il fatto ch la dinamica complssiva di consumi sia in lina con qulla dl rddito è important, prché da ssa si vinc ch la bassa crscita dlla spsa dll famigli è sostanzialmnt spigata dagli argomnti di una tradizional funzion dl consumo. In trmini più smplici, non vi sarbb nulla di strano ni comportamnti di spsa dll famigli, una volta considrata la bassa crscita dl loro rddito. Qusta tsi va in dirzion opposta risptto ad altr chiavi di lttura diffus all intrno dl dibattito corrnt. Fra qust ricordiamo, pr smpio, qull ch sottolinano il pso di fattori lgati al clima di fiducia dll famigli (sovnt qusto tma è sviluppato da quanti nfatizzano l qustioni lgat alla prcarità dl mrcato dl lavoro), oppur qull ch sgnalano la prsnza di un surplus di inflazion non misurato nll statistich ufficiali soprattutto nl priodo succssivo al changovr ( ch avrbb pnalizzato la crscita dl rddito in misura più marcata risptto a quanto rgistrato ni conti conomici nazionali). 130

3 La bassa dinamica salarial pnalizza la crscita dl rddito dll famigli L voluzion dll principali dtrminanti dlla dinamica di rdditi dll famigli sgnala a sua volta com la loro crscita sia stata pnalizzata, durant gli anni passati, principalmnt dalla stagnazion di salari rali. Fra il 2000 il 2007, la crscita di salari sprssa in trmini rali è risultata pari allo 0,4%. A partir da una sostanzial stagnazion salarial sarbb stato difficil attndrsi una dinamica dl rddito disponibil molto suprior, anch considrando ch l spansion dll occupazion è risultata rlativamnt sostnuta. La frnata di salari è un fnomno ch carattrizza l conomia italiana sin dall inizio dgli anni 90; tal andamnto sarbb praltro in lina con la stagnazion dlla produttività dl lavoro mrsa nl corso dllo stsso priodo. Nlla Fig. 1 si mostra l andamnto di un indicator di potr d acquisto dll rtribuzioni costruito a partir dalla contabilità nazional, utilizzando l rtribuzioni di fatto 1 dflazionandol con il dflator di consumi dll famigli 2. L indic di salari rali è rapprsntato nlla Fig. 1 com numro indic fatto 100 il Com si ossrva, tal indicator ngli ultimi trimstri si è posizionato intorno a un valor pari a 103 circa. Quindi, fra il 1992 l inizio dl 2008 sarbb stato cumulato un incrmnto ral di salari dl 3%, circa lo 0,2% all anno in mdia pr quindici anni conscutivi. Pr confronto si considri ch fra i primi anni 80 il 1992 l incrmnto ra stato dl 13%, poco più dll 1% all anno. Tornando al priodo rcnt, si possono comunqu individuar du fasi: qulla dlla prima part dgli anni 90, in cui il nostro indicator addirittura cad, qulla succssiva, in cui ralizza un lnto rcupro dll posizioni. La fas dlla caduta corrispond prssappoco al priodo succssivo alla svalutazion dl 1992, quando la caduta dl cambio innalza l inflazion, mntr gli accordi di politica di rdditi prvngono un pino aggiustamnto salarial risptto all aumntato livllo di przzi. Dal 1996 comincia un lnto rcupro, ch riporta i salari a fin 2001 sul valor dl Da allora sono trascorsi più di si anni, in cui gli aumnti hanno cumulato mno dl 3%. Va, infin, sgnalato ch la dbol crscita di salari rali sprssa dal grafico è calcolata utilizzando un indicator di rtribuzion lorda. Pr prvnir al potr d acquisto dl salario ntto occorrrbb scorporar anch la componnt dll impost dirtt sul salario, la cui quota è crtamnt aumntata dai primi anni 90 a oggi, sicché il già magro incrmnto dl salario ral calcolato a partir dalla rtribuzion lorda si assottiglia ultriormnt s ci si rifrisc ai salari dopo l tass. 3 1 Il complsso cioè dll rtribuzioni includndo, oltr alla bas dl contratto nazional, anch tutt l componnti variabili, gli scatti di anzianità l progrssioni di carrira. 2 Ch misura la dinamica di przzi di bni acquistati dai consumatori nl priodo, divrsamnt dal più utilizzato indic di przzi al consumo, ch misura la dinamica di przzi di un dato panir strutturato scondo la spsa dll anno bas. 3 Non approfondiamo qusto asptto, ma l analisi sul tma (Marino Torrini, 2008) vidnziano com l aliquota mdia ntta (considrando Irpf, addizionali aliquota di contributi sociali a carico dl lavorator) sia aumntata durant gli anni 90, pr poi intraprndr un profilo discndnt nl corso dgli anni più rcnti. 131

4 Si può, dunqu, proporr una prima chiav di lttura fondata sul fatto ch il sistma conomico sarbb ntrato in una fas di bassa crscita indotta dalla stagnazion dlla produttività, da cui consgu la scarsa dinamica di salari rali, dunqu, di consumi. Qusta intrprtazion tnd vidntmnt a sgnalar com fra l caus dlla bassa crscita dll conomia italiana non vi siano spcifici fattori di domanda. Sarmmo piuttosto in prsnza di una fas di dbolzza struttural pr cui il sistma, non riuscndo a spandrsi, non produc l risors ncssari pr sostnr la crscita di salari, in dfinitiva, di consumi. Al fin di rafforzar ultriormnt qusta tsi, può ssr util passar in rassgna i divrsi fattori ch concorrono a dtrminar i comportamnti di consumo dll famigli. Fig. 1 Italia: salari rali Rtribuzioni di fatto da contabilità dflazionat con il dflator di consumi; indic 1992=100 Font: laborazioni REF su dati ISTAT. Non si è ridotta la propnsion al risparmio 132 Dopo la drastica discsa vrificatasi nlla sconda mtà dgli anni 90, il tasso di risparmio dll famigli italian dscriv dapprima un rialzo nl binnio , pr poi ridimnsionarsi lggrmnt durant gli anni succssivi. Nl complsso dl priodo la variazion cumulata è prssoché nulla (nl 2007 si torna vicino ai valori dl 2000). L andamnto dlla propnsion al risparmio risultrbb spigabil alla luc dl fatto ch la stagnazion di salari non ha crto asscondato la formazion di aspttativ di innalzamnto dl trnd di crscita dl rddito (oppur, s si prfrisc l sprssion, dlla dinamica dl rddito prmannt ). Il prcorso sguito è prò inusual, in quanto la propnsion al risparmio ha svolto un ruolo pro-ciclico, ch è il contrario di quanto accad normalmnt. La rcssion di inizio dcnnio ra stata ffttivamnt una crisi da consumi, lgata anch al ciclo di borsa innscata dal prodursi di fftti ricchzza avvrsi nfatiz-

5 zati in fasi succssiv da vnti spcifici nazionali (scandali Cirio, Parmalat crisi di bond argntini): l prdit subit dai risparmiatori avvano, quindi, influnzato anch l dcisioni di consumo. Ngli anni succssivi non si è andati, prò, oltr un rcupro dll posizioni prs a inizio dcnnio. Qusto sgnala ch la normalizzazion dl quadro finanziario, il favorvol ciclo di borsa protrattosi da mtà 2003 sino a mtà 2007, non hanno gnrato una riprsa dll aspttativ tal da giustificar un ultrior abbassamnto dl tasso di risparmio dll famigli. A tal proposito va ricordata la struttura molto più consrvativa di comportamnti dll famigli italian in trmini di asst allocation risptto agli altri pasi. Basti considrar ch quasi la mtà dlla ricchzza dll famigli (il 46,6% a fin 2007) è composta dalla dtnzion dirtta di strumnti montari obbligazionari; tal quota poi sal ultriormnt s si considra anch la dtnzion ch avvin indirttamnt attravrso i prodotti di risparmio gstito. Qusto asptto vidnza una sorta di asimmtria dlla posizion italiana risptto all altr conomi (Coraggio Franzosi, 2008). La posizion dll Italia prsnta, prò, alcuni lmnti di pculiarità s si passa a considrar ch la sostanzial stabilità dlla propnsion al risparmio si è vrificata in un priodo in cui in altri pasi l famigli tndvano a rodr il tasso di risparmio a incrmntar il loro livllo di indbitamnto, sollcitat dal fort abbassamnto dl livllo di tassi d intrss. In Italia qusto tipo di fnomni ha inciso dcisamnt mno. Il crdito al consumo è in fftti aumntato a tassi molto lvati pr divrsi anni, ma a partir da una dimnsion assoluta dgli stock irrisoria risptto agli altri pasi insufficint pr condizionar gli andamnti dlla spsa in aggrgato. Fig. 2 Propnsion al risparmio dll famigli Font: laborazioni REF su dati ISTAT. in % dl rddito disponibil 133

6 Il ciclo dl dbito si è scaricato sull immobiliar Emrg subito una distinzion fra i comportamnti dll famigli italian qulli ossrvati in altri pasi. Da noi il ciclo dl crdito ha sollcitato ssnzialmnt l aumnto dlla domanda di abitazioni innscando, com altrov, un podroso ciclo dgli invstimnti rsidnziali. Non si è, invc, vrificato, s non in misura marginal, il fnomno di finanziamnto di consumi attravrso l accnsion di mutui sull immobil di proprità, fnomno tipico soprattutto di mondo anglosasson. Prtanto, allo scarso rilivo dgli fftti ricchzza lgati all voluzion dlla componnt finanziaria dl patrimonio dll famigli, si è aggiunta anch l assnza di spint lgat alla rivalutazion dgli asst rali. Il ciclo dl dbito lgato all immobiliar non ha, quindi, svolto qul ruolo di volano di consumi ossrvato in altri pasi. Anzi, potrbb ssrsi addirittura vrificato un fnomno di sgno contrario, pr cui l aumnto dgli invstimnti rsidnziali innscato dal basso livllo di tassi di intrss sarbb stato parzialmnt finanziato attravrso uno spiazzamnto dlla domanda di consumo: in trmini più smplici, l rat di mutui avrbbro ridotto gli spazi di crscita di consumi. Scarsi margini di manovra pr la politica di bilancio 134 Un altro asptto important è costituito dall voluzion dlla prssion fiscal sull famigli. Qusto è naturalmnt un tma di strmo intrss, in quanto uno di fattori ch avrbbro potuto sorrggr la crscita dll conomia italiana ra lgato al fatto ch nl corso dlla sconda mtà dgli anni 90 ra stato sostnuto un important sforzo di aggiustamnto fiscal. Il compltamnto dll azion di risanamnto di conti pubblici avrbb, quindi, dovuto dtrminar un incrmnto dlla propnsion al consumo (scondo la toria, una finanza pubblica squilibrata sping l famigli a risparmiar di più data l aspttativa di maggiori impost futur finalizzat a ripagar l indbitamnto attual). Complic anch il mnzionato profilo dlla ricchzza finanziaria, il nuovo dcnnio ha, prò, visto saurirsi il procsso di innalzamnto dlla propnsion a spndr ch avva carattrizzato tutta la sconda mtà dgli anni 90 mntr, contstualmnt, anch la fas di riduzion dl dficit pubblico subiva un arrsto. Di fatto, dal 1997, anno in cui vniva sfiorato il traguardo di Maastricht, pr tutto il succssivo dcnnio, il dficit pubblico italiano ha oscillato intorno a valori gnralmnt comprsi fra il 3% il 4%, insufficinti sia pr soddisfar il risptto di piani di convrgnza uropi, sia pr innscar un prcorso di dcisa contrazion dl rapporto dbito/pil. Il ciclo spansivo dlla politica di bilancio prodottosi fra il 2001 il 2003 non smbra avr modificato in misura sostanzial i piani di spsa dll famigli; la simmtrica fas di rialzo dlla prssion fiscal vrificatasi nl binnio ha poi convalidato

7 la snsazion ch l Italia foss lungi dall avr compltato l aggiustamnto di conti pubblici. Considrando soltanto l voci (impost corrnti contributi sociali) ch vanno a dtrazion dl rddito pr prvnir al rddito disponibil dll famigli consumatrici, si ossrva com la loro incidnza sul rddito foss pari al 28,5% nl 2000; risptto a tal valor si rgistra una contrazion di quasi un punto, al 27,7%, ntro il 2003, poi una nuova salita, sino al 29,2%, ntro il Sbbn il ciclo dlla prssion fiscal abbia dtrminato un impulso di carattr anticiclico alla spsa, è intrssant notar ch la dimnsion dll scursion è risultata nl complsso contnuta, con un valor a fin priodo addirittura suprior a qullo ossrvato all inizio dl dcnnio. Un altra misura util pr valutar il pso dlla politica fiscal consist nl considrar congiuntamnt sia il carico dll impost di contributi pagati, sia i trasfrimnti ricvuti dall famigli (qusta voc è composta nl conto dl rddito dll famigli principalmnt dall pnsioni). Nlla Fig. 3 si rapprsnta il rapporto fra il rddito disponibil il rddito primario (cioè qullo prima ch intrvngano i trasfrimnti di rdistribuzion da part dllo Stato). Ancora una volta si nota un ciclo spansivo dal 2000 al 2003 una succssiva fas in cui la politica di bilancio ha assunto un sgno rstrittivo: il valor dl rapporto al 2007 è sostanzialmnt coincidnt con qullo dl In conclusion, nl dcnnio in corso è apparso chiaro ch l Italia non avva ancora compltato il procsso di aggiustamnto di conti pubblici. In consgunza di ciò, non si sono nanch crati spazi pr riduzioni strutturali dlla prssion fiscal. Entramb l circostanz non potvano ch agir da frno all spansion dlla domanda intrna. Fig. 3 Rapporto fra il rddito disponibil il rddito primario Font: laborazioni REF su dati ISTAT. 135

8 Scnd la disoccupazion, ma non cambiano l aspttativ Un altro canal ch avrbb potuto innscar un miglioramnto dll aspttativ, inducndo un aumnto dlla propnsion al consumo, è rapprsntato dai mutamnti in corso all intrno dl mrcato dl lavoro. In particolar, nl corso dll ultimo dcnnio si sono succdut divrs riform, ch hanno modificato la struttura dl mrcato dl lavoro italiano rndndolo più flssibil. In consgunza di tali cambiamnti, si è assistito a un intnsa crazion occupazional, accompagnata anch da una divrsa struttura dl mrcato in trmini di tipologi contrattuali prvalnti. Il tasso di disoccupazion è scso drasticamnt passando da valori intorno all 11% nlla sconda mtà dgli anni 90, sino a sfiorar il 6% a inizio La disoccupazion italiana si è quasi dimzzata in un dcnnio. Anch l abbassamnto dl tasso di disoccupazion avrbb potuto contribuir a modificar la propnsion al consumo dll famigli italian, innalzandon il livllo. Qusto prché, in toria, a un abbassamnto struttural dl tasso di disoccupazion corrispond una riduzion dlla componnt cautlativa dl tasso di risparmio lgata all signza di frontggiar il rischio di disoccupazion stsso. A tal proposito, può ssr util concntrar l attnzion sulla prczion dll voluzion dl mrcato dl lavoro da part dll famigli. Dall survy prsso i consumatori mrg ch, nonostant la riduzion dl tasso di disoccupazion, la confidnc dll famigli riguardo ai rischi di disoccupazion non è molto migliorata nl corso dl priodo L imprssion è ch i lavoratori non abbiano prcpito pinamnt il miglioramnto dll condizioni dl mrcato dl lavoro, ritnndo fors ch la maggior incidnza dll form contrattuali cosiddtt flssibili potss accrscr la prcarità dll posizioni lavorativ gnrar maggiori probabilità di disoccupazion. Il dibattito su qusti tmi è ancora accso non fornisc rispost conclusiv a tutt l qustioni aprt. Fig. 4 Atts dll famigli sui livlli dlla disoccupazion Font: Survy Commission uropa. 136

9 L invrsion dl ciclo Il ragionamnto sposto ni prcdnti paragrafi ha msso in luc com i consumi italiani abbiano attravrsato una fas di dbolzza significativa a partir dall inizio dl dcnnio, sito sostanzialmnt dlla scarsa crscita dl loro rddito. Inoltr, il ciclo dl dbito è andato pr divrs ragioni a sostnr la crscita dlla domanda intrna, ma prvalntmnt con rifrimnto alla componnt dgli invstimnti immobiliari, mntr scarso è risultato l impatto sui consumi dll famigli. A qusta dbol tndnza di fondo si sono sovrapposti nl corso dlla fas più rcnt alcuni fattori avvrsi, ch hanno prodotto un drastico dtrioramnto dlla spsa dll famigli. I timori ch si possa addirittura ntrar in una fas di rcssion di consumi originano ssnzialmnt da du tipi di shock: il primo è lgato all aumnto dll rat sui mutui, il scondo all aumnto dll inflazion. Il primo fftto è lgato alla risalita di tassi d intrss, ch ha fatto aumntar durant gli ultimi tr anni l rat pagat sui mutui a tasso variabil. Il scondo dipnd dall impnnata di corsi dll matri prim, soprattutto il ptrolio i prodotti agricoli, ch hanno dtrminato una significativa acclrazion dll inflazion al consumo. Da qusti du fnomni consguono razioni spcifich ni comportamnti di consumatori, lgat anch alla particolar distribuzion di tali shock su divrs catgori di famigli. L fftto di mutui Circa l fftto di mutui, va sgnalato com sia tuttora controvrsa l ipotsi ch gli aumnti dll rat ossrvati nl corso dgli ultimi tr anni rapprsntino ffttivamnt uno shock pr l famigli. In fftti, possiamo parlar di uno shock avvrso solamnt nll misura in cui si vrificano variazioni inatts di alcun variabili. Ora, s si considra l andamnto dll aspttativ rlativ all andamnto di tassi uropi, pr com rapprsntato dall andamnto di tassi sui contratti futurs, si ossrva com nl corso dlla fas di maggior spansion dlla politica montaria uropa, con tassi al 2% fra il 2003 il 2005, prvalssro comunqu aspttativ di risalita di tassi, pr cui il livllo di tassi a brv attso dopo 2-3 anni si è smpr posizionato su valori vicini o addirittura supriori al 4%. Prtanto, la risalita di tassi uro al 4% non avrbb rapprsntato crto uno shock, trattandosi di un vnto assolutamn prvisto, mntr smmai la sorprsa sta nl fatto ch ssa si è vrificata con ritardo risptto a quanto ci si attndva. Di fatto, è corrtto affrmar ch molti di sottoscrittori di mutui a tasso variabil hanno consguito un guadagno drivant dal fatto ch i tassi d intrss sono aumntati in ritardo risptto a qull ch rano l atts al momnto dlla stipula dl contratto di mutuo. 137

10 In scondo luogo, smpr considrando la posizion dll famigli ch si sono indbitat durant gli anni passati pr acquistar un immobil, va anch ricordato ch, almno sino all stat 2008, i przzi dll cas sono aumntati significativamnt sicché, pr qusto sgmnto di famigli, si è anch vrificato un incrmnto inattso dlla ricchzza. L prcdnti considrazioni dovrbbro condurci a ritnr ch non si può riconoscr nll aumnto di tassi sui mutui un ruolo dtrminant risptto al pggioramnto dl ciclo di consumi. La qustion prò sollva divrsi intrrogativi. È possibil ch, invc, pr divrsi sgmnti di consumatori i rincari dll rat siano stati un vnto inattso tal da condurl a frontggiar vincoli di liquidità. Pr qusta ragion, molt famigli si ritrovrbbro in difficoltà nl far front all rat dl mutuo. Da qusto punto di vista conta anch la maggior incidnza di mutui a tasso variabil all intrno dlla struttura dl dbito dll famigli italian risptto alla maggior part dgli altri pasi. Scondo l stim dlla Banca d Italia, l onr pr il srvizio dl dbito è passato da un livllo dl 6% dl rddito disponibil a inizio 2005, sino all 8% a fin La formazion dllo stock di dbito dll famigli italian è, inoltr, un fatto rlativamnt rcnt: il dbito è concntrato su un numro ristrtto di famigli, prvalntmnt di giovan tà. Solamnt il 12% di nucli familiari in Italia ha un mutuo, mntr il 13% ha un prstito al consumo. Smpr scondo i dati dlla Banca d Italia, 4 rstringndo l analisi all sol famigli ch hanno un mutuo, l onr pr il srvizio dl dbito ammontava nl 2006 pr la famiglia mdiana al 17% dl rddito disponibil, mntr raggiungva il 32% pr l famigli appartnnti al quartil di rddito più basso. Pr qust famigli l aumnto di tassi potrbb ffttivamnt avr gnrato una situazion di difficoltà. Smbra, quindi, di potr accoglir l ipotsi ch l incrmnto dll onr sostnuto pr il srvizio dl dbito, anch in considrazion dlla lvata dimnsion di tal aumnto, abbia gnrato sri vincoli di liquidità pr un insim di famigli ch probabilmnt hanno dovuto ridimnsionar gli standard di consumo pr far front all aumnto dll rat sul mutuo. Vi è poi un asptto ch rsta controvrso riguardo all fftto di tassi d intrss sulla dinamica dlla spsa dll famigli italian. L argomntazion pr cui la dimnsion dllo stock di dbito in Italia è infrior a qulla dll altr maggiori conomi avanzat va pondrata, tnndo prsnt ch sull famigli italian grava, sia pur indirttamnt, uno stock di dbito pubblico fra i più lvati dl mondo. Sommando la dimnsion dl dbito pubblico a qulla dl dbito privato, pr smpio, l indbitamnto dll famigli italian non è distant da qullo dll famigli amrican. Qusto potrbb indicar ch il costo di un livllo di tassi d intrss più lvato è costituito pr l famigli italian non solo dall onr da ss pagato dirttamnt pr il srvizio dl dbito prsonal, ma anch da qullo sostnuto indirttamnt attravrso la spsa pr intrssi ch grava sul bilancio pubblico. Si tratta di un fnomno non scondario s si Si vda: Banca d Italia, Bollttino conomico, numro 52, april 2008.

11 considrano l condizioni di cczional favor di cui, sotto qusto punto di vista, hanno goduto l nostr finanz pubblich durant gli anni passati. Fig. 5 Tassi d intrss ffttivi attsi: uribor a tr msi curv tassi futuri all dat indicat Matri prim, inflazion rddito dll famigli Infin, su un quadro già problmatico si è innstata la fas di rincari di przzi dll matri prim, ch hanno aumntato l inflazion d roso ultriormnt la dinamica dl rddito ral di consumatori. Lo shock è stato concntrato in du sgmnti: qullo dgli nrgtici, ch ha sguito i rincari dl ptrolio, qullo di prodotti alimntari, ch è drivato dall impnnata dll quotazioni di crali. A sguito dll aumnto di przzi dll matri prim, l conomia italiana avrbb rgistrato un dtrioramnto di ragioni di scambio 5 ch, scondo l ipotsi Rf. 6 risultrbb pari a oltr il 3% fra il 2008 il A partir da tal quantificazion si calcola contabilmnt un contributo dlla variazion dll ragioni di scambio alla dinamica di przzi al consumo sopra l 1,5%. Tal aumnto rifltt un contributo poco infrior all 1% pr la componnt di prodotti nrgtici, mntr la rstant part drivrbb dai rincari di prodotti alimntari. L impnnata dll inflazion, ch ha raggiunto valori prossimi al 4% nl corso dll stat, ha quindi fortmnt dtriorato i bilanci familiari inciso sul clima di fiducia in manira marcata. I risultati dll inchist prsso l famigli vidnziano com sia molto aumntata l inflazion prcpita, fnomno dl rsto in lina con il fatto ch i rincari di cui il consumator è più consapvol sono qulli ch riguardano i bni di acquisto frqunt, catgoria in cui ricadono sia gli alimntari sia gli nrgtici. 7 La distanza nlla quantificazion dll inflazio- 5 Rapporto tra valor mdio dll importazioni dll sportazioni. 6 Congiuntura Rf. luglio Rcntmnt l ISTAT ha prsntato alcun laborazioni in cui calcola l inflazion di du paniri di bni, a lvata o bassa frqunza d acquisto. 139

12 n pr i du paniri è ampia, qusto suggrisc ch i rincari ffttivamnt ossrvati potrbbro addirittura vnir sopravvalutati nlla prczion dl consumator, amplificandon la prczion di impovrimnto. Pr qualificar lo scnario va tnuto anch conto dl fatto ch la rcnt acclrazion dll inflazion ha probabilmnt avuto fftti ngativi in trmini di distribuzion dl rddito, visto ch gli alimntari gli nrgtici sono pr lo più consumi di bas la cui incidnza nlla spsa si riduc all aumntar dl rddito. Pr qusta ragion è probabil ch l famigli colpit più intnsamnt abbiano scarsa capacità rsidua di risparmio, il ch comporta ch l abbassamnto dl rddito disponibil ral va a tradursi quasi mccanicamnt in minori consumi. Va, infin, msso in luc com la fas attual sia carattrizzata anch da una minor disponibilità di crdito risptto agli anni passati, soprattutto pr l famigli il cui bilancio si dimostra più fragil; fnomni di razionamnto dl crdito possono gnrar vincoli di liquidità limitar ultriormnt la possibilità di smussar l fftto dll prdit di rddito corrnt sulla spsa. Fig. 6 Inflazion al consumo: du paniri a confronto Alta frqunza di acquisto Bassa frqunza di acquisto Font: ISTAT. variazioni % mdi annu In sintsi 140 La prcdnt rassgna di fattori ch hanno condizionato l voluzion di consumi dll famigli italian ha msso in luc com la fas di bassa crscita in atto ormai da molti anni costituisca l sito di fattori di natura struttural, ch riguardano la prformanc dl sistma conomico tout court. Non vi sarbb vidnza di mutamnti strutturali ni comportamnti di consumo, quanto piuttosto nll voluzion di qull ch sono l principali variabili splicativ dll andamnto dlla spsa. La particolar involuzion occorsa dalla mtà dl 2007 condivid praltro tndnz in atto a livllo intrnazional rifltt soprattutto i rincari di przzi dll matri prim, ch da mtà 2007 avrbb sottratto

13 quasi 2 punti di rddito ai consumatori. Considrando ch il trnd di crscita dl rddito ral da inizio dcnnio è infrior all 1% all anno, si comprnd facilmnt la dimnsion rlativa dllo shock. Probabilmnt un ruolo è stato anch svolto dal rincaro dll rat sui mutui. La quantificazion dll incrmnto dll onr sostnuto dall famigli pr il srvizio dl dbito corrispond ad almno un altro 2% dl rddito. Divrs famigli potrbbro, quindi, soffrir di problmi a sostnr gli standard di consumo mantnuti durant gli anni passati, in prsnza di vincoli di liquidità ch si sono fatti più stringnti. Gli scarsi spazi di cui god la politica di bilancio non consntono di risolvr tali vincoli attravrso sclt mirat di politica fiscal. A prscindr dalla particolar voluzion congiuntural dgli ultimi trimstri, rsta in ogni caso una qustion più struttural di mancata crscita dl rddito dll famigli, ch rifltt la scarsa prformanc macroconomica in aggrgato, d ssnzialmnt la stagnazion dlla produttività. L andamnto dl rddito, quindi, qullo di consumi, costituiscono l sito dlla dbolzza dll conomia, non vicvrsa. Rifrimnti bibliografici Banca d Italia, Bollttino conomico, n. 52, april Brandolini, M., Giarda, E., Moriconi, C., Casa dbiti: il malssr prcpito dall famigli italian in Cnl (2007) Rapporto sul mrcato dl lavoro Coop (2007) Consumi distribuzion, Rapporto Coraggio, V., Franzosi, A., Houshold dmand for quity: an intrnational comparison, Bit Nots, n. 19, dicmbr Ghisllini, F., Dov è l anomalia dl mutuo italiano, in Marino, M. R., Torrini, R., Ristagno di salari in Italia: fisco, distribuzion o produttività?, Rivista Arl, fbbraio Rapacciuolo, C., Inflation by family group and consumption structur in Italy, MPRA Papr n. 7307, dicmbr Rf., Congiuntura Rf., luglio

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione Lzion 6 (BAG cap. 5) Mrcati finanziari aspttativ Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia Schma Lzion Ruolo dll aspttativ nl dtrminar ii przzi di azioni obbligazioni Sclta fra tanti

Dettagli

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti?

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti? L famigli italian: mno risparmio più dbiti? Giorgio Gobbi Silvia Magri 1 Tra il 2000 il 2007 il crdito concsso da banch socità finanziari alla famigli italian è quasi raddoppiato, in prsnza dlla modsta

Dettagli

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008 Consumatori in cifr Il przzo dl ptrolio di carburanti tra maggio sttmbr 2008 Marco Bulfon Introduzion 142 Nl corso dll ultimo anno i przzi intrnazionali di molt matri prim hanno subìto un comportamnto

Dettagli

Aspettative, produzione e politica economica

Aspettative, produzione e politica economica Lzion 18 (BAG cap. 17) Aspttativ, produzion politica conomica Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia 2 1 L aspttativ la curva IS Dividiamo il tmpo in du priodi: 1. un priodo corrnt

Dettagli

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon Consumatori in cifr Il paradosso di carburanti in Italia Marco Bulfon I carburanti hanno un norm incidnza sull inflazion gnral. È pr qusta ragion ch la dinamica di loro przzi è così important. Nl momnto

Dettagli

La ricchezza delle famiglie: confronto internazionale 1. Riccardo De Bonis

La ricchezza delle famiglie: confronto internazionale 1. Riccardo De Bonis La ricchzza dll famigli: confronto intrnazional 1 Riccardo D Bonis L articolo confronta la ricchzza dll famigli italian con qulla di altri si Pasi industrializzati. L famigli italian occupano una posizion

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

Altroconsumo Finanza: 10 anni di indice della fiducia dei risparmiatori

Altroconsumo Finanza: 10 anni di indice della fiducia dei risparmiatori Altroconsumo Finanza: 10 anni di indic dlla fiducia di risparmiatori Pitro Cazzaniga L indic Altroconsumo Finanza sulla fiducia di risparmiatori è nato nl 2002 all intrno dll associazion consumristica

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici Il mrcato lttrico dopo la libralizzazion pr i clinti domstici Paolo Cazzaniga Introduzion: struttura dl mrcato lttrico dlla tariffa Dal 1 luglio 2007 la libralizzazion dl mrcato lttrico è compltata: anch

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

Tassare i redditi o i consumi? Giampaolo Arachi e Massimo D Antoni

Tassare i redditi o i consumi? Giampaolo Arachi e Massimo D Antoni Tassar i rdditi o i consumi? Giampaolo Arachi Massimo D Antoni Divrs ragioni sono stat avanzat a favor di uno spostamnto dll imposizion dal rddito al consumo, in particolar vrso l Iva: la possibilità di

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

APPUNTI DI MACROECONOMIA

APPUNTI DI MACROECONOMIA Brtocco G., Kalajzić A. Mourad Agha G. Univrsità dgli Studi dll Insubria Dipartimnto di Economia Anno accadmico 2014-2015 APPUNTI DI MACROECONOMIA (Sconda part pp. 175-296) Il modllo IS-LM pr una conomia

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

Detrazione fiscale e risparmio energetico

Detrazione fiscale e risparmio energetico Consumatori in cifr Dtrazion fiscal risparmio nrgtico Giampaolo Valntini I risultati L dtrazioni fiscali dl 55%, 1 in vigor dal gnnaio 2007, hanno costituito il più gnroso sistma di incntivi mai msso in

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Sttor Programmazion, Controlli La popolazion in tà da 0 a 2 anni rsidnt nl comun di Bologna Maggio 2007 La prsnt nota è stata ralizzata da un gruppo di dirignti funzionari dl Sttor Programmazion, Controlli

Dettagli

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO 1. La struttura di rlazioni tra manifattura srvizi all imprs in un contsto uropo 11 1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO La quota di srvizi sul commrcio

Dettagli

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE 1 -LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI BASE - MERCATI FINANZIARI E ASPETTATIVE DUE DEFINIZIONI PER IL TASSO DI INTERESSE Il tasso di intrss in trmini di monta è chiamato tasso di intrss nominal (i). Il tasso di

Dettagli

Banda larga: su tecnologia e innovazione si gioca il futuro del Paese

Banda larga: su tecnologia e innovazione si gioca il futuro del Paese Banda larga: su tcnologia innovazion si gioca il futuro dl Pas Antonllo Bustto Quando facciamo rifrimnto alla cosiddtta crisi conomica è bn inquadrar chiaramnt il fnomno. S guardiamo la Fig. 1 possiamo

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE

CRITERI DI VALUTAZIONE CRITERI DI VALUTAZIONE Poiché nl nostro prcorso si darà ampio spazio all mtodologi finalizzat a sviluppar l comptnz dgli allivi ( attravrso la dattica laboratorio, l sprinz in contsti applicativi, l analisi

Dettagli

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo La libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Dal 1 o gnnaio 2011 è in vigor la dirttiva uropa pr la libralizzazion di srvizi postali. Già dal 1997 il lgislator uropo ha cominciato a dlinar un gradual

Dettagli

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello Assicurazioni: libralizzazion mancata Paolo Martinllo Gli intrvnti nl sttor assicurativo auto costituiscono probabilmnt il capitolo mno convincnt dll misur di libralizzazion dl Govrno Monti. Il mrcato

Dettagli

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE a. STRATEGIE PER IL RECUPERO DESTINATARI Il Rcupro sarà rivolto agli alunni ch prsntano ancora difficoltà nll adozion di

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

Politica energetica e costi in bolletta. Giorgio Ragazzi

Politica energetica e costi in bolletta. Giorgio Ragazzi Politica nrgtica costi in bolltta Giorgio Ragazzi Il przzo dll nrgia lttrica in Italia è uno di più alti d Europa. Tra i vari motivi, in qusto articolo ci si soffrma in particolar sugli Onri gnrali di

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW PREMESSA 1. La spnding rviw, ch trova appoggio su numros sprinz intrnazionali, è una procdura di govrno lgata all dcisioni, alla gstion al controllo dlla spsa pubblica ch

Dettagli

LE ESPORTAZIONI ITALIANE: UN ANALISI SHIFT-SHARE

LE ESPORTAZIONI ITALIANE: UN ANALISI SHIFT-SHARE Ministro dll Economia dll Finanz Dipartimnto dl Tsoro Not Tmatich N 2 18 Giugno 2015 ISSN XXXX-XXXX LE ESPORTAZIONI ITALIANE: UN ANALISI SHIFT-SHARE Andra Cossio, Cristina Mocci, Filippo Maria Pricoli

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

I limiti della pubblicità televisiva

I limiti della pubblicità televisiva Consumatori in cifr I limiti dlla pubblicità tlvisiva Lucia Canzi Michl Cavuoti Prmssa 134 In Italia la rgolamntazion dlla pubblicità in tlvision è costituita da una sri di lggi, dcrti, rgolamnti codici

Dettagli

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Pubblicità ingannvol: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Marco Di Toro Individuati tr sttori, la biglittria ara low cost, i viaggi il turismo, infin, il crdito al consumo, si è procduto alla

Dettagli

ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI

ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI UNIVR Facoltà di Economia Corso di Matmatica finanziaria 008/09 ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI Domini di funzioni di du variabili Esrcizio a f, = log +. L unica condizion di sistnza è data dalla disquazion

Dettagli

PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO

PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO EUROSCUOLA ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI BIANCHI SCUOLE PARITARIE PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO CLASSI MATERIA PROF. QUARTA TURISMO Matmatica Andra Brnsco Làvor ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Politiche fiscali per la famiglia

Politiche fiscali per la famiglia Politich fiscali pr la famiglia Tatiana Onta Lo Stato social fonda l su radici nlla Costituzion: infatti, compito dllo Stato è il sostgno alla famiglia alla matrnità, 1 utilizzando l ntrat gnrat da un

Dettagli

Anna Soru e Cristina Zanni

Anna Soru e Cristina Zanni Consumatori in cifr L prospttiv occupazionali di laurati in Lombardia Anna Soru Cristina Zanni La CCIAA di Milano Unioncamr Lombardia, attravrso Formapr con il coinvolgimnto dll dodici univrsità dlla Lombardia,

Dettagli

Nuove tendenze di consumo. Vanni Codeluppi

Nuove tendenze di consumo. Vanni Codeluppi Nuov tndnz di consumo Vanni Codluppi La crisi conomica ha dtrminato di cambiamnti ni comportamnti di consumatori, ch si sono maggiormnt spostati vrso i bni ssnziali. In Occidnt in Italia l andamnto di

Dettagli

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni La politica dgli incntivi al consumo: dimnsioni, carattristich, valutazion, problmi 1 Augusto Ninni Nll articolo si discut la politica dgli incntivi al consumo, insriti nl Dcrto lgg n. 40 dl 25 marzo 2010.

Dettagli

Renato Filosa e Giuseppe Marotta. Stabilità finanziaria e crisi. Il ruolo dei mercati, delle istituzioni e delle regole

Renato Filosa e Giuseppe Marotta. Stabilità finanziaria e crisi. Il ruolo dei mercati, delle istituzioni e delle regole Supplmnto analitico al tsto, dito nl 011 dalla Socità ditric Il Mulino, Bologna, di Rnato Filosa Giuspp Marotta Stabilità finanziaria crisi. Il ruolo di mrcati, dll istituzioni dll rgol Supplmnto onlin

Dettagli

Liberalizzazioni, consumatori e produttori

Liberalizzazioni, consumatori e produttori Argomnti Libralizzazioni, consumatori produttori Francsco Silva Pr una più fficint qualificata offrta di srvizi è ncssario libralizzar, ma l libralizzazioni sono fficaci solo s sono molto mirat non dmagogich.

Dettagli

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione MERCATO AZIONARIO A.A. 2015/2016 Prof. Albrto Drassi adrassi@units.it DEAMS Univrsità di Trist ARGOMENTI Scopi principali carattristich dl mrcato Valutazion dll azioni Rgolamntazion 2 1 Rapprsntano l intrss

Dettagli

Innovazione. dialogo. per il miglioramento del prodotto. dial go. Galileo. Innovazione e dialogo per il miglioramento del prodotto

Innovazione. dialogo. per il miglioramento del prodotto. dial go. Galileo. Innovazione e dialogo per il miglioramento del prodotto dial go PRODOTTO Innovazion pr il miglioramnto dl prodotto Innovazion pr il miglioramnto dl prodotto Mrcato intrnazional Prstazionalità Approccio commrcial Utilità Sicurzza (safty) Digitalizzazion Sostnibilità

Dettagli

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica Drivat dll funzioni di più variabili Indic Drivat parziali Rgol di drivazion 5 3 Drivabilità continuità 7 4 Diffrnziabilità 7 5 Drivat scond torma

Dettagli

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio Sanità fdralismo fiscal Maria Flavia Ambrosanio Qusto contributo illustra l voluzion dlla spsa sanitaria a livllo rgional i principali fattori ch l hanno dtrminata, l diffrnz, talvolta anch profond, ch

Dettagli

Focus. Crisi finanziaria e tutela del risparmiatore. Emilio Barucci

Focus. Crisi finanziaria e tutela del risparmiatore. Emilio Barucci Crisi finanziaria tutla dl risparmiator Emilio Barucci La crisi pon tr problmi sul front dlla tutla dl risparmiator: il limit dll attual asstto di tutla fondato sulla trasparnza-rsponsabilità, il salto

Dettagli

LA CONDIVISIONE DELL IRPEF TRA LIVELLI DI GOVERNO:

LA CONDIVISIONE DELL IRPEF TRA LIVELLI DI GOVERNO: LA CONDIVISIONE DELL IRPEF TRA LIVELLI DI GOVERNO: ALCUNE QUESTIONI APERTE Francsca Gastaldi, Ernsto Longobardi Albrto Zanardi Introduzion La riforma dl sistma di finanziamnto dll rgioni dll autonomi locali,

Dettagli

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica 1 Funzioni Indic 1 Il conctto di funzion 1 Funzion composta 4 3 Funzion invrsa 6 4 Rstrizion prolungamnto di una funzion 8 5 Soluzioni dgli srcizi

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

Come riusciremo a ridurre le emissioni di gas serra nel settore dei trasporti. Angelo Martino e Davide Fiorello

Come riusciremo a ridurre le emissioni di gas serra nel settore dei trasporti. Angelo Martino e Davide Fiorello Argomnti Com riuscirmo a ridurr l missioni di gas srra nl sttor di trasporti Anglo Martino David Fiorllo Uno dgli ambiziosi obittivi dl Libro bianco sui trasporti dll Union uropa prvd la riduzion dl 60%

Dettagli

Alcune definizioni correnti di curricolo. Umberto Margiotta

Alcune definizioni correnti di curricolo. Umberto Margiotta Alcun dfinizioni corrnti Umbrto Margiotta Di cosa è fatto intanto un? Di una squnza apparntmnt smplic linar lmnti ch, anch s vrsamnt dfiniti d splicitati, ricorrono in ogni contsto istruzion o progtto

Dettagli

Le problematiche della consulenza finanziaria

Le problematiche della consulenza finanziaria L problmatich dlla consulnza finanziaria Anna Vizzari MIFID: una dirttiva a tutla di piccoli risparmiatori? MIFID è l acronimo di Markt in Financial Instrumnts Dirctiv. Individua una dirttiva dll Union

Dettagli

Corso di laurea in Scienze internazionali e diplomatiche. corso di POLITICA ECONOMICA

Corso di laurea in Scienze internazionali e diplomatiche. corso di POLITICA ECONOMICA Corso di laura in Scinz intrnazionali diplomatich corso di OLITICA ECONOMICA SAVERIA CAELLARI Curva di offrta aggrgata di brv priodo; quilibrio domanda offrta aggrgata nl brv nl lungo priodo Aspttativ

Dettagli

Informazioni in Rete

Informazioni in Rete Argomnti Informazioni in Rt Marco Gambaro Ngli ultimi anni Intrnt è divntato part dlla nostra vita quotidiana ha trasformato profondamnt il ruolo i confini di mzzi di comunicazion tradizionali attravrso

Dettagli

L origine dell aumento dei prezzi dei cereali

L origine dell aumento dei prezzi dei cereali L origin dll aumnto di przzi di crali Matild Frrtto L aumnto di przzi di bni drivati dalla trasformazion di crali (pan, biscotti, pasta cc.) è fort, ma fors i suoi fftti sono più sri pr i pasi povri ch

Dettagli

Terremoti: intervento pubblico e/o assicurazione privata 1

Terremoti: intervento pubblico e/o assicurazione privata 1 Argomnti Trrmoti: intrvnto pubblico /o assicurazion privata 1 Luigi Buzzacchi Marcllo Pagnini 2 La prassi italiana basata su intrvnti x post da part dllo Stato nl caso di catastrofi naturali prsnta asptti

Dettagli

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello Concorrnza sclt informat nl sttor Rc auto 1 Paolo Martinllo I canali distributivi vincolati hanno limitato la concorrnza l informazioni a disposizion di consumatori nl mrcato dll polizz Rc auto. L rcnti

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 Stu sttor Pillol aggiornamnto N. 39 27.06.2014 Il prosptto Dati bilancio in Unico2014 ENC. La riconciliazion dati dllo Stato Patrimonial nl prosptto Dati bilancio. Catgoria: Dichiarazion

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

ESERCIZI AGGIUNTIVI MODELLO IS-LM ECONOMIA APERTA

ESERCIZI AGGIUNTIVI MODELLO IS-LM ECONOMIA APERTA ESERCIZI AGGIUNTIVI MODELLO IS-LM ECONOMIA APERTA Esrcizio n 1 C= 400 + 0,8D I= 200-1400r G= 200 TA= 0,25 X= 300-100 Q=156+0,4 r*=0,36 L=50+0,2-100r M o =99 a) Dtrminat l quazion dlla IS dlla LM, il tasso

Dettagli

Abolizione del contributo di ricarica nella telefonia mobile: i consumatori ci guadagnano?

Abolizione del contributo di ricarica nella telefonia mobile: i consumatori ci guadagnano? Argomnti Abolizion dl contributo di ricarica nlla tlfonia mobil: i consumatori ci guadagnano? Maria Rosa Battaggion, Nicoltta Corrochr, Lornzo Zirulia L liminazion dl contributo di ricarica sull cart prpagat

Dettagli

M G I U S T I Z I A N O R I L O M B A R D I A E

M G I U S T I Z I A N O R I L O M B A R D I A E Ministro dlla Giustizia Dipartimnto Giustizia Minoril Cntro pr la Giustizia Minoril pr la Lombardia M G I U S T I Z I A N O R I L O M B A R D I A E Rapporto sulla Giustizia Minoril in Lombardia anno 2009

Dettagli

1995-2010. Nazionale Regionale Provinciale. Nazionale Regionale Provinciale 2004-2010

1995-2010. Nazionale Regionale Provinciale. Nazionale Regionale Provinciale 2004-2010 Progtto BES dll Provinc (PSU-00003) maggio 2013, abstract Bnssr conomico /Standard matriali di vita TEMA Rl co n il BE S Consumi - Incidn di consumi alimntari sulla spsa dll famigli Rddito + Stima dl rddito

Dettagli

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale.

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale. Capitolo 2 Toria dll intgrazion scondo Rimann pr funzioni rali di una variabil ral Esistono vari tori dll intgrazion; tutt hanno com comun antnato il mtodo di saustion utilizzato dai Grci pr calcolar l

Dettagli

IPOTESI ESEMPLIFICATIVA DI ORGANIZZAZIONE DEI CONTENUTI DELLA PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO. PRIMO BIENNIO/SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO

IPOTESI ESEMPLIFICATIVA DI ORGANIZZAZIONE DEI CONTENUTI DELLA PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO. PRIMO BIENNIO/SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO IPOTESI ESEMPLIFICATIVA DI ORGANIZZAZIONE DEI CONTENUTI DELLA PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO PRIMO BIENNIO/SECONDO BIENNIO ULTIMO ANNO In cornza con i critri di validazion dlla programmazion di ass (o

Dettagli

R k = I k +Q k. Q k = D k-1 - D k

R k = I k +Q k. Q k = D k-1 - D k 1 AMMORTAMENTO AMMORTAMENTO Dbito inizial D 0 si volv (al tasso fisso t) D k = D k-1 (1+t) R k [D k dbito (rsiduo) al tmpo k, R k pagamnto al tmpo k ] Condizioni [D n =0 : stinzion dl dbito in n priodi

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE Esrcitazioni dl corso di trasmissioni numrich - Lzion 4 6 Fbbraio 8 ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENE I du sgnali passa basso di figura sono utilizzati pr la trasmission di simboli binari quiprobabili

Dettagli

emercato L innovazione digitale nei canali di vendita Argomenti Roberto Liscia

emercato L innovazione digitale nei canali di vendita Argomenti Roberto Liscia Argomnti L innovazion digital ni canali di vndita Robrto Liscia Il commrcio lttronico sta modificando l logich di businss di molt imprs il rapporto tra l stss i clinti. Il mrcato si è modificato anch una

Dettagli

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT APPROFONDIMENTO MANAGEMENT Iniziativa Comunitaria Equal II Fas IT G2 CAM - 017 Futuro Rmoto Approfondimnto LIQUIDAZIONI E VERSAMENTI IVA ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA LIQUIDAZIONE

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 36 Riduzion durvol di valor dll attività Riduzion durvol di valor dll attività SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

Il credito al consumo

Il credito al consumo Il crdito al consumo Anna Vizzari Scnario di rifrimnto I lttori di ricordranno ch abbiamo ddicato il focus dl numro 2/2006 proprio al crdito al consumo. Oggi, a distanza di circa du anni, aggiorniamo i

Dettagli

La formazione per i lavoratori colpiti dalla crisi nel quadro dell offerta 2010

La formazione per i lavoratori colpiti dalla crisi nel quadro dell offerta 2010 La formazion pr i lavoratori colpiti dalla crisi nl quadro dll offrta 2010 di Luca Fasolis ARTICOLO 2/2012 Prmssa Sommario Prmssa Anticipazioni sull offrta 2010 L carattristich dgli allivi La FP pr lavoratori

Dettagli

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni.

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni. ,352),/,352)(66,21$/,1(*/,(17,/2&$/,813266,%,/(02'(//2', '(6&5,=,21('(//$9252 GL5LFFDUGR*LRYDQQHWWL&H3$±/,8& A distanza di circa quattro anni dalla introduzion dl nuovo sistma di inquadramnto dl prsonal

Dettagli

L evoluzione dei Servizi IT vista dalle due discipline di Project e Service Management

L evoluzione dei Servizi IT vista dalle due discipline di Project e Service Management Con il patrocinio di: Sponsorizzato da: Il Framwork ITIL gli Standard di PMI : possibili sinrgi Milano, Vnrdì, 11 Luglio 2008 L voluzion di Srvizi IT vista dall du disciplin di Projct Srvic Managmnt Christian

Dettagli

Servizio post-vendita: il caso degli elettrodomenstici

Servizio post-vendita: il caso degli elettrodomenstici Srvizio post-vndita: il caso dgli lttrodomnstici Nicola Saccani L offrta di srvizi contstual alla vndita post-vndita, in molti sttori di bni di consumo durvol, è divntato un fattor diffrnziant d un arma

Dettagli

L Osservatorio ABI Costing Benchmark : i risultati del Rapporto ABI 2004 e le analisi di posizionamento

L Osservatorio ABI Costing Benchmark : i risultati del Rapporto ABI 2004 e le analisi di posizionamento L Ossrvatorio ABI Costg Bnchmark : i risultati dl Rapporto ABI 2004 l anisi posizionamnto Albrto Bstrri Roma, 11 novmbr 2004 Aumnta l fficacia l dll politich contnimnto di Vi Vi sono sono 9 9 classi classi

Dettagli

Export. Il programma di promozione straordinaria attivato dal Mise

Export. Il programma di promozione straordinaria attivato dal Mise Expò Nwslttr dinformazion ddicata all tmatich dllintrnazionalizzazion a cura di Confagricoltura Anno I - n.4 - Novmbr 2013 Liniziativa è promossa dal Ministro dllo Sviluppo Economico nllambito dl Programma

Dettagli

Donare ai tempi della crisi

Donare ai tempi della crisi Argomnti Donar ai tmpi dlla crisi Domnico Chirico Non è smplic districarsi all intrno dll numros richist opportunità di donazion ch, soprattutto in tmpi di crisi, provngono da molti fronti. L articolo

Dettagli

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie Consumatori in cifr L impatto dll libralizzazioni sull conomia dll famigli Michl Cavuoti Marco Pirani Uno dgli asptti pr i quali si è fino a ora cotraddistinto il scondo Govrno Prodi è qullo dl rilancio

Dettagli

Opuscolo sui sistemi. Totogoal

Opuscolo sui sistemi. Totogoal Opuscolo sui sistmi Totogoal Più info Conoscnz calcistich pr vincr Jackpot alti Informazioni dttagliat costantmnt aggiornat sul Totogoal, sui programmi Toto sui risultati rpribili su Tltxt, a partir dalla

Dettagli

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Una Esprinza di Trattamnto ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Rmo ANGELINO Dirttor SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO, Antonio POTOSNJAK I.P. SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO Prmssa La rlazion

Dettagli

Agcm: autorità garante dei consumatori e del mercato?

Agcm: autorità garante dei consumatori e del mercato? Agcm: autorità garant di consumatori dl mrcato? Francsco Silva Srgio Di Nola La lina d intrvnto dll Autorità Garant dlla Concorrnza dl è mutata ngli ultimi cinqu anni. L sanzioni pr abusi cartlli hanno

Dettagli

Il costo di cittadinanza

Il costo di cittadinanza Il costo di cittadinanza Brnardo Pizztti La rinnovata attnzion di opinion pubblica Parlamnto al sttor di srvizi pubblici locali non può ssr limitata ai soli asptti di organizzazion di srvizi, ma dv ssr

Dettagli

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali L Rti Imprsa: asptti oprativi commrciali Stfano COCCHIERI Had of Soft Loans Contributions & Subsis Prugia, 21 Novmbr 2012 IL CONTRATTO DI RETE ll Contratto rapprsnta una forma aggrgativa ibrida aggiuntiva

Dettagli

ORGANO GOLD PIANO COMPENSI. E Facile, E semplice. E caffè. Italia

ORGANO GOLD PIANO COMPENSI. E Facile, E semplice. E caffè. Italia ORGANO GOLD PIANO COMPENSI E Facil, E smplic. E caffè. Italia INDICE Indic INTRODUZIONE...2 PIANO COMPENSI...3 DEFINIZIONI ED ACRONIMI.4 COME DIVENTARE UN INCARICATO ALLE VENDITE OG...5 I SETTE MODI PER

Dettagli

Risparmio ed efficienza energetica. Arturo Lorenzoni e Marco Cattarinussi

Risparmio ed efficienza energetica. Arturo Lorenzoni e Marco Cattarinussi Risparmio d fficinza nrgtica Arturo Lornzoni Marco Cattarinussi L prssioni drivanti dall aumnto di przzi di combustibili fossili dall minacc sul clima consgunt all accumulo di anidrid carbonica in atmosfra

Dettagli

PRAMAC S.P.A. in liquidazione

PRAMAC S.P.A. in liquidazione PRAMAC S.P.A. in liquidazion RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2012 Rdatta ai snsi dll art. 123-tr dl D. Lgs. 24 fbbraio 1998 n. 58 (TUF), dll art. 84 quatr dl Rgolamnto Emittnti d in conformità allo schma

Dettagli

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml Class di abilitazion (o class di concorso) La class di concorso è una sigla alfa numrica con la qual si indica l insim di matri ch possono ssr insgnat da un docnt. Indica una particolar cattdra di insgnamnto,

Dettagli

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT 1 Prima Stsura Data: 14-08-2014 Rdattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT Indic 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4

Dettagli