Programma Pro memoria per le scuole partecipanti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Programma Twitti@mo Pro memoria per le scuole partecipanti"

Transcript

1 Programma Pro memoria per le scuole partecipanti Como, 25 febbraio 2014

2 AGENDA Principi e regole di base del Metodo Twitteratura Il programma Modalità di gestione del primo progetto: la «riscrittura» di Come le vacche Come si usa la piattaforma Tweetbook

3 PRIMA PARTE Principi e regole di base del Metodo Twitteratura Il programma Modalità di gestione del primo progetto: la «riscrittura» di Come le vacche Come si usa la piattaforma Tweetbook

4 CHE COS È LA TWITTERATURA L IDEA Usare Twitter per leggere un libro, ma anche un dipinto, un film o un brano musicale. COME FUNZIONA Leggiamo «riscrivendo». Le regole? Creatività, brevità, condivisione. A CHI CI RIVOLGIAMO Il Metodo Twitteratura è aperto a tutti, sotto licenza Creative Commons. A CHE COSA SERVE A suscitare l amore per i libri e il patrimonio culturale, riportandoli in mezzo alla gente.

5 IL METODO TWITTERATURA, IN SINTESI COMUNITÀ DEI LETTORI- RISCRITTORI 2 LIBRO I lettori condividono le proprie interpretazioni del testo sotto forma di «micro-riscritture». Ogni riscrittura (140 caratteri max) può essere parafrasi, commento, variazione, libera interpretazione. Le riscritture si accumulano online attraverso Twitter e formano un corpus. 1 I lettori approcciano il libro, seguendo un calendario condiviso (es: 1 giorno lettura del cap. 1, 2 giorno lettura del cap. 2 ecc.) 3 I lettori svolgono un lavoro di cura editoriale del corpus, selezionando e ordinando i tweet con la piattaforma di publishing HiTweetbook. INTERNET TWEETBOOK COMUNITÀ DEI CURATORI

6 PRESUPPOSTI CONCETTUALI Non c'è conoscenza senza esproprio: conoscere un testo, dipinto o film significa impossessarsene, smontandolo e rimontandolo. La conoscenza è un processo collaborativo e sociale, non individuale. Le tecnologie della connessione non sono che un fattore abilitante. Leggere un contenuto culturale significa anche raccontare se stessi: dietro ogni interpretazione c'è un autonarrazione. Impegnarsi in questo gioco fa stare bene: la crescita culturale dell'individuo è anche emancipazione sociale e autodiagnosi.

7 IL METODO TWITTERATURA, APPROFONDIMENTI Metodo Twitteratura, disponibile online sul sito Twitteratura.it: Muovendo il testo da un luogo all altro, paper di prossima pubblicazione su ReVue. Périodique Multidisciplinaire des Étudiants des langues Romanes : https://www.academia.edu/ /muovendo_il_testo_da_un_luogo_allaltro Leggere Manzoni con Twitter, materiali dell intervento presentato in gennaio al IV Congresso CKBG - Collaborative Knowledge Building Group "Tecnologia e leggerezza":

8 TWITTERATURA A SCUOLA: È POSSIBILE? La micro-riscrittura come forma di analisi critica di un testo può essere utilizzata dell ambito dell attività didattica, accanto a metodologie di avviamento alla lettura più tradizionali. L esperienza di #TwSposi sembra indicare che l idea funziona.

9 TWITTERATURA A SCUOLA: OBIETTIVI DIDATTICI Educare alla pratica della lettura e stimolare l amore per i libri. Insegnare le regole della scrittura sintetica. Educare all uso consapevole delle nuove tecnologie e delle reti sociali online.

10 TWITTERATURA A SCUOLA: ADATTAMENTO DEL METODO Il calendario di lettura/riscrittura viene adattato alle esigenze di programmazione didattica della scuola. Il docente ha il compito di contestualizzare l opera oggetto di riscrittura, fornendo agli studenti gli strumenti critici opportuni. Il docente funge da tramite fra gli studenti e la piattaforma Twitter, utilizzata per condividere con il resto della comunità online le riscritture realizzate a scuola.

11 TWITTERATURA A SCUOLA: LA DIMENSIONE FISICA L uso di Twitter non allontana dal libro in quanto supporto tradizionale, ma anzi rende più intenso il rapporto con esso e con carta e penna in generale.

12 TWITTERATURA A SCUOLA: EVANGELIZZAZIONE In occasione dell Open Day dell ITES Cezzi de Castro di Maglie (LE), gli studenti delle medie di Castro, Muro Leccese e Otranto, apprendono il metodo dai ragazzi più grandi.

13 TWITTERATURA A SCUOLA: IL PROCESSO 1. Preparazione 1.1 Identificazione delle scuole e delle classi partecipanti 1.2 Creazione degli account di Twitter di scuola o classe 1.3 Personalizzazione del calendario per scuola o classe 2.1 Lettura collettiva del testo, secondo il calendario concordato 2. Esecuzione 2.2 Produzione delle riscritture da parte degli studenti 2.3 Raccolta e pubblicazione delle riscritture su Twitter 3. Follow-up 3. Somministrazione di un questionario per la misurazione dell efficacia didattica del progetto

14 SECONDA PARTE Principi e regole di base del Metodo Twitteratura Il programma Modalità di gestione del primo progetto: la «riscrittura» di Come le vacche Come si usa la piattaforma Tweetbook

15 I PARTNER

16 I PRIMI TESTI SU CUI LAVORARE Gavino Puggioni (a cura di), Come le vacche sull Alpe di Gigiai. Lettere al parroco di Montemezzo dalle trincee della Grande Guerra, Como, Istituto Comasco per la Storia del Movimento di Liberazione, 1997 Sisto Mario Buzzetti, Scusate la calligrafia. Lettere dal fronte, Milano, Terre di mezzo Editore, 2008

17 TERZA PARTE Principi e regole di base del Metodo Twitteratura Il programma Modalità di gestione del primo progetto: la «riscrittura» di Come le vacche Come si usa la piattaforma Tweetbook

18 ASSUNZIONI DI PARTENZA Tutte le scuole coinvolte dispongono di un congruo numero di copie del libro. Tutti i docenti coinvolti hanno familiarità con Twitter. Tutte le scuole coinvolte possono mettere a disposizione degli studenti l infrastruttura necessaria, ovvero terminali (desktop, laptop, tablet o smartphone) dotati di accesso a Internet.

19 SCENARIO DI PARTENZA Il libro prescelto è poco diffuso e di non facile reperibilità: solo gli studenti partecipanti al progetto e pochi altri ne disporranno. Pertanto, a differenza di altre iniziative di Twitteratura, l esperienza non coinvolgerà una grande massa di lettori. Per attivare il potenziale collaborativo della Rete, è fondamentale stimolare l interazione fra le scuole partecipanti. Inoltre occorre che gli @paolocosta, ) fungano da stimolatori, amplificatori e referee.

20 HASHTAG #Gigiai

21 SCANSIONE DEL CONTENUTO Il libro raccoglie lettere di lunghezza disomogenea, scritte da sedici militari, ed è diviso in cinque capitoli. Sono dunque possibili due criteri di scansione: Per capitolo (5 parti) Per autore (16 parti)

22 IPOTESI A: SCANSIONE PER CAPITOLO Gli studenti si dividono in tre o quattro gruppi, che lavorano sugli stessi contenuti, affrontando un capitolo alla volta. Si svolgono dunque cinque lezioni una per capitolo per il lavoro di lettura, riscrittura e pubblicazione su Twitter. Durante ciascuna lezione, ogni gruppo confronta le proprie riscritture con quelle degli altri gruppi e interagisce con gli attori «esterni». Si svolge una sesta lezione dedicata al lavoro conclusivo di cura editoriale e pubblicazione del tweetbook (output: un tweetbook per ogni gruppo).

23 IPOTESI B: SCANSIONE PER AUTORE Ciascuno studente «interpreta» uno dei 16 autori delle lettere raccolte nel volume. ( * ) Si svolgono da tre a cinque lezioni, in cui le 16 voci del testo sono recitate dai rispettivi interpreti (Mario Rossi legge Antonio Badel, Luigi Bianchi legge Bartolomeo Caraccio, ) Gli interpreti riscrivono gli autori assegnati, confrontano le proprie riscritture con quelle degli interpreti delle altre scuole e interagiscono con gli attori «esterni». Una lezione conclusiva è dedicata alla redazione dei tweetbook (output: un tweetbook per ogni interprete). ( * ) Assumendo che gli studenti siano in numero superiore a 16, ogni autore avrà due o tre interpreti.

24 CALENDARIO: IPOTESI A (PER CAPITOLO) Periodo Contenuto/Attività Hashtag marzo Cap. I #Gigiai/ marzo Cap. II #Gigiai/ marzo Cap. III #Gigiai/03 31 marzo - 4 aprile Cap. IV #Gigiai/ aprile Cap. V #Gigiai/ aprile Realizzazione tweetbook e somministrazione questionario

25 CALENDARIO: IPOTESI B (PER AUTORE) Periodo Contenuto/Attività Hashtag marzo Inizio lettura/riscrittura marzo Prosecuzione lettura/riscrittura (opzionale) marzo Prosecuzione lettura/riscrittura 31 marzo - 4 aprile Prosecuzione lettura/riscrittura (opzionale) 7-11 aprile Fine lettura/riscrittura Ogni autore interpretato è identificato con un hashtag «personale» aprile Realizzazione tweetbook e somministrazione questionario

26 HASHTAG «PERSONALI»: IPOTESI B (PER AUTORE) Autore Antonio Badel, fante Bartolomeo Badel, alpino Bartolomeo Badel detto Pin Pin, fante Camillo Badel, alpino Giovanni Badel, alpino Pierino Badel, geniere Bartolomeo Caraccio, alpino Gaetano Caraccio, fante Giuseppe Caraccio, fante Domenico Carati, fante Giuseppe De Carli, fante Domenico Fontana, alpino Domenico Merlo, alpino Cesare Sartorio, alpino Giacomo Tremari, fante Giuseppe Tremari, sottotenente degli alpini Hashtag #Gigiai/AB #Gigiai/BB #Gigiai/PP #Gigiai/CB #Gigiai/GB #Gigiai/PB #Gigiai/BC #Gigiai/GAC #Gigiai/GIC #Gigiai/DC #Gigiai/GD #Gigiai/DF #Gigiai/DM #Gigiai/CS #Gigiai/GTF #Gigiai/GTA

27 MONITORAGGIO Per tracciare il traffico generato con #Gigiai (tweet, retweet, menzioni, autori unici) e analizzare i contenuti dei tweet è necessario utilizzare una delle numerose piattaforme disponibili. Noi consigliamo: Tweet Archivist: HootSuite: https://hootsuite.com/ Blogmeter: Purtroppo tutti questi servizi sono a pagamento.

28 RIFERIMENTI SCUOLE PARTECIPANTI Scuola Referente Account Twitter

29 QUARTA PARTE Principi e regole di base del Metodo Twitteratura Il programma Modalità di gestione del primo progetto: la «riscrittura» di Come le vacche Come si usa la piattaforma Tweetbook

30 LA PIATTAFORMA TWEETBOOK URL: È utilizzabile (gratuitamente) su invito, ma Twitteratura può richiedere in tempi rapidi l apertura di un account per ciascun account di Twitter partecipante al progetto. Permette di aggregare e comporre editorialmente i tweet riconducibili a uno specifico account o hashtag, di pubblicare le raccolte in tal modo create i tweetbook in diversi formati (PDF, EPUB, MOBI) e di condividerle in Rete. Esempi di tweetbook su #TwSposi:

31 LA PIATTAFORMA TWEETBOOK DEMO

32 ULTERIORI APPROFONDIMENTI E CONTATTI Questa presentazione è disponibile su Sul sito trovate articoli, riflessioni e spunti in grande quantità Per

La luna e i falò ai tempi della twitteratura #LunaFalò

La luna e i falò ai tempi della twitteratura #LunaFalò La luna e i falò ai tempi della twitteratura #LunaFalò L idea L idea, sviluppata dalla in collaborazione con il blog Torino Anni 10 di Hassan Bogdan Pautàs e l Atl Alba Bra Langhe e Roero, ha come partner

Dettagli

A. Douglas Scotti - M. Opera TSS Tecnologia Sviluppo Sostenibilità

A. Douglas Scotti - M. Opera TSS Tecnologia Sviluppo Sostenibilità A. Douglas Scotti - M. Opera TSS Sviluppo Sostenibilità Destinazione Ordine e indirizzo di scuola Scuola secondaria di primo grado Materia La proposta culturale e didattica Il progetto del libro Un percorso

Dettagli

Il social learning con edmodo

Il social learning con edmodo Il social learning con edmodo gestire ed utilizzare una classe virtuale Cos'è edmodo cos è edmodo È un social network adatto per la creazione di comunità di apprendimento; permette di lavorare e mantenere

Dettagli

DISCIPLINE ARTISTICHE E T.I.C

DISCIPLINE ARTISTICHE E T.I.C DISCIPLINE ARTISTICHE E T.I.C (tecnologie dell informazione e della comunicazione) programma del corso base L uso dei blog nella didattica delle discipline artistiche Criteri per la selezione di software

Dettagli

M. Coccagna - E. Mancini Gestione del cantiere e sicurezza dell'ambiente di lavoro

M. Coccagna - E. Mancini Gestione del cantiere e sicurezza dell'ambiente di lavoro M. Coccagna - E. Mancini Gestione del cantiere e sicurezza dell'ambiente di lavoro Destinazione Ordine e indirizzo di scuola Scuola secondaria di secondo grado / 2 biennio e 5 anno degli Istituti Tecnici,

Dettagli

www.morganspa.com DESY è un prodotto ideato e sviluppato da

www.morganspa.com DESY è un prodotto ideato e sviluppato da www.morganspa.com DESY è un prodotto ideato e sviluppato da Il nuovo servizio multimediale per la formazione e la didattica DESY è un applicazione web, dedicata a docenti e formatori, che consente, in

Dettagli

Le performance delle testate giornalistiche italiane sui social media. Vincenzo Cosenza @vincos

Le performance delle testate giornalistiche italiane sui social media. Vincenzo Cosenza @vincos Le performance delle testate giornalistiche italiane sui social media Vincenzo Cosenza @vincos Perugia, 25 aprile 2013 Metodologia Oggetto dell analisi: 56 pagine facebook e 38 profili twitter dei quotidiani

Dettagli

un progetto ideato e realizzato da ARS NETWORK srl

un progetto ideato e realizzato da ARS NETWORK srl un progetto ideato e realizzato da ARS NETWORK srl 1 1 L IDEA INIZIALE Pag. 3 2 3 IL SITO I PRIMI RISULTATI Pag. 8 Pag. 18 2 ARS Network srl nasce nel febbraio del 2012 ARS Network srl è una società di

Dettagli

Corso di Comunicazione e Nuove forme di Giornalismo per la Pallavolo. Bando di indizione e programma preliminare 2. PERIODO E SEDIDI SVOLGIMENTO

Corso di Comunicazione e Nuove forme di Giornalismo per la Pallavolo. Bando di indizione e programma preliminare 2. PERIODO E SEDIDI SVOLGIMENTO Corso di Comunicazione e Nuove forme di Giornalismo per la Pallavolo Bando di indizione e programma preliminare 2. PERIODO E SEDIDI SVOLGIMENTO Il Corso, a titolo gratuito per un solo partecipante per

Dettagli

Prot. n... Bologna, 9 novembre 2011

Prot. n... Bologna, 9 novembre 2011 Prot. n.... Bologna, 9 novembre 2011 PROTOCOLLO D INTESA TRA Ufficio Scolastico Regionale, Direzione Generale per l Emilia-Romagna E Telecom Italia SpA

Dettagli

P. Crepet Psicologia

P. Crepet Psicologia P. Crepet Psicologia Destinazione Ordine e indirizzo di scuola Scuola secondaria di secondo grado / 2 biennio e 5 anno Materia Psicologia La proposta culturale e didattica Il progetto del libro Autorevole

Dettagli

Come gestire i Social Network

Come gestire i Social Network marketing highlights Come gestire i Social Network A cura di: Dario Valentino I Social Network sono ritenuti strumenti di Marketing imprescindibili per tutte le aziende che svolgono attività sul Web. Questo

Dettagli

Cloud Teaching: un metodo innovativo per la didattica nella scuola moderna

Cloud Teaching: un metodo innovativo per la didattica nella scuola moderna Cloud Teaching: un metodo innovativo per la didattica nella scuola moderna Valentina Ciriani, Elvinia Riccobene Dipartimento di Tecnologie dell Informazione Università degli Studi di Milano Scenario 1

Dettagli

A. Caforio - A. Ferilli Fisica! Le leggi della Natura (Seconda edizione)

A. Caforio - A. Ferilli Fisica! Le leggi della Natura (Seconda edizione) A. Caforio - A. Ferilli Fisica! Le leggi della Natura (Seconda edizione) Destinazione Ordine e indirizzo di scuola Scuola secondaria di secondo grado / 3 anno dei Licei Classici, Linguistici, delle Scienze

Dettagli

CORSO DI COMUNICAZIONE E NUOVE FORME DI GIORNALISMO PER LA PALLAVOLO

CORSO DI COMUNICAZIONE E NUOVE FORME DI GIORNALISMO PER LA PALLAVOLO CORSO DI COMUNICAZIONE E NUOVE FORME DI GIORNALISMO PER LA PALLAVOLO BANDO DI INDIZIONE E PROGRAMMA PRELIMINARE È un Progetto di Formazione in partnership con Pag. 1 di 7 1. DESTINATARI Il corso è rivolto

Dettagli

A. Caforio - A. Ferilli Fisica! Pensare l'universo Edizione LAB

A. Caforio - A. Ferilli Fisica! Pensare l'universo Edizione LAB A. Caforio A. Ferilli Fisica! Pensare l'universo Edizione LAB Destinazione Ordine e indirizzo di scuola Scuola secondaria di secondo grado / 1 biennio, 2 biennio e 5 anno del Liceo scientifico e del Liceo

Dettagli

P. Gallo - P. Sirsi Cloud AFM e RIM (Seconda edizione)

P. Gallo - P. Sirsi Cloud AFM e RIM (Seconda edizione) P. Gallo - P. Sirsi Cloud AFM e RIM (Seconda edizione) Destinazione Ordine e indirizzo di scuola Scuola secondaria di secondo grado / 2 biennio degli Istituti Tecnici, Settore Economico, Amministrazione

Dettagli

M. Coppelli - B. Stortoni Scienze e tecnologie applicate Elettronica ed Elettrotecnica

M. Coppelli - B. Stortoni Scienze e tecnologie applicate Elettronica ed Elettrotecnica M. Coppelli - B. Stortoni Scienze e tecnologie applicate Elettronica ed Elettrotecnica Destinazione Ordine e indirizzo di scuola Scuola secondaria di secondo grado / 2 anno degli Istituti Tecnici, Settore

Dettagli

G. Frangini Chef con MasterLab (Nuova edizione)

G. Frangini Chef con MasterLab (Nuova edizione) G. Frangini Chef con MasterLab (Nuova edizione) Destinazione Ordine e indirizzo di scuola Scuola secondaria di secondo grado / 2 biennio degli Istituti Professionali, Indirizzo Servizi per l enogastronomia

Dettagli

GUIDE Twitter per Hootsuite. La guida dei Social Media Coach

GUIDE Twitter per Hootsuite. La guida dei Social Media Coach GUIDE Twitter per Hootsuite La guida dei Social Media Coach Twitter per Hootsuite La guida dei Social Media Coach Come iniziare con Twitter e la dashboard di Hootsuite Twitter è diventato il mezzo più

Dettagli

1. Presentazione generale del progetto

1. Presentazione generale del progetto 1. Presentazione generale del progetto Il progetto CARER+, della durata di 36 mesi, cofinanziato nell ambito del Programma Quadro per la Competitività e l Innovazione Programma di Sostegno alle Politiche

Dettagli

Oltre il muro. Corsi di formazione. per insegnanti, educatori, operatori culturali, genitori e cittadini interessati

Oltre il muro. Corsi di formazione. per insegnanti, educatori, operatori culturali, genitori e cittadini interessati Corsi di formazione per insegnanti, educatori, operatori culturali, genitori e cittadini interessati Il cinema e le nuove tecnologie come strumenti di inclusione Oltre il muro Oltre il muro è un progetto

Dettagli

WEB 2.0 COSA PREVEDE L ULTIMA LEZIONE? 11/04/2014 STRUMENTI E TECNICHE

WEB 2.0 COSA PREVEDE L ULTIMA LEZIONE? 11/04/2014 STRUMENTI E TECNICHE WEB 2.0 STRUMENTI E TECNICHE LEZIONE 5: PRIVACY ED INSERZIONI FACEBOOK, TWITTER, STRUMENTI UTILI Tina Fasulo COSA PREVEDE L ULTIMA LEZIONE? Piccola digressione su impostazioni privacy Facebook su profili

Dettagli

Valutare gli apprendimenti per promuovere la qualità dell istruzione. Francesca Storai - Indire

Valutare gli apprendimenti per promuovere la qualità dell istruzione. Francesca Storai - Indire Valutare gli apprendimenti per promuovere la qualità dell istruzione Francesca Storai - Indire 17 e 18 novembre 2014 Centro Congressi Frentani - Roma Nel 2009 iniziammo da qui. * * Media PISA OCSE in matematica

Dettagli

Lucia Barale, Lucia Nazzaro, Stefano Rascioni, Giovanna Ricci Impresa, Marketing e Mondo

Lucia Barale, Lucia Nazzaro, Stefano Rascioni, Giovanna Ricci Impresa, Marketing e Mondo Lucia Barale, Lucia Nazzaro, Stefano Rascioni, Giovanna Ricci Impresa, Marketing e Mondo Destinazione Ordine e indirizzo di scuola Scuola secondaria di secondo grado Materia Economia Aziendale e geopolitica

Dettagli

COME REALIZZARE UN GIORNALE WEB2.0 teoria e pratica

COME REALIZZARE UN GIORNALE WEB2.0 teoria e pratica COME REALIZZARE UN GIORNALE WEB2.0 teoria e pratica 1 Differenza tra i media (www.gandalf.it) 2 WEB 2.0 termine abusato (nato nel 2004 con la nascita di Myspace) che è associato ai social network : è il

Dettagli

COSTRUIAMO UN WIKI D ISTITUTO

COSTRUIAMO UN WIKI D ISTITUTO COSTRUIAMO UN WIKI D ISTITUTO Descrizione del progetto L idea di realizzare un wiki che possa fungere da contenitore di materiali autoprodotti ed essere utile a tutto l Istituto è nata durante il primo

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

V. Calvani Storia e progetto

V. Calvani Storia e progetto V. Calvani Storia e progetto Destinazione Ordine e indirizzo di scuola Scuola secondaria di secondo grado / 2 biennio e 5 anno Materia Storia La proposta culturale e didattica Il progetto del libro Il

Dettagli

Syllabus Moduli della Certificazione EPICT Gold EUROPEAN PEDAGOGICAL ICT LICENCE Certificazione Pedagogica Europea sull uso delle tecnologie digitali

Syllabus Moduli della Certificazione EPICT Gold EUROPEAN PEDAGOGICAL ICT LICENCE Certificazione Pedagogica Europea sull uso delle tecnologie digitali Syllabus Moduli della Certificazione EPICT Gold EUROPEAN PEDAGOGICAL ICT LICENCE Certificazione Pedagogica Europea sull uso delle tecnologie digitali AREA DI COMPETENZA COPERTA DALLA CERTIFICAZIONE MACRO-COMPETENZA

Dettagli

Risorse utili per la didattica inclusiva strategie e linee guida di progettazione. Andrea Mangiatordi Albino, 19 gennaio 2015

Risorse utili per la didattica inclusiva strategie e linee guida di progettazione. Andrea Mangiatordi Albino, 19 gennaio 2015 Risorse utili per la didattica inclusiva strategie e linee guida di progettazione Andrea Mangiatordi Albino, 19 gennaio 2015 Primi passi... verso una didattica inclusiva basata sull uso delle tecnologie:

Dettagli

Guide e tutorial di RCS Education MYSTUDIO. Manuale per l uso

Guide e tutorial di RCS Education MYSTUDIO. Manuale per l uso Guide e tutorial di RCS Education MYSTUDIO Manuale per l uso Guide e tutorial di RCS Education 2015 RCS Libri S.p.A. - Milano Chiuso in redazione: Ottobre 2015 Editing: Sonia Raffa Ha collaborato al progetto

Dettagli

Quadro di Competenze EPICT EUROPEAN PEDAGOGICAL ICT LICENCE Certificazione Pedagogica Europea sull uso delle tecnologie digitali

Quadro di Competenze EPICT EUROPEAN PEDAGOGICAL ICT LICENCE Certificazione Pedagogica Europea sull uso delle tecnologie digitali EUROPEAN PEDAGOGICAL ICT LICENCE Certificazione Pedagogica Europea sull uso delle tecnologie digitali Il Quadro di della Certificazione EPICT si articola su quattro livelli: 1. Area di competenza (Competenza

Dettagli

Master EXECUTIVE Strumenti e tecniche di web marketing

Master EXECUTIVE Strumenti e tecniche di web marketing Master EXECUTIVE Strumenti e tecniche di web marketing Opportunità Il master, proposto da Noetica per la durata di 48 ore e in formula week end (6 lezioni di sabato), illustra i fondamenti del web marketing

Dettagli

Finalità, strumenti, tappe e organizzazione del progetto

Finalità, strumenti, tappe e organizzazione del progetto Finalità, strumenti, tappe e organizzazione del progetto Info www.ascuoladiopencoesione.it ascuoladiopencoesione@dps.gov.it Pag. 1 1. Cos è A Scuola di OpenCoesione A Scuola di OpenCoesione [ASOC] è il

Dettagli

Maria Vittoria Alfieri Head of Digital Teaching & Learning RCS Education. seguici e commenta su. #primariaday

Maria Vittoria Alfieri Head of Digital Teaching & Learning RCS Education. seguici e commenta su. #primariaday Maria Vittoria Alfieri Head of Digital Teaching & Learning RCS Education seguici e commenta su #primariaday Napoli 7 aprile 2014 Il nuovo ambiente RCS Education per la didattica digitale CONTENUTI e SERVIZI

Dettagli

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA PROGETTO IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA Anno 2010 1 Progetto In-Contro Nuovi spazi di comunicazione. Percorsi di partecipazione giovanile

Dettagli

PROGETTO AULA DIGITALE

PROGETTO AULA DIGITALE ) PROGETTO AULA DIGITALE Egregio Sig. Preside, La scuola italiana vive oggi un momento di grande trasformazione. Molte sono le voci che si levano e che ne chiedono un profondo ammodernamento, una ridefinizione

Dettagli

Registro Elettronico... Anywhere

Registro Elettronico... Anywhere Registro Elettronico... Anywhere le soluzioni Cloud, on-line e off-line di Axios Premessa Da settembre le scuole dovranno improrogabilmente, ai sensi della L. 135/2012, scegliere un sistema digitale che

Dettagli

VADEMECUM DI PROGETTO. Finalità, strumenti, tappe e organizzazione. Info www.ascuoladiopencoesione.it ascuoladiopencoesione@dps.gov.

VADEMECUM DI PROGETTO. Finalità, strumenti, tappe e organizzazione. Info www.ascuoladiopencoesione.it ascuoladiopencoesione@dps.gov. VADEMECUM DI PROGETTO Finalità, strumenti, tappe e organizzazione Info www.ascuoladiopencoesione.it ascuoladiopencoesione@dps.gov.it PAG.2 Cos è A Scuola di OpenCoesione PAG.3 Cos è OpenCoesione PAG.4

Dettagli

Pillole di Social Media

Pillole di Social Media Area di formazione Pillole di Social Media Le chiavi del successo sui Social Media? Trasparenza, onestà e competenza. 01 02 03 04 05 06 LinkedIn for Business Facebook for Business Twitter for Business

Dettagli

SOCIAL MEDIA POLICY. TWITTER Alcune indicazioni di base

SOCIAL MEDIA POLICY. TWITTER Alcune indicazioni di base SOCIAL MEDIA POLICY Per ampliare la platea a cui ci si rivolge e per rendere più efficace la comunicazione attraverso l uso dei social network è consigliabile rispettare alcune regole fondamentali. Per

Dettagli

Didattica inclusiva con la tecnologia

Didattica inclusiva con la tecnologia 5 Convegno Nazionale Bisogni Educativi Speciali: impegno e risorse della Scuola e del Territorio Lecce, 17 maggio 2013 Didattica inclusiva con la tecnologia linee guida per l'allestimento di ambienti digitali

Dettagli

Corso di giornalismo pomeridiano

Corso di giornalismo pomeridiano Corso di giornalismo pomeridiano TRACCIA 2 Progetto collaborativo finalizzato alla costruzione di un giornalino scolastico in una classe di scuola secondaria di I grado con possibile raccordo con una classe

Dettagli

DISCIPLINE ARTISTICHE E T.I.C (tecnologie dell informazione e della comunicazione) programma del corso avanzato OBIETTIVI L uso avanzato dei blog nella didattica delle discipline artistiche (inserimento

Dettagli

Il progetto MIUR «Editoria Digitale» Gennaro Piro

Il progetto MIUR «Editoria Digitale» Gennaro Piro Il progetto MIUR «Editoria Digitale» Gennaro Piro Piano Nazionale Scuola digitale Perché? Perché? L'azione Editoria Digitale Scolastica s'inserisce nel piano delle attività dell'agenda digitale europea

Dettagli

L. Ferruta - M. Rooney Global Eyes Today

L. Ferruta - M. Rooney Global Eyes Today L. Ferruta - M. Rooney Global Eyes Today Destinazione Ordine e indirizzo di scuola Scuola secondaria di secondo grado / 1 biennio, 2 biennio e 5 anno Materia Inglese civiltà La proposta culturale e didattica

Dettagli

I. Melo Faggiano - M. Pelon Le nouveau Profession Reporter

I. Melo Faggiano - M. Pelon Le nouveau Profession Reporter I. Melo Faggiano - M. Pelon Le nouveau Profession Reporter Destinazione Ordine e indirizzo di scuola Scuola secondaria di secondo grado / 1 biennio, 2 biennio e 5 anno Materia Francese civiltà La proposta

Dettagli

GLI ADOLESCENTI NELLA RETE L uso di Internet, social network e new media

GLI ADOLESCENTI NELLA RETE L uso di Internet, social network e new media SCHEDA PROGETTO DI RICERCA-AZIONE (SPERIMENTAZIONE IN AULA) NOME E COGNOME DOCENTE: Vitaliano Pastori GLI ADOLESCENTI NELLA RETE L uso di Internet, social network e new media SCUOLA/ENTE/ORGANIZZAZIONE:

Dettagli

A. Roncoroni - M.M. Cappellini - A. Dendi - E. Sada - O. Tribulato Gli studi leggiadri

A. Roncoroni - M.M. Cappellini - A. Dendi - E. Sada - O. Tribulato Gli studi leggiadri A. Roncoroni - M.M. Cappellini - A. Dendi - E. Sada - O. Tribulato Gli studi leggiadri Destinazione Ordine e indirizzo di scuola Scuola secondaria di secondo grado / 2 biennio e 5 anno Materia Italiano

Dettagli

Generazione Web Lombardia

Generazione Web Lombardia Generazione Web Lombardia a cura di Alberto Ardizzone e Chiara Pardi http://www.slideshare.net/usrlombardia 1/26 Di cosa parliamo 1. La privacy a scuola: le regole da ricordare 2. La diffusione delle conoscenze

Dettagli

PROGETTO EDITORIALE INSIDE MARKETING - Pull information

PROGETTO EDITORIALE INSIDE MARKETING - Pull information PROGETTO EDITORIALE INSIDE MARKETING - Pull information Inside Marketing rappresenta il passo in avanti necessario per lavorare in un ambiente sempre più multitasking e sempre più ricco di stimoli. Il

Dettagli

PARTECIPA A #TWITTER4UNI, VINCI UNO STAGE A TWITTER

PARTECIPA A #TWITTER4UNI, VINCI UNO STAGE A TWITTER PARTECIPA A #TWITTER4UNI, VINCI UNO STAGE A TWITTER Benvenuto a #Twitter4Uni, la prima iniziativa di Twitter in Italia dedicata alle Università. Se il mondo dell online ti appassiona, e ti appassiona l

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Modello Formativo. DIDATEC Corso base PON DIDATEC: Quadro culturale e aspetti metodologici. Concetta Grasso

Modello Formativo. DIDATEC Corso base PON DIDATEC: Quadro culturale e aspetti metodologici. Concetta Grasso Modello Formativo DIDATEC PON DIDATEC: Quadro culturale e aspetti metodologici Concetta Grasso Il docente nel XXI secolo la scuola dell insegnamento Ruolo, funzioni, profili professionali dell insegnante

Dettagli

A. Roncoroni - R. Gazich - E. Marinoni - E. Sada Musa tenuis

A. Roncoroni - R. Gazich - E. Marinoni - E. Sada Musa tenuis A. Roncoroni - R. Gazich - E. Marinoni - E. Sada Musa tenuis Destinazione Ordine e indirizzo di scuola Scuola secondaria di secondo grado / 2 biennio e 5 anno Materia Latino antologia La proposta culturale

Dettagli

By Junior Melo (Own work) [CC-BY-SA-3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons

By Junior Melo (Own work) [CC-BY-SA-3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons By Junior Melo (Own work) [CC-BY-SA-3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons DIDATTICA DIGITALE CON I DOCENTI Insegnare e apprendere con i SocialMedia e gli Ambienti

Dettagli

Dal sito del Polo Qualità di Napoli http://www.qualitascuola.com. si può accedere a due piattaforme:

Dal sito del Polo Qualità di Napoli http://www.qualitascuola.com. si può accedere a due piattaforme: Dal sito del Polo Qualità di Napoli http://www.qualitascuola.com si può accedere a due piattaforme: T4T Ambiente di lavoro del docente, personale e sociale, da un lato scrivania multimediale e dall altro

Dettagli

Eugenio Astolfi, Lucia Barale, Stefano Rascioni, Giovanna Ricci Entriamo in azienda oggi

Eugenio Astolfi, Lucia Barale, Stefano Rascioni, Giovanna Ricci Entriamo in azienda oggi Eugenio Astolfi, Lucia Barale, Stefano Rascioni, Giovanna Ricci Entriamo in azienda oggi Destinazione Ordine e indirizzo di scuola Scuola secondaria di secondo grado Materia Economia Aziendale La proposta

Dettagli

Nasce www.oradireligione.it

Nasce www.oradireligione.it Nasce www.oradireligione.it la prima Community dedicata ai docenti di Religione Cattolica Prof. Luciano Pecorari II grado, ITI Grugliasco (TO) Piemonte Prof.ssa Alessandra Marchesi II grado, ITI Crema

Dettagli

Cl@sse 2.0 Modello di progettazione condiviso per una didattica inclusiva

Cl@sse 2.0 Modello di progettazione condiviso per una didattica inclusiva Cl@sse 2.0 Modello di progettazione condiviso per una didattica inclusiva ISTITUTO COMPRENSIVO CARPI 2 SCUOLA PRIMARIA «SANDRO PERTINI» CLASSE II SEZIONE B Gennaio/giugno 2014 Presentazione dell unità

Dettagli

Adele Arciello, Antonio Maiorano L'italiano che serve

Adele Arciello, Antonio Maiorano L'italiano che serve Adele Arciello, Antonio Maiorano L'italiano che serve (Logo casa editrice) Destinazione Ordine e indirizzo di scuola Scuola secondaria di secondo grado / Primo biennio Materia Italiano grammatica La proposta

Dettagli

PIATTAFORMA ecol per il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica OnLine. MANUALE STUDENTE v. 3.0 del 12/09/2008 INDICE

PIATTAFORMA ecol per il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica OnLine. MANUALE STUDENTE v. 3.0 del 12/09/2008 INDICE PIATTAFORMA ecol per il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica OnLine MANUALE STUDENTE v. 3.0 del 12/09/2008 INDICE Introduzione 1. Requisiti di sistema 2. Accesso alla piattaforma didattica 2.1. Informazioni

Dettagli

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Software da rilasciare con licenza GPL. Componente tecnologica: Drupal Premessa Obiettivi e Linee-Guida Mettere a disposizione

Dettagli

Facebook, Twitter, Analytics: usarli bene, usarli davvero. mercoledì 26 settembre 12

Facebook, Twitter, Analytics: usarli bene, usarli davvero. mercoledì 26 settembre 12 Facebook, Twitter, Analytics: usarli bene, usarli davvero. Paolo Faustini @abspillo Prato, 27 Settembre 2012 Individui, non più masse Comunicazione: da monologo a conversazione. Democraticizzazione: da

Dettagli

Relazione finale. Progetto: Attività didattiche integrative con Moodle

Relazione finale. Progetto: Attività didattiche integrative con Moodle Relazione finale Progetto: Attività didattiche integrative con Moodle 1. Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti Il progetto consiste nella creazione e somministrazione

Dettagli

Expo 2015 Report attività social Aprile 2015

Expo 2015 Report attività social Aprile 2015 Expo 2015 Report attività social Aprile 2015 Quali sono state le attività di aprile del social media team di Expo 2015? Ogni mese pubblichiamo un report sulle nostre attività. Il mese di aprile 2015 si

Dettagli

Per questo motivo l'attività online è da considerarsi come parte imprescindibile di quella in presenza.

Per questo motivo l'attività online è da considerarsi come parte imprescindibile di quella in presenza. CORSO DI FORMAZIONE Insegnare e apprendere con i SocialMedia e gli Ambienti didattici 2.0 Ricordo a tutti quanti che le lezioni in presenza avranno un taglio teorico ma anche operativo dal momento che

Dettagli

Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C.

Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C. Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C. Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti http://moodlevarrone.netsons.org/moodle/

Dettagli

Nuove esigenze informative e ampliamento della platea degli utilizzatori: orientamenti attuali dell Istat

Nuove esigenze informative e ampliamento della platea degli utilizzatori: orientamenti attuali dell Istat Assemblea plenaria Commissione degli utenti dell informazione statistica Nuove esigenze informative e ampliamento della platea degli utilizzatori: orientamenti attuali dell Istat Patrizia Cacioli Da dove

Dettagli

Bilancio Sociale 2014

Bilancio Sociale 2014 La comunicazione Bilancio sociale 2014 Associazione Italiana Celiachia 8 105 8 LA COMUNICAZIONE 8.1 IL SITO WWW.CELIACHIA.IT Il primo sito dell Associazione Italiana Celiachia risale alla metà degli anni

Dettagli

LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DEI CENTRI PER L IMPIEGO Soluzioni avanzate di e-learning a supporto dei processi di riforma del mercato del lavoro

LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DEI CENTRI PER L IMPIEGO Soluzioni avanzate di e-learning a supporto dei processi di riforma del mercato del lavoro RISORSE COMUNI Milano, 22 gennaio 2003 LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DEI CENTRI PER L IMPIEGO Soluzioni avanzate di e-learning a supporto dei processi di riforma del mercato del lavoro Rosanna Lisco Euform.it

Dettagli

Agenda. Perchè usare Twitter: tutti gli utilizzi di 140 caratteri. Il tool: strumenti e caratteristiche intrinseche. Banca IFIS su Twitter

Agenda. Perchè usare Twitter: tutti gli utilizzi di 140 caratteri. Il tool: strumenti e caratteristiche intrinseche. Banca IFIS su Twitter Agenda Perchè usare Twitter: tutti gli utilizzi di 140 caratteri. Il tool: strumenti e caratteristiche intrinseche Banca IFIS su Twitter Gennaio 2013 1 Twitter Un network di informazioni. Perchè e come

Dettagli

Tablet in spalla. Istituto Comprensivo Lucca 2 Scuola secondaria di 1 grado «Leonardo da Vinci»

Tablet in spalla. Istituto Comprensivo Lucca 2 Scuola secondaria di 1 grado «Leonardo da Vinci» Tablet in spalla Istituto Comprensivo Lucca 2 Scuola secondaria di 1 grado «Leonardo da Vinci» Progetto pilota su tre scuole secondarie di 1 grado di Lucca Scuola G. Carducci IC Lucca 1 Scuola D. Chelini

Dettagli

Rilancia il tuo business con il web 2.0

Rilancia il tuo business con il web 2.0 Rilancia il tuo business con il web 2.0 Relatore:Andrea Baioni abaioni@andreabaioni.it Qualche anno fa. Media di ieri e di oggi Oggi: fruizione di contenuti senza vincoli 2 Gli old media Generalisti Occasionali

Dettagli

AMICI VIRTUALI E AMICI REALI: Aspetti Psicosociali dei Social Network. Prof. Giuseppe Riva. Università Cattolica del Sacro Cuore

AMICI VIRTUALI E AMICI REALI: Aspetti Psicosociali dei Social Network. Prof. Giuseppe Riva. Università Cattolica del Sacro Cuore AMICI VIRTUALI E AMICI REALI: Aspetti Psicosociali dei Social Network Prof. Giuseppe Riva Università Cattolica del Sacro Cuore www.isocialnetwork.info 1-1 Indice I social network sono una moda? SN come

Dettagli

Progetto Digital Education

Progetto Digital Education Progetto Digital Education Progetto Digital Education ABC Digital Un progetto Premessa Assolombarda Far volare Milano L ampliamento del pubblico degli utenti digitali, oltre a ridurre il Digital Divide,

Dettagli

Formulari e altri materiali di supporto alla sperimentazione

Formulari e altri materiali di supporto alla sperimentazione Formulari e altri materiali di supporto alla sperimentazione La presenza e il ruolo di ciascun utente nella sperimentazione è rilevato mediante il questionario di ingresso e il questionario di uscita (form):

Dettagli

Piattaforma per la realizzazione e distribuzione di corsi formativi in modalità e-learning

Piattaforma per la realizzazione e distribuzione di corsi formativi in modalità e-learning Piattaforma per la realizzazione e distribuzione di corsi formativi in modalità e-learning CNA FORMERETE COSA È L E-LEARNING è l'insieme delle attività didattiche svolte all'interno di un progetto educativo

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

MyLab Storia MyLab Letteratura

MyLab Storia MyLab Letteratura MyLab Storia MyLab Letteratura LA PIATTAFORMA DIGITALE PER L APPRENDIMENTO PERSONALIZZATO DELLA STORIA E DELLA LETTERATURA ITALIANA MyLab: la piattaforma Pearson per l apprendimento personalizzato Con

Dettagli

REPORT FINALE REFERENTE PER LA VALUTAZIONE

REPORT FINALE REFERENTE PER LA VALUTAZIONE Unione Europea Fondo Sociale Europeo Con l Europa investiamo nel vostro futuro Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Direzione Didattica Statale, 1 Circolo, Nocera Superiore (SA) -

Dettagli

Ebook a scuola: proposte editoriali

Ebook a scuola: proposte editoriali Ebook a scuola: proposte editoriali Di Paola Ricci Proposte degli Editori: Scuolabook, ambienti web, App Gli editori italiani hanno risposto alle sollecitazioni del Ministero con: 1. adesione al portale

Dettagli

STUDIUM.UniCT Tutorial per i docenti

STUDIUM.UniCT Tutorial per i docenti STUDIUM.UniCT Tutorial per i docenti STUDIUM.UniCT Tutorial Docenti v. 7 23/06/2014 Pagina 1 Sommario 1. Cos è STUDIUM.UniCT... 4 2. Come si accede a STUDIUM.UniCT... 6 3. Come personalizzare la pagina

Dettagli

Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014

Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014 Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014 Le piattaforme Il concetto di ambiente di apprendimento riconduce storicamente a termini quali formazione

Dettagli

Socializzare la conoscenza comunità online

Socializzare la conoscenza comunità online Socializzare la conoscenza 14 dicembre 2012 Le fasi del processo Socializzazione (da conoscenza tacita a tacita, in persone diverse che interagiscono) Esteriorizzazione o esternalizzazione (da conoscenza

Dettagli

catalogo 2012 novembre

catalogo 2012 novembre catalogo 2012 novembre CARTA D IDENTITÀ Edutouch nasce il 29 febbraio 2012 a Fano (PU) dall esperienza di due professionisti impegnati nell editoria e nella formazione: un docente esperto nell uso di tecnologie

Dettagli

Formazione Zanichelli in rete Così gli insegnanti imparano la didattica digitale

Formazione Zanichelli in rete Così gli insegnanti imparano la didattica digitale Formazione Zanichelli in rete Così gli insegnanti imparano la didattica digitale Valentina Gabusi Zanichelli Editore S.p.A. vgabusi@zanichelli.it Dal 2014 a oggi sono più di 14.000 i docenti che hanno

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL MODULO DI PROGETTAZIONE

RELAZIONE FINALE DEL MODULO DI PROGETTAZIONE RELAZIONE FINALE DEL MODULO DI PROGETTAZIONE -prof. Rocco Italiano: collaborazione come progettista, autore dei materiali e delle schede di attivazione, e-tutor. -dir. scol. Blandina Santoianni: direttore

Dettagli

STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti

STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti Studium.UniCT Tutorial Studenti v. 6 06/03/2014 Pagina 1 Sommario 1. COS È STUDIUM.UniCT... 3 2. COME ACCEDERE A STUDIUM.UniCT... 3 3. COME PERSONALIZZARE IL PROFILO...

Dettagli

Sceneggiare un unità di lavoro LIM centrata sullo studente

Sceneggiare un unità di lavoro LIM centrata sullo studente Sceneggiare un unità di lavoro LIM centrata sullo studente Titolo UN VIAGGIO DI..ISTRUZIONE Argomento Attività didattica interdisciplinare preliminare al Viaggio d Istruzione a Roma: posizione geografica,

Dettagli

Paolo Ronchetti Corso di diritto. seconda edizione

Paolo Ronchetti Corso di diritto. seconda edizione Paolo Ronchetti Corso di diritto seconda edizione (Logo casa editrice) Destinazione Ordine e indirizzo di scuola Scuola secondaria di secondo grado / Secondo biennio e quinto anno Materia Diritto La proposta

Dettagli

I corsi Open di FirstMaster

I corsi Open di FirstMaster I corsi Open di FirstMaster FIRSTMASTER Vuoi pubblicare i tuoi libri? Gratis 2 guide e 4 corsi online per pubblicare i tuoi libri Open FirstMaster Per pubblicare i tuoi libri, 2 guide e 4 corsi gratis

Dettagli

Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate.

Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate. Cl@sse2.0 Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate. Progetto di due anni disegnato per la 1Ac. (2010-2012) Cl@sse2.0 Perché questo progetto nazionale? 1. Per rispondere a

Dettagli

Guida all uso di Innovatori PA

Guida all uso di Innovatori PA Guida all uso di Innovatori PA Innovatori PA La rete per l innovazione nella Pubblica Amministrazione Italiana Sommario Sommario... 2 Cos è una comunità di pratica... 3 Creazione della comunità... 3 Gestione

Dettagli

Gestione attività Orientamento In Ingresso

Gestione attività Orientamento In Ingresso 1 di 5 Gestione attività Orientamento In Ingresso ISTITUTO MAGISTRALE STATALE ELAIDE CAIROLI Liceo Linguistico Liceo delle Scienze Umane Liceo Musicale PAVIA COPIA CONTROLLATA n. Data di revisione Rev.

Dettagli

Linee di indirizzo Tecnologie nella didattica e nella scuola Tavolo 3 - Tecnologie

Linee di indirizzo Tecnologie nella didattica e nella scuola Tavolo 3 - Tecnologie Prot. MIUR AOODRLO R.U. 1817 del 31/01/2013 Linee di indirizzo Tecnologie nella didattica e nella scuola Tavolo 3 - Tecnologie Dentro il cambiamento L introduzione delle tecnologie e la transizione al

Dettagli

D. Spencer Gateway Express

D. Spencer Gateway Express D. Spencer Gateway Express Destinazione Ordine e indirizzo di scuola Scuola secondaria di secondo grado / 1 biennio degli Istituti Tecnici, Indirizzo Commerciale Materia Inglese corso La proposta culturale

Dettagli

EXPO2015 SOCIAL MEDIA REPORT EXPO 2015. Report attività social Luglio 2015 30-6-2015

EXPO2015 SOCIAL MEDIA REPORT EXPO 2015. Report attività social Luglio 2015 30-6-2015 EXPO 2015 Report attività social 30-6-2015 EXPO 2015 / A cosa servono i social Gli obiettivi strategici dei social media di Expo 2015 (si vedano i documenti di strategia) sono i seguenti: Generare brand

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. Online Collaboration. Syllabus

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. Online Collaboration. Syllabus EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE Online Collaboration Syllabus Scopo Questo documento presenta il syllabus di ECDL Standard Modulo 7 Collaborazione in rete. Il syllabus descrive, attraverso i risultati

Dettagli