ISTITUTO COMPRENSIVO «TRENTO 5» Trento (TN) Via San Giovanni Bosco, 8 CF

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTITUTO COMPRENSIVO «TRENTO 5» 38122 Trento (TN) Via San Giovanni Bosco, 8 CF 80016460224"

Transcript

1 ISTITUTO COMPRENSIVO «TRENTO 5» Trento (TN) Via San Giovanni Bosco, 8 CF Tel. 0461/ Fax 0461/ CRITERI E PROCEDURA PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI PRIME DEL PROGETTO CLIL Bresadola ATTIVATO PRESSO LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO G. Bresadola Anno scolastico Approvati dal Consiglio dell Istituzione nella seduta del 12 gennaio Premessa 1.1.Il consiglio dell istituzione individua i criteri per la formazione delle classi prime: in continuità con i progetti di insegnamento veicolare della lingua inglese attivati presso la scuola primaria R. Sanzio, anche la sperimentazione presso la scuola secondaria G. Bresadola prevede una precedenza per gli studenti provenienti da questi progetti, indipendentemente dal bacino d utenza. 1.2.La motivazione della famiglia all apprendimento veicolare della lingua inglese costituisce l elemento primario per la richiesta d iscrizione al progetto CLIL Bresadola. 1.3.I criteri e la procedura per la formazione delle classi prime di seguito riportati sono formulati nel rispetto di quanto previsto dal progetto CLIL Bresadola riconosciuto dalla giunta provinciale con specifica delibera. 2. Criteri generali 2.1 Nella formazione delle classi con insegnamento veicolare in lingua inglese il numero massimo di studenti per ciascuna di esse non potrà essere superiore a 25 ed inferiore a 15 (salvo diverse indicazioni normative da parte della giunta provinciale). 2.2 Per l iscrizione al progetto denominato CLIL Bresadola costituisce requisito indispensabile la sottoscrizione di uno specifico Contratto formativo (o Patto educativo) con la scuola attraverso il quale la famiglia condivide le linee generali del progetto e si impegna a sostenere il percorso scolastico del figlio. 2.3 Per l attivazione del percorso Classe bilingue delineato dal progetto CLIL Bresadola è necessaria l iscrizione di almeno 12 studenti provenienti dal progetto Classe bilingue attivo presso la scuola R. Sanzio. 2.4 Nel caso non si raggiungano i 12 iscritti, gli studenti provenienti dal progetto Classe bilingue della scuola R. Sanzio concorreranno alla formazione delle classi con insegnamento veicolare in lingua inglese (corso CLIL base ) secondo gli stessi criteri di precedenza adottati per gli studenti provenienti dalle classi quinte con insegnamento veicolare della scuola primaria R. Sanzio. 2.5 Il progetto CLIL Bresadola prevede l attivazione di due classi prime con un modello organizzativo per classi aperte. Nel caso in cui, sulla base delle domande di iscrizione pervenute all Istituto, vengano attivate tre o più classi prime, il consiglio dell istituzione si riserva il compito di definire il modello organizzativo sostenibile e di comunicarlo alle famiglie. 1

2 2.6 Al termine della procedura delle iscrizioni, i genitori degli studenti provenienti dalle classi quinte della scuola primaria R. Sanzio con insegnamento veicolare della lingua inglese potranno richiedere il passaggio al corso Classe bilingue secondo i criteri e la procedura riportati all articolo A seguito di particolari motivazioni e tramite specifica domanda da parte dei genitori, il dirigente scolastico potrà accogliere, valutate dette motivazioni e verificate le condizioni organizzative, richieste di passaggio dal percorso Classe bilingue ai percorsi ordinamentali o CLIL base. 2.8 Al termine della procedura di formazione delle classi ed in caso di disponibilità di posti sarà possibile accedere al progetto CLIL Bresadola (sia al corso CLIL base che al corso Classe bilingue ) da parte di altri studenti a seguito di superamento di specifiche prove predisposte dall istituto. Nel caso in cui più studenti concorrano per lo stesso posto, fatta salva la precedenza attribuita ai residenti nel bacino d utenza della scuola, si procederà tramite estrazione. 2.9 Nel caso in cui, alla scadenza del termine per la presentazione delle domande di iscrizione, si creassero particolari situazioni non contemplate dalle procedure riportate nel presente documento, il consiglio dell istituzione si riserva di procedere a loro integrazione e successiva informazione alle famiglie interessate. 3. Criteri per la formazione di una sola classe prima 3.1 La classe viene formata prioritariamente da studenti: a. provenienti dalla classe quinta bilingue della scuola primaria R. Sanzio ; b. provenienti dalle classi quinte con insegnamento veicolare della lingua inglese della scuola primaria R. Sanzio ; c. provenienti dalle rimanenti scuole primarie appartenenti all istituto e residenti nel bacino d utenza dell Istituto; d. provenienti da scuole primarie non appartenenti all istituto ma residenti nel bacino d utenza dell istituto. 3.2 Al termine della scadenza della presentazione delle domande di preiscrizione ed in caso di esubero di richieste (ovvero oltre le 25 previste per la formazione di una classe), il dirigente scolastico provvederà a formulare una graduatoria che terrà conto dei seguenti criteri di precedenza: a. 12 posti verranno riservati agli studenti provenienti dalla classe quinta bilingue della scuola primaria R. Sanzio (numero minimo per attivare il progetto per classi aperte); nel caso di esubero di richieste si procederà a sorteggio fra tutti gli studenti candidati: verranno comunque estratti tutti gli studenti al fine di costituire una graduatoria che verrà utilizzata sia per individuare i 12 alunni sia per l eventuale chiamata nel caso di rinuncia o trasferimento di domanda. Il sorteggio si svolgerà alla presenza del presidente del consiglio dell istituzione o da un genitore da lui delegato, con adeguata pubblicizzazione sul portale dell istituto. b. 13 posti verranno assegnati secondo i seguenti criteri di precedenza: i. studenti provenienti dalle classi quinte ad insegnamento veicolare della lingua inglese della scuola primaria R. Sanzio residenti nel bacino d utenza dell istituto; ii. studenti provenienti dalle classi quinte ad insegnamento veicolare della lingua inglese della scuola primaria R. Sanzio residenti al di fuori del bacino d utenza dell istituto; iii. studenti provenienti da altre scuole d Istituto e residenti nel bacino d utenza dell istituto; iv. studenti provenienti da scuole non appartenenti all istituto ma residenti nel bacino d utenza dell istituto. 2

3 In caso di esubero di domande fra gli studenti in possesso degli stessi requisiti indicati rispettivamente alla lettera b) i) ii) iii) iv) si procederà al sorteggio tra gli aventi diritto inclusi nello stesso criterio: verranno comunque estratti tutti gli studenti candidati al fine di costituire una graduatoria che verrà utilizzata per individuare i 13 alunni e nel caso di rinuncia o trasferimento di domanda. Il sorteggio si svolgerà alla presenza del presidente del consiglio dell istituzione o da un genitore da lui delegato, con adeguata pubblicizzazione sul portale dell istituto. 3.3 Nel caso in cui non pervengano all istituto almeno 12 domande di preiscrizione da parte di genitori di studenti della classe quinta bilingue della scuola primaria R. Sanzio, il corso Classe bilingue delineato dal progetto CLIL Bresadola non potrà prendere avvio. I 25 posti disponibili verranno dunque assegnati secondo i seguenti criteri di precedenza: a. studenti provenienti dalle classi quinte ad insegnamento veicolare della lingua inglese o dalla classe quinta bilingue della scuola primaria R. Sanzio residenti nel bacino d utenza dell istituto; b. studenti provenienti dalle classi quinte ad insegnamento veicolare della lingua inglese o dalla classe quinta bilingue della scuola primaria R. Sanzio residenti al di fuori del bacino d utenza dell istituto; c. studenti provenienti da altre scuole d istituto e residenti nel bacino d utenza dell istituto; d. studenti provenenti da scuole non appartenenti all istituto ma residenti nel bacino d utenza dell istituto. In caso di esubero di domande fra gli studenti in possesso degli stessi requisiti indicati rispettivamente alle lettere a) b) c) d) si procederà al sorteggio tra gli aventi diritto inclusi nello stesso criterio: verranno comunque estratti tutti gli studenti candidati al fine di costituire una graduatoria che verrà utilizzata per individuare i 25 alunni e nel caso di rinuncia o trasferimento di domanda. Il sorteggio si svolgerà alla presenza del presidente del consiglio dell istituzione o da un genitore da lui delegato, con adeguata pubblicizzazione sul portale dell istituto. 3.4 La procedura di preiscrizione avrà termine in tempo utile per garantire l eventuale iscrizione presso altra scuola o altro corso nel caso in cui lo studente non rientri nei posti disponibili. 3.5 La graduatoria ottenuta sarà utilizzata per l integrazione dei posti eventualmente liberi fino al termine del primo quadrimestre della classe prima. In caso di richieste di iscrizione successive a tale termine (entro il numero massimo previsto di studenti per classe) costituisce titolo indispensabile dimostrare di possedere una adeguata conoscenza della lingua inglese da parte dello studente. Tale conoscenza verrà verificata da una commissione nominata dal dirigente scolastico. 3.6 In caso di richieste di iscrizione per le classi successive alla prima (entro il numero massimo previsto di studenti per classe) costituisce titolo indispensabile una adeguata conoscenza della lingua inglese da parte dello studente. Tale conoscenza verrà verificata da una commissione nominata dal dirigente scolastico dell istituto. 4. Criteri per la formazione di due classi prime 4.1 Condizione necessaria per formare due classi prime con insegnamento veicolare è l iscrizione di non meno di 31 studenti provenienti: a. dalla classe quinta bilingue della scuola primaria R. Sanzio ; b. dalle classi quinte ad insegnamento veicolare della lingua inglese della scuola primaria R. Sanzio ; c. da altre scuole ma con residenza nel bacino d utenza dell istituto. 4.2 Gli studenti provenienti dalle classi ad insegnamento veicolare della lingua inglese e dalla classe bilingue della scuola primaria R. Sanzio sono suddivisi in numero equo fra le due sezioni 3

4 secondo i criteri definiti dal consiglio dell istituzione per la formazione delle classi prime nella scuola secondaria. 4.3 Al termine della scadenza della presentazione delle domande di preiscrizione ed in caso di esubero di richieste (ovvero oltre le 50 previste per la formazione di due classi), il dirigente scolastico provvederà a formulare una graduatoria adottando le seguenti procedure. 4.4 I posti verranno assegnati tenendo presenti i seguenti criteri di precedenza: a. studenti provenienti dalla scuola primaria R. Sanzio (indipendentemente dal bacino d utenza e dal corso di provenienza ovvero classi con insegnamento veicolare/classe bilingue); b. studenti provenienti da scuole appartenenti all istituto ( A. Gorfer e F. Crispi ) e residenti nel bacino d utenza; c. studenti provenienti da altre scuole non appartenenti all istituto ma residenti nel bacino d utenza. In caso di esubero di domande di preiscrizione di studenti inclusi nelle lettere b) e c) del comma 4.4 si procederà al sorteggio tra gli aventi diritto inclusi nello stesso criterio: verranno comunque estratti tutti gli studenti candidati al fine di costituire una graduatoria che verrà utilizzata nel caso di rinuncia o trasferimento di domanda. Il sorteggio si svolgerà alla presenza del presidente del consiglio dell istituzione o da un genitore da lui delegato, con adeguata pubblicizzazione sul portale dell istituto. 4.5 In caso di esubero di domande di iscrizione di studenti inclusi nella lettera a) del comma 4.4, ovvero provenienti dalla scuola primaria R. Sanzio, i 50 posti disponibili verranno ripartiti tra le 3 sezioni attivate (A, B, C) in proporzione alle domande pervenute da ciascuna di esse, fatto salvo l accoglimento prioritario delle 12 domande provenienti dalla Classe bilingue previsto per l attivazione del corso presso la scuola G. Bresadola. 4.6 La ripartizione verrà condotta secondo due proporzioni: a. tra le domande pervenute per definire la percentuale di posti da attribuire a ciascuna classe: nel caso in cui nell effettuare la proporzione si producessero dei decimali si procederà arrotondando per difetto (da 0.1 a 0.4) o per eccesso (da 0.5 a 0.9); b. tra i posti disponibili e le percentuali definite alla lettera a. per definire il numero di posti effettivi da attribuire a ciascuna classe: nel caso in cui nell effettuare la proporzione si producessero dei decimali si riconoscerà a ciascuna classe il numero di posti intero ottenuto; con i decimali si andrà a costituire un posto che verrà sorteggiato tra le sezioni coinvolte. 4.7 I gruppi così composti verranno articolati secondo i seguenti criteri di precedenza relativi a ciascuna classe. - Alunni provenienti dalla classe quinta bilingue (sezione B) - Alunni provenienti dalle classi quinte con insegnamento veicolare (sezione A e C): i. alunni residenti nel bacino d utenza dell istituto; ii. alunni non residenti nel bacino d utenza dell istituto. In caso di esubero di domande fra gli studenti inclusi nello stesso sottogruppo si procederà al sorteggio: verranno comunque estratti tutti gli studenti candidati al fine di costituire una graduatoria che verrà utilizzata per individuare i 50 alunni e nel caso di rinuncia o trasferimento di domanda. Il sorteggio si svolgerà alla presenza del presidente del consiglio dell istituzione o da un genitore da lui delegato, con adeguata pubblicizzazione sul portale dell istituto. 4.8 In caso di presenza di posti residui ed a seguito della presentazione della richiesta di preiscrizione da parte dei genitori, essi verranno assegnati secondo i seguenti criteri di inclusione da applicare in ordine di priorità: a. studenti residenti nel bacino d utenza dell istituto e che abbiano frequentato scuole appartenenti all istituto stesso; b. studenti residenti nel bacino d utenza dell istituto e che abbiano frequentato scuole non appartenenti all istituto; 4

5 c. studenti che abbiano frequentato le scuole dell istituto ma residenti al di fuori del bacino d utenza dell istituto stesso; d. studenti che non abbiano frequentato le scuole dell istituto e residenti al di fuori del bacino d utenza dell istituto stesso. In caso di esubero di domande fra gli studenti in possesso degli stessi requisiti indicati rispettivamente alle lettere a) b) c) d), si procederà al sorteggio tra gli aventi diritto inclusi nello stesso criterio: verranno comunque estratti tutti gli studenti candidati al fine di costituire una graduatoria che verrà utilizzata nel caso di rinuncia o trasferimento di domanda. Il sorteggio si svolgerà alla presenza del presidente del consiglio dell istituzione o da un genitore da lui delegato, con adeguata pubblicizzazione sul portale dell istituto. 4.9 La procedura di preiscrizione avrà termine in tempo utile per garantire l eventuale iscrizione presso altra scuola o altro corso nel caso in cui lo studente non rientri nei posti disponibili La graduatoria ottenuta sarà utilizzata per l integrazione dei posti eventualmente liberi fino al termine del primo quadrimestre della classe prima. In caso di richieste di iscrizione successive a tale termine (entro il numero massimo previsto di studenti per classe) costituisce titolo indispensabile dimostrare di possedere una adeguata conoscenza della lingua inglese da parte dello studente. Tale conoscenza verrà verificata secondo le modalità definite dal dirigente scolastico In caso di richieste di iscrizione per le classi successive alla prima (entro il numero massimo previsto di studenti per classe) costituisce titolo indispensabile una adeguata conoscenza della lingua inglese da parte dello studente. Tale conoscenza verrà verificata secondo le modalità definite dal dirigente scolastico. 5. Criteri per la formazione di tre o più classi prime 5.1 La terza classe con insegnamento veicolare, non prevista nell attuale progetto CLIL Bresadola, potrà essere attivata solo previa autorizzazione da parte del Dipartimento della conoscenza successivamente al termine delle iscrizioni. 5.2 Condizione necessaria, ma non sufficiente, per formare tre o più classi prime con insegnamento veicolare è l iscrizione di un numero sufficiente di studenti (almeno 51 per l attivazione di 3 classi, almeno 76 per l attivazione per l attivazione di 4 classi) provenienti: a. dalle classi quinte ad insegnamento veicolare della lingua inglese della scuola primaria R. Sanzio ; b. dalla classe quinta bilingue della scuola primaria R. Sanzio ; c. da altre scuole ma con residenza nel bacino d utenza dell istituto. 5.3 Oltre il numero sufficiente di domande necessarie e sulla base di quanto avvenuto in passato, è probabile che per l attivazione di tre o quattro classi sia richiesto il raggiungimento di un numero consistente di iscritti in possesso dei requisiti indicati al comma La procedura di iscrizione avrà termine in tempo utile per garantire l eventuale iscrizione presso altra scuola o altro corso nel caso in cui lo studente non rientri nei posti disponibili. 5.5 In caso di presenza di posti residui ed a seguito della presentazione della richiesta di iscrizione da parte dei genitori, essi verranno assegnati secondo i seguenti criteri di inclusione da applicare in ordine di priorità: a. studenti residenti nel bacino d utenza dell istituto e che abbiano frequentato scuole appartenenti all istituto stesso; b. studenti residenti nel bacino d utenza dell istituto e che abbiano frequentato scuole non appartenenti all istituto; c. studenti che abbiano frequentato le scuole dell istituto ma residenti al di fuori del bacino d utenza dell istituto stesso; d. studenti che non abbiano frequentato le scuole dell istituto e residenti al di fuori del bacino d utenza dell istituto stesso. 5

6 In caso di esubero di domande fra gli studenti in possesso degli stessi requisiti indicati rispettivamente alle lettere a) b) c) d), si procederà al sorteggio tra gli aventi diritto inclusi nello stesso criterio: verranno comunque estratti tutti gli studenti candidati al fine di costituire una graduatoria che verrà utilizzata nel caso di rinuncia o trasferimento di domanda. Il sorteggio si svolgerà alla presenza del presidente del consiglio dell istituzione o da un genitore da lui delegato, con adeguata pubblicizzazione sul portale dell istituto. 5.6 La graduatoria ottenuta sarà utilizzata per l integrazione dei posti eventualmente liberi fino al termine del primo quadrimestre della classe prima. In caso di richieste di iscrizione successive a tale termine (entro il numero massimo previsto di studenti per classe) costituisce titolo indispensabile dimostrare di possedere una adeguata conoscenza della lingua inglese da parte dello studente. Tale conoscenza verrà verificata secondo le modalità definite dal dirigente scolastico. 5.7 In caso di richieste di iscrizione per le classi successive alla prima (entro il numero massimo previsto di studenti per classe) costituisce titolo indispensabile una adeguata conoscenza della lingua inglese da parte dello studente. Tale conoscenza verrà verificata secondo le modalità definite dal dirigente scolastico. 6. Criteri e procedura per il passaggio al corso Classe bilingue attivato presso la scuola secondaria di primo grado G. Bresadola 6.1 Al termine della procedura delle iscrizioni, i genitori degli studenti provenienti dalle classi quinte della scuola primaria R. Sanzio con insegnamento veicolare della lingua inglese potranno richiedere il passaggio al corso Classe bilingue. Tale passaggio è condizionato: a. dalla valutazione delle condizioni organizzative da parte del dirigente scolastico (numero di studenti per classe, numero di adesioni alla sperimentazione, etc.); b. dal parere espresso dai docenti di matematica ed inglese della classe quinta della scuola primaria di provenienza; c. dal superamento di specifiche prove di ammissione predisposte dall istituto, prove finalizzate all accertamento del possesso di adeguate competenze linguistiche e di sufficiente motivazione. 6.2 I genitori interessati al passaggio sono tenuti a presentare formale richiesta scritta al dirigente scolastico dell istituto comprensivo Trento 5 in carta libera. La domanda va presentata entro un mese dalla data di chiusura delle iscrizioni. 6.3 Il dirigente scolastico verifica le condizioni organizzative (numero di studenti per classe, numero di adesioni alla sperimentazione, etc.) anche al fine di evitare disomogeneità o inopportuni squilibri che potrebbero avere ripercussioni nell ambito didattico-educativo delle classi formate. Nel caso le condizioni organizzative non permettano l accoglimento della richiesta, il dirigente scolastico, o suo delegato, lo comunica tempestivamente ai genitori. 6.4 Appurata la sostenibilità delle richieste pervenute, il dirigente scolastico o suo delegato contatta i docenti di inglese e di matematica della classe quinta di provenienza per accertare che le competenze raggiunte dagli studenti, sia linguistiche che disciplinari, siano adeguate per sostenere il corso Classe bilingue e per raccogliere il previsto parere. Quest ultimo può essere integrato dalla richiesta rivolta ai genitori di integrare la preparazione dello studente con specifiche attività di carattere linguistico. Il parere negativo da parte dei docenti della scuola primaria costituisce motivo di non accoglimento della richiesta: anche in questo caso il dirigente scolastico, o suo delegato, provvederà a comunicare la decisione ai genitori. 6.5 Entro la prima settimana di settembre una commissione, nominata dal dirigente scolastico, procederà ad esaminare la preparazione dello studente tramite specifiche prove ed a stabilire definitivamente il passaggio al corso Classe bilingue. La commissione definisce inoltre i criteri di valutazione delle prove e redige specifico verbale dell intera procedura. 6

7 6.6 I criteri e la procedura previsti dal presente articolo si applicano anche agli studenti che nel corso del triennio della scuola secondaria di primo grado chiedano di passare dal percorso veicolare (CLIL base) a quello per classi aperte (Classe bilingue) 7

8 Allegato 1 ESEMPIO DI APPLICAZIONE DEI CRITERI E DELLE PROCEDURE PER LA FORMAZIONE DI DUE CLASSI (con dati inventati) Alla scadenza delle preiscrizioni risultano essere state presentate 63 domande. A seguito della valutazione da parte del Dipartimento della Conoscenza verranno attivate solo 2 classi prime per un numero massimo di 50 alunni: è necessario pertanto attivare la procedura per individuare le 13 domande eccedenti. Le domande vengono ripartite secondo i criteri previsti dall art. 4, ovvero: a. 60 studenti provengono dalla scuola primaria Sanzio; b. 2 studenti provengono da altre scuole dell Istituto (Gorfer e Crispi) con residenza nel bacino d utenza; c. 1 studente proviene da scuola non appartenente all Istituto ma con residenza nel bacino d utenza. Vengono quindi applicati i criteri di precedenza che escludono anzitutto i 3 studenti inclusi nei gruppi b) e c). Rimangono dunque 60 studenti provenienti dalla scuola primaria Sanzio, 10 dei quali risultano in esubero rispetto al numero massimo stabilito in 50. Secondo quanto previsto dal comma 5 i posti vengono ripartiti tra le 3 sezioni attivate presso la scuola primaria Sanzio in proporzione alle domande pervenute da ciascuna di esse, fatto salvo l accoglimento prioritario delle 12 domande provenienti dalla Classe bilingue previsto per l attivazione del modello organizzativo per classi aperte. Dai dati disponibili emerge quanto segue: - domande pervenute dalla sezione A: 24 (di cui18 residenti nel bacino d utenza); - domande pervenute dalla sezione B: 20 - domande pervenute dalla sezione C: 16 (di cui 12 residenti nel bacino d utenza). Si procede quindi a ripartire i posti in proporzione alle 60 domande pervenute: - sezione A: 24 domande corrispondenti al 40% dei posti (24x100/60); - sezione B: 20 domande corrispondenti al 33% dei posti (20x100/60=33,3 con arrotondamento per difetto=33); - sezione C: 16 domande corrispondenti al 27% dei posti (16x100/60=26,6 con arrotondamento per eccesso=27). Rispetto ai 50 posti disponibili la ripartizione avviene come segue: - sezione A: 40% dei 50 posti disponibili corrispondente a 20 posti (50/100x40); - sezione B: 33% dei 50 posti disponibili corrispondente a 16.5 posti (50/100x33); - sezione C: 27% dei 50 posti disponibili corrispondente a 13.5 posti (50/100x27). Come previsto dal comma 6 lettera b., alle 3 sezioni vengono assegnati i posti interi: 20 alla sezione A, 16 alla sezione B, 13 alla sezione C. I decimali della sezione B e C (0,5 + 0,5) compongono un posto che viene estratto a sorte tra le due sezioni coinvolte. L esito attribuisce il posto al corso C. La situazione risulta pertanto la seguente: - sezione A: 20 posti; - sezione B: 16 posti; - sezione C: 14 posti. I gruppi così composti vengono ora articolati secondo quanto previsto dal comma 7, ovvero: 8

9 - Alunni provenienti dalla classe quinta bilingue (sezione B): sono disponibili 16 posti, 20 le domande pervenute, sarà necessario procedere all estrazione per individuare i 4 candidati esclusi. - Alunni provenienti dalle classi quinte con insegnamento veicolare (sezione A e C): sono disponibili 34 posti, 40 le domande pervenute, sarà necessario procedere all estrazione. Si procede dunque nella suddivisione delle domande secondo i seguenti criteri di precedenza: a) alunni residenti nel bacino d utenza dell Istituto: complessivamente sono pervenute 30 domande, verranno accolte tutte; b) alunni non residenti nel bacino d utenza dell Istituto: complessivamente sono pervenute 10 domande; sarà necessario procedere all estrazione per individuare i 6 candidati esclusi. 9

PROGETTO CLASSI BILINGUI a.s. 2008-2009 in due classi prime delle scuole primarie R. Sanzio e Solteri

PROGETTO CLASSI BILINGUI a.s. 2008-2009 in due classi prime delle scuole primarie R. Sanzio e Solteri ISTITUTO COMPRENSIVO TRENTO 5 PROGETTO CLASSI BILINGUI a.s. 008-009 in due prime delle scuole primarie R. Sanzio e Solteri Per l'anno scolastico 008-009 si propone l'attivazione di due corsi bilingue nelle

Dettagli

ESAME DI STATO CONCLUSIVO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE - ANNO SCOLASTICO 2009/2010

ESAME DI STATO CONCLUSIVO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE - ANNO SCOLASTICO 2009/2010 ESAME DI STATO CONCLUSIVO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE - ANNO SCOLASTICO 2009/2010 Il presente documento fornisce, in forma schematica, sintetiche indicazioni relative alle sequenza dei principali adempimenti

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA - ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO DI SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO Francesco D Este MASSA LOMBARDA (RA) PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA Il PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA è un documento che viene deliberato

Dettagli

REGOLAMENTO SU ISCRIZIONI, ALUNNI, CLASSI, INDIRIZZI E SEZIONI (Aggiornato dal Consiglio di Istituto con delibera n. 600 del 19 dicembre 2014)

REGOLAMENTO SU ISCRIZIONI, ALUNNI, CLASSI, INDIRIZZI E SEZIONI (Aggiornato dal Consiglio di Istituto con delibera n. 600 del 19 dicembre 2014) I STITUT O di ISRUZION E SUPERI O RE - Lui gi Eina udi Sede Legale ed Amministrativa Porto Sant Elpidio (FM) - Via Legnano C. F. 81012440442 E-mail: apis00200g@istruzione.it Pec: apis00200g@pec.istruzione.it

Dettagli

Prot. n. 3801/B32bis Trento, 24 luglio 2013

Prot. n. 3801/B32bis Trento, 24 luglio 2013 ISTITUTO COMPRENSIVO «TRENTO 5» 38122 Trento (TN) Piazza R. Sanzio, 13 CF 80016460224 Tel. 0461/233896 - Fax 0461/231932 www.istitutotrento5.it segr.ic.tn5@scuole.provincia.tn.it ic.tn5@pec.provincia.tn.it

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Prove di esame e programmi del concorso per titoli ed esami per l accesso ai ruoli del personale docente della scuola dell infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado, nonché del personale

Dettagli

ISCRIZIONE ALLA SCUOLA DELL'INFANZIA PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO Per l a.s. 2012/2013

ISCRIZIONE ALLA SCUOLA DELL'INFANZIA PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO Per l a.s. 2012/2013 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO VIA CASSIA KM 18.700 Largo C.V. Lodovici, n. 9 00123 Roma Tel.0630888160 Fax 0630888569

Dettagli

CRITERI GENERALI DI FORMAZIONE DELLE CLASSI PER L A.S. 2015/16

CRITERI GENERALI DI FORMAZIONE DELLE CLASSI PER L A.S. 2015/16 CRITERI GENERALI DI FORMAZIONE DELLE CLASSI PER L A.S. 2015/16 Approvati dal Collegio dei Docenti (Delibera n. 20 del 12/11/2014) I criteri seguiti nella formazione delle classi mirano a raggiungere i

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO Afragola, 29/04/2015 prot.2185/a7 IL DIRIGENTE SCOLASTICO il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, con cui è stato approvato il testo unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione;

Dettagli

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE E DI ACCOGLIENZA DEGLI ALLIEVI STRANIERI (anno scolastico 2006/2007)

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE E DI ACCOGLIENZA DEGLI ALLIEVI STRANIERI (anno scolastico 2006/2007) BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE E DI ACCOGLIENZA DEGLI ALLIEVI STRANIERI (anno scolastico 2006/2007) Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento 1. Sulla

Dettagli

Dipartimento di Psicologia e Scienze cognitive

Dipartimento di Psicologia e Scienze cognitive Dipartimento di Psicologia e Scienze cognitive Bando per l ammissione al Corso di Laurea in Scienze e Tecniche di Psicologia Cognitiva Classe L-24 (classe delle lauree in scienze e tecniche psicologiche)

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto DIREZIONE GENERALE

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto DIREZIONE GENERALE Prot. n. AOODRVE-8285 Venezia, 9 luglio 2015 IL DIRETTORE GENERALE VISTO VISTO VISTA l art. 26, comma 8, della Legge 23 dicembre 1998, n 448, il quale prevede che l Amministrazione Scolastica, centrale

Dettagli

REGOLAMENTO DI ISTITUTO PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI PRIME E L ASSEGNAZIONE DEGLI ALUNNI ALLE CLASSI

REGOLAMENTO DI ISTITUTO PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI PRIME E L ASSEGNAZIONE DEGLI ALUNNI ALLE CLASSI Istituto Comprensivo GIORGIO GABER Scuola Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria I grado Via Trieste, 85 55041 Lido di Camaiore (LU) Tel. 0584 67563 Fax 0584 67047 e-mail: luic83200q@istruzione.it

Dettagli

Protocollo Accoglienza Alunni Stranieri

Protocollo Accoglienza Alunni Stranieri Protocollo Accoglienza Alunni Stranieri Proposta di lavoro ed intervento a cura del Gruppo Provinciale dei Referenti per Intecultura e l Integrazione degli Alunni Stranieri Scuola Secondaria di 2 grado

Dettagli

UFFICIO MODIFICHE DI STATUTO REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO IL RETTORE

UFFICIO MODIFICHE DI STATUTO REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO IL RETTORE UFFICIO MODIFICHE DI STATUTO REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO IL RETTORE Vista Visto Visto Visto Vista Visto Visti Vista Vista la legge 9 maggio 1989, n. 168 Istituzione del Ministero dell Università e

Dettagli

DISPOSIZIONI RELATIVE A PASSERELLE, TRASFERIMENTI ESAMI INTEGRATIVI E DI IDONEITA

DISPOSIZIONI RELATIVE A PASSERELLE, TRASFERIMENTI ESAMI INTEGRATIVI E DI IDONEITA DISPOSIZIONI RELATIVE A PASSERELLE, TRASFERIMENTI ESAMI INTEGRATIVI E DI IDONEITA PREMESSA Il regolamento d istituto in materia di passerelle, trasferimenti, esame integrativi e di idoneità è punto di

Dettagli

Allegato A) 1. PREMESSA

Allegato A) 1. PREMESSA Delibera N. 1193 del 10.04.2006 Riforma scolastica nelle scuole primarie e secondarie di primo grado in lingua italiana. Anno scolastico 2006/200 (modificata con delibera n. 4926 vom 29.12.2006) omissis

Dettagli

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

Art. 1 (Ambito di applicazione)

Art. 1 (Ambito di applicazione) DISCIPLINA REGOLAMENTARE DELLA MOBILITA VOLONTARIA DEL COMUNE DI CORCIANO (PG) (ART. 30 COMMA 1 D.LGS.165/2001) INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione... pag. 1 Art. 2 - Indizione e procedura di mobilità...»

Dettagli

Piano Educativo Personalizzato per studenti non italofoni

Piano Educativo Personalizzato per studenti non italofoni Via Provinciale - 22010 Ossuccio (CO) Tel. / Fax 034454051 e-mail coic84900c@istruzione.it - c.f. 84002090136 Introduzione alla compilazione Il P.E.P. o è indispensabile per delineare il percorso di insegnamento

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l Autonomia Scolastica Ufficio Sesto DECRETO MINISTERIALE

Dettagli

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO del Corso di Laurea in SCIENZE DELL ARCHITETTURA (Classe L - 17 ) Anno Accademico di istituzione: 2008-2009 Art. 1. Organizzazione del corso di

Dettagli

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA FINALITÀ TRASVERSALI Sviluppa autostima Sviluppa competenze disciplinari e trasversali Impara a cooperare e vivere in gruppo Impara a superare ansie e difficoltà Impara a conoscere

Dettagli

Regolamento d organizzazione SCUOLA PUBBLICA DI MUSICA

Regolamento d organizzazione SCUOLA PUBBLICA DI MUSICA COMUNE DI POGGIBONSI Regolamento d organizzazione SCUOLA PUBBLICA DI MUSICA di POGGIBONSI (delibera G.C. n. 64 del 29.05.2007) INDICE Art. 1 - Finalità principali Art. 2 - Indirizzi e attività Art. 3 -

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca D.M. 48 IL MINISTRO VISTA la legge del 3 agosto 2009, n. 115 concernente Riconoscimento della personalità giuridica alla Scuola per l Europa di Parma, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 187 del 13

Dettagli

PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA

PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA Allegato al POF ACCOGLIENZA ED INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA SEGRETERIA Raccoglie i primi dati anagrafici e sulla scolarità pregressa dell alunno straniero Consegna alla famiglia

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA Allegato 4 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA IL protocollo d accoglienza è un documento deliberato dal Collegio Docenti che contiene principi, indicazioni riguardanti l iscrizione

Dettagli

B3 Regolamento per l effettuazione delle selezioni per l assunzione dei docenti a tempo determinato e indeterminato

B3 Regolamento per l effettuazione delle selezioni per l assunzione dei docenti a tempo determinato e indeterminato B3 Regolamento per l effettuazione delle selezioni per l assunzione dei docenti a tempo determinato e indeterminato Art. 1 Modalità assunzione personale docente 1. L assunzione del personale docente a

Dettagli

REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE E VISITE GUIDATE

REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE E VISITE GUIDATE REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE E VISITE GUIDATE Premessa I viaggi d istruzione e le visite guidate, intesi quali strumenti per collegare l esperienza scolastica all ambiente esterno nei suoi aspetti

Dettagli

Bando di selezione di lettori madrelingua inglese

Bando di selezione di lettori madrelingua inglese MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Istituto Comprensivo Statale Scuola Infanzia Primaria Secondaria di primo grado Montalto di Castro (VT) Via G. Cesare, s.n.c

Dettagli

BIENNIO 2014 2015. Allegato alla Circ. n. 9 del 6 novembre 2013

BIENNIO 2014 2015. Allegato alla Circ. n. 9 del 6 novembre 2013 Allegato alla Circ. n. 9 del 6 novembre 2013 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio S. Croce 1299-30135

Dettagli

Facoltà: ECONOMIA - SEDE DI RIMINI Corso: 8847 - ECONOMIA DEL TURISMO (L) Ordinamento: DM270 Titolo: ECONOMIA DEL TURISMO Testo: SCUOLA DI ECONOMIA, MANAGEMENT E STATISTICA Sede Di Rimini Corso di Laurea

Dettagli

Informativa relativa all organizzazione degli uffici e alla gestione dei rapporti di lavoro

Informativa relativa all organizzazione degli uffici e alla gestione dei rapporti di lavoro MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO G. GAVAZZENI Via Combattenti e Reduci 70 TALAMONA (Sondrio) Tel. e Fax 0342/670755 - e.mail: segreteria@ictalamona.it Anno

Dettagli

Presiede la riunione: Il Dirigente Scolastico Il Collaboratore Vicario Il Docente Delegato prof.

Presiede la riunione: Il Dirigente Scolastico Il Collaboratore Vicario Il Docente Delegato prof. VERBALE DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO DELLA CLASSE SEZIONE SPECIALIZZAZIONE PER LE OPERAZIONI DI SCRUTINIO DEL 1 QUADRIMESTRE E LA COMUNICAZIONE ALLE FAMIGLIE. Oggi alle ore, nell aula si è riunito il Consiglio

Dettagli

g) il personale accompagnatore assume l obbligo di un attenta ed assidua vigilanza; ad esso fanno carico le responsabilità di cui all art.

g) il personale accompagnatore assume l obbligo di un attenta ed assidua vigilanza; ad esso fanno carico le responsabilità di cui all art. Istituto Comprensivo Rovereto Nord REGOLAMENTO VISITE GUIDATE, VIAGGI DI ISTRUZIONE E ATTIVITA DIDATTICHE E FORMATIVE SVOLTE IN AMBIENTE EXTRA-SCOLASTICO Art.1 Finalità e tipologia 1. Tutte le iniziative

Dettagli

Comune di Fiuggi Provincia di Frosinone

Comune di Fiuggi Provincia di Frosinone Comune di Fiuggi Provincia di Frosinone NUOVO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEGLI ASSEGNI DI STUDIO COMUNALI PER MERITO Per gli studenti delle scuole superiori Regolamento per l assegnazione degli Assegni

Dettagli

CONCORSO ORDINARIO PER TITOLI ED ESAMI D.M. N. 82 DEL 24.9.2012 SCHEDA DI LETTURA. A cura della Gilda degli Insegnanti di Napoli

CONCORSO ORDINARIO PER TITOLI ED ESAMI D.M. N. 82 DEL 24.9.2012 SCHEDA DI LETTURA. A cura della Gilda degli Insegnanti di Napoli CONCORSO ORDINARIO PER TITOLI ED ESAMI D.M. N. 82 DEL 24.9.2012 SCHEDA DI LETTURA A cura della Gilda degli Insegnanti di Napoli MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE LE DOMANDE POSSONO ESSERE PRESENTATE

Dettagli

Istituto Tecnico Statale. L. Einaudi Correggio LINEE GUIDA PER LA MOBILITA STUDENTESCA

Istituto Tecnico Statale. L. Einaudi Correggio LINEE GUIDA PER LA MOBILITA STUDENTESCA Istituto Tecnico Statale L. Einaudi Correggio LINEE GUIDA PER LA MOBILITA STUDENTESCA LINEE GUIDA PER LA MOBILITÀ STUDENTESCA Linee guida per l implementazione delle seguenti forme di mobilità studentesca

Dettagli

CORSO SERALE - LINEE GUIDA

CORSO SERALE - LINEE GUIDA CORSO SERALE - LINEE GUIDA 1. ASPETTI GENERALI Dal 31 agosto 2015, con l entrata in vigore del D.P.R. n.263 del 29 ottobre 2012 e le successive circolari ministeriali, i corsi serali, i CTP, i corsi di

Dettagli

a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga,

a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, fertile in avventure e in esperienze.... Sempre devi avere in mente Itaca raggiungerla

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 3

ISTITUTO COMPRENSIVO N 3 ISTITUTO COMPRENSIVO N 3 Giovanni XXIII 73043 COPERTINO - Via Mogadiscio, 45 - Tel. 0832.947164 Fax 0832.934582 e-mail: leic865009@istruzione.it Allegato al Regolamento d Istituto PROTOCOLLO per l ACCOGLIENZA

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA FORMULAZIONE DEL REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

LINEE GUIDA PER LA FORMULAZIONE DEL REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO ISTITUZIONI MUSICALI AFAM LINEE GUIDA PER LA FORMULAZIONE DEL REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO (Generalità) Il presente regolamento disciplina, ai sensi delle leggi

Dettagli

Determinazione Dirigenziale n. 49 del 13 gennaio 2014

Determinazione Dirigenziale n. 49 del 13 gennaio 2014 Determinazione Dirigenziale n. 49 del 13 gennaio 2014 OGGETTO:AVVISO PUBBLICO DI MOBILITÀ ESTERNA VOLONTARIA PER LA COPERTURA DI 6 POSTI DI INSEGNANTE DI SCUOLA D INFANZIA CAT. C A TEMPO INDETERMINATO,

Dettagli

Ministero dell istruzione dell università e della ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione Generale per il personale scolastico

Ministero dell istruzione dell università e della ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione Generale per il personale scolastico ACCORDO NAZIONALE tra il Ministero dell istruzione, della e dell università e le Organizzazioni sindacali concernente l attuazione dell articolo 2 della sequenza contrattuale (ex art. 62 ccnl/2007) sottoscritta

Dettagli

CONSIGLIO DI ISTITUTO. ARGOMENTO ALL O.D.G.: n. delibera Testo delibera esito votazione

CONSIGLIO DI ISTITUTO. ARGOMENTO ALL O.D.G.: n. delibera Testo delibera esito votazione SEDUTA DEL 12/11/2013 LICEO STATALE Giovanni Pascoli Viale Don Minzoni, 58 50129 FIRENZE Tel. 055/572370 Fax 055/589734 Sito WEB: www.liceopascoli.it E-Mail : info@ liceopascoli.it Codice ministeriale:

Dettagli

Oggetto: Iscrizioni alle scuole di istruzione secondaria di secondo grado relative all'anno scolastico 2010 2011.

Oggetto: Iscrizioni alle scuole di istruzione secondaria di secondo grado relative all'anno scolastico 2010 2011. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l'autonomia Scolastica Ufficio VI C.M. n.17 MIURAOODGOS

Dettagli

VALUTAZIONE scuola primaria valutazione periodica ed annuale degli apprendimenti degli alunni

VALUTAZIONE scuola primaria valutazione periodica ed annuale degli apprendimenti degli alunni VALUTAZIONE In base all art. 3 del decreto legge del 30 ottobre 2008, n.169, dall'anno scolastico 2008/09, nella scuola primaria la valutazione periodica ed annuale degli apprendimenti degli alunni è espressa

Dettagli

COM 393 Mogliano Veneto, 29.04.2015 COMUNICATO DOCENTI - STUDENTI - GENITORI - COORDINATORI DI CLASSE BACHECA SCUOLANEXT - SITO LICEO

COM 393 Mogliano Veneto, 29.04.2015 COMUNICATO DOCENTI - STUDENTI - GENITORI - COORDINATORI DI CLASSE BACHECA SCUOLANEXT - SITO LICEO LICEO STATALE Giuseppe BERTO CLASSICO LINGUISTICO SCIENTIFICO SCIENZE UMANE Via Barbiero, 82 31021 Mogliano Veneto (TV) Tel. 041/453906 Fax. 041/5903991 www.liceoberto.it - lssgberto@tin.it - tvps04000q@pec.istruzione.it

Dettagli

Prot. n 440/B19 Ragusa, 03/02/2014. AVVISO AI GENITORI (tramite affissione all Albo e pubblicazione sul Sito Web della scuola)

Prot. n 440/B19 Ragusa, 03/02/2014. AVVISO AI GENITORI (tramite affissione all Albo e pubblicazione sul Sito Web della scuola) Prot. n 440/B19 Ragusa, 03/02/2014 AVVISO AI GENITORI (tramite affissione all Albo e pubblicazione sul Sito Web della scuola) ISCRIZIONI ANNO SCOLASTICO 2014-15 Si comunica che il termine ultimo per la

Dettagli

REGOLAMENTO DEI VIAGGI DI ISTRUZIONE E VISITE GUIDATE

REGOLAMENTO DEI VIAGGI DI ISTRUZIONE E VISITE GUIDATE REGOLAMENTO DEI VIAGGI DI ISTRUZIONE E VISITE GUIDATE Art 31 Finalità e termini 1. Le visite guidate e i viaggi di istruzione, ivi compresi quelli connessi ad attività sportive, si configurano come esperienze

Dettagli

Ordinanza Ministeriale n. 92 Prot. n. 11075 del 5.11.2007

Ordinanza Ministeriale n. 92 Prot. n. 11075 del 5.11.2007 IL MINISTRO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE Ordinanza Ministeriale n. 92 Prot. n. 11075 del 5.11.2007 Visto il Regio Decreto 4 maggio 1925, n. 653, contenente disposizioni sugli studenti, esami e tasse negli

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Ottavio Gravina De Cruyllas

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Ottavio Gravina De Cruyllas ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Ottavio Gravina De Cruyllas con annesso Istituto Comprensivo Statale Giovanni Verga (D. A. n. 806 del 06-03-2012) R A M A C C A ( C T ) REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE, VISITE

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE Prot. n. 1288/A15C/D.G. Venezia, 2 marzo 2007 IL DIRETTORE GENERALE VISTO l art. 26, comma 8, della Legge 23 dicembre 1998, n 448, il quale prevede che l Amministrazione Scolastica, centrale e periferica,

Dettagli

DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici Uff.VII

DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici Uff.VII DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici Uff.VII DECRETO MINISTERIALE N.31 del 16-3-2007 Norme per lo svolgimento degli esami di Stato nelle sezioni ad opzione internazionale

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE CORSI DI STUDIO IN INGEGNERIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE CORSI DI STUDIO IN INGEGNERIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE CORSI DI STUDIO IN INGEGNERIA Dipartimento di Ingegneria Civile e Meccanica Regolamento didattico dei corsi di laurea in L7 - Classe delle Lauree

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE ATTI NORMATIVI E DI AMMINISTRAZIONE

BOLLETTINO UFFICIALE MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE ATTI NORMATIVI E DI AMMINISTRAZIONE MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE ANNO 133 Roma, 12-19 ottobre 2006 N. 41-42 BOLLETTINO UFFICIALE ATTI NORMATIVI E DI AMMINISTRAZIONE Poste Italiane S.p.A. - sped. in abb. post. 70% - DCB Roma ISTITUTO

Dettagli

STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA

STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA Art. 1 ( Scuola Civica di Musica ) E costituita nel Comune di Villacidro la Scuola Civica di Musica nella forma di cui all art. 114 del D. Lgs.vo n. 267 del 18 Agosto

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEI SERVIZI DI TRASPORTO E MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE DEI SERVIZI DI TRASPORTO E MENSA SCOLASTICA COMUNE DI BASCHI PROVINCIA DI TERNI REGOLAMENTO COMUNALE DEI SERVIZI DI TRASPORTO E MENSA SCOLASTICA (Approvato con delibera consiliare n. 50 del 30.09.2010) TITOLO I Norme Generali TITOLO II Trasporto

Dettagli

BANDO RECLUTAMENTO STUDENTI

BANDO RECLUTAMENTO STUDENTI BANDO RECLUTAMENTO STUDENTI PROGRAMMAZIONE FONDI STRUTTURALI 2001/2013 II^ Procedura straordinaria Prot. n. AOODGAI/6693 del 18/04/2012 C-5-FSE04_POR_CAMPANIA-2012-426 Chimica ed ecologia ell industria

Dettagli

Capo I - PARTE GENERALE

Capo I - PARTE GENERALE Regolamento delle procedure di trasferimento e di mobilità interna dei professori ordinari, dei professori associati e dei ricercatori, ai sensi degli artt. 1, comma II, e 3 della legge 3 luglio 1998,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

PROPOSTE DI VOTO 1. Ogni docente definisce la propria PROPOSTA DI VOTO per ciascuna delle discipline insegnate e per il voto di condotta:

PROPOSTE DI VOTO 1. Ogni docente definisce la propria PROPOSTA DI VOTO per ciascuna delle discipline insegnate e per il voto di condotta: CRITERI DI VALUTAZIONE SCRUTINIO FINALE PROPOSTE DI VOTO 1. Ogni docente definisce la propria PROPOSTA DI VOTO per ciascuna delle discipline insegnate e per il voto di condotta: Partendo dalla media matematica

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO MARADINI E COMUNE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO MARADINI E COMUNE Allegato alla deliberazione C.C. n. 18 del 25/09/2012 Il Segretario Comunale Dr. Ruggeri Fausto REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO MARADINI E COMUNE INDICE Articolo 1) Scopi

Dettagli

Circ. Int. n. 54 Scuola Primaria di Basiano Masate, 29 gennaio 2014 Scuola Primaria di Masate. Loro Sedi

Circ. Int. n. 54 Scuola Primaria di Basiano Masate, 29 gennaio 2014 Scuola Primaria di Masate. Loro Sedi Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO BASIANO 20060 Masate (MI) Via Monte Grappa, 16 Tel.0295760871 fax 0295761411 miic8ck007@istruzione.it miic8ck007@pec.istruzione.it

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE CORSI DI STUDIO IN INGEGNERIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE CORSI DI STUDIO IN INGEGNERIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE CORSI DI STUDIO IN INGEGNERIA Dipartimento di Ingegneria Civile e Meccanica Regolamento didattico dei corsi di laurea magistrale in LM - 23 - Classe

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO 47 DISTRETTO SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FOSCOLO - OBERDAN Cod. MPI NAIC8E900C - Piazza del Gesù Nuovo, 2-80134 - NAPOLI tel. e fax 081/5524731; www.scuolafoscoloberdan.gov.it ; naic8e900c@istruzione.it;

Dettagli

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE INDIVIDUALE ( 1 )

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE INDIVIDUALE ( 1 ) MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE INDIVIDUALE ( 1 ) Il Liceo favorisce la frequenza scolastica degli studenti in Istituti esteri per periodi brevi, lunghi o corrispondenti alla durata dell anno scolastico,

Dettagli

La Uil informa sulla riforma

La Uil informa sulla riforma LE INIZIATIVE UIL Confronto con il Governo per discutere tutte le ricadute sul lavoro degli insegnanti. Se il Governo non attiva un confronto occorrerà definire forme di lotta, dallo sciopero ad altre

Dettagli

Prot. 266 C/14 CATANZARO, 19/01/2016

Prot. 266 C/14 CATANZARO, 19/01/2016 Istituto Comprensivo Pascoli-Aldisio Codice fiscale 97061380792 codice meccanografico CZIC85300E tel. Fax 0961/722323 Via Mario Greco,31 www.icpascolialdisio.gov.it e mail czic85300e@istruzione.it 88100

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA 1 REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEL SERVIZIO Il servizio di refezione scolastica è realizzato dal Comune nell ambito delle proprie competenze. Il servizio

Dettagli

Istituto Comprensivo Rinnovata Pizzigoni, via Castellino da Castello, 10, Milano

Istituto Comprensivo Rinnovata Pizzigoni, via Castellino da Castello, 10, Milano Istituto Comprensivo Rinnovata Pizzigoni, via Castellino da Castello, 10, Milano Scuole primarie Rinnovata Pizzigoni, Dante Alighieri, scuola secondaria di primo grado Puecher PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA

Dettagli

PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO

PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Allegato A ISTRUZIONI OPERATIVE PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO A.1 La consistenza

Dettagli

(Collegio Docenti del / /2012)

(Collegio Docenti del / /2012) Codice Fiscale: 80014050357 CM: CMRETD02000L Vìa Prati, 2 42015 Correggio (RE) Tel. 0522 693271 Fax 0522 632119 Sito Web: www.einaudicorreggio.gov.it e mail: info@einaudicorreggio.gov.it e mail certificata:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA di PRIMO GRADO BORGO TOSSIGNANO

ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA di PRIMO GRADO BORGO TOSSIGNANO ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA di PRIMO GRADO BORGO TOSSIGNANO RESPONSABILE DEL PIANO La Dirigente scolastica Grassi Grazia RIELABORAZIONE DEL PIANO Dall Osso Silvia

Dettagli

Direzione generale per lo studente

Direzione generale per lo studente Dipartimento per l Istruzione Direzione generale per lo studente Prot. n. 6811/A0 Roma, 12 dicembre 2006 Sedi Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico

Dettagli

LICEO STATALE ANTONIO PIGAFETTA Classico - Linguistico Musicale VICENZA PROTOCOLLO

LICEO STATALE ANTONIO PIGAFETTA Classico - Linguistico Musicale VICENZA PROTOCOLLO LICEO STATALE ANTONIO PIGAFETTA Classico - Linguistico Musicale VICENZA PROTOCOLLO per la gestione delle richieste degli studenti che intendono usufruire di periodi di studio all estero e per gli studenti

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI CON LIVELLO LINGUISTICO INFERIORE AL B1

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI CON LIVELLO LINGUISTICO INFERIORE AL B1 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI CON LIVELLO LINGUISTICO INFERIORE AL B1 Indice Finalità e Soggetti pag. 2 La Commissione Intercultura pag. 2 Normativa di riferimento pag. 2 Fasi dell accoglienza

Dettagli

Prot. n 0000255/A22 Petronà, 2 febbraio 2016

Prot. n 0000255/A22 Petronà, 2 febbraio 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI PETRONÀ C.F. 97035390794 C.M. CZIC83600R TEL. 0961933007 FAX 0961933007 Via Arenacchio - 88050 P E T R O N À CZ Mail: czic83600r@istruzione.it; czic83600r@pec.istruzione.it

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale, a ciclo unico, in Scienze della Formazione Primaria. Manifesto degli Studi. Anno Accademico 2015-2016

Corso di Laurea Magistrale, a ciclo unico, in Scienze della Formazione Primaria. Manifesto degli Studi. Anno Accademico 2015-2016 Corso di Laurea Magistrale, a ciclo unico, in Scienze della Formazione Primaria Manifesto degli Studi Anno Accademico 2015-201 Denominazione del Corso di Studio Scienze della Formazione Primaria Denominazione

Dettagli

Articolo 1 Definizioni e finalità

Articolo 1 Definizioni e finalità Università di Cassino Facoltà di Ingegneria Regolamento didattico dei corsi di laurea magistrale in LM-23 - Classe delle Lauree Magistrali in INGEGNERIA CIVILE Ingegneria Civile LM -27 Classe delle Lauree

Dettagli

degli alunni delle classi 3^ Sc I grado Lorenzo Viani I.C. Marco Polo Viani

degli alunni delle classi 3^ Sc I grado Lorenzo Viani I.C. Marco Polo Viani ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "MARCO POLO - VIANI" SCUOLA INFANZIA, PRIMARIA E MEDIA Via Pistoia 68-55049 - Viareggio (LU) Tel.0584/51302 Fax 0584/53865 e-mail luic819009@istruzione.it C.F. 91022950462

Dettagli

Formazione delle classi e assegnazione docenti A.S. 2015/16

Formazione delle classi e assegnazione docenti A.S. 2015/16 Formazione delle classi e assegnazione docenti A.S. 2015/16 1. Obiettivo primario Criteri generali di assegnazione degli insegnanti alle classi L assegnazione dei docenti alle classi è finalizzata alla

Dettagli

Per l esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione

Per l esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione Per l esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione CHI? FA? COSA? QUANDO? Pro memoria degli adempimenti e delle procedure da seguire per un corretto svolgimento delle prove d esame Tempo Contenuto

Dettagli

INTEGRAZIONE ALL ART. 46 DEL REGOLAMENTO D ISTITUTO VIGENTE RIGUARDANTE I VIAGGI D ISTRUZIONE E LE VISITE GUIDATE

INTEGRAZIONE ALL ART. 46 DEL REGOLAMENTO D ISTITUTO VIGENTE RIGUARDANTE I VIAGGI D ISTRUZIONE E LE VISITE GUIDATE INTEGRAZIONE ALL ART. 46 DEL REGOLAMENTO D ISTITUTO VIGENTE RIGUARDANTE I VIAGGI D ISTRUZIONE E LE VISITE GUIDATE Art. 46 - Regolamentazione uscite brevi, visite guidate e viaggi di istruzione La presente

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca DECRETO MINISTERIALE N. 91 Requisiti dei componenti delle commissioni giudicatrici dei concorsi per titoli ed esami per l accesso ai ruoli del personale docente della scuola dell infanzia, primaria, secondaria

Dettagli

72 CERIGNOLA (FG) Cod. Fisc. 802930717 Cod. Mecc. FGTD02000P Prot. n 2901 / D/02-i Cerignola, 2 marzo 2015 A tutto il personale docente Sede All Albo dell Istituto Al sito web della scuola Oggetto: Avviso

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PER LA MESSA IN GRADUATORIA A FAVORE DELLA FROSINONE MULTISERVIZI SPA DI 100 ADDETTI:

AVVISO DI SELEZIONE PER LA MESSA IN GRADUATORIA A FAVORE DELLA FROSINONE MULTISERVIZI SPA DI 100 ADDETTI: AVVISO DI SELEZIONE PER LA MESSA IN GRADUATORIA A FAVORE DELLA FROSINONE MULTISERVIZI SPA DI 100 ADDETTI: 7 addetti in qualità di impiegati amministrativi di concetto che siano in grado di svolgere con

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto di Istruzione Superiore Leonardo da Vinci - Ripamonti Via Belvedere, 18 22100 Como - Tel. 031 520745 - Fax 031 50719 Piano annuale delle

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca D.M. n. 53 il decreto legislativo n. 297 del 16 aprile 1994, con il quale è stato approvato il testo unico delle disposizioni legislative in

Dettagli

REGOLAMENTO TESI DI LAUREA E DI DIPLOMA UNIVERSITARIO (approvato nel CF del 14/03/2007 in vigore dalla sessione di laurea di novembre 2007)

REGOLAMENTO TESI DI LAUREA E DI DIPLOMA UNIVERSITARIO (approvato nel CF del 14/03/2007 in vigore dalla sessione di laurea di novembre 2007) REGOLAMENTO TESI DI LAUREA E DI DIPLOMA UNIVERSITARIO (approvato nel CF del 14/03/2007 in vigore dalla sessione di laurea di novembre 2007) CAPO 1 - LA PROVA FINALE Art. 1.1 Sintesi La prova finale consiste

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER L OFFERTA DEL SERVIZIO EDUCATIVO DENOMINATO SEZIONI PRIMAVERA DESTINATO AI BAMBINI DI ETA COMPRESA TRA I 24 E I 36 MESI

PROTOCOLLO D INTESA PER L OFFERTA DEL SERVIZIO EDUCATIVO DENOMINATO SEZIONI PRIMAVERA DESTINATO AI BAMBINI DI ETA COMPRESA TRA I 24 E I 36 MESI PROTOCOLLO D INTESA PER L OFFERTA DEL SERVIZIO EDUCATIVO DENOMINATO SEZIONI PRIMAVERA DESTINATO AI BAMBINI DI ETA COMPRESA TRA I 24 E I 36 MESI L Ufficio Scolastico Regionale per le Marche e la Regione

Dettagli

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI. Al Sovrintendente agli Studi della Valle d Aosta A O S T A

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI. Al Sovrintendente agli Studi della Valle d Aosta A O S T A Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l Autonomia Scolastica - Ufficio III C.M. n. 35 MIURAOODGOS

Dettagli

Art. 1 Finalità. Art. 2 Quadro normativo di riferimento. Art. 3 Destinatari

Art. 1 Finalità. Art. 2 Quadro normativo di riferimento. Art. 3 Destinatari Allegato al decreto del direttore centrale 6 agosto 2012 n. 1087/ISTR Bando per il finanziamento delle Sezioni Primavera anno scolastico 2012/2013 Art. 1 Finalità 1. Il presente bando viene emanato al

Dettagli

REGOLAMENTO VISITE E VIAGGI D ISTRUZIONE

REGOLAMENTO VISITE E VIAGGI D ISTRUZIONE 1. Finalità REGOLAMENTO VISITE E VIAGGI D ISTRUZIONE I viaggi d istruzione e le visite guidate, intese quali strumenti per collegare l esperienza scolastica all ambiente esterno nei suoi aspetti fisici,

Dettagli

ATTIVITA DI SOSTEGNO E RECUPERO E CRITERI PER L AMMISSIONE ALLA CLASSE SUCCESSIVA. Il Consiglio d Istituto nella seduta del 16 Novembre 2012

ATTIVITA DI SOSTEGNO E RECUPERO E CRITERI PER L AMMISSIONE ALLA CLASSE SUCCESSIVA. Il Consiglio d Istituto nella seduta del 16 Novembre 2012 LICEO SCIENTIFICO STATALE R. Donatelli B. Pascal 20133 MILANO Viale Campania, 6 e Via A. Corti, 16 Tel. 02.70126738 e 02.2360306 - Fax 02.70106474 e 02.2666487 Email: mips37000t@istruzione.it - Pec: mips37000t@pec.istruzione.it

Dettagli

CRITERI GENERALI PER CORSI DI RECUPERO (Deliberati dal Collegio Docenti del 9 Febbraio 2012)

CRITERI GENERALI PER CORSI DI RECUPERO (Deliberati dal Collegio Docenti del 9 Febbraio 2012) MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE A. DE SIMONI Via Tonale n.18-23100 SONDRIO Tel. 0342/ 514516-216255 Fax. 0342/ 514798 Cod. Fisc. 80001880147 -

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA di MATEMATICA Classi QUINTE PROFESSIONALI A.S. 2015/2016

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA di MATEMATICA Classi QUINTE PROFESSIONALI A.S. 2015/2016 Note Il presente documento va inviato in formato elettronico all indirizzo piani.lavoro@majorana.org a cura del Coordinatore della Riunione Disciplinare. Il Registro Elettronico SigmaSchool è il canale

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca ICS Antonio Bonfanti e Angelo Valagussa Via San Dionigi 23-23870 - CERNUSCO LOMBARDONE - (LC) Tel: 039 59 93 74 - fax :039 99 06 832 email: lcic814007@istruzione.it

Dettagli

Esami di qualifica IeFP 2014/15 Scheda di lettura: Candidati Esterni

Esami di qualifica IeFP 2014/15 Scheda di lettura: Candidati Esterni CANDIDATI ESTERNI Accordo Conferenza Regioni "Accordo fra le Regioni e le Province Autonome e di Trento e Bolzano in tema di esami a conclusione dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale" Atto

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI ISTITUTO TECNICO STATALE Periti Aziendali e Corrispondenti in Lingue Estere Astolfo Lunardi Via Riccobelli, 47-25123 Brescia - Tel. 0302009508 - Fax: 030390996 E-mail info@lunardi.bs.it - URL http://www.lunardi.bs.it

Dettagli