Italian per capita GDP and North-South Disparities

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Italian per capita GDP and North-South Disparities 1861-2004"

Transcript

1 Italian per capita GDP and North-South Disparities Vittorio Daniele Paolo Malanima

2 1. Prodotto pro capite in Italia (a prezzi costanti 1911 e 1951 e in dollari internazionali 1990 PPA) e differenziali fra le regioni del Centro-Nord e del Sud-Isole PIL pro c. $ internaz. PIL pro c. SI/CN Italia 1990 PPA Nord Prezzi 1951 Prezzi 1911 PIL pro c. Italia Prezzi 1911 PIL pro c. Sud Prezzi , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,82

3 , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,66

4 , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,60 Le serie del prodotto sono al costo dei fattori. I confini dell Italia sono quelli attuali. Le fonti fondamentali su cui sono basate le serie del Prodotto Interno Lordo pro capite negli anni sono costituite dalle due serie (non ancora definitive) di G. Federico per l agricoltura e di S. Fenoaltea per l industria, elaborate nell ambito del progetto di revisione della contabilità nazionale promossa dalla Banca d Italia (si veda I conti economici). Entrambe le serie sono state rielaborate per tenere conto dei confini attuali dell Italia. La serie di Federico è, infatti, ai confini dell epoca, e quella di Fenoaltea ai confini del 1911 (G. Federico, Le nuove stime della produzione agricola italiana, and G. Federico, L agricoltura italiana: successo o fallimento?, in P. Ciocca, G. Toniolo (eds), Storia economica d Italia, 3, Roma-Bari, 2003, pp ; S. Fenoaltea, Lo sviluppo dell industria dall Unità alla Grande Guerra: una sintesi provvisoria, in P. Ciocca, G. Toniolo (eds), Storia economica d Italia, 3.1, Roma-Bari, 2003; S. Fenoaltea, La crescita industriale delle regioni d Italia dall Unità alla Grande Guerra: una prima stima per gli anni censuari, in Quaderni dell Ufficio Ricerche Storiche, 2001, 1; S. Fenoaltea, La formazione dell Italia industriale: consensi, dissensi, ipotesi, in Rivista di Storia Economica, n.s., 2003, XIX, pp ). A. Carreras, Un ritratto quantitativo dell industria italiana, in F. Amatori, D. Bigazzi, R. Giannetti, L. Segreto (eds), Storia d Italia. Annali 15, L industria, Torino, 1999, pp , presenta un utile rassegna delle elaborazioni dei conti nazionali italiani. La stima del settore terziario è basata sulla ricostruzione di V. Zamagni per gli anni 1891 e 1911 (nell ambito della revisione della contabilità nazionale promossa dalla Banca d Italia) (I conti economici dell Italia, 1, 1991; 2, 1992; 3, 2002-, 1, G. Rey and O. Vitali (eds.); 2, G. Federico, S. Fenoaltea, M. Marolla, M. Roccas, O. Vitali, V. Zamagni, P. Battilani, G. Rey (eds.); 3, G. Federico, S. Fenoaltea, C. Bardini, V. Zamagni, P. Battilani, G. Rey (eds.), Roma-Bari;). I dati sui servizi negli anni sono ripresi dalle percentuali dei servizi sul totale in A. Maddison, A Revised Estimate

5 of Italian Economic Growth, , in Banca Nazionale del Lavoro Quaterly Review, 1991, pp La presente serie del prodotto interno lordo pro capite è molto simile a quella presentata da S. Fenoaltea, La crescita economica dell Italia postunitaria: le nuove serie storiche, in Rivista di Storia Economica, XXI, 2005, n. 2; S. Fenoaltea, The Growth of the Italian Economy, : Preliminary Second-generation Estimates, in European Review of Economic History, 9, 2005, pp ; S. Fenoaltea, L economia italiana dall Unità alla Grande Guerra, Roma-Bari, La serie presentata sopra e quella di Fenoaltea differiscono soltanto nella parte iniziale per il diverso rilievo dei servizi. Nella serie di Fenoaltea il rilievo dei servizi è del 35 per cento nel 1861 e del 37 nel 1911; nella serie precedente è del 27 per cento nel 1861 e del 38 nel L andamento diverso delle due serie del Pil italiano dal 1861 al 1913 è presentato nella Figura 6 in Malanima P., Alle origini della crescita in Italia , in Rivista di Storia Economica, n.s., XXII, 2006, pp La serie del Pil italiano dal 1861 al 1913, insieme ai criteri dell elaborazione, è stata presentata anche in Malanima P., An Age of Decline. Product and Income in Eighteenth-Nineteenth Century Italy, Rivista di Storia Economica, n.s., XXI, 2006, 3, pp Dal 1913 al 1950 la serie precedente del Pil pro c. riprende I tassi di variazione annua da Maddison (le stime della presente serie sono, tuttavia, più elevate del 7 per cento rispetto a quelle di Maddison, in quanto i dati della nuova serie per gli anni sono più elevati). Si è tenuto conto della revisione dei conti nazionali per il 1938 e il 1951 in I conti degli Italiani. Per il periodo la serie segue quella elaborata da N. Rossi, A. Sorgato, G. Toniolo, I conti economici italiani: una ricostruzione statistica, , in Rivista di Storia Economica, n.s., X, 1993, pp Dal 1970 la serie segue quella dell Istat. Per consentire confronti internazionali (specialmente con Maddison (2003), The World Economy. Historical Statistics, Paris, OECD) la serie viene presentata anche in dollari internazionali 1990 a parità di potere d acquisto. Per quanto riguarda le serie delle colonne 4, 5 e 6, le assunzioni su cui esse sono basate sono trattate nel Differenziali regionali del prodotto pro capite (Italia=1) Pil pro capite in Italia a prezzi ITALIA SARDEGNA SICILIA CALABRIA PUGLIA BASILICATA CAMPANIA ABRUZZI LAZIO MARCHE UMBRIA TOSCANA EMILIA LIGURIA VENETO LOMBARDIA PIEMONTE 443 0,973 0,982 0,715 0,948 0,807 0,740 0,911 1,160 1,005 1,049 1,196 0,846 1,080 1, ,971 0,716 0,939 0,804 1,098 0,740 1,047 0,908 1,153 1,002 1,050 1,204 0,851 1, ,971 0,719 0,935 0,804 1,093 0,742 0,907 1,151 0,999 1,052 1,207 0,856 1, ,968 0,972 0,719 0,925 0,799 1,091 0,741 0,903 1,141 0,996 1,218 0,860 1,087 1, ,968 0,969 0,721 0,920 0,798 1,087 0,742 0,902 0,993 1,223 0,866 1,088 1, ,966 0,965 0,912 0,795 1,084 0,742 1,044 0,899 1,131 0,991 1,054 1,231 0,870 1,091 1, ,961 0,960 0,721 0,900 0,789 1,083 0,739 0,894 1,119 0,988 1,245 0,874 1,097 1,

6 1898 1,047 1,104 0,878 1,257 1,052 0,986 1,109 0,889 0,737 0,784 0,890 0,720 0,956 0, ,113 0,880 1,272 1,049 0,985 1,096 0,883 1,047 0,733 1,081 0,776 0,877 0,718 0,951 0, ,114 0,886 1,277 0,982 1,092 0,881 0,734 1,077 0,775 0,871 0,720 0,948 0, ,063 1,119 0,890 1,286 0,979 1,084 0,878 0,733 1,075 0,771 0,863 0,720 0,944 0, ,070 1,123 0,891 1,300 1,052 0,874 0,731 1,072 0,766 0,854 0,720 0,938 0, ,077 1,127 0,892 1,312 1,055 1,065 0,870 0,729 1,069 0,762 0,846 0,721 0,932 0, ,083 1,129 0,895 1,320 1,059 0,868 0,729 0,759 0,841 0,928 0, ,091 1,135 0,895 1,331 1,060 0,865 1,042 0,727 1,060 0,834 0,922 0, ,099 1,143 0,895 1,347 1,061 1,039 0,859 1,042 0,748 0,824 0,915 0, ,147 0,896 1,355 1,033 0,857 1,038 1,052 0,744 0,910 0, ,115 1,157 0,893 1,376 1,019 0,850 1,040 0,715 0,735 0,807 0,720 0,902 0, ,124 1,166 0,891 1,397 1,005 0,842 1,042 0,709 1,050 0,726 0,797 0,717 0,894 0, ,133 1,177 0,886 1,422 1,062 0,979 0,989 0,833 0,701 1,050 0,716 0,785 0,712 0,885 0, ,179 0,889 1,433 1,061 0,979 0,829 1,047 0,699 1,049 0,712 0,777 0,712 0,882 0, ,145 1,185 0,890 1,436 1,063 0,981 1,048 0,697 1,039 0,710 0,774 0,705 0,877 0, ,149 1,180 0,897 1,429 1,069 0,988 0,837 0,700 1,027 0,713 0,774 0,702 0,875 0, ,156 1,196 0,887 1,497 1,049 0,949 0,812 1,092 0,675 1,039 0,687 0,745 0,676 0,862 0, ,173 1,240 0,865 1,593 1,018 0,985 0,892 0,774 1,129 0,633 1,055 0,641 0,704 0,839 0, ,175 1,240 0,866 1,629 0,982 0,874 0,764 1,162 0,622 1,057 0,630 0,689 0,624 0,833 0, ,172 1,234 0,869 1,670 0,999 0,853 0,753 1,202 0,612 1,061 0,618 0,673 0,611 0,828 0, ,175 1,231 0,875 1,676 1,001 0,854 1,213 0,611 0,617 0,671 0,606 0,826 0, ,190 1,236 0,885 1,611 1,025 0,983 0,897 0,781 1,162 0,628 1,018 0,635 0,693 0,616 0,826 0, ,198 1,224 0,900 1,524 0,984 0,953 0,818 1,109 0,657 0,981 0,668 0,724 0,633 0,833 0, ,199 1,221 0,904 1,537 0,983 0,948 0,817 1,126 0,655 0,665 0,718 0,626 0,830 0, ,212 1,232 0,905 1,530 1,062 0,986 0,956 0,821 1,114 0,653 0,961 0,663 0,718 0,619 0,823 0, ,221 1,235 0,910 1,510 1,072 0,987 0,971 0,658 0,943 0,668 0,618 0, ,240 1,260 0,905 1,535 1,063 0,992 0,959 0,641 0,934 0,650 0,708 0,601 0,806 0,

7 1925 1,255 1,274 0,906 1,531 1,065 0,995 0,965 1,089 0,919 0,646 0,705 0,593 0,798 0, ,268 1,280 0,909 1,508 1,075 0,996 0,981 0,828 1,069 0,642 0,900 0,651 0,709 0,590 0,793 0, ,273 1,295 0,907 1,583 1,050 0,997 0,942 0,802 1,118 0,615 0,908 0,620 0,682 0,568 0,780 0, ,283 1,300 0,910 1,578 1,054 0,997 0,948 0,805 1,113 0,614 0,895 0,619 0,680 0,562 0,775 0, ,302 1,306 0,914 1,523 0,999 0,982 0,824 1,068 0,627 0,867 0,635 0,692 0,564 0,771 0, ,305 1,323 0,912 1,614 1,043 1,000 0,935 0,791 1,128 0,596 0,878 0,597 0,661 0,540 0,757 0, ,298 1,306 0,921 1,607 0,998 0,942 0,803 1,141 0,604 0,871 0,607 0,666 0,540 0,761 0, ,298 1,295 0,927 1,585 1,067 0,997 0,958 0,818 0,614 0,858 0,619 0,673 0,541 0,764 0, ,319 1,325 0,925 1,631 1,047 1,000 0,935 0,795 1,151 0,590 0,850 0,590 0,651 0,521 0,745 0, ,328 1,337 0,927 1,665 1,036 1,001 0,920 0,782 1,171 0,576 0,845 0,573 0,638 0,508 0,735 0, ,336 1,342 0,930 1,673 1,035 1,001 0,919 0,781 1,176 0,572 0,835 0,568 0,633 0,500 0,729 0, ,361 1,363 0,930 1,660 1,038 1,002 0,931 0,780 1,152 0,567 0,814 0,564 0,628 0,491 0,716 0, ,369 1,367 0,934 1,664 1,038 1,002 0,932 0,780 1,155 0,564 0,803 0,560 0,624 0,484 0,710 0, ,377 1,371 0,937 1,669 1,039 1,003 0,933 0,780 1,159 0,562 0,793 0,557 0,620 0,477 0,704 0, ,387 1,385 0,942 1,671 1,043 1,006 0,926 0,783 1,154 0,558 0,784 0,545 0,614 0,474 0,692 0, ,398 1,403 0,947 1,686 1,041 0,912 0,779 1,156 0,549 0,777 0,526 0,603 0,467 0,676 0, ,397 1,404 0,954 1,685 1,049 1,012 0,907 0,787 1,160 0,550 0,771 0,520 0,601 0,467 0,670 0, ,390 1,404 0,962 1,704 1,052 1,015 0,892 0,789 1,181 0,547 0,771 0,509 0,596 0,465 0, ,373 1,389 0,972 1,706 1,066 1,017 0,888 0,804 1,200 0,555 0,773 0,510 0,600 0,470 0,666 0, ,332 1,322 0,984 1,643 1,117 1,016 0,920 0,867 1,205 0,600 0,776 0,556 0,638 0,502 0,695 0, ,325 1,291 0,991 1,579 1,156 1,016 0,950 0,915 1,179 0,632 0,767 0,587 0,523 0,705 0, ,403 1,401 0,987 1,614 1,117 1,023 0,918 0,860 1,131 0,581 0,733 0,521 0,614 0,482 0,644 0, ,423 1,438 0,992 1,638 1,028 0,898 0,841 1,129 0,563 0,721 0,491 0,594 0,466 0,619 0, ,428 1,447 0,998 1,639 1,112 1,031 0,892 0,846 1,128 0,561 0,714 0,482 0,590 0,463 0,609 0, ,463 1,491 1,001 1,630 1,108 1,035 0,885 0,836 1,096 0,548 0,692 0,460 0,574 0,449 0,582 0, ,467 1,497 1,008 1,623 1,116 1,038 0,882 0,844 1,092 0,550 0,684 0,454 0,572 0,448 0,574 0, ,471 1,504 1,014 1,617 1,125 1,041 0,879 0,852 1,087 0,551 0,676 0,448 0,570 0,448 0,565 0,

8 1952 1,471 1,508 1,032 1,641 1,134 1,056 0,865 0,836 1,117 0,555 0,685 0,448 0,636 0,456 0,569 0, ,450 1,471 1,028 1,585 1,156 1,055 0,870 0,853 1,117 0,579 0,680 0,478 0,649 0,482 0,585 0, ,438 1,457 1,020 1,556 1,161 1,057 0,862 0,847 1,128 0,586 0,489 0,648 0,492 0,589 0, ,420 1,488 1,014 1,515 1,173 0,860 0,853 0,602 0,669 0,510 0,654 0,511 0,599 0, ,401 1,516 1,007 1,476 1,182 1,060 0,857 0,857 1,150 0,615 0,665 0,529 0,658 0,527 0,608 0, ,389 1,501 0,998 1,436 1,188 1,063 0,855 0,859 1,160 0,626 0,658 0,545 0,659 0,539 0,615 0, ,370 1,453 0,993 1,382 1,208 1,062 0,859 0,873 1,161 0,649 0,653 0,573 0,670 0,564 0,629 0, ,361 1,470 0,982 1,340 1,210 1,068 0,858 0,876 1,173 0,658 0,645 0,588 0,668 0,573 0,634 0, ,356 1,475 0,969 1,295 1,208 1,076 0,859 0,879 1,182 0,666 0,636 0,603 0,663 0,580 0, ,334 1,428 0,968 1,273 1,214 0,873 0,886 1,147 0,698 0,651 0,631 0,685 0,607 0,652 0, ,321 1,406 0,986 1,262 1,230 1,095 0,896 0,899 1,138 0,682 0,644 0,620 0,671 0,603 0,650 0, ,306 1,399 0,972 1,222 1,192 1,080 0,884 0,870 1,121 0,703 0,629 0,694 0,622 0,676 0, ,284 1,383 1,244 1,213 1,076 0,889 0,875 1,101 0,689 0,649 0,579 0,689 0,570 0,665 0, ,255 1,340 1,278 1,202 1,061 0,882 0,904 1,111 0,710 0,684 0,640 0,735 0,599 0,683 0, ,261 1,331 1,011 1,242 1,211 1,056 0,881 0,934 1,097 0,716 0,684 0,652 0,725 0,648 0,683 0, ,250 1,320 0,993 1,234 1,176 1,066 0,892 0,942 0,736 0,694 0,767 0,673 0,705 0, ,230 1,318 1,247 1,157 1,081 0,872 0,936 1,103 0,743 0,717 0,731 0,703 0,653 0,730 0, ,237 1,295 1,001 1,227 1,165 1,061 0,850 0,926 1,107 0,768 0,714 0,740 0,728 0, ,257 1,306 1,000 1,181 1,179 1,067 0,896 0,953 1,072 0,758 0,719 0,654 0,710 0, ,213 1,275 0,990 1,167 1,149 1,073 0,894 0,929 1,077 0,805 0,747 0,742 0,744 0, ,215 1,272 0,999 1,182 1,169 1,079 0,901 0,936 1,081 0,823 0,763 0,756 0,741 0,646 0,746 0, ,222 1,265 1,021 1,157 1,213 1,071 0,917 0,980 1,044 0,803 0,751 0,783 0,737 0,661 0,736 0, ,234 1,261 1,028 1,168 1,237 0,932 0,998 1,022 0,801 0,726 0,624 0,730 0, ,184 1,249 1,034 1,125 1,248 0,948 1,021 1,035 0,812 0,774 0,747 0, ,217 1,263 1,120 1,249 1,090 0,966 1,029 1,024 0,810 0,749 0,716 0,730 0,572 0,709 0, ,197 1,272 1,103 1,250 1,071 0,969 1,038 1,024 0,761 0,745 0,736 0,617 0,696 0, ,189 1,264 1,104 1,251 1,096 0,962 1,048 1,017 0,838 0,776 0,724 0,730 0,583 0,714 0,

9 1979 1,182 1,254 1,083 1,104 1,252 0,973 1,057 1,006 0,851 0,777 0,718 0,727 0,596 0,711 0, ,177 1,231 1,119 1,253 1,087 1,012 1,004 1,073 0,837 0,699 0,678 0,702 0,591 0, ,161 1,240 1,097 1,108 1,256 1,113 0,994 1,075 0,824 0,693 0,649 0,681 0,610 0, ,145 1,241 1,113 1,093 1,239 1,125 0,985 0,717 0,641 0,672 0,591 0,745 0, ,160 1,248 1,099 1,085 1,209 1,098 0,997 0,986 1,117 0,709 0,663 0,685 0,610 0,750 0, ,158 1,248 1,115 1,108 1,213 1,083 0,967 0,964 1,127 0,822 0,708 0,705 0,680 0,585 0,750 0, ,172 1,270 1,110 1,121 1,201 1,101 0,960 0,963 1,123 0,711 0,669 0,606 0,726 0, ,184 1,291 1,099 1,189 1,093 0,956 0,968 1,146 0,825 0,686 0,681 0,594 0, ,177 1,295 1,110 1,215 1,080 0,942 0,970 1,151 0,635 0,681 0,592 0,728 0, ,189 1,313 1,118 1,060 1,232 1,067 0,952 0,951 1,124 0,632 0,689 0,574 0,712 0, ,183 1,328 1,127 1,077 1,226 1,067 0,963 0,956 1,107 0,835 0,668 0,628 0,679 0,607 0,697 0, ,177 1,334 1,133 1,086 1,225 0,961 0,959 1,121 0,829 0,659 0,636 0,577 0, ,153 1,322 1,118 1,097 1,207 0,957 0,946 1,120 0,838 0,663 0,633 0,678 0,603 0, ,156 1,308 1,127 1,216 1,066 0,961 0,845 0,662 0,653 0,680 0,597 0,706 0, ,147 1,302 1,144 1,063 1,232 0,979 0,963 1,133 0,829 0,657 0,667 0,618 0,702 0, ,163 1,320 1,153 1,248 1,080 0,980 0,986 1,116 0,830 0,646 0,673 0,671 0,602 0,673 0, ,173 1,322 1,177 1,279 1,093 1,008 0,631 0,679 0,652 0,604 0,651 0, ,159 1,325 1,181 1,277 0,958 1,013 1,103 0,621 0,685 0,651 0,608 0,661 0, ,165 1,320 1,197 1,057 1,271 1,096 0,967 1,031 1,085 0,631 0,709 0,647 0,607 0,662 0, ,157 1,316 1,185 1,054 1,267 1,096 0,963 1,017 1,099 0,822 0,638 0,724 0,654 0,607 0,661 0, ,161 1,300 1,182 1,062 1,264 1,030 1,085 0,811 0,639 0,746 0,622 0,659 0, ,160 1,290 1,184 1,076 1,276 1,108 1,023 1,077 0,825 0,641 0,731 0,670 0,620 0,662 0, ,153 1,283 1,155 1,109 1,257 1,005 0,829 0,647 0,708 0,669 0,628 0,677 0, ,146 1,278 1,136 1,099 1,253 0,964 0,995 1,118 0,837 0,657 0,683 0, ,260 1,133 1,118 1,247 1,093 0,957 0,996 1,123 0,834 0,662 0,717 0,670 0,650 0,699 0, ,132 1,254 1,132 1,102 1,225 1,089 0,968 1,002 1,148 0,661 0,721 0,666 0,667 0,698 0,

10 Fonti: Per la produzione dei settori. Agricoltura: 1891; 1911, 1938, 1951 (Federico); Industria: 1871; 1881; 1901: 1911 (Fenoaltea); 1938; 1951 (Felice); Servizi: 1891; 1911, 1938, 1951 (Felice). Nelle tabelle la regione Piemonte include Piemonte e Valle d Aosta; il Veneto include Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia; Abruzzi comprende Abruzzo e Molise. Per il Pil le fonti sono le seguenti: per gli anni si utilizza la serie Crenos Regio It , Database on the Italian regions costruita su dati G. Tagliacarne, Unioncamere, Svimez; per gli anni , le serie sono quelle Istat, Conti economici regionali Prodotto aggregato dell Italia, per settori economici Fonte: Malanima (vedi appendice 1). La popolazione è quella presente. Il Pil pro capite è ricavato nella maniera seguente. Per la regione i e il settore j si calcola il divario rispetto all Italia IT secondo la seguente equazione, in cui Y è il prodotto per settore, P la popolazione presente e y è il prodotto pro capite: Y Y i,j IT,j = Dyi,j Pi,j PIT,j Assumendo che la produzione settoriale pro capite subisca cambiamenti graduali, determinati dalle trasformazioni strutturali dell economia, si procede interpolando i differenziali nel prodotto settoriale regionale ottenendo serie per gli anni n = 1891, [...], Successivamente si moltiplicano i differenziali nel prodotto pro capite settoriale (regionale) per il Pil pro capite settoriale dell Italia sui dati Malanima: Dy y = y i, j IT i, j Per aggregazione si ha il prodotto pro capite regionale: 3 j= 1 y i, j = y Per gli anni , il prodotto pro capite regionale è ottenuto con lo stessa procedura, ma invece della popolazione si considerano gli occupati per settore. Pur nella sua semplicità, questo metodo di calcolo consente di ovviare al problema che sarebbe derivato dalla semplice interpolazione lineare su valori assoluti: in tal caso, infatti, l andamento del Pil pro capite nel periodo interpolato sarebbe stato lineare, per cui si sarebbe persa la componente ciclica che interessa l economia italiana. Interpolando, invece, i differenziali settoriali per ciascuna regione, si ha che l andamento della produzione pro capite regionale segue quella nazionale. In altre parole, le fluttuazioni della produzione pro capite di ciascuna regione replicano quelle nazionali. Di conseguenza, si assume che le economie regionali siano soggette a shock perfettamente simmetrici, mentre, in realtà, gli shock alla base delle fluttuazioni possono presentare sia una componente nazionale, sia una specifica regionale. Si riportano di seguito i confronti con i differenziali del prodotto pro capite regionale calcolati da altri autori. i anno 1891 anno 1911 anno 1938 Nostro Felice* Nostro Felice* Nostro Felice PIEMONTE 101, , ,7 139 LOMBARDIA 108, , ,1 139 VENETO 84, , ,7 94 LIGURIA 119, , ,9 168 EMILIA 104, , ,9 104 TOSCANA 100, , ,3 101 UMBRIA 116, , ,3 96 MARCHE 91, , ,0 79 LAZIO 104, , ,9 119 ABRUZZI 74, , ,2 58

11 CAMPANIA 110, , ,3 82 BASILICATA 80, , ,7 57 PUGLIA 94, , ,0 72 CALABRIA 71, , ,7 49 SICILIA 98, , ,4 72 SARDEGNA 97, , ,6 83 * per gli anni 1891 e 1911 si riportano i due valori estremi delle stime di Felice. Per la nostra serie le principali differenze riguardano i valori del Lazio e della Campania e sono attribuibili alle differenze nei dati sulla popolazione utilizzati nel calcolo (ovvero alla differenze nell ampiezza delle due regioni). anno 1951 anno 1961 anno 1971 Nostro Felice Tagliacarne Nostro Tagliacarne Nostro SVIMEZ ISTAT PIEMONTE 147, ,8 133, , ,7 LOMBARDIA 150, ,3 142, , ,9 VENETO 101, ,8 96, , ,7 LIGURIA 162, ,3 127, , ,9 EMILIA 112, ,5 121, , ,3 TOSCANA 104, ,3 107, , ,4 UMBRIA 87, ,2 87, , ,5 MARCHE 84, ,8 88, , ,7 LAZIO 108, ,8 114, , ,3 ABRUZZI 54, ,9 69, , ,3 CAMPANIA 67, ,2 65, , ,3 BASILICATA 44, ,8 63, , ,0 PUGLIA 63, ,9 68, , ,6 CALABRIA 44, ,7 60, , ,7 SICILIA 56, ,0 65, , ,8 SARDEGNA 61, ,9 77, , ,5

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B)

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B) AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) ()/Bx100 120 113,93 109,46 +4,47 +4,09% 480 295,84 277,95 +17,89 +6,44% 700 401,94 375,85 +26,09 +6,94% 1.400 739,55 687,37 +52,18 +7,59% 2.000 1.026,99

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

Il prodotto delle regioni e il divario Nord-Sud in Italia (1861-2004)

Il prodotto delle regioni e il divario Nord-Sud in Italia (1861-2004) Il prodotto delle regioni e il divario Nord-Sud in Italia (1861-2004) Vittorio Daniele - Paolo Malanima* Università Magna Græcia, Istituto ISSM-CNR, Catanzaro Napoli Nell articolo sono ricostruite le serie

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

La Raccolta Differenziata in Italia

La Raccolta Differenziata in Italia 120 Da una prima quantificazione dei dati relativi all anno 2002, la raccolta differenziata si attesta intorno ai,7 milioni di tonnellate che, in termini percentuali, rappresentano il 19,1% della produzione

Dettagli

Censimento delle strutture per anziani in Italia

Censimento delle strutture per anziani in Italia Cod. ISTAT INT 00046 AREA: Amministrazioni pubbliche e servizi sociali Settore di interesse: Assistenza e previdenza Censimento delle strutture per anziani in Italia Titolare: Dipartimento per le Politiche

Dettagli

Indice delle tavole statistiche

Indice delle tavole statistiche 1 Indice delle tavole statistiche Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e classe di importo Tavola

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la politica industriale, la competitività e le piccole e medie imprese ex DIV.VIII PMI e artigianato IL CONTRATTO DI RETE ANALISI QUANTITATIVA

Dettagli

TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*)

TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*) TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*) Regioni e province 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 ABRUZZO 15,07 19,62

Dettagli

4. I figli nelle separazioni e nei divorzi

4. I figli nelle separazioni e nei divorzi 4. I figli nelle separazioni e nei divorzi Fonte: ISTAT Matrimoni, separazioni e divorzi. Anno 1993. Edizione 1995 121 Matrimoni, separazioni e divorzi. Anno 1994. Edizione 1996 Matrimoni, separazioni

Dettagli

McDONALD S E L ITALIA

McDONALD S E L ITALIA McDONALD S E L ITALIA Da una ricerca di SDA Bocconi sull impatto occupazionale di McDonald s Italia 2012-2015 1.24 McDONALD S E L ITALIA: IL NOSTRO PRESENTE Questo rapporto, frutto di una ricerca condotta

Dettagli

La produzione di uva e di vino Anno 2005

La produzione di uva e di vino Anno 2005 La produzione di uva e di vino Anno 2005 31 Gennaio 2006 L Istat diffonde i principali risultati 1 della produzione di uva e di vino in Italia, con riferimento all anno 2005. Essi derivano da stime effettuate

Dettagli

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il campione 2 Chi è stato intervistato? Un campione di 100 soggetti maggiorenni che risiedono in Italia. Il campione

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

Censimento delle strutture socio-riabilitative per tossicodipendenti

Censimento delle strutture socio-riabilitative per tossicodipendenti Cod. ISTAT INT 00009 AREA: Amministrazioni pubbliche e servizi sociali Settore di interesse: Assistenza e previdenza Censimento delle strutture socio-riabilitative per tossicodipendenti Titolare: Dipartimento

Dettagli

I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi

I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi Valerio Vacca (Banca d Italia, ricerca economica Bari) Il laboratorio del credito, Napoli, 15 marzo 2012 La struttura del mercato in Cr (2010):

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

TABELLA 5.15. LE STRUTTURE SCOLASTICHE IN ITALIA: STOCK, UNITÀ LOCALI, ADDETTI

TABELLA 5.15. LE STRUTTURE SCOLASTICHE IN ITALIA: STOCK, UNITÀ LOCALI, ADDETTI 5.3 Il patrimonio scolastico e ospedaliero nelle aree di rischio Tra gli edifici esposti al rischio naturale rientrano alcune strutture, come le scuole e gli ospedali, che hanno una particolare importanza

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale Scolastico

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale Scolastico TABELLA "A" Dotazioni organiche regionali COMPLESSIVE - anno scolastico 2014-2015 a.s. 2011/12 a.s. 2012/13 a.s. 2014/15 rispetto a.s. 2011/12 a b c d e=d-a Abruzzo 5.195 5.124 5.119 5.118-77 Basilicata

Dettagli

imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia-

imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia- DANIELE NICOLAI 1 Focus Introduzione imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia- e di recessione in Europa ma il nostro Paese

Dettagli

Luca Paolazzi - Direttore Centro Studi Confindustria

Luca Paolazzi - Direttore Centro Studi Confindustria Frenata globale e premesse per la ripresa Luca Paolazzi Direttore Centro Studi Confindustria La convergenza delle previsioni 2008 2009 CSC (giugno) 0,1 0,6 Prometeia (settembre) 0,1 0,6 OCSE (settembre)

Dettagli

GIOCHI NUMERO CONCESSIONI/AUTORIZZAZIONI

GIOCHI NUMERO CONCESSIONI/AUTORIZZAZIONI GIOCHI NUMERO CONCESSIONI/AUTORIZZAZIONI Famiglia gioco Numero Concessioni GIOCHI A BASE SPORTIVA E IPPICA 398 CONCESSIONI GIOCO ON LINE (GAD) 144 GIOCHI NUMERICI A TOTALIZZATORE 1 LOTTO E LOTTERIE 1 BINGO

Dettagli

Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro. Adelina Brusco, Daniela Gallieri

Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro. Adelina Brusco, Daniela Gallieri Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro Adelina Brusco, Daniela Gallieri Ancona, 9 giugno 2009 Assicurati e Infortuni sul lavoro sono rilevati tramite il codice fiscale che individua il Paese di nascita

Dettagli

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE Scendono del 50% le richieste per l edilizia residenziale, -30% per quella non residenziale. Tengono gli immobili destinati all agricoltura (-12,9%),

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H02 102 4.663 6.145 159.302,40 51.697,76 Basilicata H03 102 9.222 12.473 252.025,98 136.892,31 Basilicata H04 102 3.373 3.373 230.650,00

Dettagli

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato Tab. IS.9.1a - Incidenti per tipo di e - Anni 2001-2013 a) Valori assoluti Anno 2001 o a altri Piemonte 16.953 23.818 19 77 167 146 80 67 1.942 123 254 153 50 59 824 1.920 1.037 653 50 4 23 0 112 31.578

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione H02 102 3.244 4.234 prestazioni 106.541,38 39.721,59 Basilicata H03 102 6.820 9.139 183.359,67 103.341,43 Basilicata H04 102 2.243 2.243 150.815,00

Dettagli

La competitività dei territori italiani nel mercato globale

La competitività dei territori italiani nel mercato globale La competitività dei territori italiani nel mercato globale Zeno Rotondi, Responsabile Ufficio Studi Italia Bologna, aprile 2011 Indice Quadro congiunturale La competitività dei territori e il ritorno

Dettagli

L attività dei confidi

L attività dei confidi L attività dei confidi Un analisi sui dati della Centrale dei rischi Valerio Vacca Banca d Italia febbraio 214 1 Di cosa parleremo Il contributo dei confidi ail accesso al credito delle pmi La struttura

Dettagli

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008 a cura di Francesco Linguiti Luglio 2011 Premessa* In questa nota vengono analizzati i dati sulla struttura

Dettagli

AGRICOLTURA BIOLOGICA IN CIFRE AL 31/12/2011

AGRICOLTURA BIOLOGICA IN CIFRE AL 31/12/2011 AGRICOLTURA BIOLOGICA IN CIFRE AL 31/12/ Dalla prima analisi dei dati forniti al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali dagli Organismi di Controllo (OdC) operanti in Italia al 31 dicembre

Dettagli

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Luglio 2008 Questa

Dettagli

Il contesto della Sanità e il Meridiano Sanità Index

Il contesto della Sanità e il Meridiano Sanità Index Strettamente riservato Roma, 10 novembre 2015 Il contesto della Sanità e il Meridiano Sanità Index Valerio De Molli 2015 The European House - Ambrosetti S.p.A. TUTTI I DIRITT I RISERVAT I. Questo documento

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI OSSERVATORIO MPMI REGIONI LE MICRO, PICCOLE

Dettagli

Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata. Anno 2012

Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata. Anno 2012 Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata Anno 2012 Premessa Nel settore della vigilanza privata il 2012 è stato un anno di record per gli ammortizzatori sociali, in particolare per

Dettagli

L 82 PER CENTO DEI PROPRIETARI DI PRIMA CASA SONO PENSIONATI, OPERAI E IMPIEGATI

L 82 PER CENTO DEI PROPRIETARI DI PRIMA CASA SONO PENSIONATI, OPERAI E IMPIEGATI L 82 PER CENTO DEI PROPRIETARI DI PRIMA CASA SONO PENSIONATI, OPERAI E IMPIEGATI Con l abolizione della Tasi sulla prima casa, la percentuale di famiglie più interessate dallo sgravio saranno quelle dei

Dettagli

IL TALENTO DELLE IDEE, edizione 2011-2012

IL TALENTO DELLE IDEE, edizione 2011-2012 I&C Italy - Territorial Relations Territorial Development Programs Giovani Imprenditori di Confindustria Santa Margherita Ligure, 10 Giugno PROPOSTA PROGETTUALE TIMELINE 2 OBIETTIVO Far emergere o sostenere

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO REALIZZATO DAL SERVIZIO POLITICHE TERRITORIALI DELLA UIL

SINTESI DELLO STUDIO REALIZZATO DAL SERVIZIO POLITICHE TERRITORIALI DELLA UIL SINTESI DELLO STUDIO REALIZZATO L SERVIZIO POLITICHE TERRITORIALI DELLA UIL FEDERALISMO FISCALE: E UN PROCESSO INELUDIBILE MA OCCORRONO APPROFONDIMENTI. POSSIBILI AUMENTI DELL 82,8% DELL IRPEF REGIONALE.

Dettagli

stabile o una serie di appartamenti dove l immigrato può permanere per un periodo già fissato dalla struttura stessa. Sono ancora tantissimi gli

stabile o una serie di appartamenti dove l immigrato può permanere per un periodo già fissato dalla struttura stessa. Sono ancora tantissimi gli P R E M E S S A Con la presente rilevazione, la Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica si propone di fornire un censimento completo delle strutture di accoglienza per stranieri, residenziali

Dettagli

Dossier rincari ferroviari

Dossier rincari ferroviari Nel 2007 i pendolari in Italia hanno superato i 13 milioni (pari al 22% della popolazione) con un incremento del 18% rispetto al 2005. La vita quotidiana è quindi sempre più caratterizzata dalla mobilità,

Dettagli

I centri antitumore dell'oncoguida suddivi per tipo di tumore e per Regione

I centri antitumore dell'oncoguida suddivi per tipo di tumore e per Regione I centri antitumore dell'oncoguida suddivi per tipo di tumore e per Regione REGIONE TUMORE ENTI CON PALLINI VERDI* ENTI SENZA PALLINO TOTALE ENTI % VERDI Abruzzo Colon - retto 2 28 30 6,67 Abruzzo Connettivo

Dettagli

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 PIEMONTE 603 1.127 87.148.771 13,0 144.525 VALLE D'AOSTA 80 88 1.490.121 0,2 18.627 LOMBARDIA 1.503 2.985 280.666.835 41,8 186.738 PROV. AUT. BOLZANO 1 1 31.970

Dettagli

DOBBIAMO AVER PAURA DELLA PIOGGIA?

DOBBIAMO AVER PAURA DELLA PIOGGIA? Nuovo Rapporto Ance Cresme alluvioni con una scia ininterrotta di disastri, vittime e costi altissimi per i cittadini. Un territorio martoriato da Nord a Sud e L aggiornamento del rapporto Ance Cresme

Dettagli

Appendice statistica online Indice delle tabelle e delle figure

Appendice statistica online Indice delle tabelle e delle figure Appendice statistica online Indice delle tabelle e delle figure CAPITOLO 1 TAB. A.1.1. La popolazione italiana dal 300 a.c. al 1900 d.c., ai confini attuali, secondo diverse stime p. 4 TAB. A.1.2. Popolazione

Dettagli

UFFICI AI QUALI INVIARE LE DOMANDE

UFFICI AI QUALI INVIARE LE DOMANDE UFFICI AI QUALI INVIARE LE DOMANDE ABRUZZO L'ABRUZZO Via F. Filomusi Guelfi - 67100 -L'Aquila Tel. 0862446148-0862446142 Fax 0862446101-0862446145 E-mail: sr-abr@beniculturali.it E-mail certificata: mbac-sr-abr@mailcert.beniculturali.it

Dettagli

Calano le imprese italiane, aumentano le straniere. Sentono meno la crisi e creano 85 miliardi di di valore aggiunto

Calano le imprese italiane, aumentano le straniere. Sentono meno la crisi e creano 85 miliardi di di valore aggiunto Calano le imprese italiane, aumentano le straniere. Sentono meno la crisi e creano 85 miliardi di di valore aggiunto Imprese straniere in aumento. Su 6.061.960 imprese operanti in Italia nel 2013, 497.080

Dettagli

Le biblioteche degli enti territoriali. (anno 2012)

Le biblioteche degli enti territoriali. (anno 2012) Le biblioteche degli enti territoriali (anno 2012) Roma, 11 luglio 2013 L indagine Promossa dal Centro per il Libro e la Lettura e dall Associazione Italiana Biblioteche, in collaborazione con ANCI e ISTAT,

Dettagli

Dati statistici sull energia elettrica in Italia - 2014 Nota di sintesi CALO DELLA DOMANDA DI ELETTRICITA NEL 2014: -2,5%

Dati statistici sull energia elettrica in Italia - 2014 Nota di sintesi CALO DELLA DOMANDA DI ELETTRICITA NEL 2014: -2,5% Dati statistici sull energia elettrica in Italia - 2014 Nota di sintesi CALO DELLA DOMANDA DI ELETTRICITA NEL 2014: -2,5% I dati definitivi sul bilancio elettrico del 2014 fanno registrare una riduzione

Dettagli

Obiettivi dello studio

Obiettivi dello studio La riforma della finanza decentrata in Italia: prospettive attuali e future. L IRAP. Maria Pia Monteduro Se.C.I.T. Obiettivi dello studio Analisi della situazione attuale Osservazioni sul disegno di legge

Dettagli

Focus Anticipazione sui principali dati della scuola statale A.S. 2015/2016. (Settembre 2015)

Focus Anticipazione sui principali dati della scuola statale A.S. 2015/2016. (Settembre 2015) Focus Anticipazione sui principali dati della scuola statale A.S. 2015/2016 (Settembre 2015) In occasione dell inizio dell anno scolastico si fornisce una breve sintesi dei principali dati relativi alla

Dettagli

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Maggio 2008 Questa pubblicazione

Dettagli

IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI

IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI 1. Gap PIL pro-capite Italia vs. altri Paesi europei Valori %, anni 2000-2012

Dettagli

CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE UFFICIO DI STATISTICA PROGRAMMA STATISTICO NAZIONALE MODELLO MGG00129

CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE UFFICIO DI STATISTICA PROGRAMMA STATISTICO NAZIONALE MODELLO MGG00129 CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE UFFICIO DI STATISTICA PROGRAMMA STATISTICO NAZIONALE MODELLO MGG00129 Indici territoriali di ricorso per Cassazione anno - 2013 SOMMARIO Introduzione 1. Indici di ricorso per

Dettagli

Produzione: crescono le rinnovabili (+11,1%), si conferma primato del gas nella produzione termica (67,1%)

Produzione: crescono le rinnovabili (+11,1%), si conferma primato del gas nella produzione termica (67,1%) Nota di sintesi Dati statistici sull energia elettrica in Italia - 2010 CRESCE LA DOMANDA DI ELETTRICITA NEL 2010: +3,2% E il valore di crescita più alto del decennio 2001-2010, eguagliato l incremento

Dettagli

Nota metodologica a cura del Dipartimento finanze fornita su richiesta Copaff.

Nota metodologica a cura del Dipartimento finanze fornita su richiesta Copaff. Nota metodologica a cura del Dipartimento finanze fornita su richiesta Copaff. - Nel prospetto 1 compartecipazioni sono stati riportati i valori di un punto di compartecipazione Irpef e di un punto di

Dettagli

INCIDENZA E PREVALENZA PER IL TUMORE AL POLMONE IN ITALIA: STIME E PROIEZIONI PER IL PERIODO 1970-2015

INCIDENZA E PREVALENZA PER IL TUMORE AL POLMONE IN ITALIA: STIME E PROIEZIONI PER IL PERIODO 1970-2015 INCIDENZA E PREVALENZA PER IL TUMORE AL POLMONE IN ITALIA: STIME E PROIEZIONI PER IL PERIODO 197-15 Giulia Zigon, Roberta Ciampichini, Gemma Gatta, Enrico Grande, Silvia Francisci, Roberta De Angelis,

Dettagli

CREDITO E SULLA RICCHEZZA FINANZIARIA DELLE IMPRESE ARTIGIANE

CREDITO E SULLA RICCHEZZA FINANZIARIA DELLE IMPRESE ARTIGIANE CREDITO E SULLA RICCHEZZA FINANZIARIA DELLE IMPRESE ARTIGIANE Edizione 2002 in collaborazione con RAPPORTO SUL CREDITO E SULLA RICCHEZZA FINANZIARIA DELLE IMPRESE ARTIGIANE - Edizione 2002 RAPPORTO SUL

Dettagli

Profilo spostato su fasce non di punta (F1= 10%; F2 e F3= 90%) (B) Servizio di maggior tutela (prezzi biorari transitori)

Profilo spostato su fasce non di punta (F1= 10%; F2 e F3= 90%) (B) Servizio di maggior tutela (prezzi biorari transitori) Consumo annuo (kwh) Scheda di confrontabilità per clienti finali domestici di energia elettrica Corrispettivi previsti dall offerta free di eni alla data del 01/02/2011, valida fino alla data del 15/04/2011

Dettagli

AMBITO TARIFFARIO NORD OCCIDENTALE (VALLE D'AOSTA - PIEMONTE - LIGURIA) VALIDO DAL 1 GENNAIO 2015 AL 31 MARZO 2015

AMBITO TARIFFARIO NORD OCCIDENTALE (VALLE D'AOSTA - PIEMONTE - LIGURIA) VALIDO DAL 1 GENNAIO 2015 AL 31 MARZO 2015 AMBITO TARIFFARIO NORD OCCIDENTALE (VALLE D'AOSTA - PIEMONTE - LIGURIA) Quota Energia ne 0,000000 Oltre 0,000000 SERVIZI DI TE Totale G6 42,75 17,84 34,79 a 0,095306 G10 G40 212,39 88,65 275,23 0,754060

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO ASSOFIN - CRIF - PROMETEIA OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO DICEMBRE 2001 NUMERO UNDICI CON DATI AGGIORNATI AL 30 GIUGNO 2001 5 Il presente Rapporto nasce da una collaborazione ASSOFIN - CRIF - PROMETEIA

Dettagli

Non profit e capitale sociale: un'analisi alla luce dei dati censuari

Non profit e capitale sociale: un'analisi alla luce dei dati censuari Primo Convegno Nazionale Qualita della vita: territorio e popolazioni Non profit e capitale sociale: un'analisi alla luce dei dati censuari Sabrina Stoppiello, Stafania Della Queva, Manuela Nicosia Censimento

Dettagli

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Marzo 2011 2 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Il Dipartimento per le Comunicazioni, uno dei

Dettagli

STATALI: BOOM DI ASSENZE AL SUD

STATALI: BOOM DI ASSENZE AL SUD STATALI: BOOM DI ASSENZE AL SUD Nel triennio 2012-2014 si è verificato un vero e proprio boom di assenze per malattia tra i dipendenti del Pubblico impiego. Ciò è avvenuto soprattutto nel Sud. In Campania

Dettagli

AGGIORNAMENTO DELLE ANALISI E DELLE PREVISIONI

AGGIORNAMENTO DELLE ANALISI E DELLE PREVISIONI AGGIORNAMENTO DELLE ANALISI E DELLE PREVISIONI DEI CONSUMI DELLE FAMIGLIE NELLE REGIONI ITALIANE MARIANO BELLA LIVIA PATRIGNANI UFFICIO STUDI 9 AGOSTO 2010 L aggiornamento delle previsioni sull andamento

Dettagli

REPORTISTICA ISCRITTI

REPORTISTICA ISCRITTI Augusta Tartaglione REPORTISTICA ISCRITTI Elaborazione dati periodici forniti da Previnet. Aggiornamento al 30 giugno 2014 Augusta Tartaglione Comunicazione & Promozione comunicazione@fondofonte.it tel.

Dettagli

OMNIVISION ITALIA MERCATO LABORATORIO SINTESI

OMNIVISION ITALIA MERCATO LABORATORIO SINTESI OMNIVISION ITALIA MERCATO LABORATORIO SINTESI Febbraio 2013 METODOLOGIA Il campione è di 653 studi dentistici, proporzionalmente suddivisi per aree Nielsen. North West Piemonte, Val d Aosta, Lombardia,

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

Allegato Tecnico n. 1 Soci delle Pro Loco associate UNPLI. PRODOTTI e SERVIZI ASSICURATIVI

Allegato Tecnico n. 1 Soci delle Pro Loco associate UNPLI. PRODOTTI e SERVIZI ASSICURATIVI CONVENZIONE ASSICURATIVA tra UNPLI UNIONE NAZIONALE PRO LOCO D ITALIA - e UNIPOLSAI ASSICURAZIONI S.p.A. Divisioni: LA FONDIARIA LA PREVIDENTE NUOVA MAA - SAI Allegato Tecnico n. 1 Soci delle Pro Loco

Dettagli

il nuovo sistema elettorale

il nuovo sistema elettorale Cosa cambia con il nuovo sistema elettorale INIZIO / I seggi alla Camera dei deputati Quanti deputati si eleggono? DAI VOTI ESPRESSI DAGLI ITALIANI ALL ESTERO: DAI VOTI ESPRESSI SUL TERRITORIO NAZIONALE:

Dettagli

GLI IMMOBILI IN ITALIA 2012

GLI IMMOBILI IN ITALIA 2012 2012 4. GLI IMMOBILI IN ITALIA 2012 4. FLUSSI DEI REDDITI DERIVANTI DALLE LOCAZIONI DEI FABBRICATI E FLUSSI INTERTERRITORIALI 4.1 ASPETTI GENERALI In questo capitolo si presentano i dati sui canoni di

Dettagli

L Italia dei libri. Un anno, le stagioni, due trimestri a confronto. Gian Arturo Ferrari. 23 marzo 2012 Roma, Biblioteca Casanatense

L Italia dei libri. Un anno, le stagioni, due trimestri a confronto. Gian Arturo Ferrari. 23 marzo 2012 Roma, Biblioteca Casanatense L Italia dei libri Un anno, le stagioni, due trimestri a confronto Gian Arturo Ferrari 23 marzo 2012 Roma, Biblioteca Casanatense Il metodo L affidamento a L inserimento dei libri nel Panel Consumer 3000

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CREMONA

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CREMONA CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2014 INSIEME DI IMPRESE ATTIVE Elaborazioni a: Dicembre 2014 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità annuale Imprese 1. Analisi

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE IMMOBILIARE TURISTICO 2015. Il mercato delle case per vacanza

OSSERVATORIO NAZIONALE IMMOBILIARE TURISTICO 2015. Il mercato delle case per vacanza OSSERVATORIO NAZIONALE IMMOBILIARE TURISTICO 2015 Il mercato delle case per vacanza Roma, 29 luglio 2015 Previsioni di crescita del PIL (variazioni %) 2013 2014 2015 2016 Mondo 3,3 3,3 3,1 3,8 STATI UNITI

Dettagli

Tabella 7.1. Mortalità per demenze e morbo di Alzheimer: indicatori di sintesi per sesso (tassi per 100.000). Veneto, anni 2000 e 2007.

Tabella 7.1. Mortalità per demenze e morbo di Alzheimer: indicatori di sintesi per sesso (tassi per 100.000). Veneto, anni 2000 e 2007. Capitolo 7 La mortalità per demenze e morbo di Alzheimer Introduzione Il morbo di Alzheimer e le altre forme di demenza sono patologie caratterizzate da manifestazioni cliniche molto simili fra loro, spesso

Dettagli

MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE

MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE E quanto rilevato dall Osservatorio Mutui Casa alle Famiglie di Banca per la Casa Milano, febbraio 2007 - Il novimestre 2006 conferma la

Dettagli

LA PUBBLICITA IN SICILIA

LA PUBBLICITA IN SICILIA LA PUBBLICITA IN SICILIA Quadro produttivo, articolazione della spesa e strategie di sviluppo Paolo Cortese Responsabile Osservatori Economici Istituto G. Tagliacarne Settembr e 2014 Gli obiettivi del

Dettagli

La ricchezza (vera) delle regioni

La ricchezza (vera) delle regioni La ricchezza (vera) delle regioni La ricchezza (vera) delle regioni Anna Villa Nell'ottava edizione del Rapporto Quars, la classifica del benessere sostenibile. In testa il Trentino Alto Adige, scendono

Dettagli

2.1 ENERGIA. Roberto Primerano

2.1 ENERGIA. Roberto Primerano 2.1 ENERGIA Roberto Primerano 45 Introduzione Gli indicatori proposti sono ripresi dal rapporto Energy and Environment in the European Union redatto dall Agenzia Europea dell Ambiente con la finalità di

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione. Numeri del Sud. Indicatori regionali del QCS 2000-2006

Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione. Numeri del Sud. Indicatori regionali del QCS 2000-2006 Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione Numeri del Sud Indicatori regionali del QCS 2-26 Bollettino statistico a cura dell'unità di Valutazione degli

Dettagli

Menzione speciale alla Toscana, la sola regione italiana a sfruttare la geotermia.

Menzione speciale alla Toscana, la sola regione italiana a sfruttare la geotermia. Fondazione Impresa Via Torre Belfredo 81/e 30174 Mestre Venezia + 39 340 2388841 info@fondazioneimpresa.it www.fondazioneimpresa.it CAMPANIA, SARDEGNA E BASILICATA: I MIGLIORI MIX DI ENERGIA RINNOVABILE

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 27/07/2015

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 27/07/2015 119 117 114 69 52 28 14 1 343 267 242 215 444 607 736 946 938 1.168 1.066 1.622 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 27/07/2015 Il caldo torrido di questa estate sembra aver

Dettagli

1.2) Altre nomenclature rilevanti (NACE/CPA/CPC): CPC 71222;83101;61120;74490

1.2) Altre nomenclature rilevanti (NACE/CPA/CPC): CPC 71222;83101;61120;74490 ALLEGATO DETTAGLIO PREINFORMATIVA SERVIZI 2005 1) AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI NOLEGGIO A LUNGO TERMINE DI AUTOVEICOLI SENZA CONDUCENTE Lotto 1 Berline piccole Lotto 2 Berline medie Lotto 3 Grandi berline

Dettagli

STRUTTURA E COMPOSIZIONE DELLE IMPRESE TURISTICHE SECONDO LE RILEVAZIONI DELLE CAMERE DI COMMERCIO

STRUTTURA E COMPOSIZIONE DELLE IMPRESE TURISTICHE SECONDO LE RILEVAZIONI DELLE CAMERE DI COMMERCIO STRUTTURA E COMPOSIZIONE DELLE IMPRESE TURISTICHE SECONDO LE RILEVAZIONI DELLE CAMERE DI COMMERCIO FONTE UNIONCAMERE Le fonti camerali presentano alcune diversità rispetto a quelle Istat, dovute alle diverse

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI TERNI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI TERNI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2014 INSIEME DELLE IMPRESE REGISTRATE Elaborazioni a: Dicembre 2014 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità annuale Imprese

Dettagli

IL MOVIMENTO 5 STELLE ALLE COMUNALI 2012

IL MOVIMENTO 5 STELLE ALLE COMUNALI 2012 IL MOVIMENTO 5 STELLE ALLE COMUNALI 2012 15/05/2012 Obiettivo dello studio Quorum intende presentare un analisi introduttiva sul fenomeno politico del Movimento 5 Stelle Beppegrillo.it durante il primo

Dettagli

ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA

ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA Finalità ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA Sostenere le operazioni fondiarie riservate ai giovani che si insediano per la prima volta in aziende agricole in qualità di capo azienda.

Dettagli

Un indice per la misura dell intensità della singola rapina. Matteo Mazziotta e Adriano Pareto Istat

Un indice per la misura dell intensità della singola rapina. Matteo Mazziotta e Adriano Pareto Istat Matteo Mazziotta e Adriano Pareto Istat Introduzione Fonte dei dati Il data-base di ABI-OSSIF raccoglie dati e informazioni su: rapine; furti; sistemi di difesa; spese anticrimine. I dati riguardano segnalazioni

Dettagli

BIO IN CIFRE 2014. Bologna, 6.9.2014 - Francesco Giardina

BIO IN CIFRE 2014. Bologna, 6.9.2014 - Francesco Giardina Bologna, 6.9.2014 - Francesco Giardina Andamento di operatori e superfici in Italia 1990-2013 Biologico in Italia al 31/12/2013 n. operatori: 52.383 SAU: 1.317.177 ha 1993-2013: dati MiPAAF; elaborazioni:

Dettagli

Capitolo 6 La mortalità per malattie del fegato

Capitolo 6 La mortalità per malattie del fegato Capitolo 6 La mortalità per malattie del fegato Introduzione In questo capitolo viene presentata la mortalità per malattie epatiche. Si è scelto di aggregare patologie classificate in diverse parti della

Dettagli

STUDIO SUGLI INCENDI IN ITALIA DAL 2007 AL 2010. Dirigente Superiore Dott. Ing. Maurizio D ADDATO

STUDIO SUGLI INCENDI IN ITALIA DAL 2007 AL 2010. Dirigente Superiore Dott. Ing. Maurizio D ADDATO STUDIO SUGLI INCENDI IN ITALIA DAL 2007 AL 2010 Dirigente Superiore Dott. Ing. Maurizio D ADDATO La ricerca sviluppata ha preso in esame tutte le segnalazioni pervenute al Centro Operativo Nazionale del

Dettagli

FAC-SIMILE. (*) I corrispettivi sopra riportati si applicano ai quantitativi di Gas prelevati dal Cliente.

FAC-SIMILE. (*) I corrispettivi sopra riportati si applicano ai quantitativi di Gas prelevati dal Cliente. Modulo offerta economica validità dell offerta fino al 31/05/2013, prezzi fissi per 12 mesi della data di attivazione della fornitura. HOME ENERGY GAS WEB (*) I corrispettivi sopra riportati si applicano

Dettagli

IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali

IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali Il capitale territoriale: una leva per lo sviluppo? Bologna, 17 aprile 2012 Il ruolo delle infrastrutture nei processi di

Dettagli

La pubblicità in cifre. 2006 totale anno

La pubblicità in cifre. 2006 totale anno La pubblicità in cifre 2006 totale anno PARTE 1 I MACRO INDICATORI ECONOMICI La crescita del prodotto interno lordo Dati a prezzi costanti 1995; variazioni percentuali medie annue. paesi 1994 1995 1996

Dettagli

IL SISTEMA DI MONITORAGGIO DEGLI INCIDENTI STRADALI IN TOSCANA

IL SISTEMA DI MONITORAGGIO DEGLI INCIDENTI STRADALI IN TOSCANA IL SISTEMA DI MONITORAGGIO DEGLI INCIDENTI STRADALI IN TOSCANA Fabio Voller Dirigente Settore Servizi Sociali Integrati Osservatorio di Epidemiologia Agenzia Regionale di Sanità Toscana Incidenti stradali

Dettagli

ANALISI DELL OCCUPAZIONE FEMMINILE IN ITALIA

ANALISI DELL OCCUPAZIONE FEMMINILE IN ITALIA ANALISI DELL OCCUPAZIONE FEMMINILE IN ITALIA novembre 04 Introduzione In base ai dati dell VIII Censimento su Industria e Servizi dell ISTAT è stata condotta un analisi dell occupazione femminile nelle

Dettagli

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010 AICEB (Associazione Italiana Centri Benessere) IL MERCATO DEL BENESSERE: IMPRESE E SERVIZI OFFERTI* Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione Rimini Wellness, 14 Maggio

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO APRILE 2016

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO APRILE 2016 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO APRILE 2016 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo aprile 2016 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia Commento

Dettagli

IL FEDERALISMO "DIFFERENZIATO" ITALIANO. IL CASO DEL TRENTINO ALTO ADIGE PROF. GIANFRANCO CEREA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI - TRENTO

IL FEDERALISMO DIFFERENZIATO ITALIANO. IL CASO DEL TRENTINO ALTO ADIGE PROF. GIANFRANCO CEREA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI - TRENTO IL FEDERALISMO "DIFFERENZIATO" ITALIANO. IL CASO DEL TRENTINO ALTO ADIGE PROF. GIANFRANCO CEREA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI - TRENTO UN TEMA COMPLESSO Le differenze fra gli statuti: 1. per i livelli di compartecipazioni

Dettagli