Applicazione: SIRI - Sistema Informativo delle Risorse Idriche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Applicazione: SIRI - Sistema Informativo delle Risorse Idriche"

Transcript

1 Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo Verticale Applicazione: SIRI - Sistema Informativo delle Risorse Idriche Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca ed Università - CRC Piemonte Referente/i di progetto Nome e cognome: CRC Piemonte Indirizzo: C.so Regina Margherita, Torino Tel: Descrizione Il Sistema Informativo delle Risorse Idriche rappresenta la base conoscitiva di riferimento dei fattori di pressione antropica e dello stato quali-quantitativo dei corpi idrici, funzionale alla gestione integrata di dati e informazioni che riguardano il ciclo delle acque: derivazioni, scarichi da impianti industriali, monitoraggio automatico e manuale dei corpi idrici, infrastrutture di acquedotto, fognatura e impianti di depurazione Contesto L'acqua è un diritto vitale, umano e sociale imprescrittibile e inalienabile (Manifesto dell'acqua, 1998). La principale condizione cui un tale diritto deve essere sottoposto è il dovere di farne uso nel rispetto della protezione e della qualità del bene e in solidarietà con gli altri abitanti e le generazioni future. Al fine di garantire, per i diversi usi, standard qualitativi e quantitativi adeguati, in ogni condizione, si è resa necessaria a livello comunitario l'adozione di una strategia di gestione integrata della risorsa idrica.

2 Nell'Unione Europea si è affermata la consapevolezza della necessità di una politica globale e sostenibile per la protezione delle acque e di una direttiva quadro in grado di fissarne i principi base. Nasce così, il 23 ottobre del 2000, la Direttiva 2000/60/CE "che istituisce un quadro per l'azione comunitaria in materia di acque" (Water Framework Directive) avente lo scopo di mantenere e migliorare l'ambiente acquatico del territorio dell'unione attraverso misure integrate sugli aspetti qualitativi e quantitativi. Nel punto 1 del preambolo della Direttiva sono espressi due concetti basilari: il primo sottolinea l'importanza dell'acqua come risorsa fondamentale, in quanto non solo essa soddisfa bisogni primari della popolazione ed è vitale per tutti gli ecosistemi, ma anche costituisce una chiave dello sviluppo in grado di produrre e sostenere il benessere (attraverso l'agricoltura, la pesca, la produzione di energia, l'industria, i trasporti e il turismo); il secondo evidenzia la necessità di intraprendere azioni di salvaguardia della risorsa idrica per evitarne il deterioramento sia qualitativo sia quantitativo. L'Italia ha emanato, nell'aprile del 2006, il D. Lgs. 152 recante "Norme in materia ambientale", che definisce la disciplina generale per la tutela di tutte le acque, al fine di conseguire il miglioramento dello stato delle medesime, ridurne l'inquinamento, perseguire gli usi sostenibili delle risorse idriche, mantenere la capacità di autodepurazione naturale dei corpi idrici. Data primo rilascio: Data ultima modifica: Parametri dimensionali Il sistema informativo è utilizzato dai funzionari della Direzione Ambiente per scopi di pianificazione a supporto del Piano Regionale di Tutela delle Acque e del Piano di Gestione del Bacino del Po. funzionari provinciali lo utilizzano per gestire i dati relativi alle pratiche autorizzatorie in materia di derivazioni d'acqua e di scarichi da insediamento produttivo. SIRI attualmente contiene dati tecnici e amministrativi relativi a pratiche di autorizzazione a derivare acqua, pratiche di autorizzazione di scarichi industriali. Gestisce inoltre i dati tecnici relativi agli impianti di acquedotti, fognari e di depurazione localizzati in Piemonte, nonché i dati amministrativi dei gestori del servizio idrico integrato. Realizzatore CSI-Piemonte Tipologia applicazione software

3 Custom Documentazione disponibile Area applicativa Applicativo Verticale Procedure amministrative e/o servizi supportati Il Sistema si rivolge, oltre ai funzionari regionali, a tutti gli Enti pubblici interessati dalla normativa di settore in materia di autorizzazione e controllo delle risorse idriche: Province, Direzioni regionali diverse, ARPA, ATO, nonché ai gestori privati del Servizio Idrico Integrato (acquedotti, fognature e impianti di depurazione). Dominio applicativo Dal punto di vista organizzativo, il SIRI si pone l'obiettivo di razionalizzare i processi gestionali in modo da garantire un'organica integrazione delle diverse componenti. Dal punto di vista tecnico, gestisce un unico archivio evitando così duplicazioni dei dati. L'archivio è costituito da un geodatabase che permette di mantenere direttamente su un'unica base dati relazionale sia la componente geografica sia quella alfanumerica degli oggetti. Questo aspetto, fortemente innovativo, ha portato lo sviluppo di un software che consente di operare contemporaneamente sulla dimensione alfanumerica e geografica sia per l'analisi dei dati sia per le attività di aggiornamento delle informazioni stesse. Al SIRI è integrata la componente del SIBI (Sistema Informativo Bonifica ed Irrigazione) che contiene le informazioni del rilevamento dati su tutte le infrastrutture irrigue esistenti sul territorio regionale. Gli utilizzatori del SIBI sono, oltre ai funzionari pubblici, anche i Consorzi di Bonifica e di Irrigazione. L'accesso al sistema avviene attraverso il riconoscimento dell'utente e del profilo a esso associato. Ogni operatore, al momento in cui entra nel sistema, visualizza la lista delle informazioni e delle funzionalità a cui è stato abilitato. Ogni modulo del SIRI dispone di funzionalità di consultazione, di gestione (inserimento e aggiornamento dati), nonché di esecuzione di elaborazioni predefinite sui dati, create in base alle esigenze operative dei fruitori del sistema (calcoli di bilancio idrico, visualizzazione di andamenti per i monitoraggi, produzione di grafici e reportistica ad hoc, applicazioni di algoritmi che consentono statistiche ed elaborazioni d'uso comune da parte degli operatori). Per ogni modulo sono state identificate una serie di entità principali rappresentate in un diagramma con tutte le loro relazioni logiche.

4 L'utente, visualizzando il diagramma della componente, decide quale oggetto cercare. Il istema consente di utilizzare criteri alfanumerici incrociandoli con criteri geografici ed è possibile cominciare indifferentemente dai primi o dai secondi. Questo significa che la ricerca si può basare sia sui criteri alfanumerici sia su criteri geografici (interseca, contiene, è contenuto, sta nel raggio di...). Analogamente alla ricerca anche la consultazione avviene contemporaneamente sulla localizzazione geografica di un oggetto e sui dati di natura alfanumerica. Nell'inserimento dei dati, per gli oggetti che hanno una localizzazione geografica, l'inserimento della localizzazione (punto, linea o poligono) è precedente all'inserimento di qualsiasi altro dato. Una volta inserita la geometria, l'operatore può inserire i dati alfanumerici e creare le relazioni dell'entità con gli altri oggetti dell'archivio. Il patrimonio informativo gestito dal SIRI è rappresentato da: utilizzazioni di acqua pubblica (derivazioni); scarichi da insediamenti produttivi; monitoraggio delle acque superficiali (dati idrometrici, chimici e biologici) e sotterranee (dati piezometrici e di qualità); dati pluviometrici; infrastrutture dei servizi di acquedotto, fognatura e depurazione; caratterizzazione del sistema fisico-territoriale (dati idrologici, idrogeologici, geomorfologici, climatologici e socio-economici). Il SIRI si prefigura infine come lo strumento principale per l'attuazione di quanto previsto dal Piano di Tutela delle acque, a cui la normativa statale assegna un ruolo centrale quale strumento dinamico che, operando attraverso una continua azione di monitoraggio, programmazione e realizzazione di interventi si prefigge il raggiungimento di obiettivi di qualità. Funzione applicativa L'approccio SIRI è basato sulla centralizzazione della raccolta e gestione dei dati in un unico archivio, dove il patrimonio informativo è arricchito dal contributo dei diversi enti a cui spetta la gestione delle risorse idriche. Il SIRI, ha come input i dati provenienti da Enti diversi, coinvolti a vario titolo nella gestione delle risorse idriche e ha come output informazioni utili per scopi di pianificazione (piano di tutela, piano direttore) propri dell'ente Regione. L'approccio del SIRI alla gestione dei dati sulle risorse idriche è caratterizzato da due elementi di integrazione: 1. integrazione di dominio; 2. integrazione della dimensione alfanumerica con quella geografica dei dati. La prima si realizza attraverso la piena integrazione delle diverse componenti (derivazioni, scarichi, monitoraggio, infrastrutture del servizio idrico, caratterizzazione

5 del sistema fisico-territoriale infrastrutture irrigue) gestite fisicamente in un'unica base dati e pertanto senza la duplicazione degli oggetti in diversi archivi "di settore". La suddivisione in moduli è infatti funzionale alla navigazione "personalizzata", per facilitare l'accesso a una componente specifica ai vari utenti, legati in generale alle proprie competenze. Quella dimensionale riguarda la piena integrazione della caratterizzazione geografica del dato con la sue parti alfanumeriche. Il sistema è costituito da un'unica base dati geografica e alfanumerica; questa struttura permette il passaggio immediato dalle informazioni geografiche relative a un oggetto alla sua scheda di dettaglio alfanumerica e viceversa. Il geodatabase consente operazioni di data retrieval che utilizzano contemporaneamente concetti geografici e concetti alfanumerici. L'integrazione di dominio si concretizza attraverso la predisposizione di un unico archivio dati, mentre quella dimensionale è realizzata dalle caratteristiche dell'ambiente di sviluppo utilizzato per implementare il sistema. Architettura software Il SIRI è sviluppato in ambiente ESRI ArcGis v. 9.2 con Visual Basic 6.0 e distribuito via application broker. I dati sono gestiti su RDBMS Oracle attraverso ArcSDE v Le soluzioni individuate sono state condivise anche con ESRI Italia e con la stessa ESRI. SIRI è un'applicazione a due livelli costituita dal geodatabase Oracle 10G e un livello di business sviluppato in ArcGIS distribuito via application broker Citrix. Sul client è installata l'interfaccia grafica ICA v. 10.

6 Architettura hardware Architettura TLC Sistemi operativi Middleware Linguaggi Librerie esterne Protocolli di comunicazione DBMS Case Standard utilizzati Tipologia del ciclo di sviluppo Portabilità Affidabilità

7 Manutenibilità Funzionalità / Usabilità Livello di documentazione Livello di modularizzazione Iniziative di riuso in corso Iniziative di riuso realizzate Punti di forza Il SIRI consente di gestire in modo integrato i dati e le informazioni che costituiscono il dominio della Direzione regionale di riferimento: derivazioni, scarichi da impianti industriali, monitoraggio dei corpi idrici superficiali e sotterranei, infrastrutture del servizio idrico integrato, caratteristiche geomorfologiche, idrologiche e climatologiche del contesto territoriale da cui tali dati sono tratti. Elementi di criticità Nessuno Vincoli Nessuno

8 Modalità di riuso consigliate

La Gestione del ciclo delle acque in Regione Piemonte: l esperienza del SIRI Sistema Informativo Risorse Idriche

La Gestione del ciclo delle acque in Regione Piemonte: l esperienza del SIRI Sistema Informativo Risorse Idriche La Gestione del ciclo delle acque in Regione Piemonte: l esperienza del SIRI Sistema Informativo Risorse Idriche Giuseppe AMADORE (*), Mauro VASONE (**), Luca VIARENGO (**) (*) Regione Piemonte, via Principe

Dettagli

Applicazione: TWIST - Trasmissione Web Incidenti Stradali

Applicazione: TWIST - Trasmissione Web Incidenti Stradali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Amministrativo/Contabile Applicazione: TWIST - Trasmissione Web Incidenti Stradali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca

Dettagli

Applicazione: SIRU - Sistema Informativo dei Rifiuti Urbani

Applicazione: SIRU - Sistema Informativo dei Rifiuti Urbani Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Amministrativo/Contabile Applicazione: SIRU - Sistema Informativo dei Rifiuti Urbani Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca

Dettagli

Applicazione: GPE - Gestione Prenotazione Eventi

Applicazione: GPE - Gestione Prenotazione Eventi Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: GPE - Gestione Prenotazione Eventi Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca ed Università

Dettagli

Applicazione: Anagrafe regionale dell'edilizia scolastica

Applicazione: Anagrafe regionale dell'edilizia scolastica Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: Anagrafe regionale dell'edilizia scolastica Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca

Dettagli

Applicazione: Strumenti per la gestione e il monitoraggio dei flussi turistici

Applicazione: Strumenti per la gestione e il monitoraggio dei flussi turistici Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo Verticale Applicazione: Strumenti per la gestione e il monitoraggio dei flussi turistici Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione

Dettagli

Applicazione: Suite Gestione del personale

Applicazione: Suite Gestione del personale Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione personale Applicazione: Suite Gestione del personale Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca ed Università -

Dettagli

Applicazione: CORECOM - Gestione conciliazioni del Corecom

Applicazione: CORECOM - Gestione conciliazioni del Corecom Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: CORECOM - Gestione conciliazioni del Corecom Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca

Dettagli

Applicazione: Piattaforma unitaria per la gestione dei bandi

Applicazione: Piattaforma unitaria per la gestione dei bandi Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Amministrazione/Contabile Applicazione: Piattaforma unitaria per la gestione dei bandi Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Applicazione: Comuni in Rete della Provincia di Asti

Applicazione: Comuni in Rete della Provincia di Asti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Programmazione/Controllo Applicazione: Comuni in Rete della Provincia di Asti Amministrazione: Provincia di Asti Referente/i di progetto Nome e cognome:

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Applicazione: SIGOP - Sistema Informativo Gestionale di un Organismo Pagatore

Applicazione: SIGOP - Sistema Informativo Gestionale di un Organismo Pagatore Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Amministrativo/Contabile Applicazione: SIGOP - Sistema Informativo Gestionale di un Organismo Pagatore Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione

Dettagli

Applicazione: Percorso formativo a supporto della dematerializzazione

Applicazione: Percorso formativo a supporto della dematerializzazione Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione documentale Applicazione: Percorso formativo a supporto della dematerializzazione Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Applicazione: SOLDI Servizi Online per i Dipendenti

Applicazione: SOLDI Servizi Online per i Dipendenti Riusabilità del software Catalogo delle applicazioni Gestione Personale Applicazione: SOLDI Servizi Online per i Dipendenti Amministrazione: Università della Calabria Responsabile dei sistemi informativi

Dettagli

Applicazione: DoQui/Acta - Sistema di gestione dell'archivio

Applicazione: DoQui/Acta - Sistema di gestione dell'archivio Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione documentale Applicazione: DoQui/Acta - Sistema di gestione dell'archivio Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca

Dettagli

Applicazione: SICEE - Sistema Informativo Certificazione Energetica Edifici

Applicazione: SICEE - Sistema Informativo Certificazione Energetica Edifici Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo Verticale Applicazione: SICEE - Sistema Informativo Certificazione Energetica Edifici Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Applicazione: Sedute Istituzionali - SEDIST

Applicazione: Sedute Istituzionali - SEDIST Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Amministrativo/Contabile Applicazione: Sedute Istituzionali - SEDIST Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca ed Università

Dettagli

Applicazione: Anagrafe Edilizia Scolastica

Applicazione: Anagrafe Edilizia Scolastica Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Appl_vo/Verticale Applicazione: Anagrafe Edilizia Scolastica Amministrazione: Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Responsabile

Dettagli

Applicazione: Posta Ibrida

Applicazione: Posta Ibrida Riusabilità del software Catalogo delle applicazioni Gestione Documentale Applicazione: Posta Ibrida Amministrazione: INPS Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Responsabile dei sistemi informativi

Dettagli

Applicazione: GAS - Gestione AcceSsi

Applicazione: GAS - Gestione AcceSsi Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Gestione ICT Applicazione: GAS - Gestione AcceSsi Amministrazione: Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Responsabile dei sistemi informativi Nome

Dettagli

Applicazione: SAI - Sistema di Audit Interno

Applicazione: SAI - Sistema di Audit Interno Riusabilità del software Catalogo delle applicazioni: Amministrativo/Contabile Applicazione: SAI Sistema di Audit Interno Amministrazione: Agenzia delle Entrate Responsabile dei sistemi informativi Nome

Dettagli

Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk

Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione ICT Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk Amministrazione: Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Responsabile dei sistemi informativi

Dettagli

Applicazione: GE.CO. Gestione Consegnatari

Applicazione: GE.CO. Gestione Consegnatari Riusabilità del software Catalogo delle applicazioni Amm_vo/Contabile Applicazione: GE.CO. Gestione Consegnatari Amministrazione: Ministero dell'economia e delle Finanze Responsabile dei sistemi informativi

Dettagli

Applicazione: Sistema Orchestra

Applicazione: Sistema Orchestra Riusabilità del software Catalogo delle applicazioni Progr_ne/Controllo Applicazione: Sistema Orchestra Amministrazione: Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Responsabile dei sistemi informativi

Dettagli

Applicazione: Atti ufficiali on-line

Applicazione: Atti ufficiali on-line Riusabilità del software Catalogo delle applicazioni Gestione Documentale Applicazione: Atti ufficiali online Amministrazione: Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (INPS) Responsabile dei sistemi informativi

Dettagli

Applicazione: TEMPlus Sistema Informativo a supporto delle procedure amministrative/contabili

Applicazione: TEMPlus Sistema Informativo a supporto delle procedure amministrative/contabili Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Amm_vo/Contabile Applicazione: TEMPlus Sistema Informativo a supporto delle procedure amministrative/contabili Amministrazione: Ministero dell'interno

Dettagli

Applicazione: SIPER Servizi In linea per il PERsonale

Applicazione: SIPER Servizi In linea per il PERsonale Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Gestione Personale Applicazione: SIPER Servizi In linea per il PERsonale Amministrazione: Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Responsabile dei

Dettagli

ESTRATTO DAL PIANO DI GESTIONE DEL DISTRETTO IDROGRAFICO DEL FIUME PO ELABORATO 7, ALLEGATO 7.2 RICOGNIZIONE DELLE MISURE IN REGIONE PIEMONTE

ESTRATTO DAL PIANO DI GESTIONE DEL DISTRETTO IDROGRAFICO DEL FIUME PO ELABORATO 7, ALLEGATO 7.2 RICOGNIZIONE DELLE MISURE IN REGIONE PIEMONTE ESTRATTO DAL PIANO DI GESTIONE DEL DISTRETTO IDROGRAFICO DEL FIUME PO ELABORATO 7, ALLEGATO 7.2 RICOGNIZIONE DELLE MISURE 5 DETTAGLI E MISURE Direttiva 79/409/CEE sugli uccelli selvatici e successivi atti

Dettagli

STATO DELL ARTE DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE IDRAULICA

STATO DELL ARTE DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE IDRAULICA SEMINARIO NAZIONALE La tutela della risorsa idrica in montagna Applicazione della direttiva acque negli ambienti alpini italiani STATO DELL ARTE DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE IDRAULICA Tolmezzo,

Dettagli

Applicazione: Sistema Informativo Integrato per il Controllo di Gestione

Applicazione: Sistema Informativo Integrato per il Controllo di Gestione Riusabilità del software Catalogo delle applicazioni Pror_ne/Controllo Applicazione: Sistema Informativo Integrato per il Controllo di Gestione Amministrazione: Ministero della Giustizia Responsabile dei

Dettagli

Applicazione: xmleges-editor - Ambiente per redazione conversione XML documenti normativi

Applicazione: xmleges-editor - Ambiente per redazione conversione XML documenti normativi Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Gestione Documentale Applicazione: xmleges-editor - Ambiente per redazione conversione XML documenti normativi Amministrazione: Consiglio Nazionale

Dettagli

Ministero della Difesa/ Stato Maggiore della Difesa

Ministero della Difesa/ Stato Maggiore della Difesa Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Verticale Applicazione: CMS/CMD - Card Management System - Carta Multiservizi della Difesa Amministrazione: Ministero della Difesa/ Stato Maggiore

Dettagli

Applicazione: Servizio SB-SMS della Provincia di Asti per la comunicazione tra PAL e cittadini

Applicazione: Servizio SB-SMS della Provincia di Asti per la comunicazione tra PAL e cittadini Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Amministrativo/Contabile Applicazione: Servizio SB-SMS della Provincia di Asti per la comunicazione tra PAL e cittadini Amministrazione: Regione

Dettagli

Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione documentale. documentale

Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione documentale. documentale Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione documentale Applicazione: DoQui - Piattaforma per la gestione documentale Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca

Dettagli

Applicazione: INFOPRG WEB - Sistema Informativo Territoriale

Applicazione: INFOPRG WEB - Sistema Informativo Territoriale Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Altro - Sistemi territoriali Applicazione: INFOPRG WEB - Sistema Informativo Territoriale Amministrazione: Comunità Montana Peligna Responsabile

Dettagli

Applicazione: Servizio periferico per l'invio telematico delle domande di nulla osta al lavoro

Applicazione: Servizio periferico per l'invio telematico delle domande di nulla osta al lavoro Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Appl_vo/Verticale Applicazione: Servizio periferico per l'invio telematico delle domande di nulla osta al lavoro Amministrazione: Ministero dell Interno

Dettagli

Applicazione: Protocollo ASP

Applicazione: Protocollo ASP Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Gestione Documentale Applicazione: Protocollo ASP Amministrazione: DigitPA Responsabile dei sistemi informativi D.ssa Maria Pia GIOVANNINI Viale Marx

Dettagli

Moka Web La nuova architettura Moka

Moka Web La nuova architettura Moka Web La nuova architettura Moka Moka Web La nuova architettura Moka Cosa era il vecchio Moka Alla fine degli anni 90 la Regione Emilia-Romagna decise di realizzare uno strumento che rendesse facilmente

Dettagli

Applicazione: SIAP* Sistema Informativo per l'amministrazione del Personale generalizzato

Applicazione: SIAP* Sistema Informativo per l'amministrazione del Personale generalizzato Riusabilit del software Catalogo delle applicazioni Gestione Personale Applicazione: SIAP* Sistema Informativo per l'amministrazione del Personale generalizzato Amministrazione: Ministero dell'economia

Dettagli

Descrizione generale. Architettura del sistema

Descrizione generale. Architettura del sistema Descrizione generale Sister.Net nasce dall esigenza di avere un sistema generale di Cooperazione Applicativa tra Enti nel settore dell Informazione Geografica che consenta la realizzazione progressiva

Dettagli

GEODATABASE E SISTEMA DI GESTIONE DEI DATI TERRITORIALI

GEODATABASE E SISTEMA DI GESTIONE DEI DATI TERRITORIALI I Servizi geografici del Portale Informativo Multicanale della Regione Molise I Sistemi Informativi per la Vigilanza Ambientale e la Gestione del Territorio sono stati realizzati all interno dell Accordo

Dettagli

Fruibilità dell Informazione Ambientale

Fruibilità dell Informazione Ambientale Fruibilità dell Informazione Ambientale Nicoletta Sannio, Mariano Casula Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato della Difesa Ambiente, Sevizio S.A.V.I Abstract Il Sistema Informativo Regionale Ambientale

Dettagli

Profili professionali

Profili professionali FONDO EUROPEO DI SVILUPPO. Prot N. _143 Rep. n. 9 del 10 gennaio 2014 Procedura di selezione comparativa pubblica per titoli per l affidamento di n. 8 incarichi di collaborazione coordinata e continuativa

Dettagli

Consiglio regionale della Toscana

Consiglio regionale della Toscana Consiglio regionale della Toscana LEGGE REGIONALE N. 17/2007 (Atti del Consiglio) Norme per l emergenza idrica per l anno 2007. Modifiche alla legge regionale 21 luglio 1995, n. 81 (Norme di attuazione

Dettagli

Applicazione: Ente Web Sign Università di Pisa (EWS- Unipi) Sistema per la gestione dell Ordinativo Informatico

Applicazione: Ente Web Sign Università di Pisa (EWS- Unipi) Sistema per la gestione dell Ordinativo Informatico Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Amministrativo/Contabile Applicazione: Ente Web Sign Università di Pisa (EWS- Unipi) Sistema per la gestione dell Ordinativo Informatico Amministrazione:

Dettagli

SCHEDA TECNICA. Caratteristiche generali di prodotto. Denominazione S.A.T.T.- Sant Arpino Tributi e Territorio. Amministrazione Comune di Sant Arpino

SCHEDA TECNICA. Caratteristiche generali di prodotto. Denominazione S.A.T.T.- Sant Arpino Tributi e Territorio. Amministrazione Comune di Sant Arpino SCHEDA TECNICA Denominazione S.A.T.T.- Sant Arpino Tributi e Territorio Amministrazione Comune di Sant Arpino Note e considerazioni sul riuso Il Sistema proposto viene reso disponibile in open source per

Dettagli

Piano di ambito. Riferimenti normativi Art. 11 comma 3 L. 36/94 e Art. 12 L.R. 25/99.

Piano di ambito. Riferimenti normativi Art. 11 comma 3 L. 36/94 e Art. 12 L.R. 25/99. Riferimenti normativi Art. 11 comma 3 L. 36/94 e Art. 12 L.R. 25/99. Obiettivi Stabilisce il modello gestionale ed organizzativo del SII; Determina i livelli dei servizi all utenza; Determina il programma

Dettagli

SisTabWeb Web. Sistema Tabelle. for Enterprise

SisTabWeb Web. Sistema Tabelle. for Enterprise SisTabWeb Web Sistema Tabelle for Enterprise Overview La condivisione del patrimonio dati a livello aziendale diventa essenziale nel momento in cui il sistema informativo, elemento chiave per l'efficienza

Dettagli

Newsletter SITAD. Aprile 2005 num. 3. Sommario. No Risk. SITAD su SistemaPiemonte pag. 4. La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag.

Newsletter SITAD. Aprile 2005 num. 3. Sommario. No Risk. SITAD su SistemaPiemonte pag. 4. La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag. Newsletter SITAD Aprile 2005 num. 3 Sommario No Risk Il progetto pag. 2 I servizi sviluppati pag. 2 SITAD su SistemaPiemonte pag. 4 La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag. 5 SITAD si candida

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN DATABASE GEOREFERENZIATO SULL ECOSISTEMA COSTIERO EMILIANO ROMAGNOLO RELATIVO ALLE PRESSIONI ANTROPICHE

REALIZZAZIONE DI UN DATABASE GEOREFERENZIATO SULL ECOSISTEMA COSTIERO EMILIANO ROMAGNOLO RELATIVO ALLE PRESSIONI ANTROPICHE SERVIZIO. AREA Progetto esecutivo REALIZZAZIONE DI UN DATABASE GEOREFERENZIATO SULL ECOSISTEMA COSTIERO EMILIANO ROMAGNOLO RELATIVO ALLE PRESSIONI ANTROPICHE Responsabile di progetto : CROATTI GABRIELE

Dettagli

Autorità di Bacino Interregionale del Fiume Fiora PIANO DI ASSETTO IDROGEOLOGICO

Autorità di Bacino Interregionale del Fiume Fiora PIANO DI ASSETTO IDROGEOLOGICO REGIONE TOSCANA REGIONE LAZIO Autorità di Bacino Interregionale del Fiume Fiora PIANO DI ASSETTO IDROGEOLOGICO Legge 18 maggio 1989 n. 183 art. 17 comma 6 - ter, Legge 3 agosto 1998 n. 267 modificata con

Dettagli

I dati di ARPAV del monitoraggio delle acque interne

I dati di ARPAV del monitoraggio delle acque interne I dati di ARPAV del monitoraggio delle acque interne Filippo Mion RETI DI MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELLE ACQUE SAI predispone i piani di monitoraggio e raccoglie e valuta i risultati dei monitoraggi

Dettagli

SCHEDA TECNICA GeoPA

SCHEDA TECNICA GeoPA SCHEDA TECNICA GeoPA Denominazione GeoPA - soluzione software per il controllo ed il monitoraggio del territorio. Amministrazione Comune di Parete. Note e considerazioni sul riuso Caratteristiche generali

Dettagli

INDICE Premesse Capitolo 1 Inquadramento territoriale Capitolo 2 Stato di fatto dei Servizi Idrici

INDICE Premesse Capitolo 1 Inquadramento territoriale Capitolo 2 Stato di fatto dei Servizi Idrici INDICE Premesse Capitolo 1 Inquadramento territoriale 1. 1 Generalità... Pag. 31 1. 2 Caratterizzazione urbanistica. Pag. 32 1. 3 Caratterizzazione idrografica.. Pag. 42 1. 4 Caratterizzazione morfologica

Dettagli

Legge Regionale 11 dicembre 1998, n. 91. Titolo I - FINALITÀ. Art. 01 - Finalità

Legge Regionale 11 dicembre 1998, n. 91. Titolo I - FINALITÀ. Art. 01 - Finalità Norme per la difesa del suolo. (1) Bollettino Ufficiale n. 43, parte prima, del 21.12.1998 Legge Regionale 11 dicembre 1998, n. 91 Titolo I - FINALITÀ Art. 01 - Finalità 1. La Regione Toscana, per soddisfare

Dettagli

LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI

LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI 1. ASPETTI GENERALI Negli ultimi anni, in gran parte dei Paesi europei, si assiste a un crescente interesse verso l attuazione di una pianificazione locale del territorio

Dettagli

Le sollecitazioni esterne 1) Il Support to fitness-check water policy (giugno 2011) 2) Il parere motivato per l infrazione n. 2007/4680 (marzo 2012)

Le sollecitazioni esterne 1) Il Support to fitness-check water policy (giugno 2011) 2) Il parere motivato per l infrazione n. 2007/4680 (marzo 2012) Le sollecitazioni esterne 1) Il Support to fitness-check water policy (giugno 2011) Cooperation between administrations and authorities - one problematic aspect of the cooperation between authorities is

Dettagli

Realizzazione di un SIT per il monitoraggio delle acque. ARPA FVG: Enrico Mengotti SOS Sistema Informativo e Innovazione tecnologica e Funzionale

Realizzazione di un SIT per il monitoraggio delle acque. ARPA FVG: Enrico Mengotti SOS Sistema Informativo e Innovazione tecnologica e Funzionale Realizzazione di un SIT per il monitoraggio delle acque Motivazioni del progetto Mancanza di uno strumento GIS che permetta di registrare i punti di prelievo dei campioni integrato con il sistema LIMS

Dettagli

ArcSewer per ArcGIS ARCSEWER LA GESTIONE DI RETI FOGNARIE IN AMBIENTE ARCGIS

ArcSewer per ArcGIS ARCSEWER LA GESTIONE DI RETI FOGNARIE IN AMBIENTE ARCGIS ARCSEWER LA GESTIONE DI RETI FOGNARIE IN AMBIENTE ARCGIS I sistemi GIS sono ormai strumenti indispensabili per gestire correttamente una rete fognaria. A tal fine ogni componente del sistema deve essere

Dettagli

Le funzionalità principali della piattaforma

Le funzionalità principali della piattaforma Istituto di Scienza e Tecnologie dell'informazione A Faedo (ISTI) - Laboratorio di domotica Quimby: Le funzionalità principali della piattaforma Dario Russo (dario.russo@isti.cnr.it) Obiettivi del progetto

Dettagli

Piano Regionale di Tutela delle Acque del Friuli Venezia Giulia

Piano Regionale di Tutela delle Acque del Friuli Venezia Giulia Associazione Imprenditori Idroelettrici del Friuli Venezia Giulia Monitoraggio dei corsi d'acqua per la realizzazione e la gestione delle derivazioni Palazzo Torriani, Udine, 20 settembre 2013 Piano Regionale

Dettagli

"TileStudio: tutto il mondo ceramico in un unico prodotto "

TileStudio: tutto il mondo ceramico in un unico prodotto "TileStudio: tutto il mondo ceramico in un unico prodotto " TileStudio-Web Cos'è TileStudio-Web? TileStudio Web è la risposta più completa a tutte le esigenze del settore ceramico. Un potentissimo strumento

Dettagli

Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico

Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico Il progetto si pone l obiettivo di rilanciare la manutenzione diffusa del territorio montano attraverso l analisi delle basi informatiche

Dettagli

Prot: Del: Allegato Capitolato Tecnico. Sistema GAIA. Sistema informativo di governo dell Ambiente e flussi informativi ambientali verso gli utenti

Prot: Del: Allegato Capitolato Tecnico. Sistema GAIA. Sistema informativo di governo dell Ambiente e flussi informativi ambientali verso gli utenti REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO TERRITORIO ED AMBIENTE Via Ugo La Malfa, 169 Palermo Prot: Del: Allegato Capitolato Tecnico Sistema GAIA Sistema informativo di governo dell Ambiente e

Dettagli

SCHEDA TECNICA. Caratteristiche generali di prodotto. Denominazione ArchWebRC. Amministrazione Regione Campania. Note e considerazioni sul riuso /

SCHEDA TECNICA. Caratteristiche generali di prodotto. Denominazione ArchWebRC. Amministrazione Regione Campania. Note e considerazioni sul riuso / SCHEDA TECNICA Denominazione ArchWebRC Amministrazione Regione Campania Note e considerazioni sul riuso Caratteristiche generali di prodotto Descrizione Piattaforma software che consenta la ricerca, la

Dettagli

PSR 2014-2020: le prospettive provinciali

PSR 2014-2020: le prospettive provinciali PSR 2014-2020: le prospettive provinciali Incontro con il partenariato PSR: fra competitività e diversificazione Stella Caden Servizio Agricoltura - PAT Trento, 6 marzo 2014 Fasi principali della Programmazione

Dettagli

GLI ACCORDI DI PROGRAMMA PER GLI APPROVVIGIONAMENTI IDRICI: UNA SCOMMESSA PER IL SUD ELEMENTI DI RIFLESSIONE. Renato Scognamiglio

GLI ACCORDI DI PROGRAMMA PER GLI APPROVVIGIONAMENTI IDRICI: UNA SCOMMESSA PER IL SUD ELEMENTI DI RIFLESSIONE. Renato Scognamiglio AQV VII ACQUAMEETING DEL LEVANTE GLI ACCORDI DI PROGRAMMA PER GLI APPROVVIGIONAMENTI IDRICI: UNA SCOMMESSA PER IL SUD ELEMENTI DI RIFLESSIONE Renato Scognamiglio Bari, 4 febbraio 2005 L ACCORDO DI PROGRAMMA

Dettagli

Applicazione: CEDOC Centro di Documentazione dei bacini idrografici

Applicazione: CEDOC Centro di Documentazione dei bacini idrografici Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: CEDOC Centro di Documentazione dei bacini idrografici Amministrazione: Ragione Autonoma della Sardegna Responsabile

Dettagli

REGIONE ABRUZZO DIREZIONE LAVORI PUBBLICI, SERVIZIO IDRICO INTEGRATO, GESTIONE INTEGRATA DEI BACINI IDROGRAFICI, DIFESA DEL SUOLO E DELLA COSTA.

REGIONE ABRUZZO DIREZIONE LAVORI PUBBLICI, SERVIZIO IDRICO INTEGRATO, GESTIONE INTEGRATA DEI BACINI IDROGRAFICI, DIFESA DEL SUOLO E DELLA COSTA. . PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE D. Lgs. 3 Aprile 2006, n. 152 e s.m.i. ELABORATO N. TITOLO N1.1 SCALA RELAZIONE GENERALE CODICE DOCUMENTO IL PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE FILE

Dettagli

ACQUE INTERNE E SISTEMA IDRICO INTEGRATO

ACQUE INTERNE E SISTEMA IDRICO INTEGRATO FINALITÀ INDICATORE L'indicatore ha come obiettivo quello di monitorare il dato della popolazione allacciata alla rete di acquedotto nel territorio, in modo da verificare la qualità e consistenza del servizio

Dettagli

Settore Idrologia (monitoraggio acque)

Settore Idrologia (monitoraggio acque) Settore Idrologia (monitoraggio acque) Applicazione Potenziale cliente Prodotto Foto applicazione Monitoraggio livello idrometrico acque sotterranee, falde freatiche, pozzi, piezometri all interno di tombini,

Dettagli

Comunità Montana Terminio Cervialto Via Don Minzoni,2 83048 Montella (AV)

Comunità Montana Terminio Cervialto Via Don Minzoni,2 83048 Montella (AV) Comunità Montana Terminio Cervialto Via Don Minzoni,2 83048 Montella (AV) PRESENTAZIONE APPLICATIVI INFORMATICI (BEST PRACTICE) REALIZZATI NELL AMBITO DELL E-GOVERNMENT PER L IMPLEMENTAZIONE DELLA BACHECA

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI

PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI UFFICIO DEL PIANO EX ART. 12 L.R. 9/86 NODO PROVINCIALE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE LE INIZIATIVE DELLA PROVINCIA DI TRAPANI NEL CAMPO DEI SISTEMI INFORMATIVI

Dettagli

COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso

COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni ai sensi dell articolo 24, comma 3 bis del D.L.

Dettagli

Sportello Unico Rischio Industriale

Sportello Unico Rischio Industriale Sportello Unico Rischio Industriale Il sistema informativo per le ARIR Alberto Farinelli 16 aprile 2009 Milano Requisiti del sistema informativo implementare i criteri e le procedure attinenti ai procedimenti

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 35 del 4 maggio 2012 15

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 35 del 4 maggio 2012 15 Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 35 del 4 maggio 2012 15 LEGGE REGIONALE 27 aprile 2012, n. 17 Disposizioni in materia di risorse idriche. Il Consiglio regionale ha approvato Il Presidente

Dettagli

Claudio Boldori Responsabile Segreteria Tecnica A.ATO Provincia di Cremona NORMATIVA SULLE ACQUE

Claudio Boldori Responsabile Segreteria Tecnica A.ATO Provincia di Cremona NORMATIVA SULLE ACQUE Claudio Boldori Responsabile Segreteria Tecnica A.ATO Provincia di Cremona NORMATIVA SULLE ACQUE Evoluzione della normativa sulle acque in Italia RIFERIMENTO NORMATIVO APPROCCIO ALLA TUTELA L. 319/76 Limiti

Dettagli

Sede Legale e Operativa. Viale Andrea Doria, 55-95123 Catania (Italy) Tel. 0039 095 8320733 info@pec.idragest.it info@idragest.it www.idragest.

Sede Legale e Operativa. Viale Andrea Doria, 55-95123 Catania (Italy) Tel. 0039 095 8320733 info@pec.idragest.it info@idragest.it www.idragest. Sede Legale e Operativa Viale Andrea Doria, 55-95123 Catania (Italy) Tel. 0039 095 8320733 info@pec.idragest.it info@idragest.it www.idragest.it PRESENTAZIONE AZIENDA Idragest è una S.r.l. che fornisce

Dettagli

LA RETE DI MONITORAGGIO DELLE RISORSE IDRICHE SOTTERRANEE PUGLIESI

LA RETE DI MONITORAGGIO DELLE RISORSE IDRICHE SOTTERRANEE PUGLIESI GEOLOGI e TERRITORIO Periodico dell Ordine dei Geologi della Puglia - Supplemento al n. 1/2004 89 LA RETE DI MONITORAGGIO DELLE RISORSE IDRICHE SOTTERRANEE PUGLIESI Contenuti di un ipotetico Progetto Tiziano

Dettagli

Distretto Idrografico dell Appennino Meridionale

Distretto Idrografico dell Appennino Meridionale PIANO DI GESTIONE ACQUE (Direttiva Comunitaria 2000/60/CE, D.L.vo. 152/06, L. 13/09, D.L 194/09) Relazione Regionale Allegato 1 QUADRO NORMATIVO E DELLE COMPETENZE INERENTE LE RISORSE IDRICHE REGIONE MOLISE

Dettagli

La redazione del piano d ambito Casi ed esperienze pratiche. Area Pianificazione e Controllo - Autorità Idrica Toscana Pisa -Venerdì 24 Aprile 2015

La redazione del piano d ambito Casi ed esperienze pratiche. Area Pianificazione e Controllo - Autorità Idrica Toscana Pisa -Venerdì 24 Aprile 2015 La redazione del piano d ambito Casi ed esperienze pratiche Area Pianificazione e Controllo - Autorità Idrica Toscana Pisa -Venerdì 24 Aprile 2015 Indice Premessa Il Piano di Ambito Attività propedeutiche

Dettagli

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE : PROCEDURA DI VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA PER REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE : PROCEDURA DI VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA PER REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO Nelle tavole seguenti si esaminano rispettivamente i valori storico-culturali e il patrimonio storico architettonico con la viabilità storica; in questo caso non si rilevano situazioni di particolare interesse.

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 20 febbraio 2015, n. 224

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 20 febbraio 2015, n. 224 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 20 febbraio 2015, n. 224 Servizio di monitoraggio dei corpi idrici sotterranei (P.O. FESR 2007/2013 - Asse II Linea di intervento 2.1.) - Azione 2.1.4.). Approvazione

Dettagli

ARCSEWER LA GESTIONE DI RETI FOGNARIE IN AMBIENTE ARCGIS

ARCSEWER LA GESTIONE DI RETI FOGNARIE IN AMBIENTE ARCGIS ARCSEWER LA GESTIONE DI RETI FOGNARIE IN AMBIENTE ARCGIS I sistemi GIS sono strumenti indispensabili per gestire correttamente una rete fognaria. A tal fine ogni componente del sistema deve essere ben

Dettagli

Scheda descrittiva del programma Repertorio Nazionale dei dati Territoriali - RNDT - ceduto in riuso. Agenzia per l Italia Digitale

Scheda descrittiva del programma Repertorio Nazionale dei dati Territoriali - RNDT - ceduto in riuso. Agenzia per l Italia Digitale Scheda descrittiva del programma Repertorio Nazionale dei dati Territoriali - RNDT - ceduto in riuso Agenzia per l Italia Digitale Gestione ex DigitPA Agenzia per l Italia Digitale Gestione ex DigitPA

Dettagli

RELAZIONE DI ARPA FRIULI VENEZIA GIULIA

RELAZIONE DI ARPA FRIULI VENEZIA GIULIA TAVOLO TECNICO INTERAGENZIALE GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE IDRICHE RELAZIONE DI ARPA FRIULI VENEZIA GIULIA Enio Decorte (Referente di ARPA Friuli Venezia Giulia nel Tavolo Tecnico) Quadro storico

Dettagli

Autorità di Bacino BACINO PILOTA DEL FIUME SERCHIO

Autorità di Bacino BACINO PILOTA DEL FIUME SERCHIO Il programma di lavoro per l aggiornamento del Piano di Gestione delle Acque del distretto idrografico del fiume Serchio Indice I. Inquadramento normativo e procedurale II. I contenuti del Piano oggetto

Dettagli

GLI INTERVENTI DI SISTEMAZIONE IDRAULICO-FORESTALI NELLA PREVENZIONE DEI RISCHI NATURALI LE LINEE DI AZIONE DELLA REGIONE PIEMONTE

GLI INTERVENTI DI SISTEMAZIONE IDRAULICO-FORESTALI NELLA PREVENZIONE DEI RISCHI NATURALI LE LINEE DI AZIONE DELLA REGIONE PIEMONTE GLI INTERVENTI DI SISTEMAZIONE IDRAULICO-FORESTALI NELLA PREVENZIONE DEI RISCHI NATURALI LE LINEE DI AZIONE DELLA REGIONE PIEMONTE G. Cacciabue, V.Debrando 1 La mitigazione degli effetti prodotti sul territorio

Dettagli

Piano di Azione PROPOSTA

Piano di Azione PROPOSTA Piano di Azione PROPOSTA N GRUPPO AZIONE/RACCOMANDAZIONE A1 PREDISPORRE ED ATTUARE UN PIANO DI EDUCAZIONE E COMUNICAZIONE Spiegare cos è la tariffa, come si calcola, e cosa paga ; capire quando e perché

Dettagli

PARTE II PROGETTO MEDDMAN - MEDOCC

PARTE II PROGETTO MEDDMAN - MEDOCC 137 PARTE II PROGETTO MEDDMAN - MEDOCC VALENZA TRASNAZIONALE DEL MODELLO DI GOVERNANCE DELLE RISORSE IDRICHE NELL AMBITO DELL ADP TRA LE REGIONI BASILICATA, PUGLIA E LO STATO 139 PROGETTO MEDDMAN - MEDOCC:

Dettagli

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I.

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. Profilo La Società Hermes nasce nel 2010 per portare sul mercato le esperienze maturate da un team di specialisti e ricercatori informatici che hanno operato per anni come

Dettagli

SERVIZI INFORMATIVI INTEGRATI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO (PR5SIT) DELLA REGIONE CALABRIA

SERVIZI INFORMATIVI INTEGRATI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO (PR5SIT) DELLA REGIONE CALABRIA SERVIZI INFORMATIVI INTEGRATI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO (PR5SIT) DELLA REGIONE CALABRIA Tonino CARACCIOLO (*), Vincenzo MARRA (*), Domenico MODAFFARI (*), Francesco NAPOLETANO (**), Alfredo PELLICANO

Dettagli

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152)

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152) Commissario Delegato per l Emergenza Bonifiche e la Tutela delle Acque in Sicilia PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152) Sistema WEB-GIS

Dettagli

ALLEGATO _A_ Dgr n. del pag. 1/6

ALLEGATO _A_ Dgr n. del pag. 1/6 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO _A_ Dgr n. del pag. 1/6 SCHEMA DI ACCORDO Tra la PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE, l AGENZIA INTERREGIONALE PER IL FIUME

Dettagli

Annarita Rizzati - Massimo Romagnoli Rovereto 8 maggio 2014

Annarita Rizzati - Massimo Romagnoli Rovereto 8 maggio 2014 Annarita Rizzati - Massimo Romagnoli Rovereto 8 maggio 2014 } La Regione Emilia-Romagna dal 1986 è detentrice di un censimento delle attività estrattive a scala regionale } a tale fine era stato predisposto

Dettagli

IL RIUTILIZZO IRRIGUO DELLE ACQUE REFLUE DEPURATE

IL RIUTILIZZO IRRIGUO DELLE ACQUE REFLUE DEPURATE IL RIUTILIZZO IRRIGUO DELLE ACQUE REFLUE DEPURATE Introduzione In occasione delle celebrazioni del 22 marzo della Giornata Mondiale dell Acqua 1 si sono affrontati diversi aspetti relativi alle risorse

Dettagli

Progetto SINA Architettura del Sistema Informativo Nazionale Ambientale della Regione Autonoma della Sardegna

Progetto SINA Architettura del Sistema Informativo Nazionale Ambientale della Regione Autonoma della Sardegna Progetto SINA Architettura del Sistema Informativo Nazionale Ambientale della Regione Autonoma della Sardegna Maria Antonietta Dessena 2, Sergio Pilurzu 3, Giuseppe Corda 3, Susi Fiori 1, Marino Boi 3

Dettagli

PROVINCIA DI AVELLINO

PROVINCIA DI AVELLINO PROVINCIA DI AVELLINO PIANO PROVINCIALE DI EMERGENZA PIANO STRALCIO RISCHIO METEOROLOGICO: CRISI IDRICHE Approvato con delibera n. 26 del 26 febbraio 2009 del Commissario Straordinario con i poteri del

Dettagli

I dati ricavabili da suddette verifiche (tiranti, velocità, etc.) saranno comunque necessari per procedere con la fase progettuale esecutiva.

I dati ricavabili da suddette verifiche (tiranti, velocità, etc.) saranno comunque necessari per procedere con la fase progettuale esecutiva. INDICE 1. Premessa 1 2. Descrizione dei luoghi 1 3. Valutazione degli afflussi meteorici 3 4. Valutazione dei deflussi 6 5. Calcolo del DMV 7 6. Modifiche alle portate attese a seguito delle opere 10 1.

Dettagli