Azione di Formazione. Bando per l assegnazione di 15 borse di studio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Azione di Formazione. Bando per l assegnazione di 15 borse di studio"

Transcript

1 PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE RICERCA E COMPETITIVITÀ KOM4T me: Knowledge Management 4 infotelematic in Mobility Environment Azione di Formazione Esperto in sistemi di gestione della conoscenza applicati al contesto dell infotainment in ambito veicolare MAGGIO 2012 LUGLIO 2013 Bando per l assegnazione di 15 borse di studio Figura Professionale Ricercatore industriale esperto in sistemi di gestione della conoscenza applicati al contesto dell infotainment in ambito veicolare

2 ISTITUZIONE La società Infomobility.it S.p.A., in partenariato con la Magneti Marelli S.p.A., Infoblu S.p.A., Kanso S.r.l. e Dipartimento di Elettronica Informatica e Sistemistica (DEIS) - Università della Calabria, organizza, nell ambito del progetto di ricerca PON01_02149 KOM4T me: Knowledge Management 4 infotelematic in Mobility Environment finanziato dal MIUR, un corso di formazione per Esperto in sistemi di gestione della conoscenza applicati al contesto dell infotainment in ambito veicolare, finalizzato alla creazione della seguente figura professionale: Ricercatore industriale esperto in sistemi di gestione della conoscenza applicati al contesto dell infotainment in ambito veicolare; Obiettivo del corso è la formazione di figure professionali esperti in sistemi di gestione della conoscenza applicati al contesto dell infotainment in ambito veicolare. L obiettivo è raggiunto attraverso la fruizione, da parte degli interessati, di una serie di moduli formativi che nelle loro prime fasi si occupano di livellare le competenze del gruppo e man mano evolve nei contenuti verso aspetti estremamente specialistici delle discipline previste. Il piano di formazione prevede l utilizzo di strumenti metodologici innovativi ed il coinvolgimento di un corpo docente estremamente qualificato, tale da assicurare il trasferimento di un know-how aggiornato e in linea con gli sviluppi attuali delle tecnologie e del sapere legato all informatica ed alla telecomunicazione. La ricaduta occupazionale del progetto di formazione sarà notevole sia perché le aziende coinvolte nel Progetto di Ricerca avranno bisogno di personale specializzato per trasferire il know-how acquisito all interno dei propri processi produttivi, sia per la notevole richiesta da parte del mercato locale e nazionale di esperti in sistemi di gestione della conoscenza applicati al contesto dell infotainment in ambito veicolare. Le peculiarità che contraddistingueranno il ricercatore industriale formato dal presente progetto di formazione lo renderanno particolarmente appetibile ad un mercato in forte crescita ed in costante ricerca di personale con conoscenze specifiche in ambito infomobilità, sistemi gestione della conoscenza e sistemi embedded in ambiente veicolare. A conferma di quanto in precedenza si riportano alcune stime di mercato effettuate da fonti autorevoli operanti nel settore. Tali fonti stimano per il 2025: miliardi di euro (pari al 45% del mercato) della personal mobility e LBS; miliardi di euro (pari al 35% del mercato) per il mass market vehicles; - 60 miliardi di euro per il mercato dei veicoli commerciali e servizi di emergenza; - 12 milioni di fatturato per i servizi di emergenza; - 30 milioni di fatturato le categorie di asset management. REQUISITI DI AMMISSIONE Possono presentare domanda di ammissione al Corso di Formazione coloro che non hanno già partecipato ad un altro Corso di Formazione o Master erogato nell ambito del PON e che alla data della presentazione della domanda, sono in possesso di: 1. Laurea di primo grado (triennale) in Ingegneria dell Informazione (Informatica, Telecomunicazioni, Elettronica, Automatica); 2. Laurea di primo grado (triennale) in altro corso di Laurea della Facoltà di Ingegneria o SMFN con adeguate e documentate esperienze di studio e di lavoro nel settore informatico e telematico. Agli eventuali candidati stranieri sarà richiesto titolo equivalente - è infatti prevista una quota riservata di 5 posti a laureandi provenienti dai paesi del Mediterraneo (utilizzabile da Italiani). L iscrizione al Corso di Formazione è incompatibile con la frequenza di un altro corso di formazione professionale o master. ATTIVITÀ FORMATIVA Il Corso di Formazione prevede lezioni frontali, attività di laboratorio ed esercitazioni. Inoltre, è previsto un periodo di Training on the Job presso aziende che svolgono una significativa attività di ricerca nel settore ICT o centri di ricerca

3 dei partner del progetto. Gli allievi, durante questo periodo metteranno in pratica quanto appreso in aula attraverso la realizzazione di un progetto didattico che sarà oggetto di valutazione finale. Il piano di studio prevede l erogazione di complessive 1380 ore di attività formativa articolate in tre moduli: Modulo A ore di attività didattica, approfondimento conoscenze specialistiche di cui 300 ore di formazione di base e 450 ore di formazione specifica; Modulo B 800 ore di Training on the Job - Esperienze operative in affiancamento a personale impegnato in attività di ricerca industriale e/o sviluppo sperimentale; Modulo C 150 ore di lezioni ed esercitazione dedicate all apprendimento di conoscenze in materia di programmazione, gestione strategica, valutazione e organizzazione operativa dei progetti di ricerca industriale e/o sviluppo sperimentale. Di seguito vengono riportate le competenze che verranno acquisite alla fine del percorso formativo. Nell ambito del Modulo A, gli allievi acquisiranno conoscenze e competenze nei seguenti settori: Modulo A Approfondimento conoscenze specialistiche in aula. II Modulo A si articola nei seguenti sottomoduli-moduli: A1 e A2 Il Modulo A1, che prevede l erogazione di alcuni sottomoduli ritenuti necessari per creare una base di conoscenza comune che favorisca la comprensione delle tematiche specialistiche trattate nel Modulo A2, sarà così strutturato: Modulo A1.1 Inglese tecnico (50 ore di cui 35 lezione frontale e 15 di esercitazioni): Il modulo è dedicato in particolar modo al potenziamento delle conoscenze della lingua inglese con particolare attenzione ai termini propri dell informatica, delle telecomunicazioni dell organizzazione aziendale e del project management. Lettura di testi tecnici, articoli scientifici; Scrittura, Listening, Terminologia specialistica. Modulo A1.2 Fondamenti di Telecomunicazioni (50 ore di cui 35 di lezione frontale e 15 di Laboratorio): Il modulo si propone di illustrare i principi base per l analisi dei segnali, sia deterministici che stocastici, e dei sistemi di comunicazione, sia continui che discreti. Verranno inoltre descritte le fasi che caratterizzano il trasferimento dell informazione da una sorgente ad una destinazione in un sistema di comunicazioni numeriche. Rappresentazione dei segnali nel dominio della frequenza. Trasformata di Fourier: teoremi e proprietà. Tipologie di Sistemi. Filtri. Banda di un segnale e di un sistema. Sistemi non lineari. Generalità su processi stocastici e loro proprietà. I sistemi di trasmissione PCM. Occupazione di banda dei sistemi di trasmissione in banda base. Probabilità di errore dei sistemi numerici in banda base. Diagramma ad occhio. Modulazioni Binarie; Modulazioni multilivello, altre modulazioni in uso nei sistemi di telecomunicazioni wireless. Modulo A1.3 Architettura e protocolli per Internet (50 ore di cui 35 ore di lezione frontale e 15 ore di Laboratorio). Il modulo si propone di illustrare i principi su cui si basa il funzionamento della rete Internet e di analizzare le caratteristiche e le funzionalità dei suoi protocolli basati sull architettura TCP/IP. La rete Internet e i suoi protocolli. l architettura della rete Internet: host e router; Organizzazione della rete Internet, l architettura protocollare di Internet; Indirizzi IP e instradamento; i principali protocolli di livello applicativo; Il sistema DNS (domain name system): l assegnazione e la traduzione dei nomi a dominio; L indirizzamento IPv4, assegnazione degli indirizzi IP; l indirizzamento classful; L indirizzamento classless. Il protocollo IPv4, il routing IPv4, il concetto di Sistema Autonomo in Internet; lo strato di trasporto: TCP e UDP. le funzioni del livello di trasporto; Controllo di congestione, evoluzione del TCP. Modulo A1.4 Reti di Telecomunicazioni Wireless

4 (50 ore di cui 35 Lezione frontale e 15 di Laboratorio): Il modulo intende fornire i principi, i modelli e le architetture di riferimento delle moderne reti telematiche con particolare riferimento all organizzazione e funzionamento di reti wireless, ad hoc e pervasive. La attività di laboratorio consentiranno di sperimentare quanto appreso a lezione mediante la realizzazione di semplici progetti e dimostratori software. Contenuti: Architettura di riferimento ed organizzazione generale di reti telematiche wireless; Infrastrutture e funzionamento di reti telematiche wireless, ad hoc e mesh; architetture ed organizzazione di reti di sensori e loro applicazioni; Reti wireless in area locale (WLAN); MANET (Mobile Ad-hoc NETworks); Reti Mesh; Personal Area Network (PAN). Modulo A1.5 Informatica di base e linguaggi di programmazione (100 ore di cui 50 ore di lezione frontale e 50 ore di Laboratorio); Il corso intende approfondire i concetti di base e alcune nozioni fondamentali nell'ambito dell informatica e dei linguaggi di programmazione: dalle più elementari, come quella di variabile, o di parametro, a concetti più complessi come quello di polimorfismo o di sottotipo, che assumono forme diverse nei diversi paradigmi di programmazione. Nella seconda parte del corso vengono considerati e messi a confronto il paradigma imperativo, funzionale e dichiarativo, facendo riferimento rispettivamente a Java, ML e Prolog. Mentre si assumono esperienza nella programmazione imperativa (ad esempio in "C") e rudimenti di Java, non è richiesta alcuna conoscenza preliminare di programmazione funzionale e dichiarativa. L ultima parte del corso pone attenzione sulle problematiche relative alla progettazione di database. CONTENUTI - Panoramica storica dell'evoluzione dei linguaggi di programmazione; caratteristiche comuni e classificazione dei linguaggi di programmazione. - Il problema della verifica automatica della correttezza di programmi; richiami ai modelli di calcolo astratti; indecidibilità algoritmica. - Descrizione formale della sintassi e della semantica di un linguaggio di programmazione. Generatori automatici di analizzatori lessicali e sintattici (Flex e Bison). - Tipi: Definizione, rappresentazione interna, operazioni, compatibilità. Tipi elementari, tipi strutturati e user defined. Sottotipi, tipi astratti, generici e parametrici. Polimorfismo. - Gestione della memoria: campo di visibilità delle variabili (variabili statiche, automatiche, dinamiche). Passaggio dei parametri. - Meccanismi per la strutturazione dei programmi e supporto all'ingegneria del software; information hiding, object orientation, encapsulation, inheritance e polimorfismo; programmazione generica; librerie, riutilizzo e portabilità del software. - Concorrenza a livello di sistema operativo e costrutti per la programmazione concorrente; la concorrenza in Java e nei linguaggi imperativi. - Eccezioni: definizione, generazione e gestione. Programmazione ad eventi. - Paradigma funzionale: ricorsione vs iterazione, ricorsione in coda; introduzione a Scheme. - Paradigma dichiarativo: la programmazione logica e l'interprete PROLOG; programmazione logica a vincoli. - Introduzione ai sistemi di gestione di basi di dati - Modelli di dati per basi di dati - Modello relazionale - Normalizzazione di schemi relazionali - Il linguaggio SQL - Realizzazione di DBMS Modulo A2.1 Analisi e modelli di reti wireless (60 ore di cui 40 ore di lezione frontale e 20 ore di Laboratorio); Il corso presenta i modelli di mobilità per dispositivi/utenti mobili e fornisce i dettagli delle le principali tecnologie wireless utilizzate per la connettività tra PC, PDA e Smart Phones. In particolare, sono descritti i principali strumenti per la gestione della connettività e dello sviluppo di applicazioni in ambiente wireless. Gli argomenti trattati nelle lezioni vengono approfonditi e sperimentati in attività di laboratorio. Contenuti:

5 Classificazione della mobilità nelle reti di dispositivi mobili: Random, Predictable, Controlled Mobilità Random: modelli sintetici e modelli realistici Modelli sintetici: Random Walk, Random Waypoint, Gauss-Markov, Nomadic Community, Pursue, Reference Point Group Mobility. Modelli Realistici: City Area, Area Zone, Street Unit Model Mobilità Predictable: Data Mules e Message Ferrying Mobilità Controlled: Adattativa o Programmata Studio delle interazioni tra la mobilità dei dispositivi e lo stack protocollare ISO-OSI Handover Orizzontale e Verticale Studio della mobilità controlled in reti di sensori e attuatori Modelli di mobilità programmata: studio della gestione della mobilità di gruppo Modelli di mobilità adattativi: analisi di schemi distribuiti di gestione di task, e di coordinamento reattivo agli eventi. Analisi e simulazione della mobilità nelle reti di computer (laptop, handheld, pda, smartphone) NS2 e Java Valutazione effetti handover verticali tra diverse tecnologie (WiFi WiMAX UMTS) Valutazione performance algoritmi di resource management Studio ed utilizzo dei package comuni per il networking Modulo A2.2 Strumenti software per l integrazione tra il Web e i dispositivi di rete pervasivi (70 ore di cui 40 ore di lezione frontale e 30 ore di Laboratorio); Il corso fornisce le tecnologie per la gestione, la creazione e il monitoring di reti pervasive e l integrazione di esse con la rete Internet. Inoltre verranno trattate le tecnologie specifiche per l implementazione di reti pervasive (Wi-Fi, reti mesh, RFID e reti di sensori). Le attività di laboratorio sono finalizzate alla messa in pratica dei concetti esposti nel corso delle lezioni. Descrizione e funzionamento di dispositivi RF-ID Descrizione e funzionamento di sensori ambientali, di movimento. Realizzazione di una rete RF-ID Sensori per il tracking di oggetti Realizzazione di una rete di sensori per il monitoraggio di parametri ambientali Realizzazione di una rete di sensori per la determinazione del movimento di oggetti Analisi e simulazione della mobilità nelle reti di computer (laptop, handheld, pda, smartphone) NS2, Java Middleware di supporto e integrazione: CORBA e minimum CORBA Gestione di public access hotspots Software per l installazione e la configurazione di wireless mesh routers Deployment di reti mesh Modulo A2.3 Programmazione di dispositivi mobili e tecniche di localizzazione (70 ore di cui 40 ore di lezione frontale e 30 ore di Laboratorio). Il corso fornisce le basi sui linguaggi più comuni di programmazione dei dispositivi mobili e sulle tecniche per effettuare la localizzazione degli stessi in ambienti indoor e outdoor con differenti gradi di accuratezza e precisione in funzione delle applicazioni che si vogliono supportare. Programmazione di pda e smartphone per il resource management Symbian, Windows Mobile Programmazione di sensori e attuatori per il mobility&task management TinyOS, Motes Studio di tecniche di localizzazione outdoor di terminali mobili e fissi basate su: - reti cellulari - sistemi GPS - AGPS - DGPS Studio di tecniche di localizzazione indoor di terminali mobili e fissi basate su: - reti WLAN - reti bluetooth, sensori e tag RF-ID - tag visuali - dispositivi UWB (Ultra-Wide-Band)

6 Valutazione delle prestazioni in termini di accuratezza e precisione tramite tool simulativi e piattaforme di testbed integrate. Modulo A2.4 Introduzione ai Sistemi embedded (100 ore di cui 60 ore di lezione frontale e 40 ore di Laboratorio); Obbiettivo del corso e' studiare i diversi aspetti dei sistemi mobili e wireless, dalla prospettiva delle reti, da quella dei dispositivi e da quella dei servizi. Nel corso, si studiano le tecnologie, i diversi tipi di servizi mobili e wireless offerti in modo crescente all'utenza, le diverse categorie di dispositivi mobili e le problematiche ad essi correlate (ad esempio, efficienza, sicurezza, privacy, consumo energetico, limitazioni hardware e software,...). Si illustrano poi anche con esercizi pratici le tecniche di programmazione client-side e server-side utilizzate per implementare servizi all'utente su dispositivi mobili. CONTENUTI - Aspects of mobility: user mobility, device mobility. Wireless vs. mobile. Mobile and Wireless scenarios: vehicles, emergency services, mobile office, traveling salesman, replacement of fixed networks, location dependent services. - Effects of device portability. Wireless networks history. Wireless subscribers statistics. Mobile vs. desktop application design. Overview of the different types of Mobile Devices: Form factor, CPU, Dysplay, Memory, Battery - Available mobile development platforms (JAVA Platform vs.net Framework). The.NET Framework and the Compact version for the development of mobile device applications. Native C++ code vs Managed C# code. VisualStudio 2005 IDE walkthrough. - Configuring Pocket PC Emulators. Creating forms and standard controls for mobile device applications. Drawing advanced UI. Developing Custom Controls and Custom Events. - Testing and debugging a mobile device application. Using DataSets and XML databases on mobile applications. Introduction to Web Services. Introduction to SQL Server CE. - Overview of synchronization techniques of mobile clients with servers. Managing local data with a SQL Server CE database. Retrieving and storing data from/in a remote database via Web Services. Developing GPS-based mobile applications. Accessing different devices via serial ports Modulo A2.5 Knowledge Management Systems (150 ore di cui 90 ore di lezione frontale e 60 ore di Laboratorio). Il ciclo della conoscenza non può fermarsi alla trasmissione di dati e informazioni perché il loro rapporto è gerarchico e può essere schematizzato con la forma di una piramide. Alla base ci sono i dati, materiale grezzo e abbondante dell informazione. Su un gradino più alto c è l informazione, cioè dati selezionati e organizzati per essere comunicati. Poi la conoscenza, cioè informazione rielaborata e applicata alla pratica. Al vertice troviamo la saggezza, conoscenza distillata dall intuizione e dall esperienza. Le attività di knowledge management si focalizzano su come poter mettere a servizio di tutta l azienda le conoscenze professionali specifiche di ogni membro. Questa logica spinge il knowledge management a diventare un sorta di filosofia della collaborazione e della condivisione negli ambienti di lavoro ovvero tende ad instaurare un ciclo che può portare alla produzione di nuova conoscenza solo tramite la condivisione e l'elaborazione di informazioni. Scopo di questo modulo è esaminare i principi che stanno alla base della disciplina KM finalizzando le attività alla messa in opera di un sistema di KM completo. CONTENUTI Introduction to Knowledge and Knowledge Management Concepts 1. Knowledge in Organizations 2. Knowledge Processes Knowledge Modeling 1. Ontologies 2. Structures, Concepts, and Relationships 3. Organization Modeling 4. Communication and Dynamics Modeling 5. Knowledge Transfer

7 6. Total Knowledge Management Introduction to Information Retrieval 1. Information versus Data Retrieval 2. The User Task 3. Logical View of Documents 4. Information Retrieval in Digital Libraries and the Web Information Retrieval Models 1. Taxonomy of IR Models 2. Classical IR: Boolean, Vector, Probabilistic 3. Alternative Models: Bayesian Networks, Neural Networks 4. Structured Text Retrieval Models 5. Models for Browsing Retrieval Evaluation 1. Retrieval Performance Evaluation 2. Reference Collections 18 Query Languages and Operations 1. Keyword Based Querying 2. Structural Queries 3. Query Expansion 4. Automatic Local and Global Analysis Document Processing Successivamente, nell ambito del Modulo C, agli allievi saranno fornite ulteriori competenze in materia di programmazione, gestione strategica, valutazione, valorizzazione economica e organizzazione operativa dei progetti di ricerca industriale e/o sviluppo sperimentale. In particolare: Modulo C1 Pianificazione, Gestione e processi valorizzazione dei risultati della Ricerca e del Trasferimento Tecnologico Modulo C2 Project Management Modulo C3 Business Plan MODALITA DI AMMISSIONE Gli aspiranti partecipanti dovranno inoltrare le loro candidature esclusivamente attraverso l apposita domanda di ammissione il cui modulo è disponibile sul sito La domanda di ammissione dovrà pervenire improrogabilmente entro le ore del giorno 20 APRILE 2012 presso la Società Infomobility.it Spa alla Via Contrada Corso Zona Industriale del Fullone, San Marco Argentano (CS). Il plico dovrà riportare la seguente dicitura: Progetto KOM4T me: Knowledge Management 4 infotelematic in Mobility Environment Azione di Formazione. Non saranno prese in considerazione le domande pervenute oltre tale termine e non farà fede il timbro postale di spedizione. La società Infomobility.it Spa non risponde dell eventuale dispersione o ritardi di consegna delle domande affidate al servizio postale o corrieri privati. I dati personali forniti dai partecipanti saranno trattati esclusivamente per le finalità connesse all attività di Formazione ed in conformità della D.Lgs. 196/2003; responsabile del trattamento è l Ing. Franco Iachini.

8 La documentazione inviata non sarà restituita. SELEZIONE DEI CANDIDATI La partecipazione alle attività formative verrà determinata sulla base di una graduatoria stilata ad insindacabile giudizio di una Commissione di tre esperti appositamente costituita, presieduta dal responsabile scientifico del corso. Alla fine della valutazione dei candidati verrà stilata una graduatoria. I candidati saranno assegnati al corso secondo il punteggio complessivo ottenuto. In particolare, ciascun candidato in posizione utile sarà assegnato al corso a condizione che non sia stato già superato il numero massimo di studenti collocati nel corso. A parità di punteggio sarà preferito il candidato di minore età anagrafica (legge 191 del 1998). Ai fini della redazione della graduatoria di merito ciascun candidato potrà ottenere un punteggio massimo di 100 punti che sarà attribuito in due fasi, secondo le seguenti modalità: I fase Ad ogni candidato, in base al curriculum presentato, verrà attribuito un massimo di 60 punti. A tal fine, si terrà conto del voto di laurea e dei titoli addizionali attinenti (dottorato, specializzazione, Corsi di Formazione/Master, esperienze lavorative pregresse, corsi di perfezionamento, pubblicazioni, tesi di laurea), in base ai seguenti criteri di valutazione: fino ad un massimo di 40 punti per voto di laurea: 12 punti da 71/110 a 80/110; 16 punti da 81/110 a 90/110; 20 punti da 91/110 a 95/110; 24 punti da 96/110 a 100/110; 28 punti da 101/110 a 105/110; 32 punti da 106/110 a 109/110; 36 punti a 110/110; 40 punti a 110 e lode/110; fino ad un massimo di 6 punti per il titolo di Dottore di Ricerca, sulla base dei contenuti della tesi di dottorato; fino ad un massimo di 4 punti (1 punto per anno) per il titolo di Dottore di Ricerca, o frequenza di Corsi di Formazione/Master o Corsi di specializzazione post laurea (di primo o secondo livello) nel settore di durata almeno annuale; fino ad un massimo di 4 punti (da 0 a 0,25 per ogni 3 mesi lavorativi) per esperienze lavorative nel settore; fino ad un massimo di 6 punti per pubblicazioni scientifiche nel settore (assegnando a ciascuna pubblicazione un punteggio compreso tra 0 e 0,5); II fase Ad ogni candidato sarà assegnato un punteggio massimo di 40 punti. Il punteggio sarà attribuito sulla valutazione ottenuta in seguito al colloquio individuale (massimo 40 punti). L elenco dei candidati ammessi alle prove di selezione e le date ed il luogo delle stesse saranno rese note mediante pubblicazione sul sito e sul sito Ciò avrà valore di notifica ufficiale agli interessati. La Commissione incaricata formulerà una graduatoria sulla base del punteggio riportato da ogni candidato. Tale graduatoria sarà pubblicata sui seguenti portali: e ISCRIZIONE I candidati collocatisi in posizione utile in graduatoria riceveranno comunicazione tramite telegramma e dovranno presentare, presso la Sede Formativa della Infomobility.it Spa alla Via Consalvo Aragona, Cosenza, entro cinque giorni dalla data di ricevimento della comunicazione, i seguenti documenti: una dichiarazione in cui si comunica di aver preso visione della graduatoria e di confermare la partecipazione al Corso di Formazione; una dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà con la quale lo studente dichiara di non essere iscritto ad altro corso di formazione e di non svolgere alcuna attività lavorativa. Ai partecipanti verrà erogata una borsa di studio di 960,00 euro mensili al lordo di eventuali imposte e/o trattenute dovute per legge, per tutta la durata del Corso di Formazione.

9 I candidati che nell arco di un mese avranno seguito meno del 50% delle ore previste o che nell arco di tre mesi avranno seguito meno del 70% delle ore previste potranno essere dichiarati destituiti, con conseguente revoca della borsa e dell iscrizione ai corsi. DURATA DEL CORSO DI FORMAZIONE, SEDE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE E FREQUENZA Il Corso di Formazione avrà inizio nel mese di maggio 2012 e terminerà nel mese di giugno Le attività didattiche in presenza saranno svolte presso la Sede Formativa della Infomobility.it Spa alla Via Consalvo Aragona, Cosenza (a 50 metri dall Autostazione di Cosenza). La frequenza da parte dei partecipanti alle varie attività di pertinenza del Corso di Formazione è obbligatoria. Per il conseguimento del titolo e l erogazione della borsa di studio mensile è comunque richiesta una frequenza non inferiore all 80% della durata complessiva del Corso di Formazione. VERIFICHE PERIODICHE E PROVA FINALE Nell ambito del corso sono previste alcune verifiche periodiche ed una prova finale, consistente in un colloquio atto ad accertare le competenze acquisite durante l intero percorso formativo. La valutazione delle prove e del colloquio finale saranno svolte dal responsabile scientifico e dai docenti coinvolti nelle relative attività didattiche. A coloro i quali avranno frequentato almeno l 80% delle attività didattiche e superato la prova finale verrà rilasciato il titolo di Esperto in sistemi di gestione della conoscenza applicati al contesto dell infotainment in ambito veicolare. Il voto finale espresso in 110 verrà calcolato sulla base dei risultati delle verifiche periodiche e della prova finale. SEDE AMMINISTRATIVA DEL CORSO DI FORMAZIONE La sede amministrativa, organizzativa e della direzione del Corso di Formazione è sita presso Infomobility.it S.p.A. alla Via Contrada Corso Zona Industriale del Fullone, San Marco Argentano (CS), Tel.0861/210821, Fax 0861/217005, Mobile , mail NORME FINALI In caso di rinuncia da parte di vincitori si procederà allo scorrimento della graduatoria. Inoltre il direttore, può consentire, dopo un attenta valutazione sulle ore di attività già erogate, la frequenza al Corso di Formazione fuori termine nel caso in cui qualcuno dei partecipanti rinunciasse. Resta fermo l obbligo della frequenza non inferiore all 80% della durata complessiva del Corso di Formazione per il conseguimento del titolo. Rende, li 02 Aprile 2012 Il Responsabile Scientifico Prof. Gianluca Aloi

Azione di Formazione

Azione di Formazione PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE RICERCA E COMPETITIVITÀ 2007-2013 KOM4T me: Knowledge Management 4 infotelematic in Mobility Environment Azione di Formazione Esperto in sistemi di gestione della conoscenza

Dettagli

Azione di Formazione

Azione di Formazione PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE RICERCA E COMPETITIVITÀ 2007-2013 ASSE II Sostegno all innovazione Obiettivo operativo Azioni Integrate per lo sviluppo sostenibile e per lo sviluppo della società dell informazione

Dettagli

Bando per l assegnazione di 18 borse di studio

Bando per l assegnazione di 18 borse di studio PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE RICERCA E COMPETITIVITÀ 2007-2013 FRAME Un FRAmework flessibile ed espandibile, fondato su MEtodologie e strumenti basati sulla conoscenza, per il consolidamento e la gestione

Dettagli

ART.1 Oggetto della prestazione

ART.1 Oggetto della prestazione BANDO DI CONCORSO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO DESTINATE A STUDENTI IN POSSESSO DI LAUREA SPECIALISTICA O LAUREA QUINQUENNALE EQUIVALENTE INTERESSATI A PARTECIPARE A UN PROGRAMMA DI ALTA FORMAZIONE

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE INFORMATICA

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE INFORMATICA CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE INFORMATICA La Dialuma propone a catalogo 22 corsi di Informatica che spaziano tra vari argomenti e livelli. TITOLI E ARGOMENTI I001 - Informatica generale Concetti generali

Dettagli

Un applicazione client per la localizzazione via Bluetooth e Wi-Fi di dispositivi Smartphone Anno Accademico 2005/2006

Un applicazione client per la localizzazione via Bluetooth e Wi-Fi di dispositivi Smartphone Anno Accademico 2005/2006 tesi di laurea Un applicazione client per la localizzazione via Bluetooth e Wi-Fi di dispositivi Anno Accademico 2005/2006 relatore Ch.mo prof. Stefano Russo correlatore Ing. Massimo Ficco candidato Giorgio

Dettagli

Corso di Formazione in Cyber Security. Edizione 2014-2015 Cosenza

Corso di Formazione in Cyber Security. Edizione 2014-2015 Cosenza Corso di Formazione in Cyber Security Edizione 2014-2015 Cosenza Introduzione Il miglior minuto che si spende è quello investito nelle persone Nella società interconnessa che basa su Internet quasi tutti

Dettagli

Progetto DM45402 H-CIM Health Care through Intelligent Monitoring

Progetto DM45402 H-CIM Health Care through Intelligent Monitoring Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Fondo Agevolazioni per la Ricerca (FAR) - D.Lgs. n. 297/1999 (Bando ICT/Lombardia, art. 12 DM 583/2000) Progetto DM45402 H-CIM Health Care through

Dettagli

Decreto rettorale n. 29 del 17/07/2014 Computer Systems and Communication Networks IL RETTORE

Decreto rettorale n. 29 del 17/07/2014 Computer Systems and Communication Networks IL RETTORE Decreto rettorale n. 29 del 17/07/2014 Istituzione del Master Universitario di primo livello in Computer Systems and Communication Networks. Anno Accademico 2014-2015. IL RETTORE VISTO lo Statuto dell

Dettagli

M.I.U.R. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Centro Regionale Information Communication Technology CeRICT scrl

M.I.U.R. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Centro Regionale Information Communication Technology CeRICT scrl PROT. N. 168 DEL 30/07/12 M.I.U.R. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Centro Regionale Information Communication Technology CeRICT scrl In collaborazione con: ENGINEERING Ingegneria

Dettagli

SCUOLA POLITECNICA. 1 semestre Facoltativa Voto in trentesimi

SCUOLA POLITECNICA. 1 semestre Facoltativa Voto in trentesimi SCUOLA ANNO ACCADEMICO OFFERTA 2015/2016 ANNO ACCADEMICO EROGAZIONE 2017/2018 CORSO DILAUREA INSEGNAMENTO TIPO DI ATTIVITA' AMBITO CODICE INSEGNAMENTO 18033 SETTORI SCIENTIFICO-DISCIPLINARI SCUOLA POLITECNICA

Dettagli

Titolo del corso in Catalogo del corso (in ore)

Titolo del corso in Catalogo del corso (in ore) Tematica formativa del Catalogo * Titolo del corso in Catalogo Durata del corso (in ore) Livello del corso ** Modalità di verifica finale *** Abilità personali Intelligenza relazionale: processo di comunicazione

Dettagli

FAQ. Master in Shipping 2016. (aggiornate a luglio 2015)

FAQ. Master in Shipping 2016. (aggiornate a luglio 2015) FAQ Master in Shipping 2016 (aggiornate a luglio 2015) SELEZIONI E AMMISSIONI 1. Qual è la data di scadenza del bando? La scadenza per la presentazione della domanda è giovedì 14 gennaio 2016 alle ore

Dettagli

FAQ. Master in Finanza Avanzata 2015 (aggiornate a giugno 2014)

FAQ. Master in Finanza Avanzata 2015 (aggiornate a giugno 2014) FAQ Master in Finanza Avanzata 2015 (aggiornate a giugno 2014) SELEZIONI E AMMISSIONI 1. Qual è la data di scadenza del bando? La scadenza per la presentazione della domanda è giovedì 23 ottobre 2014 alle

Dettagli

Modena, 14 settembre 2015 AVVISO DI SELEZIONE

Modena, 14 settembre 2015 AVVISO DI SELEZIONE Modena, 14 settembre 2015 AVVISO DI SELEZIONE Democenter-Sipe gestisce e coordina il progetto denominato PROGRAMMA DI ACCELERAZIONE TERRITO- RIALE 2014-15, finanziato dalla Fondazione di Vignola, realizzato

Dettagli

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA Obiettivo Richiamare quello che non si può non sapere Fare alcune precisazioni terminologiche IL COMPUTER La struttura, i componenti

Dettagli

MaSeM MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN SVILUPPO APPLICAZIONI WEB, MOBILE E SOCIAL MEDIA. 1ª edizione a.a. 2012/2013

MaSeM MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN SVILUPPO APPLICAZIONI WEB, MOBILE E SOCIAL MEDIA. 1ª edizione a.a. 2012/2013 MaSeM MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN SVILUPPO APPLICAZIONI WEB, MOBILE E SOCIAL MEDIA 1ª edizione a.a. 2012/2013 Obiettivi Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una vera rivoluzione tecnologica,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 SECONDO BIENNIO Disciplina: INFORMATICA La disciplina Informatica concorre a far conseguire allo

Dettagli

il progetto PON03PE_00092_1/F1 EOMAT - Sistemi e materiali innovativi per la

il progetto PON03PE_00092_1/F1 EOMAT - Sistemi e materiali innovativi per la PON RICERCA E COMPETITIVITÀ 2007/2013 PIANO DI AZIONE E COESIONE (PAC) ASSE I - TITOLO III - CREAZIONE DI NUOVI DISTRETTI E/O NUOVE AGGREGAZIONI PUBBLICO-PRIVATE, AVVISO D.D.713/RIC. DEL 29.10.2010 VISTO

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015) Prof.ssa Andrea Luppichini Prof. Marco Fiorentini DISCIPLINA Informatica

PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015) Prof.ssa Andrea Luppichini Prof. Marco Fiorentini DISCIPLINA Informatica lllo Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s.

Dettagli

Strumenti per la produttività individuale Livello 1

Strumenti per la produttività individuale Livello 1 Strumenti per la produttività individuale Livello 1 Il corso mira a chiarire il ruolo sempre maggiore che l utilizzo, sia pure a livello elementare, di personal computer connessi in rete e del relativo

Dettagli

PROGETTAZIONE E GESTIONE DI SISTEMI DI RETE (IV

PROGETTAZIONE E GESTIONE DI SISTEMI DI RETE (IV PROGETTAZIONE E GESTIONE DI SISTEMI DI RETE (IV edizione) Livello I CFU 60 Direttore del corso Franco Fummi, Ordinario di di Elaborazione dell Informazione presso l Università degli Studi di Verona; Comitato

Dettagli

1. FINALITA DELLA DISCIPLINA

1. FINALITA DELLA DISCIPLINA Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca LICEO SCIENTIFICO STATALE Donato Bramante Via Trieste, 70-20013 MAGENTA (MI) - MIUR: MIPS25000Q Tel.: +39 02 97290563/4/5 Fax: 02 97220275 Sito:

Dettagli

Descrizione dell Offerta Formativa

Descrizione dell Offerta Formativa Descrizione dell Offerta Formativa Titolo dell Offerta Formativa TECNICHE AVANZATE DI PROGRAMMAZIONE Articolazione e Contenuti dell Offerta Formativa Il percorso è articolato in due moduli didattici, della

Dettagli

Master Universitario di II livello

Master Universitario di II livello C O N S O R Z I O P E R I L L A V O R O E L E A T T I V I T A I N N O V A T I V E E F O R M A T I V E UNIVERSITA DELLA CALABRIA Facoltà di INGEGNERIA Master Universitario di II livello Sistemi di Gestione

Dettagli

Il progetto prevede un unico obiettivo formativo, teso a formare un profilo in uscita di alta specializzazione:

Il progetto prevede un unico obiettivo formativo, teso a formare un profilo in uscita di alta specializzazione: BANDO DI CONCORSO PER IL CONFERIMENTO DI N. 15 BORSE DI STUDIO RELATIVE AL PROGETTO DI FORMAZIONE DAL TITOLO SVILUPPO DI TECNOLOGIE PER INCREMENTARE LA SICUREZZA E L'EFFICIENZA DELLA CIRCOLAZIONE FERROVIARIA

Dettagli

Corso di Applicazioni Telematiche

Corso di Applicazioni Telematiche Corso di Applicazioni Telematiche Lezione n.1 Prof. Roberto Canonico Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Obiettivi del corso Supporti didattici Modalità d esame Panoramica

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGETTO DI FORMAZIONE. Codice CTN01_00177_165430. SCADENZA 6 novembre 2015

BANDO DI SELEZIONE PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGETTO DI FORMAZIONE. Codice CTN01_00177_165430. SCADENZA 6 novembre 2015 BANDO DI SELEZIONE PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGETTO DI FORMAZIONE Identificazione, validazione e sviluppo commerciale di nuovi biomarcatori diagnostici e prognostici per malattie complesse (IVASCOMAR)

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica.

Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica. Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Sistemi Distribuiti Prof. Stefano Russo Caratterizzazionedei SistemiDistribuiti

Dettagli

IL RETTORE DECRETA. Corso di Master Universitario di I livello in Management del Software Libero (A.A. 2015/2016)

IL RETTORE DECRETA. Corso di Master Universitario di I livello in Management del Software Libero (A.A. 2015/2016) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Decreto del Rettore Repertorio n. 453/2015 Prot. n. 8929 del 23/06/2015 Titolo III Classe 5 OGGETTO: Istituzione e attivazione del corso di master di I livello, di durata

Dettagli

Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica. Corso di Laurea Magistrale in Informatica. CLASSE LM18 (Informatica)

Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica. Corso di Laurea Magistrale in Informatica. CLASSE LM18 (Informatica) Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea Magistrale in Informatica CLASSE LM18 (Informatica) Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico

Dettagli

Syllabus C310 - Insegnamenti disciplinari

Syllabus C310 - Insegnamenti disciplinari Syllabus C310 - Insegnamenti disciplinari Università di Verona A.A. 2014/15 e competenze generali per gli insegnamenti disciplinari Come richiesto dalla normativa di riferimento scopo degli insegnamenti

Dettagli

Administering Windows Server 2012 (MOC 20411)

Administering Windows Server 2012 (MOC 20411) Administering Windows Server 2012 (MOC 20411) Durata Il corso dura 4,5 giorni. Scopo Questo è un corso ufficiale Microsoft che prevede un docente approvato d Microsoft ed il manuale ufficiale Microsoft

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN BUSINESS DEVELOPMENT: EUROPROGETTAZIONE E TECNICHE DI ACCESSO AI FINANZIAMENTI EUROPEI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN BUSINESS DEVELOPMENT: EUROPROGETTAZIONE E TECNICHE DI ACCESSO AI FINANZIAMENTI EUROPEI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN BUSINESS DEVELOPMENT: EUROPROGETTAZIONE E TECNICHE DI ACCESSO AI FINANZIAMENTI EUROPEI Anno Accademico 2007/2008 L Università Telematica delle Scienze Umane (UNISU),

Dettagli

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT Dai il via al tuo futuro ACCENDI NUOVE OPPORTUNITÀ Il tuo futuro parte adesso. Perché il mondo delle telecomunicazioni è il futuro. E Telecom Italia

Dettagli

PROGRAMMA FORMAZIONE E INNOVAZIONE PER L OCCUPAZIONE

PROGRAMMA FORMAZIONE E INNOVAZIONE PER L OCCUPAZIONE PROGRAMMA FORMAZIONE E INNOVAZIONE PER L OCCUPAZIONE AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI UNA BORSA DI TIROCINIO PROJECT WORK INNOVAZIONE (PWI) L UNIVERSITÀ DI PISA Visto l art. 8 della Legge. n. 96/997,

Dettagli

MS SHAREPOINT 2003 - ADMINISTRATING SHAREPOINT SERVICES AND SHAREPOINT PORTAL SERVER 2003

MS SHAREPOINT 2003 - ADMINISTRATING SHAREPOINT SERVICES AND SHAREPOINT PORTAL SERVER 2003 MS SHAREPOINT 2003 - ADMINISTRATING SHAREPOINT SERVICES AND SHAREPOINT PORTAL SERVER 2003 [cod. E722] UN BUON MOTIVO PER L obiettivo del corso è fornire agli studenti le conoscenze e gli skill necessari

Dettagli

III EDIZIONE MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN SICUREZZA INFORMATICA E DIGITAL FORENSICS ANNO ACCADEMICO 2012/2013 BANDO DI AMMISSIONE

III EDIZIONE MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN SICUREZZA INFORMATICA E DIGITAL FORENSICS ANNO ACCADEMICO 2012/2013 BANDO DI AMMISSIONE Gestione ex Inpdap III EDIZIONE MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN SICUREZZA INFORMATICA E DIGITAL FORENSICS ANNO ACCADEMICO 2012/2013 MASTER ACCREDITATO PRESSO L INPS GESTIONE EX INPDAP QUALE MASTER

Dettagli

COD. FISC. 00644060287 Settore Servizi Informatici e Telematici

COD. FISC. 00644060287 Settore Servizi Informatici e Telematici Comune di Padova COD. FISC. 00644060287 Settore Servizi Informatici e Telematici Via Fra Paolo Sarpi, 2 35138 PADOVA tel. 0498205300 - mail segreteria.sit@comune.padova.it - PEC servizi.informatici@comune.padova.legalmail.it

Dettagli

ESPERTI DI SVILUPPO DEI SISTEMI INTEROPERABILI ORIENTATI ALL E- BUSINESS (Obiettivo 2)

ESPERTI DI SVILUPPO DEI SISTEMI INTEROPERABILI ORIENTATI ALL E- BUSINESS (Obiettivo 2) Progetto di Ricerca SFIDA PMI Protocollo MIUR n. 4446/ICT Tema 1 Corso di Formazione Obiettivo 1: Esperti di gestione collaborativa e multi-aziendale di processi supply chain Obiettivo 2: Esperti di sviluppo

Dettagli

Progettazione e Gestione di Sistemi di Rete (III edizione)

Progettazione e Gestione di Sistemi di Rete (III edizione) Progettazione e Gestione di di (III edizione) Livello I 60 Direttore del Corso Prof. Franco Fummi Comitato scientifico Il Comitato Scientifico del corso di Master è composto dalle seguenti persone: prof.

Dettagli

Bando per l ammissione al Master universitario di II livello in Management dei Sistemi Informativi MISM (Management of the Information Systems Master)

Bando per l ammissione al Master universitario di II livello in Management dei Sistemi Informativi MISM (Management of the Information Systems Master) Bando per l ammissione al Master universitario di II livello in Management dei Sistemi Informativi MISM (Management of the Information Systems Master) I Edizione Anno Accademico 2012/2013 Art. 1 - Finalità

Dettagli

Indice generale VIII

Indice generale VIII Indice generale Indice dei box di approfondimento X Prefazione XII Ringraziamenti dell Editore XIV Guida alla lettura XV Capitolo 1 Introduzione 1 1 1 Trattamento dell informazione e strumenti per il trattamento

Dettagli

TECNICO INFORMATICO SOFTWARE

TECNICO INFORMATICO SOFTWARE Programma Operativo Fondo Sociale Europeo- Regione Liguria 2014-2020 ASSE 1 Occupazione - ASSE 3 Istruzione e formazione ATI - IlGolfoFaRete "...per produrre&gestire..." Ente capofila/realizzatore: Partner:

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2015/2016 BANDO PER L'AMMISSIONE AL CORSO DI ALTA FORMAZIONE in WEB DEVELOPER PHP. Art. 1 Attivazione e obiettivi formativi

ANNO ACCADEMICO 2015/2016 BANDO PER L'AMMISSIONE AL CORSO DI ALTA FORMAZIONE in WEB DEVELOPER PHP. Art. 1 Attivazione e obiettivi formativi ANNO ACCADEMICO 2015/2016 BANDO PER L'AMMISSIONE AL CORSO DI ALTA FORMAZIONE in WEB DEVELOPER PHP Art. 1 Attivazione e obiettivi formativi L Università per Stranieri Dante Alighieri di Reggio Calabria

Dettagli

PON03PE_00099_1) (CUP F68C14000000005) - 2007-2013 (PON " R&C")

PON03PE_00099_1) (CUP F68C14000000005) - 2007-2013 (PON  R&C) CINI - Consorzio Interuniversitario Nazionale per l Informatica Bando di Selezione per il conferimento di tre incarichi di collaborazione nell ambito del Progetto di ricerca CHIS (Cultural Heritage Information

Dettagli

Il lavoro d ufficio e la rete

Il lavoro d ufficio e la rete Il lavoro d ufficio e la rete Quale parola meglio rappresenta e riassume il secolo XX appena trascorso? La velocità Perché? L evoluzione della tecnologia ha consentito prima la contrazione del tempo poi

Dettagli

Introduzione al corso

Introduzione al corso Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria delle Telecomunicazioni Corso di Reti di Applicazioni Telematiche a.a. 2010-2011 Introduzione al corso

Dettagli

MANAGEMENT DELLE IMPRESE DI SERVIZI ENERGETICI ED AMBIENTALI REVISORE AMBIENTALE (MISEA-RA)

MANAGEMENT DELLE IMPRESE DI SERVIZI ENERGETICI ED AMBIENTALI REVISORE AMBIENTALE (MISEA-RA) DIPARTIMENTO DI ECONOMIA BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER IN MANAGEMENT DELLE IMPRESE DI SERVIZI ENERGETICI ED AMBIENTALI REVISORE AMBIENTALE (MISEA-RA) MANAGEMENT OF ENERGETIC AND ENVIRONMENTAL SERVICE ENTERPRISES

Dettagli

CIG 6223997CCB COD. ALICE G00292

CIG 6223997CCB COD. ALICE G00292 APPENDICE 2 Descrizione dei profili professionali richiesti Sommario APPENDICE 2 Descrizione dei profili professionali richiesti... 1 1. PROFILI PROFESSIONALI RICHIESTI... 2 1.1 Capo progetto... 2 1.2

Dettagli

Pos. A.G. D.R. n. 62 IL RETTORE

Pos. A.G. D.R. n. 62 IL RETTORE REPUBBLICA ITALIANA Università degli Studi di Napoli Parthenope Pos. A.G. D.R. n. 62 IL RETTORE VISTO il Decreto Ministeriale n. 509 del 3 novembre 1999; VISTO il Regolamento dei corsi di perfezionamento,

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE INFORMATICA

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE INFORMATICA CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE INFORMATICA La Dialuma propone a catalogo 28 corsi di Informatica che spaziano tra vari argomenti e livelli. TITOLI E ARGOMENTI I001 - Informatica generale Concetti generali

Dettagli

Introduzione Il progetto WORKPAD Individuazione delle attuali sfide tecnologiche

Introduzione Il progetto WORKPAD Individuazione delle attuali sfide tecnologiche Il Progetto WORKPAD Migliorare la gestione delle emergenze attraverso la gestione dei processi e la geo-collaborazione Andrea Marrella marrella@dis.uniroma1.it Indice della Presentazione Introduzione Il

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE per l ammissione alla XXVII edizione MASTER TAGLIACARNE DI SVILUPPO ECONOMICO

BANDO DI SELEZIONE per l ammissione alla XXVII edizione MASTER TAGLIACARNE DI SVILUPPO ECONOMICO ISTITUTO GUGLIELMO TAGLIACARNE per la promozione della cultura economica BANDO DI SELEZIONE per l ammissione alla XXVII edizione del MASTER TAGLIACARNE DI SVILUPPO ECONOMICO Marzo 2010 - Aprile 2011 OBIETTIVI

Dettagli

Progetto STRIT Strumenti e Tecnologie per la gestione del Rischio delle Infrastrutture di Trasporto. Progetto STRIT-FORMAZIONE

Progetto STRIT Strumenti e Tecnologie per la gestione del Rischio delle Infrastrutture di Trasporto. Progetto STRIT-FORMAZIONE Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività 2007-2013 Regioni Convergenza Asse I Sostegno ai mutamenti strutturali Obiettivo operativo: Aree scientifico-tecnologiche generatrici di processi di

Dettagli

Master Universitario di I Livello in Tecnologie Internet

Master Universitario di I Livello in Tecnologie Internet Facoltà di Ingegneria Master Universitario di I Livello in Tecnologie Internet www.ing.unipi.it/master.it Regolamento ANNO ACCADEMICO 2011/2012 Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Elettronica,

Dettagli

1.4. Le attività del Master, per l anno accademico 2014/2015, sono coordinate da un Consiglio Direttivo.

1.4. Le attività del Master, per l anno accademico 2014/2015, sono coordinate da un Consiglio Direttivo. Bando di ammissione MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN INGEGNERIA DEI TRASPORTI a.a. 2014/2015 Data di pubblicazione: 05.08.2014 Decreto Rettorale di attivazione: n. 178. del 29.07.2014 Scadenza:

Dettagli

Oggetto Bando di ammissione al Master di I Livello in Credito e relazioni commerciali nelle Banche di Credito Cooperativo (BCC) a.a.

Oggetto Bando di ammissione al Master di I Livello in Credito e relazioni commerciali nelle Banche di Credito Cooperativo (BCC) a.a. Prot n.21617-i/7 Foggia, 12/09/2013 Rep. A.U.A. n.313-2013 Area Didattica, Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile dott. Tommaso

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s. 2012/2013) Prof.ssa Adriana Fasulo Prof. Marco Fiorentini DISCIPLINA Informatica

PIANO DI LAVORO (a.s. 2012/2013) Prof.ssa Adriana Fasulo Prof. Marco Fiorentini DISCIPLINA Informatica Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s. 2012/2013)

Dettagli

APPENDICE 4 AL CAPITOLATO TECNICO. Descrizione dei profili professionali e template del CV

APPENDICE 4 AL CAPITOLATO TECNICO. Descrizione dei profili professionali e template del CV APPENDICE 4 AL CAPITOLATO TECNICO Descrizione dei profili professionali e template del CV INDICE INTRODUZIONE... 3 1 PROFILI PROFESSIONALI RICHIESTI... 4 1.1 CAPO PROGETTO DI SISTEMI INFORMATIVI (CPI)...

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE PER L ASSEGNAZIONE DI N.12 BORSE DI STUDIO PER IL PROGRAMMA DI FORMAZIONE

BANDO DI SELEZIONE PER L ASSEGNAZIONE DI N.12 BORSE DI STUDIO PER IL PROGRAMMA DI FORMAZIONE PON RICERCA E COMPETITIVITÀ 2007-2013 AZIONE II Interventi di sostegno alla ricerca industriale Progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale PON01_02864 FC SMART GEN CELLE A COMBUSTIBILE E PIATTAFORME

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

Informatica: Evoluzione dei Linguaggi di Specifica e Programmazione. Informatica: Evoluzione dei Linguaggi di Specifica e Programmazione

Informatica: Evoluzione dei Linguaggi di Specifica e Programmazione. Informatica: Evoluzione dei Linguaggi di Specifica e Programmazione Informatica: Evoluzione dei Linguaggi di Specifica e Programmazione Ugo Montanari Dipartimento di Informatica, Università di Pisa 0 Roadmap Perchè i linguaggi? Che cosa sono i linguaggi? Esempio: i numeri

Dettagli

APPENDICE 2 AL CAPITOLATO TECNICO. Descrizione dei profili professionali e template del CV

APPENDICE 2 AL CAPITOLATO TECNICO. Descrizione dei profili professionali e template del CV APPENDICE 2 AL CAPITOLATO TECNICO Descrizione dei profili professionali e template del CV INDICE INTRODUZIONE... 3 1 PROFILI PROFESSIONALI RICHIESTI... 4 1.1 CAPO PROGETTO DI SISTEMI INFORMATIVI (CPI)...

Dettagli

LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO

LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO CHI SIAMO Workablecom è una Software House nata a Lugano con sede in Chiasso ed operante in tutto il Canton Ticino. E un System Integrator che crea e gestisce soluzioni

Dettagli

1 MODULO: Visual basic.net Dati strutturati. Finalità: Gestione di dati strutturati

1 MODULO: Visual basic.net Dati strutturati. Finalità: Gestione di dati strutturati Istituto di Istruzione Superiore via Salvini 24 Roma Liceo M. Azzarita Liceo delle scienze applicate Materia:Informatica Programmazione a.s. 2015-2016 Classi 4 e Obiettivi disciplinari secondo biennio

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE. del MASTER TAGLIACARNE DI SVILUPPO ECONOMICO Marzo 2011 Aprile 2012

BANDO DI SELEZIONE. del MASTER TAGLIACARNE DI SVILUPPO ECONOMICO Marzo 2011 Aprile 2012 ISTITUTO GUGLIELMO TAGLIACARNE per la promozione della cultura economica BANDO DI SELEZIONE per l ammissione alla XXVIII edizione del MASTER TAGLIACARNE DI SVILUPPO ECONOMICO Marzo 2011 Aprile 2012 OBIETTIVI

Dettagli

Università degli Studi di Palermo

Università degli Studi di Palermo Liliana Mortelliti Università degli Studi di Palermo Prot.n. 43549 del 25 giugno 2010 Decreto n.2290/2010 del 25 giugno 2010 Il Rettore Visto l art. 3 comma 8 del D.M. n 509 del 03/11/1999 recante norme

Dettagli

Progetto di Applicazioni Software

Progetto di Applicazioni Software Progetto di Applicazioni Software Antonella Poggi Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti SAPIENZA Università di Roma Anno Accademico 2008/2009 Questi lucidi sono stati prodotti sulla

Dettagli

Progetto PROVACI Tecnologie per la PROtezione sismica e la VAlorizzazione di Complessi di Interesse culturale. Progetto PROVACI-FORMAZIONE

Progetto PROVACI Tecnologie per la PROtezione sismica e la VAlorizzazione di Complessi di Interesse culturale. Progetto PROVACI-FORMAZIONE Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività 2007-2013 Regioni Convergenza Asse I Sostegno ai mutamenti strutturali Obiettivo operativo: Aree scientifico-tecnologiche generatrici di processi di

Dettagli

INGEGNERIA DEL SOFTWARE. Prof. Paolo Salvaneschi

INGEGNERIA DEL SOFTWARE. Prof. Paolo Salvaneschi Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Paolo Salvaneschi 1 Obiettivi Scopi del corso: - Fornire gli elementi di base della disciplina,

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI C A G L I A R I DIREZIONE PER LA DIDATTICA E LE ATTIVITA POST LAUREAM SETTORE POST LAUREAM / MASTER

UNIVERSITA' DEGLI STUDI C A G L I A R I DIREZIONE PER LA DIDATTICA E LE ATTIVITA POST LAUREAM SETTORE POST LAUREAM / MASTER D.R. 1181 del 20/07/2007 Master di I^ Livello in MANAGEMENT DEI BENI CULTURALI, AMBIENTALI E DEL TURISMO I L R E T T O R E VISTO lo Statuto dell'ateneo, ed in particolare l art. 30, emanato con D.R. del

Dettagli

Pos PL IL RETTORE D. R. n.176

Pos PL IL RETTORE D. R. n.176 Pos PL IL RETTORE D. R. n.176 VISTO il Regolamento dei Corsi di Perfezionamento, di aggiornamento professionale e di formazione permanente e dei corsi per master universitari di primo e secondo livello,

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

MASTER J - Laboratorio di Opportunità formativa ed occupazionale Accreditato e convenzionato INPS - ex gestione Inpdap

MASTER J - Laboratorio di Opportunità formativa ed occupazionale Accreditato e convenzionato INPS - ex gestione Inpdap GESTIONE EX INPDAP MASTER J - Laboratorio di Opportunità formativa ed occupazionale Accreditato e convenzionato INPS - ex gestione Inpdap DIPARTIMENTO DI ECONOMIA BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO

Dettagli

The project. http://www.interdatanet.org

The project. http://www.interdatanet.org Università degli Studi di Firenze Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni (DET) Laboratorio di Tecnologie della Telematica (LTT) The project http://www.interdatanet.org WORK

Dettagli

Programmazione modulare 2014-2015

Programmazione modulare 2014-2015 Programmazione modulare 2014-2015 Indirizzo: Informatica Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: 5 A e 5 B Docente: Buscemi Letizia Ore settimanali previste: 4 ore (2 teoria + 2 laboratorio) Totale ore previste:

Dettagli

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer.

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer. Classe 3^ Istituto Istruzione Superiore di Baronissi ind. tecnico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI Sistemi e Reti Articolazione: Informatica Anno scolastico 2012-2013 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE

Dettagli

SPECIALIZZAZIONE INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI Articolazione INFORMATICA

SPECIALIZZAZIONE INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI Articolazione INFORMATICA ALLEGATO N.8_e 1 Dipartimento Articolazioni degli insegnamenti anno @ Sistemi e Reti Dipartimento MATERIE TECNICHE dell indirizzo INFORMATICA @ Tecnologie e progettazione di sistemi informatici e di telecomunicazioni

Dettagli

Bando Corso di Formazione Formatori per la Sicurezza sul Lavoro Anno 2014

Bando Corso di Formazione Formatori per la Sicurezza sul Lavoro Anno 2014 Bando Corso di Formazione Formatori per la Sicurezza sul Lavoro Anno 2014 Data di pubblicazione: 12/05/14 Scadenza: 11/06/14 Segreteria amministrativa: ESEFS - Ente Scuola Edile per la Formazione e la

Dettagli

Figure Professionali «Smart City» Smart People ESPERTO ICT. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Figure Professionali «Smart City» Smart People ESPERTO ICT. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Figure Professionali «Smart City» Smart People GREEN JOBS Formazione e Orientamento DESCRIZIONE ATTIVITA Il concetto di Smart City sta assumendo rilevanza sempre crescente e diverse città, anche in Italia,

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITA SCHEDA DI PROGETTAZIONE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE EDUCATIVE PER DISCIPLINA AL. 2.1.2

MANUALE DELLA QUALITA SCHEDA DI PROGETTAZIONE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE EDUCATIVE PER DISCIPLINA AL. 2.1.2 Pag 1 di 7 MINISTERO DELL ISTRUZIONE,DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L ABRUZZO I.I.S. Crocetti - Cerulli - Giulianova SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE

Dettagli

Implementing Microsoft Azure Infrastructure Solutions (MOC 20533)

Implementing Microsoft Azure Infrastructure Solutions (MOC 20533) Implementing Microsoft Azure Infrastructure Solutions (MOC 20533) Durata Il corso dura 4,5 giorni. Scopo Il corso è dedicato a professionisti IT con esperienza che amministrano la loro infrastruttura on-premise.

Dettagli

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT)

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) CONSIP S.p.A. Allegato 6 Capitolato tecnico Capitolato relativo all affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) Capitolato Tecnico

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014) Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015) Prof.ssa Adriana Fasulo Prof. Marco Fiorentini DISCIPLINA Informatica

PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015) Prof.ssa Adriana Fasulo Prof. Marco Fiorentini DISCIPLINA Informatica Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015)

Dettagli

Sede di svolgimento Modalità di svolgimento interamente gratuito borsa lavoro per la fase di esperienza pratica

Sede di svolgimento Modalità di svolgimento interamente gratuito borsa lavoro per la fase di esperienza pratica l AVVISO PUBBLICO Reclutamento allievi per il percorso integrato: Esperto nella realizzazione di reti integrate per lo sviluppo del turismo enogastronomico Cod. UM.12.02.2E.054 UM.12.02.2E.055 Asse II

Dettagli

NeoNevis Srl FORMAZIONE

NeoNevis Srl FORMAZIONE FORMAZIONE Il nostro metodo di insegnamento si basa sull imparare facendo integrato con la giusta dose di teoria, fornendo così ai corsisti il modo di affrontare la materia in maniera critica, cioè creando

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE

ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE CONSIGLIO DIRETTIVO DELIBERAZIONE N. 13178 Il Consiglio Direttivo dell'istituto Nazionale di Fisica Nucleare, riunito in Roma il 17 aprile 2014 alla presenza di n.

Dettagli

IL RETTORE DECRETA. Foggia, 10/07/2013. Protocollo n. 18157-I/7. Rep. A.U.A. n. 294-2013

IL RETTORE DECRETA. Foggia, 10/07/2013. Protocollo n. 18157-I/7. Rep. A.U.A. n. 294-2013 Protocollo n. 1157-I/7 Foggia, 10/07/2013 Rep. A.U.A. n. 294-2013 Area Didattica, Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso

Dettagli

Bando di ammissione MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN INGEGNERIA DEI TRASPORTI A.A. 2015/2016

Bando di ammissione MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN INGEGNERIA DEI TRASPORTI A.A. 2015/2016 Data di pubblicazione: Decreto Rettorale di attivazione: n. 354 Scadenza: /02/206 Info: Dipartimento DIIES e-mail: didattica.diies@unirc.it Bando di ammissione MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Bonetti, Maurizio Indirizzo Telefono 0706021339-3280468543 Fax E-mail maurizio.bonetti@enas.sardegna.it Nazionalità

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Parthenope

Università degli Studi di Napoli Parthenope Università degli Studi di Napoli Parthenope Pos. AG Decreto n. 877 IL RETTORE VISTO il Decreto Ministeriale n. 270 del 22 ottobre 2004; VISTO VISTA VISTE PRESO ATTO CONSIDERATO PRESO ATTO ATTESA VISTO

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE. M a s t e r i n E n v i r o n m e n t a l M a n a g e m e n t

BANDO DI SELEZIONE. M a s t e r i n E n v i r o n m e n t a l M a n a g e m e n t Programma Operativo Nazionale per le Regioni Obiettivo 1 Ricerca Scientifica, Sviluppo Tecnologico, Alta Formazione 2000-2006 Asse III Misura III.4 Formazione superiore e universitaria UNIONE EUROPEA Fondo

Dettagli

DIST Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

DIST Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA DIST Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA Genova, 8 gennaio 2010 AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 (UNO) INCARICO DI COLLABORAZIONE

Dettagli

CALENDARIO CORSI SEDE DI PISA Valido dal 01/06/2015 al 31/08/2015

CALENDARIO CORSI SEDE DI PISA Valido dal 01/06/2015 al 31/08/2015 Corsi Programmati Codice (MOC) Titolo Durata (gg) Prezzo Date Prossime Edizioni Microsoft Windows Server 2012 10961 Automating Administration with Windows PowerShell 5 1700,00 08/06;06/07;07/09;19/10;

Dettagli

I L R E T T O R E D E C R E TA

I L R E T T O R E D E C R E TA Segreteria Studenti Area didattica Ingegneria I L R E T T O R E VISTI VISTA VISTA l art.43 dello Statuto dell Università degli Studi di Napoli Federico II gli artt. 2 e 19 del Regolamento didattico di

Dettagli

CONSORZIO Spinner - Bologna

CONSORZIO Spinner - Bologna CONSORZIO Spinner - Bologna Selezione pubblica per l assegnazione di n. 14 borse di studio per la partecipazione ad un percorso di accrescimento e qualificazione delle competenze sui temi oggetto della

Dettagli