Ottimizzare gli investimenti per la realizzazione di infrastrutture per sale CED e apparati di rete

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ottimizzare gli investimenti per la realizzazione di infrastrutture per sale CED e apparati di rete"

Transcript

1 Ottimizzare gli investimenti per la realizzazione di infrastrutture per sale CED e apparati di rete White Paper # 37 Rev. 4

2 Sintesi L'infrastruttura fisica e di alimentazione dei data center e delle sale per apparati di rete è generalmente sovradimensionata di oltre il 100%. Nel presente documento vengono riportate le statistiche relative al sovradimensionamento con quantificazione dei costi che ne derivano e vengono descritte un'architettura e una metodologia che consentono di evitare questa inefficienza. 2

3 Introduzione Nel presente documento verrà dimostrato che il sovradimensionamento rappresenta il singolo costo più rilevante legato alla classica infrastruttura di un data center o sala per apparati di rete, un costo assolutamente evitabile. Il tasso di utilizzo dell'infrastruttura fisica e di alimentazione di un data center o sala per apparati di rete è solitamente di gran lunga inferiore al 50%. La capacità inutilizzata di un data center e sala per apparati di rete costituisce un costo di capitale che è possibile evitare, senza contare che genera costi di gestione e di manutenzione anch'essi evitabili. Il presente documento è costituito da tre parti. Nella prima sono riportati i dati e le statistiche relativi al sovradimensionamento. Nella seconda sono esposti i motivi all'origine di questo fenomeno mentre nella terza vengono descritte un'architettura e una metodologia che consentono di non incorrere nei suddetti costi. Dati e statistiche relativi al sovradimensionamento Chiunque lavori nella Divisione informatica o nella Gestione strutture di un'azienda ha avuto modo di notare lo spazio inutilizzato all'interno di un data center e di osservare la potenza erogata inutilizzata o l'utilizzo solo parziale di altri elementi infrastrutturali del data center. Per poter quantificare la portata di questo fenomeno, è importante dare una definizione dei termini utilizzati nel corso della presentazione. Definizione dei termini relativi al sovradimensionamento Nel presente documento si definiscono come segue i termini riportati nella tabella: Termine Vita utile di progetto Potenza erogabile a livello di sala Potenza erogabile installata Carico stimato Carico effettivo Definizione Vita utile complessiva pianificata del data center che generalmente è compresa tra 6 e 15 anni. Il valore medio ipotizzato è pari a 10 anni. Carico massimo applicabile a livello di sala. Tutti o parte degli apparati di alimentazione e di raffreddamento necessari per supportare il carico in questione possono essere installati al momento dell'avvio Potenza di carico degli apparati di alimentazione e raffreddamento installati, uguale o inferiore alla potenza erogabile a livello di sala. Potenza stimata richiesta al momento dell'entrata in funzione del sistema e nel corso della sua vita utile. Generalmente varia nel tempo ed aumenta a partire dal momento dell'entrata in funzione. Potenza effettiva richiesta al momento dell'entrata in funzione del sistema e nel corso della sua vita utile. Generalmente varia nel tempo ed aumenta a partire dal momento dell'entrata in funzione 3

4 Ipotesi di modellazione Al fine di acquisire e analizzare dati relativi al sovradimensionamento, APC ha condotto dei sondaggi presso gli utenti e ha sviluppato un modello semplificato per descrivere la pianificazione della capacità di un'infrastruttura di data center. Il modello si basa sulle seguenti ipotesi: La vita utile di progetto è pari a 10 anni; La progettazione di un data center comprende una potenza erogabile massima di progetto e una potenza richiesta stimata all'avvio; Nel ciclo di vita convenzionale di un data center si ipotizza un aumento lineare del carico stimato a partire dal carico stimato all'avvio fino al raggiungimento di un valore massimo finale intorno alla metà della vita utile prevista. Il modello di cui sopra genera il modello di pianificazione riportato nella Figura 1, che viene considerato rappresentativo della modalità di pianificazione dei sistemi. Figura 1 Potenza erogabile di progetto e potenza richiesta durante la vita utile di un data center 120% % POTENZA 100% 80% 60% 40% 20% MASSIMA POTENZA INSTALLABILE POTENZA INSTALLATA CARICO PREVISTO Spreco Per sovradimensionamento CARICO REALE 0% ANNI La figura illustra un ciclo di pianificazione standard. La potenza erogabile installata degli apparati di alimentazione e di raffreddamento è pari alla potenza erogabile a livello di sala: in altri termini, l'intero sistema viene realizzato fin dall'inizio. Secondo il progetto, il carico stimato, pari inizialmente al 30% del 4

5 carico del data center o della sala per apparati di rete, si avvicina gradualmente a un valore massimo di carico stimato. Generalmente, però, il carico effettivo all'avvio è inferiore al carico stimato all'avvio e si avvicina gradualmente a un carico effettivo massimo, di gran lunga inferiore alla capacità erogabile installata (non bisogna poi dimenticare che la potenza erogabile di targa degli apparati effettivamente installati può essere superiore alla capacità erogabile installata per motivi di ridondanza o per via di una riduzione del carico pianificata dall'utente). Dati provenienti da installazioni reali Per avere un'idea precisa del grado di sovradimensionamento delle installazioni reali, APC ha raccolto dati presso numerosi clienti attraverso sondaggi e censimenti delle installazioni effettive. Da questa indagine è emerso che il carico stimato all'avvio è pari generalmente al 30% del carico stimato massimo, che il carico effettivo all'avvio è pari generalmente al 30% del carico stimato all'avvio e che il carico effettivo massimo è solitamente pari al 30% della potenza erogabile installata. Una sintesi di questi dati è riportata nella Figura 1. Il data center medio è di fatto sovradimensionato di 3 volte nel valore di progetto. Al momento dell'entrata in funzione, il sovradimensionamento è ancora più considerevole, essendo generalmente dell'ordine di dieci volte. Costi eccedenti derivanti dal sovradimensionamento I costi legati al ciclo di vita derivanti dal sovradimensionamento sono di due tipi: costi di capitale e costi di gestione. I costi di capitale eccedenti sono indicati nell'area ombreggiata all'interno della Figura 1, area che rappresenta la percentuale di potenza erogabile che resta inutilizzata in un'installazione media. L'eccesso di capacità si trasforma automaticamente in costi di capitale eccedenti che, oltre ai costi legati direttamente agli apparati di alimentazione e di raffreddamento, comprendono anche costi di progetto e di installazione, cablaggio e canalizzazioni inclusi. I sistemi di alimentazione e di raffreddamento di una data center standard da 100 kw costano dollari, ovvero 5 dollari a watt. Da questa analisi emerge che il 70% dell'investimento, paria dollari, va perduto e, nei primi anni, la perdita è ancora più consistente. Se viene inserita la componente temporale del costo del denaro, la perdita standard derivante dal sovradimensionamento sfiora il 100% dell'intero costo di capitale del data center. In altri termini, gli interessi applicati al capitale originario ripagano quasi per intero l'investimento effettuato. I costi eccedenti legati al ciclo di vita derivanti dal sovradimensionamento comprendono anche i costi di gestione dell'impianto, che comprendono contratti di manutenzione, materiale di consumo ed energia elettrica. Se la manutenzione degli apparati viene effettuata sulla base delle istruzioni del costruttore, generalmente i costi di manutenzione sono leggermente inferiori ai costi di capitale durante la vita utile del data center o sala per apparati di rete. Poiché alcuni apparati sottoutilizzati a causa del sovradimensionamento sono comunque oggetto di manutenzione, va perduta anche una buona 5

6 percentuale dei costi di manutenzione. Nell'esempio del data center da 100 kw, la perdita ammonta a dollari durante la vita utile del sistema. I costi elettrici eccedenti sono ingenti quando un data center o sala per apparati di rete sono sovradimensionati. La perdita per il mancato utilizzo del sistema di alimentazione di un data center o di una sala per apparati di rete è pari al 5% della potenza di targa, una percentuale che sale al 10% quando si tiene conto dei costi di raffreddamento. In un data center da 100 kw dove il sovradimensionamento raggiunge valori standard, l'energia elettrica che viene sprecata nei 10 anni di vita utile media del sistema è pari a kw/h, equivalenti a dollari. Durante la vita utile del data center o sala per apparati di rete, i costi eccedenti totali saranno pari in media al 70% del costo dell'infrastruttura di alimentazione e di raffreddamento, una somma che in teoria potrebbe essere recuperata se l'infrastruttura fosse in grado di adattarsi e di evolvere in linea con le esigenze reali. Per molte aziende la perdita in termini di costi di capitale e di gestione si trasforma in una perdita di opportunità il cui costo può essere notevolmente superiore rispetto all'esborso effettivo. Per esempio, le aziende attive nell'internet hosting falliscono quando il capitale immobilizzato e inutilizzato in una determinata installazione non può essere impiegato per cogliere un'altra opportunità. Perché si verifica il sovradimensionamento? I dati raccolti nelle installazioni reali indicano un grado di sovradimensionamento delle infrastrutture di data center e sale per apparati di rete molto elevato ed estremamente variabile. A questo punto nasce spontanea la domanda se si tratta di un sovradimensionamento voluto e previsto, se è invece provocato da errori di pianificazione o se esistono dei motivi ben precisi alla base di questo fenomeno. Sovradimensionamento pianificato Dalle interviste ai responsabili di installazioni standard emerge che i data center vengono pianificati in modo da soddisfare la massima potenza di carico prevista per il futuro. La potenza erogabile a livello di sala e la potenza erogabile installata sono leggermente superiori al carico stimato massimo. Molti clienti riducono automaticamente il valore di targa del sistema di alimentazione utilizzando solo una percentuale, es.: l'80%, della potenza erogabile di targa nella convinzione che, facendo funzionare il sistema a un valore inferiore al massimo previsto, ne risulti massimizzata l'affidabilità complessiva. L'abitudine di pianificare una potenza erogabile installata più elevata del carico stimato massimo in un data center si riflette nella Figura 1. Si tratta di un tipo di sovradimensionamento pianificato e intenzionale che rappresenta una forma di sottoutilizzo anche se non è il contributo più significativo ai costi eccedenti complessivi. Eventuali difetti del processo di pianificazione 6

7 Il processo standard di pianificazione di un data center e di una sala per apparati di rete comprende un certo numero di ipotesi circa la potenza richiesta futura, tra le quali figurano: Il costo che presuppone un'insufficienza di capacità nel data center o sala per apparati di rete è molto elevato e deve essere eliminato. E' molto costoso aumentare la potenza erogabile durante la vita utile del data center o della sala per apparati di rete. L'aumento della potenza erogabile durante la vita utile del data center o della sala per apparati di rete è all'origine di un rischio notevole e inaccettabile di fermo macchina. La potenza erogabile massima del data center o sala per apparati di rete deve essere pianificata e predisposta tecnicamente fin dall'inizio. La potenza di carico richiesta nel data center o sala per apparati di rete aumenterà sicuramente ma è difficile prevedere in modo affidabile l'entità dell'incremento. Sulla base di queste ipotesi i data center o sale per apparati di rete sono pianificati, tecnicamente progettati e costruiti fin dall'inizio per soddisfare esigenze non quantificate e la potenza erogabile del data center o sala per apparati di rete è pianificata sulla base di un calcolo conservativo che tiene conto della percentuale più elevata di uno scenario di crescita ragionevole. Motivi principali alla base del sovradimensionamento Il processo di pianificazione dà origine a progetti che, in media, generano un tasso di utilizzo piuttosto scarso, come dimostrato dalla realtà e che possono essere definiti un fallimento dal punto di vista economico. L'analisi effettuata del processo di pianificazione non ha però evidenziato alcun difetto di base ma è possibile risolvere questa apparente contraddizione tramite uno studio più approfondito dei dati e dei vincoli del processo. Nella Figura 2 viene riportata la distribuzione della percentuale di utilizzo massimo nelle installazioni reali, ovvero il carico effettivo massimo diviso per la potenza erogabile massima installata. Dallo studio dei dati emerge quanto segue: La percentuale prevista di utilizzo effettivo è di circa il 30% Il valore previsto di potenza erogabile non necessaria o eccedente è pari al 70% La percentuale di utilizzo effettiva varia considerevolmente, evidenziando in media una scarsa capacità predittiva in corso di progettazione Se la potenza erogabile installata fosse fissata di routine al valore previsto del 30% invece che ai valori generalmente selezionati, il 50% dei sistemi non sarebbero in grado di soddisfare la potenza di carico richiesta durante la loro vita utile. L'attuale tecnica di dimensionamento rappresenta il miglior compromesso perché un sistema sovradimensionato è una garanzia contro il grado elevato di variabilità del carico effettivo massimo in quanto riduce la probabilità che il sistema non sia in grado di soddisfare la potenza di carico richiesta durante la sua vita utile. 7

8 Figura 2 Percentuale massima di utilizzo di data center standard % DISTI 18% 16% 14% 12% 10% 8% 6% 4% 2% 0% Percentuale di potenza erogabile effettivamente utilizzata Si giunge così alla sorprendente conclusione che, alla luce dei vincoli della progettazione e della imprevedibilità della potenza richiesta futura, il metodo attuale di pianificazione di data center e sale per apparati di rete ha una sua base logica. Se per un'azienda il costo di un data center o sala per apparati di rete che non riescono a soddisfare la potenza richiesta è elevato, in base alla metodologia convenzionale di progettazione di data center e sale per apparati di rete il modo migliore di ridurre al minimo il costo complessivo previsto del sistema consiste nel procedere a un ampio sovradimensionamento. Architettura e metodologia che consentono di evitare il sovradimensionamento L'impossibilità di prevedere con certezza la potenza richiesta futura nel corso del processo di pianificazione delle infrastrutture di data center e sale per apparati di rete rappresenta un ostacolo insormontabile che non può essere eliminato senza lanciarsi in previsioni del futuro. In una situazione del genere, la soluzione migliore consiste nel realizzare un'infrastruttura di data center e sale per apparati di rete in grado di soddisfare una domanda imprevedibile. Barriere all'adattabilità La domanda che sorge spontaneamente dopo aver analizzato l'entità del problema del sovradimensionamento è la seguente: perché l'infrastruttura di data center e sale per apparati di rete deve essere realizzata per intero fin dall'inizio invece di crescere gradualmente in linea con il carico effettivo richiesto? 8

9 Di fatto, nel progetto di molti data center è insita una certa percentuale di crescita graduale. Per esempio, spesso la collocazione dei rack avviene per fasi, così come la realizzazione del segmento finale della distribuzione di alimentazione nello spazio del data center. In alcuni casi può essere graduale anche la realizzazione di un modulo UPS ridondante. Se, da un lato, questi approcci danno origine ad alcuni risparmi nei costi complessivi legati alla vita utile del data center, dall'altro in molti casi i costi eccedenti derivanti da un'installazione successiva sono di gran lunga superiori a quelli sostenuti installando fin dall'inizio tutti gli apparati, per cui molti pianificatori optano per questa seconda alternativa. Il risparmio sui costi così ottenuto è quindi di piccola entità. Metodologia di creazione di infrastrutture adattabili L' ideale sarebbe poter disporre di una metodologia e di un'architettura che consentono una continua adattabilità a esigenze in evoluzione. Le suddette metodologia e architettura dovrebbero presentare le seguenti caratteristiche: la componente di ingegnerizzazione insita nella progettazione del data center e sala per apparati di rete dovrebbe risultare notevolmente ridotta, se non eliminata; l'infrastruttura di alimentazione del data center o sala per apparati di rete sarà fornita sotto forma di unità base modulari pre-ingegnerizzate; i vari componenti potranno essere trasportati sul luogo dell'installazione passando attraverso ingressi di dimensioni standard e con l'uso di normali ascensori e collegati direttamente senza necessità di effettuare prove di cablaggio su circuiti alimentati; eliminazione di elementi particolari come pavimenti flottanti il sistema deve essere in grado di funzionare in configurazioni N, N+1 o 2N senza dover apportare alcuna modifica; eliminazione di interventi di installazione quali collegamenti di cavi, perforazioni e tagli non sono necessarie autorizzazioni particolari da parte delle autorità competenti per l'aumento della potenza erogabile; il costo degli apparati di un sistema di alimentazione modulare deve essere uguale o inferiore al costo del sistema centralizzato tradizionale; il costo di manutenzione di un sistema di alimentazione modulare deve essere uguale o inferiore a quello di un sistema centralizzato tradizionale. Livelli di adattabilità concreti e realizzabili Quando viene realizzato un sistema adattabile per l'infrastruttura fisica, è possibile ridurre in larga misura la perdita dovuta al sovradimensionamento indicata nell'area ombreggiata della precedente Figura 1 mentre il risparmio ottenibile è riportato nella Figura 3 di seguito. Vale la pena di sottolineare che la potenza erogabile installata non equivale fin dall'inizio alla potenza erogabile a livello di sala al momento dell'avvio e che la potenza erogabile installata varia in linea con l'andamento del carico effettivo. Figura 3 Potenza erogabile di progetto e potenza richiesta durante la vita utile di un data center 9

10 120% 100% MASSIMA POTENZA INSTALLABILE % POTENZA 80% 60% 40% 20% CARICO PREVISTO POTENZA INSTALLATA Spreco Per Sovradimensionamento CARICO REALE 0% ANNI Un esempio di sistema adattabile in grado di soddisfare i suddetti requisiti è l'architettura InfraStruXure di APC. In questa sede non viene fornita una descrizione completa del sistema. Nell'architettura InfraStruXure è possibile realizzare oltre il 70% del sistema di alimentazione in modo tale che cresca in linea con l'incremento della potenza richiesta nel data center o sala per apparati di rete. In pratica, l'unica parte del sistema di alimentazione che viene realizzata per intero fin dall'inizio è composta dall'interruttore principale di ingresso e dai quadri principali di distribuzione dell'alimentazione che vengono dimensionati in modo tale da soddisfare le esigenze in termini di potenza erogabile massima a livello di sala. Il gruppo di continuità, i moduli batterie, le unità di distribuzione dell'alimentazione, l'interruttore di bypass e il cablaggio di alimentazione dei rack sono tutti installati in modo modulare in linea con l'evoluzione del carico. Non va dimenticato che questa presentazione ha riguardato soprattutto le caratteristiche dei sistemi di alimentazione e di raffreddamento che sono all'origine di gran parte dei costi totali dell'infrastruttura del data center e della sala per apparati di rete. Per essere completa, la stessa analisi può e deve essere estesa allo spazio fisico necessario, agli impianti antincendio e ai requisiti di sicurezza. Conclusioni In linea generale, i data center e le sale per apparati di rete sono sovradimensionati di tre volte rispetto alla potenza richiesta. Il sovradimensionamento provoca costi di capitale e di manutenzione eccedenti che rappresentano una percentuale considerevole del costo complessivo della vita utile del data center. E' possibile recuperare la maggior parte dei costi in eccesso tramite l'adozione di una metodologia e di 10

11 un'architettura in grado di adattarsi in modo economico all'incremento della potenza richiesta pur garantendo un'elevata affidabilità. Bibliografia Mitchell-Jackson, J.D., Koomey, J.G., Nordman, B., Blazek, M., Data Center Power Requirements: Measurements From Silcon Valley, May 16, Master s Thesis, Energy and Resources Group, University of California. Berkeley, California. Disponibile all'indirizzo: 11

Efficienza energetica per l intralogistica tecnologie avanzate per il risparmio energetico

Efficienza energetica per l intralogistica tecnologie avanzate per il risparmio energetico CALBATT WHITE PAPER SOMMARIO Efficienza energetica per l intralogistica. 1 Tecnologia di carica tradizionale...2 Tecnologia HF....3 La tecnologia avanzata CalBatt...4 Conclusioni...5 Efficienza energetica

Dettagli

AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO. Motori elettrici più efficienti: un opportunità di risparmio

AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO. Motori elettrici più efficienti: un opportunità di risparmio Questa guida è stata realizzata in collaborazione con AIMB - Associazione Industriali Monza e Brianza e ABB Sace. Suggerimenti per migliorare l utilità di queste guide e per indicare altri argomenti da

Dettagli

Creare un'infrastruttura IT che si adatti al business GUIDA AL CAMBIAMENTO

Creare un'infrastruttura IT che si adatti al business GUIDA AL CAMBIAMENTO Creare un'infrastruttura IT che si adatti al business GUIDA AL CAMBIAMENTO Per decenni, i data center sono stati caratterizzati da un eccesso di provisioning, due o tre volte superiore alle necessità,

Dettagli

EUROPEAN COMMISSION DIRECTORATE-GENERAL ENERGY AND TRANSPORT IL PROGRAMMA EUROPEO MOTOR CHALLENGE. Modulo: Sistemi di Pompaggio

EUROPEAN COMMISSION DIRECTORATE-GENERAL ENERGY AND TRANSPORT IL PROGRAMMA EUROPEO MOTOR CHALLENGE. Modulo: Sistemi di Pompaggio EUROPEAN COMMISSION DIRECTORATE-GENERAL ENERGY AND TRANSPORT New Energies & Demand Management Promotion of Renewable Energy Sources & Demand Management Brussels, 01 Gennaio 2003 IL PROGRAMMA EUROPEO MOTOR

Dettagli

Calcolatore Energetico

Calcolatore Energetico Calcolatore Energetico Istruzioni Il calcolatore energetico è uno strumento semplice che può darvi un'idea approssimativa della energia prodotta dal vostro impianto, nonché informazioni interessanti come

Dettagli

Watt e Voltampere: facciamo chiarezza

Watt e Voltampere: facciamo chiarezza Watt e Voltampere: facciamo chiarezza White Paper n. 15 Revisione 1 di Neil Rasmussen > Sintesi Questa nota spiega le differenze tra Watt e VA e illustra l uso corretto e non dei termini utilizzati per

Dettagli

Osservazioni e proposte ANIGAS

Osservazioni e proposte ANIGAS DCO 30/11 REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEL GAS NATURALE Proposte di revisione della deliberazione 6 settembre 2005, n. 185/05 Osservazioni e proposte ANIGAS Milano, 14 settembre 2011 Pagina 1 di 8 PREMESSA

Dettagli

ANALISI DEI CONSUMI ENERGETICI

ANALISI DEI CONSUMI ENERGETICI Ambito progetto ANALISI DEI CONSUMI ENERGETICI Realizzato per INTERSEALS S.r.l. Esigenza IMPLEMENTAZIONE DI UN SISTEMA PER IL MONITORAGGIO E L ANALISI DEI CONSUMI ENERGETICI AI FINI DI VERIFICARE INEFFICENZE

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI

LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI Premesse e riferimenti normativi La valutazione del personale, che costituisce un processo centrale nell ambito del management pubblico, ha registrato negli

Dettagli

Le scelte progettuali

Le scelte progettuali OberoNET Dopo aver sviluppato Oberon, il software per l'installatore, Axel si è concentrata sul reale utilizzatore dei sistemi di sicurezza con OberoNET: la suite di applicativi per la gestione in rete

Dettagli

Manutenzione industriale

Manutenzione industriale industriale Evoluzione della cultura della manutenzione PRIMA Non fermare gli impianti (fino a che riescono a marciare). Intervenire solo per riparazione. Accettare carenze qualitative, amplificazione

Dettagli

V= R*I. LEGGE DI OHM Dopo aver illustrato le principali grandezze elettriche è necessario analizzare i legami che vi sono tra di loro.

V= R*I. LEGGE DI OHM Dopo aver illustrato le principali grandezze elettriche è necessario analizzare i legami che vi sono tra di loro. LEGGE DI OHM Dopo aver illustrato le principali grandezze elettriche è necessario analizzare i legami che vi sono tra di loro. PREMESSA: Anche intuitivamente dovrebbe a questo punto essere ormai chiaro

Dettagli

SOLAR ECLIPSE IL SISTEMA DI ACCUMULO PER IL TUO IMPIANTO FOTOVOLTAICO

SOLAR ECLIPSE IL SISTEMA DI ACCUMULO PER IL TUO IMPIANTO FOTOVOLTAICO SOLAR ECLIPSE IL SISTEMA DI ACCUMULO PER IL TUO IMPIANTO FOTOVOLTAICO Che cos è? Solar Eclipse è un sistema,conforme alla CEI 0-21 V1,che ti permette di sfruttare tutta l energia elettrica prodotta del

Dettagli

Lo Studio di Fattibilità

Lo Studio di Fattibilità Lo Studio di Fattibilità Massimo Mecella Dipartimento di Informatica e Sistemistica Università di Roma La Sapienza Definizione Insieme di informazioni considerate necessarie alla decisione sull investimento

Dettagli

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro.

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Costi della Qualità La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Per anni le aziende, in particolare quelle di produzione, hanno

Dettagli

Management briefing 8 suggerimenti per calcolare il ROI di una soluzione SCP&O

Management briefing 8 suggerimenti per calcolare il ROI di una soluzione SCP&O 8 suggerimenti per calcolare il ROI di una soluzione SCP&O Evita le insidie più comuni legate al ritorno sugli investimenti e giungi a una stima più precisa. PIANIFICAZIONE E OTTIMIZZAZIONE DELLA SUPPLY

Dettagli

Conoscere Dittaweb per:

Conoscere Dittaweb per: IL GESTIONALE DI OGGI E DEL FUTURO Conoscere Dittaweb per: migliorare la gestione della tua azienda ottimizzare le risorse risparmiare denaro vivere meglio il proprio tempo IL MERCATO TRA OGGI E DOMANI

Dettagli

Trasforma l energia del sole in energia produttiva

Trasforma l energia del sole in energia produttiva Trasforma l energia del sole in energia produttiva Un servizio Upgrading Services Upgrading Services progetta, installa e gestisce impianti fotovoltaici per aziende su tutto il territorio nazionale. Fornisce

Dettagli

Studio di fattibilità per la climatizzazione di una struttura alberghiera mediante sistema di trigenerazione

Studio di fattibilità per la climatizzazione di una struttura alberghiera mediante sistema di trigenerazione Studio di fattibilità per la climatizzazione di una struttura alberghiera mediante sistema di trigenerazione Il presente studio si propone di analizzare i vantaggi derivanti dall'utilizzo di un sistema

Dettagli

L IMPIANTO FOTOVOLTAICO, L ENERGIA PRODOTTA E LA SUA REMUNERAZIONE

L IMPIANTO FOTOVOLTAICO, L ENERGIA PRODOTTA E LA SUA REMUNERAZIONE L IMPIANTO FOTOVOLTAICO, L ENERGIA PRODOTTA E LA SUA REMUNERAZIONE L impianto fotovoltaico è un impianto che consente di generare energia elettrica direttamente dalla radiazione del sole. L impianto fotovoltaico

Dettagli

La posizione associativa In tema di Razionalizzazione della spesa in acquisti di beni e servizi

La posizione associativa In tema di Razionalizzazione della spesa in acquisti di beni e servizi Federazione nazionale per le tecnologie biomediche, diagnostiche, apparecchiature medicali, dispositivi medici borderline, servizi e telemedicina La posizione va In tema di Razionalizzazione della spesa

Dettagli

Un impianto fotovoltaico trasforma direttamente l'energia solare in energia elettrica.

Un impianto fotovoltaico trasforma direttamente l'energia solare in energia elettrica. FOTOVOLTAICO Che cosa è un impianto fotovoltaico? Un impianto fotovoltaico trasforma direttamente l'energia solare in energia elettrica. E' composto essenzialmente dai moduli fotovoltaici, da un inverter

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

menoenergia PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.)

menoenergia PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.) PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.) 2 LA MISSION DI MENOENERGIA ORIGINE DI MENOENERGIA Menoenergia è una società controllata dal Gruppo

Dettagli

BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI

BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI Il costo per le casse pubbliche non dovrebbe superare i 150 milioni di euro. Secondo un sondaggio della CGIA, negli ultimi 10 anni la quota di spesa

Dettagli

Nuova normativa EN 61439-1 per i quadri elettrici di bassa tensione

Nuova normativa EN 61439-1 per i quadri elettrici di bassa tensione per i quadri elettrici di bassa tensione Pubblicato il: 28/02/2005 Aggiornato al: 28/02/2005 di Gianfranco Ceresini Sta per terminare la stagione dei quadri AS e ANS che ha caratterizzato l'ultimo decennio.

Dettagli

Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web

Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web Gennaio 2005 Indice Introduzione Obiettivo e metodologia dell indagine Composizione e rappresentatività

Dettagli

All Seasons CLIMATE COMFORT. Heating. Air Conditioning. Applied Systems. Refrigeration

All Seasons CLIMATE COMFORT. Heating. Air Conditioning. Applied Systems. Refrigeration All Seasons CLIMATE COMFORT Heating Air Conditioning Applied Systems Refrigeration In un distretto può esistere la richiesta di sola potenza frigorifera Nei Grandi Impianti in ambito industriale, Commerciale

Dettagli

CALCOLO DEL RISPARMIO ENERGETICO IN SEGUITO ALLA SOSTITUZIONE DI UN MOTORE CON UNO A PIÙ ALTA EFFICIENZA

CALCOLO DEL RISPARMIO ENERGETICO IN SEGUITO ALLA SOSTITUZIONE DI UN MOTORE CON UNO A PIÙ ALTA EFFICIENZA CALCOLO DEL RISPARMIO ENERGETICO IN SEGUITO ALLA SOSTITUZIONE DI UN MOTORE CON UNO A PIÙ ALTA EFFICIENZA Introduzione I motori a più alta efficienza hanno minori perdite rispetto a quelli tradizionali.

Dettagli

Outsourcing: un nuovo servizio

Outsourcing: un nuovo servizio Outsourcing: un nuovo servizio Ottobre 2001 I diritti di riproduzione, di memorizzazione elettronica e di adattamento totale o parziale con qualsiasi mezzo, compresi i microfilm e le copie fotostatiche

Dettagli

Sìstema UPS trifase indipendente. PowerWave 33 60 500 kw Prestazioni imbattibili

Sìstema UPS trifase indipendente. PowerWave 33 60 500 kw Prestazioni imbattibili Sìstema UPS trifase indipendente PowerWave 33 60 500 kw Prestazioni imbattibili PowerWave 33: un concentrato di potenza Da sempre ABB rappresenta lo standard globale per le soluzioni di continuità di alimentazione.

Dettagli

Linux hands-on & hands-off Workshop

Linux hands-on & hands-off Workshop Linux hands-on & hands-off Workshop I workshop Linux hands-on & hands-off sono sessioni di una giornata che distinguono per il taglio volutamente operativo, pensati per mostrare le basi relative al setup

Dettagli

Migrazione a un data center a 40 Gbps con la tecnologia bidirezionale QSFP di Cisco

Migrazione a un data center a 40 Gbps con la tecnologia bidirezionale QSFP di Cisco White paper Migrazione a un data center a 40 Gbps con la tecnologia bidirezionale QSFP di Cisco Panoramica A seguito del consolidamento del data center, della virtualizzazione dei server e delle nuove

Dettagli

Analisi dei rischi e Business Continuity

Analisi dei rischi e Business Continuity Analisi dei rischi e Business Continuity Sala cluster 'Ulisse' Dipartimento di Matematica Università degli Studi di Milano Alessio Alessi Lorenzo Farolfi E' fondamentale per qualunque piano programmatico

Dettagli

MASSIMIZZARE IL RITORNO SULL'INVESTIMENTO NELL'INTEGRAZIONE GRAZIE A UN AMBIENTE APPLICATIVO IBRIDO

MASSIMIZZARE IL RITORNO SULL'INVESTIMENTO NELL'INTEGRAZIONE GRAZIE A UN AMBIENTE APPLICATIVO IBRIDO NOTA SULLA RICERCA marzo 2014 MASSIMIZZARE IL RITORNO SULL'INVESTIMENTO NELL'INTEGRAZIONE GRAZIE A UN AMBIENTE APPLICATIVO IBRIDO I PROFITTI Sebbene l'adozione di applicazioni Software as-a-service (SaaS)

Dettagli

Application note. CalBatt NomoStor per i sistemi di accumulo di energia

Application note. CalBatt NomoStor per i sistemi di accumulo di energia 1. Panoramica Application note CalBatt NomoStor per i sistemi di accumulo di energia Gli Energy Management Systems () sono dispositivi atti al controllo dei flussi di energia dalle sorgenti di produzione

Dettagli

OAAS OFFICE AS A SERVICE

OAAS OFFICE AS A SERVICE OAAS OFFICE AS A SERVICE Con questo termine si intende la remotizzazione di un infrastruttura IT (Hardware & SO) in Cloud. In cosa consiste? Struttura classica Generalmente, le aziende tendono ad avere

Dettagli

Matrice Excel Calcolo rata con IMPORTO DEL FINANZIAMENTO determinato dall'utente

Matrice Excel Calcolo rata con IMPORTO DEL FINANZIAMENTO determinato dall'utente Matrice Excel Calcolo rata con IMPORTO DEL FINANZIAMENTO determinato dall'utente L'acquisto di un immobile comporta un impegno finanziario notevole e non sempre è possibile disporre della somma di denaro

Dettagli

IX GIORNATA DELLA RICERCA ANIE

IX GIORNATA DELLA RICERCA ANIE IX GIORNATA DELLA RICERCA ANIE EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI ILLUMINAZIONE: LA LUCE COME DRIVER DELL EFFICIENZA ENERGETICA E DELLA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI VITA 19 Novembre 2010 Ing. Fabio Pedrazzi BEGHELLI

Dettagli

Strumenti per un analisi predittiva ai fini di una manutenzione efficace. SPS IPC Drives Italia 2014 Ing. Alessio Forafò Panasonic Electric Works

Strumenti per un analisi predittiva ai fini di una manutenzione efficace. SPS IPC Drives Italia 2014 Ing. Alessio Forafò Panasonic Electric Works Strumenti per un analisi predittiva ai fini di una manutenzione efficace. SPS IPC Drives Italia 2014 Ing. Alessio Forafò Panasonic Electric Works Italia Ciclo di vita della macchina Il ciclo di vita di

Dettagli

Come dimensionare un UPS?

Come dimensionare un UPS? EQ-POWER è un marchio della SEREL s.r.l. Via R. Luxembourg, 12/14-10093 Collegno TO - Italy Tel. (+ 39) 011.797.982 Fax (+ 39) 011.797.610 http://www.serel.it e-mail:eqpower@serel.it Come dimensionare

Dettagli

Progettare la manutenzione (a cura di Paolo Stefanini)

Progettare la manutenzione (a cura di Paolo Stefanini) Progettare la manutenzione (a cura di Paolo Stefanini) Progettare la manutenzione significa determinare il miglior sistema di gestione delle fasi che compongono tale processo, vale a dire trovare il giusto

Dettagli

SAFELINE Metal Detection

SAFELINE Metal Detection SAFELINE Metal Detection Rivelazione dei metalli Miglioramento della due diligence Efficace rivelazione dei metalli Ottimizzazione del controllo del sistema Funzionamento a prova di guasto Massima sicurezza

Dettagli

MISURE SU SINGOLI FOGLI DI LAMIERINI MAGNETICI.

MISURE SU SINGOLI FOGLI DI LAMIERINI MAGNETICI. MISURE SU SINGOLI FOGLI DI LAMIERINI MAGNETICI. Autore: Ing. Milanesi Fabio Resp. Progettazione e Sviluppo SAMAR S.r.l. Riassunto: Si presenta un apparecchio per la misura rapida delle perdite su lamierini

Dettagli

Risparmia fino al 30% di consumi di elettricità. Facile e veloce installazione nel proprio circuito elettrico. Non necessitano di alcuna munutenzione.

Risparmia fino al 30% di consumi di elettricità. Facile e veloce installazione nel proprio circuito elettrico. Non necessitano di alcuna munutenzione. Pagina1 I dispositivi progettati e costruiti dalla società Sun Power Energy D&R Institute Co. Ltd. sono in grado di aumentare il rendimento della distribuzione di energia in un impianto elettrico. Risparmia

Dettagli

L aria è gratuita. L aria compressa no. Tieni sotto controllo la tua bolletta. Riduci il tuo spreco energetico.

L aria è gratuita. L aria compressa no. Tieni sotto controllo la tua bolletta. Riduci il tuo spreco energetico. L aria è gratuita. L aria compressa no. Tieni sotto controllo la tua bolletta. Riduci il tuo spreco energetico. 70 % L ENERGIA RICOPRE IN MEDIA IL 70% DEL COSTO DELL INTERO CICLO DI VITA DEL COMPRESSORE

Dettagli

Seminario Il System Engineering Una disciplina nata per i programmi spaziali ma applicabile a tutti i settori dell Ingegneria

Seminario Il System Engineering Una disciplina nata per i programmi spaziali ma applicabile a tutti i settori dell Ingegneria Seminario Il System Engineering Una disciplina nata per i programmi spaziali ma applicabile a tutti i settori dell Ingegneria Ing. Francesco De Angelis - EMNE PhD Student 29.01.2014 Indice degli argomenti:

Dettagli

ISI MANUALE PER CORSI QUALITÀ CONTROLLO STATISTICO DEL PROCESSO MANUALE DI UTILIZZO ISI PAGINA 1 DI 9

ISI MANUALE PER CORSI QUALITÀ CONTROLLO STATISTICO DEL PROCESSO MANUALE DI UTILIZZO ISI PAGINA 1 DI 9 CONTROLLO STATISTICO DEL PROCESSO MANUALE DI UTILIZZO ISI PAGINA 1 DI 9 INTRODUZIONE 1.0 PREVENZIONE CONTRO INDIVIDUAZIONE. L'approccio tradizionale nella fabbricazione dei prodotti consiste nel controllo

Dettagli

Ma quanto costa realmente un investimento? TCO

Ma quanto costa realmente un investimento? TCO Ma quanto costa realmente un investimento? TCO In occasione di Interpack 2014, l'associazione UCIMA ha presentato insieme al Politecnico di Milano, un metodo per calcolare il costo totale dell'investimento

Dettagli

ANALISI D IMPATTO SEMPLIFICATA SULLE SEGNALAZIONI RELATIVE ALL EMISSIONE E OFFERTA DI STRUMENTI FINANZIARI EX ART 129 TUB

ANALISI D IMPATTO SEMPLIFICATA SULLE SEGNALAZIONI RELATIVE ALL EMISSIONE E OFFERTA DI STRUMENTI FINANZIARI EX ART 129 TUB ANALISI D IMPATTO SEMPLIFICATA SULLE SEGNALAZIONI RELATIVE ALL EMISSIONE E OFFERTA DI STRUMENTI FINANZIARI EX ART 129 TUB 1. Introduzione Il presente documento descrive l analisi d impatto riguardante

Dettagli

PROGETTAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO

PROGETTAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO Le utenze domestiche PROGETTAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO II dato di base per il dimensionamento di un sistema è rappresentato dal consumo giornaliero di energia elettrica da parte dell'utenza. Tale

Dettagli

Tecnologie alternative per la generazione di energia elettrica per data center e sale CED

Tecnologie alternative per la generazione di energia elettrica per data center e sale CED Tecnologie alternative per la generazione di energia elettrica per data center e sale CED White Paper n. 64 Revisione 1 Sintesi Le pile a combustibile e le microturbine sono delle nuove tecnologie alternative

Dettagli

Albero dei guasti DOTT. ING. KONSTANTINOS MILONOPOULOS 1

Albero dei guasti DOTT. ING. KONSTANTINOS MILONOPOULOS 1 Albero dei guasti E uno strumento di analisi dei guasti che si affianca all FMECA. L FMECA e un analisi di tipo bottom-up, perche si parte da un componente e si risale agli effetti di un suo guasto L Albero

Dettagli

Matrice Excel Calcolo rata con DURATA DEL FINANZIAMENTO determinata dall'utente

Matrice Excel Calcolo rata con DURATA DEL FINANZIAMENTO determinata dall'utente Matrice Excel Calcolo rata con DURATA DEL FINANZIAMENTO determinata dall'utente L'acquisto di un immobile comporta un impegno finanziario notevole e non sempre è possibile disporre della somma di denaro

Dettagli

1. L'energia solare. Svantaggi: - Costi di installazione elevati - Ampie superfici - Tempi di ritorno dell investimento (7-10 anni)

1. L'energia solare. Svantaggi: - Costi di installazione elevati - Ampie superfici - Tempi di ritorno dell investimento (7-10 anni) 1. L'energia solare Produzione di energia elettrica attraverso i pannelli fotovoltaici, che sfruttano le proprietà di particolari materiali, come il silicio, in grado di produrre energia elettrica se irradiati

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE OCCORRE SAPERE PER RESTARE COMPETITIVI SUL MERCATO

TUTTO QUELLO CHE OCCORRE SAPERE PER RESTARE COMPETITIVI SUL MERCATO TUTTO QUELLO CHE OCCORRE SAPERE PER RESTARE COMPETITIVI SUL MERCATO Proposte Corsi OFFERTA I contenuti sono stati sviluppati per rispondere ai fabbisogni formativi specifici per poter realizzare piani

Dettagli

Il ruolo dei gruppi di continuità per la sicurezza dei sistemi Giugno 2001 I diritti di riproduzione, di memorizzazione elettronica e di adattamento totale o parziale con qualsiasi mezzo, compresi i microfilm

Dettagli

Chiamiamo macchina un dispositivo che funzioni accettando in ingresso una qualche forma di energia e producendo in uscita un'altra forma di energia.

Chiamiamo macchina un dispositivo che funzioni accettando in ingresso una qualche forma di energia e producendo in uscita un'altra forma di energia. Lezione 17 - pag.1 Lezione 17: le macchine 17.1. Che cosa è una macchina? Il termine macchina, nell uso comune della lingua italiana, sta diventando sinonimo di automobile, cioè, alla lettera, dispositivo

Dettagli

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Servizi di connessione Prodotti a supporto del business Per sfruttare al meglio una rete di ricarica per veicoli

Dettagli

Medium voltage service ABB MySiteCondition Valutazione delle condizioni ed analisi del rischio di gestione delle apparecchiature

Medium voltage service ABB MySiteCondition Valutazione delle condizioni ed analisi del rischio di gestione delle apparecchiature Medium voltage service ABB MySiteCondition Valutazione delle condizioni ed analisi del rischio di gestione delle apparecchiature Che cosa si intende per MySiteCondition? MySiteCondition è un supporto per

Dettagli

Sistema UPS trifase indipendente dal rack. DPA UPScale RI 10 80 kw L UPS modulare per soluzioni personalizzate

Sistema UPS trifase indipendente dal rack. DPA UPScale RI 10 80 kw L UPS modulare per soluzioni personalizzate Sistema UPS trifase indipendente dal rack DPA UPScale RI 10 80 kw L UPS modulare per soluzioni personalizzate DPA UPScale RI l UPS individuale DPA UPScale RI (rack-independent) indipendente dal rack, è

Dettagli

SCHEMA DI SCHEDA SINTETICA CONTRATTO CON PARTECIPAZIONE AGLI UTILI DESTINATO AD ATTUARE UNA FORMA PENSIONISTICA INDIVIDUALE

SCHEMA DI SCHEDA SINTETICA CONTRATTO CON PARTECIPAZIONE AGLI UTILI DESTINATO AD ATTUARE UNA FORMA PENSIONISTICA INDIVIDUALE Allegato 4 SCHEMA DI SCHEDA SINTETICA CONTRATTO CON PARTECIPAZIONE AGLI UTILI DESTINATO AD ATTUARE UNA FORMA PENSIONISTICA INDIVIDUALE Inserire la seguente avvertenza: ATTENZIONE: LEGGERE ATTENTAMENTE

Dettagli

Sistema per il test dell impianto elettrico in linea di montaggio della vettura FERRARI 575 MM.

Sistema per il test dell impianto elettrico in linea di montaggio della vettura FERRARI 575 MM. Sistema per il test dell impianto elettrico in linea di montaggio della vettura FERRARI 575 MM. La sfida Certificare il corretto montaggio dell impianto elettrico, escludendo la presenza di cortocircuiti

Dettagli

Impianti di rifasamento automatici in presenza di armoniche. Problemi e soluzioni. P.I. MB 16/06/2011 Per. Ind. Borgonovo Roberto 1

Impianti di rifasamento automatici in presenza di armoniche. Problemi e soluzioni. P.I. MB 16/06/2011 Per. Ind. Borgonovo Roberto 1 Impianti di rifasamento automatici in presenza di armoniche. Problemi e soluzioni. P.I. MB 16/06/2011 Per. Ind. Borgonovo Roberto 1 Cosa significa rifasare Per molti tipi di utilizzatori (motori, lampade

Dettagli

LA SOLUZIONE IDEALE PER I MEDI E PICCOLI DATA CENTER

LA SOLUZIONE IDEALE PER I MEDI E PICCOLI DATA CENTER LA SOLUZIONE IDEALE PER I MEDI E PICCOLI DATA CENTER OTTIMO controllo della temperatura, anche con carichi critici, indipendentemente dalle condizioni ambientali bassi consumi di ENERGIA alimentazione

Dettagli

Analisi dei costi di produzione

Analisi dei costi di produzione Analisi dei costi di produzione industriale Analisi dei costi 1 Comportamento dei costi La produzione è resa possibile dall impiego di diversi fattori. L attività di produzione consuma l utilità dei beni

Dettagli

come rendere semplice ed efficace la gestione ed il monitoraggio dei costi di telefonia fissa e mobile.

come rendere semplice ed efficace la gestione ed il monitoraggio dei costi di telefonia fissa e mobile. come rendere semplice ed efficace la gestione ed il monitoraggio dei costi di telefonia fissa e mobile. CUTTINGBILL è una piattaforma di servizi innovativa per il monitoraggio, la gestione e la riduzione

Dettagli

Fotovoltaico. Quadro sintetico della tecnologia e degli impianti

Fotovoltaico. Quadro sintetico della tecnologia e degli impianti Fotovoltaico Quadro sintetico della tecnologia e degli impianti Sviluppata alla fine degli anni 50 nell ambito dei programmi spaziali, per i quali occorreva disporre di una fonte di energia affidabile

Dettagli

SICUREZZA FUNZIONALE SECONDO LE NORME: EN ISO 13849-1 ed EN IEC 62061

SICUREZZA FUNZIONALE SECONDO LE NORME: EN ISO 13849-1 ed EN IEC 62061 Per_Ind_Valeri_Vanni - PL.doc PAG. 1 DI 8 REV. 00 SAVE DATA: 09/10/12 PRINT DATA: 10/10/12 SICUREZZA FUNZIONALE SECONDO LE NORME: EN ISO 13849-1 ed EN IEC 62061 LA EN 954-1 VA IN PENSIONE A fine 2011,

Dettagli

SVILUPPO, CERTIFICAZIONE E MIGLIORAMENTO DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA SICUREZZA SECONDO LA NORMA BS OHSAS 18001:2007

SVILUPPO, CERTIFICAZIONE E MIGLIORAMENTO DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA SICUREZZA SECONDO LA NORMA BS OHSAS 18001:2007 Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza e formazione M&IT Consulting s.r.l. Via Longhi 14/a 40128 Bologna tel. 051 6313773 - fax. 051 4154298 www.mitconsulting.it info@mitconsulting.it SVILUPPO,

Dettagli

Responsabilità degli utilizzatori di macchine e requisiti cogenti applicabili

Responsabilità degli utilizzatori di macchine e requisiti cogenti applicabili Responsabilità degli utilizzatori di macchine e requisiti cogenti applicabili Torino, 18 Marzo 2014 Gian Paolo Tondetta gianpaolo.tondetta@it.bureauveritas.com La Direttiva Macchine 2006/42/CE In accordo

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 52/40 DEL 23.12.2014

DELIBERAZIONE N. 52/40 DEL 23.12.2014 Oggetto: POR FESR Sardegna 2007-2013. Progetto sperimentale Reti di distribuzione e mobilità elettrica. Programmazione azioni di promozione del risparmio e dell efficienza energetica a valere sulla linea

Dettagli

SCHEMA DI SCHEDA SINTETICA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA E DI CAPITALIZZAZIONE CON PARTECIPAZIONE AGLI UTILI

SCHEMA DI SCHEDA SINTETICA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA E DI CAPITALIZZAZIONE CON PARTECIPAZIONE AGLI UTILI Allegato 1 SCHEMA DI SCHEDA SINTETICA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA E DI CAPITALIZZAZIONE CON PARTECIPAZIONE AGLI UTILI Inserire la seguente avvertenza: ATTENZIONE: LEGGERE ATTENTAMENTE LA NOTA

Dettagli

Il ROI del consolidamento dei Server

Il ROI del consolidamento dei Server Il ROI del consolidamento dei Server Sul lungo periodo, un attività di consolidamento dei server è in grado di far scendere i costi IT in modo significativo. Con meno server, le aziende saranno in grado

Dettagli

La situazione attuale dell illuminazione esterna a Lierna è la seguente:

La situazione attuale dell illuminazione esterna a Lierna è la seguente: PROPOSTA PER IL CONCORSO SINDACO PER UN GIORNO Per deformazione professionale sono un attento osservatore di quelli che in gergo tecnico si chiamano corpi illuminanti, ovvero lampade da interno e esterno

Dettagli

Le Basi di dati: generalità. Unità di Apprendimento A1 1

Le Basi di dati: generalità. Unità di Apprendimento A1 1 Le Basi di dati: generalità Unità di Apprendimento A1 1 1 Cosa è una base di dati In ogni modello di organizzazione della vita dell uomo vengono trattate informazioni Una volta individuate e raccolte devono

Dettagli

Strategie di installazione di blade server nelle sale CED esistenti

Strategie di installazione di blade server nelle sale CED esistenti Strategie di installazione di blade server nelle sale CED esistenti Di Neil Rasmussen White Paper n. 125 Revisione 1 Sintesi Quando i blade server sono densamente popolati è possibile che venga superata

Dettagli

Matrice Excel Calcolo rata con TASSO DI INTERESSE determinato dall'utente

Matrice Excel Calcolo rata con TASSO DI INTERESSE determinato dall'utente Matrice Excel Calcolo rata con TASSO DI INTERESSE determinato dall'utente L'acquisto di un immobile comporta un impegno finanziario notevole e non sempre è possibile disporre della somma di denaro sufficiente

Dettagli

L INVESTIMENTO NEL FOTOVOLTAICO ANCHE IN ASSENZA DI INCENTIVI (GRID PARITY) ing. Fabio Minchio, Ph.D. f.minchio@3f-engineering.it

L INVESTIMENTO NEL FOTOVOLTAICO ANCHE IN ASSENZA DI INCENTIVI (GRID PARITY) ing. Fabio Minchio, Ph.D. f.minchio@3f-engineering.it L INVESTIMENTO NEL FOTOVOLTAICO ANCHE IN ASSENZA DI INCENTIVI (GRID PARITY) ing. Fabio Minchio, Ph.D. f.minchio@3f-engineering.it Schio, 14 marzo 2013 Grid Parity? La definizione tradizionale di Grid Parity

Dettagli

Enterprise Risk Management e Sistema di Gestione della Qualità

Enterprise Risk Management e Sistema di Gestione della Qualità Enterprise Risk Management e Sistema di Gestione della Qualità IL RISCHIO Il rischio è la distribuzione dei possibili scostamenti dai risultati attesi per effetto di eventi di incerta manifestazione, interni

Dettagli

il Fotovoltaico Eticamente Sensibile

il Fotovoltaico Eticamente Sensibile il Fotovoltaico Eticamente Sensibile Coopwork è un impresa sociale no-profit che realizza integrazione sociale e lavorativa offrendo servizi alla persona finalizzati all inserimento lavorativo di persone

Dettagli

LA REALTA SEMPLIFICATA NEL MODELLO

LA REALTA SEMPLIFICATA NEL MODELLO Il meccanismo del prestito è basato sul concetto dei punti di risparmio, punti che vengono accumulati nei periodi di risparmio e consumati nei periodi in cui si accede al prestito. L'idea di base che rende

Dettagli

Area Pianvallico. Linea di Intervento B. Progetto S..C..A..L..A..R..E.. Studi di Fattibilità PIANVALLICO. Data: Giugno 2011

Area Pianvallico. Linea di Intervento B. Progetto S..C..A..L..A..R..E.. Studi di Fattibilità PIANVALLICO. Data: Giugno 2011 Progetto S..C..A..L..A..R..E.. Linea di Intervento B Azione B2 Studi di Fattibilità Area Pianvallico Data: Giugno 2011 File rif.:.doc Tecnico: David Giraldi INDICE PREMESSA... 1 1. GESTIONE DEI RIFIUTI

Dettagli

SISTEMI DI ACCUMULO Soluzioni per l autoconsumo Residential Energy Storage Systems (RESS)

SISTEMI DI ACCUMULO Soluzioni per l autoconsumo Residential Energy Storage Systems (RESS) SISTEMI DI ACCUMULO Soluzioni per l autoconsumo Residential Energy Storage Systems (RESS) Presentata da: Ing. Alan Sabia Cesena Venerdì 04 Aprile 2014 NUOVO SCENARIO FOTOVOLTAICO 6/7/13 - Fine Tariffe

Dettagli

Scheda tecnica n. 33E - Rifasamento di motori elettrici di tipo distribuito presso la localizzazione delle utenze.

Scheda tecnica n. 33E - Rifasamento di motori elettrici di tipo distribuito presso la localizzazione delle utenze. Scheda tecnica n. 33E - Rifasamento di motori elettrici di tipo distribuito presso la localizzazione delle utenze. 1. ELEMENTI PRINCIPALI 1.1 Descrizione dell intervento Categoria di intervento 1 : Vita

Dettagli

Presupposti per la determinazione per l anno 2003 del prezzo all ingrosso dell energia elettrica destinata ai clienti del mercato vincolato

Presupposti per la determinazione per l anno 2003 del prezzo all ingrosso dell energia elettrica destinata ai clienti del mercato vincolato Relazione tecnica Presupposti per la determinazione per l anno 2003 del prezzo all ingrosso dell energia elettrica destinata ai clienti del mercato vincolato 1. Premessa e contesto normativo Il provvedimento

Dettagli

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO PIANIFICAZIONE DEL PERSONALE E STRUTTURE AZIENDALI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO PIANIFICAZIONE DEL PERSONALE E STRUTTURE AZIENDALI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO PIANIFICAZIONE DEL PERSONALE E STRUTTURE AZIENDALI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 COS È UN OBIETTIVO... 3 IL CONTROLLO DI GESTIONE...

Dettagli

Power Logic Energy Box. La soluzione più semplice per migliorare l efficienza energetica del tuo impianto

Power Logic Energy Box. La soluzione più semplice per migliorare l efficienza energetica del tuo impianto Power Logic Energy Box La soluzione più semplice per migliorare l efficienza energetica del tuo impianto TM 1 Misura e comunicazione per ridurre i costi e aumentare l efficienza energetica La sfida energetica

Dettagli

Impianti fotovoltaici in rete Residenziali e Commerciali in Europa, SolarEdge vs Concorrenza

Impianti fotovoltaici in rete Residenziali e Commerciali in Europa, SolarEdge vs Concorrenza Impianti fotovoltaici in rete Residenziali e Commerciali in Europa, SolarEdge vs Concorrenza Lior Handelsman, Shalhevet Bar-Asher SolarEdge Premessa Gli impianti fotovoltaici residenziali e commerciali

Dettagli

Leasing secondo lo IAS 17

Leasing secondo lo IAS 17 Leasing secondo lo IAS 17 Leasing: Ias 17 Lo Ias 17 prevede modalità diverse di rappresentazione contabile a seconda si tratti di leasing finanziario o di leasing operativo. Il leasing è un contratto per

Dettagli

Data xx/xx/xxxx. Cliente: ESEMPIO/09/03/1. Piano di Intervento

Data xx/xx/xxxx. Cliente: ESEMPIO/09/03/1. Piano di Intervento Data xx/xx/xxxx Piano di Intervento Cliente: ESEMPIO/09/03/1 Gentile CLIENTE, Il presente elaborato è stato redatto sulla base di quanto emerso durante i nostri precedenti incontri e costituisce uno strumento

Dettagli

Zeno Martini (admin)

Zeno Martini (admin) Zeno Martini (admin) TRE CORTOCIRCUITI IN BASSA TENSIONE 18 October 2009 Generalità L'argomento è un classico degli impianti. Conoscere la corrente di cortocircuito è di fondamentale importanza per il

Dettagli

APPROFONDIMENTO ORGANIZZAZIONE

APPROFONDIMENTO ORGANIZZAZIONE APPROFONDIMENTO ORGANIZZAZIONE Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento Il processo logistico ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA Il processo logistico

Dettagli

Mediamente per realizzare 1 kw di impianto fotovoltaico occorrono almeno 7 m2.

Mediamente per realizzare 1 kw di impianto fotovoltaico occorrono almeno 7 m2. Cos'è un impianto fotovoltaico? Un impianto fotovoltaico è un impianto che consente la produzione di energia elettrica attraverso l energia solare, sfruttando le proprietà di materiali sensibili alla luce

Dettagli

Relazione Energetica preliminare Palazzine Borghetto dei Pescatori

Relazione Energetica preliminare Palazzine Borghetto dei Pescatori Agenzia per l Energia e lo Sviluppo Sostenibile del Comune di Roma Relazione Energetica preliminare Palazzine Borghetto dei Pescatori Abitazioni energeticamente efficienti Buona parte delle abitazioni

Dettagli

Impianti fotovoltaici connessi alla rete

Impianti fotovoltaici connessi alla rete Aspetti tecnici legati alla progettazione e realizzazione di impianti di generazione e alla loro connessione alla rete La Guida CEI 82-25: Guida alla realizzazione di sistemi di generazione fotovoltaica

Dettagli

RIDURRE I COSTI ENERGETICI!

RIDURRE I COSTI ENERGETICI! Otto sono le azioni indipendenti per raggiungere un unico obiettivo: RIDURRE I COSTI ENERGETICI! www.consulenzaenergetica.it 1 Controllo fatture Per gli utenti che sono o meno nel mercato libero il controllo

Dettagli

Elia Albisetti, Mariano Fasano, Mario Kerezovic

Elia Albisetti, Mariano Fasano, Mario Kerezovic 2 elettronica SAMT 1/7 Indice: 1 Introduzione...3 2 Definizioni...3 2.1 Ampère e Volt...3 2.2 Watt, Wattora e Watt di picco...4 3 Impianti Fotovoltaici...5 3.1 Tipologie di Impianti...5 3.2 Celle Fotovoltaiche...5

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 19 DICEMBRE 2013 614/2013/R/EFR AGGIORNAMENTO DEL LIMITE MASSIMO PER LA RESTITUZIONE DEGLI ONERI GENERALI DI SISTEMA NEL CASO DI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI CHE ACCEDONO ALLO

Dettagli

vshape rimodella il tuo data center. Immediatamente.

vshape rimodella il tuo data center. Immediatamente. vshape rimodella il tuo data center. Immediatamente. vshape Spiana la strada verso la virtualizzazione e il cloud Trovo sempre affascinante vedere come riusciamo a raggiungere ogni angolo del globo in

Dettagli