Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12 11. Divertirsi meteorologicando: uno sguardo indiscreto sulla fabbrica delle meraviglie Lo stand comprenderà un mix di dispositivi, semplici esperimenti, giochi, strumenti interattivi ed audiovisivi, e pannelli per far avvicinare i partecipanti, anche i più piccoli, all'affascinante mondo dei fenomeni fisici che avvengono in atmosfera, per spiegare il funzionamento di strumenti di misura complessi e costosi, e per divulgare alcuni ambiti di ricerca. Il visitatore potrà apprendere il funzionamento di due strumenti di misura (un anemometro ultrasonico ed un misuratore di polveri in atmosfera) osservandoli in azione e partecipando ad un esperimento ludico. Inoltre verrà introdotto ad alcuni argomenti climatici di base (le misure ed i meccanismi di feedback) mediante una ricerca interattiva ed uno strumento di misura. Saranno inoltre proiettate immagini riferentesi ad un laboratorio fluidodinamico. Far capire l importanza delle misure e della loro analisi nella scienza in generale e in meteorologia, climatologia e fisica dell atmosfera in particolare. Avvicinare gli spettatori al complesso mondo della fisica e della meteorologia. Spiegare in modo comprensibile alcune ricerche effettuate in università. Claudio Cassardo, Davide Bertoni, Silvia Ferrarese, Renato Forza, Caterina Francone, Marco Galli, Massimiliano Manfrin, Renzo Richiardone, Silvia Terzago Dip. Fisica Generale Piccola, brutta e cattiva Illustrare la forma delle cellule tumorali (piccole, brutte e cattive) quale base per la diagnosi citologica dei tumori spiegare il significato del PAP-test fornire note di prevenzione tumorale, con particolare riferimento alla diagnostica di screening del carcinoma del collo dell utero. La trasformazione delle cellule in cancro segue un processo costituito da diverse fasi di alterazioni geniche cui si accompagnano alterazioni di forma riconoscibili al microscopio. Inizialmente osserviamo atipie (le cellule mostrano aspetto diverso); con il passare del tempo, se il processo non viene fermato, si ha una proliferazione di cellule dall aspetto completamente alterato, che si comportano in maniera aggressiva: brutte e cattive. Le cellule tumorali assumono un aspetto di forma diversa rispetto alle cellule normali. Guardandole al microscopio si può pertanto riconoscerle e raggiungere una diagnosi anche in tumori molto piccoli e che è quindi possibile curare. Questo approccio può essere sfruttato per la prevenzione dei tumori, riconoscendo le fasi più precoci in modo da intervenire in maniera da bloccare le cellule tumorali maligne. 10 Gianni Bussolati e Anna Sapino, Dip. di Scienze Biomediche e Oncologia Umana Anatomia Patologica Servizio B, Università degli Studi di Torino. - -

13 13. DE MOTU HOMINIS: accetti la sfida? Il Centro Ricerche Scienze Motorie della SUISM coordina 4 unità operative: Funzione Neuromuscolare, Allenamento e Performance, Psicologia dello Sport, Sviluppo e Abilità Motorie. L'obiettivo del Centro Ricerche Scienze Motorie è fornire supporto e fondamento metodologico e scientifico alle attività di ricerca in ambito sportivo e motorio. I visitatori potranno partecipare ad alcuni esperimenti e visionare vari progetti sviluppati dal Centro Ricerche anche con la collaborazione del CSP (Centro Supercalcolo Piemonte). Tra i progetti che i visitatori potranno provare: Dentro la mia testa! un casco preleva il segnale elettrico dello scalpo e permette di interagire con un computer. Una vita in apnea: dentro un parallelepipedo in plexiglass per testare il consumo di ossigeno. Il mio Avatar: grazie ad una tuta con speciali sensori verrà creato al computer un avatar virtuale. Always be active: il sito we-sport con la geolocalizzazione degli sportivi che ha vinto numerosi premi nazionali. L'uomo più forte del mondo: per misurare quanto è forte la tua stretta di mano. Ottobalance test per verificare il tuo equilibrio e il Puzzle motorio per comprendere cos'è l'idea motoria alla base del movimento. Nello sport e nella attività motoria ci sono tanti aspetti da considerare, molte variabili da misurare e tante strutture intimamente correlate tra loro che non possono essere considerate in maniera soltanto analitica, ma che hanno necessariamente bisogno di una visione olistica. Molte prove per capire che la vita è strettamente connessa al movimento e che se è presente la vita deve essere presente anche il movimento. Centro Ricerche Scienze Motorie - Direttore: Alberto Rainoldi, Ph.D. - SUISM Università di Torino Piazza Bernini 12, Torino - Tel Curare le piante: che passione! Le malattie delle piante possono essere provocate da organismi patogeni quali batteri e funghi, potendo causare gravi danni e perdite produttive alle colture agricole. La patologia vegetale è una disciplina che si occupa di studiare gli agenti che causano malattie nelle piante e come poter difendere e curare le piante. Compito che oggi richiede l utilizzo di tecnologie rapide e all avanguardia per la diagnosi, così come di mezzi di lotta sicuri per l ambiente e per l uomo. Nello stand sarà possibile: conoscere la biologia ed epidemiologia dei patogeni di piante orticole, frutticole e floricole sperimentare diverse tecniche di diagnosi dei patogeni vegetali osservare la morfologia di patogeni al microscopio conoscere e osservare mezzi di lotta a base di microrganismi antagonisti comprendere e quantificare i danni economici, sociali e ambientali causati dalle malattie delle piante capire quali sono le possibilità occupazionali nel settore. Risultati attesi sono l acquisizione da parte del pubblico di una maggiore consapevolezza sull importanza anche socio-economica dell agricoltura e in particolare della patologia vegetale. Saranno inoltre acquisite informazioni relative alla sintomatologia e alla diagnosi di agenti di malattie delle piante. Maria Lodovica Gullino Massimo Pugliese Davide Spadaro 11

14 15. Neuroricambi per il cervello: lubrifica, sostituisci e ripara Quali sono le malattie neurologiche più comuni? Quali regioni del sistema nervoso vengono danneggiate e quali sintomi producono? Come vengono studiate dai neurobiologi di base? Come possiamo prevenirle o rallentarne il decorso? In che modo la ricerca di base può contribuire allo studio di terapie per la riparazione del danno neurologico? L obiettivo delle nostre attività è dare risposta a queste domande in modo interattivo e giocoso. Neuroscienziati per una notte: bambini ed adulti possono sperimentare l emozione di colorare sezioni di cervello e osservare il risultato in tempo reale al microscopio. È possibile inoltre osservare al microscopio sezioni di cervello danneggiato da ictus e morbo di Alzheimer, mettersi alla prova con quiz, test di memoria e di riconoscimento sensoriale o semplicemente fermarsi a leggere i poster informativi appesi alle pareti dello stand. Attraverso il gioco, l osservazione al microscopio e l interazione con i ricercatori del NICO è possibile avvicinarsi ai metodi di studio della neurobiologia, soddisfare curiosità riguardo alle patologie nervose e alle strategie di prevenzione e riparo e comprendere il ruolo attivo e fondamentale della scienza di base nello studio e nella promozione della salute umana. NEUROSCIENCE INSTITUTE CAVALIERI OTTOLENGHI Daniela Carulli Enrica Boda Antonio Piras Neuroscience Institute Cavalieri-Ottolenghi (NICO) - Regione Gonzole, 10 - Orbassano (TO) - Tel Il laboratorio della Terra Eventi geologici a scala diversa coinvolgono quotidianamente il nostro pianeta. Le Scienze della Terra possono aiutare le generazioni future a comprendere i cambiamenti del pianeta e a creare un mondo più sicuro e prospero. Mostreremo il modo in cui le Scienze della Terra si occupano del nostro pianeta e della realtà locale collocandola in un divenire continuo, in cui ogni azione si ripercuote su tutto il pianeta, sia nel tempo che nello spazio. Diversi esperimenti, tra cui: modellizzazione del processo orogenetico (formazione delle montagne), con l aiuto di modelli interattivi sperimentazione dell attività di ricerca paleontologica: caccia al fossile sperimentazioni tattili-visive-uditive-gustative-olfattive di minerali comuni e rari sperimentazioni sull uso antropico di materiali litoidi e proprietà meccaniche delle rocce (passaggio dalla roccia al prodotto di uso quotidiano). Il visitatore avrà la possibilità di realizzare in prima persona alcuni esperimenti, vivendo le emozioni di un ricercatore. Imparerà che la gestione di tutto ciò che ci circonda ed è utile alla vita ha bisogno di conoscenze fornite dalle Scienze della Terra, e ogni azione sull ambiente ha ripercussioni molto più ampie, sia in senso spaziale che temporale, di quelle a cui si pensa solitamente Dip. di Scienze della Terra e Dip. di Scienze Mineralogiche e Petrologiche, Università di Torino

15 17. Correre sull'acqua: i fluidi complessi Hai mai pensato di riuscire a correre in una piscina senza affondare? È impossibile se la piscina è piena d'acqua... ma ci si può riuscire se utilizziamo dei liquidi speciali. Abbiamo riempito la nostra vasca con acqua e amido di mais. Questa soluzione è liquida, ma si comporta come un solido se sottoposta a sforzi improvvisi, con un effetto straordinario. E in una frazione di secondo il tutto torna nuovamente liquido. Alcuni liquidi hanno un comportamento diverso a seconda di come vengono messi in movimento. Una soluzione di amido di mais è un fluido detto "shear thickening": la viscosità aumenta molto quando la soluzione viene sottoposta ad uno sforzo. Pertanto, se tentiamo di camminare lentamente sulla superficie affondiamo come in un liquido ordinario, ma se corriamo la soluzione si irrigidisce sotto i nostri piedi. I fluidi complessi, come quelli shear thickening e shear thinning trovano molte applicazioni tecnologiche che vanno dalle vernici che non gocciolano ad indumenti di protezione personale. Dipartimento di Fisica Generale - Università di Torino - Guido Boffetta, Filippo De Lillo, Davide Proment Istituto di Scienze dell Atmosfera e del Clima - CNR Elisa Brussolo, Jost von Hardenberg, Roberta Sciascia 17. Vasca rotante - Atmosfera in miniatura Cosa succede sopra le nostre teste? Cosa genera i cicloni e gli anticicloni che vediamo quotidianamente nelle previsioni atmosferiche? La vasca rotante, un modello di atmosfera in miniatura, è la tecnica per studiare questi fenomeni in laboratorio. La vasca rotante è un apparato sperimentale che consente di riprodurre i moti caratteristici dell'atmosfera e degli oceani. In particolare, tale apparato viene utilizzato per analizzare la formazione e l'evoluzione di strutture vorticose organizzate. La dinamica di questi vortici risulta di fondamentale importanza a causa del ruolo che essi giocano nel trasporto globale di materia, calore, sale e nutrienti, influenzando quindi notevolmente la distribuzione di queste quantità nell'atmosfera e negli oceani. Dipartimento di Fisica Generale - Università di Torino - Guido Boffetta, Filippo De Lillo, Davide Proment Istituto di Scienze dell Atmosfera e del Clima - CNR Elisa Brussolo, Jost von Hardenberg, Roberta Sciascia 13

16 18. Scommettiamo sulla Chimica? La chimica viene spesso etichettata come una disciplina di difficile comprensione e talvolta persino come materia noiosa e mnemonica. L attività presentata si propone di dimostrare che la chimica può essere invece una scienza affascinante e in grado di stimolare la fantasia e la curiosità del pubblico e, soprattutto, che è una scienza piena di COLORI! Vengono presentate alcune reazioni chimiche tipo acido-base, formazione di complessi, reazioni di ossidazione, il cui comune denominatore è quello di produrre un immediato effetto visivamente ben percepibile, ad esempio cambiamento di colore, svolgimento di gas, chemiluminescenza. Parte dell attività è dedicata all'osservazione del comportamento della materia in condizioni di bassa o alta temperatura (azoto liquido o fuoco). Le attività proposte hanno lo scopo di generare nel pubblico stupore, simpatia e curiosità, ma anche di illustrare come, dietro ad ogni dimostrazione, non ci sia in realtà nulla di magico, ma sempre un fenomeno scientificamente giustificabile con una reazione chimica o una trasformazione chimico-fisica. Università di Torino: Facoltà di Scienze MFN: Corsi di studio: chimica.campusnet.unito.it - chimicaindustriale.campusnet.unito.it - scienzadeimateriali.campusnet.unito.it 19. Wireless and body sensor networks Le reti di sensori wireless sono ormai piuttosto diffuse nell'ambito dei programmi di ricerca delle Università. A partire dagli RFID usati come antitaccheggio o dai dispositivi per la gestione dei prezzi nei supermercati o dai Telepass autostradali per arrivare alla raccolta di dati relativi a parametri ambientali o industriali, le applicazioni sono ormai numerose. Nello stand sono mostrati alcuni tipi di reti di sensori, tra cui un esempio dei prototipi utilizzati per il progetto di ateneo WiFi4Energy e un prototipo di una body sensor network da utilizzare in ambito sportivo. Una parte di tali sensori proviene da progetti di ricerca, mentre un prototipo innovativo di body sensor network, sviluppato nell ambito di una tesi di laurea, permetterà ai visitatori di analizzare i propri parametri fisici con un semplice esperimento. 14 Bartolomeo Montrucchio - Politecnico di Torino DAUIN -

17 20. IDRA e il Team H 2 polito, molecole da corsa IDRA è un veicolo il cui sistema di propulsione è costituito da un motore elettrico alimentato da una fuel cell a idrogeno. È privo di emissioni inquinanti e pertanto è un veicolo ecologico. IDRA è stato interamente progettato, realizzato, assemblato e messo in pista dal Team H 2politO, un Team di studenti di ingegneria del Politecnico di Torino: meccanica, autoveicolo, meccatronica, elettronica, energetica, aerospaziale, gestionale. IDRA è un prototipo destinato alla partecipazione a competizioni Internazionali di basso consumo, come la Shell Eco-marathon Europe che negli ultimi due anni si è tenuta a Lausitz (Germania), competizione internazionale a cui partecipano più di 200 Team di scuole e università europee, in cui vince chi consuma di meno e non chi arriva primo. IDRA alla Shell Eco-marathon il 6-7 maggio 2010 a Lausitz (Germania) è risultata: al 13 posto su 37 prototipi nella categoria Prototipi a Fuel Cell a idrogeno al 26 posto su 79 prototipi, nella classifica generale dei consumi per i prototipi è stata in grado di percorrere 1148 km con l equivalente energetico di un litro di benzina. Il Team H2politO ha inoltre vinto i prestigiosi Design Award e Communication & Marketing Award. - Responsabile progetto: Carello Massimiliana Studenti referenti: Airale Andrea: - Ferraris Alessandro: 21. ISAAC: un robot calciatore Il team Isaac si propone di fare sperimentazione sulla robotica umanoide, in particolare, applicata al calcio che richiede quindi il contributo di diversi studi dall elettronica, all informatica, la meccanica, la fisica dei materiali, l intelligenza artificiale. Isaac è un robottino dalle sembianze antropomorfe che si muove simulando il corpo umano, e gareggerà alla Robocup, appunto una competizione calcistica che ha per protagonisti i robot, che si terrà nel 2011 a Istanbul. Isaac sarà l inizio per poter poi arrivare a tecnologie più articolate per fornire servizi soprattutto in ambiente domestico. I ragazzi del team per poter portare avanti questo progetto applicano tutte le conoscenze a loro disposizione. Il calcio è un attività completa che ha permesso di approfondire gli studi su tematiche futuristiche e di grande attualità come l intelligenza artificiale, oppure anche come la simulazione del corpo umano e lo sviluppo di capacità sensoriali e motorie che permettono al robot di agire in un determinato spazio, proprio come fa un essere umano. ll team ogni anno, anche con l aggiunta di nuovi membri, si sta proponendo di fare nuovi progressi. Sono stati già realizzati due prototipi dal 2002 a oggi che hanno partecipato a diverse manifestazioni; un terzo prototipo è ancora in fase di progettazione per poter gareggiare alla competition. Coordinatore Tecnico-Scientifico: Giuseppe Menga - Team Leader: Andrea Guasco - 15

18 22. Veicoli a Propulsione Umana: sport, turismo, mobilità sostenibile. Formativo: applicare le conoscenze acquisite nel corso di studi alla realizzazione di un prodotto. Culturale: esplorare e far conoscere il mondo Human Powered Vehicles nel contesto italiano, così come sta avvenendo già da alcuni anni in molti altri paesi. Tecnico-scientifico: ripensare la bicicletta per mirare a prestazioni eccellenti ottenute da comuni mortali, senza spingere in modo estremo la preparazione fisica. Partendo a giugno 2009 dal foglio bianco, un gruppo di studenti di Ingegneria Meccanica di 1 e 2 livello si è dedicato alla progettazione e realizzazione di una bici reclinata da competizione affrontando le molteplici discipline coinvolte: studio dell ergonomia e della postura di pedalata, ottimizzazione aerodinamica dei singoli componenti e del complessivo, definizione del sistema di trasmissione e analisi strutturale di telaio e forcella. Il Team ha presentato il prototipo CORA al Campionato Mondiale WHPVA di Jersey (28-31 maggio 2010), portando a termine tutte le gare previste e posizionandosi a metà classifica di categoria. Ha ricevuto recensioni positive su blogs e riviste di settore ed ha partecipato al 35 Festival dello Sport (Autodromo di Monza) e al 1 raduno italiano di Veicoli a Propulsione Umana (Biella Bike Festival). - Team Leader: Andrea Carraro Tech. Advisor: Paolo Baldissera - Faculty Advisor: Cristiana Delprete 23. PicoFarad Racing Team presenta BullET: kart elettrico ad alte prestazioni Il PicoFarad Racing Team è un team universitario, composto da studenti del Politecnico di Torino, coordinati dagli ingegneri Paolo Guglielmi ed Eric Armando. Il Team nasce nell'estate 2008 con l'intento di realizzare un veicolo elettrico alto-prestazionale. Gli studi effettuati negli anni di sviluppo del veicolo indicano che con un opportuno sviluppo degli accumulatori si potranno ottenere ottime prestazioni a fronte di costi economici ed ambientali ridotti. BullET è un kart elettrico, capace di conciliare prestazioni da brivido con la filosofia zero emissioni. E' ferma convinzione dei membri del Team che la richiesta di prestazioni rilevanti sia pienamente compatibile con lo sviluppo di una tecnologia verde. BullET è progettato e realizzato da un Team studentesco del Politecnico di Torino. BullET è alimentato da un sistema di batterie ai polimeri di litio, con una potenza del pacco batterie di 40 kw. I due motori trifase sono della potenza di 15 kw ciascuno e permettono il raggiungimento di prestazioni da brivido: 130 km/h di velocità massima e un'accelerazione massima km/h in 3,5 secondi

19 24. excellent...extreme...exclusive...exciting...scx Gli obiettivi del progetto SC possono dividersi sostanzialmente in obiettivi sportivi e di carattere formativo. Nel primo caso si tratta di conquistare il successo in una delle tappe europee del circuito Formula SAE e migliorare la 39esima posizione nel ranking mondiale. Il secondo aspetto del progetto mira ad accrescere il bagaglio professionale e formativo dei componenti del team, tutti laureandi presso il Politecnico, che avranno cosi modo di approcciarsi al lavoro di equipe già all'interno del mondo universitario. Lo scopo del team è quello di progettare, costruire, testare e far gareggiare un prototipo di vettura, tipo formula, di cui la SCX rappresenta l'ultima evoluzione. Si tratta del quinta vettura, in cinque anni di attività, realizzata dalla SquadraCorse. Accanto alla fase di costruzione, si affianca inoltre quella di gestione e pubblicizzazione del prodotto, il che contribuisce a rendere il progetto un'esperienza a 360 gradi. I risultati ottenuti tramite lo sviluppo dei prototipi precedenti sono: riduzione del peso di oltre 20 kg accelerazione da 0 a 70 metri in 3,7" alimentazione a bietanolo (E85) introduzione di un sistema di telemetria bidirezionale e monitorizzazione di tutti i principali parametri della vettura 25. Lo streaming video e le fibre plastiche La TV via internet è ormai una realtà e sta per cambiare il modo in cui fruiremo e i contenuti televisivi. Migliaia di canali, visibili ovunque, a qualunque ora del giorno, con palinsesti modificabili a piacimento. Ma quali tecnologie permettono tutto ciò? L obiettivo di questo esperimento è mostrare il funzionamento delle più moderne tecnologie: fibre plastiche e applicazioni Peer-to-Peer di video streaming in tempo reale sviluppate dal Politecnico di Torino. Sono mostrate sperimentalmente: la trasmissione di flussi video con tecniche Peer-to-Peer tra 2-3 postazioni multimediali interconnesse tra di loro ed alla rete Internet l utilizzo di sistemi in fibra ottica per il collegamento dei PC tramite sorgenti ottiche visibili che passano sia attraverso una fibra ottica sia su un breve tratto in spazio libero. I visitatori potranno interrompere la trasmissione semplicemente interponendo la loro mano all interno del tratto di trasmissione ottica in spazio libero, e vedere gli impatti dello stesso sulla applicazione Peer-to-Peer di video streaming. I visitatori possono interagire con gli apparati ottici a disposizione, e potranno capire il funzionamento delle applicazioni Peer-to-Peer streaming grazie alla visualizzazione su un monitor dello stato della rete stessa. Marco Mellia - Politecnico di Torino - Michela Meo - Politecnico di Torino - Roberto Gaudino Politecnico di Torino

20 26. e-zampognë Le tecnologie informatiche permettono ormai sia la virtualizzazione di strumenti musicali già esistenti, così da poterne addirittura estendere le caratteristiche musicali, sia la possibilità di creare nuovi strumenti limitati solo dall'estro e dalla fantasia dei loro creatori. e-zampognë ha come obiettivo quello di far comprendere come ciò sia possibile e di dimostrare per un caso particolare, la zampogna, ciò che può essere realizzato. Viene presentata la trasposizione in chiave elettronica di una zampogna tradizionale la cui manipolazione permette di agire sulle caratteristiche fisiche dello strumento verificandone direttamente gli effetti sul suono prodotto. In aggiunta è possibile sperimentare forme musicali particolari ad esempio utilizzando la tecnica esecutiva propria della zampogna producendo invece suoni di altri strumenti (organo, pianoforte, ecc.). L'attività proposta permette da un lato di comprendere e sperimentare le caratteristiche del suono e degli strumenti musicali tramite la loro elaborazione e manipolazione pratica, dall'altro lato di entrare in contatto e conoscere gli strumenti hardware e software per l'elaborazione, la sintesi e la realizzazione di interfacce musicali innovative. Carlo Massarelli - Antonio Servetti, Juan Carlos De Martin Internet Media Group (http://media.polito.it) Dipartimento di Automatica d Informatica Politecnico di Torino 27. Infini.To, OATo e INAF Da diversi anni l'osservatorio Astronomico e il Planetario di Torino collaborano insieme per la realizzazione delle attività presentate in Piazza Vittorio in occasione della Notte dei Ricercatori. ATTIVITÀ PROPOSTE: - osservazione diurna (fotosfera e cromosfera solare) e notturna (Luna, Giove e cielo stellato) attraverso gli strumenti messi a disposizione dai due enti (attività per tutte le fasce d'età); - orientamento astronomico attraverso l'utilizzo di programmi appositi (attività per tutte le fasce d'età); - Istantanee cosmiche : spettacolo teatrale da proporre 2/3 volte durante l'evento; durata 30 minuti circa (attività adatta per bambini con più di 10 anni/adulti); - Crea il tuo cratere : possibilità di creare il proprio cratere lunare (utilizzando una vasca piena di farina) e dare ad esso il proprio nome (attività per tutte le fasce d'età); - Pillole di scienza : laboratori interattivi per divertirsi a metter mano sulla Scienza (attività adatta per bambini con più di 8 anni/adulti); - attività ludiche per bambini: attraverso materiali di recupero i bambini più piccoli avranno la possibilità di costruire, seguiti dallo Staff scientifico, il loro vettore spaziale per andare sulla Luna e, alla fine dell'attività, portare con sé il modellino creato; - apertura straordinaria serale dell'osservatorio Astronomico di Torino, con visita guidata e osservazione al telescopio. 18 l'inaf: - - Planetario di Torino: -

21 28. Far rivivere gli strumenti scientifici del passato L Archivio Scientifico e Tecnologico dell Università di Torino recupera e conserva gli strumenti scientifici utilizzati in passato nella ricerca nelle diverse discipline insegnate dell Ateneo torinese. Se possibile questi apparecchi vengono rimessi in funzione almeno per una volta e vengono prodotti dei filmati che aiutano la comprensione da parte del pubblico di argomenti non sempre semplici da capire. Attraverso alcune semplici esperienze di acustica (utilizzando i dischi di Chladni), di ottica (mediante i dischi di Newton) e con l osservazione di oggetti di uso quotidiano con un microscopio stereoscopico si potranno comprendere meglio alcuni fenomeni curiosi. Saranno inoltre proiettati alcuni dei nostri filmati che illustrano il funzionamento di strumenti del passato quali ad esempio un microscopio ottico con camera lucida. Le esperienze proposte cercheranno di rendere più semplice la comprensione di alcuni fenomeni di cui tutti quotidianamente siamo testimoni e di illustrare il funzionamento di importanti strumenti utilizzati in passato dai ricercatori dell Università di Torino. Astut Archivio Scientifico e Tecnologico dell Università di Torino - Tel Cell Al Museo di Anatomia, al Museo Lombroso e al Museo della Frutta fino a mezzanotte con ingresso gratuito e visite guidate a partire dalle 18. Attraverso esperienze pratiche in Piazza Castello, si intende avvicinare il pubblico, soprattutto quello scolastico, alla conoscenza dei temi dei tre musei del Palazzo degli Istituti Anatomici, nuovo e importante polo museale storico-scientifico torinese. I tre musei svolgeranno attività didattiche in Piazza Castello particolarmente rivolte ai bambini delle scuole primarie, facendo realizzare calchi in gesso di una pera e di un cervello. Inoltre dalle 18 alle 24 vi sarà un servizio GRATUITO di NAVETTA che farà la spola, ogni 30 minuti circa, da Piazza Castello al Palazzo dei Musei (corso Massimo d Azeglio 52). L INGRESSO ai tre musei è GRATUITO così come le VISITE GUIDATE. Incentivare l interesse per la scienza e per i musei scientifici attraverso esperienze pratiche svolte in piazza e attraverso la visita alle collezioni. Presentare la ricchezza delle collezioni scientifiche torinesi

22 30. Laboratorio di Ingegneria del Sistema Neuromuscolare (LISiN) L attività del LISiN riguarda lo studio del sistema neuromuscolare attraverso l analisi dei segnali elettrici cutanei prodotti da contrazioni muscolari. I progetti del LISiN sono sviluppati in collaborazione con Comunità Europea, ESA, Fondazione CRT, Compagnia di San Paolo, Regione Piemonte, Politecnico di Torino e COREP. I risultati delle ricerche sono applicati nella vita quotidiana (lavoro, sport) e nella prevenzione di patologie (da lavoro, da parto). Sono state sviluppate griglie di elettrodi e amplificatori che consentono di raccogliere immagini dei potenziali elettrici generati dai muscoli e presenti sulla cute, di elaborare e interpretare tali segnali per conoscere le strutture anatomiche sottostanti, i meccanismi di controllo e i fenomeni di affaticamento muscolare. Le applicazioni coinvolgono neurofisiologia, riabilitazione motoria, ergonomia, medicina del lavoro e dello spazio. Nell ambito di sei progetti europei (di cui una borsa Marie Curie) sono stati realizzati e distribuiti a partners internazionali sistemi di acquisizione ed interpretazione dei segnali neuromuscolari. Un sistema di valutazione della muscolatura perineale è in fase di valutazione presso l Università di Tuebingen e la Mayo Clinic. Vari prototipi di elettrodi sono disponibili per sperimentazione clinica. Figure (dall alto in basso) Valutazione dell attività muscolare di un musicista. Studio di muscoli degli arti superiori durante attività lavorative. Valutazione del muscolo sfintere anale con sonde per elettromiografia multicanale. Roberto Merletti, Dip. di Elettronica, Laboratorio di Ingegneria del Sistema Neuromuscolare, Via Cavalli 22H, Torino Tel M: Matematica, Musica e Magia (e altro!) Esploriamo il tema della Matematica attraverso la Musica e la Magia, nei seguenti percorsi: il mondo delle trasformate e la musica: perchè in Matematica si trasforma? la magia delle evoluzioni del DNA e la teoria dei nodi mondi diversi dai nostri: la topologia le classi di resto e i giochi di carte perché la distribuzione Normale è davvero normale (e non magica)? Ascoltiamo con una chitarra elettrica alcuni filtri classici e introduciamo l analisi in frequenza e le trasformate di Fourier il taglia-e-cuci degli enzimi modifica la geometria dei filamenti del DNA e la teoria dei nodi aiuta a comprenderne il funzionamento muoviamoci in geometrie che non sono la nostra dai giochi di magia con le carte introduciamo le classi di resto attraverso un particolare abaco, scopriamo cos è normale. Ma allora la Matematica è ovunque! 20 Dipartimento di Matematica Giuseppe Peano - Via Carlo Alberto Torino -

ORARI DI APERTURA Tutti i giorni 9.30-18.00; martedì 9.30-13.00. Tel. 055 2343723 fax 055 2478350 Lunedì-venerdì 9.00-16.00 gruppi@museogalileo.

ORARI DI APERTURA Tutti i giorni 9.30-18.00; martedì 9.30-13.00. Tel. 055 2343723 fax 055 2478350 Lunedì-venerdì 9.00-16.00 gruppi@museogalileo. DIDATTICA 2014/15 Si apre il nuovo anno scolastico e il Museo Galileo presenta ai suoi visitatori nuovi e stimolanti percorsi didattici rivolti alle scuole di ogni ordine e grado. Oltre alle visite e ai

Dettagli

L ACQUARIO DI BOLSENA, offre ad adulti e ragazzi una grande quantità di attività: visite guidate, laboratori didattici, filmati, conferenze,

L ACQUARIO DI BOLSENA, offre ad adulti e ragazzi una grande quantità di attività: visite guidate, laboratori didattici, filmati, conferenze, L ACQUARIO DI BOLSENA, offre ad adulti e ragazzi una grande quantità di attività: visite guidate, laboratori didattici, filmati, conferenze, convegni, mostre, eventi artistici, ma anche: soggiorni per

Dettagli

L Istituto Galileo GALILEI di Crema

L Istituto Galileo GALILEI di Crema L Istituto Galileo GALILEI di Crema in continuità con la sua proposta formativa propone, a partire dall a.s. 2010/11, corsi quinquennali di: - ISTITUTO TECNOLOGICO, diurni e serali (ex ITIS) - LICEO SCIENTIFICO

Dettagli

29 EDIZIONE 15-18 OTTOBRE 2015

29 EDIZIONE 15-18 OTTOBRE 2015 BOZZA a 29 EDIZIONE 15-18 OTTOBRE 2015 Napoli Piazza del Plebiscito e altri luoghi della città FUTURO REMOTO 2015 UN VIAGGIO TRA SCIENZA E FANTASCIENZA UN APPUNTAMENTO IMPERDIBILE Futuro Remoto è la prima

Dettagli

TECNOLOGIC@MENTE LABORATORIO-MUSEO SCHEDA TECNICA. 52 km www.museotecnologicamente.it Tel: 0125/1961160 e-mail: scuole@museotecnologicamente.

TECNOLOGIC@MENTE LABORATORIO-MUSEO SCHEDA TECNICA. 52 km www.museotecnologicamente.it Tel: 0125/1961160 e-mail: scuole@museotecnologicamente. LABORATORIO-MUSEO TECNOLOGIC@MENTE Tecnologic@mente, coordinato e gestito dalla Fondazione Natale Capellaro, in questi anni ha svolto un importante e fondamentale lavoro volto per la conservazione e, soprattutto,

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

# $$ &&$ $! " # $ %!& ' ( ) $ $ ) $ *

# $$ &&$ $!  # $ %!& ' ( ) $ $ ) $ * !" # $$ % &&$ $! " # $ %!& ' ( ) $ $ ) $ * Assessorato alla Cultura, Patrimonio linguistico e minoranze linguistiche, Politiche giovanili, Museo Regionale di Scienze naturali Ferie di Augusto Festival

Dettagli

www.fondazionecrt.it

www.fondazionecrt.it www.fondazionecrt.it Che cos è la Fondazione CRT La Fondazione CRT prende forma nel 1991 dalla Cassa di Risparmio di Torino, da cui eredita la missione filantropica e il nome: nasce infatti nel contesto

Dettagli

Liceo Scientifico. Diploma di Liceo Scientifico Opzione Scienze applicate

Liceo Scientifico. Diploma di Liceo Scientifico Opzione Scienze applicate Liceo Scientifico Sezione A. Maserati Diploma di Liceo Scientifico Opzione Scienze applicate Cos è il Liceo Scientifico delle Scienze Applicate La recente riforma della scuola secondaria ha ripreso la

Dettagli

Mamma mia che caldo che fa!

Mamma mia che caldo che fa! Mamma mia che caldo che fa! Tutti gli individui devono essere coscienti del loro impatto, avere accesso ad una precisa informazione, capacità e mezzi per prendere decisioni ambientalmente sane ed avere

Dettagli

COMPETENZE SPECIFICHE

COMPETENZE SPECIFICHE COMPETENZE IN SCIENZE DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: SCIENZE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI DALLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO 2012. SCIENZE TRAGUARDI ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

Dettagli

AGOSTO 2015 SABATO 8 AGOSTO. ore 14.00 18.00. @ 14.30: visita guidata alla scoperta del Parco. Attività per tutti

AGOSTO 2015 SABATO 8 AGOSTO. ore 14.00 18.00. @ 14.30: visita guidata alla scoperta del Parco. Attività per tutti AGOSTO 2015 I N G R E S S O G R A T U I T O SABATO 8 AGOSTO @ 16.30: A come acqua. SABATO 1 AGOSTO @ 16.30: Caccia al tesoro nel Parco. DOMENICA 9 AGOSTO @ 16.30: Esperimenti magici. DOMENICA 2 AGOSTO

Dettagli

Art. 18 - NUMERO DEGLI ELIGENDI (allegato n 1 del Decreto di Indizione delle Elezioni) GRANDI ORGANI

Art. 18 - NUMERO DEGLI ELIGENDI (allegato n 1 del Decreto di Indizione delle Elezioni) GRANDI ORGANI Art. 18 - NUMERO DEGLI ELIGENDI (allegato n 1 del Decreto di Indizione delle Elezioni) GRANDI ORGANI NUMERO POSTI PREFE RENZE TOTALE STUDENTI SENATO ACCADEMICO: GRUPPO 1: GIURISPRUDENZA. SCIENZE POLITICHE,

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale A. Rossi - Vicenza

Istituto Tecnico Industriale A. Rossi - Vicenza Istituto Tecnico Industriale A. Rossi - Vicenza AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2014/2015 Funzioni strumentali Salute e benessere della persona TOSSICODIPENDENZE E INCIDENTI STRADALI PREVENZIONE

Dettagli

Anno scolastico 2013-2014

Anno scolastico 2013-2014 OFFERTA DIDATTICA SCUOLE Anno scolastico 2013-2014 TECHNOTOWN offre al mondo della scuola - percorsi tematici della durata complessiva di circa 1 ora e 20 minuti, mirati alla scuola Primaria (classi III-V

Dettagli

LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO. Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.)

LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO. Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.) LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.) Chi siamo? È questa la tua scuola? La nostra scuola c è dal 1870. Prima come Istituto Magistrale, poi

Dettagli

TRIESTE CITTÀ DELLA CONOSCENZA PIAZZA UNITÀ D ITALIA Da venerdì 26 a domenica 28 settembre GAZEBO UNIVERSITÀ DI TRIESTE!

TRIESTE CITTÀ DELLA CONOSCENZA PIAZZA UNITÀ D ITALIA Da venerdì 26 a domenica 28 settembre GAZEBO UNIVERSITÀ DI TRIESTE! TRIESTE CITTÀ DELLA CONOSCENZA PIAZZA UNITÀ D ITALIA Da venerdì 26 a domenica 28 settembre GAZEBO UNIVERSITÀ DI TRIESTE Orari di apertura: Venerdì 26 settembre, ore 9.00-22.00 Sabato 27 settembre, ore

Dettagli

rassicurane presenza della mamma o del papà.

rassicurane presenza della mamma o del papà. SCUOLA NUOTO La nostra scuola nuoto si avvale di un ambientamento graduale grazie alle due vasche con una temperatura di 32 C e con un altezza dell acqua differente. Questo permette al bambino di crescere

Dettagli

CENTRI RICREATIVI ESTIVI DAL 1 AL 31 LUGLIO 2009

CENTRI RICREATIVI ESTIVI DAL 1 AL 31 LUGLIO 2009 CENTRI RICREATIVI ESTIVI DAL 1 AL 31 LUGLIO 2009 I Centri Ricreativi Estivi SPORT ESTATE 2009 si svolgeranno presso le nuove scuole medie di Saonara e le scuole elementari di Villatora. DESTINATARI: Tutti

Dettagli

DA SPETTATORI A DIVULGATORI:

DA SPETTATORI A DIVULGATORI: Comunicare Fisica 07 Trieste, 1-5 ottobre 2007 DA SPETTATORI A DIVULGATORI: un corso di comunicazione scientifica in un liceo torinese Michela Chiosso I.N.F.N Torino e Università di Torino Alessandro Bee

Dettagli

EVENTI & SCIENZA. www.pleiadi.net. Scoprire il mondo divertendosi!

EVENTI & SCIENZA. www.pleiadi.net. Scoprire il mondo divertendosi! Planetario digitale. Mostre interattive. Mostre Fotografiche. Science show. Conferenze e aperitivi scientifici. Laboratori per la Scuola. Animazione scientifica. Letture interattive. EVENTI & SCIENZA Scoprire

Dettagli

MUSEOESTATE 2006 Un cocktail scientifico di attività fino al 10 settembre

MUSEOESTATE 2006 Un cocktail scientifico di attività fino al 10 settembre MUSEOESTATE 2006 Un cocktail scientifico di attività fino al 10 settembre DA MARTEDÌ A VENERDÌ salire a bordo del sottomarino Toti è ancora più irresistibile OGNI SABATO E DOMENICA oltre 40 attività per

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

per passare insieme e in sicurezza un esperienza estiva piena di...natura, SCOPERTE, scienze, sport e AVVENTURA!!!

per passare insieme e in sicurezza un esperienza estiva piena di...natura, SCOPERTE, scienze, sport e AVVENTURA!!! 10 giugno al 02 agosto 26 al 30 agosto 02 al 06 settembre 10 turni di centro estivo diurno per ragazze e ragazzi dai 9 ai 13 anni per passare insieme e in sicurezza un esperienza estiva piena di...natura,

Dettagli

Immagine con sfondo bianco piccola

Immagine con sfondo bianco piccola Immagine con sfondo bianco piccola SGULP IN FIERA L'unica fiera per bambini dai 3 agli 11 anni, scuole e famiglie, con un giornale dedicato presente su 8 province e con 120.000 copie a settimana! Sgulp

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA I.C. A. MUSCO - CATANIA

SCUOLA DELL INFANZIA I.C. A. MUSCO - CATANIA SCUOLA DELL INFANZIA I.C. A. MUSCO - CATANIA PROGETTO RETETNA Anno Scolastico 2008/09-2009/10 Laboratorio di educazione scientifica suddiviso nei seguenti quattro percorsi: Trasformazioni Luce, colore,

Dettagli

Esplorare una cellula

Esplorare una cellula Mare e Onde I ragazzi apprenderanno nozioni su il mare e i suoi movimenti. Il Laboratorio è formato da un esperimento principale, da una serie di esperimenti collaterali e da supporti didattici: ESPERIMENTO

Dettagli

liceo scienze applicate

liceo scienze applicate imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein liceo scienze applicate liceo scientifico SCIENZE APPLICATE LICEO SCIENTIFICO, PERCHè L ISTITUTO SOBRERO RAPPRESENTA UN POLO FORMATIVO

Dettagli

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini 20 15 16 Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti per i bambini Gentili Insegnanti, per la seconda volta il nostro programma si presenta in una veste grafica snella e

Dettagli

CLIMA PER SCUOLE. 20 21 22 23 febbraio SCUOLE E FAMIGLIE

CLIMA PER SCUOLE. 20 21 22 23 febbraio SCUOLE E FAMIGLIE Trentino Clima 2008 dedica alle scuole e alle famiglie numerose attività ludico-didattiche a ingresso libero. Tutte le attività si svolgono al Museo Tridentino di Scienze Naturali a Trento, in via Calepina

Dettagli

I nostri impegni per l ambiente

I nostri impegni per l ambiente I nostri impegni per l ambiente Il Sole e la Luna ha scelto di impegnarsi quotidianamente per l ambiente, puntando sull eccellenza ambientale del marchio Ecolabel europeo per ridurre gli impatti generati

Dettagli

La Biennale 2015. A Genova, dal 5 al 7 giugno 2015. Cos è la Biennale della Prossimità. Chi partecipa alla Biennale della Prossimità

La Biennale 2015. A Genova, dal 5 al 7 giugno 2015. Cos è la Biennale della Prossimità. Chi partecipa alla Biennale della Prossimità La Biennale 2015 Cos è la Biennale della Prossimità La Biennale della Prossimità si svolgerà a Genova dal 5 al 7 giugno 2015. È un appuntamento nazionale dedicato interamente alle comunità locali, alle

Dettagli

Laboratorio teatrale Piero Gabrielli Roma M.I. Sarti, L. Bertoletti e R. Gandini. TERRA INCOGNITA il teatro esplora l autismo

Laboratorio teatrale Piero Gabrielli Roma M.I. Sarti, L. Bertoletti e R. Gandini. TERRA INCOGNITA il teatro esplora l autismo Laboratorio teatrale Piero Gabrielli Roma M.I. Sarti, L. Bertoletti e R. Gandini TERRA INCOGNITA il teatro esplora l autismo 1 https://www.youtube.com/watch?v=cxa13kh3 jpu&spfreload=10 LINK DEL PROMO GIOCHI

Dettagli

Intervento di Emanuela Properzj Responsabile Relazioni Esterne AIRC

Intervento di Emanuela Properzj Responsabile Relazioni Esterne AIRC Roma 4 marzo 2009 Le scienze della vita nel giornalismo e nei rapporti politico-istituzionali La comunicazione della scienza come informazione alla collettività e strumento di raccolta fondi. Il caso di

Dettagli

Dati ed Informazione

Dati ed Informazione Fondamenti dell Informatica A.A. 2001-2002 Dati ed Informazione Prof. Vincenzo Auletta 1 Fondamenti dell Informatica A.A. 2001-2002 Informatica? = Trattamento automatico delle informazioni Informatica

Dettagli

OFFERTA DIDATTICA DEL MUSEO DI ZOOLOGIA Anno scolastico 2013/2014

OFFERTA DIDATTICA DEL MUSEO DI ZOOLOGIA Anno scolastico 2013/2014 OFFERTA DIDATTICA DEL MUSEO DI ZOOLOGIA Anno scolastico 2013/2014 Il Museo di Zoologia dell Università di Padova conserva le collezioni storiche del Dipartimento di Biologia, esponendo i reperti di maggior

Dettagli

COMUNE DI PALERMO AREA DELLA SCUOLA. Via Notarbartolo 21/A

COMUNE DI PALERMO AREA DELLA SCUOLA. Via Notarbartolo 21/A COMUNE DI PALERMO AREA DELLA SCUOLA Via Notarbartolo 21/A Dopo aver festeggiato i vent anni, il progetto di adozione della città, partendo dalla consapevolezza di abbracciare, con la sua forza educativa,

Dettagli

PARAFUTUTURE EDIZIONE 2015 ATTIVITA PER LE SCUOLE. paratissima.it PARATISSIMA 11 4-8 NOVEMBRE 2015 TORINO ESPOSIZONI

PARAFUTUTURE EDIZIONE 2015 ATTIVITA PER LE SCUOLE. paratissima.it PARATISSIMA 11 4-8 NOVEMBRE 2015 TORINO ESPOSIZONI PARAFUTUTURE EDIZIONE 2015 ATTIVITA PER LE SCUOLE PARATISSIMA 11 4-8 NOVEMBRE 2015 TORINO ESPOSIZONI paratissima.it Dopo la partecipazione di oltre 10 istituti e di circa 1.300 bambini all edizione sperimentale

Dettagli

Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino

Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino Circ. Reg. n. 132 Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino dirreg@scuole.piemonte.it Prot. n 5912/P Torino, 28/8/2002

Dettagli

Ascolta e comprende testi orali "diretti" o "trasmessi" dai media cogliendone il senso, le informazioni principali e lo scopo.

Ascolta e comprende testi orali diretti o trasmessi dai media cogliendone il senso, le informazioni principali e lo scopo. Classe seconda scuola primaria G.Giacosa Caluso Insegnanti: Actis Oreglia Luigina, Praolini Cristiana Tematiche trasversali ( didattica per competenze-competenze digitali) Progetto didattico secondo il

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

XV Settimana Nazionale dell'astronomia. «Gli studenti fanno vedere le stelle» 7-14 aprile 2014

XV Settimana Nazionale dell'astronomia. «Gli studenti fanno vedere le stelle» 7-14 aprile 2014 LO XV Settimana Nazionale dell'astronomia «Gli studenti fanno vedere le stelle» 7-14 aprile 2014 La Società Astronomica Italiana (SAIt), in collaborazione con il Ministero dell Istruzione, dell Università

Dettagli

Fondazione Meta Relazione al 30 settembre 2011

Fondazione Meta Relazione al 30 settembre 2011 Fondazione Meta Relazione al 30 settembre 2011 Il presente documento ha lo scopo di illustrare l andamento della gestione della Fondazione nel primo periodo di effettiva attività di Meta, fino alla data

Dettagli

MOA.TODAY. Interattività per menti curiose

MOA.TODAY. Interattività per menti curiose Interattività per menti curiose About Us Dove siamo Metodologia Servizi Space sharing Progetti 2 ABOUT US Design interattivo per menti curiose Siamo creatori appassionati dell arte multimediale, di idee

Dettagli

L ACQUARIO DI BOLSENA, offre ad adulti e ragazzi una grande quantità di attività:

L ACQUARIO DI BOLSENA, offre ad adulti e ragazzi una grande quantità di attività: L ACQUARIO DI BOLSENA, offre ad adulti e ragazzi una grande quantità di attività: visite guidate, laboratori didattici, filmati, conferenze, convegni, mostre, eventi artistici, ma anche: soggiorni per

Dettagli

Comunicazione Musicale

Comunicazione Musicale ALTA SCUOLA IN MEDIA COMUNICAZIONE E SPETTACOLO Facoltà di Lettere e Filosofia Master Universitario di primo livello Comunicazione Musicale XV edizione Milano, novembre 2015 - ottobre 2016 Master 2015-2016

Dettagli

PROGETTO LET S PLAY AND TALK

PROGETTO LET S PLAY AND TALK PROGETTO LET S PLAY AND TALK FINALITA Il progetto Let s play and talk riguarda tutti i plessi di scuola primaria. Esso intende avvicinare gli alunni alla comprensione ed all uso della lingua straniera

Dettagli

BRAIN WELLNESS SPECIAL NEEDS ADVISORY SPORT PEAK PERFORMANCE

BRAIN WELLNESS SPECIAL NEEDS ADVISORY SPORT PEAK PERFORMANCE BRAIN WELLNESS SPECIAL NEEDS ADVISORY SPORT PEAK PERFORMANCE Gestire le risorse cognitive per ottimizzare i risultati Il meccanismo neuroscientifico di base che supporta l allenamento mentale è la plasticità

Dettagli

Liceo Russell. Investire in cultura conviene. Liceo Bertrand Russell Via IV Novembre 35 Cles (Tn)

Liceo Russell. Investire in cultura conviene. Liceo Bertrand Russell Via IV Novembre 35 Cles (Tn) Liceo Russell. Investire in cultura conviene Liceo Bertrand Russell Via IV Novembre 35 Cles (Tn) Il profilo e l identità culturale del liceo contemporaneo rispondono alle esigenze di un presente sempre

Dettagli

IN CLASSE CON IL POLITECNICO DI MILANO LEZIONI DI INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE

IN CLASSE CON IL POLITECNICO DI MILANO LEZIONI DI INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE IN CLASSE CON IL POLITECNICO DI MILANO LEZIONI DI INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE Presentazione della Scuola di Ingegneria dell Informazione La Scuola di Ingegneria dell Informazione coordina i corsi di Laurea

Dettagli

PRESENTAZIONE. * Laboratori di aggiornamento per insegnanti: Comunicazione verbale e non verbale Dizione Lettura espressiva Narrazione della fiaba

PRESENTAZIONE. * Laboratori di aggiornamento per insegnanti: Comunicazione verbale e non verbale Dizione Lettura espressiva Narrazione della fiaba PRESENTAZIONE Le Acque compagnia teatrale, che svolge dal 1996 la propria attività in ambito artistico, formativo, scolastico e sociale, presenta dei progetti teatrali-educativi per la Scuola Primaria.

Dettagli

Servizi Promozionali Chi Siamo?

Servizi Promozionali Chi Siamo? Servizi Promozionali Chi Siamo? Materiali Musicali nasce nel 1997 a Faenza (RA) e la sua attività si svolge prevalentemente nel settore della valorizzazione e promozione dei giovani talenti musicali del

Dettagli

L INTEGRAZIONE TRA TERRITORIO E CULTURA: IL CASO «HAPPY MUSEUM»

L INTEGRAZIONE TRA TERRITORIO E CULTURA: IL CASO «HAPPY MUSEUM» L INTEGRAZIONE TRA TERRITORIO E CULTURA: IL CASO «HAPPY MUSEUM» Dott.ssa Sara Grufi 1 INTRODUZIONE AL «MARKETING MUSEALE» Constatazione dei limiti delle politiche di management adottate dalle realtà museali.

Dettagli

Scienze. Facoltà di. Via Brecce Bianche Monte Dago 60100 Ancona Tel. 071/2204512

Scienze. Facoltà di. Via Brecce Bianche Monte Dago 60100 Ancona Tel. 071/2204512 Via Brecce Bianche Monte Dago 60100 Ancona Tel. 071/2204512 Facoltà di Scienze Corsi di Laurea Triennale in: SCIENZE BIOLOGICHE SCIENZE DEL CONTROLLO AMBIENTALE E DELLA PROTEZIONE CIVILE Corsi di Laurea

Dettagli

Tutti i colori dell A. rpa. Percorsi didattici. tra musica, arte e natura.

Tutti i colori dell A. rpa. Percorsi didattici. tra musica, arte e natura. Tutti i colori dell A Percorsi didattici rpa tra musica, arte e natura. L arpa è uno strumento affascinante e misterioso, in cui musica, arte ed artigianato si legano in modo indissolubile fin dai tempi

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo adolescenti

Livello CILS A2 Modulo adolescenti Livello CILS A2 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Collaboriamo insieme per una visione comune

Collaboriamo insieme per una visione comune Collaboriamo insieme per una visione comune OTTOBRE 2015 Servizio Progetti Speciali e Politiche per l Innovazione Comune di Savona Resp. Geom. ENNIO ROSSI AVVIO DI UN PERCORSO NUOVO Cosa si intende per

Dettagli

Istituto Comprensivo G. GALILEI Tradate Varese PROGRAMMAZIONE ANNUALE TECNOLOGIA

Istituto Comprensivo G. GALILEI Tradate Varese PROGRAMMAZIONE ANNUALE TECNOLOGIA Istituto Comprensivo G. GALILEI Tradate Varese PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI TECNOLOGIA a.s.2011/12 Classi I - II - III PREMESSA La tecnologia da un lato studia e progetta i dispositivi, le macchine e gli

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU31 04/08/2011

REGIONE PIEMONTE BU31 04/08/2011 REGIONE PIEMONTE BU31 04/08/2011 Codice DB1500 D.D. 6 giugno 2011, n. 343 Determinazione n. 96 del 2/03/2011. Integrazione e approvazione progetto sperimentale di sensibilizzazione degli studenti piemontesi

Dettagli

SOLIDARIETA. Alcune delle attività alle quali la nostra scuola aderisce da anni sono:

SOLIDARIETA. Alcune delle attività alle quali la nostra scuola aderisce da anni sono: SOLIDARIETA La nostra scuola pone come elemento fondante della sua azione formativa lo sviluppo di condizioni di esercizio attivo del diritto-dovere di cittadinanza, coinvolgendo, in questo, tutte le componenti

Dettagli

INGEGNERIA DELL AUTOVEICOLO. Mariella Corbani Giuliano Cozzari Raffaella Fiora Mario Vianello

INGEGNERIA DELL AUTOVEICOLO. Mariella Corbani Giuliano Cozzari Raffaella Fiora Mario Vianello Mariella Corbani Giuliano Cozzari Raffaella Fiora Mario Vianello 1 INGEGNERIA POLITECNICO DELL AUTOVEICOLO DI TORINO POLITECNICO DI TORINO 4 FACOLTÀ DI INGEGNERIA 2 FACOLTÀ DI ARCHITETTURA 1 a FACOLTÀ

Dettagli

PUBBLICITÁ PROGRESSO Il sinonimo di pubblicità sociale.

PUBBLICITÁ PROGRESSO Il sinonimo di pubblicità sociale. 1 PUBBLICITÁ PROGRESSO Il sinonimo di pubblicità sociale. 4 1 CHI È PUBBLICITÁ PROGRESSO La Fondazione Pubblicità Progresso è un organismo istituzionale senza fini di lucro. Il suo scopo è di contribuire

Dettagli

La prima edizione di MEETmeTONIGHT si è svolta nel 2012.

La prima edizione di MEETmeTONIGHT si è svolta nel 2012. COS E MEETmeTONIGHT >< MEETmeTONIGHT è la Notte dei Ricercatori in Lombardia, nasce all interno dell iniziativa Researchers Night promossa dalla Commissione Europea, che coinvolge ogni anno ricercatori

Dettagli

PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA a.s.2010/2011

PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA a.s.2010/2011 ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE (COMMERCIALE - GEOMETRI - PERITI AGRARI - PERITI AZ.LI CORR.LINGUE ESTERE PERITI INDUSTRIALI) J. F. KENNEDY 35043 MONSELICE (PD) - Via A. De Gasperi, 20 tel. 0429/73270

Dettagli

Un Treno chiamato Verde

Un Treno chiamato Verde 2 Un Treno chiamato Verde IL TRENO VERDE NON CONOSCE CAPOLINEA E QUEST ANNO ARRIVA ALLA SUA DICIANNOVESIMA EDIZIONE. Il Treno Verde è la storica campagna itinerante di Legambiente e Ferrovie dello Stato

Dettagli

Materiali: business kit, fornito da IGS, contenente le linee guida per la creazione del laboratorio d impresa

Materiali: business kit, fornito da IGS, contenente le linee guida per la creazione del laboratorio d impresa Destinatari: studenti degli istituti superiori del terzo, quarto e quinto anno: protagonisti indiscussi del programma che, grazie al confronto con il Trainer IGS, saranno guidati nella realizzazione e

Dettagli

Curricolo Scuola Infanzia

Curricolo Scuola Infanzia Curricolo Scuola Infanzia CHIAVE COMPETENZA SOCIALE E CIVICA Riconosce ed esprime le proprie emozioni, è consapevole di desideri e paure, avverte gli stati d animo propri e altrui. Acquisire consapevolezza

Dettagli

La sostenibilità nel trasporto pubblico locale: l esperienza del Gruppo Torinese Trasporti

La sostenibilità nel trasporto pubblico locale: l esperienza del Gruppo Torinese Trasporti La sostenibilità nel trasporto pubblico locale: l esperienza del Gruppo Torinese Trasporti 1 Tommaso Panero Amministratore Delegato GTT spa Convegno: OBIETTIVO SOSTENIBILITA : Design e Logistica a confronto

Dettagli

Formula E, impegno del gruppo Michelin

Formula E, impegno del gruppo Michelin 13/2014, aprile 2014 Comunicato Stampa Formula E, impegno del gruppo Michelin Michelin, in prima linea nel campo della mobilità sostenibile, considera la partnership con la Formula E l espressione del

Dettagli

Casa delle Farfalle & Co.

Casa delle Farfalle & Co. Foto Giulia Maioli Casa delle Farfalle & Co. Il fantastico mondo dei piccoli via Jelenia Gora 6/D 48015 Milano Marittima (RA) tel 0544 995671 fax 0544 082810 e-mail: casadellefarfalle@atlantide.net web:

Dettagli

PIANO DELLA COMUNICAZIONE ANNO 2014

PIANO DELLA COMUNICAZIONE ANNO 2014 PIANO DELLA COMUNICAZIONE ANNO 2014 Legge n.150/2000 D.P.R. 21-9-2001 n. 422 Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 19 del 25/02/2014 1/9 PREMESSA L'evoluzione che caratterizza l'attuale scenario

Dettagli

SCHEDA PROGETTO ALLEGATO A

SCHEDA PROGETTO ALLEGATO A SCHEDA PROGETTO ALLEGATO A DENOMINAZIONE PROGETTO Educazione al Consumo Consapevole progetto per la realizzazione di un programma di educazione al consumo consapevole per le scuole di istruzione primaria

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SEZIONE 4 ANNI BLU

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SEZIONE 4 ANNI BLU Istituto Comprensivo di Soliera Scuola dell infanzia Muratori Anno scolastico 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SEZIONE 4 ANNI BLU Insegnanti: Reggiani Simona, Drago Maria Concetta, Ciambellini

Dettagli

Premessa: Descrizione del progetto:

Premessa: Descrizione del progetto: I MEDIATORI DELLA CULTURA PROGETTO DI UNA BANCA DEL TEMPO PER LA FORMAZIONE DI GIOVANI MEDIATORI CHE SI IMPEGNINO PER INCREMENTARE E DIVERSIFICARE LA FRUIZIONE DELL OFFERTA CULTURALE TORINESE, FINALIZZATA

Dettagli

Obiettivogalassie! Premessa per i docenti

Obiettivogalassie! Premessa per i docenti Obiettivo Obiettivogalassie! galassie! Laboratorio Laboratorioper perlalascuola scuolasecondaria secondariadidisecondo secondogrado grado Premessa per i docenti L'intento con cui è stato preparato questo

Dettagli

MUSEIALTOVICENTINO per la

MUSEIALTOVICENTINO per la Città di Valdagno Assessorato alle Politiche Culturali Museo Museo Civico D. Dal Lago Civico Palazzo Festari - Corso Italia, 63-36078 Valdagno (VI) MUSEIALTOVICENTINO per la Orario di apertura: sabato

Dettagli

WE LIVE SPACE CENTRO POLIFUNZIONALE DELLA COMUNICAZIONE

WE LIVE SPACE CENTRO POLIFUNZIONALE DELLA COMUNICAZIONE per imparare occorre toccare con mano WE LIVE SPACE CENTRO POLIFUNZIONALE PER LA COMUNICAZIONE CORSI DI AVVICINAMENTO PROFESSIONALE PER OPERATORI DELLA COMUNICAZIONE e del made in italy 2011-2012 We Live

Dettagli

LA SCUOLA IN CAMERA CAMERA - CENTRO ITALIANO PER LA FOTOGRAFIA PROGRAMMA DIDATTICO PER LE SCUOLE a.s. 2015-16

LA SCUOLA IN CAMERA CAMERA - CENTRO ITALIANO PER LA FOTOGRAFIA PROGRAMMA DIDATTICO PER LE SCUOLE a.s. 2015-16 LA SCUOLA IN CAMERA CAMERA - CENTRO ITALIANO PER LA FOTOGRAFIA PROGRAMMA DIDATTICO PER LE SCUOLE a.s. 2015-16 Camera - Centro Italiano per la Fotografia apre al pubblico nell autunno del 2015, istituendo

Dettagli

Scuole in azienda I documenti dell esperienza Concorso nazionale Decima edizione

Scuole in azienda I documenti dell esperienza Concorso nazionale Decima edizione Scuole in azienda I documenti dell esperienza Concorso nazionale Decima edizione Udine / Maggio 2015 Fabbricando 2014/2015 Scuole in azienda I documenti dell esperienza Decima edizione con l Adesione del

Dettagli

PIANO DI GESTIONE DEL SIC IT20B0012 COMPLESSO MORENICO DI CASTELLARO LAGUSELLO

PIANO DI GESTIONE DEL SIC IT20B0012 COMPLESSO MORENICO DI CASTELLARO LAGUSELLO PIANO DI GESTIONE DEL SIC IT20B0012 COMPLESSO MORENICO DI CASTELLARO LAGUSELLO progettazione coordinamento Dott. For. Paolo Rigoni StudioSilva S.r.l. sede legale: via Mazzini 9/2-40137 Bologna Tel. 051

Dettagli

Titolo del progetto: LIGHT SCHOOL. Anno scolastico: 2014/2015. Progetto proposto in collaborazione. Tra

Titolo del progetto: LIGHT SCHOOL. Anno scolastico: 2014/2015. Progetto proposto in collaborazione. Tra Titolo del progetto: LIGHT SCHOOL Anno scolastico: 2014/2015 Progetto proposto in collaborazione Tra Ufficio Comunicazione dell Area di Ricerca di Roma 2 Tor Vergata - Consiglio Nazionale delle Ricerche

Dettagli

Storia Geografia* Cittadinanza e Costituzione

Storia Geografia* Cittadinanza e Costituzione ISTITUTO ALLE STIMATE VERONA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Secondaria di primo grado 1. QUADRO ORARIO SETTIMANALE A seguito delle ultime indicazioni ministeriali, l insegnamento di Lettere (che comprende

Dettagli

Geographic Information Systems 2000 s.n.c. I Sistemi Informativi Territoriali

Geographic Information Systems 2000 s.n.c. I Sistemi Informativi Territoriali I Sistemi Informativi Territoriali I Sistemi Informativi territoriali Cosa sono i SIT? I SIT, ovvero Sistemi Informativi Territoriali, acronimo italiano di GIS (Geographic Information Systems), sono degli

Dettagli

Il programma completo della manifestazione è visibile e costantemente aggiornato sul sito web dell Università di Parma. www.unipr.it/ope.

Il programma completo della manifestazione è visibile e costantemente aggiornato sul sito web dell Università di Parma. www.unipr.it/ope. MUOVERSI L Università mette a disposizione un bus-navetta gratuito ( sulla mappa) che parte dalla stazione ferroviaria (davanti alla biglietteria della TEP) alle ore 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17 e

Dettagli

Going to Expo: l innovazione made in Sicily arriva ad Expo Milano

Going to Expo: l innovazione made in Sicily arriva ad Expo Milano Going to Expo: l innovazione made in Sicily arriva ad Expo Milano Dal 27 al 30 settembre un programma fitto di eventi in Piazzetta Sicilia, tra tecnologia, cibo, start up e presentazioni di libri IL PROGRAMMA

Dettagli

C era una volta un Castellazzo

C era una volta un Castellazzo VILLA ARCONATI PER LE SCUOLE... DELL INFANZIA C era una volta un Castellazzo Una favola animata in cui tutto sarà possibile: fantasia e realtà per una storia d'altri tempi! Attività guidata da un operatore

Dettagli

La memoria delle terre alte. a colloquio con. Aldo Audisio. http://www.museomontagna.org/it/home/index.php

La memoria delle terre alte. a colloquio con. Aldo Audisio. http://www.museomontagna.org/it/home/index.php FOCUS ORIZZONTI La memoria delle terre alte Museo della montagna Duca degli Abruzzi Torino: il più importante del mondo a colloquio con Aldo Audisio http://www.museomontagna.org/it/home/index.php Il Museo

Dettagli

Istituto Tecnico Statale Michelangelo Buonarroti

Istituto Tecnico Statale Michelangelo Buonarroti Istituto Tecnico Statale Michelangelo Buonarroti Settore Tecnologico- indirizzi : Costruzioni ambiente territorio - Sirio serale Costruzioni ambiente territorio articolazione Geotecnico Chimica, Materiali

Dettagli

Storytelling. T- Story NEWSLETTER. Giugno. Obiettivi del progetto

Storytelling. T- Story NEWSLETTER. Giugno. Obiettivi del progetto T- Story NEWSLETTER June Edition N. 1 Newsletter ufficiale del progetto europeo T-Story Storytelling applicato all educazione, sostenuto dal programma Key Activity 3 Tecnologie di Informazione e Comunicazione,

Dettagli

VACANZE STUDIO ITALIA MARINA DI ASCEA -SAPARCO NAZIONALE DEL CILENTO E DEL VALLO DI DIANO VILLAGGIO OLIMPIA

VACANZE STUDIO ITALIA MARINA DI ASCEA -SAPARCO NAZIONALE DEL CILENTO E DEL VALLO DI DIANO VILLAGGIO OLIMPIA INPDAP e I SOGGIORNI STUDIO 20 anni di Soggiorni Studio, tante generazioni di giovani che grazie all Istituto hanno avuto modo di confrontarsi con una esperienza all estero, dando loro una visione più

Dettagli

FIRST LEGO LEAGUE ITALIA

FIRST LEGO LEAGUE ITALIA FIRST LEGO LEAGUE ITALIA 3 CONCORSO INTERNAZIONALE di SCIENZA e ROBOTICA QUALIFICAZIONE INTERREGIONALE PER IL CENTRO ITALIA I.T.T.S. FEDI-FERMI Pistoia 21 febbraio 2015 BREVE PROFILO DEI GIURATI E CAPO-ARBITRI

Dettagli

Indice. In pillole. Bergamo protagonista. Storia. Proposta artistica. Una città da vivere. Network. Expo 2015. La musica per la SLA.

Indice. In pillole. Bergamo protagonista. Storia. Proposta artistica. Una città da vivere. Network. Expo 2015. La musica per la SLA. Indice In pillole Bergamo protagonista Storia Proposta artistica Una città da vivere Network Expo 2015 La musica per la SLA I plus Piano di comunicazione Contatti 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 2 In pillole

Dettagli

Il Progetto di orientamento in uscita, realizzato nel corso dell A.S. 2014-15 e rivolto

Il Progetto di orientamento in uscita, realizzato nel corso dell A.S. 2014-15 e rivolto Pag. 1 di 6 Al Dirigente scolastico Al Collegio dei docenti PROGETTO ORIENTAMENTO IN USCITA Docente responsabile: prof.ssa Nicoletta De Caro Relazione finale Il Progetto di orientamento in uscita, realizzato

Dettagli

Corso di Laurea di I livello (DM 270) in INFORMATICA (classe L-31, DM 47 - DM 1059) A.A. 2014/2015 Per gli studenti non a tempo pieno Attivato il I

Corso di Laurea di I livello (DM 270) in INFORMATICA (classe L-31, DM 47 - DM 1059) A.A. 2014/2015 Per gli studenti non a tempo pieno Attivato il I Corso di Laurea di I livello (DM 270) in INFORMATICA (classe L-31, DM 47 - DM 1059) Attivato il I anno I Anno - I Semestre S. S.D. CFU Matematica I MAT/05 9 Programmazione I e Laboratorio di Programmazione

Dettagli

Meravigliarsi di tutto. è il primo passo della ragione verso la scoperta

Meravigliarsi di tutto. è il primo passo della ragione verso la scoperta Meravigliarsi di tutto è il primo passo della ragione verso la scoperta L. P a s t e u r L I C E O S C I E N T I F I C O TA L I S I O T I R I N N A N Z I O r i g i n e Il liceo scientifico è nato nell

Dettagli

Le risposte alle domande più frequenti Analisi e Gestione dei Fenomeni Sociali, Organizzativi e Territoriali 1. Si trova facilmente lavoro?

Le risposte alle domande più frequenti Analisi e Gestione dei Fenomeni Sociali, Organizzativi e Territoriali 1. Si trova facilmente lavoro? Le risposte alle domande più frequenti sul Corso di Laurea triennale in Analisi e Gestione dei Fenomeni Sociali, Organizzativi e Territoriali Facoltà di Scienze Politiche Università del Piemonte Orientale,

Dettagli

ENERGIADI 2015-2016 Regolamento

ENERGIADI 2015-2016 Regolamento ENERGIADI 2015-2016 Regolamento 1. SOGGETTO PROMOTORE Associazione di Promozione Sociale SOCIAL ICE Via Albertinelli 6, Milano - C.F 97559880154 2. OBIETTIVI DELL INIZIATIVA Le Energiadi sono la prima

Dettagli

LVII Congresso SAIt- Bologna, 7-10 maggio 2013. Laura Daricello, INAF - Osservatorio Astronomico di Palermo

LVII Congresso SAIt- Bologna, 7-10 maggio 2013. Laura Daricello, INAF - Osservatorio Astronomico di Palermo ATTIVITÀ DIVULGATIVE INAF SU SCALA NAZIONALE: ANALISI E PROPOSTE DISVILUPPO ALL INTERNO DI UN PROGRAMMA ORGANICO LVII Congresso SAIt- Bologna, 7-10 maggio 2013 ATTIVITÀ DIVULGATIVE INAF SU SCALA NAZIONALE:

Dettagli

Nonantola. Bomporto. Ravarino. Bastiglia

Nonantola. Bomporto. Ravarino. Bastiglia Nonantola Bomporto Ravarino Bastiglia Ciao ragazzi mi presento, sono Piedibus hei! c è ancora qualcuno che non ha sentito parlare di me? Impossibile oramai sono famoso anche a Bastiglia come a Milano,

Dettagli