Progetto Performance PA QUESTIONARIO SULLA GESTIONE DEL RANDAGISMO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto Performance PA QUESTIONARIO SULLA GESTIONE DEL RANDAGISMO"

Transcript

1 Progetto Performance PA QUESTIONARIO SULLA GESTIONE DEL RANDAGISMO Dicembre 2014

2 1. DATI IDENTIFICATIVI (nel Comune è presente un Ufficio/Servizio dedicato alla tutela degli animali e/o alla lotta al randagismo? SI NO ) a. Comune:... b. Persona di riferimento:... c. Numero di telefono:... d. Indirizzo RITIENE CHE LA GESTIONE DEL RANDAGISMO NEL SUO COMUNE RAPPRESENTI ATTUALMENTE UN PROBLEMA? Barri la casella corrispondente considerando che 1 = per nulla; 5: moltissimo a) Per le casse comunali b) Per la sicurezza della popolazione c) Per il decoro urbano QUALI DEI SEGUENTI STRUMENTI ADOTTATE PER IL RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI-GATTI RANDAGI? Barri la casella corrispondente. Sono possibili più risposte. a) Canile di proprietà comunale gestito direttamente... Numero di cani attualmente custoditi presso il canile di proprietà comunale gestito direttamente:... b) Canile di proprietà comunale affidato in comodato a terzi... Nome del soggetto affidatario:... Durata complessiva (in mesi) dell affidamento:... Numero di cani attualmente custoditi presso il canile di proprietà comunale affidato a terzi:... c) Concessione suolo comunale in comodato ad associazione di volontariato che gestisce il canile. Nome dell associazione di volontariato che gestisce il canile:... Termine della concessione:... Numero di cani attualmente custoditi presso il canile:... d) Servizio appaltato a ditta esterna... Nome del soggetto concessionario:... Ubicazione del canile:... Durata complessiva (in mesi) della concessione:... Termine di scadenza della concessione:... Numero di cani attualmente custoditi presso il canile:... Costo giornaliero per cane:... e) Affidato ad Associazione animalista per il successivo trasferimento ai ricoveri... Nome del soggetto concessionario:... 2

3 4. AVETE GIA ATTUATO CAMPAGNE DI ADOZIONE COME COMUNE? a) SI attualmente... b) Non adesso ma in passato SI... c) Mai SE STATE ATTUANDO CAMPAGNE DI ADOZIONE COME COMUNE RISPONDETE ALLE SEGUENTI DOMANDE, ALTRIMENTI PASSATE ALLA SUCCESSIVA a) Costo sostenuto per cane... b) Numero di cani attualmente affidati in adozione AVETE ESPERIENZE DI COLLABORAZIONE CON L AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE NELLA GESTIONE DEL RANDAGISMO? a) SI attualmente... b) Non adesso ma in passato SI... c) NO SE STATE COLLABORANDO A CAMPAGNE DI STERILIZZAZIONE RISPONDETE ALLE SEGUENTI DOMANDE, ALTRIMENTI PASSATE ALLA SUCCESSIVA a) Costo sostenuto per la sterilizzazione di ciascun cane... b) Numero di cani che si prevede di sterilizzare E PRESENTE NEL VOSTRO COMUNE UN CIMITERO PER CANI-GATTI? a) SI, gestita direttamente dal Comune... b) SI, in suolo comunale gestito in concessione da associazioni di volontariato... c) SI, in suolo comunale gestito in concessione da ditte private... d) SI, gestita da privati su suolo proprio... e) NO QUALI SONO LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO PROTEZIONISTICHE, ZOOFILE ED ANIMALISTE ATTIVE SUL TERRITORIO COMUNALE? Indicare il nome delle associazioni: a)... b)... c)... d)... Illustrare il tipo di attività svolta: 3

4 10. SONO PRESENTI ALTRE FORME DI ASSISTENZA AI CANI SVOLTE IN MANIERA VOLONTARIA? SE SI DESCRIVETE LE MODALITA DI ASSISTENZA 11. AVETE CONOSCENZA DI QUANTI CANI RANDAGI SIANO PRESENTI NEL TERRITORIO DEL VOSTRO COMUNE? a) SI... b) NO... c) Se avete risposto SI, potete specificare quanti cani stimiate che vi siano? AVETE CONOSCENZA DI QUANTI GATTI RANDAGI SIANO PRESENTI NEL TERRITORIO DEL VOSTRO COMUNE? a) SI... b) NO... c) Se avete risposto SI, potete specificare quanti cani stimiate che vi siano? COSTI TOTALI SOSTENUTI DAL COMUNE PER LA GESTIONE DEL RANDAGISMO, NUMERO DI CANI GESTITI E DISPONIBILITA NEL PROSSIMO ESERCIZIO Costo totale Di cui per gestione diretta in canile di proprietà comunale Di cui per il canile su suolo comunale affidato a terzi Di cui per concessione a canili esterni gestiti da privati Di cui per sostegno all adozione Di cui per sostegno a campagne di sterilizzazione Di cui per la fossa cimiteriale Di cui per smaltimento carcasse Di cui per pronto soccorso veterinario Di cui per accalappiamento cani Di cui per censimento colonie feline Di cui controllo del territorio / sanzioni Formazione Altro Numero di cani complessivamente gestiti Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno

5 14. QUANTO SIETE SODDISFATTI DELLA ATTUALE MODALITA DI GESTIONE DEL RANDAGISMO NEL VOSTRO COMUNE? (1 = per nulla; 5: moltissimo) SIETE INTERESSATI AD AVVIARE UNA GESTIONE INTERCOMUNALE? (1 = per nulla; 5: moltissimo) AVETE MAI AVUTO ACCESSO A FINANZIAMENTI PUBBLICI PER LA GESTIONE DEL RANDAGISMO (Sono possibili più risposte) a) SI regionali... b) SI nazionali... c) SI europee... d) Se avete risposto SI, a quali attività o investimenti sono state destinate, distinte per anno e fonte finanziaria? 17. DISPONETE DI TERRENI PIANEGGIANTI E LONTANI ALMENO 500 MT DALL ABITATO PER LA COSTRUZIONE DI RIFUGI SANITARI O CANILI / GATTILI? (specificare le dimensioni ) 18. SONO CENSITE LE STRUTTURE DEDICATE AGLI ANIMALI D AFFEZIONE PRESENTI NEL COMUNE? SI NO se SI, indicare il numero di strutture attive nel 2014 e rispettiva capienza: a. canili sanitari... b. gattili sanitari... c. canili rifugio... d. oasi feline... e. colonie feline... f. campi addestramento cani... g. aree urbane per cani, appositamente recintate... 5

6 19. NEL 2014 SONO STATE REALIZZATE DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LE SEGUENTI ATTIVITA?: a. campagne di informazione SI NO b. attività di microchippatura itinerante SI NO c. attività di formazione per proprietari cani SI NO d. attività di formazione per dipendenti addetti SI NO 20. IL CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE E DEDICATO ALL APPLICAZIONE DI LEGGI E REGOLAMENTI PER LA CORRETTA DETENZIONE DEGLI ANIMALI ED IL CONTROLLO E REPRESSIONE DEI MALTRATTAMENTI SUGLI ANIMALI?: SI NO se SI indicare per il 2014: a. sopralluoghi effettuati... b. accertamenti effettuati... c. tot. ammontare sanzioni... se NO indicare se il Comune è convenzionato con Guardie zoofile, ambientali, venatorie, etc AVETE ALTRI SUGGERIMENTI E/0 PROPOSTE PER MIGLIORARE LA GESTIONE DEL RANDAGISMO? (Indicare qualsiasi consiglio utile per il prosieguo del progetto) Grazie della collaborazione! Vi preghiamo di restituire questo questionario, preferibilmente via , a : Sportello Diritti Animali del Comune di Messina Dott. Vincenzo Palana tel.090/ fax 090/

UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA

UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA Le funzioni di questo servizio sono le seguenti: Anagrafe per animali d affezione della Regione Lazio informatizzata (iscrizione, cancellazione,

Dettagli

UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA

UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA Le funzioni di questo servizio sono le seguenti: Anagrafe canina informatizzata (iscrizione, cancellazione, trasferimenti di residenza, trasferimenti

Dettagli

LEGGE REGIONALE TOSCANA N.

LEGGE REGIONALE TOSCANA N. LEGGE REGIONALE TOSCANA N. 43 dell 8 aprile 1995 Norme per la gestione dell' anagrafe del cane, la tutela degli animali d' affezione e la prevenzione del randagismo Modificata ed integrata da LEGGE REGIONALE

Dettagli

REGIONE PUGLIA LEGGE REGIONALE N. 12 DEL

REGIONE PUGLIA LEGGE REGIONALE N. 12 DEL REGIONE PUGLIA LEGGE REGIONALE N. 12 DEL 3-04-1995 Interventi per la tutela degli animali d'affezione e prevenzione del randagismo BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE PUGLIA N. 39 del 18 aprile 1995 ARTICOLO

Dettagli

Avviso di ricognizione Strutture Rifugio

Avviso di ricognizione Strutture Rifugio COMUNE DI PALERMO AREA DEL VERDE E DELLA VIVIBILITA URBANA Ufficio Igiene Pubblica, Sanità e Diritti degli Animali Via Montalbo,249 Palermo Tel. 091/7409368 fax. 091/7409373 e-mail: igienesanita@comune.palermo.it

Dettagli

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE:

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE: CONVENZIONE TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PERO E LA DITTA ALLEVAMENTO CASCINA CROCE PER LA CONCESSIONE IN GESTIONE DEL SERVIZIO DI RICOVERO A MANTENIMENTO DEI CANI VAGANTI CATTURATI SUL TERRITORIO

Dettagli

Comune di Bagnolo San Vito Via Roma, 29 46031 Bagnolo San Vito

Comune di Bagnolo San Vito Via Roma, 29 46031 Bagnolo San Vito Comune di Bagnolo San Vito Via Roma, 29 46031 Bagnolo San Vito REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI CATTURATI SUL TERRITORIO COMUNALE DI BAGNOLO SAN VITO Art. 1 La

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE SPORTELLO ANIMALI D AFFEZIONE ATTIVITA ANNO 2009

RAPPORTO ANNUALE SPORTELLO ANIMALI D AFFEZIONE ATTIVITA ANNO 2009 RAPPORTO ANNUALE SPORTELLO ANIMALI D AFFEZIONE ATTIVITA ANNO 2009 PREMESSA Con l obiettivo di riorganizzare l'attività di prevenzione e controllo Veterinario nel settore degli animali d'affezione e di

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI. - reperibile (reperibilità continua: diurna e notturna, feriale e festiva) - in grado di assicurare l intervento in tempi brevi.

GUIDA AI SERVIZI. - reperibile (reperibilità continua: diurna e notturna, feriale e festiva) - in grado di assicurare l intervento in tempi brevi. GUIDA AI SERVIZI SERVIZIO DI CATTURA E CUSTODIA DEI CANI VAGANTI La presenza di cani randagi costituisce un problema sia sotto l aspetto sanitario sia per quanto riguarda la sicurezza dell abitato. La

Dettagli

Anagrafare i cani è un dovere

Anagrafare i cani è un dovere Anagrafare i cani è un dovere Proteggili Chiedi al tuo veterinario 2012 Anagrafare i cani è un dovere Per assicurare il controllo del randagismo; Garantire la salute pubblica e l incolumità dei cittadini;

Dettagli

COMUNE DI MONSERRATO Provincia di Cagliari

COMUNE DI MONSERRATO Provincia di Cagliari COMUNE DI MONSERRATO Provincia di Cagliari COMANDO POLIZIA LOCALE Oggetto: Capitolato speciale d appalto per la gestione del servizio di ricovero, custodia e mantenimento dei cani randagi catturati nel

Dettagli

COMUNE DI TORRAZZA COSTE PROVINCIA DI PAVIA DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI TORRAZZA COSTE PROVINCIA DI PAVIA DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI TORRAZZA COSTE PROVINCIA DI PAVIA DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE N. 77 Reg. Delib. N.Reg. Pubblic. OGGETTO:Approvazione schema di convenzione per servizio di custodia e cura cani randagi

Dettagli

P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 109

P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 109 Estratto web C O M U N E D I C A V A G N O L O P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 109 OGGETTO: APPROVAZIONE BOZZA DI

Dettagli

Città di Troia Provincia di Foggia

Città di Troia Provincia di Foggia Città di Troia Provincia di Foggia REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RANDAGI RINVENUTI SUL TERRITORIO COMUNALE ART. 1 (OGGETTO E FINALITÀ) Il presente regolamento disciplina l'adozione da parte di privati

Dettagli

APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. DEL. I N D I C E

APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. DEL. I N D I C E CITTÀ DI COSENZA APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. DEL. I N D I C E ~ 2 ~ ARTICOLO 1... 3 FINALITÀ... 3 ARTICOLO 2... 3 ADOZIONI... 3 ARTICOLO 3... 3 AGEVOLAZIONI... 3 ARTICOLO 4...

Dettagli

DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA' N. 15742 DEL 29.12.2008 ANAGRAFE CANINA REGIONALE: MODALITA' D'ACCESSO E AGGIORNAMENTO.-

DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA' N. 15742 DEL 29.12.2008 ANAGRAFE CANINA REGIONALE: MODALITA' D'ACCESSO E AGGIORNAMENTO.- DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA' N. 15742 DEL 29.12.2008 Identificativo Atto n. 1345 Oggetto: ANAGRAFE CANINA REGIONALE: MODALITA' D'ACCESSO E AGGIORNAMENTO.- IL DIRIGENTE UNITA ORGANIZZATIVA VETERINARIA

Dettagli

COMUNE DI PALAIA Provincia di Pisa

COMUNE DI PALAIA Provincia di Pisa COMUNE DI PALAIA Provincia di Pisa Disciplinare contenente le modalità per l adozione dei cani ricoverati presso il canile convenzionato, erogazione contributi e accesso al canile convenzionato Progetto

Dettagli

COMUNE DI CAROVIGNO (Provincia di Brindisi) VI Settore Gestione del Territorio Urbanistica Sezione Attività Produttive SUAP Polizia Amministrativa

COMUNE DI CAROVIGNO (Provincia di Brindisi) VI Settore Gestione del Territorio Urbanistica Sezione Attività Produttive SUAP Polizia Amministrativa CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RICOVERO, MANTENIMENTO, CUSTODIA, INTERRAMENTO DEI CANI RANDAGI E GESTIONE DEL CANILE MUNICIPALE DEL COMUNE DI CAROVIGNO. Art. 1 SCOPI E LIMITI Il (qui

Dettagli

COMUNE DI TORINO DI SANGRO PROVINCIA DI CHIETI

COMUNE DI TORINO DI SANGRO PROVINCIA DI CHIETI COMUNE DI TORINO DI SANGRO PROVINCIA DI CHIETI Tel. 0873.913121-913106 Fax 0873.913175 P.I. 00243570694 Piazza Donato Iezzi, 15 66020 Torino di Sangro PEC protocollo@comunetorinodisangro.legalmail.it www.comune.torinodisangro.ch.it

Dettagli

Atti della Regione. RAVVISATA - la necessità e l esigenza di adottare, quale proposta al Consiglio Regionale, il predetto disegno di legge;

Atti della Regione. RAVVISATA - la necessità e l esigenza di adottare, quale proposta al Consiglio Regionale, il predetto disegno di legge; A.G.C. 20 - Assistenza Sanitaria - Deliberazione n. 856 del 8 maggio 2009 - Proposta disegno di legge ad oggetto: "Tutela degli animali d'affezione e prevenzione del randagismo". PREMESSO - che la Legge

Dettagli

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano VISTO gli articoli 2, comma 2, lett. b) e 4, comma 1 del decreto legislativo 28 agosto 1997,

Dettagli

REGIONE TOSCANA LEGGE REGIONALE N. 90 DEL

REGIONE TOSCANA LEGGE REGIONALE N. 90 DEL REGIONE TOSCANA LEGGE REGIONALE N. 90 DEL 4-12-1998 Modifiche ed integrazioni della LR 8 aprile 1995, n. 43 "Norme per la gestione dell'anagrafe del cane, la tutela degli animali d'affezione e la prevenzione

Dettagli

PROVINCIA DI FERMO. Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 14 del 13.03.2013 1

PROVINCIA DI FERMO. Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 14 del 13.03.2013 1 CITTÀ DI SANT ELPIDIO A MARE PROVINCIA DI FERMO REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ADOZIONE ED IL SOSTEGNO- ADOZIONE A DISTANZA DI CANI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE RICOVERATI NELLE STRUTTURE CONVENZIONATE

Dettagli

Comune di S. PANCRAZIO SALENTINO

Comune di S. PANCRAZIO SALENTINO Comune di S. PANCRAZIO SALENTINO PIAZZA UMBERTO I N.4 - tel. Fax 0831/666026 SETTORE V - POLIZIA MUNICIPALE CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DEL CANILE COMUNALE IN SAN PANCRAZIO SALENTINO

Dettagli

DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI ( art. 26, comma3, D.Lgs. 81/2008 e ss.mm.e ii.)

DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI ( art. 26, comma3, D.Lgs. 81/2008 e ss.mm.e ii.) DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI ( art. 26, comma3, D.Lgs. 81/2008 e ss.mm.e ii.) APPALTO DEL SERVIZIO PER LA GESTIONE DEL CANILE COMUNALE DI MONTE DI EBOLI PER MESI 18 PREMESSE ll presente

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CANILE COMUNALE DI C.DA SANTA LUCIA E ISTITUZIONE DEL CANE DI QUARTIERE

REGOLAMENTO DEL CANILE COMUNALE DI C.DA SANTA LUCIA E ISTITUZIONE DEL CANE DI QUARTIERE REGOLAMENTO DEL CANILE COMUNALE DI C.DA SANTA LUCIA E ISTITUZIONE DEL CANE DI QUARTIERE INDICE PARTE PRIMA: REGOLAMENTO DEL CANILE COMUNALE DI C.DA SANTA LUCIA Art. 1 oggetto pag. 3 Art. 2 Titolarità pag.

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 234 del 27.11.2014 OGGETTO: RINNOVO CONVENZIONE FRA COMUNE DI LECCO, ENTE NAZIONALE PROTEZIONE ANIMALI (ENPA), ED ASL DI LECCO PER L ATTUAZIONE DI UN PROGRAMMA

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE tra il COMUNE DI PANTELLERIA e l Organizzazione di Volontariato PANTELLERIABAU Tra il Comune di Pantelleria con sede in Piazza Cavour n 1 (codice fiscale n 00247990815) rappresentato

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE. di iniziativa del Consigliere:

PROPOSTA DI LEGGE. di iniziativa del Consigliere: CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA LIGURIA PROPOSTA DI LEGGE STEFANO QUAINI di iniziativa del Consigliere: Avente a oggetto: MODIFICAZIONI ALLA LEGGE REGIONALE 22 MARZO 2000, N. 23 (TUTELA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI ANIMALI DI AFFEZIONE

REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI ANIMALI DI AFFEZIONE REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI ANIMALI DI AFFEZIONE (Approvato con Delibera N 88 del 17/07/1997) ART. 1 Oggetto e finalità del regolamento Il presente regolamento ha lo scopo di disciplinare l' adozione

Dettagli

BREVE RELAZIONE SULL INCONTRO TENUTOSI PRESSO LA SEDE DELL ASSOCIAZIONE, IN OCCASIONE DEL PRIMO APPUNTAMENTO DEL PROGRAMMA RADIOFONICO DI R.T.C.

BREVE RELAZIONE SULL INCONTRO TENUTOSI PRESSO LA SEDE DELL ASSOCIAZIONE, IN OCCASIONE DEL PRIMO APPUNTAMENTO DEL PROGRAMMA RADIOFONICO DI R.T.C. Associazione Artistica Culturale e di Promozione Sociale BREVE RELAZIONE SULL INCONTRO TENUTOSI PRESSO LA SEDE DELL ASSOCIAZIONE, IN OCCASIONE DEL PRIMO APPUNTAMENTO DEL PROGRAMMA RADIOFONICO DI R.T.C.

Dettagli

BREVE CURRICULUM DELL ASSOCIAZIONE DACCI UNA ZAMPA

BREVE CURRICULUM DELL ASSOCIAZIONE DACCI UNA ZAMPA BREVE CURRICULUM DELL ASSOCIAZIONE DACCI UNA ZAMPA INFORMAZIONI SOCIETARIE Denominazione Dacci una Zampa Onlus Forma giuridica - Organizzazione non lucrativa di utilità sociale Presidente Candida Naccarato

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE RICOVERATI NELLA STRUTTURA CONVENZIONATA CON IL COMUNE DI ISCHIA.

REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE RICOVERATI NELLA STRUTTURA CONVENZIONATA CON IL COMUNE DI ISCHIA. REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE RICOVERATI NELLA STRUTTURA CONVENZIONATA CON IL COMUNE DI ISCHIA. ART. 1 - Finalità La finalità del presente regolamento è l incentivazione

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE COSENTINO

COMUNE DI CASTIGLIONE COSENTINO COMUNE DI CASTIGLIONE COSENTINO Prov. di Cosenza Codice fiscale 00391420783 telef. 0984-442007 fax 0984-442185 ORIGINALE Deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 40 del 11/03/2014 COPIA OGGETTO: Atto di

Dettagli

COMUNE DI ARZACHENA Provincia di Olbia-Tempio REGOLAMENTO CANILE COMUNALE

COMUNE DI ARZACHENA Provincia di Olbia-Tempio REGOLAMENTO CANILE COMUNALE COMUNE DI ARZACHENA Provincia di Olbia-Tempio REGOLAMENTO CANILE COMUNALE Approvato con delibera C.C. n. 70 del 19.12.2013 1 INDICE Art. 1 - Definizioni pag. 4 Art. 2 - Finalità ed ambito di applicazione

Dettagli

COMUNE DI SESTU Provincia di Cagliari -------------------------------- COMANDO POLIZIA LOCALE

COMUNE DI SESTU Provincia di Cagliari -------------------------------- COMANDO POLIZIA LOCALE COMUNE DI SESTU Provincia di Cagliari -------------------------------- COMANDO POLIZIA LOCALE Via Verdi 4/6 Tel. 070/260123 - Fax 070/230021 e-mail polizia.municipale@comune.sestu.ca.it CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

AIUTAMI BOXER RESCUE TEAM sito: www.rescueboxer.it mail: info@rescueboxer.it

AIUTAMI BOXER RESCUE TEAM sito: www.rescueboxer.it mail: info@rescueboxer.it AIUTAMI BOXER RESCUE TEAM sito: www.rescueboxer.it mail: info@rescueboxer.it Sede Legale: Via D. Nanni 14/A 47822 Santarcangelo di Romagna RN QUESTIONARIO RICHIESTA ADOZIONE Le domande del questionario

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI VAGANTI RECUPERATI SUL TERRITORIO COMUNALE

REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI VAGANTI RECUPERATI SUL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI VAGANTI RECUPERATI SUL TERRITORIO COMUNALE ADOTTATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. DEL INDICE Art. 1 Oggetto...3 Art. 2 Modalità di adozione...3 Art. 3 Incentivi

Dettagli

TUTELA DEGLI ANIMALI D AFFEZIONE E PREVENZIONE DEL RANDAGISMO. IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA

TUTELA DEGLI ANIMALI D AFFEZIONE E PREVENZIONE DEL RANDAGISMO. IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA Legge Regionale 24 novembre 2001, n. 16 TUTELA DEGLI ANIMALI D AFFEZIONE E PREVENZIONE DEL RANDAGISMO IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA La seguente legge:

Dettagli

Città di Imola REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CANILE COMUNALE. Approvato con delibera C.C. n. 126 del 24.06.2005, esecutiva

Città di Imola REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CANILE COMUNALE. Approvato con delibera C.C. n. 126 del 24.06.2005, esecutiva Città di Imola REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CANILE COMUNALE Approvato con delibera C.C. n. 126 del 24.06.2005, esecutiva Modificato con delibera C.C. n. 62 del 27.03.2006, esecutiva Modificato con delibera

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA SANITA PUBBLICA VETERINARIA, DELLA SICUREZZA ALIMENTARE E DEGLI ORGANI COLLEGIALI PER LA TUTELA DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA SANITA ANIMALE E DEI FARMACI

Dettagli

MODALITA ESECUZIONE DEL SERVIZIO C A P I T O L A T O

MODALITA ESECUZIONE DEL SERVIZIO C A P I T O L A T O OFFERTA CONTRATTO - AFFIDAMENTO SERVIZIO DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI ACCALAPPIATI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROSETO DEGLI ABRUZZI CIG 6453711AC9 La sottoscritta Ditta, in relazione

Dettagli

COMUNE DI GALATONE. Provincia di Lecce Comando Polizia Municipale

COMUNE DI GALATONE. Provincia di Lecce Comando Polizia Municipale REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ADOZIONE ED IL SOSTEGNO-ADOZIONE A DISTANZA DI CANI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE RICOVERATI NELLE STRUTTURE CONVENZIONATE CON IL COMUNE DI GALATONE Articolo 1 Finalità e

Dettagli

COMUNE DI SINISCOLA. Art. 1 Oggetto dell appalto

COMUNE DI SINISCOLA. Art. 1 Oggetto dell appalto NUORO COMUNE DI SINISCOLA PROVINCIA DI CORPO POLIZIA MUNICIPALE CAPITOLATO D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RICOVERO, MANTENIMENTO, CUSTODIA, CURA E SMALTIMENTO DEI CANI RANDAGI DEL COMUNE SINISCOLA. Art.

Dettagli

Il primo soccorso veterinario ed i nuovi obblighi derivanti dalle innovazioni al codice della strada introdotte con legge 120/2010

Il primo soccorso veterinario ed i nuovi obblighi derivanti dalle innovazioni al codice della strada introdotte con legge 120/2010 Il primo soccorso veterinario ed i nuovi obblighi derivanti dalle innovazioni al codice della strada introdotte con legge 120/2010 Aspetti legislativi ed organizzativi Dr. Marino Mario Le nuove disposizioni

Dettagli

Deliberazione Giunta Regionale n. 209 del 27/06/2014

Deliberazione Giunta Regionale n. 209 del 27/06/2014 Deliberazione Giunta Regionale n. 209 del 27/06/2014 Dipartimento 52 - Salute e Risorse Naturali Direzione Generale 4 - Tutela Salute e Coordinamento del Sistema Sanitario Regionale Oggetto dell'atto:

Dettagli

COMUNE DI FLORIDIA REGOLAMENTO COMUNALE SULLA DETENZIONE DI CANI E SULLA LOTTA AL RANDAGISMO DELIBERATO DAL CONSIGLIO COMUNALE. Provincia di Siracusa

COMUNE DI FLORIDIA REGOLAMENTO COMUNALE SULLA DETENZIONE DI CANI E SULLA LOTTA AL RANDAGISMO DELIBERATO DAL CONSIGLIO COMUNALE. Provincia di Siracusa COMUNE DI FLORIDIA Provincia di Siracusa Settore V - Ufficio Ecologia REGOLAMENTO COMUNALE SULLA DETENZIONE DI CANI E SULLA LOTTA AL RANDAGISMO DELIBERATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON VERBALE N.20 DEL 04/05/2009

Dettagli

COMUNE DI ALBAREDO D ADIGE Provincia di Verona REGOLAMENTO DI IGIENE URBANA VETERINARIA

COMUNE DI ALBAREDO D ADIGE Provincia di Verona REGOLAMENTO DI IGIENE URBANA VETERINARIA COMUNE DI ALBAREDO D ADIGE Provincia di Verona REGOLAMENTO DI IGIENE URBANA VETERINARIA Il Sindaco MENEGAZZI Paolo Silvio L Ass.re all Ecologia/Ambiente SAVOIA Andrea S O M M A R I O Art. 1 Finalità...1

Dettagli

DALLA PARTE DEGLI ANIMALI LAV PROVINCIA DI BERGAMO

DALLA PARTE DEGLI ANIMALI LAV PROVINCIA DI BERGAMO DALLA PARTE DEGLI ANIMALI LAV PROVINCIA DI BERGAMO Progetto per il contenimento del randagismo: I mesi della sterilizzazione FINALITÀ Il Progetto si propone di: incentivare la sterilizzazione dei cani

Dettagli

COMUNE DI LUCERA PROVINCIA DI FOGGIA

COMUNE DI LUCERA PROVINCIA DI FOGGIA COMUNE DI LUCERA PROVINCIA DI FOGGIA DELIBERAZIONE COPIA DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero. 54 del 16-11-2009 Oggetto: APPROVAZIONE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L'AFFIDAMENTO DEFINITIVO

Dettagli

Sede legale: Viale Giolitti,2 15033 Casale Monferrato (AL) Partita IVA/Codice Fiscale n. 02190140067

Sede legale: Viale Giolitti,2 15033 Casale Monferrato (AL) Partita IVA/Codice Fiscale n. 02190140067 ATTIIVIITÀ DELLO SPORTELLO REGIIONALE PER GLII ANIIMALII D AFFEZIIONE PRESSO IIL PRESIIDIIO MULTIIZONALE DII PROFIILASSII E POLIIZIIA VETERIINARIIA DELL' 'ASL AL. Premessa Il controllo e la tutela degli

Dettagli

argema S.r.l. Provvedimenti regionali in materia di animali d affezione

argema S.r.l. Provvedimenti regionali in materia di animali d affezione Provvedimenti regionali in materia di animali d affezione 2 EMILIA-ROMAGNA INDICE REGOLAMENTO COMUNALE DI BOLOGNA per il funzionamento e la gestione del cimitero per animali d affezione pag. 3 FRIULI VENEZIA

Dettagli

ART.1- OGGETTO DELL APPALTO

ART.1- OGGETTO DELL APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCALAPPIAMENTO CANI E PROBLEMI D IGIENE URBANA VETERINARIA NELLA CITTA DI REGGIO CALABRIA DI CUI ALL ART. 10 DEL DPGR N. 197 DEL 20 DICEMBRE

Dettagli

Legge quadro sui diritti e la tutela degli animali. Indice

Legge quadro sui diritti e la tutela degli animali. Indice Legge quadro sui diritti e la tutela degli animali Indice Preambolo Titolo I Finalità e governance art. 1 - finalità art. 2 - competenze e funzioni della Regione art. 3 - competenze e funzioni dei Sindaci

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI Allegato alla deliberazione della C.S. n. 74 del 21/06/2011 COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI PROGETTO ADOTTA UN AMICO Progetto adotta un amico 1 Indice Articolo 1 Oggetto...

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO Provincia di Trapani QUARTA COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DI STUDIO E CONSULTAZIONE

COMUNE DI ALCAMO Provincia di Trapani QUARTA COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DI STUDIO E CONSULTAZIONE COMUNE DI ALCAMO Provincia di Trapani QUARTA COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DI STUDIO E CONSULTAZIONE Da inviare a: Sindaco Presidente del Consiglio Segretario Generale Assessore Verbale N 116 del 29/09/2014

Dettagli

controlli sanitari nelle strutture di ricovero per cani e gatti.

controlli sanitari nelle strutture di ricovero per cani e gatti. Giunta Regionale Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali Servizio Veterinario e Igiene degli Alimenti Il Dirigente Responsabile del Servizio Gabriele Squintani Protocollo N. ASS/VET/06/24150 Data

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE ASSESSORATO ALLA VIVIBILITA E SOSTENIBILITA Direzione Ambiente. Ufficio per i Diritti degli Animali

COMUNE DI FIRENZE ASSESSORATO ALLA VIVIBILITA E SOSTENIBILITA Direzione Ambiente. Ufficio per i Diritti degli Animali COMUNE DI FIRENZE ASSESSORATO ALLA VIVIBILITA E SOSTENIBILITA Direzione Ambiente Ufficio per i Diritti degli Animali REGOLAMENTO COMUNALE SULLA TUTELA DEGLI ANIMALI Approvato all'unanimità dal Consiglio

Dettagli

PROVINCIA DI CAGLIARI

PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI VILLASOR PROVINCIA DI CAGLIARI REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI IL SINDACO Walter Marongiu IL SEGRETARIO COMUNALE Dott.ssa Maria Domenica Areddu Allegato alla delibera di Consiglio comunale

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRAMBILLA, GIAMMANCO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRAMBILLA, GIAMMANCO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 286 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BRAMBILLA, GIAMMANCO Codice delle disposizioni per la tutela degli animali di affezione, la

Dettagli

501 - POLIZIA MUNICIPALE

501 - POLIZIA MUNICIPALE 501 - POLIZIA MUNICIPALE A A POLIZIA STRADALE Bisogno: Prevenzione e repressione in materia di circolazione stradale. Regolazione del traffico, presidio punti scuola e assistenza manifestazioni. Rilevazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA DEI DIRITTI DEGLI ANIMALI, LA SALUTE PUBBLICA E L AMBIENTE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA DEI DIRITTI DEGLI ANIMALI, LA SALUTE PUBBLICA E L AMBIENTE COMUNE DI CHIEVE Provincia di Cremona REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA DEI DIRITTI DEGLI ANIMALI, LA SALUTE PUBBLICA E L AMBIENTE Approvato con Delibera di C.C. n. 7 del 26/01/2006 INDICE Titolo I -

Dettagli

Bollettino Ufficiale 3753. Serie Ordinaria N. 51-20 dicembre 2010

Bollettino Ufficiale 3753. Serie Ordinaria N. 51-20 dicembre 2010 Bollettino Ufficiale 3753 2000-2009 e rinunciati dalle Comunità Montane stesse e dai Comuni montani capoluogo di provincia; alla contabilizzazione delle economie accertate relative a progetti conclusi;

Dettagli

Legge regionale EMILIA-ROMAGNA 07-04-2000, n. 27. Nuove norme per la tutela ed il controllo della popolazione canina e felina

Legge regionale EMILIA-ROMAGNA 07-04-2000, n. 27. Nuove norme per la tutela ed il controllo della popolazione canina e felina Legge regionale EMILIA-ROMAGNA 07-04-2000, n. 27 Nuove norme per la tutela ed il controllo della popolazione canina e felina (B.U.R. 10-04-2000, n. 61) Preambolo Art. 1 - Principi, generalità e finalità

Dettagli

Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Pavia. Cosa fare per migliorare il nostro rapporto con gli animali. www.asl.pavia.it

Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Pavia. Cosa fare per migliorare il nostro rapporto con gli animali. www.asl.pavia.it Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Pavia Cosa fare per migliorare il nostro rapporto con gli animali www.asl.pavia.it La finalità di questa pubblicazione è quella di migliorare la convivenza uomo

Dettagli

AZIENDALE. ATTIVITA E OGGETTO SOCIALE * Clinica Veterinaria Casa di Cura per cani - Gestione Canile

AZIENDALE. ATTIVITA E OGGETTO SOCIALE * Clinica Veterinaria Casa di Cura per cani - Gestione Canile C O O P. D O G P A R K - V I A B O S C O D E L G A U D I O, S. N. C. 8 0 0 4 4 O T T A V I A N O ( N A ) T E L. 0 8 1 8 6 5 7 6 1 4 F A X 0 8 1 5 2 8 7 3 6 8 www.caniledogpark.com info@caniledogpark.com

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA DEGLI ANIMALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA DEGLI ANIMALI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA DEGLI ANIMALI (Approvato con deliberazione consiliare n. 63/04) CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Principi generali e finalità 1) Il Comune di Agliana, al fine

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL BENESSERE DEGLI ANIMALI E PER UNA MIGLIORE CONVIVENZA CON LE PERSONE

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL BENESSERE DEGLI ANIMALI E PER UNA MIGLIORE CONVIVENZA CON LE PERSONE CITTA DI VERCELLI ASSESSORATO ALL ECOLOGIA E QUALITA URBANA REGOLAMENTO COMUNALE PER IL BENESSERE DEGLI ANIMALI E PER UNA MIGLIORE CONVIVENZA CON LE PERSONE 1 -I I PRINCIPI Art. 1 - Profili istituzionali

Dettagli

I primi 3 cani ricoverati dalla Fattoria di Tobia

I primi 3 cani ricoverati dalla Fattoria di Tobia Page 1 of 4 Chi siamo Ultime notizie Adozioni Canili Sostienici Diario Rassegna stampa Testimonianze Link utili Adozioni Da adottare urgenti urgenti rischio trasferimento (Ferentino) speciale Cicerale

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Servizio di gestione del canile sanitario Municipale e del servizio cattura cani randagi o vaganti sul territorio cittadino periodo dal 16/05/2013-31/01/2014 Il Comune di

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SULLA TUTELA DEGLI ANIMALI DA AFFEZIONE

REGOLAMENTO COMUNALE SULLA TUTELA DEGLI ANIMALI DA AFFEZIONE Comune di Castelfidardo REGOLAMENTO COMUNALE SULLA TUTELA DEGLI ANIMALI DA AFFEZIONE Approvato con atto di C.C. n 6 del 26/01/2006 Integrato con atto di C.C. n 5 del 10/02/2009 Comune di Castelfidardo

Dettagli

Settore Pianificazione Territoriale-Ambiente-Edilità REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA ED IL BENESSERE DEGLI ANIMALI IN CITTA

Settore Pianificazione Territoriale-Ambiente-Edilità REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA ED IL BENESSERE DEGLI ANIMALI IN CITTA Settore Pianificazione Territoriale-Ambiente-Edilità REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA ED IL BENESSERE DEGLI ANIMALI IN CITTA 1 INDICE Titolo I - I PRINCIPI Art. 1 - Profili istituzionali. pag. 4 Art.

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA Provincia di Bergamo

COMUNE DI TERNO D ISOLA Provincia di Bergamo COMUNE DI TERNO D ISOLA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA PRESENZA DEI CANI IN AREE URBANE PUBBLICHE, DI USO PUBBLICO E/O APERTE AL PUBBLICO, NONCHE LA LORO DETENZIONE ALL INTERNO DI CORTILI

Dettagli

SOMMA DISPONIBILE 24.590,16 OLTRE I.V.A. ART. 1) DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

SOMMA DISPONIBILE 24.590,16 OLTRE I.V.A. ART. 1) DESCRIZIONE DEL SERVIZIO COMUNE DI PALERMO Area AMMIN ISTRATIVA DELLA R IQUALIF ICAZIONE URBANA E DELLE INFRASTRUTTURE Ufficio Contratti ed Approvvigionamenti Via Roma, 209 90133 Palermo T e l. 0 9 1 7 4 0 3 5 9 2 - m a i l :

Dettagli

MILANO - VENERDÌ, 9 MAGGIO 2008. Sommario

MILANO - VENERDÌ, 9 MAGGIO 2008. Sommario REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE MILANO - VENERDÌ, 9 MAGGIO 2008 1º SUPPLEMENTO ORDINARIO Sommario Anno XXXVIII - N. 95 - Poste Italiane - Spedizione in abb. postale - 45% - art. 2, comma 20/b

Dettagli

PROGRAMMAZIONE 2015 PROGRAMMA DI SICUREZZA ALIMENTARE E SANITA PUBBLICA VETERINARIA

PROGRAMMAZIONE 2015 PROGRAMMA DI SICUREZZA ALIMENTARE E SANITA PUBBLICA VETERINARIA PROGRAMMAZIONE 2015 PROGRAMMA DI SICUREZZA ALIMENTARE E SANITA PUBBLICA VETERINARIA Premessa Prevenzione della Collettività e cura del singolo individuo appartengono alla medesima Azienda Sanitaria, ma

Dettagli

COMUNE DI DAONE PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI DAONE

COMUNE DI DAONE PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI DAONE COMUNE DI DAONE PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI DAONE Allegato alla deliberazione consigliare n.29 del 10.05.2001 PARTE PRIMA - NORME GENERALI

Dettagli

APPROVAZIONE DEI REQUISITI STRUTTURALI E GESTIONALI PER LE STRUTTURE DI RICOVERO E CUSTODIA DI CANI E GATTI, OASI E COLONIE FELINE.

APPROVAZIONE DEI REQUISITI STRUTTURALI E GESTIONALI PER LE STRUTTURE DI RICOVERO E CUSTODIA DI CANI E GATTI, OASI E COLONIE FELINE. Progr.Num. 1302/2013 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno lunedì 16 del mese di settembre dell' anno 2013 si è riunita nella residenza di la Giunta regionale con l'intervento dei Signori:

Dettagli

Area I Organiz. e Attività Istituzionali Settore Demografico-Cimiteriale e Controllo Popolazione Canina Ufficio Segreteria

Area I Organiz. e Attività Istituzionali Settore Demografico-Cimiteriale e Controllo Popolazione Canina Ufficio Segreteria opolazione Canina CAITOLATO SECIALE D'ONERI relativo al servizio di gestione del Canile Comunale, delle attività per il benessere degli animali ivi ricoverati e per il controllo, censimento e gestione

Dettagli

PROGETTO LA SCUOLA ADOTTA UN CANILE

PROGETTO LA SCUOLA ADOTTA UN CANILE PROGETTO LA SCUOLA ADOTTA UN CANILE PREMESSA Con DGR n.1313/2010 la Giunta Regionale ha approvato il progetto La scuola adotta un canile e i criteri per l assegnazione di contributi alle Associazioni aderenti

Dettagli

Comune di Ginosa REGOLAMENTO COMUNALE SULLA TUTELA DEGLI ANIMALI

Comune di Ginosa REGOLAMENTO COMUNALE SULLA TUTELA DEGLI ANIMALI Comune di Ginosa REGOLAMENTO COMUNALE SULLA TUTELA DEGLI ANIMALI TITOLO I I PRINCIPI ART. 1 PROFILI ISTITUZIONALI 1. Il Comune di Ginosa, nell ambito dei principi e indirizzi fissatati dalla legge: a)

Dettagli

COSMO S.P.A. REGOLAMENTO DEL CANILE SOCIALE

COSMO S.P.A. REGOLAMENTO DEL CANILE SOCIALE Pagina 1 di 9 COSMO S.P.A. REGOLAMENTO DEL CANILE SOCIALE Art. 1 Titolarità Cosmo s.p.a. è proprietaria del canile sito in Casale Monferrato Località Baraccone Strada per Frassineto. Il canile è costituito

Dettagli

ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO

ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO COMUNE DI 1. FUNZIONALITA DEL SISTEMA DI ALLERTAMENTO LOCALE REPERIBILITA H 24. Il Piano deve contenere le informazioni necessarie e le modalità con cui la struttura

Dettagli

Gestione Associata Comuni della Val di Pecora Comuni di Follonica - Gavorrano - Scarlino

Gestione Associata Comuni della Val di Pecora Comuni di Follonica - Gavorrano - Scarlino Gestione Associata Comuni della Val di Pecora Comuni di Follonica - Gavorrano - Scarlino AVVISO PUBBLICO DI PROJECT FINANCING PER LA COSTRUZIONE E LA GESTIONE DI UN CANILE COMPRENSORIALE PER I COMUNI DI

Dettagli

COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. territo rio di Gricignano di Aversa.

COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. territo rio di Gricignano di Aversa. wh :u rv. y%k, ;: : 2%,. +? $q% PROVINCIA DI CASERTA 9 COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n. 6 del Regisuo data 06.12.2012 h Oggettc.ovazio ne linee guida per incentivare

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE C.C.N. 09 DEL 26.03.2007. COMUNE DI VIGNALE MONFERRATO Provincia di Alessandria

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE C.C.N. 09 DEL 26.03.2007. COMUNE DI VIGNALE MONFERRATO Provincia di Alessandria ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE C.C.N. 09 DEL 26.03.2007 COMUNE DI VIGNALE MONFERRATO Provincia di Alessandria REGOLAMENTO PER LA TUTELA DEL CANE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il regolamento è finalizzato

Dettagli

PRONTUARIO SANZIONI Legge regionale 20 luglio 2006, n. 16 "Lotta al randagismo e tutela degli animali di affezione"

PRONTUARIO SANZIONI Legge regionale 20 luglio 2006, n. 16 Lotta al randagismo e tutela degli animali di affezione Provincia di Milano Direzione Centrale Polizia Provinciale e Protezione Civile PRONTUARIO SANZIONI Legge regionale 20 luglio 2006, n. 16 "Lotta al randagismo e tutela degli animali di affezione" Coordinamento

Dettagli

COMUNE DI CASTEL BOLOGNESE PROVINCIA DI RAVENNA REGOLAMENTO PER LA CONDOTTA DELLA POPOLAZIONE CANINA

COMUNE DI CASTEL BOLOGNESE PROVINCIA DI RAVENNA REGOLAMENTO PER LA CONDOTTA DELLA POPOLAZIONE CANINA COMUNE DI CASTEL BOLOGNESE PROVINCIA DI RAVENNA REGOLAMENTO PER LA CONDOTTA DELLA POPOLAZIONE CANINA - Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 4 del 30/01/2006 - esecutivo dal 20 febbraio 2006

Dettagli

MANUALE PER IL CONTROLLO UFFICIALE PRESSO LE STRUTTURE DI RICOVERO PER CANI INDICE

MANUALE PER IL CONTROLLO UFFICIALE PRESSO LE STRUTTURE DI RICOVERO PER CANI INDICE MANUALE PER IL CONTROLLO UFFICIALE PRESSO LE STRUTTURE DI RICOVERO PER CANI INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2. DEFINIZIONI 3. RIFERIMENTI NORMATIVI 4. GUIDA ALL UTILIZZO DEL MANUALE 5. CRITERI

Dettagli

COME STA IL CANILE MARCHIGIANO

COME STA IL CANILE MARCHIGIANO Prot. COME STA IL CANILE MARCHIGIANO Quelli che seguono sono tutti i canili e gattili esistenti sul territorio regionale e che è possibile adottare, si tratta di strutture sia gestite dalle Associazioni

Dettagli

State pensando di allargare la famiglia ad un cane? Ponetevi alcune domande, per capire se è la scelta giusta

State pensando di allargare la famiglia ad un cane? Ponetevi alcune domande, per capire se è la scelta giusta State pensando di allargare la famiglia ad un cane? Ponetevi alcune domande, per capire se è la scelta giusta Nel condominio dove abitate è consentito ospitare animali? Assicuratevene per tempo. Alcune

Dettagli

Allegato B ) alla determina n. 74 del 15/05/2014. Città di Randazzo

Allegato B ) alla determina n. 74 del 15/05/2014. Città di Randazzo Allegato B ) alla determina n. 74 del 15/05/2014 Città di Randazzo CAPITOLATO D ONERI Servizio per il ricovero, il mantenimento e la cura dei cani randagi catturati nel territorio del Comune di Randazzo

Dettagli

P ROPOSTA DI LEGGE di iniziativa del Consigliere CARLO RIPA DI MEANA

P ROPOSTA DI LEGGE di iniziativa del Consigliere CARLO RIPA DI MEANA Consig gionale A tti Consitiari VII LEGISLATURA ATTO N. 1988 P ROPOSTA DI LEGGE di iniziativa del Consigliere CARLO RIPA DI MEANA Norme per la tutela degli animali in genere, ivi compresi quelli di affezione,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio XIV Lecco Ufficio Autonomia

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio XIV Lecco Ufficio Autonomia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio XIV Lecco Ufficio Autonomia SCHEDA MONITORAGGIO FORMAZIONE personale scolastico in materia

Dettagli

U N I O N E C O M U N I "VALMARECCHIA"

U N I O N E C O M U N I VALMARECCHIA U N I O N E C O M U N I "VALMARECCHIA" Regione Emilia Romagna - Provincia di Rimini - Piazza Donato Bramante, 11-47863 Novafeltria (RN) tel. 0541.920442 - fax. 0541.922214 www.vallemarecchia.it unione.valmarecchia@legalmail.it

Dettagli

CITTA DI PINEROLO REGOLAMENTO COMUNALE

CITTA DI PINEROLO REGOLAMENTO COMUNALE <IGIENE AMBIENTALE E BENESSERE DEGLI ANIMALI> CITTA DI PINEROLO REGOLAMENTO COMUNALE Approvato con Delibera di C.C. n. 36 del 24/08/ 2005 INDICE Titolo I - I PRINCIPI Art: 1 - Profili istituzionali. Art:

Dettagli

CITTÀ DI MONCALIERI SETTORE GESTIONE INFRASTRUTTURE E SERVIZI AMBIENTALI SANITA PUBBLICA DETERMINAZIONE

CITTÀ DI MONCALIERI SETTORE GESTIONE INFRASTRUTTURE E SERVIZI AMBIENTALI SANITA PUBBLICA DETERMINAZIONE CITTÀ DI MONCALIERI SETTORE GESTIONE INFRASTRUTTURE E SERVIZI AMBIENTALI SANITA PUBBLICA DETERMINAZIONE DS6 n. 0 Del OGGETTO: SERVIZIO DI CANILE RIFUGIO DEI CANI VAGANTI - AFFIDAMENTO DEL SERVIZIOANNO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SUI GIARDINI CON CINERARI PER ANIMALI D AFFEZIONE, DENOMINATI

REGOLAMENTO COMUNALE SUI GIARDINI CON CINERARI PER ANIMALI D AFFEZIONE, DENOMINATI Comune di Genova REGOLAMENTO COMUNALE SUI GIARDINI CON CINERARI PER ANIMALI D AFFEZIONE, DENOMINATI CIMITERI PER ANIMALI Approvato con deliberazione C.C. n. 9 del 17 marzo 2015 In vigore dal 9 aprile 2015

Dettagli

CITTA DI SAN PRISCO Provincia di Caserta Corpo Polizia Locale- Servizio Ambiente Tel. 0823/799307 Fax 0823/843461 polizialocale@comune.sanprisco.ce.

CITTA DI SAN PRISCO Provincia di Caserta Corpo Polizia Locale- Servizio Ambiente Tel. 0823/799307 Fax 0823/843461 polizialocale@comune.sanprisco.ce. CITTA DI SAN PRISCO Provincia di Caserta Corpo Polizia Locale- Servizio Ambiente Tel. 0823/799307 Fax 0823/843461 polizialocale@comune.sanprisco.ce.it CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO

Dettagli

Legge 14 agosto 1991, n. 281

Legge 14 agosto 1991, n. 281 Legge 14 agosto 1991, n. 281 Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo. Art. 1. Princìpi generali. Lo Stato promuove e disciplina la tutela degli animali di affezione,

Dettagli