VOLONTARIATO E INTEGRAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VOLONTARIATO E INTEGRAZIONE"

Transcript

1 VOLONTARIATO E INTEGRAZIONE Progetto di mediazione linguistica e culturale per l integrazione di richiedenti asilo, rifugiati e beneficiari di protezione internazionale in Italia attraverso il volontariato ambientale Aprile 2011

2 1. PREMESSA Le ultime tragiche vicende che si stanno consumando nel nord Africa, con particolare riferimento alla Libia, all Egitto e alla Tunisia, congiuntamente con una massiccia ripresa degli sbarchi di migranti nell Isola di Lampedusa, danno pienamente il senso della sfida che l Italia sta affrontando e sempre più sarà chiamata ad affrontare. Un flusso migratorio in larga parte è dettato da contesti di guerra civile, e dunque i migranti sono spesso richiedenti asilo e possibili beneficiari di protezione internazionale. Una situazione che assume una dimensione di vera e propria emergenza, che mette e metterà sempre più sotto pressione il consolidato sistema di accoglienza nazionale rivolto ai rifugiati. Nel complesso percorso verso l autonomia dei rifugiati, costretti a lasciare la propria terra e obbligati a cercare accoglienza e una nuova vita, un ruolo importante può essere svolto dall entrata in contatto con la parte più sana della nostra società: quella del volontariato. Legambiente, l associazione ambientalista più diffusa in Italia, tra i valori fondanti della sua attività da sempre include la scelta pacifista e nonviolenta, i valori di democrazia e libertà, solidarietà, giustizia e coesione sociale, una modernità fondata sugli interessi generali a cominciare dall'ambiente. Un Associazione che vanta una capillare presenza sul territorio e che realizza numerose attività di volontariato che coinvolgono migliaia di cittadini: dalle grandi campagne nazionali di monitoraggio e sensibilizzazione alle attività di protezione civile, sino alle azioni concrete di cittadinanza attiva per la cura del territorio. In altre parole Legambiente rappresenta un importante momento di aggregazione di cittadini, uno spazio positivo dove convergono le migliori energie del Paese. Un occasione quindi anche per l integrazione sociale dei rifugiati. Partendo da questo presupposto la si è attivata per agevolare, sostenere e supportare la partecipazione di richiedenti asilo, rifugiati e beneficiari di protezione internazionale alle iniziative e alle attività di volontariato di Legambiente. Un azione concreta dunque di mediazione culturale per questa peculiare tipologia di nuovi volontari, caratterizzata da grandi risorse di passione, di cultura e di qualità, ma anche da forti fragilità.

3 La mediazione linguistica e culturale e un attività interdisciplinare e specialistica tesa a facilitare la comunicazione, fornendo interventi, non solo di traduzione, ma soprattutto di decodifica culturale dei messaggi, di aiuto alla persona straniera nella risoluzione di alcuni problemi pratici che nascono dalla non comprensione del nuovo contesto sociale e culturale. In altre parole la mediazione culturale costituisce il veicolo attraverso il quale due culture la nostra e quella straniera possono arrivare a comprendersi. La mediazione linguistico culturale è quindi il principale strumento utilizzato nel favorire e/o supportare la partecipazione dei rifugiati, richiedenti asilo e beneficiari di protezione internazionale alle attività di volontariato realizzate da Legambiente. 2. OBIETTIVI Il progetto vuole stimolare momenti di partecipazione attiva, di socialità e di impegno che costituiscono importanti laboratori di coesione sociale, utili per creare compattezza e aggregazione. Le attività di volontariato rappresentano uno strumento preziosissimo, per la loro naturale vocazione, a sostenere la socialità e la conoscenza di nuovi amici sulla base di nuovi interessi comuni e di una cittadinanza attiva. La mancanza per molti rifugiati di una rete amicale che possa sostenerli nei momenti più difficili rappresenta spesso una delle maggiori difficoltà per il raggiungimento di una solida autonomia e nella ricerca del senso di sé in un Paese nuovo. Attraverso le attività di volontariato le fasce più vulnerabili della società possono acquisire nuove capacità e competenze, e dunque a tornare ad aspirare a occupazioni meglio retribuite. Le esperienze di volontariato possono rivelarsi estremamente valide nell accesso al lavoro e all inclusione sociale. La partecipazione alle attività di volontariato permette al rifugiato di non essere e di non percepirsi come assistito passivo, ma come protagonista attivo della vita comune e del percorso verso l autonomia. Un occasione importante anche per le associazioni di volontariato per accogliere persone provenienti da realtà lontane, ma che possono portare sicuramente una

4 grande ricchezza al patrimonio di risorse umane, di idee innovative e di valori che caratterizzano l associazionismo. In particolare con Volontariato è integrazione si pone due principali obiettivi specifici, ed in particolare: 2.1 stimolare la partecipazione degli immigrati extracomunitari, con particolare riferimento ai richiedenti asilo, ai rifugiati e ai titolari di protezione internazionale, alle campagne e alle iniziative di Legambiente, attraverso un azione di sensibilizzazione e informazion e specifica; 2.2 accompagnare e supportare la partecipazione degli immigrati extracomunitari alla partecipazione alle campagne e alle iniziative di Legambiente attraverso un opera di mediazione linguistica e culturale, con particolare riferimento alle campagne nazionali Puliamo il Mondo, Spiagge e fondali puliti, Piccola Grande Italia, Voler Bene all Italia, Operazione Fiumi e Goletta Verde. 3. LE GRANDI CAMPAGNE NAZIONALI Tra le tante iniziative organizzate da Legambiente su tutto il Territorio Nazionale che hanno un enorme potenziale valore di coesione sociale e di supporto all integrazione dei rifugiati nel nostro Paese, particolare attenzione s arà dedicata alle grandi campagne storiche dell associazione, ed in particolare: Puliamo il Mondo la più grande iniziativa di volontariato mondiale. Gli ospiti saranno la parte attiva della giornata di pulizia di spazi comuni insieme ai volontari e apprenderanno come, attraverso la raccolta differenziata e il riciclo dei rifiuti, si possano trovare risorse utili per la nostra economia e il nostro ambiente; Piccola Grande Italia la giornata di festa dei Piccoli Comuni. Sarà un occasione per gli ospiti di cooperare insieme alla popolazione, all organizzazione di un giorno di festa collettivo, apportando contributi creativi provenienti dalla propria cultura e dalle proprie abitudini L iniziativa è realizzata in collaborazione con Coldiretti, Confederazione Nazionale Artigianato e piccole

5 imprese, Confederazione Italiana Agricoltori, la Confesercenti e sotto l'alto Patronato della Presi denza della Repubblica; Operazione Fiumi e Non Scherzate col Fuoco le grandi campagne sul dissesto idrogeologico e sugli incendi boschivi realizzate in collaborazione con il Dipartimento nazionale della Protezione Civile. Giornate per comprendere meglio questi due temi e imparare insieme alla comunità locale come prevenire e come intervenire in caso di calamità. Le giornate sono organizzate in collaborazione con gli scout del CNGEI e dell AGESCI e con l Associazione Nazionale Alpini; Spiagge e Fondali puliti la grande giornata di mobilitazione a tutela delle nostre coste e del prezioso Mare Nostrum.

LA MEDIAZIONE INTERCULTURALE NELLE ATTIVITA DI PROTEZIONE CIVILE

LA MEDIAZIONE INTERCULTURALE NELLE ATTIVITA DI PROTEZIONE CIVILE SEMINARIO FORMATIVO LA MEDIAZIONE INTERCULTURALE NELLE ATTIVITA DI PROTEZIONE CIVILE dedicato al personale del Dipartimento della Protezione Civile e delle altre componenti del Sistema Nazionale Linee

Dettagli

Il Fondo Europeo per l Integrazione di cittadini di Paesi terzi

Il Fondo Europeo per l Integrazione di cittadini di Paesi terzi Il Fondo Europeo per l Integrazione di cittadini di Paesi terzi 3 Il fondo FEI Gli strumenti finanziari comunitari per l immigrazione Quadro istituzionale e organizzativo Le programmazioni pluriennale

Dettagli

IOM- OIM I criteri di equita : le associazioni di migranti protagoniste

IOM- OIM I criteri di equita : le associazioni di migranti protagoniste I criteri di equita : le associazioni di migranti protagoniste Firenze, Villa La Quiete 4 Luglio 2014 Rossella Celmi - rcelmi@iom.int 1 Organizzazione Internazionale per le Migrazioni Fondata nel 1951,

Dettagli

PROGRAMMA IMMIGRAZIONE 2009

PROGRAMMA IMMIGRAZIONE 2009 PROGRAMMA IMMIGRAZIONE 2009 Indice 1. Premessa 2. Riferimenti normativi 3. Ambiti di intervento 4. Modalità di attuazione 5. Risorse 6. Azioni 7. Riepilogo 1. Premessa La Regione Friuli Venezia Giulia

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI A FAVORE DEGLI STRANIERI IMMIGRATI TRIENNIO 2011-2013

PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI A FAVORE DEGLI STRANIERI IMMIGRATI TRIENNIO 2011-2013 ALLEGATO 1 PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI A FAVORE DEGLI STRANIERI IMMIGRATI TRIENNIO 2011-2013 SOMMARIO 1 - CONTESTO DI RIFERIMENTO...2 DATI DEMOGRAFICI...2 2 - OBIETTIVI GENERALI...6 3 - I COMPITI

Dettagli

Registro delle associazioni e degli enti che operano a favore degli immigrati - Prima sezione Attività 2014

Registro delle associazioni e degli enti che operano a favore degli immigrati - Prima sezione Attività 2014 Direzione Generale dell Immigrazione e delle Politiche di Integrazione Divisione II Registro delle associazioni e degli enti che operano a favore degli immigrati - Prima sezione Attività 2014 A cura della

Dettagli

L'Accordo di Integrazione

L'Accordo di Integrazione di Guida introduttiva all'accordo di Integrazione L'Accordo di Integrazione In per cittadini extra-comunitari Testo elaborato da Cidis Onlus Grafica e illustrazioni Stella Basile Giugno 2013 Integrarsi

Dettagli

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Premessa Educare alla pace è responsabilità di tutti ma la scuola ha una responsabilità

Dettagli

ASSOCIAZIONE PROGETTO ACCOGLIENZA Onlus. www.progettoaccoglienza.org

ASSOCIAZIONE PROGETTO ACCOGLIENZA Onlus. www.progettoaccoglienza.org Onlus www.progettoaccoglienza.org La Associazione Progetto Accoglienza opera a Borgo San Lorenzo (FI) dal 1992 e offre risposte alle problematiche legate al fenomeno migratorio attraverso l accompagnamento

Dettagli

A c t i n g D i v e r s i t y Un progetto di teatro interculturale per rifugiati politici e giovani 1 ottobre 2012 30 settembre 2013 Con il sostegno

A c t i n g D i v e r s i t y Un progetto di teatro interculturale per rifugiati politici e giovani 1 ottobre 2012 30 settembre 2013 Con il sostegno A c t i n g D i v e r s i t y Un progetto di teatro interculturale per rifugiati politici e giovani 1 ottobre 2012 30 settembre 2013 Con il sostegno di Anna Lindh Foundation www.euromedalex.org Acting

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA 2 CIRCOLO SANTARCANGELO DI ROMAGNA. IL PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI A cura di Barbara Tosi

DIREZIONE DIDATTICA 2 CIRCOLO SANTARCANGELO DI ROMAGNA. IL PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI A cura di Barbara Tosi DIREZIONE DIDATTICA 2 CIRCOLO SANTARCANGELO DI ROMAGNA IL PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI A cura di Barbara Tosi PREMESSA L impegno che oggi è richiesto ad ogni cittadino della Terra,

Dettagli

SICUREZZA NEI FLUSSI MIGRATORI

SICUREZZA NEI FLUSSI MIGRATORI si SICUREZZA NEI FLUSSI MIGRATORI TECNOLOGIA AL SERVIZIO DELL IDENTIFICAZIONE L Italia paese che si protende geograficamente nel Mare Nostrum è la nuova frontiera dei flussi migratori provenienti dai paesi

Dettagli

Piano Regionale per l'accoglienza dei flussi non programmati di cittadini extracomunitari 2014-2020.

Piano Regionale per l'accoglienza dei flussi non programmati di cittadini extracomunitari 2014-2020. REGIONE PIEMONTE BU36S1 10/09/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 5 agosto 2015, n. 3-2013 Piano Regionale per l'accoglienza dei flussi non programmati di cittadini extracomunitari 2014-2020. A relazione

Dettagli

LE COSE SI POSSONO FARE CI STIAMO PROVANDO

LE COSE SI POSSONO FARE CI STIAMO PROVANDO LE COSE SI POSSONO FARE CI STIAMO PROVANDO 1. Da Lampedusa alla coscienza europea. Dopo il naufragio di Lampedusa avvenuto il 3 ottobre 2013, dove persero la vita circa 366 migranti, il governo italiano

Dettagli

SCHEDA COE. Volontari richiesti: N 3

SCHEDA COE. Volontari richiesti: N 3 IN ITALIA PER UN IMPEGNO INTERNAZIONALE COMO/VARESE/LECCO SCHEDA COE Volontari richiesti: N 3 SEDE DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO: Barzio, Saronno. INTRODUZIONE NUMERO ORE DI SERVIZIO SETTIMANALI DEI VOLONTARI:

Dettagli

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Premessa Educare alla pace è responsabilità di tutti ma la scuola ha una responsabilità

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione. Marzo 2008

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione. Marzo 2008 Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Marzo 2008 Il Fondo Europeo per l Integrazione di cittadini di Paesi Terzi (2007 2013) 11/04/2011 Flussi migratori ed il contesto

Dettagli

LEGGE REGIONALE 7 AGOSTO 2007, N. 7 PROMOZIONE DELLA RICERCA SCIENTIFICA E DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA IN SARDEGNA

LEGGE REGIONALE 7 AGOSTO 2007, N. 7 PROMOZIONE DELLA RICERCA SCIENTIFICA E DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA IN SARDEGNA UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA ASSESSORADU DE SA PROGRAMMATZIONE, BILANTZU, CRÈDITU E ASSENTU DE SU TERRITORIU ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO

Dettagli

Il sistema di protezione per richiedenti protezione internazionale e rifugiati politici in Provincia di Torino

Il sistema di protezione per richiedenti protezione internazionale e rifugiati politici in Provincia di Torino Prefettura di Torino Ufficio Territoriale di Governo Il sistema di protezione per richiedenti protezione internazionale e rifugiati politici in Provincia di Torino a cura di Donatella Giunti 27 Il rifugiato

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: ARCI NAPOLI 2) Codice di accreditamento: NZ05738 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA TRA DIPARTIMENTO PER LE LIBERTÀ CIVILI E L'IMMIGRAZIONE DEL LIONS CLUBS INTERNATIONAL MULTIDISTRETTO ITALY 108 PER LA

PROTOCOLLO D'INTESA TRA DIPARTIMENTO PER LE LIBERTÀ CIVILI E L'IMMIGRAZIONE DEL LIONS CLUBS INTERNATIONAL MULTIDISTRETTO ITALY 108 PER LA PROTOCOLLO D'INTESA TRA DIPARTIMENTO PER LE LIBERTÀ CIVILI E L'IMMIGRAZIONE DEL E LIONS CLUBS INTERNATIONAL MULTIDISTRETTO ITALY 108 PER LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITÀ IN FAVORE DI BENEFICIARI DI PROTEZIONE

Dettagli

I dati statistici sono stati forniti dall equipe del Dossier Statistico Caritas/Migrantes

I dati statistici sono stati forniti dall equipe del Dossier Statistico Caritas/Migrantes schede delle regioni e province autonome TU = Testo Unico DPR = Decreto del Presidente della Repubblica Dlgs = Decreto Legislativo DL = Decreto Legge DGR = Delibera Giunta Regionale (Del. G.R.) DCR = Delibera

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SCHEDA PROGETTO UN ANNO PER ES.SER.CI. PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SCHEDA PROGETTO UN ANNO PER ES.SER.CI. PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SCHEDA PROGETTO UN ANNO PER ES.SER.CI. PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE ENTE 1 ) Ente proponente il progetto: CINFORMI - PAT 2) Codice di iscrizione all albo e classe:_

Dettagli

Il nostro progetto di Circolo per l Educazione alla Pace e alla Legalità

Il nostro progetto di Circolo per l Educazione alla Pace e alla Legalità Il nostro progetto di Circolo per l Educazione alla Pace e alla Legalità Il progetto del IV Circolo di Rivoli, di educazione alla Pace e alla Legalità, CITTADINI EUROPEI. COMINCIAMO DA PICCOLI... coinvolge

Dettagli

Proposta di accoglienza 1. Accoglienza, orientamento e integrazione in favore di richiedenti la protezione internazionale appena arrivati in Italia

Proposta di accoglienza 1. Accoglienza, orientamento e integrazione in favore di richiedenti la protezione internazionale appena arrivati in Italia Proposta di accoglienza 1 Accoglienza, orientamento e integrazione in favore di richiedenti la protezione internazionale appena arrivati in Italia Condizione necessaria L attuazione del presente progetto

Dettagli

Mare Nostrum o di tutti? Italia e Unione europea alla prova dell emergenza migranti

Mare Nostrum o di tutti? Italia e Unione europea alla prova dell emergenza migranti Mare Nostrum o di tutti? Italia e Unione europea alla prova dell emergenza migranti Seminario organizzato dalla Friedrich-Ebert-Stiftung e dalla Fondazione Italianieuropei Roma, venerdì 14 novembre ore

Dettagli

ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO. p.c COMUNE DI MURO LUCANO Sig. Sindaco info@murolucano.eu

ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO. p.c COMUNE DI MURO LUCANO Sig. Sindaco info@murolucano.eu Spett.Le ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO Arcidiocesi di Potenza diocesipz.scuola@libero ASD Tennis club Muro Lucano antoliveto@msn.com Ferrari club Muro Lucano ciagliadomenico@hoteldellecolline.com AVIS valentinoromaniello@gmail.com

Dettagli

alla luce del principio di sussidiarietà, avvalendosi dello strumento della concertazione PROMUOVONO

alla luce del principio di sussidiarietà, avvalendosi dello strumento della concertazione PROMUOVONO TAVOLO UNICO REGIONALE DI COORDINAMENTO SULL IMMIGRAZIONE PROTOCOLLO D INTESA REGIONE DEL VENETO - Assessorato alle Politiche della Sicurezza e dei Flussi Migratori - Assessorato alle Politiche dell Occupazione,

Dettagli

impegno è la risposta!

impegno è la risposta! Se l abbandono è una emergenza il mio impegno è la risposta! campo STUDIO A LAMPEDUSA la porta di ingresso verso una nuova vita Lampedusa, la porta di ingresso verso una nuova vita? Un isola diventata

Dettagli

DIVERSI COME ME: percorsi di integrazione sociale e promozione interculturale rivolti a cittadini e famiglie straniere.

DIVERSI COME ME: percorsi di integrazione sociale e promozione interculturale rivolti a cittadini e famiglie straniere. Titolo DIVERSI COME ME: percorsi di integrazione sociale e promozione interculturale rivolti a cittadini e famiglie straniere. Servizi di riferimento Dalla primavera del 2005 è stato attivato nella fabbrica

Dettagli

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 14/59/CUFS/C3

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 14/59/CUFS/C3 CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 14/59/CUFS/C3 PROPOSTA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE PER FRONTEGGIARE IL FLUSSO STRAORDINARIO DI CITTADINI EXTRACOMUNITARI, ADULTI, FAMIGLIE E MINORI

Dettagli

SIAMO QUI MINORI MIGRANTI DAL RICONGIUNGIMENTO A PERCORSI INTEGRATI DI CITTADINANZA SUL TERRITORIO 2012/FEI/PROG-103292

SIAMO QUI MINORI MIGRANTI DAL RICONGIUNGIMENTO A PERCORSI INTEGRATI DI CITTADINANZA SUL TERRITORIO 2012/FEI/PROG-103292 Progetto cofinanziato da Fondo Europeo per l integrazione di cittadini di Paesi Terzi - Annualità 2012 SIAMO QUI MINORI MIGRANTI DAL RICONGIUNGIMENTO A PERCORSI INTEGRATI DI CITTADINANZA SUL TERRITORIO

Dettagli

NOTA CONFERENZA UNIFICATA EMERGENZA FLUSSI NON PROGRAMMATI - DOCUMENTO DI INDIRIZZO. 16 aprile 2014

NOTA CONFERENZA UNIFICATA EMERGENZA FLUSSI NON PROGRAMMATI - DOCUMENTO DI INDIRIZZO. 16 aprile 2014 NOTA CONFERENZA UNIFICATA EMERGENZA FLUSSI NON PROGRAMMATI - DOCUMENTO DI INDIRIZZO 16 aprile 2014 La situazione in corso, da ultimo rappresentata al Tavolo di coordinamento nazionale presso il Ministero

Dettagli

Nome del Progetto: Volontario Volentieri: interventi a favore del volontariato giovanile. Comune Capofila: Albino (Bg)

Nome del Progetto: Volontario Volentieri: interventi a favore del volontariato giovanile. Comune Capofila: Albino (Bg) ALLEGATO B PROGETTO ESECUTIVO Nome del Progetto: Volontario Volentieri: interventi a favore del volontariato giovanile Comune Capofila: Albino (Bg) 1 1. DATI PROGETTO Nome del Progetto: Volontario Volentieri:

Dettagli

Bergamo, 20 aprile 2011

Bergamo, 20 aprile 2011 Progetto NIRVA Networking Italiano per il Rimpatrio Volontario Assistito Az. 3.1.2. co-finanziato dal Fondo Europeo Rimpatri 2008-2013 Bando Annualità 2009 az. 3.1.2. Fase 3. Attività informative su RVA

Dettagli

impegno è la risposta!

impegno è la risposta! Se l abbandono è una emergenza il mio impegno è la risposta! campo di studio e sensibilizzazione A LAMPEDUSA la porta di ingresso verso una nuova vita Lampedusa, la porta di ingresso verso una nuova vita?

Dettagli

Fondo Europeo per l Integrazione di cittadini di Paesi terzi Annualità 2011

Fondo Europeo per l Integrazione di cittadini di Paesi terzi Annualità 2011 Fondo Europeo per l Integrazione di cittadini di Paesi terzi Annualità 2011 Capofila: Provincia di Arezzo Partner: Oxfam Italia, Migrantes, ARCI, Pronto Donna, TSD, Comune di Arezzo, Zona Valdarno, Cooperativa

Dettagli

Assessorato alle Politiche Sociali. Assessorato all Istruzione, Formazione e Lavoro

Assessorato alle Politiche Sociali. Assessorato all Istruzione, Formazione e Lavoro REGIONE TOSCANA Giunta Regionale Assessorato alle Politiche Sociali Assessorato all Istruzione, Formazione e Lavoro Progetto regionale Sistema integrato di servizi per le famiglie e gli assistenti familiari

Dettagli

Progetto: Educazione a colori

Progetto: Educazione a colori Progetto: Educazione a colori Cammino tra identità, intercultura e pace per i bambini della scuola primaria ed i preadolescenti della scuola secondaria di primo grado 1 Camminando si apre il cammino, non

Dettagli

LINEE-GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER IL FONDO NAZIONALE PER LE POLITICHE E I SERVIZI DELL'ASILO

LINEE-GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER IL FONDO NAZIONALE PER LE POLITICHE E I SERVIZI DELL'ASILO ALLEGATO A LINEE-GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER IL FONDO NAZIONALE PER LE POLITICHE E I SERVIZI DELL'ASILO 1) I servizi finanziati I beneficiari dei servizi finanziati con il

Dettagli

PROGETTO LINGUA ITALIANA PER EXTRACOMUNITARI

PROGETTO LINGUA ITALIANA PER EXTRACOMUNITARI REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E SICUREZZA SOCIALE Direzione generale Servizio cooperazione, sicurezza sociale, emigrazione e immigrazione

Dettagli

Evoluzione del fenomeno migratorio in Italia Salvatore Geraci Area Sanitaria Caritas di Roma Società Italiana di Medicina delle Migrazioni

Evoluzione del fenomeno migratorio in Italia Salvatore Geraci Area Sanitaria Caritas di Roma Società Italiana di Medicina delle Migrazioni Bologna 21 settembre 2011 Evoluzione del fenomeno migratorio in Italia Salvatore Geraci Area Sanitaria Caritas di Roma Società Italiana di Medicina delle Migrazioni I migranti sono un importante risorsa

Dettagli

IMMIGRAZIONE: ANDARE OLTRE L EMERGENZA PER GARANTIRE UNA NUOVA STAGIONE DI DIRITTI FONDAMENTALI, DI TOLLERANZA E D INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI

IMMIGRAZIONE: ANDARE OLTRE L EMERGENZA PER GARANTIRE UNA NUOVA STAGIONE DI DIRITTI FONDAMENTALI, DI TOLLERANZA E D INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI IMMIGRAZIONE: ANDARE OLTRE L EMERGENZA PER GARANTIRE UNA NUOVA STAGIONE DI DIRITTI FONDAMENTALI, DI TOLLERANZA E D INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI Dell attuale situazione migratoria in Italia ed in Calabria,

Dettagli

L EDUCAZIONE AI DIRITTI UMANI

L EDUCAZIONE AI DIRITTI UMANI L EDUCAZIONE AI DIRITTI UMANI L educazione ai diritti umani può essere definita come l insieme dei programmi e delle attività educative centrati sulla promozione dell uguaglianza della dignità umana, al

Dettagli

SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2015

SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2015 SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2015 NOME PROGETTO: PER UNA SCUOLA DELL INCLUSIONE 2014 AMBITO D INTERVENTO: Assistenza scolastica agli alunni diversamente abili AMBITO TERRITORIALE: I volontari svolgeranno

Dettagli

Volontariato e Associazioni no-profit a Ferrara

Volontariato e Associazioni no-profit a Ferrara AGIRE SOCIALE C.S.V. FERRARA Volontariato e Associazioni no-profit a Ferrara Ferrara 15 febbraio 2013 1 Il Terzo Settore in provincia di Ferrara: un po di numeri (dati al 31/12/2012) Organizzazioni di

Dettagli

Incontri per far crescere la pace in un mondo nuovo

Incontri per far crescere la pace in un mondo nuovo Comitato Selma Associazione di solidarietà al popolo Saharawi ONLUS - C.F. 94098480489 www.comitatoselma.it Progetto PER LA PROMOZIONE DI UNA CULTURA DI PACE Rivolto agli alunni delle scuole italiane e

Dettagli

ACCORDO QUADRO DI COLLABORAZIONE PER SVILUPPARE COMUNI AZIONI DI SOSTEGNO SOCIALE NELLE PRINCIPALI STAZIONI ITALIANE

ACCORDO QUADRO DI COLLABORAZIONE PER SVILUPPARE COMUNI AZIONI DI SOSTEGNO SOCIALE NELLE PRINCIPALI STAZIONI ITALIANE ACCORDO QUADRO DI COLLABORAZIONE PER SVILUPPARE COMUNI AZIONI DI SOSTEGNO SOCIALE NELLE PRINCIPALI STAZIONI ITALIANE TRA L ASSOCIAZIONE NAZIONALE COMUNI ITALIANI, con sede legale in Roma, Via dei Prefetti

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: IO NON HO PAURA: PROGETTO DI ACCOGLIENZA PER MINORI ADOLESCENTI 2014-2015 SETTORE e Area di intervento: A-02 MINORI Equality Cooperativa Sociale gestisce

Dettagli

PROGETTO AIEP Brescia (Accoglienza Integrazione Emergenza Profughi)

PROGETTO AIEP Brescia (Accoglienza Integrazione Emergenza Profughi) PROGETTO AIEP Brescia (Accoglienza Integrazione Emergenza Profughi) Sperimentare percorsi di accoglienza e integrazione per profughi-richiedenti asilo in provincia di Brescia. Premessa e inquadramento

Dettagli

Minori stranieri non accompagnati Secondo Rapporto Anci 2007 Monia Giovannetti

Minori stranieri non accompagnati Secondo Rapporto Anci 2007 Monia Giovannetti stranieri non accompagnati Secondo Rapporto Anci 2007 Monia Giovannetti Dipartimento Immigrazione 7 aprile 2008 L'arrivo di minori stranieri soli sui nostri territori non è un fenomeno nuovo - risale significativamente

Dettagli

Corso di formazione, qualificazione e accompagnamento. per mediatori interculturali

Corso di formazione, qualificazione e accompagnamento. per mediatori interculturali UNIONE EUROPEA Fondo Sociale Europe REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE FONDO SOCIALE EUROPEO 2007/13 ASSE III INCLUSIONE SOCIALE OBIETTIVO OPERATIVO G.1 Corso di formazione,

Dettagli

SERVIZIO IMMIGRAZIONE E PROMOZIONE DEI DIRITTI DI CITTADINANZA E DELL ASILO. Report 2011. Assessorato Politiche Sociali e Rapporti con il Volontariato

SERVIZIO IMMIGRAZIONE E PROMOZIONE DEI DIRITTI DI CITTADINANZA E DELL ASILO. Report 2011. Assessorato Politiche Sociali e Rapporti con il Volontariato SERVIZIO IMMIGRAZIONE E PROMOZIONE DEI DIRITTI DI CITTADINANZA E DELL ASILO Report 2011 Assessorato Politiche Sociali e Rapporti con il Volontariato Direzione Politiche Sociali, Partecipative e dell Accoglienza

Dettagli

La Giornata Nazionale degli Alberi. La Festa dell Albero. Alle radici dell accoglienza

La Giornata Nazionale degli Alberi. La Festa dell Albero. Alle radici dell accoglienza La Festa dell Albero Festa dell Albero è la campagna di Legambiente per la tutela del verde e del territorio che quest anno si realizza nell ambito della Giornata Nazionale degli Alberi, finalmente istituita

Dettagli

La mediazione linguistico-culturale nei servizi sociali. (Alcune riflessioni a cura di Daniela Giuliani e Paola Del Vecchio)

La mediazione linguistico-culturale nei servizi sociali. (Alcune riflessioni a cura di Daniela Giuliani e Paola Del Vecchio) La mediazione linguistico-culturale nei servizi sociali (Alcune riflessioni a cura di Daniela Giuliani e Paola Del Vecchio) La figura del mediatore culturale è nata negli anni sulla base di precise esigenze,

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

nome progetto GARANZIA GIOVANI ambito d intervento ambito territoriale breve descrizione del progetto obiettivi obiettivi specifici

nome progetto GARANZIA GIOVANI ambito d intervento ambito territoriale breve descrizione del progetto obiettivi obiettivi specifici nome Assistenza Immigrati e profughi 2014: Rete Bianca e Bernie progetto GARANZIA GIOVANI ambito d intervento ambito territoriale breve descrizione del progetto Assistenza; immigrati, profughi Centro Astalli,

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE LAZIO- DIREZIONE RAGIONALE POLITICHE SOCIALI E FAMIGLIA E L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO

PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE LAZIO- DIREZIONE RAGIONALE POLITICHE SOCIALI E FAMIGLIA E L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE LAZIO- DIREZIONE RAGIONALE POLITICHE SOCIALI E FAMIGLIA E L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO La Regione Lazio - Direzione Ragionale Politiche Sociali e Famiglia

Dettagli

CAMPAGNA NAZIONALE DI MONITORAGGIO, PREVENZIONE E INFORMAZIONE SUGLI INCENDI BOSCHIVI

CAMPAGNA NAZIONALE DI MONITORAGGIO, PREVENZIONE E INFORMAZIONE SUGLI INCENDI BOSCHIVI IN COLLABORAZIONE CON CAMPAGNA NAZIONALE DI MONITORAGGIO, PREVENZIONE E INFORMAZIONE SUGLI INCENDI BOSCHIVI Gli incendi boschivi Più di un terzo dell Italia è coperto da boschi, foreste e macchia mediterranea,

Dettagli

Titolo 1 - PRINCIPI GENERALI. Art. 01 - Finalità

Titolo 1 - PRINCIPI GENERALI. Art. 01 - Finalità Legge Regionale 22 marzo 1990, n. 22 Interventi a sostegno dei diritti degli immigrati extracomunitari in Toscana. Bollettino Ufficiale n. 20, parte prima, del 31.03.1990 Titolo 1 - PRINCIPI GENERALI Art.

Dettagli

LA MEDIAZIONE SOCIOCULTURALE NEI PERCORSI DI AFFIDAMENTO OMOCULTURALE A PARMA. Bologna, 24 maggio 2012 Comune di Parma

LA MEDIAZIONE SOCIOCULTURALE NEI PERCORSI DI AFFIDAMENTO OMOCULTURALE A PARMA. Bologna, 24 maggio 2012 Comune di Parma LA MEDIAZIONE SOCIOCULTURALE NEI PERCORSI DI AFFIDAMENTO OMOCULTURALE A PARMA Bologna, 24 maggio 2012 Comune di Parma Il progetto di Affido Famigliare Omoculturale nasce nel 2000, col rientro al comune

Dettagli

SERVIZIO CIVILE REGIONALE 2014

SERVIZIO CIVILE REGIONALE 2014 SERVIZIO CIVILE REGIONALE 2014 Progetto Diritti di Cittadinanza Area Generale Settore di intervento: d) valorizzazione dell'integrazione, dell'interculturalità e della multiculturalità Premessa Il fenomeno

Dettagli

in materia di immigrazione

in materia di immigrazione in materia di immigrazione Gruppo PPE al Parlamento Europeo in materia di immigrazione in materia di immigrazione 1 Sommario in materia di immigrazione 5 1. Risposta alla crisi del sistema di asilo 7 2.

Dettagli

Mediazione e mediatori interculturali: indicazioni operative

Mediazione e mediatori interculturali: indicazioni operative Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro Organismo Nazionale di Coordinamento per le politiche di integrazione sociale degli stranieri Mediazione e mediatori interculturali: indicazioni operative

Dettagli

ABITATIVA EMERGENZA. Dal disagio abitativo all accompagnamento all abitare

ABITATIVA EMERGENZA. Dal disagio abitativo all accompagnamento all abitare Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA FONDO EUROPEO PER L INTEGRAZIONE DI CITTADINI DI PAESI TERZI Dire fare abitare Fondo Fei 2013, Azione 6, prog. 105060 - CUP D18D14000570008 EMERGENZA ABITATIVA Dal

Dettagli

Raccomandazione CM/Rec(2007)9 del Comitato dei Ministri agli Stati membri sui progetti di vita in favore dei minori stranieri non accompagnati

Raccomandazione CM/Rec(2007)9 del Comitato dei Ministri agli Stati membri sui progetti di vita in favore dei minori stranieri non accompagnati Raccomandazione CM/Rec(2007)9 del Comitato dei Ministri agli Stati membri sui progetti di vita in favore dei minori stranieri non accompagnati (adottata dal Comitato dei Ministri il 12 luglio 2007, in

Dettagli

LEGA SENZA FRONTIERE

LEGA SENZA FRONTIERE LEGA SENZA FRONTIERE Il Torneo gol Senza Frontiere èun progetto ambizioso ideato dalla Lega Senza Frontiere che, tramite il calcio, vuole dare un concreto esempio di come si possono superare le barriere

Dettagli

PROGETTO DI ACCOGLIENZA E ASSISTENZA DEI PROFUGHI PROVENIENTI DALLA LIBIA. Cooperativa 2000onlus s.c.s. a.r.l.

PROGETTO DI ACCOGLIENZA E ASSISTENZA DEI PROFUGHI PROVENIENTI DALLA LIBIA. Cooperativa 2000onlus s.c.s. a.r.l. PROGETTO DI ACCOGLIENZA E ASSISTENZA DEI PROFUGHI PROVENIENTI DALLA LIBIA Cooperativa 2000onlus s.c.s. a.r.l. Soggetti coinvolti nell implementazione del progetto: Soggetto attuatore del progetto di accoglienza

Dettagli

Incontro di presentazione dei servizi attivati. 30/01/2015 Ore 16.00 18.00 Università per Stranieri Dante Alighieri Reggio Calabria

Incontro di presentazione dei servizi attivati. 30/01/2015 Ore 16.00 18.00 Università per Stranieri Dante Alighieri Reggio Calabria Incontro di presentazione dei servizi attivati 30/01/2015 Ore 16.00 18.00 Università per Stranieri Dante Alighieri Reggio Calabria L ambito del progetto Fondo FEI Fondo Europeo per l Integrazione di Cittadini

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1)ENTE PROPONENTE IL PROGETTO: Arci Servizio Civile Nazionale Informazioni aggiuntive per i cittadini: Sede centrale: Indirizzo:

Dettagli

I NUOVI PROGRAMMI EUROPEI NELLE POLITICHE DI WELFARE. Milano, 11 Febbraio 2014

I NUOVI PROGRAMMI EUROPEI NELLE POLITICHE DI WELFARE. Milano, 11 Febbraio 2014 I NUOVI EUROPEI NELLE POLITICHE DI WELFARE Milano, 11 Febbraio 2014 CONTESTO DI RIFERIMENTO Nel marzo 2010 la Commissione Europea (CE) lancia la strategia EUROPA 2020 per una crescita intelligente, sostenibile

Dettagli

PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE

PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE SOGGETTI PROPONENTI IL PROGETTO 1) Denominazione Cooperativa Servizi & Formazione Indirizzo Viale

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. sulla comunicazione interculturale

PROTOCOLLO D INTESA. sulla comunicazione interculturale PROTOCOLLO D INTESA sulla comunicazione interculturale tra Regione Emilia-Romagna, Ordine dei Giornalisti dell Emilia-Romagna, Co.Re.Com dell Emilia-Romagna, Consulta regionale per l integrazione sociale

Dettagli

DIDATTICA II CIRCOLO G. di Vittorio Via A. Capitini,2-06019 UMBERTIDE

DIDATTICA II CIRCOLO G. di Vittorio Via A. Capitini,2-06019 UMBERTIDE DIDATTICA II CIRCOLO G. di Vittorio Via A. Capitini,2-06019 UMBERTIDE PROGETTO INTERCULTURA: UNA STRADA PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE SCHEDA DI PROGETTO DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2011-2012 APPROVATO

Dettagli

Carta di Napoli. Vista:

Carta di Napoli. Vista: 1 Urbanitas & Sustainable Solidarity Charter Percorso urbano di indirizzi strategici e piani operativi, volti all implementazione territoriale dei sistemi di accoglienza e integrazione per rifugiati e

Dettagli

ore Sala Consiliare del Comune di Bellano

ore Sala Consiliare del Comune di Bellano ore Sala Consiliare del Comune di Bellano IL PERCORSO Valutazione del Piano di Zona 2009/2011 Definizione regole di partecipazione del Terzo Settore Definizione della nuova governance Definizione delle

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali. Associazione di Volontariato L'Angelo Custode

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali. Associazione di Volontariato L'Angelo Custode Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Associazione di Volontariato L'Angelo Custode Il progetto O.A.S.I. è un progetto sperimentale promosso dall associazione di volontariato L

Dettagli

Rifugiati siriani: come organizzare e sostenere gli aiuti internazionali?

Rifugiati siriani: come organizzare e sostenere gli aiuti internazionali? Risoluzione 1971 (2014) Rifugiati siriani: come organizzare e sostenere gli aiuti internazionali? 1. L Assemblea parlamentare ha affrontato la situazione dei rifugiati siriani nella sua Risoluzione 1902

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome / Nome Indirizzo Telefono E-mail Cittadinanza Italiana Data di nascita 14/06/1970 Sesso Occupazione desiderata/settore professionale Maschile Mediazione

Dettagli

SINTESI DEI CONTRIBUTI RICEVUTI DALLE ASSOCIAZIONI SUL DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE IN TEMA DI POLITICHE DEL LAVORO E DELL INTEGRAZIONE

SINTESI DEI CONTRIBUTI RICEVUTI DALLE ASSOCIAZIONI SUL DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE IN TEMA DI POLITICHE DEL LAVORO E DELL INTEGRAZIONE SINTESI DEI CONTRIBUTI RICEVUTI DALLE ASSOCIAZIONI SUL DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE IN TEMA DI POLITICHE DEL LAVORO E DELL INTEGRAZIONE 2015-2020 PREMESSA Il documento è stato inviato alle Associazioni

Dettagli

PERCORSI INTERCULTURALI PER LE SCUOLE DELL INFANZIA E PRIMARIE DEL CIRCOLO. NINNENANNE USI E TRADIZIONI DA TUTTO IL MONDO

PERCORSI INTERCULTURALI PER LE SCUOLE DELL INFANZIA E PRIMARIE DEL CIRCOLO. NINNENANNE USI E TRADIZIONI DA TUTTO IL MONDO PERCORSI INTERCULTURALI PER LE SCUOLE DELL INFANZIA E PRIMARIE DEL CIRCOLO. STORIE, RACCONTI, FILASTROCCHE, NINNENANNE USI E TRADIZIONI DA TUTTO IL MONDO Il progetto è teso a favorire l incontro tra la

Dettagli

MEDIATORE INTERCULTURALE

MEDIATORE INTERCULTURALE Allegato 1 REGIONE LAZIO MEDIATORE INTERCULTURALE Il Mediatore Inter svolge attività di mediazione tra cittadini immigrati e la società locale, promuovendo, sostenendo e accompagnando entrambe le parti:

Dettagli

Sbarchi, richiedenti asilo e presenze irregolari

Sbarchi, richiedenti asilo e presenze irregolari Sbarchi, richiedenti asilo e presenze irregolari La traversata del Mar Mediterraneo è la strada più mortale del mondo : così afferma l Agenzia Onu per i rifugiati, comunicando il bilancio record di 3.419

Dettagli

Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali

Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE E COMUNICAZIONE DIREZIONE GENERALE PER I RAPPORTI CON L'UNIONE EUROPEA E PER I RAPPORTI INTERNAZIONALI UFFICIO

Dettagli

PROGETTO DI MEDIAZIONE INTERCULTURALE ANNO 2008

PROGETTO DI MEDIAZIONE INTERCULTURALE ANNO 2008 PROGETTO DI MEDIAZIONE INTERCULTURALE ANNO 2008 1) DENOMINAZIONE DEL PROGETTO Mediazione interculturale nelle strutture ospedaliere dell Azienda USL 2) SOGGETTO PROPONENTE Azienda USL Valle d Aosta 2.1)

Dettagli

Titolo Giovani per le politiche educative e la promozione culturale negli enti locali

Titolo Giovani per le politiche educative e la promozione culturale negli enti locali Allegato C Scheda progetto ENTE Denominazione ANCI Lombardia Città MILANO Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121 Codice di accreditamento NZ00504 Iscrizione all albo regionale ALBO REGIONALE REGIONE LOMBARDIA

Dettagli

RIFUGIATO A CASA MIA 2015/2016. Ufficio Immigrazione Caritas Italiana

RIFUGIATO A CASA MIA 2015/2016. Ufficio Immigrazione Caritas Italiana RIFUGIATO A CASA MIA 2015/2016 Ufficio Immigrazione Caritas Italiana Promotore Caritas Italiana Soggetti coinvolti Caritas italiana promuove il progetto nazionale coordinando il monitoraggio delle attività

Dettagli

Considerato che gli studenti stranieri con difficoltà di integrazione sono da ritenersi a tutti gli effetti in situazione di svantaggio;

Considerato che gli studenti stranieri con difficoltà di integrazione sono da ritenersi a tutti gli effetti in situazione di svantaggio; DELIBERAZIONE GIUNTA PROVINCIALE Prot. 0088129/2004 DEL 27/7/2004 Oggetto: Adesione al Protocollo d'intesa "Scuole e nuove culture" avente fine di promuovere un piano interistituzionale di interventi per

Dettagli

ARCA DI NOÈ per la disabilità, l accoglienza e l ambiente

ARCA DI NOÈ per la disabilità, l accoglienza e l ambiente ARCA DI NOÈ per la disabilità, l accoglienza e l ambiente

Dettagli

SCHEDA PROGETTO CASA/ALLOGGIO PROVINCIA DI SASSARI (14/05/2015)

SCHEDA PROGETTO CASA/ALLOGGIO PROVINCIA DI SASSARI (14/05/2015) SCHEDA PROGETTO CASA/ALLOGGIO PROVINCIA DI SASSARI (14/05/2015) Settore di intervento Area territoriale Attori da coinvolgere Nome del progetto Target di riferimento 1. Sistema dei servizi 2. Occupazione

Dettagli

Art. 1 (Interventi regionali a sostegno del diritto d'asilo)

Art. 1 (Interventi regionali a sostegno del diritto d'asilo) Legge regionale 12 giugno 2009, n. 18 Accoglienza dei richiedenti Asilo, dei rifugiati e sviluppo sociale, economico e culturale delle Comunità locali. (BUR n. 11 del 16 giugno 2009, supplemento straordinario

Dettagli

DIPARTIMENTO PER LE LIBERTÀ CIVILI E L IMMIGRAZIONE DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI CIVILI PER L IMMIGRAZIONE E L ASILO PRAESIDIUM IX

DIPARTIMENTO PER LE LIBERTÀ CIVILI E L IMMIGRAZIONE DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI CIVILI PER L IMMIGRAZIONE E L ASILO PRAESIDIUM IX UNIONE EUROPEA DIPARTIMENTO PER LE LIBERTÀ CIVILI E L IMMIGRAZIONE DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI CIVILI PER L IMMIGRAZIONE E L ASILO PRAESIDIUM IX 2014 SCHEDA PROGETTUALE DELLE ATTIVITA SVOLTE DA ALTO

Dettagli

Protocollo di accoglienza e integrazione degli alunni stranieri

Protocollo di accoglienza e integrazione degli alunni stranieri REPUBBLICA ITALIANA - REGIONE SICILIA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA II ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE A. DE GASPERI Via T. Nicola Maugeri, 4 Tel. 095/7022373 Fax 095/7891212

Dettagli

cooperativa sociale e di solidarietà Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale DIMORA D ABRAMO

cooperativa sociale e di solidarietà Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale DIMORA D ABRAMO cooperativa sociale e di solidarietà Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale DIMORA D ABRAMO la nostra STORIA Cooperativa Sociale e di Solidarietà costituita a Reggio Emilia il 29 dicembre 1988

Dettagli

Centro Servizi Stranieri

Centro Servizi Stranieri Centro Servizi Stranieri Cittadini stranieri e italiani Servizi, enti, istituzioni, associazioni, gruppi che operano nell ambito dell immigrazione Informazione sulla normativa in tema di immigrazione Supporto

Dettagli

PAROLEdelcuore. Attività di gruppo per Bambini e Ragazzi. La VALIGIA per la SCUOLA MEDIA CONFLITTO, SCONTRO, INCONTRO! AttentaMENTE!

PAROLEdelcuore. Attività di gruppo per Bambini e Ragazzi. La VALIGIA per la SCUOLA MEDIA CONFLITTO, SCONTRO, INCONTRO! AttentaMENTE! PAROLEdelcuore Attività di gruppo per Bambini e Ragazzi GIOCHIAMO con le PAROLE AttentaMENTE! BULLI e PUPE CONFLITTO, SCONTRO, INCONTRO! La VALIGIA per la SCUOLA MEDIA Il progetto propone un training fonologico,

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CARUSO. Delega al Governo per l istituzione dell Albo dei mediatori interculturali

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CARUSO. Delega al Governo per l istituzione dell Albo dei mediatori interculturali Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 652 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CARUSO Delega al Governo per l istituzione dell Albo dei mediatori interculturali Presentata

Dettagli

Assistenza e tutela dei diritti immigrati, profughi

Assistenza e tutela dei diritti immigrati, profughi nome progetto Assistenza Immigrati e Profughi 2016 Rete Bianca e Bernie ambito d intervento Assistenza e tutela dei diritti immigrati, profughi 14 volontari senza vitto e alloggio, Sede Indirizzo Comune

Dettagli