BPER per le imprese innovative Il ruolo degli intermediari finanziari regionali ed interregionali

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BPER per le imprese innovative Il ruolo degli intermediari finanziari regionali ed interregionali"

Transcript

1 BPER per le imprese innovative Il ruolo degli intermediari finanziari regionali ed interregionali Giuseppe Lisi Milano, 18 Novembre 2015

2 BPER per le imprese innovative AGEVOLAZIONI CONTRIBUTIVE AGEVOLAZIONI FISCALI Contributi a fondo perduto Regionali Contributo nazionale su brevetti (Brevetti +2) Bando Smart&Start Patent BOX Credito di Imposta FINANZIAMENTI BPER INNOVFIN FIN PMI Start Up e Start Up innovative RATING TECNOLOGICO Rating tecnologico 2

3 Agevolazioni contributive: Brevetti + 2 È stato pubblicato in GURI n. 182 del 7 agosto 2015 il bando BREVETTI +2 che prevede la concessione di contributi per l acquisto di servizi specialistici finalizzati alla valorizzazione economica di brevetti in termini di redditività, produttività e sviluppo di mercato. Gli incentivi vengono concessi in regime de minimis alle MPMI, anche di nuova costituzione, aventi sede legale ed operativa in Italia che vogliano portare sul mercato prodotti nuovi basati su brevetti rilasciati dal 2013; agli Spin-off universitari/accademici, costituiti nella forma di società di capitali, per i brevetti rilasciati dal Il contributo a fondo perduto, potrà avere un importo massimo di euro e non può superare l 80% dei costi ammissibili (fino al 100% dei costi ammissibili per gli spin-off). L agevolazione concessa con Brevetti+2 non è cumulabile con altre misure agevolative comprese quelle a titolo de minimis, ed accezione della garanzia del FdG nazionale sul finanziamento eventualmente rilasciato dalla banca a completamento del fabbisogno finanziario connesso al progetto. La domanda può essere presentata esclusivamente online su portale di Invitalia dal 6 ottobre, mediante procedura a sportello e fino ad esaurimento delle risorse. 3

4 Agevolazioni contributive: Smart & Start Italia CHE COS È E PER CHI È? Smart & Start Italia è un nuovo regime di aiuto finalizzato a sostenere la nascita e lo sviluppo, su tutto il territorio nazionale, di start-up innovative, iscritte in una apposita sezione del registro delle imprese. Possono accedere a Smart&Start Italia anche persone fisiche (compresi i cittadini stranieri in possesso del visto start-up ) che intendono costituire una start-up innovativa. QUALI SONO LE CARATTERISTICHE? Sono ammissibili alle agevolazioni i piani d impresa caratterizzati da un alto contenuto tecnologico e innovativo e/o nel campo dell economia digitale, e/o finalizzati a valorizzazione i risultati della ricerca pubblica e privata, che prevedono programmi di spesa di importo compreso tra 100 mila e 1,5 milioni di euro (al netto dell iva).l agevolazione principale è costituita da un mutuo senza interessi (c.d. Sovvenzione Rimborsabile) erogato da INVITALIA, della durata massima di 8 anni di valore pari sino all 80% delle spese agevolabili.è previsto poi un contributo a fondo perduto per le start-up localizzate nel sud Italia e servizi di tutoraggio se costituite da meno di 12 mesi. QUALI SONO I POSSIBILI INTERVENTI DELLA BPER? Conto Corrente Vincolato: funzionale alla erogazione dell agevolazione, regolamentato dalla convenzione stipulata tra il MISE, l ABI ed INVITALIA il 28 aprile 2015, a cui ha aderito la Bper. Finanziamento bancario integrativo: mutuo chirografario, con garanzia del fondo ex L.662/96, durata max 8 anni, destinato a finanziare la quota del piano di impresa non coperta dalla Sovvenzione Rimborsabile 4

5 Agevolazioni fiscali: Patent Box e Credito di Imposta Il Patent Box, un regime fiscale opzionale, prevede l esenzione parziale ai fini IRES e IRAP (pari al 30% nel 2015, al 40% nel 2016, al 50% dal 2017) sui redditi derivanti dall utilizzo di brevetti, marchi commerciali, opere dell ingegno e altri beni immateriali dalla formazione del reddito complessivo. I redditi agevolati possono derivare da un utilizzo del bene immateriale diretto alla produzione e/o vendita di beni o servizi, oppure possono essere quelli connessi al corrispettivo per licenze o concessioni. Il patent box ha l obiettivo di frenare la localizzazione da parte di aziende italiane della proprietà intellettuale in giurisdizioni estere più favorevoli e nel contempo attrarre potenziali investitori stranieri. L opzione ha durata per 5 esercizi sociali ed è irrevocabile. I redditi agevolati, nel caso di utilizzo diretto degli intangibles, sono determinati in seguito a procedura di ruling che prevede la determinazione dell ammontare dei ricavi e dei costi correlati in via preventiva ed in contraddittorio con l Agenzia delle Entrate. Il Credito d imposta sulle spese di Ricerca e Sviluppo riguarda, invece, gli investimenti in attività di ricerca e sviluppo effettuati nel periodo L agevolazione è fruibile da tutte le imprese senza limiti di fatturato, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano e dal regime contabile adottato. L agevolazione fiscale, utilizzabile a compensazione, è pari al 25% delle spese incrementali sostenute annualmente nel periodo rispetto alla media realizzata nei tre anni precedenti. Significa che non sono agevolabili tutte le spese per R&S ma solo quelle sostenute in eccedenza rispetto alla media degli investimenti realizzati nei tre periodi di imposta precedenti al L aliquota è elevata al 50% per le spese relative all impiego di personale qualificato e per quelle relative a contratti di ricerca con università o altri enti equiparati e con start-up innovative. L investimento minimo per accedere allo sgravio fiscale è pari a 30 mila euro mentre il beneficio massimo annuale è ammesso fino a 5 milioni di euro per ciascun soggetto. Entrambe le misure suindicate non sono considerate aiuti di stato e, pertanto, sono cumulabili con altri strumenti agevolativi. 5

6 Rating tecnologico Nell accezione più ampia Il Rating Tecnologico è un giudizio qualitativo (valutazione) sintetico, che esprime la capacità da parte di un Impresa di ripagare un investimento o un debito attraverso lo sviluppo di un progetto di innovazione e/o lo sfruttamento efficace dei propri Asset tecnologici caratterizzanti. Tale giudizio pondera i parametri di RISCHIO SPECIFICO di natura non finanziaria, valutando in modo integrato differenti indicatori (definiti: proxi ) quali: Gli scenari evolutivi del mercato tecnologico di riferimento, La capacità dell azienda di correlarsi al marcato tecnologico, La opportunità di riposizionamento dell azienda a valere sulla tecnologia proprietaria (flessibilità tecnologica). Di fatto, è un voto, che sintetizza le informazioni disponibili sulla controparte e sul suo assetto tecnologico core. Al termine del processo di valutazione, all Impresa è assegnata una classe di Rating Le classi di Rating sono ordinate in funzione del rischio: muovendo da una classe meno rischiosa a una più rischiosa, la probabilità di default tecnologico è crescente. 6

7 Finanziamenti: FIN PMI Start Up e Start Up innovative CHE COS È E PER CHI È? Fin Pmi Start up e Fin Pmi Start up innovative sono finanziamenti chirografari assistiti dalla garanzia del Fondo ex L.662/96 Possono accedere a tali finanziamenti: nuove PMI che sono state costituite o hanno iniziato la propria attività non oltre 3 anni prima della richiesta di ammissione alla garanzia del Fondo start-up innovative, iscritte in una apposita sezione del registro delle imprese. QUALI SONO LE CARATTERISTICHE? Sono ammissibili ai finanziamenti progetti di investimento garantiti all 80% dal Fondo ex L.662/96 In caso di start up innovative la garanzia del fondo è gratuita. QUALI SONO I POSSIBILI INTERVENTI DELLA BPER? Finanziamento chirografario fino all 80% dell importo del progetto di investimento Importo minimo pari ad ed importo massimo pari ad Durata: minimo 3 anni, massimo 8 anni. 7

8 Finanziamenti: BPER Innovfin 8

9 Finanziamenti: BPER Innovfin CHE COS È E PER CHI È? Bper Innovfin è il finanziamento garantito dal Fondo Europeo per gli Investimenti per il sostegno di imprese con progetti innovativi. Destinato alle imprese che innovano, che investono in Ricerca & Sviluppo, che hanno un elevato rischio tecnologico, che sviluppano brevetti. Grazie alla garanzia del Fondo Europeo per gli Investimenti, il Cliente beneficia di migliori condizioni economiche. Importo minimo: Importo massimo: Durata: da 12 mesi (chirografo) a 10 anni (ipotecario) Finalità: investimenti materiali, immateriali e di capitale circolante 9

10 Finanziamenti: BPER Innovfin BENEFICIARI 1) Small Mid-cap: Imprese, con un organico fino a 499 dipendenti 2) PMI: Micro, Piccole e Medie Imprese: TIPO (A) DIP. (B) FATTURATO (B) TOT. ATTIVO Microimpresa <10 e < 2 mln oppure < 2 mln Piccola Impresa < 50 e < 10 mln oppure < 10 mln Media Impresa < 250 e < 50 mln oppure < 43 mln Per Impresa s intende qualsiasi entità, a prescindere dalla forma giuridica rivestita, che svolge un attività economica, incluse in particolare le entità che svolgono una attività artigianale o altre attività a titolo individuale o famigliare, le società di persone o le associazioni che svolgono regolarmente una attività economica 10

11 Finanziamenti: BPER Innovfin CRITERI DI ELEGIBILITA DEI BENEFICIARI (principali) Il Beneficiario non deve trovarsi in una situazione di esclusione (e.g. fallimento, liquidazione, condanne passate in giudicato per amministratori/management, ) Il Beneficiario deve essere una società non quotata, fatta salva la possibilità di essere quotata su piattaforme di trading alternative Il Beneficiario non deve essere una società immobiliare Il Beneficiario non deve essere un veicolo costituito per detenere diritti contrattuali o asset in relazione al finanziamento di progetti di produzione energetica Allo stesso Beneficiario non devono essere concessi da BPER finanziamenti garantiti da FEI per un importo complessivo superiore ad Euro 7,5 milioni Il Beneficiario non deve essere una Impresa in Difficoltà (principali esempi) nel caso di società a responsabilità limitata abbia perso più della metà del capitale sociale sottoscritto a causa di perdite cumulate nel caso di un'impresa diversa da una PMI, qualora, negli ultimi due anni: (1) il rapporto debito/patrimonio netto contabile dell'impresa sia stato superiore a 7,5 e (2) il quoziente di copertura degli interessi dell'impresa (EBITDA/interessi) sia stato inferiore a 1,0. 11

12 Finanziamenti: BPER Innovfin CRITERI DI ELEGIBILITA DELL INNOVAZIONE (principali) 1/2 Il beneficiario (PMI) intende utilizzare il finanziamento per investire nella produzione o sviluppo di prodotti, processi e/o servizi che sono innovativi e dove c è un rischio di insuccesso tecnologico o industriale, come evidenziato da una valutazione di un esperto esterno Il beneficiario è una impresa in rapida crescita, che opera nel mercato da meno di 12 anni dall inizio attività e con una crescita media annua dei dipendenti o del fatturato superiore al 20% all anno, nel corso di un periodo di tre anni consecutivi, e con almeno dieci dipendenti all'inizio del periodo di osservazione Il revisore contabile del beneficiario ha riscontrato spese in Ricerca & Sviluppo e/o innovazione nell ultimo bilancio del beneficiario per un ammontare almeno pari al 20% del Finanziamento InnovFin richiesto, a condizione che il business plan del beneficiario indichi un aumento delle spese in Ricerca & Sviluppo almeno uguali all importo del Finanziamento InnovFin 12

13 Finanziamenti: BPER Innovfin CRITERI DI ELEGIBILITA DELL INNOVAZIONE (principali) 2/2 Il beneficiario intende spendere almeno l 80% del Finanziamento InnovFin in attività di Ricerca & Sviluppo (ciò si deve evincere dal business plan) e il rimanente deve essere utilizzato per coprire i costi necessari a effettuare tali attività Il beneficiario ha ricevuto contributi, prestiti o garanzie da programmi europei per la Ricerca & Sviluppo (ad esempio Horizon 2020 o 7 Programma Quadro) e/o attraverso i loro strumenti di finanziamento (per esempio Joint Technology Initiatives, "Eurostars") o da programmi regionali o nazionali a supporto della ricerca e/o innovazione negli ultimi 36 mesi, a condizione che il Finanziamento InnovFin non sia utilizzato per coprire gli stessi costi Il beneficiario ha registrato almeno un brevetto negli ultimi 24 mesi, e lo scopo del Finanziamento InnovFin è quello di rendere possibile l utilizzo di tale brevetto Il beneficiario è una PMI che ha ricevuto, negli ultimi 24 mesi**, investimenti da un fondo di venture capital da un business angel (diventando parte di tale network) o tale fondo di venture capital o business angel è un azionista del beneficiario 13

14 BPER per le imprese innovative Il ruolo degli intermediari finanziari regionali ed interregionali Giuseppe Lisi Servizio Finanza d impresa Ufficio Corporate Lending e Crediti Agevolati Mail: Tel:

BPER Banca per le imprese innovative. Giuseppe Lisi Firenze, 8 Giugno 2016

BPER Banca per le imprese innovative. Giuseppe Lisi Firenze, 8 Giugno 2016 BPER Banca per le imprese innovative Giuseppe Lisi Firenze, 8 Giugno 2016 BPER Banca per le imprese innovative AGEVOLAZIONI CONTRIBUTIVE Contributi Regionali Bando Smart&Start Patent BOX AGEVOLAZIONI FISCALI

Dettagli

Tabella di sintesi/1

Tabella di sintesi/1 SCHEDE SINTETICHE Tabella di sintesi/1 Digitalizzazione R&S Start up innovative e PMI innovative Turismo digitale Incentivo Finanziamenti per progetti di R&S (settore ICT Agenda Digitale) Finanziamenti

Dettagli

CENTRO STUDI CNA SCHEDE SINTETICHE

CENTRO STUDI CNA SCHEDE SINTETICHE SCHEDE SINTETICHE Dati al 30.06.2015 Digitalizzazione R&S Tabella di sintesi*/1 Incentivo In vigore dal Attuazione Voucher IT (Information Technology) 24 dicembre 2013 Credito d imposta 24 dicembre 2013

Dettagli

Tabella di sintesi. Incentivo In vigore dal Attuazione

Tabella di sintesi. Incentivo In vigore dal Attuazione SCHEDE SINTETICHE Tabella di sintesi Incentivo In vigore dal Attuazione Digitalizzazione R&S Voucher IT (Information Technology) 24 dicembre 2013 Credito d imposta 24 dicembre 2013 Artigianato digitale

Dettagli

CONVEGNO GLI ATTUALI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE IMPRESE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI BREVETTI E AI MARCHI CONNESSI

CONVEGNO GLI ATTUALI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE IMPRESE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI BREVETTI E AI MARCHI CONNESSI CONVEGNO GLI ATTUALI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE IMPRESE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI BREVETTI E AI MARCHI CONNESSI Bergamo, 8 Novembre 2011 CONVEGNO FRIM LINEA D INTERVENTO N 8 START UP D IMPRESA

Dettagli

PATENT BOX DETASSAZIONE DEI REDDITI DERIVANTI DA BENI IMMATERIALI

PATENT BOX DETASSAZIONE DEI REDDITI DERIVANTI DA BENI IMMATERIALI PATENT BOX DETASSAZIONE DEI REDDITI DERIVANTI DA BENI IMMATERIALI Art. 1, commi 37-45L. 23.12.2014 N. 190 Art. 5 co. 1, D.L. 24.01.2015 N. 1 (Investment Compact) pzanatta@uive.it Dott. Paolo Zanatta 18.02.2015

Dettagli

Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014

Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014 APERTURA DOMANDE SMART ET START ON LINE Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014 sono stati definiti gli aspetti rilevanti per l accesso alle agevolazioni ed

Dettagli

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali Bando/Agevolazione: Beni strumentali ("Nuova Sabatini") Obiettivo: incrementare la competitività e migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l acquisto di nuovi macchinari,

Dettagli

Circolare N.140 del 19 Settembre 2013

Circolare N.140 del 19 Settembre 2013 Circolare N.140 del 19 Settembre 2013 Smart & Start. Incentivi ed agevolazioni fino a 500.000 euro per i progetti innovativi al sud Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che Smart & Start

Dettagli

AGEVOLAZIONI ED IMPRESE

AGEVOLAZIONI ED IMPRESE AGEVOLAZIONI ED IMPRESE BANDO ISI INAIL 2016 BENEFICIARI: Pmi, anche individuali,ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura AGEVOLAZIONE:

Dettagli

Startup innovative: opportunità fiscali e strumenti di gestione e finanziamento

Startup innovative: opportunità fiscali e strumenti di gestione e finanziamento Università degli Studi di Sassari Sassari, 15 Maggio 2014 Startup innovative: opportunità fiscali e strumenti di gestione e finanziamento Dottore Commercialista- Revisore legale dei conti La fase di start

Dettagli

Rimini Startup 15 dicembre 2015 COOWEB AGEVOLAZIONI, BANDI E CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO 15 DICEMBRE 2015 - COOWEB

Rimini Startup 15 dicembre 2015 COOWEB AGEVOLAZIONI, BANDI E CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO 15 DICEMBRE 2015 - COOWEB Rimini Startup 15 dicembre 2015 COOWEB AGEVOLAZIONI, BANDI E CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO 15 DICEMBRE 2015 - COOWEB PRINCIPALI TIPOLOGIE DI AGEVOLAZIONE Credito d imposta Detassazione redditi Finanziamenti

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 2 Febbraio 2014 REGIONE LOMBARDIA

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 2 Febbraio 2014 REGIONE LOMBARDIA NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 2 Febbraio 2014 REGIONE LOMBARDIA ANTICIPAZIONI FINANZIAMENTI AGEVOLATI NUOVA SABATINI PER INVESTIMENTI IN MACCHINARI, IMPIANTI, BENI STRUMENTALI, ATTREZZATURE NUOVE

Dettagli

Centro Studi CNA SCHEDE SINTETICHE

Centro Studi CNA SCHEDE SINTETICHE SCHEDE SINTETICHE Tabella di sintesi Interventi In vigore dal Innovazione Voucher IT (Information Technology) 24 dicembre 2013 Credito d imposta 24 dicembre 2013 Finanziamenti per progetti di R&S 26 giugno

Dettagli

Legge di stabilità 2015 Crediti d imposta e agevolazioni

Legge di stabilità 2015 Crediti d imposta e agevolazioni Legge di stabilità 2015 Crediti d imposta e agevolazioni 7.2015 Febbraio Sommario 1. CREDITO D IMPOSTA PER ATTIVITÀ DI RICERCA E SVILUPPO... 2 1.1 Attività di ricerca e sviluppo agevolabili... 2 1.2 Costi

Dettagli

Gli aspetti fiscali dei diversi strumenti/canali di finanziamento

Gli aspetti fiscali dei diversi strumenti/canali di finanziamento FINANZIARE IN MODO EQUILIBRATO LA CRESCITA Gli aspetti fiscali dei diversi strumenti/canali di finanziamento slide 1 FINANZIAMENTO CREDITO BANCARIO FINANZIAMENTO SOCI LEASING CAMBIALI FINANZIARIE PRESTITI

Dettagli

Ecosistema delle startup innovative. Le novità, le speranze e le linee guida per il futuro

Ecosistema delle startup innovative. Le novità, le speranze e le linee guida per il futuro S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Ecosistema delle startup innovative Le novità, le speranze e le linee guida per il futuro Alessandro Galli 17 Dicembre 2014 - Sala Convegni Corso Europa,

Dettagli

Circolare N. 135 del 2 Ottobre 2015

Circolare N. 135 del 2 Ottobre 2015 Circolare N. 135 del 2 Ottobre 2015 Brevetti, disegni, modelli, software e marchi detassati con il nuovo patent box Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il Ministero dello Sviluppo

Dettagli

Caro Lettore, Buona lettura!

Caro Lettore, Buona lettura! GUIDA PRATICA Caro Lettore, Semplificare e agevolare l accesso al credito. In questo momento di difficile congiuntura economica, sono queste le parole d ordine che hanno portato governo, banche e imprese

Dettagli

Gli incentivi sono cumulabili fino a un contributo massimo di Euro 500.000 in quattro anni.

Gli incentivi sono cumulabili fino a un contributo massimo di Euro 500.000 in quattro anni. Palermo, 20 novembre 2013 Oggetto: SMART & START In relazione all ampia disponibilità di fondi ancora non utilizzati e considerato il buon esito dei progetti fin ora presentati si ripropongono di seguito

Dettagli

I J del codice di classificazione ISTAT con le esclusioni previste dalle regole di eligibilità BEI; - Il finanziamento deve essere destinato

I J del codice di classificazione ISTAT con le esclusioni previste dalle regole di eligibilità BEI; - Il finanziamento deve essere destinato Allegato 1 Invito alle banche a presentare manifestazione di interesse per la gestione di un plafond di 130 milioni di euro di provvista BEI da destinare a finanziamenti alle PMI della Regione Emilia-Romagna

Dettagli

Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B

Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B Scadenze Fino ad esaurimento fondi. In breve La SEZIONE A del Fondo di rotazione

Dettagli

Valorizzazione degli Assets dei Brevetti e strumenti. di finanziamento di Invitalia. Dott. Luca Bernardo

Valorizzazione degli Assets dei Brevetti e strumenti. di finanziamento di Invitalia. Dott. Luca Bernardo Valorizzazione degli Assets dei Brevetti e strumenti di finanziamento di Invitalia VALORIZZAZIONE DEL BREVETTO La valorizzazione economica di un brevetto può essere definita come la progettazione dello

Dettagli

TABELLA INCENTIVI TIPO DI INCENTIVO COSA AGEVOLA CHI AGEVOLA COME AGEVOLA PRESENTAZIONE DOMANDE

TABELLA INCENTIVI TIPO DI INCENTIVO COSA AGEVOLA CHI AGEVOLA COME AGEVOLA PRESENTAZIONE DOMANDE Decreto MISE 23.09.2014 (G.U. n. 269 del 19.11.2014) Digitalizzazione Acquisto di software, hardware e servizi per il miglioramento PMI Voucher di importo non superiore a 10.000 euro, nella misura In attesa

Dettagli

Gli incentivi di Invitalia per le imprese innovative

Gli incentivi di Invitalia per le imprese innovative Gli incentivi di Invitalia per le imprese innovative Febbraio 2015 Invitalia: chi siamo Invitalia è l Agenzia nazionale che agisce su mandato del Governo per sostenere i settori strategici per lo sviluppo

Dettagli

CREDITO D IMPOSTA R&S 2015-2019 alla luce delle recenti delucidazioni fornite dalla circolare dell Agenzia delle Entrate N. 5/E LUNEDI 21 MARZO 2016

CREDITO D IMPOSTA R&S 2015-2019 alla luce delle recenti delucidazioni fornite dalla circolare dell Agenzia delle Entrate N. 5/E LUNEDI 21 MARZO 2016 CREDITO D IMPOSTA R&S 2015-2019 alla luce delle recenti delucidazioni fornite dalla circolare dell Agenzia delle Entrate N. 5/E LUNEDI 21 MARZO 2016 1 Soggetti beneficiari Credito d imposta R&S Il credito

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze VISTA la legge 23 dicembre 2014 n. 190, e successive modificazioni, recante Disposizioni per la formazione

Dettagli

Il finanziamento a ricerca ed innovazione

Il finanziamento a ricerca ed innovazione Il finanziamento a ricerca ed innovazione Il venture capital (su start up e non solo ) Il venture capital italiano, in particolare quello dei fondi di investimento non sempre è «virtuoso» Strategie di

Dettagli

LOCONTE & PARTNERS. Studio Legale e Tributario. Member of. www.loconteandpartners.it START UP INNOVATIVE: ANALISI DEL BANDO SMART & START

LOCONTE & PARTNERS. Studio Legale e Tributario. Member of. www.loconteandpartners.it START UP INNOVATIVE: ANALISI DEL BANDO SMART & START LOCONTE & PARTNERS Studio Legale e Tributario Member of www.loconteandpartners.it START UP INNOVATIVE: ANALISI DEL BANDO SMART & START BENEFICIARI SPESE AMMISSIBILI BANDO SMART & START AGEVOLAZIONI PRESENTAZIONE

Dettagli

Una politica industriale per l innovazione

Una politica industriale per l innovazione Una politica industriale per l innovazione Focus PMI innovative Mattia Corbetta Ancona 12 ottobre 2015 MiSE DG Politica Industriale, Competitività e PMI Le 4 colonne della politica industriale sull innovazione

Dettagli

INNOVARE? Si deve, si può, si fa:

INNOVARE? Si deve, si può, si fa: come ottenere i finanziamenti ed i contributi per fare ricerca & sviluppo MILANO 27 APRILE 2015 RICERCA & SVILUPPO Cos è la Ricerca & Sviluppo nel Nostro tessuto imprenditoriale? INNOVAZIONE DI PRODOTTO

Dettagli

Requisiti soggettivi e oggettivi e aspetti operativi

Requisiti soggettivi e oggettivi e aspetti operativi Requisiti soggettivi e oggettivi e aspetti operativi Regime opzionale Possibilità offerta ai titolari di reddito di impresa di escludere parzialmente da tassazione i redditi derivanti dall utilizzo o dalla

Dettagli

BANDO SMART & START AGEVOLAZIONI A FAVORE DELLE START-UP INNOVATIVE Dr. MISE del 24/09/2014 e successive

BANDO SMART & START AGEVOLAZIONI A FAVORE DELLE START-UP INNOVATIVE Dr. MISE del 24/09/2014 e successive BANDO SMART & START AGEVOLAZIONI A FAVORE DELLE START-UP INNOVATIVE Dr. MISE del 24/09/2014 e successive SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare delle agevolazioni le start-up innovative*: a) Costituite

Dettagli

LAZIO. AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI "Investimenti nel settore dell'autotrasporto"

LAZIO. AGEA OCM Vino Investimenti 2015/2016 SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI Investimenti nel settore dell'autotrasporto AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" Sono previsti finanziamenti a fondo perduto a favore delle imprese attive nel settore vitivinicolo (ad esclusione di quelle di commercializzazione) che effettuano

Dettagli

LAZIO. REGIONE LAZIO "Finanziamenti agevolati per efficienza energetica" SCADENZA: fino ad esaurimento risorse

LAZIO. REGIONE LAZIO Finanziamenti agevolati per efficienza energetica SCADENZA: fino ad esaurimento risorse "Finanziamenti agevolati per efficienza energetica" Pubblicato il bando per la concessione di finanziamenti agevolati alle PMI che investono in efficienza energetica e produzione di energia rinnovabile.

Dettagli

Imprese artigiane, anche in forma cooperativa o consortile.

Imprese artigiane, anche in forma cooperativa o consortile. QUADRO SINOTTICO FINANZIAMENTI IMPRESE BANDI Oggetto Finanziamento Beneficiari Apertura Scadenza Stanziamento Importi finanziabili Legge n. 949/52 Bando INAIL 2014 - Contributo in c/interessi (64% del

Dettagli

Nome e cognome del Cliente a cui è stato consegnato il presente foglio informativo:

Nome e cognome del Cliente a cui è stato consegnato il presente foglio informativo: Trasparenza delle operazioni e dei servizi finanziari (D.Lgs. n. 385 del 1/9/93 e s.m.i. Delibera CICR del 4/3/2003 Disposizioni Governatore Banca d Italia del 25/7/03) Foglio informativo n. 2 (aggiornato

Dettagli

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO AGGIORNATO AL 16 NOVEMBRE 2010 PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO Prodotti e servizi per il consolidamento delle passività a breve Pag. 1. Credimpresa BNL per associati Assolombarda Finanziamento per aziende

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. REGIONE EMILIA ROMAGNA "Sostegno alle start-up innovative" SCADENZA: 30/09/2016. REGIONE EMILIA ROMAGNA "Psr 2014-2020"

EMILIA ROMAGNA. REGIONE EMILIA ROMAGNA Sostegno alle start-up innovative SCADENZA: 30/09/2016. REGIONE EMILIA ROMAGNA Psr 2014-2020 "Sostegno alle start-up innovative" Il sostegno è finalizzato alla nascita e crescita di start up in grado di generare nuove nicchie di mercato attraverso nuovi prodotti, servizi e sistemi di produzione

Dettagli

La dotazione finanziaria prevista dal Fondo PMI Misura Intervento straordinario per la competitività è pari a 120.000.000 di Euro.

La dotazione finanziaria prevista dal Fondo PMI Misura Intervento straordinario per la competitività è pari a 120.000.000 di Euro. AVVISO per la selezione di progetti da ammettere al finanziamento del Fondo Regionale per lo sviluppo delle PMI campane misura Intervento straordinario per la competitività Sul BURC del 2 novembre 2015

Dettagli

FONDO NAZIONALE INNOVAZIONE

FONDO NAZIONALE INNOVAZIONE DIPERTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI FONDO NAZIONALE INNOVAZIONE Direzione Generale Lotta alla Contraffazione

Dettagli

Imprese artigiane, anche in forma cooperativa o consortile.

Imprese artigiane, anche in forma cooperativa o consortile. QUADRO SINOTTICO FINANZIAMENTI IMPRESE BANDI Oggetto Finanziamento Beneficiari Apertura Scadenza Stanziamento Importi finanziabili Legge n. 949/52 Bando INAIL 2014 - Contributo in c/interessi (64% del

Dettagli

RIEPILOGO AGEVOLAZIONI ATTIVE

RIEPILOGO AGEVOLAZIONI ATTIVE RIEPILOGO AGEVOLAZIONI ATTIVE AGEVOLAZIONI ATTIVE INVITALIA Prestito d Onore Regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Molise, Puglia, Campania, Sardegna, Sicilia Microimpresa Regioni: Abruzzo, Basilicata,

Dettagli

Le azioni di Governo per il sostegno all innovazione

Le azioni di Governo per il sostegno all innovazione Le azioni di Governo per il sostegno all innovazione Finanza per la crescita: tre ingranaggi 1. Sostegno agli investimenti qualificati 2. Accesso ai finanziamenti 3. Azioni mirate per le imprese innovative

Dettagli

Agevolazioni finanziarie per le imprese del settore Autotrasporto merci per conto terzi

Agevolazioni finanziarie per le imprese del settore Autotrasporto merci per conto terzi 1 Agevolazioni finanziarie per le imprese del settore Autotrasporto merci per conto terzi Relatore: Cristiano Vincenzi (cristiano.vincenzi@bancopopolare.it) Responsabile Funzione Finanziamenti Agevolati

Dettagli

Circolare N. 91 del 18 Giugno 2015

Circolare N. 91 del 18 Giugno 2015 Circolare N. 91 del 18 Giugno 2015 Smart & Start: finanziamenti veloci per le spese incentivate Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che grazie alla convenzione tra Ministero dello Sviluppo

Dettagli

24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086

24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086 24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086 Approvazione delle modalità di attuazione degli Interventi di garanzia per gli investimenti POR CreO

Dettagli

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi di Enrico Mazza Il 29 novembre scorso sono stati pubblicati sul BURC (n. 48 parte III) i Decreti che riguardano l approvazione degli Avvisi

Dettagli

Il CAPITALE DI RISCHIO E LA COLLABORAZIONE PUBBLICO PRIVATA. Bando 1.2.4. Ingegneria Finanziaria FONDO CAPITALE DI RISCHIO

Il CAPITALE DI RISCHIO E LA COLLABORAZIONE PUBBLICO PRIVATA. Bando 1.2.4. Ingegneria Finanziaria FONDO CAPITALE DI RISCHIO Il CAPITALE DI RISCHIO E LA COLLABORAZIONE PUBBLICO PRIVATA Bando 1.2.4. Ingegneria Finanziaria FONDO CAPITALE DI RISCHIO FINALITA E OBIETTIVI Supportare gli investimenti delle Piccole e Medie imprese

Dettagli

BANDI DI PROSSIMA SCADENZA

BANDI DI PROSSIMA SCADENZA Settembre 2015 BANDI DI PROSSIMA SCADENZA VOUCHER INTERNAZIONALIZZAZIONE Voucher a fondo perduto di importo pari 10mila Euro a fronte di una spesa minima di 13.000 Euro, può essere richiesto da micro,

Dettagli

Fondo centrale di garanzia

Fondo centrale di garanzia Fondo centrale di garanzia 1 Riferimento Legge FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE LEGGE 662/96 ART. 2 COMMA 100 LETT. A); Tre forme di intervento: Garanzia Diretta, garanzia prestata dal

Dettagli

Dott. Jacopo Calvano. Dottore Commercialista e Revisore Legale dei conti Esperto in finanza comunitaria per imprese ed enti locali

Dott. Jacopo Calvano. Dottore Commercialista e Revisore Legale dei conti Esperto in finanza comunitaria per imprese ed enti locali Dott. Jacopo Calvano Dottore Commercialista e Revisore Legale dei conti Esperto in finanza comunitaria per imprese ed enti locali IT IMPRESA E TERRITORIO SRL Ufficio Finanziamenti e Incentivi 00199 Roma

Dettagli

Una politica industriale per l innovazione

Una politica industriale per l innovazione Una politica industriale per l innovazione Focus PMI innovative Stefano Firpo Ivrea, 18 novembre 2015 MiSE DG Politica Industriale, Competitività e PMI Da 3 anni il Governo sta costruendo una politica

Dettagli

Regione Puglia Assessorato Sviluppo Economico POR PUGLIA 2007-2013. Regolamento generale dei regimi di aiuto in esenzione

Regione Puglia Assessorato Sviluppo Economico POR PUGLIA 2007-2013. Regolamento generale dei regimi di aiuto in esenzione Regione Puglia Assessorato Sviluppo Economico POR PUGLIA 2007-2013 Regolamento generale dei regimi di aiuto in esenzione Giugno 2008 1 Titolo I Disposizioni Generali 2 Titolo I Disposizioni Generali Regimi

Dettagli

C i r c o l a r e d e l 0 9 G e n n a i o 2 0 1 3 P a g. 1 di 5

C i r c o l a r e d e l 0 9 G e n n a i o 2 0 1 3 P a g. 1 di 5 C i r c o l a r e d e l 0 9 G e n n a i o 2 0 1 3 P a g. 1 di 5 Circolare Numero 01/2013 Oggetto LE START-UP INNOVATIVE E IL CREDITO DI IMPOSTA PER LA DISTRIBUZIONE DELLE OPERE DELL INGEGNO DIGITALI Sommario

Dettagli

La riduzione della pressione fiscale sulle imprese. Dott. Alessandro Cotto

La riduzione della pressione fiscale sulle imprese. Dott. Alessandro Cotto La riduzione della pressione fiscale sulle imprese Dott. Alessandro Cotto DETRAZIONI PER IMMOBILI Detrazione per il risparmio energetico: anno 2015; detrazione del 65%. Detrazione per le ristrutturazioni

Dettagli

Export Manager per le PMI: Voucher per l internazionalizzazione

Export Manager per le PMI: Voucher per l internazionalizzazione Export Manager per le PMI: Voucher per l internazionalizzazione 1 Voucher per l internazionalizzazione: come nasce Contesto: l intervento dei Voucher per l internazionalizzazione delle PMI nasce nell ambito

Dettagli

Smart&Start Italia. Dal 16 febbraio 2015 è aperta la piattaforma online attraverso la quale si possono inviare i business plan smartstart.invitalia.

Smart&Start Italia. Dal 16 febbraio 2015 è aperta la piattaforma online attraverso la quale si possono inviare i business plan smartstart.invitalia. Smart&Start Italia Per favorire la diffusione di nuova imprenditorialità legata all economia digitale, per sostenere le politiche di trasferimento tecnologico e di valorizzazione dei risultati del sistema

Dettagli

APPROFONDIMENTO LE MISURE PREVISTE PER INCENTIVARE PROGETTI IMPRENDITORIALI INNOVATIVI

APPROFONDIMENTO LE MISURE PREVISTE PER INCENTIVARE PROGETTI IMPRENDITORIALI INNOVATIVI APPROFONDIMENTO Cessione BANCHE SMART & START: LE MISURE PREVISTE PER INCENTIVARE PROGETTI IMPRENDITORIALI INNOVATIVI A cura del centro studi economico finanziario della Financial Advisors Business www.fabfinance.eu

Dettagli

Sportello Informativo e di Orientamento IMPRESA E LAVORO

Sportello Informativo e di Orientamento IMPRESA E LAVORO Sportello Informativo e di Orientamento IMPRESA E LAVORO Accesso al credito, opportunità di finanziamento e inserimento lavorativo Lo sportello informativo Impresa e Lavoro della Pro Loco di Itri offre

Dettagli

Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia

Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia Che cos è Smart&Start Italia? Smart&Start Italia è l incentivo che supporta le start-up innovative che operano su tutto il territorio nazionale L obiettivo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI (Approvato dalla Giunta camerale con atto n. 38 del 24/02/2014) Art. 1 Finalità Nel quadro delle proprie iniziative

Dettagli

La nuova 181/89 per lo sviluppo e la crescita delle imprese umbre

La nuova 181/89 per lo sviluppo e la crescita delle imprese umbre La nuova 181/89 per lo sviluppo e la crescita delle imprese umbre A cura di Alessandro Palmitelli Responsabile Gestione L.181/89 Foligno 27.04.2016 Accordo di Programma ex A. Merloni Regioni Marche e Umbria

Dettagli

Il nuovo regime del Patent Box nell ordinamento fiscale italiano

Il nuovo regime del Patent Box nell ordinamento fiscale italiano www.pwc.com Il nuovo regime del Patent Box nell ordinamento fiscale italiano 21 ottobre 2015 Dott. Gianni Colucci Il Patent Box introduzione (1/3) A decorrere dal "periodo d'imposta successivo a quello

Dettagli

Gli strumenti Agevolativi presso BNL SpA

Gli strumenti Agevolativi presso BNL SpA Gli strumenti Agevolativi presso BNL SpA D.Bartolo Divisione Corporate Gestione Operativa Agevolati, Incentivi e Innovazione Finanziamenti Agevolati Internazionali Portobuffolè, 29/09/2014 Agenda 1. I

Dettagli

Head of Area Commerciale Catania

Head of Area Commerciale Catania «LE RISORSE FINANZIARIE PER LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE» Giuseppe Mormino Head of Area Commerciale Catania Siamo la prima banca in Sicilia: «se cresce il Territorio, cresciamo anche noi» conoscere il

Dettagli

DIVENTA IMPRENDITORE DI TE STESSO

DIVENTA IMPRENDITORE DI TE STESSO DIVENTA IMPRENDITORE DI TE STESSO 1 CICLO DI SEMINARI PER CREARE NUOVE IMPRESE CAMERA DI COMMERCIO DI REGGIO EMILIA STARTUP INNOVATIVE ALBERTO PERONI MARTEDI 28 OTTOBRE 2014 Cosa sono le STARTUP INNOVATIVE?

Dettagli

Banca europea per gli investimenti

Banca europea per gli investimenti Banca europea per gli investimenti La banca dell UE Il sostegno della BEI e del FEI alle imprese Anna Fusari 26 settembre 2013 La Banca europea per gli investimenti La Banca per i finanziamenti a lungo

Dettagli

FINANZA AGEVOLATA FINANZA AGEVOLATA In senso lato: qualsiasi strumento che il legislatore mette a disposizione delle imprese al fine dell ottenimento di un vantaggio competitivo In senso stretto: interventi

Dettagli

Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne.

Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne. Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne. È entrata nella sua fase operativa il provvedimento del Ministero dello Sviluppo Economico che prevede la

Dettagli

MARCHE. MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO "Restart ValVibrata" SCADENZA: in fase di pubblicazione. REGIONE MARCHE "Bando Made in Italy"

MARCHE. MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO Restart ValVibrata SCADENZA: in fase di pubblicazione. REGIONE MARCHE Bando Made in Italy MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO "Restart ValVibrata" Il Ministero dello sviluppo Economico, Regione Abruzzo e Regione Marche hanno riconosciuto l'area di crisi complessa Vibrata Piceno quale soggetto beneficario

Dettagli

INCENTIVI E AGEVOLAZIONI FINANZIARIE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE

INCENTIVI E AGEVOLAZIONI FINANZIARIE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE INCENTIVI E AGEVOLAZIONI FINANZIARIE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE INCENTIVI E AGEVOLAZIONI FINANZIARIE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE Università degli Studi Milano-Bicocca, 15 Settembre 2015 Agenda 1

Dettagli

C i r c o l a r e d e l 29 m a r z o 2016 P a g. 1 di 5. Sostegno finanziario alle PMI: i fondi BEI e FEI. Contenuto

C i r c o l a r e d e l 29 m a r z o 2016 P a g. 1 di 5. Sostegno finanziario alle PMI: i fondi BEI e FEI. Contenuto C i r c o l a r e d e l 29 m a r z o 2016 P a g. 1 di 5 Circolare Numero 8/2016 Oggetto Sostegno finanziario alle PMI: i fondi BEI e FEI. Sommario Lo scorso autunno la Commissione Europea ha varato il

Dettagli

JEREMIE SICILIA PMI. Un nuovo strumento finanziario "a condizioni agevolate" per le Imprese siciliane

JEREMIE SICILIA PMI. Un nuovo strumento finanziario a condizioni agevolate per le Imprese siciliane JEREMIE SICILIA PMI Un nuovo strumento finanziario "a condizioni agevolate" per le Imprese siciliane Riccardo Benanti Specialista di Finanza d'impresa Commerciale Corporate Region Sicilia Catania, 31 Marzo

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 16 suppl. del 02-02-2012

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 16 suppl. del 02-02-2012 6 REGOLAMENTO REGIONALE 31 gennaio 2012, n. 2 Regolamento per la concessione di aiuti di importanza minore (de minimis) alle PMI e abrogazione dei Regolamenti Regionali n. 24 del 21 novembre 2008 e n.

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 1 GENNAIO 2016 REGIONE LOMBARDIA

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 1 GENNAIO 2016 REGIONE LOMBARDIA 1 NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 1 GENNAIO 2016 REGIONE LOMBARDIA NEWS BANDO INAIL 2015 Contributi a fondo perduto del 65% delle spese per progetti di miglioramento della sicurezza sul luogo di lavoro

Dettagli

Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012

Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012 Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012 Nell ambito del Fondo per il sostegno all accesso al credito delle imprese del Lazio (art. 20 LR 9/2005)

Dettagli

BANDO BREVETTI+2 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

BANDO BREVETTI+2 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO BANDO BREVETTI+2 BENEFICIARI Micro, piccole e medie imprese aventi sede legale ed operativa in Italia, che si trovano in una delle seguenti condizioni: 1) siano titolari

Dettagli

AVVISO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI DA AMMETTERE AL FINANZIAMENTO DEL FONDO ROTATIVO PER LO SVILUPPO DELLE PMI CAMPANE Misura Start up

AVVISO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI DA AMMETTERE AL FINANZIAMENTO DEL FONDO ROTATIVO PER LO SVILUPPO DELLE PMI CAMPANE Misura Start up Mario Porcaro Claudio Zollo Michele Grosso Andrea Porcaro Francesco Porcaro Laura Paglia Nicola Intorcia Marco De Iapinis Fabio Cassero Claudia Castaldo Francesca Chiappa revisore legale 1 Fabrizia De

Dettagli

TOSCANA. TOSCANAMUOVE "Creazione impresa" A PARTIRE DAL: 15/10/2015. REGIONE TOSCANA "Finanziamenti per l'area di Piombino" SCADENZA: giugno 2016

TOSCANA. TOSCANAMUOVE Creazione impresa A PARTIRE DAL: 15/10/2015. REGIONE TOSCANA Finanziamenti per l'area di Piombino SCADENZA: giugno 2016 TOSCANAMUOVE "Creazione impresa" Disponibile il fondo rotativo che intende sostenere attraverso agevolazioni (finanziamento agevolato a tasso zero e vocuher) per la realizzazione di progetti di investimento

Dettagli

20/10/2015 Esaurimento fondi

20/10/2015 Esaurimento fondi QUADRO SINOTTICO FINANZIAMENTI IMPRESE BANDI Oggetto Finanziamento Beneficiari Apertura Scadenza Stanziamento Importi finanziabili Bando Microcredito FSE 2015 Finanziamento Agevolato a tasso 0 max 25.000

Dettagli

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Invitalia: mission e obiettivi Invitalia è l Agenzia del Governo che ha l obiettivo di contribuire ad accrescere la competitività

Dettagli

Nuove imprese a tasso zero

Nuove imprese a tasso zero Nuove imprese a tasso zero Workshop sulle agevolazioni pubbliche per l autoimpiego rivolte a giovani under 35 e/o donne e promosse dal Ministero dello Sviluppo Economico. Ente gestore: Invitalia. Itri

Dettagli

BANDO DISEGNI +3 BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI DISEGNI E MODELLI

BANDO DISEGNI +3 BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI DISEGNI E MODELLI BANDO DISEGNI +3 BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI DISEGNI E MODELLI Le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo in conto capitale in misura massima

Dettagli

Il Fondo di Garanzia per le PMI

Il Fondo di Garanzia per le PMI Il Fondo di Garanzia per le PMI Sezione Speciale Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le Pari Opportunità L assistenza alla Sezione Speciale per le Imprese Femminili Silvia Lorenzini

Dettagli

PATENT BOX. a cura del dott. Umberto Zagarese. - aprile 2015 -

PATENT BOX. a cura del dott. Umberto Zagarese. - aprile 2015 - PATENT BOX a cura del dott. Umberto Zagarese - aprile 2015 - PATENT BOX Introduzione A partire dal 2015, i titolari di reddito d impresa possono optare per una tassazione agevolata, ai fini delle imposte

Dettagli

INNOVAZIONE E TRASFERIMENTO TECNOLOGICO. Legge N. 9/2014 - art.3 Legge N.190/2014 commi 35 e 36

INNOVAZIONE E TRASFERIMENTO TECNOLOGICO. Legge N. 9/2014 - art.3 Legge N.190/2014 commi 35 e 36 INNOVAZIONE E TRASFERIMENTO TECNOLOGICO Legge N. 9/2014 - art.3 Legge N.190/2014 commi 35 e 36 CHE COS E IL CREDITO DI IMPOSTA. Il credito d imposta è una sorta di buono che l impresa e/o il cittadino

Dettagli

Credito d imposta per attività di ricerca e sviluppo - Provvedimento attuativo

Credito d imposta per attività di ricerca e sviluppo - Provvedimento attuativo A G E V O L A Z I O N I F I S C A L I Credito d imposta per attività di ricerca e sviluppo - Provvedimento attuativo 31 LUGLIO 20151 1 PREMESSA Con il DM 27.5.2015, pubblicato sulla G.U. 29.7.2015 n. 174,

Dettagli

GLI STRUMENTI DI ACCESSO AL CREDITO DI RILIEVO NAZIONALE FONDO DI GARANZIA PER LE PMI

GLI STRUMENTI DI ACCESSO AL CREDITO DI RILIEVO NAZIONALE FONDO DI GARANZIA PER LE PMI GLI STRUMENTI DI ACCESSO AL CREDITO DI RILIEVO NAZIONALE FONDO DI GARANZIA PER LE PMI Il Fondo di garanzia per le PMI, gestito dal Medio Credito Centrale-Unicredit e istituito con la L. 662/96 ha conosciuto

Dettagli

DALL IDEA ALL IMPRESA

DALL IDEA ALL IMPRESA DALL IDEA ALL IMPRESA Bando Incubatore d impresa 2012 rivolto ad aspiranti imprenditori e imprese start up per la fruizione dei servizi dell Incubatore d impresa di ComoNExT Premessa Per l anno 2012, la

Dettagli

FAI LA MOSSA GIUSTA PER DIVENTARE IMPRENDITORE

FAI LA MOSSA GIUSTA PER DIVENTARE IMPRENDITORE FAI LA MOSSA GIUSTA PER DIVENTARE IMPRENDITORE CONFCOMMERCIO MILANO PER GLI ASPIRANTI IMPRENDITORI E LE NEO IMPRESE A cura di Andrea Ventura Direzione Rete Organizzativa/Unità Finanziamenti START UP INNOVATIVA:

Dettagli

di Dott.ssa Miriam Tirinzoni Via Forestale n. 32-23017 Morbegno (SO) Tel 0342-615355 0342-671779 Fax 0342-673522

di Dott.ssa Miriam Tirinzoni Via Forestale n. 32-23017 Morbegno (SO) Tel 0342-615355 0342-671779 Fax 0342-673522 MT di Dott.ssa Miriam Tirinzoni BANDO N. 58-2013 SVILUPPO NUOVE IMPRESE INNOVATIVE Obiettivi del Bando E attiva una misura di contributo a fondo perso che aiuta le micro, piccole e medie imprese di recente

Dettagli

START UP DI IMPRESE INNOVATIVE ANNO 2016

START UP DI IMPRESE INNOVATIVE ANNO 2016 START UP DI IMPRESE INNOVATIVE ANNO 2016 Presentazione domande: a sportello dalle ore 10 del 1 marzo 2016 alle ore 17 del 30 settembre 2016 salvo esaurimento fondi TERRITORIO: Regione Emilia Romagna OBIETTIVI

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna

Regione Autonoma della Sardegna POR SARDEGNA 2000/2006 MISURA 4.2 Direttive di Attuazione - Servizi reali Art. 1 Oggetto 1. Le presenti Direttive di Attuazione disciplinano l erogazione di aiuti per l acquisizione di servizi reali destinati

Dettagli

Vantaggi economici provenienti dallo sfruttamento economico di un marchio. Licenza Franchising Merchandising Co-branding Monetizzazione

Vantaggi economici provenienti dallo sfruttamento economico di un marchio. Licenza Franchising Merchandising Co-branding Monetizzazione Vantaggi economici provenienti dallo sfruttamento economico di un marchio Licenza Franchising Merchandising Co-branding Monetizzazione Individuazione del soggetto fruitore dei sostegni economici e del

Dettagli

IL SOSTEGNO DELLA REGIONE TOSCANA ALLA CREAZIONE DI IMPRESE INNOVATIVE. Prato, 16 novembre 2015

IL SOSTEGNO DELLA REGIONE TOSCANA ALLA CREAZIONE DI IMPRESE INNOVATIVE. Prato, 16 novembre 2015 IL SOSTEGNO DELLA REGIONE TOSCANA ALLA CREAZIONE DI IMPRESE INNOVATIVE Prato, 16 novembre 2015 Decreto di indizione n. 4123 del 10.08.2015 Finalità del bando rafforzare l innovazione del sistema imprenditoriale

Dettagli

Il sottoscritto. nato a il. rappresentante dell'impresa/consorzio/cooperativa. con sede in Via n.

Il sottoscritto. nato a il. rappresentante dell'impresa/consorzio/cooperativa. con sede in Via n. 1406 fascicolo 12.4 1.2014 (determinazione n. 219/PRO del 19.9.2014 di modifica del provvedimento n. 170/PRO del 9.7.2014) MODULO PRINCIPALE ALLEGATO ALLA DOMANDA TELEMATICA DI CONTRIBUTO PER SISTEMI INFORMATICI.

Dettagli

Art. 1 Finalità. Art. 2 Requisiti di ammissibilità al contributo

Art. 1 Finalità. Art. 2 Requisiti di ammissibilità al contributo Il presente bando vige in regime de minimis (ex Reg.CE 1998/2006, Reg. CE 15353/2007 ereg. CE 75/2007 ) 1 Art. 1 Finalità 1. La Camera di Commercio di Pistoia, anche al fine di sostenere il mantenimento

Dettagli

La tutela della proprietà industriale per i prodotti vitivinicoli e le tecnologie enoalimentari

La tutela della proprietà industriale per i prodotti vitivinicoli e le tecnologie enoalimentari La tutela della proprietà industriale per i prodotti vitivinicoli e le tecnologie enoalimentari Relais San Maurizio Santo Stefano Belbo (Cn) Relatore: Paolo G. Rambelli 18 giugno 2015 Il Finanziamento

Dettagli