CAPITOLATO D APPALTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO D APPALTO"

Transcript

1 AREA DELLE RISORSE SETTORE SERVIZI FINANZIARI UFFICIO ECONOMATO AFFIDAMENTO DEI SERVIZI VARI DI TRASLOCO, FACCHINAGGIO E DELLE OPERE DI PICCOLA FALEGNAMERIA PER TRE ANNI DALLA DATA DI STIPULAZIONE DEL CONTRATTO. CAPITOLATO D APPALTO Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO...2 Art. 2 IMPORTO DELL APPALTO...2 Art. 3 VARIAZIONI...2 Art. 4 DURATA DELL APPALTO...2 Art. 5 MODALITA DI ESECUZIONE DELL APPALTO...3 Art. 6 APPLICAZIONE DELL ART. 26 DEL D.LGS. 81/ Art. 7 PERSONALE ADDETTO ALL ESECUZIONE DELL APPALTO...3 Art. 8 SOPRALLUOGO...4 Art. 9 PROCEDURA...4 Art. 10 CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE...4 Art. 11 OFFERTE...5 Art. 12 CONTRATTO...5 Art. 13 SUBAPPALTO E CESSIONE DEL CONTRATTO...5 Art. 14 PAGAMENTO...5 Art. 15 PENALITA...6 Art. 16 RISOLUZIONE E CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA...6 Art. 17 RIFUSIONE DANNI...7 Art. 18 FORO COMPETENTE...7 Art. 19 DISPOSIZIONI FINALI...7 1

2 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto: 1) I servizi vari di trasloco e di facchinaggio (LOTTO 1) comprensivi delle attività preliminari e complementari alla movimentazione dei beni mobili; 2) Le opere di piccola falegnameria (LOTTO 2). A titolo esemplificativo vengono di seguito elencate alcune delle attività che saranno prevalenti: Riparazione e sostituzione di serrature e maniglie Riparazione di tapparelle e serramenti Sostituzione di vetri Riparazione di mobili e di arredi. Il costo delle opere è implicitamente comprensivo di tutte le lavorazione e le forniture accessorie, necessarie per eseguirle a regola d arte, perfettamente funzionanti, protette, manutenibili ed agibili anche se non dettagliatamente esplicitate nella descrizione dei prezzi; trova sempre applicazione l art del codice civile. Il conteggio del tempo da impiegare per ogni intervento sia di falegnameria sia di trasloco e di facchinaggio, nei vari fabbricati provinciali elencati nel file allegato alle presente capitolato d appalto, verrà effettuato dal momento di arrivo in loco dell aggiudicatario. Nell arco temporale contrattuale potranno essere inclusi altri fabbricati da sottoporre alle opere in oggetto, che per motivazioni varie debbano essere gestiti dalla Provincia di Brescia, senza che l impresa possa nulla pretendere. Il tutto in conformità alle disposizioni indicate nel presente capitolato d appalto. Art. 2 IMPORTO DELL APPALTO L importo triennale dell appalto ammonta a ,00 (IVA esclusa) così suddiviso: LOTTO ,00(Iva esclusa) LOTTO ,00(Iva esclusa). Le suddette opere sono espletate all interno dei fabbricati provinciali, pertanto, sono soggette alla valutazione dei rischi da interferenze (art. 26 comma 5 del D. Lgs. 81/2008 e determinazione Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici di lavoro, servizi e forniture n. 3 del 5/03/2008 sicurezza nell esecuzione degli appalti relativi a servizi e forniture). Art. 3 VARIAZIONI Ai sensi dell art. 11 del R.D. 2440/1923 e dell art. 311 del DPR 207/2010 l importo complessivo dei servizi e delle opere potrà essere aumentato fino alla soglia comunitaria o ridotto, in base alle effettive esigenze della Provincia di Brescia e alle norme di legge, del 20% dell importo iniziale senza che la ditta aggiudicataria possa sollevare eccezioni e/o pretendere indennità. Art. 4 DURATA DELL APPALTO Il contratto ha validità di tre anni dalla data di stipulazione del contratto e pertanto lo sconto offerto dovrà essere valido fino al termine dello stesso, fatto salvo quanto disposto dall art. 115 D. Lgs. 163/06. 2

3 Art. 5 MODALITA DI ESECUZIONE DELL APPALTO La ditta aggiudicataria sia del lotto 1 sia del lotto 2 dovrà essere provvista di un recapito operativo, di un telefax e di una casella di posta elettronica. Nei casi di interventi ritenuti ordinari da parte dell Ufficio Economato la ditta dovrà dare inizio ai lavori entro e non oltre le ventiquattro ore lavorative decorrenti dall ordine di servizio trasmesso via telefax e/o posta elettronica. Nei casi in cui saranno richiesti sia i servizi del Lotto 1 sia le opere del Lotto 2 con carattere di urgenza e quindi imprevedibili e non programmabili, la ditta aggiudicataria sarà tenuta a prestare la propria opera entro 4 ore dalla comunicazione scritta e anche al di fuori dei normali orari di lavoro. Per gli oneri di reperibilità non è previsto alcun compenso aggiuntivo. La ditta aggiudicataria è tenuta a documentare ogni intervento effettuato su apposito modulo predisposto dall Amministrazione. Detto modulo che dovrà specificare il tipo, le modalità e la durata dell intervento dovrà essere sottoscritto con firma leggibile dal referente del settore della Provincia di Brescia destinatario dei servizi o delle opere richiesti. Per l esecuzione dei servizi e delle opere oggetto dell appalto l impresa dovrà mettere a disposizione la manodopera necessaria di volta in volta, garantendo in ogni caso la disponibilità di almeno n. 2 operai. Art. 6 APPLICAZIONE DELL ART. 26 DEL D.LGS. 81/2008 La Provincia di Brescia mette a disposizione e/o fornisce alla ditta aggiudicataria di ciascun lotto i Documenti di Informazioni sui rischi specifici esistenti nell'ambiente e sulle misure di prevenzione e di emergenza adottate in relazione all attività svolta per le vari sedi di lavoro al fine di fornire agli stessi soggetti le informazioni sui rischi specifici esistenti nell'ambiente in cui sono destinati ad operare e sulle misure di prevenzione e di emergenza adottate in relazione alla propria attività. La Provincia di Brescia, inoltre, quale ditta committente ha elaborato un unico documento di valutazione dei rischi che indica le misure adottate per eliminare o, ove ciò non è possibile, ridurre al minimo i rischi da interferenze (DUVRI). Tale documento verrà allegato al contratto di appalto e andrà adeguato in funzione dell evoluzione dei lavori, servizi e forniture. La Provincia di Brescia, infine, mette a disposizione ai fini della formulazione dell offerta il suddetto DUVRI che costituisce specifica tecnica ai sensi dell art. 68 e dell Allegato VIII del d.lgs. 163/2006. Art. 7 PERSONALE ADDETTO ALL ESECUZIONE DELL APPALTO Il personale della ditta aggiudicataria sia del lotto 1 sia del lotto 2 dovrà: essere munito di apposita tessera di riconoscimento corredata di fotografia, contenente le generalità del lavoratore e l'indicazione del datore di lavoro; essere idoneo alla mansione lavorativa, essere di buona condotta ed agire sotto la responsabilità della ditta affidataria. Prima dell inizio del contratto affidato per l anno 2013 la ditta dovrà presentare: l elenco nominativo dei lavoratori che potranno essere impiegati per lo svolgimento delle attività riferenti al contratto con la seguente dichiarazione o documentazione attestante: L idoneità alla mansione dei propri dipendente rilasciata dal medico competente (se prevista) incaricati allo svolgimento dell attività; 3

4 L elenco dei dispositivi di protezione individuali (DPI) forniti ai lavoratori; La nomina del Responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP), del medico competente, degli addetti all attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendi, di primo soccorso; I nominativi dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (RLS); La dichiarazione dell avvenuta effettuazione della informazione, formazione per mansione dei lavoratori ed addestramento sull uso corretto delle attrezzature, macchine, impianti, sostanze, dispositivi di protezione individuali e le loro procedure di lavoro; La dichiarazione di avvenuta consegna ad ogni dipendente della tessera di riconoscimento con intestazione della ditta e con fotografia del lavoratore, tessera che dovrà essere ben visibile al momento dell esecuzione delle prestazioni presso gli stabili di proprietà oppure a gestione provinciale. la dichiarazione con cui si impegna a comunicare preventivamente ogni sostituzione di personale impegnato nell esecuzione delle prestazioni contrattuali. La Provincia si riserverà il diritto di richiedere alla ditta aggiudicataria di ogni lotto l immediato allontanamento del personale che, a suo insindacabile giudizio, non riterrà in possesso dei requisiti morali, professionali e delle conoscenze tecniche necessari per l espletamento del servizio o delle opere di falegnameria. La ditta aggiudicataria di ogni lotto risponderà con apposita polizza assicurativa, da esibire prima dell inizio del rapporto, fino alla concorrenza massima di ,00 di tutti i danni che, per colpa o per negligenza potranno essere arrecati a persone o cose, dai propri dipendenti durante l esecuzione del servizio. Inoltre la ditta aggiudicataria di ogni lotto si impegna ad applicare integralmente tutte le norme contenute nei contratti collettivi di lavoro vigenti al momento in cui si svolge il contratto, ad osservare tutte le disposizioni in materia di prevenzione e sicurezza sul lavoro, di assicurazioni antinfortunistiche, assistenziali e previdenziali. Art. 8 SOPRALLUOGO Nel rispetto dell art. 6 del presente capitolato d appalto la ditta candidata sia per il lotto 1 sia per il lotto 2 potrà comunque effettuare il sopralluogo nei luoghi di lavoro che saranno interessati dallo svolgimento dell attività, secondo le modalità indicate nel bando di gara al fine di completare le proprie valutazioni sui rischi specifici esistenti nei vari ambienti di lavoro. Art. 9 PROCEDURA La procedura individuata per l aggiudicazione della seguente gara d appalto è la procedura aperta, ai sensi del combinato disposto dell art. 3p.to 37 e degli artt. 54 e 55 del D. Lgs. 163/06 e nel rispetto del Regolamento dei Contratti della Provincia di Brescia. La procedura ottempera agli obblighi dell art. 26 comma 5 del D. Lgs. 81/2008 integrato dal d.lgs. 106/2009 e alle disposizioni della Circolare n. 3 del 05/03/2008 dell Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture. Art. 10 CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE La gara verrà aggiudicata per ogni lotto al prezzo più basso ai sensi dell art. 82 p.to 2 lettera a) del D.Lgs. 163/06, come segue: LOTTO 1 mediante ribasso sul corrispettivo orario, posto a base di gara pari a 18,80 comprensivo di ogni onere e dell uso dell automezzo, per l esecuzione delle 4

5 prestazioni di trasloco e di facchinaggio, di cui 0,80 oneri della sicurezza per rischi da interferenze non ribassabili; LOTTO 2 mediante ribasso sull elenco prezzi allegato posto a base di gara per l esecuzione di opere di piccola falegnameria; La Provincia di Brescia ha facoltà di procedere all assegnazione di ogni lotto anche in presenza di una sola offerta valida. Art. 11 OFFERTE Le imprese appaltatrici dovranno far pervenire la propria offerta e la relativa documentazione amministrativa per il lotto di interesse entro la scadenza e secondo le modalità indicate nel bando di gara. L offerta economica dovrà contenere: - per il LOTTO 1 lo sconto sul compenso orario per le prestazioni di trasloco e di facchinaggio, comprensive dell uso dell automezzo; - per il LOTTO 2 lo sconto unitario sull elenco prezzi per le opere di piccola falegnameria. L offerta economica per ciascun lotto dovrà essere redatta tramite la compilazione e sottoscrizione della scheda economica allegata al presente capitolato d appalto. Il valore economico dell offerta deve riportare il costo relativo alla sicurezza, il quale deve essere specificamente indicato e risultare congruo rispetto all'entità e alle caratteristiche dei lavori. Le offerte presentate rimangono valide per tutto il periodo necessario alla loro valutazione. Ogni impresa appaltatrice può partecipare per un singolo lotto (Lotto 1 o Lotto 2) oppure per entrambi. Per ciascun lotto l offerta è unica e non è frazionabile. Non darà luogo pertanto ad alcuna fase di negoziazione. Art. 12 CONTRATTO La ditta aggiudicataria del LOTTO 1 dovrà stipulare il contratto in forma di scrittura privata autenticata mediante apposizione di firma digitale con la Provincia di Brescia sostenendo tutte le spese e tasse (imposta di bollo, diritti fissi di scritturazione, diritti di segreteria ed eventuali imposte di registro per un importo approssimativo pari a 1.100,00) ai sensi dell art. 11 comma 9 del D. Lgs. 163/06. La ditta aggiudicataria del LOTTO 2 dovrà stipulare il contratto in forma di scrittura privata autenticata mediante apposizione di firma digitale con la Provincia di Brescia sostenendo tutte le spese e tasse (imposta di bollo, diritti fissi di scritturazione, diritti di segreteria ed eventuali imposte di registro per un importo approssimativo pari a 740,00) ai sensi dell art. 11 comma 9 del D. Lgs. 163/06. Art. 13 SUBAPPALTO E CESSIONE DEL CONTRATTO L impresa appaltatrice, che intenda fare ricorso al subappalto, dovrà seguire la disciplina prevista dall art. 118 del D. Lgs. 163/06. Il contratto non può essere ceduto a pena di nullità, salvo quanto previsto nell art. 116 del D. Lgs. 163/06. Art. 14 PAGAMENTO Il pagamento delle fatture (ai sensi del Decreto Legislativo 192 del 9/11/2012) avrà luogo entro 30 giorni dalla presentazione delle stesse previa verifica della regolarità del servizio 5

6 prestato o dell esecuzione dei lavori effettuati. La fattura dovrà essere trasmessa in formato elettronico, tramite il portale Fatture Passive indicando quale referente del procedimento il dott. Faustino Buzzoni (Tel ). L impresa appaltatrice potrà monitorare l iter del pagamento della fattura: dalla protocollazione, all assegnazione al settore di competenza, alla liquidazione. Ulteriori informazioni sono disponibili al link Ai sensi della L. 163/2010 i pagamenti devono avvenire esclusivamente tramite lo strumento del bonifico bancario o postale. I contraenti hanno l obbligo di comunicare alla stazione appaltante gli estremi identificativi dei conti correnti dedicati entro sette giorni dalla loro accensione, nonché, indicare le generalità e il codice fiscale delle persone delegate ad operare. Il contraente si assume l obbligo di tracciabilità dei flussi finanziari come previsto dall art. 3 della L. 136/2010. Le cessioni di crediti (di cui all art. 117 del D. Lgs. 163/06) possono essere effettuate a banche o intermediari finanziari disciplinati dalle leggi in materia bancaria e creditizia, il cui oggetto sociale preveda l esercizio dell attività di acquisto di crediti di impresa. Ai sensi del comma 2 del medesimo articolo le suddette cessioni devono essere notificate agli enti interessati e devono sottostare alle regole della tracciabilità. Art. 15 PENALITA L impresa aggiudicataria sia del lotto 1 sia del lotto 2 ha l obbligo di prestare i servizi e di eseguire le opere nel rispetto delle condizioni del presente capitolato d appalto indicate nei precedenti articoli. Nei seguenti casi in cui la ditta affidataria: non fosse reperibile ai recapiti telefonici stabiliti; non intervenisse per interventi urgenti entro il massimo n. 4 ore dalla comunicazione; e tali suddette mancanze siano considerate grave contravvenzione agli obblighi contrattuali, si procederà, di conseguenza, all applicazione delle seguenti penali: una penale di Euro 50,00 per ogni ora in più rispetto a quella prevista per interventi ritenuti ordinari; una penale di Euro 100,00 per ogni ora in più rispetto a quella prevista per interventi urgenti; una penale (aggiuntiva alla precedente) di Euro 500,00 ogni due volte di accertata irreperibilità, entro l orario massimo previsto per l inizio dell esecuzione del lavoro, (constatata mediante comunicazione telefonica, via fax od alle quali non è seguita alcuna risposta da parte della ditta affidataria). Se necessario l Ufficio Economato potrà stabilire l esecuzione d ufficio delle opere e dei servizi di cui trattasi ad altra impresa senza ulteriore preavviso all affidatario, con successivo recupero delle spese e dei danni sostenuti, idoneamente documentati, dagli importi dovuti o dalle garanzie trattenute. Le penalità verranno addebitate mediante nota di addebito approntata dal Settore Servizi Finanziari - Ufficio Economato, anche sulla base delle segnalazioni provenienti dai vari Settori della Provincia di Brescia. Decorsi 8 giorni dal ricevimento della contestazione dell addebito senza che la Ditta appaltatrice abbia interposto opposizione, con idonea motivazione, le penali si intendono accettate. Le penalità vengono detratte direttamente dal corrispettivo dovuto al fornitore. Art. 16 RISOLUZIONE E CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA Il contratto è risolto, oltre che nelle ipotesi previste nella normativa vigente, nei seguenti casi: vengano applicata almeno tre penali entro il 30/06/2014; 6

7 l ammontare delle penali applicate raggiunga una quota pari al 10% dell importo totale del contratto di fornitura entro il 30/06/2014; impiego di personale non dipendente dall impresa; frode nell adempimento degli obblighi contrattuali, l appaltatore ceda a terzi l esecuzione dell attività o subappalti parte di essa senza la prescritta preventiva autorizzazione scritta dell appaltante, La risoluzione del contratto fa sorgere a favore della Provincia il diritto di affidare il servizio e le opere alla ditta che segue immediatamente in graduatoria o ad altra ditta. Alla parte inadempiente verranno addebitate le maggiori spese sostenute dalla Provincia stessa. L esecuzione in danno non esclude eventuali responsabilità civili o penali della ditta per il fatto che ha determinato la risoluzione. L applicazione delle penali ed il verificarsi di fattispecie di cui sopra comporteranno la trasmissione dell informazione da parte della Provincia di Brescia e di ogni ente aggregato all Autorità di Vigilanza dei Lavori Pubblici per l annotazione nel Casellario informatico per Lavori Servizi e Forniture. Art. 17 RIFUSIONE DANNI Per ottenere la rifusione di eventuali danni subiti, il rimborso delle spese ed il pagamento delle penalità, qualora la Ditta, opportunamente avvisata, non adempia, la Provincia potrà rivalersi, mediante trattenute, sui crediti della ditta stessa, per servizi già eseguiti. Art. 18 FORO COMPETENTE La definizione delle controversie che dovessero insorgere in relazione al presente rapporto contrattuale con la ditta aggiudicataria, non risolte direttamente, comprese quelle inerenti la validità del medesimo, la sua interpretazione, esecuzione e risoluzione, è deferita al Foro di Brescia. Art. 19 DISPOSIZIONI FINALI Per quanto non previsto nel presente disciplinare si fa espresso richiamato al Regolamento per la disciplina dei contratti della Provincia, alle leggi e Regolamenti in vigore in quanto applicabili. Ai sensi e per gli effetti di cui all art c.c. la ditta concorrente dichiara di accettare sin d ora, nell ipotesi di affidamento, le disposizioni di cui agli artt, 14,15,16 del presente capitolato d appalto. 7

8 INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL ART. 13 DEL d. LGS N. 196/03 CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI Il decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali (di seguito indicato Codice ) ha la finalità di garantire che il trattamento dei Suoi dati avvenga nel rispetto dei diritti, delle libertà fondamentali e della dignità delle persone, con particolare riferimento alla riservatezza ed all identità personale. In relazione alla raccolta dei dati personali che la Provincia di Brescia si appresta a fare nel rispetto di quanto previsto dal Codice, La informiamo, ai sensi dell art. 13 del decreto citato, di quanto segue: TRATTAMENTO: definizione Considerando che per trattamento si intende Qualunque operazione o complesso di operazioni, effettuati anche senza l'ausilio di strumenti elettronici, concernenti la raccolta, la registrazione, l'organizzazione, la conservazione, la consultazione, l'elaborazione, la modificazione, la selezione, l'estrazione, il raffronto, l'utilizzo, l'interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione, la cancellazione e la distruzione di dati, anche se non registrati in una banca di dati (art. 4 del Codice), a seguito della raccolta dei suoi dati personali avrà inizio un trattamento sugli stessi da parte della Provincia di Brescia e di ogni Ente aderente alla Convenzione. FINALITÀ I suoi dati personali verranno trattati esclusivamente per lo svolgimento di funzioni istituzionali e, precisamente, per finalità attinenti allo svolgimento della procedura di affidamento e per le finalità strettamente connesse e strumentali alla gestione del rapporto contrattuale, all adempimento di obblighi previsti da leggi, regolamenti, normativa comunitaria nonché disposizioni impartite da autorità a ciò legittimate dalla legge e da organi di vigilanza. MODALITÀ Il trattamento dei Suoi dati personali potrà essere effettuato sia con strumenti elettronici sia senza il loro ausilio, su supporti (secondo i casi) di tipo cartaceo o elettronico e ciò potrà avvenire per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui le informazioni personali sono stati raccolte e con modalità atte a garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati medesimi ed ogni altro diritto a Lei spettante. All uopo specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. A questo ultimo proposito, La informiamo che la Provincia di Brescia ha adottato uno specifico ed aggiornato Documento Programmatico di Sicurezza. NATURA FACOLTATIVA O OBBLIGATORIA DEL CONFERIMENTO DEI DATI E CONSEGUENZE IN CASO DI EVENTUALE RIFIUTO Il conferimento dei Suoi dati è facoltativo, ma l eventuale rifiuto determina l impossibilità di dar corso alle procedure per l instaurazione di un eventuale rapporto contrattuale. SOGGETTI E CATEGORIE DI SOGGETTI PER LA COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI 8

9 I dati forniti verranno trattati dal personale della Provincia di Brescia e degli Enti aderenti alla Convenzione e delle rispettive Tesorerie in via strettamente funzionale all eventuale pagamento del corrispettivo e alla instaurazione e gestione dei rapporti contrattuali. Essi potranno anche essere comunicati a: tutti quegli altri soggetti pubblici che li richiederanno e siano espressamente autorizzati a trattarli (più in specifico, siano autorizzati da norme di legge o di regolamento o comunque ne abbiano necessità per finalità istituzionali e, in tale ultima ipotesi, si sia seguita la procedura di cui all art. 39, co.2 del codice) e/o ulteriori soggetti anche privati che siano legittimati a conoscerli in base a specifiche norme di legge o di regolamento (ad esempio, ai sensi della L. n. 241/1990 ss.mm.ii. sul diritto di accesso ai documenti amministrativi) ma non siano individuabili allo stato attuale del trattamento. La diffusione dei Suoi dati personali (intesa come la conoscenza da parte di soggetti indeterminati) avverrà solo quando prevista da una norma di legge o di regolamento. DIRITTI DELL INTERESSATO EX ART L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. L esercizio da parte Sua dei diritti menzionati potrà avere luogo con le modalità previste dagli artt. 8 e 9 del Codice. In tal senso, ad esempio, secondo il testo attualmente vigente, Ella potrà rivolgere la relativa richiesta al Titolare o al Responsabile del trattamento, anche 9

10 per il tramite di uno degli incaricati del trattamento o mediante raccomandata, telefax o posta elettronica o altro mezzo idoneo individuato dal Garante per la protezione dei dati personali. Ai fini dell esercizio dei diritti di cui ai punti 1 e 2 la richiesta potrà essere formulata anche oralmente ed in tal caso verrà annotata sinteticamente a cura dell Incaricato o del Responsabile. 10

11 ALLEGATO 1 ELENCO SEDI PROVINCIALI A) Palazzo Broletto Piazza Paolo VI, 29 Brescia B) Palazzo Martinengo Via Musei, 32 Brescia C) Uffici Provinciali Via Musei, 29 Brescia D) Area Tecnica P.zza T. Brusato, 20 Brescia E) Villa Barboglio Viale Bornata, 65 Brescia F) Uffici Provinciali Via Milano, 13 Brescia G) Polizia Provinciale Via Romiglia, 2 Brescia H) Uffici Provinciali Via Cefalonia, 70 Brescia Piani: -1, p.t., 1,2,4,9,15,18 I) Uffici Provinciali Via Cefalonia, 50 Brescia Piani: 2, 3 L) Uffici Provinciali Via Fontane, Brescia M) Teatro S. Carlino C.so Matteotti, 6 Brescia N) Chiesa di San Giorgio Piazzetta San Giorgio Brescia O) Auditorium Via Balestrieri Brescia Q) Magazzino Segnaletica Via Malta Folzano Brescia R) Magazzino Via Dalmazia Brescia S) Magazzino via Canossi 18/b loc. Brozzo Marcheno T) Magazzino via Santa Caterina da Siena, 3 Maclodio U) Magazzino via Prade Darfo B.T. V) Magazzino via Crocifisso Lograto 01) Centro per l Impiego Via Cipro, 3 Brescia 02) Centro per l Impiego via Aldo Moro, 14 Breno 03) Centro per l Impiego via Ghislandi Darfo B.T. 04) Centro per l Impiego via Durighello 2/d loc. Rivoltella Desenzano d/g. 05) Centro per l Impiego via Porro, 1 Edolo 06) Centro per l impiego viale Europa, 3 Iseo 07) Centro per l impiego via Re Desiderio, 10 Leno 08) Centro per l Impiego Via Codagli, 10 Orzinuovi 09) Centro per l Impiego via C. Battisti, 17 Palazzolo S/O 10) Centro per l impiego via S. Jago, 1 Salò 11) Centro per l impiego via Repubblica, 120 Sarezzo 12) Centro per l Impiego via Generale Pialorsi, 14 Vestone 13) Ufficio Polizia Provinciale via Aldo Moro, 7 Breno 11

12 14) Ufficio Polizia Provinciale via A.Morino, 5 Edolo 15) Ufficio Polizia Provinciale via Calini, 9 Lograto 16) Ufficio Polizia Provinciale via Rinaldini, 5 Marcheno 17) Ufficio Polizia Provinciale via Brescia, 32 Pontevico 18) Ufficio Polizia Provinciale via Mulini, 4 - loc. Barbarano Salò 19) Ufficio Polizia Provinciale via Pericoli, 4 Sulzano 20) Ufficio Polizia Provinciale via Raffaello, 39 - loc. Gaino Toscolano M. 21) Ufficio Polizia Provinciale via Generale Pialorsi, 14 Vestone 22) Incubatoio Ittico Provinciale via Lungolago C.Battisti, 134 Località Punta Vò Desenzano d/g. 23) Agricoltura - Circondario Camuno Piazza Tassara, 3 Breno 24) Ufficio Banda Larga via Manifattura, 29G Darfo B.T. 12

13 SCHEMA DI OFFERTA LOTTO 1 (in competente bollo da 14,62) OGGETTO: AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E DI FACCHINAGGIO PER TRE ANNI DALLA DATA DI STIPULAZIONE DEL CONTRATTO. Il sottoscritto.... nato a...il...residente a... Via... nella sua qualità di titolare/legale rappresentante della Ditta... con sede in DICHIARA di assumere l esecuzione dei servizi di trasloco e di facchinaggio contemplati nel capitolato d appalto offrendo il seguente sconto sul compenso orario posta a base d asta: Corrispettivo orario posto a base d asta (Iva esclusa) 18,00 SCONTO sul compenso orario Compenso orario al netto dello sconto (di cui oneri propri per la sicurezza non soggetti a ribasso pari a % corrispondente a ) Oneri della sicurezza per rischi da interferenze non ribassabili Compenso orario complessivo (Iva esclusa) - % + 0,80 Data, L offerente (firma leggibile per esteso) 13

14 SCHEMA DI OFFERTA LOTTO 2 (in competente bollo da 14,62) OGGETTO: AFFIDAMENTO DELLE OPERE DI PICCOLA FALEGNAMERIA PER TRE ANNI DALLA DATA DI STIPULAZIONE DEL CONTRATTO. Il sottoscritto.... nato a...il...residente a... Via... nella sua qualità di titolare/legale rappresentante della Ditta... con sede in DICHIARA di assumere l esecuzione delle opere contemplate nelle condizioni contrattuali offrendo il seguente sconto sull elenco prezzi posto a base dell offerta: SCONTO % unico su tutti i prezzi elencati nel listino (*) (*) Compreso il costo orario della mano d opera. Inoltre si precisa che il costo orario della mano d opera per le opere da falegname è così composto: Costo orario per le opere da falegname posto a base d asta (Iva esclusa) SCONTO sul compenso orario (**) Compenso orario al netto dello sconto (di cui oneri propri per la sicurezza non soggetti a ribasso pari a % corrispondente a )o Oneri della sicurezza per rischi da interferenze non ribassabili Compenso orario complessivo (Iva esclusa) 23,00 - % + 0,80 (**) Si deve riportare la percentuale dello sconto unico. Data, L offerente (firma leggibile per esteso) 14

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli

Interventi Atto Negoziale Regione Lombardia e Provincia di Brescia 2011-2013

Interventi Atto Negoziale Regione Lombardia e Provincia di Brescia 2011-2013 Area Sviluppo Economico Settore Economia e Politiche Negoziali Interventi Atto Negoziale Regione Lombardia e Provincia di Brescia 2011-2013 Bando SOSTEGNO ALL AUTO-IMPRENDITORIALITÀ E CONSOLIDAMENTO D

Dettagli

AVVISO PUBBLICO. Autorità di Vigilanza: Ministero della Giustizia

AVVISO PUBBLICO. Autorità di Vigilanza: Ministero della Giustizia AVVISO PUBBLICO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO DI LAVORO AUTONOMO PROFESSIONALE PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ DI SUPPORTO TECNICO ALLA SEGRETERIA DELL ORDINE DEI DOTTORI AGRONOMI E FORESTALI

Dettagli

AVVISO PUBBLICO GIOVANI TIROCINANTI INTERVENTO 2015 ID BANDO BS0177

AVVISO PUBBLICO GIOVANI TIROCINANTI INTERVENTO 2015 ID BANDO BS0177 Schema allegato alla determinazione dirigenziale n.519/2015 AREA LAVORO E POLITICHE ECONOMICHE SETTORE ECONOMIA E POLITICHE NEGOZIALI Interventi atto Negoziale Regione Lombardia e Provincia di Brescia

Dettagli

STABILIZZAZIONE DI 30 SOGGETTI OCCUPATI CON CONTRATTI DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO INTERMITTENTE A PROGETTO

STABILIZZAZIONE DI 30 SOGGETTI OCCUPATI CON CONTRATTI DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO INTERMITTENTE A PROGETTO AREA SVILUPPO ECONOMICO SETTORE ECONOMIA E POLITICHE NEGOZIALI Interventi atto Negoziale Regione Lombardia e Provincia di Brescia 2011-2013 AVVISO PUBBLICO STABILIZZAZIONE DI 30 SOGGETTI OCCUPATI CON CONTRATTI

Dettagli

Il Direttore del Settore Cultura e Turismo della Provincia di Brescia RENDE NOTO CHE:

Il Direttore del Settore Cultura e Turismo della Provincia di Brescia RENDE NOTO CHE: SESSIONE D ESAME ANNO 2013 PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI GUIDA TURISTICA. (Legge Regionale n 15 del 16 luglio 2007) Il Direttore del Settore Cultura e Turismo

Dettagli

AGENZIA DEL TPL DI BRESCIA

AGENZIA DEL TPL DI BRESCIA AGENZIA DEL TPL DI BRESCIA BANDO DI SELEZIONE PER TITOLI E COLLOQUIO (EVENTUALE), PER AFFIDAMENTO DI UN INCARICO DI COLLABORAZIONE OCCASIONALE PER CURARE LA COMUNICAZIONE DELLE ATTIVITA DELL AGENZIA E

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI PRE-SELEZIONE RISERVATO AI SOGGETTI DISABILI DI CUI ALL ART. 8 c.2 L. 68/99

AVVISO PUBBLICO DI PRE-SELEZIONE RISERVATO AI SOGGETTI DISABILI DI CUI ALL ART. 8 c.2 L. 68/99 Settore Lavoro Ufficio Collocamento mirato AVVISO PUBBLICO DI PRE-SELEZIONE RISERVATO AI SOGGETTI DISABILI DI CUI ALL ART. 8 c.2 L. 68/99 PER LA COPERTURA DI 1 posto di OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO

Dettagli

PROGETTO REINSERIMENTO LAVORATIVO DI N. 20 DISOCCUPATI OVER 45 INTERVENTO 2015 AVVISO PUBBLICO

PROGETTO REINSERIMENTO LAVORATIVO DI N. 20 DISOCCUPATI OVER 45 INTERVENTO 2015 AVVISO PUBBLICO Schema allegato alla determinazione dirigenziale n.1042/2015 AREA LAVORO E POLITICHE ECONOMICHE SETTORE ECONOMIA E POLITICHE NEGOZIALI Interventi atto negoziale Regione Lombardia e Provincia di Brescia

Dettagli

Ufficio Collocamento mirato

Ufficio Collocamento mirato Settore Lavoro Ufficio Collocamento mirato AVVISO PUBBLICO DI PRE-SELEZIONE RISERVATO AI SOGGETTI DISABILI DI CUI ALL ART. 8 c.2 L. 68/99 PER LA COPERTURA DI DUE POSTI di ESECUTORE TECNICO Area B fascia

Dettagli

DOMANDA DI ADESIONE allegata alla nota informativa

DOMANDA DI ADESIONE allegata alla nota informativa COPIA PER IL FONDO Per il contributo a mio carico, DELEGO il mio datore di lavoro a:.. L AZIENDA DICHIARA DI APPLICARE IL SEGUENTE CCNL..... DI INOLTRO DELLA DOMANDA A D ARTIFOND TIMBRO E COPIA PER IL

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI PRE-SELEZIONE RISERVATO AI SOGGETTI DISABILI DI CUI ALL ART. 8 c.2 L. 68/99. presso l AZIENDA GHEDI SERVIZI SPA

AVVISO PUBBLICO DI PRE-SELEZIONE RISERVATO AI SOGGETTI DISABILI DI CUI ALL ART. 8 c.2 L. 68/99. presso l AZIENDA GHEDI SERVIZI SPA Settore Lavoro Ufficio Collocamento mirato AVVISO PUBBLICO DI PRE-SELEZIONE RISERVATO AI SOGGETTI DISABILI DI CUI ALL ART. 8 c.2 L. 68/99 PER LA COPERTURA DI un posto di OPERATORE AUSILIARIO- COMMESSO

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO DELLA CARTA IN RISME Cig 3333744493 PERIODO 2012-2013

CAPITOLATO D APPALTO DELLA CARTA IN RISME Cig 3333744493 PERIODO 2012-2013 CAPITOLATO D APPALTO DELLA CARTA IN RISME Cig 3333744493 PERIODO 2012-2013 Art. 1 - OGGETTO La Provincia di Brescia, in gestione aggregata con i seguenti enti:_bagnolo Mella, Borgosatollo, Botticino, Carpendolo,

Dettagli

All'albo della scuola SEDE Al sito Web della scuola SEDE

All'albo della scuola SEDE Al sito Web della scuola SEDE ISTITUTO COMPRENSIVO DI GUIGLIA Scuola dell infanzia, primaria e secondaria di 1 grado Via San Geminiano, 301 GUIGLIA (MO) tel.: 059/709900 fax: 059/792436 sito internet: www.scuole.comune.guiglia.mo.it

Dettagli

L affidamento avrà una durata di ventiquattro mesi naturali e consecutivi dalla data di sottoscrizione dell incarico.

L affidamento avrà una durata di ventiquattro mesi naturali e consecutivi dalla data di sottoscrizione dell incarico. Oggetto: Affidamento ai sensi dell art. 125, comma 11 ultimo periodo, D. Lgs. 163/2006 e s.m.i. del Servizio di Sorveglianza Sanitaria e della nomina del Medico Competente (artt. 18 comma 1 e 25 del D.Lgs.

Dettagli

Il Direttore del Settore Cultura e Turismo della Provincia di Brescia RENDE NOTO CHE:

Il Direttore del Settore Cultura e Turismo della Provincia di Brescia RENDE NOTO CHE: SESSIONE D ESAME ANNO 2013 PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DIRETTORE TECNICO DI AGENZIA DI VIAGGI E TURISMO. (Legge Regionale n 15 del 16 luglio 07) Il Direttore

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

COMUNE DI GOLFO ARANCI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Affidamento dell incarico esterno di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) anni 2015 2016 ai sensi dell art. 81 del D.Lgs. 81/2008. CIG ZDC1420648 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Art.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Servizio Protezione Civile CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

provincia.udine@cert.provincia.udine.it AREA LAVORO, WELFARE E SVILUPPO SOCIO-ECONOMICO SERVIZIO LAVORO COLLOCAMENTO E FORMAZIONE

provincia.udine@cert.provincia.udine.it AREA LAVORO, WELFARE E SVILUPPO SOCIO-ECONOMICO SERVIZIO LAVORO COLLOCAMENTO E FORMAZIONE provincia.udine@cert.provincia.udine.it AREA LAVORO, WELFARE E SVILUPPO SOCIO-ECONOMICO SERVIZIO LAVORO COLLOCAMENTO E FORMAZIONE Spett.le Agenzia Oggetto: Richiesta preventivo offerta di fornitura di

Dettagli

COMPARIZIONE AL PROCEDIMENTO DI MEDIAZIONE PROC. N.

COMPARIZIONE AL PROCEDIMENTO DI MEDIAZIONE PROC. N. Sede, data Prot. N. Mod.ad6-it COMPARIZIONE AL PROCEDIMENTO DI MEDIAZIONE PROC. N. Spett.le Organismo di Mediazione Soluzione ImMediata s.r.l. Via Teatro Greco, 76 95124 Catania Cod.Fisc., residente in

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Servizio Sanitario Nazionale Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Il presente Capitolato Speciale ha per

Dettagli

Prot. n. 8508/A06a Trescore Balneario, 26/10/2012

Prot. n. 8508/A06a Trescore Balneario, 26/10/2012 Prot. n. 8508/A06a Trescore Balneario, 26/10/2012 PC CENTER BERGAMO S.r.l. Via Zanica, 54 24126 Bergamo Fax 035/317890 info@pccenter.it SUARDI S.r.L. Via Monte Avaro, 33 24060 Chiuduno Fax 035/8361264

Dettagli

TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE LE ORE 12:00 DEL 29 GIUGNO 2015

TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE LE ORE 12:00 DEL 29 GIUGNO 2015 Livorno, 05 Giugno 2015 Prot. 4308-21/15 Gar1733 Quotidiani locali Mailing list interna dipendenti Bacheca aziendale Sito web aziendale OGGETTO: AVVISO PUBBLICO PER LA CESSIONE (TRAMITE VENDITA) DI N.

Dettagli

Condizioni generali di vendita con i consumatori

Condizioni generali di vendita con i consumatori Condizioni generali di vendita con i consumatori Art. 1) Ambito di applicazione delle Condizioni generali - Oggetto della fornitura 1.1) Le presenti Condizioni generali di vendita (le Condizioni ) costituiscono

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

PROCEDURA DI GARA, SUDDIVISA PER LOTTI, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA ARMATA DI TALUNE DIREZIONI REGIONALI DELL AGENZIA DEL DEMANIO

PROCEDURA DI GARA, SUDDIVISA PER LOTTI, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA ARMATA DI TALUNE DIREZIONI REGIONALI DELL AGENZIA DEL DEMANIO Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti PROCEDURA DI GARA, SUDDIVISA PER LOTTI, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA ARMATA DI TALUNE DIREZIONI REGIONALI DELL AGENZIA

Dettagli

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI ART.1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto del presente documento sono le clausole amministrative relative al contratto di appalto per la fornitura di prodotti alimentari surgelati per le esigenze delle mense

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale di consulenza

Dettagli

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE ALLEGATO B Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10 ART. 11 ART.

Dettagli

FORNITURA MATERIALE ELETTRICO

FORNITURA MATERIALE ELETTRICO S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A ALLEGATO 1) FORNITURA MATERIALE ELETTRICO REDATTO DALL ASSISTENTE TECNICO SORANZO LORIS VISTO: IL DIRETTORE S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A Arch. Antonietta PASTORE

Dettagli

Prot. n 5163/35 del 25/11/2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot. n 5163/35 del 25/11/2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE II ROSSANO (CS) SCUOLA DELL INFANZIA Matassa SCUOLA PRIMARIA - Monachelle SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO - Carlo Levi Sede Centrale Amministrativa: Via Palermo s.n.c. 87067 ROSSANO

Dettagli

Il Direttore della Direzione di Progetto Idroscalo, Sport e Turismo della Provincia di Milano RENDE NOTO CHE:

Il Direttore della Direzione di Progetto Idroscalo, Sport e Turismo della Provincia di Milano RENDE NOTO CHE: SESSIONE D ESAME ANNO 2014 PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI GUIDA TURISTICA. Legge Regionale n 15 del 16 luglio 2007 e successive modifiche ed integrazioni D.Lgs.

Dettagli

Unità Operativa Complessa Servizio Tecnico Tel. 091.7808317 Fax. 091.7541737. Prot.n. 3189/ST Palermo, 19/10/2012

Unità Operativa Complessa Servizio Tecnico Tel. 091.7808317 Fax. 091.7541737. Prot.n. 3189/ST Palermo, 19/10/2012 Azienda Ospedaliera OSPEDALI RIUNITI VILLA SOFIA CERVELLO Legge Regionale n.5 del 14/04/2009 Sede Legale Viale Strasburgo n.233 90146 Palermo. Tel 0917801111 - P.I. 05841780827 Unità Operativa Complessa

Dettagli

Allegato 9) Modello informativa clienti e fornitori

Allegato 9) Modello informativa clienti e fornitori Allegato 9) Modello informativa clienti e fornitori Autorizzazione ai sensi del D.Lgs. n.196/2003 sulla Privacy. APEA S.R.L.- PRIVACY POLICY / REV. Del 07/08/2008 Apea s.r.l.. ha come obiettivo la tutela

Dettagli

Prot. 2066 Palermo, 12 marzo 2012

Prot. 2066 Palermo, 12 marzo 2012 Sede Legale Via del Vespro n 129 90127 Palermo. Tel 0916551111 - P.I. 05841790826 Area Provveditorato Via Enrico Toti n 76 telefono 0916555500 fax 0916555502 Prot. 2066 Palermo, 12 marzo 2012 Oggetto:

Dettagli

AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035.

AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035. AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035.399050 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE

Dettagli

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (SERSE) PER IL. L'anno duemilaundici, addì ( ) del mese di

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (SERSE) PER IL. L'anno duemilaundici, addì ( ) del mese di REP. n. del CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (SERSE) PER IL PERIODO 01.03.2012-31.12.2014 - C.I.G. [ ]. L'anno duemilaundici, addì ( ) del mese di presso la Sede

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA FORNITURA DI: GESTIONE DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DELLE ZONE ERBOSE PER L AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA E L OSPEDALE DI CONSELVE

Dettagli

SCHEMA DI DOMANDA DI VOLTURAZIONE DELL AUTORIZZAZIONE

SCHEMA DI DOMANDA DI VOLTURAZIONE DELL AUTORIZZAZIONE SCHEMA DI DOMANDA DI VOLTURAZIONE DELL AUTORIZZAZIONE Marca bollo Euro 16,00 Istanza per Provincia di Lecco li Alla PROVINCIA DI LECCO Settore Ambiente Ecologia - Ufficio Rifiuti Industriali Piazza Lega

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 4 DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO, SECONDO LA NORMATIVA VIGENTE, DEI

Dettagli

PROVINCIA DI PORDENONE Medaglia d oro al V.M. www.provincia.pordenone.it Largo San Giorgio, 12 33170 Pordenone

PROVINCIA DI PORDENONE Medaglia d oro al V.M. www.provincia.pordenone.it Largo San Giorgio, 12 33170 Pordenone PROVINCIA DI PORDENONE Medaglia d oro al V.M. www.provincia.pordenone.it Largo San Giorgio, 12 33170 Pordenone AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO PROFESSIONALE ESTERNO

Dettagli

Programma Concretamente Imprese

Programma Concretamente Imprese Area Sviluppo Economico Settore Economia e Politiche Negoziali BANDO Internazionalizzazione Innovazione e Rafforzamento d impresa Rivolto alle micro/ piccole / medie imprese bresciane per la concessione

Dettagli

MODULO PER LA RICHIESTA DEL FINANZIAMENTO ALL INTERNO DEL PROGETTO SPORT E COMUNITÀ PER L ANNO 2015/2016.

MODULO PER LA RICHIESTA DEL FINANZIAMENTO ALL INTERNO DEL PROGETTO SPORT E COMUNITÀ PER L ANNO 2015/2016. Alla Presidente della Fondazione per lo Sport del del Comune di Reggio Emilia Via F.lli Manfredi, 12/D 42124 REGGIO EMILIA MODULO PER LA RICHIESTA DEL FINANZIAMENTO ALL INTERNO DEL PROGETTO SPORT E COMUNITÀ

Dettagli

Disciplinare di gara. Il plico contenente la domanda di partecipazione unitamente alle offerte, pena l esclusione dalla

Disciplinare di gara. Il plico contenente la domanda di partecipazione unitamente alle offerte, pena l esclusione dalla PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI LAVAGGIO E SISTEMAZIONE DELLA VETRERIA E DEI MATERIALI DI LABORATORIO, PULIZIA DELLA STRUMENTAZIONE E DELLE SUPPELLETTILI DI LABORATORIO DELL AGENZIA

Dettagli

AVVISO DI PROCEDURA COMPARATIVA PUBBLICA PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI AD OPERATORI ASA / OSS

AVVISO DI PROCEDURA COMPARATIVA PUBBLICA PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI AD OPERATORI ASA / OSS AVVISO DI PROCEDURA COMPARATIVA PUBBLICA PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI AD OPERATORI ASA / OSS L AZIENDA PER I SERVIZI ALLA PERSONA G.LUIGI PANZERI S.R.L. INTENDE

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune

CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Il presente Capitolato tecnico disciplina l esecuzione dei servizi postali per la corrispondenza del Comune di Città di Castello comprendente il ritiro e la

Dettagli

OPERA PIA PUBBLICA ASSISTENZA 05100 TERNI P.zza S. Pietro, 4 Tel. E Fax 0744 428150 421403 e-mail oppaterni@libero.it

OPERA PIA PUBBLICA ASSISTENZA 05100 TERNI P.zza S. Pietro, 4 Tel. E Fax 0744 428150 421403 e-mail oppaterni@libero.it OPERA PIA PUBBLICA ASSISTENZA 05100 TERNI P.zza S. Pietro, 4 Tel. E Fax 0744 428150 421403 e-mail oppaterni@libero.it www.oppaterni.com P.IVA 00526840558 cod. fisc. 80000070559 CAPITOLATO TECNICO Art.

Dettagli

- svolgere l incarico nell esclusivo interesse della Camera di Commercio e

- svolgere l incarico nell esclusivo interesse della Camera di Commercio e OGGETTO: SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO La CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO ED AGRICOLTURA di Forlì- Cesena con sede in Corso della Repubblica, 5 47121 Forlì (C.F.80000750408; partita IVA

Dettagli

AVVISO DI GARA IL DIRIGENTE SCOLASTICO

AVVISO DI GARA IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO 1 - CHIARI "MARTIRI LIBERTA'" VIA PEDERSOLI - 25032 CHIARI (BS) TEL.:030712221-030711638 FAX 0307002201 COD. MEC.: BSIC865004 CF: 82003570171 Sede centrale: Sc. Sec. Di I grado "Morcelli":

Dettagli

COMUNE di BADESI PROVINCIA OLBIA-TEMPIO Area Servizi Sociali BANDO DI GARA ART. 1

COMUNE di BADESI PROVINCIA OLBIA-TEMPIO Area Servizi Sociali BANDO DI GARA ART. 1 COMUNE di BADESI PROVINCIA OLBIA-TEMPIO Area Servizi Sociali BANDO DI GARA Il responsabile dell Area Servizi Sociali rende noto che questo Comune intende procedere all appalto del servizio in oggetto:

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI. infrastrutture ICT su misura

CONDIZIONI GENERALI. infrastrutture ICT su misura Reg. No: 9859 A UNI EN ISO 9001:2008 CONDIZIONI GENERALI 1) Oggetto. 1.1 Le presenti condizioni generali debbono intendersi valere per e vengono allegate a ogni contratto stipulato fra IFIConsulting srl

Dettagli

CONDIZIONI PER L ACCESSO ALL ELENCO FORNITORI CTM

CONDIZIONI PER L ACCESSO ALL ELENCO FORNITORI CTM CONDIZIONI PER L ACCESSO ALL ELENCO FORNITORI CTM Requisiti generali Per essere iscritti all Elenco Fornitori CTM è necessario essere in possesso dei requisiti di carattere generale previsti dagli artt.38

Dettagli

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA Premesso che - in data 23/05/2011 è stato approvato il Regolamento

Dettagli

L anno duemilatredici il giorno del mese di in Lanusei, Via Pietro Pistis, (Loc.

L anno duemilatredici il giorno del mese di in Lanusei, Via Pietro Pistis, (Loc. REP. CONTRATTO D APPALTO PER L ASSEGNAZIONE DEL SERVIZIO DI CERTIFICAZIONE DELLA QUALITÀ E CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE - NELL AMBITO DEL PROGETTO RELATIVO AL FONDO EUROPEO PER LA PESCA (FEP) 2007-2013 -

Dettagli

SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA. PERIODO 14/09/2015 30/06/2016. (CIG: 6358762865)

SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA. PERIODO 14/09/2015 30/06/2016. (CIG: 6358762865) SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA. PERIODO 14/09/2015 30/06/2016. (CIG: 6358762865) CONVENZIONE TRA ENTE PUBBLICO E COOPERATIVA SOCIALE AI SENSI DELL ART. 5, COMMA 1 DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 1991, N. 381

Dettagli

S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A

S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A Allegato 5 DISCIPLINARE DI INCARICO PROFESSIONALE DI COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI LAVORI EX D.LGS. 81/2008 E S.M.I. PER LE OPERE DI RIORDINO

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA CIG Z170CA13CF

COMUNE DI BRESCIA CIG Z170CA13CF COMUNE DI BRESCIA SETTORE EDIFICI PUBBLICI E MONUMENTALI DISCIPLINARE D INCARICO PROFESSIONALE PER L ATTIVITA DI VERIFICA E ADEGUAMENTO ALLA NORMATIVA PREVENZIONE INCENDI IN DIVERSI EDIFICI PUBBLICI E

Dettagli

CONTRATTO PER LA GESTIONE DELLE ATTIVITA : CORSI DI LINGUA ITALIANA PER STRANIERI, MEDIAZIONE LINGUISTICA, SOSTEGNO AD ALUNNI STRANIERI IN AMBITO

CONTRATTO PER LA GESTIONE DELLE ATTIVITA : CORSI DI LINGUA ITALIANA PER STRANIERI, MEDIAZIONE LINGUISTICA, SOSTEGNO AD ALUNNI STRANIERI IN AMBITO REP. n. del CONTRATTO PER LA GESTIONE DELLE ATTIVITA : CORSI DI LINGUA ITALIANA PER STRANIERI, MEDIAZIONE LINGUISTICA, SOSTEGNO AD ALUNNI STRANIERI IN AMBITO SCOLASTICO, CONSULENZA LEGALE PER CITTADINI

Dettagli

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI 1 CONTRATTO PER APPALTO DEI SERVIZI DI PULIZIA TRA Il Condominio

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014.

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. CAPITOLATO D ONERI Art. 1 Oggetto del servizio, durata e compenso.

Dettagli

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA Contratto n. /2012 FORNITURA BUONI PASTO L anno 2012, il giorno del mese di, TRA.. con sede legale in vi., partita IVA, in persona del legale rappresentante., in seguito denominata Committente E con sede

Dettagli

Art. 1 Oggetto dei servizi. Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune.

Art. 1 Oggetto dei servizi. Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune. CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi. Il presente Capitolato tecnico disciplina l esecuzione dei servizi postali per la corrispondenza del Comune di Città di Conversano, comprendente il ritiro

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell Appalto è il Servizio di affissione

Dettagli

Il/la sottoscritto/a. (prov.) residente a ( ) in Via n. (luogo) (prov.) (indirizzo) in qualità di. codice fiscale, partita I.V.A.

Il/la sottoscritto/a. (prov.) residente a ( ) in Via n. (luogo) (prov.) (indirizzo) in qualità di. codice fiscale, partita I.V.A. All Amministrazione Provinciale di Udine SERVZO STRUZONE E UNVERSTA Piazza Patriarcato, 3 33100 UDNE DCHARAZONE SOSTTUTVA DELL ATTO D NOTORETA (Art. 47 del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre

Dettagli

COMUNE DI LAS PLASSAS Provincia del Medio Campidano UFFICIO TECNICO

COMUNE DI LAS PLASSAS Provincia del Medio Campidano UFFICIO TECNICO COMUNE DI LAS PLASSAS Provincia del Medio Campidano UFFICIO TECNICO Via Cagliari, 18-09020 Las Plassas tel. 070/9364006 fax 070/9364606 Email: utc.lasplassas@gmail.com Prot. 1515 Las Plassas, 16 Maggio

Dettagli

La Sogesid S.p.A. intende affidare i servizi in oggetto, meglio descritti nell allegato Capitolato Tecnico (All. B).

La Sogesid S.p.A. intende affidare i servizi in oggetto, meglio descritti nell allegato Capitolato Tecnico (All. B). Prot. n COM 215 COM216 Spett.le Raccomandata A/R Anticipata via fax al n. Oggetto: Affidamento ai sensi del combinato disposto dagli artt. 252, 267, comma 10, del D.P.R. n. 207/2010 e s.m.i. e dall art.

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA Allegato D SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA CIG 0456191CB5 Agenzia Italiana del Farmaco 1 Agenzia

Dettagli

COMUNE DI PALAZZO ADRIANO (PA) Settore III Lavori Pubblici e Assetto del Territorio

COMUNE DI PALAZZO ADRIANO (PA) Settore III Lavori Pubblici e Assetto del Territorio COMUNE DI PALAZZO ADRIANO (PA) Settore III Lavori Pubblici e Assetto del Territorio Piazza Umberto I n. 46, 90030 Palazzo Adriano - Tel. 091.8349911 - Fax 091.8349085 Prot. n. 8212 del 05/09/2014 BANDO

Dettagli

Il Direttore del Settore Turismo della Provincia di Brescia RENDE NOTO CHE:

Il Direttore del Settore Turismo della Provincia di Brescia RENDE NOTO CHE: SESSIONE D ESAME ANNO 2011 PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DIRETTORE TECNICO DI AGENZIA DI VIAGGI E TURISMO. (Legge Regionale n 15 del 16 luglio 07) Il Direttore

Dettagli

A l l e g a t o C. C O M U N E D I C I S T E R N A D I L A T I N A P r o v i n c i a d i L a t i n a SETTORE PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO

A l l e g a t o C. C O M U N E D I C I S T E R N A D I L A T I N A P r o v i n c i a d i L a t i n a SETTORE PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO A l l e g a t o C C O M U N E D I C I S T E R N A D I L A T I N A P r o v i n c i a d i L a t i n a SETTORE PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO Capitolato d oneri per l aggiudicazione del servizio di brokeraggio

Dettagli

RICHIESTA DI ESONERO PARZIALE DAGLI OBBLIGHI DI ASSUNZIONE DEI DISABILI AI SENSI DELL ART. 5, COMMA 3 L. 68/99 e D.M. n. 357/00.

RICHIESTA DI ESONERO PARZIALE DAGLI OBBLIGHI DI ASSUNZIONE DEI DISABILI AI SENSI DELL ART. 5, COMMA 3 L. 68/99 e D.M. n. 357/00. (inviare con raccomandata A.R. o consegnare a mano) Apporre una marca da bollo da euro 14.62 Alla PROVINCIA DI UDINE Centro per l Impiego Ufficio disabili Viale Duodo, 3/a 33100 UDINE RICHIESTA DI ESONERO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la fornitura del servizio di assistenza domiciliare a favore degli

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO AREA 2 - GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E FINANZIARIE SISTEMA INFORMATIVO SVILUPPO ATTIVITA PRODUTTIVE

PROVINCIA DI PESARO E URBINO AREA 2 - GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E FINANZIARIE SISTEMA INFORMATIVO SVILUPPO ATTIVITA PRODUTTIVE PROVINCIA DI PESARO E URBINO AREA 2 - GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E FINANZIARIE SISTEMA INFORMATIVO SVILUPPO ATTIVITA PRODUTTIVE Prot. 73587/2009 AVVISO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI FINANZIARI

Dettagli

1. la planimetria e sezioni del sito in cui i rifiuti verranno recuperati;

1. la planimetria e sezioni del sito in cui i rifiuti verranno recuperati; Comunicazione di utilizzo/recupero R10 di rifiuti come recupero ambientale La Comunicazione di utilizzo/recupero R10 di rifiuti come recupero ambientale deve essere presentata contestualmente a tutti i

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO ELETTRONICI IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO SALERNO ENERGIA CIG 543712162F Art. 1 Oggetto

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO ( COD: CIG ) Articolo 1

CAPITOLATO TECNICO ( COD: CIG ) Articolo 1 OGGETTO: Servizio di manutenzione presidi antincendio, con concessione d uso, installati presso gli edifici comunali. Periodo 01.07.2014 / 30.06.2015. ( COD: CIG ) CAPITOLATO TECNICO Articolo 1 Stazione

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI STAMPA, RICERCA PUBBLICITÀ, DISTRIBUZIONE DEL NOTIZIARIO DELL AMMINISTRAZIONE.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI STAMPA, RICERCA PUBBLICITÀ, DISTRIBUZIONE DEL NOTIZIARIO DELL AMMINISTRAZIONE. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI STAMPA, RICERCA PUBBLICITÀ, DISTRIBUZIONE DEL NOTIZIARIO DELL AMMINISTRAZIONE. Art. 1 Oggetto dell appalto L oggetto dell appalto è la realizzazione, mediante

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEI VEICOLI DEL COMITATO REGIONALE CRI DELLA TOSCANA CIG: 28951999C9

Dettagli

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Ai sensi e nel rispetto dell art. 13 D.Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 recante il Codice in materia di protezione dei dati personali, ed in relazione ai dati personali di

Dettagli

Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5

Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5 SCHEMA CONTATTO D APPALTO - art. 279 D.P.R. 207/2010 CONTRATTO D APPALTO Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5 L.R. 11.05.2007 n. 9 - e la Società,

Dettagli

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA CITTÀ DI REGGIO CALABRIA SETTORE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA Servizio Appalti e Contratti BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO, IN FAVORE DEL COMUNE DI REGGIO CALABRIA,

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE N. 19

ISTRUZIONI OPERATIVE N. 19 ORGANISMO PAGATORE OCM Vino e Altri Aiuti Via Palestro, 81 00185 Roma Tel. 06.49499.535 Fax 06.49499.740 Prot. N. DPMU.2013.2720 Roma li. 29.07.2013 ISTRUZIONI OPERATIVE N. 19 Agli ENTI CARITATIVI LORO

Dettagli

SCHEDA DI ISCRIZIONE

SCHEDA DI ISCRIZIONE SCHEDA DI ISCRIZIONE Il/La sottoscritto/a nato/a il / / / a ( Prov. di ) residente a (Prov. ) CAP Via N Telefono Cellulare CODICE FISCALE PARTITA IVA INTESTAZIONE FATTURA EMAIL CHIEDE l'iscrizione al 1

Dettagli

Regolamento per l acquisizione in economia di beni, servizi e lavori. 1 Oggetto del Regolamento. 2 Modalità di acquisizione in economia

Regolamento per l acquisizione in economia di beni, servizi e lavori. 1 Oggetto del Regolamento. 2 Modalità di acquisizione in economia Regolamento per l acquisizione in economia di beni, servizi e lavori 1 Oggetto del Regolamento 1. l presente regolamento disciplina le modalità, i limiti e le procedure per l acquisizione in economia di

Dettagli

Roma, 14 gennaio 2010

Roma, 14 gennaio 2010 Roma, 14 gennaio 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. AIFA I F.3./a.e.4409/P OGGETTO: Procedura di gara per la fornitura di servizi sostitutivi

Dettagli

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S.

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. Servizio per la fornitura di prestazioni di radioterapia su pazienti in trattamento presso l Istituto Oncologico Veneto. * * * * * * CIG N.1136442D97

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE per l affidamento del Progetto Attività Motoria in acqua, Ginnastica Dolce e Posturale per Anziani

SCHEMA DI CONVENZIONE per l affidamento del Progetto Attività Motoria in acqua, Ginnastica Dolce e Posturale per Anziani Municipio Roma XIV Monte Mario U.O. Servizi Sociali ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONVENZIONE per l affidamento del Progetto Attività Motoria in acqua, Ginnastica Dolce e Posturale per Anziani Art. 1 Oggetto dell

Dettagli

Allegato A. Il servizio, oggetto del presente capitolato, è identificato dal codice CIG n. 0131483732 (L. 23.12.2005 n. 266 art. 1 comma 67).

Allegato A. Il servizio, oggetto del presente capitolato, è identificato dal codice CIG n. 0131483732 (L. 23.12.2005 n. 266 art. 1 comma 67). CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEI SERVIZI DI GRAFICA, IMPAGINAZIONE, RICERCA PUBBLICITÀ, STAMPA E DISTRIBUZIONE DEI NUMERI QUATTRO e CINQUE DEL PERIODICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO LA PROVINCIA DI BERGAMO.

Dettagli

La ditta venditrice dovrà assicurare la garanzia e l assistenza dei mezzi tramite una officina autorizzata entro 15 km. dalla sede comunale.

La ditta venditrice dovrà assicurare la garanzia e l assistenza dei mezzi tramite una officina autorizzata entro 15 km. dalla sede comunale. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO RELATIVO ALLA FORNITURA DI n 1 MINIBUS ELETTRICO, CHIAVI IN MANO, PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO PERSONE ALL INTERNO DEL CIMITERO CIVICO MONUMENTALE 1. ENTE APPALTANTE Comune

Dettagli

PROVINCIA DI LIVORNO

PROVINCIA DI LIVORNO Allegato B PROVINCIA DI LIVORNO CATITOLATO SPECIALE D APPALTO Art.1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di sorveglianza presso la sede distaccata degli uffici della

Dettagli

Luogo di prestazione del servizio: Comune di Todi (PG).

Luogo di prestazione del servizio: Comune di Todi (PG). COMUNE DI TODI SERVIZIO PATRIMONIO AMBIENTE Piazza di Marte,1 06059 Todi ( PG ) - Tel. 075/8956300- Fax. 075/8956259 e mail silvia.minciaroni@comune.todi.pg.it 3 AVVISO ED INVITO A PRESENTARE OFFERTA CON

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TRASCRIZIONE DEI DIBATTITI CONSILIARI

CAPITOLATO SPECIALE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TRASCRIZIONE DEI DIBATTITI CONSILIARI pag. 1 CAPITOLATO SPECIALE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TRASCRIZIONE DEI DIBATTITI CONSILIARI Art. 1 - Oggetto dell appalto Oggetto dell appalto è il servizio di trascrizione delle registrazioni

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale

Dettagli

www.ater.vr.it., protocolloatervr@legalmail.it.

www.ater.vr.it., protocolloatervr@legalmail.it. A.T.E.R. Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale della Provincia di VERONA Piazza Pozza 1/c,d,e - 37123 VERONA telefono 045-8062411 telefax 045-8062432 E-mail: info@ater.vr.it www.ater.vr.it.,

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI

REGOLAMENTO PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI sede operativa: Via Corte d Appello 16-10122 Torino telefono +39 011 4432580 fax +39 011 4432585 fondazione@torinosmartcity.it - www.torinosmartcity.it REGOLAMENTO PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI

Dettagli

Il sottoscritto (nome e cognome) nato a prov il. residente a in via n. telefono cellulare. e-mail

Il sottoscritto (nome e cognome) nato a prov il. residente a in via n. telefono cellulare. e-mail (su carta intestata dell associazione dei consumatori) AL COMUNE DI CORREGGIO CORSO MAZZINI, 33 42015 CORREGGIO (RE) correggio@cert.provincia.re.it Oggetto: Domanda di partecipazione all Avviso pubblico

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

Il Dirigente. Visto l art. 3 della Legge Regionale 17 marzo 2000, n. 26 e successive modifiche ed integrazioni;

Il Dirigente. Visto l art. 3 della Legge Regionale 17 marzo 2000, n. 26 e successive modifiche ed integrazioni; Oggetto: Rilevazione preliminare dei piani di investimento degli OPC su aree della Regione Toscana non servite da banda larga, per il Progetto Banda larga nelle aree rurali della Toscana ( Notifica alla

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ALLEGATO D) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ESTERNO DI SUPPORTO AL RESPONSABILE DELLA PREVENZIONE E PROTEZIONE NEL LUOGO DI LAVORO PER IL TRIENNIO 2011/2013. ART. 1 OGGETTO

Dettagli