PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA GIOVEDÌ 4 DICEMBRE Rassegna per testata/edizione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA GIOVEDÌ 4 DICEMBRE 2008. Rassegna per testata/edizione"

Transcript

1 PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA GIOVEDÌ 4 DICEMBRE 2008 Rassegna per testata/edizione

2 N Titolo Testata-Edizione Data 1 Strada per l'ospedale, in arrivo 5 milioni Il Piccolo Gorizia Enrico Gherghetta - Provincia di Gorizia - 2 Apre scuola forense in citta' Il Piccolo Gorizia Enrico Gherghetta - Provincia di Gorizia - Sara Vito - 3 Universita' di Udine via da Gorizia Il Piccolo Gorizia Marino Visintin - 4 Grande Guerra a Lucinico, nuovo libro Il Piccolo Gorizia Provincia di Gorizia - Roberta Demartin - 5 Sagrado: abbandonti 28mila mc di rifiuti Il Piccolo Gorizia Provincia di Gorizia - 6 Arrivano i soldi, via libera alla scuola slovena Il Piccolo Gorizia Provincia di Gorizia - 7 Giornata in memoria dei caduti austroungarici Il Piccolo Gorizia Provincia di Gorizia - 8 Incontro tra aziende e lavoratori Il Piccolo Gorizia Provincia di Gorizia - 9 Prorogato fino al 30 giugno il programma Pari Il Piccolo Gorizia Provincia di Gorizia - 10 Uffici, addetti e numeri telefonici a cui rivolgerrsi per trovare lavoro Il Piccolo Gorizia Marino Visintin - Provincia di Gorizia - 11 Svoc: in 75 anni sfornati campioni e tanti uomini veri Il Piccolo Monfalcone Enrico Gherghetta - Provincia di Gorizia - 12 Ospedale, cerimonia sotto il tendone Messaggero Veneto Gorizia Enrico Gherghetta - 13 Gli iscritti alla sede goriziana sono 1.463, Relazioni Pubbliche il corso piu' gettonato Messaggero Veneto Gorizia Marino Visintin - Provincia di Gorizia - 14 Attivita' forense, corso di formazione Messaggero Veneto Gorizia Enrico Gherghetta - Provincia di Gorizia - Sara Vito - 15 Musica da camera con il pianista Bertoli Messaggero Veneto Gorizia Provincia di Gorizia - 16 Adalberto Buzzin consegna in Siberia la bandiera della Provincia di Gorizia Messaggero Veneto Gorizia Provincia di Gorizia - 17 Pastore elettrico contro il passaggio di animali sulla 56 Messaggero Veneto Gorizia Provincia di Gorizia - 18 Verso la sistemazione delle vie Garibaldi e Falzari Messaggero Veneto Gorizia Provincia di Gorizia -

3 4 DIC 2008 Il Piccolo Gorizia Cronaca pagina 19 LAVORI PUBBLICI Trovati i 5 milioni per la viabilità del nuovo ospedale Via libera dalla Finanziaria regionale Domani alle 11 l inaugurazione GORIZIA «Il Comune di Gorizia avrà i 5 milioni di euro necessari per realizzare la nuova viabilità d accesso al nuovo ospedale». Lo dice con un pizzico d orgoglio il consigliere regionale Gaetano Valenti. Ieri pomeriggio, la prima commissione (presieduta dallo stesso Valenti) ha accolto un emendamento alla Finanziaria regionale: emendamento che inserisce la consistente posta per il Mancavano all appello 3,5 milioni. Intanto tutto è pronto per l inaugurazione del nuovo ospedale domani alle 11. Invitati Tondo e Sacconi. Infine, una certezza: nel nuovo ospedale non c è amianto. A pagina 19 Apertura

4 4 DIC 2008 Il Piccolo Gorizia Cronaca pagina 19 SANITA. DOMANI ALLE 11 L INAUGURAZIONE: INVITATO IL MINISTRO SACCONI Strada per l ospedale, in arrivo 5 milioni Il finanziamento inserito nella prossima Finanziaria regionale. Valenti: «Ottimo risultato» di FRANCESCO FAIN «Il Comune di Gorizia avrà i 5 milioni di euro necessari per realizzare la nuova viabilità d accesso al nuovo ospedale». Lo dice con un pizzico d orgoglio il consigliere regionale Gaetano Valenti. Ieri pomeriggio, la prima commissione (presieduta dallo stesso Valenti) ha accolto un emendamento alla Finanziaria regionale: emendamento che inserisce la consistente posta per il Si mette fine, dunque, a una vera e propria telenovela: com è ampiamente noto, mancavano all appello 3,5 milioni. «Ma si rischiava di perdere anche il milione e mezzo già in saccoccia - sottolinea Valenti -. Sono molto soddisfatto dell esito della riunione di ieri pomeriggio». Importanti sono stati il pressing di Valenti e la contemporanea azione del sindaco Romoli. Il quale commenta: «Fa piacere che la mia richiesta, che aveva già avuto l okey del presidente Tondo, sia stata accolta. Nel 2009 predisporremo i progetti definitivo ed esecutivo in modo tale da poter appaltare i lavori nel 2010». I 5 milioni serviranno a realizzare un collegamento diretto fra la rotonda in corrispondenza del ponte 8 Agosto e l area dell ospedale. Le problematiche tecniche non sono irrilevanti in quanto è necessario «sottopassare» la linea ferroviaria, ma a prima vista appaiono «affrontabili e risolvibili». INAUGURAZIONE. Il nuovo ospedale sarà inaugurato domani alle 11. Al taglio del nastro interverranno il presidente della Regione Renzo Tondo e l assessore alla Sanità Vladimiro Kosic, oltre alle autorità locali: sindaco Romoli e presidente della Provincia Gherghetta in testa. È stato invitato anche il ministro del Lavoro, Salute e Politiche Sociali Maurizio Sacconi ma - sino al tardo pomeriggio di ieri - non c erano conferme riguardo alla sua partecipazione. Le operazioni di trasloco dal vecchio al nuovo ospedale sono già iniziate (stanno interessando, come evidenziato nei giorni scorsi, il reparto Lavori al San Giovanni di Dio di Radiologia) e i pazienti ricoverati e non dimissibili e la quasi totalità dei servizi verrà resa operativa in via definitiva a partire da metà dicembre. Il nuovo nosocomio avrà una capacità complessiva di 256 posti letto: non casuale dei colori nei reparti che distinguono i vari piani e le aree ambulatoriali. Il San Giovanni di Dio è dotato di tecnologie sanitarie all avanguardia. Il nuovo Pronto soccorso sarà in grado di valutare le funzioni vitali sin dall ingresso dell ammalato. Vi sarà inoltre una sala con due posti-letto, attrezzata con le più moderne tecnologie salvavita, per i casi più impegnativi. In questo ambito, per la degenza, ci saranno inizialmente 5 posti-letto, tutti ad alto monitoraggio per l osservazione breve intensiva; il nuovo reparto sarà dotato anche di una sala per studio e conferenze, con possibilità di essere trasformata - in tempo reale - in «sala gestione maxi emergenze». SINDACATI. All inaugurazione del nuovo San Giovanni di Dio di Gorizia sarà presente anche il segretario generale nazionale della Uil (Federazione poteri locali) Carlo Fiordaliso. Che riconosce merito a chi con tenacia e impegno ha contribuito alla realizzazione di quello che cittadini e lavoratori aspettavano da tempo. In altre parole, riconosce alla direzione generale dell Azienda sanitaria grande abnegazione. «La tempistica è stata delle più rapide che a memoria, dei miei quarant anni di sindacalista io ricordi, quanto in soli quattro anni si è vista realizzare questa moderna e funzionale struttura che risponderà ai bisogni dell utenza - argomenta Fiordaliso in una nota -. La Uil Fpl sta attivamente al fianco di chi vuole modernizzare la pubblica amministrazione, sburocratizzare il suo apparato snellire le procedure, assegnare precise responsabilità e gerarchie professionali certe. Produttività, merito, aggiornamento professionale, carriere sono solo alcune delle partite che si affrontano dove tradizionalmente c è una consolidata contrattazione aziendale». Apertura

5 4 DIC 2008 Il Piccolo Gorizia Cronaca pagina 19 Ultimi giorni di attività per l Ospedale civile di via Vittorio Veneto Apertura

6 4 DIC 2008 Il Piccolo Gorizia Cronaca pagina 21 Apre in città scuola forense Si formeranno a Gorizia i futuri avvocati del Fvg Si formeranno a Gorizia i futuri avvocati del Friuli Venezia Giulia. Verrà inaugurata domani alle 17, nell aula magna dell Iti Galilei di via Puccini, infatti, la nuova Scuola di formazione forense che ospiterà i due anni di corso il primo obbligatorio, il secondo facoltativo che i neolaureati in Giurisprudenza devono affrontare per poter accedere all Esame di Stato da avvocato. Se all inaugurazione di domani sono stati invitati, tra gli altri, anche i rettori delle Università di Udine e Trieste, il progetto è stato presentato ieri mattina in Provincia, alla presenza del presidente Gherghetta, dell assessore Sara Vito, e di Marina Pisani e Silvano Gaggioli, rispettivamente legale della Provincia e presidente dell Ordine degli avvocati di Gorizia. La scuola è nata nel 2003 su iniziativa della Fondazione Carnelutti, costituita dagli Ordini degli avvocati di Gorizia, Udine, Trieste e Tolmezzo, e può contare mediamente su circa 150 iscritti provenienti da tutta la regione (ad esclusione della provincia di Pordenone, che dispone già di una sua scuola). «Credo che l attivazione della scuola a Gorizia possa rappresentare un elemento di grande prestigio per la nostra città - ha spiegato l avvocato Gaggioli -, in particolar modo se pensiamo che in futuro, in base alla riforma dell ordinamento forense, l attività della scuola potrebbe magari sostituire l attuale Esame di Stato: gli avvocati della regione, allora, si formerebbero direttamente a Gorizia». «È un iniziativa davvero notevole - ha commentato Gherghetta -, che si inserisce nel nostro progetto Lavoro Indipendente : sostenendo i liberi professionisti in generale, e in questo caso i futuri avvocati, nella loro formazione e nella loro attività, siamo convinti di aumentare anche la qualità del nostro territorio». Marco Bisiach Spalla destra

7 4 DIC 2008 Il Piccolo Gorizia Cronaca pagina 23 L Università di Udine via da Gorizia A causa dei tagli c è il rischio di veder riportati in sede tutti i corsi periferici GORIZIA «La sede universitaria di Gorizia è a rischio». Lo ha detto ieri il rettore dell Università di Udine, Cristina Compagno, intervenendo all inaugurazione dell anno accademico in città, nell aula magna di via Puccini. «Il ridimensionamento delle risorse che interesserà l intero sistema universitario nazionale ha evidenziato la professoressa Compagno spingerà molti atenei a riportare vari corsi di laurea nella sede principale, fondendoli o eliminandoli». Gorizia ne sa qualcosa: lo scorso settembre il corso di laurea per Traduttori e interpreti è stato trasferito nel capoluogo friulano. E lo stesso potrebbe accadere ad altri corsi. A pagina 23 Apertura

8 4 DIC 2008 Il Piccolo Gorizia Cronaca pagina 23 ALLARME PER GORIZIA LANCIATO DAL RETTORE «Università di Udine via da Gorizia» Compagno: «A causa dei tagli temiamo di dover riportare in sede tutti i corsi periferici» «La sede universitaria di Gorizia è a rischio». Lo ha detto ieri il rettore dell Università di Udine, Cristina Compagno, intervenendo all inaugurazione dell anno accademico in città, nell aula magna di via Puccini. «Il ridimensionamento delle risorse che interesserà l intero sistema universitario nazionale ha evidenziato la professoressa Compagno spingerà molti atenei a riportare vari corsi di laurea nella sede principale, fondendoli o eliminandoli». Gorizia ne sa qualcosa: lo scorso settembre il corso di laurea per Traduttori e interpreti è stato trasferito nel capoluogo friulano. E lo stesso potrebbe accadere ad altri corsi. Per questo, ha aggiunto Compagno, «le università di Udine e Trieste dovranno fare sinergie e creare integrazioni, specie nelle loro sedi distaccate». I precedenti, ha ricordato su questo punto il presidente del Consorzio per lo sviluppo universitario, Nicolò Fornasir, «non sono incoraggianti». «La vicenda dell ex Cora deve servire da monito. Erano stati messi a disposizione dalla Regione 5 milioni di euro per attivare un master sul Rischio idrogeologico a villa Ritter ha ricordato con tono critico -. I due atenei, però, non hanno saputo coordinarsi e quel patrimonio andrà disperso per dare vita a due corsi identici fra loro, sempre relativi allo studio del rischio idrogeologico, e per effettuare una serie di interventi di risanamento del territorio». La presenza universitaria a Gorizia, tuttavia, secondo Fornasir, «è arrivata a un punto di non ritorno». Per i due atenei la città ha messo sul piatto investimenti complessivi per 20,5 milioni di euro: 4,5 per l ex Locchi, 1 per il riutilizzo di un piano dell ex Fermi, 3 per villa Ritter, 6 per il convento di Santa Chiara e altrettanti per la risistemazione di una parte del polo di via Alviano (sede dell ateneo triestino) e la realizzazione del Conference center. «Serve un patto territoriale fra le diverse istituzioni di tutto il Friuli Venezia Giulia», ha rimarcato il rettore Compagno. Per l anno accademico gli iscritti alla sede isontina dell ateneo udinese sono in totale Fra loro, si contano 353 matricole. I corsi di laurea triennali e specialistici offerti sono complessivamente 9. I docenti incardinati hanno toccato quota 78, affiancati da 15 unità tecnico amministrative. Diversi i laboratori e i centri di ricerca aperti in questi anni: dal Larem, il laboratorio di economia e management, al Crea, il centro per le elaborazioni audiovisive, al Mirage, il laboratorio per il restauro di materiale sono. Il traguardo più importante raggiunto, però, è stata l inaugurazione, a casa Lenassi, in via IX Agosto, del primo nucleo del dipartimento Cinema, Musica e Relazioni pubbliche. «L attivazione del dipartimento ha evidenziato la professoressa Compagno rappresenta uno dei segni maggiormente tangibili del nostro impegno a Gorizia. Per lacittà si tratta del momento più importante dopo quello di 16 anni fa dell avvio delle docenze». Nel corso della cerimonia, poi, è stato fatto il punto sulla provenienza degli studenti iscritti ai corsi goriziani: il 35% arriva da Udine, un ulteriore 30% INVESTIMENTI Negli ultimi anni la città ha messo a disposizione più di 20 milioni per la didattica dalle altre province della Regione, mentre il 16% da fuori il Triveneto. All intervento del rettore Compagno ha fatto seguito la lezione magistrale della professore Del Bianco, docente di Storia delle religioni, che ha affrontato la delicata questione relativa alle «tolleranze e alle dinamiche religiose». Prima della cerimonia, l arcivescovo Dino De Antoni ha celebrato una messa nella chiesetta dell Immacolata, in via Garibaldi. Tra le autorità intervenute all inaugurazione dell anno accademico, c erano il sindaco Romoli, l assessore provinciale Marino Visintini e il prefetto Maria Augusta Marrosu. Nicola Comelli Apertura

9 4 DIC 2008 Il Piccolo Gorizia Cronaca pagina 23 Inaugurazione dell anno accademico dell Ateneo di Udine Apertura

10 4 DIC 2008 Il Piccolo Gorizia Agenda e Taccuino pagina 25 Grande guerra a Lucinico, nuovolibro Materiale inedito e oltre 200 fotografie sono raccolti nel libro «L apocalisse di San Giorgio. Lucinico e dintorni », realizzato da Sergio Chersovani del gruppo di ricerca storica Isonzo per conto della Cassa rurale e artigiana di Lucinico Farra e Capriva. La pubblicazione, che trae ispirazione da quanto esposto al centro civico lucinichese nel novembre del 2006 nella mostra «Lucinico », è stata presentata nella sala monsignor Faidutti della sede di via Visini dell istituto bancario. «Due anni fa l associazione Isonzo si è presentata al pubblico con una mostra che è stata molto apprezzata, così abbiamo pensato di ricavarne un libro da inserire nelle manifestazioni per i cento anni del credito cooperativo a Lucinico», ha spiegato il presidente della Cassa rurale, Renzo Medeossi. Il presidente del consiglio circoscrizionale, Giorgio Stabon, ha definito il libro un bellissimo regalo per la comunità lucinichese, mentre il presidente del consiglio comunale, Rinaldo Roldo, ha posto l accento sull accurata ricerca condotta da Chersovani. Sono poi intervenuti la vicepresidente della Provincia, Roberta Demartin, il parroco don Valter Milocco e il presidente dell associazione Isonzo, Stefano Zucchiatti.A parlare del volume e dell impegno di Chersovani, raccoglitore di materiale storico e appassionato di storia militare del periodo asburgico e della Prima guerra mondiale, è stato Pierluigi Lodi, studioso di storia militare, che ha prima di tutto tracciato un quadro della situazione dell epoca. L intento del libro, realizzato con il coordinamento editoriale di Paolo Iancis, è di colmare una lacuna nella storiografia della Grande guerra, dal momento che Lucinico è spesso lasciato in secondo piano. Taglio medio

11 4 DIC 2008 Il Piccolo Gorizia Isontino pagina 27 Sagrado: abbandonati 28mila mc di rifiuti Quantificato in 65mila euro il costo della bonifica della Valle della Morte SAGRADO Sono 28mila i metri cubi di rifiuti nella discarica della Valle della Morte. È quanto emerge dai rilevamenti eseguiti per conto dell amministrazione comunale sagradina dalla Multiproject di Gorizia. I risultati dell indagine sono stati presentati nel corso dell incontro, organizzato in municipio dall assessore ai Lavori pubblici Marco Vittori, al quale hanno partecipato anche i rappresentanti dell Arpa Friuli-Venezia Giulia e della Provincia. Nei mesi scorsi il Comune aveva chiesto un indagine merceologica su quanto è stato abbadonato in quella zona. L obiettivo era capire quali tipi di rifiuti erano contenuti nella discarica: per poterlo fare, con delle ruspe sono state scavate delle trincee. Da qui è emersa una prima valutazione, tutto sommato confortante İnoltre, per tenere sotto controllo la situazione sono stati L assessore Vittori: «L indagine ha appurato che non ci sono danni irreversibili per l ambiente» posizionati due piezometri (strumenti che servono a misurare la compressibilità dei fluidi attraverso la misurazione della pressione in un punto). «Grazie alle analisi spiega il vicesindaco Marco Vittori sappiamo che la base della discarica appoggia sulla roccia e che i valori esaminati della falda rispettano i valori della normativa vigente. Sulla base dei risultati dell indagine, abbiamo quindi chiesto all azienda di quantificare i costi della messa in sicurezza del sito». L intervento per la rimozione e lo smaltimento del materiale, la realizzazione di una recinzione, nuovi monitoraggi e le operazioni di pulizia e sistemazione dell area della discarica comporteranno una spesa di circa 65 mila euro più Iva. «Sia l ingegner Franco Sturzi dell Arpa, sia l ingegner Flavio Gabrielcic della Provincia hanno detto che i lavori commissionati sono buoni e che l iniziativa è da portare avanti - ha ricordato l esponente della giunta Pian -. Ora la falda è da tenere sotto controllo per capire cosa succederà nei prossimi anni. Una delle cose più importanti è che dai dati emerge che non ci sono stati danni irreversibili per l ambiente. Faremo di tutto per sistemare una zona degradata che per essere recuperata ha bisogno di ulteriori risorse». La fase dei sondaggi era iniziata a maggio quando la Provincia aveva inserito la Valle della Morte tra i 52 siti dell Isontino da bonificare all interno del progetto «Siti inquinati zero». Stefano Bizzi Vittori con Gabrielcic e, di spalle, Sturzi Taglio medio

12 4 DIC 2008 Il Piccolo Gorizia Provincia pagina 28 CONCLUSO UN ITER DURATO QUASI 8 ANNI Arrivano i soldi, via libera alla scuola slovena Si va all appalto. Fondi da Provincia e Regione per un totale di un milione 400mila euro RONCHI Via libera, a Ronchi dei Legionari, all appalto per la costruzione del nuovo polo scolastico sloveno di via del Capitello. Finalmente, con l arrivo della conferma da parte della Provincia di Gorizia, con relativo decreto, del pagamento del contributo promesso, si chiude un iter che l amministrazione comunale aveva avviato già nel marzo del Si tratta, nello specifico, di un contributo annuo costante decennale di 140mila euro, per un totale di 1 milione e 400mila euro, al quale va aggiunto un contributo regionale, sempre decennale, di 40mila annuali, ai quali sarà aggiunta la quota restante con fondi di bilancio comunali pari a 123mila euro. Un iter che è stato possibile avviare concretamente solo nel gennaio scorso, quando dopo lunghe trattative da L esterno della vecchia scuola di via del Capitello parte dell assessore Livio Vecchiet e dell ufficio competente, è stato possibile acquisire l area, che era ancora privata, un acquisizione che è costata 90mila euro. «Posso finalmente dire che dopo 8 anni, la strada è in discesa - sono le parole dell assessore ai lavori pubblici - e che quanto prima sarà possibile procedere verso la costruzione della nuova scuola elementare che sarà a servizio sia degli alunni che seguono l insegnamento della lingua slovena sia a servizio degli alunni che seguono la lingua d insegnamento italiana». Ed infatti, dopo l emanazione del decreto da parte della Provincia, già nei prossimi giorni sarà possibile affidare ai progettisti la stesura sia del progetto definitivo che di quello esecutivo. Il progetto preliminare è stato approvato il 9 giugno 2008 ed è stato redatto dagli architetti Rudi Zonch e Giorgio Calligaris. La nuova scuola verrà realizzata nella parte retrostante all attuale scuola elementare «Brumati» e si svilupperà su una superficie di metri quadrati, dove troveranno posto sei aule didattiche di 47 metri quadrati ciascuna, quattro aule per attività speciali e laboratori, un aula insegnanti, nonchè la nuova mensa e lo spazio per lo sporzionamento pasti. Tale soluzione permetterà di liberare altri spazi nell attuale scuola elementare, il tutto favore sia dell istituto comprensivo di Ronchi dei Legionari, sia di quello di Doberdò del Lago, che attualmente operano entrambi nello stesso edificio. La struttura sarà predisposta anche per l uso d energie alternative quale quella solare e quella fotovoltaica «È evidente - continua Vecchiet - che, una volta terminati lavori, i nuovi spazi didattici renderanno possibile a tutti gli alunni che frequentano la scuola di Vermegliano, un altra possibilità di sviluppo di nuove materia di apprendimento, grazie ai nuovi laboratori, rendendo questa scuola all avanguardia rispetto alle altre realtà limitrofe. Il mio auspicio è che quest importante opera possa essere cantierata quanto prima, presumibilmente entro la primavera del 2009, e che i lavori possano essere ultimati entro l anno successivo». Luca Perrino L assessore Vecchiet Taglio alto

13 4 DIC 2008 Il Piccolo Gorizia Provincia pagina 28 GRANDE GUERRA Giornata in memoria dei caduti austroungarici Quest anno la manifestazione sarà dedicata a concittadini morti sotto un altra bandiera Il sindaco Piani FOGLIANO Torna il Memorial di pace, a Fogliano Redipuglia, giunto alla quattordicesima edizione. Ed ha un sapore particolare, quest anno, l iniziativa promossa dall Amministrazione comunale e presentata ieri. La volontà è quella di rendere omaggio a quanti, durante la Prima guerra mondiale, combatterono con la divisa dell esercito austroungarico, ricordare il loro sacrificio e sottolineare ancora una volta la voglia di pace e di fratellanza tra i popoli. Una prima cerimonia si svolgerà martedì, alle 15, al cimitero, quando verrà scoperta una targa con i nomi dei cittadini del paese. Il Memorial di pace, con il sostegno della Regione, della Provincia e la collaborazione dell associazione Il Melogramma e della Pro loco, si colloca nell ambito delle celebrazioni del 90.esimo anniversario della fine della Grande Guerra. Sempre martedì, nella biblioteca comunale, con inizio alle 18, è prevista la presentazione del libro dello storico Roberto Todero «Dalla Galizia all Isonzo storia e storie dei soldati triestini nella Grande Guerra», mentre alle il gruppo Costumi Tradizionali Bisiachi presenterà «I canti militari del litorale austriaco». «Pochi sapevano che gli uomini del nostro territorio hanno combattuto nell esercito austroungarico - ha detto il sindaco Piani - e in questo modo vogliamo dare loro memoria e onore, segnando indelebilmente il loro nome sulla lapide. In questo modo proseguiamo il percorso ideale iniziato con la pubblicazione del volume "Tutto andò perduto" di Egeo Petean e con la targa dedicata ai profughi». (l.p.) Spalla destra

14 4 DIC 2008 Il Piccolo Gorizia Lavoro pagina 32 Incontro tra aziende e lavoratori: è attivo un servizio di preselezione La Provincia di Gorizia attiva, in collaborazione con i Centri per l impiego, un servizio di preselezione finalizzato a promuovere l accesso al lavoro e facilitare l incontro tra chi cerca un occupazione e le imprese che cercano lavoratori. Questo servizio viene realizzato in attuazione della riforma dei servizi pubblici per l impiego e del decreto legislativo n.181/2000, come modificato dal decreto legislativo n. 297/2002, che impegna i Centri per l impiego a garantire a tutte le persone in cerca di occupazione, immediatamente disponibili, servizi che promuovano occasioni di inserimento lavorativo. Sulla base delle informazioni raccolte dalle persone che cercano lavoro sarà possibile fornire alle imprese che cercano nuovo personale rose di candidature finalizzate all assunzione. Le aziende per poter utilizzare questo servizio possono contattare direttamente i Centri per l impiego di Gorizia e Monfalcone, oppure l Ufficio Politiche attive del lavoro, anche telefonicamente, indicando la natura delle loro esigenze. L azienda potrà inoltrare a mezzo fax una richiesta di preselezione utilizzando l apposito modulo, pubblicato sul sito web della Provincia di Gorizia (www.provincia.gorizia.it/portalelavoro). Le richieste di assunzione provenienti dalle aziende verranno soddisfatte ricorrendo ai nominativi presenti sulla banca dati preselezione. Alle aziende verrà fornito un congruo numero di candidati per svolgere la selezione ai fini delle assunzioni che intendono effettuare. Le aziende inoltre potranno pubblicare autonomamente le loro offerte tramite l inserimento degli annunci sulle pagine del sito internet nonché tramite pubblicazione all albo dei Centri per l impiego; così potranno essere direttamente contattate dagli utenti interessati senza la necessità di ricorrere al servizio di preselezione. L annuncio è del tutto gratuito e, qualora l azienda lo ritenga opportuno, potrà essere esposto in maniera anonima; in tal caso sarà il centro per l impiego a fungere da tramite tra domanda e offerta. Spalla destra

15 4 DIC 2008 Il Piccolo Gorizia Lavoro pagina 32 Prorogato fino al 30 giugno 2009 il Programma Pari (reinserimento) Il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, Italia Lavoro Spa, la Regione Friuli Venezia Giulia e la Provincia di Gorizia hanno promosso da tempo il Programma Pari, Programma d azione per il re-impiego di lavoratori espulsi dal mondo del lavoro, finalizzato all inserimento di questi ultimi attraverso azioni di sostegno e attività di formazione, la cui operatività è stata ora prorogata fino al 30 giugno Gli incentivi sono rivolti a quelle aziende che assumeranno o proporranno dei percorsi di tirocinio formativo e di orientamento ai lavoratori in mobilità provenienti dai settori di grave crisi riconosciuti dalla Regione, agli ex dipendenti Ineos SpA attualmente in mobilità e a quei lavoratori ancora in cassa integrazione straordinaria di Access Media SpA. Qualora l azienda fosse interessata ad un assunzione a tempo determinato non inferiore ai 12 mesi o ad un assunzione a tempo indeterminato, può contattare i nostri uffici per aderire al progetto e beneficiare degli incentivi, oltre ad attività di consulenza normativa e servizi di ricerca e preselezione di lavoratori. Le aziende che assumeranno i lavoratori coinvolti nel progetto Pari otterranno degli incentivi, oltre ai contributi già previsti dalla normativa vigente, quali ad esempio, incentivi economici diretti, sgravi contributivi, e quelli derivanti dal regolamento per la concessione e l erogazione degli incentivi previsti dall art. 48 della legge regionale 18 del Per le assunzioni a tempo indeterminato è previsto un bonus erogato a favore dell azienda pari a euro lordi. Le imprese potranno inoltre usufruire di contributi per la formazione sotto forma di una dote formativa pari ad euro lordi per contratti di durata minima di 12 mesi e pari ad euro lordi per assunzioni a tempo indeterminato, Le aziende che ospitano soggetti destinatari delle azioni del programma Pari in un tirocinio (o borsa lavoro) potranno usufruire, in alternativa alla dote formativa, di un rimborso spese di tutoraggio e oneri sociali per una somma del valore massimo di euro 450 per ogni mese di tirocinio che preveda una presenza minima di sei ore al giorno per cinque giorni alla settimana İ contributi (bonus assunzionali, dote formativa, rimborso spese per tirocini e/o borsa lavoro), in presenza dei requisiti previsti dal avviso pubblico, saranno erogati da Italia Lavoro previa compilazione della prevista modulistica con relativi allegati, che sarà resa disponibile presso i Centri per l impiego. Ulteriori informazioni e la modulistica possono essere reperiti presso i Centri per l impiego di Gorizia (tel ) e Monfalcone (tel ) o sul sito internet nella sezione Modulistica. Spalla destra

16 4 DIC 2008 Il Piccolo Gorizia Lavoro pagina 32 I RIFERIMENTI DELLE SEDI Uffici, addetti e numeri telefonici dove rivolgersi per trovare lavoro Centro per l impiego di Gorizia Via Alfieri, Gorizia. Dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle Per informazioni telefoniche dalle 9 alle Coordinatore - Innovazione tecnologica: sig. Luca Cipriani, tel. 0481/ Disabili - Eures: tel. 0481/ Mobilità - Datori di lavoro - Offerte di lavoro: tel. 0481/525589, fax 0481/ Territorio di competenza: Gorizia - Capriva del Friuli - Cormons - Dolegna del Collio - Farra d Isonzo - Gradisca d Isonzo - Mariano del Friuli - Medea - Moraro - Mossa - Romans d Isonzo - Sagrado - San Floriano del Collio - San Lorenzo Isontino - Savogna d Isonzo - Villesse. Ufficio Conflitti del Lavoro. Responsabile: dott.ssa Serena Travan. Tel. 0481/525596, fax 0481/ Centro per l impiego di Monfalcone P.le Salvo d Acquisto, 3. Dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle Per informazioni telefoniche dalle 9 alle Coordinatore: sig.ra Gloriana Vengust. Disabili - Offerte di lavoro - Mobilità: tel. 0481/ Stranieri - Datori di lavoro: tel. 0481/414650, fax 0481/ Territorio di competenza: Monfalcone - Doberdò del Lago - Fogliano Redipuglia - Grado - Ronchi dei Legionari - San Canzian d Isonzo - San Pier d Isonzo - Staranzano - Turriaco. Recapito di Grado (da aprile a dicembre, il mercoledì e il venerdì): Piazza Carpaccio 22/B tel. 0431/ Provincia di Gorizia - Servizio del Lavoro (www.provincia.gorizia.it/lavoro) Assessore alle politiche del lavoro, cooperazione sociale, attività formative e informative di avviamento all occupazione: Marino Visintin. Ufficio Politiche attive del lavoro: promozione, programmazione, organizzazione e coordinamento nel campo delle funzioni amministrative trasferite dalla Regione relative alle politiche attive del lavoro, e in particolare: collocamento e avviamento al lavoro, servizi all impiego, conflitti del lavoro e anagrafe dei soggetti che hanno assolto all obbligo scolastico. Responsabile: dott.ssa Elena Ciancia, tel. 0481/ per contatti rivolgersi ai numeri 0481/ Funzioni amministrative trasferite dalla Regione relative alle politiche attive del lavoro con esclusivo riferimento a: collocamento mirato, incentivazione alla cooperazione sociale e al Fondo sociale europeo Obiettivo 3. Tel. 0481/ Obiettivo 3. Responsabile: dott. Gianluigi Amato, tel. 0481/ Ufficio Cooperazione sociale: tel. 0481/ Ufficio della Consigliera di parità: Fulvia Raimo, tel. 0481/385315; martedì dalle 9.30 alle 12.30, venerdì dalle alle Box

17 4 DIC 2008 Il Piccolo Monfalcone Agenda e Taccuino pagina 23 Un momento della festa per i 75 anni della Svoc VOLUME SULLA SOCIETÀ VELICA Svoc: in 75 anni sfornati campioni e tanti uomini veri MONFALCONE Presentato alla Svoc, nel corso della tradizionale cena di fine anno, il volume , settantacinque anni di storia, che ripercorre la storia della gloriosa società velica cittadina, fucina di campioni e prima ancora di uomini veri. Tra i presenti il vicesindaco di Monfalcone Silvia Altran, Giorgio Brandolin, Enrico Gherghetta (il libro ha il patrocinio della Provincia di Gorizia), Roberto Antonaz e Fabio Del Bello. Il volume è stato presentato alla platea dal presidente della Svoc Mario Giuricich, e dai due autori, Sergio Pascoli e Adriano Manfrin. Attraverso i ricordi e le testimonianze dei soci, tra le quali un testo di Mauro Pelaschier, si ricordano gli eventi che hanno reso mitica la Svoc, società il cui valore assoluto è riconosciuto a livello mondiale. C è spazio per l albo d oro e gli innumerevoli successi, i profili dei campioni, l attività per i diversamente abili ( Vela senza limiti ), le interviste, un ricchissimo corredo fotografico e naturalmente per l elenco dei soci della vela, com è universalmente chiamata a Monfalcone la società di via Agraria. Un applauso sentito e commosso ha ricordato la figura di Sergio Michel, pluricampione Svoc nella classe Snipe, scomparso nel giugno scorso non prima di aver contribuito in maniera fondamentale alla realizzazione del volume. Michele Neri Taglio alto

18 4 DIC 2008 Messaggero Veneto Gorizia Cronaca pagina 2 Cerimonia sotto un tendone Domani a Gorizia l inaugurazione del nuovo ospedale In dubbio la presenza di Sacconi. Nel 2010 i soldi per la viabilità GORIZIA.Domanialle11sarà inaugurato il nuovo ospedale di Gorizia. La cerimonia sottoun tendone, in dubbiola presenzadi Sacconi. Nel 2010 arriveranno i fondi per la viabilità. I SERVIZI IN CRONACA Apertura

19 4 DIC 2008 Messaggero Veneto Gorizia Cronaca pagina 2 Ospedale, cerimonia sotto il tendone Poi un rinfresco in atrio, dove campeggeranno dei pannelli fotografici esplicativi di VINCENZO COMPAGNONE Ultimi, febbrili preparativi all ex San Giovanni di Dio in vista della cerimonia inaugurale del nuovo ospedale civile, la cui organizzazione è stata affidata alla srl Office di Trieste. E stato ultimato l allestimento del maxi-tendone, posto sulla sinistra dell ingresso principale della struttura, dove si terranno i discorsi ufficiali, con inizio alle 11. La scalettadegli interventi è subordinata alla presenza del ministro del Welfare Maurizio Sacconi. Quest ultimo, invitato dalla direzione dell Ass, aveva dato il suo assenso ma le ultime indiscrezioni danno per improbabile il suo arrivo, a causa degli impegni di governo.parlerannoinognicasoildottor Corrado Thomann, anestesista (scelto dal consiglio dei primari per rappresentare i camici bianchi qualepiùgiovanemedicogoriziano),ladirettrice generale dell Ass Manuela Baccarin, il sindaco Ettore Romoli, il presidente della Provincia Enrico Gherghetta, l assessore regionale Vladimir Kosic e il governatore Renzo Tondo. I totem nell atrio -Dopo che levarie autorità si saranno alternate al microfono, avverrà il fatidico taglio del nastroseguitodaunrinfrescoallestito nell atriodell ospedale, dovecampeggerannodei totem con pannellifotografici che descrivono i vari ambienti del nuovo nosocomio. Non ci sarà una visita vera e propria della struttura, ma soltanto una sorta di giro panoramico effettuato da un ristrettissimo gruppo di autorità. Fino a ieri non si sapeva ancora se di questo mini-team diprivilegiatipotrannofarparteomeno i rappresentanti della stampa. Va da sè che alla cerimonia inaugurale nonpotràpartecipare la cittadinanza, ma solamente gli addetti ai lavori e gli invitati. Trasloco già in corso - Le operazioni di trasloco dal vecchio al nuovo ospedale sono già iniziate: a fare da battistrada è stata la Radiologia (è il casodiricordarechegiàdatempoopera in via Fatebenefratelli la Risonanza magnetica). Già l altro giorno, con lo spostamento all ex San Giovanni deimacchinariin dotazione (ecografi, mammografo e Moc (l apprecchio per ladensitometriaossea)èstato svuotato il primo piano della palazzina del Cup.Gliesami,almomento,proseguono nella sede principale del reparto, al pianoterra del monoblocco di via VittorioVeneto.L operazionepiùcomplessariguarderàlosmontaggio,iltrasloco e il rimontaggio della Tac, che non potrà essere utilizzata per una quindicina di giorni. Dai vari reparti del vecchio Civile si stanno poi trasportando nell ospedale nuovo numerosi scatoloni contenenti per lo più libri e materiale cartaceo. Il trasferimento deipazienti - Come abbiamo riportato nei giorni scorsi alla mezzanotte di martedì 9 dicembre verrà dato lo stop ai ricoveri nel vecchio ospedale. Fra mercoledì 10 e giovedì11sarannomandatiacasagliultimiammalati dimissibili. Davenerdì 12 a domenica 14 avrà luogo il trasferimento dei pazienti non dimissibili (circa 130, per il cuitrasportosaranno utilizzate 15 ambulanze che faranno la spola sempre con un unico ammalatoabordo) all ex San Prevista una visita della struttura per un ristretto gruppo di autorità Intanto prosegue il trasloco Giovanni. Per tutti i giorni necessari al trasloco funzionerà un ambulanza dedicata, 24 ore su 24, ai trasferimenti dei pazienti da inviare ad altri presidi ospedalieri della regione, a partire da quello di Monfalcone. Lecaratteristichedellanuovastruttura - Il nuovo ospedale, che viene inaugurato - va rimarcato per dovere di cronaca - senza che sia stato ancora emesso il prescritto certificato di collaudo - avrà una capacità complessiva di269postiletto.fralesueparticolarità, la scelta non casuale dei colori nei reparti che distinguono i vari piani e le aree ambulatoriali. Nella piastra servizi trovano posto tecnologie sanitarie all avanguardia. Ad esempio il nuovo Pronto soccorso (che sarà in assolutoilrepartomaggiormente potenziato)avràlastanzadel Triageavanzato,ingrado divalutare lefunzioni vitali sin dall ingresso dell ammalato. Vi sarà inoltre una sala attrezzata con le più moderne tecnologie salvavita, per i casi più impegnativi. In questo ambito, per la degenza, ci saranno, inizialmente, 6 posti letto (finora ce n erano 4), tutti ad alto monitoraggio per l osservazione breve intensiva: il numero di tali posti letto è suscettibile di un ulteriore ampliamento futuro. Il nuovo reparto sarà dotato anche di una Sala per studio e conferenze, con possibilità di essere trasformata - in temporeale-in SalagestioneMaxiEmergenze. IL DUBBIO Amianto: Romoli attende uno studio della Regione Il sindaco, Ettore Romoli, èinattesachedallaregione pervengaalcomuneunadocumentazione nella quale si attesta che non vi è alcuna presenza di amianto all ex San Giovanni di Dio. La direttrice dell Ass, ManuelaBaccarin,allaqualeilsindaco si era rivolto immediatamente dopol interrogazionepresentatainconsiglio comunale da Livio Bianchini (Rifondazionecomunista)hacomunicato a Romoli l esistenza di uno studio specifico effettuato, al riguardo, da una ditta specializzata per conto della Regione stessa. Ma, giustamente,ilprimocittadino,aldilàdellerassicurazioni verbali, ha chiesto di poter evere una copia di tale studio. «Non credo che un eventuale presenzadiamiantoneiparapettideiterrazzini, come ventilato da Bianchini ha detto Romoli sarebbe sfuggita ai collaudatori, ma attendo di vedere i documenti della Regione per chiudere la vicenda». Apertura

20 4 DIC 2008 Messaggero Veneto Gorizia Cronaca pagina 2 Domani l inaugurazione del nuovo nosocomio. In forte dubbio la presenza di Sacconi Ultimi preparativi nel nuovo ospedale civile di Gorizia in via Fatebenefratelli Il dottor Corrado Thomann e il tendone che ospiterà i discorsi Apertura

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE

Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE COMUNICATO STAMPA 17.10.2007 Con cortese preghiera di diffusione Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE -Incontro pubblico

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI 1 OGGETTO DEL PREMIO l Amministrazione Comunale di Pregnana Milanese Assessorato alla Cultura istituisce un premio annuale di laurea intitolato alla memoria

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

IL DIRIGENTE DI SERVIZIO

IL DIRIGENTE DI SERVIZIO Pag. 1 / 6 comune di trieste piazza Unità d Italia 4 34121 Trieste www.comune.trieste.it partita iva 00210240321 AREA CULTURA E SPORT SERVIZIO MUSEO ARTE MODERNA REVOLTELLA REG. DET. DIR. N. 5164 / 2011

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right MASTER PART TIME GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI 2 0 1 4 TERZA EDIZIONE R E G G I O E M I L I A When you have to be right LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Ministero dell Università e della Ricerca

Ministero dell Università e della Ricerca Statuto dei diritti e dei doveri degli Studenti Universitari In attuazione dell art. 34 della Costituzione della Repubblica Italiana, che sancisce il diritto per tutti i capaci e meritevoli, anche se privi

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

Riscatto degli anni di laurea

Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea scuola Chi è giovane e fresco di laurea, di regola, non vede l ora di mettersi a lavorare e, certamente, per prima cosa non pensa alla pensione.

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Cultura Musei e City Branding DIRETTORE QUAGLIA dott.ssa MAURIZIA Numero di registro Data dell'atto 849 10/06/2015 Oggetto : "Acquedotte" - Festival Musicale

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Al servizio del lavoro

Al servizio del lavoro www.lavoro.regione.lombardia.it Al servizio del lavoro Guida alle politiche di Regione Lombardia a sostegno dell occupazione. Opportunità e iniziative: per chi è disoccupato per i lavoratori colpiti dalla

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Bando Tipologia A (20 tirocini)

Bando Tipologia A (20 tirocini) Bando Tipologia A (20 tirocini) Destinazioni e periodo di realizzazione dei tirocini: Irlanda - 5 tirocini Regno Unito - 2 tirocini Spagna - 8 tirocini Germania - 3 tirocini Francia - 2 tirocini L'esperienza

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli