COMUNE DI BOTTANUCO Provincia di Bergamo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE, ADEGUAMENTO FUNZIONALE E MESSA A NORMA PARCHI PUBBLICI COMUNALI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI BOTTANUCO Provincia di Bergamo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE, ADEGUAMENTO FUNZIONALE E MESSA A NORMA PARCHI PUBBLICI COMUNALI"

Transcript

1 COMUNE DI BOTTANUCO Provincia di Bergamo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE, ADEGUAMENTO FUNZIONALE E MESSA A NORMA PARCHI PUBBLICI COMUNALI

2 Premesse Il presente progetto si prefigge l obiettivo di accrescere la fruibilità degli spazi pubblici di tipo ricreativo esistenti con interventi mirati ad un miglioramento delle condizioni complessive sia in termini di utilizzo che di sicurezza. Gli interventi di riqualificazione intendono adottare il giusto equilibrio tra manutenzione e conservazione dell esistente oltre all introduzione di nuovi elementi tesi ad incrementare positivamente la vivibilità delle aree di pregio. Le aree oggetto del presente intervento sono: Parco Moretti Parco De Gasperi Parco Cerioli Parco Paganini Parco Matteotti Parco Morlacchi Descrizione aree d intervento Parco Moretti L area in oggetto ha una superficie di circa mq ed è interamente delimitata da un muro in sassi che delimita il Parco dalle aree limitrofe, l accesso è consentito sia dalla via Dante Alighieri che dalla via Conciliazione. Nelle immediate vicinanze è presente l oratorio e la scuola primaria Dante Alighieri il che rende particolarmente appetibile il parco per lo svolgimento di attività ricreative da parte dei bambini/ragazzi.

3 Parco De Gasperi L area in oggetto ha una superficie di circa mq ed è interamente delimitata da una staccionata in legno che delimita il Parco dalle aree limitrofe, l accesso è consentito unicamente dalla via De Gasperi. Il Parco funge da particolare riferimento a tutti gli abitanti del nucleo storico di Cerro ed è particolarmente apprezzato per l ampia zona verde in cui è possibile svolgere attività ludica in libertà. Parco Cerioli L area in oggetto ha una superficie di circa mq ed è completamente immersa nell abitato, l accesso è consentito sia dalla via Verdi che dalla Via Trento. Il Parco funge da particolare riferimento a tutti gli abitanti del nucleo storico di Bottanuco ed è particolarmente apprezzato per la vicinanza di una notevole area di sosta.

4 Parco Paganini L area in oggetto ha una superficie di circa 500 mq ed è baricentrica ad un quartiere residenziale sviluppatosi negli anno 80, l accesso è consentito unicamente dalla via Paganini. Il Parco funge da particolare riferimento a tutti gli abitanti del quartiere ed è particolarmente apprezzato per la presenza di un campo da pallavolo. Parco Matteotti L area in oggetto ha una superficie di circa 350 mq ed è delimitata da una staccionata in legno, l accesso è consentito sia dalla via Matteotti che da Piazza San Vittore. Nelle immediate vicinanze è presente la scuola d infanzia e la scuola primaria Antonio Locatelli il che rende particolarmente appetibile il parco per lo svolgimento di attività ricreative da parte dei bambini/ragazzi.

5 Parco Morlacchi L area in oggetto ha una superficie di circa mq ed è interamente delimitata da una recinzione che delimita il Parco dalle aree limitrofe, l accesso è consentito sia dalla via Trieste che dalla via del Fante. Il Parco è localizzato in prossimità del Palazzo storico ex Camerini-Morlacchi da cui prende il nome. Interventi in progetto Gli interventi consisteranno, in generale, nella riqualificazione e riorganizzazione degli spazi, mediante una riqualificazione delle aree gioco, delle zone relax, aggregative e a verde, individuando spazi e aree di socializzazione per diverse fasce d età. Particolare attenzione sarà rivolta alle aree gioco: all interno del paese, infatti, è oggi diventato impossibile per i bambini di tutte le età scendere in piazza o giocare come poteva avvenire in passato; gli stessi, per dare sfogo alla loro vitalità e per stare in un ambiente più salubre rispetto ai luoghi chiusi, hanno come unica possibilità quella di recarsi negli spazi all aperto a loro dedicati. E quindi fondamentale progettare idoneamente le aree gioco, studiarne le dimensioni e le attrezzature, in modo da permettere ai bambini di giocare, dove giocare è il loro modo di imparare e di crescere. Lo spazio giochi diventa il loro mondo, dove prendere coscienza delle proprie possibilità, ma anche dove poter incontrare altri bambini e fare le loro prime esperienze di socializzazione. Le aree gioco saranno riqualificate con materiali innovativi, idonei allo scopo, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza vigenti (UNI EN 1176 e UNI EN 1177).

6 Anche i colori verranno scelti in modo mirato ed offriranno l occasione di caratterizzare le aree ludiche: i bambini ne sono molto attratti, soprattutto quando contrastano con l ambiente circostante. Una corretta percezione spaziale conferisce al bambino una maggiore sicurezza nei movimenti ed essa si può ottenere, oltre che con una opportuna valutazione dello spazio necessario alle attrezzature ludiche, con l uso sapiente delle tonalità cromatiche: colori luminosi e brillanti come il blu, il rosso, il giallo e l arancione, trasmettono una serie di stimoli che incoraggiano i piccoli utenti al gioco e all apprendimento. Ogni parco sarà concepito e progettato per incontrare le esigenze dell utenza abituale o potenziale che gravita nell area di intervento; ove possibile e nelle aree di maggior ampiezza saranno realizzate zone attrezzate per accogliere utenti di più fasce d età (dall età prescolare alla prima adolescenza). Descrizione degli interventi Formazione di nuove aree con diverse forme geometriche e multicolori realizzate mediante la posa di nuova pavimentazione ammortizzante e la creazione di percorsi di collegamento tra le varie aree attrezzate; Installazione pavimentazione drenante antitrauma in gomma colata in opera dello spessore variabile in funzione dell altezza di caduta dei giochi, conforme alla norma UNI EN 1177, ricavata da un mix di granuli di gomma in forma e natura diversa; Installazione di nuove attrezzature ludiche; Fornitura e posa in opera di nuovo arredo urbano (panchine, cestini, portabiciclette e fontanella ornamentale); Messa a dimora di piante ad alto fusto nella zona giochi, al fine di implementare l ombreggiamento dell area stessa soprattutto nelle ore pomeridiane; Ampliamento del sistema di videosorveglianza per i controllo degli accessi ai parchi; Costi dell opera I costi da sostenere per l esecuzione delle opere in oggetto ammontano, complessivamente, ad ,00 compresi oneri per la sicurezza, IVA e spese tecniche.

COMUNE DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza COMUNE DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza AREA ECONOMICO FINANZIARIA SERVIZI GESTIONE RIFIUTI, TUTELA TERRITORIO, AMBIENTE E PAESAGGIO Prot. n. 3733 Arzignano, lì 15/10/014 Spett.le Ditta OGGETTO: adeguamento

Dettagli

Cittadini e Amministrazione insieme per progettare il nuovo volto del Centro Storico. Sala della Giostra 19/09/2015

Cittadini e Amministrazione insieme per progettare il nuovo volto del Centro Storico. Sala della Giostra 19/09/2015 Cittadini e Amministrazione insieme per progettare il nuovo volto del Centro Storico Sala della Giostra 19/09/2015 Presentazione Risultati - Il programma Accoglienza partecipanti e caffè di benvenuto Presentazione

Dettagli

RELAZIONE TECNICA GENERALE. La presente relazione è descrittiva delle opere necessarie per la sistemazione di un area a verde

RELAZIONE TECNICA GENERALE. La presente relazione è descrittiva delle opere necessarie per la sistemazione di un area a verde RELAZIONE TECNICA GENERALE Premessa e finalità dell intervento La presente relazione è descrittiva delle opere necessarie per la sistemazione di un area a verde sita in Via Corelli Fraz. Valcanneto nel

Dettagli

Progetto e sicurezza

Progetto e sicurezza Progetto e sicurezza Consigli per la realizzazione di un buon ambiente gioco Noi della TLF siamo consapevoli del fatto che gli ambienti riservati al gioco dei bambini dovrebbero offrire, oltre alla sicurezza

Dettagli

Piano Strategico Aree Gioco Urbane RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Piano Strategico Aree Gioco Urbane RELAZIONE ILLUSTRATIVA Piano Strategico Aree Gioco Urbane RELAZIONE ILLUSTRATIVA PROGETTO DEFINITIVO Ottobre 2009 Coordinamento progettuale Laboratorio Città Sostenibile Pier Giorgio Turi Responsabile Settore Gestione Verde

Dettagli

PROGETTAZIONE. Non è un gioco. Testo di Valeria Pagliaro, architetto. A cura di Sabrina Fazio, architetto (società Land)

PROGETTAZIONE. Non è un gioco. Testo di Valeria Pagliaro, architetto. A cura di Sabrina Fazio, architetto (società Land) Non è un gioco In alto, l area gioco con pavimentazione antitrauma dei giardini della Guastalla (MI). Sotto, la colorata pavimentazione antiurto dell area gioco dei giardini Pirelli Bicocca a Milano. La

Dettagli

1. Attrezzature scolastiche DATI GENERALI PLANIMETRIA FOTOGRAFIE DATI URBANISTICI DATI UTENZA E ATTREZZATURE ATTREZZATURE E SICUREZZA VINCOLI

1. Attrezzature scolastiche DATI GENERALI PLANIMETRIA FOTOGRAFIE DATI URBANISTICI DATI UTENZA E ATTREZZATURE ATTREZZATURE E SICUREZZA VINCOLI 1. Attrezzature scolastiche N SCHEDA 84 DATI GENERALI TIPOLOGIA 1.1 asilo nido PROPRIETA' pubblica SPECIFICA PROP comunale LOCALITA' PONTECCHIO GESTIONE mista INDIRIZZO via Porrettana 197 DENOMINAZIONE

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna COMUNE DI PIANO Provincia di Bologna ALLEGATO 7 SPECIFICHE TECNICHE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEI BAMBINI ED ALUNNI DISABILI, DEI SERVIZI INTEGRATIVI E DELL

Dettagli

CITTA DI MESAGNE 2015 ALLEGATO B ATTIVITA SPONSORIZZABILI. Allegato B.2 RIQUALIFICAZIONE E MANUTENZIONE AREE DI GIOCO

CITTA DI MESAGNE 2015 ALLEGATO B ATTIVITA SPONSORIZZABILI. Allegato B.2 RIQUALIFICAZIONE E MANUTENZIONE AREE DI GIOCO CITTA DI MESAGNE AVVISO PER LA RICERCA DI SPONSORIZZAZIONI A SOSTEGNO DI ATTIVITA LEGATE ALLA MANUTENZIONE, VALORIZZAZIONE, PROMOZIONE E CURA DEL VERDE PUBBLICO COMUNALE 2015 ALLEGATO B ATTIVITA SPONSORIZZABILI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL PARCO GIOCHI COMUNALE

REGOLAMENTO PER L USO DEL PARCO GIOCHI COMUNALE PROVINCIA DI VERCELLI Piazza XXVII Aprile n.1 - C.A.P. 13030 0161. 730123 FAX 0161. 720991 www.comune.greggio.vc.it E-MAIL greggio@cert.ruparpiemonte.it Approvato con Delibera Consiglio Comunale n. 35

Dettagli

Progetto di riqualificazione funzionale ed architettonica area muro paraonde Molo Generale Malta - Banchina Cortese del Porto di Vibo Marina per

Progetto di riqualificazione funzionale ed architettonica area muro paraonde Molo Generale Malta - Banchina Cortese del Porto di Vibo Marina per Progetto di riqualificazione funzionale ed architettonica area muro paraonde Molo Generale Malta - Banchina Cortese del Porto di Vibo Marina per escursionismo, turismo nautico e crocieristico Credere

Dettagli

_ RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA _. IL DIRIGENTE e R.U.P. Ing. Ferdinando ALBERTAZZI. IL PROGETTISTA Geom. Daniele ZAFFIRO

_ RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA _. IL DIRIGENTE e R.U.P. Ing. Ferdinando ALBERTAZZI. IL PROGETTISTA Geom. Daniele ZAFFIRO SETTORE TUTELA AMBIENTE Ufficio Ecologia RIQUALIFICAZIONE AREE GIOCO SCOLASTICHE MEDIANTE FORNITURA E POSA IN OPERA DI ATTREZZATURE LUDICHE, DI PAVIMENTAZIONE ANTISHOCK E MANUTENZIONE STRAORDINARIA DI

Dettagli

PROGETTAZIONE. Testo di Martina Pasolini, architetto. A cura di Valeria Pagliaro, architetto (società Land)

PROGETTAZIONE. Testo di Martina Pasolini, architetto. A cura di Valeria Pagliaro, architetto (società Land) A ciascuno In alto, un progetto presentato alla Buga 2005 (Monaco di Baviera), in cui il contesto ludico è definito dai volumi modellati in gomma antitrauma. Sotto, area gioco in un giardino pubblico di

Dettagli

31 marzo 2014 www.pluspomezia.it

31 marzo 2014 www.pluspomezia.it 31 marzo 2014 P.L.U.S. Piano Locale Urbano di Sviluppo POR FESR Lazio 2007-2013 OBIETTIVO Rigenerare il contesto sociale, ambientale ed economico dei centri urbani PROGRAMMA COFINANZIATO DAI FONDI STRUTTURALI

Dettagli

Questa pubblicazione è dedicata ai. bambini. In molte nazioni occidentali sono stati proprio i bambini a imporre

Questa pubblicazione è dedicata ai. bambini. In molte nazioni occidentali sono stati proprio i bambini a imporre 2 Questa pubblicazione è dedicata ai bambini I bambini ci mostrano la strada. In molte nazioni occidentali sono stati proprio i bambini a imporre ai genitori la cultura del riciclaggio, il divieto di fumare,

Dettagli

PIANO PARTICOLAREGGIATO EX DIREZIONALE PUBBLICO DI VIA BEETHOVEN INDIVIDUAZIONE PLANIMETRICA DELL ORGANIZZAZIONE TIPOLOGICA DEGLI SPAZI APERTI

PIANO PARTICOLAREGGIATO EX DIREZIONALE PUBBLICO DI VIA BEETHOVEN INDIVIDUAZIONE PLANIMETRICA DELL ORGANIZZAZIONE TIPOLOGICA DEGLI SPAZI APERTI INDIVIDUAZIONE PLANIMETRICA DELL ORGANIZZAZIONE TIPOLOGICA DEGLI SPAZI APERTI N.B.: Le aree che rientrano nella tipologia denominata Verde pertinenziale pubblico, rappresentano spazi urbani che sono strettamente

Dettagli

COMUNE DI GENOVA. Progetto Integrato PRA MARINA

COMUNE DI GENOVA. Progetto Integrato PRA MARINA COMUNE DI GENOVA Progetto Integrato PRA MARINA 1 Obiettivo Restituire agli abitanti di Prà l accesso alla Fascia di Rispetto. A questo si legano le esigenze di alleviare il peso di un traffico eccessivo

Dettagli

ELENCO PREZZI. COMUNE DI FABRIANO Assetto del Territorio Servizio Manutenzione

ELENCO PREZZI. COMUNE DI FABRIANO Assetto del Territorio Servizio Manutenzione COMUNE DI FABRIANO Assetto del Territorio Servizio Manutenzione Lavori di: Interventi di recupero e valorizzazione Parco Giardini "Regina Margherita" - 1 Stralcio Funzionale PROGETTO ESECUTIVO Esecutore:

Dettagli

IL GLOBAL SERVICE, servizi complessivi

IL GLOBAL SERVICE, servizi complessivi IL GLOBAL SERVICE, servizi complessivi Il G.S. è inoltre lo strumento più idoneo con cui attivare un insieme di servizi quali: - reperibilità (24h/24h per 365 gg/anno) e pronto intervento (rimozione situazioni

Dettagli

PARCO DEI POGGI IN VIA DONNE PARTIGIANE (lettera A) VOTAZIONI NEL PARCO IL 10 SETTEMBRE DALLE 20:30 ALLE 22:30 IN OCCASIONE DELL EVENTO DI KARAOKE

PARCO DEI POGGI IN VIA DONNE PARTIGIANE (lettera A) VOTAZIONI NEL PARCO IL 10 SETTEMBRE DALLE 20:30 ALLE 22:30 IN OCCASIONE DELL EVENTO DI KARAOKE PARCO DEI POGGI IN VIA DONNE PARTIGIANE (lettera A) VOTAZIONI NEL PARCO IL 10 SETTEMBRE DALLE 20:30 ALLE 22:30 IN OCCASIONE DELL EVENTO DI KARAOKE Per un parco più vivibile per ragazzi e ragazze, bambini

Dettagli

Concorso di idee Giocando nel verde per la riqualificazione dell area verde di via Buriasco. Comune di Macello

Concorso di idee Giocando nel verde per la riqualificazione dell area verde di via Buriasco. Comune di Macello Concorso di idee Giocando nel verde per la riqualificazione dell area verde di via Buriasco. Comune di Macello Il principio guida del progetto è quello del riutilizzo di materiali che non sono quelli tradizionali

Dettagli

COMUNE DI NERETO AREA TECNICA LAVORI PUBBLICI UFFICIO LAVORI PUBBLICI DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE 21/05/2014

COMUNE DI NERETO AREA TECNICA LAVORI PUBBLICI UFFICIO LAVORI PUBBLICI DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE 21/05/2014 COMUNE DI NERETO COPIA N. Registro Generale 161 del 21/05/2014 AREA TECNICA LAVORI PUBBLICI UFFICIO LAVORI PUBBLICI DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. Registro di Settore 21 del 21/05/2014 OGGETTO: RECUPERO

Dettagli

granulati zandobbio per expo2015 international expo for creative gardens

granulati zandobbio per expo2015 international expo for creative gardens granulati zandobbio per expo2015 stone city international expo for creative gardens 80 anni di esperienza per fare più bello il tuo giardino Ci piace considerarci il punto di riferimento nella produzione

Dettagli

DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI PROGETTO

DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI PROGETTO Modello 2 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO BARGO AI GIOVANI SOGGETTO PROPONENTE/TITOLARE Associazione di volontariato I GIULLARI EVENTUALI SOGGETTI PARTNER O ATS AREA DI INTERVENTO

Dettagli

CITTA DI NOVATE MILANESE

CITTA DI NOVATE MILANESE MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEL VERDE PUBBLICO ELENCO PREZZI UNITARI Premessa Nel presente elaborato è riportato l elenco prezzi relativi al progetto definitivo/esecutivo dei lavori di manutenzione straordinaria

Dettagli

CONCORSO DI IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE PAESAGGISTICA ED URBANISTICA DEL SISTEMA DEI PARCHI URBANI RELAZIONE ILLUSTRATIVA ( 33684495 )

CONCORSO DI IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE PAESAGGISTICA ED URBANISTICA DEL SISTEMA DEI PARCHI URBANI RELAZIONE ILLUSTRATIVA ( 33684495 ) CONCORSO DI IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE PAESAGGISTICA ED URBANISTICA DEL SISTEMA DEI PARCHI URBANI RELAZIONE ILLUSTRATIVA ( 33684495 ) Comune di Ciriè TRE ETTARI concorso di idee 2 SPIEGAZIONI DELLE SCELTE

Dettagli

Ristrutturazione del campo da rugby Luciano Denti Ipotesi di fattibilità

Ristrutturazione del campo da rugby Luciano Denti Ipotesi di fattibilità SERVIZIO DECENTRAMENTO U.O. Circoscrizione Est Centro Civico: via Alcide de Gasperi, 67 59100 Prato Tel 0574.52701 Fax 0574.183.7305 circoscrizione.est@comune.prato.it Posta certificata: comune.prato@postacert.toscana.it

Dettagli

MESSAGGIO MUNICIPALE N 1121 Richiesta di un credito di Fr. 260 000.- per il rinnovamento completo del parco giochi in Piazza Domenico Fontana

MESSAGGIO MUNICIPALE N 1121 Richiesta di un credito di Fr. 260 000.- per il rinnovamento completo del parco giochi in Piazza Domenico Fontana Melide, 16 maggio 2013 MESSAGGIO MUNICIPALE N 1121 Richiesta di un credito di Fr. 260 000.- per il rinnovamento completo del parco giochi in Piazza Domenico Fontana Signor Presidente, Signore e Signori

Dettagli

COMUNE DI GHISALBA PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO Piano dei Servizi NA ALLEGATO 2 REGESTO DEI SERVIZI

COMUNE DI GHISALBA PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO Piano dei Servizi NA ALLEGATO 2 REGESTO DEI SERVIZI COMUE DI GHISALBA PIAO DI GOVERO DEL TERRITORIO Piano dei Servizi A ALLEGATO 2 REGESTO DEI SERVIZI Progettista Incaricato Architetto Alessandro Rota Martir COMUE DI GHISALBA PIAO DI GOVERO DEL TERRITORIO

Dettagli

PGT. 16 PdS. Piano dei Servizi. Fascicolo SCHEDE DI VALUTAZIONE DEI SERVIZI ESISTENTI COMUNE DI GERENZAGO PROVINCIA DI PAVIA

PGT. 16 PdS. Piano dei Servizi. Fascicolo SCHEDE DI VALUTAZIONE DEI SERVIZI ESISTENTI COMUNE DI GERENZAGO PROVINCIA DI PAVIA COMUNE DI GERENZAGO PROVINCIA DI PAVIA PGT Piano di Governo del Territorio ai sensi della Legge Regionale 11 marzo 2005, n 12 16 PdS Piano dei Servizi Fascicolo SCHEDE DI VALUTAZIONE DEI SERVIZI ESISTENTI

Dettagli

COMUNE DI PARMA LINEE GUIDA PER LA PROGETTAZIONE DELLE AREE VERDI PUBBLICHE. Principi generali di riferimento

COMUNE DI PARMA LINEE GUIDA PER LA PROGETTAZIONE DELLE AREE VERDI PUBBLICHE. Principi generali di riferimento COMUNE DI PARMA LINEE GUIDA PER LA PROGETTAZIONE DELLE AREE VERDI PUBBLICHE 1 Principi generali di riferimento La progettazione di un parco è un espressione creativa che si avvale di strumenti tecnici

Dettagli

Immagine 1 Inquadramento dell area di intervento (in giallo) nel quartiere di Casal Bertone

Immagine 1 Inquadramento dell area di intervento (in giallo) nel quartiere di Casal Bertone RELAZIONE TECNICA 1.1 INQUADRAMENTO URBANO E ANALISI DEL CONTESTO Il progetto proposto ai fini del presente bando, riguarda la riqualificazione di uno spazio verde attualmente in stato di abbandono ed

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 4. Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 4. Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno Sintesi degli incontri di ascolto di Zona 4 Molise Calvairate, Ortomercato Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno spazio di aggregazione, di promozione culturale e di documentazione,

Dettagli

M I G L I O R A M E N T O DELLE U R B A N I Z Z A Z I O N I P R I M A R I E D E L L E Z O N E D E G R A D A T E D E L C E N T R O S T O R I C O

M I G L I O R A M E N T O DELLE U R B A N I Z Z A Z I O N I P R I M A R I E D E L L E Z O N E D E G R A D A T E D E L C E N T R O S T O R I C O C O M U N E DI L I Z Z A N O ( Prov. di Taranto) M I G L I O R A M E N T O DELLE U R B A N I Z Z A Z I O N I P R I M A R I E D E L L E Z O N E D E G R A D A T E D E L C E N T R O S T O R I C O PROGETTO

Dettagli

riqualificazione area via padre giglio e via marafioti

riqualificazione area via padre giglio e via marafioti riqualificazione area via padre giglio e via marafioti Città di Cosenza martedì, 3 febbraio 2009 ore 11,00 Casa delle Culture presentazione progetto riqualificazione area via padre giglio e via marafioti

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Quarto Incontro di ascolto in Zona 2 Centro Socio Ricreativo, via Sammartini 71/73 28 settembre 2015

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Quarto Incontro di ascolto in Zona 2 Centro Socio Ricreativo, via Sammartini 71/73 28 settembre 2015 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Quarto Incontro di ascolto in Zona 2 Centro Socio Ricreativo, via Sammartini 71/73 28 settembre 2015 Il quarto incontro di ascolto con i cittadini della zona

Dettagli

COMUNE DI CIAMPINO Provincia di Roma

COMUNE DI CIAMPINO Provincia di Roma COMUNE DI CIAMPINO Provincia di Roma PROGRAMMA INTEGRATO ai sensi della L.R. n.22 del 26/06/1997 e s.m.i. RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA e NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Il sottoscritto, Architetto Livio

Dettagli

COMUNE DI BOTTANUCO VAR 1 - PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO Piano dei Servizi NA ALLEGATO 2 CATALOGO DEI SERVIZI

COMUNE DI BOTTANUCO VAR 1 - PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO Piano dei Servizi NA ALLEGATO 2 CATALOGO DEI SERVIZI COMUE DI BOTTAUCO VAR 1 - PIAO DI GOVERO DEL TERRITORIO Piano dei Servizi A ALLEGATO 2 CATALOGO DEI SERVIZI Progettista Incaricato Architetto Alessandro Rota Martir COMUE DI BOTTAUCO PIAO DI GOVERO DEL

Dettagli

1. INTERVENTI ECONOMICI

1. INTERVENTI ECONOMICI PIANO DEGLI INTERVENTI IN MATERIA DI POLITICHE FAMILIARI DEL COMUNE DI TIONE DI TRENTO PER L ANNO 2016 PREMESSA La Provincia Autonoma di Trento ha approvato in data 10 luglio 2009 il Libro Bianco sulle

Dettagli

Città di Pescara Medaglia d oro al Merito Civile LUDOTECA THOMAS DEZI SERVIZIO EDUCATIVO TERRITORIALE

Città di Pescara Medaglia d oro al Merito Civile LUDOTECA THOMAS DEZI SERVIZIO EDUCATIVO TERRITORIALE Città di Pescara Medaglia d oro al Merito Civile LUDOTECA THOMAS DEZI SERVIZIO EDUCATIVO TERRITORIALE Il gioco non è un semplice trastullarsi esso ha una grande serietà e un profondo significato (Froebel)

Dettagli

PROGETTO AMBITO DI TRASFORMAZIONE "AC4"

PROGETTO AMBITO DI TRASFORMAZIONE AC4 CITTA' DI MEDA PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA PROGETTO AMBITO DI TRASFORMAZIONE "AC4" TAVOLA RIEPILOGO COSTI OPERE DI URBANIZZAZIONE NUMERO TAVOLA DATA 10/11/2014 VARIAZIONE CONSULENTE RESPONSABILE PROCEDIMENTO

Dettagli

REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA COMUNE DI SAINT-DENIS

REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA COMUNE DI SAINT-DENIS REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA COMUNE DI SAINT-DENIS MISURA 313 INCENTIVAZIONE AD ATTIVITÀ TURISTICHE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE (P.S.R.) 2007-2013 DELLA REGIONE VALLE D AOSTA RELATIVA ALLA VALORIZZAZIONE

Dettagli

Living contemporaneo dai forti contrasti e linee essenziali

Living contemporaneo dai forti contrasti e linee essenziali Zona giorno Proge t tista km0architetti (Giorgio Marchese) e arch. Salvatore Bettino Fotografie Giammarco Vetrano Living contemporaneo dai forti contrasti e linee essenziali di Maria Francesca Faro L'intervento

Dettagli

C O M U N E D I V I L L A D A L M E

C O M U N E D I V I L L A D A L M E C O M U N E D I V I L L A D A L M E (Provincia di Bergamo) REGOLAMENTO PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE CON SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA SOLIDARISTICHE Pagina 1 di 7 Art. 1 1. Il Comune,

Dettagli

Giornata internazionale delle persone con disabilità 3 dicembre 2013 LIBERI TUTTI!

Giornata internazionale delle persone con disabilità 3 dicembre 2013 LIBERI TUTTI! Giornata internazionale delle persone con disabilità 3 dicembre 2013 LIBERI TUTTI! Ing. Emanuela Sanvito Ass. Marino Nava LIBERI TUTTI! è nato dall idea dell associazione Amici di Lollo con il contributo

Dettagli

BILANCIO PARTECIPATIVO Città di Paderno Dugnano

BILANCIO PARTECIPATIVO Città di Paderno Dugnano BILANCIO PARTECIPATIVO Città di Paderno Dugnano Assemblea I turno PADERNO Emersione del bisogno Paderno Dugnano, consiglio di Quartiere Paderno 10 maggio 2007, ore 20.30 Partecipanti Cittadini: 40 Obiettivi

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici II Incontro di ascolto in Zona 5 presso CAM Via Verro 87 9 settembre 2015

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici II Incontro di ascolto in Zona 5 presso CAM Via Verro 87 9 settembre 2015 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici II Incontro di ascolto in Zona 5 presso CAM Via Verro 87 9 settembre 2015 All incontro hanno preso parte 31 persone, di cui 18 donne e 13 uomini, tutti molto

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO. P. z z a V i t t o r i o E m a n u e l e I I - 4 5 1 0 0 R O V I G O. Tel. 0425/2061 Fax 0425/206200

COMUNE DI ROVIGO. P. z z a V i t t o r i o E m a n u e l e I I - 4 5 1 0 0 R O V I G O. Tel. 0425/2061 Fax 0425/206200 Premessa Il progetto interessa parte dell area pertinenziale dell Ex Ospedale sanatoriale U. Maddalena sito in Piazza Europa, catastalmente censita al Fg. 10, mapp. 190 e 917, per la quale è stata accertata

Dettagli

Scuola dell Infanzia Madre Mazzarello. Scuola dell Infanzia:

Scuola dell Infanzia Madre Mazzarello. Scuola dell Infanzia: Scuola dell Infanzia Madre Mazzarello Scuola dell Infanzia: Scuola dell Infanzia Madre Mazzarello L ingresso e appello L arrivo a scuola ogni mattina è un momento delicato, i bambini vivono il distacco

Dettagli

TRANIVIVA IL PORTALE DI TRANI WWW.TRANIVIVA.IT

TRANIVIVA IL PORTALE DI TRANI WWW.TRANIVIVA.IT Inquadramento generale Gli interventi di urbanizzazione primaria e secondaria da realizzarsi con risorse dei Soggetti Privati attuatori del C.d.Q.II nel Quartiere Sant Angelo sono sintetizzati nei seguenti

Dettagli

Parchi nel Parco Aree attrezzate per bambini nel capoluogo del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi

Parchi nel Parco Aree attrezzate per bambini nel capoluogo del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi A BELLUNO Comune di Belluno Settore Interventi sul Territorio Unità Organizzativa Opere Pubbliche Parchi nel Parco Aree attrezzate per bambini nel capoluogo del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi

Dettagli

Secondo incontro di ascolto in Zona 7 Centro anziani Il Giardino, via S. Stratico 7 11 Settembre 2015

Secondo incontro di ascolto in Zona 7 Centro anziani Il Giardino, via S. Stratico 7 11 Settembre 2015 Secondo incontro di ascolto in Zona 7 Centro anziani Il Giardino, via S. Stratico 7 11 Settembre 2015 All incontro hanno preso parte circa 10 persone. Si è trattato di alcuni liberi cittadini e di persone

Dettagli

Progetto Sport in Famiglia/ Seconda Festa del Cuore

Progetto Sport in Famiglia/ Seconda Festa del Cuore Progetto Sport in Famiglia/ Seconda Festa del Cuore Lo sport come - stile di vita, fattore di crescita, di inserimento, di partecipazione alla vita sociale, di tolleranza, di accettazione delle differenze

Dettagli

Relazione generale - Inquadramento normativo Inquadramento territoriale

Relazione generale - Inquadramento normativo Inquadramento territoriale INDICE ALLEGATO A: Relazione generale - Inquadramento normativo Inquadramento territoriale A. - RELAZIONE GENERALE 2 A.1 - PREMESSA 2 A.2 - INTENTI DEL PICIL 3 A.3 CONTENUTI DEL PICIL 5 A.4 - INQUADRAMENTO

Dettagli

Premessa. Ente organizzatore

Premessa. Ente organizzatore Premessa Il Progetto Multisport nasce dalla volontà ed esigenza di aumentare autostima e sicurezza nei bambini che si affacciano al mondo dello sport, fornendo una combinazione di benefici fisici ed emotivi

Dettagli

MM no. 36 riguardante la richiesta di un credito fr. 330'000.-- per la ristrutturazione di alcuni parchi gioco in vari quartieri della Città

MM no. 36 riguardante la richiesta di un credito fr. 330'000.-- per la ristrutturazione di alcuni parchi gioco in vari quartieri della Città MM no. 36 riguardante la richiesta di un credito fr. 330'000.-- per la ristrutturazione di alcuni parchi gioco in vari quartieri della Città Locarno, 13 novembre 2009 Al Consiglio Comunale Locarno Egregi

Dettagli

QUADRO NORMATIVO IN TEMA DI CONCILIAZIONE VITA LAVORO. LA RATIO DI UN ANALISI NORMATIVA

QUADRO NORMATIVO IN TEMA DI CONCILIAZIONE VITA LAVORO. LA RATIO DI UN ANALISI NORMATIVA QUADRO NORMATIVO IN TEMA DI CONCILIAZIONE VITA LAVORO. LA RATIO DI UN ANALISI NORMATIVA Come è noto la programmazione dei fondi comunitari trae sempre origine da una analisi del contesto territoriale a

Dettagli

Giochi semplici. e complementi

Giochi semplici. e complementi Giochi semplici e complementi Perchè scegliere un gioco certificato indice Perchè un gioco certificato è sinonimo di una scelta consapevole, un compromesso garantito fra la sicurezza del fruitore e la

Dettagli

52043 Castiglion F.no (AR) Sito internet: www.ideaplast.com SCHEDA TECNICA. Nome gioco: ALTALENA DOPPIA PER PICCOLI CON TRAVE IN METALLO

52043 Castiglion F.no (AR) Sito internet: www.ideaplast.com SCHEDA TECNICA. Nome gioco: ALTALENA DOPPIA PER PICCOLI CON TRAVE IN METALLO SCHEDA TECNICA Nome gioco: ALTALENA DOPPIA PER PICCOLI CON TRAVE IN METALLO cod. R_ADPM Pag.6 DIMENSIONI Lunghezza 315 cm. Larghezza 180 cm. Altezza fuori suolo 200 cm. (sotto la trave) SPAZIO D USO Spazio

Dettagli

GESTIONE DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE NEI PARCHI GIOCO PUBBLICI

GESTIONE DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE NEI PARCHI GIOCO PUBBLICI GESTIONE DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE NEI PARCHI GIOCO PUBBLICI FACILITY MANAGEMENT GESTIONE SICUREZZA PARCHI GIOCO PUBBLICI 1 2 Premessa Ogni anno sono tanti i bambini che vengono soccorsi a causa di

Dettagli

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA COMUNE DI GENOVA P.O.R. LIGURIA (2007-2013) ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE PROPONENTE GENOVA

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA COMUNE DI GENOVA P.O.R. LIGURIA (2007-2013) ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE PROPONENTE GENOVA UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA COMUNE DI GENOVA P.O.R. LIGURIA (2007-2013) ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE PROPONENTE GENOVA PROGETTO INTEGRATO SAMPIERDARENA I Progetti Integrati nel

Dettagli

Concorso d idee per la riqualificazione paesaggistica ed urbanistica del sistema dei parchi urbani

Concorso d idee per la riqualificazione paesaggistica ed urbanistica del sistema dei parchi urbani Concorso d idee per la riqualificazione paesaggistica ed urbanistica del sistema dei parchi urbani RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA GGMEC11N 0 La città di Ciriè è costituita da un complesso di insediamenti,

Dettagli

COMUNE DI ARGELATO Provincia di Bologna PROGRAMMA DELLE OPERE, DEI LAVORI PUBBLICI E DEGLI INVESTIMENTI - TRIENNIO 2015/2017

COMUNE DI ARGELATO Provincia di Bologna PROGRAMMA DELLE OPERE, DEI LAVORI PUBBLICI E DEGLI INVESTIMENTI - TRIENNIO 2015/2017 COMUNE DI ARGELATO Provincia di Bologna PROGRAMMA DELLE OPERE, DEI LAVORI PUBBLICI E DEGLI INVESTIMENTI - TRIENNIO 2015/2017 DESCRIZIONE E TIPOLOGIA DEGLI INVESTIMENTI DA REALIZZARE NELL'ANNO 2015 di N

Dettagli

Scheda n. 09 DISSUASORI ELETTRONICI DI VELOCITA

Scheda n. 09 DISSUASORI ELETTRONICI DI VELOCITA PROVINCIA DI TORINO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici Progetto Strade più belle e sicure Scheda n. 09 DISSUASORI ELETTRONICI DI VELOCITA Descrizione e caratteristiche

Dettagli

COMUNE DI CAROVIGNO Provincia BRINDISI CENTRI STORICI DA RIVIVERE. Progetto Esecutivo

COMUNE DI CAROVIGNO Provincia BRINDISI CENTRI STORICI DA RIVIVERE. Progetto Esecutivo COMUNE DI CAROVIGNO Provincia BRINDISI CENTRI STORICI DA RIVIVERE Progetto Esecutivo dettagli esecutivi relativi alle forniture previste per il parco giochi PREMESSA I comuni di Carovigno, Ceglie Messapica,

Dettagli

CITTA DI CASSANO D ADDA. Provincia di Milano

CITTA DI CASSANO D ADDA. Provincia di Milano CITTA DI CASSANO D ADDA Provincia di Milano MANIFESTAZIONE DI INTERESSE per la presentazione di culturali, di animazione e sportive per la organizzazione della edizione 2014 della Notte bianca cassanese

Dettagli

Comune di Rivanazzano Terme 1. PREMESSA... 2 2. NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE: COMPARAZIONE... 2

Comune di Rivanazzano Terme 1. PREMESSA... 2 2. NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE: COMPARAZIONE... 2 Comune di Rivanazzano Terme SOMMARIO 1. PREMESSA... 2 2. NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE: COMPARAZIONE... 2 DdP - Norme Tecniche di Attuazione: comparazione fra il testo adottato e quello definitivo conseguente

Dettagli

P r o v i n c i a d i L e c c o REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHI GIOCO E DEI GIARDINI PUBBLICI

P r o v i n c i a d i L e c c o REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHI GIOCO E DEI GIARDINI PUBBLICI U NIONE DEI COMUNI L O M B ARDA DELLA VALLETTA P r o v i n c i a d i L e c c o REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHI GIOCO E DEI GIARDINI PUBBLICI Approvato con deliberazione dell Assemblea n. 15 del 29/07/2014

Dettagli

RENDICONTO DI GESTIONE PARCO E VILLA REALE DI MONZA - ANNO 2006

RENDICONTO DI GESTIONE PARCO E VILLA REALE DI MONZA - ANNO 2006 RENDICONTO DI GESTIONE PARCO E VILLA REALE DI MONZA - ANNO 2006 ENTRATE CODICE RISORSA DESCRIZIONE RISORSA ACCERTATO 3010440 PROVENTI DIVERSI PARCO E VILLA REALE 6.015,00 3020520 FITTI REALI DI FONDI RUSTICI

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE

PROGETTO PRELIMINARE COMUNE DI NOVEDRATE (Co) "Area verde attrezzata per cani con percorso agility" PROGETTO PRELIMINARE Stato di fatto Relazione Note preliminari per la sicurezza Arch. Elena Magi Arch. Emanuela Muzi Arch.

Dettagli

GREEN ARREDA srl. Spett.le EUGENIO PANELLA??? P.I. Tel/Fax e-mail: eugeniopanella@virgilio.it cell 3929177363. Vasto (CH), 01/12/2014

GREEN ARREDA srl. Spett.le EUGENIO PANELLA??? P.I. Tel/Fax e-mail: eugeniopanella@virgilio.it cell 3929177363. Vasto (CH), 01/12/2014 1 1 Spett.le EUGENIO PANELLA??? P.I. Tel/Fax e-mail: eugeniopanella@virgilio.it cell 3929177363 Vasto (CH), 01/12/2014 Proposta n 1351/2014 Pagine: n 06 inclusa la presente OGGETTO: Offerta per - attrezzature

Dettagli

Provincia di Modena. Deliberazione della Giunta Comunale

Provincia di Modena. Deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI SAVIGNANO SUL PANARO Provincia di Modena Deliberazione della Giunta Comunale N. 121 del 05/12/2011 OGGETTO: APPROVAZIONE DEGLI INTERVENTI PRESENTATI DALLE CONSULTE DI FRAZIONE DEL COMUNE DI SAVIGNANO

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Per l organizzazione delle zone comprese nei 9 mq/ab esistono diverse possibilità

Per l organizzazione delle zone comprese nei 9 mq/ab esistono diverse possibilità Scheda A VERDE PUBBLICO ATTREZZATO 1 DI 1444/68: 9 mq/ab per spazi pubblici attrezzati a gioco e sport 15 mq/ab per parchi pubblici urbani e territoriali Per l organizzazione delle zone comprese nei 9

Dettagli

Le ville di Parco Lauro a Rossano Legenda iconografica

Le ville di Parco Lauro a Rossano Legenda iconografica Le ville di Parco Lauro a Rossano Legenda iconografica Lottizzazione e rilievo del verde (storiografia) Schizzi preliminari di studio Tavola a studio del piano terra Tavola b studio del primo piano Tavola

Dettagli

ESSENZE PRESENTI ASPETTI POSITIVI CRITICITA SOLUZIONI POSSIBILI

ESSENZE PRESENTI ASPETTI POSITIVI CRITICITA SOLUZIONI POSSIBILI AREA VERDE 1 2 ESSENZE PRESENTI ASPETTI POSITIVI CRITICITA SOLUZIONI POSSIBILI tre Quercus Rubra gruppo di Pinus Pinea n.34 alberature di cui 18 a foglia persistente a sud-est, quelle a foglia caduca sono

Dettagli

CONCORRENTE III B. Figura 1: Planimetria area di intervento. Pagina 1 di 10

CONCORRENTE III B. Figura 1: Planimetria area di intervento. Pagina 1 di 10 CONCORRENTE 1 INTRODUZIONE La presente relazione tecnica, intende illustrare le proposte progettuali, avanzate dagli alunni della classe TERZA sezione B, finalizzate al recupero e valorizzazione di spazi

Dettagli

Progetto per la Scuola Primaria Attività motorie e sportive

Progetto per la Scuola Primaria Attività motorie e sportive Progetto per la Scuola Primaria Attività motorie e sportive Premessa La Scuola Primaria di Casamicciola Terme è una realtà educativa che da sempre pone l alunno al centro del processo di apprendimento

Dettagli

MESSAGGIO MUNICIPALE N 1126 Richiesta di un credito di Fr. 200 000.- per la realizzazione di un nuovo campetto polisportivo al mappale n 559 RFD

MESSAGGIO MUNICIPALE N 1126 Richiesta di un credito di Fr. 200 000.- per la realizzazione di un nuovo campetto polisportivo al mappale n 559 RFD Melide, 16 gennaio 2013 MESSAGGIO MUNICIPALE N 1126 Richiesta di un credito di Fr. 200 000.- per la realizzazione di un nuovo campetto polisportivo al mappale n 559 RFD Signor Presidente, Signore e Signori

Dettagli

COMUNE DI PERUGIA AREA RISORSE AMBIENTALI, SMART CITY E INNOVAZIONE UNITA OPERATIVA EDILIZIA SCOLASTICA VERDE E SPORT

COMUNE DI PERUGIA AREA RISORSE AMBIENTALI, SMART CITY E INNOVAZIONE UNITA OPERATIVA EDILIZIA SCOLASTICA VERDE E SPORT Allegato 1 COMUNE DI PERUGIA AREA RISORSE AMBIENTALI, SMART CITY E INNOVAZIONE UNITA OPERATIVA EDILIZIA SCOLASTICA VERDE E SPORT Avviso Pubblico per l'assegnazione stagionale di spazi per attività di rivitalizzazione,

Dettagli

- Relazione tecnica - COMUNE DI PESCHIERA BORROMEO Provincia di Milano SETTORE LL.PP. MANUTENZIONE E PROGETTAZIONE

- Relazione tecnica - COMUNE DI PESCHIERA BORROMEO Provincia di Milano SETTORE LL.PP. MANUTENZIONE E PROGETTAZIONE COMUNE DI PESCHIERA BORROMEO Provincia di Milano SETTORE LL.PP. MANUTENZIONE E PROGETTAZIONE RIQUALIFICAZIONE PARCHI PUBBLICI VARI RELAZIONE TECNICA PROGETTO DEFINITIVO ED ESECUTIVO I PROGETTISTI ing.

Dettagli

SCHEDA TECNICA MULTITORRE 2 TORRETTE. cod. R_86 H 95 + H 145 CM Pag.6

SCHEDA TECNICA MULTITORRE 2 TORRETTE. cod. R_86 H 95 + H 145 CM Pag.6 SCHEDA TECNICA MULTITORRE 2 TORRETTE cod. R_86 H 95 + H 145 CM Pag.6 DIMENSIONI Lunghezza 422 cm. Larghezza 515 cm. Altezza fuori suolo 325 cm. SPAZIO D USO Spazio di sicurezza per l utilizzo dell attrezzatura:

Dettagli

Via G. Marconi, 187 CAP 37050 C.F. 00660940230 Tel. (045) 7135022 FAX (045) 7135640 e-mail: tecnico@comune.isolarizza.vr.it

Via G. Marconi, 187 CAP 37050 C.F. 00660940230 Tel. (045) 7135022 FAX (045) 7135640 e-mail: tecnico@comune.isolarizza.vr.it Via G. Marconi, 187 CAP 37050 C.F. 00660940230 Tel. (045) 7135022 FAX (045) 7135640 e-mail: tecnico@comune.isolarizza.vr.it ALLEGATO 3 Allegato alla determinazione n. 126 del 21.06.2013 CAPITOLATO DEGLI

Dettagli

STUDIO DI PREFATTIBILITA AMBIENTALE INDAGINI PRELIMINARI (geologiche, idrogeologiche ed archeologiche)

STUDIO DI PREFATTIBILITA AMBIENTALE INDAGINI PRELIMINARI (geologiche, idrogeologiche ed archeologiche) STUDIO DI PREFATTIBILITA AMBIENTALE INDAGINI PRELIMINARI (geologiche, idrogeologiche ed archeologiche) STUDIO DI PREFATTIBILITA AMBIENTALE INDAGINI IDROLOGICHE, IDRAULICHE, GEOTECNICHE, SISMICHE E ARCHEOLOGICHE

Dettagli

Contratti di Quartiere II - Provincia di Milano. 80 Cinisello. Balsamo

Contratti di Quartiere II - Provincia di Milano. 80 Cinisello. Balsamo Contratti di Quartiere II - Provincia di Milano 80 Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo 81 Stato d avanzamento del Programma e sintesi della relazione sull andamento della Progettazione

Dettagli

IL FANTASTICO MONDO DEL CORPO IN MOVIMENTO

IL FANTASTICO MONDO DEL CORPO IN MOVIMENTO ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1º GRADO 93010 - D E L I A Via G. Dolce 8 Presidenza 0922-826570- Segreteria e Fax 0922-820290- Sc.Primaria 0922-820289 Sc.Dell Infanzia

Dettagli

COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO MODENA EST Via M. Tesi, 1209 41059 ZOCCA (MO) Tel. 059/987270 Fax 059/986432

COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO MODENA EST Via M. Tesi, 1209 41059 ZOCCA (MO) Tel. 059/987270 Fax 059/986432 COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO MODENA EST Via M. Tesi, 1209 41059 ZOCCA (MO) Tel. 059/987270 Fax 059/986432 SCHEDA RILEVAMENTO PROGETTO (in attuazione della Legge regionale del 20 gennaio 2004 n. 2 Legge

Dettagli

Progetto N 7 : ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE EDIFICI E STRADE COMUNALI

Progetto N 7 : ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE EDIFICI E STRADE COMUNALI P23 MODULISTICA MD04 Rev. 2 del 07/03/07 Progetto N 7 : ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE EDIFICI E STRADE COMUNALI Oggetto: Edifici e strade varie Importo quadro economico:. 800.000,00 DOCUMENTI PROGETTO

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA CLASSI 2^ - 3^ - 4^ - 5^ CLASSE PRIMA ANNOTAZIONI TUTTI I PLESSI 14/09 9,00 12,00 8,30 12,00

SCUOLA PRIMARIA CLASSI 2^ - 3^ - 4^ - 5^ CLASSE PRIMA ANNOTAZIONI TUTTI I PLESSI 14/09 9,00 12,00 8,30 12,00 SCUOLA PRIMARIA PREMESSA I primi giorni di scuola per i bambini non solo delle classi prime rappresentano un esperienza significativa, densa di attese, di emozioni e, talora, di ansia. La scuola deve impegnarsi,

Dettagli

BILANCIO di PREVISIONE

BILANCIO di PREVISIONE BILANCIO di PREVISIONE ANNUALE 2008 PLURIENNALE 2008-2010 2010 Comune di Osnago (LC) www.osnago.net illustrazione Bilancio analisi Bilancio tempi approvazione equilibri di bilancio pressione fiscale entrate

Dettagli

Migliore valorizzazione economica delle foreste (Misura 122) Riferimento normativo Titolo IV, Capo I, Articolo 20, lettera b), punto ii) e Articolo

Migliore valorizzazione economica delle foreste (Misura 122) Riferimento normativo Titolo IV, Capo I, Articolo 20, lettera b), punto ii) e Articolo Migliore valorizzazione economica delle foreste (Misura 122) Riferimento normativo Titolo IV, Capo I, Articolo 20, lettera b), punto ii) e Articolo 27 del Reg. (CE) n. 1698/2005. Giustificazione logica

Dettagli

COMUNE DI SAN MICHELE SALENTINO RELAZIONE DESCRITTIVA

COMUNE DI SAN MICHELE SALENTINO RELAZIONE DESCRITTIVA COMUNE DI SAN MICHELE SALENTINO RELAZIONE DESCRITTIVA PREMESSA Il progetto originario, è scaturito dalla volontà di ricompattare i luoghi pubblici più significativi della realtà urbana di San Michele Salentino:

Dettagli

La RIQUALIFICAZIONE URBANA

La RIQUALIFICAZIONE URBANA La RIQUALIFICAZIONE URBANA Due esperienze sul territorio torinese Alessia Gianoncelli Erica Melano Marco Rappazzo URBAN2 a Mirafiori Nord CONTRATTO di QUARTIERE in via Arquata Programmi di riqualificazione

Dettagli

PIANO DI ACCESSIBILITA SICURA E SOSTENIBILE ALLE SCUOLE. La mia Scuola va in Classe A ALLEGATO 4 - SCOP RO

PIANO DI ACCESSIBILITA SICURA E SOSTENIBILE ALLE SCUOLE. La mia Scuola va in Classe A ALLEGATO 4 - SCOP RO PIANO DI ACCESSIBILITA SICURA E SOSTENIBILE ALLE SCUOLE La mia Scuola va in Classe A ALLEGATO 4 - SCOP RO Raccolta dei dati sulla mobilità scolastica Gli obiettivi della raccolta dei dati sulla mobilità

Dettagli

COMUNE DI BARANZATE (Provincia di Milano)

COMUNE DI BARANZATE (Provincia di Milano) PROGETTO: LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA E RIQUALIFICAZIONE PARCO VIA AQUILEJA UBICAZIONE: AREA VERDE VIA AQUILEJA PROSPICIENTE LA SCUOLA DOCUMENTO: RELAZIONE TECNICA Opere: LAVORI DI MANUTENZIONE

Dettagli

pag. 1: - intro pag. 2: - norme di riferimento - macro attività: dalla presa in carico alla manutenzione ordinaria Servizi di manutenzione e collaudo

pag. 1: - intro pag. 2: - norme di riferimento - macro attività: dalla presa in carico alla manutenzione ordinaria Servizi di manutenzione e collaudo Presentazione: pag. 1: - intro pag. 2: - norme di riferimento - macro attività: dalla presa in carico alla manutenzione ordinaria pag. 3: - modalità operative, modulistica e documentazione - certificazioni:

Dettagli

ALLEGATO B. Sistema di indici e di indicatori per valutare la qualità degli spazi verdi urbani

ALLEGATO B. Sistema di indici e di indicatori per valutare la qualità degli spazi verdi urbani ALLEGATO B Sistema di indici e di indicatori per valutare la qualità degli spazi verdi urbani Questa parte è dedicata alla presentazione della fase analitica e valutativa della qualità degli spazi verdi

Dettagli

55m 2. bianco mango. 1- camera da letto 2- soggiorno 3- libreria 4- cucina 5- servizio

55m 2. bianco mango. 1- camera da letto 2- soggiorno 3- libreria 4- cucina 5- servizio UN SISTEMA IN PERFETTO EQUILIBRIO 2 bianco mango 1 4 5 3 2 1- camera da letto 2- soggiorno 3- libreria 4- cucina 5- servizio 55m 2 Abitazione di piccole dimensioni (55 m 2 ) arredato con il sistema BLOG.

Dettagli

63 7. Quale geometria per la computer grafica? 75 8. L omografia e l affinità nella digitalizzazione e georeferenziazione

63 7. Quale geometria per la computer grafica? 75 8. L omografia e l affinità nella digitalizzazione e georeferenziazione Indice 7 Presentazione 9 Premessa 11 Introduzione 13 1. Rilevamento ed oggetto 19 2. La stazione totale 23 3. La procedura generale 33 4. Dai punti al modello tridimensionale 45 5. Il modello tridimensionale

Dettagli