La tecnologia, la scienza, il progresso hanno portato significativi. miglioramenti nella vita di tutti i giorni.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La tecnologia, la scienza, il progresso hanno portato significativi. miglioramenti nella vita di tutti i giorni."

Transcript

1 moilk srl c/o Parco Tecnologico Padano - via Einstein snc - loc. Cascina Codazza odi tel call center, direct fax

2 moilk life you can share Profit for benefit a tecnologia, la scienza, il progresso hanno portato significativi miglioramenti nella vita di tutti i giorni. Nel quotidiano, nell'ordinario, ma anche, e forse soprattutto, nell'eccezione e nell'emergenza. In questi casi, grandi realtà, aziende e imprenditori che scelgono di intervenire per provare a rendere disponibili per tutti gli strumenti necessari a questo miglioramento, fanno qualcosa di importante e prezioso: dimostrano di credere in un bene migliore. Moilk nasce da questa scelta. Moilk è una società. Di quelle che realizzano prodotti, creano posti di lavoro e contribuiscono alla crescita dell'economia. Ma, allo stesso tempo, e soprattutto, Moilk è un'idea. Per cambiare le cose, per introdurre novità, per diffondere benefici sociali. Moilk è l'incontro nuovo e sinergico di due modi di essere. Per guardare oltre il concetto di utile economico e sviluppare l'idea di utilità sociale. Per credere nel progetto di una società sostenibile. IFE YOU CAN SHARE

3 moilk life you can share Moilk rappresenta la prima piattaforma europea per la raccolta, trattamento termico e titolazione del latte umano donato di alta qualità, certificato e sicuro ife you can share Moilk è una società Profit for Benefit che fornisce servizi in outsourcing, dedicati alle banche del latte dei singoli ospedali e alle Unità di Terapia Intensiva Neonatale (UTIN). Moilk si pone come priorità assoluta quella di rendere accessibile il latte umano a tutti i neonati prematuri e a termine. Sono sempre più numerose le evidenze scientifiche che documentano l'importanza e i vantaggi che offre il latte umano nell alimentazione della prima infanzia. In tal senso, da vari anni, comunità politiche e culturali, quali l Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e l Unicef, hanno promosso campagne mondiali di sensibilizzazione con l'obiettivo di fornire a ciascun neonato un ambiente adatto a supportare, proteggere e promuovere l'allattamento al seno.

4 moilk life you can share a volontà di fornire in outsourcing un servizio innovativo per le banche del latte nasce da un potenziale bisogno, da parte di molti ospedali, di accesso, gestione ed utilizzo del latte umano in modo costante e sicuro, attraverso la definizione ed il miglioramento di procedure per la raccolta, titolazione, trattamento termico, conservazione ed utilizzazione con particolare riferimento agli aspetti tecnologici e logistici. Moilk offre una tecnologia avanzata di trasformazione del latte umano donato atta a fornire un latte di elevata qualità igienica e nutrizionale a un costo sostenibile. allattamento al seno esclusivo non è tanto il la norma ed il modello di riferimento rispetto al alternativi di alimentazione devono essere misurati salute, sviluppo e qualsiasi altro esito a breve o Policy statement American Academy of Pediatrics (AAP), 2005 metodo ideale bensì quale tutti i metodi in termini di crescita, lungo termine

5 moilk life you can share Servizi&Unicità se sei una banca del latte... a gestione di una banca del latte umano donato presenta costi estremamente elevati per molte realtà ospedaliere: il progetto Moilk, è mirato a contenere i costi per le strutture pubbliche, elevando la qualità e la sicurezza del latte raccolto, attraverso la razionalizzazione del servizio e lo sviluppo di nuove tecnologie di trattamento del latte. I nostri servizi sono diretti alle banche del latte e alle UTIN se sei una UTIN... Moilk, oltre a servizi di raccolta e pastorizzazione del latte donato, offre un servizio di supporto nell organizzazione di nuove banche del latte per la stesura di protocolli di sicurezza, reclutamento donatrici, informazione e divulgazione sul territorio. In entrambi i casi Moilk offre un servizio di stoccaggio del latte umano donato, a temperature controllate ( -80 C).

6 moilk life you can share Tecnologia&Avanguardia Moilk utilizza un innovativo impianto di pastorizzazione, di propria progettazione, con metodo High Temperature Short Time (HTST), grazie al quale il latte viene trattato a 72 C per 20". Questo fa si che il latte mantenga un profilo proteico molto simile a quello del latte crudo. Conservando così componenti essenziali quali le iunoglobuline, la lattoferrina, il lisozima, i linfociti, le lipasi, le citochine e alcuni fattori della crescita. È soprattutto grazie alla tecnologia che Moilk è in grado di fare la differenza Moilk inoltre effettua l'omogeneizzazione del latte pastorizzato, processo in grado di garantire l'aumento della digeribilità del prodotto attraverso l'emulsione della componente lipidica. Un latte quindi di qualità nettamente superiore a quello disponibile nelle banche del latte che utilizzano il metodo di pastorizzazione Holder". a creazione di una banca del latte richiede un sistema capace di integrare, coordinare ed elaborare una grande mole di informazioni, per avere sempre sotto controllo tutti i dati e garantire la sicurezza e la qualità del latte. Moilk dispone di un software pensato e realizzato espressamente, per tracciare il latte, aggregare, visualizzare e analizzare le specifiche di ogni singola donazione. In questo modo è possibile disporre di uno strumento di tracciabilità a distanza del lotto. Oltreché poter catalogare e creare un archivio utile per eventuali studi di follow up, epidemiologici e future indagini cliniche.

7 moilk life you can share Moilk accerta la sicurezza igienico sanitaria delle donatrici, del latte e del processo di produzione attraverso procedure e centri di controllo riconosciuti a livello internazionale Sicurezza alimentare &Certificazione Moilk adotta un sistema di gestione della sicurezza alimentare basato sulla norma FSSC 22000, evoluzione in senso più restrittivo dell HACCP obbligatorio per legge. Moilk collabora con centri di prova esterni e riconosciuti: il Parco Tecnologico Padano, con le sue piattaforme di chimica, proteomica e genomica; l Istituto Zooprofilattico di Brescia, attraverso il centro di riferimento nazionale sul latte; il laboratorio di Microbiologia Molecolare e Biotecnologia, presso il Dipartimento di Biologia Molecolare dell Università di Siena; il Centro di ricerca per le produzioni lattiero-casearie di odi (CRA-FC).

8 moilk life you can share Qualità&Nutrizione Titolazione delle componenti nutrizionali: Il latte umano ha un contenuto di elementi nutrizionali variabile in funzione dell età della donatrice, dello stadio di lattazione, dell alimentazione, di fattori genetici, di fattori ambientali (stress, orario di raccolta, ecc.). Ogni lotto trattato da Moilk è soggetto a titolazione ed etichettatura nutrizionale. Moilk verifica l idoneità del singolo campione di latte rilasciato. Ogni lotto trattato e stoccato contiene un etichetta con un codice che permette di risalire ad alcune Moilk garantisce la logistica di raccolta e ridistribuzione del latte umano donato in catena del freddo controllata e certificata. Moilk fornisce un latte con contenuto nutrizionale dichiarato in etichetta. informazioni riguardanti la donatrice (dati anagrafici ed età gestazionale del parto, BANCA del ATTE di riferimento) e informazioni riguardanti il latte (analisi nutrizionali quali contenuto in grassi, proteine, carboidrati; residuo secco, crioscopia, data di prelievo e scadenza). Moilk fornisce, inoltre, un rapporto di prova per ogni lotto di latte che integra le informazioni in etichetta con dati microbiologici, fisici, chimici e nutrizionali. Tutte le fasi di raccolta, trasporto, stoccaggio, trattamento termico, confezionamento e distribuzione sono soggette a controllo automatico della temperatura, per garantire il mantenimento della catena del freddo, assicurando in tal modo le ottimali condizioni igienico-sanitarie del prodotto. Inoltre il servizio di conservazione e stoccaggio a -80 C, consente di aumentare la shelf life di ogni singola unità.

9 moilk life you can share &Ridistribuzione Servizio di raccolta: Moilk. assicura un servizio di prelievo del latte umano donato, presso i centri di raccolta (UTIN) e di riconsegna agli stessi centri, secondo le loro esigenze. Utilizzando un sistema di rintracciabilità in grado di garantire la restituzione del singolo lotto inviato al relativo centro di raccolta. Moilk mette a disposizione un kit specifico per l estrazione e la conservazione del latte umano donato. Kit per la donazione ed il trasporto del latte: Moilk mette a disposizione di ogni centro di raccolta un kit comprensivo di tiralatte elettrico professionale, contenitori sterili per la conservazione del latte, materiale per l igiene del prelievo, materiale per la corretta etichettatura dei contenitori e frigoriferi per la conservazione a -20. Viene inoltre fornito alle donatrici materiale informativo dettagliato sulle corrette procedure di estrazione e igiene. Moilk offre un servizio di raccolta e riconsegna del latte donato con mezzi e personale qualificato

10 Responsabilità sociale & Professionalità Moilk garantisce un uso etico e sociale del latte umano donato Il latte raccolto viene distribuito unicamente ai centri ospedalieri che hanno scelto di convenzionarsi con Moilk ed è destinato esclusivamente ad un utilizzo sotto controllo medico. Non è previsto un uso del latte umano donato per scopi differenti, ivi compresa la vendita al dettaglio. Parco Tecnologico Padano: la ricerca si fa impresa Moilk ha sede all interno di Alimenta, l Incubatore di Impresa del Parco Tecnologico Padano di odi, un centro di eccellenza dedicato al settore agroalimentare, cosmetico, farmaceutico e sanitario. Il Parco, al suo interno, ospita centri di ricerca e imprese che fondano la propria attività sull innovazione e che presso di esso trovano non solo spazi attrezzati, ma anche servizi e accesso a una rete internazionale che raggiunge oltre 300 istituzioni in 50 paesi.

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO L attività di audit del Laboratorio Chimico per la ristorazione scolastica LA MISSIONE Essere di ausilio alla Camera di Commercio di Torino ed alle altre

Dettagli

PISELLI A.1 - INGREDIENTI A.2 CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO FINITO

PISELLI A.1 - INGREDIENTI A.2 CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO FINITO pag 1 di 7 A.1 - INGREDIENTI - A.2 CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO FINITO aspetto: grani di piselli surgelati singolarmente, di calibro e colore uniforme (I.Q.F.) pezzatura : calibro < a 8,75 mm; calibro

Dettagli

38/382 REV. 3 Del. 23-02 - 2011

38/382 REV. 3 Del. 23-02 - 2011 38/382 REV. 3 Del. 23-02 - 2011 BANCA DEL LATTE UMANO DONATO di Cesena presso la Terapia Intensiva Pediatrica e Neonatale dell Ospedale M. Bufalini. Per maggiori informazioni contattare il numero: 0547/394362

Dettagli

Trattamenti industriali e rintracciabilità

Trattamenti industriali e rintracciabilità Il Divulgatore n 4/2009 LATTE ALIMENTARE Trattamenti industriali e rintracciabilità Pastorizzazione, microfiltrazione, sterilizzazione Un excursus sui trattamenti cui è sottoposto il latte alimentare,

Dettagli

ALLEGATO 2.3.6.a) Modalità operative del piano di monitoraggio sui prodotti lattiero caseari derivati da latte di bufala ai sensi della L.R. 3/05.

ALLEGATO 2.3.6.a) Modalità operative del piano di monitoraggio sui prodotti lattiero caseari derivati da latte di bufala ai sensi della L.R. 3/05. ALLEGATO 2.3.6.a) Modalità operative del piano di monitoraggio sui prodotti lattiero caseari derivati da latte di bufala ai sensi della L.R. 3/05. Il piano è programmato in esecuzione della L.R. 3/05.

Dettagli

La Filiera del latte d asina in Piemonte: situazione attuale, criticità e proposte di intervento da parte del mondo produttivo

La Filiera del latte d asina in Piemonte: situazione attuale, criticità e proposte di intervento da parte del mondo produttivo La Filiera del latte d asina in Piemonte: situazione attuale, criticità e proposte di intervento da parte del mondo produttivo Contributo a cura di: Gandolfo Barbarino (Direzione Sanità, Regione Piemonte),

Dettagli

LA QUALITÀ NUTRIZIONALE E L IMPATTO DEGLI ALIMENTI SULLA SALUTE NHACCP

LA QUALITÀ NUTRIZIONALE E L IMPATTO DEGLI ALIMENTI SULLA SALUTE NHACCP LA QUALITÀ NUTRIZIONALE E L IMPATTO DEGLI ALIMENTI SULLA SALUTE Sorveglianza di sostanze di uso agricolo e zootecnico e di contaminanti negli alimenti Prodotto nazionale sicuro Attività coordinata di filiera

Dettagli

CONOSCI IL VENDING: LA DISTRIBUZIONE AUTOMATICA, REGOLE E DIRITTI DEI CONSUMATORI

CONOSCI IL VENDING: LA DISTRIBUZIONE AUTOMATICA, REGOLE E DIRITTI DEI CONSUMATORI ADICONSUM Associazione Difesa Consumatori e Ambiente promossa dalla CISL CONOSCI IL VENDING: LA DISTRIBUZIONE AUTOMATICA, REGOLE E DIRITTI DEI CONSUMATORI PAG. 2 Sommario Pinetti Giordano Quanti consumatori

Dettagli

Sito UNICEF Italia: www.unicef.it/allattamento

Sito UNICEF Italia: www.unicef.it/allattamento L allattamento al seno esclusivo è il modello di riferimento o normativo rispetto al quale tutti i metodi alternativi di alimentazione devono essere misurati in termini di crescita, salute, sviluppo, e

Dettagli

DALLA PRODUZIONE AL CONSUMO

DALLA PRODUZIONE AL CONSUMO 1 IGIENE DEGLI ALIMENTI E DELL ALIMENTAZIONE: DALLA PRODUZIONE AL CONSUMO Il ruolo dell Università ità Prof.ssa Maria Triassi Dipartimento di Igiene e Medicina Preventiva Università degli Studi di Napoli

Dettagli

Via Aubert 18, 10025 Pino Torinese (TO) Telefono +39 3357018375 Fax +39 0118119967. andrea.verme@qualitaliasrl.it

Via Aubert 18, 10025 Pino Torinese (TO) Telefono +39 3357018375 Fax +39 0118119967. andrea.verme@qualitaliasrl.it CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo ANDREA VERME Via Aubert 18, 10025 Pino Torinese (TO) Telefono +39 3357018375 Fax +39 0118119967 E-mail Nazionalità Italiana Data di nascita 30/10/1962

Dettagli

Non basta guardare, occorre guardare con occhi che vogliono vedere, che credono in quello che vedono Galileo Galilei

Non basta guardare, occorre guardare con occhi che vogliono vedere, che credono in quello che vedono Galileo Galilei COMPANY PROFILE Non basta guardare, occorre guardare con occhi che vogliono vedere, che credono in quello che vedono Galileo Galilei L'azienda Biocheck srl è situata a Bologna ed ha iniziato ad operare

Dettagli

Offerta di consulenza per

Offerta di consulenza per FEDERFARMA SALERNO Salerno Attttenziione Dr.. Leonardo Accariino Come da accordi telefonici Le inviamo la presente offerta. A disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento porgiamo cordiali saluti.

Dettagli

EUROFRIGO VERNATE. Logistica integrata del freddo

EUROFRIGO VERNATE. Logistica integrata del freddo Logistica integrata del freddo EUROFRIGO VERNATE Via Sitia Yomo, 10-20080 Vernate (MI) - Tel. +39 02.9054685 - Fax +39 02.90091211 Web: www.eurofrigovernate.com - E-mail: info@eurofrigovernate.com L AZIENDA

Dettagli

Il progetto per la gestione della tracciabilità e rintracciabilità delle aziende lattiero-casearie si pone come primo obiettivo quello di

Il progetto per la gestione della tracciabilità e rintracciabilità delle aziende lattiero-casearie si pone come primo obiettivo quello di tracciabilità e rintracciabilità prodotti lattiero caseari problema Le moderne aziende che operano nel settore lattiero caseario hanno da affrontare problemi connessi alla tracciabilità e rintracciabilità

Dettagli

Legge regionale 18 dicembre 2007, n. 23

Legge regionale 18 dicembre 2007, n. 23 Legge regionale 18 dicembre 2007, n. 23 Istituzione del Registro dei donatori di cellule staminali emopoietiche Regolamentazione e organizzazione della rete di raccolta (B. U. Regione Basilicata N. 58

Dettagli

LA PIETANZA NON AVANZA Gusta il giusto, dona il resto

LA PIETANZA NON AVANZA Gusta il giusto, dona il resto LA PIETANZA NON AVANZA Gusta il giusto, dona il resto Esperienza di recupero, a finisolidaristici, di pasti non distribuiti nelle mense scolastiche di Torino SINTESI DEL PROGETTO E DEI RISULTATI L. 155/2003

Dettagli

Nuove tecnologie per il Made in Italy

Nuove tecnologie per il Made in Italy ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LE NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY LA FILIERA AGROALIMENTARE: RISORSA PER LO SVILUPPO DELLA LOMBARDIA ITS ISTITUTO TECNICO SUPERIORE CORSO PER TECNICI SUPERIORI PER

Dettagli

REGIONE VENETO / Segreteria regionale Sanità e Sociale- ARSS Agenzia Regionale Sanitaria e Sociosanitaria

REGIONE VENETO / Segreteria regionale Sanità e Sociale- ARSS Agenzia Regionale Sanitaria e Sociosanitaria BSC.XX.1.0 SELEZIONE BSC.AC.1.1 La BSC, sentite le AS afferenti, definisce POS conformi alla normativa e a criteri regionali condivisi, in merito a: selezione dei donatori, esami di laboratorio di idoneità

Dettagli

OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Iniziativa OMS/UNICEF per la promozione dell allattamento materno

OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Iniziativa OMS/UNICEF per la promozione dell allattamento materno OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Iniziativa OMS/UNICEF per la promozione dell allattamento materno Informazioni per le strutture interessate al riconoscimento Introduzione... p. 2 I. Proposte... p. 2 II. Prospettive.

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE FARINA COSCIONI, MAURIZIO TURCO, BERNARDINI, BELTRANDI, MECACCI, ZAMPARUTTI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE FARINA COSCIONI, MAURIZIO TURCO, BERNARDINI, BELTRANDI, MECACCI, ZAMPARUTTI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2859 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI FARINA COSCIONI, MAURIZIO TURCO, BERNARDINI, BELTRANDI, MECACCI, ZAMPARUTTI Disposizioni

Dettagli

3 EFFE STERIL S.r.l.

3 EFFE STERIL S.r.l. 3 EFFE STERIL S.r.l. Via della Consortia n. 17 37127 Verona (VR) Telefono: 045. 2072619 Fax: 045. 8340500 Cellulare: 329 0173284 E-mail: info@3effesteril.it www.3effesteril.it All.. 04 POS 03 Rev. 0 Edizione

Dettagli

Produzione Certificata: il Manuale di Corretta Prassi Operativa (Parte I)

Produzione Certificata: il Manuale di Corretta Prassi Operativa (Parte I) Produzione Certificata: il Manuale di Corretta Prassi Operativa (Parte I) Dr. Giovanni Formato Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana Il nuovo approccio per garantire la salubrità

Dettagli

AUSL 6 Palermo. in relazione a quanto previsto dal comma 1 dell art.21 della Legge 18 giugno 2009 n. 69 INFORMAZIONI PERSONALI.

AUSL 6 Palermo. in relazione a quanto previsto dal comma 1 dell art.21 della Legge 18 giugno 2009 n. 69 INFORMAZIONI PERSONALI. in relazione a quanto previsto dal comma 1 dell art.21 della Legge 18 giugno 2009 n. 69 AUSL 6 Palermo INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome Russo Salvatore Data di nascita 1 gennaio 1954 Posto di lavoro

Dettagli

Il Latte La salute in un bicchiere

Il Latte La salute in un bicchiere Il Latte La salute in un bicchiere Il latte presso i vari popoli In ogni angolo del mondo, per i neonati dei mammiferi il latte è il primo ed unico alimento. I vari popoli della terra per assicurare costante

Dettagli

Relatore: Ing. Luca Scaramelli

Relatore: Ing. Luca Scaramelli Convegno A.R.E. Rimini 2009 L acquisto e la gestione del farmaco Governare il post-gara: magazzini farmaceutici interaziendali e problematiche relative alla gestione logistica efficiente del contratto

Dettagli

GESTIONE SCADENZA FARMACI

GESTIONE SCADENZA FARMACI Redatto Verificato Approvato Dott.Umberto Catinozzi Farmacista Ospedaliero Dott.ssa Antonella Fregoli Farmacista Territoriale Dott.ssa Maria Letizia Tosini Direttore Farmacia Aziendale Dott Giuseppe Cimarello

Dettagli

IL TRINCIATO CAMBIA VOLTO Mais e Insilati per una filiera di qualità LA COOP E LA SICUREZZA ALIMENTARE

IL TRINCIATO CAMBIA VOLTO Mais e Insilati per una filiera di qualità LA COOP E LA SICUREZZA ALIMENTARE IL TRINCIATO CAMBIA VOLTO Mais e Insilati per una filiera di qualità LA COOP E LA SICUREZZA ALIMENTARE Federico Comellini Direzione Qualità Ispettore Carni VERONA 10 febbraio 2006 1 TUTTI I PRODOTTI A

Dettagli

Riferimenti incrociati ISO 9001:2000 e Codex Alimentarius

Riferimenti incrociati ISO 9001:2000 e Codex Alimentarius Riferimenti incrociati ISO 9001:2000 e Codex Alimentarius 3.0 Programmi Prerequisito ISO 4.2.1-5.1-5.3 La Direzione si impegna a favore di un sistema di gestione della sicurezza attraverso la politica

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Servizi di Consulenza Alimentare. (la risposta ritenuta giusta va indicata ponendo una crocetta in parentesi)

Servizi di Consulenza Alimentare. (la risposta ritenuta giusta va indicata ponendo una crocetta in parentesi) Servizi di Consulenza Alimentare DOMANDE A RISPOSTA MULTIPLA QUESTIONARIO N 2 (la risposta ritenuta giusta va indicata ponendo una crocetta in parentesi) Cognome: Mansione: Nome: Data: 1. A quali fasi

Dettagli

Sara Pelligra Polo Alimenti. Il controllo chimico negli alimenti: dal campionamento alla valutazione del risultato 5 e 6 febbraio 2014 Torino

Sara Pelligra Polo Alimenti. Il controllo chimico negli alimenti: dal campionamento alla valutazione del risultato 5 e 6 febbraio 2014 Torino Sara Pelligra Polo Alimenti Il controllo chimico negli alimenti: dal campionamento alla valutazione del risultato 5 e 6 febbraio 2014 Torino 1 CONTROLLO UFFICIALE monitoraggio e sorveglianza ispezioni

Dettagli

FORMAT PROPOSTA COSTITUZIONE DIPARTIMENTO

FORMAT PROPOSTA COSTITUZIONE DIPARTIMENTO FORMAT PROPOSTA COSTITUZIONE DIPARTIMENTO DENOMINAZIONE del Dipartimento Medicina molecolare e dello sviluppo PROGETTO SCIENTIFICO E DIDATTICO che abbia una sostenibilità al 31.12.2016 Il Dipartimento

Dettagli

La norma internazionale sulla gestione della sicurezza alimentare (ISO 22000) nell attuale contesto legislativo

La norma internazionale sulla gestione della sicurezza alimentare (ISO 22000) nell attuale contesto legislativo La norma internazionale sulla gestione della sicurezza alimentare (ISO 22000) nell attuale contesto legislativo Il Pacchetto igiene : la normativa europea cogente in materia di sicurezza alimentare Maria

Dettagli

IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO.

IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO. IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO. SABATO 21 E DOMENICA 22 NOVEMBRE Centro d Abruzzo Ipercoop San Giovanni Teatino www.centrodabruzzo.com Chi

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE

CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE (Appartenente alla classe di laurea L-2 Biotecnologie) Titolo di ammissione Diploma di maturità. Durata 3 anni Modalità di accesso Il numero massimo di studenti iscrivibili

Dettagli

Carne, latte e formaggi sulla nostra tavola: il laboratorio svela e tutela

Carne, latte e formaggi sulla nostra tavola: il laboratorio svela e tutela Carne, latte e formaggi sulla nostra tavola: il laboratorio svela e tutela Dr.ssa Paola Modesto Dr.ssa Serena Meistro Carne, latte e formaggi sulla nostra tavola: il laboratorio svela e tutela Prodotti

Dettagli

Anti-frammischiamento nel settore Farmaceutico

Anti-frammischiamento nel settore Farmaceutico Anti-frammischiamento nel settore Farmaceutico Premessa L industria ha la necessità di identificare e rintracciare i prodotti finiti ed i propri componenti. Questa esigenza è in continua crescita ed è

Dettagli

Piattaforma Parma. per l impresa che dona prodotti. Parma, 14 giugno 2013. Comune di Parma

Piattaforma Parma. per l impresa che dona prodotti. Parma, 14 giugno 2013. Comune di Parma Piattaforma Parma per l impresa che dona prodotti Parma, 14 giugno 2013 Comune di Parma IL PROGETTO Piattaforma Parma è, prima di tutto, un iniziativa condivisa dalla città e dai suoi principali rappresentanti,

Dettagli

Arval, attore della mobilità sostenibile

Arval, attore della mobilità sostenibile La sicurezza delle flotte auto Fleet Manager Academy 13 Marzo 2014 Arval, attore della mobilità sostenibile CSR Policy: 4 pilastri ricchi di impegni Supportare e finanziare un economia etica: Etica di

Dettagli

BANCA DEL SANGUE CORDONALE

BANCA DEL SANGUE CORDONALE La Banca del sangue cordonale è una struttura sanitaria pubblica autorizzata dal Ministero e dalle Regioni che raccoglie, valida,caratterizza, conserva e distribuisce le unità donate ai Centri di Trapianto,

Dettagli

CONSENSO INFORMATO. Il sottoscritto: Sig.ra. nato a il residente in via tel C.F. PREMESSO CHE

CONSENSO INFORMATO. Il sottoscritto: Sig.ra. nato a il residente in via tel C.F. PREMESSO CHE Pag. 1/7 DICHIARAZIONE DI RELATIVO ALLA DONAZIONE VOLONTARIA DI SEME FINALIZZATO A TRATTAMENTO DI Il sottoscritto: Sig.ra. nato a il residente in via tel C.F. PREMESSO CHE Nel rispetto dei principi e delle

Dettagli

Data Logger NUOVI MODELLI

Data Logger NUOVI MODELLI Data Logger NUOVI MODELLI I Data Logger Escort sono strumenti di raccolta e registrazione dati con tempo di prelevamento programmabile e non richiedono la presenza costante dell operatore; sono di piccole

Dettagli

La soluzione per pesare, selezionare, etichettare

La soluzione per pesare, selezionare, etichettare La soluzione per pesare, selezionare, etichettare www.hsc350.it Pesare, selezionare, etichettare Tecnologia innovativa per prestazioni senza compromessi HSC350 è il risultato di oltre 30 anni di ricerca

Dettagli

D1: ORGANIZZAZIONE DEI CR (Centri Raccolta)

D1: ORGANIZZAZIONE DEI CR (Centri Raccolta) Lettera progressiva A Data di entrata in vigore: 1 Luglio 2010 Revisione n : 1 Data revisione programmata: 1 Lugl io 2011 Pagina 1 di 5 D1: ORGANIZZAZIONE DEI CR (Centri Raccolta) DISCIPLINARE DEI REQUISITI

Dettagli

I Principi Europei della Farmacia Ospedaliera

I Principi Europei della Farmacia Ospedaliera I Principi Europei della Farmacia Ospedaliera Le pagine seguenti riportano i Principi Europei della Farmacia Ospedaliera. Tali principi descrivono gli impegni comuni che ciascun sistema sanitario europeo

Dettagli

FAC SIMILE DI PROPOSTA CHECK LIST

FAC SIMILE DI PROPOSTA CHECK LIST ALLEGATO N. 1.6 al Capitolato Speciale d oneri Azienda pubblica di Servizi alla Persona Cordenonese Arcobaleno FAC SIMILE DI PROPOSTA CHECK LIST VERIFICA EFFETTUATA IL GIORNO / / DALLE ORE ALLE ORE TUTTI

Dettagli

CALL FOR THE ENTREPRENEURS OF THE FUTURE REGOLAMENTO

CALL FOR THE ENTREPRENEURS OF THE FUTURE REGOLAMENTO CALL FOR THE ENTREPRENEURS OF THE FUTURE IN THE AGROFOOD AND LIFE SCIENCES SECTOR 2014 REGOLAMENTO Art. 1 Definizione e obiettivi Con il progetto Alimenta 2 Talent 2014 l Incubatore d impresa Alimenta

Dettagli

ORGANIC HANDLING SYSTEM PLAN USDA / NOP

ORGANIC HANDLING SYSTEM PLAN USDA / NOP Sezione 1. Informazioni Generali CODICE: IT BAC: 1.0. SEDE AZIENDALE SEDE LEGALE E RAGIONE SOCIALE: SEDE/I OPERATIVE/I : (1) Nota (1): se sono coinvolte più aziende, allegare Organigramma Divisionale 1.1.

Dettagli

Intervento di Emanuela Properzj Responsabile Relazioni Esterne AIRC

Intervento di Emanuela Properzj Responsabile Relazioni Esterne AIRC Roma 4 marzo 2009 Le scienze della vita nel giornalismo e nei rapporti politico-istituzionali La comunicazione della scienza come informazione alla collettività e strumento di raccolta fondi. Il caso di

Dettagli

La tecnologia di identificazione automatica con applicazioni

La tecnologia di identificazione automatica con applicazioni Ada Giampà Infermiere coordinatore centrale sterilizzazione Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo (PV) autore Silene Tomasini Infermiere coordinatore centrale sterilizzazione Ospedale di Monerbio (BS)

Dettagli

Assessorati alla sanità Regioni e Provincia Autonoma di Trento Assessorato all Agricoltura Provincia Autonoma di Bolzano LORO SEDI

Assessorati alla sanità Regioni e Provincia Autonoma di Trento Assessorato all Agricoltura Provincia Autonoma di Bolzano LORO SEDI Ministero del Lavoro,della Salute e delle Politiche Sociali DIPARTIMENTO PER LA SANITA' PUBBLICA VETERINARIA, LA NUTRIZIONE E LA SICUREZZA DEGLI ALIMENTI DIREZIONE GENERALE DELLA SICUREZZA DEGLI ALIMENTI

Dettagli

GenomaCord+ Laboratorio Genoma Sorgente GenomaCord+

GenomaCord+ Laboratorio Genoma Sorgente GenomaCord+ Cos e GenomaCord? GenomaCord+ è un servizio di conservazione delle cellule staminali cordonali che nasce da una partnership tra il Laboratorio Genoma, uno tra i laboratori europei più avanzati nell'ambito

Dettagli

Indagine sullo spreco alimentare in Italia. 13 miliardi di euro di cibo ogni anno buttati nella spazzatura

Indagine sullo spreco alimentare in Italia. 13 miliardi di euro di cibo ogni anno buttati nella spazzatura Indagine sullo spreco alimentare in Italia 13 miliardi di euro di cibo ogni anno buttati nella spazzatura I risultati dell indagine promossa da Politecnico di Milano e Fondazione Banco Alimentare dal titolo

Dettagli

Laura Toti Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Sicurezza Alimentare Istituto Superiore di Sanità Reparto Pericoli Microbiologici

Laura Toti Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Sicurezza Alimentare Istituto Superiore di Sanità Reparto Pericoli Microbiologici IL SISTEMA HACCP Laura Toti Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Sicurezza Alimentare Istituto Superiore di Sanità Reparto Pericoli Microbiologici Autocontrollo Reg 852/2004 L azienda è responsabile

Dettagli

Allegato 1.1.) Piano delle vaccinazioni

Allegato 1.1.) Piano delle vaccinazioni Allegato 1.1.) Piano delle vaccinazioni Premessa Sulla base della Intesa tra Stato, Regioni e Province Autonome sancita lo scorso 23 Marzo 2005 e relativa al Piano Nazionale per la Prevenzione, il Ministero

Dettagli

CERTIFICAZIONE NEL SETTORE AGROALIMENTARE -Qualita - - Sicurezza - - Tracciabilita -

CERTIFICAZIONE NEL SETTORE AGROALIMENTARE -Qualita - - Sicurezza - - Tracciabilita - CERTIFICAZIONE NEL SETTORE AGROALIMENTARE -Qualita - - Sicurezza - - Tracciabilita - LA FIDUCIA DEL CONSUMATORE NEI CONFRONTI DEL COMPARTO PRODUTTIVO SI E NOTEVOLMENTE RIDOTTA NEGLI ULTIMI ANNI Industrializzazione

Dettagli

CATALOGO CORSI AREA AGROALIMENTARE

CATALOGO CORSI AREA AGROALIMENTARE CATALOGO CORSI AREA AGROALIMENTARE Anno 2013 Per tutte le aziende della filiera agro-alimentare, la gestione dei rischi legati alla Qualità, Salute & Sicurezza, Ambiente è diventata un importante priorità.

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1198 DEL 28 GIUGNO 2012

ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1198 DEL 28 GIUGNO 2012 ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1198 DEL 28 GIUGNO 2012 Accordo tra la Regione Friuli Venezia Giulia e la Regione del Veneto finalizzato alla collaborazione nel campo della raccolta, lavorazione e conservazione

Dettagli

CONTROLLO COMMERCIALE E IGIENICO ANNONARIO DI UN SUPERMERCATO CON ANNESSA MACELLERIA E PESCHERIA

CONTROLLO COMMERCIALE E IGIENICO ANNONARIO DI UN SUPERMERCATO CON ANNESSA MACELLERIA E PESCHERIA CONTROLLO COMMERCIALE E IGIENICO ANNONARIO DI UN SUPERMERCATO CON ANNESSA MACELLERIA E PESCHERIA Gli orari delle attività commerciali e il turno di riposo settimanale 1.1 Le nuove disposizioni europee:

Dettagli

Provinciale Roma. Relatori: dr. Michele Ciuffreda dr. Maurizio Cari Luciano Rutigliano

Provinciale Roma. Relatori: dr. Michele Ciuffreda dr. Maurizio Cari Luciano Rutigliano UNITA DI RACCOLTA SANGUE Requisiti Minimi Relatori: dr. Michele Ciuffreda dr. Maurizio Cari Luciano Rutigliano UNITA DI RACCOLTA Decreto Legislativo 20 dicembre 2007, n. 261, articolo 2, comma 1, lettera

Dettagli

Oltre l incontro domanda offerta: verso un approccio sistemico Sviluppo progetto sulle Figure Professionali

Oltre l incontro domanda offerta: verso un approccio sistemico Sviluppo progetto sulle Figure Professionali POR 2007-2013 Asse II OCCUPABILITÀ Linea di Intervento 1 Oltre l incontro domanda offerta: verso un approccio sistemico Sviluppo progetto sulle Figure Professionali Profili Professionali descritti Indice

Dettagli

ONCOLOGIA OGGI Animali e Uomo Alleati Contro i Tumori

ONCOLOGIA OGGI Animali e Uomo Alleati Contro i Tumori ONCOLOGIA OGGI Animali e Uomo Alleati Contro i Tumori Venerdì 12 giugno 2009 ore 08.30 14.00 COMUNE DI ROMA Palazzo Senatorio- Aula Giulio Cesare P.zza del Campidoglio - Roma LE BIOBANCHE IN MEDICINA VETERINARIA

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PER IL/LA PAZIENTE RICERCA di tipo GENETICO

SCHEDA INFORMATIVA PER IL/LA PAZIENTE RICERCA di tipo GENETICO SCHEDA INFORMATIVA PER IL/LA PAZIENTE RICERCA di tipo GENETICO Autori: Renato Frezzotti, Mauro Barni Approvata dalla Società Oftalmologica Italiana - 2006 CODICE DELLO STUDIO: TITOLO DELLO STUDIO: {{ Genetica

Dettagli

Premesse. Lo sviluppo di nuovi medicinali è un processo molto impegnativo sia dal punto di vista procedurale che economico:

Premesse. Lo sviluppo di nuovi medicinali è un processo molto impegnativo sia dal punto di vista procedurale che economico: Premesse 2 Lo sviluppo di nuovi medicinali è un processo molto impegnativo sia dal punto di vista procedurale che economico: Su 8 molecole che presentano potenzialità terapeutiche solo 1, solitamente,

Dettagli

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Chi Siamo Hygeia Lab S.r.l. nasce nel 2011 dalla passione e dal desiderio di giovani laureati di continuare la crescita e la formazione scientifica. E una Start-Up

Dettagli

Programma della Formazione A Distanza (FAD) "Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute"

Programma della Formazione A Distanza (FAD) Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute Formazione A Distanza "Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute" del Istituto Superiore di Sanità e verifica dei contenuti equivalenti nel corso OMS/UNICEF 20 ore. A

Dettagli

COME VIENE REALIZZATA UNA RICERCA SPERIMENTALE IN BIOLOGIA MOLECOLARE?

COME VIENE REALIZZATA UNA RICERCA SPERIMENTALE IN BIOLOGIA MOLECOLARE? COME VIENE REALIZZATA UNA RICERCA SPERIMENTALE IN BIOLOGIA MOLECOLARE? A Flusso di attività B - INPUT C Descrizione dell attività D RISULTATO E - SISTEMA PROFESSIONALE 0. RICHIESTA DI STUDIARE E/O INDIVIDUARE

Dettagli

Clinica Pediatrica Ospedale San Paolo Dipartimento di Scienze della Salute Università di Milano Via A. di Rudinì, 8 20142 MILANO

Clinica Pediatrica Ospedale San Paolo Dipartimento di Scienze della Salute Università di Milano Via A. di Rudinì, 8 20142 MILANO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Prof. Dr. Enrica Riva Clinica Pediatrica Ospedale San Paolo Dipartimento di Scienze della Salute

Dettagli

CONSULENTE e FORMATORE HACCP

CONSULENTE e FORMATORE HACCP BRAIN HEALTH CENTRE CENTRO STUDI E RICERCHE CLINICHE NEUROPSICOFISIOLOGICHE Anagrafe Nazionale delle Ricerche (D.P.R. 11/7/1980 n.382-artt.63 e 64) n.55643fru Organizzatore di Attività Formativa Sede legale:

Dettagli

sommario 1. introduzione al sistema 2. moduli base 3. tracciabilità e rintracciabilità 4. diagramma di flusso operativo 5.

sommario 1. introduzione al sistema 2. moduli base 3. tracciabilità e rintracciabilità 4. diagramma di flusso operativo 5. tracciabilità rintracciabilità e macellazione avicola sommario 1. introduzione al sistema 2. moduli base 2.1. anagrafica base 2.2. entrata partite avicole 2.3. macellazione partite 2.4. stoccaggio ed immagazzinamento

Dettagli

Torino 2012 Relatrice: Francesca Pollis

Torino 2012 Relatrice: Francesca Pollis Il trasporto, la conservazione e l etichettatura degli Emocomponenti Torino 2012 Relatrice: Francesca Pollis L ETICHETTATURA, IL CONFEZIONAMENTO, LA CONSERVAZIONE E IL TRASPORTO DEL SANGUE E DEGLI EMOCOMPONENTI

Dettagli

SIMT - POS 045 SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DONATORI

SIMT - POS 045 SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DONATORI 1 Prima Stesura Redattori : Cosenza Data: 20-01-2014 SIMT - POS 045 SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DONATORI Indice 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4 DESCRIZIONE ATTIVITÀ...

Dettagli

TABELLA DI CORRELAZIONE PROCESSI OPERATIVI DI ASSISTENZA, DI DIAGNOSI E CURA E PROCEDURE OPERATIVE STANDARD

TABELLA DI CORRELAZIONE PROCESSI OPERATIVI DI ASSISTENZA, DI DIAGNOSI E CURA E PROCEDURE OPERATIVE STANDARD PR/AD/03 IO/AD/117 PR/AD/02 Gestione unità di degenza Medicina Interna Scheda di processo unità di degenza Medicina Interna Gestione unità di degenza Medicina d Urgenza Ciclo Degenza Accettazione sanitaria

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE AGRICOLTURA BIOLOGICA: CERTIFICAZIONE DI QUALITA DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI ENTE DI FORMAZIONE: CO.S.P.A. Cooperativa Servizi Professionali Agroalimentari F.I.P.A. Federazione

Dettagli

UOVA ED OVOPRODOTTI: TECNOLOGIE DI PRODUZIONE E ACCERTAMENTI DI LABORATORIO DR.SSA SALVADOR PAOLA

UOVA ED OVOPRODOTTI: TECNOLOGIE DI PRODUZIONE E ACCERTAMENTI DI LABORATORIO DR.SSA SALVADOR PAOLA UOVA ED OVOPRODOTTI: TECNOLOGIE DI PRODUZIONE E ACCERTAMENTI DI LABORATORIO DR.SSA SALVADOR PAOLA Impianti di sgusciatura Centri di produzione polveri Occhiobello Vicenza Occhiobello Lista dei prodotti

Dettagli

Definizione di tracciabilità

Definizione di tracciabilità Definizione di tracciabilità Spegnere il Telefonino!! Tracciabilità Reg.(CE) ) 178/2002 Programma per 8 e 16 ore Decreto Regione Liguria 793/2012 e Regolamento CE 852/2004 Ente Ligure di Formazione divisione

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 45/19 DEL 27.9.2005

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 45/19 DEL 27.9.2005 45/19 DEL 27.9.2005 Oggetto: Riorganizzazione delle funzioni regionali in materia di donazioni, prelievi e trapianti di organi, tessuti e cellule. L Assessore dell Igiene, Sanità e dell Assistenza Sociale

Dettagli

Qualità nell agroalimentare: Sistema di tracking WEB e tecnologie wireless applicate alla raccolta dei dati di prelievo nella filiera del latte

Qualità nell agroalimentare: Sistema di tracking WEB e tecnologie wireless applicate alla raccolta dei dati di prelievo nella filiera del latte Qualità nell agroalimentare: Sistema di tracking WEB e tecnologie wireless applicate alla raccolta dei dati di prelievo nella filiera del latte Alessandro Olivi a.olivi@loccioni.com 15 Dicembre 2005 SOMMARIO

Dettagli

PROGETTO PREVENZIONE

PROGETTO PREVENZIONE PROGETTO PREVENZIONE VALLE BREMBANA ANNO 2010-2012 Indice Introduzione...1 Metodi di lavoro...1 Obiettivi generali...2 Obiettivi specifici...3 Azioni...4 Valutazione del raggiungimento degli obiettivi

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute Decreto Ministeriale: Disposizioni in materia di medicinali per terapie avanzate preparati su base non ripetitiva IL MINISTRO Visto il decreto legislativo 24 aprile 2006, n. 219,

Dettagli

Servizi di pre incubazione

Servizi di pre incubazione La Regione Lazio - Assessorato all Agricoltura, attraverso BIC Lazio, ha in fase di avanzata realizzazione un Incubatore di Imprese finalizzato ad assistere la nascita e lo sviluppo di attività imprenditoriali

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. A al bando di ammissione pubblicato in data 31/07/2012 Art. 1 Tipologia L Università degli Studi di Pavia attiva, per l a.a. 2012/2013, presso la Facoltà di Scienze MMFFN, Dipartimento di Biologia

Dettagli

UTG-Prefettura Bari. Il Metodo AUGUSTUS. La Funzione 2. Nella Sala Operativa - CCS. Brevi note riassuntive sui compiti del responsabile della funzione

UTG-Prefettura Bari. Il Metodo AUGUSTUS. La Funzione 2. Nella Sala Operativa - CCS. Brevi note riassuntive sui compiti del responsabile della funzione UTG-Prefettura Bari Il Metodo AUGUSTUS La Funzione 2 Nella Sala Operativa - CCS Brevi note riassuntive sui compiti del responsabile della funzione Le funzioni di supporto: SALA OPERATIVA CENTRO COORDINAMENTO

Dettagli

Corso di Laurea in BIOTECNOLOGIE

Corso di Laurea in BIOTECNOLOGIE Dipartimento di Scienze Biomolecolari Struttura Didattica di Biotecnologie Corso di Laurea in BIOTECNOLOGIE E-mail biotecnologie@uniurb.it Sito web www.uniurb.it/biotecnologie/ Attività Didattica Informazioni

Dettagli

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta regionale. Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 7 - Venerdì 13 febbraio 2015

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta regionale. Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 7 - Venerdì 13 febbraio 2015 7 D) ATTI DIRIGENZIALI Giunta regionale D.G. Salute D.d.u.o. 4 febbraio 2015 - n. 774 Indirizzi per la realizzazione dei controlli ufficiali sulla presenza di organismi geneticamente modificati negli alimenti

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 17-11-2008 (punto N. 12 ) Delibera N.932 del 17-11-2008 DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 17-11-2008 (punto N. 12 ) Delibera N.932 del 17-11-2008 DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 17-11-2008 (punto N. 12 ) Delibera N.932 del 17-11-2008 Proponente ANNA RITA BRAMERINI ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA

Dettagli

CATALOGO CORSI 2015. In.Co.S srl International Consultant Service Via Guastalla 6 10124 Torino Italy info@incos-consulting.com Mob: +39 349 2577085

CATALOGO CORSI 2015. In.Co.S srl International Consultant Service Via Guastalla 6 10124 Torino Italy info@incos-consulting.com Mob: +39 349 2577085 CATALOGO CORSI 2015 INDICE CORSI APPROVATI DA ENTE DI CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ACCREDITATO ISO/IEC 17024... 3 ISO 9001:08 SISTEMI DI GESTIONE QUALITÀ... 4 ISO 22000:05 SISTEMI DI GESTIONE DELLA

Dettagli

LABORATORIO DI TRASFORMAZIONE AGRO-ALIMENTARE

LABORATORIO DI TRASFORMAZIONE AGRO-ALIMENTARE manuale H.A.C.C.P. maggio 2013 rev.0/ pag. 1 LABORATORIO DI TRASFORMAZIONE AGRO-ALIMENTARE dell Istituto agrario G. Penna - Loc. Viatosto, 54-14100- Asti Responsabile H.A.C.C.P e laboratorio Prof.ssa Cantatore

Dettagli

Gentile/i Signora/i, R7122 Scheda Informativa relativa alla donazione. Ed. 1del 09/12/2010 Rev. 1 del 11/07/2011

Gentile/i Signora/i, R7122 Scheda Informativa relativa alla donazione. Ed. 1del 09/12/2010 Rev. 1 del 11/07/2011 Gentile/i Signora/i, il sangue contenuto nel cordone ombelicale (SCO) e raccolto al momento del parto, rappresenta una preziosa sorgente di cellule staminali emopoietiche, quelle stesse cellule che sono

Dettagli

BIOLOGA e BIOLOGO MOLECOLARE

BIOLOGA e BIOLOGO MOLECOLARE Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 BIOLOGA e BIOLOGO MOLECOLARE Aggiornato il 6 luglio 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 4 3. DOVE LAVORA...

Dettagli

REGOLAMENTO. Art. 1. Art. 2

REGOLAMENTO. Art. 1. Art. 2 Art. 1 REGOLAMENTO CORSI PER ALIMENTARISTI E OPERATORI DEL SETTORE ALIMENTARE (Decreto D.G. n. 1038 del 23 novembre 2009 Registro Decreti n. 21667 del 1.12.2009) I corsi mirano all istruzione, formazione

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI VALERIA LAPAGLIA C U R R I C U L U M V I T A E. Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail. Luogo e Data di nascita

INFORMAZIONI PERSONALI VALERIA LAPAGLIA C U R R I C U L U M V I T A E. Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail. Luogo e Data di nascita C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail VALERIA LAPAGLIA Nazionalità Italiana Luogo e Data di nascita Pagina 1 - Curriculum vitae di ESPERIENZA LAVORATIVA

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. A al bando di ammissione pubblicato in data 15/09/2014 Art. 1 Tipologia: Master universitario di II livello in Nutrizione Umana L Università degli Studi di Pavia attiva per l a.a. 2014/2015 il master

Dettagli

ORGANIZZAZIONE TOSCANA TRAPIANTI Assetto organizzativo

ORGANIZZAZIONE TOSCANA TRAPIANTI Assetto organizzativo Allegato A ORGANIZZAZIONE TOSCANA TRAPIANTI Assetto organizzativo 1. Premessa 2. La Organizzazione Toscana Trapianti 2.1 Il Centro Regionale Trapianti 2.1.1 La struttura e le competenze del Centro Regionale

Dettagli

Quadro di riferimento per promuovere la salute e ridurre le inequità

Quadro di riferimento per promuovere la salute e ridurre le inequità Quadro di riferimento per promuovere la salute e ridurre le inequità http://www.euro.who.int/en/health-topics/health-policy/health-2020-the-europeanpolicy-for-health-and-well-being 2 obiettivi strategici

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome BUTTU GIANGAVINO Indirizzo VIA PIEMONTE N 31 - CAP 09077 SOLARUSSA (OR) SARDEGNA - ITALIA Telefono 3478011003-3311733095

Dettagli

PROTOCOLLO PER IL RECUPERO, CONSERVAZIONE, CONFEZIONAMENTO E TRASPORTO DI ALIMENTI NON DISTRIBUITI IN SERVIZI DI RISTORAZIONE COLLETTIVA

PROTOCOLLO PER IL RECUPERO, CONSERVAZIONE, CONFEZIONAMENTO E TRASPORTO DI ALIMENTI NON DISTRIBUITI IN SERVIZI DI RISTORAZIONE COLLETTIVA PROTOCOLLO PER IL RECUPERO, CONSERVAZIONE, CONFEZIONAMENTO E TRASPORTO DI ALIMENTI NON DISTRIBUITI IN SERVIZI DI RISTORAZIONE COLLETTIVA 1 Introduzione Il protocollo definisce, sulla base dell esperienza

Dettagli

Energy Marine Business Assurance Transport & Infrastructures ENVIRONMENT & SUSTAINABILITY. Food Certification, Inspection & Services

Energy Marine Business Assurance Transport & Infrastructures ENVIRONMENT & SUSTAINABILITY. Food Certification, Inspection & Services INNOVATION Energy Marine Business Assurance Transport & Infrastructures ENVIRONMENT & SUSTAINABILITY Food Certification, Inspection & Services il mercato Il RINA si rivolge al mercato dell Agroalimentare

Dettagli

QUALITÀ E SICUREZZA PER I NOSTRI PAZIENTI

QUALITÀ E SICUREZZA PER I NOSTRI PAZIENTI QUALITÀ E SICUREZZA PER I NOSTRI PAZIENTI L ACCREDITAMENTO INTERNAZIONALE ALL ECCELLENZA Fondazione Poliambulanza ha ricevuto nel dicembre 2013 l accreditamento internazionale all eccellenza da parte di

Dettagli