Area BUSINESS SKILL. Sottocategoria Codice Titolo Ore Tipologia Lingua Moduli Lezioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Area BUSINESS SKILL. Sottocategoria Codice Titolo Ore Tipologia Lingua Moduli Lezioni"

Transcript

1 ENIAC SpA via Aurelia, LOREGGIA PD Tel Fax C.F. e P.IVA e Reg. Imp. di PD IT C.S ,00 i.v. Area BUSINESS SKILL Categoria: Call center Call center 0SAL944 Tecniche di comunicazione per i call center 4,5 E- learning Multilingua N N Le capacità di comunicazione sono molto importanti per una carriera di successo nel servizio clienti e nel settore delle vendite. Questo vale soprattutto per i call center. I call center possono essere ambienti sottoposti a pressioni continue e a ritmi lavorativi elevati, in cui è possibile dover comunicare con centinaia di persone al giorno. Ecco perché è importante affinare le proprie tecniche di comunicazione. Questo corso prenderà in esame la gestione dei contatti con diverse tipologie di persone, le capacità di interrogazione e le tecniche di comunicazione al telefono; fattori fondamentali per una comunicazione efficace e professionale con i clienti dei call center. 0SAL945 Il servizio clienti nel call center 3,5 E- learning Multilingua N N Si è appena entrati a far parte del servizio clienti di un call center? In tal caso è facile provare sensazioni d'ansia, come accade a molti dei nuovi addetti. Forse il fattore che preoccupa maggiormente è dover trattare con i clienti individualmente per risolverne i problemi. Questo corso consentirà di vincere ogni timore relativo al servizio clienti in un call center perché è progettato per fornire le informazioni e gli strumenti necessari a gestire in modo professionale le chiamate al servizio clienti di un call center. Per diventare un addetto esperto occorre aver prima perfezionato le proprie tecniche di comunicazione. Percio' si suggerisce di seguire prima il corso "Tecniche di comunicazione per i call center", e poi il corso "Il servizio clienti nel call center". Categoria: Company Life Skills 0RLE401 E- BUSINESS WIZARD - Creare il tuo business online è un gioco da ragazzi (4 corsi e- learning + 4 Esperienze OMAGGIO) E- learning Multilingua S N 0RLE402 CANDIDARSI Rendersi indispensabili nel mercato del lavoro (4 corsi e- learning + 4 Esperienze OMAGGIO) 12 E- learning Multilingua S N 0RLE403 DA LEADER A RISOLUTORE: per vincere ogni sfida (4 corsi e- learning + 4 Esperienze OMAGGIO) 12 E- learning Italiano S N 0RLE406 DALLE PAROLE AI FATTI! - Comunicare efficacemente per agire decisivamente (4 corsi e- learning + 4 Esperienze OMAGGIO) 12 E- learning Italiano S N Categoria: Experience 0LDC301 Jay Conger: L'arte della persuasione 0.1 E- learning Inglese N N Jay Conger identifica quattro elementi principali necessari per diventare abili nell'arte della persuasione. 0LDC302 Tom Peters: Passione! 0.1 E- learning Inglese N N Le cose facili sono i numeri e i progetti. Le cose difficili sono la passione, l'energia, i valori, la personalità e l'entusiasmo. 0LDC303 Marshall Goldsmith: Fornire un riconoscimento positivo 0.1 E- learning Inglese N N Marshall Goldsmith descrive l'importanza di fornire un riconoscimento positivo riguardo i compiti svolti correttamente o meno. 0LDC304 David Taylor: L'intelligenza emotiva 0.1 E- learning Inglese N N Non fidatevi della logica. Fidatevi piuttosto delle vostre sensazioni su una persona o una situazione. Difficilmente vi sbaglierete. 0LDC305 Ken Blanchard: Management da un minuto 0.1 E- learning Inglese N N Ken Blanchard su The One Minute Manager. 0LDC306 Tim Sanders: Terza regola per le etichette delle e- mail: evitare di utilizzare "Rispondi a tutti" 0.1 E- learning Inglese N N Tim Sanders descrive in quale modo "Rispondi a tutti" determina un affollamento di e- mail nella posta in entrata. 0LDC307 Pat Lencioni: Far assumere alle persone le loro responsabilità 0.1 E- learning Inglese N N Le persone non desiderano far assumere agli altri le loro responsabilità in quanto non desiderano che si sentano a disagio. Tuttavia, evitando di far assumere agli altri le loro responsabilità, è noi stessi che stiamo proteggendo. 0LDC308 Bill McDermott: I grandi leader insegnano e non lasciano gli altri indietro 0.1 E- learning Inglese N N I leader vogliono vincere a tutti i costi, ma si preoccupano anche delle persone e dei loro obiettivi. 0LDC309 Patrick Lencioni: Le cinque cause principali di inefficienza di un team 0.1 E- learning Inglese N N La prima causa di inefficienza di un team è la mancanza di fiducia. L'assenza di fiducia porta alla paura del conflitto, che a sua volta porta alla mancanza di coinvolgimento, alla mancata assunzione di responsabilità e infine alla mancanza di attenzione ai risultati. 0LDC310 Mark Goulston: Ascoltare! Come entrare in sintonia con chiunque 0.1 E- learning Inglese N N Per stabilire relazioni più solide ed entrare in contatto con gli altri in modo più profondo, è opportuno concentrarsi sull'ascolto e sulla comprensione. 0LDC311 Marshall Goldsmith: L'approccio in sei domande al coaching 0.1 E- learning Inglese N N L'approccio in sei domande al coaching: Dove stiamo andando? Dove stai andando? Quali buoni risultati pensi di avere ottenuto? Se tu fossi il coach di te stesso, quali suggerimenti ti daresti? Come posso aiutarti? Quali suggerimenti vuoi propormi? 0LDC312 David Maxfield: Conversazioni importanti con il capo 0.1 E- learning Inglese N N Mostrate rispetto per il capo ed evidenziate l'obiettivo comune: fate vedere che fate parte del suo stesso team. 0LDC313 Curt Coffman: Coinvolgimento e prestazioni: gestire gli altri per quello che sono 0.1 E- learning Inglese N N Le ricerche indicano che un livello di coinvolgimento elevato in ambito professionale si riflette in un coinvolgimento elevato a casa, in ambito familiare e comunitario. Il coinvolgimento inizia con le relazioni con le altre persone. 0LDC314 Erik Weihenmayer: Leadership - Chi riesce ad arrampicarsi meglio al buio? 0.1 E- learning Inglese N N I leader hanno il coraggio di avanzare nell'oscurità verso enormi possibilità inesplorate. 0LDC315 Bill Ford: I titoli non dicono chi siamo 0.1 E- learning Inglese N N Bill Ford è cresciuto circondato da ricchezza, potere e prestigio sapendo che era tutto un'illusione. 0LDC317 Steve McDermott: Una presentazione efficace 0.1 E- learning Inglese N N Durante una presentazione, il 55% del messaggio non è verbale. È necessario che il linguaggio del corpo corrisponda al messaggio. 0LDC318 Mark Goulston: Come fare in modo che le persone facciano ciò che si desidera 0.1 E- learning Inglese N N Mark Goulston racconta la storia di una sua riunione con un CEO distratto.

2 0LDC319 Jim Loehr: Gestire lo stress 0.1 E- learning Inglese N N Per crescere, è necessario provare stress, ma la crescita avviene in realtà nella fase di recupero che segue lo stress. 0LDC320 Allan Cohen: Come influenzare persone che sfuggono al nostro controllo 0.1 E- learning Inglese N N Sei parole magiche: "ognuno si aspetta di essere ripagato". Supponete che tutti siano potenziali alleati, se conoscete ciò a cui tengono. Allineate ciò a cui tengono con ciò che controllate. 0LDC321 Pat Lencioni: Quattro tipi di riunione efficaci 0.1 E- learning Inglese N N Pat Lencioni descrive quattro tipi di riunione efficace, ciascuno con uno scopo diverso. 0LDC322 Marty Evans: Una leadership efficace: continuare a migliorarsi 0.1 E- learning Inglese N N Marty Evans si sottopone mensilmente a un'auto- valutazione ponendosi sette domande. 0LDC323 Jurgen Wolff: Il nuovo modo di gestire il tempo 0.1 E- learning Inglese N N Jurgen Wolff presenta una nuova strategia per la gestione del tempo, quella che chiama "la strategia dell'alter ego". 0LDC324 Gareth Jones: Grandi leader e grandi comunicatori 0.1 E- learning Inglese N N Comunicate nei modi più indicati per voi. Raccontate storie. Categoria: Finanza e Budget Budget per manager 0FIN540 Le basi della pianificazione aziendale integrata 4,5 E- learning Multilingua N N Questo corso guida lo studente attraverso le basi del processo di creazione del budget. Il corso è inteso a favorire la comprensione degli elementi che rendono un budget attuabile, e dei problemi più comuni che spesso intralciano il processo di creazione del budget. Lo studente acquisterà familiarità con i principi essenziali che presiedono alla realizzazione di un piano degli investimenti, e con le componenti del flusso di cassa. Inoltre, verrà evidenziata l'esigenza di prevedere il mutamento delle forze finanziarie e di reagirvi, prima che il budget ne risulti inficiato. 0FIN541 Impostare un budget operativo 3,5 E- learning Multilingua N N Lo studente apprenderà a identificare gli elementi costitutivi di un budget operativo e i meccanismi del suo funzionamento. Riconoscerà il valore dei mini- budget nella costruzione di un budget operativo. In sostanza, lo studente apprenderà a riconoscere il valore della predisposizione di budget bottom- up e sarà in grado di applicare i principi dell'analisi di break- even alla realizzazione di budget operativi. 0FIN542 Gestire efficacemente i budget 3 E- learning Multilingua N N 0FIN543 Il corso illustra le procedure di sviluppo e analisi dei fogli elettronici per prevedere, monitorare e controllare il flusso di cassa: l'essenza del budget. Inoltre, fornisce allo studente criteri e strategie pratiche per trasformare i modelli di budget "paralizzanti" e introdurre la flessibilità necessaria per gestire i budget in un'economia dinamica. Al termine del corso, lo studente sarà in grado di sviluppare fogli elettronici e di utilizzarli per l'analisi del budget. Avrà inoltre appreso ad applicare alla gestione della performance del budget le strategie e i concetti illustrati. 0FIN543 Il potenziale dell'autoapprendimento 3 E- learning Multilingua N N Quante volte hai sentito usare queste espressioni negli anni '90: autoapprendimento, apprendimento continuo, organizzazione dell'apprendimento; lavoratore della conoscenza? Se ti stai chiedendo che cosa significhino, perché siano importanti, e quale sarà il tuo valore nel lavoro del XXI secolo, questo corso fa al caso tuo. Scopri in che modo puoi acquisire competenze e controllare lo sviluppo della tua carriera. Impara ad individuare risorse, costruire rapporti, valutare il sostegno che la tua organizzazione può dare all'autoapprendimento ed assistere altre persone e team che lo praticano. Ciò che hai imparato a scuola non basta più. Devi prendere il controllo del tuo apprendimento. Finanza 0FIN530 Il linguaggio della contabilità e della finanza 3 E- learning Multilingua N N Questo corso permette agli studenti di familiarizzare con i principi di base e la terminologia della contabilità, e descrive l'utilità dei metodi contabili al fine di registrare le transazioni finanziarie. Grazie a una serie di esercizi pratici, gli studenti fanno una prima esperienza nell'utilizzare gli strumenti di base di registrazione finanziaria, quali libri contabili, conto economico e stato patrimoniale. Questo corso prepara gli studenti ad accedere ai successivi livelli di alfabetizzazione finanziaria: interpretare i dati e preparare il budget. 0FIN531 Utilizzare i rendiconti finanziari nelle decisioni aziendali 3 E- learning Multilingua N N Questo corso pone in relazione contabilità e finanza: l'analisi dei rendiconti finanziari di base serve a rispondere a domande e a prendere decisioni riguardo un'impresa. Introduce alcune peculiarità della finanza e alcuni strumenti fondamentali destinati all'analisi finanziaria. Grazie a una serie di esercizi pratici, gli studenti potranno verificare la comprensione dei rendiconti finanziari adattandoli a diverse realtà aziendali. Infine permette di accedere al successivo livello di alfabetizzazione finanziaria: previsione e budget. 0FIN532 Principi fondamentali del budget 3 E- learning Multilingua N N Questo corso ti insegna a comprendere, pianificare e attuare budget aziendali, budget di reparto o di organizzazioni senza scopo di lucro. Svilupperai le capacità e apprenderai come utilizzare gli strumenti che ti permetteranno di creare budget flessibili, seppur controllabili. 0FIN533 Comprendere i rendiconti finanziari 3 E- learning Multilingua N N Il corso illustra le componenti di ciascun rendiconto finanziario e descrive i legami esistenti tra i rendiconti finanziari. 0FIN534 Analizzare al di là dei numeri 3 E- learning Multilingua N N Questo corso insegna a dirigenti d'azienda, professionisti della finanza e altri professionisti, alcuni metodi per estendere le proprie capacità di analisi dei rendiconti finanziari oltre i tre rendiconti di base: lo Stato patrimoniale, il Conto economico e il Rendiconto dei flussi di cassa. Il corso prende le mosse dall'esame dei modi in cui il dottore commercialista puo' affrontare questioni di credibilità, in primo luogo attraverso il processo di revisione contabile. Successivamente, il corso esamina come le note integrative possono contribuire all'analisi dei rendiconti finanziari. Infine, mostra come analizzare due aspetti contabili spesso identificati nelle note integrative: misurazione del costo del venduto e criteri di ammortamento. Finanza per manager 0FIN535 Introduzione alla finanza 3 E- learning Multilingua N N Dai responsabili di linea al top management, tutte le figure professionali coinvolte nella gestione di un'impresa interagiscono con il sistema finanziario aziendale. La conoscenza di questo sistema è una competenza manageriale fondamentale per il controllo e la gestione delle risorse. Questo corso illustrerà ai dirigenti non amministrativi lo scopo dei sistemi di gestione finanziaria. Inoltre, presenterà i concetti di base di rischio e rendimento, valore del denaro nel tempo e relazione tra normativa fiscale e finanza d'impresa. 0FIN536 Pianificazione dei budget 3 E- learning Multilingua N N Il budget è una componente del sistema finanziario che tutti i dirigenti devono conoscere; spesso per i manager inesperti è infatti fonte di frustrazione. Il processo di creazione del budget permette alle aziende di prevedere le necessità di ricavi e di risorse. Le previsioni si traducono in budget operativi soggetti quindi a monitoraggio affinché siano rispettati dalle imprese. Questo corso introduce il processo di creazione del budget del quale i dirigenti non amministrativi avranno bisogno per poterne farne un uso efficace. I manager apprenderanno concetti utili a rendere efficiente il processo di creazione del budget sia per il loro team che per la loro azienda. 0FIN537 Gestione della liquidità 3 E- learning Multilingua N N

3 E' possibile che un'azienda redditizia e con un patrimonio netto positivo incorra in una crisi di liquidità? In assenza di un'accurata gestione della liquidità, non solo è possibile, ma probabile. Tutte le aziende, indipendentemente dalle loro dimensioni, devono gestire la generazione e l'esborso di denaro liquido, per garantire il pagamento puntuale delle fatture. Con questo corso i dirigenti non amministrativi potranno acquisire competenze di base sui problemi e le procedure di gestione della liquidità. Il corso fornirà le nozioni fondamentali che consentiranno di valutare e supportare programmi di riduzione dei costi e altre iniziative volte a mantenere il capitale circolante a livelli adeguati. 0FIN538 Analisi e rendiconti finanziari 3 E- learning Multilingua N N I rendiconti finanziari sono i principali strumenti utilizzati dalle aziende per informare investitori e finanziatori sul proprio andamento e sulle proprie condizioni finanziarie. L'interpretazione dei rendiconti finanziari consente ai dirigenti non amministrativi di comprendere gli obiettivi dell'alta dirigenza. Questo corso consentirà di acquisire le competenze di base per la lettura e l'analisi dei tre principali rendiconti finanziari stilati dalla maggior parte delle società. 0FIN539 Fonti di finanziamento 3 E- learning Multilingua N N Una gestione aziendale riuscita dipende dall'accesso al capitale. Superata la fase di avviamento di un'azienda, per rispondere alle esigenze di natura finanziaria è necessario utilizzare il reddito corrente e i prestiti a breve termine. Ulteriori esigenze di sviluppo possono richiedere l'immissione di nuovi capitali o il ricorso a fonti di finanziamento a lungo termine. Questo corso presenterà le fonti di capitale più comuni per le aziende e le aspettative degli investitori in termini di rendimento. Gestione delle risorse umane 0FIN544 Pianificazione e analisi delle risorse umane 3 E- learning Multilingua N N Questo corso fornisce una panoramica delle attività di pianificazione e analisi dei profili professionali svolte dal settore risorse umane per prevedere e soddisfare le esigenze di forza lavoro necessarie per il raggiungimento degli obiettivi strategici aziendali. Queste attività di pianificazione e analisi si svolgono nel contesto di un mercato e di normative mutevoli e il loro esito finale include descrizioni e specificazioni dei profili professionali, e la previsione dello sviluppo delle risorse umane. Categoria: Gestione del servizio Gestire il servizio 0SAL950 Stabilire gli obiettivi di prestazione per il team 3 E- learning Multilingua N N Se ti sei mai chiesto se è realmente possibile costruire un team costituito da fornitori di servizio altamente motivati... la risposta è sì! Impara a stabilire i risultati esatti che tu e il team desiderate. Impara come misurare quei risultati il che ti dà moltissima energia. Affinerai le tue capacità di attrarre e scegliere solo le persone adatte al tuo team. Puoi assicurare la possibilità di risultati a lungo termine continuando a dare il giusto tipo di apprendimento. Stabilisci gli obiettivi: Costruisci il tuo team servizi ideale. 0SAL951 Coaching in una cultura orientata al servizio 3 E- learning Multilingua N N Hai sentito? Non puoi gestire la gente. Scopri l'importanza di diventare realmente un grande coach invece di un manager. Creerai l'ambiente che trasforma la prestazione del team per conseguire risultati più remunerativi. 0SAL952 Superare le aspettative del cliente 3 E- learning Multilingua N N Come rendere un cliente assolutamente entusiasta del servizio che gli dai? Bisogna partire dalla psicologia del cliente. Cosa lo colpisce? Cosa lo spinge? In che modo ognuno viene maggiormente stimolato? In questo corso, scoprirai le diverse sfaccettature delle aspettative dei clienti e imparerai ad apportare delle migliorie all'intera esperienza del cliente dall'inizio alla fine- momento per momento. Imparerai a analizzare le aspettative dei tuoi clienti. Esaminerai le tecniche di gestione dei focus group per ottimizzare la tua capacità di capire i clienti. Scoprirai i pericoli del dare giudizi e come evitare i rischi. Riconoscerai anche quando è utile elaborare i quesiti insieme ai tuoi clienti ed individuare quelli che hanno maggiore incidenza sulla qualità delle informazioni. Infine, la lezione "Interpretare i risultati dei clienti" ti aiuterà a capire cosa il tuo cliente vuole esattamente, ricordandoti come ci si sente nei suoi panni. 0SAL953 Strategia del servizio del cliente 3 E- learning Multilingua N N Questo corso consente di determinare il nucleo della strategia del servizio mediante l'identificazione dei valori percepiti dal cliente, la definizione dei requisiti della strategia del servizio e il riconoscere l'impatto che la strategia del servizio puo' avere sull'azienda e sul margine competitivo. 0SAL954 Migliorare il processo di fornitura del servizio 3 E- learning Multilingua N N Concedersi un pasto luculliano in un ristorante di lusso o risiedere in un albergo a cinque stelle è certamente un piacere. Ma un servizio a cinque stelle è ben più che una questione di intrattenimento. Per guadagnare la fiducia dei clienti è necessario in qualche misura "viziarli", e questo corso illustra come far sì che un "atteggiamento a cinque stelle" divenga parte integrante del servizio. Scopo del corso è promuovere la consapevolezza, permettere di approfondire l'esperienza nel servizio ai clienti, apprendere tecniche per personalizzare l'interazione con i clienti, migliorare l'approccio all'assistenza formulando un piano strutturato, comprendere le differenze fondamentali nei servizi specialistici quando si tratta con la clientela al telefono. Inoltre, poiché la tecnologia assume un ruolo sempre più importante nello svolgimento dell'attività aziendale, saranno fornite istruzioni per l'utilizzo della posta elettronica nelle attività collegate ai servizi. Questo corso consente di portare l'efficienza del servizio clienti a livelli di eccellenza mediante esempi interattivi, dialoghi simulati ed esercizi strutturati come giochi di simulazione. 0SAL955 Attraversare indenni il processo di cambiamento 4 E- learning Multilingua N N Considera la differenza tra un gruppo di persone che suonano contemporaneamente uno strumento e la MAGIA di un'orchestra sinfonica di talento! Immagina di sentire suonare il tuo team di servizio con la stessa magia! La trasformazione è rischiosa. Il cambiamento è una sfida. Scopri esattamente come creare i cambiamenti necessari e guidarli con abilità e precisione. Evita le trappole e riconosci le misteriose richieste per trasformare con successo il tuo team di servizio in una vera orchestra! Acquisisci la capacità di rimanere in pista e di raggiungere continuamente il giusto slancio, attraverso tutto il processo di cambiamento. Ma l'aspetto ancora più importante di tutto ciò è che riuscirai a comprendere la psicologia del cambiamento e le relative ripercussioni su di te, il tuo team e l'azienda. Categoria: Management and leadership 0COM752 Basi di leadership: Motivare i dipendenti 3 E- learning Italiano N N L'utente che porterà a termine tale percorso formativo sarà in grado di: riconoscere la definizione di motivazione riconoscere tattiche che incoraggino la motivazione intrinseca indirizzando bisogni di più alto livello sul lavoro riconoscere come coinvolgere, valorizzare e far crescere i dipendenti riconoscere azioni che incoraggino la motivazione usando il supporto dei sistemi sul lavoro attivarsi per incoraggiare la motivazione in un singolo dipendente, in un determinato scenario 0COM754 Basi di leadership: Costruire la propria influenza come leader 3 E- learning Italiano N N Gli utenti che porteranno a termine il seguente corso di formazione saranno in grado di: riconoscere e classificare esempi di tecniche per influenzare le persone riconoscere le azioni che usufruiscono delle politiche per influenzare gli altri in modo positivo usare le tecniche per persuadere gli altri evitando l'uso di politiche negative in uno scenario stabilito 0COM755 Basi di leadership: Guidare con l intelligenza emotiva 3 E- learning Italiano N N

4 L'utente che porterà a termine questo percorso formativo sarà in grado di: scoprire le ragioni dell'importanza dell'intelligenza emotiva sul lavoro creare una corrispondenza tra le competenze relative all'intelligenza emotiva e i domini associati riconoscere quali competenze percettive necessitano di miglioramenti e suggerire le tecniche per coltivarle, in un dato scenario scegliere le azioni che dimostrano l'intelligenza emotiva nel controllo delle emozioni riconoscere le azioni che dimostrano l'intelligenza emotiva nella facilitazione 0COM756 Basi di leadership: Guidare lo svolgimento del business 3 E- learning Italiano N N Al termine di tale corso l'utente sarà in grado di: riconoscere il significato dello svolgimento del business essere consapevoli del modo in cui far leva sulla pianificazione aziendale allo scopo di sostenere lo svolgimento del business classificare esempi di strategie per far leva sulla componente "persone" dello svolgimento del business supportare lo svolgimento del business attraverso le persone e la pratica in un dato scenario 0COM757 Basi di leadership: Guidare l'innovazione 3 E- learning Italiano N N L'utente, una volta concluso il corso, sarà in grado di: classificare esempi di domande che potrebbero essere utilizzate per valutare le caratteristiche di una cultura aziendale basata sull'innovazione creare una corrispondenza tra le caratteristiche di un leader dell'innovazione e le azioni che le riflettono valutare la cultura dell'innovazione di un'azienda e pianificare le azioni da leadership per rafforzarla in un dato scenario riconoscere le azioni che hanno il potenziale di attrarre e far crescere innovatori 0COM758 Basi di leadership: Guidare il cambiamento 3 E- learning Italiano N N Una volta terminato il corso, l'utente sarà in grado di: riconoscere diversi tipi di ostacoli al cambiamento in una organizzazione associare le fonti di inerzia alle azioni che aiutano a combatterla e sostituirle con imperativi riconoscere modi appropriati per comunicare il cambiamento usare tecniche appropriate come leader per introdurre e portare a termine il cambiamento in uno scenario stabilito 0COM759 Basi di leadership: Creare il proprio piano di sviluppo della leadership 3 E- learning Italiano N N Una volta terminato il corso, l'utente sarà in grado di: individuare i risultati chiave del processo di autovalutazione di un leader riconoscere le strategie per la creazione della propria vision da leadership e la gestione di eventuali ostacoli che minacciano tale vision scegliere obiettivi e azioni appropriati per un piano di sviluppo della leadership, in un dato scenario riconoscere le strategie concepite allo scopo di supportare lo sviluppo della leadership decidere se un piano di sviluppo della leadership possiede le caratteristiche cardine Coaching 0MGT639 Competenze di coaching 5,5 E- learning Multilingua N N Nella sua forma più semplice, una sessione di coaching è una conversazione, un dialogo tra istruttore e allievo; del resto tutti gli interventi di coaching dipendono interamente dalla comunicazione. In questa semplicità sono tuttavia insiti sottili livelli di interazione di cui un allievo deve essere consapevole, attento a ciò che entrambi i "versanti" della conversazione stanno effettivamente comunicando, verbalmente, visivamente o vocalmente. Il requisito primario di una conversazione di coaching efficace è l'intesa; una volta stabilita, l'istruttore si trova in una posizione migliore per scoprire i fatti, le opinioni e i sentimenti della situazione dell'allievo; determinare la situazione attuale dell'allievo è essenziale per proseguire. Inoltre, l'istruttore deve mantenere proattivamente il controllo della conversazione, ad esempio sapendo che domande rivolgere anziché fornendo le risposte. Feedback 0COM740 Fornire un feedback: Guida per il manager 4 E- learning Multilingua N N Le prestazioni della tua azienda dipendono dalle prestazioni di ogni membro del personale. Tutti i manager dovrebbero quindi disporre dell'abilità di fornire un feedback oggettivo e costruttivo sulle prestazioni dei dipendenti. L'obiettivo di questo corso consiste nel fornire gli strumenti necessari per migliorare le capacità di fornire feedback utili. Il corso inizia con l'analisi della natura del feedback, sviluppa quindi un approccio pratico al processo di feedback che viene suddiviso in cinque passaggi logici. In alcune situazioni, non è tuttavia consigliabile applicare un approccio standard; per questo motivo nella parte finale del corso vengono fornite indicazioni su come affrontare situazioni complesse, quali fornire il feedback a dipendenti arrabbiati o irritati. Gestione della prestazione 0MGT640 Revisione delle prestazioni 4 E- learning Multilingua N N I colloqui di valutazione rappresentano l'apice del costante processo di valutazione delle prestazioni. La prima parte del processo inizia con la definizione di una discussione efficace sulle prestazioni. Poi, quando un manager conosce esattamente quale è il suo obiettivo, può avvalersi di questa conoscenza per pianificare e condurre un incontro sulle prestazioni che sia davvero valido ed efficace. Gli incontri di valutazione spesso non sono situazioni semplici, anche se sono stati pianificati correttamente. A volte, un manager deve riferire a un dipendente che le sue prestazioni non sono sufficienti, nonostante tutto l'impegno profuso. Questo corso fornisce consigli fondati e pratici su come gestire la valutazione di una persona con prestazioni costantemente sotto la media. Non sempre i valutati sono destinatari passivi delle valutazioni dei loro manager, per questo motivo il corso prepara ad affrontare anche le reazioni più spiacevoli. Tutti questi suggerimenti aiutano a rendere l'incontro di valutazione un evento concreto e di successo. Ma per renderlo anche proficuo, il manager deve incoraggiare i dipendenti a migliorare le loro prestazioni. Questo comporta creare migliori opportunità prestazionali e identificare i passaggi che un manager deve seguire per favorire la crescita professionale dei suoi collaboratori. Troppo spesso, la formazione è l'unica risposta, oltre tutto non evidenziata a sufficienza, che molti manager sanno dare alle esigenze di crescita dei dipendenti. La parte finale del corso illustra come utilizzare in modo efficace e mirato la formazione per promuovere la crescita professionale delle persone. Questo corso rigetta l'opinione di molti manager e dipendenti che considerano gli incontri di valutazione un'attività burocratica e inutile. In realtà, gli incontri di valutazione possono essere pianificati in modo da risultare sia produttivi che concreti. 0MGT641 Identificazione delle prestazioni problematiche 4 E- learning Multilingua N N

5 Per poter gestire le prestazioni problematiche in modo efficiente, è prima necessario identificarle con chiarezza. Questa operazione non è tuttavia così immediata come potrebbe sembrare. Sono presenti punti di vista diversi in merito ai metodi di identificazione delle prestazioni problematiche e un manager deve essere in grado di valutare tutte le opinioni divergenti. In modo particolare, è essenziale saper distinguere tra condotta e prestazioni, perché questi due aspetti necessitano di risposte diverse. Un altro aspetto importante della gestione efficace delle prestazioni problematiche risiede nell'individuazione delle cause di tali prestazioni. Possono infatti essere presenti dei problemi prestazionali che derivano da alcuni sistemi adottati dall'organizzazione, che possono non consentire al singolo dipendente di migliorare le prestazioni, ad esempio in termini della progettazione di un compito da svolgere. Al contrario, altri problemi prestazionali hanno la loro origine nel comportamento dei dipendenti. Tra queste due categorie, si trovano invece i problemi prestazionali che non derivano da un disinteresse da parte del dipendente rispetto alle proprie prestazioni o dai sistemi aziendali adottati, bensì dall'abilità stessa dei dipendenti di svolgere determinati incarichi. Una volta chiarita la natura del problema prestazionale riscontrato, il manager deve saper misurare l'entità del problema per poterlo affrontare in modo efficace. Una definizione e una descrizione imprecise del problema portano a soluzioni pressoché inutili, tipiche di numerosi approcci inefficaci alla gestione delle prestazioni. All'osservazione dell'operato di un dipendente segue naturalmente la valutazione degli standard prestazionali del dipendente in questione. Questo processo viene spesso inserito all'interno di un sistema di valutazione formale delle prestazioni e il manager deve riconoscere le qualità di un sistema efficace. Leadership 0MGT642 Comunicare una vision condivisa 3 E- learning Multilingua N N Tutto ciò che puoi sognare lo puoi realizzare. Le parole di Walt Disney suonano altrettanto vere oggi come molti anni fa, quando apparvero per la prima volta sull'epcot Center. L'importanza di una vision non può essere negata. Né, tantomeno, l'importanza di comunicare quella vision alle persone responsabili di supportarla. La comunicazione della vision assegna un fine e un significato al lavoro che le persone svolgono e chi persegue e realizza la vision con un senso di integrità si guadagna la fiducia degli altri come individuo e come leader. Questo corso insegna come comunicare una vision condivisa e fare in modo che in tutti i settori dell'ambiente di lavoro le azioni prendano le mosse da essa. 0MGT643 Il ruolo del leader nel processo di cambiamento 3 E- learning Multilingua N N Soffermati un minuto a pensare alle persone che tu consideri leader esemplari, persone che hanno condotto le loro aziende al successo. Quali sono gli eventi o le azioni che fanno di una persona un leader esemplare? La realizzazione di un nuovo prodotto, la rinascita di un'azienda avviata al fallimento o forse l'avviamento di un'avventura imprenditoriale? Le persone che diventano leader sono individui che trionfano nei periodi di agitazione, conflitto e cambiamento. Sono persone che cercano il modo per trasformare lo status quo, per mettere in discussione i valori accettati e creare qualcosa di nuovo. Anche tu puoi imparare ad agire come loro. Basterà imparare il modo giusto per mettere alla prova i processi, comprendere gli atteggiamenti e i comportamenti che accompagnano il cambiamento e dedicarsi col massimo impegno al lavoro che sarà necessario. Questo corso ti insegnerà come assumere il ruolo di guida verso il cambiamento. Management 0MGT630 Strumenti di sviluppo per i manager del futuro 3 E- learning Multilingua N N Compito dei dirigenti senior è quello di sforzarsi di trasmettere la loro esperienza ai manager di "front- line" che hanno il compito di guidare le performance. Gli strumenti chiave per questo compito sono l'insegnamento e l'influenza. I manager formati in questo modo non sono solo supervisori di sistemi e processi, ma a loro volta formatori. In questo corso verranno illustrati i metodi per rendere i manager pronti al cambiamento e orientati a pensare in maniera globale. Verranno forniti metodi graduali e all'avanguardia per creare e portare avanti accordi di performance che fissino gli standard per lo sviluppo. Saranno descritte le tecniche per lavorare a stretto contatto con le persone migliori. Una volta completato questo corso, sarà possibile formare manager in grado di rendere competitiva l'azienda sul mercato globale. 0MGT631 Il manager come leader del progetto 3,5 E- learning Multilingua N N Chi è in grado di guidare un progetto dall'esterno e conservarne la responsabilità dall'interno? Chi è in grado di rappresentare la forza, l'influenza e il punto focale nelle cui mani sono le chiavi del successo finale? Il leader del progetto. Il corso è incentrato su cio' che spinge a individuare obiettivi di progetto ben definiti. Come si fa a coinvolgere e focalizzare persone impegnate in uno sforzo progettuale importante? E' necessario sapere insegnare, supportare e fare in modo che il personale continui da solo. Bisogna essere abili negoziatori e trasmettere ad altri le cognizioni per risolvere i problemi più spinosi. 0MGT632 Apprendimento continuo per i manager del futuro 3,5 E- learning Multilingua N N Il manager di successo del futuro deve comprendere le forze del mondo produttivo che stanno cambiando il modo di lavorare e il modo di dirigere. Come è possibile sfruttare il talento in un'azienda tesa al futuro, in apprendimento e crescita continui? Questo corso esamina aspetti importanti delle tendenze demografiche della forza lavoro e come i cambiamenti influiscono sulle basi produttive. Verranno illustrate strategie di adattamento per attirare e conservare la futura forza lavoro. Inoltre, verranno fornite informazioni per attuare lapprendimento continuo in azienda, creando una forza lavoro pronta al cambiamento che "stimoli la propria intelligenza nel confronto con quella degli altri". 0MGT633 Comprensione e confronto nei problemi di performance 3 E- learning Multilingua N N Questo corso aiuterà i dirigenti, i capi squadra e i supervisori a capire e a confrontare i problemi di performance; aiuta a capire perché bisogna confrontarsi con i risultati deludenti e fornisce suggerimenti su come confrontare senza intimidire. 0MGT634 Progettare un'efficace valutazione della performance 3 E- learning Multilingua N N Per rimanere competitiva, l'azienda deve essere in grado di affrontare le nuove sfide e sintonizzarsi con i cambiamenti del mercato. Non è una cosa semplice. Il compito puo' risultare facilitato se l'ambiente di lavoro è sereno, se il personale condivide gli stessi obiettivi dell'azienda ed è teso al raggiungimento della qualità. Quando pero' si perde una quantità considerevole di tempo nel reclutamento di personale perché il dipendente considera l'azienda solo una tappa della sua carriera, allora esiste un problema. Per fortuna esistono delle soluzioni. Questo corso illustra le strategie per implementare il processo di valutazione delle performance che aggiunge qualità alla produttività, all'assegnazione di potere e alla lealtà degli impiegati. 0MGT635 Comprensione del conflitto 3 E- learning Multilingua N N Questo corso intende fornire una comprensione totale del conflitto mediante un'ampia serie di esempi della vita di ogni giorno. Una volta completato il corso, risulterà chiaro che il conflitto sia inevitabile nelle relazioni umane e non va temuto. Verranno illustrate le cause principali dei conflitti e si comprenderà la funzione del conflitto nei cambiamenti positivi a livello personale e a livello aziendale. Verranno fornite informazioni su come evitare l'escalation di un conflitto, come riconoscere e utilizzare tre strategie di risoluzione unilaterale per spegnerlo sul nascere. 0MGT636 Guida al processo di cambiamento 3 E- learning Multilingua N N Per sopravvivere e prosperare nonostante i continui cambiamenti, le aziende e i singoli devono imparare a servirsi di nuove competenze. Devono essere elastici, flessibili e rapidi nel rispondere al cambiamento. Le aziende non possono affrontare le situazioni nel solito modo. Strategie reali e sperimentate non tengono conto della velocità con cui il mondo sta cambiando. 0MGT637 Gestione durante la fase di cambiamento 4 E- learning Multilingua N N Questo corso contiene lezioni sulla creazione di un progetto, la visione e la pianificazione del cambiamento e la comunicazione, il coinvolgimento dei dipendenti, l'implementazione, il progresso, il controllo del progresso e l'istituzionalizzazione del cambiamento. 0MGT638 Gestione dei processi di cambiamento in ambito aziendale 4,5 E- learning Multilingua N N

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

E. Bisetto e D. Bordignon per

E. Bisetto e D. Bordignon per Personal Branding pensare, creare e gestire un brand a cura di E. Bisetto e D. Bordignon per Cosa significa Personal Branding Come si fa Personal Branding Come coniugare Brand Personale e Brand Aziendale

Dettagli

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING Gianna Maria Agnelli Psicologa Clinica e Psicoterapeuta Clinica del Lavoro "Luigi Devoto Fondazione IRCCS Ospedale

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE. Progetto di formazione

FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE. Progetto di formazione FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE Progetto di formazione Questo progetto si articola in due diversi interventi: - un corso/laboratorio per

Dettagli

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Come gestire la scontistica per massimizzare la marginalità di Danilo Zatta www.simon-kucher.com 1 Il profitto aziendale è dato da tre leve: prezzo per

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Gli strumenti per una didattica inclusiva

Gli strumenti per una didattica inclusiva STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Ottilia Gottardi CTI Monza Est Gli strumenti per una didattica inclusiva Ottilia Gottardi CTI Monza Est PRINCIPI della PEDAGOGIA INCLUSIVA Tutti possono imparare;

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Metodologie di Analisi e Valutazione delle Posizioni e delle Prestazioni

Metodologie di Analisi e Valutazione delle Posizioni e delle Prestazioni HUMANWARE S.A.S. Via Tino Buazzelli, 51 00137 - Roma Tel.: +39 06 823861 Fax.:+39 06 233214866 Web: www.humanware.it Email: humanware@humanware.it Metodologie di Analisi e Valutazione delle Posizioni e

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno.

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Automotive Business Intelligence La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Prendere decisioni più consapevoli per promuovere la crescita del vostro business. Siete pronti ad avere

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

[moduli operativi di formazione] Ascolto attivo. Tecniche e suggerimenti per migliorare la propria comunicazione con gli altri.

[moduli operativi di formazione] Ascolto attivo. Tecniche e suggerimenti per migliorare la propria comunicazione con gli altri. [moduli operativi di formazione] Ascolto attivo Tecniche e suggerimenti per migliorare la propria comunicazione con gli altri. ASCOLTO ATTIVO Ogni giorno, passiamo il 49% del nostro tempo ascoltando. Ascoltiamo

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

Uno per tutti, tutti per uno.

Uno per tutti, tutti per uno. Uno per tutti, tutti per uno. Bologna, 09/02/2015 Dainese Roberto Educare attraverso il Cooperative Learning: stile attributivo e competenze metacognitive Chiara Trubini Marina Pinelli Psicologia - Università

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

su empatia, Liliana Jaramillo - Libro digitale GRATUITO-

su empatia, Liliana Jaramillo - Libro digitale GRATUITO- Attività e giochi su empatia, emozioni e conflitto Liliana Jaramillo - Libro digitale GRATUITO- Liliana Jaramillo Attività e giochi su empatia, emozioni e conflitto http://www.comunicazionepositiva.it

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

> RICERCA & FORMAZIONE < RAPPORT & SINTONIA

> RICERCA & FORMAZIONE < RAPPORT & SINTONIA RAPPORT & SINTONIA 1 RAPPORT Il termine rapport indica che esiste o che si è stabilita una reciproca comprensione tra due o più persone. Il sinonimo per tale concetto è sintonia o feeling. Per rapport,

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI AVVERTENZA SUGLI INVESTIMENTI AD ALTO RISCHIO: Il Trading sulle valute estere (Forex) ed i Contratti per Differenza (CFD) sono altamente speculativi, comportano un alto livello

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

GOVERNANCE & COMUNICAZIONE D IMPRESA IL PROCESSO DICOMUNICAZIONE. C. Bonasia

GOVERNANCE & COMUNICAZIONE D IMPRESA IL PROCESSO DICOMUNICAZIONE. C. Bonasia GOVERNANCE & COMUNICAZIONE D IMPRESA IL PROCESSO DICOMUNICAZIONE II LEZIONE C. Bonasia IL PROCESSO DI COMUNICAZIONE DIMENSIONE VERTICALE: top -down bottom - up DIMENSIONE ORIZZONTALE trasversale, tra persone

Dettagli

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Mergers & Acquisitions Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Di Michael May, Patricia Anslinger e Justin Jenk Un controllo troppo affrettato e una focalizzazione troppo rigida sono la

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY THE FUTURE IS CLOSER Il primo motore di tutte le nostre attività è la piena consapevolezza che il colore è

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

DISPENSA N. 18 MARKETING

DISPENSA N. 18 MARKETING 1 E PIANIFICAZIONE Per marketing si intende l'insieme di attività che servono per individuare a chi vendere, che cosa vendere e come vendere, con l'obiettivo di soddisfare í bisogni e i desideri del consumatore,

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

Dichiarazione dei diritti dell uomo

Dichiarazione dei diritti dell uomo Dichiarazione dei diritti dell uomo Politica dei diritti sul posto di lavoro Per noi è importante il rapporto che abbiamo con i nostri dipendenti. Il successo della nostra azienda dipende da ogni singolo

Dettagli

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione Percorsi didattico-educativi Sabato 7 febbraio 2009 Dr.ssa ANNA STROPPA psicologa e psicoterapeuta dell et età evolutiva GIUSE TIRABOSCHI

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO CHI SIAMO Sagitter One é la compagnia specializzata nel fornire soluzioni all avanguardia nel mercato dell ospitalità, della promozione agroalimentare, del marketing territoriale e dell organizzazione

Dettagli

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA Da dove nasce l'esigenza, per l'unione, di occuparsi di sicurezza sul lavoro? La sicurezza e la salute sul lavoro è uno degli aspetti più importanti

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli