LA CONSULENZA FINANZIARIA E IL RUOLO DEI PROFESSIONISTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA CONSULENZA FINANZIARIA E IL RUOLO DEI PROFESSIONISTI"

Transcript

1 LA CONSULENZA FINANZIARIA E IL RUOLO DEI PROFESSIONISTI LA CONSULENZA FINANZIARIA E IL RUOLO DEI PROFESSIONISTI Consulenza: definizione Che cos è la Consulenza Finanziaria La vision di COFIP Il ruolo del Consulente Finanziario Professionista (CFP) Il ruolo del Gestore Finanziario Strategico (GFS) Il ruolo del Consulente Finanziario Indipendente Concetto di consulenza finanziaria - Evoluzione normativa Consulenza in materia di valori mobiliari Consulenza in materia di investimenti in servizi finanziari Consulenza in materia di investimenti...6 Pagina 1 di 6

2 LA CONSULENZA FINANZIARIA E IL RUOLO DEI PROFESSIONISTI Dal concetto generico di Consulenza, al concetto di Consulenza Finanziaria. In previsione della nascita di nuove figure professionali già presenti all estero, COFIP ne delinea i compiti e le competenze. 1. Consulenza: definizione Consulènza - L attività del consulente, come prestazione singola o saltuaria di consigli e pareri da parte di un esperto su materie di propria competenza, o come prestazione continuativa e professionale. 1 La consulenza è «un insieme di attività, fornite dal consulente, che hanno lo scopo di aiutare il cliente a percepire, capire e agire sugli eventi che si verificano nel suo ambiente» ed è «il processo di consulenza stesso, quindi, ad aiutare il cliente a definire gli interventi diagnostici che consentiranno di impostare la corretta sequenza di passi risolutivi» 2. Si tratta di una consulenza generativa, la cui premessa fondamentale è rappresentata dal fatto che il cliente possiede, dall inizio e durante tutto il processo di consulenza, la responsabilità della osservazione e della formulazione attiva dei rimedi. Il consulente svolge il ruolo fondamentale di sostegno al cliente nell affinamento delle sue capacità di identificazione e risoluzione dei problemi posti in consulenza senza mai appropriarsene, ma anzi incoraggiandolo ad assumersi la responsabilità finale della decisione operativa e delle azioni da intraprendere. La consulenza è in sintesi una prestazione lavorativa offerta da una figura professionale che, avendo accertata esperienza e pratica in una materia, consiglia e assiste il proprio cliente nello svolgimento delle sue attività, fornendo informazioni e pareri. Compito del consulente è quindi, una volta acquisiti gli elementi che il cliente possiede già, di aggiungervi quei fattori della sua competenza, conoscenza e professionalità che possono promuoverne sviluppi nel senso desiderato. 2. Che cos è la Consulenza Finanziaria La Consulenza Finanziaria è un attività professionale rivolta ad investitori privati con l obiettivo di supportarli nella gestione del proprio patrimonio finanziario. Essa mira ad ottimizzare il profilo di rischio/rendimento del portafoglio mobiliare del cliente, riducendo al contempo i costi di gestione. La Consulenza Finanziaria non costituisce un attività di gestione dei fondi (effettuata dai soggetti autorizzati a compierla come Banche, Sgr, Sim), né un attività di distribuzione di prodotti finanziari (effettuata dalle strutture a ciò preposte come Banche, Reti di promotori finanziari, Agenti delle compagnie assicurative). In Italia la consulenza finanziaria non strumentale alla vendita di prodotti e/o servizi, è un'attività ancora in divenire. In altri paesi, dove la consulenza finanziaria ha radici più profonde, si sono sviluppate una serie di figure professionali con competenze bene delineate: il Chief Financial Officer e il Family Officer. Il primo (CFO), tra le altre, dispone di competenze da Investor Relation e Cost Reduction; il secondo è una figura a sostegno delle famiglie nella Cost Reduction e nel Risk Advising. Allo stesso modo, soprattutto nei paesi anglosassoni, si distingue ormai da tempo fra il 1 Vocabolario Treccani 2 Umberto Galimberti, Dizionario di Psicologia UTET Pagina 2 di 6

3 concetto di "analista" e quello di "pianificatore" finanziario. Il lavoro dell'analista finanziario è quello di studiare i vari dati: bilanci delle aziende, andamento dei prezzi, ecc. applicando una serie di metodologie che hanno lo scopo, riducendo il tutto ad un'estrema sintesi, di individuare le attività finanziarie con le migliori/peggiori prospettive. Il lavoro del pianificatore finanziario è quello di studiare i bisogni e le caratteristiche degli investitori, applicando una serie di metodologie che hanno lo scopo, sempre in estrema sintesi, di realizzare progetti d'investimento adeguati allo specifico investitore. Volendo semplificare ulteriormente, il pianificatore è assimilabile ad un architetto che fa il progetto di un edificio, l'analista ai tecnici che attuano il progetto. 3 In Italia questa distinzione non è ancora compresa e tantomeno sono state delineate e/o istituzionalizzate le figure professionali esterne ma analoghe nei compiti a quelle già presenti all estero. 3. La vision di COFIP All inizio del 2014 si è costituita COFIP - Associazione Consulenti Finanziari Professionisti. Grazie all intuizione e all impegno di un gruppo di professionisti provenienti dal mondo della finanza e della consulenza aziendale, è maturata la volontà di promuovere in Italia una nuova figura professionale, già presente nel resto del mondo avanzato, ma da noi ancora troppo poco diffusa. In sintesi, un professionista che affianchi le Aziende e le Famiglie nel fare bene il loro mestiere di clienti nei confronti degli operatori finanziari, colmando così le asimmetrie informative che esistono tra questi soggetti. Un intuizione derivante dalla semplice osservazione delle mutazioni recentemente intervenute nel tessuto economico, in cui il peso della finanza ha assunto una rilevanza fondamentale, anche a seguito delle restrizioni creditizie da parte del settore bancario. Una domanda latente che attende solo di essere soddisfatta da un offerta competente e professionale. Un vuoto da colmare. Oggigiorno, è impensabile che anche una piccola o micro azienda non disponga di competenze specializzate nella gestione finanziaria, e proprio per ovviare all eccessiva onerosità che costituirebbe l impiego di una professionalità full time, l assistenza saltuaria ma significativa di un professionista può risultare vincente. L impegno dell Associazione, quindi, è orientato sia a diffondere in Italia la cultura della gestione finanziaria professionale, anche tramite la figura professionale del Gestori Finanziario Strategico, sia a fornire gli strumenti di conoscenza ed operativi a coloro che, già inseriti nel mondo economico-finanziario, desiderino approfondire le loro competenze, con la possibilità di operare in un contesto organizzato e riconosciuto secondo quanto previsto dalla Legge sulle professioni (4/2013). Oltre a creare per i professionisti una nuova area di attività ad elevato valore aggiunto, con nuove opportunità di business, lo sviluppo e la diffusione di questa nuova professione potrà contribuire in maniera rilevante alla ripresa economica del Paese, perché aziende più solide finanziariamente e famiglie più consapevoli delle proprie scelte, sono presupposti indispensabili per un tessuto economico strutturalmente solido. 3 Alessandro Pedone, Cosa fa (o dovrebbe fare) un consulente finanziario?, ADUC Investire Informati, 5 agosto 2009 Pagina 3 di 6

4 4. Il ruolo del Consulente Finanziario Professionista (CFP) Il Consulente Finanziario Professionista, retribuito esclusivamente a parcella fissa, affianca il cliente nelle attività e nelle modalità caratteristiche della sua posizioni nei confronti degli intermediari: aiuta il cliente a fare bene il cliente. In campo aziendale, il CFP si rivolge prevalentemente verso quelle PMI la cui struttura non giustificherebbe l impiego di un CFO full time, ma della cui mancanza ne soffrono le conseguenze. Senza una adeguata pianificazione finanziaria, una capacità di proporsi al sistema creditizio e di negoziare le condizioni, le possibilità di successo (se non di sopravvivenza) di una PMI, si riducono fortemente. Per le famiglie il Consulente Finanziario Professionista rappresenta un soggetto in grado di affiancarle nella negoziazione delle condizioni e nella valutazione dei rischi, riducendo così i costi di gestione del portafoglio, ma soprattutto, garantendo che gli strumenti di risparmio e di investimento scelti, siano adeguati al loro profilo, sia patrimoniale sia psicologico. Grazie al supporto del CFP, il cliente sarà un buon cliente quando sarà in grado di: Controllare i rischi; Comprendere ciò che gli serve; Conoscere i prodotti del mercato (a cosa servono, perché e come si acquistano, soluzioni); Allineare la comprensione alla conoscenza; Negoziare i costi; Calcolare i costi e i rendimenti Queste doti acquisite permettono al cliente di maturare scelte consapevoli che gli consentiranno di vivere la gestione del denaro con tranquillità, evitando di prendere decisioni inefficienti e irrazionali dettate dall insicurezza. 5. Il ruolo del Gestore Finanziario Strategico (GFS) Ruolo diverso spetta al Gestore Finanziario Strategico, che deve essere in grado di individuare e selezionare le macro di investimento attraverso un asset allocation strategica. Questo grazie all utilizzo di strumenti efficienti presenti nei mercati finanziari e attentamente selezionati da Uffici studi e Ricerche indipendenti in linea con le specifiche caratteristiche ed esigenze del cliente. Allo stesso tempo, il GFS deve saper scegliere i prodotti (picking) per il cliente grazie ad una politica di gestione che prevede una selezione dei titoli seguendo uno stile bottom up, uno stile di gestione specializzato nella selezione di titoli di aziende prescelte indipendentemente dal settore di appartenenza, ma solo sulla base dei dati di bilancio. Il GFS, a differenza del CFP, è retribuito in base alle sue performance ( High Water Mark ). 6. Il ruolo del Consulente Finanziario Indipendente Il Consulente Finanziario Indipendente (CFI), professione al momento arenata per la mancanza di un Organismo che ne regoli l accesso e ne gestisca l albo, dovrebbe possedere allo stesso tempo le competenze dei due professionisti descritte in precedenza. In sostanza si dovrebbe occupare sia della consulenza, sia della gestione. Giuridicamente la figura professionale del Consulente Finanziario Indipendente fee only fa riferimento al contratto d'opera (articolo 2222 del codice civile) e si inquadra nella categoria dei Pagina 4 di 6

5 prestatori d'opera intellettuale così come disciplinato dagli articoli 2229 e seguenti del codice civile. In tale contesto il soggetto si obbliga, dietro corrispettivo e senza vincolo di subordinazione, ad eseguire un servizio o un'opera nei confronti del committente, con lavoro prevalentemente personale, indipendentemente dal risultato che sarà raggiunto (cosiddetta "obbligazione di mezzi"). Tale definizione permette di distinguere il Consulente Finanziario Indipendente da tutte le altre figure che, a vario titolo, lavorano in ambito finanziario come il private banker, il promotore finanziario o il broker. Il CFI, come il CFP, è remunerato esclusivamente dal cliente e non percepisce provvigioni e/o commissioni di alcun genere da banche, Sim (Società di Intermediazione Mobiliare), compagnie di assicurazione, Sgr (Società di Gestione del Risparmio), al contrario delle altre figure sopra menzionate. Opera pertanto in totale autonomia e indipendenza senza alcun conflitto d interesse, avendo come unico ed esclusivo obiettivo la soddisfazione del cliente. Il Consulente Finanziario Indipendente, quindi, non è un venditore, non è un promotore, non è un intermediario finanziario, ma è un esperto che lavora in forma completamente autonoma per consigliare le migliori soluzioni possibili sulla base di una componente oggettiva (migliori servizi a parità di costi, oppure minori costi a parità di servizi offerti) e di una soggettiva (ovvero le caratteristiche personali ed ogni tipo di esigenza del destinatario dei servizi), in relazione a investimenti, previdenza, finanziamenti, mutui, tesoreria, prodotti derivati. Aiuta e supporta i suoli clienti nella pianificazione e nelle scelte finanziarie. Può lavorare ad un singolo progetto (consulenza spot), oppure affiancare il cliente in via continuativa Concetto di consulenza finanziaria - Evoluzione normativa Nel corso degli anni, a livello nazionale e comunitario, la Consulenza Finanziaria ha subito varie interpretazioni normative. Da attività di intermediazione mobiliare e quindi di servizio di investimento (riservato a pochi operatori), la Consulenza Finanziaria è stata declassata a servizio accessorio e chiunque poteva prestare liberamente questo servizio. Poi, grazie alla Direttiva 2004/39/CE, la Consulenza Finanziaria è tornata ad essere nuovamente un attività riservata, inclusa tra i servizi e le attività di investimento, regolamentata e istituzionalizzata. 7.1 Consulenza in materia di valori mobiliari La prima caratterizzazione della Consulenza Finanziaria in Italia, è presente all interno della Legge n 1 del 2 gennaio La normativa distingueva due tipologie di attività di consulenza finanziaria: la consulenza in materia di valori mobiliari, ossia la consulenza sugli investimenti, e la consulenza in materia di struttura finanziaria, la cosiddetta finanza aziendale o corporate finance. La prima era considerata un attività di intermediazione mobiliare riservata alle Sim, alle banche e alla categoria degli agenti di cambio, e quindi assoggettata al rilascio di un apposita autorizzazione. La seconda rientrava fra i servizi accessori, esercitabile senza alcun tipo di registrazione. 7.2 Consulenza in materia di investimenti in servizi finanziari Una seconda fase di caratterizzazione del concetto di Consulenza Finanziaria, avviene a seguito del recepimento della Direttiva Europea 93/22/CEE relativa ai servizi di investimento nel settore dei valori mobiliari. L attività di consulenza in materia di investimenti in strumenti finanziari, viene declassata da servizio di investimento, e quindi riservato, a servizio accessorio. 4 Fabrizio Taccuso, Consulente finanziario indipendente, Professionisti.it, 24 aprile 2012 Pagina 5 di 6

6 Con tale impostazione chiunque poteva prestare liberamente questo servizio, non essendo assoggettato ad alcuna riserva di attività o ad alcuna autorizzazione. In una comunicazione Consob del 1999 emerge infatti come la prestazione del servizio di consulenza in materia di investimenti in strumenti finanziari è pertanto libera e può esplicarsi sia in forma individuale che in forma societaria Consulenza in materia di investimenti La terza e attuale caratterizzazione del concetto di Consulenza Finanziaria avviene a seguito dell entrata in vigore della Direttiva 2004/39/CE (MiFID) e del conseguente recepimento nel Testo Unico della Finanza (TUF). Una fase che riscontra una vera e propria evoluzione dell attività consulenziale. La consulenza in materia di investimenti torna ad essere attività riservata e viene nuovamente inclusa tra i servizi e le attività di investimento, per la cui prestazione è pertanto indispensabile ottenere la necessaria autorizzazione. La nuova direttiva inquadra quindi il servizio di consulenza in materia di investimenti nei servizi e attività di investimento (art. 1 comma 1 del TUF aggiornato), sottoponendo ad autorizzazione il suo svolgimento abituale a titolo professionale. Il servizio è specificamente individuato come la prestazione di raccomandazioni personalizzate ad un cliente, dietro sua richiesta o per iniziativa dell intermediario, riguardo ad una o più operazioni relative a strumenti finanziari. La raccomandazione è personalizzata quando è presentata come adatta per il cliente o è basata sulla considerazione delle caratteristiche del cliente. Una raccomandazione non è personalizzata se viene diffusa al pubblico mediante canali di distribuzione. Mentre quindi, da un lato, il servizio di consulenza può essere svolto da tutti gli intermediari autorizzati, è possibile che anche le persone fisiche possano svolgere la professione, a condizione di essere iscritte nell Albo dei consulenti finanziari, tra i cui requisiti vi è quello dell indipendenza (modello fee-only) 6. L evoluzione della disciplina percorre quindi una direttrice ben delineata, che comprende un educazione finanziaria del cliente e una consulenza indipendente di qualità. Il 16 gennaio del 2008, il Comitato Economico Europeo ha espresso il suo parere in merito al Libro verde sui servizi finanziari al dettaglio nel mercato unico, spiegando che solo i consumatori con un adeguata cultura finanziaria hanno una sufficiente comprensione di quanto possa essere complesso il soddisfacimento dei bisogni finanziari e possono di conseguenza apprezzare il valore aggiunto di una consulenza finanziaria competente e indipendente. È stata inoltre ripetutamente sottolineata l'importanza dell accesso all educazione e alla consulenza finanziaria chiedendo una maggiore regolamentazione nell ambito della consulenza 7. 5 Jonathan Figoli, Il concetto di Consulenza Finanziaria: l'evoluzione della normativa, Professione Finanza, 27/02/ Gianni Zorzi, Ottimizzazione di portafogli di ETF nell'approccio di consulenza finanziaria indipendente, Università degli Studi di Trieste, Maria Teresa Paracampo, ASCOSIM, La revisione della MiFID e degli scenari della consulenza finanziaria in Italia, 2 Forum Nazionale della Consulenza Finanziaria, 19 marzo 2012, Milano Pagina 6 di 6

La Consulenza Finanziaria in Italia attori e metodologia operativa

La Consulenza Finanziaria in Italia attori e metodologia operativa La Consulenza Finanziaria in Italia attori e metodologia operativa Se pensate che la cultura sia costosa, provate l ignoranza (Derek Book, già presidente dell Università di Harvard) La Consulenza Finanziaria

Dettagli

selezione degli investimenti: il valore aggiunto di una Sim di consulenza

selezione degli investimenti: il valore aggiunto di una Sim di consulenza Istanbul 30 settembre 2012 selezione degli investimenti: il valore aggiunto di una Sim di consulenza Davide Squarzoni Direttore Generale riservatezza Questo documento è la base per una presentazione orale,

Dettagli

La normativa regolamentare della consulenza finanziaria

La normativa regolamentare della consulenza finanziaria LA CONSULENZA FINANZIARIA La normativa regolamentare della consulenza finanziaria Edoardo Guffanti - Nunzia Melaccio Commissione Banche e Intermediari Finanziari ODEC Milano 22 marzo 2012 - Milano S.A.F.

Dettagli

consulenza finanziaria per gli investitori istituzionali: a che punto siamo? giuseppe patriossi 4 ottobre 2011 itinerari previdenziali

consulenza finanziaria per gli investitori istituzionali: a che punto siamo? giuseppe patriossi 4 ottobre 2011 itinerari previdenziali 4 ottobre 2011 consulenza finanziaria per gli investitori istituzionali: itinerari previdenziali le esigenze degli investitori istituzionali e le proposte del mercato: un connubio possibile? a che punto

Dettagli

SCHEDE DI APPROFONDIMENTO

SCHEDE DI APPROFONDIMENTO SCHEDE DI APPROFONDIMENTO I SERVIZI E LE ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO. ALCUNE NOZIONI. 1. LA NEGOZIAZIONE PER CONTO PROPRIO E QUELLA PER CONTO TERZI. CONTINUITÀ E NOVITÀ RISPETTO AL REGIME VIGENTE. 1.1 IL

Dettagli

Luca Zitiello Socio Zitiello e Associati Studio Legale

Luca Zitiello Socio Zitiello e Associati Studio Legale Luca Zitiello Socio Zitiello e Associati Studio Legale Impatto della MiFID sul sistema organizzativo interno degli intermediari. La consulenza e l impatto nell operatività dei promotori finanziari Milano,

Dettagli

Relatori: Fausto Fasciani

Relatori: Fausto Fasciani Relatori: Fausto Fasciani GLI ALBORI DELLA PROMOZIONE E DELLA CONSULENZA FINANZIARIA Alla fine degli anni 60 nascono i cosiddetti fondi atipici ed i Lussemburghesi storici Attività svolta da consulenti

Dettagli

Master Universitario in Family Banking

Master Universitario in Family Banking Master Universitario in Family Banking La fortuna non esiste, esiste il momento in cui il talento incontra l occasione. (Seneca) La storia ci insegna che ogni successo inizia con lo studio e tra le mura

Dettagli

La consulenza finanziaria nel private banking

La consulenza finanziaria nel private banking La consulenza finanziaria nel private banking Paolo Magnani Vice Direttore Generale Milano, 10.2.2011 Premessa 2 Il mondo è cambiato ma ancora noi non vogliamo accorgercene... Perchè il private banker

Dettagli

1. Premessa. 1. Comunicazione n. DIN/1083623 del 7 novembre 2001

1. Premessa. 1. Comunicazione n. DIN/1083623 del 7 novembre 2001 1. Premessa La realtà del settore finanziario ha registrato, in particolare negli ultimi anni, una chiara trasformazione della figura del promotore finanziario. Questi infatti, superando l originario ruolo

Dettagli

Istituzionali. Consulenza Finanziaria Indipendente

Istituzionali. Consulenza Finanziaria Indipendente Istituzionali Consulenza Finanziaria Indipendente Chi siamo Consultique SIM S.p.A. è stata fondata nel 2001 da Cesare Armellini, responsabile della finanza del Gruppo Armellini, componente di una importante

Dettagli

CONSULENZA E PROMOZIONE Cos è veramente scritto nella normativa

CONSULENZA E PROMOZIONE Cos è veramente scritto nella normativa CONSULENZA E PROMOZIONE Cos è veramente scritto nella normativa settembre 2009 A cura del Gruppo Giuridico The National Association of Fee Only Planners www.nafop.org info@nafop.org CONSULENTI INDIPENDENTI

Dettagli

[Via p.e.c.] DIVISIONE INTERMEDIARI Ufficio Vigilanza Imprese di Investimento

[Via p.e.c.] DIVISIONE INTERMEDIARI Ufficio Vigilanza Imprese di Investimento [Via p.e.c.] DIVISIONE INTERMEDIARI Ufficio Vigilanza Imprese di Investimento Procedimento: 6109/13 Destinatario: 427932 Spett.le SERVIZI EMITTENTI QUOTATI S.R.L. Via Privata Maria Teresa, 11 20123 MILANO

Dettagli

Global Wealth Advisory SIM SpA

Global Wealth Advisory SIM SpA Global Wealth Advisory SIM SpA Multi Family Office Indice Introduzione 3 Team 4 Offerta 5 Benchmark 6 Asset Allocation 7 Reporting 8 Performance Attribution 9 Risk Management 10 Conclusioni 11 Contatti

Dettagli

Economia ed Etica Giovedì 12 novembre 2015 Ore 17.30 Aula B via Università, 12

Economia ed Etica Giovedì 12 novembre 2015 Ore 17.30 Aula B via Università, 12 Economia ed Etica Giovedì 12 novembre 2015 Ore 17.30 Aula B via Università, 12 La deontologia professionale dei consulenti finanziari indipendenti e il quadro normativo nazionale e sovranazionale. Relatore:Michele

Dettagli

Master Universitario in Family Banking. Mediolanum Corporate University

Master Universitario in Family Banking. Mediolanum Corporate University Master Universitario in Family Banking Mediolanum Corporate University La fortuna non esiste, esiste il momento in cui il talento incontra l occasione. (Seneca) Family Banker. Quando i numeri diventano

Dettagli

Consulenza Finanziaria Indipendente Fee-Only. Dott. Massimiliano Siviero Analisi e Consulenza Finanziaria Indipendente

Consulenza Finanziaria Indipendente Fee-Only. Dott. Massimiliano Siviero Analisi e Consulenza Finanziaria Indipendente Consulenza Finanziaria Indipendente Fee-Only 1 Gli Gli interlocutori attori sul sul mercato Dipendenti Bancari e Postali Promotori Finanziari Assicuratori Traders Consulenti Finanziari Indipendenti Fee-Only

Dettagli

Strategia di classificazione della clientela relativamente ai servizi d investimento offerti dalla Banca Nazionale del Lavoro SpA

Strategia di classificazione della clientela relativamente ai servizi d investimento offerti dalla Banca Nazionale del Lavoro SpA relativamente ai servizi d investimento offerti dalla Banca Nazionale del Lavoro SpA Classification Policy PREMESSA, FONTI NORMATIVE ED OBIETTIVO DEL DOCUMENTO... 3 1. DEFINIZIONI... 3 1.1. CLIENTI PROFESSIONALI...

Dettagli

La consulenza in materia d investimenti : dalle tutele alle opportunità economiche. Alcune considerazioni della vigilanza.

La consulenza in materia d investimenti : dalle tutele alle opportunità economiche. Alcune considerazioni della vigilanza. CONVEGNO ASCOSIM Palazzo delle Stelline 1 FORUM NAZIONALE SULLA CONSULENZA FINANZIARIA La consulenza in materia d investimenti : dalle tutele alle opportunità economiche. Alcune considerazioni della vigilanza.

Dettagli

recepimento della Direttiva MiFID (2004/39/CE)

recepimento della Direttiva MiFID (2004/39/CE) Le principali novità introdotte con il recepimento della Direttiva MiFID (2004/39/CE) Direttiva 2004/39/CE ( dirett. di 1 livello ) Markets in Financial Instruments Directive o MiFID Direttiva 2006/73/CE

Dettagli

Relatori. Dott. Paolo Pepe Analisi & Mercati Fee Only Tel 06.45.48.10.63. Dott. Enrico Ales Analisi & Mercati Fee Only Tel 06.45.48.10.

Relatori. Dott. Paolo Pepe Analisi & Mercati Fee Only Tel 06.45.48.10.63. Dott. Enrico Ales Analisi & Mercati Fee Only Tel 06.45.48.10. Relatori Dott. Paolo Pepe Analisi & Mercati Fee Only Tel 06.45.48.10.63 Dott. Enrico Ales Analisi & Mercati Fee Only Tel 06.45.48.10.63 1 Analisi & Mercati Fee Only s.r.l. è una società di consulenza finanziaria

Dettagli

L ASSOCIAZIONE AIUTIAMO I CLIENTI A FARE BENE IL LORO MESTIERE DI «CLIENTI» www.cofip.pro

L ASSOCIAZIONE AIUTIAMO I CLIENTI A FARE BENE IL LORO MESTIERE DI «CLIENTI» www.cofip.pro L ASSOCIAZIONE AIUTIAMO I CLIENTI A FARE BENE IL LORO MESTIERE DI «CLIENTI» www.cofip.pro L ASSOCIAZIONE: SOMMARIO 1. Missione 2. Cosa fa il Consulente Finanziario Professionista (CFP)? 3. Cosa non può

Dettagli

Comunicazione DIN/0019719 del 13-3-2014. inviata alla società

Comunicazione DIN/0019719 del 13-3-2014. inviata alla società Comunicazione DIN/0019719 del 13-3-2014 inviata alla società OGGETTO: Richiesta di chiarimenti in merito alle attività esercitabili da parte di una SIM autorizzata a svolgere esclusivamente il servizio

Dettagli

ODCEC NAPOLI - CNDCEC DOTT. GIANFRANCO TORTORANO. I Dottori Commercialisti e l attività di consulenza finanziaria

ODCEC NAPOLI - CNDCEC DOTT. GIANFRANCO TORTORANO. I Dottori Commercialisti e l attività di consulenza finanziaria ODCEC NAPOLI - CNDCEC DOTT. GIANFRANCO TORTORANO I Dottori Commercialisti e l attività di consulenza finanziaria 5 novembre 2014 Come è cambiata la professione del Dottore Commercialista Approfondire il

Dettagli

PROFESSIONE PROMOTORE FINANZIARIO

PROFESSIONE PROMOTORE FINANZIARIO PROFESSIONE PROMOTORE FINANZIARIO 4 CAREER DAY CON ANASF Associazione Nazionale Promotori Finanziari 28 novembre 2012 Università di Macerata D.E.D 1 PERCHE ABBIAMO BISOGNO DI VOI 2 La figura professionale

Dettagli

SERVIZI PER I CONSULENTI FINANZIARI INDIPENDENTI

SERVIZI PER I CONSULENTI FINANZIARI INDIPENDENTI CHI SIAMO Consultique SIM è una società di analisi e consulenza finanziaria indipendente sotto il controllo di Consob e Banca d Italia, che eroga servizi a investitori privati (family office), aziende,

Dettagli

studi professionali finanziari indipendenti

studi professionali finanziari indipendenti studi professionali finanziari indipendenti SERVIZI dedicati www.consultique.com CHI SIAMO Consultique è leader in Italia nell analisi e consulenza finanziaria indipendenti fee only. La società è remunerata

Dettagli

VÉÇáâÄxÇét Y ÇtÇé tü t \Çw ÑxÇwxÇàx HOTEL SPRESIANO GIOVEDI 29 NOVEMBRE 2007

VÉÇáâÄxÇét Y ÇtÇé tü t \Çw ÑxÇwxÇàx HOTEL SPRESIANO GIOVEDI 29 NOVEMBRE 2007 VÉÇáâÄxÇét Y ÇtÇé tü t \Çw ÑxÇwxÇàx HOTEL SPRESIANO GIOVEDI 29 NOVEMBRE 2007 LA FINANZA DALLA PARTE DEL CLIENTE Tutela, pianificazione e controllo: il ruolo del Consulente Finanziario Indipendente dopo

Dettagli

Direttiva di primo livello, 2004/39/CE, (MiFID) relativa ai mercati degli strumenti finanziari.

Direttiva di primo livello, 2004/39/CE, (MiFID) relativa ai mercati degli strumenti finanziari. Torniamo ai nostri lettori con una edizione del nostro Bollettino Informativo interamente dedicata alla nuova disciplina comunitaria che riguarda i mercati, gli strumenti finanziari ed i servizi di investimento:

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI/STRUMENTI FINANZIARI. Divisione Banca dei Territori

LINEE GUIDA PER LA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI/STRUMENTI FINANZIARI. Divisione Banca dei Territori LINEE GUIDA PER LA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI/STRUMENTI FINANZIARI Divisione Banca dei Territori Ottobre 2010 INDICE 1 PREMESSA... 3 2 LINEE GUIDA E CRITERI PER LA SELEZIONE DI EMITTENTI DI PRODOTTI/STRUMENTI

Dettagli

CHI SIAMO MISSION GOVERNANCE SERVIZI STRUTTURA ORGANIZZATIVA

CHI SIAMO MISSION GOVERNANCE SERVIZI STRUTTURA ORGANIZZATIVA IL NOSTRO LAVORO SI BASA SULLA FIDUCIA DEI CLIENTI. PER QUESTO FONDAMENTALE È IL RISPETTO DELLE NORME E LA TOTALE TRASPARENZA NELLO SVOLGIMENTO DELLA NOSTRA ATTIVITÀ. CHI SIAMO MISSION GOVERNANCE SERVIZI

Dettagli

POLICY DI CLASSIFICAZIONE DELLA CLIENTELA. Versione 8.0 del 14/03/2014. Approvata dal CDA nella seduta del 21/03/2014

POLICY DI CLASSIFICAZIONE DELLA CLIENTELA. Versione 8.0 del 14/03/2014. Approvata dal CDA nella seduta del 21/03/2014 POLICY DI CLASSIFICAZIONE DELLA CLIENTELA Versione 8.0 del 14/03/2014 Approvata dal CDA nella seduta del 21/03/2014 e-mail: banca@bancadiimola.it - www.bancadiimola.it - Aderente al Fondo Interbancario

Dettagli

HCINQUE. Descrizione sintetica

HCINQUE. Descrizione sintetica HCINQUE Descrizione sintetica La Consulenza Finanziaria Indipendente è stata finalmente accettata anche in Italia così come negli Stati Uniti, dove esiste da 30 anni, e come in molti altri Paesi dove la

Dettagli

GESTIONI DI PORTAFOGLI: LA NUOVA DISCIPLINA IVA.

GESTIONI DI PORTAFOGLI: LA NUOVA DISCIPLINA IVA. S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO PRODOTTI E SERVIZI FINANZIARI: RECENTI NOVITÀ IN MATERIA DI IMPOSTE INDIRETTE GESTIONI DI PORTAFOGLI: LA NUOVA DISCIPLINA IVA. EDOARDO GUFFANTI 18 Aprile

Dettagli

MIFID Markets in Financial Instruments Directive

MIFID Markets in Financial Instruments Directive MIFID Markets in Financial Instruments Directive Il 1 1 Novembre 2007 è stata recepita anche in Italia, attraverso il Decreto Legislativo del 17 Settembre 2007 n.164n.164,, la Direttiva Comunitaria denominata

Dettagli

6^ Commissione Finanze e tesoro - Senato della Repubblica

6^ Commissione Finanze e tesoro - Senato della Repubblica 6^ Commissione Finanze e tesoro - Senato della Repubblica Indagine conoscitiva sulle condizioni del sistema bancario e finanziario italiano e la tutela del risparmio Audizione del Presidente di Ascosim

Dettagli

Avv. Fabio Civale. Docente AIRA Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio Roma, 3 aprile 2009

Avv. Fabio Civale. Docente AIRA Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio Roma, 3 aprile 2009 Docente AIRA Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio Roma, 3 aprile 2009 I SERVIZI E LE ATTIVITA DI INVESTIMENTO NELLA DISCIPLINA MiFID Linee dell intervento A. Classificazione della clientela

Dettagli

Appunti sul libro Economia della banca I SERVIZI DI INVESTIMENTO

Appunti sul libro Economia della banca I SERVIZI DI INVESTIMENTO Appunti sul libro Economia della banca I SERVIZI DI INVESTIMENTO I SERVIZI DI INVESTIMENTO Tali investimenti danno origine alla raccolta bancaria indiretta, termine con il quale si identificano alcuni

Dettagli

La Finanza PROTEGGITI DAL CONFLITTO D INTERESSE INDIPENDENTE N. 16 ANNO IV

La Finanza PROTEGGITI DAL CONFLITTO D INTERESSE INDIPENDENTE N. 16 ANNO IV INSERTO Speciale Risparmiatori La Finanza INDIPENDENTE N. 16 ANNO IV PROTEGGITI DAL CONFLITTO D INTERESSE Che cos è il conflitto di interesse Se ne sente parlare ogni giorno ma quali rischi comporta per

Dettagli

Global Wealth Advisory SIM SpA

Global Wealth Advisory SIM SpA Global Wealth Advisory SIM SpA 2 Indice Introduzione 3 Team 4 Offerta 6 Benchmark 7 Asset Allocation 8 Reporting 9 Performance Attribution 10 Risk Management 11 Conclusioni 12 Contatti 13 Pagina 2 3 Introduzione

Dettagli

Fondi aperti Caratteri

Fondi aperti Caratteri Fondi aperti Caratteri Patrimonio variabile Quota valorizzata giornalmente in base al net asset value (Nav) Investimento in valori mobiliari prevalentemente quotati Divieti e limiti all attività d investimento

Dettagli

La consulenza Finanziaria

La consulenza Finanziaria Convegno AIPB/ODCEC La consulenza Finanziaria Dott. Federico Taddei 22/03/2012 - luogo S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Agenda Modello di servizio e analisi delle criticità Modelli di servizio

Dettagli

POLICY DI CLASSIFICAZIONE DELLA CLIENTELA

POLICY DI CLASSIFICAZIONE DELLA CLIENTELA POLICY DI CLASFICAZIONE DELLA CLIENTELA Approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 25 giugno 2015 INDICE 1. PREMESSA...1 2. CATEGORIE DI CLIENTI PREVISTE DALLA MIFID...2 3. CRITERI DI CLASFICAZIONE

Dettagli

Global Wealth Advisory SIM SpA

Global Wealth Advisory SIM SpA Global Wealth Advisory SIM SpA Multi Family Office Indice Introduzione 3 Team 4 Offerta 5 Benchmark 7 Asset Allocation 8 Reporting 9 Performance Attribution 10 Risk Management 11 Conclusioni 12 Contatti

Dettagli

http://www.newsoftsrl.it

http://www.newsoftsrl.it Applicazione software per la Consulenza Finanziaria secondo la normativa MiFID http://www.newsoftsrl.it 1 MiFid Markets in Financial Instruments Directive MiFid e' la direttiva 2004/39/Ce relativa ai mercati

Dettagli

SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 15

SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 15 987-88-386-6873-9 Saunders, Cornett, Anolli, Alemanni, Economia degli intermediari finanziari 4e 2015 McGraw-Hill Education (Italy) S.r.l. SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 15 1. Le società di intermediazione

Dettagli

Difesa del risparmio e rapporto con le banche

Difesa del risparmio e rapporto con le banche EDUCAZIONE FINANZIARIA Difesa del risparmio e rapporto con le banche CUCE Dr. Vincenzo Difesa del risparmio e rapporto con le banche Legenda: Il Risparmio, Manifesto per la tutela del risparmio Oltre la

Dettagli

18 novembre 2014. La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina

18 novembre 2014. La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina 18 novembre 2014 La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina Costruire un portafoglio? REGOLE BASE IDENTIFICARE GLI OBIETTIVI INVESTIMENTO E RISCHIO IDONEO ORIZZONTE TEMPORALE Asset allocation Diversificazione

Dettagli

Studio di consulenza finanziaria indipendente. Amministratore Unico Dott. Fabio Perna Iscritto NAFOP Affiliato Ufficio Studi Consultique Sim SpA

Studio di consulenza finanziaria indipendente. Amministratore Unico Dott. Fabio Perna Iscritto NAFOP Affiliato Ufficio Studi Consultique Sim SpA Studio di consulenza finanziaria indipendente Amministratore Unico Dott. Fabio Perna Iscritto NAFOP Affiliato Ufficio Studi Consultique Sim SpA Grazie per la tua attenzione: sono Fabio Perna, 40 anni,

Dettagli

Modelli di servizio e criticità (l esperienza di Ersel SIM S.p.A.)

Modelli di servizio e criticità (l esperienza di Ersel SIM S.p.A.) LA CONSULENZA FINANZIARIA Modelli di servizio e criticità (l esperienza di Ersel SIM S.p.A.) Dott. Federico Taddei 11 maggio 2012 - Milano S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Agenda Modello

Dettagli

Documento sulla politica di gestione dei conflitti di interesse e informativa ai clienti sui conflitti di interesse non eliminabili

Documento sulla politica di gestione dei conflitti di interesse e informativa ai clienti sui conflitti di interesse non eliminabili BANCA POPOLARE DEL LAZIO Soc. Coop. per azioni Sede sociale e Direzione Generale Via Martiri delle Fosse Ardeatine, 9 00049 VELLETRI (Roma) Iscr. Registro Imprese di Roma al n. 04781291002 Iscritta al

Dettagli

Il servizio di consulenza avanzata in materia di investimenti

Il servizio di consulenza avanzata in materia di investimenti Il servizio di consulenza avanzata in materia di investimenti Milano, 27 giugno 2013 Prof. Emanuele Maria Carluccio Prof. Paolo Antonio Cucurachi Le legittime esigenze del cliente Dal proprio consulente

Dettagli

Consultique Supporto, assistenza e formazione ai consulenti finanziari indipendenti

Consultique Supporto, assistenza e formazione ai consulenti finanziari indipendenti Consultique Supporto, assistenza e formazione ai consulenti finanziari indipendenti Chi siamo Consultique SIM SpA è nata per iniziativa del Gruppo Armellini, che partecipa alcune delle realtà imprenditoriali

Dettagli

Bisogno di investimento del risparmio

Bisogno di investimento del risparmio Bisogno di investimento del risparmio Domanda e Offerta di strumenti di investimento del risparmio Bisogno di investimento Strumenti bancari (contratti bilaterali) depositi tempo; PcT; CD Strumenti di

Dettagli

Le prospettive dell Albo dei Consulenti Finanziari

Le prospettive dell Albo dei Consulenti Finanziari Le prospettive dell Albo dei Consulenti Finanziari 5 Forum Nazionale sulla Consulenza Finanziaria Milano, 22 aprile 2015 «Bisogna conoscere il passato per capire il presente e, nei limiti dell'umano, orientare

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Introduzione... 1

INDICE SOMMARIO. Introduzione... 1 SOMMARIO Introduzione... 1 CAPITOLO 1 I SERVIZI E LE ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO 1. L elenco dei servizi (e delle attività) di investimento... 9 2. Gli strumenti finanziari... 10 3. La nozione di prodotto

Dettagli

POLICY DI CLASSIFICAZIONE DELLA CLIENTELA. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI CLASSIFICAZIONE DELLA CLIENTELA. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI CLASSIFICAZIONE DELLA CLIENTELA Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA, FONTI NORMATIVE ED OBIETTIVO DEL DOCUMENTO... 3 1. CATEGORIE DI CLIENTELA...

Dettagli

CONSULENZA INDIPENDENTE: ASCOSIM E LA PROPOSTA DI REVISIONE DELLA MIFID.

CONSULENZA INDIPENDENTE: ASCOSIM E LA PROPOSTA DI REVISIONE DELLA MIFID. CONSULENZA INDIPENDENTE: ASCOSIM E LA PROPOSTA DI REVISIONE DELLA MIFID. Successo per l'evento dell'associazione presieduta da Zeno D'Acquarone con l'intervento di Abi, Consob, Mef, Aifa, Assoreti e Bankitalia

Dettagli

LE ATTIVITÀ DEI PROFESSIONISTI

LE ATTIVITÀ DEI PROFESSIONISTI LE ATTIVITÀ DEI PROFESSIONISTI LE ATTIVITÀ DEI PROFESSIONISTI... 2 1. CONSULENZA GENERICA E CONSULENZA PROFESSIONALE O PERSONALIZZATA... 2 1.1 Il cliente e l educazione finanziaria... 2 1.2 La consulenza

Dettagli

Prof. Carlo Salvatori 1. UNA VISIONE D ASSIEME 5. BANCA VERSUS MERCATO. UniversitàdegliStudidiParma

Prof. Carlo Salvatori 1. UNA VISIONE D ASSIEME 5. BANCA VERSUS MERCATO. UniversitàdegliStudidiParma UniversitàdegliStudidiParma Banca e Finanza in Europa Prof. 1 5. BANCA VERSUS MERCATO 1. Una visione d assieme 2. I mercati: le tipologie 3. I mercati creditizi: gli intermediari 4. Gli intermediari in

Dettagli

Comunicazione del 31 marzo 2014 SIM e gruppi di SIM: applicazione della nuova normativa prudenziale europea

Comunicazione del 31 marzo 2014 SIM e gruppi di SIM: applicazione della nuova normativa prudenziale europea Comunicazione del 31 marzo 2014 SIM e gruppi di SIM: applicazione della nuova normativa prudenziale europea 1. Premessa Dal 1 gennaio 2014 è applicabile la nuova disciplina armonizzata per le banche e

Dettagli

CODICE ETICO 1. PREMESSA

CODICE ETICO 1. PREMESSA 1. PREMESSA a. Le Sim di Consulenza e le Società di Consulenza Finanziaria associate ad ASCOSIM ( le società ) concordano sui principi contenuti nel presente Codice Etico ( Codice ) e si impegnano applicarne

Dettagli

REVISIONE DELLA DISCIPLINA SECONDARIA IN MATERIA DI GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO

REVISIONE DELLA DISCIPLINA SECONDARIA IN MATERIA DI GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO Vigilanza bancaria e finanziaria REVISIONE DELLA DISCIPLINA SECONDARIA IN MATERIA DI GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO MODIFICHE AL REGOLAMENTO SULLA GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO IN MATERIA DI APPROVAZIONE

Dettagli

Relatori. Dott.ssa Donatella Cajano. Dott. Paolo Pepe. Dott. Enrico Ales. Tel 06.45.48.10.63

Relatori. Dott.ssa Donatella Cajano. Dott. Paolo Pepe. Dott. Enrico Ales. Tel 06.45.48.10.63 Relatori Dott.ssa Donatella Cajano Dott. Paolo Pepe Dott. Enrico Ales Analisi & Mercati Fee Only S.r.l. Tel 06.45.48.10.63 1 Analisi & Mercati Fee Only s.r.l. è una società di consulenza finanziaria indipendente

Dettagli

Commissione Finanze e tesoro Senato della Repubblica

Commissione Finanze e tesoro Senato della Repubblica Commissione Finanze e tesoro Senato della Repubblica Indagine conoscitiva sulle condizioni del sistema bancario e finanziario italiano e la tutela del risparmio Audizione del Presidente dell Assoreti dott.

Dettagli

Risoluzione n. 343/E

Risoluzione n. 343/E Risoluzione n. 343/E Roma, 04 agosto 2008 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Richiesta di consulenza giuridica. Articolo 10, n. 4, D.P.R. n. 633 del 1972. Regime IVA applicabile ai servizi

Dettagli

OBIETTIVI E MODELLI TEORICI DI VIGILANZA. Giuseppe G. Santorsola EIF 1

OBIETTIVI E MODELLI TEORICI DI VIGILANZA. Giuseppe G. Santorsola EIF 1 OBIETTIVI E MODELLI TEORICI DI VIGILANZA Giuseppe G. Santorsola EIF 1 Fondamenti del sistema di controlli sul sistema finanziario Ex-ante adverse selection MERCATI FINANZIARI asimmetrie informative Ex-post

Dettagli

Il presente e il futuro della Professione Finanziaria in Italia

Il presente e il futuro della Professione Finanziaria in Italia Conferenza istituzionale Il presente e il futuro della Professione Finanziaria in Italia D o c e n t e : Marco Oriani P r o f. O r d i n a r i o d i E c o n o m i a d e g l i i n t e r m e d i a r i f

Dettagli

Fondi aperti Caratteri

Fondi aperti Caratteri Fondi aperti Caratteri Patrimonio variabile Quota valorizzata giornalmente in base al net asset value (Nav) Investimento in valori mobiliari prevalentemente quotati Divieti e limiti all attività d investimento

Dettagli

Indipendenza, Innovazione e Trasparenza a servizio dei nostri clienti. E-mail: info@finanza-indipendente.com Sito: www.finanza-indipendente.

Indipendenza, Innovazione e Trasparenza a servizio dei nostri clienti. E-mail: info@finanza-indipendente.com Sito: www.finanza-indipendente. Studio Consulting Indipendenza, Innovazione e Trasparenza a servizio dei nostri clienti. E-mail: info@finanza-indipendente.com Sito: www.finanza-indipendente.com Obiettivi Studio di L obiettivo: Lo studio

Dettagli

Chi è il Consulente Finanziario Indipendente Fee-Only associato NAFOP?

Chi è il Consulente Finanziario Indipendente Fee-Only associato NAFOP? CONSULENZA FINANZIARIA INDIPENDENTE FEE-ONLY: UN SERVIZIO ETICO PER TUTTI GLI INVESTITORI CHE VOGLIANO RISPARMIARE COSTI INUTILI INVESTENDO SU PRODOTTI FINANZIARI EFFICIENTI Chi è il Consulente Finanziario

Dettagli

OSSERVAZIONI SUL DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE CONSOB REGOLAMENTO INTERMEDIARI RECEPIMENTO DELLA DIRETTIVA 2004/39/CE (MIFID)

OSSERVAZIONI SUL DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE CONSOB REGOLAMENTO INTERMEDIARI RECEPIMENTO DELLA DIRETTIVA 2004/39/CE (MIFID) Roma, 15 settembre 2007 OSSERVAZIONI SUL DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE CONSOB REGOLAMENTO INTERMEDIARI RECEPIMENTO DELLA DIRETTIVA 2004/39/CE (MIFID) L ANIA ha esaminato i contenuti della documentazione pubblicata

Dettagli

Catalogo Corsi 2015. Progetti formativi. Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 (certificato N IT02/228)

Catalogo Corsi 2015. Progetti formativi. Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 (certificato N IT02/228) Catalogo Corsi 2015 Progetti formativi Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 (certificato N IT02/228) AREA REGOLAMENTAZIONE (Rischi, Bilancio, Controlli e Legale) a) Normativa antiriciclaggio e terrorismo

Dettagli

asset management wealth management family office

asset management wealth management family office asset management wealth management family office asset management wealth management family office 03 05 06 09 14 15 16 Chi siamo Punti distintivi Team Wealth Management Family Office Asset Management Finlabo

Dettagli

Avv. Sergio Maria Battaglia. Docente AIRA Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio Roma, 28 marzo 2009

Avv. Sergio Maria Battaglia. Docente AIRA Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio Roma, 28 marzo 2009 Avv. Sergio Maria Battaglia Docente AIRA Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio Roma, 28 marzo 2009 IL CONTRATTO DI INVESTIMENTO: principi e regole di comportamento nelle trattative La disciplina

Dettagli

CORPORATE. Sei giorni full time di formazione operativa per fornire nuovi servizi di consulenza alle aziende. www.consultique.com

CORPORATE. Sei giorni full time di formazione operativa per fornire nuovi servizi di consulenza alle aziende. www.consultique.com ASTER CORPORATE Sei giorni full time di formazione operativa per fornire nuovi servizi di consulenza alle aziende www.consultique.com Chi siamo Consultique è leader in Italia nell analisi e consulenza

Dettagli

L esperienza fa la differenza. Perizie

L esperienza fa la differenza. Perizie L esperienza fa la differenza Chi siamo Consultique S.p.A., fondata nel 2001, è leader in Italia nella analisi, ricerca e consulenza finanziaria indipendente "fee only", remunerata esclusivamente a parcella

Dettagli

[Le modifiche introdotte dalla direttiva Mifid nell ordinamento italiano]

[Le modifiche introdotte dalla direttiva Mifid nell ordinamento italiano] Dipartimento di Scienze giuridiche CERADI Centro di ricerca per il diritto d impresa [Le modifiche introdotte dalla direttiva Mifid nell ordinamento italiano] [Faustini Eleonora] [giugno 2008] Luiss Guido

Dettagli

PRASSI DI RIFERIMENTO UNI/PdR 10.4:2014

PRASSI DI RIFERIMENTO UNI/PdR 10.4:2014 PRASSI DI RIFERIMENTO UNI/PdR 10.4:2014 Profili professionali presenti nelle banche commerciali - Requisiti di conoscenza, capacità e competenza - Area Finanza Banking sector job profiles - Knowledge,

Dettagli

Advantage. Skills. European. Program. Financial Advisor

Advantage. Skills. European. Program. Financial Advisor Advantage Skills Advantage Skills European Financial Advisor Program Il Corso Advantage Skills (European Financial Advisor Program) è un corso di alta qualificazione professionale, rivolto a chi opera

Dettagli

FONDI COMUNI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI

FONDI COMUNI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI (in vigore dal 15 aprile 2015) FONDI COMUNI Il presente Regolamento è stato approvato dall organo

Dettagli

La Direttiva Mifid. Principali novità e procedure di adeguamento. Avv. Fabio Civale Milano, 17 aprile 2007

La Direttiva Mifid. Principali novità e procedure di adeguamento. Avv. Fabio Civale Milano, 17 aprile 2007 La Direttiva Mifid Principali novità e procedure di adeguamento Milano, 17 aprile 2007 1 Linea dell intervento A. La Direttiva MIFID B. Regole di condotta e categorie di clientela C. Valutazione di adeguatezza

Dettagli

Le prospettive dell Albo dei Consulenti finanziari

Le prospettive dell Albo dei Consulenti finanziari Le prospettive dell Albo dei Consulenti finanziari IV Forum Nazionale sulla Consulenza Finanziaria ASCOSIM Relatore: Joe Capobianco Direttore Generale APF Milano, 10 aprile 2014 Agenda o La funzione del

Dettagli

PROMOTRICE e PROMOTORE FINANZIARIO

PROMOTRICE e PROMOTORE FINANZIARIO Aggiornato il 9 luglio 2009 PROMOTRICE e PROMOTORE FINANZIARIO 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 6 5. COMPETENZE... 7 Quali competenze sono necessarie?...

Dettagli

Presentazione... Legenda delle abbreviazioni, acronimi ed espressioni di uso comune utilizzate nel testo.

Presentazione... Legenda delle abbreviazioni, acronimi ed espressioni di uso comune utilizzate nel testo. INDICE SOMMARIO Presentazione... Legenda delle abbreviazioni, acronimi ed espressioni di uso comune utilizzate nel testo. V XVII Introduzione LA DISCIPLINA DEL MERCATO FINANZIARIO TRA RIFORME E CONTRORIFORME

Dettagli

SERVIZI DI INVESTIMENTO - LE NUOVE NORME DI COMPORTAMENTO NEI CONFRONTI DEI CLIENTI

SERVIZI DI INVESTIMENTO - LE NUOVE NORME DI COMPORTAMENTO NEI CONFRONTI DEI CLIENTI maggio 2007 SERVIZI DI INVESTIMENTO - LE NUOVE NORME DI COMPORTAMENTO NEI CONFRONTI DEI CLIENTI INTRODUZIONE La MiFID (Markets in Financial Instruments Directive) affronta in modo globale la disciplina

Dettagli

IL SERVIZIO DI CONSULENZA FINANZIARIA. Avv. Luca Zitiello, 22 settembre 2011

IL SERVIZIO DI CONSULENZA FINANZIARIA. Avv. Luca Zitiello, 22 settembre 2011 IL SERVIZIO DI CONSULENZA FINANZIARIA Avv. Luca Zitiello, 22 settembre 2011 1 Inquadramento normativo - la Mifid La Mifid ha introdotto nuove ed importanti modifiche alla disciplina del servizio di consulenza

Dettagli

RISPARMIO GESTITO E COMPAGNIE ASSICURATIVE TRA MATEMATICA E REGOLAMENTI

RISPARMIO GESTITO E COMPAGNIE ASSICURATIVE TRA MATEMATICA E REGOLAMENTI RISPARMIO GESTITO E COMPAGNIE ASSICURATIVE TRA MATEMATICA E REGOLAMENTI Il contesto La complessità degli strumenti finanziari e assicurativi è andata crescendo negli ultimi anni, da una lato con effetti

Dettagli

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento Sezione Terza I Fondi comuni di investimento 369. Nella valutazione dei beni del fondo comune di investimento, il valore degli strumenti finanziari ammessi alle negoziazioni su mercati regolamentati è

Dettagli

Santander Private Banking Italia

Santander Private Banking Italia Presentazione commerciale Settembre 2010 Italia Presentazione a A.N.P.E.C. 1 Presentación del Banco Messaggio pubblicitario con finalità promozionali Una banca di cui fidarsi* > Sono molte le ragioni per

Dettagli

Fondo Zenit Minibond. Fondo Minibond. La finanza italiana al servizio dell economia italiana

Fondo Zenit Minibond. Fondo Minibond. La finanza italiana al servizio dell economia italiana Fondo Minibond Fondo Zenit Minibond Fondo obbligazionario per investire nello sviluppo delle PMI italiane La finanza italiana al servizio dell economia italiana -Zenit SGR, i nostri valori INDIPENDENTI

Dettagli

Policy. Sulla classificazione della clientela. Compilato da : Banca Popolare Valconca Soc.Coop. per azioni La Direzione Visto

Policy. Sulla classificazione della clientela. Compilato da : Banca Popolare Valconca Soc.Coop. per azioni La Direzione Visto Policy Sulla classificazione della clientela Data ultima modifica 29/03/2016 Compilato da : Banca Popolare Valconca Soc.Coop. per azioni La Direzione Visto Approvato da : Consiglio di Amministrazione Massimo

Dettagli

Indice DAL PRIMO MINIBOND ITALIANO AL FONDO PROGETTO MINIBOND ITALIA: IL RUOLO 1 DI ADVISOR DI ADB

Indice DAL PRIMO MINIBOND ITALIANO AL FONDO PROGETTO MINIBOND ITALIA: IL RUOLO 1 DI ADVISOR DI ADB Indice DAL PRIMO MINIBOND ITALIANO AL FONDO PROGETTO MINIBOND ITALIA: IL RUOLO 1 DI ADVISOR DI ADB Chi siamo Consulenza di Investimento ADB Analisi Dati Borsa mette a disposizione dei suoi Clienti il know-how

Dettagli

Modello di Business e Servizi di Consulenza

Modello di Business e Servizi di Consulenza Modello di Business e Servizi di Consulenza L Advisor Finanziario specializzato nell Analisi Fondamentale e nel Rischio di Credito Crediamo nella supremazia della Conoscenza. Crediamo nelle forza delle

Dettagli

RESOCONTO DELLA CONSULTAZIONE. Luglio 2012

RESOCONTO DELLA CONSULTAZIONE. Luglio 2012 Modifiche al regolamento congiunto Banca d Italia Consob (di seguito regolamento ) per il recepimento della direttiva 2010/76 (CRD 3) in materia di politiche e prassi di remunerazione e incentivazione

Dettagli

GLI INVESTITORI ISTITUZIONALI

GLI INVESTITORI ISTITUZIONALI GLI INVESTITORI ISTITUZIONALI ASPETTI GENERALI E IL CASO DEI FONDI COMUNI Lezione 17, CAPITOLO 19 1 SAPRESTE RISPONDERE A QUESTA DOMANDA? Supponete di avere deciso d iniziare a risparmiare per la pensione,

Dettagli

SERVIZI PER LE AZIENDE

SERVIZI PER LE AZIENDE CHI SIAMO Consultique SIM è una società di analisi e consulenza finanziaria indipendente sotto il controllo di Consob e Banca d Italia, che eroga servizi a investitori privati (family office), aziende,

Dettagli

CONFORMIS IN FINANCE S.R.L Via Carroccio, 16 20123 Milano P.IVA/C.F. 07620150966

CONFORMIS IN FINANCE S.R.L Via Carroccio, 16 20123 Milano P.IVA/C.F. 07620150966 CONFORMIS IN FINANCE S.R.L Via Carroccio, 16 20123 Milano P.IVA/C.F. 07620150966 Tel: 0287186784 Fax: 0287161185 info@conformisinfinance.it pec@pec.conformisinfinance.it www.conformisinfinance.it Obiettivi

Dettagli

La gestione della raccolta bancaria (parte III) Corso di Economia delle Aziende di Credito Prof. Umberto Filotto a.a. 2010/2011

La gestione della raccolta bancaria (parte III) Corso di Economia delle Aziende di Credito Prof. Umberto Filotto a.a. 2010/2011 La gestione della raccolta bancaria (parte III) Corso di Economia delle Aziende di Credito Prof. Umberto Filotto a.a. 2010/2011 La raccolta indiretta Banca Soggetti economici (famiglie, imprese) Diversa

Dettagli

Policy di Classificazione della Clientela

Policy di Classificazione della Clientela Policy di Classificazione della Clientela INDICE 1. CONTENUTI DEL DOCUMENTO... 3 2. RIFERIMENTI RMATIVI... 3 3. CATEGORIE DI CLIENTELA... 4 3.1 Clientela professionale... 4 3.2 Controparti qualificate...

Dettagli