Fondo Progetto MiniBond Italia Ora anche i Piccoli possono Volare

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fondo Progetto MiniBond Italia Ora anche i Piccoli possono Volare"

Transcript

1 Fondo Progetto MiniBond Italia Ora anche i Piccoli possono Volare ZenitSGR -Promotoree Gestoredel FondoPMI Zenit SGR è una Società di Gestione del Risparmio indipendente, nata nel 1995 e specializzata nell Asset e Wealth Management per Clientela Privata e per Investitori Professionali con Asset under Management and Advisor pari a circa 750 milioni(novembre 2015). Zenit SGR vanta un approfondita conoscenza dei mercati obbligazionari ed azionario italiano e consolidate relazioni con il management delle Società oggetto di investimento, principalmente small/medium cap. Negli anni sono state sviluppate collaborazioni e partnership con una pluralità di istituzioni finanziarie, in particolare banche di piccole e medie dimensioni, fortemente radicate sul territorio e con le principali Società di consulenza specializzate sulle PMI italiane. OICR SICAV Advisory Gestioni individuali Mandati Istituzionali Indipendenza Professionalità Camera di Commercio di Modena 28 gennaio INVESTITORI ISTITUZIONALI 746 mln AuM & ADVISORY 20 ANNI DI STORIA 27 RICONOSCIMENTI DAL 2006 AD OGGI 2 1

2 Nasce il mercato dei Minibond Novità normative Mercato dei MiniBond Dove siamo? Decreto Sviluppo e Sviluppo Bis Decreto Destinazione Italia Decreto Competitività Eliminazione dei limiti previsti dall art Lato Emittente: deducibilità degli interessi passivi e delle spese emissione titoli Lato Investitore: esenzione della ritenuta alla fonte per gli investitori esteri (whitelist) ed erogazione dei proventi al lordo dell imposta (lordisti residenti in Italia) Le SPV costituite ai sensi della legge per la cartolarizzazione dei crediti (L. 130/1999) possono sottoscrivere direttamente le emissioni di MiniBond(cartolarizzazione di MiniBond) Possibilità di avvalersi dell imposta sostitutiva (0,25% dell importo garantito) Il privilegio speciale sui beni mobili di un impresa (ex art. 46 TUB) può essere costituito anche a garanzia delle emissioni Estensione dell attività del Fondo Centrale di Garanzia anche a fondi per investimenti su singole emissioni e portafogli Credito diretto alle imprese da parte di assicurazioni e società di cartolarizzazione Eliminata ritenuta d acconto sui finanziamenti di MLT concessi da fondi e assicurazioni esteri Eliminata ritenuta d acconto su interessi e proventi di obbligazioni anche non quotate collocati da investitori istituzionali Estensione dell imposta sostitutiva anche a cessioni di crediti garantiti 13 Segmento Professionale Aperto soloagliinvestitoriistituzionali Un sistemadi scambi organizzato attivoconuna piattaformadi negoziazione elettronica Emissionidi societàdi capitali, cooperative, assicurazioni, enti pubblici e controllate Quotazionedi projectbond, obbligazioni(minibond), cambialifinanziariee strumenti partecipativi Costodi ammissionecontenuto(indipendentemente dalladuratadel titolo) Requisiti Documento di Ammissione Pubblicazione dei Bilanci(di cui almeno l ultimorevisionato) Attribuzionedel Codice ISIN Richiesta di Ammissione Adempimenti Post-Quotazione 3 4 2

3 Fondo Progetto MiniBond Italia Caratteristiche principali Fondo Progetto MiniBondItalia -Attuali investitori Scadenza del Fondo 31/12/2022 Periodo di investimento fino al 31/12/ M Patrimonio attuale del Fondo Fondo Progetto MiniBond Italia Periodo di fund raising fino al 31/07/ Investitori Banche, Assicurazioni, Fondazioni, Casse di previdenza, etc. Obiettivi Società target Attori Politica di investimento Garanzie Il Fondo Progetto MiniBond Italia (operativo dalla fine del 2014) nasce per supportare la crescita di piccole e medie imprese italiane (prevalentemente) non quotate che intendano diversificare le fonti di finanziamento ed attuare sostenibili progetti di crescita e internazionalizzazione. Le società oggetto d investimento, prevalentemente PMI con un fatturato compreso tra 5 milioni e 200 milioni, presentano caratteristiche quali: (i) bilancio assoggettato a revisione contabile, (ii) livello minimo di rating (emesso da un agenzia accreditata ESMA), (iii) contenuti livelli di indebitamento e buon livello di patrimonializzazione (preferibilmente PFN/EBITDA < 4 e PFN/PN < 2) e buona redditività lorda delle vendite (EBITDA margin>5%). La valutazione del merito creditizio avviene attraverso un processo strutturato che vede coinvolti diversi attori: Team di Investimento, Advisor del Fondo, Advisory Board, CdA di Zenit SGR, Agenzie di rating, FCG etc.. Il Fondo PMI investe in prestiti obbligazionari cosiddetti MiniBond in fase di emissione e quotazione sul mercato primario (Segmento Professionale del sistema multilaterale di negoziazione ExtraMOT di Borsa Italiana), al fine di beneficiare di un set informativo completo ed articolato. Le operazioni sul mercato secondario vengono effettuate nei limiti del 2% dell ammontare complessivamente sottoscritto dagli investitori. Viene sempre valutata la possibilità di ottenere il supporto del Fondo Centrale di Garanzia qualora le caratteristiche delle Società oggetto d analisi lo permettano. La richiesta di una garanzia aggiuntiva sull Emissione viene valutata, poi, caso per caso in funzione di alcuni parametri quali, ad esempio, il rating dell Emittente. 5 Durante i suoi venti anni di attività, Zenit SGR ha lavorato fianco a fianco con una pluralità di istituzioni finanziarie italiane, sviluppando partnership con Banche, Assicurazioni, SIM, Fondazioni, Enti di previdenza, altri investitori istituzionali attivi su tutto il territorio nazionale. Tale network costituisce il nucleo del Fondo Progetto MiniBond Italia, operativo dal novembre 2014 e con una dote attuale di sottoscrizioni pari a ca. 50 milioni: CATEGORIA INVESTITORE N % SOTTOSCRITTA BANCHE DEL TERRITORIO 12 39,6% ASSICURAZIONI 3 11,2% CASSE DI PREVIDENZA 1 16,2% FONDI PENSIONE CHIUSI 1 2,0% CONFIDI 1 6,1% FONDAZIONI 2 7,1% SOCIETÀ DI GESTIONE 3 13,2% INVESTITORI PROFESSIONALI 3 4,6% TOTALE % 6 3

4 Fondo Progetto MiniBondItalia -Scheda del Fondo Fondo Progetto MiniBondItalia -Scheda del Fondo DENOMINAZIONE E TIPOLOGIA SOCIETÀ DI GESTIONE PROGETTO MINIBOND ITALIA - Fondo Alternativo Chiuso di diritto Italiano (FIA) riservato ad Investitori Professionali e a Investitori non qualificabili come Professionali che sottoscrivano o acquistino quote del Fondo per un importo complessivo non inferiore a Euro Zenit SGR S.p.A. DESTINATARI DEL FONDO Investitori Professionali Investitori non qualificabili come Investitori Professionali che sottoscrivano o acquistino quote del Fondo per un importo complessivo non inferiore a ADVISOR BANCA DEPOSITARIA SOCIETÀ DI REVISIONE ADB- Analisi Dati Borsa S.p.A. BNP Paribas Securities Services PriceWaterhouseCoopers CLASSI DI QUOTE VALORE DELLA QUOTA Classe A- ISIN: IT ; Importo minimo di sottoscrizione: 2,5 milioni Classe B- ISIN: IT ; Importo minimo di sottoscrizione: , periodicità di calcolo trimestrale AGENZIA DI RATING CRIF; Cerved DISTRIBUZIONE DEI PROVENTI Distribuzione annuale dei proventi effettivamente realizzati su delibera del CdA DURATA DEL FONDO PERIODO DI INVESTIMENTO 31/12/2018 OBIETTIVO RACCOLTA RACCOLTA ATTUALE TERMINE ULTIMO DI SOTTOSCRIZIONE INIZIALE 31/12/2022 con eventuale graceperiod (18 mesi) 100 milioni. First closing raggiunto a Ottobre 2014 ( 32,5 milioni) e avvio operatività in quanto la soglia prevista dal Regolamento è 30 milioni L ammontare sottoscritto attuale è pari a ca. 50 milioni 31/07/2016. La Società di Gestione potrà effettuare una o più Chiusure Parziali. 7 COMMISSIONI DI GESTIONE (calcolate sugli importi richiamati) COMMISSIONE DI ADVISORY (calcolate sugli importi richiamati) COMMISSIONI DI PERFORMANCE (ALTERMINE DELLA DURATA DELFONDO) Classe A: 0,80% Classe B: 1,20% 0,35% Classe A: 10% della differenza positiva tra rendimento effettivo e tasso(2.46%) pari al doppio del rendimento Btp a 5 anni rilevato nell asta di fine ottobre 2014 Classe B: 12% della differenza positiva tra rendimento effettivo e tasso(2.46%) pari al doppio del rendimento Btp a 5 anni rilevato nell asta di fine ottobre

5 Fondo Progetto MiniBond Italia - Politica di investimento Fondo Progetto MiniBond Italia - Politica di investimento PORTAFOGLIO CARATTERISTICHE DELL EMITTENTE Il Fondo investe, in via prevalente, in strumenti finanziari di debito, cosiddetti MiniBond e Cambiali Finanziarie, emessi da società italiane non quotate di piccole e medie dimensioni Il Fondo potrà investire, con il limite del 25% dell Importo Sottoscritto, in strumenti finanziari di debito che non abbiano richiesto l ammissione alla quotazione su mercati regolamentati o su sistemi multilaterali di negoziazione Il Fondo investe prevalentemente in PMI Italiane non quotate con meno di 250 dipendenti e fatturato compresotrai 5e 200milionichepresentano: Evidenti prospettive di crescita e sviluppo, con flussi di cassa adeguati alla sostenibilità dell azienda e al rimborso del prestito; Assoggettamento dell ultimo bilancio a revisione contabile; Esclusione dell investimento nei seguenti settori: pornografia, armi, tabacco, gioco d azzardo. RATING SIZE COVENANT E GARANZIE Minibond con rating determinato da un agenzia accreditata ESMA equivalente alla valutazione non inferiore a B della scala CRIF o B 2.2 di CERVED. Qualora l emittente non abbia richiesto un rating solicited, la SGR richiederà un rating unsolicited ad un agenzia accreditata ESMA, prima di procedere all investimento. Ammessi MiniBond privi di rating per max 2% dell Importo Sottoscritto per singolo investimento; limite complessivo dell investimento in MiniBond privi di rating pari al 15% dell Importo Sottoscritto. MiniBondsuperioria 1milioneedinferioria 35 milioni; Cambiali Finanziarie superiori a 0,5 milioni e inferiori a 35 milioni. A garanzia del prestito obbligazionario potranno essere previsti: I seguenti covenant di tipo market Standard: Changeof Control - Pari Passu - Negative Pledge - Cross Default- Limiti distribuzione di dividendi Le seguenti garanzie: Reali, privilegi speciali, pegni o garanzie di terzi (Fondo Centrale di Garanzia, SACE,etc.). Investimenti/Espansione/Rifinanziamento(no restructuring) LIMITI AGLI INVESTIMENTI % IMPORTO SOTTOSCRITTO Per la singola emissione di MiniBond e per singolo emittente: max 10% dell Importo Sottoscritto dagli Investitori del fondo Per singolo settore: max 25% dell Importo Sottoscritto dagli Investitori del fondo USE OF PROCEEDS Il Fondo preferirà obbligazioni il cui scopo sia di investimento/espansione/crescita sia per linee interne che per linee esterne. Le operazioni di rifinanziamento/riposizionamento della struttura del debito lungo la curva saranno prese in considerazione solo se coperte da adeguate garanzie

6 Fondo Progetto MiniBond Italia - Politica di investimento Origination Come avviene MERCATO PROCESSO DI INVESTIMENTO LIMITE DI INVESTIMENTO RUOLO DEL FONDO Unico investitore o Main Investor FONDO CENTRALE DIGARANZIA SI NO SOCIETA EMITTENTI ESSEPI INGEGNERIA GINO Advisordel Fondo PMI Network SGR Società di consulenza e professionisti Primario Procedura ordinaria >2% e <10 % del NAV del Fondo Coinvestitore o Side Investor NO INDUSTRIAL VILLA LAGARINA EGEA Advisordei potenziali Emittenti Associazioni di categoria Secondario Procedura semplificata < 2 % del NAV del Fondo Side Investor NO RIGONI DI ASIAGO Il Fondo Progetto MiniBond Italia investe prevalentemente sul mercato primario in operazioni che si caratterizzano per essere buy and hold con modalità di rimborso preferibilmente di tipo amortizing e, ove possibile, con il supporto del Fondo Centrale di Garanzia (per le PMI). Gli investimenti sul mercato secondario avvengono, invece, per importi inferiori, con modalità di rimborso di tipo amortizing o bullet e con un processo di investimento che segue una procedura semplificata. RENCO Banche del territorio Origination Candidature spontanee

7 Processo di investimento - Attori coinvolti Processo di investimento- Pre-Screening FCG Agenzie di rating SFIRS CdA Zenit 1 Finalità Verificare il rispetto requisiti minimi del potenziale Emittente 1 Pre-screening Team di Investimento Advisor del Fondo 2 Screening Advisory Board 3 Strutturazione dell operazione e approfondimenti 4 Scelta d investimento Altri investitori Borsa Italiana Principali attività svolte Verifica sulla coerenza delle linee guida di investimento PFN/PN < 2x (pre-money) PFN/EBITDA < 4x (pre-money) EBITDA margin > 5% Risorse destinate alla crescita e allo sviluppo della Società Bilancio revisionato da una Società di Revisione Verifica del rispetto del Regolamento del Fondo PMI Struttura dell operazione (ammontare, durata, tasso e modalità di rimborso del MiniBond) Rating richiesto ad un Agenzia accreditata Dimensione dell azienda e settore Sponsor Arranger Advisor Emittente Emittente Fiscalisti Legali Società di Revisione Team di Investimento

8 Processo di investimento- Screening Processo di investimento- Strutturazione e analisi 2 3 Finalità Analisi della Società, del suo posizionamento strategico e della capacità di rimborso dell Emittente Finalità Valutazione del rendimento offerto e perfezionamento delle specifiche dell Emissione Principali attività svolte Analisi documentazione Information Memorandum Verificadell effettivo livello di indebitamento (con rettifiche dell EBITDA e della PFN) Analisi Centrale Rischi Banca d Italia aggiornata Verifichesul Business Plan Verifichesulla Società e sulle persone fisiche rilevanti(soci e Amministratori) Analisi rischi e opportunità Principali attività svolte Firma della Lettera d Intenti e di un eventuale Termsheet Approfondimenti contabili Approfondimenti fiscali Approfondimenti legali Approfondimenti di business Negoziazione del Regolamento del Prestito Revisione del Documento di Ammissione del MiniBond alla quotazione (ExtraMOT PRO) Size, scadenza del bond/periodicità pagamenti e modalità di rimborso(amortizing vs bullet) Attribuzione di un rating sull Emissione da parte di un'agenzia specializzata Output Screening Report Output Investment Team Report Advisory Board Team di Investimento

9 Processo di investimento- Decisione d investimento Fondo Progetto MiniBond Italia- Portafoglio attuale 4 Soggetti coinvolti Finalità Principali attività svolte Advisory Board e Consiglio di Amministrazione Zenit SGR Valutazione della coerenza dell investimento con le directory strategiche del Fondo Advisory Board Esame complessivo dell Investment Team Report; Analisi rating Emissione; Valutazione profili rischio/rendimento dell investimento e coerenza con il Regolamento del Fondo. 7 investimenti 13 M investiti 5,4% rendimento lordo medio annuo investimenti 1 nuovo investimento già deliberato ca. 2,1 M EGEA Produzione e vendita di energia elettrica e gas RENCO Costruzione di impianti per energia, gas e petrolio VILLA LAGARINA Produzione carte e cartoni Output Consiglio di Amministrazione Sulla base delle analisi dell Investment Team Report e del parere non vincolante espresso dall Advisory Board, valuta se deliberare positivamente o meno sull'investimento. Delibera d investimento ESSEPI INGEGNERIA Energia da fonti rinnovabili ed efficientamento energetico RIGONI DI ASIAGO Produzione e vendita di miele e confetture INDUSTRIAL Comparto batterie, fibra di vetro, di carbonio e materie plastiche GINO Commercio di autoveicoli CdA di Zenit SGR

10 Fondo Progetto MiniBond Italia - Un caso concreto Fondo Progetto MiniBond Italia- Essepi Ingegneria S.p.A. Un caso concreto Essepi Ingegneria Emittente Use of Proceeds L Emittente Essepi Ingegneria S.p.A. (sede legale in Milano (MI)) Informazioni finanziarie (anno 2014) Ricavi EBITDA Risultato Netto 6,2 milioni 5,2 milioni 3,6 milioni EBITDA margin 83,4% PFN/PN PFN/EBITDA Rating n.a.(cashpositive) n.a.(cashpositive) Privato Cerved (Scoring Moody s AA3) Business Realizzazione di progetti di efficientamento energetico e produzione di energia da fonti rinnovabili L attività svolta dalla Società ha permesso di ottenere oltre Titoli di Efficienza Energetica, il cui valore di mercato ammonta oggi a circa 30 M (e la cui negoziazione spiega il motivo della consistente marginalità). L Emittente non presenta indebitamento finanziario, il bilancio è certificato da una primaria società di revisione (Big Four) e il piano industriale è redatto daun primarioadvisor. L Emissione del MiniBond, sottoscritto interamente dal Fondo PMI, è finalizzata a finanziare la realizzazione di un impianto minieolico in Sardegna, consentendo all Emittente di diversificare il proprio business. Il progetto presenta una elevata prevedibilità dei flussi finanziari grazie alla tariffa omnicomprensiva (bloccata per 20 anni) e alla capacità produttiva degli impianti (oggetto di due diligence). L Emissione è stata accompagnata dalla trasformazione della Società in S.p.A., da un aumento di capitale (circa 1 M ) e dalla nomina del Collegio Sindacale. Al fine di garantire i propri investitori il Fondo ha strutturato l operazione con le seguenti garanzie: 1) Fondo Centrale di Garanzia per 1,1 milioni (Essepi è stata la prima PMI italiana a emettere un MiniBond garantito dal FCG); 2) garanzia atipica (il valore del certificati a garanzia dell operazione è pari a circa cinque volte il valore del bond sottoscritto dal Fondo); 3) nomina all interno del CdA di un membro di gradimento di Zenit. La Società ha ottenuto ottimavisibilitàcon laquotazionesu ExtraMOTPRO ed un ampiacoperturadella Stampa. Caratteristiche del MiniBondemesso Subordinazione Bond Senior Unsecured Emissione - Scadenza 20/4/ /04/2020 Outstanding Investitori 2,2 milioni Zenit (unico) Cedola annua lorda 5,4% Modalità di rimborso Periodicità della cedola Quotazione Prima Amortizing Annuale ExtraMOT PRO Dopo Forma giuridica S.r.l. S.p.A. Consiglio di Amministrazione Nomembri indipendenti Membro indipendente di gradimento di Zenit Collegio Sindacale No Si Certificazione del bilancio Secondtier Big Four Capitale Sociale 43 mila 1 milione Visibilità sul mercato No Si, ExtraMOT PRO

11 Fondo Progetto MiniBond Italia- Essepi Ingegneria SpA Fondo Progetto MiniBond Italia- Essepi Ingegneria SpA Use of proceeds Membro CdA Realizzazione di 14 generatori eolici in Sardegna FCG Garanzia atipica TEE Investimento 4,2 M Credito bancario e/o leasing Emissione MiniBond 2,2 M PROGETTI DI SVILUPPO Espansione del progetto minieolico in Sardegna Zenit unico sottoscrittore Garanzia SFIRS Nuova Emissione MiniBond 80% della nuova emissione AuCap 1 M SpA Visibilità sul mercato

12 Fondo Progetto MiniBond Italia- Area Riservata agli Investitori Fondo Progetto MiniBond Italia- Contatti Sul sito web è stata implementata l Area Riservata dedicata agli Investitori del Fondo Progetto MiniBond Italia al fine di consentire il monitoraggio delle attività del Fondo. All'interno dell Area Riservata sono disponibili: i. Le informazioni sul Fondo PMI e la relativa documentazione. In particolare: l ammontare degli importi sottoscritti, l ammontare degli importi richiamati, il Regolamento di Gestione, la Relazione Semestrale, il collegamento alla Rassegna Stampa, la composizione del Team di Investimento e dell Advisory Board e il link al Brand Corner sul sito web di AdviseOnly); Via Privata Maria Teresa, Milano - Tel ii. Le informazioni sugli investimenti effettuati e la relativa documentazione. In particolare: caratteristiche dello strumento finanziario, descrizione dell Emittente e dell Emissione, scheda dell investimento, Documento di Ammissione e Regolamento del Prestito Obbligazionario, Comunicati Stampa). Area Riservata Follow Zenit SGR: Ilpresente documento viè stato consegnato unicamente per fini informativi e non può essere riprodotto né distribuito, direttamente o indirettamente, a nessun altrapersona ovvero pubblicato, in tutto o in parte, per nessuno scopo, senzaspecificaautorizzazione dizenit SGRSpA. Le informazionicontenute nelpresente documento sono basate su fontiritenute attendibili. Anche se ZENIT SGRSpAintraprende ogniragionevole sforzo per ottenere informazionidafontiche ritiene essere affidabili, essanon ne garantisce la completezza, accuratezzaod esattezza. Lo scopo del presente documento è soltanto quello difornire un informazione aggiornata ed ilpiù possibile accurata. Il presente documento non è, e non può essere inteso, come un offerta, od una sollecitazione ad acquistare, sottoscrivere o vendere prodotti o strumenti finanziari, ovvero ad effettuare una qualsiasioperazione avente ad oggetto taliprodottio strumenti. ZENIT SGRSpAnon garantisce alcun specifico risultato in merito alle informazionicontenute nelpresente documento, e non assume alcunaresponsabilità in ordine all esito delle operazioni consigliate o ai risultati dalle stesse prodotte. Ogni decisione di investimento/disinvestimento è di esclusiva competenza del soggetto che riceve eventuali informazioni. Pertanto, nessuna responsabilità potrà insorgere a carico di ZENIT SGR SpA e/o dell autore del presente documento, per eventuali perdite, danni o minori guadagni che il soggetto utilizzatore dovesse subire a seguito dell esecuzione delle operazioni effettuate sulla base delle informazioni contenute nelpresentedocumento. Lestimeedopinioniespresse possonoessere soggetteacambiamentisenza preavviso. Nota: le informazioni riservate sono state oscurate

Fondo Progetto MiniBond Italia

Fondo Progetto MiniBond Italia Workshop Gli investitori incontrano le imprese --- Giovanni Scrofani Responsabile Fondo Mini-Bond Meeting 15 dicembre 2014 Chi siamo Zenit SGR - Promotore e gestore Zenit SGR è una Società di Gestione

Dettagli

Fondo Zenit Minibond. Fondo Minibond. La finanza italiana al servizio dell economia italiana

Fondo Zenit Minibond. Fondo Minibond. La finanza italiana al servizio dell economia italiana Fondo Minibond Fondo Zenit Minibond Fondo obbligazionario per investire nello sviluppo delle PMI italiane La finanza italiana al servizio dell economia italiana -Zenit SGR, i nostri valori INDIPENDENTI

Dettagli

Analisi e valutazione del rischio di credito delle obbligazioni corporate

Analisi e valutazione del rischio di credito delle obbligazioni corporate Analisi e valutazione del rischio di credito delle obbligazioni corporate MiniBond e Rischi di Credito Mario Bottero MiniBond Specialist Milano, 11 Giugno 2014 Analisi e valutazione del rischio di credito

Dettagli

Mini bond: alternativa alla crisi. Blasio & Partners Avvocati

Mini bond: alternativa alla crisi. Blasio & Partners Avvocati Mini bond: alternativa alla crisi delle PMI Il mercato italiano La dipendenza del tessuto produttivo italiano dal sistema bancario è significativamente più alta rispetto agli altri paesi europei, tanto

Dettagli

I MINIBOND NUOVI STRUMENTI FINANZIARI PER LO SVILUPPO DELLE PMI

I MINIBOND NUOVI STRUMENTI FINANZIARI PER LO SVILUPPO DELLE PMI I MINIBOND NUOVI STRUMENTI FINANZIARI PER LO SVILUPPO DELLE PMI Indice Premessa situazione del mercato creditizio Contesto Normativo Minibond Cosa sono Vantaggi svantaggi Il mercato dei minibond Processo

Dettagli

Indice DAL PRIMO MINIBOND ITALIANO AL FONDO PROGETTO MINIBOND ITALIA: IL RUOLO 1 DI ADVISOR DI ADB

Indice DAL PRIMO MINIBOND ITALIANO AL FONDO PROGETTO MINIBOND ITALIA: IL RUOLO 1 DI ADVISOR DI ADB Indice DAL PRIMO MINIBOND ITALIANO AL FONDO PROGETTO MINIBOND ITALIA: IL RUOLO 1 DI ADVISOR DI ADB Chi siamo Consulenza di Investimento ADB Analisi Dati Borsa mette a disposizione dei suoi Clienti il know-how

Dettagli

Focus sulla finanza della PMI: Linee guida per una corretta strutturazione della provvista Confindustria Genova, 13 giugno 2013

Focus sulla finanza della PMI: Linee guida per una corretta strutturazione della provvista Confindustria Genova, 13 giugno 2013 Focus sulla finanza della PMI: Linee guida per una corretta strutturazione della provvista Confindustria Genova, 13 giugno 2013 Leonardo Frigiolini - AD Unicasim SpA Piazza De Ferrari, 2 - Genova info@unicasim.it

Dettagli

I MiniBond come nuovo strumento di finanziamento alle imprese

I MiniBond come nuovo strumento di finanziamento alle imprese I MiniBond come nuovo strumento di finanziamento alle imprese Cuneo - 25 Novembre 2014 ADB Analisi Dati Borsa SpA Consulenza di Investimento Clienti Analisi Dati Borsa SpA è una società di consulenza in

Dettagli

MINI BOND Un nuovo strumento per finanziare la crescita delle Aziende

MINI BOND Un nuovo strumento per finanziare la crescita delle Aziende MINI BOND Un nuovo strumento per finanziare la crescita delle Aziende LO SCENARIO MINI BOND Il Decreto Sviluppo ed il Decreto Sviluppo bis del 2012, hanno introdotto importanti novità a favore delle società

Dettagli

ACCESSO A NUOVA FINANZA PER LE IMPRESE

ACCESSO A NUOVA FINANZA PER LE IMPRESE MINI BOND ACCESSO A NUOVA FINANZA PER LE IMPRESE CONTESTO DI RIFERIMENTO Nelle imprese italiane sono sovente riscontrabili bassi livelli di patrimonializzazione. Questo fenomeno porta quasi sempre a una

Dettagli

MINIBOND Il mercato dei capitali si apre alle PMI

MINIBOND Il mercato dei capitali si apre alle PMI MINIBOND Il mercato dei capitali si apre alle PMI Catania - 30 Maggio 2014 ADB Analisi Dati Borsa Consulenza di Investimento Attiva a Torino dal 1985, ADB offre alla propria selezionata Clientela servizi

Dettagli

Pillole Informative. I minibond La novità normativa

Pillole Informative. I minibond La novità normativa Pillole Informative I minibond La novità normativa I minibond. La novità normativa Il decreto Destinazione Italia, completa il percorso del Decreto Sviluppo sul tema degli strumenti finanziari a favore

Dettagli

Il Gruppo Consultinvest

Il Gruppo Consultinvest Il Gruppo Consultinvest viene fondato nel 1988 per iniziativa di operatori qualificati del settore finanziario e di imprenditori modenesi attualmente presenti attivamente nella compagine sociale. Nel 2001

Dettagli

I «mini bond»: un canale di finanziamento complementare e alternativo al credito bancario 37 SIGEP: l arte del gusto italiano nel mondo

I «mini bond»: un canale di finanziamento complementare e alternativo al credito bancario 37 SIGEP: l arte del gusto italiano nel mondo Il mercato dei capitali per la filiera del gelato I «mini bond»: un canale di finanziamento complementare e alternativo al credito bancario 37 SIGEP: l arte del gusto italiano nel mondo Rimini, 26 gennaio

Dettagli

In I t n roduz u i z o i ne n e ai MINI BOND

In I t n roduz u i z o i ne n e ai MINI BOND Introduzione ai MINI BOND AGENDA Mini bond: una nuova opportunità per le imprese Mini bond: inquadramento normativo, definizione, caratteristiche e beneficiari Motivazioni all emissione Vantaggi e svantaggi

Dettagli

AIFI. Il mercato dei fondi di private debt. Confindustria Genova Club Finanza 2015. Vittoria Perazzo Ufficio Tax&Legal e Affari Istituzionali - AIFI

AIFI. Il mercato dei fondi di private debt. Confindustria Genova Club Finanza 2015. Vittoria Perazzo Ufficio Tax&Legal e Affari Istituzionali - AIFI AIFI Imprese e finanza: idee per la ripresa a confronto Confindustria Genova Club Finanza 2015 Il mercato dei fondi di private debt Vittoria Perazzo Ufficio Tax&Legal e Affari Istituzionali - AIFI Genova,

Dettagli

MINI BOND NUOVA FINANZA ALLE IMPRESE

MINI BOND NUOVA FINANZA ALLE IMPRESE 2 Indice Background Il Decreto Sviluppo 2012 ha introdotto una serie di provvedimenti studiati su misura per le PMI non quotate: Cambiali Finanziarie : strumento di funding a breve termine; MiniBond (obbligazioni)

Dettagli

Agenda. "MINI GREEN BOND" in Italia, un nuovo canale di finanziamento. 1. Il Credito alle Imprese ed il Funding Gap

Agenda. MINI GREEN BOND in Italia, un nuovo canale di finanziamento. 1. Il Credito alle Imprese ed il Funding Gap "MINI GREEN BOND" in Italia, un nuovo canale di finanziamento Eugenio de Blasio Milano, 9 maggio 2014 Agenda 1. Il Credito alle Imprese ed il Funding Gap 2. I Mini Bond ed il segmento ExtraMOT PRO: un

Dettagli

MINIBOND: NUOVA FINANZA PER LE PMI

MINIBOND: NUOVA FINANZA PER LE PMI MINIBOND: NUOVA FINANZA PER LE PMI A cura della Dott.ssa Paola D'Angelo Manager, BP&A Finance and Business Consulting E-mail: paoladangelo@bpeassociati.it Ufficio: +39.0734.281411 Mobile: +39.393.1706394

Dettagli

Advam 1 Corporate Bonds Italy

Advam 1 Corporate Bonds Italy LOGO FONDO Workshop Gli investitori incontrano le imprese --- Emanuele Facile Mini-Bond Meeting 15 dicembre 2014 Chi siamo Siamo un gruppo di professionisti con esperienza più che ventennale nella finanza

Dettagli

FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE CHIUSO RISERVATO AD INVESTITORI QUALIFICATI PROGETTO MINIBOND ITALIA

FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE CHIUSO RISERVATO AD INVESTITORI QUALIFICATI PROGETTO MINIBOND ITALIA FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE CHIUSO RISERVATO AD INVESTITORI QUALIFICATI PROGETTO MINIBOND ITALIA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015 ZENIT SGR S.p.A. Società sottoposta all attività di direzione

Dettagli

Strumenti finanziari per lo sviluppo delle imprese: i MINIBOND Chiara Venezia

Strumenti finanziari per lo sviluppo delle imprese: i MINIBOND Chiara Venezia Strumenti finanziari per lo sviluppo delle imprese: i MINIBOND Chiara Venezia Prato, 14 maggio 2015 Lo scenario Il contesto italiano si caratterizza per una diffusa sottocapitalizzazione delle imprese,

Dettagli

CORPORATE FINANCE. Consulenza di Investimento dal 1985

CORPORATE FINANCE. Consulenza di Investimento dal 1985 CORPORATE FINANCE Consulenza di Investimento dal 1985 ADB Analisi Dati Borsa SpA ADB - Analisi Dati Borsa SpA è una società di Consulenza in materia di Investimenti, fondata nel 1985 a Torino. Offre servizi

Dettagli

Vademecum per l emissione di minibond. In collaborazione con

Vademecum per l emissione di minibond. In collaborazione con Vademecum per l emissione di minibond In collaborazione con Perchè un crescente numero di PMI sceglie il minibond? Accedere ad un canale di finanziamento extra bancario totalmente nuovo Nessuna diluizione

Dettagli

Indagine sugli strumenti fiscali e finanziari a sostegno della crescita

Indagine sugli strumenti fiscali e finanziari a sostegno della crescita Indagine sugli strumenti fiscali e finanziari a sostegno della crescita Camera dei Deputati VI Commissione Finanze Audizione del Direttore Generale Pianificazione, Immobiliare e Diversificate Gruppo Unipol

Dettagli

Come e perché investire nei Minibond

Come e perché investire nei Minibond Come e perché investire nei Minibond 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 Il mercato dei capitali in ITALIA 180% Capitalizzazione mercato azionario (%PIL) 35,0% Incidenza dei prestiti

Dettagli

EUREGIO MINIBOND. --- Florian Schwienbacher. Workshop Gli investitori incontrano le imprese. Mini-Bond Meeting 15 dicembre 2014 EUREGIO MINIBOND

EUREGIO MINIBOND. --- Florian Schwienbacher. Workshop Gli investitori incontrano le imprese. Mini-Bond Meeting 15 dicembre 2014 EUREGIO MINIBOND Workshop Gli investitori incontrano le imprese --- Florian Schwienbacher Euregio Minibond managed by PensPlan Invest SGR arranged and advised by PRADER BANK Mini-Bond Meeting 15 dicembre 2014 Chi siamo

Dettagli

MINI BOND: PROFILI LEGALI E REGOLAMENTARI

MINI BOND: PROFILI LEGALI E REGOLAMENTARI S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO INTERMEDIARI E IMPRESA-UNA NUOVA FORMA DI FINANZIAMENTO: IL «MINI BOND» MINI BOND: PROFILI LEGALI E REGOLAMENTARI NUNZIA MELACCIO Commissione Banche e Intermediari

Dettagli

Tavola rotonda Comitato Tecnico Corporate Finance

Tavola rotonda Comitato Tecnico Corporate Finance Tavola rotonda Comitato Tecnico Corporate Finance Mario Gabbrielli Paolo Chiappa Davide D Affronto Lucia Fracassi Mini Bond Principali obiettivi La svolta dei mini bond facilitare e rendere più conveniente

Dettagli

Indice. Una considerazione conclusiva. Universo investibile Rappresentazione sintetica del processo Livelli valutativi. Solidità Rischio insolvenza

Indice. Una considerazione conclusiva. Universo investibile Rappresentazione sintetica del processo Livelli valutativi. Solidità Rischio insolvenza EUREGIO MINIBOND Indice PensPlan Invest SGR Key terms del Fondo Attuali investitori Portafoglio del Fondo Breakdown del portafoglio Indici economico finanziari degli emittenti in portafoglio Processo di

Dettagli

Ordine DCEC PD-4/06/2014 Cambiali finanziarie, Mini-bond ed Equity Crowdfunding: istruzioni per l uso (Parte 1)

Ordine DCEC PD-4/06/2014 Cambiali finanziarie, Mini-bond ed Equity Crowdfunding: istruzioni per l uso (Parte 1) Ordine DCEC PD-4/06/2014 Cambiali finanziarie, Mini-bond ed Equity Crowdfunding: istruzioni per l uso (Parte 1) Il mercato EXTRAMOT-PRO Il ruolo del professionista DOTT. PIERLUIGI RIELLO SOMMARIO LE DIMENSIONI

Dettagli

Ruolo e impatto dei Mini-bond sulla gestione finanziaria delle imprese

Ruolo e impatto dei Mini-bond sulla gestione finanziaria delle imprese Milano 18 dicembre 2013 Mini-bond Meeting Ruolo e impatto dei Mini-bond sulla gestione finanziaria delle imprese Giancarlo Giudici Politecnico di Milano School of Management giancarlo.giudici@polimi.it

Dettagli

Fondo Zenit Minibond. Fondo Minibond. La finanza italiana al servizio dell economia italiana

Fondo Zenit Minibond. Fondo Minibond. La finanza italiana al servizio dell economia italiana Fondo Minibond Fondo Zenit Minibond Fondo obbligazionario per investire nello sviluppo delle PMI italiane La finanza italiana al servizio dell economia italiana - Sommario I Partners Il Network Le nostre

Dettagli

FONDO IMMOBILIARE ANTIRION CORE. Fondo Comune di investimento immobiliare di tipo chiuso riservato ad investitori qualificati

FONDO IMMOBILIARE ANTIRION CORE. Fondo Comune di investimento immobiliare di tipo chiuso riservato ad investitori qualificati FONDO IMMOBILIARE ANTIRION CORE Fondo Comune di investimento immobiliare di tipo chiuso riservato ad investitori qualificati RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2014 Il Relazione Semestrale di Gestione al

Dettagli

Workshop Gli investitori incontrano le imprese. --- Gabriele Casati ANTARES AZ I. Mini-Bond Meeting 15 dicembre 2014 ANTARES AZ I

Workshop Gli investitori incontrano le imprese. --- Gabriele Casati ANTARES AZ I. Mini-Bond Meeting 15 dicembre 2014 ANTARES AZ I Workshop Gli investitori incontrano le imprese --- Gabriele Casati Mini-Bond Meeting 15 dicembre 2014 Chi siamo Antares AZ I è un fondo d investimento mobiliare chiuso riservato a Investitori Qualificati

Dettagli

GLI ASPETTI FISCALI DEI MINI BOND E DELLE CAMBIALI FINANZIARIE

GLI ASPETTI FISCALI DEI MINI BOND E DELLE CAMBIALI FINANZIARIE Bologna, 19 giugno 2014 GLI ASPETTI FISCALI DEI MINI BOND E DELLE CAMBIALI FINANZIARIE a cura di R. Bigi Principali riferimenti normativi e di prassi Art. 32 del Decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83 (c.d.

Dettagli

NUOVI STRUMENTI E IL RUOLO DEL DOTTORE COMMERCIALISTA A SUPPORTO DELLE IMPRESE

NUOVI STRUMENTI E IL RUOLO DEL DOTTORE COMMERCIALISTA A SUPPORTO DELLE IMPRESE S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La disintermediazione del credito alle imprese NUOVI STRUMENTI E IL RUOLO DEL DOTTORE COMMERCIALISTA A SUPPORTO DELLE IMPRESE ANDREA CROVETTO C.E.O. Epic

Dettagli

Finanziamenti bancari e strumenti di finanziamento alternativi alle imprese I minibond e le cambiali finanziarie

Finanziamenti bancari e strumenti di finanziamento alternativi alle imprese I minibond e le cambiali finanziarie Finanziamenti bancari e strumenti di finanziamento alternativi alle imprese I minibond e le cambiali finanziarie Università Bocconi di Milano Milano, 25 novembre 2014 RENZO PARISOTTO PREMESSE: il sistema

Dettagli

Funding & Capital Markets Forum 2016 Sessione Parallela C1 - Le emissioni obbligazionarie da parte delle PMI

Funding & Capital Markets Forum 2016 Sessione Parallela C1 - Le emissioni obbligazionarie da parte delle PMI Funding & Capital Markets Forum 2016 Sessione Parallela C1 - Le emissioni obbligazionarie da parte delle PMI Cristiano Galli Milano, 12 maggio 2016 Agenda I II III IV Il contesto di riferimento: ipotesi

Dettagli

Banca di Bologna 21/05/2012 21/05/2014 TF 2,65% ISIN IT0004810112

Banca di Bologna 21/05/2012 21/05/2014 TF 2,65% ISIN IT0004810112 Banca di Bologna Credito Cooperativo Società Cooperativa Capitale sociale al 31/12/10: Euro 49.517.389,44 Sede legale in Bologna, Piazza Galvani, 4 Iscritta al Registro delle Imprese di Bologna al n. 00415760370

Dettagli

Il Contributo della Previdenza alla Crescita Economica del Paese

Il Contributo della Previdenza alla Crescita Economica del Paese Il Contributo della Previdenza alla Crescita Economica del Paese Michele Boccia Responsabile Istituzionali Italia Eurizon Capital Sgr Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset

Dettagli

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A.

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. Sistema Anima Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. Linea Mercati Anima Liquidità Euro Anima Riserva Dollaro Anima Riserva Globale

Dettagli

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon A chi si rivolge

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon A chi si rivolge info Prodotto è un Comparto del fondo comune di diritto lussemburghese Investment Solutions by Epsilon, promosso da Eurizon Capital SA e gestito da Epsilon SGR. Il Comparto mira ad ottenere un rendimento

Dettagli

IL MERCATO DEI MINIBOND: E COSTI CONNESSI ALL EMISSIONE

IL MERCATO DEI MINIBOND: E COSTI CONNESSI ALL EMISSIONE I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15 Luglio 2015 IL MERCATO DEI MINIBOND: PROSPETTIVE, PRICING E COSTI CONNESSI ALL EMISSIONE Prof. Raffaele

Dettagli

ISIN IT000468024 2 CASSA DI RISPARMIO DI ALESSANDRIA S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO

ISIN IT000468024 2 CASSA DI RISPARMIO DI ALESSANDRIA S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta delle obbligazioni Cassa di Risparmio di Alessandria 4 Marzo 2011/2016 Tasso Fisso 3,25%, ISIN IT000468024 2 da emettersi nell ambito del programma CASSA DI RISPARMIO

Dettagli

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato dei Fondi comuni di investimento mobiliare gestiti da ANIMA SGR S.p.A.

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato dei Fondi comuni di investimento mobiliare gestiti da ANIMA SGR S.p.A. Sistema Anima Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato dei Fondi comuni di investimento mobiliare gestiti da ANIMA SGR S.p.A. Linea Mercati Anima Liquidità Euro Anima Riserva Dollaro

Dettagli

Un nuovo modello per ridurre la distanza tra il capitale privato e le imprese. Andrea Crovetto

Un nuovo modello per ridurre la distanza tra il capitale privato e le imprese. Andrea Crovetto Un nuovo modello per ridurre la distanza tra il capitale privato e le imprese Andrea Crovetto Confindustria, 4 marzo, 2014 Allineare le prospettive temporali verso orizzonti più lontani Capitale privato

Dettagli

Prospetto di Base Banca di Credito Cooperativo di Cambiano (Castelfiorentino Firenze) Società Cooperativa per Azioni

Prospetto di Base Banca di Credito Cooperativo di Cambiano (Castelfiorentino Firenze) Società Cooperativa per Azioni BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CAMBIANO (CASTELFIORENTINO FIRENZE) SOCIETÀ COOPERATIVA PER AZIONI Sede legale: Piazza Giovanni XXIII, 6 50051 Castelfiorentino (FI) - Codice ABI 08425.1 - Iscritta all

Dettagli

Ora anche i Piccoli. possono Volare

Ora anche i Piccoli. possono Volare Ora anche i Piccoli possono Volare Zenit SGR - Promotore e Gestore del Fondo PMI Zenit SGR è una Società di Gestione del Risparmio indipendente, nata nel 1995, esclusivamente dedicata e specializzata nell

Dettagli

PROBLEMATICHE GIURIDICHE DEI MINIBOND E DEI FONDI IN MINIBOND

PROBLEMATICHE GIURIDICHE DEI MINIBOND E DEI FONDI IN MINIBOND PROBLEMATICHE GIURIDICHE DEI MINIBOND E DEI FONDI IN MINIBOND 17 marzo 2016 Domande.. Cosa si intende per minibond? Sono obbligazioni corporate o strumenti di debito a medio-lungo termine; consentono alle

Dettagli

La piattaforma MiniBond di BPVi

La piattaforma MiniBond di BPVi La piattaforma MiniBond di BPVi Una nuova opportunità di finanziamento per le PMI Italiane Ottobre 2014 2 MiniBond QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO La riforma introdotta dal decreto legge n. 83/2012, convertito

Dettagli

08 ottobre 2013. online

08 ottobre 2013. online 08 ottobre 2013 Filca Cooperative, leader nel settore residenziale in Lombardia (16.400 unità abitative consegnate in 279 Comuni) ha emesso nei giorni scorsi la prima tranche da 9 milioni di euro di un

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Innovation Broker Network (IBN) è una rete di Broker professionisti specializzati nel campo dell innovazione.

Innovation Broker Network (IBN) è una rete di Broker professionisti specializzati nel campo dell innovazione. E vietata ogni forma di riproduzione totale e/o parziale del seguente materiale. Copyright e diritti di autore: Link S.r.l. I nostri servizi Innovation Broker Network (IBN) è una rete di Broker professionisti

Dettagli

MINIBOND e QUOTAZIONE all AIM ASPETTI FISCALI dott. Giuliano Saccardi

MINIBOND e QUOTAZIONE all AIM ASPETTI FISCALI dott. Giuliano Saccardi MINIBOND e QUOTAZIONE all AIM ASPETTI FISCALI dott. Giuliano Saccardi 12/11/2014 Saccardi & Associati Normativa e Prassi Per i minibond: Art. 32 comma 8, 9, 13 e 26 del DL 83/2012 Decreto sviluppo/crescita

Dettagli

Banca Centropadana Credito Cooperativo Società Cooperativa

Banca Centropadana Credito Cooperativo Società Cooperativa ALLEGATO 2C MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE OBBLIGAZIONI STEP-UP / STEP-UP AMORTIZING Banca Centropadana Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede sociale in Piazza IV Novembre 11 26862 Guardamiglio

Dettagli

Comunicato Stampa. Meridie S.p.A. IL CDA DELIBERA L EMISSIONE DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO MERIDIE S.P.A. 2013 2015

Comunicato Stampa. Meridie S.p.A. IL CDA DELIBERA L EMISSIONE DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO MERIDIE S.P.A. 2013 2015 Comunicato Stampa Meridie S.p.A. IL CDA DELIBERA L EMISSIONE DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO MERIDIE S.P.A. 2013 2015 Il Consiglio di Amministrazione approva l'emissione di un prestito obbligazionario di

Dettagli

CASSA RURALE PINETANA FORNACE E SEREGNANO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO

CASSA RURALE PINETANA FORNACE E SEREGNANO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO CASSA RURALE PINETANA FORNACE E SEREGNANO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO Società Cooperativa con sede legale in Baselga di Piné (TN), via Cesare Battisti n. 17. Iscritta all albo delle banche tenuto dalla

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA BANCA DI CESENA OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO. Isin IT0004233943

CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA BANCA DI CESENA OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO. Isin IT0004233943 BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA BANCA DI CESENA OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO BANCA DI CESENA 01/06/07-01/06/10 - TF

Dettagli

09 dicembre 2008 pag. 1 di 6

09 dicembre 2008 pag. 1 di 6 per un importo nominale massimo di Euro 700.000 Codice Nel presente Documento Informativo per la comprensione del significato dei termini in grassetto con rimando numerico si veda la definizione riportata

Dettagli

Sistema PRIMA. Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA

Sistema PRIMA. Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA Sistema PRIMA Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA Fondi Linea Mercati OICVM: Anima Fix Euro Anima Fix Obbligazionario

Dettagli

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Ottobre 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Ottobre 2020 A chi si rivolge info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che persegue l'obiettivo di ottimizzare il rendimento del Fondo in un orizzonte temporale

Dettagli

COME SUPPORTARE LA PICCOLA MEDIA IMPRESA VENETA ATTRAVERSO GLI STRUMENTI FINANZIARI INNOVATIVI

COME SUPPORTARE LA PICCOLA MEDIA IMPRESA VENETA ATTRAVERSO GLI STRUMENTI FINANZIARI INNOVATIVI COME SUPPORTARE LA PICCOLA MEDIA IMPRESA VENETA ATTRAVERSO GLI STRUMENTI FINANZIARI INNOVATIVI Venerdì, 16 Gennaio Altavilla Vicentina Centro Congressi Fondazione CUOA Villa Valmarana Morosini Esempio

Dettagli

Le recenti crisi hanno evidenziato alcune debolezze nella struttura finanziaria delle imprese italiane

Le recenti crisi hanno evidenziato alcune debolezze nella struttura finanziaria delle imprese italiane www.fabfinance.eu Le recenti crisi hanno evidenziato alcune debolezze nella struttura finanziaria delle imprese italiane Andamento della capacità delle imprese di autofinanziamento (valori percentuali)*

Dettagli

PROSPETTO BASE. CONDIZIONI DEFINITIVE per il programma di emissione prestiti obbligazionari

PROSPETTO BASE. CONDIZIONI DEFINITIVE per il programma di emissione prestiti obbligazionari CASSA RURALE DI TRENTO - Banca di Credito Cooperativo - Società Cooperativa con sede legale in Trento, via Belenzani 6. Iscritta all albo delle banche tenuto dalla Banca d'italia al n. 2987.6; al Registro

Dettagli

Cassa Padana 11/05/2009 11/11/2011 Tasso Fisso 2,50% ISIN IT0004490352

Cassa Padana 11/05/2009 11/11/2011 Tasso Fisso 2,50% ISIN IT0004490352 ALLEGATO 2 - MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede Sociale: Via Garibaldi 25, Leno Brescia Iscritta all Albo delle Banche al n. 8340.2 Iscritta

Dettagli

CREDITO VALTELLINESE S.C. TF 1,85% 18/11/2009-18/11/2012 153^ ISIN IT0004550205

CREDITO VALTELLINESE S.C. TF 1,85% 18/11/2009-18/11/2012 153^ ISIN IT0004550205 Credito Valtellinese Società Cooperativa Sede in Sondrio Piazza Quadrivio, 8 Codice fiscale e Registro Imprese di Sondrio n. 00043260140 Albo delle Banche n. 489 Capogruppo del Gruppo bancario Credito

Dettagli

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Valore Cedola x 5-11/2014 A chi si rivolge

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Valore Cedola x 5-11/2014 A chi si rivolge info Prodotto è un Comparto del fondo comune di diritto lussemburghese Investment Solutions by Epsilon, promosso da Eurizon Capital S.A. e gestito da Epsilon SGR. Il Comparto mira ad ottenere un rendimento

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCA POPOLARE DELL ALTO ADIGE SOCIETÀ COOPERATIVA PER AZIONI Sede Legale in Bolzano, Via del Macello n.55 Iscritta all Albo delle Banche al n. 3630.1 e Capogruppo del Gruppo Bancario Banca Popolare dell

Dettagli

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA D ALBA CREDITO COOPERATIVO ZERO COUPON BCC

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE Credito Cooperativo ravennate e imolese Soc. Coop. Sede e Direzione Generale: Piazza della Libertà,14 48018 Faenza (RA) Iscritta all Albo delle Banche al n. 5387 Codice ABI: 8542-3 Capitale sociale Euro

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca di Anghiari e Stia - Tasso Fisso

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca di Anghiari e Stia - Tasso Fisso Banca di Anghiari e Stia Credito Cooperativo Società Cooperativa in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca di Anghiari e Stia - Tasso Fisso Banca di Anghiari

Dettagli

Allianz Euro Bond Strategy

Allianz Euro Bond Strategy Allianz Euro Bond Strategy Dieci validi motivi per investire Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro Il mercato obbligazionario negli ultimi anni ha registrato profonde trasformazioni:

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCA ALPI MARITTIME CREDITO COOPERATIVO CARRU S.C.P.A. in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO Banca Alpi Marittime Credito Cooperativo Carrù S.c.p.a.

Dettagli

Politica di valutazione e pricing di prodotti finanziari emessi dalla Banca del Crotonese Credito Cooperativo.

Politica di valutazione e pricing di prodotti finanziari emessi dalla Banca del Crotonese Credito Cooperativo. Politica di valutazione e pricing di prodotti finanziari emessi dalla Banca del Crotonese Credito Cooperativo. (adottata ai sensi delle Linee Guida interassociative per l applicazione delle misure CONSOB

Dettagli

Milano, 24 marzo 2015. Approvato il rendiconto di gestione al 31 dicembre 2014 del Fondo immobiliare Investietico:

Milano, 24 marzo 2015. Approvato il rendiconto di gestione al 31 dicembre 2014 del Fondo immobiliare Investietico: AEDES BPM Real Estate SGR S.p.A. Sede in Milano, Bastioni di Porta Nuova n. 21, capitale sociale Euro 5.500.000,00 sottoscritto e versato, R.E.A. Milano n. 239479, Numero Registro delle Imprese di Milano

Dettagli

TRUE ENERGY SOLAR S.A.,

TRUE ENERGY SOLAR S.A., COMUNICATO STAMPA TE WIND S.A., SOCIETA DI DIRITTO LUSSEMBURGHESE: IL CDA DETERMINA I TERMINI E LE CONDIZIONI DELL AUMENTO DI CAPITALE RISERVATO E DELL AUMENTO DI CAPITALE IN OPZIONE Approvato un aumento

Dettagli

Opportunità di finanziare lo sviluppo con i mini-bond. Sergio Ferrarini e Stefano Visalli

Opportunità di finanziare lo sviluppo con i mini-bond. Sergio Ferrarini e Stefano Visalli Opportunità di finanziare lo sviluppo con i mini-bond Sergio Ferrarini e Stefano Visalli Lucca, 24 aprile 2014 Agenda 1 Opportunità di finanziarsi in minibond attraverso Epic 2 Come funziona? Una dimostrazione

Dettagli

Banca delle Marche SpA Tasso Fisso 1,50 % 2010/2012

Banca delle Marche SpA Tasso Fisso 1,50 % 2010/2012 CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA relativa al programma di prestiti obbligazionari denominato BANCA DELLE MARCHE S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO CON EVENTUALE FACOLTA DI RIMBORSO ANTICIPATO

Dettagli

17 luglio 2008 pag. 1 di 6

17 luglio 2008 pag. 1 di 6 per un importo nominale massimo di Euro 20.000.000 Codice Nel presente Foglio Informativo per la comprensione del significato dei termini in grassetto con rimando numerico si veda la definizione riportata

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all Investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Banca Centropadana tasso fisso 2,75% 15.01.2013-15.07.2015 serie 351 ISIN: IT0004887904

Banca Centropadana tasso fisso 2,75% 15.01.2013-15.07.2015 serie 351 ISIN: IT0004887904 10. MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO Banca Centropadana Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede sociale in Piazza IV Novembre 11 26862 Guardamiglio (LO) Iscritta all

Dettagli

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Aprile 2021 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Aprile 2021 A chi si rivolge info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che persegue l'obiettivo di ottimizzare il rendimento del Fondo in un orizzonte temporale

Dettagli

LEONARDO INVEST Leonardo European Bond Opportunities Société d'investissement à capital variable Lussemburgo PROSPETTO SEMPLIFICATO Maggio 2010

LEONARDO INVEST Leonardo European Bond Opportunities Société d'investissement à capital variable Lussemburgo PROSPETTO SEMPLIFICATO Maggio 2010 LEONARDO INVEST Leonardo European Bond Opportunities Société d'investissement à capital variable Lussemburgo PROSPETTO SEMPLIFICATO Maggio 2010 - 2 - Prospetto Informativo depositato presso la Consob in

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Carilo - Cassa di Risparmio di Loreto SpA Tasso Fisso 2,00% 2010/2013

Carilo - Cassa di Risparmio di Loreto SpA Tasso Fisso 2,00% 2010/2013 CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA relativa al programma di prestiti obbligazionari denominato CARILO - CASSA DI RISPARMIO DI LORETO S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO CON EVENTUALE FACOLTA DI

Dettagli

ISIN IT000469394 8 CASSA DI RISPARMIO DI ALESSANDRIA S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO

ISIN IT000469394 8 CASSA DI RISPARMIO DI ALESSANDRIA S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta delle obbligazioni Cassa di Risparmio di Alessandria 6 Aprile 2011/2018 Tasso Fisso 4,10%, ISIN IT000469394 8 da emettersi nell ambito del programma CASSA DI

Dettagli

PRELIOS SGR: APPROVATI I RENDICONTI DI GESTIONE AL 30 GIUGNO 2012 DEI FONDI QUOTATI

PRELIOS SGR: APPROVATI I RENDICONTI DI GESTIONE AL 30 GIUGNO 2012 DEI FONDI QUOTATI COMUNICATO STAMPA PRELIOS SGR: APPROVATI I RENDICONTI DI GESTIONE AL 30 GIUGNO 2012 DEI FONDI QUOTATI TECLA FONDO UFFICI RENDIMENTO MEDIO ANNUO DAL COLLOCAMENTO PARI A 11,3% RISPETTO AL TARGET DEL 5,5%

Dettagli

TAXBENEFIT NEW Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione

TAXBENEFIT NEW Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione 1/16 TAXBENEFIT NEW Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione SEZIONE III - INFORMAZIONI SULL AAMENTO DELLA GESTIONE valida dal 26 aprile 2010 Dati aggiornati al 31 dicembre

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE TASSO FISSO

CONDIZIONI DEFINITIVE TASSO FISSO CONDIZIONI DEFINITIVE TASSO FISSO Per l offerta relativa al programma di emissione denominato ROVIGOBANCA - TASSO FISSO IT0004750425 RovigoBanca 01/08/2015 TF 3,60% Le presenti Condizioni Definitive sono

Dettagli

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Valore Cedola Globale - 09/2015 A chi si rivolge

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Valore Cedola Globale - 09/2015 A chi si rivolge info Prodotto è un Comparto del fondo comune di diritto lussemburghese Investment Solutions by Epsilon, istituito da Eurizon Capital S.A. e gestito da Epsilon SGR. Il Comparto mira ad ottenere un rendimento

Dettagli

PROSPETTO BASE. CONDIZIONI DEFINITIVE per il programma di emissione prestiti obbligazionari

PROSPETTO BASE. CONDIZIONI DEFINITIVE per il programma di emissione prestiti obbligazionari CASSA RURALE DI TRENTO - Banca di Credito Cooperativo - Società Cooperativa con sede legale in Trento, via Belenzani 6. Iscritta all albo delle banche tenuto dalla Banca d'italia al n. 2987.6; al Registro

Dettagli

MEDIOLANUM REAL ESTATE gestito da Mediolanum Gestione Fondi SGR p.a.

MEDIOLANUM REAL ESTATE gestito da Mediolanum Gestione Fondi SGR p.a. Offerta al pubblico e ammissione alle negoziazioni di quote del fondo comune di investimento immobiliare chiuso ad accumulazione ed a distribuzione dei proventi denominato MEDIOLANUM REAL ESTATE gestito

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA PER L OFFERTA DEI PRESTITI OBBLIGAZIONARI A TASSO STEP UP

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA PER L OFFERTA DEI PRESTITI OBBLIGAZIONARI A TASSO STEP UP CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA PER L OFFERTA DEI PRESTITI OBBLIGAZIONARI A TASSO STEP UP Banca Popolare del Lazio Step Up 24/11/2009 24/11/2012, Codice Isin IT0004549686 Le presenti Condizioni

Dettagli

CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI CANTÙ Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa CONDIZIONI DEFINITIVE

CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI CANTÙ Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa CONDIZIONI DEFINITIVE in qualità di Emittente Sede legale in Cantù, Corso Unità d Italia 11 Iscritta all Albo delle Banche al n. 719 (Cod. ABI 08430), all Albo delle Cooperative al n. A165516, al Registro delle Imprese di Como

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVO AL PROGRAMMA DI OFFERTA DI OBBLIGAZIONI DENOMINATE: CASSA DI RISPARMIO DI FERRARA S.P.A. A TASSO FISSO PRESTITO OBBLIGAZIONARIO CASSA DI RISPARMIO DI FERRARA S.P.A. A TASSO

Dettagli

BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA

BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA BANCA DI CESENA OBBLIGAZIONI STEP COUPON BANCA DI CESENA 04/02/2008 04/02/2011 STEP

Dettagli

1 DESCRIZIONE SINTETICA DELLE CARATTERISTICHE DEGLI STRUMENTI FINANZIARI

1 DESCRIZIONE SINTETICA DELLE CARATTERISTICHE DEGLI STRUMENTI FINANZIARI SCHEDA PRODOTTO RELATIVA AL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO DENOMINATO Bcc San Marzano di San Giuseppe Subordinato 67^ emissione Tasso Fisso 3,75% 28/10/2010-28/04/2016 Codice ISIN IT0004647373 1 DESCRIZIONE

Dettagli

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA D ALBA CREDITO COOPERATIVO TASSO FISSO BCC

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE. della NOTA INFORMATIVA. per il Prestito Obbligazionario denominato. Codice ISIN IT0004752199

CONDIZIONI DEFINITIVE. della NOTA INFORMATIVA. per il Prestito Obbligazionario denominato. Codice ISIN IT0004752199 CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA per il Prestito Obbligazionario denominato BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA 24/08/2011-24/08/2014 TASSO FISSO 3,25% Codice ISIN IT0004752199 Le presenti Condizioni

Dettagli