UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO"

Transcript

1 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso Sistemi Informativi Aziendali, Pianificazione, valutazione e conduzione dei progetti per lo sviluppo del Software Analisi costi benefici. di Simone Cavalli Bergamo, Maggio 2008

2 Analisi costi-benefici Pagina 2

3 Analisi Costi - Benefici: Analisi dei costi I costi totali di un sistema si suddividono in: Costo di costruzione risorse spese o impegnate per costruire il sistema Costo totale di sistema Costo di progetto Costo di avviamento risorse spese o impegnate per mettere il sistema in esercizio Costo di esercizio e manutenzione Pagina 3

4 Analisi Costi - Benefici: Analisi dei costi I costi di progetto hanno due componenti fondamentali:!! Costi diretti, legati alle attività del gruppo di lavoro che fabbrica il sistema;!! Costi indotti, legati agli effetti del progetto sull organizzazione interna (es.: il tempo di training) I costi non diretti di difficile individuazione e quantificazione vengono anche indicati come costi nascosti (es.: nell acquisto di PC il costo di acquisto rappresenta la metà del costo totale, per via di costi nascosti quali il tempo di apprendimento o la manutenzione del software). È fondamentale, per una accurata valutazione del costo totale di un progetto, individuare e quantificare i costi indotti, nonostante si tratti generalmente di un operazione complessa e difficile. Pagina 4

5 Costi nascosti (continua) Oggi assumono una sempre maggiore importanza i costi nascosti, quelli cioè stimabili con grande difficoltà e, per questo, neppure presi in considerazione in passato. Essi corrispondono a dei rischi, cautelarsi dai quali ha pure un costo. Ad esempio sono:!! qualità inadeguata del gruppo di progetto. Le persone che si occupano del progetto possono non essere adeguatamente preparate oppure il capoprogetto non esercita un sufficiente coordinamento, con conseguenti ritardi e sprechi. È il caso dei progetti complessi o di grandi dimensioni;!! scarsa aderenza del sistema agli obiettivi e alle reali esigenze aziendali. E il rischio che si corre quando c è poca integrazione tra le varie competenze all interno del gruppo di lavoro, e tra il gruppo e l utenza. È una situazione che vale soprattutto per i progetti in aree poco strutturate, dove vi sono costi e tempi di sviluppo crescenti a causa di analisi e progettazioni più attente, minore standardizzazione, maggiore sperimentazione;!! insufficiente lavoro d analisi. Pagina 5

6 Costi nascosti (segue)!! addestramento degli utilizzatori insufficiente e frettoloso. Questo si verifica soprattutto per i sistemi tecnologicamente e organizzativamente innovativi;!! collaudo insufficiente e affrettato. E il caso dei sistemi tecnologicamente complessi o in aree poco strutturate;!! insufficiente documentazione, che rende difficile sia l integrazione tra i vari sottosistemi sia la manutenzione dei sistemi;!! eccessivo turnover del personale del gruppo di progetto. Un elevata rotazione tende ad abbassare la qualità del progetto ed esige un maggior sforzo di documentazione per garantire la continuità del lavoro;!! insufficiente valutazione dell impatto del nuovo sistema su ruoli e mansioni nelle unità organizzative, che può provocare resistenze o rigetto del sistema. Pagina 6

7 Analisi Costi - Benefici: Analisi dei costi I costi (di avviamento, di costruzione), si dividono in esterni ed interni. Si chiamano costi esterni i costi che derivano dall acquisizione di prodotti e servizi da terzi. Le decisioni, di volta in volta, se produrre all interno o all esterno si chiamano scelte di make or buy, e sono critiche per la determinazione del costo totale di un sistema. Per esempio una scelta di buy di un applicazione, di solito comporta:!! Costi di costruzione più contenuti, per le economie di scala della società venditrice;!! Costi di avviamento più elevati, per la standardizzazione delle funzioni e procedure dell applicazione, che costringono ad una modifica delle procedure di lavoro del personale onerosa (in termini di formazione ma anche organizzazione e architettura). I costi interni sono:!! l valore del tempo-uomo impegnato nelle attività di progetto;!! il valore delle risorse consumate nello svolgimento di tali attività. Pagina 7

8 Analisi Costi - Benefici: Analisi dei costi ESEMPI Esterni Valore pacchetti applicativi Costo di costruzione Diretti Sviluppo Costo di progetto Interni Indotti Riunioni, interviste Esterni Valore impianti hardware Costo di avviamento Diretti Giorni/uomo + risorse Interni Indotti Data entry Pagina 8

9 Analisi Costi - Benefici: Analisi dei costi I costi di costruzione interni diretti corrispondono alle attività direttamente svolte dal personale del progetto I costi di costruzione interni indotti dipendono dall impiego di risorse organizzative esterne al gruppo di progetto nelle fasi di realizzazione del nuovo sistema (costi e tempi relativi all impegno di risorse, per es. riunioni, interviste, etc.) I costi di avviamento includono: il valore degli impianti hardware, i costi sostenuti dal gruppo di lavoro (diretti) e dalla struttura permanente dell impresa (indotti). Costi di avviamento e costi di costruzione sono influenzati dall impatto organizzativo del sistema: quanto maggiore è il numero di utenti interessati al cambiamento o il mutamento prodotto sui processi, tanto maggiori sono i costi indotti. I costi di avviamento dei sistemi in grandi imprese distribuite geograficamente o funzionalmente superano di gran lungo i costi di costruzione. Pagina 9

10 Analisi Costi - Benefici: Analisi dei costi L analisi dei costi si completa con la stima dei costi. La stima passa attraverso due step distinti: 1.! La quantificazione delle risorse necessarie per ottenere i risultati programmati; 2.! La valorizzazione delle risorse individuate. Esistono diversi metodi per la valorizzazione. Normalmente si usa un metodo adattato del metodo di costo unitario (unità elementari di codice dal costo unitario x n. di unità contenute nel programma da realizzare), basandosi su multipli più o meno complessi di fattori elementari quali i giorni-uomo (per esempio nello sviluppo di siti Internet), relativi al costo industriale delle risorse, se interni, o al valore per livelli di competenza, se esterni. Pagina 10

11 Analisi Costi - Benefici: Analisi dei benefici Di un progetto, esistono: benefici tangibili: legati al ruolo di automazione e sostituzione del lavoro umano; benefici intangibili: legati alla capacità delle IT di migliorare le procedure di coordinamento delle attività produttive, e perciò di ottenere economie di scopo (incrementi della competitività dell impresa a parità di costo) e conseguenti riduzioni di costo. I benefici intangibili sono difficili da misurare e da imputare all informatica perché non implicano la sostituzione del lavoro umano ma la sua riprogettazione e quindi non derivano dalla sola informatica ma anche dal BPR. Inoltre, alcuni benefici non sono direttamente legati a benefici economici ma sono necessari per implementare l infrastruttura tecnologica per i successivi interventi a ritorno economico positivo. Pagina 11

12 Analisi Costi - Benefici: Analisi dei benefici Per identificare i benefici bisogna innanzi tutto identificare quali obiettivi economici sono perseguiti dall azienda nella realizzazione di un investimento in IT. L informatica in linea generale può essere impiegata come: Tecnologia di produzione e strumento di lavoro Tecnologia di organizzazione, coordinamento e intermediazione Nei due casi si ottengono benefici diversi: Benefici dell informatica come "tecnologia di produzione" e come "strumento di lavoro : ovvero economie di scala; Benefici dell informatica come "tecnologia di organizzazione e coordinamento (teoria decisionale e teoria transazionale): ovvero economie di flessibilità. Pagina 12

13 Analisi dei benefici: economie di scala ECONOMIE DI SCALA, cioè riduzione dei costi di produzione ottenuti attraverso: Automazione Informazione in formato elettronico Riduzione di funzioni parassite Sono benefici tangibili. Pagina 13

14 Analisi dei benefici: economie di flessibilità (cont.) Le economie di flessibilità (benefici intangibili) derivano da: A)! Informatica a supporto del coordinamento e controllo: riduzione dei costi di coordinamento, che si traduce in maggiore economicità e produttività dei fattori produttivi: Finanza Impianti Materiali ed energie Personale. B) Informatica a supporto delle transazioni economiche: riduzione dei costi di transazione e in particolare riduzione di: Costi di ricerca delle alternative Costi di controllo e regolazione Costi di transazione Costi di mantenimento Pagina 14

15 Analisi dei benefici: economie di flessibilità (segue) I benefici di natura organizzativa si possono classificare in due categorie.!! Se gli investimenti IT sono mirati al miglioramento delle prestazioni dei processi organizzativi, i loro benefici sono legati soprattutto ad obiettivi di efficacia nel raggiungimento dei livelli competitivi di qualità, come ad esempio la maggiore rapidità nella concessione di servizi alla clientela, grazie alla disponibilità di informazioni e di dati storici sui clienti.!! Se invece gli investimenti IT sono mirati all innovazione dei prodotti o dei servizi di un organizzazione, i benefici sono principalmente legati alla creazione di vantaggio competitivo nel settore di competenza tradizionale (ad esempio, i nuovi servizi telematici per la clientela nel settore bancario) oppure all ingresso in nuovi mercati. Per valorizzare questa tipologia di benefici ci sono due modelli, basati rispettivamente:!! Sui sistemi informativi di supporto alle decisioni (valore dell informazione);!! sulla teoria transazionale (costi dello scambio). Pagina 15

16 Economie di flessibilità: valutazione sul valore delle informazioni decisionali. Il problema è stabilire il valore economico dell informazione che si sta utilizzando. L informazione non ha infatti un valore economico intrinseco, ma deriva dalla capacità diutilizzo da parte del soggetto che la acquisisce. Più elevata è l incertezza di un attività, più grande è la quantità di informazione che dovrà essere trattata e scambiata fra i decisori durante l esecuzione dell attività stessa per conseguire un certo livello di prestazione. In generale le organizzazioni rispondono al crescere dell incertezza in due modi:!! riducendo le esigenze di trattamento delle informazioni;!! potenziando la capacità di elaborazione e comunicazione delle informazioni. Ovvero, per il secondo punto, investire in sistemi informativi, sia dal punto di vista tecnico che organizzativo Pagina 16

17 Economie di flessibilità: valutazione sul costo delle transazioni. I benefici delle tecnologie di coordinamento come strumento per facilitare gli scambi si possono ricavare analizzando i costi dello scambio, cioè i costi di transazione. Ci sono benefici se questi costi vengono ridotti. Essi sono: I costi di ricerca I costi di contrattazione I costi di controllo e regolazione I costi di mantenimento Pagina 17

18 Analisi Costi - Benefici: Analisi dei benefici I progetti vengono valutati sulla base del calcolo del ROI di progetto (return on investment). La valutazione basata sul calcolo del ROI ha dei limiti, benché diffusa e organizzativamente necessaria:!! Non considera il costo del rischio di progetto. Più un progetto è rischioso, più il ROI accettabile dovrebbe essere elevato.!! Tende ad escludere quei costi e quei benefici difficili da quantificare (es.: refrattarietà all utilizzo del nuovo sistema, aumento di vantaggio competitivo complessivo).!! Tende a penalizzare investimenti i cui effetti si manifestano nel lungo periodo, che presentano costi certi e immediati e benefici incerti e lontani nel tempo.!! Non tiene conto dell effettiva struttura aziendale e dei suoi reali bisogni informativi. Pagina 18

19 Analisi Costi - Benefici: Analisi dei benefici Per la valutazione del ROI i benefici devono essere: a) qualificati (individuati, ma solo se significativi); b) quantificati. La valutazione del ROI tende a penalizzare i benefici che differenziano l informatica dalle tradizionali tecnologie di produzione e che perciò sono legati ai progetti più innovativi e quindi remunerativi. Per minimizzare i limiti della valutazione ROI è bene seguire i seguenti passi: 1.! Qualificare tutti i potenziali benefici, sia tangibili che intangibili; 2.! Quantificare i benefici tangibili e, se possibile, monetizzarli; 3.! Quantificare e monetizzare, se possibile, i benefici intangibili; 4.! Fornire una valutazione ROI sui benefici che si è riusciti a monetizzare; 5.! Completare il ROI con altre valutazioni quantitative non monetarie sui benefici quantificati ma non monetizzati; 6.! Completare la valutazione del ROI con considerazioni di natura strategica e organizzativa sui rischio e opportunità, basate sui benefici qualificati ma non quantificati. Pagina 19

20 Analisi dei benefici: qualificazione dei tangibili Benefici tangibili, ovvero dove le IT migliorano la produttività del lavoro: Il processo di lavoro è essenzialmente manuale; Il processo di lavoro comprende molti trasferimenti di informazione da un supporto o formato all altro; Molte fra le cosiddette attività parassite fanno parte del processo Automatizzazione di tutto o parte del processo informativo Eliminazione di alcuni dei trasferimenti di informazione (es.: PDF) Eliminazione e/o riduzione attività parassite (es. correzione ortografica MS Word) Velocizzando il processo di lavoro (economie di velocità) Pagina 20

21 Analisi dei benefici: qualificazione degli intangibili Benefici intangibili: la qualificazione viene effettuata definendo l impatto organizzativo del progetto e analizzando i fattori che rendono i nuovi processi più efficienti e più efficaci. I benefici economici che ne derivano consistono in una riduzione dei costi di coordinamento. Un esempio empirico per la qualificazione dei benefici intangibili è il modello di Strassmann (1990). I benefici informatici sono classificati per difficoltà di qualificazione e successiva quantificazione: il legame causa-effetto fra costi e benefici diminuisce al crescere del livello di difficoltà. I benefici tangibili sono legati (generalmente) a ritorni dovuti a riduzione o spostamento dei costi, quelli intangibili hanno natura molto più varia e conseguenze più generali e aggregate sulle prestazioni complessive di un organizzazione. Pagina 21

22 Analisi dei benefici tangibili: metodo di quantificazione (cont.) Le tecniche più comuni di quantificazione dei benefici tangibili sono: 1.! l analisi dell esperienza altrui 2.! la simulazione 3.! la sperimentazione su scala ridotta Pagina 22

23 Analisi dei benefici tangibili: metodo di quantificazione (segue) 1. Analisi dell esperienza altrui. È un metodo può essere molto utile per una prima analisi dei benefici di un particolare sistema, o per operare una preselezione prima di condurre analisi più dettagliate con metodi più sofisticati e costosi. 2. Simulazione. Vi sono due tipi di simulazioni, deterministiche o stocastiche. Per la simulazione in ambiente deterministico si ricorre a serie storiche e proiezioni nel futuro, estrapolate dal passato, ma corrette tenendo conto della prevedibile evoluzione delle condizioni. Nella simulazione in ambiente stocastico, il confronto si fa su serie simulate, generate secondo le leggi di distribuzione statistica degli eventi presi in considerazione. 3. Sperimentazione. La sperimentazione su scala ridotta si utilizza quando un progetto coinvolge un numero elevato di dati e parecchi settori aziendali. Il principale inconveniente di questo metodo è il suo costo. Pagina 23

24 Analisi dei benefici tangibili: quantificazione 1/2) Le tipiche voci di beneficio direttamente quantificabili e monetizzabili sono:!! Riduzioni di personale!! Riduzione del costo di struttura associato a riduzione del personale (costi struttura unitari x variazione n. persone impiegate)!! Riduzioni di altri fattori produttivi per unità prodotta!! Riduzioni di magazzino (conseguenti alle diminuzioni di risorse fisiche necessarie per unità prodotta).!! Eliminazione dei costi tecnologici delle componenti del sistema informativo eliminate o sostituite dal nuovo sistema. Pagina 24

25 Analisi dei benefici tangibili: quantificazione 2/2) Le tipiche voci di beneficio direttamente quantificabili ma NON monetizzabili sono: Minor tempo di servizio di uno sportello bancario; Minor tempo di evasione degli ordini di un azienda che vende on line; La maggior rapidità di esecuzione delle operazioni di compra-vendita titoli tramite Trading on line. Per questo genere di benefici è comunque utile fornire una misura quantitativa, anche se tale misura non apparirà nella valutazione monetaria del ROI. Pagina 25

26 Analisi dei benefici: quantificazione dei benefici intangibili Per analizzare i benefici intangibili si possono utilizzare tre metodologie: prescindere dai benefici intangibili: può essere il caso di un sistema che risulta essere conveniente già solo in base ai previsti benefici tangibili e riduzione dei costi. Si dice allora che il sistema proposto domina quello esistente, poiché è superiore ad esso sia in termini di benefici tangibili che intangibili. determinare il punto di pareggio: va utilizzato quando i benefici tangibili non sono sufficienti a giustificare l investimento. Bisogna valutare se il valore dei benefici intangibili almeno pareggia la differenza tra i costi previsti ed i benefici tangibili stimati. avvalersi della valutazione soggettiva degli utilizzatori: è utilizzato quando i sistemi diventano particolarmente complessi e integrati e quindi diventa più difficile applicare metodi formali di analisi costi/benefici. Pagina 26

27 Analisi dei benefici: benefici intangibili quantificabili Alcuni benefici intangibili sono quantificabili, anche se la previsione del loro valore quantitativo e la successiva monetizzazione è più complessa ed incerta di quanto non lo sia per i benefici tangibili. Alcuni benefici legati al ruolo di coordinamento delle IT (quindi intangibili) e quantificabili sono:!! Riduzioni di magazzino conseguenti ad una migliore gestione del processo produttivo;!! Riduzione dei fermi macchina grazie a più veloci cicli di pianificazione della produzione;!! Riduzioni della rete di distribuzione grazie ad una migliore capacità di coordinare il cross-selling (vendite di prodotti nuovi su canali distributivi e target di norma legati ad altri prodotti);!! Risparmi sui costi di trasporto per una migliore pianificazione aggregata della logistica. Esistono poi benefici intangibili non quantificabili ma comunque critici nella valutazione dei progetti, che quindi necessitano di analsi particolari (es. valore prodotto per cliente determinato dalla tecnologia embedded). Pagina 27

28 Analisi Costi - Benefici: Analisi dei benefici: calcolo del Return of Investment Una volta disponibili le valutazioni monetarie, quantitative e qualitative si può procedere alla valutazione del ROI. Il ROI è dato dal rapporto: Utile netto medio annuale del progetto Investimento medio a Il ROI è spesso accompagnato da altri indicatori calcolabili sui valori monetari di costi e benefici. Il più noto e utilizzato è l IRR (Internal Rate of Return), o flusso di cassa scontato, che determina il tasso di sconto per il quale il valore dei ritorni del progetto eguaglia il valore attuale degli investimenti che esso comporta: V = C/ (1+IRR)^n Dove C sono i flussi di cassa medi attesi, n il numero di anni e V il valore attuale degli investimenti. Pagina 28

29 Un caso aziendale Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali Pagina 29

30 Impostazione metodologica sezione costi Step 1: raccolta di tutti i costi esterni (o di fattura) secondo i seguenti criteri di aggregazione ( costi per risorse ): costi di componenti hardware; costi di componenti software; costi di servizi esterni.!! Step 2: identificazione di tutti i costi interni (diretti e indotti) secondo un analisi per fasi del progetto ( costi per missione ): fase di costruzione; fase di avviamento; fase di funzionamento; attività operative comuni.!! Step 3: valorizzazione dei costi interni mediante la logica del costo industriale orario del personale aziendale coinvolto. Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali Pagina 30

31 Costi esterni Categoria di costo Voce di costo Valore monetario Costi delle tecnologie (Software) Fornitura dei moduli relativi alle aree magazzino, acquisti, contabilità, commerciale e produzione! ,00 Costi delle tecnologie (Software) Modifiche ad hoc di tre programmi! 7.356,00 Costi delle tecnologie (Hardware) Piattaforme di Software di base (Project 2003, Adobe Acrobat)! 1.992,00 Costi delle tecnologie (Hardware) Componenti architetturali per collegamenti di rete! 276,00 Costi delle tecnologie (Hardware) Stampanti! 3.120,00 Costi delle tecnologie (Hardware) Pc + monitor! 3.708,00 Costi delle tecnologie (Software) Costi di servizi esterni Altri costi Valore della porzione di server dedicata alle aree del pacchetto ERP Assistenza per attività di personalizzazione dei moduli Spese di viaggio per attività di assistenza e consulenza in loco! 9.634,00! ,05! 9.954,00 Costi di servizi esterni Assistenza varia del personale del fornitore del pacchetto ERP! ,00 Costi di servizi esterni Consulenze esterne! 5.000,00 Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali TOTALE! ,05 Pagina 31

32 Costi interni Numero di ore di impiego per persona e per fase Personale Costruzione Avviamento Operazioni comuni Totale Costo industriale orario Monetizzazione Vendite ! 20,52! 6.874,20 Itc ! 14,28! 2.284,80 Itc ! 13,06! 822,78 Prg 1 203, ,5! 15,95! 4.091,18 Prg 2 27, ,5! 15,05! 895,48 Prod ! 40,59! 649,44 Qlt ! 38,09! 1.218,88 Qlt ! 38,09! 609,44 Log ! 30,07! 1.683,92 Log ! 13,47! 835,14 Amm ! 15,05! 60,20 Amm 1 250! 15,05! 3.762,50 Amm 2 250! 24,82! 6.205,00 Amm 3 84! 13,91! 1.168,44 Amm 4 84! 14,51! 1.218,84 Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali Pagina 32 TOTALE! ,24

33 Impostazione metodologica sezione benefici Step 1: identificazione, quantificazione e monetizzazione dei benefici tangibili secondo l analisi di cinque possibili categorie: a.!riduzione dei costi; b.!spostamento dei costi; c.!costi evitati; d.!miglioramento delle prestazioni; e.!incremento dei ricavi. Step 2: identificazione dei benefici intangibili secondo l analisi di quattro possibili categorie: a.!riconfigurazione delle relazioni; b.!vantaggi competitivi; c.!riduzione del rischio; d.!sopravvivenza competitiva. Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali Pagina 33

34 Impostazione metodologica sezione benefici Per i benefici tangibili si focalizza l attenzione sui macroprocessi aziendali a.! area vendita b.! area programmazione c.! area acquisti d.! area logistica e.! area produzione f.! area qualità g.! altri processi di supporto Per i benefici intangibili la logica è quella di una visione d insieme secondo due i motori di ricerca "! l informazione "! la logica di un azienda orientata ai processi (valutati nelle loro interdipendenze) Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali Pagina 34

35 Benefici tangibili: identificazione e quantificazione Tipologia di beneficio Identificazione Quantificazione A C Q U I S T I Riduzione costi Generazione automatica degli ordini di acquisto 4 ore a settimana Miglioramento prestazioni Migliore gestione dei terzisti Riduzione rischi Listino unico 2 ore al mese Riduzione costi Minor tempo nell inserimento degli ordini 1 ora al giorno Riduzione rischi Esistenza veritiera Costi evitati Verifica fisica delle giacenze 4 ore al mese Riduzione rischi Minori errori nella gestione dei listini 6 ore al mese V E N D I T E Riduzione costi Minor tempo per variazioni e correzioni dei documenti di consegne 16 ore al mese Riduzioni costi Riduzione carta da stampare e fax da inviare 30 ore al mese Riduzioni rischi Controllo diretto delle campionature Miglioramento prestazioni Minor tempo nell'inserimento degli ODV (riduzione tempi) 1 ora al giorno Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali Pagina 35

36 Benefici tangibili: monetizzazione per aree aziendali SPL Ore la mese Ore alla settimana Ore al giorno Monetizzazione COM! 39,00! - PROD! 38,00 2 4! 7.296,00 LOG! 28,00 4 1! 9.744,00 QLT! 38,00! - EDP! 14,00! - totale annuo! ,00 ROD Ore la mese Ore alla settimana Ore al giorno Monetizzazione COM! 39, ! ,00 PROD! 38,00! - LOG! 28,00! - QLT! 38,00! - EDP! 14,00! - totale annuo! ,00 LGT Ore la mese Ore alla settimana Ore al giorno Monetizzazione COM! 39,00! - PROD! 38,00! - LOG! 28,00 8! 2.688,00 QLT! 38,00! - EDP! 14,00! - Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali totale annuo! 2.688,00 Pagina 36

37 Benefici tangibili: monetizzazione per aree aziendali PLN Ore la mese Ore alla settimana Ore al giorno Monetizzazione COM! 39,00 2! ,00 PROD! 38,00 8! ,00 LOG! 28,00! - QLT! 38,00! - EDP! 14,00! - totale annuo! ,00 PRD Ore la mese Ore alla settimana Ore al giorno Monetizzazione COM! 39,00 1! ,00 PROD! 38,00 0! - LOG! 28,00! - QLT! 38,00! - EDP! 14,00! - totale annuo! ,00 QLT Ore la mese Ore alla settimana Ore al giorno Monetizzazione COM! 39,00! - PROD! 38,00! - LOG! 28,00! - QLT! 38,00 4 1! ,00 EDP! 14,00! - Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali totale annuo! ,00 Pagina 37

38 Benefici tangibili: il ruolo dell informazione Benefici intangibili legati al ruolo dell informazione in azienda: a.!ampiezza b.!qualità c.!velocità d.!disponibilità e.!utilizzabilità f.!economicità. Benefici intangibili associati alla cultura di processo aziendale: a.!diffusione della cultura del processo b.!attivare catene interne di clienti e fornitori c.!individuare il process owner d.!decentrare i processi di supporto e la gestione delle informazioni e.!sfruttare le IT f.!introdurre la delega decisionale. Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali Pagina 38

39 Indicazione finale costi e benefici COSTI INTERNI! ,24 COSTI ESTERNI! ,05 TOTALE COSTI! ,29 Area Valore benefici Acquisti! ,00 Vendite! ,00 Logistica! 2.688,00 Programmazione! ,00 Produzione! ,00 Qualità! ,00 Processo produttivo! ,00 TOTALE BENEFICI (valore annuo)! ,00 Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali Pagina 39

Classificazioni dei sistemi di produzione

Classificazioni dei sistemi di produzione Classificazioni dei sistemi di produzione Sistemi di produzione 1 Premessa Sono possibili diverse modalità di classificazione dei sistemi di produzione. Esse dipendono dallo scopo per cui tale classificazione

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

L analisi economico finanziaria dei progetti

L analisi economico finanziaria dei progetti PROVINCIA di FROSINONE CIOCIARIA SVILUPPO S.c.p.a. LABORATORI PER LO SVILUPPO LOCALE L analisi economico finanziaria dei progetti Azione n. 2 Progetti per lo sviluppo locale LA FINANZA DI PROGETTO Frosinone,

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

May Informatica S.r.l.

May Informatica S.r.l. May Informatica S.r.l. Brochure Aziendale Copyright 2010 May Informatica S.r.l. nasce con il preciso scopo di dare soluzioni avanzate alle problematiche legate all'information Technology. LA NOSTRA MISSIONE

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

L azienda e le funzioni aziendali

L azienda e le funzioni aziendali UDA 5 TEMA 3 L operatore impresa L azienda e le funzioni aziendali a cura di Lidia Sorrentino Il concetto di azienda. Per soddisfare i propri bisogni, fin dall antichità l uomo si è associato con altre

Dettagli

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria INGEGNERIA DEL SOFTWARE. Paolo Salvaneschi A2_3 V2.0. Processi. Scelta dei processi adeguati

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria INGEGNERIA DEL SOFTWARE. Paolo Salvaneschi A2_3 V2.0. Processi. Scelta dei processi adeguati Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria INGEGNERIA DEL SOFTWARE Paolo Salvaneschi A2_3 V2.0 Processi Scelta dei processi adeguati Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti,

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro.

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Costi della Qualità La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Per anni le aziende, in particolare quelle di produzione, hanno

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Asset Management Day Milano, 3 Aprile 2014 Politecnico di Milano OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Massimiliano D Angelo, 3E Sales Manager Italy 3E Milano, 3 Aprile

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

[La catena del valore]

[La catena del valore] [La catena del valore] a cura di Antonio Tresca La catena del valore lo strumento principale per comprendere a fondo la natura del vantaggio competitivo è la catena del valore. Il vantaggio competitivo

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

8. Le scelte che determinano impatti sui costi

8. Le scelte che determinano impatti sui costi 8. Le scelte che determinano impatti sui costi 8.1 INTRODUZIONE Per valutare e controllare i costi di una soluzione e-learning è necessario conoscere in maniera approfondita i fattori da cui dipendono

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

Corso Tecnologie dell informazione applicata ai processi aziendali. Il sistema di misurazione delle prestazioni aziendali

Corso Tecnologie dell informazione applicata ai processi aziendali. Il sistema di misurazione delle prestazioni aziendali Corso Tecnologie dell informazione applicata ai processi aziendali. Il sistema di misurazione delle prestazioni aziendali Simone.cavalli@unibg.it Bergamo, Febbraio 2008 Il sistema di misurazione delle

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

Pacchetto verticale vitivinicolo

Pacchetto verticale vitivinicolo Pacchetto verticale vitivinicolo Descrizione della soluzione Pag. 1 La Cooperativa Seled ha realizzato una completa copertura delle procedure informatiche per Cooperative Vitivinicole in ambiente Windows,

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda può essere considerata come: Un insieme organizzato di beni e persone che svolgono attività economiche stabili e coordinate allo scopo di

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP Storia ed evoluzione dei sistemi ERP In questo breve estratto della tesi si parlerà dei sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) utilizzabili per la gestione delle commesse; questi sistemi utilizzano

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Release Management Obiettivi Obiettivo del Release Management è di raggiungere una visione d insieme del cambiamento nei servizi IT e accertarsi che tutti gli aspetti di una release (tecnici e non) siano

Dettagli

La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione

La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione Indice dei contenuti Introduzione 3 SAP Business One: le caratteristiche 4 Vantaggi per le aziende 5 Panoramica

Dettagli

Il ciclo di vita del software

Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Definisce un modello per il software, dalla sua concezione iniziale fino al suo sviluppo completo, al suo rilascio, alla sua successiva evoluzione,

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali.

La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali. La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali. Gabriele Ottaviani product manager - mobile solutions - Capgemini BS Spa premesse...dovute soluzione off-line...ma

Dettagli

ESTIMO GENERALE. 1) Che cos è l estimo?

ESTIMO GENERALE. 1) Che cos è l estimo? ESTIMO GENERALE 1) Che cos è l estimo? L estimo è una disciplina che ha la finalità di fornire gli strumenti metodologici per la valutazione di beni economici, privati o pubblici. Stimare infatti significa

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL SAP Customer Success Story Prodotti Industriali Raffineria Metalli Capra Raffineria Metalli Capra. Utilizzata con concessione dell autore. Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL Partner

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

2- Identificazione del processo. (o dei processi) da analizzare. Approcci: Esaustivo. In relazione al problema. Sulla base della rilevanza

2- Identificazione del processo. (o dei processi) da analizzare. Approcci: Esaustivo. In relazione al problema. Sulla base della rilevanza PROCESS MAPPING (2) Approcci: 2- Identificazione del processo Esaustivo (o dei processi) da analizzare Mappatura a largo spettro (es.: vasta implementazione di un ERP) In relazione al problema ad es. i

Dettagli

Introduzione Perché ti può aiutare la Smart Data Capture?

Introduzione Perché ti può aiutare la Smart Data Capture? 01 Introduzione Perché ti può aiutare la Smart Data Capture? Gestisci ogni giorno un elevato numero di fatture e documenti? Se hai un elevato numero di fatture da registrare, note di credito e documenti

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014 Servizio di Infomobilità e Telediagnosi Indice 3 Leasys I Care: i Vantaggi dell Infomobilità I Servizi Report di Crash Recupero del veicolo rubato Blocco di avviamento del motore Crash management Piattaforma

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI. Ambito Disciplinare 6.

CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI. Ambito Disciplinare 6. CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI Ambito Disciplinare 6 Programma d'esame CLASSE 75/A - DATTILOGRAFIA, STENOGRAFIA, TRATTAMENTO TESTI E DATI Temi

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A.

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Gestione Contabile : Piano dei conti : Suddivisione a 2 o 3 livelli del piano dei conti Definizione della coordinata CEE a livello di piano dei conti

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso White Paper In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso Executive Summary Una volta stabilito il notevole impatto positivo che la Unified Communication (UC) può avere sulle aziende,

Dettagli

LISTINO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI

LISTINO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI LISTI INO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI APRILE 2012 APICE Listino Prezzi 04/2012 Indice dei contenuti ARMADI GESTIONE CHIAVI... 3 1. KMS... 4 1.1. ARMADI KMS COMPLETI DI CENTRALINA ELETTRONICA E TOUCH

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

Che cos è la Qualità?

Che cos è la Qualità? Che cos è la Qualità? Politecnico di Milano Dipartimento di Elettrotecnica 1 La Qualità - Cos è - La qualità del prodotto e del servizio - L evoluzione del concetto di qualità - La misura della qualità

Dettagli

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di Gli indici per l analisi di bilancio Relazione di Giorgio Caprioli Gli indici di solidità Gli indici di solidità studiano il rapporto tra le parti alte dello Stato Patrimoniale, ossia tra Capitale proprio

Dettagli

Alberta Riccio (Responsabile Qualità, Ambiente, Sicurezza e Risorse Umane)

Alberta Riccio (Responsabile Qualità, Ambiente, Sicurezza e Risorse Umane) ESEMPI DI BUONA PRASSI TEMA Sistema di Gestione per la Sicurezza TITOLO DELLA SOLUZIONE Pianificazione della Manutenzione, Utilizzo di Software dedicato e Formazione per Addetti Manutenzione AZIENDA/ORGANIZZAZIONE

Dettagli

La bolletta dimagrisce

La bolletta dimagrisce La bolletta dimagrisce Bolletta più leggera e più equa per le Pmi La spesa energetica delle imprese Il costo dell energia è un importante fattore di competitività per le imprese; La spesa per l energia

Dettagli