BUSTA PAGA. PERSONALE DIPENDENTE Dirigenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BUSTA PAGA. PERSONALE DIPENDENTE Dirigenti"

Transcript

1 BUSTA PAGA PERSONALE DIPENDENTE Dirigenti

2 CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO DEL PERSONALE MEDICO/VETERINARIO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE BIENNIO ECONOMICO DI RIFERIMENTO

3 RAPPRESENTAZIONE GRAFICA datore di lavoro Dati anagrafici del dipendente codice fiscale Sede di servizio del dipendente Matricola Qualifica giuridica Data di inizio del rapporto di lavoro Dati economici

4 VOCI DI RETRIBUZIONE FISSE E RICORRENTI

5 STIPENDIO TABELLARE ,29 COMPRENSIVO DI I.I.S. R.I.A. OVE ACQUISITA PRIMA DEL 1996 STRUTTURA DELLA RETRIBUZIONE FONDAMENTALE RETRIBUZIONE DI POSIZIONE UNIFICATA ASSEGNO PERSONALE INDENNITA DI ESCLUSIVITA

6 RETRIBUZIONE DI POSIZIONE AZIENDALE RETRIBUZIONE ACCESSORIA INDENNITA DI STRUTTURA COMPLESSA RETRIBUZIONE DI RISULTATO INDENNITA PARTICOLARI COND. LAVORO INDENNITA CAPO DIPARTIMENTO

7 CCNL 3/11/2005

8 NUOVI STIPENDI TABELLARI E RETRIBUZIONE DI POSIZIONE MINIMA CONTRATTUALE DIRIGENTI MEDICI E VETERINARI CON RAPPORTO DI LAVORO ESCLUSIVO E NON ESCLUSIVO DAL 31 DICEMBRE 2003

9 Art. 41 Nuovo stipendio tabellare dei dirigenti medici e veterinari. Conglobamenti 1. A decorrere dal 31 dicembre 2003 lo stipendio tabellare annuo lordo, comprensivo della 13^ mensilità, per i dirigenti medici e veterinari con rapporto di lavoro esclusivo e non esclusivo ed orario unico è fissato in ,00 annui lordi.

10 Art. 34 CCNL 3/11/2005 Indennità Integrativa Speciale 1. A decorrere dall 1 gennaio 2003 cessa di essere corrisposta l indennità integrativa speciale in godimento in quanto conglobata nello stipendio tabellare.

11 2. A decorrere dal 31 dicembre 2003 per i dirigenti con anzianità di servizio pari o superiore ai cinque anni, nel trattamento economico del comma 1 sono conglobate e riassorbite le seguenti voci: -per ,00( ,83compresala13^mensilità), lo stipendio tabellare annuo di cui all art.35, comma 2, comprensivo, per 7.169,97, dell intera misura dell indennità integrativa speciale annua dell art. 34; - per 5.360,24 ( 5.806,93 compresivi della 13^ mensilità) la retribuzione di posizione minima contrattuale annua degli articoli da n. 37 a n. 40 con la corrispondente riduzione in misura pro-capite del fondo previsto dall art. 54; - per 1.245,24 la retribuzione di risultato, con la corrispondente riduzione in misura annua pro-capite del fondo dell art. 56.

12 3. A decorrere dal 31 dicembre 2003, per i dirigenti medici e veterinari con rapporto di lavoro esclusivo con anzianità di servizio inferiore a cinque anni, nel trattamento economico del comma 1, sono conglobate e riassorbite le seguenti voci: - per ,00, lo stipendio tabellare annuo dell art. 35, comma 2 comprensivo, per 7.169,97, dell intera misura dell indennità integrativa speciale annua, dell art. 34; - per 4.381,21 ( 4.746,31 compresivi della 13^ mensilità) la retribuzione di posizione minima contrattuale annua degli artt. 37 e 38 con la corrispondente riduzione in misura pro-capite del fondo previsto dall art. 54; - per 1.245,24 la retribuzione di risultato, con la corrispondente riduzione in misura annua pro-capite del fondo dall art. 56; - per 979,02 ( 1.060,61 compresivi della 13^ mensilità) le risorse della RIA (retribuzione individuale di anzianità) dei dirigenti cessati dal servizio che già dal 31 dicembre 2001 confluiscono nel fondo di cui all art. 9 del CCNL 8 giugno 2000, II biennio, quale anticipazione dell incremento della retribuzione di posizione di equiparazione attribuibile al raggiungimento del quinquennio ai sensi degli artt. 3 e 4 comma 2 del citato CCNL del II biennio.

13 RETRIBUZIONE INDIVIDUALE DI ANZIANITA In attuazione di quanto previsto dall art. 72, comma 3 del d.lgs. 29/1993, con effetto dall 1 gennaio 1997 sono abrogati i meccanismi di automatico incremento della retribuzione per classi e scatti legati all anzianità individuale.

14 INDENNITA DI SPECIFICITA MEDICA-VETERINARIA l'indennità di specificità medico - veterinaria, prevista dall art. 37, comma 2 del CCNL del 8 giugno 2000 resta fissata nella misura di 7.746,85 annui lordi. 2. A decorrere dal 1 gennaio 2002 l indennità di specificità medico - veterinaria prevista dall art. 38, comma 2 per i dirigenti di ex II livello al rimane fissata nella misura di ,14 annui lordi, a titolo personale.

15 indennità di esclusività del rapporto di lavoro Dirigente con incarico di direzione di struttura complessa ,27 Dirigente con incarichi art. 27 lett. b) o c) del CCNL stipulato in data 8 giugno 2000 ed esperienza professionale nel SSN superiore a quindici anni ,61 Dirigente con incarichi art. 27, lett. b) o c) del CCNL stipulato in data 8 giugno 2000 ed esperienza professionale nel SSN tra cinque e quindici anni Dirigente con esperienza professionale nel SSN sino a cinque anni , ,41

16 INDENNITA DI STRUTTURA COMPLESSA L indennità per l incarico di direzione di struttura complessa, prevista dall art. 40 del CCNL 8 giugno 2000, per i dirigenti assunti a decorrere dal 31 luglio 1999 rimane fissata nella misura di 9.432,05.

17 INDENNITA CAPO DIPARTIMENTO CCNL 8/6/2000: Nel conferimento dell incarico di direttore di dipartimento ovvero di incarichi che, pur non configurandosi con tale denominazione, ricomprendano secondo l atto aziendale più strutture complesse - per la retribuzione di posizione parte variabile del dirigente interessato è prevista una maggiorazione fra il 35 ed il 50%, calcolato sul valore massimo della fascia di appartenenza

18 INDENNITA CAPO DIPARTIMENTO CCNL 6/5/2010: I valori massimi delle fasce di cui agli artt. 56 e 57 del CCNL , come modificati dall art. 39, comma 10 del CCNL , sono così rideterminati, nei limiti delle disponibilità del fondo di competenza: - Fascia a) dell art. 56: ,00 - Fascia b) dell art. 56: ,00 - Fascia a) dell art. 57: ,00 - Fascia b) dell art. 57: ,00 4. Il comma 9 dell art. 39 del CCNL è così modificato: le parole è prevista una maggiorazione fra il 35 ed il 50% sono sostituite dalle seguenti: senza ulteriori oneri aggiuntivi a carico del bilancio dell Azienda, è prevista una maggiorazione fra il 30% ed il 50%

19 Art. 42 La retribuzione di posizione minima contrattuale per i dirigenti medici e veterinari con rapporto di lavoro esclusivo. Rideterminazione dal 31dicembre 2003

20 Dirigenti veterinari

21 Nuova retribuzione di posizione minima contrattuale unificata dal 1 gennaio 2009 Dirigente incarico struttura complessa: istituti Zooprofilattici Dirigente incarico struttura complessa: territorio Dirigente incarico struttura semplice o ex modulo funzionale DPR 384/ , , ,30 Dirigente incarico lett. c) art. 27 CCNL 8 giugno ,99 Dirigente equiparato 3.330,73 Dirigente < 5 anni

22 Alla retribuzione minima contrattuale si aggiunge la retribuzione di posizione variabile aziendale eventualmente già attribuita o da attribuire,.

23 La retribuzione di posizione minima è garantita al dirigente in caso di mobilità o trasferimento per vincita di concorso o di incarico ai sensi dell art. 15 del d.lgs. 502 del Qualora alla valutazione negativa ai sensi dell art. 30, consegua l attribuzione di un incarico di minore valore economico complessivo, la retribuzione di posizione minima di cui al comma 1 può essere decurtata sino alla misura massima del 40%.

24 RETRIBUZIONE DI POSIZIONE RETRIBUZIONE POSIZIONE UNIFICATA MINIMO GARANTITO VARIABILE INCARICO

25 Valori Massimi Delle Fasce CCNL 6/5/2010 Fascia a) dell art. 56: ,00 - Fascia b) dell art. 56: ,00 - Fascia a) dell art. 57: ,00 - Fascia b) dell art. 57: ,00

26 Come si calcola la retribuzione di posizione Graduazione in sede aziendale art. 40 CCNL 8/6/2000

27 La componente fissa della retribuzione di posizione stabilita dalla tabella indicata non è modificabile, mentre l incremento della componente variabile minima contrattuale della medesima tabella sulla base della graduazione delle funzioni di cui all art. 26, è competenza delle singole aziende in relazione alle risorse disponibili nell apposito fondo. Di conseguenza la retribuzione di posizione dei dirigenti, fermo rimanendo il principio che, a parità di graduazione delle funzioni, deve essere identica, si colloca - in base alla tipologia degli incarichi conferiti - nelle fasce economiche degli artt. 54 e 55 del CCNL 5 dicembre 1996, secondo la tabella di corrispondenza allegato 1 al presente contratto. Il valore economico complessivo dell incarico determinato ai sensi del comma 6 è la risultante della somma del minimo contrattuale del comma 5 e della quota aggiuntiva variabile definita aziendalmente. Detto valore, a parità di funzioni, si ottiene mediante i relativi conguagli sulla parte variabile rispetto al minimo contrattuale in godimento fino al raggiungimento del valore economico complessivo.

28 Dirigente ex IX livello equiparato con incarico di struttura semplice Retribuzione di posizione unificata ,73 / 12 * 13 = 3.608,30 Minimo garantito o differenza sui minimi ,57/12*13 = 6.261,21 Totale retribuzione tabellare per incarico di struttura semplice ,51

29 Graduazione delle funzioni in sede Aziendale Valore punto. 725,00 Graduazione incarico di struttura semplice punti 15,5 Valore economico dell incarico ,50

30 Retribuzione di posizione variabile aziendale Valore economico dell incarico di struttura semplice ,50 Totale retribuzione tabellare per incarico di struttura semplice , , ,51 = 1.367, ,99 variabile incarico annuale 1.367,99 / 13 = 557,35 105,23 variabile incarico mensile

31 CLAUSOLA DI SALVAGUARDIA L INCREMENTO CONTRATTUALE DELLA RETRIBUZIONE DI POSIZIONE MINIMA NON E RIASSORBITO DALLA RETRIBUZIONE DI POSIZIONE AZIENDALE EVENTUALMENTE ASSEGNATA

32 DECURTAZIONE OPZIONE SUCCESSIVA AL 15 MARZO 2000 = DECURTAZIONE RETRIBUZIONE POSIZIONE

33 DICHIARAZIONE CONGIUNTA N. 13 Le parti convengono che, ai sensi dell art. 35, comma 2, nei confronti dei dirigenti medici e veterinari che hanno optato per il rapporto esclusivo entro il 14 marzo 2000 non si applichino, neanche temporalmente, le penalizzazioni previste dai commi 1 lett. b), 3, 4 e 5 dell art. 47 I dirigenti sanitari di cui all art. 44 che entro il 14 marzo 2000 abbiano optato per il rapporto esclusivo continuano a prestare la propria attività con le modalità previste dal rapporto in corso di soppressione sino a trenta giorni dall entrata in vigore del presente accordo ai sensi di quanto previsto dall art. 44, comma 2, momento dal quale sarà riadeguato l orario di lavoro. La disposizione è collegata al meccanismo di finanziamento del passaggio previsto dall art. 44 citato, comma 7.

34 INDENNITA DI SOSTITUZIONE al dirigente incaricato della sostituzione di cui all art. 18 CCNL 8/6/2000 non è corrisposto alcun emolumento nei primi due mesi. Indennità dal terzo mese di sostituzione fino al sesto mese, prorogabile per ulteriori mesi sei. 535,05 per struttura complessa,. 267,53 per struttura semplice

35 Effetti del passaggio dal rapporto esclusivo al rapporto non esclusivo e viceversa

36 Le parti prendono atto che, in prima applicazione, gli effetti della legge 138 del 2004 si producono - in concreto - dal 1 gennaio 2005 dopo l opzione da parte dei dirigenti già a rapporto esclusivo per il passaggio al rapporto di lavoro non esclusivo. Di conseguenza da tale data: - il passaggio dei dirigenti al rapporto di lavoro non esclusivo non preclude il mantenimento o il conferimento di incarico di direzione di struttura complessa o semplice; - l art. 45 del CCNL 8 giugno 2000 è disapplicato; - il trattamento economico fondamentale ed accessorio spettante ai dirigenti già a rapporto non esclusivo ai sensi dell art. 46, comma 1, del CCNL 8 giugno 2000 ed a tutti i dirigenti che optino dal 1 gennaio 2005 per tale rapporto di lavoro è indicato nell allegato 6 tavola

37 2. Il passaggio dal rapporto di lavoro esclusivo a quello non esclusivo dal 1 gennaio successivo a quello dell opzione, comporta i seguenti effetti per i dirigenti interessati: - i dirigenti di struttura complessa, divenuti tali dopo il 31 luglio 1999 (ai quali compete la relativa indennità in luogo degli assegni personali di cui all art. 38, commi 1 e 2 del CCNL 8 giugno 2000), dopo l opzione continuano a percepire tale indennità senza soluzione di continuità solo in caso di mantenimento dell incarico; - non compete la retribuzione di risultato mentre per la retribuzione di posizione si applicano le regole stabilite dall art 43; - è inibita l attività libero professionale intramuraria; - cessa di essere corrisposta l indennità di esclusività che dalla stessa data - costituisce risparmio aziendale.

38 Dirigenti veterinari rapporto non esclusivo

39 Il ritorno dei dirigenti all opzione per il rapporto di lavoro esclusivo, per quanto attiene la retribuzione di posizione e di risultato, è regolato dall art. 48 del CCNL 8 giugno 2000 (modificato dall art. 10, comma 3 nonché dall art. 58). L indennità di esclusività è corrisposta dal 1 gennaio dell anno successivo nella medesima misura già percepita all atto dell opzione per il passaggio a rapporto di lavoro non esclusivo con oneri a carico del bilancio. Per l acquisizione delle eventuali fasce successive si applica l art. 5, commi 5 e 6 del CCNL 8 giugno 2000, II biennio economico.

40 Al dirigente che al 31 dicembre dell anno precedente abbia revocato l opzione per l esercizio dell attività libero professionale extramuraria compete il trattamento economico previsto dall art. 44, comma 5, con decorrenza dal 1 gennaio successivo. 2. La retribuzione di posizione è ridefinibile sulla base dell incarico successivamente conferito al dirigente con le procedure di cui all art. 28, e per quello di direzione di struttura complessa, con le procedure previste dal DPR. 484/1997. Nelle more rimane determinata nella misura in godimento. 3. Al dirigente è riconosciuta la retribuzione di risultato. Nel primo anno dal rientro essa è determinata a consuntivo.

41 CCNL 8/6/2000 Nel caso di attribuzione di un incarico diverso da quello precedentemente svolto, a seguito di ristrutturazione aziendale, in presenza di valutazioni positive riportate dal dirigente, allo stesso sarà conferito, ai sensi degli artt. 28 e 29, un incarico di pari valore economico.

42 L. 122/10 art. 9 c. 32 Le pubbliche amministrazioni che alla scadenza di un incarico di livello dirigenziale, anche in dipendenza dei processi di riorganizzazione, non intendono, anche in assenza di una valutazione negativa, confermare l incarico conferito al dirigente, conferiscono al medesimo dirigente un altro incarico, anche di valore economico inferiore

43 VOCI VARIABILI STRAORDINARI INDENNITA DI TURNO INDENNITA POLIZIA GIUDIZIARIA GUARDIA NOTTURNA RISULTATO COMPENSI COMMISSIONI RIMBORSI VARI

44 Indennità per turni notturni e festivi A decorrere dal 1 gennaio 2003, l indennità per lavoro notturno di cui all art. 8, comma 1 del CCNL 10 febbraio 2004 è rideterminata in 2,74 (pari a L ) lordi. 2. A decorrere dal 1 gennaio 2003, l indennità per lavoro festivo di cui all art. 8, comma 2 del CCNL 10 febbraio 2004 è rideterminata in 17,82 (pari a L ) lordi, nella misura intera, e in 8,91 (pari a L ) lordi, nella misura ridotta

45 Indennità Ufficiale di polizia giudiziaria ai dirigenti medici e veterinari cui, ai sensi delle vigenti disposizioni di legge, è stata attribuita dall autorità competente la qualifica di ufficiale di polizia giudiziaria, è corrisposta, per dodici mesi, una indennità mensile lorda, del valore annuo di 723,04 a condizione dell effettivo svolgimento delle funzioni ispettive e di controllo previste dall art. 27 del D.P.R. 24 luglio 1977, n. 616 e dall art. 3 della Legge 30 aprile 1962, n L indennità cessa di essere corrisposta dal primo giorno del mese successivo al venir meno delle condizioni del comma 1.

46 Turni di guardia notturni per ogni turno di guardia notturna in orario e fuori dell orario di lavoro, fatto salvo quanto previsto dal comma 1 è stabilito un compenso del valore di 50,00

47 STRAORDINARIO la retribuzione oraria per il lavoro straordinario dei dirigenti, maggiorata del 15% è fissata in 26,61. In caso di lavoro notturno o festivo la tariffa maggiorata del 30% è pari a 30,08 ed in caso di lavoro notturno festivo maggiorata del 50% è pari a 34,70

48 RETRIBUZIONE DI RISULTATO RISORSA DESTINATA ALLA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA AZIENDALE : per la definizione dei criteri di svolgimento e di retribuzione

49 CCNL 1996 ART. 65: La produttività per i dirigenti medici e veterinari di I e II livello del Servizio Sanitario Nazionale La retribuzione di risultato dei dirigenti di I e II livello è strettamente correlata alla realizzazione dei programmi e progetti aventi come obiettivo il raggiungimento dei risultati prestazionali prefissati e il rispetto della disponibilità complessiva di spesa assegnata alle singole strutture, sulla base della metodologia della negoziazione per budget ai sensi degli articoli 5, comma 4 e seguenti del d.lgs. n. 502 del 1992 e 14 e 20, comma 1 e 2 del d.lgs. n. 29 del 1993.

50 Articolo 14 - Organismo indipendente di valutazione della performance (Decreto legislativo n 150, 27 ottobre 2009) Ogni amministrazione, singolarmente o in forma associata, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, si dota di un Organismo indipendente di valutazione della performance.

51 garantisce la correttezza dei processi di misurazione e valutazione, nonchè dell'utilizzo dei premi di cui al Titolo III, secondo quanto previsto dal presente decreto, dai contratti collettivi nazionali, dai contratti integrativi, dai regolamenti interni all'amministrazione, nel rispetto del principio di valorizzazione del merito e della professionalità propone, sulla base del sistema di cui all'articolo 7, all'organo di indirizzo politico-amministrativo, la valutazione annuale dei dirigenti di vertice e l'attribuzione ad essi dei premi

52 FONDO PER LA RETRIBUZIONE DI POSIZIONE FONDO PER LE CONDIZIONI DI LAVORO Possibilità di incrementare i fondi in modo congruo a certe condizioni FONDO PER LA PRODUTTIVITA

53 CCNL 5/12/1996 costituzione fondi con risorse al 1993

54 CCNL 8/6/2000 I e II biennio economico: implemento percentuale monte salari implemento risorse derivanti da stabile modifica e razionalizzazione dell organizzazione dei servizi, anche a parità di organico implemento assegni personali, maturato economico dirigenti II livello cessati dal servizio implemento importo della Retribuzione Individuale di Anzianità dei dirigenti comunque cessati dal servizio

55 CCNL 10/2/2004 implemento percentuale monte salari

56 CCNL 3/11/2005 confermati tutti gli implementi del CCNL 8/6/200 escluso ovviamente l implemento percentuale monte salari che si storicizza decurtazione importi annui retribuzione di posizione pro capite per effetto dei conglobamenti nello stipendio tabellare

57 CCNL 5/7/2006 conferma implementi previsti dal CCNL 3/11/2005 implemento pro capite dell aumento tabellare della retribuzione di posizione previsto dal contratto stesso

58 CCNL 17/10/2008 implemento pro capite dell aumento tabellare della retribuzione di posizione previsto dal contratto stesso

59 CCNL 6/5/2010:

60 FONDI DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA Art. 9 Fondo per l'indennità di specificità medica, retribuzione di posizione, equiparazione, specifico trattamento e indennità di direzione di struttura complessa Art. 10 Fondi per il trattamento accessorio legato alle condizioni di lavoro Art. 11 Fondo per la retribuzione di risultato e per la qualità della prestazione individuale

61 Art. 9 Fondo per l'indennità di specificità medica, retribuzione di posizione, equiparazione, specifico trattamento e indennità di direzione di struttura complessa

62 1. Il fondo previsto dall art. 24 del CCNL del 17 ottobre 2008 per il finanziamento dell'indennità di specificità medica, della retribuzione di posizione, dello specifico trattamento economico ove mantenuto a titolo personale nonché dell'indennità di incarico di direzione di struttura complessa, è confermato. Il suo ammontare è quello consolidato al 31 dicembre Il Fondo di cui al comma 1 è incrementato delle risorse individuate negli artt. 5 e 6 a decorrere dalle scadenze indicate nei medesimi articoli. 3. A decorrere dal 1 gennaio 2009, il fondo di cui al comma 1 è ulteriormente incrementato di 215,80 annui lordi per ogni dirigente medico e veterinario in servizio al 31 dicembre E confermato il comma 3 dell art. 24 del CCNL del 17 ottobre 2008.

63 Art. 10 Fondi per il trattamento accessorio legato alle condizioni di lavoro

64 1. Il fondo previsto dall art. 25 del CCNL del 17 ottobre 2008, per il trattamento accessorio legato alle condizioni di lavoro è confermato sia per le modalità del suo utilizzo, che per le relative flessibilità. Il suo ammontare è quello consolidato al 31 dicembre 2007, tenuto anche conto degli incrementi effettuati ai sensi dell art. 25, comma 2, secondo alinea del CCNL del 17/10/ A decorrere dall entrata in vigore del presente contratto, la retribuzione oraria per il lavoro straordinario dei dirigenti, maggiorata del 15% è fissata in 26,61. In caso di lavoro notturno o festivo la tariffa maggiorata del 30% è pari a 30,08 ed in caso di lavoro notturno festivo maggiorata del 50% è pari a 34,70.

65 Art. 11 Fondo per la retribuzione di risultato e per la qualità della prestazione individuale

66 1. L' art. 26 del CCNL del 17 ottobre 2008, relativo al fondo per la retribuzione di risultato e per il premio della qualità della prestazione individuale per i dirigenti medici e veterinari è confermato. L ammontare dei fondi ivi indicati è quello consolidato al 31 dicembre 2007, tenuto anche conto degli incrementi effettuati ai sensi dell art. 26, comma 2, secondo alinea, del CCNL del 17/10/2008. Nel consolidamento non sono da considerare le risorse di cui all art. 26 comma 1 ultimo periodo del CCNL del 17 ottobre 2008, le quali comunque costituisco ulteriori modalità di incremento dei fondi dal 1 gennaio 2008 ai sensi del comma 3. 2 Il fondo è incrementato, a decorrere dal 1 gennaio 2009, di 145,70 annui lordi per ogni dirigente medico e veterinario in servizio al 31 dicembre Si conferma quanto previsto dal comma 3 dell art. 26 del CCNL del 17 ottobre 2008.

67 I FONDI IL CCNL CONFERMA I SEGUENTI FONDI E FLESSIBILITA TRA DI LORO Condizioni di lavoro e straordinario Riduzioni stabili D.O. con effetto sul fondo risultato Utilizzazioni provvisorie solo per anno in cui si verifica avanzo Fondo posizione Risorse fondo alla cessazione dal servizio dipendenti

68 Legge 122/2010 art. 9 comma 2 bis L ammontare complessivo delle risorse destinate annualmente al trattamento accessorio del personale, anche di livello dirigenziale, non può superare il corrispondente importo dell anno 2010 ed è, comunque, automaticamente ridotto in misura proporzionale alla riduzione del personale in servizio.

69 TRATTENUTE PREVIDENZIALI e ASSISTENZIALI FISCALI

70 TRATTENUTE PREVIDENZIALI

71 C.P.D.E.L. a carico Azienda = 23,80% a carico dipendente = 8,85% sul lordo delle voci stipendiali fisse I.N.A.D.E.L. T.F.S./T.F.R. a carico Azienda = 3,60% a carico dipendente = 2,50% sul lordo delle voci stipendiali fisse Fondo Credito CPDEL = 0,350

72 TRATTENUTE FISCALI

73 SCAGLIONI E ALIQUOTE IRPEF relative all anno fiscale 2009 Scaglioni reddito 2009 aliquota da 0 a ,00 euro 23% Irpef lordo 23% del reddito da ,01 a ,00 euro da ,01 a ,00 euro da ,01 a ,00 euro 27% 38% 41% da ,00 euro 43% , % sulla parte eccedente i ,00 euro , % sulla parte eccedente i ,00 euro , % sulla parte eccedente i ,00 euro , % sulla parte eccedente i ,00 euro

74 ALIQUOTE AGGIUNTIVE ADDIZIONALE REGIONALE ALL IRPEF Aliquota Regione Lazio 1,4% reddito complessivo ai fini IRPEF al netto degli oneri deducibili ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF Aliquota Comune di Roma 0,5% reddito complessivo ai fini IRPEF al netto degli oneri deducibili

75 TRATTENUTE VOLONTARIE TRATTENUTE SINDACALI PRESTITI ASSICURAZIONI RISCATTI RICONGIUNZIONI

76 TRATTENUTE COATTIVE PIGNORAMENTI ASSEGNI ALIMENTARI SANZIONI ECONOMICHE DEBITI ORARI IMPORTI INDEBITAMENTE PERCEPITI SCIOPERO

77 INDENNITA STRUTTURA COMPLESSA MINIMO GARANTITO O DIFFERENZA SUI MINIMI INDENNITA ESCLUSIVITA VARIABILE AZIENDALE ART. 71 L. 133/08 ASSENZE PER MALATTIA DECURTAZIONI INDENNITA DIREZIONE DIPARTIMENTO TUTTE LE INDENNITA LEGATE ALLA PRESENZA

78 DETRAZIONI FISCALI Detrazioni PER I LAVORATORI DIPENDENTI Reddito complessivo fino a euro euro Le detrazioni devono essere rapportate al periodo di lavoro nell'anno, ma l'importo effettivamente spettante non può mai essere inferiore a 690 euro. Reddito complessivo compreso tra e [502 x ( reddito complessivo)/7.000] Reddito complessivo compreso tra e euro x [( reddito complessivo)/40.000]

79 DETRAZIONI PER FAMILIARI A CARICO

80 CALCOLO SULLA BASE DEL REDDITO DEL NUMERO DI FAMILIARI A CARICO ETA DEL BAMBINO CONDIZIONE DI DISABILITA

81 ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE Sostegno per le famiglie dei lavoratori dipendenti i cui nuclei familiari siano composti da più persone e che abbiano redditi inferiori a quelli determinati ogni anno dalla legge.

82 ASSEGNO DI SOSTEGNO Prestazione che spetta ai nuclei familiari con almeno tre figli con redditi molto bassi

83 IRAP IMPOSTA REGIONALE PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE E A CARICO DEL SOLO DATORE DI LAVORO

Trattamento Economico della Dirigenza Medica LA STRUTTURA DELLA RETRIBUZIONE DEL DIRIGENTE MEDICO

Trattamento Economico della Dirigenza Medica LA STRUTTURA DELLA RETRIBUZIONE DEL DIRIGENTE MEDICO Trattamento Economico della Dirigenza Medica LA STRUTTURA DELLA RETRIBUZIONE DEL DIRIGENTE MEDICO 2 Struttura della retribuzione CCNL 2002-2005 art. 33 TRATTAMENTO FONDAMENTALE TRATTAMENTO ACCESSORIO INDENNITA

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL'AREA DELLA DIRIGENZA MEDICO VETERINARIA DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL'AREA DELLA DIRIGENZA MEDICO VETERINARIA DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL'AREA DELLA DIRIGENZA MEDICO VETERINARIA DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE SECONDO BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 TITOLO I CAPO I Disposizioni generali Art. 1 Campo

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO ANZIANITÀ DI SERVIZIO QUESITO (posto in data 11 luglio 2013) Sono Dirigente Medico di primo livello dal marzo del 2006 e di ruolo, senza interruzioni di servizio, dal luglio 2007. Mi hanno già

Dettagli

CISL FP (A. Roncarolo) Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA

CISL FP (A. Roncarolo) Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA 1 COS È LA BUSTA PAGA è un documento obbligatorio (Legge 5 gennaio 1953, n. 4) che indica la retribuzione, le ritenute fiscali e previdenziali che il lavoratore

Dettagli

OGGETTO COMANDO, ANZIANITÀ DI SERVIZIO ED EFFETTI ECONOMICI

OGGETTO COMANDO, ANZIANITÀ DI SERVIZIO ED EFFETTI ECONOMICI 1 OGGETTO COMANDO, ANZIANITÀ DI SERVIZIO ED EFFETTI ECONOMICI QUESITO (posto in data 20 giugno 2014) Mi è stato proposto un comando presso un'altra azienda, con le stesse mansioni che sto svolgendo attualmente

Dettagli

OGGETTO ATTRIBUZIONE DELLA FASCIA SUPERIORE DELL INDENNITÀ DI ESCLUSIVITÀ

OGGETTO ATTRIBUZIONE DELLA FASCIA SUPERIORE DELL INDENNITÀ DI ESCLUSIVITÀ 1 OGGETTO ATTRIBUZIONE DELLA FASCIA SUPERIORE DELL INDENNITÀ DI ESCLUSIVITÀ QUESITO (posto in data 23 luglio 2013) Ho chiesto recentemente all'ufficio del Personale della nostra Azienda l'aggiornamento

Dettagli

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 Art. 1 Campo di applicazione, durata e decorrenza del contratto

Dettagli

Nota operativa n.j. Direzione Centrale Previdenza Ufficio I - Pensioni UfficiO 111- TFS,TFR, ASV e Previdenza Complementare. Roma, ~ O6EN.

Nota operativa n.j. Direzione Centrale Previdenza Ufficio I - Pensioni UfficiO 111- TFS,TFR, ASV e Previdenza Complementare. Roma, ~ O6EN. Istituto Nazionole di Previdenza per i Dipendenti dell'amministrazione Pubblica Direzione Centrale Previdenza Ufficio I - Pensioni UfficiO 111- TFS,TFR, ASV e Previdenza Complementare Roma, ~ O6EN. 2011

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO RELATIVO AL PERSONALE DIRIGENTE DELL AREA VI PER IL BIENNIO ECONOMICO 2004-2005

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO RELATIVO AL PERSONALE DIRIGENTE DELL AREA VI PER IL BIENNIO ECONOMICO 2004-2005 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO RELATIVO AL PERSONALE DIRIGENTE DELL AREA VI PER IL BIENNIO ECONOMICO 2004-2005 In data 1 agosto 2006 alle ore 12.15. ha avuto luogo l incontro per la definizione

Dettagli

DIRIGENZA PROFESSIONALE, TECNICA ED AMMINISTRATIVA ACCORDO SULL UTILIZZO DEI FONDI CONTRATTUALI PER GLI ANNI 2008, 2009 E 2010

DIRIGENZA PROFESSIONALE, TECNICA ED AMMINISTRATIVA ACCORDO SULL UTILIZZO DEI FONDI CONTRATTUALI PER GLI ANNI 2008, 2009 E 2010 DIRIGENZA PROFESSIONALE, TECNICA ED AMMINISTRATIVA ACCORDO SULL UTILIZZO DEI FONDI CONTRATTUALI PER GLI ANNI 2008, 2009 E 2010 In data 21 Dicembre 2009, alle ore 10.30, presso la Sala Riunioni dell A.S.L.

Dettagli

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.30, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.30, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato Contratto Collettivo nazionale di lavoro del personale non dirigente del comparto delle Istituzioni e degli Enti di Ricerca e Sperimentazione per il biennio economico 2008-2009 Il giorno 13.05.2009 alle

Dettagli

Trattamento Economico della Dirigenza Medica RISORSE FONDI CONTRATTUALI

Trattamento Economico della Dirigenza Medica RISORSE FONDI CONTRATTUALI Trattamento Economico della Dirigenza Medica RISORSE FONDI CONTRATTUALI 2 I FONDI CONTRATTUALI ASPETTI GENERALI SUI FONDI CONTRATTUALI IL FONDO PER LA RETRIBUZIONE DI POSIZIONE IL FONDO PER IL TRATTAMENTO

Dettagli

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato. e, p.c.

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato. e, p.c. ISTITUTO Roma lì, 01/03/2004 NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA Direzione Centrale Trattamenti Pensionistici Ufficio I - Normativa e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DEL CNEL BIENNIO ECONOMICO 2000-2001

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DEL CNEL BIENNIO ECONOMICO 2000-2001 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DEL CNEL BIENNIO ECONOMICO 2000-2001 A seguito del parere favorevole espresso in data 7 dicembre 2001 dalla Presidenza del Consiglio

Dettagli

IL CALCOLO DELLA BUSTA PAGA

IL CALCOLO DELLA BUSTA PAGA IL CALCOLO DELLA BUSTA PAGA REQUISITI DELLA BUSTA PAGA Corrispettività: deve trattarsi di importi che trovano causa diretta ed indiretta nel rapporto di lavoro; Onerosità: la prestazione di lavoro subordinato

Dettagli

Risorse aventi carattere di certezza e stabilità 49.601.157,04 Ulteriori risorse 20.366.681,00

Risorse aventi carattere di certezza e stabilità 49.601.157,04 Ulteriori risorse 20.366.681,00 Roma, 5 luglio 2012 Ipotesi di accordo stralcio sulla utilizzazione delle risorse disponibili nell ambito del Fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività dell anno 2011

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL COMPARTO DEL PERSONALE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PARTE ECONOMICA II BIENNIO 2004-2005 INDICE

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL COMPARTO DEL PERSONALE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PARTE ECONOMICA II BIENNIO 2004-2005 INDICE CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL COMPARTO DEL PERSONALE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PARTE ECONOMICA II BIENNIO 2004-2005 INDICE PARTE GENERALE Art. 1 Campo di applicazione, durata e decorrenza

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA PISANA (Istituita con L.R.T. 24/02/2005, n.40)

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA PISANA (Istituita con L.R.T. 24/02/2005, n.40) AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA PISANA (Istituita con L.R.T. 24/02/2005, n.40) Deliberazione n. 788 del 22/07/2010 OGGETTO: determinazione dei fondi della dirigenza medica e veterinaria anni 2009-2010,

Dettagli

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.00, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.00, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato Contratto Collettivo nazionale di lavoro del personale non dirigente del comparto delle Istituzioni e degli Enti di Ricerca e Sperimentazione per il quadriennio normativo 2006-2009 ed il biennio economico

Dettagli

I rappresentanti dell Agenzia delle Dogane e delle Organizzazioni sindacali nazionali del comparto Agenzie fiscali,

I rappresentanti dell Agenzia delle Dogane e delle Organizzazioni sindacali nazionali del comparto Agenzie fiscali, Roma, 23 giugno 2011 Fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività dell anno 2010 Revisione della costituzione e integrazione dell ipotesi di accordo del 30 dicembre 2010

Dettagli

Accordo sulla utilizzazione delle risorse del Fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività relativo all anno 2009

Accordo sulla utilizzazione delle risorse del Fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività relativo all anno 2009 Roma, 3 dicembre 2010 Accordo sulla utilizzazione delle risorse del Fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività relativo all anno 2009 (Testo coordinato con l atto di revisione

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI - XIV LEGISLATURA

CAMERA DEI DEPUTATI - XIV LEGISLATURA CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER LA FORMULAZIONE DELLE TABELLE DI EQUIPARAZIONE DEL PERSONALE DIRIGENTE DELLE ARPA A QUELLO APPARTENENTE ALL'AREA DELLA DIRIGENZA DEI RUOLI SANITARI, TECNICO,

Dettagli

N E W S L E T T E R Area Risorse Umane

N E W S L E T T E R Area Risorse Umane N E W S L E T T E R Area Risorse Umane SPECIALE BUSTA PAGA CHIARA Numero 10-29 ottobre 2002 Questo numero speciale della N E W S L E T T E R tratta un tema molto tecnico e da addetti ai lavori, ma che

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO relativo al personale del comparto università per il biennio economico 2004\2005

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO relativo al personale del comparto università per il biennio economico 2004\2005 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO relativo al personale del comparto università per il biennio economico 2004\2005 Il giorno 28 marzo 2006, alle ore 10, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo

Dettagli

COME SI LEGGE IL CEDOLINO DELLO STIPENDIO. ProfessionistiScuola.it

COME SI LEGGE IL CEDOLINO DELLO STIPENDIO. ProfessionistiScuola.it COME SI LEGGE IL CEDOLINO DELLO STIPENDIO Numero Partita = è il numero identificativo di Partita di Spesa Fissa del dipendente. È importante indicare tale numero identificativo ogni volta che si debba

Dettagli

e p.c. OGGETTO: CCNL del personale non dirigente del comparto delle Agenzie Fiscali - quadriennio giuridico 2006/2009 e biennio economico 2006/2007.

e p.c. OGGETTO: CCNL del personale non dirigente del comparto delle Agenzie Fiscali - quadriennio giuridico 2006/2009 e biennio economico 2006/2007. istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa Tel. 0651017626 Fax. 0651017625 e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it ROMA, 15/07/2008

Dettagli

APPROVATO IL NUOVO CONTRATTO AUMENTI IN LINEA CON L INFLAZIONE

APPROVATO IL NUOVO CONTRATTO AUMENTI IN LINEA CON L INFLAZIONE APPROATO IL NUOO CONTRATTO AUMENTI IN LINEA CON L INFLAZIONE È STATO FINALMENTE SOTTOSCRITTO IN DATA 13 OTTOBRE 2004, IL PROEDIMENTO DI CONCERTAZIONE PER LE FORZE DI POLIZIA AD ORDINAMENTO MILITARE E PER

Dettagli

IL DIRIGENTE. Sostanzialmente il fondo è composto da due macroraggruppamenti di risorse definite stabili e variabili:

IL DIRIGENTE. Sostanzialmente il fondo è composto da due macroraggruppamenti di risorse definite stabili e variabili: IL DIRIGENTE Premesso che: il contratto nazionale di lavoro per il personale del comparto Regioni ed Enti Locali (di seguito per brevità CCNL) del 22/1/2004 all art. 31 ha ridisegnato, semplificando e

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO COMPARTO AZIENDE PARTE ECONOMICA BIENNIO 1996-1997

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO COMPARTO AZIENDE PARTE ECONOMICA BIENNIO 1996-1997 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO COMPARTO AZIENDE PARTE ECONOMICA BIENNIO 1996-1997 1 CAPO I NORME GENERALI Art. 1 Durata e decorrenza del contratto biennale 1. Il presente contratto biennale concerne

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 14

NOTA OPERATIVA N. 14 Roma, 18 novembre 2004 DIREZIONE CENTRALE DELLE PRESTAZIONI DI FINE SERVIZIO E PREVIDENZA COMPLEMENTARE UFFICIO I Prestazioni di Fine Servizio Ai Dirigenti Generali Centrali e Compartimentali Ai Dirigenti

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO 1998-2001 DELL'AREA RELATIVA ALLA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA Parte economica biennio 2000-2001

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO 1998-2001 DELL'AREA RELATIVA ALLA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA Parte economica biennio 2000-2001 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO 1998-21 DELL'AREA RELATIVA ALLA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA Parte economica biennio 2-21 A seguito del parere favorevole espresso in data 5 maggio 2 dal Comitato

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO COMPARTO DEI MINISTERI AREA DELLA DIRIGENZA PARTE ECONOMICA - BIENNIO 1996-1997

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO COMPARTO DEI MINISTERI AREA DELLA DIRIGENZA PARTE ECONOMICA - BIENNIO 1996-1997 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO COMPARTO DEI MINISTERI AREA DELLA DIRIGENZA PARTE ECONOMICA - BIENNIO 1996-1997 Art. 1 Durata e decorrenza del contratto biennale 1. Il presente contratto biennale

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI 2 BIENNIO ECONOMICO 2000-2001

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI 2 BIENNIO ECONOMICO 2000-2001 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI 2 BIENNIO ECONOMICO 2000-2001 Pag. 2 In data 24 ottobre 2002 alle ore 10,30 ha avuto luogo l'incontro

Dettagli

Gli effetti decorrono dal giorno della sottoscrizione, salvo diversa prescrizione contenuta nel contratto in esame.

Gli effetti decorrono dal giorno della sottoscrizione, salvo diversa prescrizione contenuta nel contratto in esame. Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Direzione Centrale Previdenza Ufficio I Normativo Roma, 02/02/2009 Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali Alle

Dettagli

Posizione Uil Ricerca Università Afam in merito alla sopravvivenza del sistema delle progressioni economiche orizzontali nella vacanza contrattuale.

Posizione Uil Ricerca Università Afam in merito alla sopravvivenza del sistema delle progressioni economiche orizzontali nella vacanza contrattuale. Posizione Uil Ricerca Università Afam in merito alla sopravvivenza del sistema delle progressioni economiche orizzontali nella vacanza contrattuale. Alcune amministrazioni, in violazione del Contratto

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE RISORSE, L ORGANIZZAZIONE E IL BILANCIO SOTTOSCRIZIONE DEFINITIVA ACCORDO UTILIZZO DEL FONDO UNICO DI AMMINISTRAZIONE ANNO 2014 La delegazione di parte pubblica del Ministero

Dettagli

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato. e, p.c.

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato. e, p.c. Roma, 12/8/2004 DIREZIONE CENTRALE PENSIONI Ufficio I Normativa Tel. 06 51017626 Fax 06 51017625 E mail dctrattpensuff1@inpdap.it Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali istituto nazionale di

Dettagli

Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico di diritto pubblico (D.I. 31/07/1990 e 18/01/2005) OGGETTO

Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico di diritto pubblico (D.I. 31/07/1990 e 18/01/2005) OGGETTO SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA 33081 - Aviano (PN) - Italy Via Franco Gallini 2 C.F. - P.IVA 00623340932 Tel. 0434/6591 Fax 0434/652182 CRO A V I A N O Istituto di ricovero

Dettagli

'.L,;!~,C) ~0~ Iv--Ù--0 CGIL FP

'.L,;!~,C) ~0~ Iv--Ù--0 CGIL FP MODULARIO P.C M.- 198 MOD. 251 CONTRATlO COILETnVO NAZIONALE1NTI!XiRA11VORElA11VO AL PERSONALE DIRIGENTE DELL'AREA. vm - ~ NZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI - PER IL BIENNIO ECONOMICO 2004-2005 Il giorno

Dettagli

Indice. 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3

Indice. 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3 LEZIONE ANALISI DELLA RETRIBUZIONE DOTT. GIUSEPPE IULIANO Indice 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3 1 Definizione di cedolino paga

Dettagli

OGGETTO: Modello 770/2005 Semplificato Istruzioni per la compilazione.

OGGETTO: Modello 770/2005 Semplificato Istruzioni per la compilazione. DIREZIONE CENTRALE DELLE ENTRATE Roma, 4-7-2005 Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali e per loro tramite: - Alle Amministrazioni Statali - Agli Enti con Personale Iscritto alle Casse CPDEL,

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI AVIS DEI PROFILI PROFESSIONALI DIRETTIVO DIRIGENZIALI AMMINISTRATIVI, SANITARI E MEDICI

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI AVIS DEI PROFILI PROFESSIONALI DIRETTIVO DIRIGENZIALI AMMINISTRATIVI, SANITARI E MEDICI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI AVIS DEI PROFILI PROFESSIONALI DIRETTIVO DIRIGENZIALI AMMINISTRATIVI, SANITARI E MEDICI 1 Il giorno 12 settembre 2008, tra l AVIS Nazionale - Associazione

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 6 II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE 14 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 E. Scritture relative

Dettagli

I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali

I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali UniSalute per l Azienda: un know-how all avanguardia Soluzioni flessibili e innovative in linea con

Dettagli

Trattamento Economico del personale tecnico amministrativo e calcolo dello stipendio mensile

Trattamento Economico del personale tecnico amministrativo e calcolo dello stipendio mensile Strumento utile alla lettura del Cedolino Stipendi Trattamento Economico Fonti normative Le fonti normative che regolano il trattamento economico del personale in servizio presso le Università si differenziano

Dettagli

REGOLE IN MATERIA DI INQUADRAMENTI

REGOLE IN MATERIA DI INQUADRAMENTI REGOLE IN MATERIA DI INQUADRAMENTI Emittente: Direzione Centrale Risorse Umane Destinatari: Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Group Services Banche della Divisione Banca dei Territori con l esclusione di

Dettagli

DIRIGENZA AREA III (SPTA) E AREA IV ( MEDICO-VETERINARIA)

DIRIGENZA AREA III (SPTA) E AREA IV ( MEDICO-VETERINARIA) RACCOLTA DEGLI ORIENTAMENTI APPLICATIVI PRESENTATI IN OCCASIONE DEL SEMINARIO ARAN I CCNL DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE ALLA LUCE DELLA RIFORMA INTRODOTTA DAL D.LGS. N. 150 DEL 2009 (ROMA-BOLOGNA 2

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI BIENNIO CONTRATTUALE 2002-2003

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI BIENNIO CONTRATTUALE 2002-2003 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI BIENNIO CONTRATTUALE 2002-2003 In data 1 giugno 2004 alle ore 11.00 ha avuto luogo l incontro per

Dettagli

Tuccio Rag. Emanuele

Tuccio Rag. Emanuele Commercialista Consulente del Lavoro Revisore Contabile Via Verga, 16 GELA (CL) Tel. 0933-911496 e-mail: emtucci@gmail.com CORSO DI FORMAZIONE ENNA BASSA 31-05-2011 Con il patrocinio di FEMCA CISL SICILIA

Dettagli

La busta paga: questa sconosciuta

La busta paga: questa sconosciuta La busta paga: questa sconosciuta Elementi contrattuali, fiscali e previdenziali. Giorgio Cavallero La retribuzione netta si ottiene: a) retribuzione lorda b) contributi previdenziali/assistenziali obbligatori

Dettagli

OGGETTO PREAVVISO IN CASO DI RAPPORTO A TEMPO DETERMINATO

OGGETTO PREAVVISO IN CASO DI RAPPORTO A TEMPO DETERMINATO OGGETTO PREAVVISO IN CASO DI RAPPORTO A TEMPO DETERMINATO QUESITO (posto in data 17 marzo 2010) Quali sono i termini del preavviso da dare all azienda in un rapporto di lavoro a tempo determinato della

Dettagli

Decreta: Art. 1. Ambito di applicazione e durata

Decreta: Art. 1. Ambito di applicazione e durata DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 19 novembre 2010, n. 251 Recepimento dell'accordo sindacale per il personale non direttivo e non dirigente del Corpo nazionale dei vigili del fuoco (biennio economico

Dettagli

Gli emolumenti del personale della scuola

Gli emolumenti del personale della scuola Gli emolumenti del personale della scuola Di salvatore buonandi La retribuzione complessiva dei dipendenti della scuola è costituita da indennità di varia natura, di cui alcune concorrono con lo stipendio

Dettagli

Prot. n. 332/C1a Ancona, 8 gennaio 2013 IL DIRETTORE GENERALE

Prot. n. 332/C1a Ancona, 8 gennaio 2013 IL DIRETTORE GENERALE Registrato dalla Corte dei Conti il 28/02/2013, registro n. P.I., foglio n. 118 Prot. n. 332/C1a Ancona, 8 gennaio 2013 IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, concernente

Dettagli

CORSO CONFEDERALE LA BUSTA PAGA A

CORSO CONFEDERALE LA BUSTA PAGA A CGIL CORSO CONFEDERALE LA BUSTA PAGA A cura di: Staff Formazione Ufficio Vertenze Confederale CGIL LIGURIA Versione integrale 1 2 LE LEGGI DELLO STATO ED I CONTRATTI DI LAVORO DETTANO LE NORME CHE DISCIPLINANO

Dettagli

6. CONTABILITA GENERALE

6. CONTABILITA GENERALE 6. CONTABILITA GENERALE SCRITTURE DI GESTIONE SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE 1 E. Scritture relative al lavoro dipendente Definizione Il lavoro rappresenta un fattore della produzione che contabilmente

Dettagli

Comune di Torremaggiore PROVINCIA DI FOGGIA

Comune di Torremaggiore PROVINCIA DI FOGGIA SETTORE II Ufficio RAG. TRIB. CED DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 83 del 28/07/2015 OGGETTO: Costituzione del fondo per il finanziamento della retribuzione di posizione e di risultato anno 2015 Area Dirigenti.

Dettagli

CCNL SULL INTERPRETAZIONE AUTENTICA DELL ARTICOLO 55 - COMMA 3 - DEL CCNL 5 DICEMBRE 1996 DELL'AREA DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA

CCNL SULL INTERPRETAZIONE AUTENTICA DELL ARTICOLO 55 - COMMA 3 - DEL CCNL 5 DICEMBRE 1996 DELL'AREA DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA CCNL SULL INTERPRETAZIONE AUTENTICA DELL ARTICOLO 55 - COMMA 3 - DEL CCNL 5 DICEMBRE 1996 DELL'AREA DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA In data 4 luglio 2002, alle ore 11,00, presso la sede dell ARAN

Dettagli

LA FATICA NELLE MANI LAVORO, FAMIGLIA e FUTURO. Come leggere la Busta Paga

LA FATICA NELLE MANI LAVORO, FAMIGLIA e FUTURO. Come leggere la Busta Paga LA FATICA NELLE MANI LAVORO, FAMIGLIA e FUTURO Come leggere la Busta Paga ANNO 2016 Le GUIDE della Fondazione Studi A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei

Dettagli

CIRCOLARE N. 17 Agli Enti di Patronato

CIRCOLARE N. 17 Agli Enti di Patronato ISTITUTO Roma lì, 23/05/2005 NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA Direzione Centrale Pensioni Ufficio I - Normativa e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Ai Direttori delle

Dettagli

ACCORDO PER L'UTILIZZAZIONE DELLE RISORSE PREVISTE DAL FONDO UNICO PER L'EFFICIENZA DEI SERVIZI ISTITUZIONALI. ART. 1 (Risorse)

ACCORDO PER L'UTILIZZAZIONE DELLE RISORSE PREVISTE DAL FONDO UNICO PER L'EFFICIENZA DEI SERVIZI ISTITUZIONALI. ART. 1 (Risorse) ACCORDO PER L'UTILIZZAZIONE DELLE RISORSE PREVISTE DAL FONDO UNICO PER L'EFFICIENZA DEI SERVIZI ISTITUZIONALI ART. 1 (Risorse) 1) Al finanziamento del Fondo costituito ai sensi dell'art. 14 del DPR 16

Dettagli

(1) Per l'ulteriore incremento degli stipendi tabellari vedi l'art. 6 del CCNL di cui all'accordo 11 aprile 2008.

(1) Per l'ulteriore incremento degli stipendi tabellari vedi l'art. 6 del CCNL di cui all'accordo 11 aprile 2008. Acc. 9 maggio 2006 Contratto collettivo nazionale di lavoro del personale del comparto delle regioni e delle autonomie locali, per il biennio economico 2004-2005. AGGIORNATA AL 31/12/2008. Pubblicato nella

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL PERSONALE DEL COMPARTO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE BIENNIO ECONOMICO 2008-2009

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL PERSONALE DEL COMPARTO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL PERSONALE DEL COMPARTO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 In data 31 luglio 2009, alle ore 11.30, ha avuto luogo l incontro tra l

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI BIENNIO ECONOMICO 2002-2003 SUCCESSIVO ALLA TRASFORMAZIONE

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI BIENNIO ECONOMICO 2002-2003 SUCCESSIVO ALLA TRASFORMAZIONE CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI SUCCESSIVO ALLA TRASFORMAZIONE IN CASSA DEPOSITI E PRESTITI SpA Pag. 2 In data 1 giugno 2004 alle ore 11.00 ha

Dettagli

Circolare N.69 del 10 Maggio 2012. Veterinari e medici. Trattamento fiscale dei compensi da lavoro autonomo

Circolare N.69 del 10 Maggio 2012. Veterinari e medici. Trattamento fiscale dei compensi da lavoro autonomo Circolare N.69 del 10 Maggio 2012 Veterinari e medici. Trattamento fiscale dei compensi da lavoro autonomo Veterinari e medici: trattamento fiscale dei compensi da lavoro autonomo Gentile cliente, con

Dettagli

Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione

Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione di assegni per il nucleo familiare al personale dipendente

Dettagli

Decreto Legislativo n. 29/93

Decreto Legislativo n. 29/93 Le norme di riferimento Decreto Legislativo n. 29/93 tutti gli incarichi di direzione sono conferiti a tempo determinato I dirigenti sono responsabili del risultato dell attività svolta Il trattamento

Dettagli

Enti art. 70 D.Lgs. 165/2001 Personale dei livelli Del 01/06/2004

Enti art. 70 D.Lgs. 165/2001 Personale dei livelli Del 01/06/2004 Enti art. 70 D.Lgs. 165/2001 Personale dei livelli Del 01/06/2004 CCNL per il personale non dirigente della Cassa Depositi e Prestiti - biennio contrattuale 2002-2003 (S.G. G.U. n. 147 del 25 giugno 2004)

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO AREA DIRIGENZA MEDICO-VETERINARIA DEL S.S.N. PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2006-2009 E PARTE ECONOMICA BIENNIO

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO AREA DIRIGENZA MEDICO-VETERINARIA DEL S.S.N. PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2006-2009 E PARTE ECONOMICA BIENNIO CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO AREA DIRIGENZA MEDICO-VETERINARIA DEL S.S.N. PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2006-2009 E PARTE ECONOMICA BIENNIO 2006-2007 INDICE PARTE I TITOLO I - Disposizioni generali

Dettagli

Guida alla lettura della busta paga

Guida alla lettura della busta paga Guida alla lettura della busta paga La busta paga è un documento che deve essere obbligatoriamente consegnato dal datore di lavoro al lavoratore dipendente al fine di certificare la retribuzione e le ritenute

Dettagli

Pag. 1 di 5. Titolo: Cassa trattamenti pensionistici dei dipendenti dello Stato (CTPS). La previdenza dei docenti delle Università pubbliche

Pag. 1 di 5. Titolo: Cassa trattamenti pensionistici dei dipendenti dello Stato (CTPS). La previdenza dei docenti delle Università pubbliche I docenti delle Università pubbliche, in quanto dipendenti civili dello Stato, sono iscritti alla cassa per i trattamenti pensionistici dei dipendenti dello Stato (CTPS), istituita il 1 gennaio 1996 come

Dettagli

Per tutti gli assistiti con età >75 anni. Si calcola in dodicesimi. E di importo uguale al corrispondente istituto della precedente convenzione.

Per tutti gli assistiti con età >75 anni. Si calcola in dodicesimi. E di importo uguale al corrispondente istituto della precedente convenzione. ALLEGATO A) Disposizioni per il riconoscimento del nuovo trattamento economico previsto dagli AA.CC.NN. resi esecutivi in data 23 marzo 2005 mediante intesa nella Conferenza Stato-Regioni per la disciplina

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO AREA DIRIGENZA SANITARIA, PROFESSIONALE, TECNICA E AMMINISTRATIVA DEL S.S.N

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO AREA DIRIGENZA SANITARIA, PROFESSIONALE, TECNICA E AMMINISTRATIVA DEL S.S.N CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO AREA DIRIGENZA SANITARIA, PROFESSIONALE, TECNICA E AMMINISTRATIVA DEL S.S.N. PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2006-2009 E PARTE ECONOMICA BIENNIO 2006-2007 INDICE PARTE

Dettagli

(Gazz. Uff., 10 dicembre, n. 288). IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

(Gazz. Uff., 10 dicembre, n. 288). IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 13 agosto 2010, n. 206. Recepimento dell'accordo sindacale per il personale della carriera diplomatica, relativamente al servizio prestato in Italia (Biennio giuridico

Dettagli

Il contratto si applica a tutto il personale, con rapporto di lavoro a tempo indeterminato e a tempo determinato, dipendente:

Il contratto si applica a tutto il personale, con rapporto di lavoro a tempo indeterminato e a tempo determinato, dipendente: Roma, 29 aprile 2005 DIREZIONE CENTRALE PRESTAZIONI FINE SERZIO E PREDENZA COMPLEMENTARE Ufficio I TFS, TFR e ASV Ai Dirigenti Generali Centrali e Compartimentali istituto nazionale di previdenza per i

Dettagli

SOMME EROGATE PER PREMI DI PRODUTTIVITA /RISULTATO. A cura dell U.O. Contrattualistica e fiscalità Gennaio 2012

SOMME EROGATE PER PREMI DI PRODUTTIVITA /RISULTATO. A cura dell U.O. Contrattualistica e fiscalità Gennaio 2012 SOMME EROGATE PER PREMI DI PRODUTTIVITA /RISULTATO A cura dell U.O. Contrattualistica e fiscalità Gennaio 2012 1 MANOVRA CORRETTIVA 2011 (ARTICOLO 26 D.L. N. 98/2011 CONVERTITO IN L. N. 111/2011) Per l

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE Rip. Personale contrattualizzato, Trattamento Pensionistico e Affari Speciali Rip. Bilancio, Finanza e Sviluppo Ufficio Relazioni Sindacali e Trattamento Accessorio VISTO l art. 24 dello Statuto di Ateneo;

Dettagli

Regione Siciliana. Presidenza. L Assessore

Regione Siciliana. Presidenza. L Assessore Regione Siciliana Presidenza L Assessore DISEGNO DI LEGGE Disciplina dell impiego presso l amministrazione regionale ART. 1 (Ordinamento del personale dell Amministrazione regionale) 1. Il personale dei

Dettagli

Ministero dell istruzione dell università e della ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione Generale per il personale scolastico

Ministero dell istruzione dell università e della ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione Generale per il personale scolastico ACCORDO NAZIONALE tra il Ministero dell istruzione, della e dell università e le Organizzazioni sindacali concernente l attuazione dell articolo 2 della sequenza contrattuale (ex art. 62 ccnl/2007) sottoscritta

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO PASSAGGIO AL RAPPORTO DI LAVORO NON ESCLUSIVO QUESITI (posti in data 17 aprile 2014) Sono un dirigente medico assunto a tempo determinato da 10 anni, e lavoro in ospedale in Radiologia, con rapporto

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO IMPEGNO ORARIO RIDOTTO QUESITO (posto in data 2 aprile 2010) Quali sono le norme contrattuali che regolano la possibilità di accedere ad un rapporto di lavoro part time per un anestesista di

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI BIENNIO CONTRATTUALE 2002-2003

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI BIENNIO CONTRATTUALE 2002-2003 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI BIENNIO CONTRATTUALE 2002-2003 In data 11 ottobre 2006 alle ore 11.00 ha avuto luogo l incontro per la

Dettagli

IRPEF, conguaglio 2014 Le procedure da seguire per effettuare correttamente i calcoli

IRPEF, conguaglio 2014 Le procedure da seguire per effettuare correttamente i calcoli IRPEF, conguaglio 2014 Le procedure da seguire per effettuare correttamente i calcoli Ecco qui di seguito, una sintesi della normativa generale che regola le operazioni relative al conguaglio di fine anno.

Dettagli

Come leggere la Busta Paga. A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

Come leggere la Busta Paga. A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro CHE COS È E' un documento obbligatorio che indica la retribuzione,

Dettagli

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE la comunicazione richiede tutti i dati già presenti nelle certificazioni rilasciate ai dipendenti. In particolare i

Dettagli

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista ADEMPIMENTO " NOVITA " FISCO I contribuenti che possiedono redditi di lavoro dipendente,

Dettagli

n. 18 del 2 Aprile 2013 DECRETO n. 23 del 15.03.2013

n. 18 del 2 Aprile 2013 DECRETO n. 23 del 15.03.2013 Regione Campania Il Presidente Commissario ad acta per la prosecuzione del Piano di rientro del settore sanitario (Deliberazione Consiglio dei Ministri 23/4/2010) DECRETO n. 23 del 15.03.2013 Oggetto:

Dettagli

Cassa trattamenti pensionistici dei dipendenti dello Stato (CTPS). La previdenza dei docenti delle Università pubbliche.

Cassa trattamenti pensionistici dei dipendenti dello Stato (CTPS). La previdenza dei docenti delle Università pubbliche. In questa sezione pubblichiamo informazioni che chiariscono le regole previste per la composizione e l effettivo funzionamento delle maggiori Gestioni pensionistiche amministrate dall Istituto. Questo

Dettagli

Le pensioni pagano l'irpef

Le pensioni pagano l'irpef Le pensioni pagano l'irpef Le pensioni sono equiparate ai redditi da lavoro dipendente e quindi sono soggette a tassazione. L'Inps si sostituisce al fisco ed effettua sulle pensioni una ritenuta alla fonte

Dettagli

CIRCOLARE N. 11 /E INDICE. Premessa...2. 1. Redditi dell anno 2012...3. 2. Determinazione dell imposta sostitutiva...4

CIRCOLARE N. 11 /E INDICE. Premessa...2. 1. Redditi dell anno 2012...3. 2. Determinazione dell imposta sostitutiva...4 CIRCOLARE N. 11 /E Direzione Centrale Normativa Roma, 30 aprile 2013 OGGETTO: Imposta sostitutiva sulla retribuzione di produttività - Art. 1, comma 481, della legge n. 228/2012 (legge di stabilità 2013)

Dettagli

Area Amministrativa Contabile 5 SETTORE 5 SETTORE RISORSE UMANE E COMMERCIO. N. 461/A.G. del 03-08-2015

Area Amministrativa Contabile 5 SETTORE 5 SETTORE RISORSE UMANE E COMMERCIO. N. 461/A.G. del 03-08-2015 Reg. di Settore n. 42 Area Amministrativa Contabile 5 SETTORE 5 SETTORE RISORSE UMANE E COMMERCIO Copia N. 461/A.G. del 03-08-2015 DETERMINAZIONE OGGETTO: Art. 31 C.C.N.L. 22/01/2004 - "Disciplina delle

Dettagli

Ai Direttori Generali delle Aziende Sanitarie. Ai Direttori Generali delle Aziende Ospedaliere

Ai Direttori Generali delle Aziende Sanitarie. Ai Direttori Generali delle Aziende Ospedaliere Prot. 35081/2012 Ai Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Ai Direttori Generali delle Aziende Ospedaliere Ai Direttori Generali degli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico LORO SEDI

Dettagli

L' EVOLUZIONE DELLE NORME CHE REGOLANO L'ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NEL CONTRATTO DEL COMPARTO SANITA' PUBBLICA

L' EVOLUZIONE DELLE NORME CHE REGOLANO L'ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NEL CONTRATTO DEL COMPARTO SANITA' PUBBLICA L' EVOLUZIONE DELLE NORME CHE REGOLANO L'ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NEL CONTRATTO DEL COMPARTO SANITA' PUBBLICA a cura del Nucleo Promozione e Sviluppo Responsabile: Cesare Hoffer PREMESSA

Dettagli

TRATTAMENTI PENSIONISTICI DEL PERSONALE UNIVERSITARIO

TRATTAMENTI PENSIONISTICI DEL PERSONALE UNIVERSITARIO TRATTAMENTI PENSIONISTICI DEL PERSONALE UNIVERSITARIO Con circolare n.23 del 30.3.2004 l INPDAP ha diretto istruzioni alle Università aderenti alla sperimentazione liquidazione dei trattieni pensionistici.

Dettagli

INDICE. CAPO I Incarichi dirigenziali

INDICE. CAPO I Incarichi dirigenziali CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO AREA DIRIGENZA SANITARIA, PROFESSIONALE, TECNICA E AMMINISTRATIVA DEL S.S.N. PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2006-2009 E PARTE ECONOMICA BIENNIO 2006-2007 INDICE PARTE

Dettagli

EVENTO CONCLUSIVO Palermo 14 ottobre 2015 - Catania 22 ottobre 2015. Sede Catania 22 ottobre 2015 Palazzo della Cultura - Via Vittorio Emanuele, 127

EVENTO CONCLUSIVO Palermo 14 ottobre 2015 - Catania 22 ottobre 2015. Sede Catania 22 ottobre 2015 Palazzo della Cultura - Via Vittorio Emanuele, 127 Convenzione tra Regione Siciliana e Formez PA del 23 marzo 2012 POR FSE 2007 2013 Regione Siciliana Asse VII Capacità Istituzionale Progetto AZIONI DI SISTEMA PER LA CAPACITÀ ISTITUZIONALE - LINEA COMUNI

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE FONDO DI PREVIDENZA MARIO NEGRI FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I DIRIGENTI DI AZIENDE DEL TERZIARIO, DI SPEDIZIONE E TRASPORTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della

Dettagli

II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE

II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE CONTABILITA GENERALE 19 II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE 29 novembre 2005 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 E. Scritture relative

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 1 ottobre 2010, n. 184

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 1 ottobre 2010, n. 184 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 1 ottobre 2010, n. 184 Recepimento dell'accordo sindacale per il personale non dirigente delle Forze di polizia ad ordinamento civile e del provvedimento di concertazione

Dettagli

Accordo 12 dicembre 2012 Recupero scatti di anzianità

Accordo 12 dicembre 2012 Recupero scatti di anzianità Accordo 12 dicembre 2012 Recupero scatti di anzianità Ipotesi di CCNL relativo al personale del comparto scuola per il reperimento delle risorse da destinare per le finalità di cui all art. 8, comma 14,

Dettagli