Ne esistono, infatti, di vari tipi, ciascuno con caratteristiche particolari e adatto a diversi utilizzi. TAPPO DI SUGHERO NATURALE MONOPEZZO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ne esistono, infatti, di vari tipi, ciascuno con caratteristiche particolari e adatto a diversi utilizzi. TAPPO DI SUGHERO NATURALE MONOPEZZO"

Transcript

1 I TAPPI DI SUGHERO E IL VINO I TAPPI DI SUGHERO Il tappo di sughero naturale grazie alle sue caratteristiche di impermeabilità e alla sua capacità di trattenere ossigeno, favorisce la corretta evoluzione e conservazione del vino in bottiglia. L'elasticità del sughero, inoltre, permette al tappo di svolgere la sua funzione di chiusura ermetica all interno della bottiglia, ma anche di ritornare alle dimensioni originali nel giro di qualche minuto, una volta estratto. L'estraibilità del tappo è assicurata da un trattamento di superficie o da una lavorazione che ne impedisce lo sbriciolamento. Questo tipo di chiusura a contatto con il vino viene continuamente bagnata e "nutrita ; in questo modo il tappo riesce a mantenersi elastico e, una volta inserito all'interno del collo della bottiglia, aderisce completamente alle pareti, anche se il vetro dovesse espandersi o contrarsi. Per questo motivo, gli esperti consigliano di conservare le bottiglie chiuse da un tappo di sughero in posizione orizzontale o leggermente inclinata, come avviene negli appositi contenitori delle migliori cantine. Il tappo di sughero, grazie alla deformabilità e la configurazione delle celle del sughero, garantisce una pressione costante lungo la superficie interna del collo della bottiglia, attraverso una spinta trasversale, regolabile con la scelta opportuna tra diametro del tappo e del collo della bottiglia.

2 I tappi di sughero prodotti oggi sono studiati per meglio rispondere alle esigenze di conservazione dei diversi tipi di vino e in funzione del loro consumo finale. Ne esistono, infatti, di vari tipi, ciascuno con caratteristiche particolari e adatto a diversi utilizzi. TAPPO DI SUGHERO NATURALE MONOPEZZO Un tappo costituito esclusivamente da sughero naturale proveniente da plance di sughero con spessore elevato perforate in un unico pezzo che conserva inalterate le caratteristiche chimico-fisiche della materia prima. Indicato per la chiusura di vini tranquilli, per le sue caratteristiche di elasticità costituisce l elemento fondamentale per l affinamento dei vini in bottiglia. TAPPO DI SUGHERO NATURALE MULTIPEZZO Il tappo di sughero naturale multipezzo è composto da due o più pezzi di sughero uniti con una colla adatta per gli alimenti. Questi tipi di tappo si prestano alla chiusura di bottiglie molto grandi, poiché la loro densità può essere realizzata ad hoc. In genere questo tappo non è adatto ai vini invecchiati. TAPPO DI SUGHERO NATURALE COLMATO Il tappo di sughero naturale colmato è un tappo i cui fori naturali vengono chiusi con la polvere di sughero. Questo particolare processo serve per rendere la chiusura perfetta oltre che a produrre vantaggi di carattere estetico e meccanico. TAPPO DI SUGHERO NATURALE PER CHAMPAGNE Il tappo di sughero naturale per champagne e spumante è adatto per i vini frizzanti. E realizzato industrialmente dall unione di un corpo principale, formato da agglomerati di granuli di sughero e da una, due, o tre rondelle di sughero naturale. Il diametro di questo tappo è generalmente più largo del normale per sostenere la pressione data dal gas presente nel vino.

3 TAPPO DI SUGHERO TECNICO Il tappo di sughero tecnico è stato progettato per i vini da consumarsi entro due o tre anni dall imbottigliamento. E composto da un corpo agglomerato e da rondelle di sughero naturale incollate su una o su entrambe le estremità. E un tappo molto solido e meccanicamente molto resistente. TAPPO DI SUGHERO AGGLOMERATO Il tappo di sughero agglomerato è costruito del tutto industrialmente ed è formato dai sottoprodotti della produzione dei tappi naturali.il tappo ha differenti versioni a seconda della volumetria del sughero utilizzato.(es Microagglomerato) Questo tappo è più economico di quello naturale e può esser utilizzato per chiudere vini da consumarsi entro 12 mesi. TAPPO DI SUGHERO INCAPSULATO Il tappo di sughero incapsulato è composto da un corpo di sughero naturale e da una parte superiore generalmente in legno, PVC, porcellana, metallo, vetro o altri materiali. E un tappo usato per gli spirits e i liquori, ideale per i prodotti da bar che devono essere richiudibili e utilizzati nel tempo.

4 L ATTIVITÀ DI RICERCA E SVILUPPO PROCESSI INNOVATIVI PER PRODOTTI AD ALTA AFFIDABILITÀ In campo enologico le caratteristiche del sughero rendono questo prodotto l'ideale chiusura delle bottiglie di vino, tuttavia i produttori di tappi in sughero sono sempre attivi nell effettuare ricerche e controlli di qualità. Uno degli aspetti più indagati è il cosiddetto: "sapore di tappo", causato principalmente dalla contaminazione da parte di molecole di TCA (Tricloroanisole) che impattano sulle proprietà organolettiche del vino. Tutte le aziende produttrici ricorrono a laboratori di ricerca avanzata per il controllo di qualità dei prodotti finali. Nel nostro paese, a sostegno della filiera, dalla cura della pianta, alla produzione del tappo fino alla conservazione del vino in cantina, diverse organizzazioni, FSC Italia, C.E.Liège, si sono attivate per formalizzare le procedure e disciplinare la filiera del sughero e il mondo viti-vinicolo. Adeguarsi e rispettare procedure, norme, regole assicura un processo e un prodotto di qualità sia alle cantine che al consumatore finale. La certificazione secondo il rispetto di standard ambientali, definiti dal Forest Stewardship Council, e secondo le prescrizioni del Codice Internazionale per la produzione di tappi di sughero, denominati Systecode, il cui rispetto autorizza alla certificazione di processo C.E.Liège, è una priorità per i produttori del nostro paese. Questa ricca materia prima è stata anche protagonista di ricerche nel campo di applicazioni innovative portate avanti dalla NASA, Agenzia Aerospaziale Americana.

5 Il progetto Quercus L industria del sughero, attraverso le associazioni idi rappresentanza nei vari paesi, ha commissionato alla Confederazione Europea del Sughero uno studio, denominato progetto Quercus, per arrivare ad una valutazione scientifica sulla possibilità che il sughero sia responsabile di cambiamenti organolettici nei vini dovuti alla presenza di Tricloroanisolo (TCA). Questo studio ha analizzato tutte le fasi della produzione dei tappi di sughero e, grazie a queste ricerche, è stato possibile approfondire la conoscenza delle componenti che generano questo tipo di anomalie. Il progetto è stato organizzato in tre fasi: un analisi biografica per integrare i dati esistenti in particolare quelli riguardanti le tecniche di sviluppo e i metodi analitici, l identificazione del gusto rancido e la valutazione di metodi di analisi di laboratorio, e uno studio relativo al controllo del processo produttivo. Da questo studio si sono evinte importanti informazioni. Vari fattori possono influenzare le caratteristiche dei vini, manifestandosi in diversi momenti del suo ciclo di vita durante l'imbottigliamento o la conservazione del vino vero e proprio. Alcuni di questi fattori possono essere associati ai i tappi, ma anche al luogo e al modo in cui vengono conservati. I cloroanisoli sono i funghi che possono trasmettere al vino quel gusto di terriccio o di ammuffito, comunemente conosciuto come sapore di tappo. Gli cloroanisoli possono essere trasferiti al vino dalle condizioni della cantina in cui le bottiglie sono conservate o attraverso il contatto con altri materiali contaminati: serbatoi, tubi, barili, frammenti di legno, filtri, sigillanti, guarnizioni. Gli aloanisoli più frequentemente presenti nel vino sono: 2,4,6 Tricloroanisolo (TCA) - i vini contaminati da TCA presentano gusto umido di cartone, ammuffito 2,4,6- Tribromoanisole (TBA) - composto originato essenzialmente dall uso di elementi a base di bromo resistente al fuoco per il trattamento del legno delle cantine. I funghi crescono con l'umidità e producono questo composto con un aroma molto simile al TCA 2,3,4,6 Tetrachloroanisole (TeCA); Pentachloroanisole (APC)

6 Altre alterazioni del vino possono essere riconosciuti come l ossidazione e la riduzione. Questi due tipi di evoluzione si verificano nei componenti del vino a causa dell eccesso di ossigenazione (ossidazione) e/o di assenza di ossigeno (riduzione), che possono determinare il deterioramento della struttura e della qualità producendo un caratteristico aroma di caramello nel caso di ossidazione, e un sapore di "uovo marcio" in il caso di riduzione. Anche i composti aerei dello zolfo, potenzialmente presenti nei vini, possono contribuire a dare al prodotto un gusto di "uova marce". Il vino, inoltre, può presentare la cosiddetta Acidità volatile caratterizzata da odore di aceto, che può essere associata a una contaminazione batterica, o può incontrare la presenza di fenoli volatili, associata alla presenza di lieviti in grado di crescere nei vini in basse concentrazioni di zuccheri residui. È stato quindi scientificamente ed empiricamente provato che il sapore di tappo può provenire da molte fonti e non solo dia tappi di sughero, poiché la contaminazione con il TCA può avere origini diverse. La presenza di TCA è stata rilevata in diversi prodotti: acqua minerale in bottiglia, birra, bottiglie di vino sigillato con tappi a vite, lattine di bibite, prodotti alimentari confezionati, grappoli di uva secca. Il TCA proviene dall'attività di microrganismi, cioè funghi, in presenza di composti organoclorurati. Il rischio della presenza di TCA si verifica ogni volta che sono presenti fenoli, cloro e funghi. Poiché il TCA può essere presente anche nei tappi, l'industria del sughero ha investito molto nella ricerca e ha già acquisito sufficienti conoscenze per controllare ed eliminare questo problema. Grazie a questo impegno, nel giro di soli cinque anni, il numero di bottiglie danneggiate dal TCA è diminuita dell 80%. Dal progetto Quercus è dunque emersa la necessità di mettere a punto un codice di procedure per la produzione di tappi e per il loro utilizzo come chiusure, oltre che a completare studi analitici che soddisfino i requisiti della direttive dei laboratori europei (ISO, CEN, ecc) per standardizzare le procedure di lavoro.

7 Il Codice internazionale delle procedure di fabbricazione del tappo di sughero Il Codice Internazionale delle Procedure di Fabbricazione del tappo da sughero (ICCSMP) è stato realizzato in base ai risultati del Progetto Quercus, e definisce le prassi corrette da adottare per attuare il controllo delle norme di qualità lungo l'intero processo produttivo, garantendo ai produttori e agli imbottigliatori un prodotto non contaminato. APCOR è responsabile della promozione dell attuazione del Codice Internazionale delle pratiche di fabbricazione del tappo di sughero in Portogallo, mentre per l Italia ne è responsabile il Gruppo Sughero di Assoimballaggi. Il sistema di certificazione che ne è derivato si chiama Systecode, a questo protocollo nel giro di sei anni hanno aderito le principali aziende produttrici. La certificazione è una garanzia della qualità del prodotto fornito ai clienti. Il Systecode è una certificazione fondamentale per il successo del settore e incoraggia le imprese a migliorare i loro processi produttivi costantemente e di conseguenza a rendere i tappi di sughero di una qualità sempre migliore. Oltre al Systecode, l industria del sughero annovera le certificazioni: ISO 9001 (qualità), ISO (sicurezza alimentare) e ISO (Ambiente).

La qualità dei tappi di sughero

La qualità dei tappi di sughero La qualità dei tappi di sughero Franco Pampiro, Maria Giua, Giovanni Antonio Farris Alla Ricerca della qualità nella filiera sughero-vino Oristano 12 maggio 2006 - Auditorium di San Domenico Le prestazioni

Dettagli

Guida per un corretto utilizzo di SUPERCAP

Guida per un corretto utilizzo di SUPERCAP Guida per un corretto utilizzo di SUPERCAP 1-2 - 3 - TAPPI VINO PREMESSA Data la variabilità delle tipologie dei vini, dei processi di produzione e di imbottigliamento, il tappo SUPERCAP deve essere utilizzato

Dettagli

Caratteristiche dei vitigni e riconoscimento delle uve. - caratteristiche botaniche della specie Vitis vinifera

Caratteristiche dei vitigni e riconoscimento delle uve. - caratteristiche botaniche della specie Vitis vinifera Modulo n. 1 Caratteristiche dei vitigni e riconoscimento delle uve - caratteristiche botaniche della specie Vitis vinifera Durata in ore 20 - fasi fenologiche della vite, dalla gemma al grappolo maturo

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

RISOLUZIONE ECO 3/2004 LIVELLO DI BASE RICHIESTO PER IL CONFERIMENTO DI DIPLOMA AI PROFESSIONISTI COINVOLTI NELLE PRATICHE ENOLOGICHE

RISOLUZIONE ECO 3/2004 LIVELLO DI BASE RICHIESTO PER IL CONFERIMENTO DI DIPLOMA AI PROFESSIONISTI COINVOLTI NELLE PRATICHE ENOLOGICHE LIVELLO DI BASE RICHIESTO PER IL CONFERIMENTO DI DIPLOMA AI PROFESSIONISTI COINVOLTI NELLE PRATICHE ENOLOGICHE L ASSEMBLEA GENERALE, su proposta della Commissione III «Economia», sulla base dei lavori

Dettagli

Acqua Naturizzata. Obiettivo di S.EC.AM SPA: valorizzare il consumo di acqua dell acquedotto.

Acqua Naturizzata. Obiettivo di S.EC.AM SPA: valorizzare il consumo di acqua dell acquedotto. Acqua Naturizzata Obiettivo di S.EC.AM SPA: valorizzare il consumo di acqua dell acquedotto. Bere Acqua Naturizzata è una Scelta: Salutare: perché si tratta di acqua potabile di Rete, quindi sicura, resa

Dettagli

Riempimento volumetrico in PET di prodotti gassati e piatti. Selecta

Riempimento volumetrico in PET di prodotti gassati e piatti. Selecta Riempimento volumetrico in PET di prodotti gassati e piatti Selecta Specificamente dedicata al riempimento di bottiglie in PET, la riempitrice Selecta è caratterizzata da un sistema meccanico/idraulico

Dettagli

NESSUN CONTATTO TRA ARIA E PRODOTTO E ACCURATO PROCESSO DI RIEMPIMENTO PER

NESSUN CONTATTO TRA ARIA E PRODOTTO E ACCURATO PROCESSO DI RIEMPIMENTO PER SISTEMI DI RIEMPIMENTO DI ALTA QUALITÀ A GRAVITÀ E LEGGERA PRESSIONE CON NUOVI RUBINETTI CHE GARANTISCONO PERFETTI LIVELLI, MAGGIOR VELOCITÀ DEL RIEMPIMENTO E MAGGIOR FACILITÀ DEI LAVAGGI DELLA MACCHINA

Dettagli

CON BRITA IL CAFFÈ È SEMPRE UN PIACERE. Per le applicazioni legate al caffè

CON BRITA IL CAFFÈ È SEMPRE UN PIACERE. Per le applicazioni legate al caffè CON BRITA IL CAFFÈ È SEMPRE UN PIACERE Per le applicazioni legate al caffè Ottimizzazione professionale dell acqua per la preparazione di caffè e specialità a base di caffè Sia che si tratti di un classico

Dettagli

Fornitori di MOCA: quali strumenti utilizzare per un efficace ed efficiente controllo dei fornitori e delle forniture

Fornitori di MOCA: quali strumenti utilizzare per un efficace ed efficiente controllo dei fornitori e delle forniture Fornitori di MOCA: quali strumenti utilizzare per un efficace ed efficiente controllo dei fornitori e delle forniture Elisabetta Genta Marinigroup Moncalieri (TO) Socio AIBO Food Contact Expert MATERIALI

Dettagli

Produzione Titolo alcolometrico volumico Vino uva t/ettaro naturale minimo % vol.

Produzione Titolo alcolometrico volumico Vino uva t/ettaro naturale minimo % vol. Riconoscimento della denominazione di origine controllata dei vini Moscato di Pantelleria, Passito di Pantelleria e Pantelleria - D.P.R. 11 agosto 1971 1,2 Art. 1. Denominazione e vini. La denominazione

Dettagli

Sandro Pisano Product Manager Chiusure

Sandro Pisano Product Manager Chiusure Sandro Pisano Product Manager Chiusure Esperienza Freewine Produzione di vini a basso contenuto di SO2 Vini con alta sensibilità al passaggio di ossigeno Il tappo a vite sarebbe la soluzione ideale, grazie

Dettagli

RISOLUZIONE OIV-OENO 439-2012

RISOLUZIONE OIV-OENO 439-2012 RISOLUZIONE OIV-OENO 439-2012 PRATICHE ENOLOGICHE SPECIFICHE PER I VINI AROMATIZZATI, LE BEVANDE A BASE DI PRODOTTI VITIVINICOLI E LE BEVANDE A BASE DI VINO L'ASSEMBLEA GENERALE CONSIDERATA la risoluzione

Dettagli

ENOPIU S.R.L. Loc. Boglietto Via Canelli n 106 14055 Costigliole D Asti (AT) PIANO HACCP SEZIONE 1. Descrizione del processo produttivo

ENOPIU S.R.L. Loc. Boglietto Via Canelli n 106 14055 Costigliole D Asti (AT) PIANO HACCP SEZIONE 1. Descrizione del processo produttivo ENOPIU S.R.L. PIANO HACCP SEZIONE 1 Descrizione del processo produttivo La ditta si occupa di imbottiglia a domicilio con materiali forniti esclusivamente dal cliente (vino tappi etichette cartoni). Le

Dettagli

2.2.5. Macerazione Fig. 61: Vino rosso opzioni per la lavorazione delle uve. 2.2.7. Chiarifiche e Stabilizzazioni

2.2.5. Macerazione Fig. 61: Vino rosso opzioni per la lavorazione delle uve. 2.2.7. Chiarifiche e Stabilizzazioni 2.2.3. Processo di vinificazione 2.2.4. Fermentazione 2.2.5. Macerazione Fig. 61: Vino rosso opzioni per la lavorazione delle uve La stato di salute delle uve, unitamente alla oscenza delle caratteristiche

Dettagli

Sostenibilità. I Vantaggi degli Imballaggi Metallici. Associazione Nazionale fra i Fabbricanti Imballaggi Metallici ed Affini

Sostenibilità. I Vantaggi degli Imballaggi Metallici. Associazione Nazionale fra i Fabbricanti Imballaggi Metallici ed Affini Sostenibilità I Vantaggi degli Imballaggi Metallici Associazione Nazionale fra i Fabbricanti Imballaggi Metallici ed Affini La Sostenibilità è definita come Andare incontro alle necessità delle generazioni

Dettagli

L Olio Extravergine di Oliva, un alimento di qualità non un semplice condimento

L Olio Extravergine di Oliva, un alimento di qualità non un semplice condimento L Olio Extravergine di Oliva, un alimento di qualità non un semplice condimento Le cose da dire sull olio sono tante, durante i miei corsi di degustazione le persone rimangono affascinate nel conoscere

Dettagli

industrial sanitizing with ecological dry steam industria alimentare & bevande

industrial sanitizing with ecological dry steam industria alimentare & bevande industrial sanitizing with ecological dry steam industria alimentare & bevande industria alimentare panifici, pastifici, caseifici, oleifici, industrie dolciarie, macellerie, salumifici, trasformazione,

Dettagli

UNA SCELTA SICURA, PER SEMPRE! buoni motivi per scegliere il rame

UNA SCELTA SICURA, PER SEMPRE! buoni motivi per scegliere il rame UNA SCELTA SICURA, PER SEMPRE! 10 buoni motivi per scegliere il rame 1 AFFIDABILE NEL TEMPO Puoi stare tranquillo: le tubazioni in rame sono sicure, affidabili e durature. Il rame è l unico materiale attualmente

Dettagli

MANUALE DI TAPPATURA PER VINI SPUMANTI

MANUALE DI TAPPATURA PER VINI SPUMANTI A cura di: Valeria Mazzoleni Istituto di Enologia e Ingegneria Agro-alimentare Facoltà di Agraria Via E. Parmense 84 29100 Piacenza In collaborazione con: Michele Addis, Antonio Bianco, Alberto Ferrero

Dettagli

Sicurezza igienico sanitaria per macchine, impianti e loro componenti a contatto con gli alimenti

Sicurezza igienico sanitaria per macchine, impianti e loro componenti a contatto con gli alimenti SIAB 2010 Verona Fiere 26 maggio 2010 Sicurezza igienico sanitaria per macchine, impianti e loro componenti a contatto con gli alimenti Dr. Gianpietro Boieri Produzione materiali a contatto: caratteristiche

Dettagli

RISOLUZIONE OIV-OENO 462-2014. CODICE DI BUONE PRATICHE VITIVINICOLE PER EVITARE O LIMITARE LA CONTAMINAZIONE DA BRETTANOMYCES spp.

RISOLUZIONE OIV-OENO 462-2014. CODICE DI BUONE PRATICHE VITIVINICOLE PER EVITARE O LIMITARE LA CONTAMINAZIONE DA BRETTANOMYCES spp. RISOLUZIONE OIV-OENO 462-2014 CODICE DI BUONE PRATICHE VITIVINICOLE PER EVITARE O LIMITARE LA CONTAMINAZIONE DA BRETTANOMYCES spp. L ASSEMBLEA GENERALE, Considerate le azioni del Piano strategico OIV 2009-2012

Dettagli

LINEE GUIDA PER L'IMBOTTIGLIAMENTO

LINEE GUIDA PER L'IMBOTTIGLIAMENTO BRENTAPACK srl Via Armentera, 8/10 38051 Borgo Valsugana (TN)- Italy Tel +39.0461.1788028 P.IVA 02242580229 info@brentapack.com www.brentapack.com LINEE GUIDA PER L'IMBOTTIGLIAMENTO PREMESSA L imbottigliamento

Dettagli

Manuale per la produzione di birra con l uso di kit.

Manuale per la produzione di birra con l uso di kit. Manuale per la produzione di birra con l uso di kit. Se vuoi provare a farti la birra in casa e non hai né tanto tempo né spazio a disposizione, il modo più semplice è quello di utilizzare le miscele di

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI PROVVEDIMENTO 8 luglio 2009 IL CAPO DIPARTIMENTO

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI PROVVEDIMENTO 8 luglio 2009 IL CAPO DIPARTIMENTO MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI PROVVEDIMENTO 8 luglio 2009 Iscrizione della denominazione «Aceto Balsamico di Modena», nel registro delle denominazioni di origine protette e

Dettagli

Specifiche tecniche. KeyKeg Slimline 20 e 30 litri. KeyKeg Baseline 20 e 30 litri

Specifiche tecniche. KeyKeg Slimline 20 e 30 litri. KeyKeg Baseline 20 e 30 litri Specifiche tecniche KeyKeg Slimline 20 e 30 litri e KeyKeg Baseline 20 e 30 litri 2 Indice Pagina Specifiche tecniche 3 KeyKeg Slimline e Baseline 3 Consigli per il trasporto e lo stoccaggio di KeyKeg

Dettagli

Mi450 - Fotometro. per la determinazione del COLORE e dei FENOLI TOTALI nel vino

Mi450 - Fotometro. per la determinazione del COLORE e dei FENOLI TOTALI nel vino Mi450 - Fotometro per la determinazione del COLORE e dei FENOLI TOTALI nel vino L Mi450 è un fotometro di facile utilizzo per la determinazione del colore e dei fenoli totali nel vino. La determinazione

Dettagli

EASY LINE SYSTEM BEER AOX

EASY LINE SYSTEM BEER AOX EASY LINE SYSTEM BEER AOX EASY LINE SYSTEM BEER AOX VERSATILITÀ, MODULARITÀ EICIENZA, CONVENIENZA. L IMBOTTIGLIAMENTO DEL UTURO, OGGI! Il sistema di macchine per imbottiagliamento Easy Line System rappresenta

Dettagli

ATTREZZATURA DI LABORATORIO

ATTREZZATURA DI LABORATORIO ATTREZZATURA DI LABORATORIO IN GENERALE RICORDIAMO CHE 1) il vetro pyrex non reagisce chimicamente con altre sostanze tranne che con l acido fluoridrico se riscaldato non si spacca 2) gli strumenti in

Dettagli

TRONCHETTI E PELLET DI LEGNO

TRONCHETTI E PELLET DI LEGNO TRONCHETTI E PELLET DI LEGNO UNI EN ISO 14001:2004 CERTIQUALITY È MEMBRO DELLA FEDERAZIONE CISQ SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE CERTIFICATO produttore di pellet dal 1994 Fondata nel 1969, La TiEsse di Cimadolmo

Dettagli

Disposizioni sulla elaborazione, confezionamento, designazione e presentazione dei vini frizzanti.

Disposizioni sulla elaborazione, confezionamento, designazione e presentazione dei vini frizzanti. D.M. 29 luglio 2004. Disposizioni sulla elaborazione, confezionamento, designazione e presentazione dei vini frizzanti. (pubbl. in Gazz. Uff. n. 238 del 9 ottobre 2004). IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI Decreto Ministeriale 14 ottobre 2010 DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA GAVI O CORTESE DI GAVI. (G.U.

Dettagli

La rete di distribuzione carburante è complessa. Le Raffinerie e i Terminali di importazione forniscono i Terminal tramite condutture.

La rete di distribuzione carburante è complessa. Le Raffinerie e i Terminali di importazione forniscono i Terminal tramite condutture. La rete di distribuzione carburante è complessa. Le Raffinerie e i Terminali di importazione forniscono i Terminal tramite condutture. I terminal possono essere condivisi da compagnie petrolifere e possono

Dettagli

www.giuseppemilazzo.it I BICCHIERI

www.giuseppemilazzo.it I BICCHIERI I BICCHIERI Prima di giungere alle forme odierne sono stati ideati i tipi più bizzarri di bicchieri con i più svariati materiali. Oggi i bicchieri considerati degni di un vino di classe sono quelli di

Dettagli

XXII SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO NORMATIVO DI DIRITTO VITIVINICOLO Vinitaly, 22 marzo 2015. Presentazione Testo Unico del vino

XXII SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO NORMATIVO DI DIRITTO VITIVINICOLO Vinitaly, 22 marzo 2015. Presentazione Testo Unico del vino XXII SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO NORMATIVO DI DIRITTO VITIVINICOLO Vinitaly, 22 marzo 2015 Presentazione Testo Unico del vino DISPOSIZIONI GENERALI E DI SEMPLIFICAZIONE IN MATERIA DI VINO E PRODOTTI VITIVINICOLI

Dettagli

Principali tappe della produzione di aceto

Principali tappe della produzione di aceto Stoccaggio delle materie prime Per poter produrre un aceto eccellente si rendono necessarie materie prime di buona qualità, fornite da aziende selezionate e sottoposte a regolari controlli da parte di.

Dettagli

FUNZIONI DELL IMBALLAGGIO ALIMENTARE

FUNZIONI DELL IMBALLAGGIO ALIMENTARE Moncalieri, 23 maggio 2010 Cibo nel pacco e cibo pacco FUNZIONI DELL IMBALLAGGIO ALIMENTARE Dr.ssa Stefania Gelati Stazione Sperimentale per l Industria delle Conserve Alimentari Parma CONTENITORE PRIMARIO:

Dettagli

4a Lezione-schede I VINI SPUMANTI - BOLLICINE

4a Lezione-schede I VINI SPUMANTI - BOLLICINE SCHEMA PER LA VALUTAZIONE DEGLI SPUMANTI METODO CLASSICO Per le Bollicine l approccio all analisi organolettica e sensoriale parte innanzitutto dalla coltivazione delle uve necessarie per la produzione

Dettagli

Soluzioni di tappatura per il settore dell imbottigliamento. Teste avvitatrici a isteresi magnetica

Soluzioni di tappatura per il settore dell imbottigliamento. Teste avvitatrici a isteresi magnetica Soluzioni di tappatura per il settore dell imbottigliamento Teste avvitatrici a isteresi magnetica Mondial I Soluzioni di tappatura Warner per il settore dell imbottigliamento La tecnologia a isteresi

Dettagli

CENTRALI TERMOELETTRICHE

CENTRALI TERMOELETTRICHE CENTRALI TERMOELETTRICHE Le centrali termoelettriche sono impianti che utilizzano l energia chimica dei combustibili per trasformarla in energia elettrica. Nelle centrali termoelettriche la produzione

Dettagli

Appunti del modulo di tecnologia enologica

Appunti del modulo di tecnologia enologica Appunti del modulo di tecnologia enologica Difetti ed alterazioni ZEPPA G. Università degli Studi di Torino Alterazioni dei vini (meglio prevenire che curare.!!) Zeppa G. Università degli Studi di Torino

Dettagli

in cantina RIMUOVERE DISCIOLTO

in cantina RIMUOVERE DISCIOLTO RIMUOVERE L OSSIGENO VALENTINA BOLLA* DISCIOLTO UN INNOVATIVA TECNOLOGIA A MEMBRANA PER PREVENIRE L OSSIDAZIONE E RIDURRE L IMPIEGO DI SOLFOROSA L ossidazione compromette la qualità dei vini e alcune fra

Dettagli

LA CASA PASSIVA: Cos è una casa passiva e come si realizza

LA CASA PASSIVA: Cos è una casa passiva e come si realizza LA CASA PASSIVA: Cos è una casa passiva e come si realizza Ing. Andrea fagioli Bar-Camp: Jam Session di buone pratiche e progetti innovativi Dal punto di vista del comfort termico la temperatura nelle

Dettagli

PROCESSO DI VINIFICAZIONE

PROCESSO DI VINIFICAZIONE DIVISIONE AREA ALIMENTARE E BEVANDE PROCESSO DI VINIFICAZIONE GRUPPO INNOVATORI PER PASSIONE DIVISIONE Decanter Pieralisi Per la separazione e la pulizia del mosto estratto da uva diraspata con il metodo

Dettagli

CAPITOLO 6 I PROCESSI PRODUTTIVI IBRIDI

CAPITOLO 6 I PROCESSI PRODUTTIVI IBRIDI CAPITOLO 6 I PROCESSI PRODUTTIVI IBRIDI Descrizione generale Il processo produttivo della societa Schlitz a Winston- Salem (North Carolina) Lo stabilimento produce circa 465 milioni di litri di birra all

Dettagli

L USO DI BOTTIGLIE IN PET PER IL CONFEZIONAMENTO DI ACETO DI VINO

L USO DI BOTTIGLIE IN PET PER IL CONFEZIONAMENTO DI ACETO DI VINO L USO DI BOTTIGLIE IN PET PER IL CONFEZIONAMENTO DI ACETO DI VINO dr. Michele Moretti, Ponti S.p.A. 1 Perché sostituire il vetro? Logica di mercato confezioni in materiale plastico già presenti in tutta

Dettagli

Dalla storica sede di Via Ravizza all attuale torrefazione di Vigano di Gaggiano

Dalla storica sede di Via Ravizza all attuale torrefazione di Vigano di Gaggiano Torrefazione Una tradizione familiare Dalla storica sede di Via Ravizza all attuale torrefazione di Vigano di Gaggiano Nata per mano del fondatore Bruno Balduini la torrefazione si distingue per la particolare

Dettagli

NORME PER LA VENDITA DI PRODOTTI ALIMENTARI GESTIONE DELL AUTOCONTROLLO NELLE BOTTEGHE

NORME PER LA VENDITA DI PRODOTTI ALIMENTARI GESTIONE DELL AUTOCONTROLLO NELLE BOTTEGHE NORME PER LA VENDITA DI PRODOTTI ALIMENTARI E GESTIONE DELL AUTOCONTROLLO NELLE BOTTEGHE Dr. Maurizio Mangelli Responsabile Sicurezza PRINCIPALI NORME DI RIFERIMENTO PER LA VENDITA DI PRODOTTI ALIMENTARI

Dettagli

apparecchio palmare per sottovuoto svuotino

apparecchio palmare per sottovuoto svuotino apparecchio palmare per sottovuoto svuotino confezionare sottovuoto significa... che sarà possibile centralizzare gli acquisti alimentari nei giorni in cui si ha più tempo a disposizione e confezionare

Dettagli

Il fornetto a energia solare

Il fornetto a energia solare Il fornetto a energia solare A cura di Bosso Giada 2I 14/03/2014 O b i e t t i v i : Fondere (parzialmente) un pezzo di cioccolata a circa 70 C con il calore prodotto dalla luce solare. Cenni storici:

Dettagli

www.rockwool-coresolutions.com Soluzioni innovative per pannelli sandwich con isolamento in lana di roccia

www.rockwool-coresolutions.com Soluzioni innovative per pannelli sandwich con isolamento in lana di roccia www.rockwool-coresolutions.com Soluzioni innovative per pannelli sandwich con isolamento in lana di roccia Da decenni i pannelli sandwich con isolamento in lana di roccia si rivelano estremamente efficaci

Dettagli

Come intervenire in cantina sul prodotto al fine di determinare determinate caratteristiche e/o eliminarne difetti. Anna Piotti

Come intervenire in cantina sul prodotto al fine di determinare determinate caratteristiche e/o eliminarne difetti. Anna Piotti Come intervenire in cantina sul prodotto al fine di determinare determinate caratteristiche e/o eliminarne difetti Anna Piotti Partire da un uva di qualità e sana Utilizzare ragionevolmente la solforosa

Dettagli

Soluzioni di dosatura Nordson EFD. Applicazioni di dosatura di qualità elevata per la produzione, i processi e confezionamenti alimentari.

Soluzioni di dosatura Nordson EFD. Applicazioni di dosatura di qualità elevata per la produzione, i processi e confezionamenti alimentari. Soluzioni di dosatura Nordson EFD Applicazioni di dosatura di qualità elevata per la produzione, i processi e confezionamenti alimentari. Contenuti Perchè usare un sistema per la dosatura di precisione...

Dettagli

Materiali a contatto con gli alimenti (MCA): obblighi di legge e normativa volontaria. Seminari QualyFood Cremona 04/06/2010 Paolo Brusutti

Materiali a contatto con gli alimenti (MCA): obblighi di legge e normativa volontaria. Seminari QualyFood Cremona 04/06/2010 Paolo Brusutti Materiali a contatto con gli alimenti (MCA): obblighi di legge e normativa volontaria Seminari QualyFood Cremona 04/06/2010 Paolo Brusutti Contenuti: panoramica del settore, dei materiali e delle problematiche

Dettagli

MATERIALI PER LA FORMAZIONE IN AGRICOLTURA ORGANICA E RIGENERATIVA SAN MAURO CILENTO 6-7-8 FEBBRAIO 2015

MATERIALI PER LA FORMAZIONE IN AGRICOLTURA ORGANICA E RIGENERATIVA SAN MAURO CILENTO 6-7-8 FEBBRAIO 2015 MATERIALI PER LA FORMAZIONE IN AGRICOLTURA ORGANICA E RIGENERATIVA SAN MAURO CILENTO 6-7-8 FEBBRAIO 2015 CONCIME ORGANICO BOCASHI - 150 kg di letame vecchio di qualche settimana di qualunque animale. è

Dettagli

Visita la pagina del marchio on-line per scaricare contenuti video e PDF

Visita la pagina del marchio on-line per scaricare contenuti video e PDF Visita la pagina del marchio on-line per scaricare contenuti video e PDF CORAVIN Stappare una bottiglia senza stapparla? Non è un gioco di parole, ma la magia tecnologica di Coravin, un gadget perfetto

Dettagli

Iscrizione Concours Mondial de Bruxelles 2013 Modalità pratiche di partecipazione

Iscrizione Concours Mondial de Bruxelles 2013 Modalità pratiche di partecipazione Iscrizione Concours Mondial de Bruxelles 2013 Modalità pratiche di partecipazione 1. Iscrizioni Riempite, in modo leggibile, e per ogni prodotto presentato, un modulo d iscrizione. Oppure consultate il

Dettagli

Il vino è la poesia della terra. Mario Soldati

Il vino è la poesia della terra. Mario Soldati IT Il vino è la poesia della terra Mario Soldati UN VIAGGIO DAL PASSATO al FUTUro CON UNA SIGNIFICatiVA TAPPA NEL PRESENTE Produrre vino è come raccontare una parte della propria storia. Occorre tuttavia

Dettagli

Reg (CE) di attuazione del 479/08 (bozza) Additivi e coadiuvanti già ammessi nella trasformazione dei prodotti bio

Reg (CE) di attuazione del 479/08 (bozza) Additivi e coadiuvanti già ammessi nella trasformazione dei prodotti bio Sostanza GRUPPO RISTRETTO Uso Accettabile? si/no, con limitazioni ulteriori? ORWINE ITALIA Uso Accettabile? si/no, con limitazioni ulteriori? Reg (CE) di attuazione del 479/08 (bozza) Additivi e coadiuvanti

Dettagli

Il garante degli aromi

Il garante degli aromi Il garante degli aromi La rivoluzione diamant Quadro comparativo della permeabilità alla CO2 nel tempo La tecnologia Diamant : rivoluzionaria, brevettata ed esclusiva. L utilizzo del procedimento di

Dettagli

Adliswil, 20 febbraio 2009

Adliswil, 20 febbraio 2009 Adliswil, 20 febbraio 2009 Imballaggi per prodotti alimentari Stimati partner commerciali, l impiego dei sistemi di laccatura UV nella lavorazione di imballaggi per prodotti alimentari e generi di consumo

Dettagli

CARATTERISTICHE GENERALI DEL VETRO CELLULARE POLYDROS

CARATTERISTICHE GENERALI DEL VETRO CELLULARE POLYDROS CARATTERISTICHE GENERALI DEL VETRO CELLULARE POLYDROS Il pannello di vetro cellulare POLYDROS si ottiene partendo dalla polvere di vetro, la quale, mediante un processo termico-chimico, si trasforma in

Dettagli

Servizio Antincendi e Protezione Civile. Via Secondo da Trento, 2-38100 Trento Tel. 0461/492310 - Fax 492315 OSSERVATORIO SUGLI INFORTUNI DEI VV.F.

Servizio Antincendi e Protezione Civile. Via Secondo da Trento, 2-38100 Trento Tel. 0461/492310 - Fax 492315 OSSERVATORIO SUGLI INFORTUNI DEI VV.F. Servizio Antincendi e Protezione Civile Via Secondo da Trento, 2-38100 Trento Tel. 0461/492310 - Fax 492315 OSSERVATORIO SUGLI INFORTUNI DEI VV.F. SCALE PORTATILI Riferimenti normativi: Il D. Lgs. 626/94

Dettagli

EASY LINE SYSTEM BEER

EASY LINE SYSTEM BEER EASY LINE SYSTEM BEER VERSATILITÀ, MODULARITÀ EICIENZA, CONVENIENZA. L IMBOTTIGLIAMENTO DEL UTURO, OGGI! Il sistema di macchine per imbottiagliamento Easy Line System rappresenta il massimo in termini

Dettagli

L applicazione della normativa HACCP nell agroindustria. Dott. Rocco SCIARRONE Direttore Dipartimento Prevenzione Az.

L applicazione della normativa HACCP nell agroindustria. Dott. Rocco SCIARRONE Direttore Dipartimento Prevenzione Az. L applicazione della normativa HACCP nell agroindustria Dott. Rocco SCIARRONE Direttore Dipartimento Prevenzione Az.Ulss 12 Veneziana SALUBRITA Assenza di rischi per la salute del consumatore GENUINITA

Dettagli

Analisi del livello di riciclabilità di imballaggi cellulosici

Analisi del livello di riciclabilità di imballaggi cellulosici INNOVHUB - STAZIONI SPERIMENTALI PER L INDUSTRIA Divisione Carta Analisi del livello di riciclabilità di imballaggi cellulosici Daniele Bussini-Milano -30 Gennaio 2013 1 UNI EN 13430-2005 UNI EN 13430-2005:

Dettagli

Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento

Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento RIFIUTI: AMMISIBILITA IN DISCARICA NUOVA LISTA POSITIVA Con delibera della Giunta Provinciale n. 2740 del 14 dicembre 2012 è stata modificata la lista positiva dei rifiuti non pericolosi che possono essere

Dettagli

Presentazione del Rapporto di Ricerca

Presentazione del Rapporto di Ricerca LE PROBLEMATICHE DEL TAPPO SINTETICO NELL INDUSTRIA ENOLOGICA Presentazione del Rapporto di Ricerca A cura del dott. Gianfranco Lai Mercoledì 24 giugno 2009 Tempio Pausania GLI OBIETTIVI DELLA RICERCA:

Dettagli

IL PRIMO ED UNICO RIEQUILIBRATORE DELL ACQUA

IL PRIMO ED UNICO RIEQUILIBRATORE DELL ACQUA IL PRIMO ED UNICO RIEQUILIBRATORE DELL ACQUA SAFEWATER KITCHEN 5 SAFEWATER KITCHEN IL PRIMO ED UNICO RIEQUILIBRATORE DELL ACQUA PER USO DOMESTICO CHE COS È SAFEWATER KITCHEN è un innovativo sistema di

Dettagli

CONSUMARE - CONSUMARE MEGLIO + A LUNGO

CONSUMARE - CONSUMARE MEGLIO + A LUNGO CONSUMARE - CONSUMARE MEGLIO + A LUNGO Catalogo prodotti Soli o con gli amici, giorno dopo giorno, bicchiere dopo bicchiere, scoprite e condividete il piacere dei grandi vini. Wikeeps, sistema unico di

Dettagli

Cicli di finitura per interno con principi attivi resistenti alla crescita di. SOLUZIONI CERTIFICATE SECONDO LE NORME EUROPEE EN 15457 e 15458

Cicli di finitura per interno con principi attivi resistenti alla crescita di. SOLUZIONI CERTIFICATE SECONDO LE NORME EUROPEE EN 15457 e 15458 Cicli di finitura per interno con principi attivi resistenti alla crescita di SOLUZIONI CERTIFICATE SECONDO LE NORME EUROPEE EN 15457 e 15458 UMIDITà = MUFFA Nell aria e sulle pareti interne delle abitazioni

Dettagli

UniCeSV. Sistema progettato e sviluppato in collaborazione con il

UniCeSV. Sistema progettato e sviluppato in collaborazione con il Sistema progettato e sviluppato in collaborazione con il Centro Universitario di ricerca e formazione per lo sviluppo competitivo delle imprese del settore vitivinicolo italiano del dipartimento di Agraria

Dettagli

Un valore trasparente

Un valore trasparente Un valore trasparente L acqua che sgorga dai nostri rubinetti, durante il suo percorso attraverso gli strati del terreno, si arricchisce di sali minerali, tra i quali il calcio e il magnesio. Questi sali,

Dettagli

Metodologie di bonifica di elementi con presenza di amianto

Metodologie di bonifica di elementi con presenza di amianto Metodologie di bonifica di elementi con presenza di amianto Se l amianto è COMPATTO non esistono particolari rischi per la salute. Se l amianto è FRIABILE c è il pericolo di inalarne fibre. COMPATTO, materiale

Dettagli

Ridurre l impatto l ambientale nella scelta degli imballaggi: indicazioni operative e requisiti essenziali ambientali

Ridurre l impatto l ambientale nella scelta degli imballaggi: indicazioni operative e requisiti essenziali ambientali Ridurre l impatto l ambientale nella scelta degli imballaggi: indicazioni operative e requisiti essenziali ambientali Torino, 8 ottobre 2013 Francesca Ilgrande Quanti rifiuti da imballaggio in un anno?

Dettagli

30 ANNI DI INNOVAZIONE A SERVIZIO DELL AMBIENTE

30 ANNI DI INNOVAZIONE A SERVIZIO DELL AMBIENTE L ECOLOGIA NEL DNA 30 ANNI DI INNOVAZIONE A SERVIZIO DELL AMBIENTE Imball Nord è capostipite di un gruppo industriale fra i più grandi in Italia per la raccolta e la lavorazione di materiale plastico e

Dettagli

[Tab.1 Elenco settori a maggiore rischio esplosiosione]

[Tab.1 Elenco settori a maggiore rischio esplosiosione] PERICOLO ESPLOSIONE: IL GIUSTO APPROCCIO PER NON CORRERE RISCHI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO ESPLOSIONE Due direttive europee, la 94/9/CE (ATEX 100a) e la 99/92/CE (ATEX 137), hanno modificato radicalmente

Dettagli

L applicazione del pacchetto igiene nell industria alimentare. Dott. Rocco SCIARRONE Direttore Dipartimento Prevenzione Az.

L applicazione del pacchetto igiene nell industria alimentare. Dott. Rocco SCIARRONE Direttore Dipartimento Prevenzione Az. L applicazione del pacchetto igiene nell industria alimentare Dott. Rocco SCIARRONE Direttore Dipartimento Prevenzione Az.Ulss 12 Veneziana c è chi ha detto: In azienda il problema sarà risolto definitivamente

Dettagli

Altri materiali biodegradabili: segatura, trucioli di legno non trattato, tovagliolini di carta bianchi

Altri materiali biodegradabili: segatura, trucioli di legno non trattato, tovagliolini di carta bianchi 1. Cos è Il compostaggio è il risultato di un nuovo modo di trattare i rifiuti organici e vegetali. È semplice: noi tutti produciamo una certa quantità di rifiuti ogni giorno. Parte dei rifiuti prodotti

Dettagli

Raccolta differenziata della plastica e risparmio energetico

Raccolta differenziata della plastica e risparmio energetico Raccolta differenziata della plastica e risparmio energetico Ognuno di noi produce circa 30 kg di plastica ogni anno: se questa plastica fosse completamente riciclata, in un comune di 35.000 abitanti si

Dettagli

Tecnologie Alimentari. FTC15 Linea Lavorazione Miele

Tecnologie Alimentari. FTC15 Linea Lavorazione Miele Didacta Italia Tecnologie Alimentari FTC15 Linea Lavorazione Miele ISO9001:2000 Didacta Italia Srl - Strada del Cascinotto, 139/30-10156 Torino Tel. (011) 273.17.08 273.18.23 - Fax (011) 273.30.88 e-mail:

Dettagli

INDIRIZZO AGRARIA, AGROALIMENTARE E AGROINDUSTRIA ARTICOLAZIONE VITICOLTURA ED ENOLOGIA OPZIONE ENOTECNICO VI ANNO

INDIRIZZO AGRARIA, AGROALIMENTARE E AGROINDUSTRIA ARTICOLAZIONE VITICOLTURA ED ENOLOGIA OPZIONE ENOTECNICO VI ANNO INDIRIZZO AGRARIA, AGROALIMENTARE E AGROINDUSTRIA ARTICOLAZIONE VITICOLTURA ED ENOLOGIA OPZIONE ENOTECNICO VI ANNO 104 Attività e insegnamenti dell indirizzo Agraria, agroalimentare e agroindustria Articolazione:

Dettagli

Reg. CE 2023/2006 Applicazione delle GMP nell industria per l imballaggio

Reg. CE 2023/2006 Applicazione delle GMP nell industria per l imballaggio Reg. CE 2023/2006 Applicazione delle GMP nell industria per l imballaggio 12.10.2012 Dott.ssa Simonetta Lazzari U.F. Sicurezza alimentare e Nutrizione Az.USL2 LUCCA Piazza a. Moro, Capannori (LU) E-mail

Dettagli

Conegliano gennaio 2011. Enol. Stefano Zaninotto

Conegliano gennaio 2011. Enol. Stefano Zaninotto Conegliano gennaio 2011 Enol. Stefano Zaninotto Nel passato remoto se ne dava scarsa importanza; Nel recente passato si è compresa l ecologia di queste popolazioni microbiche; Nel presente non sono ancora

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici

Ministero della Pubblica Istruzione Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici Ministero della Pubblica Istruzione Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici Art. 1 Facendo seguito alla convenzione tra il Dipartimento per lo Sviluppo dell Istruzione

Dettagli

Informazioni Generali / Stumenti a confronto. Caratteristiche Slow Juicer serie VIVO. Differenza rispetto agli altri estrattori

Informazioni Generali / Stumenti a confronto. Caratteristiche Slow Juicer serie VIVO. Differenza rispetto agli altri estrattori Presentazione Argomenti trattati Informazioni Generali / Stumenti a confronto Confronto tipologie di estrattori Caratteristiche Slow Juicer serie VIVO Differenza rispetto agli altri estrattori Convenienza

Dettagli

RACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI URBANI NEL COMUNE DI ROBBIO

RACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI URBANI NEL COMUNE DI ROBBIO RACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI URBANI NEL PARTE LE RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA DIRETTAMENTE A CASA TUA State comodi, veniamo noi! 2 C.L.I.R. è lieta di presentarvi il suo TESTIMONIAL... 3

Dettagli

INFORMAZIONI TECNICHE

INFORMAZIONI TECNICHE Revisione 001 del 03/2014 Pagina 1 di 5 PRODOTTO MAX NEW LIGHT per riparazione fari CARATTERISTICHE Speciale finitura trasparente antigraffio 3K per riparazione fari. Prodotto specifico per la riparazione

Dettagli

CODICE PRODOTTO: 1005611 FACCIALE FILTRANTE MONOUSO FFP2D - Honeywell4210 M/L

CODICE PRODOTTO: 1005611 FACCIALE FILTRANTE MONOUSO FFP2D - Honeywell4210 M/L Italia CODICE PRODOTTO: 1005611 FACCIALE FILTRANTE MONOUSO FFP2D - Honeywell4210 M/L Reference Number 1005611 Presentazione generale Gamma Facciali filtranti monouso Marchio Honeywell Marchio precedentemente

Dettagli

Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale

Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale fare la raccolta differenziata non è solo un obbligo di legge è un segno di rispetto e di grande civiltà!

Dettagli

Presentazione acquisto nuova macchina Raggi -X. Chiusanico 03/03/15

Presentazione acquisto nuova macchina Raggi -X. Chiusanico 03/03/15 Presentazione acquisto nuova macchina Raggi -X Chiusanico 03/03/15 Macchina X-Ray attualmente presente in CLAS CLAS possiede attualmente una Eagle-Tall serie III Che, seppur datata (installazione nel 2003)

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D

GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D INFORMAZIONI GENERALI Questo manuale e parte integrante del depuratore-disoleatore per lubrorefrigeranti e liquidi di macchine lavaggio sgrassaggio pezzi

Dettagli

Alto livello igienico

Alto livello igienico La separazione fra aree che necessitano livelli igienici diversi viene definita zoning. Lo studio del zoning diventa molto importante nella prevenzione contro l entrata di potenziali contaminanti in specifiche

Dettagli

A1U2L3 L INDUSTRIA CARTOTECNICA E I PRODOTTI CARTARI

A1U2L3 L INDUSTRIA CARTOTECNICA E I PRODOTTI CARTARI A1U2L3 L INDUSTRIA CARTOTECNICA E I PRODOTTI CARTARI CARTA ADATTA ALLA STAMPA CARTA ADATTA ALLA SCRITTURA CARTA PER INVOLGERE CARTA PER USI DOMESTICI CARTE SPECIALI CARTA COME BASE DEI CONTENITORI IN POLIACCOPPIATO

Dettagli

Sistemi tecnologici efficienti per la filiera Bosco-Legno-Energia. Roberto Jodice CORTEA

Sistemi tecnologici efficienti per la filiera Bosco-Legno-Energia. Roberto Jodice CORTEA Roma Convegno -Amici della terra Coldiretti 30 maggio 2012 Custodi del bosco La filiera bosco-legno-energia risorsa del mondo rurale Sistemi tecnologici efficienti per la filiera Bosco-Legno-Energia Roberto

Dettagli

Etichettatura. Sezione 3 Etichettatura e presentazione nel settore vitivinicolo

Etichettatura. Sezione 3 Etichettatura e presentazione nel settore vitivinicolo Sezione 3 Etichettatura e presentazione nel settore vitivinicolo Articolo 117 reg. 1308/13 Definizione Ai fini della presente sezione si intende per: a) etichettatura, i termini, le diciture, i marchi

Dettagli

RIVESTIMENTI IN RESINA PER L INDUSTRIA ALIMENTARE

RIVESTIMENTI IN RESINA PER L INDUSTRIA ALIMENTARE RIVESTIMENTI IN RESINA PER L INDUSTRIA ALIMENTARE In copertina: Stabilimento Acqua Minerale Fontalba Montalbano Elicona (ME) Italia Pag. 1 Pag. 2 Pag. 4 Introduzione Campi di impiego dei Mapefloor System

Dettagli

Allegato Tecnico al Capitolato Speciale d appalto

Allegato Tecnico al Capitolato Speciale d appalto 1 Allegato 1 PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA TRIENNALE DI GUANTI NON CHIRURGICI IN VINILE ELASTICIZZATO, NON STERILI, SENZA POLVERE Allegato Tecnico al Capitolato Speciale d appalto 2 ARTICOLO 1 CARATTERISTICHE

Dettagli

La Carta fra Luoghi Comuni e Realtà

La Carta fra Luoghi Comuni e Realtà COpertina Esempio:Layout 1 30-04-2009 13:04 Pagina 1 La Carta fra Luoghi Comuni e Realtà Bastioni di Porta Volta, 7 20121 Milano Tel.: 02/29003018 Fax: 02/29003396 Viale Pasteur, 10 00144 Roma Tel.: 06/5919131

Dettagli

Il nostro impegno quotidiano è teso al miglioramento continuo per ridurre l impatto ambientale delle nostre attività produttive.

Il nostro impegno quotidiano è teso al miglioramento continuo per ridurre l impatto ambientale delle nostre attività produttive. Sostenibilità Lo stabilimento di Brindisi di Basell Poliolefine Italia S.r.l. opera in maniera sostenibile in linea con la politica aziendale che prevede l'uso responsabile ed etico delle risorse naturali

Dettagli