Anno XLXI - n 14 del 25 Luglio 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anno XLXI - n 14 del 25 Luglio 2014"

Transcript

1 Anno XLXI - n 14 del 25 Luglio 2014 L Editoriale: Programma del Semestre italiano di Presidenza del Consiglio UE pag. 5 Seminario: Gli strumenti di difesa commerciale dell UE: antidumping, antisovvenzioni e salvaguardie Martedì, 9 Settembre 2014 ore 9.00 pag. 6 Seminario: Esportare nei Paesi Arabi - la verifica di conformita': da ostacolo a opportunità Martedì, 16 Settembre 2014 ore 9.00 pag. 8 Missione buyers in Sri Lanka Ottobre 2014 pag. 10 Missione imprenditoriale in Canada Toronto, 23/26 Novembre 2014 pag. 11 Think Asia, Think Hong Kong! Palazzo Mezzanotte, Milano - Giovedì, 30 Ottobre 2014 pag. 25 ICC WORLD TRADE AGENDA Le priorita della business community internazionale dopo l'accordo di Bali pag. 32 pag. IVA: 1 novità dal 2015 e UE al lavoro per il futuro pag. 35

2 E a disposizione dei Soci la pubblicazione Presentazione del Rapporto ICE-PROMETEIA - Evoluzione del commercio con l estero per aree e settori. Le tematiche affrontate sono: Evoluzione del commercio con l'estero per aree e settori, Il commercio mondiale nel periodo , Le opportunità per area e settore. Le aziende che desiderano ricevere una copia gratuita della pubblicazione via sono pregate di richiederla alla Segreteria Aice (Tel /1- Fax Ricordiamo le ultime pubblicazioni a disposizione dei Soci richiedibili presso la Segreteria Aice: Country Report Japan - June 2014 (Notiziario nr. 13 del Luglio 2014). WTO Trade Facilitation Agreement (Notiziario nr. 12 del 25 Giugno 2014). Commerciare con successo con gli EAU (Notiziario nr. 11 del 10 Giugno 2014). pag. 2

3 IL COMMERCIO CON L ESTERO 5 QUI AICE L Editoriale: Programma del Semestre italiano di Presidenza del Consiglio UE pag. 5 Seminario: Gli strumenti di difesa commerciale dell UE: antidumping, antisovvenzioni e salvaguardie Martedì, 9 Settembre 2014 ore 9.00 pag. 6 Firmato l'accordo sulla detassazione 2014 per le imprese associate che applicano CCNL diversi dal Terziario e Turismo pag. 19 Sgravio contributivo per l'incentivazione della contrattazione di secondo livello pag. 19 Convenzioni Unione a disposizione dei Soci Aice pag. 20 Seminario: Esportare nei Paesi Arabi - la 21 PRIMO PIANO SULLA CONFCOMMERCIO verifica di conformita': da ostacolo a opportunità Martedì, 16 Settembre 2014 ore 9.00 Indicatore consumi Confcommercio: a maggio pag. 8 nessun punto di svolta per la domanda interna Per luglio, previsto ulteriore rallentamento Missione buyers in Sri Lanka dell'inflazione Ottobre 2014 pag. 21 Missione imprenditoriale in Canada Toronto, 23/26 Novembre 2014 pag. 10 pag. 11 EXPO IN CITTA' - possibilità di segnalazione eventi pag. 12 Master Universitario di Primo Livello in Economia e Gestione degli Scambi Internazionali (MEGSI) - Anno Accademico 2014/2015 pag. 13 Confermata la presenza di Aice nel Consiglio Direttivo ICC Italia pag. 15 Convenzioni Confcommercio a disposizione dei Soci Aice pag FIERE E MANIFESTAZIONI Partecipazione collettiva ICE alla ANUGA 2015 Colonia, Germania - 10/14 Ottobre 2015 pag. 24 Think Asia, Think Hong Kong! Palazzo Mezzanotte, Milano - Giovedì, 30 Ottobre 2014 pag. 25 Fiere a Taiwan: incentivi per i buyer italiani Taipei, Taiwan - Ottobre e Novembre 2014 Convenzione AICE - SGS ITALIA SPA Div. GIS Certificati di conformità pag. 16 Fiere all estero pag. 26 pag LA FINESTRA DEI SOCI AICE Scheda di presentazione di CIAC Srl pag. 17 Scheda di presentazione di Monava Trasporti Internazionali Spa pag UNIONE CTSP E DINTORNI 28 NOTIZIE DAL MONDO Rassegna del mercato russo del gelato pag. 28 ALGERIA - Previsioni SACE: +5,2% per l export italiano nel pag. 29 VIETNAM - Hanoi guarda all Italia per crescere sul piano della tecnologia e della qualità pag. 30 pag. 3

4 L Uganda mette in atto le verifiche di conformità pre export pag. 31 IVA: novità dal 2015 e UE al lavoro per il futuro pag. 35 ICC WORLD TRADE AGENDA Le priorita della business community internazionale dopo l'accordo di Bali pag DALL UNIONE EUROPEA Eurocommerce si congratula con Jean-Claude Juncker La Nuova Commissione deve concentrarsi su crescita e occupazione pag. 33 Parlamento Europeo: rinnovo delle cariche e delle Commissioni pag GARE D APPALTO INTERNAZIONALI Gare d appalto internazionali 37 IL PUNTO SULLA NORMATIVA ITALIANA Informazioni in materia tributaria 46 WORLD BUSINESS Opportunità di business per gli associati pag. 36 pag. 37 pag. 46 pag. 4

5 Programma del Semestre italiano di Presidenza del Consiglio UE L editoriale Come è noto, il nostro Paese ha assunto la Presidenza del Consiglio UE dallo scorso primo luglio. Il semestre a presidenza italiana scadrà nel dicembre Le elezioni per il Parlamento Europeo dello scorso maggio hanno modificato profondamente la geo grafia politica del Continente. La delicatezza del momento è ben rappresentata dalle difficoltà che gli Stati stanno incontrando nell'individuare candidati condivisi per le posizioni di Commissario Europeo. A due mesi dalle elezioni, infatti, l'unica nomina certa è quella di Jean Claude Juncker a Presidente della Commissione. Tra l'altro la nuova Commissione inizierà a lavorare dal prossimo primo novembre. Si sta delineando, quindi una situazione di stallo che può dare la sensazione per l'italia di non riuscire a sfruttare appieno le potenzialità che potrebbero derivare dal fatto di avere la presidenza di turno. Vi è, però, anche un aspetto positivo nell'avere la Presidenza di turno nel semestre di inizio mandato delle istituzioni europee ed è quello di poter influenzare in maniera determinante il percorso europeo dei prossimi anni, indicando le priorità da seguire. A tale proposito, cito di seguito una sintesi del programma del Semestre italiano di presidenza, presentato da Renzi al Parlamento Europeo, che ben evidenzia le linee di intervento prioritarie per il nostro Paese. I capisaldi del programma italiano saranno crescita e occupazione, spazio di libertà e sicurezza per un pieno esercizio dei diritti di cittadinanza e un ruolo più forte dell Europa nel mondo. Un Europa per il lavoro e la crescita economica D a l m i g l i o r a m e n t o d e l l e prospettive di crescita ed occupazione dipende gran parte del futuro del processo di integrazione europea. La Presidenza italiana si impegnerà a fare della crescita e dell occupazione una costante delle politiche europee e a definire un quadro economico che incoraggi le riforme strutturali negli Stati membri. L economia reale, il rinascimento industriale, con un particolare focus sulle PMI, e le politiche in materia di clima ed energia per il 2030 dovranno essere al centro delle iniziative per una maggiore crescita. La Presidenza italiana lavorerà per approfondire l Unione Economica e Monetaria e colmare il grave spread sociale presente nelle società europee, finanziare la crescita per sostenere gli investimenti in settori chiave per il futuro dei nostri figli come la protezio ne amb ientale, le infrastrutture e i servizi digitali. La Presidenza italiana presterà particolare attenzione ai temi dello sviluppo sostenibile anche attraverso la creazione di sinergie positive con EXPO Milano 2015, il cui tema centrale è Nutrire il Pianeta. Energia per la Vita. Un Europa più vicina ai cittadini: uno spazio di democrazia, diritti e libertà Essere cittadini europei oggi vuole dire rimuovere ostacoli e procedure che svuotano il senso di una cittadinanza attiva e i n g e n e r a n o f r u s t r a z i o n e. Accountability, digitalizzazione, trasparenza e meno burocrazia: sono queste le risposte a chi chiede pag. 5 un Europa più vicina alle esigenze dei cittadini. Resta cruciale assicurare il buon funzionamento e la leale cooperazione tra le Istituzioni europee per metterle in grado di agire in maniera rapida ed efficace. La Presidenza italiana promuoverà un ruolo più attivo dell Unione nei settori in cui l iniziativa europea crea valore aggiunto, come ad esempio nella tutela dei diritti fondamentali e nelle politiche di asilo e migratorie. In tale contesto, la Presidenza italiana intende l a v o r a r e p e r s v i l u p p a r e un autentica solidarietà a livello europeo e promuovere una politica migratoria europea. Cambiare marcia alla politica estera dell Europa Le Primavere arabe e la crisi ucraina dicono che l Europa non può disinteressarsi alle vicende storiche che avvengono ai propri confini. L Italia sosterrà un azione esterna dell Unione che sia credibile, coerente e dotata degli strumenti necessari per affrontare le sfide globali e regionali. Il Mediterraneo è uno spazio vitale per l Europa. L emergenza migratoria impone all Europa l adozione di strumenti e di politiche comuni in grado di fronteggiare un fenomeno epocale. Guardando ai Paesi ai nostri confini, l allargamento resta una priorità strategica per la Presidenza italiana. Sarà quindi incoraggiato il perseguimento dei negoziati di adesione con i Balcani Occidentali e si lavorerà per dare nuovo vigore ai negoziati con la Turchia. Per l azione esterna dell Unione, la Politica di Vicinato è uno strumento imprescindibile che occorre utilizzare con un approccio globale, coerente e coordinato con tutte le politiche UE da Sud a Est. Claudio Rotti

6 Seminario: Gli strumenti di difesa commerciale dell UE: antidumping, antisovvenzioni e salvaguardie Martedì, 9 Settembre 2014 ore 9.00 qui Aice Seminario Gli strumenti di difesa commerciale dell UE: antidumping, antisovvenzioni e salvaguardie Martedì, 9 Settembre 2014 ore 9.00 Unione Confcommercio Sala Turismo Corso Venezia, 47 Milano RELATORE: Massimiliano Mercurio HERMES La partecipazione all incontro è gratuita per le aziende associate. Le adesioni saranno accettate sino ad esaurimento dei posti disponibili e sarà data conferma tramite 3 giorni prima dell evento. Per maggiori informazioni: Segreteria Aice D.ssa Raffaella Seveso Tel /1 L Unione Europea elabora una politica commerciale comune verso i paesi terzi finalizzata a favorire lo sviluppo del commercio mondiale e gli scambi tra i paesi. La liberalizzazione degli scambi presuppone tuttavia la necessità di prevedere meccanismi che consentano di assicurare il rispetto delle regole di concorrenza tra le imprese. La legislazione comunitaria prevede tre misure principali di difesa commerciale: misure antidumping, misure antisovvenzione, e salvaguardie. Il seminario ha l'obiettivo di illustrare queste misure e gli strumenti normativi che l Unione Europea utilizza per rimuovere eventuali effetti distorsivi causati da pratiche commerciali scorrette o sovvenzioni governative. Pur con le limitazioni imposte dall adesione alla WTO-World Trade Organization, l Unione Europea ha introdotto in questi anni dazi antidumping (come ad esempio sull importazione di biciclette o di ceramiche da tavola dalla Repubblica Popolare Cinese, oppure importazioni di polietilentereftalato PET originario dell India etc), contingenti ed altre restrizioni all importazione Registrazione partecipanti 9.15 Apertura lavori PROGRAMMA 9.30 Il recepimento del GATT 1947 da parte della World Trade Organization La regolamentazione comunitaria del dumping Misure generali di salvaguardia Altre misure di salvaguardia Quesiti e dibattito pag. 6

7 pag. 7

8 Seminario: Esportare nei Paesi Arabi - la verifica di conformita': da ostacolo a opportunità Martedì, 16 Settembre 2014 ore 9.00 qui Aice Seminario Esportare nei Paesi Arabi - la verifica di conformita': da ostacolo a opportunità Martedì, 16 Settembre 2014 ore 9.00 Unione Confcommercio Sala Colucci Corso Venezia, 47 Milano RELATORI: Daniela Andreoli, Micaela Leurini SGS Italia Nicola Larizza LC - Larizza Consulting Srl La partecipazione all incontro è gratuita per le aziende associate. Le adesioni saranno accettate sino ad esaurimento dei posti disponibili e sarà data conferma tramite 3 giorni prima dell evento. Sempre più paesi in via di sviluppo si sono dotati, negli ultimi anni, di Programmi di Verifica di Conformità finalizzati a controllare la qualità delle proprie importazioni e la loro corrispondenza agli Standard nazionali vigenti. Per gli esportatori italiani ottenere una certificazione di conformità per i paesi arabi rappresenta una vera e propria opportunità di internazionalizzazione, in quanto l ottenimento è essenziale per garantirsi l'accesso su questi mercati. Il seminario quindi ha l'obiettivo di illustrare le procedure previste dai programmi di Verifica di Conformità attualmente vigenti in: - Algeria - Arabia Saudita - Egitto - Kurdistan Iracheno - Kuwait - Qatar Verrà trattato anche il tema dell assicurazione delle merci durante la fase del trasporto con particolare riguardo ai paesi arabi (inclusi quelli soggetti ad embargo o in zone di conflitti) e sarà presentata la convenzione che AICE ha in essere con LC - Larizza Consulting per l assicurazione del trasporto merci Registrazione partecipanti 9.15 Apertura lavori PROGRAMMA 9.30 Esportare nei paesi arabi - la certificazione di Conformità obbligatoria La convenzione tra SGS Italia e AICE Pausa L assicurazione del trasporto merci nei paesi mediorientali La convenzione tra LC Srl e AICE Quesiti e dibattito Per maggiori informazioni: Segreteria Aice D.ssa Raffaella Seveso Tel /1 pag. 8

9 pag. 9

10 Missione buyers in Sri Lanka Ottobre 2014 qui Aice Missione buyers in Sri Lanka Ottobre 2014 PROGRAMMA Visite aziendali e incontri d affari con agenda personalizzata per ciascuna azienda partecipante ADESIONI entro il 30 Luglio 2014 Per maggiori informazioni: Segreteria Aice dr Pierantonio Cantoni Tel /1 AICE, in collaborazione con l Ambasciata dello Sri Lanka a Roma e lo SLEDB - Sri Lankan Export Development Board, organizzerà ad ottobre (date da definire) una missione della durata di 3 giorni di buyers italiani a Colombo. I settori/prodotti interessati (fra gli altri) sono: Alimentari (frutta e verdura tropicale, prodotti lavorati) Spezie Te Pesce Abbigliamento/tessile Gomma Calzature Pesci ornamentali Pietre preziose Piante e fiori ornamentali. La missione prevederà incontri personalizzati con aziende locali, visite ad aziende e siti produttivi con transfer personali, assistenza in loco di personale AICE a seguito della missione. Le aziende interessate possono anche richiedere direttamente incontri con fornitori di proprio interesse. Il soggiorno sarà a carico dell Ambasciata dello Sri Lanka in Italia presso un hotel di categoria superiore a Colombo. Le aziende partecipanti dovranno pagare solamente la quota relativa al volo a/r dall Italia allo Sri Lanka. Chiediamo quindi cortesemente di comunicarci il vostro interesse a partecipare entro il 30 luglio in modo da poter organizzare la missione e gli incontri e visite aziendali per settore/prodotto di interesse. Sarà predisposto inoltre un pacchetto logistico facoltativo comprendente: volo a/r Milano - Colombo per coloro che ne faranno richiesta. pag. 10

11 Missione imprenditoriale in Canada Toronto, 23/26 Novembre 2014 qui Aice Missione imprenditoriale in Canada Toronto 23/26 Novembre 2014 Programma 23 Novembre 2014 Partenza per Toronto 24 Novembre 2014 Giornata dedicata a incontri b2b 25 Novembre 2014 Prosecuzione degli incontri b2b 26 Novembre 2014 Possibilità di follow up Volo di rientro per Milano ADESIONI entro il 30 Luglio 2014 Per maggiori informazioni: Segreteria Aice dr Pierantonio Cantoni Tel /1 Aice organizza una missione imprenditoriale multisettoriale dal 23 al 26 Novembre 2014 a Toronto, Canada. La missione imprenditoriale ha l obiettivo di consentire l incontro con imprenditori, distributori e buyer locali appositamente selezionati in base alle esigenze delle aziende partecipanti e di creare collaborazioni e opportunità commerciali principalmente nei settori - macchine utensili e macchinari industriali - energia - agroalimentare - arredamento - abbigliamento. La missione ha la finalità di creare occasioni di contatto ed approfondimento relazioni con controparti locali accuratamente selezionate. Sarà quindi prevista la creazione di una agenda di lavoro personalizzata che preveda appuntamenti d affari con operatori locali selezionati in base alle esigenze espresse nel company profile. La missione prevederà incontri con operatori economici, selezionati in base al settore di appartenenza ed alle richieste delle singole aziende aderenti. Il servizio prevede nel dettaglio: - Ricerca e selezione di partner locali - Organizzazione di agende personalizzate di incontri d affari B2B - Assistenza e supporto durante la missione - Interpretariato personalizzato - Trasporti e transfer Per le aziende interessate, verrà predisposto anche un pacchetto di viaggio e soggiorno. Il costo per azienda è pari a 3.000,00 + IVA ( 3.630,00 in totale). L iniziativa è inserita all interno del Bando per l Internazionalizzazione Regione Lombardia/Sistema Camerale Lombardo 2014 che prevede, per le aziende lombarde richiedenti (a raggiungimento di un minimo pari a 5), finanziamenti ad abbattimento dei costi di partecipazione. Le PMI con sede legale e/o operativa in Regione Lombardia possono beneficiare del Voucher B per partecipazioni a missioni all estero pari a 2.208,00 (al netto della ritenuta del 4%). La domanda di Voucher deve essere presentata online alle ore dal 10 settembre 2014 sul sito https://gefo.servizirl.it/adp Il costo effettivo quindi per le aziende partecipanti sarà di 792,00. pag. 11

12 EXPO IN CITTA' - possibilità di segnalazione eventi qui Aice Expo in Città è un progetto voluto fortemente dal Comune di Milano e dalla Camera di Commercio di Milano con il convinto sostegno di Expo Milano L obiettivo è di dare la possibilità a tutti gli operatori interessati a organizzare eventi (aziende, associazioni, enti ecc.) di essere accolti in un palinsesto prima, durante e dopo l esposizione universale, permettendo a turisti e cittadini di identificare, in maniera immediata appuntamenti ed eventi culturali, commerciali e turistici che prenderanno vita in occasione di Expo Gli interessati che desiderano inserire un evento devono registrarsi sul sito e compilare un form con i dettagli dell evento, successivamente Expo in città verificherà i dati e inserirà l evento nel calendario. A tutti gli eventi che, previa valutazione, saranno inseriti nel calendario Expo in Città sarà rilasciato il diritto all utilizzo del logo Expo in Città utilizzabile in tutta la comunicazione relativa all evento. Grazie al portale expoincittà ci sarà la possibilità di visionare un catalogo virtuale che mette in contatto la domanda e l offerta di spazi, servizi e professionisti per facilitare e stimolare l organizzazione di eventi. pag. 12

13 Master Universitario di Primo Livello in Economia e Gestione degli Scambi Internazionali (MEGSI) - Anno Accademico 2014/2015 qui Aice pag. 13

14 Domande di ammissione on line entro il 30 settembre pag. 14

15 Confermata la presenza di Aice nel Consiglio Direttivo ICC Italia qui Aice Con l'assemblea elettiva del 3 luglio u.s. ICC Italia (Comitato Italiano della Camera di Commercio Internazionale) ha rinnovato i propri organi direttivi. E' stata confermata la presenza di Aice nel Consiglio Camerale, nella persona del Segretario Gene r a l e, D r. D a v i d Doninotti. Alla carica di Presidente è stato confermato Andrea Tomat, Presidente e Amministratore Delegato di Lotto Sport Italia SpA. Aice è attiva anche nella Commissione per la Politica C o m m e r c i a l e e d e g l i Investimenti che esprime "The Voice of Business" su temi di particolare attualità, come l'implementazione dell'accordo di Bali sulla Trade Facilitation, il sostegno agli accordi multilaterali di libero scambio, non ultimo il TTIP, la riduzione delle barriere non tariffarie negli scambi internazionali di merci e servizi. Il Comitato Nazionale italiano - ICC Italia è uno dei cinque Comitati Nazionali che nel 1919 hanno fondato la Camera di Commercio Internazionale (ICC - International Chamber of Commerce - con sede a Parigi, organizzazione privata che rappresenta a livello mondiale tutti i settori imprenditoriali. La ICC, alla quale attualmente aderiscono o r g a n i z z a z i o n i imprenditoriali, Camere di commercio ed imprese di oltre 130 Paesi, fu creata - all'indomani della prima guerra mondiale - allo scopo di promuovere un sistema aperto di commercio e investimenti internazionali e l'economia di mercato, anche attraverso la redazione di norme regolanti gli scambi internazionali. La ICC, mediante l'attività di una quindicina di Commissioni tecniche e numerosi altri organi di lavoro, formula pareri e suggerimenti sulle principali tematiche di interesse delle imprese nel campo degli investimenti esteri e delle politiche: commerciale, finanziaria, dei trasporti, del marketing, della concorrenza, della regolamentazione degli scambi, della protezione della p r o p r i e t à i n d u s t r i a l e, dell'ambiente, delle pratiche bancarie e assicurative, dell'informatica e delle telecomunicazioni. David Doninotti, Segretario Generale Aice La ICC, a livello dei singoli Paesi, si articola in Comitati Nazionali, costituiti in settanta Paesi, che si rendono interpreti delle istanze del mondo imprenditoriale espresse dai loro associati e rappresentano ai propri Governi le prese di posizione della ICC. ICC Italia ha come obiettivo di operare nell'ambito della ICC, nell'interesse degli operatori economici italiani, e di adoperarsi per far sì che i punti di vista delle imprese italiane t r o v i n o l a d o v u t a considerazione nelle sedi internazionali e che i principi e gli orientamenti sostenuti dalla ICC sul piano internazionale trovino applicazione anche sul piano nazionale. pag. 15

16 Convenzione AICE - SGS ITALIA SPA Div. GIS Certificati di conformità qui Aice Aice ha siglato una convenzione con SGS divisione GIS (Governments & Institutions Services) per fornire alle aziende associate soluzioni personalizzate e mirate, un contatto e tempistiche dedicate, per l ottenimento dei Certificati di Conformità obbligatori per l export in alcuni paesi di Africa e Medio Oriente. SGS è leader a livello internazionale presente nel mondo con un network di oltre 1650 uffici e più di dipendenti. In Italia è presente dal 1915 e opera come organismo indipendente di ispezione, verifica, prova e certificazione di beni, servizi e sistemi. I programmi di Product Conformity Assessment (PCA) assicurano che i prodotti esportati siano conformi alle norme vigenti nel paese di destino e agli standard locali, regionali o internazionali. La verifica di SGS avviene tramite ispezioni, verifiche documentali e test dei prodotti così come la certificazione di processo e di sistema dei produttori e dei traders. In base al prodotto trattato la procedura di verifica può includere uno o una combinazione delle seguenti attività: - revisione dei documenti - test/analisi di prodotto condotte - ispezione fisica - audit in azienda In accordo con le varie regolamentazioni pertinenti ai paesi Importatori, SGS sarà in grado di emettere il Certificato di Conformità (CoC). Per quanto riguarda le spedizioni in Algeria, Kuwait, Egitto, Etiopia e Qatar SGS riserva uno sconto del 15%, agli associati AICE, per le attività di certificazione sopra descritte. Gli altri paesi per cui SGS GIS emette i Certificati di Conformità alle tariffe indicate dalle autorità doganali locali sono: Arabia Saudita, Kenya, Kurdistan (Regione dell Iraq), Nigeria, Tanzania e Uganda. Per maggiori informazioni sui servizi SGS Italia, le aziende interessate possono contattare la Segreteria Aice, D.ssa Veronica Caprotti (Tel /1, Fax , pag. 16

17 La Finestra dei Soci Aice Rubrica a disposizione dei soci per presentare la propria attività La Finestra dei Soci Aice La rubrica La finestra dei Soci Aice, è dedicata alle aziende associate che vogliono presentare la propria attività, alla business community alla quale la nostra Associazione si rivolge. L iniziativa, volta a favorire la conoscenza reciproca fra soci e a far nascere eventuali collaborazioni, alleanze e nuove opportunità di business fra aziende nostre associate o appartenenti ad enti ed associazioni collegate, ha ricevuto sin da subito un ottima adesione da parte delle aziende associate. Invitiamo pertanto le aziende interessate ad inviarci via , la propria scheda monografica che pubblicheremo sui prossimi numeri. Per maggiori informazioni, le aziende interessate possono contattare la Segreteria Aice, Dr.ssa Veronica Caprotti (Tel /321, Fax: , ). CIAC SRL - COMPAGNIA ITALIANA ACCESSORI CALZATURE Attività: Distribuzione accessori per scarpe, import/export di prodotti per la cura delle calzature CIAC SRL è in grado di soddisfare le richieste dei propri clienti nei seguenti settori: - negozi di calzature: fornitura di articoli per la cura e la manutenzione delle calzature (lucidi, lacci, tendiscarpe, suolette ) - riparatori di calzature: fornitura di materiali di consumo, attrezzi e minuteria Inoltre la società ha sviluppato un ottimo servizio per la realizzazione di prodotti personalizzati a marchio e logo per rispondere alle svariate esigenze dei clienti. *** CIAC SRL can satisfy the enquiries of our customers in the following fields: - shoe shops: supplying artiche for shoe care (shoe creams, laces, shoe trees, insoles..) - shoe repairers: supplying materials, tools, bolts and nuts Additionally our company developed a very ggod service for the own-branded artiche, personalized with brands and logos of our customers to match their needs. Le aziende interessate ad entrare in contatto con CIAC SRL, possono contattare la Segreteria Aice (Tel /1 - Fax pag. 17

18 MONAVA TRASPORTI INTERNAZIONALI SPA Attività: Spedizioni internazionali international forwarding agent Paesi in cui opera: CINA - INDIA - ESTREMO ORIENTE - AUSTRALIA - NUOVA ZELANDA NUOVA APERTURA SEDE DI NAPOLI Monava SpA ha aperto una Sede nel porto di Napoli nel mese di ottobre Uno staff operativo e commerciale altamente qualificato, si occupa principalmente della gestione del traffico Import mare ed aereo sia completo che groupages. La sede è ubicata all'interno del porto di Napoli e questi sono i relativi contatti: Tel.081/081/ * * Sig. Massimiliano Bianco L A Z I E N D A Monava SpA opera nel settore dei trasporti internazionali dal Grazie a un'estesa rete di corrispondenti oltre oceano, è in grado di gestire un servizio completo dall' origine alla destinazione finale delle merci. In possesso delle autorizzazioni doganali ottenute durante gli anni per la sua competenza e professionalità, l'azienda può operare in regime di dogana semplificata offrendo anche servizio di deposito fiscale ai fini IVA. Gli uffici e i magazzini si trovano sulla superstrada Milano-Malpensa a soli 4km dall'aeroporto intercontinentale e a solo due ore di distanza dai porti di Genova e di La Spezia; una posizione strategica che le permette di essere sempre "puntualmente ovunque". IMPORT L'Azienda gestisce quotidianamente servizi di importazioni aeree e marittime dall Estremo Oriente ed in particolare dalla Cina e dall'india con celerità anche grazie all autorizzazione di poter effettuare operazioni doganali in regime di semplificata con emissione diretta delle relative bolle doganali. Vengono effettuati sdoganamenti di full containers in arrivo nei vari porti italiani, garantendo un servizio di consegna diretta in tutta Italia oltre ad un servizio groupage settimanale in partenza dai maggiori porti della Cina via Hong Kong. Assistenza e competenza in termini legislativi vengono offerte in materia di classificazione doganale, valore in dogana delle merci, royalties e certificazioni CE. EXPORT Per le operazioni Export, via aerea e via mare, Monava gestisce spedizioni consolidate plurisettimanali per Australia e Nuova Zelanda, spedizioni dirette da e per i principali porti ed aeroporti internazionali, sdoganamenti con ritiri e consegne in tutto il territorio nazionale, pratiche assicurative. Agente IATA dal 1981, l'azienda è in possesso delle certificazioni necessarie per operare in regime di estrema SICUREZZA (dichiarazione mittente conosciuto, aree circoscritte e protette all'interno dei nostri depositi, personale qualificato) e presso il magazzino centrale è operativo il sistema X-RAY idoneo al controllo merci come previsto dalle nuove normative sulla sicurezza aerea. Per i servizi via TERRA, da diversi anni Monava ha acquisito una consolidata competenza nei carichi groupages e completi con partenze settimanali dal proprio magazzino con destinazione finale Mosca. DEPOSITO E LOGISTICA Il moderno centro operativo, con 7000mq di magazzini, é particolarmente attrezzato per il ricevimento delle merci e garantisce qualificata e competente assistenza tecnico-operativa. Al vostro servizio anche un deposito doganale per merci alla stato estero oltre che magazzini per merci varie imballate con deposito e stoccaggio, marcatura colli, preparazioni ordini e distribuzione merce su tutto il territorio nazionale. Le aziende interessate ad entrare in contatto con MONAVA TRASPORTI INT. SPA, possono contattare la Segreteria Aice (Tel /1 - Fax pag. 18

19 Firmato l'accordo sulla detassazione 2014 per le imprese associate che applicano CCNL diversi dal Terziario e Turismo Il 27 giugno 2014 è stato sottoscritto tra Confcommercio Lombardia e le Organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil della Lombardia l'accordo Quadro relativo alla detassazione 2014, per le imprese aderenti al sistema di rappresentanza di Confcommercio Lombardia che applicano CCNL diversi dai CCNL Terziario e Turismo. L'accordo consente esclusivamente alle imprese associate al sistema di rappresentanza di Confcommercio L o m b a r d i a, p r i v e d i rappresentanze sindacali, di assoggettare al regime di tassazione agevolata tutte le somme erogate nel 2014 in relazione alle voci retributive - così come previste nella circolare n. 15/ erogate a fronte di prestazioni lavorative rese in c o n f o r m i t à a l c o n t e n u t o dell'accordo territoriale del 3 luglio Per altre voci oggetto di detassazione, le imprese associate possono, con l'assistenza delle s t r u t t u r e r i c o n d u c i b i l i a Confcommercio, sottoscrivere accordi aziendali applicabili a tutti i dipendenti dell'impresa. [Fonte: LavoroNews] Sgravio contributivo per l'incentivazione della contrattazione di secondo livello L'Inps, con circolare n. 78 del 17 giugno c.a., fornisce indicazioni relativamente ai criteri di a m m i s s i o n e a l l o s g r a v i o contributivo sulle erogazioni, previste dai contratti collettivi di secondo livello, corrisposte nell'anno Le aziende dovranno presentare all'inps domanda di ammissione al beneficio, esclusivamente per via telematica, alle quali verrà assegnato un numero di protocollo informatico. L'Istituto informa, inoltre, che con separato messaggio comunicherà giorno e ora a partire da cui sarà possibile la trasmissione telematica delle predette istanze. [Fonte: LavoroNews] pag. 19

20 Convenzioni Unione a disposizione dei Soci AICE Convenzioni Unione Continua su questo numero la panoramica delle convenzioni, valide su tutto il territorio nazionale, che l Unione Confcommercio Imprese per l Italia di Milano, Lodi, Monza e Brianza mette a disposizione delle aziende associate. Convenzione con KATWALK - Gadget, Smartphones, tablet e pc Per gli associati Unione Confcommercio Gadget e regalistica aziendale Una gamma di oltre 4000 articoli pronta consegna, studiati e realizzati per essere personalizzati con il vostro logo, inseriti in un pratico catalogo sfogliabile on-line sul sito o su richiesta anche cartaceo. - Sconto del 25% sui prezzi del catalogo More Than Gift, cumulabili con eventuali promozioni temporanee. - Sconto del 25% sui prezzi del catalogo on - line di a b bi gl iame n t o (T -s h irt, cappellini, felpe ecc.) per i quali viene fornito anche il servizio di personalizzazione a mezzo stampa serigrafica e digitale o ricamo (non compreso nei prezzi). R i c e r c a, s e l e z i o n e e presentazione GRATUITA di proposte in base alle richieste del cliente; realizzazione di articoli speciali non a catalogo. R e g a l i a z i e n d a l i personalizzabili extra catalogo ed oggetti per le attività di comunicazione diretta, stampa di pannelli e banner pubblicitari e relativi supporti (roll-up, vele e bandiere) per fiere e manifestazioni, stampati aziendali. - Sconti variabili in base alle dimensioni dell ordine, a partire da un minimo del 5%. Chiavette usb personalizzate smatphones tablet pc Vasta gamma di modelli di chiavette USB, con consegna in sole 72 ore dall ordine. I nostri prodotti sono conformi alle normative europee (CE- R o h s ) e u t i l i z z a n o esclusivamente componenti e memorie originali dei maggiori produttori mondiali. - Sconto del 3% su tutte le chiavette (esclusi costi di personalizzazione) - Sconto del 5% sui smartphone, tablet, PC e accessori sui prezzi esposti sul sito Gli sconti sono cumulabili con altre eventuali promozioni temporanee. Per maggiori informazioni le aziende interessate possono contattare la Segreteria Aice, D.ssa Veronica Caprotti (Tel /1 - Fax: , pag. 20

21 Indicatore consumi Confcommercio: a maggio nessun punto di svolta per la domanda interna Per luglio, previsto ulteriore rallentamento dell'inflazione Primo piano sulla Confcommercio La diminuzione dello 0,7% tendenziale e dello 0,3% congiunturale (tab. 2 ), unita al contenuto regresso della media mobile a tre mesi corretta dai fattori stagionali, evidenzia c o m e l e m i s u r e d i alleggerimento del carico fiscale attuate fino ad oggi appaiano insufficienti a ridare slancio alla domanda delle famiglie che stenta ancora ad avviarsi su un reale sentiero di c r e s c i t a ; s u l v e r s a n t e dell'occupazione sembrano emergere timidi segnali di stabilizzazione, evidenziati anche dai dati relativi alla CIG, che segnalano anche a maggio una riduzione del complesso delle ore autorizzate (-3,9%), anche se queste indicazioni non lasciano ancora intravedere un sicuro punto di svolta del mercato del lavoro. E' quanto emerge dall'indicatore dei Consumi Confcommercio (ICC) relativo al mese di maggio. A giugno il sentiment delle imprese, dopo un bimestre caratterizzato da un contenuto ripiegamento, ha mostrato un miglioramento, sintesi di andamenti non univoci delle aspettative degli operatori dei diversi settori produttivi. Infatti, s t a n d o a l l e s t i me d i Confindustria, a giugno, è proseguito il lento recupero della produzione industriale (+0,4% rispetto a maggio) e i dati sugli ordini hanno registrato una crescita dello 0,6%; in controtendenza, invece, è risultato il clima di fiducia delle famiglie, che a giugno, dopo alcuni mesi di forte recupero, ha evidenziato un modesto peggioramento. Quanto al mercato del lavoro, a maggio 2014, gli occupati sono aumentati di 52mila unità rispetto ad aprile, portando ad un aumento, nei confronti di dicembre del 2013, di 56mila unità. Il confronto su base annua, pur risultando ancora negativo (-61mila unità), e v i d e n z i a u n a d e c i s a attenuazione della tendenza all'espulsione di forza lavoro dal processo produttivo. Nello stesso mese si è registrato un aumento dei disoccupati (+26mila unità su base congiunturale). Anche in questo pag. 21

22 caso, da dicembre dello scorso anno si nota una tendenza all'attenuazione del fenomeno. Queste dinamiche hanno portato ad una stabilizzazione del tasso di disoccupazione che rimane attestato da alcuni mesi al 12,6%. La dinamica tendenziale dell'icc di maggio riflette una lieve crescita dello 0,7% della domanda relativa ai servizi e un calo significativo dell'1,3% della spesa per i beni. A maggio 2014, variazioni positive, rispetto allo stesso mese dello scorso anno, si rilevano per la spesa reale in beni e servizi per le comunicazioni (+7,6%) da attribuirsi in larga parte all'acquisto di beni, per i beni e servizi per ricreativi (+0,6%) e per gli alberghi, pasti e consumazioni fuori casa (+0,1%). Una riduzione particolarmente significativa ha interessato i beni ed i servizi per la mobilità in quanto le vendite di auto e motocicli a privati hanno registrato a maggio un segno negativo. Riduzioni dei consumi si sono r e g i s t r a t e a n c h e p e r l'abbigliamento e le calzature (- 1,9%), per i beni e servizi per la casa (-1,6%), per gli alimentari, bevande e tabacchi (-1,2%). In leggero calo è risultata anche la spesa per i beni e servizi per la cura della persona (-0,8%). LE DINAMICHE CONGIUNTURALI I dati destagionalizzati mostrano a maggio un contenuto ridimensionamento (- 0,3%, tab. 3). In termini di media mobile a tre mesi, l'indicatore segnala un modesto regresso, a conferma delle difficoltà dei consumi di avviarsi su un sentiero di recupero. Il dato di maggio riflette una flessione dello 0,5% della domanda per la componente relativa ai beni, mentre la componente relativa ai servizi non registra alcuna variazione. Relativamente alle singole macro-funzioni di spesa i dati destagionalizzati confermano le difficoltà per l'abbigliamento e le calzature (-0,4%), per gli alberghi, pasti e consumazioni fuori casa (-0,4%), per i beni e servizi per la casa (-0,3%). In forte calo gli alimentari, bevande e tabacchi (-1,1%). Hanno registrato un aumento rispetto ad aprile sia i beni e servizi ricreativi (+0,5%), sia i beni e servizi per le comunicazioni (0,2%). LE TENDENZE A BREVE TERMINE DEI PREZZI AL CONSUMO Sulla base delle dinamiche registrate dalle diverse variabili che concorrono alla formazione dei prezzi al consumo, per il mese di luglio 2014 si stima una variazione congiunturale nulla, con un tasso di crescita tendenziale dei prezzi pari allo 0,2%, in ridimensionamento rispetto allo 0,3% registrato a giugno. pag. 22

23 Convenzioni Confcommercio a disposizione dei Soci Aice Convenzioni Questa sezione offre una panoramica delle convenzioni che Confcommercio - Imprese per l Italia mette a disposizione delle aziende associate. In questo numero presentiamo le convenzioni relative al settore viaggi e turismo. Convenzione con ItalyHotels Un grande numero di alberghi Associati a Federalberghi, la più importante e r a p p r e s e n t a t i v a Federazione italiana degli albergatori, a d e r e n t e a C o n f c o m m e r c i o - Imprese per l Italia, riserva sconti sul miglior prezzo o n l i n e a g l i A s s o c i a t i Confcommercio, attraverso l apposito portale ItalyHotels. Gli alberghi aderenti a Federalberghi e ItalyHotels riservano agli Associati Confcommercio uno sconto a partire dal 5% sulle tariffe praticate on line, (fatta salva la disponibilità della camera). Per usufruire dell'accordo è necessario esibire la Tessera C o n f c o m m e r c i o, o Confcommercio Card, valida per l'anno in corso. P e r r i ceve r e ma g g i o r i informazioni riguardo i dettagli delle proposte e le modalità di fruizione delle stesse, contattare la Segreteria Aice, D.ssa Veronica Caprotti (Tel /1, Fax , pag. 23

24 Partecipazione collettiva ICE alla ANUGA 2015 Colonia, Germania - 10/14 Ottobre 2015 Fiere e manifestazioni L'ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane organizza la partecipazione della Collettiva italiana alla Fiera Internazionale ANUGA che si terrà a Colonia dal 10 al 14 ottobre La Fiera Anuga, che si svolge con cadenza biennale, è riconosciuta come la Fiera piu importante, a livello internazionale, per il settore agroalimentare e bevande. - La Germania rappresenta il primo mercato di sbocco per le esportazioni agroalimentari Made in Italy. Nel 2013 il valore delle esportazioni italiane ha raggiunto i mln di euro, registrando un aumento del 5,1% rispetto all anno precedente. - Le voci merceologiche che nel 2013 hanno avuto il maggior peso sul lato delle nostre esportazioni sono state le seguenti: prodotti ortofrutticoli con milioni di euro (+6,10%); vini con milioni di euro, conserve e succhi vegetali: 602 milioni di euro (+2%). Servizi forniti dall ICE e compresi nella quota di partecipazione: - affitto dell area; - allestimento e arredamento dello stand, inclusi i consumi elettrici; - assicurazione del campionario esposto durante lo svolgimento della Fiera; - pulizie giornaliere dello stand; - vigilanza notturna; - Centro Servizi ICE che verrà realizzato all interno del Padiglione italiano nella Halle 11.2; - iscrizione nel catalogo ufficiale della Fiera - iscrizione nel catalogo cartaceo ed elettronico della Collettiva italiana; - prima assistenza commerciale; - azioni pubblicitarie e di sensibilizzazione nei confronti degli operatori locali del settore Resteranno a totale carico dei partecipanti tutte le spese e le prestazioni non espressamente sopra indicate. La quota di partecipazione è pari a: 610,00/mq + IVA ( 7.320,00 + IVA per modulo 12 mq) Le adesioni dovranno pervenire entro e non oltre il 19 Settembre Per maggiori informazioni le aziende interessate possono contattare la Segreteria Aice, Dr. Pierantonio Cantoni (Tel /1, pag. 24

25 Think Asia, Think Hong Kong! Palazzo Mezzanotte, Milano - Giovedì, 30 Ottobre 2014 Fiere e manifestazioni HKTDC (Hong Kong Trade Development Council) lancia a Milano la campagna Think Asia, Think Hong Kong. The Honourable C Y Leung, Chief Executive, Hong Kong S.A.R, guiderà una delegazione di dirigenti di impresa di Hong Kong e Cina. Le aziende italiane avranno l occasione di entrare in contatto con i protagonisti del mondo imprenditoriale di Hong Kong. Missioni commerciali dei settori agroalimentare, fashion e IT e incontri b2b riservati alle aziende saranno parte integrante del programma. Inoltre, società di servizi e professionisti che operano a Hong Kong saranno disponibili per consulenze individuali. Partecipazione gratuita previa iscrizione. Disponibilità posti limitata. PROGRAMMA 9:00-10:00 Registrazione ospiti 10:00-12:50 Simposio - Think Asia, Think Hong Kong - Vendere in Cina e in tutta l Asia 12:50-14:00 Networking Lunch 14:30-17:00 Sessioni tematiche e incontri b2b Per maggiori informazioni le aziende interessate possono contattare la Segreteria Aice, Dr. Pierantonio Cantoni (Tel /1, pag. 25

26 Fiere a Taiwan: incentivi per i buyer italiani Taipei, Taiwan - Ottobre e Novembre 2014 Fiere e manifestazioni Segnaliamo che sono aperti i termini per richiedere gli incentivi offerti dall Ente per il Commercio Estero di Taiwan riservati ai buyer italiani che visiteranno le seguenti Fiere Internazionali a Taiwan: - Taitronics, - Kaohsiung Food Show, Gli incentivi includono: - alloggio in hotel per 4 notti + servizio accoglienza e trasporto dall aeroporto in albergo - e/o rimborso biglietto aereo La richiesta deve essere inoltrata tramite il l Ufficio di rappresentanza di Taipei in Italia ed è sottoposta all approvazione dell Ente di promozione del commercio estero. AICE è online Segui Aice su Facebook https:// pages/aice- Associazione- Italiana-Commercio- Estero/ Essendo la disponibilità dei posti limitata, invitiamo le aziende a contattarci con largo anticipo. Per maggiori informazioni le aziende possono contattare la S e g r e t e r i a A i c e ( D r. Pierantonio Cantoni, Tel / 1, pag. 26

27 Fiere all estero Fiere e manifestazioni I F F T / I N T E R I O R LIFESTYLE LIVING 2014 Tokyo, Giappone - 26/28 Novembre 2014 Sesta edizione della fiera internazionale del mobile, dei beni di consumo e del tessile per la casa improntata sul design ed il lifestyle La prima edizione di Interior Lifestyle Living si è svolta nel 2008, combinando i concept alla base di International Furniture Fair Tokyo (IFFT) e di Interior Lifestyle Tokyo, l 'e ve n t o f i er istico p i ù i m p o r t a n t e p e r i l settore arredamento ed interior design nel panorama del mercato giapponese. Interior Lifestyle Living rappresenta l'edizione autunnale di Interior Lifestyle Tokyo (10-12 giugno 2015) e costituisce un appuntamento di riferimento per gli importatori ed operatori locali della fascia medio-alta. Inoltre, di fronte al forte incremento di domanda verso il settore dell'edilizia e della decorazione di interni, è stata creata l'area speciale Creative R e s o u r c e, d e d i c a t a all'esposizione di materiali e prodotti semi-finiti, quali carte da parati, rivestimenti in tessuto e p i e t r e n a t u r a l i, pavimentazioni, pitture e vernici, pellame, vetri artistici ecc.. Settori merceologici presentati: Furniture (mobili per la casa, ufficio, bambini, interni ed esterni), Resources and Materials (materiali e prodotti semi-finiti per l'edilizia e la decorazione di interni ed e s t e r n i ; c a r t e d a parati, rive stimenti in tessuto e pietre naturali, pavimentazioni, pitture e vernic i, pellame, vetri artistici ecc.), Consumer Goods (tutti i prodotti per la cucina, per la tavola apparecchiata e per il settore casalingo; idee regalo quali artigianato artistico, articoli in pelle, candele e fragranze per l'ambiente; complemento d'arredo in stile moderno e di design, quadri e cornici), Home Textile (tessile per la cucina e per la tavola, tessile per il bagno e la zona letto, tende, tessile per rivestimenti). Inoltre la novità di quest anno è la zona tematica THE HOT EL con proposte i n nova tive n el settor e dell accoglienza. Ormai gli H o t e l n o n s o n o s o l o semplicemente alloggi ma includono anche caffè, ristoranti e negozi diventando per gli ospiti dei veri luoghi esperienziali. L edizione 2013 ha registrato la presenza di 329 espositori da 12 paesi e oltre visitatori da 33 paesi. Maggiori informazioni sul sito: h t t p : / / w w w. i f f t - interiorlifestyleliving.com/en/ exhibit/ SEGUI AICE SU TWITTER all indirizzo twitter.com/aicemilano pag. 27

28 Rassegna del mercato russo del gelato notizie dal mondo La qualità e le caratteristiche del gelato derivano direttamente dalla qualità delle materie prime impiegate - in primo luogo dal latte, dalla panna e dal burro. Le maggiori aziende possono vantare una produzione propria, mentre alle altre non resta che entrare in buoni rapporti con gli allevatori locali così da garantire latte e prodotti lattiero-caseari di alta qualità. Gran parte del gelato sul mercato russo è di produzione nazionale. Nel 2013 la quota delle importazioni, incluso il commercio con i Paesi dell'unione Doganale, e r a p a r i s o l o a l 3 %. Per quanto riguarda l'assortimento della produzione importata, in primo luogo si tratta del segmento premium: il gelato svizzero Movenpick (marchio appartenente a Nestlè), Mochi (Bubbies Homemade Ice Cream & Desserts, USA), Glacio (Glacio NV, Belgio), Chateau (Emerald Foods Limited, Nuova Zelanda) e altri. Inoltre, questo segmento del gelato comprende famosi marchi quali Bounty, Mars, M&M s, Snickers e Dove, provenienti da Francia e Spagna (Mars Chocolat France, Gruppo Kalise Menorquina S.A), Nestlè (gelato confezionato e artigianale, importato con il marchio Nestlè, come ad esempio Pirulo Jungly Banana) proveniente d a l l a Germania e dalla Serbia. C o n s i s t e n t i quantità di gelato tonnellate, nel 2013 sono state importate dalla Lettonia. Rispetto al 2012 il volume d i importazione è cresciuto di 6 v o l t e. D a questo Paese vengono importati i marchi Eklselence, Pols, Nufruit (AS Rigas Piena Kombinats). I produttori lettoni hanno proposto ai russi una novità: il gelato "Svalja" (AB Pieno Zvaigzdes) a forma di piccole mattonelle simili a cioccolatini. Tra le caratteristiche che attirano maggiormente il consumatore di gelato importato ricordiamo la composizione naturale senza grassi vegetali e la varietà dei gusti. Ma il gelato importato, solitamente, è più caro della maggior parte degli analoghi russi. Se si considera l'export, uno dei principali consumatori di gelato russo è il Kazakhstan: nel 2012 la sua quota era pari al 67% delle esportazioni russe. Ciononostante la Russia ha fornito al Kazakhstan solo un quinto del gelato importato. Considerando che la quota dei consumatori di gelato rispetto all'ammontare totale della popolazione non è mai cambiata negli ultimi decenni, i produttori vedono una prospettiva di accrescimento nell'aumento dell'assortimento e nell'incremento del consumo nel segmento HoReCa. Il gelato è un prodotto consumato per piacere e la maggior parte degli acquirenti è pronta ad assaggiare nuovi gusti. Accanto alla varietà di gusto i produttori sono d'accordo nel soddisfare anche le richieste più specifiche dei consumatori: così, di norma, compare il gelato poco calorico, con pochi grassi e pochi zuccheri, così come il gelato biologico. I cambiamenti riguardano anche i canali di vendita: tradizionalmente sono i chioschi e i venditori ambulanti a rifornire i consumatori di gelato durante il periodo estivo. Una quota minore è registrata invece dai canali di vendita al dettaglio tradizionali. Le vendite tramite aziende alimentari rimangono notevolmente indietro nel commercio al dettaglio. Finché pag. 28

29 il segmento HoReCa rimarrà insufficientemente sviluppato, gran parte del gelato prodotto verrà confezionato. Ciò è in contrasto con la pratica mondiale, dove prevale il gelato non confezionato. Secondo i rappresentanti del settore, al segmento HoReCa mancano differenziazione e l'introduzione nell'assortimento di diversi tipi di ingredienti aggiuntivi e di topping, che aumentano la popolarità del gelato in qualità di dessert. Nei centri commerciali e nelle vie affollate vengono aperte più caffetteriegelaterie pronte a fare concorrenza alle caffetterie tradizionali. Tra le novità troviamo il "vero" gelato italiano artigianale e lo yogurt gelato. Inoltre i produttori notano un aumento del consumo d o m e s t i c o, t e s t i m o n i a t o dall'incremento delle vendite di grandi confezioni di gelato nei supermercati e nei negozi. In generale, nonostante l'alta concorrenza e la tradizione di consumo attuale, sia i nuovi produttori, sia quelli già presenti sul mercato possono trovarvi degli sbocchi. [Fonte: Russia24] ALGERIA - Previsioni SACE: +5,2% per l export italiano nel notizie dal mondo SACE conferma la piena disponibilità a sostenere la crescita del business italiano in Algeria, caratterizzato da un contesto operativo ancora complesso, ma in ripresa sotto il profilo della sicurezza interna e in espansione sotto il profilo socio-demografico. Secondo le previsioni di SACE, dopo anni segnati da un evidente instabilità, l export italiano verso l Algeria si prepara infatti a stabilizzarsi su un trend di crescita, moderato ma positivo, mettendo a segno + 5,2% medio annuo nei prossimi quattro anni ( ). L Italia è peraltro già tra i primi partner commerciali dell Algeria: ne è il terzo paese fornitore, dopo Francia e Cina (con un export pari a 4 miliardi di euro nel 2013), e il secondo paese importatore. Sebbene restino sotto stretto monitoraggio i rischi connessi alla stabilizzazione politica, il potenziale offerto alle imprese italiane trova importanti sinergie con il Programma di investimenti pubblici (del valore complessivo di 286 miliardi di dollari) varato dal governo algerino per sostenere la diversificazione economica e lo s v i l u p p o u r b a n i s t i c o infrastrutturale del Paese. Non a caso le migliori opportunità per gli esportatori italiani riguardano settori funzionali a questo processo. Per la meccanica strumentale e i metalli, che rappresentano da soli la metà dell export italiano nel Paese, SACE prevede per i prossimi quattro anni una crescita media annua dell export rispettivamente del 5,8% e del 5,1%. Si rilevano inoltre margini interessanti per le apparecchiature elettriche italiane, che attualmente rappresentano poco più del 5% del nostro export in Algeria, ma che potranno mettere a segno un aumento dell 8,5% delle vendite nello stesso arco di tempo. Il percorso di diversificazione dell economia algerina offre opportunità anche per le esportazioni di altri beni che potranno intercettare le nuove esigenze connesse allo sviluppo socio-demografico del Paese: per i settori della gomma e plastica, alimentari e bevande, chimica e farmaceutica, SACE prevede tassi di crescita superiori al 4%. [Fonte: Mondomercati] pag. 29

30 VIETNAM - Hanoi guarda all Italia per crescere sul piano della tecnologia e della qualità notizie dal mondo Il Paese si è posizionato come una piattaforma produttiva particolarmente competitiva per affrontare i mercati asiatici. Tuttavia, in molti settori mancano ancora le supporting industries e le imprese italiane possono offrire la tecnologia n e c e s s a r i a a n c h e c o n insediamenti produttivi, come dimostrano gli esempi di alcune aziende che operano con successo nel Paese. Abbiamo aspettato 41 anni per vedere un Presidente del Consiglio giungere in Vietnam ma ora vogliamo fare le cose sul serio, e, nello spirito dell Anno del Cavallo, dobbiamo correre con queste parole il Presidente del Consiglio ha inquadrato la prima visita in assoluto di un Capo di Governo italiano in Vietnam dove si è incontrato con il Primo Ministro Nguyen Tan Dung, il Segretario Generale del Partito Comunista Nguyen Phu Trong, e il Presidente della Repubblica Truong Tan Sang Diversi i temi sul tappeto. Tra i due Paesi è in atto un programma di partenariato strategico. Coinvolge in primo luogo l interscambio economico, che attualmente ammonta 3,8 miliardi di dollari. L obiettivo è di farlo crescere a 5 miliardi di dollari entro il In quali settori per quanto riguarda le importazioni dall Italia? Le controparti vietnamite hanno fortemente insistito sulle filiere della meccanica strumentale e delle tecnologie. In particolare il Primo Ministro Nguyen Tan Dung ha indicato le seguenti filiere: tessile e dell abbigliamento, calzature, food processing, industria del mobile, meccanica, lavorazioni plastiche, energia. L obiettivo che i governanti di Hanoi si pongono in questi settori è di aumentare il valore aggiunto creato nel Paese sia in termini di qualità dei prodotti che di integrazione produttiva. Da parte italiana l interesse è esteso anche ai segmenti di consumo in considerazione della crescita in atto nel Paese, che conta 90 milioni di abitanti, di una classe media di crescente rilevanza sia in termini numerici, che di capacità di spesa. Si aggiunge il capitolo degli investimenti. Rispetto ad altri Paesi, soprattutto asiatici, la presenza di imprese italiane nel Paese è tuttora ridotta anche se decisamente qualificata: Piaggio è leader nel segmento di fascia alta nel mercato delle due ruote e ha avviato un attività di esportazione su mercati contigui, Merloni è numero uno nel settore dei termosanitari, Carvico (tessuti elasticizzati) copre dal Vietnam con successo il mercato della clientela asiatica, Bonfiglioli quella dei riduttori, Datalogic (lettori di codici a barre) ha una delle sue basi produttive mondiali a Ho Chi Minh City dove collabora anche con il locale Politecnico, Coronet sta avviand o la produzione di cuoio sintetico per l industria calzaturiera vietnamita, Danieli (impianti siderurgici) ha insediato nello scorso mese di novembre a Ho Chi Minh City un centro di supporto ingegneristico che copre sia il mercato locale dove ha realizzato diverse acciaierie, sia l insieme dei mercati del sudest asiatico. Nel corso della vista del Presidente del Consiglio è emerso chiaramente come le strategie perseguite da queste i m p r e s e n o n s i a n o d i delocalizzazione, ma piuttosto di presidio e crescita sui mercati emergenti dell Asia a partire da una piattaforma produttiva pag. 30

31 particolarmente competitiva in termini di costi e disponibilità di risorse umane (inclusi quadri tecnici), crescente accesso a supply chain locali, incentivi fiscali a favore degli investitori esteri. A ciò si aggiungono gli accordi di libero scambio con Giappone, Corea del Sud, Cina e l insieme Paesi Asean (Indonesia, Filippine, Thailandia, Malaysia) e nel prossimo futuro, sulla base di negoziati già avviati, con Usa e A me r i c a Lati n a ( a cco r d o Transpacific) e con la stessa Unione europea. È una presenza che può crescere? È questo uno degli obiettivi delle numerose scadenze dei prossimi mesi. In particolare entro il mese di novembre è prevista una nuova missione imprenditoriale allargata a diversi settori (meccanica strumentale, chimica, beni di consumo, energia, costruzioni) con il supporto delle Camere di Commercio e di Confindustria mirata soprattutto a esplorare opportunità di partenariato. In concomitanza si terrà a Hanoi una riunione della Commissione mista Italia-Vietnam a livello di Ministri, che non si riuniva da diversi anni, che avrà il compito di tradurre in un programma, con contenuti, tempi e obiettivi definiti, i n u m e r o s i p r o g e t t i d i cooperazione emersi negli ultimi mesi con il coinvolgimento diretto delle Istituzioni dei due Paesi. Questi progetti riguardano la promozione dei rapporti tra piccole e medie imprese italiane e vietnamite, la formazione di quadri amministrativi vietnamiti in diverse aree tra cui sicurezza alimentare e sanità, i rapporti tra Università dei due Paesi, la cultura. Sul piano finanziario è previsto da parte dell Italia un pacchetto di crediti di aiuto di circa 20 milioni, una parte dei quali sarà impegnata nella creazione di un centro tecnico italiano in Vietnam, con il coinvolgimento delle maggiori associazioni di categoria della meccanica strumentale italiana, finalizzato a promuovere una migliore conoscenza delle tecnologie italiane in Vietnam e a offrire un punto di appoggio e un veicolo di promozione tecnicoformativa (seminari e incontri tecnici) per le imprese italiane che si recano nel Paese. [Fonte: Ambasciata d Italia ad Hanoi] L Uganda mette in atto le verifiche di conformità pre export notizie dal mondo L Uganda National Bureau of Standards (UNBS) ha messo in atto il programma di Verifica di Conformità per la merce in esportazione verso l Uganda (Pre- Export Verification of Conformity - PVoC). Tutti i prodotti esportati verso l'uganda coperti da PVoC sono soggetti al processo di verifica di conformità secondo i requisiti tecnici ugandesi. Tra i prodotti soggetti al PVoC ci sono: giocattoli, prodotti cosmetici e chimici, prodotti tessili, alimentari. Esportatori, commercianti, e produttori di prodotti contemplati dal programma PVoC devono essere conformi ai requisiti stabiliti dalle norme obbligatorie ugandesi e/o approvati dagli standard internazionali. Questo comporta test e ispezione delle merci prima della spedizione e solo dopo un esito positivo della verifica e del controllo sarà rilasciato un Certificato di Conformità (CoC ). Tutte le informazioni necessarie su come richiedere un certificato di conformità per le esportazioni verso l'uganda si trova nelle Linee Guida per l Esportatore. Il Certificato di Conformità è un requisito obbligatorio per garantire lo sdoganamento delle spedizioni in Uganda. Intertek si è aggiudicata un contratto per rilasciare questo certificato. Le spedizioni contenenti prodotti regolamentati in arrivo nei porti/ c o n f i n i u g a n d e s i s e n z a l acco mpagnamento di un certificato di conformità saranno soggetti ad un sovrapprezzo del 15% costo, assicurazione e nolo e sarà eseguita dall UNBS un ispezione completa a destino. [Fonte: Intertek] pag. 31

32 ICC WORLD TRADE AGENDA Le priorita della business community internazionale dopo l'accordo di Bali notizie dal mondo La Commissione per la Politica Commerciale e gli Investimenti della Camera di Commercio Internazionale ha pubblicato il documento "World Trade Agenda post-bali business priorities", nel quale vengono evidenziate le priorità della business community internazionale da sottoporre alle istituzioni sovranazionali e ai governi dei vari Paesi, al fine di implementare al meglio l'accordo raggiunto nel dicembre scorso alla Conferenza interministeriale di Bali. Il principio guida del d o c u m e n t o è p e r s e g u i r e nell'obiettivo di liberalizzare il più possibile il commercio di beni e servizi, nella convinzione che gli scambi internazionali siano fonte di sviluppo e crescita. In particolare, il documento e v i d e n z i a l e s e g u e n t i raccomandazioni: 1. Assicurare la rapida attuazione e la ratificazione dell Accordo dell OMTC sulla Facilitazione del Commercio dell OMT Raccomandazione: rispettare il piu possibile gli obblighi presi dai paesi nell ambito del WTO A g r e e m e n t s u l l a T r a d e Facilitation. 2. Raggiungere un risultato equilibrato e soddisfacente per l accesso al mercato agricolo e non agricolo a ai servizi Raccomandazione: Stabilire un programma di lavoro concreto entro la fine dell anno che definisca un chiaro percorso verso la conclusione Doha Development Agenda fornendo un risultato soddisfacente ed equilibrato nel settore dell agricoltura e nei servizi. 3. Espandere il commercio dei prodotti IT e incoraggiare la crescita globale dell e-commerce Raccomandazione: eliminare le barriere commerciali per prodotti e servizi IT secondo l accordo WTO Information Technology Agreement, evitare eccessive tassazioni sul co mmercio elettronico e creare le condizioni per un ulteriore sviluppo dell economia globale digitale. 4. Liberalizzare il commercio dei servizi Raccomandazione: progredire nella liber alizzazio ne del commercio nei servizi nel 2014 attraverso strategie di negoziazione alternative incluse strategie plurilaterali, come l accordo nel commercio dei servizi (TISA). 5. Multi - lateralizzare la liberalizzazione commerciale secondo l OMC Raccomandazione: incoraggiare la multi-lateralità commerciale attraverso accordi regionali e preferenziali di libero scambio 6. Promuovere un attività economica piu verde attraverso il commercio Raccomandazione: Incoraggiare più paesi a partecipare alle recenti iniziative plurilaterali per eliminare le tariffe sui beni ambientali ed ampliare la copertura di prodotto utilizzando la più ampia definizione possibile sui beni green. Inoltre, incoraggiare strategie cooperativi e alternative a l l e r e g o l e a m b i e n t a l i unilateralmente imposte che sono restrittive o creano barriere al commercio. 7. Migliorare la protezione e la promozione degli investimenti nel mondo attraverso accordi bilaterali e internazionali Raccomandazione: Orientarsi ad una str uttura d i accordo multilaterale di alto livello anche per gli investimenti internazionali al fine di sostenere la crescita economica e lo sviluppo. 8. Sostenere e rafforzare il sistema Raccomandazione: rendere effettive le modifiche proposte al W T O Disp ut e S ettl e me n t Understanding entro la prossima conferenza ministeriale del OMC 9. Sviluppare regolamenti migliori per le restrizioni all export Iniziare un processo per considerare le discipline sulle tassazioni all export 10. Sviluppare regolamenti WTO per le aziende statali e quelle supportate dallo stato che si inseriscono nella competizione commerciale Incoraggiare lo sviluppo di regolamenti WTO per le aziende statali e quelle supportate dallo stato che si inseriscono nella competizione commerciale. [Fonte: ICC] pag. 32

33 Eurocommerce si congratula con Jean-Claude Juncker La Nuova Commissione deve concentrarsi su crescita e occupazione dall Unione Europea EuroCommerce si congratula con Jean-Claude Juncker per la sua nomina lo scorso 15 luglio come Presidente della prossima Commissione Europea. La principale Federazione che rappresenta il commercio al dettaglio e all'ingrosso augura a Juncker successo nel suo nuovo ruolo. I prossimi cinque anni saranno fondamentali per la restituzione all'economia europea di crescita e creazione di posti di lavoro. Jean- Claude Juncker è un leader determinato famoso per ottenere le cose a beneficio dei cittadini e delle imprese europee, ha dichiarato Christian Verschueren, d i r e t t o r e g e n e r a l e d i EuroCommerce. Vendita al dettaglio e a l l 'i n g r o s s o p o s s o n o contribuire, date le corrette condizioni economiche e politiche. Il settore, come il più grande datore di lavoro del settore privato europeo, soprattutto dei giovani, ha un ruolo importante da svolgere per riaccendere la crescita e la prosperità dell'europa per la prossima generazione. Affinché ciò accada, abbiamo bisogno del giusto quadro politico: una politica digitale che beneficia i consumatori e tutti i canali del commercio; migliore competitività al dettaglio e all'ingrosso, rafforzando il mercato unico, il commercio globale e la riforma del lavoro; il sostegno della Commissione per gli impegni volontari sulle relazioni della supply chain e il progresso nella sostenibilità. Jean-Claude Juncker Speriamo che Jean-Claude Juncker e il suo team di commissari faranno la loro parte affinchè cio accada, ha concluso il signor Verschueren. EuroCommerce riunisce oltre 5,5 milioni di imprese e associazioni di rappresentanza del dettaglio e dell ingrosso in tutta l'unione e u r o p e a. E u r o c o m m e r c e rappresenta tutti i canali di vendita al dettaglio, tutti i tipi di commercio all'ingrosso, e tutti i modelli di commercio nell'ue. [Fonte: EuroCommerce] E on line Il portale del commercio con l estero con: - novità - servizi - iniziative - contrattualistica e molto altro ancora pag. 33

34 Parlamento Europeo: rinnovo delle cariche e delle Commissioni dall Unione Europea Dopo la pausa elettorale, il Parlamento riparte per una nuova legislatura ( ). La nuova Aula sarà composta da 7 gruppi politici: il PPE rimane il primo gruppo anche se ha perso 40 seggi rispetto alla legislatura precedente; l S&D ne ha persi 8 ma ha espresso il nuovo Presidente del Parlamento che è tornato ad essere Martin Schulz, il primo Presidente nella storia del PE a essere rieletto per un secondo mandato di due anni e mezzo. Il gruppo ECR (euroscettici) diverta il terzo gruppo con 70 deputati e ha superato l ALDE (liberali) che per ora è ancora a 67 deputati. Seguono poi il gruppo dei Verdi, quello della Sinistra Unita GUE, e l altro gruppo euroscettico, l EFD, che nell accogliere i deputati del M5S, cambia nome in EFDD (Europa delle Libertà e della Democrazia Diretta). Connettiti, seguici informati Per il momento sul fronte italiano (73 deputati), il PD è il primo partito (31 seggi) all interno del gruppo S&D e ne esprimerà il Presidente, probabilmente Gianni Pittella. All interno del PPE abbiamo 17 deputati, nell ALDE non abbiamo più nessun eletto, mentre i Grillini (17 deputati) hanno aderito al gruppo EFDD e la Lista Tsipras (3 eletti) alla GUE. Last but not least, i cinque eletti della Lega Nord non essendo riusciti a costituire un gruppo insieme al Front National di Marine Le Pen siederanno tra i non iscritti. Sono stati altresì eletti i 14 vicepresidenti del PE, di cui per l Italia Antonio Tajani (PPE) e David Sassoli (S&D). Tajani, il candidato più votato, diventa il vicepresidente vicario. Il ruolo di vicepresidenti è di sostituire il Presidente nello svolgimento delle sue funzioni quando necessario, comprese quelle di presiedere le sedute plenarie. Inoltre, i vicepresidenti sono membri dell'ufficio di presidenza del Parlamento europeo, l'organo che stabilisce le norme del Parlamento, redige il progetto preliminare di bilancio del PE e decide su q u e s t i o n i a m m i n i s t r a t i v e, organizzative e del personale. La Commissione Commercio internazionale sarà composta in totale da 41 membri di cui 6 titolari italiani: - Tiziana BEGHIN, Membro Gruppo Europa della Libertà e della Democrazia (M5 Stelle) - David BORRELLI, Membro Gruppo Europa della Libertà (M5Stelle) - Salvatore CICU, Membro Gruppo del Partito Popolare Europeo (Democratici-Cristiani) (FI) - Eleonora FORENZA, Membro Gruppo confederale della Sinistra unitaria europea/sinistra verde nordica (Lista Tsipras-L'Altra Europa) - Alessia Maria MOSCA, Membro Gruppo dell'alleanza Progressista di Socialisti e Democratici (PD) - Matteo SALVINI, Membro Non iscritti (Lega Nord) [Fonte: EuropaNews] Cercaci su facebook.com come Aice - Associazione Italiana Commercio Estero Seguici su Twitter all indirizzo twitter.com/aicemilano Trovaci su LinkedIn come Informati sulle nostre iniziative all indirizzo pag. 34

35 IVA: novità dal 2015 e UE al lavoro per il futuro dall Unione Europea Dopo due anni, si chiudono i lavori del gruppo europeo di esperti sull IVA e viene lanciato un nuovo Gruppo europeo di esperti sul futuro dell IVA (Group on the Future of TVA - GFT). Il Gruppo di esperti uscente ha adottato un documento di opinione nel quale riassume le proprie principali indicazioni alla Commissione rispetto alla necessità di superare il sistema transitorio di IVA transnazionale, che crea una barriera al commercio interno, soprattutto per le PMI, rendendolo più facile paradossalmente per le imprese extra-ue. Il documento indica i principi e gli obiettivi che dovranno guidare il lavoro del prossimo gruppo sull IVA nella formulazione di proposte: semplicità ed uniformità legale; neutralità e proporzionalità; efficienza per la raccolta e uso della tecnologia; meccanismi di risoluzione delle dispute tra gli Stati Membri. È stata inoltre lanciata una c o n s u l t a z i o n e p u b b l i c a (disponibile anche in italiano sul s e g u e n t e s i t o h t t p s : / / ECdestinationprincipleFrenchGer manitalian) relativa allo studio in corso sulla attuazione del principio di destinazione per le consegne intra-ue tra le imprese, che vengono invitate a partecipare dalla Commissione. Il prossimo 9 settembre, si terrà a Varsavia una conferenza organizzata dal Ministero delle finanze polacco in cooperazione con la Commissione europea sull IVA per la fornitura dei servizi / Mini One Stop Shop (MOSS) sulle nuove regole r e l a t i v e a i s e t t o r i d e l l e t e l e c o m u n i c a z i o n i, d i radiodiffusione e dei servizi elettronici forniti ai consumatori ed al sistema opzionale dei Mini One Stop Shop, applicabile dal Le novità vengono giudicate come importanti, come evidenziato in un comunicato della Commissione. [Fonte: EuropaNews] pag. 35

36 Gare d appalto internazionali Gare di appalto internazionali In q uesta nuo va sezio ne pubblichiamo le gare d appalto internazionali segnalateci dalle rappresentanze commerciali italiane all estero. NUOVE GARE FORNITURA TITOLO: Sistema di ventilazione PAESI GARA: GERMANIA D E S C R I Z I O N E, S P E C I F I C H E TECNICHE E NOTE: Installazione sistema di ventilazione: grate, cavi, tubature, relativi impianti elettrici. CPV ; PROCEDURA:Procedura aperta CAPITOLATO DISPONIBILE PRESSO: BLB NRW Düsseldorf COSTO CAPITOLATO: - SCADENZA ACQUISTO CAPITOLATO: - DATA LIMITE MANIFESTAZIONE INTERESSE: 26/08/2014 DATA SCADENZA PRESENTAZIONE OFFERTE: 27/08/2014 TITOLO: Supply of Laboratory Equipment PAESI GARA: CROAZIA D E S C R I Z I O N E, S P E C I F I C H E TECNICHE E NOTE: The following contract is related to procurement of needed equipment that will assure to obtain the above mentioned objective(s) and results. The needed equipment is different types of laboratory equipment divided into three (3) lots: LOT 1 laboratory equipment for sample preparation; LOT 2 laboratory equip me n t fo r measuring compressive strength; LOT 3 general laboratory equipment. PROCEDURA: Procedura aperta CAPITOLATO DISPONIBILE PRESSO: t e n d e r d o s s i e r h t t p : / / C O S T O C A P I T O L A T O : N o n disponibile SCADENZA ACQUISTO CAPITOLATO: - DATA LIMITE MANIFESTAZIONE INTERESSE: - DATA SCADENZA PRESENTAZIONE OFFERTE: 04/08/2014 TITOLO: Supply o f l e a t h e r machineries PAESI GARA: ETIOPIA PROCEDURA: Procedura aperta CAPITOLATO DISPONIBILE PRESSO: People in need - pin - international ngo COSTO CAPITOLATO: - SCADENZA ACQUISTO CAPITOLATO: - DATA LIMITE MANIFESTAZIONE INTERESSE: - DATA SCADENZA PRESENTAZIONE OFFERTE: 15/08/2014 pag. 36 T I T O L O : Ghazir and Zouk Mikael w a s t e w a t e r t r e a t m e n t plants, sea outfalls, pumping and lift stations, amin collectors and networks within the framework of kesrouane wastewater project. PAESI GARA: LIBANO D E S C R I Z I O N E, S P E C I F I C H E TECNICHE E NOTE: environmental and social impact assesment, wastewater master plan, design, tender documents preparation, prequalification and tender asssitance - Ghazir and Zouk Mikael wastewater treatment plants, sea outfalls, pumping and lift stations, amin collectors and networks within the framework of kesrouane wastewater project. PROCEDURA: Procedura aperta CAPITOLATO DISPONIBILE PRESSO: Council for Development and Reconstruction (CDR) Legal Affairs, Tenders Department COSTO CAPITOLATO: US$ 500 SCADENZA ACQUISTO CAPITOLATO: - DATA LIMITE MANIFESTAZIONE INTERESSE: - DATA SCADENZA PRESENTAZIONE OFFERTE: 11/09/2014 P e r ma g g i o r i d e t t a g l i e informazioni contattare la Segreteria Aice, Dott. Pierantonio Cantoni (Tel /1, Fax , E - m a i l :

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto.

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto. Consiglio europeo Bruxelles, 26 giugno 2015 (OR. en) EUCO 22/15 CO EUR 8 CONCL 3 NOTA DI TRASMISSIONE Origine: Destinatario: Segretariato generale del Consiglio delegazioni Oggetto: Riunione del Consiglio

Dettagli

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte IMPORT & EXPORT DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA 1 semestre 2013 A cura di: Vania Corazza Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093421 Fax 051/6093467 E-mail: statistica@bo.camcom.it

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

IMPORTARE IN AUSTRALIA

IMPORTARE IN AUSTRALIA IMPORTARE IN AUSTRALIA Superficie Popolazione Densità di Popolaz. Lingua Ufficiale Religione Unità Monetaria Forma Istituzionale Capitale 7,617,930 kmq 23,530,708 (luglio 2014)) 2.9 ab/kmq Inglese Cristiani

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 DATA: 29/8/2013 N. PROT: 475 A tutte le aziende/enti interessati Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 Roma, 15-16 ottobre 2013 Bruxelles,

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Università degli Studi di Perugia, Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE

FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE TUVIA IN CINA Il Gruppo TUVIA è presente in Cina dal 2008 con uffici diretti a Shanghai, Pechino e Hong Kong. PECHINO Oltre alle filiali,

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

1. Finalità pag. 2. 2. Definizioni. 3. Proposte. 4. Promotori. 5. Linee di intervento. 6. Dotazione finanziaria

1. Finalità pag. 2. 2. Definizioni. 3. Proposte. 4. Promotori. 5. Linee di intervento. 6. Dotazione finanziaria LE FIERE PER LA COMPETITIVITA E LO SVILUPPO DEL TESSUTO IMPRENDITORIALE LOMBARDO. INVITO A PRESENTARE PROGETTI DI INNOVAZIONE ED INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL SISTEMA FIERISTICO REGIONALE 1. Finalità pag.

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Gian Angelo Bellati Segretario Generale Unioncamere Veneto Inaugurazione Consolato Onorario della Repubblica del Kazakhstan 29 gennaio 2013 Venezia www.unioncamereveneto.it

Dettagli

Missioni di Incoming di delegazioni estere organizzate da ICE-Agenzia. in occasione di:

Missioni di Incoming di delegazioni estere organizzate da ICE-Agenzia. in occasione di: Missioni di Incoming di delegazioni estere organizzate da ICE-Agenzia in occasione di: 1 Agenda 1 PROGETTO EXPO IS NOW! 2 PROGETTO CIBUS E' ITALIA PADIGLIONE CORPORATE FEDERALIMENTARE/FIERE DI PARMA 3

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Bergamo, 6 maggio 2013 GLI ADEMPIMENTI DOGANALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE Dott.ssa

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

SEA, AIR, LOGISTICS AND CARE IL TRASPORTO NEL SUO ELEMENTO

SEA, AIR, LOGISTICS AND CARE IL TRASPORTO NEL SUO ELEMENTO SEA, AIR, LOGISTICS AND CARE IL TRASPORTO NEL SUO ELEMENTO RAGGIUNGERE IL FINE, CON OGNI MEZZO. PIÙ CHE UNA FILOSOFIA, UNA PROMESSA. INSPED ERA GLOBALE PRIMA ANCORA CHE SI PARLASSE DI GLOBALIZZAZIONE.

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi La globalizzazione indica un fenomeno di progressivo allargamento della sfera delle relazioni sociali sino

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata?

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata? CON-TRA S.p.a. Tel. +39 089 253-110 Sede operativa Fax +39 089 253-575 Piazza Umberto I, 1 E-mail: contra@contra.it 84121 Salerno Italia Internet: www.contra.it D. Che cosa è la ISPM15? R. Le International

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Domanda di Certificazione Fairtrade

Domanda di Certificazione Fairtrade Domanda di Certificazione Fairtrade Procedura operativa standard Valida dal: 17.09.2013 Distribuzione: pubblica Indice 1. Scopo... 4 2. Campo di applicazione... 4 2.1 Chi deve presentare domanda di certificazione

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014 Indice 1 2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 214 RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI EDIZIONE 214 ISBN 978-88-458-1784-7 214 Istituto nazionale di statistica

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE Procedure per il controllo e la gestione delle irregolarità Lunedì 17 giugno 2013 Unioncamere Sala Convegni De Longhi Horti Sallustiani, Piazza

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

SICURo. DISCRETo. AFFIDABILE.

SICURo. DISCRETo. AFFIDABILE. SICURo. DISCRETo. AFFIDABILE. Le vostre esigenze. IL NOSTRO STILE. Gli specialisti della VIA MAT INTERNATIONAL vantano una pluriennale esperienza nell offrire ai nostri clienti servizi professionali di

Dettagli

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale Freight&Shipping www.sp1.it marittimo AEREO VIA TERRA dogana magazzino doganale business intelligence SP1, il Freight & Shipping entra spedito nel futuro SP1 è un nuovo applicativo web. Non si installa

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Vivi un mondo accessibile con Abiliatour. www.abiliatour.it

Vivi un mondo accessibile con Abiliatour. www.abiliatour.it Vivi un mondo accessibile con Abiliatour www.abiliatour.it Che cos è Abiliatour O.N.L.U.S. L Associazione Abiliatour O.N.L.U.S. ha come scopo principale l assistenza e l aiuto alle persone disabili e alle

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Progetto IMPORT STRATEGICO 2015 Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Milano, 10 febbraio 2015 IRAN - dati macroeconomici 2013 2014

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AL VIA LA CAMPAGNA AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO 1. ESSERE UN AGRONOMO E FORESTALE WAA for EXPO2015 Il grande appuntamento dell EXPO MILANO 2015 dal

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

Profili di affiliazione

Profili di affiliazione Profili di affiliazione - 2 - Che cosa è? Il profilo di affiliazione Agency permette di diventare partner di Millemotivi Franchising senza dover affittare o acquistare locali commerciali o macchinari.

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 7.1.2014 C(2013) 9651 final REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE del 7.1.2014 recante un codice europeo di condotta sul partenariato nell'ambito dei fondi strutturali

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli